close

Enter

Log in using OpenID

Alessandra Lanza

embedDownload
Roma
6 novembre 2014
lo scenario economico
e le implicazioni per le imprese
materiale
per discussione
spunti per discussione
[email protected]
logo cliente
?BGK7:HE:;BBŒ;9EDEC?7?J7B?7D7| la ripresa si fa attendere e continua a
F;I7H;BŒ;H;:?JR:;BB79H?I?
Differenza rispetto ai livelli del
2007 | punti percentuali
PIL, componenti e principali variabili
macroeconomiche | variazioni percentuali
2 0 13
2 0 14
2 0 15
PIL
-1.8
-0.4
0.5
consumi famiglie
-2.6
0.2
0.7
spesa pubblica
-0.8
0
-0.6
investimenti in macchinari
investimenti in costruzioni
export
-2.3
-6.7
0
-1.5
-2.8
1.5
1.3
-1.5
3.4
fonte: Prometeia, Rapporto di previsione, ottobre 2014
riservato e confidenziale 6 novembre 2014 | scenario economico| 2
il quadro delle imprese industriali | crescono selezione e dispersione
selezione | saldo tra imprese nuove e cessate in %
delle imprese attive
fonte: Prometeia, Rapporto di previsione, ottobre 2014
dispersione | distanza interdecile Roi per
classe dimensionale
GI: grandi imprese
MI: medie imprese
PI: piccole imprese
riservato e confidenziale 6 novembre 2014 | scenario economico| 3
il quadro delle imprese industriali | e le strategie premianti
imprese innovatrici e non | differenziale crescita e redditività
0,0
1,5
4,0
6,0
8,0
Fatturato
Ebitda
Manifattura
Alimentare
Moda
esportatori e non | margini a confronto
fonte: Prometeia
riservato e confidenziale 6 novembre 2014 | scenario economico| 4
logistica | richiesta di servizi sempre più competitivi e complessi
‰
79H?I?;9EDEC?97>7?D9H;C;DJ7JEB;7IF;JJ7J?L;IKBBŒ;<<?9?;DP7;BŒ7<<?:78?B?JR
ƒ Tariffe competitive
ƒ Affidabilità: rispetto degli obiettivi di servizio
ƒ Solidità finanziaria
ƒ Capacità di investire e di variabilizzare i costi per i clienti
ƒ Tendenza 7BBŒ?DJ;HD7B?PP7P?ED; di un servizio se non innovativo
‰
Altri aspetti, anche se non sono legati alla crisi, sono destinati a rafforzarsi
ƒ Network internazionale
ƒ Sensibilità ambientale
ƒ Competenze tecniche
ƒ Agevole integrazione informatica
ƒ HEF;DI?ED;7BH?I9>?E;7BBŒ?DDEL7P?ED;ƒJ7H?<<;FBKH?;DD7B?
riservato e confidenziale 6 novembre 2014 | scenario economico| 5
pKDJ?:Œ7JJ;DP?ED;:;BBEI9;D7H?E
La crisi del 2008-‹09 ha accelerato una serie di cambiamenti epocali che erano sottotraccia nel quadro
:;BBŒ;9EDEC?7 globale. Altre trasformazioni sono state conseguenza diretta della grande recessione, ma i loro
effetti sono destinati a perdurare nel tempo.
Fra i principali spunti emergono:
ƒ
ƒ
ƒ
ƒ
ƒ
ƒ
ƒ
ƒ
Divario fra mercato interno e traino internazionale
Cambiamenti D;BBŒ?DJ;DI?JR e la durata dei cicli economici
Rischi ed equilibri geopolitici
Nuova distribuzione di produzione e ricchezza globale
Cambiamenti nelle preferenze dei consumatori
Pressioni demografiche
Onde tecnologiche (ICT, shale gas)
Interventi di politica industriale
Quali implicazioni?
riservato e confidenziale 6 novembre 2014 | scenario economico| 6
aumenta il premio dei mercati esteri | anche su mercati noti
7JJKH7JE?DJ;HDE;:;IJ;HE:;BBŒ?D:KIJH?7?J7B?7D7| indice Contributo alla crescita delle importazioni mondiali |
variazione livelli 2013-Œº¿?DC?B?7H:?:?:EBB7H?
Fonte: elaborazioni su dati ISTAT
riservato e confidenziale 6 novembre 2014 | scenario economico| 7
contesto economico | cicli brevi, ravvicinati e sempre più volatili
Cicli volatili e frammentati | produzione industriale mondiale dati mensili, componente ciclica
intensità
11
11
44
8
?
15
12
anni 90
anni 00
15
4
crisi
anni 10
durata
fonte: Prometeia
riservato e confidenziale 6 novembre 2014 | scenario economico| 8
contesto geopolitico | verso un mondo di blocchi contrapposti?
Nel luglio del 2103 iniziano
le negoziazioni per il TTIP,
valore interscambio nel
2103 USA UE 640 miliardi
di dollari
Nel maggio 2104 firmato un accordo
trentennale per la fornitura di gas, valore
400 miliardi di dollari
fonte: ICE œ Prometeia, Rapporto sul commercio estero
riservato e confidenziale 6 novembre 2014 | scenario economico| 9
contesto logistico —B;=7JE7:?I;=D??D<H7IJHKJJKH7B?;BŒ;C;HI?ED;:?
nuovi hub regionali
il programma UE ;J;F7D-europea di
JH7IFEHJEŽž;D-T)
mira a costruire una rete efficiente di
trasporto, investendo in nuove infrastrutture
e migliorando quelle esistenti, per un
investimento complessivo di 390 mld di euro
Sviluppo di reti regionali e creazione di trading bloc spinge ad
una rafforzamento di poli logistici continentali, integrati però
nelle filiere produttive internazionali.
i FEB? di ;99;BB;DP7Ž dovranno comunque fare i conti
con i vincoli (temporali) del livello di servizioœ
mercati sempre più ;I?=;DJ?Ž e time-sensitive, che richiedono
sistemi logistici H;7JJ?L?Ž e una L?9?D7DP7Ž con i suppliers (es.
tendenze D;BBŒ7FF7H;B US di spostare le piastre produttive
:7BBŒÞI?7 alle aree del Messico e dei Caraibi; modello Zara)
riservato e confidenziale 6 novembre 2014 | scenario economico| 10
contesto produttivo | cambiano soprattutto gli equilibri manifatturieri
ÞD9EHF?lH7F?:7B7JH7I<EHC7P?ED;D;BBŒ?D:KIJH?7ƒ:EL;B7L;99>?7JH?7:;žÞƒKHEF7E99?:;DJ7B;;?7FFED;Ÿ
=;D;H7L7Љ:;BBŒEKJFKJ=BE87B;D;BºÂ¹;E==?DED7HH?L77B¾¹Ä‚7C8?7B7C7FF7:;?FHE:KJJEH?=BE87B?‚
Produzione industriale mondiale di USA, Europa
occidentale e Giappone | percentuale sul totale
mondiale
Primi 10 paesi produttori nel 2013 | percentuale
sul totale mondiale
fonte: ICE œ Prometeia per Comitato Leonardo, IMF
riservato e confidenziale 6 novembre 2014 | scenario economico| 11
implicazioni per imprese industriali | nuovi equilibri globali
La quota dei paesi emergenti sul PIL mondiale è passata dal 17% degli inizi anni novanta al 21% nei primi anni
2000 al 40% oggi.
Anni 90, la dimensione dei paesi è proporzionale
alla quota sulla ricchezza mondiale
2016, la dimensione dei paesi è proporzionale alla
quota sulla ricchezza mondiale
fonte: CSCœ Prometeia, Esportare la dolce vita
riservato e confidenziale 6 novembre 2014 | scenario economico| 12
logistica | e le distanze percorse dalle merci dentro le filiere
distanze percorse dagli scambi internazionali per fase di filiera | kilometri
fonte: ICE œ Prometeia per Comitato Leonardo, IMF
riservato e confidenziale 6 novembre 2014 | scenario economico| 13
implicazioni per imprese | scommettere su filiere globali, anche via IDE
ŒJ7B?7>7H7<<EHP7JED;=B?7DD?B7IK79ECF;J?J?L?JRD;?8;D?<?D7B?:;BB797J;D7:;Bvalore (soprattutto per i
beni di consumo). In una logica di specializzazione della produzione internazionale può ambire a diventare un
hub =BE87B;ƒ7D9>;7JJH7;D:E?DL;IJ?C;DJ?:7BBŒ;IJ;HE‚
Indice di specializzazione per fase di filiera | indice
compreso fra -1 e +1 (massima specializzazione)
fonte: Unicredit Prometeia e ICE Prometeia
Imprese 79GK?I?J;:7BBŒ;IJ;HED;BF;H?E:E»¹¹¹-Œºº
| differenziali di crescita della performance
rispetto al controfattuale*
*Insieme di imprese domestiche paragonabili a quelle acquisite per dimensione,
settore e indici finanziari pre acquisizione
riservato e confidenziale 6 novembre 2014 | scenario economico| 14
caratteristiche del consumatore | suggestioni dalla demografia
Popolazione mondiale per regione | valori percentuali
2100
2050
2000
fonte: United Nations
riservato e confidenziale 6 novembre 2014 | scenario economico| 15
urbanizzazione | il ruolo crescente delle città
Attraverso migrazioni interne cresce il numero di individui che vanno in città alla ricerca di un lavoro,
servizi migliori e miglior benessere economico. Nella sola Cina oltre 15 milioni di cittadini ogni anno
lasciano i loro villaggi per la città.
100
Grado di urbanizzazione della popolazione |
percentuale sul totale
Incremento della popolazione urbana nel
periodo 2013-Œ»¹| milioni di individui
80
60
40
20
20
00
20
10
20
20
20
30
20
40
20
50
19
90
19
80
19
70
19
60
19
50

Regioni Sviluppate
fonte: Nazione Unite
Emergenti
riservato e confidenziale 6 novembre 2014 | scenario economico| 16
implicazioni per imprese | nuovi elementi di riferimento per il made in
Italy†
fonte: ICE œ Prometeia per Comitato Leonardo
riservato e confidenziale 6 novembre 2014 | scenario economico| 17
implicazioni per imprese | e nuove strategie di posizionamento, sfruttando
soprattutto il canale web
fonte: ICE œ Prometeia per Comitato Leonardo
riservato e confidenziale 6 novembre 2014 | scenario economico| 18
politica industriale —:EFEB79H?I?I?ZJEHD7J?7F7HB7HD;†9EDGK7B9>;
risultato e qualche punto di domanda
Molti paesi hanno accantonato il relativo immobilismo per intervenire in maniera diretta o indiretta in modo da
favorire la propria industria: dal salvataggio di attività ritenute IJH7J;=?9>;ƒ7BBŒ?D9;DJ?LEL;HIEDKEL?I;JJEH?ƒ
dal rafforzamento delle commesse pubbliche al promuovere fattori abilitanti.
BF;IE:;BBŒ?D:KIJH?7;B7:?D7C?97:EFEB79H?I?| percentuale manifattura su PIL
Germania: sostegno R&S e
applicazione industriale, banca
export dedicata, spinta a produttività
e disciplina salariale
?
Stati Uniti: politica energetica, salvataggio
industrie strategiche, remanufactuirng,
partenrship pubblico privato per creazione 45
Institute for Manufacturing Innovation (il primo
dedicato a stampa 3d),
Francia: nouvelle france
industrielle declinata in 34
piani di riconquista industriale
punta sulla contaminazione di
nuove tecnologie e settori
industriali tradizionali
fonte: Intesa Sanpaolo Prometeia, Analisi dei Settori Industriali
riservato e confidenziale 6 novembre 2014 | scenario economico| 19
prometeia
via g. marconi 43, 40122 bologna
tel. +39 051 6480911, fax +39 051 220753
via m. gonzaga 7, 20123 milano
tel. +39 02 80505845, fax + 39 02 89074658
via tirso, 26, 00198 roma
tel. +39 06 45441350, fax +39 06 45441369
italia
7th flr, Dakdouk Bldg, Selim Bustros St.
Tabaris Square, Ashrafieh - Beirut
tel. +961 1 328233, fax +961 1 327233
libano
www.prometeia.com
[email protected]
riservato e confidenziale 6 novembre 2014 | scenario economico| 20
Author
Document
Category
Uncategorized
Views
0
File Size
923 KB
Tags
1/--pages
Report inappropriate content