close

Enter

Log in using OpenID

Costante-Loddo - Ordine degli Ingegneri della provincia di Cagliari

embedDownload
SUSTAINABLE DESIGN
AND
URBAN PLANNING
Le reti di distribuzione del gas
nel territorio regionale
gianluigi costante – alessandra loddo
Cagliari, 06/06/2014
Coesistenza reti gas e contesto urbano
INFRASTRUTTURAZIONE RETI DI DISTRIBUZIONE
APQ 1999 - DGR 21/20 2004
DGR 54/28 2005
Stoccaggi  Condotte di
avvicinamento MP  gruppi di
riduzione finale (GRF) dislocati
sul territorio (all’interno o in
prossimità dei centri abitati
serviti)  rete di distribuzione
capillare in B.P.  impianti di
derivazione
all’utenza
(derivazione interrata, tratto
aereo, contatore).
Stoccaggi
Le reti di distribuzione del gas nel territorio regionale
CAGLIARI, 6 GIUGNO 2014
Coesistenza reti gas e contesto urbano
INFRASTRUTTURAZIONE RETI DI DISTRIBUZIONE
Non
potendo
avere
certezza
sui
reali
tempi
di
approvvigionamento del metano i progetti delle reti cittadine
sono stati elaborati ipotizzando un utilizzo provvisorio della rete
con gas intercambiabili (aria propanata, GPL) stoccati in
appositi depositi.
Le opere relative alla posa delle tubazioni, essendo interrate,
costituiscono la parte di gran lunga più importante del
complesso
delle
opere comportando
un impatto
paesaggistico trascurabile.
In linea generale le reti di distribuzione gas cittadine nel
territorio regionale si inseriscono nei vari contesti in modo
compatibile e tale da non comportare una diminuzione della
qualità paesaggistica degli stessi contesti.
Le reti di distribuzione del gas nel territorio regionale
CAGLIARI, 6 GIUGNO 2014
Coesistenza reti gas e contesto urbano
Le reti di distribuzione del gas nel territorio regionale
CAGLIARI, 6 GIUGNO 2014
Coesistenza reti gas e contesto urbano
Le reti di distribuzione del gas nel territorio regionale
CAGLIARI, 6 GIUGNO 2014
Coesistenza reti gas e contesto urbano
Le reti di distribuzione del gas nel territorio regionale
CAGLIARI, 6 GIUGNO 2014
Coesistenza reti gas e contesto urbano
Le reti di distribuzione del gas nel territorio regionale
CAGLIARI, 6 GIUGNO 2014
Coesistenza reti gas e contesto urbano
Le reti di distribuzione del gas nel territorio regionale
CAGLIARI, 6 GIUGNO 2014
Compatibilità ambientale
Tra i combustibili fossili, il metano sembra attualmente essere quello
che vedrà un crescente utilizzo nel prossimo futuro, grazie alla sua
relativa abbondanza e grazie al fatto di essere relativamente "pulito".
La sua molecola è costituita da 4 atomi di idrogeno e uno di carbonio
(CH4): bruciando, è l'idrocarburo che libera la minor quantità di
carbonio per questo è meno dannoso per l'ambiente.
Produce emissioni di CO2 inferiori del 25% rispetto alla benzina, del 16%
rispetto al Gpl, del 30% rispetto al diesel e del 70% rispetto al carbone.
La sua capacità di formare ozono è inferiore del 80% rispetto alla
benzina e del 50% rispetto a gasolio e Gpl.
Inoltre, le emissioni della combustione non contengono residui
carboniosi, benzene e polveri ultrasottili PM10, a differenza di benzine e
gasolio. Tra tutti i combustibili fossili, il metano è sicuramente il più
"ecologico"
e se non brucia?
Fonte: Eni S.p.a.
Le reti di distribuzione del gas nel territorio regionale
CAGLIARI, 6 GIUGNO 2014
Coesistenza reti gas e contesto urbano
Nella pratica la tematica diventa secondaria rispetto ai
temi di strategia energetica legati alla sostenibilità dei
costi ed alla competitività
L’analisi
degli
impatti
diretti
dell’infrastrutturazione nel contesto urbano
rischia di rivelarsi fine a se stessa se non si
valutano preventivamente gli impatti indiretti
connessi all’uso dell’infrastrutturazione ovvero
agli usi finali dell’energia
Le reti di distribuzione del gas nel territorio regionale
CAGLIARI, 6 GIUGNO 2014
Il caso Sardegna
nuove strategie per la coesistenza di
infrastrutture tecnologiche e paesaggio

ANALISI delle criticità e degli scenari futuribili per
consentire non solo la co-esistenza quanto
l’esistenza stessa di filiere energetiche legate al
consumo di gas combustibile in Sardegna
Le reti di distribuzione del gas nel territorio regionale
CAGLIARI, 6 GIUGNO 2014
Mutate condizioni al contorno
CONTESTO ATTI DI INDIRIZZO METANIZZ. ANNI ‘80
Finanziam. infrastrutture:  GN  dipendenza petrolio
CONTESTO ODIERNO:
impegno dell’UE attraverso il pacchetto “climaenergia” del 2008 nella lotta ai cambiamenti
climatici
OBBIETTIVI:
• Ridurre le emissioni climalteranti del 20%
• Elevare al 20% la quota di energia prodotta da FER
• Portare al 20% il risparmio energetico
il tutto entro il 2020: è questo in estrema sintesi il
contenuto del cosiddetto “pacchetto clima-energia
20-20-20” varato dall’Unione Europea
Le reti di distribuzione del gas nel territorio regionale
CAGLIARI, 6 GIUGNO 2014
Servizi di pubblica utilità
Rete idrica
• Le reti idriche distribuiscono un bene
sostanzialmente insostituibile
• La razionalizzazione dei consumi non
determinerebbe
il
sottoutilizzo
dell’infrastruttura
Rete Gas
• Le reti gas distribuiscono una risorsa
energetica in concorrenza con altre
• Razionalizzazione
dei
consumi
energetici, riduzione dei consumi finali
negli edifici, ricorso a fonti rinnovabili per il
loro
soddisfacimento,
tecnologie
alternative
per
il
riscaldamento,
determinano il rischio di sottoutilizzo
dell’infrastruttura.
Le reti di distribuzione del gas nel territorio regionale
CAGLIARI, 6 GIUGNO 2014
Cronaca di una morte annunciata
“Processo di metanizzazione già avviato,
serve una dorsale di trasporto e reti
intermedie di collegamento. E’ un tema
strategico, non possiamo continuare a
stare fermi”.
DGR 17/14 DEL 13.05.2014
Le reti di distribuzione del gas nel territorio regionale
CAGLIARI, 6 GIUGNO 2014
GALSI: il vero problema?
Opera strategica di
carattere nazionale
ed internazionale
Le reti di distribuzione del gas nel territorio regionale
CAGLIARI, 6 GIUGNO 2014
I tasselli mancanti
Trasporto e
Interconnessione
Le reti di distribuzione del gas nel territorio regionale
CAGLIARI, 6 GIUGNO 2014
Trasporto e Interconnessione
Le singole reti cittadine vanno interconnesse e collegate alla dorsale
principale. La scarsa densità abitativa (68 ab/kmq), le distanze
elevate dalla dorsale principale, gli oneri per la risoluzione delle
interferenze concorrono a determinare un’elevata incidenza, per
volume di gas distribuito, dei costi infrastrutturali.
Le reti di distribuzione del gas nel territorio regionale
CAGLIARI, 6 GIUGNO 2014
Caso interconnessione bacini n°33-38
PLANIMETRIA GENERALE: OPERE ESISTENTI BACINO n°38
Fonte: Sardegna Ingegneria Scarl
Le reti di distribuzione del gas nel territorio regionale
CAGLIARI, 6 GIUGNO 2014
Caso studio interconnessione bacini n°33-38
PLANIMETRIA GENERALE: OPERE IN PROGETTO BACINO n°33
Fonte: Sardegna Ingegneria Scarl
Le reti di distribuzione del gas nel territorio regionale
CAGLIARI, 6 GIUGNO 2014
Caso studio interconnessione bacini n°33-38
PLANIMETRIA GENERALE: SCENARIO PROGETTO BAC. n°33-38
Fonte: Sardegna Ingegneria Scarl
Le reti di distribuzione del gas nel territorio regionale
CAGLIARI, 6 GIUGNO 2014
La Sardegna insegue il gas, nel mentre
In Italia c’è una bolla di gas.
Il consumo interno è infatti sceso (inverni più
miti, caldaie a pellet, crisi industriale, minore
domanda elettrica e termoelettrico sostituito
da rinnovabili),
ma i prezzi sono alti perché l’ENI deve
pagare anche il gas prenotato e non
consumato (si parla di 2 miliardi di €) e i
rigassificatori non funzionano a regime.
Fonte: Tomassetti – newsletter FIRE 31-03-2014
Le reti di distribuzione del gas nel territorio regionale
CAGLIARI, 6 GIUGNO 2014
Il metano (in Sardegna): ci darà una mano?
DIPENDE
•Sviluppo delle tecnologie di trasformazione ed uso
dell’energia
•Forme di approvvigionamento energetico
•Costi infrastrutturazione e relative ricadute
economiche sia per gli investitori che in termini di
spesa pubblica
•Pianificazione di carattere multidisciplinare
partecipata e preventiva allo sviluppo delle
infrastrutture
Le reti di distribuzione del gas nel territorio regionale
CAGLIARI, 6 GIUGNO 2014
Pianificazione energetica multisettoriale
• cogliere l’opportunità di sviluppo delle
infrastrutture energetiche legate ad un
approccio di utilizzo «intelligente» del paniere
di risorse energetiche disponibili
• regolare i consumi in base all’energia
rinnovabile prodotta da eolico, solare,
geotermico a disposizione, in modo da
utilizzare
quella
acquistata
dalla
rete
tradizionale (energia elettrica e gas), solo in
caso di necessità, con risparmi, sia in ambito
industriale, che domestico
• questo significa investire e pianificare nelle
Smart Grid elettriche e del gas
Le reti di distribuzione del gas nel territorio regionale
CAGLIARI, 6 GIUGNO 2014
Prospettiva post Galsi
Addio al Galsi:
opportunità?
ennesima
occasione
persa
o
Se da un lato l’uscita dal Galsi può essere vista come l’ennesima
occasione persa per la Sardegna, dall’altro essa può rappresentare
un’opportunità nell’accelerare l’identificazione di soluzioni più
snelle, anche in un’ottica di controllo della spesa pubblica, che
tengano conto delle peculiarità degli usi finali dell’energia nel
territorio sardo e valorizzino gli investimenti già avviati per la
realizzazione delle reti di distribuzione cittadine.
Lo scenario energetico internazionale e le tecnologie attuali,
entrambe in continua evoluzione, suggeriscono di adottare una
logica di scalabilità con la quale sia possibile cogliere opportunità di
infrastrutturazione progressiva della rete, ad esempio mediante
utilizzo di soluzioni ibride canalizzate / autotrasporto con l’opzione
del vettoriamento del metano sia allo stato liquido (autocisterne
criogeniche) che gassoso.
 PEARS
Fonte: Commissione Energia OIC- Gruppo di Lavoro Strategie Energetiche
Le reti di distribuzione del gas nel territorio regionale
CAGLIARI, 6 GIUGNO 2014
Reti di distribuzione gas… a che punto siamo?
Programma di
metanizzazione
per la Sardegna
Piano di
metanizzazione
per le reti urbane
APQ 1999
DGR 21/20 2004
linee programmatiche:
realizzazione del gasdotto
entro il 2010;
cantieramento reti comunali
fine 2005;
completamento entro il
2016;
Connessioni e
interconnessioni da
realizzarsi dopo il 2008.
Le reti di distribuzione del gas nel territorio regionale
approvvigionamento
del metano
CAGLIARI, 6 GIUGNO 2014
Atti di indirizzo
Rete Sarda gasdotti
Strategia di penetrazione
del territorio regionale
D.Lgs
164/2000
ambiti territoriali minimi
raggruppamenti di più comuni nel cui
complessivo territorio poter organizzare ed
affidare in concessione il servizio di
distribuzione del gas, in modo da garantire,
oltre che un’ottimizzazione dei costi per
l’amministrazione, anche un maggiore
rendimento economico della gestione in
realtà territorialmente frammentate
Sistema alta pressione
• cabina di prelievo, decompr. e
misura;
• cabine di riduzione intermedia;
• Imp. accessori di controllo,
misura, protezione,
odorizzazione;
• allacciamenti di servizio;
• condotte stradali con funzione
essenzialmente di trasporto
Sistema media-bassa pressione
• gruppi di regolazione;
• tubazioni della rete di
distribuzione;
• impianti di derivazione d’utenza
Le reti di distribuzione del gas nel territorio regionale
CAGLIARI, 6 GIUGNO 2014
Atti di indirizzo
Definizione 38
Organismi di bacino
popolazione> 18 000 ab
d max < 55 km
co-finanziamento
pubblico delle reti
comunali di
distribuzione del gas
naturale ancorchè
esercibili con gas
diverso nel transitorio
Gestione unitaria
Partecipazione
almeno ventennale
Le reti di distribuzione del gas nel territorio regionale
Reti comunali e
adduzione: progetti
indipendenti
CAGLIARI, 6 GIUGNO 2014
Atti di indirizzo
DGR 54/28 2005
Sviluppo della rete di distribuzione del metano. Direttive,
criteri e modalità per il primo bando di intervento
ORGANISMO DI BACINO
soggetto attuatore / stazione
appaltante
eccezione: comuni con
concessioni in essere ma
appartenenti al bacino
forme associative consentite dalla legge
per la gestione dei servizi pubblici
T.U.
EE.LL.
267/00
T.U.
163/06
INDIVIDUAZIONE CONCESSIONARIO
project financing o concessione lavori
CONTRATTO CONCESSIONE tra
OdB e CONCESSIONARIO
durata max 12 anni
dovranno assicurare la costruzione della rete e
l’espletamento del servizio di distribuzione del
gas, per i comuni appartenenti al bacino,
affidando la concessione del servizio ad un
unico operatore
D.Lgs
164/00
L.R.
5/2007
alla fine del periodo di concessione la
proprietà della rete deve in ogni caso ritornare
in capo all’amministrazione appaltante
Le reti di distribuzione del gas nel territorio regionale
CAGLIARI, 6 GIUGNO 2014
Atti di indirizzo
DGR 54/28 2005
Sviluppo della rete di distribuzione del metano. Direttive,
criteri e modalità per il primo bando di intervento
INTERVENTO
rete di distribuzione nel concentrico urbano dei
comuni appartenenti al bacino
CO – FINANZIAMENTO
max 50% spese ammissibili
SPESE AMMISSIBILI
opere relative alla rete
funzionante con gas
naturale
Bando
Regionale
22/12/2005
ENTE FINANZIATORE RAS
Fondi FSC (ex FAS), Piano di rinascita
della Sardegna, Piano di metanizzazione
del Mezzogiorno
Le reti di distribuzione del gas nel territorio regionale
CAGLIARI, 6 GIUGNO 2014
Interconnessione comuni OdB
n interventi
indipendenti in ogni
bacino
assenza
interconnessione
Le reti di distribuzione del gas nel territorio regionale
CAGLIARI, 6 GIUGNO 2014
Avanzamento realizzazione reti urbane
SITUAZIONE 2005
fonte D.G.R. 54/28 del 2005
CIPE 99/1999 - programma di investimenti
per la realizzazione delle reti urbane con il
finanziamento dei capoluoghi di provincia,
Cagliari, Sassari (1° lotto ) e di Oristano da
parte del Ministero delle Attività Produttive
CIPE 26/2001 - programma di investimenti
per la realizzazione delle reti urbane con il
finanziamento dei capoluoghi di provincia,
2° lotto della rete di Sassari e la rete di
Nuoro
Le reti di distribuzione del gas nel territorio regionale
CAGLIARI, 6 GIUGNO 2014
Ogni organismo di bacino stipula un contratto
con il concessionario individuato per la
realizzazione rete distribuzione
media pressione condotte interrate, realizzate normalmente con
tubazioni d’acciaio saldate o in materiale plastico polietilene.
bassa pressione condotte interrate il cui materiale è ghisa, polietilene
e acciaio
derivazioni d’utenza realizzate, in parte interrata e in parte aerea fino
ai gruppi di misura, in polietilene, acciaio (ghisa parte interrata e
acciaio parte aerea).
gestione rete distribuzione
esercibile anche nel
transitorio
oggetto contratto di realizzazione e gestione
alta pressione
12 - 70 bari
Prelievo reti
trasporto nazionali
media pressione
remi
Immissione reti
distribuzione
4^ 1,5 – 5 bar
5^ 0,5 – 1,5 bar
6^ 0,04 – 0,5 bar
Le reti di distribuzione del gas nel territorio regionale
bassa pressione
GRF
Distribuzione
capillare
7^ Pmax 0,04 bar
CAGLIARI, 6 GIUGNO 2014
media e bassa pressione
UNI 9165
RETI
DISTRIB.
UNI 9860
DERIV.
UTENZA
bassa pressione
4^ 1,5 – 5 bar
7^ Pmax 0,04 bar
DM 16 e
17.04.08
7^ Pmax 0,04 bar
Le reti di distribuzione del gas nel territorio regionale
CAGLIARI, 6 GIUGNO 2014
Avanzamento realizzazione reti urbane
MONITORAGGIO 31.12.2013
fonte PEARS ADOTTATO con D.G.R. 4/3 2014
(NON ancora APPROVATO)
completato solo un
bacino rispetto alla
situazione del 2005
iniziati al più tardi nel
2010
iniziati tra il 2010 e il 2011
D.G.R. 47/38 del 2013
Le reti di distribuzione del gas nel territorio regionale
CAGLIARI, 6 GIUGNO 2014
Avanzamento realizzazione reti urbane
MONITORAGGIO 31.12.2013
fonte PEARS ADOTTATO con D.G.R. 4/3 2014
(non ancora APPROVATO)
DELIBERE CIPE 35/2005 e CIPE 3/2006
Impegno giuridicamente vincolante tra OdB e
Concessionari entro, rispettivamente, il
31.12.2008 e 31.12.2009
Le reti di distribuzione del gas nel territorio regionale
CAGLIARI, 6 GIUGNO 2014
Mettendo insieme le informazioni, la
fotografia è la seguente:
Impegno giuridicamente vincolante di tutti OdB
al più tardi entro il 31.12.2009, di questi:
•
1 OdB è in gestione della rete
•
5 OdB hanno iniziato i lavori tra il 2010 e il
2011, a tutt’oggi non ultimati
•
28 OdB risultano ancora in fase di
progettazione, al più tardi, dal 2010
Le reti di distribuzione del gas nel territorio regionale
CAGLIARI, 6 GIUGNO 2014
Conclusioni
approv.
OdB
38 Organismi di
bacino indipendenti
progettazione
CONCESSIONARIO
parere UTR
progetto
esecutivo
processo complesso
sub procedimenti
conferenza
servizi
progetto
prelim. e def.
lavori
contrib.
gestione
Le reti di distribuzione del gas nel territorio regionale
CAGLIARI, 6 GIUGNO 2014
GRAZIE
Le reti di distribuzione del gas nel territorio regionale
CAGLIARI, 6 GIUGNO 2014
Author
Document
Category
Uncategorized
Views
0
File Size
10 764 KB
Tags
1/--pages
Report inappropriate content