close

Enter

Log in using OpenID

DELUSIONE E RISCATTO

embedDownload
IN EDICOLA IN ABBINAMENTO CON
2 GIORNALI Poste Italiane S.p.A. – Spedizione in Abb. Postale – D.L. 353/2003
(conv. in L. 27/02/2004 n. 46) art 1, comma 1
euro 3.50
NO/ALESSANDRIA ROC 23052 del 20-12-2012
NON VENDIBILE SEPARATAMENTE
ANNO 2 - NUMERO 33 - Lunedì 10 novembre 2014
DELUSIONE E RISCATTO
ECCELLENZA
Trasferte amare
per Albese e Virtus Mondovì
Langaroli battuti dal Pinerolo
che sale in vetta con la Benarzole
Il gruppo di Volcan cade
di misura contro il Lucento
Casale e Corneliano Roero
ritornano a sorridere
I nerostellati schiantano l’Olmo
con le doppiette di Russo e Balzo
Fantini trascina i compagni
e inguaia la Valenzana Mado
In senso orario partendo dall’alto: un’azione di gioco di Pinerolo-Albese (foto Prisco); l’esultanza del Casale (foto Mucci) e del Corneliano Roero; la delusione della Virtus Mondovì dopo un gol del Lucento (foto Tricarico)
APPROFONDIMENTO
SERIE D
PRIMA CATEGORIA
Punticino Novese al Girardengo Il Fossano punta su Dalla Riva San Sebastiano, vittoria di rigore
Merlo-Acqui: addio al veleno Il Villar ‘91 frena la Giovanile
Soragna illumina il Paschiero
servizi a pag. 3
GIOVANILI
Pro Dronero ‘01 qualificata
Ufficiali i gironi dei Regionali
servizi a pag. 18-19
PODISMO
Ecco la Stracôni dei record:
in 18mila ai nastri di partenza
Pino Sterpi, allenatore della Novese
servizi a pag. 5
servizi a pag. 23
La foto del rigore del San Sebastiano, che ha suscitato le polemiche del Villanovetta
servizi a pag. 11
2
Lunedì 10 novembre 2014
Il Corriere delle Province
Il Corriere delle Province
3
Lunedì 10 novembre 2014
Approfondimento
CHI VIENE... Uʏʘiœ‡ÌiV˜ˆVœ\ʁœÊۜ}ˆ>Ê`ˆÊÀˆ“iÌÌiÀ“ˆÊˆ˜Ê}ˆœVœ‚ ... E CHI VA UʽiÝʓˆÃÌiÀ\ʁ œ˜Ê>ۜÀœÊVœ˜Ê}i˜ÌiÊV…iʘœ˜ÊÃ̈“œ‚
œÃÃ>˜œ]ÊiVVœÊ>ÊÃۜÌ> iÀœ]ÊՏ̈“>ʫ՘Ì>Ì>
˜Ê«>˜V…ˆ˜>Ê>>Ê,ˆÛ> œ˜Ê½VµÕˆÊmÊÀœÌÌÕÀ>
Fossano (Cn)
Paolo Pirisi
Acqui Terme (Al)
Nicola Vigliero
A
volte ritornano. E quando si parla di Franco
Dalla Riva e del Fossano non ci si può che esprimere
con queste parole. Era la stagione 2004/2005, quando il tecnico trascinò alla vittoria del
campionato di Promozione la
Fossanese, impresa meravigliosa ancora oggi ricordata
nell’ambiente gialloazzurro.
Il presidente Francesco Graglia,
dopo due settimane di grande
incertezza, ha sciolto le riserve
sul sostituto di Marino Gianoglio, esonerato dopo la sconfitta
interna contro il Corneliano
Roero. Dopo aver incassato il
gran rifiuto di Danilo Bianco,
che per motivi di lavoro non ha
potuto accettare l’offerta, la
scelta è ricaduta sull’ex tecnico
della PiscineseRiva, fermo da
maggio scorso e intenzionato a
rimettersi in corsa dopo una
stagione altalenante in terra pinerolese. Sebbene Graglia abbia deciso di tenere nascosto il
nome del nuovo allenatore per
non destabilizzare la squadra
prima della delicatissima sfida
di ieri contro il San Giacomo
Chieri, è stato lo stesso Dalla
Riva a confermare il grande ritorno all’“Angelo Pochissimo”,
Franco Dalla Riva
lasciando da parte le smentite
di circostanza: «Sono molto
contento di essere stato scelto
dal Fossano. Avevo tantissima
voglia di rimettermi in gioco e
provare a salvare la squadra,
che ora sta vivendo un momento di grande difficoltà. C’è qualche problema, ma la situazione
si può raddrizzare e nulla è ancora perduto. Già da martedì
lavoreremo per centrare l’obiettivo salvezza, che per noi è fondamentale. Non possiamo più
permetterci errori».
Franco Dalla Riva, sebbene sia
reduce dall’infelice esperienza
alla guida della PiscineseRiva,
C’era attesa per conoscere la sua decisione e
alla fine Arturo Merlo, immaginiamo con
rammarico e dispiacere, ha deciso di voltare
pagina. Non ci sarà per lui un futuro nell’Acqui. Almeno, non in questo Acqui. E occorre
aggiungere che, più che di un addio, si tratta
di una rottura abbastanza drastica.
Dopo le dimissioni dello stesso tecnico, rassegnate al termine della partita persa contro
la Pro Settimo, il presidente Pier Giulio Porazza aveva subito cercato di trattenere in
qualche modo il suo ex allenatore, prospettandogli un altro incarico e spendendo per
lui parole importanti davanti ai giornalisti:
«Non voglio perdere il suo calore umano e la
sua esperienza, per cui mi riprometto di incontrarci nei prossimi giorni per definire,
può davvero essere l’uomo giu- magari con un incarico differente, un nuovo
sto per questo Fossano, allo legame insieme».
sbando dopo l’esonero di Gia- Sembra, ma il dettaglio della proposta a quenoglio e la gestione affidata a al sto punto non lo conosceremo mai, che a
suo vice Vigna, durata appena Merlo fosse stato prospettato un ruolo imdue giornate. L’uomo delle sal- portante in seno al settore giovanile. Dopo
vezze epiche, come quelle rag- essersi preso dieci giorni di tempo per decigiunte miracolosamente alla dere, però, l’ex allenatore acquese ha sciolto
guida del Victoria Ivest e del le riserve in settimana, con una risposta neSaluzzo, è pronto a tuffarsi in gativa condita di considerazioni amare e,
questa nuova avventura. Ripe- qua e là, piuttosto dure. «Le proposte che ho
tere l’impresa fatta con la Fos- ricevuto erano oggettivamente importanti sanese dieci anni fa è un impe- ha dichiarato Merlo in settimana - ma ho corativo categorico: la salvezza munque deciso di fermarmi e dire basta.
dei giallozzurri varrebbe come Non posso lavorare con gente che non stimo
una promozione. E Dalla Riva, e non apprezzo e con criteri diversi da quelli
le missioni impossibili, non le cui sono abituato, per cui non esistono i presupposti per andare avanti insieme. Mi prenha mai temute.
Arturo Merlo
do le mie responsabilità sotto il piano sportivo, anche se credo che gli errori siano stati
fatti da tutti: per amore di questa maglia ho
accettato le condizioni che mi sono state poste, ma già in estate avrei dovuto lasciare
l’Acqui con l’addio della vecchia proprietà.
Ho chiesto di tenere molti giocatori dell’ultimo campionato, invano. E poi ho subito tante piccole mortificazioni, come per esempio
il fatto che l’assegnazione della fascia di capitano venisse decisa non da me ma dalla società. Guardo avanti: questi mesi mi serviranno per studiare e migliorarmi».
COPPA PIEMONTE UʘÊÃiÌ̈“>˜>Ê-iVœ˜`>ÊiÊ/iÀâ>ʈ˜ÊV>“«œ IN BREVE Uʜ“L>À`ˆ]Ê/iÀÀœ˜ˆÊiʜ˜iˆÊ>>Ê}Ո`>Ê`iiÊ,>«« VERSO I REGIONALI UÊiÀVœi`ŒÊë>Ài}}ˆœÊÀˆ˜Ûˆ>̜Ê>Ê->Õââœ
>Êi˜ÃœÊmÊÃi˜â>Ê«ˆiÌD] i˜âˆÊ`ˆÊ˜ÕœÛœÊˆ˜Ê«ˆÃÌ>] >ʜ˜ÊœÃVœÊ¼ääÊÈÊÀˆÌˆÀ>
,>VVœ˜ˆ}ˆÊ}ˆDÊiˆ“ˆ˜>̜ }Ո`iÀDʈÊ
œˆ˜iʏvˆiÀˆ >Ê-œÀ}i˜ÌiʵÕ>ˆvˆV>̜
Cuneo
Fabrizio Franco
Nel recupero di Coppa di Prima categoria dominio assoluto
della Denso, che stende il Racconigi con un sonoro 4-0. A
condannare i racconigesi all’eliminazione ci pensano la doppietta di Occhipicca e le reti di Nastasi e Zizzo. A questo
punto diventa determinante l’ultima partita del triangolare,
quella tra i torinesi e la Giovanile Centallo, entrambi a punteggio pieno, che si incontreranno sul neutro di Chieri giovedì prossimo, nella giornata conclusiva di questa seconda fase. Per la differenza reti i centallesi sono obbligati a vincere
per passare il turno, mentre agli avversari basta il pareggio.
Per quanto riguarda i triangolari alessandrini in settimana si
decideranno le sorti anche di Villanova e Cassano, che giocheranno l’ultima partita del girone rispettivamente contro il
Tonarco e il Castelnuovo Belbo. La Gaviese ad un solo punto,
con due partite già giocate, è matematicamente fuori da ogni
possibile qualificazione.
Sempre in settimana, nella serata di mercoledì, si giocheranno anche i triangolari di Seconda categoria. Per quanto riguarda le compagini della provincia Granda particolare attenzione alla sfida tra Pralormo e Sport Roero: l’Azzurra, in
vetta a pari punti con i roerini, dovrà sperare in una vittoria
torinese per ottenere la qualificazione. Nell’alessandrino, invece, la sfida decisiva è quella tra Cerro Praia e Castelletto
Monferrato, mentre riposa la Pozzolese, dopo il pareggio della scorsa giornata proprio contro i monferrini nella prima loro sfida del raggruppamento.
In Terza categoria in programma mercoledì Chisone e Sgf
Scarnafigi (seconda giornata di ritorno della prima fase), in
una classifica che vede in vetta i cuneesi insieme al None a
cinque punti, mentre il Chisone è ancora a quota 0 punti.
L’ultima giornata di ritorno si giocherà il 26 novembre e vedrà in campo la sfida tra None e Chisone.
Mario Benzi dopo due anni
d’inattività dall’ultima panchina in quel di Cairo Montenotte (Eccellenza ligure) è al
90% il tecnico designato a
sostiuire Galeazzi al Colline
Alfieri. «Non mi sono potuto
assentare dal lavoro neppure
per una fugace presenza al
centro di allenamento - commenta il tecnico di Acqui
Terme -, mi avevano contattato in settimana, chiedendo
la disponibilità a risalire in
sella. Dovendomi organizzare ho chiesto ancora alcuni
giorni di tempo, ma sarò già
disponibile da martedì. Ringrazio la società tutto quello
che hanno fatto in questi
giorni e, se si farà l’accordo,
credo che troverò del personale preparato e presente».
Sembra che l’accordo sia ad
un passo, dunque, e che si
avvicini il ritorno in panchina di un mister che, con l’ultima squadra, ha sfiorato i
playoff per la promozione in
D. La sua esperienze in provincia hanno lasciato ricordi
positivi, specialmente in quel
di Tortona. Nell’astigiano ora
fervono all’idea di ripartire
con carattere dopo un avvio
tutt’altro che avvincente, fatto di risultati altalenanti.
«La scelta è stata dettata dal
profilo e dalla conoscenza
del territorio di Benzi, un
tecnico vicino alla nostra realtà - commenta il team manager Ivo Anselmo - alla
squadra serviva una scossa,
nuova linfa e grinta per fare
meglio. Ringraziamo Galeazzi, grande uomo, professionista e mai al di sopra delle righe. Purtroppo però nel calcio anche se non è giusto,
paga spesso il capo cordata».
Scelti i selezionatori delle Rapp
La Federazione ha reso ufficiali i nomi dei selezionatori
che guideranno le rappresentative giovanili del Piemonte.
Gli Allievi saranno affidati a
Diego Lombardi mentre la
Juniores verrà seguita direttamente dal responsabile delle rappresentative, Fabrizio
Viassi, che monitorerà già la
leva del ‘97. Gli Allievi Fascia
B saranno seguiti da Stefano
Bonelli, e infine Giovanissimi e Giovanissimi fascia B
avranno un unico selezionatore e si tratta di Adriano
Terroni.
Alessandria
Mara Bisi
I Giovanissimi della Don Bosco Alessandria hanno deciso di rinunciare alla fase regionale del campionato. Dopo aver guadagnato sul campo il passaggio al livello superiore, la società alessandrina ha preso infatti l’amara decisione di ritirare i ragazzi dalle
competizioni regionali e mantenere la squadra tra i provinciali. La
ragione: mancanza di numeri per affrontare in modo competitivo
il resto della stagione: «Ci siamo ritrovati con una rosa di appena
15 ragazzi e non ce la siamo sentita di affrontare un campionato
di livello senza i mezzi opportuni per poter garantire ai nostri tesserati la conduzione di una stagione divertente - spiega il presidente Vittorio Masin -. Ci siamo trovati senza il secondo portiere e
la decisione, per quanto sofferta, è stata obbligata, anche perchè
non ci era possibile utilizzare i ragazzi dell’annata seguente».
Problemi, in settimana, anche in quel di Saluzzo. In occasione dello spareggio fra Pro Dronero e Castagnole Pancalieri, la società
marchionale dell’Olimpic era stata individuata dal Comitato di Cuneo per offrire il campo neutro all’incontro. L’arbitro, arrivato sul
campo insieme alla due squadre per la sfida in programma mercoledì sera, ha però ritenuto irregolare il tracciato del campo, visto
che “il terreno di gioco presentava linee laterali poco visibili e a
tratti mancanti”, come spiegato sul comunicato ufficiale. Motivo
per cui il direttore di gara ha disposto di rimandare la gara (poi disputata ieri mattina al Comunale di Centallo). La replica
dell’Olimpic Saluzzo arriva dal responsabile tecnico Rodolfo Costa, presente mercoledì perchè incaricato dell’apertura della struttura: «La Federazione ci ha chiesto il campo e noi in partenza avevamo già dichiarato che in caso di brutto tempo non saremmo riusciti a garantire un campo praticabile. Martedì ha piovuto e noi
abbiamo sospeso tutta la nostra attività calcistica per questa ragione. Abbiamo avvisato la Federazione più volte, ma il Comitato
non ha preso provvedimenti e si è verificato questo spiacevole inconveniente».
4
Lunedì 10 novembre 2014
Il Corriere delle Province
Lega Pro/Giovanili Nazionali
LEGA PRO
ALBINOLEFFE-REAL VICENZA
BASSANO V.-MANTOVA
CREMONESE-MONZA
FERALPISALÒ-SUDTIROL
GIANA ERMINIO-RENATE
LUMEZZANE-PAVIA
NOVARA-COMO
PORDENONE-PRO PATRIA
SASSARI TORRES-ALESSANDRIA
AREZZO-VENEZIA
1-2
3-1
0-1
4-1
3-0
1-0
4-0
2-3
0-2
0-2
Classifica
BASSANO V.
COMO
MONZA
REAL VICENZA
NOVARA
PAVIA
ALESSANDRIA
FERALPISALÒ
VENEZIA
GIANA ERMINIO
SASSARI TORRES
AREZZO
CREMONESE
SUDTIROL
RENATE
MANTOVA
PRO PATRIA
ALBINOLEFFE
LUMEZZANE
PORDENONE
PT
25
23
23
23
22
21
20
17
16
16
16
16
13
13
13
11
11
10
10
5
G
12
12
12
12
12
12
12
12
12
12
12
12
12
12
12
12
12
12
12
12
V
7
7
7
6
6
6
5
5
5
4
4
4
3
3
3
2
2
2
2
1
N
4
2
2
5
4
3
5
2
1
4
4
4
4
4
4
5
5
4
4
2
P
1
3
3
1
2
3
2
5
6
4
4
4
5
5
5
5
5
6
6
9
F
24
20
16
19
19
18
18
15
15
11
9
8
12
14
13
11
18
6
9
9
S
13
12
8
12
10
17
12
17
14
10
9
9
14
17
21
13
24
11
17
24
Prossimo turno
ALESSANDRIA-BASSANO V.
COMO-CREMONESE
MANTOVA-PORDENONE
MONZA-SASSARI TORRES
PAVIA-GIANA ERMINIO
PRO PATRIA-AREZZO
REAL VICENZA-NOVARA
RENATE-FERALPISALÒ
SUDTIROL-LUMEZZANE
VENEZIA-ALBINOLEFFE
BERRETTI
ALBINOLEFFE-PRO PIACENZA
ALESSANDRIA-FERALPISALÒ
COMO-TORINO
CREMONESE-GIANA ERMINIO
LUMEZZANE-VARESE
PAVIA-NOVARA
PRO PATRIA-SAVONA
RENATE-MONZA
4-1
0-2
3-2
0-1
5-1
2-3
2-1
2-3
ALLIEVI LEGA PRO UÊ
ÀˆÃ«œÌœ˜ˆÊv>Ê>ÃÃ>«œÀ>ÀiʈÊÃÕVViÃÜ]ʓ>ʈÊ/œÀˆ˜œÊ«>Ài}}ˆ>ʘiÊvˆ˜>i
Àˆ}ˆ]ÊV…iÊ«iVV>̜
TORINO
ALESSANDRIA
1
1
MARCATORI: st 20’ Crispoltoni rig.,
39’ Buongiorno.
TORINO (4-3-3): Coppola 6.5; Fiordaliso 6 (13’ st Bedino 6.5), Maiello 5,
Buongiorno 7.5, Valerio 6.5; Sottil
6 (1’ st Kapllani 6), Tuttisanti 6.5, Di
Marco 6 (36’ st Busato ng); Gashi
6, Iacuaniello 6.5, Rizzo 6 (24’ st
Capuani 7). A disp. Zanellati, Nota,
Olivero, Reka, Soleti. All. Mezzano.
ALESSANDRIA (4-4-2): Viscido 7; Crispoltoni 7 (26’ st Fava 6), Celussi 6,
Lagraspa 6.5, Bianchi 6.5; Cottarelli 6, Spriano 6, Gonella 6.5 (16’ st
Curallo 6), Casale Alloa 6; Cogerino 6 (12’ st Bertucci 6), Zicchitella
6 (42’ st Caristo ng). A disp. Varesio,
Piromalli, Romano, Siciliani, Cocchi. All. Salvaggio.
ARBITRO: Comunian di Biella 6.
NOTE: ammoniti Crispoltoni, Cogorino, Cottarelli, Di Marco. Espulso
Maiello (19’ st).
Classifica
FERALPISALÒ
NOVARA
TORINO
CREMONESE
GIANA ERMINIO
ALBINOLEFFE
LUMEZZANE
MONZA
PRO PATRIA
COMO
PRO PIACENZA
PAVIA
ALESSANDRIA
VARESE
SAVONA
RENATE
PT
22
19
15
15
15
14
14
14
12
12
12
9
7
3
3
0
G
8
8
8
8
8
8
8
8
8
8
8
8
8
8
8
8
V
7
6
5
5
5
4
4
4
4
3
4
3
2
1
1
0
N
1
1
0
0
0
2
2
2
0
3
0
0
1
0
0
0
P
0
1
3
3
3
2
2
2
4
2
4
5
5
7
7
8
F
16
23
16
12
16
24
19
16
11
9
12
11
9
10
6
5
S
1
11
8
7
16
13
12
12
10
9
16
17
14
25
26
18
Prossimo turno
BERRETTI
ALBINOLEFFE-CREMONESE
FERALPISALÒ-PRO PATRIA
GIANA ERMINIO-ALESSANDRIA
MONZA-SAVONA
NOVARA-RENATE
PRO PIACENZA-COMO
TORINO-LUMEZZANE
VARESE-PAVIA
ALESSANDRIA
FERALPI SALÒ
ALLIEVI LEGA PRO
PRO PATRIA-MONZA
CARRARESE-PISA
JUVENTUS-SAVONA
LUCCHESE-SPEZIA
PAVIA-GENOA
TORINO-ALESSANDRIA
VIRTUS ENTELLA-NOVARA
1-2
1-1
2-0
1-1
2-3
1-1
1-4
Classifica
NOVARA
JUVENTUS
MONZA
TORINO
LUCCHESE
GENOA
SPEZIA
ALESSANDRIA
PAVIA
CARRARESE
SAVONA
PISA
PRO PATRIA
VIRTUS ENTELLA
PT
23
20
19
18
17
16
15
12
11
9
7
5
1
0
G
9
9
9
9
9
9
9
9
9
9
9
9
9
9
V
7
6
6
5
4
5
4
3
3
2
2
0
0
0
N
2
2
1
3
5
1
3
3
2
3
1
5
1
0
P
0
1
2
1
0
3
2
3
4
4
6
4
8
9
F
25
16
21
10
17
16
12
14
21
7
16
8
9
6
S
2
7
10
8
11
15
14
12
16
16
25
18
19
25
Prossimo turno
GIOVANISSIMI NAZIONALI
PRO PATRIA-SAMPDORIA
JUVENTUS-SAVONA
PAVIA-GENOA
PRO VERCELLI-SPEZIA
TORINO-ALESSANDRIA
VIRTUS ENTELLA-NOVARA
VARESE-SASSARI TORRES
1-1
7-0
0-3
1-0
6-1
1-3
5-0
Classifica
JUVENTUS
GENOA
TORINO
NOVARA
SPEZIA
ALESSANDRIA
SAMPDORIA
VARESE
PRO VERCELLI
VIRTUS ENTELLA
PAVIA
PRO PATRIA
SAVONA
SASSARI TORRES
PT
27
25
22
18
15
13
12
11
10
7
7
6
4
0
G
9
9
9
9
8
9
9
9
9
9
9
9
9
8
V
9
8
7
6
4
4
3
3
3
2
2
1
1
0
N
0
1
1
0
3
1
3
2
1
1
1
3
1
0
P
0
0
1
3
1
4
3
4
5
6
6
5
7
8
F
43
29
33
23
21
17
13
14
13
18
12
9
4
2
S
5
5
7
14
9
25
11
18
14
29
24
19
29
42
Prossimo turno
ALESSANDRIA-VARESE
GENOA-PRO VERCELLI
NOVARA-PRO PATRIA
SAMPDORIA-PAVIA
SAVONA-TORINO
SPEZIA-JUVENTUS
SASSARI TORRES-VIRTUS ENTELLA
Due immagini della trasferta in
Sardegna (alessandriacalcio.it)
N
on bastano il coraggio e
la voglia di far bene ai
baby-grigi di Salvaggio:
in casa del Torino, i granata riescono a strappare con Buongiorno un pari all’ultimo minuto, quando la rete di Crispoltoni
aveva già fatto pregustare
all’Alessandria il colpaccio.
L’avvio di primo tempo è decisamente equilibrato, con
l’Alessandria che si presenta
anche con qualcosina in più:
dopo 8’ i grigi mettono paura
ai padroni di casa con un
calcio di punizione affidato a
Gonella, la prima battuta si
infrange sulla barriera, la ribattuta termina a lato non di
molto. Il Toro si fa vedere al
17’ con una punizione di Sottil, ma il portiere alessandrino Viscido risponde presente. E’ l’avvio di una fase di
gara che vede i granata alzare decisamente la pressione e
provandovi due volte con
Gashi ma senza esito L’occasione più importante per i
padroni di casa, però, arriverà al 23’: calcio d’angolo battuta da Valerio sulla destra,
pallone sul secondo palo per
la testa del liberissimo Buongiorno, sul quale l’estremo
difensore grigio Viscido si
supera con un gran riflesso.
Il numero uno ospite si ripeterà poco dopo, al 28’, ancora su Buongiorno, che tenta
la botta al volo dal limite
dell’area, col portiere a dirgli
di no. L’Alessandria si rivede
GIOVANISSIMI NAZIONALI
0
2
MARCATORI: pt 33’ Felchilcher; st 44’
Felchilcher.
ALESSANDRIA: Marchesotti, Chiarlo,
Casula, Zemide, Cascio, Campana,
Simone, Limone (16’ st Curti),
Guerci, Zarmanian (25’ st Amello),
Neirotti (9’ st Canapa). A disp. Varesio, Marongiu, Buscaglia, Giudice. All. Zanchetta.
FERALPISALÒ: Vagge, Ghergu, Bongioni, Beschi, Goffi, Iorianni, Bettazza S. (17’ st Bettazza A.), Lonardi, Usardi (14’ Felchilcher), Dotti,
Savino (43’ st Luci). A disp. Aziri,
Franzoni, Botchway, Ciccone. All.
Diana.
NOTE: espulsi Chiarlo (8’ st).
ALESSANDRIA-CARRARESE
GENOA-LUCCHESE
MONZA-PAVIA
NOVARA-PRO PATRIA
PISA-VIRTUS ENTELLA
SAVONA-TORINO
SPEZIA-JUVENTUS
Torino
Diego Fornero
TORINO
ALESSANDRIA
6
1
MARCATORI: pt 18’ Ekra, 28’, 34’ Gonella, 37’ Amendola, st 2’ Samake,
20’ Gatti, 26’ Rauti.
TORINO: Pinelli, Gilli, Samake, Bernard, Potop (21’ st De Pierro), Ambrogio, Ekra (22’ st Gatti), Matera
(10’ st Sandri), Rauti, Gonella, Tassone (18’ st Virardi). A disp.: Bechis,
Mecja, Morardo, Icardi, Coppola.
All.: Fogli.
ALESSANDRIA: Gjoni, Benyahya (3’ st
Giorgiò), Roluti, Parabelli, Chiaromonte, Nani, Ramello, Giubilato,
Repetto, Amendola, Usel. A disp.:
Ciriotti, Mazzon, Orlando, De Bonis, Marchelli, Brugni, Rossini,
Oberti. All.: Civeriati.
NOTE: amm. Paradelli, Chiaromonte.
dalle parti di Coppola al 31’,
con una girata di Cogorino a
lato non di molto, ma è il Toro ad avere qualcosa di più:
sul contropiede Iacuaniello
spalanca la porta a Gashi, il
kosovaro conclude con un
destro angolato, e Viscido,
migliore in campo tra i suoi,
si tuffa salvando ancora una
volta il risultato.
Anche nella ripresa, sono i
grigi a partire con il piglio
migliore: al 6’ Casale Alloa
prova a sorprendere Coppola
con un pallonetto. Al 13’ risponde il Toro con Di Marco,
ma il rasoterra del mediano
granata si spegne a lato. Al
quarto d’ora parte la girandola dei cambi, tra i grigi
spazio a Bertucci e Curallo,
nel Torino subentra Bedino.
L’episodio decisivo al 16’: su
un lancio lungo, Zicchitella è
lanciato bene in area. Maiello, in difficoltà, non può fare
altro che stenderlo: per l’arbitro non ci sono dubbi, cartellino rosso per il difensore
granata e calcio di rigore.
Dal dischetto va capitan Crispoltoni, che non sbaglia,
battendo Coppola per il
provvisorio 1-0 in favore degli ospiti.
Nonostante la superiorità
numerica, e il vantaggio,
l’Alessandria si scompone un
po’, forse preso dall’entusiasmo: Capuani scalda i guantoni a Viscido con un bel destro angolato al 30’, poi,
all’ultimo respiro, riuscirà a
raccogliere un’ottima apertura di Iacuaniello servendo
con un cross teso Buongiorno per il tap-in che batte
l’estremo difensore grigio al
39’, per il definitivo 1-1, che
beffa i ragazzi di Salvaggio,
ad un passo da una vittoria
che sarebbe stata, sicuramente, importantissima.
Un contrasto della sfida tra grigi e granata (foto Fornero)
LEGA PRO Uʽ՘`ˆVˆÊ`ˆÊ½˜}iœÊVi˜ÌÀ>ʈÊÃÕVViÃÜʈ˜ÊV>Ã>Ê`i>Ê/œÀÀiÃ]Ê}À>˜Ê«Àˆ“œÊÌi“«œ
/>``iˆÊiÊiâ>ۈ>ʘœ˜Ê«iÀ`œ˜>˜œ
TORRES
ALESSANDRIA
0
2
MARCATORI : pt 12’ Taddei, 30’ Mezavilla.
TORRES (4-3-1-2): Testa, Imparato,
Marchetti, Migliaccio, Aya (15’ st
Balistreri), Pizza (32’ st Lisai), Giuffrida, Foglia (39’ st Funari), Baraye,
Infantino, Maiorino. A disp. Costantino, Cafiero, Funari, Pizzutelli,
Santaniello. All. M. Costantino.
ALESSANDRIA (3-5-2): Nordi, Sosa, Sirri, Sabato, Vitofrancesco (37’ st Valentini), Mezavilla, Obodo, Taddei
(15’ st Spighi), Mora, Scotto (38’ st
Rantier), Marconi. A disp. Poluzzi,
Cavalli, Guazzo, Nicolao. All. D’Angelo.
ARBITRO: Formato di Benevento.
NOTE: ammoniti Sirri, Sabato, Maiorino, Spighi, Obodo, Funari, Mora.
L’Alessandria si impone sul
campo della Sassari Torres e
imposta il proprio ritmo, che
alla fine si rivela troppo alto
per i padroni di casa. I giocatori dell’Alessandria, guidati
dal tecnico D’Angelo, strappano il bottino pieno fuori
casa grazie al cinismo sotto
porta e ad una gara giocata
al meglio, contro una Torres
in difficoltà difensiva. A decidere sono il gol di Taddei e
il raddoppio di Mezavilla,
che chiudono i conti e lanciano i grigi verso le zone
più nobili della classifica. Al
12’ è bravissimo Taddei a superare il portiere di casa Testa con un diagonale precisissimo che regala il vantaggio agli ospiti. Il raddoppio
lo segna nello stesso tempo
Mezavilla, bravo a sfruttare
il corner di Vitofrancesco e
insaccare di testa nella porta
sassarese. Con questa vittoria l’Alessandria si avvicina
alla testa della classifica e lascia la Torres a fare i conti,
invece, con le zone meno nobili. Buona prova dei grigi,
bravi ad ottenere nell’anticipo tre punti fondamentali
per il proseguio della stagione. A fine gara D’Angelo analizza la partita: «Nel primo
tempo non abbiamo lasciato
occasioni. Forse loro hanno
accusato il colpo del gol di
Taddei e noi siamo stati bravi a capitalizzare. Trovo che
il risultato sia giusto, abbiamo meritato di vincere. Nonostante la sconfitta, contro
l’Albinoleffe non avevamo
giocato male, oggi abbiamo
mostrato maggiore cinismo e
questo ha fatto la differenza.
Contro la Torres i nostri centrocampisti hanno dettato
bene i tempi e hanno chiuso
in fase di non possesso palla». Sul gruppo e sulla stagione: «Le vittorie si ottengono le vittorie tutti insieme. Il
campionato è molto equilibrato, non abbiamo ancora
incontrato squadre di basso
livello».
Il Corriere delle Province
Lunedì 10 novembre 2014
• Felice il ritorno di Iacolino al Paschiero • La rete di D’Onofrio vale un punto
Cuneo torna a vincere Novese, buon pareggio
Basta il gol di Soragna Segnali incoraggianti
CUNEO
PRO SETTIMO
MARCATORE: pt 41’ Soragna.
CUNEO (4-4-2): Tulino 6.5; Quitadamo 6, Carretto 7, Conrotto 7, Tufano 6; Romano 6 (49’ st Marengo
ng), Barale 6.5, Cecchi 6.5, Montante 6 (18’ st Corteggiano 6);
França 6, Soragna 6.5 (25’ st Mar.
Perrone 6). A disp.: Cammarota,
Sillano, Rondelli, Menon, Sturaro,
Tavella. All. Iacolino.
PRO SETTIMO EUREKA (4-4-2): Gaudio
Pucci 6.5; Gallace 6.5, Grancitelli 6,
Cacciatore 5.5, Di Savino 6; Perrone Paolo 6 (25’ st Spoto 6), Piotto
6, Didu 6.5, Vingiano 5.5 (42’ st
Bamba ng); Dalla Costa 5.5, Marangone 6 (35’ st Parisi ng). A disp.:
Maja, Celano, Scialla, Di Dio, Carluccio, Vasario. All. Siciliano.
ARBITRO: Vidali di Pordenone 6
NOTE: spettatori 500 circa, incasso
di 2000 euro circa. Ammoniti Quitadamo, Cecchi, Grancitelli, Didu,
Parisi. Calci d’angolo: 4-5. Recupero: pt 1’; st 5’.
Cuneo
Marco Lombardo
B
entornato a casa mister” hanno scritto e
cantato i tifosi in piedi
sulle tribune del “Paschiero” a
Salvatore Iacolino. “Riprendiamo la corsa”, l’auspicio della
Curva locale.
Desideri esauditi, almeno per
quanto riguarda la stretta attualità perché la prima casalinga
del neo allenatore biancorosso
coincide con il ritorno alla vittoria del Cuneo contro la Pro Settimo Eureka. A decidere un incontro combattuto e oltremodo
equilibrato è la zampata del leone Soragna, rientrato dalla squalifica e subito decisivo con un
destro sottomisura che, poco
prima dello scadere della prima
frazione, sblocca il risultato decidendo, di fatto, l’incontro.
L’avvio di gara non è dei migliori
per i padroni di casa i quali, dopo solo 4’ di gioco, tremano allorché Piotto calcia, sugli sviluppi di un calcio d’angolo, una
staffilata dal limite dell’area di
rigore che manca di un nulla il
bersaglio maggiore. La replica
locale arriva poco più tardi
quando Romano svirgola una
conclusione sciupando una buona occasione. Con il trascorrere
dei minuti i biancorossi guadagnano campo e fiducia tant’è
che al 15’ Barale semina il panico nella retroguardia ospite per
Salvatore Iacolino, per lui è stato un “ritorno a casa”
poi appoggiare la sfera in favore
di França, il cui sinistro risulta
centrale di facile lettura per
Gaudio Pucci. E’ ancora França,
poco più tardi, a cercar gloria
con una punizione dal limite che
difetta di precisione. Intorno alla
mezz’ora, invece, Vingiano non
approfitta di una limpida opportunità calciando sul fondo il pallone solo dinnanzi a Tulino. Sul
capovolgimento di fronte Montante pesca Soragna in area di
rigore, il centravanti locale impatta con la testa ma Gaudio
Pucci vola a neutralizzare il pericolo. Prologo a quanto accadrà
di li a poco quando al termine di
un’insistita offensiva cuneese
Romano calcia da buona posizione trovando la respinta di un
difensore, la sfera rimane nei paraggi e Soragna senza indugi la
calcia con forza e precisione sotto la traversa per la rete del momentaneo vantaggio. Nella seconda frazione di gara ci prova
subito il capocannoniere del torneo França ma la sua conclusione dai 25 metri non impensierisce l’esperto Gaudio Pucci. E’
ancora il centravanti brasiliano
a seminare il panico nella difesa
ospite quando all’11’ raccoglie
un suggerimento di Romano per
calciare di prima intenzione sorprendendo il numero uno torinese che, in maniera anche un
poco fortunosa, si rifugia in angolo. Al 19’ ci prova ancora Soragna, al quale manca, almeno
in quest’occasione, la tempestività per superare l’estremo difensore avversario. Il Cuneo insiste
e al 38’ França cerca di sorprendere tutti con un sinistro dal limite che si spegne sul fondo.
Negli ultimi minuti di gara la
Pro Settimo getta il cuore oltre
l’ostacolo cercando di recuperare la sfida con un notevole forcing finale che, tuttavia, non
produce i risultati sperati. Vince
il Cuneo, che torna al successo
dopo tre turni; per la Pro Settimo è la seconda sconfitta nell’arco di una settimana, nuovamente per mano di una cuneese.
NOVESE
RAPALLOBOGLIASCO MARCATORI: pt 14’ D’Onofrio, 40’
Miceli.
NOVESE (4-3-3): Masneri 6; Sola 6, Taverna 6, Vinci 6, Leo 6 (30’ st Barcella ng); Cantatore 5.5, Longhi
6.5, Trabace 6.5; D’Onofrio 6.5 (32’
st Zecchinato ng), Ponsat 6.5, Balestrero 6. A disp. Crivelli, Gallio,
Catenacci, Di Lernia, Giordano, Migliaccio, Franchini. All. Sterpi.
RAPALLOBOGLIASCO (3-5-2): Di Barbaro 6; Cintoi 5.5, Ruopolo 5.5, Miceli
6.5; Vagge 5.5 (1’ st Fiorentino 6),
Ravoncoli 6, Owusu 6.5, Costantino 6 (45’ st Parini ng), Groppo 5.5;
Visconti 6.5 (32’ st Ferretti ng),
Taddeucci 5.5. A disp. Roi, De Persiis, Bounafaa, Scaldaferro, Repetto, Trani. All. Dossena (squalificato).
ARBITRO: Fontani di Siena 6.5.
NOTE: spettatori circa 350. Ammoniti Vinci, Sola; Miceli, Groppo,
Ruopolo. Calci d’angolo 2-3. Recupero: pt 2’; st 4’.
L’Acqui non si sveglia più
MARCATORI: pt 4’ Amirante; 22’ Marianeschi, 42’ Boggiano rig.; st 48’
Zunino
LAVAGNESE (4-2-3-1): Parma 6; Avellino 6.5 (22’ st Venuti 6), Brusacà 6,
Ferrando 6, Garrasi 6.5; Damiani
6.5 (30’ st Croci ng), Cocorullo 6.5;
Marianeschi 6.5, Boggiano 7, Currarino 7.5 (11’ st Di Leo 6); Amirante 7. A disp. Pellegrini, Velati, Della
Cella, Rusca, Di Pietro, Musante.
All. Dagnino.
ACQUI (4-4-1-1): Corradino 6.5; Muwana 4.5, Emiliano 5.5, De Stefano 5.5, Buso 5 (28’ pt Zunino 6.5);
Cangemi 5.5, Buonocunto 4.5 (1’
st Margaglio 6), Rondinelli 6,
Giambarresi 5.5; Innocenti 5.5;
Aquaro 5.5. A disp. Scaffia, Bencivenga, Russo, Martinetti, Menescalco, Mecca, Roumadi. All. Buglio.
ARBITRO: Maria Marotta di Sapri 5.
NOTE: espulso Muwana (23’ st) per
somma di ammonizioni. Ammoniti Rondinelli, Emiliano, Cangemi,
Avellino, Damiani. Calci d’angolo:
3-0 per la Lavagnese. Recupero:
pt 2’; st 3’. A gara già finita, tafferugli fra giocatori delle due squadre. La tensione rende necessario
l’arrivo dei Carabinieri.
Lavagna (Ge)
Claudio Moretti
Male in campo, male fuori,
l’Acqui a Lavagna. I bianchi
perdono (male) la partita e sono coprotagonisti di un brutto
episodio a partita già abbondantemente finita: Emiliano e
Amirante prima si scambiano
parole grosse e poi vengono alle mani. A farne le spese è l’addetto stampa dell’Acqui, Giancarlo Perazzi (che valuta di fare denuncia), colpito da una testata dal giocatore di casa Amirante. A prescindere da chi abbia cominciato tra i due giocatori, non certo un siparietto
positivo per l’immagine della
società acquese.
A preoccupare, però, è soprattutto il campo, dove una squadra certo penalizzata dalle assenze (fuori Jeda, Coviello, Genocchio, Del Nero e Pizzolla),
scende in campo con l’atteggiamento sbagliato incassando gol
dopo appena 4’ e mettendo la
gara in salita. Mister Buglio,
nel dopopartita, proverà a difendere i suoi sottolineando
che «La sconfitta ci sta tutta,
ma non accetto che si parli di
squadra molle, perchè fino al
2-0 siamo stati in partita sfiorando anche il pareggio». Per
la cronaca il raddoppio ligure è
arrivato al 22’...
Privo di un terzino di ruolo,
Buglio adatta nella posizione
di difensore destro Muwana,
che però non ha il giusto passo
e già al 4’ perde Currarino, che
da sinistra crossa al centro do-
ve Amirante, in anticipo sui
centrali, schiaccia di testa: la
palla schizza sul fondo sintetico e si infila sotto l’incrocio nonostante il volo di Corradino.
Per dieci minuti l’Acqui assiste
alle trame lavagnesi. Poi passato il quarto d’ora ha un sussulto e produce due buone occasioni (le uniche del primo tempo): al 19’ Aquaro guadagna
una punizione (dubbia) sulla
trequarti sinistra, batte Giambarresi, in area svetta Buso che
spedisce la sfera contro la parte alta della traversa. Un minuto dopo, uno spunto di Innocenti sulla destra fa viaggiare
Aquaro che entra in area ma al
momento del tiro è stoppato
dall’uscita di Parma.
Sul capovolgimento di fronte
però la Lavagnese raddoppia:
ancora una volta Currarino va
via sulla sinistra e da posizione
defilata calcia in porta. Corradino respinge ma la palla finisce al limite dell’area dove arriva in corsa Marianeschi: piatto
destro e palla all’angolino.
Sul 2-0 la partita è chiusa. La
Lavagnese fa a tempo a segnare il terzo gol al 42’ per un rigore causato da un fallo di Buonocunto su Boggiano e trasformato dallo stesso Boggiano, ne
segna un quarto ingiustamente
annullato, e Corradino limita il
passivo con un paio di ottimi
interventi. Si va al riposo sul 30 ma se i gol fossero 5 non ci
sarebbe nulla da dire.
La ripresa sono scampoli di
calcio, un po’ la Lavagnese allenta la presa, un po’ l’Acqui si
Novese e Rapallobogliasco si
spartiscono la posta in un incontro che se da una parte ha
messo in mostra il sostanziale
equilibrio delle due squadre in
questo momento del campionato, dall’altro inquadra anche in
maniera impietosa il declino di
quella che era stata rilanciata
per essere la «quarta serie» nazionale. A pesare più di tutto
sull’atteggiamento dei ventidue
in campo è stata la grossa paura di incappare in una sconfitta
che avrebbe compromesso se
non la classifica quantomeno il
morale: un punto invece permette ad entrambe di continuare la propria serie positiva e rimanda alla prossima giornata i
giudizi. Parlare male della Novese del primo tempo sarebbe
ingeneroso: i ragazzi di Sterpi
attaccano, costruiscono, corrono e si impegnano; vero è che
la prima occasione capita sulla
testa di Taddeucci che però
sfiora appena il cross di Ruopolo, e poco dopo il compagno di
reparto Visconti non fa meglio
quando un suo cross è respinto
corto di testa da Vinci e lo stesso numero 10 del Rapallobogliasco tira alto sulla traversa.
Alla prima palla buona però la
Novese non fallisce: Trabace
trova il tempo giusto per il
cross dalla sinistra, D’Onofrio si
Novese e RapalloBogliasco entrano in campo
• Altra sconfitta pesante, la vittoria ormai manca da quasi un mese e mezzo
LAVAGNESE
ACQUI
Novi Ligure (Al)
Marco Gotta
ricompatta. I bianchi tirano in
porta due volte, da lontano, con
Aquaro e Margaglio, Parma para plastico una punizione di
Zunino e nel finale, coi bianchi
in dieci dal 23’ per l’espulsione
di Muwana, ancora Zunino accorcia con un tiro dal limite. La
classifica adesso fa paura.
“
La Lavagnese è
prima e si è
confermata squadra
fortissima, praticamente
senza difetti, ma in due
occasioni abbiamo sfiorato
l’1-1, segno che eravamo
vivi. Il secondo gol ci ha
tagliato le gambe. Muwana
terzino è una scelta che
deriva dai tanti indisponibili.
Contro il Cuneo mercoledì
fra infortuni e squalifiche
De Stefano sarà il solo
difensore di ruolo? L’avete
detto voi: i giocatori a
disposizione sono questi...
Buglio, allenatore Acqui
“
Male, male. Brutta
partita. È già da un
po’ che dico che è
meglio guardarsi dietro
Danna, direttore generale Acqui
ASTI
DERTHONA
MARCATORE: pt 41’ Rolando.
ASTI (4-2-3-1): Montrucchio 6.5; Picone 6, Anderson 6, Mariani 6,
Murè 6 (46’ st Ciolli ng); Merito 6,
Grazioso 7; Rolando 8 (44’ st A.
Rossi ng), Pira 6.5, Audino 6 (22’ st
Campanaro 6); Vicentin 6. A disp.
Serena, Improta, Sorato, L. Rossi,
Vuerich, Audino. All. Ascoli.
DERTHONA (4-4-2): Ferraroni 7; Tarnovski 5.5, Rubin 5.5, Miale 5.5, Zefi 6 (24’ st Mazzocca 6); Pellegrino
5 (31’ st Gillio 6), Ottonello 5 (19’ st
Ghidoli 5.5), La Carìa 6, Serlini 6; Zirilli 5, Baudinelli 5. A disp. Aleati,
Giordano, Nebbia, Chirico, Bosco,
Cavaglià. All. Banchieri.
ARBITRO: Campogrande di Roma
NOTE: ammoniti Picone, Murè, Vicentin, Baudinelli, Mazzocca.
BRA
SESTRI LEVANTE
MARCATORI: pt 2’ Osella, 25’ Longobardi; st 37’ Banegas, 42’ Dolce.
BRA (4-4-2): Bonvissuto 6; Berteina 5.5 (21’ st Mazza 6), Strumbo
5.5, Silvestri 6, Affinito 6; Mazzafera 6, Chiazzolino 6, Pirrotta 6, Osella 6.5 (18’ st De Peralta 6.5); Varvelli 6, Banegas 7. A disp. Diouf, Lombardo, Figone, Gili, Vuthaj, Silva
Perdomo, Pinelli. All. Gardano.
SESTRI LEVANTE (4-3-3): Stancanpiano 6; Gallotti 5.5 (32’ st Pane 7),
Bettati 6, Lorenzini 6, Testoni 6; Pescatore 6, Boisfer 6, Monacizzo 6;
Cardini 6 (17’ st Dolce 7), Longobardi 6.5, Firenze 5.5 (32’ st Besana 6). A disp. Moscato, Melli, D’Angelo, Righetti, Piacentini. All. Baldini.
ARBITRO: Minafra di Roma
lancia, brucia il suo marcatore
e con l’esterno del piede infila
un gol spettacolare che batte
sotto la traversa, davanti alla linea ed infine entra in rete.
Quattro minuti dopo l’arbitro
commette l’unico errore grave
della gara quando non vede un
controllo di mano di Taddeucci
sul quale è costretto ad uscire
alla disperata Masneri che
mantiene inviolata la propria
porta. Lo spavento scuote i
biancocelesti che in tre minuti
confezionano due occasioni:
prima Leo parte sulla fascia,
triangola con D’Onofrio che lo
pesca solo davanti al portiere
ma in posizione di fuorigioco,
poi tocca a Balestrero pressare
Di Barbaro costringendolo
all’errore del quale però non
approfitta D’Onofrio che cerca
gloria in una incomprensibile
azione personale anzichè tirare
verso la porta vuota. Il Rapallobogliasco cerca di sorprendere
Masneri con un tiro da lontano
di Visconti senza fortuna, ma al
40’ a sorpresa arriva il pareggio:
punizione tesa di Costantino, la
difesa della Novese prolunga
solo sul secondo palo dove Miceli è bravo ad infilare nel sette
più lontano. La ripresa si apre
con le due squadre contratte
all’inverosimile, e solo due giocatori provano a cambiare il risultato: Visconti negli ospiti con
un lob da distanza siderale ed
una rovesciata alta di poco e
Ponsat con due belle progressioni una delle quali preda dei
difensori liguri perchè nessuno
lo segue e l’altra alzata in angolo dalla traversa dopo una deviazione del suo marcatore. La
partita vera e propria finisce
qui e nemmeno l’ingresso dei
centravanti di peso Zecchinato
e Ferretti alza il tasso di spettacolarità. Al triplice fischio finale
giocatori e spettatori tirano un
sospiro di sollievo: entrambi gli
allenatori si mostrano fiduciosi
di poter raggiungere la salvezza
ma l’impressione è che per entrambe sarà dura.
SERIE D
ASTI-DERTHONA
BORGOMANERO-CHIERI
BRA-SESTRI LEVANTE
CARONNESE-SP. BELLINZAGO
CUNEO-PRO SETTIMO E.
LAVAGNESE-ACQUI
NOVESE-RAP. BOGLIASCO
OLTREPOVOGHERA-SANCOLOMBANO
VALLÉE D’AOSTE-ARGENTINA ARMA
VADO-BORGOSESIA
1-0
1-2
2-2
5-1
1-0
3-1
1-1
3-1
2-2
1-1
Classifica
G V N P F S
LAVAGNESE
CARONNESE
SESTRI LEVANTE SP. BELLINZAGO OLTREPOVOGH. BRA
PRO SETTIMO E. CHIERI
CUNEO
VADO
BORGOSESIA
ASTI
ARGENTINA
ACQUI
NOVESE
DERTHONA
SANCOLOMBANO RAP. BOGLIASCO VALLÉE D’AOSTE BORGOMANERO 11
11
11
11
11
11
11
11
11
11
11
11
11
11
11
11
11
11
11
11
8
7
7
7
6
5
6
5
5
4
4
4
3
3
3
2
2
2
1
1
1
3
1
1
3
5
1
2
2
4
3
3
5
3
3
3
3
1
2
1
2
1
3
3
2
1
4
4
4
3
4
4
3
5
5
6
6
8
8
9
19
25
17
19
16
23
16
13
14
17
16
12
18
16
15
11
8
11
13
10
9
11
9
14
10
18
13
11
13
17
16
11
19
20
18
15
16
22
25
22
Infrasettimanale
ACQUI-CUNEO
ARGENTINA ARMA-CARONNESE
BORGOSESIA-LAVAGNESE
CHIERI-ASTI
DERTHONA-VADO
PRO SETTIMO-NOVESE
RAPALLOBOGLIASCO-BRA
SANCOLOMBANO-BORGOMANERO
SESTRI LEVANTE-VALLÈE D’AOSTE
SPORTING BELLINZAGO-OLTREPOVOGHERA
Ulteriore prossimo turno
ASTI-ACQUI
BORGOMANERO-BORGOSESIA
BRA-SPORTING BELLINZAGO
CARRONESE-CHIERI
LAVAGNESE-PRO SETTIMO
NOVESE-ARGENTINA ARMA
OLTREPO VOGHERA-DERTHONA
RAPALLOBOGLIASCO-SESTRI LEVANTI
VALLEE D’AOSTE-SANCOLOMBANO
VADO-CUNEO
6
Lunedì 10 novembre 2014
Il Corriere delle Province
Eccellenza
POKER UÊOlmo battuto, ma a fine gara il dg nerostellato Crevola sbotta
LE ALTRE GARE
CHERASCHESE-BENARZOLE
0-0
Il Casale ritorna a vincere Benarzole resta senza reti
nel segno di Russo e Balzo
CHERASCHESE: Maiani, Costamagna, Berardo (42’ st Cavaglià), Alushi (30’ st
Di Stefano), Fontana, Ciccomascolo, Del Buono, Briano, Malvicino (19’ st
Veglio), Celeste, Pupillo. A disp. Sarvia, Sandron, Tirari, Melle. All. Brovia.
BENARZOLE: Cravero (44’ pt Di Giacomo), Pochettino (19’ st Dedja), Cora,
Vallati, Manzone, Bordone, Ba, Pera, Parussa, Pregnolato, Tandurella (15’ st
Campi). A disp. Astrua, Maresca, Menna, Diouf. All. Perlo.
CASALE
OLMO
4
1
MARCATORI: pt 4’ Balzo, 13’ Martin,
42’ Russo; st 4’ Balzo, 43’ Russo.
FBC CASALE (4-3-3): Castagnone 5.5;
Benelkhadir 6 (38’ st Germano
ng), Molica Nardo 6, Balzo 7, Marianini 6; Canonico 6.5, Lodi 6.5,
Gerbaudo 6 (44’ st M. Del Vecchio
ng); Russo 7, Zenga 6, Kerroumi 6
(36’ st De Giuli). A disp.: Portaluppi,
Pavesi, Daffara, Mutti. All.: Michele
Del Vecchio.
OLMO (4-4-2): Campana 5; Bianco 5,
Bima 5, M. Pepino 5, Colombero 5;
Quagliata 5 (31’ st Salomone ng),
A. Pepino 5, Sciatti 5, Martin 6; Balsamo 5, Dalmasso 5.5 (16’ st Martucci 6). A disp.: Cera, Parola, Mingione, Costanzo, Lerda, Calandra.
All.: Calandra.
ARBITRO: Peloso di Nichelino. 5.5
NOTE: ammoniti Russo, M. Pepino,
Sciatti, Balsamo. Espulso Balsamo
(5’ st) per doppia ammonizione.
Spettatori 250 circa, giornata
fredda e nuvolosa. Terreno in cattive condizioni. Recupero: 2’+4’.
Casale Monferrato (Al)
Nicolò Foto
C
on quattro, violentissime
sberle, il Casale allontana con forza ogni aria di
crisi partorita dalle due sconfitte consecutive assestate dal Cavour e dal derby contro il Castellazzo.
Un secchissimo 4-1 all’Olmo
nella gara più spettacolare
della stagione, contro un avversario apparso di caratura
più che modesta e concretizzatosi grazie alle doppiette del
redivivo Russo, maestro
nell’arte del pallonetto, e del
neofita del gol Balzo, marcatore col sorriso sulle labbra di
due reti viziate dalla complicità della difesa avversaria. Neanche le assenze più pesanti
dei macigni del trio Mazzucco-Priolo-Silvestri, titolarissimi sempre e comunque, hanno costretto il Casale ad andare in difficoltà. Che l’aria, almeno in campo, fosse positiva, si era capito fin dal primo
istante: quattro giri d’orologio
ed ecco l’angolo di Lodi, perfetto ad imbeccare proprio
Balzo che, nomen omen, azzecca il terzo tempo ed incorna alle spalle di un incolpevo-
le Campana. Uno a zero. Ma
la gioia sembra immediatamente effimera perché Martin, al 13’, appoggia il pallone
a terra e lo scaraventa in rete
con una punizione sensazionale dal vertice sinistro
dell’area di rigore. Castagnone
prova il volo ma, complice la
potenza ed una posizione imperfetta, non arriva ad impattare la sfera. Il “Palli” crolla
nel gelo ma i nerostellati sono
vivi e lo dimostrano un minuto dopo quando Gigi Russo
comincia a prendere le misure della porta avversaria:
cross dalla sinistra e colpo di
testa un filo troppo largo del
dovuto. Anche l’Olmo fa capire di voler lasciare il segno e,
qualche volta, la difesa casalese fa acqua. Soprattutto sulle
infilate ospiti mal concretizzate da Dalmasso, vicinissimo
al 30’ al gol con un bel destro
ad incrociare sul secondo palo. La sfera non entra ed allora si scatena Russo che, questa volta, non può e non vuole
fallire. Canonico vede il varco
in area di rigore, appoggia di
testa verso il bomber alessandrino che scavalca il portiere
con un pallonetto a campanile
e deposita in rete: 2-1 al 42’.
Un minuto più tardi, ecco la
chance per chiuderla: punizione dalle retrovie, Zenga
trova con la testa Marianini
che, a botta sicura spara fuori. Peccato. Al ritorno dagli
spogliatoi riecco Balzo che
sugli sviluppi di un corner,
impatta la sfera col piedone e
mette dentro. Gara chiusa, almeno virtualmente perché
l’Olmo prova a farsi vedere
con Martucci ma, ancora una
volta, il tiro in diagonale sfiora il palo. Non è giornata per i
cuneesi e dunque, Gigi Russo
fa bis: lancio a tagliare il campo di Zenga, allungo del bomber nerostellato che arriva davanti a Campana e lo punisce
ancora con un tocco sotto da
leccarsi i baffi. Finisce 4-1,
ma il secondo round si gioca
nella sala stampa del “Natal
Palli”. Il DG Crevola ha parole
sibilline verso presidente e
tecnico. L’accusa va alla questione legata alla gestione dei
conti del club: «Amo questa
maglia ma è difficile lavorare
in certe situazioni. Se verrò
cacciato? Meglio, così vivo
più sereno» Sarà una settimana lunghissima, ma almeno il
digiuno da vittorie è stato sfatato.
SALUZZO-CASTELLAZZO
1-0
Morero stende il Castellazzo
MARCATORE: st 36’ Morero.
SALUZZO: Ghiglione, Allasia (25’ st Casassa Mont), Serra, Caracciolo, Carli,
Marzanati, Peyracchia (44’ st Brignolo), Gozzo, Selvarolo (22’ st Moretti),
Caserio, Morero. A disp. Albanese, Bossolasco, Tallarico, Demaria. All. Rignanese.
CASTELLAZZO: Basso, Cimino, Zamburlin, Clementini, Robotti, Cartasegna,
Cimino (47’ st Tonetto), Acrocetti (16’ st Valmori), Piana, Rosset, Parrinello
(39’ st Cozza). A disp. Filograno, Antonioli Iacopo, Cirio, Gandino. All. Lovisolo.
SAN GIACOMO CHIERI-FOSSANO
0-4
Zamatoko lancia il Fossano
MARCATORI: pt 22’ A.Ballario; st 7’, 16, 34’ Sese Zamatoko.
SG CHIERI: Ostorero, Grosso (17’ st Stevenin), Gilli, Berardi, Pistone (17’ st Cerioni), Kodra (37’ Rizq Kamal), Bechis, Gobetti, Casetta, Gnisci, Squillace. A
disp. De Rosa, Bongiovanni, Giordanetto, Bovero. All. Melega.
FOSSANO: Rosano, Sampò, Pernice, Riorda, Brizio, Tortone, Brondino, Bonelli, Sese Zamatoko (39’ st D’Angelo), Ballario (25’ st Sasia), Dalmasso (36’ st
Fiorito). A disp. Dia, Borra, Testa Marco, Degano Ayrton. All. Vigna.
TORTONA VILLALVERNIA 3 TRIS U Il bomber vola a quota 8 reti, Tortona Villa gode DI MISURA U Il Corneliano Roero passa nel finale contro i ragazzi di Merlo
COLLINE ALFIERI
1
MARCATORI: pt 46’ Dalessandro; st
17’ Camussi, 30’ Dalessandro rig.,
44’ rig Bissacco.
T.VILLALVERNIA (4-3-3): Murriero 6;
Marc. Bardone 7, Magnè 7, Camussi 7, Iannelli 6.5 (39’ st Bisio
ng); Cristiano 6.5, Mat. Bardone 7,
Deideri 7 (32’ st Lombardi ng);
Massaro 6.5 (40’ st Calogero), Dalessandro 7.5, Cassani 6.5. A disp.
Mercorillo, Giordano, Polla, Correzzola. All. Melchiori.
COLLINE ALFIERI (4-4-2): Barnaba 5; Lisa 5, Lorusso 5, Lumello 5, P. Testolina 5; Plado 5 (19’ st Pozzatello
5.5), Rosso 5 (12’ st Gai 5), Bissaco
6, Di Maria 5 (29’ st Gueye ng);
Carbone 5, Marino 5. A disp. Alongi, Arione, F. Testolina, Andreotti.
All. Anselmo.
ARBITRO: Cinque di Pistoia 5.
NOTE: ammoniti Mar.Bardone, Gai,
Carbone, Lumello, Mat. Bardone.
Sempre Dalessandro Valenzana Mado SCIUPONA
Basaluzzo (Al)
Andrea Lupo
Ancora senza tecnico (mister
Benzi arriverà lunedì), con i
soli dirigenti a guidare la
squadra, il Colline Alfieri cade a Basaluzzo sotto i colpi
di un Villalvernia partito contratto e uscito fuori alla distanza, grazie a un cross telefonato di Magnè che allo scadere della prima frazione, pesca nella prima azione vera
del match, Dalessandro lasciato troppo libero di agire.
In attesa di iniziare il loro
nuovo corso tecnico, gli astigiani masticano amaro offrendo una prestazione ad alto ritmo, condita da un volonteroso pressing alto, senza
però imprimere convinzione
alla manovra offensiva. A
complicare, più che a miglio-
rare le cose, ci ha pensato il
nutrito gruppo di allenatori
delle giovanili al seguito della
squadra (almeno 5!), che
hanno dispensato da fuori
consigli a tutti sulle posizioni
e a lungo andare, portando
qua e là qualche beneficio,
ma soprattutto molta confusione.
I ragazzi di Melchiori partiti
male per il possesso palla e
in ritardo sulle ribattute,
mettono gradualmente la
palla a terra, velocizzando le
azioni man mano che il tempo trascorre, raddoppiando
sul portatore e provando a
uscire palla al piede (spesso
senza fortuna). Palloni regalati a parte, i locali sfruttano
gli scatti sulle fasce per dare
problemi a una retroguardia
scarsamente mobile, in affanno se aggredita in più
punti contemporaneamente.
Murriero dal canto suo fa
l’ordinaria amministrazione
e non sarà il rigore trasformato da Bissacco (cinturato
da Bisio spalle alla porta) a
rovinargli la prestazione a un
minuto dalla fine. Sicuro sui
retropassaggi e in anticipo, è
chiamato a reimpostare, facendo il difensore aggiunto.
In evidenza Deideri mai fuori
zona e i fratelli Bardone che
hanno unito grinta e voglia
di non perdere palla: nella ripresa, il forcing porta il Colline a cambiare in corsa assetto, ma non atteggiamento sugli avversari. I contrasti duri
vengono pagati a caro prezzo
quando Camussi infila al 17’
la rete su punizione aggirando la barriera, mentre Dalessandro alla mezz’ora non si
fa sfuggire l’occasione di punire i tre difensori intervenuti a trattenerelo per la maglia: rigore che lo stesso Dalessandro trasforma. Melchiori inserisce gente fresca
in mediana, vuole densità e
concretezza al di la del bel
gioco per portare a casa la
prima vittoria della sua gestione, riuscendoci alla perfezione. Agganciata la Valenzana, ora il villa mette nel mirino una serie di risultati utili
per smuovere ancora la classifica e arrivare a dicembre
con le idee chiare su cosa andare a modificare.
VALENZANA MADO 0
CORNELIANO ROERO 1
MARCATORE: st 43’ Fantini
VALENZANA MADO (4-3-3): Pinato 6, L.
Gramaglia 6 (43’ st Fiore ng), Manno 6.5, Marelli 6, Di Sisto 6, Cappannelli 6, Ghigliazza 6.5, A. Gramaglia 6, Rizzo 6.5 (31’ st Pellegrini 5.5), Parodi 5.5 (36’ st Ravagnani
ng), Ilardo 6. A disp.: Frisone, Amodio, Boveri, Tempella, Ravagnani,
Fiore, Pellegrini. All. Merlo
CORNELIANO ROERO (4-3-1-2): Maio
6.5, Quattroccolo 6.5, Sandri 6,
Lombardo 6.5, Terlizzi 6, Costa 6,
Padovan 5.5 (45’ st Roccia ng) ,
Garrone 6, Dominin 6 (9’ st Simonetti 6.5), Romani 6 (29’ st Valfrè 6),
Fantini 6. A disp.: Cheinasso, Torre,
Foderaro, Giordana, Simonetti,
Roccia, Valeri. All. Dessena
ARBITRO: Lapertosa di Torino 5.5
NOTE: Ammoniti A. Gramaglia,
Fantini, Padovan, Simonetti. Calci
d’angolo: 4-3 per la Valenzana
Mado. Spettatori: circa 80
Valenza Po (Al)
Mattia Stango
Chi sbaglia, paga. Da questa
legge universale non si scappa. Lo sa molto bene la Valenzana Mado che, nonostante un’infinità di occasioni create, perde 1-0 contro il
Corneliano Roero, con un
gol di Fantini a 2’ dalla fine,
salvo recupero. La rete segnata dall’uomo più temuto
per i suoi trascorsi in serie
A, ha il suono della beffa per
una squadra che ha attaccato per tutti i 90’, senza però
riuscire a buttare dentro
nemmeno un pallone. Anche
perché, detto sinceramente,
l’attaccante del Corneliano,
ad esclusione del gol partita,
non ha creato molte difficoltà alla difesa valenzana. La
prima frazione vede la squadra di casa molto aggressiva, in particolare con le numerose iniziative di Parodi
sulla fascia sinistra, capace
di uscire sempre vincente
dall’uno contro uno, ma po-
Alberto Merlo dovrà lavorare molto sul cinismo dei propri giocatori
co lucido al momento di
concludere. La prima azione
pericolosa dei valenzani arriva al 9’, quando su un
cross da corner, il colpo di
testa di Manno finisce
sull’esterno della rete dopo
essere stato deviato da un
difensore, dando l’illusione
del gol. E con il cronometro
a segnare quasi la mezz’ora
e dopo che il Corneliano si è
visto annullare una rete per
un netto offside di Lombardo, i padroni di casa sfiorano nuovamente il vantaggio,
con Rizzo che lancia in area
Cappannelli con un preciso
passaggio filtrante, il cui tiro viene però respinto dal
portiere avversario. Il primo
tempo si conclude con i valenzani sempre in avanti e
ancora vicini al gol con Gramaglia A. che, dopo aver
raccolto in area un pallone
spizzato di testa da Parodi,
effettua un tiro che finisce
ben oltre la traversa. L’inizio
di ripresa presenta un copione simile a quello della
prima metà di gara, con la
Valenzana Mado che, al 7’,
sfiora il vantaggio da calcio
d’angolo con un doppio colpo di testa, prima di Rizzo
e, poi, quello di Cappannelli
sottoporta, che si spegne ancora una volta sopra la traversa. Al 13’, arriva invece la
prima vera palla gol per gli
ospiti, con un calcio da fermo battuto da Simonetti che
s’infrange sulla traversa. Ma
5’ più tardi, la Valenzana
spreca forse l’occasione più
ghiotta di tutta la partita:
Ilardo, da punizione, pesca
in area Cappannelli che, di
prima, smarca con un pregevole colpo di tacco Parodi
che, solo davanti al portiere,
sbaglia clamorosamente tirando il pallone addosso
all’estremo difensore. Al 40’,
si rende invece nuovamente
pericoloso il Corneliano,
con il secondo legno preso
da Fantini, sempre su punizione. E al 43’, lo stesso
Fantini serve il boccone
amaro ai valenzani, i quali
subiscono una punizione
troppo severa, in un match
dove hanno creato molto e
dove a mancare è stato solo
il gol.
Il Corriere delle Province
7
Lunedì 10 novembre 2014
Eccellenza
ECCELLENZA
CASALE-OLMO
4-1
CHERASCHESE-BENE NARZOLE
0-0
LUCENTO-V.MONDOVÌ
2-1
PINEROLO-ALBESE
2-1
PRO DRONERO-CAVOUR
1-1
SALUZZO-CASTELLAZZO
1-0
SG.CHIERI-FOSSANO
0-4
T.VILLALVERNIA-COLLINE ALFIERI
3-1
VALENZANA MADO-CORNELIANO R.
0-1
Classifica
PT G V N P F S
PINEROLO
27 13 8 3 2 25 12
BENE NARZOLE 27 13 7 6 0 30 20
ALBESE
26 13 8 2 3 25 10
CAVOUR
25 13 7 4 2 18 16
PRO DRONERO
23 13 6 5 2 28 15
CASTELLAZZO
23 13 7 2 4 25 18
CHERASCHESE
22 13 6 4 3 19 10
CASALE
22 13 6 4 3 17 9
V.MONDOVÌ
15 13 4 3 6 19 22
T.VILLALVERNIA 15 13 4 3 6 16 20
VALENZANA M. 15 13 5 0 8 20 34
CORNELIANO R. 14 13 4 2 7 14 20
OLMO
14 13 4 2 7 15 25
SALUZZO
13 13 3 4 6 11 17
FOSSANO
12 13 3 3 7 12 18
COLLINE ALFIERI 12 13 3 3 7 19 27
LUCENTO
11 13 2 5 6 14 23
SG.CHIERI
7 13 2 1 10 19 30
SCONTRO AL VERTICE UÊIl Pinerolo si aggiudica la partita e sorpassa, langaroli a testa alta
L’Albese perde la vetta
PINEROLO
ALBESE
2
1
MARCATORI: pt 9’ Man. Sinato, 19’
Sardo, 40’ Piroli.
PINEROLO (4-3-3): Zaccone 6.5; Drago 6.5, Grillo 7, Cellamaro 7,
Amhed 6.5; Noia 6.5, Rignanese
6.5, Saadi 5.5 (25’ st Dedominici 6);
Sardo 7.5 (35’ st Modini), Piroli 7.5,
Cravetto 5.5 (6’ st Saccà 6.5). All.
Nisticò.
ALBESE (3-4-3): Tarantini 6; Praino 6,
Roveta 5.5, Mat. Sinato 6; Cornero
7 (36’ st Del Piano 6), Gallesio 6.5,
Granieri 6.5, Bellan 6.5 (35’ st Daziano ng); Poli 7, Man. Sinato 6.5,
Berberi 6. All. Rosso.
ARBITRO: Schirinzi di Nichelino.
NOTE: ammoniti Gallesio e Zaccone
Pinerolo (To)
Matteo Chiarenza
L
’Albese perde lo scontro
diretto con il Pinerolo in
una gara ostica e dura in
cui i ragazzi di Rosso non hanno certo demeritato.
L’inizio di gara è stato decisamente positivo, con un gioco
brillante e veloce che ha messo
in difficoltà i padroni di casa
soprattutto sugli esterni. Già al
3’ l’Albese suona la carica: un
cross di Cornero trova la girata
di testa di Poli che finisce fuori.
I celesti continuano a macinare
gioco e a sovrastare l’avversario
e, al 9’, trovano il vantaggio grazie all’incornata di Manuel Sinato, ben assistito dal cross di
Granieri, che batte imparabilmente Zaccone. Il Pinerolo fa
fatica a ritrovarsi e la buona
circolazione di palla dei ragazzi
di Rosso fa presagire un pomeriggio esaltante. L’Albese tenta
di chiudere la gara con una
conclusione di Granieri che finisce a pochi centimetri dal palo alla destra del portiere biancoblù. Ma al 19’ i padroni di casa trovano il pareggio: su punizione dai venti metri Rignanese
pesca Sardo, partito dall’esterno, che sorprende la retroguardia langarola e batte Tarantini
con un violento diagonale. A
quel punto il Pinerolo prende
coraggio e la partita si fa più
equilibrata e combattuta. L’Albese potrebbe trovare il vantag-
Prossimo turno
ALBESE-CHERASCHESE
BENE NARZOLE-LUCENTO
CASTELLAZZO-CAVOUR
COLLINE ALFIERI-PINEROLO
CORNELIANO ROERO-T.VILLALVERNIA
FOSSANO-VALENZANA MADO
OLMO-SALUZZO
SG.CHIERI-PRO DRONERO
V.MONDOVÌ-CASALE
LUCENTO
VIRTUS MONDOVÌ
Matteo Sinato dell’Albese ferma Sardo del Pinerolo (foto Prisco)
2
1
MARCATORI: st 16’ Rizzo, 20’ Garavelli, 35’ Montesano.
LUCENTO: Pascarella, Manusia, Luminoso, Farella, Vacca, Di Gioia,
Clori, Basiglio, Maugeri, Rizzo,
Montesano (43’ st Bonin). A disp.
Guarnieri, Bo, Francioso, Grimaldi,
Buttacavoli, Chiorcan. All. Binandeh.
VIRTUS MONDOVÌ: De Miglio, Rinaldi,
Vizio (30’ st Tachis), Bettega, Giordanengo, Mozzone, Sacco, Giacosa (17’ st Mancini), Massimo (43’
Magnino), Garavelli, Cavazzi . A disp. Gonella, Salomone, Blua, Romano. All. Volcan.
gio ancora con Manuel Sinato
che non capitalizza al meglio
un appoggio errato di Amhed
calciando di poco a lato. Poco
dopo è invece il Pinerolo a sfiorare il raddoppio con una bella
girata di Piroli respinta con
grande bravura da Tarantini.
Ed è ancora Piroli a trovare il
vantaggio per i suoi con una
splendida conclusione al volo
sugli sviluppi di un corner battuto con precisione da Sardo.
Si va al riposo sul 2-1 con i celesti beffati su due palle inattive
dopo quarantacinque minuti
giocati con qualità e intensità.
La ripresa parte con l’Albese a
cercare di raddrizzare l’andamento sfortunato della gara.
L’assalto è reso ostico dall’atteggiamento tattico e dall’aggressività del Pinerolo, oltre che da
un terreno di gioco che, sotto la
pioggia battente, diventa sempre più pesante. La gara prosegue così senza che si annotino
nitide palle goal per i celesti
che, invece, rischiano di subire
il terzo goal, quando Cellamaro, su punizione calciata da Rignanese, mette a lato di un soffio su colpo di testa. Nel finale
l’Albese intensifica il suo forcing e crea tre buone palle goal:
nella prima occasione Marco
Sinato devia una punizione di
Granieri, ma Zaccone risponde
mirabilmente deviando in calcio d’angolo. Poi, per due volte,
l’altro Sinato, Manuel, spedisce
alte due incornate da posizione
favorevole. La gara si chiude
così sul 2-1 per il Pinerolo, che
si riprende dopo solo un turno
la testa della classifica, in virtù
del pareggio esterno del Benarzole sul campo della Cheraschese e riporta l’Albese al ruolo di inseguitrice, in una gara
che, però, ha certamente ribadito la grande qualità di questo
gruppo.
“
Gara sfortunata,
che ci ha visti fare
un ottimo gioco
subire due reti su palle
inattive che, con un po’ di
attenzione in più,
avremmo potuto evitare.
Sono amareggiato, ma mi
resta la conferma di un
gruppo di valore che,
essendo anche giovane,
saprà trovare quel pizzico
di cattiveria e malizia in
più per toglierci grandi
soddisfazioni.
Rosso, allenatore Albese
TRASFERTA AMARA U Lucento avanti con Rizzo, la Virtus Mondovì pareggia ma non basta
Garavelli illude, poi il ko finale
Torino
Nicola Vigliero
Sconfitta che pesa per la Virtus Mondovì nella trasferta
torinese contro il Lucento. Risultato maturato nella ripresa, dopo che la prima frazione si era conclusa tra gli sbadigli e con entrambe le compagini volte più alla gestione
che alla creazione di palle gol.
Un deciso passo indietro per
la squadra di Mario Volcan,
dopo la roboante vittoria sul
Tortona Villalvernia e i positivi pareggi contro Pinerolo e
Cheraschese. Pomeriggio negativo su tutta la linea, testimoniato anche dall’infortunio
alla caviglia per Enrico Massimo (esami strumentali nei
prossimi giorni per valutare
l’entità della distorsione) e fotografato dalle parole del direttore sportivo Raimondo
Lerda: «Prestazione poco
convincente. E’ stata una partita molto strana, anche perché su quel vecchio sintetico
non è mai facile giocare. Però
noi avremmo dovuto fare meglio, abbiamo tenuto un discreto possesso palla, ma senza riuscire a creare molte occasioni. Insomma, avremmo
anche potuto portare a casa
un pareggio, ma la prova sarebbe rimasta comunque incolore. Ed è un peccato, perché era un’occasione d’oro
per allontanarci dal mucchio
di centro classifica e provare
ad agganciare il treno delle
prime».
Il gol di Rizzo che condanna la Virtus Mondovì (foto Tricarico)
PRO DRONERO
CAVOUR
1
1
MARCATORI: st 40’ Ligotti, 44’ Monge.
PRO DRONERO (3-4-1-2): Provenzano
6, Porcaro 4.5, Monge 7, Maglie 6,
Pomero 6 (29’ st Rosso 6), Tallone
5 (42’ st Colaianni), Brondino 5.5,
Galfré 6, L. Isoardi 6.5, Isoardi D. 5
(36’ st Sansone ng), Dutto 6. A disp. Giordanengo, Franco, Zongo,
Luciano. All. Caridi 6.
CAVOUR (4-4-2): Volante 6, Re 6.5,
Cuttini 6.5, Laganà 7, Bonelli S. 6, ,
Cretazzo 6.5, Friso 6, Garetto 6.5,
Pareschi 6, Ligotti 7.5, Di Leone
6.5 (36’ st Meitre Libertini ng). A
disp: Gilli, D. Castiglia, Castiglia M.,
Strangolini, Valerio, D. Bonelli. All.
Di Leone.
ARBITRO: Belfiore di Parma 5.5.
NOTE: espulso Porcaro (25’st) per
fallo di reazione.
Cravetto del Pinerolo anticipa Gallesio dell’Albese (foto Prisco)
PARI U Succede tutto nel finale: la Pro Dronero rimonta subito la rete del Cavour
Botta e risposta in quattro minuti
Dronero (Cn)
Rolando Palazzeschi
Partita di vertice decisa nel finale: ancora
una volta, la Pro Dronero sorprende per la
tenacia e la voglia di lottare fino alla fine.
Avvio a cadenza Cavour: dopo quattro minuti ecco la prima occasione per la formazione ospite, azione combinata e sfera che
finisce tra i piedi di Ligotti, il numero dieci del Cavour esplode un tiro dal limite rasoterra che impensierisce Provenzano costretto a deviare in angolo.
Pochi secondi più tardi ancora in evidenza
il fantasista torinese con l’estremo difensore dei draghi che smanaccia e chiude la
porta a chiave. Pronta risposta dei draghi:
capovolgimento di fronte, Isoradi si ritrova tutto solo al cospetto di Volante e tira
in bocca al portiere che in uscita respinge
sui piedi di Dutto.
Il capitano della Pro Dronero ci prova dalla distanza a porta vuota, ma la sfera sfila
sul fondo.
Vivace il Cavour che va nuovamente alla
conclusione con Ligotti: pallone che lambisce il palo e non inquadra la porta. Straordinaria opportunità per Isoardi al minuto 21’: l’ex attaccante granata scatta sul filo del fuori gioco ed invece di affrontare il
portiere avversario rimette la sfera in mezzo all’area dove però non c’è nessuno per
raccogliere l’invito al gol. Pro Dronero
sprecona ma che prende coraggio: Porcaro
dalla destra tenta il tiro con personalità,
alto oltre la traversa. Draghi che nonostante i numerosi tentativi non incidono:
Isoardi non riesce proprio a metterla dentro.
Dopo il classico tè caldo le due squadre rientrano in campo sotto il diluvio. La ripresa si apre con il tentativo di Cuttini: Provenzano devia con la punta delle dita.
La partita,a poco a poco, è però rallentata
dalle condizioni del terreno di gioco, la
pioggia appesantisce il rettangolo verde e i
ventidue in campo appaiono meno lucidi e
spesso in difficoltà nel proporre la giocata.
Pericoli solo da calcio piazzato: Pomero
sugli sviluppi di una punizione spizzica di
testa, mentre dall’altra parte l’incursione
di Pareschi fa impallidire Caridi. Al 25’ restano in dieci i padroni di casa a causa
dell’espulsione di Porcaro che reagisce
male ad una provocazione di un avversario
con portiere a terra, eppure i draghi non
mollano e continuano a provare ad imporre il loro gioco. L’ultimo quarto d’ora però
è assedio ospite: a cinque dalla fine ecco il
gol che potrebbe risolvere la partita in favore del Cavour, batti e ribatti in area dei
draghi e guizzo vincente di Ligotti per l’1 a
0.
Batticuore finale, la sfida sembrerebbe ormai perduta ed invece ecco che Monge
sbuca in area su parabola perfetta di Luca
Isoardi da calcio piazzato: di forza in difensore trascina la sfera in rete per il definitivo 1-1. Il pareggio è il risultato più giusto.
8
Lunedì 10 novembre 2014
Il Corriere delle Province
Promozione
GIRONE D UÊ,ˆ“œ˜Ì>ÊiÊVœ˜ÌÀœ‡Àˆ“œ˜Ì>ÊÃՏÊ6ˆV̜Àˆ>ÊÛiÃÌ]Ê`œ«œÊ“ˆiÊi“œâˆœ˜ˆÊ
À>«ˆÃ̜ÊÃL>}ˆ>ʈÊÀˆ}œÀiÊ`i>ÊۈÌ̜Àˆ>
ˆL>À˜>]ÊÌÕÌ̜ʈÊÀiÃ̜Êmʘœˆ>
GIRONE C
AIRASCHESE-PEDONA
BOVES MDG-SAVIGLIANESE
CARIGNANO-PISCINESE RIVA
CAST.PANCALIERI-CHISOLA
FC SAVIGLIANO-MORETTA
REVELLO-BUSCA
SOMMARIVA-CARMAGNOLA
VILLAFRANCA-LUSERNA
1-3
4-0
2-2
1-0
1-1
1-2
0-0
1-1
Classifica
PT G V N P F S
FC SAVIGLIANO 25
PEDONA
24
VILLAFRANCA 19
PISCINESE RIVA 18
CARMAGNOLA 16
CARIGNANO
16
SOMMARIVA
15
BOVES MDG
15
MORETTA
15
CAST.PANCALIERI 15
REVELLO
12
LUSERNA
11
CHISOLA
10
BUSCA
9
AIRASCHESE
8
SAVIGLIANESE
7
11
11
11
11
11
11
11
11
11
11
11
11
11
11
11
11
7
7
5
4
4
4
3
4
4
4
2
3
2
3
2
1
4
3
4
6
4
4
6
3
3
3
6
2
4
0
2
4
0
1
2
1
3
3
2
4
4
4
3
6
5
8
7
6
21
21
15
15
12
16
12
17
16
13
14
13
15
12
12
10
5
8
7
12
8
14
10
16
15
16
13
21
17
25
22
25
Prossimo turno
BUSCA-SOMMARIVA
CARMAGNOLA-CARIGNANO
CHISOLA-AIRASCHESE
FC SAVIGLIANO-BOVES MDG
LUSERNA-CAST.PANCALIERI
MORETTA-REVELLO
PEDONA-SAVIGLIANESE
PISCINESE RIVA-VILLAFRANCA
GIRONE D
ARQUATESE-LG TRINO
ASCA-BORGARETTO
ATLETICO TORINO-CBS
CIT TURIN-CANELLI
LIBARNA-VICTORIA IVEST
PAVAROLO-MIRAFIORI
SDS ROCCHETTA-SPORTING CENISIA
SANTOSTEFANESE-S.GIULIANO NU
PT
23
23
21
21
21
21
17
17
15
11
10
9
8
7
7
5
G
11
11
11
11
11
11
11
11
11
11
11
11
11
11
11
11
V
6
6
6
6
6
6
4
5
4
2
3
1
2
1
1
1
N
5
5
3
3
3
3
5
2
3
5
1
6
2
4
4
2
P
0
0
2
2
2
2
2
4
4
4
7
4
7
6
6
8
3
3
MARCATORE: pt 23’ Russo, 45’ Barbera; st 20’ Guarnero, 22’ Ravera, 29’
D. Petra, 36’ Russo.
LIBARNA (4-3-1-2): Franco 6; Bruni 5,
Tavella 7, Ravera 7, Giuliano 5.5
(39’ st Masuelli ng); Ferretti 6, Camera 6.5, Bergamini 6.5; Crapisto
6.5; Lepori 5.5 (1’ st Corapi 6.5),
Russo 7.5. A disp. Barra, Ottonelli,
Tedesco, Mezzanotte, Pagano. All.
E. Carrea.
VICTORIA IVEST (4-1-3-2): L. Petra 6;
Frattin 5.5, Tartaglia 5.5, Quatela
5.5, Manfredi 5.5; Lombardo 6; Bologna 5, Barbera 6.5, Cara 6; Guarnero 8 (37’ st Brati ng), Vessuti 5.5
(18’ st D. Petra 7). A disp. D’Amico,
Barbino, Carangella, Gravina, Rognetta. All. Brunetta
ARBITRO: Puzzangara di Ivrea 5
NOTE Espulso Tartaglia (25’ st) per
gioco falloso. Crapisto al 42’ st calcia fuori un calcio di rigore. Ammoniti Bergamini, Bruni, Crapisto,
Ferretti, Tavella; Frattin, Guarnero,
Manfredi, Cara, Lombardo. Calci
d’angolo 10-3 per il Libarna. Spettatori 100 circa.
1-1
0-0
1-1
4-3
3-3
2-1
1-0
0-0
Classifica
CBS
CIT TURIN
PAVAROLO
CANELLI
S.STEFANESE
SDS ROCCHETTA
LG TRINO
ARQUATESE
ATL. TORINO
BORGARETTO
VICTORIA IVEST
S.GIULIANO NU
ASCA
LIBARNA
SP. CENISIA
MIRAFIORI
LIBARNA
VICTORIA IVEST
F
16
21
19
20
12
16
18
10
12
9
15
8
10
15
8
10
Prossimo turno
ATLETICO TORINO-LIBARNA
BORGARETTO-ARQUATESE
CANELLI-SDS ROCCHETTA
CBS-PAVAROLO
LG TRINO-VICTORIA IVEST
MIRAFIORI-CIT TURIN
S.GIULIANO NU-ASCA
SPORTING CENISIA-SANTOSTEFANESE
S
7
12
9
12
7
13
11
11
11
14
27
11
15
22
17
20
1
3
MARCATORI: pt 29’ Perri, 31’ Domestici; st 10’ Perri, 23’ Frigerio.
AIRASCHESE: Liut, Ghirardi, Scarsi,
Mascia, Charrier, Ariaudo (20’ st
Rupolo), Vivacqua, Rottino (36’ st
Grasso), Romagnini, Mandarà, Caramucci (1’ st Frigerio). A disp. Mascia Marco, Giordano, Tiranti, Di
Bartolo. All. Cellerino.
PEDONA: Lucignani, Milano, Lala,
Ricca, Musso, Parola (1’ st Finocchiaro), M. Dalmasso, Gastaldi, Brino, Domestici (24’ st S. Dalmasso),
Perri (47’ st Fa. Dutto). A disp. Marino, Delfino, Caimi, Lorray. All. Cordero.
NOTE: espulso Romagnini (8’ st).
giusta in una selva di gambe e
riporta tutto in parità sul 2-2. Le
cose sembrerebbero mettersi
meglio per il Libarna tre minuti
dopo quando Tartaglia commette fallo credendo che il gioco sia
fermo per l’attribuzione di una
rimessa laterale e viene espulso
dall’arbitro fra le proteste dei
suoi compagni increduli: purtroppo dopo una bella verticalizzazione per Corapi che costringe Petra all’uscita arriva la
doccia fredda del gol dell’altro
Petra che raccoglie un lancio finito sulla fascia sinistra e vedendo Franco fuori dai pali lo fulmina con un tiro da lontano. I
rossoblù non si perdono d’animo e continuano a creare azioni
sull’asse Crapisto-Russo, ed è
proprio la punta del Libarna
che al terzo tentativo infila di testa il gol del pareggio. Il convulso finale è nobilitato dal rigore
concesso al Libarna ma sbagliato da Crapisto, poi le squadre si
siedono aspettando il triplice fischio.
Il rigore fallito da Crapisto (foto Gotta)
LE ALTRE GARE - GIRONE D
ARQUATESE
L.G. TRINO
1
1
MARCATORI: pt 25’ S. Torre, 46’ Boscaro.
ARQUATESE: G. Torre, Bonanno, Scali,
A. Daga, Perfumo, Semino, Poggio Alessio, Tacchella, S. Torre, Petrosino, Dell’Aira (20’ st Vera). A disp. Colombo, Ciriello, Carino, Firpo, I. Daga, Pannone. All. Pastorino.
LG TRINO: Bagnis, Geminardi, Casalone, Colangelo, Cafasso, Accatino, Pizzighello, A. Lopes, Boscaro,
Antiga (30’ st Aldrovandi), Fodero.
A disp. P. Parisi, Curci, Genesi, Barbi, Venniro, Michelerio. All. Gamba.
SANTOSTEFANESE
SAN GIULIANO NUOVO
0
0
SANTOSTEFANESE: Gallo, Marchisio,
Balestrieri III, Rizzo, Garazzino, Carozzo, Baldovino, Meda (12’ st Nosenzo), Marchisio (35’ st Lomanno), Morrone, Maghenzani (19’ st
Busato). A disp. Campanella, Galuppo, Zilio, Ivaldi. All. Amandola.
S.GIULIANO NUOVO: M. Maniscalco,
Nizza, Versuraro, Tolve, Marinello,
Dimou, Meta, Taverna, Sheqi, Orsi,
Sacco (4’ st Pasino). A disp. Rodriguez, Versuraro, Cesaro, Castini, G.
Merlo. All. Ammirata.
NOTE: espulsi Baldovino (30’ pt),
Rizzo (35’ st).
REVELLO
BUSCA
1
2
MARCATORI: st 18’ Cozza, 30’ Donatacci, 45’ Dutto.
REVELLO: Bersano, Borello, Jura,
Cioffi, Bessone, Agù, Mardoda (15’
st Gaboardi), Damilano (32’ st
Ayad), Donatacci, S. Pedrini, Pistoi.
A disp. Sibilla, Anselmo, Resta, Sellam, Mondino. All. Giraudo.
BUSCA: Testa, Marchetti, Galliano,
Chiesa, Pittavino, Virano, Tolosano,
Dutto, Renaudo (33’ st Mostayd),
Cozza (27’ st El. Balla), Pasero (41’
st U. Barra). A disp. Pagliero, P.
Franco, Forte Filippo, G. Comba.
All. Giordano.
NOTE: espulso Tolosano (45’ st).
SOMMARIVA
CARMAGNOLA
0
0
SOMMARIVA: Milano, Bellero (35’ st
Appendino), A. Morone, Calorio,
Al. Saitta, C. Ciravegna, Chiarle (15’
st Boggione), F. Ciravegna, Russano, Credendino, Rava (25’ st A.
Bertolusso). A disp. P. Bertolusso,
Madeddu, Tibaldi, Feraru. All. Isoldi.
CARMAGNOLA: Bisio, La Rosa, Beordo (40’ st Tirante), Montemurro,
Paschetta, Camisassa, Lisa (35’ st
Cavallo), Benetollo, Collimato (20’
st Musto), Citeroni, Riccardi. A disp. Pinna, Aiello, Cagliero, Gaido.
All. Boetti.
VILLAFRANCA
LUSERNA
1
1
MARCATORI: pt 20’ Pacifico; st 30’
Corsaro.
VILLAFRANCA: Basano, Visconti (25’
st Salatino), Marchetti, Cenghialta
(10’ st Bazzoni), Righero, Curcio,
Duvina, Corsaro, Mollica, Monetti,
Gili. A disp. Caglieri, Rolfo, Folco,
Dotti, Lumia. All. Gambino.
LUSERNA: Cairus, Coalova, Pons (12’
st Pradella), Pacifico, Scanavino,
Solito, Odino, Santoro, Ciaburri (1’
st Mastrogiovanni), Amatulli (35’
st Capitani), Calafiore. A disp. Albera, Issoglio, Besson, Franzin. All.
Biolatto.
Amandola, allenatore Santostefanese
Hai tra i 18 e i 30 anni, un diploma o una laurea?
Il Gruppo Tecnocasa è diventato leader nel
settore dell’intermediazione immobiliare
puntando sulla crescita e formazione interna
dei suoi professionisti.
Se hai entusiasmo e determinazione, se quello
che cerchi è un lavoro dinamico in un ambiente
giovane che ti offra reali possibilità di crescita…
ti stiamo cercando.
AFFILIATO: STUDIO RE S.A.S.
CORSO ACQUI, 44 - ALESSANDRIA (AL)
Tel. 0131.34.80.64
e-mail: [email protected]
AGENZIA DI ASTI:
PIAZZA PORTA TORINO, 23 - ASTI (AT)
MEDIAZIONE CREDITIZIA
L
’umore dei tifosi rossoblù
nel corso della partita sale e scende come nemmeno un ottovolante.
Il Libarna esce dallo scontro diretto con il Victoria Ivest imbattuto, ma se da un lato può recriminare per il rigore sbagliato da
Crapisto nel finale che avrebbe
significato tre punti, dall’altro
può esultare per avere recuperato per ben due volte una partita
che sembrava stregata. I primi
ad arrivare al tiro sono i torinesi
con Guarnero che salta il proprio marcatore sulla fascia e
crossa basso ma la deviazione
di Frattin finisce sul fondo. Il
Libarna con l’innesto di Tavella
ed i rientri di Ravera e Camera
è un’altra squadra e al primo vero affondo passa: Crapisto scatta sulla destra lasciando sul posto il suo marcatore e crossa sul
primo palo dove Russo è lesto a
colpire di testa in rete. Sulle ali
dell’entusiasmo alla mezz’ora il
Libarna ha la palla buona per il
raddoppio quando Bergamini
tira, Petra risponde e ancora
Bergamini appoggia a Crapisto
che sceglie il cross teso ma Lepori sfiora di un niente e la palla sfila sull’altra fascia. Sulla ripartenza un fallo di Bruni regala una punizione dal limite al
Victoria Ivest, ma la parabola
tesa di Barbera è deviata in angolo da Franco. Quando ormai
ci si sta preparando all’interval-
lo arriva il pareggio degli ospiti:
da una palla persa a centrocampo ancora Guarnero da destra
cambia fascia per Barbera tutto
solo che controlla e scarica un
diagonale chirurgico rasoterra
sul palo lontano. Il Libarna rientra galvanizzato e nei primi
minuti della ripresa schiaccia
gli avversari: Tavella crossa per
la testa del neoentrato Corapi
che colpisce l’incrocio dei pali,
poi tocca proprio al difensore ex
Novese e Derthona incornare in
rete una punizione di Crapisto
ma l’arbitro annulla per un suo
fallo al momento della conclusione. Nel miglior momento dei
rossoblù a passare in vantaggio
è il Victoria Ivest: sciabolata a
tagliare il campo di Quatela verso Guarnero che in contropiede
scatta per quaranta metri e piega le mani a Franco con un tiro
violentissimo in diagonale. La
gioia dei supporter torinesi ha
però breve durata: un angolo
dalla fascia sinistra libera al tiro
Ravera che trova la traiettoria
LE ALTRE GARE - GIRONE C
AIRASCHESE
PEDONA
Cerchi lavoro?
Scegli la
professione giusta.
R
Serravalle Scrivia (Al)
Marco Gotta
Tel. 0141.41.13.55
e-mail: [email protected]
ASCA
BORGARETTO
0
0
ASCA (4-4-2): Decarolis 6; Tessaglia
5.5, Ghè ng (17’ pt Damoni 5.5),
Capuana 6, Mirone 6.5; Randazzo
6, Rapetti 5.5, Palumbo 5.5, Avitabile 5 (20’ st Djea 6.5); Vescovi 5,
Crestani 5. A disp: Amodio, Lombardi, Arnese, Guagliardo, Reggio.
All.Cattaneo.
BORGARETTO (4-4-2): Murano 6.5; Vodini 6.5, Divina 6, Armenio 6, Saglietti 5.5; Aiello 6 (43’ st Nardi ng),
Modenese 6.5, Cecchi 5.5, Micali
5; Arcuri 5 (20’ st Cattozzi 5), Polonio 6.5. A disp: Ferrero, Vietti, De
Filippo, Cambria, Todde. All.Cristiano.
ARBITRO: Cicoria di Novara 6
NOTE: ammoniti Randazzo, Mirone, Crestani, Aiello. Calci d’angolo
7-5 per l’Asca. Recupero: pt 0’; st 2’.
Spettatori circa 120.
RETI BIANCHE UÊ
œ˜Ê
>ÌÌ>˜iœÊ>i˜>̜ÀiÊ>ÀÀˆÛ>Ê՘Ê>ÌÀœÊÀˆÃՏÌ>̜ÊṎi]ÊVœÊœÀ}>ÀiÌ̜ÊmÊ«>ÀˆÊÊ
ÃV>]ʏiÃÃ>˜`Àˆ>Êvˆ˜>“i˜ÌiÊ̈ÊÜÀÀˆ`i
VVœÊˆÊ«Àˆ“œÊ«Õ˜ÌœÊÌÀ>ʏiʓÕÀ>Ê>“ˆV…i
Alessandria
Nichola Franceschetti
Tra Asca e Borgaretto prevale la noia. E - aggiungiamo noi - la paura di perdere. Brutto
pari a reti inviolate nell’anticipo del sabato tra
i gialloblu di Marco Cattaneo e gli arancioneri
di Pino Cristiano. Le due squadre offrono uno
spettacolo veramente desolante agli oltre 100
presenti sugli spalti e si accontentano di un
punticino che potrebbe valere oro al termine
della corsa per la salvezza. Per il gioco, ripassare. Le assenze pesanti di Merlano, Arfuso e
Sciacca obbligano gli alessandrini a fare di
necessità virtù: 4-4-2 con il baby Avitabile –
doppietta nell’ultimo turno – sulla fascia sinistra e in avanti il duo Crestani-Vescovi. I torinesi rispondono con un modulo speculare imperniato sulla regia di Modenese e sulle inventive del rapidissimo Polonio. Nei primi 10’ del
match l’Asca sembra voler prendere subito
possesso del gioco: sugli sviluppi di un corner
dalla destra, la palla arriva a Ghé che – in netta posizione di offside - fa sponda aerea proprio per Avitabile, anticipato per un soffio da
Armenio. Per vedere una vera occasione, però,
bisogna attendere il 25’ quando Polonio ubriaca di finte mezza retroguardia locale e impegna Decarolis con un bel rasoterra, sulla respinta si avventa Cecchi che spara fuori. Il ko
muscolare di Ghé – al suo posto Damoni – obbliga Mirone e soci a riassestare il reparto arretrato e il Borgaretto, sornione, prova ad ap-
profittarne nel finale: Aiello supera facilmente
Tessaglia e scodella un assist delizioso per Arcuri, ma il centravanti clamorosamente conclude a lato (43’). E’ l’ultima chance di una
prima frazione soporifera e di esasperante tatticismo. Nella ripresa l’Asca decide di alzare i
ritmi: al 49’ Crestani calcia alto dal limite,
stessa sorte per un destro di Rapetti intorno al
quarto d’ora. L’opportunità più nitida della gara arriva al minuto 63: finalmente Crestani e
Vescovi riescono a duettare sulla trequarti, il
numero 7 appoggia per l’accorrente Avitabile
che di sinistro incrocia troppo debolmente e
consente una comoda parata a Murano. Mister Cattaneo si infuria e sostituisce l’esterno
classe ’96 con il coloured Djea, di un anno più
giovane. Ed è proprio il neoentrato a lottare
caparbiamente (86’) sull’out mancino per recuperare la sfera e a servire Randazzo che costringe Murano a un intervento super per deviare in angolo il suo tiro a botta sicura. Allo
scadere i padroni di casa tentano gli ultimi assalti, ma la mancanza di lucidità – Rapetti e
Palumbo su tutti – e la coriacea resistenza del
Borgaretto impediscono ai gialloblu di trovare
la seconda vittoria consecutiva. Asca ora attesa dal derby in casa del San Giuliano per dare
continuità al buon momento coinciso con l’avvento in panchina del nuovo allenatore, mentre i torinesi – a secco di affermazioni dal 25
settembre – salgono a quota 11 punti e aspettano la partita casalinga contro la matricola
Arquatese.
Il Corriere delle Province
9
Lunedì 10 novembre 2014
Promozione
PARI SOFFERTO U Chiambretto rimonta nel finale il gol di Tortone GOLEADA U Il tecnico ospite De Vincenzo: «Situazione pesante»
Savigliano resta imbattuto Boves, vittoria senza freni
Ma col Moretta che fatica Saviglianese in piena crisi
FC SAVIGLIANO
MORETTA
1
1
MARCATORI: st 9’ Tortone, 38’
Chiambretto.
FC SAVIGLIANO (4-4-2): Comino 6; Fissore 5.5, Passerò 6, Serino ng (13’
pt Chiambretto 7), Di Benedetto
6; Pagliero 5.5 (23’ st Rostagno 6),
Spada 6, Andreoli 6 (15’ st Gala 6),
Giordana 6, Serra 6, Cirillo 6.5. A
disp. Di Dio, Barra, Buccino, Piscioneri. All. M. Magliano
MORETTA (4-2-3-1): Milanesio 6.5;
Rolle 6.5, Cadoni 6.5, Tortone 7,
Chiarelli 6.5; Furri 6; Prioli 6; Vasi
6.5 (21’ st Ripandelli 6), Guerrini
6.5, Taverna 6 (28’ st Forgia 6), Alfiero 6. A disp. Grasso, Mamilivich,
Rossa. All. D.Capello.
ARBITRO: Longo di Cuneo 6.5
NOTE: espulsi Guerrini (50’ st) per
somma di ammonizioni.
Savigliano (Cn)
Gianluca Folgori
S
otto la pioggia del “Morino” un tenace Moretta
blocca sul pari un FC Savigliano a due facce solo grazie a
una gran reazione dopo il gol subito è riuscita a raddrizzare una
partita fino ad allora giocata sottotono.
Sin dall’inizio i saviglianesi appaiono senza inventiva favorendo
gli ospiti che con il passare dei
minuti acquisiscono sempre
maggiore convinzione. Il primo
brivido però i locali se lo creano
da soli quando al 12’ Comino
pecca di sufficienza nel controllare un retropassaggio e per poco
la palla non scivola in porta. Il
Moretta di per sé non produce
grandi occasioni, basti pensare
che per il primo vero intervento
di Comino bisogna aspettare il
23’ per bloccare una punizione
secca di Vasi, ma appare più organizzata e vivace. Questo non le
evita però di rischiare al 28’
quando Fissore dalla destra accentra per l’inserimento di Cirillo
anticipato però sul più bello. La
risposta dei verdi non si fa aspettare e già un minuto dopo Alfiero
con un gran collo dal limite gira
la palla sul palo alla destra del
portiere ma per sua sfortuna la
sfera cozza contro il montante.
Grazie a un ottima fase difensiva
gli ospiti riescono a neutralizzare
la già scarsa vena offensiva dei
padroni di casa, che nemmeno
nella ripresa danno segnali di risveglio ma anzi vanno sotto al 9’
quando su bel corner dalla sinistra di Vasi capitan Tortone stacca più in alto di tutti e porta in
vantaggio i suoi. La doccia fredda
però sveglia l’FC che , giusto il
tempo di mettere la palla al centro, sfiora il pareggio con Cirillo,
bravo a sfuggire alle marcature
ma non fortunato nel vedersi respingere la conclusione dai piedi
di Milanesio. I locali vengono giù
a ondate, al 13’ ci prova Andreoli
che sfruttando una respinta della
difesa ci prova con una potente
volè che Milanesio è costretto a
sventare in angolo. Sembra maturo il pareggio ma al contrario
sono gli ospiti a sfiorare il clamoroso raddoppio quando Vasi si
invola verso Comino in uscita,nel
contrasto tra i due la sfera continua la sua corsa verso la porta
ma Chiambretto è provvidenziale
con il suo salvataggio disperato
sulla linea (19’). Passato lo spavento i locali riprendono a attaccare a testa bassa, al 33’ Serra su
punizione tocca per Cirillo che
dall’ingresso dell’area impegna
severamente il reattivo Milanesio,
quindi subito dopo è Serra, libero
in area, a sfiorare il pari con una
conclusione a botta sicura che il
portiere respinge salvando i suoi.
Al 38’ però il gol arriva quando lo
stesso Serra su punizione prolunga per Cirillo, bravissimo a difendere palla e a girare sul palo opposto dove , non senza fortuna,
Chiambretto insacca da pochi
passi l’1-1. I ragazzi di Magliano
potrebbero anche completare la
rimonta ma Gala,ottimamente
pescato nel cuore dell’area da Di
Benedetto, gira alto sopra la traversa l’occasionissima. C’è ancora
spazio nell’ampio recupero per il
secondo giallo per simulazione a
Guerrini che si lascia cadere in
area. Il Savigliano resta imbattuto, ma che fatica!
“
Una partita a due
facce. Non ho visto
la cattiveria con la
quale deve giocare una
capolista, non si possono
regalare 60’ di partita. Ho
pensato che fosse dovuto a
un calo fisico, ma vista la
reazione dopo il gol subito
non direi sia quello il
problema. Piuttosto lo è la
testa, dobbiamo ancora
crescere mentalmente per
non vedere più una
squadra a due facce. La
reazione è positiva,ma
sarebbe meglio iniziare a
giocare da subito
BOVES MDG
SAVIGLIANESE
4
0
MARCATORE: pt 24’ Sidoli, 33’ Pepino
rigore; st 1’ Pepino, 10’ Ballario rig.
BOVES (3-5-2): Oggero 6, Raimondi
6, Ghisolfi Mau. 6.5, Castellino 6.5,
Quaranta 6.5, Cavallo 6.5, Ballario
7, Tomatis 6.5 (33’st Ghisolfi Matt.
n.g), Pepino 7.5 (26’st Daniele n.g),
Sidoli 7 (13’st Giorsetti 6), Belmondo 6.5. A disp. : Vercellone, Ferrero,
Cavallera, Giordano. All. Macagno.
SAVIGLIANESE (4-4-2): Cedrino 5,
Correndo 5, Lisa 5.5, Muctar 5.5,
Sobrero 5, Militano 5, Maero 6, Lupinacci 6 (36’st Racca n.g), Sellam
6, Torres 6 (13’st Bergesio 6), Vacchetta 6 (37’pt Fioravanti 6). A disp. : Costadone, Frasca, Pelissero,
Ferrero. All. De Vincenzo.
NOTE: espulso Militano (33’ pt) e
Corredo (9’ pt), entrambi per fallo
da ultimo uomo. Ammoniti Lisa,
Pepino e Sobrero, Lupinacci, Giorsetti, Ghisolfi.
Magliano, allenatore Savigliano
“
Il pareggio ci sta
stretto, abbiamo
rischiato poco
grazie a una buonissima
prestazione in fase difensiva.
Mi spiace per l’espulsione di
Guerrini, per noi molto
importante, ma è stato
ingenuo nel lasciarsi cadere.
Peccato, potevamo fare il
colpaccio contro una
squadra davvero forte
Capello, allenatore Moretta
5
SCONFITTE
Consecutive
per la Saviglianese
in campionato,
ultimo risultato utile
il pareggio casalingo
contro il
Sommariva Perno
del 4 ottobre
Boves (Cn)
Fabio Dutto
Contro il fanalino di coda del
campionato di Promozione, la
Saviglianese, il Boves di mister
Macagno ha ottenuto un successo rotondo, condito dalla doppia
inferiorità numerica per gli ospiti, che tuttavia non attenua il
giudizio sull’ottima prestazione
dei bovesani. Partenza veemente
per i locali che dopo appena un
giro di orologio sfiorano il vantaggio: traversone di Raimondi,
sul quale si avventa Pepino che
testa i riflessi di Cedrino, costretto a smanacciare il pallone sulla
traversa. La partita si sblocca
grazie alla gran corsa di Sidoli;
siamo al minuto ventiquattro,
quando l’esterno bovesano, lanciato da Tomatis, si trova a tu
per tu con l’estremo difensore
ospite e con un preciso rasoterra, realizza la sua prima marcatura stagionale. Passano nove
minuti e la Saviglianese si ritrova in inferiorità numerica: fallo
da ultimo uomo di Militano su
Ballario lanciato a rete; rigore
per il Boves che Pepino trasforma. Per i padroni di casa, un
doppio vantaggio che ribadisce
la netta supremazia vista nella
prima frazione di gioco.
Il secondo tempo prende subito
l’inerzia dei primi quarantacinque minuti di gioco; sono appena passati cinquanta secondi
quando su una conclusione di
Ballario, Cedrino non riesce a
bloccare il pallone e lascia che
questi rimanga sulla linea di porta, dove Pepino insacca facilmente. Una doccia davvero freddissima per la malcapitata Saviglianese che vede il proprio passivo aumentare; sicuramente
non basta tutta la buona volontà
messa in campo dai ragazzi di
De Vincenzo per contrastare lo
strapotere fisico e atletico del
Boves visto in campo oggi. La disfatta si fa ancora più amara al
9’, quando Correndo frana ad-
dosso a Ballario in area; il signor
Nervo della sezione di Bra non
ha dubbi e decreta il secondo penalty per i locali. Questa volta
Pepino concede il pallone a Ballario che spiazza uno sconsolato
Cedrino e firma il quarto gol bovesano. Partita chiusa e risultato
in cassaforte per il Boves MdG;
per la Saviglianese è notte fonda
e a Sellam e compagni non resta
che contare i minuti e aspettare
con trepidazione il triplice fischio dell’arbitro. Una sconfitta
che li mantiene all’ultimo posto
solitario della classifica mentre
per il Boves, tre punti che la proiettano nelle zone nobili e che le
permettono di affrontare con
maggior serenità i difficili impegni che le aspettano nell’immediato futuro e che hanno il nome
di F.C Savigliano e Pedona.
“
Fin dai primi minuti
di gioco abbiamo
messo sotto la
Saviglianese e la vittoria è
stata strameritata per i miei
ragazzi. Con questi tre
punti, ci presentiamo
molto più rilassati davanti
ai difficili impegni contro
Savigliano e Pedona
Macagno, allenatore Boves Mdg
“
il Boves ha
disputato un’ottima
partita e le
espulsioni mi sono
sembrate giuste; i miei
ragazzi non sono proprio
scesi in campo, oggi. La
situazione è pesante e non
è facile rialzarsi
De Vincenzo, allenatore Saviglianese
10
Lunedì 10 novembre 2014
Il Corriere delle Province
Prima categoria
GIRONE F
CASTELNUOVO B.-C.DI MONCALIERI
CMC MONFERRATO-ATL.SANTENA
MONCALIERI-PRO VILLAFRANCA
QUATTORDIO-TROFARELLO
SG.RIVA-NUOVA SCO
USAF FAVARI-POIRINESE
SANDAMIANESE-ATL.CHIVASSO
VILLASTELLONE-BALDISSERO
3-2
0-3
0-2
0-0
1-1
1-1
2-1
2-2
Classifica
PT G V N P F S
ATL.SANTENA 24
ATL.CHIVASSO 19
POIRINESE
18
SANDAMIANESE 18
P. VILLAFRANCA 16
USAF FAVARI
16
CASTELNUOVO B. 15
MONCALIERI
15
TROFARELLO
14
BALDISSERO
14
QUATTORDIO
13
NUOVA SCO
13
SG.RIVA
10
MONFERRATO
9
C.DI MONCALIERI 9
VILLASTELLONE 8
11
11
11
11
11
11
11
11
11
11
11
11
11
11
11
11
7
6
5
5
4
3
4
4
3
3
2
3
1
2
2
1
3
1
3
3
4
7
3
3
5
5
7
4
7
3
3
5
1
4
3
3
3
1
4
4
3
3
2
4
3
6
6
5
22
21
18
16
15
14
22
15
11
11
12
11
8
12
17
12
8
10
14
16
10
10
19
19
11
16
10
17
10
20
25
22
Prossimo turno
ATL.CHIVASSO-VILLASTELLONE
ATL.SANTENA-SG.RIVA
BALDISSERO-QUATTORDIO
MONCALIERI-CASTELNUOVO B.
NUOVA SCO-USAF FAVARI
POIRINESE-SANDAMIANESE
PRO VILLAFRANCA-CMC MONFERRATO
TROFARELLO-C.DI MONCALIERI
GIRONE H
AUDACE BOSCHESE-VILLAROMAGNANO 2-2
CASSINE-FORTITUDO
3-0
GAVIESE-CASSANO
RINV.
LUESE-AURORA AL
1-2
OVADA-QUARGNENTO
2-1
SAVOIA-PRO MOLARE
3-0
SILVANESE-VIGUZZOLESE
1-1
VILLANOVA M.TO-LA SORGENTE
5-1
GIRONE H UʽÕ`>ViʜÃV…iÃiʈ“«œ˜iʈÊ«>Àˆ]Ê,œÃÈÊ>}}>˜Vˆ>ʈÊÀ>}>ââˆÊ`ˆÊ
œÀ˜>}ˆ>ʘiÊvˆ˜>i
6ˆ>Àœ“>}˜>˜œÊÀ>i˜Ì>
AUDACE BOSCHESE 2
VILLAROMAGNANO 2
MARCATORI: pt 22’ Lazzarin, 45’
Brondolin; st 7’ Felisari, 29’ Rossi.
BOSCHESE (4-3-1-2): Franzolin 6;
Lucattini 6, Piccinino 6, Cellerino 6, Antonucci 6; Giraudi 6
(22’ st Collazov 6.5), Carakciev
6, Repetto 6 (35’ st Cuomo 6);
Rossi 6.5; Varvaro 6, Brondolin
6. A disp.: Canelli, Perna, Famà.
All.: Nicorelli.
VILLAROMAGNANO (4-4-2): Ballotta
6; Mura 6, Scotti 6, Albanese 6,
Cremonte 6; Bordoni 6 (44’ st
Albertini ng), Mandara 6, Lazzarin 6.5 (37’ st Denicolai 6),
Toukebri 6.5 (26’ st Gianelli 6);
Felisari 6.5, Defilippo 6. A disp.:
Taverna, Faliero, Imbre, Baiardi.
All.: Cornaglia.
ARBITRO: Clemente di Torino 6.
NOTE: Ammoniti Carakciev,
Mandara, Antonucci, Piccinino, Repetto, Scotti, Collazov.
Recupero pt 1’; st 4’. Spettatori
50 circa.
Classifica
PT G V N P F S
VILLANOVA M.TO 24
CASSINE
22
SAVOIA
22
VILLAROMAGNANO 21
AURORA AL
20
SILVANESE
18
OVADA
18
LUESE
16
PRO MOLARE
15
QUARGNENTO 14
A. BOSCHESE
12
CASSANO
11
LA SORGENTE 10
FORTITUDO
10
GAVIESE
5
VIGUZZOLESE
5
11
11
11
11
11
11
11
11
11
11
11
10
11
11
10
11
7
7
7
6
6
5
5
5
5
4
3
3
2
2
1
1
3
1
1
3
2
3
3
1
0
2
3
2
4
4
2
2
1
3
3
2
3
3
3
5
6
5
5
5
5
5
7
8
28
22
20
16
22
20
15
17
14
17
18
10
13
15
10
7
9
13
13
9
14
13
15
17
27
20
22
11
19
22
20
20
Prossimo turno
AURORA AL-CASSINE
CASSANO-SAVOIA
FORTITUDO-OVADA
GAVIESE-SILVANESE
LA SORGENTE-VIGUZZOLESE
PRO MOLARE-AUDACE BOSCHESE
QUARGNENTO-VILLANOVA M.TO
VILLAROMAGNANO-LUESE
“
Bosco Marengo (Al)
Simone Merlano
F
inisce in parità a Bosco
Marengo tra Boschese e
Villaromagnano ed è un
risultato che ci sta.
Non è una bellissima partita,
poche le occasioni da una parte e dall’ altra, e nessuna delle
due squadre sembra prevalere
sull’ altra. Non possono che essere soddisfatti i padroni di casa, che, due volte in svantaggio, in una giornata di assoluta
emergenza soprattutto in difesa, riescono a strappare un
punticino alla seconda forza
del campionato e a muovere la
classifica seppur di poco in ottica salvezza. Non benissimo
invece l’ undici allenato da
Cornaglia che a Bosco, da un
po’ di anni a questa parte, fatica e non poco a portare a casa
bottino pieno. Defilippo e compagni non riescono a gestire al
meglio la gara, soprattutto dopo il secondo gol, a inizio ripresa, e si abbassano pericolosamente fino al pari locale che
chiude definitivamente la partita. A partire meglio è comunque la compagine di Cornaglia
che al 22’ passa in vantaggio, la
“
Va bene,
marchiamo un
punto e lo
portiamo a casa. Non è
stata una bellissima partita,
è un punto che va bene,
guadagnato, contro una
squadra che è la meno
battuta del campionato.
Abbiamo mosso un
pochino la classifica in un
momento dove noi
avevamo tre ragazzi della
juniores in panchina e non
avevamo di cambi in
difesa. E poi commettiamo
sempre le solite
disattenzioni, sul secondo
gol soprattutto
Risultato giusto,
pareggio che ci sta.
L’ obiettivo rimane
la salvezza quindi portare a
casa un punto in trasferta
ci può stare. Un po’ di
rammarico c’è perché non
abbiamo fatto una bella
prestazione, al contrario di
Domenica scorsa contro il
Savoia dove avevamo
proprio giocato bene, al da
la della vittoria. Merito
anche dell’ avversario che
si conferma la nostra bestia
nera, anche negli anni
precedenti abbiamo
sempre perso o
pareggiato
Nicorelli, allenatore Audace Boschese
Fava, presidente Villaromagnano
GIRONE F
QUATTORDIO-TROFARELLO
firma è di Lazzarin, gran gol il
suo, dalla lunga distanza, con
palla che si infila sotto l’ incrocio dei pali, nulla da fare per
Franzolin. Alla mezz’ ora è ancora il Villetta a rendersi pericoloso, stavolta con Toukebri,
che all’ ennesima discesa sulla
sinistra, sugli sviluppi di un
calcio di punizione, arriva alla
conclusione ma Franzolin è attento e in due tempi para. Ma
la Boschese comunque c’ è e allo scadere ecco che la formazione di casa trova il pari, di
fatto nella prima vera occasione: sul preciso traversone di
Giraudi, Brondolin si fa trovare
pronto e da pochi passi batte
Ballotta con la difesa ospite
colpevolmente distratta, complice probabilmente un fallo
non fischiato a Toukebri nel
corso dell’ azione. La ripresa si
apre con l’ undici ospite nuovamente in vantaggio, con il solito Felisari, che con un pallonetto delizioso chiude come
meglio non avrebbe potuto un’
ottima iniziativa di Bordoni in
azione sulla destra, giocatore
quest’ ultimo un po’ in ombra
nella partita odierna ma pur
sempre pericoloso. Sul 2 a 1
però la squadra di Cornaglia si
abbassa troppo e Lucattini e
compagni si spingono con più
convinzione nella metà campo
avversaria, sfruttando anche e
soprattutto le forze fresche, su
tutti Collazov, che si procura
due calci di punizione da ottima posizione. Sul primo (15’),
battuto da Antonucci sulla trequarti, la palla finisce sul palo;
sul secondo, all’ altezza del limite dell’ area, Rossi, tra i migliori dei suoi, trova il gol,
complice una deviazione fortuita di Scotti che batte così Ballotta e fissa il punteggio in parità. Sul finale il Villetta prova
a vincere la partita ma la squadra di Nicorelli si difende con
caparbietà e concede agli avversari solo un paio di tiri dalla
distanza che però non fanno
male a Franzolin. Si chiude così una partita non entusiasmante sotto il profilo del gioco, vissuta soprattutto di episodi e il cui punteggio rispecchia
quanto visto in campo.
SENZA STORIA UÊÊÀ>}>ââˆÊ`ˆÊœ>ˆVœÊÃÌi˜`œ˜œÊ>ʜÀ̈ÌÕ`œÊÊ
>ÃȘi]ÊÃV>Ì̜ʈ˜Ê>Û>˜Ìˆ
CASSINE
FORTITUDO
3
0
MARCATORI: pt 6’ Bongiovanni;
st 36’ Zamperla, 46’ Monasteri
rig.
CASSINE (4-3-3): Gilardi 6.5; Ferraris 6.5, Multari 6, Monasteri 7,
Gamalero 6.5; Bongiovanni 6
(16’ st Di Stefano 6), Trofin 6,
Barbasso 6; Roveta 5.5 (27’ st
Sartore 6), Ivaldi 5.5 (9’ st Barone 6), Zamperla 7. A disp: Gastaldo, Sardella, Benatelli, Coccia. All: Lolaico.
FORTITUDO (4-4-2): Melotti 6; Badanello 5 (1’ st Bollato 6), Carachino 6.5, Silvestri 6, Milan 5.5;
M. Da Re 6, Bet 5, La Porta 5.5,
Gentile 6.5 (16’ st Morra 5.5) ; F.
Da Re 5.5 (35’ st Artico ng), Peluso 6. A disp: Irrera, Rollino, Patrucco, Lavagno. All: Borlini.
ARBITRO: Farsad di Alessandria
5.5.
NOTE: espulso Bet (7’ st) per
gioco falloso. Ammoniti Zamperla, Monasteri, Peluso, Bollato e Milan.
Cassine (Al)
Davide Bottero
Un rotondo 3-0 sulla Fortitudo
e il Cassine si regala una nuova
domenica nelle zone alte della
classifica, traguardo quasi impensabile se si ripensa al post
Ovada di un mese fa, con la
querelle Lolaico dimissionario e
poi di nuovo in sella dopo due
ko di fila. Da allora 13 punti su
15 disponibili per i grigio rossi,
attualmente seconda forza del
girone. Contro la Fortitudo però
la gara è stata più complicata
del previsto e risolta solo nei
minuti finali (la “zona Cassine”,
evidentemente), in superiorità
numerica e approfittando delle
praterie incustodite lasciate dagli avversari in un vano forcing.
Dalle premesse iniziali – gol
lampo di Bongiovanni dopo 6’ –
ci si attendeva una partita diversa e più tranquilla, così non è
stato. Probabile che non sia piaciuta a mister Lolaico (in tribuna per squalifica insieme al collega avversario Borlini) la condotta dei suoi nei primi 45’, poco reattivi dopo il vantaggio e
via via sempre più in difficoltà
nei confronti degli avversari. La
Fortitudo, convincendo soprattutto sulle ali, ha creato presupposti per il pareggio in almeno
tre occasioni, una di queste limpidissima. Al 30’ con il tiro di F.
Da Re respinto da Gilardi e in
ribattuta con il palo colpito M.
Da Re su cui Monasteri ha
spazzato sulla linea. Non solo
occasioni ma anche predominanza territoriale, cui i locali
hanno risposto solo con la
splendida girata di Zamperla
deviata da Melotti sul palo al
42’. Nella ripresa la partita invece ha preso subito un’altra piega e non per via del gioco spettacolare, quanto per il nervosismo e le polemiche. Al 7’ un’entrata durissima di Bet su Ivaldi
ha costretto l’arbitro al rosso diretto verso il 4 ospite, scatenando le proteste di giocatori e dirigenti sugli spalti. Da quel momento, con un uomo in meno,
la Fortitudo ha commesso l’errore di credere forse di aver ormai perso la gara, addebitando
tutte le colpe sul direttore di gara e dimenticando un primo
tempo in cui, conti alla mano,
aveva creato più del Cassine.
Smettendo di giocare, gli ospiti
hanno prestato così il fianco alle ripartenze dei padroni di casa
che, seppur in una giornata non
brillantissima, hanno capitalizzato al massimo due situazioni
di contropiede. Al 36’ Barone ha
servito Zamperla per il 2-0, al
45’ Gamalero è stato ingenuamente steso da Milan in area di
rigore, quando la palla sembrava quasi persa; Monasteri dal
dischetto non ha dato scampo a
Melotti per il 3-0 conclusivo.
LE ALTRE GARE DEL GIRONE H
0-0
QUATTORDIO: G. Giordano, Conte, Timis, De Benedetti, Gentile (21’ st
Khatim), Bisio, Stella (10’ st Gagliardone), Ghezzi, Giannicola, Muscarella, C. Giordano (20’ st Calderisi). A
disp. Dardano, Savio, Miraglia, El
Mouket Bader. All. Vennarucci.
TROFARELLO: Ussia, A. Bortolas, Antonucci, Opsi, Casamassima, Zaghi
(25’ st Giordano), Diana, Minelli,
Mastratisi (20’ st Di Tanno), E. Bortolas, Nirta (30’ st Pistininzi). A disp.
Mancuso, Tonso, Magnoni, Petrini.
All. Perziano.
SILVANESE-VIGUZZOLESE
1-1
MARCATORI: pt 12’ Cassano; 44’ Scarsi.
SILVANESE (4-4-2): Zunino, F. Gioia (1’
st Sorbara), Cairello, G. Gioia, Massone; Pesce, Andreacchio (25’ st
Coco), Badino, Scarsi, Badino (35’ st
Montalbano); Krezic, Dentici. A disp.: Bertrand, D. Ravera, Aloe, Alfieri.
All: Tafuri.
VIGUZZOLESE(4-4-2): Bidone; Petrela
(9’ st Cadamuro), Allegro, Alchieri,
Ballarin; Balduzzi, Casagrande, Trecate, Borsotto; Macchione, Cassano. A disp.: Ventura, Ianni, Pegoraro,
Castellano, Zaimas, Pernigotti. All:
Guaraglia.
ARBITRO: Gazulli di Bra.
LUESE-AURORACALCIO
1-2
MARCATORI: pt 14’pt Akuku; st 40’
Acampora, 50’ Perri.
LUESE (4-4-2): Fili; Grimaldi (1’ st Cuculas), De Nitto, Bianchi, Peluso; Favaretto, Greco, Vignolo (10’ st Bonsignore), Bellio; Acampora, Andric.
A disp.: Fazi, Piccinini, Dellatorre,
Mazzoglio, Fortunato. All: Moretto.
AURORACALCIO AL(4-4-2): Maino; Calabrese, Giordano, Di Balsamo, Bastianini; Verone, Rama, Llojku, Belkassiouia, Akuku (32’ st El Amraoui), Perri. A disp.: Lombardi, Moscatiello, De Luca, Caselli, Trombetta. All: Primavera.
ARBITRO: Dragos di Asti.
VILLANOVA-LA SORGENTE
5-1
MARCATORI: pt 21’ Rossi; st 11’ Rossi,
21’ Balla, 26’ L. Marangoni, 33’ F. Moretto, 37’ Sarzano.
VILLANOVA (4-4-2): Bonelli; Girino, Rosati, M. Moretto (2’ st A. Cavallone),
De Bernardi; Richichi (17’ st Barbato), M. Marangoni, Rossi, F.Moretto;
Sarzano, L. Marangoni (30’ st Beltrame). A disp: Piccaluga, Tiozzo,
Mussino, M.Cavallone. All: Perotti.
LA SORGENTE(4-4-2): Miceli; Pari, Zunino, Masieri, Marchelli; Goglione,
Cutuli (5’ st Balla), Reggio, Astengo;
Piovano (18’ st Daniele), Cipolla (27’
st Battiloro). A disp: Benazzo, Vitari,
Favelli, Fameli. All: Marengo.
ARBITRO: Vanzan di Vercelli.
OVADA-QUARGNENTO
2-1
MARCATORI: pt 10’ Polastri; st 15’ e
45’ Carnovale.
OVADA (4-4-2): Fiori; Carosio, Tedesco,
Donà, Oddone; Fornaro, Giacalone,
Oliveri, Ferraro; Carnovale (45’ st
Geretto), Chillè (22’ st Panariello). A
disp.: Danielli, Gonzales, Pietramala,
Sola, Varona. All: Mura.
QUARGNENTO(4-4-2): Bova; Perez, Caristi (35’ st J Montin), Cresta, Riotto;
Bobbio, Celon, Rossi; Camarchio
(44’ st Carlevaro), Hamad. A disp.:
Fabbian, Cellerino, Chiera, Cella, Salajan. All: F. Montin.
NOTE: espulso Donà (21’st) per bestemmia; al 25’st Ferraro calcia fuori un rigore.
SAVOIA-PRO MOLARE
3-0
MARCATORI: pt 11’ Fossati, 32’ Fossati, 42’ G.Giordano.
SAVOIA (4-4-2): Brites; Mangiacotti,
Islamaj, Guida, Mezzalira; Bovo, Zanotti (35’ st Cairo), Monaco (31’ st
Alb. Giordano), D. Montobbio; G.
Giordano (18’ st Ranzato), Fossati.
A disp.: Berengan; Latella, Grifa, Bilt.
All: Carrea.
PRO MOLARE (4-4-2): Russo; Morini,
Sciutto, Siri, Barbasso; Parodi, Gotta,
Guineri, Marek; Scontrino, Minetti.
A disp.: Piana, Oddone, Repetto,
Pantu, Bottero, Ouhenna, Ajjor. All.:
Albertelli.
ARBITRO: Russo di Casale M.to.
11
Lunedì 10 novembre 2014
Il Corriere delle Province
Prima categoria
BOTTA E RISPOSTA UÊ>ÊV>«œˆÃÌ>Ê«>Ài}}ˆ>ÊÃՏÊV>“«œÊ`iÊ6ˆ>Àʙ£]Ê՘½>Õ̜ÀiÌiÊ`ˆÊ>À˜iÀœÊ>˜˜Õ>ʈÊ}œÊ`ˆÊi˜œ}ˆœ
Ài˜>Ì>ʈœÛ>˜ˆiÊ
i˜Ì>œÊ
VILLAR 91
GIOV.CENTALLO
1
1
MARCATORI: pt 40’ Fenoglio; st 4’
Garnero aut.
VILLAR 91 (4-5-1): Cerrato 6; Ferrione
6, De Stefano 6.5, Bongioanni 6,
Franco 6; Ahanotu 6.5, Destefanis
6, Manfredi 5.5 (33’ pt Dho 6), Durando 6, Viano 5.5 (13’ st Cappellino 6.5); Gasbarro 6.5. A disp. Marro, Cravero, Perano, Balla, Luprandi. All. De Simone.
GIOVANILE CENTALLO (4-4-2): Olivero 6;
Mocca 5.5, Raineri 6.5, Pellegrino
7, L. Tallone 6; Raspo 5.5, Mana 6
(25’ st Parola 6), Garnero 6, Racca
6.5; Prato 5 (37’ st A. Tallone 6), Fenoglio 6.5. A disp. Pasquale, Daniele, Lerda, Tallone S., Olocco. All.
Libois.
ARBITRO: Boreanaz da Bra 6.
NOTE: ammoniti De Stefano, Prato,
Franco, Racca, Cappellino. Recupero: pt 1’; st 5’.
SAN SEBASTIANO
VILLANOVETTA
2
1
MARCATORI: st 3’ Trapani rig., 6’ Beltrame, 43’ Sulejmani
SAN SEBASTIANO (4-4-2): Tallone G. 6.5,
Bergese 6, Shtjefni 6, Sulejmani
6.5, Curati 6, Pittavino 6.5, Lingua
6.5, Brizio 6 (22’ st Decastelli 6),
Trapani 6.5, Carta 6 (24’ st Giaccardi 6), Sninate 6.5. A disp. Sappa,
Giordano, Favole, Bossolasco, Bonardi. All. Forte (Spada).
VILLANOVETTA (3-5-2): Garelli 6, Ferrigno 5.5 (24’ st Corna 4), Tallone E.
5, Alladio 5, Cavallero 6, Ladolcetta 5, Dutto 6, Sorace 5.5, Matija 6
(41’ st Stefanelli ng), Beltrame 6.5,
Perano 5 (27’ st Chiari 4). A disp.
Basha, Rosso, Martina, Bonardo.
All. Madaffari.
ARBITRO: Tuccillo di Pinerolo 5.5
NOTE: espulsi Corna per proteste e
Chiari per somma di ammonizioni. Ammoniti: Curati, Ladolcetta,
Beltrame, Pittavino, Ferrigno, Tallone E.
Villar San Costanzo (Cn)
Alberto Alladio
S
otto una pioggia battente
si conclude in un umido
pareggio la sfida che vede
impegnate Villar contro Centallo, la cui rete iniziale di Fenoglio non basta per espugnare il
campo di Villar San Costanzo.
Un Villar in gran spolvero
prova a fare uno sgambetto al
Centallo, primo della classe,
per una sfida al vertice alto
della classifica.
I padroni di casa si presentano disponendosi in campo
con un 4-5-1 che vede Cerrato
tra i pali, Ferriore, De Stefano, Bongioanni e Franco a
costituire la linea difensiva;
Ahanotu sulla destra, Destefanis e Durando sulla mediana
e Viano sulla sinistra con
Manfredi leggermente avanzato a dare manforte a capitan Gasbarro, unico centravani di ruolo.
Il Centallo risponde con un
classico 4-4-2 con Olivero
estremo difensore; pacchetto
difensivo costituito da Mocca,
Raineri, Pellegrino e Tallone;
a centrocampo Mana e Garnero dettano i tempi alle ali
Raspo e Racca; mentre le
chiavi dell’attacco sono affidate alla coppia Prato-Fenoglio.
La capolista parte subito arrembante e impegna la retroguardia del Villar sin dalle
battute iniziali. Le occasioni
migliori sono tuttavia rossoblù, ma le conclusioni sono
troppo imprecise ed il risultato rimane in bilico per quasi
tutta la prima parte di gara.
A cinque minuti dalla fine del
primo tempo ecco però che
arriva la rete del vantaggio
centallese: una discesa lungo
la fascia sinistra di Raspo semina il panico tra la retroguardia di Villar, all’altezza
dell’area il talentuoso numero
sette crossa in mezzo in favore di Fenoglio, che da pochi
passi impatta col piatto alle
spalle di Cerrato. Un gol meritato in vista di una prima
parte di gara che vede il Centallo nettamente più tonico ed
in palla degli avversari, ma
tuttavia troppo impreciso. Il
secondo tempo sembra riaprirsi sulla stessa lunghezza
d’onda del primo, ma al 4’ il
Villar pareggia inaspettatamente i conti: sugli sviluppi
di un calcio d’angolo la sfera
viene scaraventata in area ed
attraversa indisturbata tutta
l’area piccola senza essere
colpita da alcuna maglia
arancio prima di impattare
però contro uno sfortunato
Garnero, che segna così nella
porta sbagliata e riporta la
sfida sul risultato di parità.
Forte del pareggio il Villar riacquista coraggio e azione
dopo azione prende pian piano in mano il pallino del gioco, determinato in tutto e per
tutto a dare del filo da torcere
alla prima in classifica.
Passano i minuti ed ad ogni
azione corrisponde una reazione avversaria uguale e contraria, ma le reti rimangono
comunque inviolate, grazie
soprattutto all’ottima prestazione dei due reparti difensivi, attenti e precisi in ogni occasione. Il Villar arriva vicino
al sorpasso in un paio di occasioni, ma il Centallo tiene
duro, Pellegrino in particolare è sugli scudi e difende il
proprio territorio con la tenacia di un mastino.
La partita si conclude quindi
sul risultato di uno pari, con
il Villar che invalida il pareggio con la mole di azioni create nel secondo tempo, nonostante la rete sia stata fortuita.
Per quanto visto in campo il
pareggio è il risultato più giusto quindi, e le sue compagini
si salutano ciascuna con un
prezioso punto in saccoccia
che garantisce ad entrambe di
continuare la propria striscia
positiva.
SORPASSO UÊ>ÊۈÌ̜Àˆ>Ê«iÀ“iÌÌiÊ>ˆÊvœÃÃ>˜iÈÊ`ˆÊÃV>Û>V>ÀiʈÊ6ˆ>˜œÛiÌÌ>]ÊV…iÊ«iÀ`iÊÌÀ>ʏiÊ«œi“ˆV…i
Ê->˜Ê-iL>Ã̈>˜œÊۈ˜ViÊiʓiÌÌiʏ>ÊvÀiVVˆ>
Fossano (Cn)
Gianluca Folgori
Il San Sebastiano festeggia la vittoria sul Villanovetta. Dopo un primo tempo apatico, nella
ripresa i locali aprono le marcature su rigore,
innescando la reazione ospite che porta al pareggio pressoché immediato. Ne scaturisce un
finale di gara agguerrito, con le due formazioni
che si rispondono colpo su colpo fino agli ultimi istanti, quando il gol-partita di Sulejmani
sancisce il verdetto. Per la compagine di casa,
scesa in campo senza Conte squalificato, sono
tre punti fondamentali. Domenica dal sapore
diametralmente opposto per il Villanovetta
che, scavalcato in classifica dagli avversari, lascia il terreno di gioco tra mille polemiche. I
ragazzi di Madaffari, infatti, contestano a gran
voce l’arbitraggio di Tuccillo nelle fasi conclusive, rimediando così due espulsioni. Con gli
struggenti cori di solidarietà lanciati dai supporters locali all’indirizzo di Igor Fachino, giovane tesserato arancionero colpito in settimana da un gravissimo lutto familiare, ha inizio il
match. Il primo acuto arriva al 5’ su una punizione dai 30 metri di Dutto, che costringe Tallone alla respinta. Il gioco è a larghi tratti spezzettato, con la manovra delle due squadre che
stenta a decollare. Tolto un tentativo fuori misura di Trapani, infatti, un’azione degna di nota arriva solo al 30’, quando Sorace lascia partire una fucilata dalla distanza, ma Giancarlo
Tallone è attento e devia in corner. Prima
dell’intervallo c’è ancora spazio per Sninate,
che al 41’ colpisce di testa troppo debolmente
per creare problemi a Garelli. Nella ripresa la
trama cambia, e il match si fa subito scoppiettante. Al 2’ Beltrame atterra in area Sninate:
calcio di rigore. Intense le proteste degli ospiti,
che reclamano un fallo non concesso in precedenza a Cavallero, ma tant’è che Trapani si presenta sul dischetto e sigla l’1-0. La reazione del
Villanovetta è immediata. Già al 6’, infatti, Beltrame trova il pari grazie a un’incornata che
non dà scampo a Giancarlo Tallone. Il tempestivo botta e risposta accende la partita che
s’impreziosisce di continui capovolgimenti di
fronte. Al 21’ una bella fiammata di Carta, che
sfugge in contropiede alla difesa avversaria,
culmina con un provvidenziale intervento di
Garelli. Dopodiché sono ancora i locali a farsi
pericolosi: cavalcata di un indomabile Trapani
sulla destra che mette un traversone teso in
mezzo all’area sul quale, però, si avventa con
un ottimo tempismo Garelli. Nel finale, entrambi gli allenatori provano il tutto per tutto
con le rispettive girandole dei cambi finché, al
43’, i padroni di casa passano in vantaggio con
Sulejmani che è lesto ad appoggiare in rete
una respinta di Garelli. I giocatori del Villanovetta, fermatisi nella circostanza poiché convinti della posizione di off-side del marcatore,
accerchiano furenti il direttore di gara che
espelle il neoentrato Corna per proteste. Nei restanti minuti non riesce l’assalto disperato degli ospiti che continuano a inveire contro Tuccillo il quale mostra il secondo cartellino giallo
a Chiari: doccia anticipata anche per lui. Infine, dopo 5’ di recupero, gli arancioneri possono finalmente festeggiare i tre punti.
GIRONE G
LE ALTRE GARE
DENSO-VALVERMENAGNA
2-1
MARCATORI: pt 43’ Fuentes; st 10’ Ammendolea rig., 45’ Parisi.
DENSO: Lopreiato, Schinco (1’ st Mancuso), Benedetti, Vincenzutto, Petruzzelli, Parisi, Minetti (12’ st D’Agostino), Barbini, Occhipicca, Piscioneri
(5’ st Ammendolea), Favale. A disp.
Nicola, Perusin, Zizzo, Lavezzo. All.
Panetta.
VALVERMENAGNA: Vallati, Consolino
(38’ st F. Dalmasso), Lu. Barale, Taricco, Le. Barale, F. Lingua, Dalipi, Vacchetta, Fuentes (33’ st Rostagno), Vola, L. Dalmasso (4’ st Bertaina). A disp.
A. Lingua, Contarino, Ghigo, Giordano. All. Burzi.
NOTE: espulso Dalipi al 34’st.
GARESSIO-VIGONE
1-2
MARCATORI: pt 9’ Inzitari, 25’ Borgna rigore; st 15’ Sina.
GARESSIO: Zoppi, Amabile, Chiari, Copani, Bianco, Borgna, Quaglia, Naso,
Gelsomino (35’ st Preci), Castagnino,
Vinai. A disp. Mao, Odda, Marenco,
Vogli. All. Manfredi.
VIGONE: Valinotto, Restagno (1’ st J.
Gillino), Bollati, Barbero, Carena (35’
st Gamba), Sanmartino (25’ st Falcetti), Vaglienti, Beltramino, Inzitari, Sina,
Tagliaferro. A disp. Ceaglio, Tanasa,
Buggiani, Battisti. All. Boretto.
NOTE: espulsi Chiari e Bollati
INFERNOTTO-RACCONIGI
3-0
DENSO FC-VALVERMENAGNA
GARESSIO-VIGONE
INFERNOTTO-RACCONIGI
MONTATESE-DOGLIANI
S.SEBASTIANO FOS-VILLANOVETTA
SCARNAFIGI-M.BAROLO BOYS
VICESE 84-MARENE
VILLAR 91-G.CENTALLO
2-1
1-2
3-0
3-2
2-1
0-3
3-1
1-1
Classifica
PT G V N P F S
G.CENTALLO
32
DENSO FC
32
VILLAR 91
23
S.SEBASTIANO 23
VICESE 84
22
RACCONIGI
22
VILLANOVETTA 22
INFERNOTTO
19
DOGLIANI
18
GARESSIO
18
MONTATESE
16
M.BAROLO BOYS 16
MARENE
11
VIGONE
11
VALVERMENAGNA9
SCARNAFIGI
0
13
13
13
13
13
13
13
13
13
13
13
13
13
13
13
13
10
10
6
7
6
7
7
6
5
5
4
5
3
3
2
0
2
2
5
2
4
1
1
1
3
3
4
1
2
2
3
0
1
1
2
4
3
5
5
6
5
5
5
7
8
8
8
13
39
33
28
20
23
27
20
18
12
18
21
20
16
19
11
7
13
18
16
20
18
23
17
14
11
17
21
26
24
31
22
41
Prossimo turno
DOGLIANI-S.SEBASTIANO FOS
VIGONE-DENSO FC
G.CENTALLO-VICESE 84
MARENE-GARESSIO
M.BAROLO BOYS-VILLAR 91
MONTATESE-INFERNOTTO
VALVERMENAGNA-RACCONIGI
VILLANOVETTA-SCARNAFIGI
LE ALTRE GARE
SCARNAFIGI-MON. BAROLO BOYS 0-3
MARCATORI: pt 43’ Testa; st 30’ Isaia, 33’
G.Bruno Franco.
INFERNOTTO: Copetti, G. Bruno Franco,
Tognini, Cottino, Rostan (pt 31’ Bessone), Raffi, Isaia, Benedetto (40’ st
Kouthar), J. Chakour, Spezzacatena,
Testa (42’ st El Marhani). A disp. Paschetto, M. Bruno Franco, Maurino,
Ribotta. All. Zaino.
RACCONIGI: Poccetti, Rosso, Battaglino, Bordignon, Benedetto, Gerbaudo, Sismonda (pt 20’ Camara), Quaglia, Bortone (1’ st Pianotti), Pinna
(25’ st Mbodj), Peretti. A disp. Lo Pumo, Chouwak, Falcone, D’Alò. All. Pisano.
NOTE: espulso Rosso al 44’st.
MONTATESE-DOGLIANI
3-2
MARCATORI: pt 10’ Brunetto, 18’ Bruno,
25’ Sacco; st 5’ Salvatico rigore, 24’
Mogos.
MONTATESE: Viotto, Viberti (5’ st Mogos), Berbotto, Marcarino, Kamgang,
Valsania, Tagliaferro (20’ st Proglio),
Massano, Sacco, Brunetto (35’ st Morone), Accossato. A disp. Gallesio,
Pennasso, Bosco, Taliano. All. Mascarello.
DOGLIANI: Danna, Tomatis, Valesano,
Del Giacco (6 ’st Petrini), Ienco, Donalisio, Bottero, Cervella (30’ st Calandri), Mhillaj, Salvatico, Bruno (15’
st Arcuri). A disp. Garvetto, El Faqir,
Ferrante, Burlacut. All. Briatore.
MARCATORI: pt 1’ R. Revello, 4’ Marchì; st 10’ R. Revello rigore.
SCARNAFIGI: Giorgis, Giletta, A.Bodino (9’ st Fileppo), Villosio, Isaia, Vanacore, Paschetta, Iaculo, Bravo (1’
st Tavella), Vagliano, Sabena (30’ st
M.Bodino). A disp. Bottano, Bosio,
Coletta. All. Amoroso.
MONFORTE BAROLO BOYS: A.Conterno, Dotto, Sclerandi (15 ’st E. Revello), Manzone, Ardito, Stroppiana, Lanzo, Robino (25’ st Fantino),
L.Barale (pt 44’ Autera), R. Revello,
Marchì. A disp. Orlando, Pochintesta, A.Revello, Roveta. All. F. Barale.
NOTE: espulsi Giorgis e Manzone.
VICESE-MARENE
3-1
MARCATORI: pt 13’ Cavallo; st 5’ Lugliengo, 23’ Racca rigore, 33’ Pala.
VICESE: Prato, Ferrai, Martini (36’ st
Sacco), Gregorio, Cuniberti, Griseri, Cavallo (18’ st Bonelli), Bella (14’
st Calleri), Stivala, Lugliengo, Pala.
A disp. Prette, Bertola, Lanza, Baratteri. All. Bindi.
MARENE: Milanesio, Rinaldi (38’ st
Panetto), Ambrassa, Franco, Somano, Tarditi, Tavella (14’ st Carena), A.Gattino, Angaramo, Racca,
Cattaneo. A disp. Gastaldi, Coaloa,
M. Gattino, Murazzano, Panero. All.
Parola.
12
Il Corriere delle Province
Lunedì 10 novembre 2014
Seconda categoria
GIRONE P UÊ>ʜ˜ÊœÃVœÊÃÕ«iÀ>ʈÊÀ>}>ââˆÊ`ˆÊœVV…ˆœÊV…iÊÈÊÃÛi}ˆ>˜œÊÌÀœ««œÊÌ>À`ˆ
MURA AMICHE UʏÊ}ÀÕ««œÊ>ÀˆiÊVœ˜Ãœˆ`>ʈÊÃiVœ˜`œÊ«œÃ̜Ê
>À̈˜ˆÊÕLÀˆ>V>ʏ>Ê-«ˆ˜iÌÌiÃi
6>“ˆ>˜>]ÊÌÕÌ̜Êv>Vˆi
>ÃÌi˜œÛiÃiÊÃVœ˜vˆÌÌ>
SPINETTESE X FIVE
DON BOSCO
1
2
MARCATORI: st 25’ Cirillo, 34’ Martini,
45’ De Marte.
SPINETTESE X FIVE (4-4-2): Coco 5.5;
Sangalli 5.5 (37’ st Chalhy 6.5), Barbera 6, Meta 6, Papa 6; Menegazzi
6.5 (22’ st Caria 6), De Marte 6.5,
Pezzano 6.5, Tagliaferro 6; Polizzi
6, Guarino 6. A disp.: Cartasegna,
Cammarata, Mino. All.: Bocchio.
DON BOSCO ALESSANDRIA (3-5-2): Masini 6.5; Cussotti 6, Cortellazzi 6.5,
Amatruda 6; Piccinini 6.5, Cutaia 6
(37’ st Caruso 6), Boccarelli 6.5, Bariani 6 (30’pt Amerio 6), Buonincontro 6.5; Cirillo 7, Carretta 6 (19’
st Martini 6.5). A disp.: Graci, Tonizzo, D’Agostino. All.: Mazzucco.
ARBITRO: Buffon di Alessandria 6.
NOTE: Ammoniti Barbera, Menegazzi, Cussotti. Angoli: 5-2 per la
Spinettese. Recupero: 0’+4’. Giornata grigia, spettatori 40 circa.
FELIZZANOLIMPIA
FULVIUS
Valenza Po (Al)
Mattia Stango
L
a Don Bosco piega la Spinettese in un derby alessandrino equilibrato e di
alta intensità agonistica. Il 2-1
tutto sommato è specchio abbastanza fedele delle forze viste in
campo, dove alla fine a fare la
differenza è stata probabilmente la maggiore organizzazione di
gioco della Don Bosco.
Nel primo tempo, la partita
resta bloccata. La Don Bosco, schierata con il 3-5-2,
sfrutta al meglio l’uomo in
più in mediana per portare il
suo baricentro stabilmente
nella metà campo spinettese.
I padroni di casa, però chiudono bene i varchi al limite
dell’area, e il taccuino resta
quasi sgombro da appunti, se
si eccettuano un tiro di Boccarelli, alto, al 13’ e una botta
al volo di Guarino, servito da
una torre di Pezzano, al 31’:
anche in questo caso pallone
sopra la traversa. Nel finale
di frazione, l’unica vera emozione: siamo al 40’ quando
Buonincontro, lasciato libero
sulla sinistra, tenta un tirocross che prende uno strano
effetto e per poco non beffa
Coco, bravo a salvarsi con la
punta delle dita.
Nella ripresa, la stanchezza
allenta le marcature, e la Spinettese, facendo leva sul suo
spirito agonistico, si fa vedere più spesso in avanti. Già al
6’ Tagliaferro ha per due volte la palla buona al limite
dell’area, ma il suo primo tiro, mezzo lisciato, è respinto
da un avversario; il secondo,
sulla ribattuta, finisce alto.
Una azione molto simile libera al tiro al 10’ Pezzano: stavolta la coordinazione è
splendida, ma il pallone, diretto in gol, si schianta sul
naso di Amerio, che si immola per la causa e salva la porta. Sul corner susseguente, in
mischia, Polizzi tocca verso
2
1
MARCATORI: Larrondo, larrondo,
barreto, larrondo
FELIZZANOLIMPIA: Dessio, Antico,
Chiarlo, Novello, Cornelio, Cresta,
Buffo, Cancro, Ottonelli, Garrone,
Rota. A disp. Bonanno, Cornello,
Roccaforte, Como, Gagliardi, Canobbio, Balbiano. All. Usai.
FULVIUS: Bartolomeo, Pecoraro, Parisi, Di Bella, Pasetti, Cominato,
Fernandez, Orsini, Salerno, Rizzo,
Pieroni. A disp. Tufano, Sciacca, Pineda Lopez, Rapetti, Barone, Pinto, Cropano. All. Bellingeri.
la rete, ma un difensore salva
sulla linea.
La Spinettese sembra controllare, ma l’ingresso di Martini
dà nuova linfa alla manovra
della Don Bosco che approfitta anche dell’uscita del vivace
Menegazzi fra i padroni di casa, e al 25’ colpisce: Buonincontro serve in area Cirillo
che si gira in un fazzoletto e
col sinistro in diagonale trafigge Coco. La Spinettese accusa il colpo e la Don Bosco
colpisce col giusto cinismo: al
34’ su un calcio d’angolo battuto sul primo palo l’uscita di
Coco non è impeccabile e per
Martini, bene appostato, è facile anticiparlo e deviare di
testa in rete il 2-0.
La partita sembra chiusa e
mister Bocchio si gioca la
carta della disperazione inserendo Chalhy; sarà una mossa tanto azzeccata quanto
purtroppo tardiva. La manovra della Spinettese trova
nuovi sbocchi e la Don Bosco
è costretta ad arretrare. Al 43’
un’acrobazia di De Marte costringe Martini in corner ed è
il preludio al gol, che lo stesso De Marte realizza al 45’,
entrando in area da sinistra, e
battendo Martini sull’uscita
con un preciso tocco di interno. Tre minuti di recupero, e
l’assedio tutto cuore della
Spinettese preme sull’area dei
salesiani; al 48’ su un calcio
d’angolo, Barbera sorvola
l’ennesima mischia e colpisce
bene di testa, ma mette alto
l’ultima opportunità. La vittoria è della Don Bosco.
VALMILANA
CASTELNOVESE
4
2
MARCATORI: pt 17’ Salvaggio rig., pt
23’ Orsini, pt 44’ Fontana, st 14’
Belvedere, st 21’ Fina, st 32’ Pavese.
VALMILANA (4-3-3): Pasino; Francescon 7, Mamprin 6, Forsinetti 5,
Tiozzo 6; Lazzarin 6, Orsini 6,5 ( st
39’ Vescovi 6), Fontana 6,5 (st 18’
Zanchetta 6); Pavese 7, Salvaggio
6,5, Barboglio 6 (st 25’ Musacchi
6). A disp: Santin, Careddu, Oddone, Pastorello. All. Barile.
CASTELNOVESE (4-3-3): Andriolo; Setti
6 (st 5’ Orsi 5,5), Bellantonio 6, Spinetta 5,5, Trovamala 6; Carniglia 6,
Belvedere 6,5, Sozzè 6,5; Boatti 6
(st 1’ Morello 6), Fina 6, Gatti 5,5. A
disp: Abbari, Maggi, Naccari, Mastarone. All. Tarditi.
ARBITRO: Leone di Collegno 4,5
NOTE: espulso Forsinetti (st 13’)
somma di ammonizioni. Ammoniti: Trovamala, Carniglia, Fontana,
Belvedere, Sozzè, Barboglio,
Mamprin, Lazzarin.
Lobbi (Al)
Marco Mazzaza
La Valmilana calcio tira fuori
gli artigli e domina contro la
Castelnovese. Già al 5’ Fontana
cerca la rete ma senza concludere, successivamente, due angoli dati alla Valmilana al 12’ e
al 15’, portano i padroni di casa
vicini alla rete del vantaggio.
Pericoli entrambi sventati, ma
il gol è nell’aria e appena due
minuti dopo viene concesso un
rigore ai bianco-arancioni che
passano in vantaggio con Salvaggio. Al 22’ un tiro da destra
di Barboglio a pochi metri dalla
porta, partito dal calcio d’angolo di Lazzarin, spiazza il portiere che ribatte la sfera ma non
riesce a fermare la ribattuta
successiva di Orsini, che porta
la squadra di casa al raddoppio.
Allo scadere del primo tempo e
a al 44’ Fontana segna il terzo
gol della partita, mandando tutti al riposo sul 3-0 dopo un breve recupero. Il secondo tempo
inizia all’insegna del nervosismo, con un fallo piuttosto duro di Forsinetti su Sozzè. Un’altra punizione da 30 metri viene
data subito dopo ed è Sozzè
che batte da sinistra, cerca la
porta ma la palla esce di poco,
sfiorando il palo. Al 13’ doppia
ammonizione per Forsinetti
che lascia il campo con qualche
polemica. Il nervosismo tra i
giocatori sale e anche tra gli
spalti non è da meno; sembra
risentirne l’arbitro che spesso
assume decisioni cervellotiche e
non contribuisce a calmare gli
animi. In questo contesto, matura il primo gol della Castelnovese con Belvedere che calcia
una splendida punizione in stile
“maledetta” di Pirlo spiazzando
difesa e portiere. A metà del secondo tempo viene concesso un
rigore agli ospiti dopo un fallo
di Mamprin. Fina non sbaglia
dagli 11 metri e segna, portando il risultato sul 3-2. Partita riaperta, la Castelnovese ora ci
crede, ma il Valmilana non sta
a guardare e al 32’, dopo una
bella azione in area, Pavese va
in gol portando la sua squadra
a 4 reti. Il risultato appare al sicuro, anche perchè siamo già al
40’; Fina sfiora ancora la rete,
ma questa volta su punizione
dai 30 metri: il tiro è potente
ma la palla riesce solo a fischiare sopra la traversa. I ragazzi di
Castelnuovo non riescono a segnare altre reti ma escono a testa alta, mentre il Valmilana incassa tre punti preziosi, seppur
con qualche eccesso di tensione
che in alcune fasi del gioco
avrebbe potuto costare la vittoria; ma così non è stato e il risultato è quanto più conta, al
termine di una gara dai toni
forti.
GIRONE O UÊ*iÀ}œ>ʈëˆÀ>ʏ>ÊۈÌ̜Àˆ>ÊVœ˜ÌÀœÊˆÊÀiܘ>À>Ê
Bartolomeo, portiere Fulvius
,ˆ«>ÀÌi˜â>ÊiÀ}>“>ÃVœ
La formazione della Don Bosco Alessandria; sopra, l’undici della Spinettese
LE ALTRE GARE DEL GIRONE P
G3 REAL NOVI
GARBAGNA
0
0
G3 REAL NOVI: Arlotti, Priano, Caruso (20’ st Dal Ponte), Bernardi, Seminara, Osso, Ghiglione, (16’ st Farahat) Riccio, Di Leo, Koci (25’ st
Motto), Apicella. A disp. Veneri,
Macrì, D’Ambra, Cascio. All. Armento.
GARBAGNA: De Micheli, Angelini,
Toso, Fanfani, Di Gioia, Gardella,
Toscano (30’ st Marcantonio), Prato, Schenone (15’ st Mongiardini)
Quaglia, Gemme (25’ st Vitaliano).
All. Galardini.
MORNESE
MONTEGIOCO
1
1
MARCATORI: pt 5’ Candiloro, 40’ G.
Mazzarello.
MORNESE: Ghio, F. Mazzarello, Paveto, Pestarino, A. Mazzarello, Malvasi, Priano, Campi, S. Mazzarello, G.
Mazzarello, Cavo. A disp. Soldi, Tosti, Bruzzone, Giordano, Parodi,
Barletto, Albertelli. All. Boffito.
MONTEGIOCO: Costa, Manesso, Krokrea, Tolve, Candiloro, Sciano, Yassin, Faliero, Mazzarello, El Attari,
De Luca. A disp. Pinna, Cazzola,
Cosseddu. All. M. Candiloro.
NOTE: espulso Costa (10’ pt).
GIRONE P
POZZOLESE
AUDAX ORIONE
2
1
MARCATORI: pt 9’ Cassano; st 12’
Cottone, 38’ Giacobbe rig.
POZZOLESE: Goracci, Contiero,
Asborno, Di Leo, Grillo, Todarello,
Terragno, Giacobbe, Olivieri, Cottone, La Rosa. A disp. Bobbio, Bigoni, Baucia, Speranza, Aperniani,
Cairo, Reyes. All. M. Baucia.
AUDAX ORIONE: G. Russo, F. Russo,
Lardo, Asti, Marchetti, Rapeni, Orsi,
Giovinazzo, Cassano, Sacchi, Mattiello. A disp. Pampirio, Gatti, Ferreri, Colondri, Martello, Choubi,
Cacisi. All. Di Caro.
PADERNA-LERMA CAPRIATA N.D.
NOTE: Parita rinviata per problemi
sul campo di gioco del Paderna:
cede un muretto nei pressi del
terreno di gioco.
G3 REAL NOVI-GARBAGNA
MORNESE-MONTEGIOCO
PADERNA-LERMA CAPRIATA
POZZOLESE-AO S.BERNARDINO
SPINETTESE-DON BOSCO AL
VALMILANA-CASTELNOVESE
HA RIPOSATO: MOLINESE
0-0
1-1
RINV.
2-1
1-2
4-2
Classifica
PT
POZZOLESE
23
VALMILANA
21
DON BOSCO AL 17
G3 REAL NOVI 14
LERMA CAPRIATA 13
PADERNA
12
A.S.BERNARDINO 10
GARBAGNA
8
SPINETTESE
8
MOLINESE
7
CASTELNOVESE 6
MONTEGIOCO
5
MORNESE
3
G
9
8
8
8
7
8
8
8
8
8
9
9
8
V
7
7
5
4
4
3
3
2
2
2
1
1
0
N
2
0
2
2
1
3
1
2
2
1
3
2
3
P
0
1
1
2
2
2
4
4
4
5
5
6
5
F
17
19
12
17
12
10
10
7
10
11
10
6
10
S
6
9
5
11
7
8
11
10
13
14
19
21
17
Prossimo turno
AO S.BERNARDINO-PADERNA
CASTELNOVESE-MOLINESE
DON BOSCO AL-MORNESE
GARBAGNA-SPINETTESE
LERMA CAPRIATA-G3 REAL NOVI
MONTEGIOCO-VALMILANA
RIPOSA: POZZOLESE
LE ALTRE GARE DEL GIRONE O
CASTELLETTO M.
PONTI CALCIO
2
2
MARCATORI: pt 5’ Piazza, 30’ Sardella, 46’ De Rosa; st 20’ Novello.
CASTELLETTO MONFERRATO: Barboglio, Mazza, Santacasa, Scaglia,
Novello, Zamboni, Tagliafico, Ammirata, Zanardi, Piazza, Ancell. A
disp. Rolando, L. Rolando, Mancuso, Vanin, Davite. All. L. Rolando.
PONTI: Dotta, Borgatta, Debernardi, Cirio, Faraci, Leveratto, Giacchero, Lovisolo, Sardella, De Rosa,
Castorina. A disp. Ameglio, Levo,
Conta, Minetti, Gazia, Basile. All.
Mondo.
CERRO PRAIA
MONFERRATO
8
0
MARCATORI: pt 1’ Saviano, 15’ Ferro;
st 2’ Capra, 12’ Ferrero Ginosa, 20
Saviano, 35’, 40’ e 45’ Marchiò rig.,
CERRO PRAIA: Milano, Schiavone,
Ferrero Ginosa, Locatelli, Ferro
(15’ st Barisone), Fassio, Mosca (30’
st Marchiò, Capra, Saviano, Poggio, Ferro. A disp. Tonin, Pavese,
Giarrizzo, Capuano. All. Zichi.
MONFERRATO: Bacchin, Mantovani,
Giacobbe, Carà, Arzani, Leggieri,
Greggio (pt 20’ Capettini), Bircaj
(20’ st Dettoni), Imperati, Sparacino, Misiti (1’ st Mancuso). A disp.
Jain, Naini, Fina. All. Sala.
NICESE
CASALCERMELLI
BERGAMASCO
FRESONARA
4
0
MARCATORI: pt 17’ G. Pergola, 33’
Sorice, 39’ G. Pergola; st 27’ G. Pergola
BERGAMASCO (4-4-2): Gandini ng, P.
Cela 6, Ciccarello 6, Bonagurio 6.5,
Tripiedi 6; Braggio 6.5, Quarati 6.5
(28’ st Petrone ng), Lovisolo 6.5,
Sorice 6.5; Zanutto 6 (20’ st S. Pergola 6), G. Pergola 7.5 (33’ st Furegato ng). A disp.: Lava, Cerutti, Sassarini, Morongiu. All.: A. Quarati
(Caviglia indisponibile).
FRESONARA(4-4-2): Rodriguez 6.5;
Bianchi 5, Piana 5, Di Rubba 5, Busatto 5 (1’ st Meda 6); S. Falciani
5.5, Sacco 5 (1’ st Nicolosi 6),
Schiera (1’ st Laguzzi 6), Belli 6; A.
Falciani 5, A. Dionello 5. A disp: Caravaggio, Di Pasquale, Milazzo. All:
Trussi (squalificato).
GIRONE O
3
1
MARCATORI: pt 30’ Memeti rig., 10’
Velkov rig., 20’ Dogliotti, 25’ Barida.
NICESE: Armerio, Paschina, Caligaris, Roccazzella, Merlino, Velkov,
Sirb, Amandola, Rascanu, Cantarella, Dogliotti. A disp. Barida, Colelli, Sosso. All. Calcagno.
CASALCERMELLI: D. Cermelli, Tartara,
Gagliano, Noto, A. Cermelli, Cantone, Guazzone, Memheti, Maffei,
Rinaldi, Sansebastiano. A disp. Fusetto, S. Cermelli, Trocca, Barberi,
Biancardi, Continanza, Alaimo. All.
Mandrino.
SEXADIUM
BISTAGNO V.B.
1
0
MARCATORE: pt 30’ Mobilia.
SEXADIUM: Gallisai, Bonaldo, Ferraris, Parodi, Calligaris, Ruffato, Fundoni, Caliò, Mobilia, Pace, Foglino.
A disp. Sacchinelli, Griffi, Boidi,
Avella. All. Moiso.
BISTAGNO VALLE BORMIDA: Giacobbe,
Piovano, Gregucci, Palazzi, Serio,
Astesiano, Alberti, Dotta, Viotti,
Bongiorni, Foglino. A disp. N. Dotta, Moscardini, Cavallotti, Basso,
Bocchino. All. Caligaris.
BERGAMASCO-FRESONARA
CASTELLETTO M.-PONTI
CERRO-MONFERRATO
FELIZZANOLIMPIA-FULVIUS 1908
NICESE-POL. CASALCERMELLI
SEXADIUM-BISTAGNO V.B
HA RIPOSATO: CALLIANO
4-0
2-2
8-0
2-1
3-1
1-0
Classifica
PT
FULVIUS 1908 19
BERGAMASCO 18
FELIZZANOLIMPIA16
CASALCERMELLI 15
SEXADIUM
15
CALLIANO
14
NICESE
9
PONTI CALCIO 9
CERRO
9
FRESONARA
8
CASTELLETTO M. 7
BISTAGNO V.B. 5
MONFERRATO
3
G
9
8
8
8
9
8
8
8
8
8
9
9
8
V
6
5
4
4
4
4
2
2
3
2
2
1
0
N
1
3
4
3
3
2
3
3
0
2
1
2
3
Prossimo turno
BERGAMASCO-FELIZZANOLIMPIA
BISTAGNO V.B.-FULVIUS 1908
FRESONARA-CERRO
MONFERRATO-NICESE
POL. CASALCERMELLI-CALLIANO
PONTI CALCIO-SEXADIUM
RIPOSA: CASTELLETTO M.
P
2
0
0
1
2
2
3
3
5
4
6
6
5
F
22
14
15
18
10
10
12
11
16
7
11
6
7
S
14
5
5
10
7
11
10
12
17
14
19
15
20
Bergamasco (Al)
Elio Merlino
Torna a vincere e a sorridere il
Bergamasco dopo due pareggi
consecutivi, calando un poker di
reti sul Fresonara che rimane invece inguagliato nelle zone torbide della classifica. Bastano pochi
minuti per capire il trend della
gara: locali padroni della partita e
Fresonara che non riesce a ferire
e pungere la difesa locale. Due
minuti appena e i padroni di casa
sfiorano il vantaggio, prima con
punizione di Zanutto sul fondo e
poi con tiro di Lovisolo salvato da
Rodriguez. Il gol però è nell’aria e
arriva al 17’ con girata sotto misura di G Pergola susseguente ad
angolo: 1-0.
Il Fresonara si fa notare al 30’ con
Belli che evita Gandini ma trova
il suo tiro respinto sulla linea da
Cela, poi il raddoppio, che si materializza al 33’: cross di Quarati e
Sorice al volo mette dentro; prima della fine del primo tempo al
39’ c’è tempo per il terzo sigillo,
secondo personale di G Pergola
con docile pallonetto.
Nella ripresa la gara scema di ritmo, ma arriva anche il poker, ancora di G Pergola che firma la sua
tripletta personale.
Al termine per gli ospiti parla il
giocatore Laguzzi: «Siamo entrati
in campo in maniera confusa e
non con la giusta verve, loro hanno ottime individualità e hanno
strameritato la vittoria». Per i padroni di casa il presidente Benvenuti dice: «Era importante tornare a vincere, sono veramente contento della stagione che stiamo vivendo e cercheremo di rimanere
nei quartieri alti sino al termine»,
poi, sul fronte mercato che si
aprirà a breve aggiunge: «Siamo
contenti dei giocatori che abbiamo ma se arrivasse l’occasione
giusta per migliorare la squadra
non ce la faremo sicuramente
sfuggire».
13
Lunedì 10 novembre 2014
Il Corriere delle Province
Seconda categoria
PRO SAVIGLIANO
MURAZZO
1
0
MARCATORE: st 41’ Pengue.
PRO SAVIGLIANO (3-4-3): Dompè 6.5;
Deideri 6.5, Fiorito 6.5, Oberto 6;
Bolle 7, Bertola 6, Riccardi 6, Gavatorta 6 (21’ st Eziani 6); Giraudo 6,
Ferrero 5.5 (35’ st Pengue 6.5),
Giuliarano 5.5 (11’ st Finocchiaro
5.5). A disp. Diga. All. Leatico.
MURAZZO (4-4-2): A.Giraudo 6; I. Farcas Lohan 6 (21’ st Peano 6) , Bernardi 6, Paladini 6, Bosio 6 (5’st Sonea 5.5), M. Farcas Lohan 6, Carnevale 6, Bertolini 6.5, Buluggiu 6.5,
Tozzo 5.5 (36’ st Gagna 5.5), Pompeiano 6. A disp. M.Giraudo, La
Mantia, Perna. All. V.Francone.
ARBITRO: Farina di Collegno 6
GIRONE L
BUTTIGLIERESE-P. SOMMARIVA
4-0
MARCATORI: : Dessì, leri 2, Pilloni
BUTTIGLIERESE: Garbarini, Massazza,
Milani, Continiello, Ferrari, Gallino,
Sullo, Paternò, Boscarato, Dessì (30’
st Pilloni), Leri. A disp. Pasta, M. Migioia, A. Migioa, A. Mantovani, Caon.
All. F. Mantovani.
PRO SOMMARIVA: Ferrero, Gueye, Binello, Cornero, Borio, Martino, Berbotto, Nervo, Muo, Pennucci, V. Mollo. A disp. Giacosa, Magis. All. Pellegrino.
PRO VALFENERA-CANALE
1-1
MARCATORI: st 30’ Vico, 37’ Geraci
PRO VALFENERA: Forni, Vessio, Musso,
Ghione, Foulel, Geraci, Baldanza,
Boschetto, Cerruti (42’ st Amatuzzo), Potenza, Marah (25’ st Bertolino). A disp. Napolitano, Scalzo, Camia, Noviglio, Cucco. All. Giromini.
CANALE: Bledig, Rolando, Bordone,
Matteoda, Pola, Baracco, Vico, Rinaldi, Barra, Habibi, Murru. A disp. Bonetto, N. Fontanone, D. Fontanone,
Cavagnero, D’Angelo, Simonetti. All.
G. Anelli.
SOMARIVESE-SANFRÈ
4-1
MARCATORI: pt 10’ Biestra, 20’ Raucci,
38’ Martini; st 18’ Sufaj, 30’ Abate.
SOMMARIVESE: Biffo, Martini (30’ st
Chiavazza), Reinero (20’ st Abate),
Biestro, Roccia, La Maddalena, Capitano, Ferlita, Anelli, Sufaj (39’ st Gerlero). A disp. Spanò, Grasso, Carro,
Piperno. All. G. La Maddalena.
SANFRÈ: Sarale, Alessio, Cosmai, De
Boni, Causevic (13’ st Cuniberto), Aimone, Macchì (42’ pt Giacosa), Bruno, Oliverio, Pane, Alioune, Raucci
(40’ st Ndiaye). A disp. Ghiglia, Bonfaini, Castagnino, Brondino. All. Ciravegna.
Pengue decisivo
Savigliano (Cn)
Gianluca Folgori
L
e mura amiche del Morino sorridono alla Pro Savigliano
che nel finale vince di misura contro il Murazzo del neo
tecnico Francone conquistando tre punti che le permettono di agganciare i fossanesi in classifica.
E’ stata partita che si può sintetizzare a grandi linee con l’espressione “un tempo per parte”, anche se entrambe le squadre sono riuscite a rendersi pericolose in pochissime occasioni rendendo la partita
a lunghi tratti noiosa. Nella prima frazione sono i padroni di casa a
comandare il gioco pungendo in particolare sulla corsia destra
sfruttando la velocità di Bolle, senza riuscire però mai a impegnare
Alessio Giraudo. Si deve arrivare al 19’ per registrare la prima
occasione,che poi arriva a gioco fermo visto che è la rete annullata
in mischia a capitan Bertola per fuorigioco. Il Murazzo è tutto in
un potente tiro dalla distanza di Carnevale bloccato in due tempi
da Dompè, ma grazie all’atteggiamento difensivo e alla scarsa vena
offensiva dei locali i biancoblù non rischiano nulla fino al thè caldo. Nella ripresa invece gli ospiti scendono in campo con un altro
spirito alzano notevolmente il baricentro favoriti anche dall’atteggiamento quasi rinunciatario dei locali, che sembrano più interessati a spezzare la manovra altrui che a costruire. Le vere occasioni
però sono tutte figlie di sviluppi da calcio da fermo, come la pregevole punizione da posizione defilata di Buluggiu destinata a insaccarsi nel sette ma sventata in corner da un gran intervento di Dompè (7’). Propri sugli sviluppi dei tiri dalla bandierina i ragazzi di
Ferrero si rendono pericolosi con le insidiose parabole tracciate
dalla sinistra da Bertolini e dal lato opposto da Buluggiu che al 31’
chiama Dompè alla respinta difficoltosa. Gli ospiti con il passare
dei minuti tendono sempre più a scoprirsi, convinti di portare a casa i tre punti, non facendo però i conti con la velocità di Bolle che
nel finale si risveglia imperversando sulla destra. Al 40’ l’esterno si
invola sulla fascia e accentra per Riccardi che arriva con un attimo
di ritardo mancando la deviazione vincente da pochi passi. Poco
male, ancora Bolle sfugge alla difesa evitando la trappola del fuorigioco, serve Pengue, bravo a tenere basso il pallone, che piega i
guanti di Giraudo per il gol beffa che decide l’incontro.
CORTEMILIA-SALSASIO
CORTEMILIA: Rabino, Degiorgis, Vinotto (30’st Ferrino), Savi, Proglio,
Bertone (19’st Chiola), A.Scavino
(19’st Merolla), Greco, Maggio,
Barberis, Tonti. A disp. Roveta, Molinari, Brusco, Dotta. All. Ferrero.
SALSASIO: Bora, Zaccaria, Ratto, D.
Valenti (26’st Bogdan), Calzolai,
Franco, Potecorvo (42’st Vitale),
F.Valenti, Loduca, Cena, Bortone. A
disp. Dongiovanno. All. P.Valenti.
NOTE: espulso Savi (15’st) per somma di ammonizioni.
PEROSA-ATL. RACCONIGI
PIOSSASCO-P. POLONGHERA 1-3
MARCATORI: pt 11’ R.. Grande; st 2’ S.
Mennitto, 21’ Fobert (Pol), 30’ Valenti (Pi.)
BUTTIGLIERESE-P.SOMMARIVA
CORTEMILIA-SALSASIO
PRALORMO-MEZZALUNA
P.VALFENERA-CANALE
SOMMARIVESE-SANFRÈ
TORRETTA-SPARTAK SD
RIPOSA: STELLA MARIS
8
8
8
8
9
8
9
8
9
8
9
8
8
6
5
5
4
4
4
4
3
3
2
1
0
0
2-2
CARRRÙ-BISALLTA
3-2
3-0
1-3
1-0
3-1
1-0
2-2
2-1
AMA BRENTA CEVA
TRE VALLI
1
0
AZZURRA-AUX. CUNEO
CARRÙ-BISALTA
FONTANELLESE-VILLANOVA CN
MONASTERO-SAN BENIGNO
SANMICHELESE-AMA BR. CEVA
TRE VALLI-BAGNASCO
RIPOSA: CARAGLIO
Risultati
AMA BRENTA-TRE VALLI
A.CUNEO-MONASTERO
BAGNASCO-AZZURRA CN
BISALTA-FONTANELLESE
S.BENIGNO CN-CARRÙ
VILLANOVA CN-CARAGLIO
RIPOSA: SANMICHELESE
FONTTANELLESSE-VILLANNOVA
0-1
MONNASTEROO-S. BENIGGNO
1-2
SAN MICHELLESE-AMAA CEVA
2-1
PT G V N P F S
9
9
9
9
9
9
9
9
9
9
9
9
9
9
6
5
5
4
5
4
2
2
3
3
3
2
2
0
2
3
2
5
2
3
5
4
1
1
1
2
0
3
1
1
2
0
2
2
2
3
5
5
5
5
7
6
18
19
22
11
14
13
11
8
14
14
6
14
8
10
11
9
13
7
10
8
10
8
15
16
12
20
18
25
2-0
AUXILIUM CUNEO
MONASTERO VASCO
PT G V N P F S
AZZURRA CN
BISALTA
SANMICHELESE
AMA BRENTA
CARRÙ
S.BENIGNO CN
CARAGLIO
TRE VALLI
A.CUNEO
FONTANELLESE
BAGNASCO
MONASTERO
VILLANOVA CN
28
19
18
18
18
15
15
13
12
10
9
6
3
11
10
10
10
10
10
10
11
10
10
10
10
10
9
6
5
5
5
3
4
4
3
3
2
2
1
1
1
3
3
3
6
3
1
3
1
3
0
0
1
3
2
2
2
1
3
6
4
6
5
8
9
31
20
28
19
15
13
15
10
15
9
7
6
5
7
12
12
11
15
11
15
13
19
9
19
32
18
Prossimo turno
Prossimo turno
TRE VALLI-BAAGNASCOO
1-0
1-2
0-3
1-0
1-1
1-2
Classifica
Classifica
SPORT ROERO 20
RORETESE
18
COSTIGLIOLESE 17
GENOLA
17
BANDITO
17
OL.SALUZZO
15
VILLAFALLETTO 11
MURAZZO
10
MANTA
10
PRO SAVIGLIANO 10
S.CHIAFFREDO 10
V.SOLARO
8
VAL MAIRA
6
DEA NARZOLE 3
2-2
3-2
0-1
1-2
2-1
2-0
AZZURRA CN-AMA BRENTA
BISALTA-VILLANOVA CN
CARRÙ-A.CUNEO
FONTANELLESE-S.BENIGNO CN
MONASTERO-BAGNASCO
SANMICHELESE-CARAGLIO
RIPOSA: TRE VALLI
BANDITO-DEA NARZOLE
MANTA-GENOLA
MURAZZO-VAL MAIRA
PRO SAVIGLIANO-OL.SALUZZO
S.CHIAFFREDO-VILLAFALLETTO
SPORT ROERO-RORETESE
V.SOLARO-COSTIGLIOLESE
GIRONE M
1
2
COSTIGLIOLESE
MANTA
3
0
DEA NARZOLE
SPORTROERO
1
3
MARCATORI: st 25’ Raineri.
AMA BRENTA CEVA: Pagotto, Fornaro,
Raineri, Accomo, Donghi, Ferrero,
Giribone, Deda (35’ st Ghisolfo),
Viola (10’ st Jaku), Bagnasco, Ghiglia (15’ st Rozio). A disp. Patrone,
A. Suria, Canavese, Bracco. All. M.
Suria.
TRE VALLI: Bongiovanni, Cazzoli,
Gonella, Lanza, Bestiale, Rossi,
Grosso, Fresia, Ponzo (15’ st Nunez), Grimaldi, Bellini. A disp. Dadone, Hamsa, Briatore, Mandaglio,
Servetti. All. Penazzo.
MARCATORI: pt 10’ Imbimbo, 30’ pt
Restagno; st 13’ V. Vinai.
AUXILIUM CUNEO: Minero, Mjeda (5’
st Vijge), Frascaro, Molineris, Baitonge, Borgognone, C. Cataldo,
Landra, Poetto (M. Cataldo), Imbimbo, Barazzotto. A disp. Chandouri, Palomino, Sasso, Gozzo. All.
Barbera.
MONASTERO VASCO: Gozzi, Coccalotto, Botto, Tealdi, V. Vinai, Griseri,
Longo, Roà, Restagno, Bella, Paupini (20’ st Giacosa). A disp. De
Piano, Ansaldi. All. Vinai.
NOTE: espulsi Molineris (10’ st), Imbimbo (16’ st), Landra (17’ st), Minero (23’ st), Tealdi (20’ st).
MARCATORI: pt 15’ Monge Malita; st
5’ Insinna, 15’ Falco.
COSTIGLIOLESE: Bodrero, Berardo,
Ser. Brero, Nicolino, M. Campagno,
Bonetto (15’ st Pomir), Falco (20’ st
Giacchero), Rosa, Monge Malita
(30’ st A. Gabutto), Insinna, M. Gabutto. A disp, Sil. Brero, Tolosano,
Bunino, Demichelis. All. Ferrero
MANTA: Bertola, Radosta, Rondino,
Testa, Para, Cacossa, Vincenti, Dematteis, Casalloni, Motta, Delmastro. A disp. Falco, Melifiori, Percoco, Ponzi, Nicolino, Marchetti, Gaboardi. All Genova (in panchina
Gavatorta).
NOTE: espulso A. Gabutto (48’ st)
MARCATORI: : pt 29’ Miele; st 3’ Segalini, 15’ Cerone rig. 17’ Riorda.
DEA NARZOLE: Vaira, Ciravegna (10’
st Montanara), Ricca, Veglio, Migliorino, Rapalino, Andelkovic, Cerone, Lagdani, Thiam As, Plepi. A
disp. Mascarello, Moldovanu, Daniele. All. Ciravegna.
SPORTROERO: Pensa, S. Badellino
(25’ st E. Badellino), Boggione, D.
Valeriotti, Sandri, L. Valeriotti, Miele (33’ st Bertolone), Capocchia,
Riorda, Dogliani (16’ st Lambardi).
A disp. Fedele, Cristino, Magliano,
Scapparone. All. Crepaldi.
NOTE: espulso Rapalino (30’ pt) per
fallo da ultimo da uomo.
BAGNASCO
AZZURRA
BISALTA
FONTANELLESE
GENOLA
SAN CHIAFFREDO
OLIMPIC SALUZZO
VILLAFALLETTO
4-0
2-1
1-2
1-1
4-1
0-0
0
3
1
0
1
0
3
1
MARCATORI: pt 20’ Villani; st 10’ M.
Dalmasso I, 30’ M. Dalmasso II.
BAGNASCO: Fornaseri, F. Rizzo, Debernocchi, Zecchino (4’ pt G. Albanto), Regis, Grosso, A. Rizzo, Lepori, Bongiovanni (20’ st Brunetti),
Minopoli (1’ st Kulla), Strinini. A disp. Seferi, Pappalardo, E. Albanto.
All. Santini.
AZZURRA: Ferrero, Ghibaudo (30’ st
Comino), Oggero, Caldano, Gribaudo, M. Mana, S. Mana, Tomatis,
M. Dalmasso I, Vallati (20’ st M. Dalmasso II), Villani. A disp. (15’ st ). A
disp. Castellino, Terzo, Gazzera,
Chemraoui. All. Burgato.
NOTE: 11’ st Ferrero para un calcio
di rigore a Bongiovanni.
MARCATORI: : st 35’ M. Dalmasso.
BISALTA: Parodi, Manes, L. Bottasso,
M. Bottasso, Gallo, Salviani, Villani,
Sheu (20’ st M. Dalmasso), D’Errico, Franco, Addedimeji (25’ st Bora). A disp. Bertolino, Giampapa.,
Quaranta. All. D’Errico.
FONTANELLESE: Dutto, Cavallera, A.
Barale, Giordano (25’ st Fantino),
Armando, Migliore, Bruna, Vasto
(30’ st Pellegrino), Goletto, Librizzi,
F. Dalmasso (30’ st Politano). A disp. Monaco, Boaglio, Fiorio, Revelli.
All. Barale.
MARCATORI: st 44’ Garino.
GENOLA: Rovere, Bedino, Olivero,
Ariaudo (12’ st Garino), Menso,
Caudana, Foletto, Tortalla (15’ pt
Carena), Testa, Pansa, Nayaga (28’
st Ruffino). A disp. Vassallo, Lamberti, Estienne, Tosco. All. Gullino.
SAN CHIAFFREDO: Lucian, Eandi, Giacoma, Dutto, Giaraudo, Frau, Garello, Tallone, Bottero, Pallo. A disp.
Castagno, Dalmasso, Piola, Gribaudo. All. Mazza.
NOTE: ammonito Ruffino.
MARCATORI: pt 1’ Bordino, 10’ Bodrero rig.; st 30’, 47’ Bordino.
OLIMPIC SALUZZO: Dalmasso, Costa,
Martino (25’ st Pidutti), Iaconiello,
Fenoglio, Rinaudo, Parola, Dao
(35’ st Barbero), Da Costa (5’ pt
Quaglia), Chiappero, Bordino. A
disp. Isoardo, Galbesio, Piccolo, Allamandi. All. Costa.
VILLAFALLETTO: Quaglia, Bertaina,
Racca, Biamonte, Peano (32’ st Parola), Benatti, Faccia, Mandrile (30’
st Aimo), Bonino (10’ st Barra), Bodrero, Servetti. A disp. Margaria.
All. Bottero.
NOTE: espulsi Costa (3’ pt) per fallo
di reazione, Parola (35’ st) per
doppia ammonizione.
SAN BENIGNO
CARRÙ
VILLANOVA
CARAGLIO
RORETESE
VILLANOVA SOLARO
VAL MAIRA
BANDITO
Classifica
PT G V N P F S
18
17
15
14
14
13
13
12
11
9
7
4
2
AZZURRRA-AUXX CUNEO
COSTIGLIOLESE-MANTA
DEA NARZOLE-SPORT ROERO
GENOLA-S.CHIAFFREDO
OL.SALUZZO-VILLAFALLETTO
PRO SAVIGLIANO-MURAZZO
RORETESE-V.SOLARO
VAL MAIRA-BANDITO
Infrasettimanale
0-1
MARCATORI: pt 10’’ Carta.
Classifica
ROPIOSSASCO
P.POLONGHERA
PEROSA
CANDIOLO
BRICHERASIO
VINOVO BOYS
ATL.RACCONIGI
AUR.PIOSSASCO
BRUINESE
SAN BERNARDO
SAN PIETRO VL
SCALENGHE
ROLETTO
2-1
MARCATORI: pt 14’ Loduca; st 23’,
43’ Maggio.
GIRONE L
0-1
1-3
0-2
0-0
2-2
1-0
GIRONE M
INFRASETTIMANALE
GIRONE N
GIRONE N
GIRONE I-L
GIRONE I
PEROSA-ATL.RACCONIGI
PIOSSASCO-P.POLONGHERA
ROLETTO-AUR.PIOSSASCO
SAN BERNARDO-SCALENGHE
SAN PIETRO VL-BRICHERASIO
VINOVO BOYS-BRUINESE
RIPOSA: CANDIOLO
GIRONE N
GIRONE M U Murazzo beffato a 5’ dalla fine, Pro Savigliano in festa
0
2
0
2
2
1
1
3
2
3
4
4
2
Prossimo turno
ATL.RACCONIGI-CANDIOLO
AUR.PIOSSASCO-VINOVO BOYS
BRUINESE-PEROSA
P.POLONGHERA-ROLETTO
SAN BERNARDO-SAN PIETRO VL
SCALENGHE-PIOSSASCO
RIPOSA: BRICHERASIO
2
1
3
2
3
3
4
2
4
3
4
4
6
18
20
15
12
19
14
14
9
15
10
10
12
7
11
10
11
7
19
10
17
11
15
11
16
17
20
PT G V N P F S
STELLA MARIS
CORTEMILIA
MEZZALUNA
PRALORMO
CANALE
SANFRÈ
BUTTIGLIERESE
SPARTAK SD
P.SOMMARIVA
SALSASIO
TORRETTA
P.VALFENERA
SOMMARIVESE
18
18
16
14
14
13
12
11
10
6
5
5
5
8
9
9
8
8
8
8
8
9
9
8
8
8
5
5
4
4
4
4
3
3
3
2
0
1
1
3
3
4
2
2
1
3
2
1
0
5
2
2
Prossimo turno
CANALE-SOMMARIVESE
MEZZALUNA-BUTTIGLIERESE
P.SOMMARIVA-STELLA MARIS
P.VALFENERA-CORTEMILIA
SANFRÈ-TORRETTA
SPARTAK SD-PRALORMO
RIPOSA: SALSASIO
0
1
1
2
2
3
2
3
5
7
3
5
5
25
12
14
20
11
16
12
16
15
10
7
7
9
7
7
10
10
6
11
11
13
23
14
13
21
28
1
1
MARCATORI: pt 6’ Diallo, 33’ Grosso.
SAN BENIGNO: Melis, A. Parola, Pellegrino, Diallo, Spada, Provenzale,
Magnaldi, Dalmasso, Bernardi,
Tassone, Ceravolo. A disp. Giordanengo, Marino, M. Parola, Ricca,
Tucci, Bruggiafreddo, Demichelis.
All. Garello.
CARRÙ: Cavarero, Brenta, Apicella,
Rossi, A. Chiecchio, Grosso, Filippi,
Crosetti, Borghese, Costantino,
Ferreri. A disp. Renna, Chiecchio,
Viotto, Boeti, Peirano, Chisari. All.
Gonella.
1
2
MARCATORI: : pt 34’ Boeti, 35’ Chioso
rig., 37’ Perano.
VILLANOVA: M. Musso, Man. Bellintani, Paglaino, D’Angelo, Mar. Bellintani, Martinengo, Corte, S. Guida, Boeti, Bergamasco, Biale. A disp. Giffra, Lafleur, Hamdi, Muzhaqi,
Pedrazzi, Yania, Avagnina.
CARAGLIO: Magnaldi, Cherasco (35’
st Veneri), Armando, Risso, Perotto, Dutto, Provenzano (10’ st Martini), Ciretti, Chioso, Perano, Aime
(35’ st Modica). A disp. Verra, Mattiauda, Comba. All. J. Veneri.
NOTE: ammoniti Magnaldi, Curetti,
Provenzano.
2
2
MARCATORI: pt 3’ C. Genco, 20’ A.
Apuzzo, 30’ Fissore, 40’ Panero.
RORETESE: Tobia, Rinaudo, M. Aimonino, S. Ariaudo, M. Ariaudo, Panero, Costantino, M. Russo, Fissore,
Lenta (15’s Florio), Pane (25’ st
Astegiano). A disp. Bori, Pellegrini,
Astegiano, Scognamiglio, L. Aimonino, L. Russo. All. Bonino.
VILLANOVA SOLARO: Macheda, C.
Genco, Bodrero, Botta, Meconi,
Ambrassa, Giustetto, D. Genco
(27’ st I. Apuzzo), A. Apuzzo (20’ st
Tealdi), Perrone, Delpiano (30’ st
Vinai). A disp. Gallarate, Rinaudo,
Trombetta, Marino. All. Caratto.
NOTE: ammoniti Lenta.
1
2
MARCATORI: pt 13’ Coero Borga, 40’
Bonetto; st 10’ Oberto.
VAL MAIRA: Mandrile, Reineri, Barbero, Oberto, Meloni, Raina, Garnero, Leonino, Coero Borga (1’ st
Briatore, 28’ st Bertolotti), Beltritti,
Dutto. A disp. Sonzini, Einaudi, Garino. All. Margaria.
BANDITO: R. Milano, M. Milano, D.
Morra, F. Morra, Turletti, Pennaccino, Baiardino, Bonetto, Maffettone, Montà, Melissano. A disp. Allocco, Piras, Deboni, Rapisarda. All.
F. Turletti.
14
Lunedì 10 novembre 2014
Il Corriere delle Province
Terza categoria
GIRONE ALESSANDRIA UÊ
œ˜Ê>Ê
>ÃÌi>ÀiÃiÊvˆ˜ˆÃViÊ>ÊÀïÊLˆ>˜V…iʘœ˜œÃÌ>˜ÌiÊ՘Ê}À>˜Ê˜Õ“iÀœÊ`ˆÊœVV>Ȝ˜ˆ
6>“>`œ˜˜>]ʓ>˜V>Ê܏œÊˆÊ}œ
VALMADONNA
CASTELLARESE
0
0
SOMS VALMADONNA (4-3-3): Papale
6.5; Ottone 6; Salvucci 6; Fava 6.5;
Crimaldi 6.5; Nunziante 6; Ronchiato 6; Peluso 6; Giugno 6 (24’ st
Daja 6); Rosato 6 (1’ st Graci 7); Lo
Proto 5.5 (17’ st Raiteri 6). A disp.:
Daja; Giacinto; Ensabella; Raiteri;
Gagliardini; Graci. All. Santamaria.
CASTELLARESE (4-3-3): Orsi 6.5; Boboc 6; Stevanovic 5.5; Bovone 6;
Boccagatta 6; Gharab 6.5; Chiesa
7; Vaccarella 6; Montano 6.5; Merlanti 6 (33’ st Tropiano 6); Redi 6. A
disp.: Cartasegna; Buzzi; Tropiano.
All. Redi.
ARBITRO: Valenti di Alessandria 5.5.
NOTE: recupero: pt 1’; st 3’. Calci
d’angolo: 4-4. Ammoniti Boboc,
Ronchiato, Nunziante, Montano,
Boccagatta, Crimaldi, Salvucci.
Valmadonna (Al)
Mattia Stango
U
n punto per parte che accontenta tutti,
anche se questo pareggio senza reti sta
senz’altro più stretto al Valmadonna che
alla Castellarese.
Il primo tempo si è giocato in maniera estremamente equilibrata, con nessuna delle due squadre
in grado di prevalere. La prima azione pericolosa
la crea la compagine di casa, con Nunziante che
mette Giugno solo davanti al portiere con un preciso passaggio filtrante, ma l’attaccante non è
bravo a sfruttare l’occasione e facilita così il compito del portiere ospite, calciandogli il pallone letteralmente addosso. Passano 4’, e la Castellarese
replica con una bella punizione di Chiesa, che effettua un tiro a giro sul primo palo che il portiere
del Valmadonna è bravo a respingere in angolo.
Sul finire di tempo, i ragazzi di mister Santamaria sprecano un’altra occasione da rete con Lo
Proto che, lanciato in area da Giugno, si allunga
troppo il pallone, favorendo così l’uscita del castellarese Orsi. Nel secondo tempo è tutta un’altra
storia, con il Valmadonna molto più aggressivo e
pericoloso, grazie soprattutto all’ingresso in campo di Graci, che dà maggiore profondità alla manovra valmadonnese. Ed è proprio Graci che, al
3’, serve a Giugno il pallone del possibile vantaggio, ma il suo tentativo di pallonetto si spegne sul
fondo. Al 5’, è sempre il Valmadonna a rendersi
pericoloso, con Fava che da un calcio da fermo
realizza un gran tiro da distanza notevole, che però il portiere avversario è bravo a neutralizzare.
Ma al 12’, gli ospiti cercano di uscire dalla propria metà campo, con un tiro di Montano dal limite dell’area che passa di poco lontano dal palo
destro della porta difesa da Papale. Ed è lo stesso
Montano, pochi minuti più tardi, ad impensierire
la difesa casalinga, con un altro bel tiro deviato in
angolo dall’estremo difensore. Al minuto 24’ torna invece ad attaccare il Valmadonna, con Giugno messo nuovamente a tu per tu col portiere,
questa volta da Raiteri, ma Orsi si fa ancora trovare pronto e con un ottimo riflesso mette una
pezza sul tiro dell’attaccante. Sul finire di gara è
sempre il Valmadonna a condurre il gioco, ma le
due azioni più nette arrivano dai castellaresi, con
una doppia punizione battuta da Chiesa prima al
39’ e, poi, al 45’, entrambe molte velenose ma
prontamente respinte dal solito Papale. Un match
dal quale il Valmadonna avrebbe sicuramente
meritato qualcosa in più e dove, da recriminare,
c’è sicuramente il fatto di non aver saputo sfruttare al meglio le innumerevoli occasioni create. Per
la Castellarese, invece, un pareggio che vale come
una vittoria, soprattutto se si guarda alle numerose assenze in difesa.
GIRONE ALESSANDRIA
“
Nel secondo tempo
abbiamo giocato solo
noi, soprattutto grazie
alla qualità e alla profondità
che ha dato l’ingresso di Graci,
ma ci è mancato il gol al
momento giusto. Purtroppo è
da un po’ che giochiamo così
e non riusciamo a segnare,
quindi dovremo sicuramente
lavorare su questo aspetto
durante la settimana
Santamaria, allenatore Valmadonna
“
Sono soddisfatto per il
punto conquistato,
data anche la nostra
situazione critica in difesa,
dove stiamo cercando di
recuperare i titolari. Lavorare in
queste condizioni non è
semplice, partendo dal
presupposto che i nostri
obiettivi ad inizio campionato
erano diversi e molto più
ambiziosi, ma la nostra
situazione non ci permette
ancora di risalire la classifica
Una fase di gioco del match
AURORA-SERRAVALLESE
PIE-MONTE-COMUNALE CAST
SALE-GAMALERO
TASSAROLO-PLATINUM
TIGER NOVI-VIGNOLESE
SOMS VALMADONNA-CASTELLARESE
HA RIPOSATO: BASSIGNANA
Classifica
PT G V N P F S
VIGNOLESE
20
SERRAVALLESE 15
TASSAROLO
15
S. VALMADONNA 13
PIE-MONTE
12
CASTELLARESE 11
CASTELLETTESE 10
SALE
9
TIGER NOVI
8
AURORA
8
GAMALERO
6
PLATINUM
4
BASSIGNANA
0
1-1
MARCATORI: st 10’ Piumazzi, 30’
Poggio.
AURORA PONTECURONE (4-4-2): Rosina; Picchi, Pinto, Di Benedetto,
Usala; Stella, Belba, Piumazzi (15’
st Simonetti), Odino; Muratori, Zago. A disp. Maione, Linza, Pennisi.
All. Gabiazzi.
SERRAVALLESE (4-4-2): Massone; Valentino (20’ st Lagorio), F. Vigo, Riad, Porcu; Bisio, Poggio, Vecchi (10’
st Lemma), Allegri; Cammarota
(15’ st Talarico), La Neve (30’ st A.
Vigo). A disp. Traverso, Menin,
Raddavero. All. Talarico.
PIE-MONTE-CASTELLETTESE 2-2
SALE-GAMALERO
MARCATORI: pt 25’ Sorbino, 45’
Manfrinati; st 20’ Macario, 45’
Manfrinati.
PIE- MONTE (4-4-2): Costa; Manna,
Marrafino (44’ st Ricci), Morchio
(20’ pt Dellepiane), Alb. Scantanburlo; Coppola (25’ st Gottarelli),
Massa (35’ st Fazi), Messina, And.
Scantanburlo; Tascheri, Manfrinati. A disp. Giacobbe, Vicino, Cacciabue. All Repetto.
CASTELLETTESE (4-4-2): Tagliafico;
En.Repetto (25’ st A.Repetto), De
Vizio, Valente, Macario; Tortella
(30’ st Castagna),Scapolan, Sciutto, Sorbino; Vandoni, Pelizzari. All.
Ajjor.
MARCATORI: pt 31’ Scantamburlo;
st 4’ Zito, 12’ De Marco, 36’ Zito.
SALE (4-4-2): Ghiglione; Magnè,
Callegari (36’ st Mar Botosso), Gironetta, Guida; Laghnane, De
Marco, Castini (7’ st Bisceglia), Pulli
(21’ st Anacleto); Zito, Mas Botosso. A disp. Roveda, Codispoti, Selvini. All. Rizzin.
GAMALERO (4-4-2): Baccelle; De Stefani, Trullu (10’ st Padula), Musumeci, Belkassioua; Garofalo (27’ st
Corbano), Lo Monaco (30’ st Gallo), Scantanburlo (17’ st Colombo), Sisti; Beretta, De Milato. A disp. D’Aloisio, Muratori. All. Ozzano.
3-1
0-3
MARCATORI: pt 40’ D.Baldessin, st
20’ e 25’ Capra.
STAY O’ PARTY (4-4-2): Cucco; Castelletti (1’ st Ferrittu), L. Gregoletto,
Magro, A. Gregoletto; Diotto (15’
st Iaccarino), Sorrentino, Kerroumi, Viale Marchino (40’ st Capra
Marzani); Pregnolato (1’ st Roci),
Valleri. A disp. Pugno, Lomastro,
Tortorella. All. Ottone.
MOTTA PICCOLA CALIFORNIA (4-4-2):
Marcaccio; Carmagnola, Martinengo, Ferro (22’ st Austa), Baldi;
Grieco, Alciati (35’ st Amerio), Cerrato (18’ st Tigani), Bianco; D. Baldessin (15’ st Ghiga), Gomboso (5’
st Capra). All. Oldano
SOLERO-DON BOSCO ASTI
0-2
MARCATORI: pt 10’ Rainero; st 5’ Soimari.
SOLERO (4-4-2): Cala; Valentino, P.
Berardo, Castellano, Camarchio;
Castelli (35’ st Maggio), Urzi, Guasta (1’ st F. Gaia), A. Gaia; Atzori (30’
st Faldella), Zanaboni. A disp. Milazzo, C. Berardo, Russo. All. Tescaro.
DON BOSCO AT (4-4-2): Khallaf; Inim,
Gallia, P. Paracchino, Morena; Dessimone, Guido, Soimari, Bufalino;
Rainero, Giuntelli. A disp. Pellizzone, Chaabane, Meccia. All. Gullì.
6
4
4
4
3
3
3
3
2
2
2
1
0
2
3
3
1
3
2
1
0
2
2
0
1
0
0
0
1
2
2
2
3
4
3
3
5
5
7
14
11
21
18
20
11
14
17
18
11
9
10
4
6
4
6
8
12
10
11
12
14
10
15
16
54
Prossimo turno
GIRONE ASTI
NUOVA INCISA-COSTIGLIOLE
MIRABELLO-SAN PAOLO SOLB
REFRANCORESE-CALAMANDRANESE
SOLERO-DB ASTI
STAY O ‘PARTY-MOTTA PICCOLA C
UNION RUCHÈ-VIRTUS JUNIOR
1-4
0-1
3-0
0-2
0-3
4-0
Classifica
PT G V N P F S
TASSAROLO-PLATINUM
1-1
MARCATORI: pt 5’ Senzioni; st 48’
Andrei.
TASSAROLO (4-4-2): Parolisi; Mastria,
Riola, Senzioni, Fraula; L. Arecco
(20’ pt M. Arecco), Collarà, F. Arecco (35’ st Campasso), Farruggia
(15’ st Siddi); Ghio (10’ st Bottazzo), Fossati. A disp. Codogno, Lasagna. All. Pestarino.
PLATINUM (4-4-2): Nari; Puzzolante,
Giovagnoli, Bensaga, Nicolli; Iavarone, D. Perez, Bertocco, C. Perez;
Andrei, Palma. A disp: Cancello,
Garau, Poggio, Castello, Arturi, Auzabab.
LE ALTRE GARE - GIRONE ASTI
STAY O’PARTY-MOTTA P.C.
8
7
8
7
8
7
7
7
7
7
7
7
7
COMUNALE CAST.-TASSAROLO
CASTELLARESE-TIGER NOVI
GAMALERO-PIE-MONTE
PLATINUM-AURORA
SERRAVALLESE-SOMS VALMADONNA
VIGNOLESE-BASSIGNANA
RIPOSA: SALE
LE ALTRE GARE - GIRONE ALESSANDRIA
AURORA P.-SERRAVALLESE
1-1
2-2
3-1
1-1
2-2
0-0
MIRABELLO-S.PAOLO SOLBRITO 0-1
UN. RUCHÈ-VIRTUS JUNIOR 4-0
MARCATORE: st 2’ Beidda.
MIRABELLO (4-4-2): Fioretto; Bertoncini (33’ st Ruffoni), Centrella, Rollino, Di Francesco; Dente (37’ st
Cardia), Arena (20’ st Pisano), Di
Lorenzo, Sala, Albertin (20’ st
Mencucci); Galzignato (25’ st Panin). A disp. Rota. All. Carlevaro.
SAN PAOLO SOLBRITO (4-4-2): Franconieri; Iannarella, Perchiazzi, Venturello, Rabino; Ciarla, Mardare (1’ st
Catalano), Tartaglia, A. Beidda; M.
Beidda (41’ st Gioiello), Spinelli
(16’ st De Leo). A disp. Giacobbe,
Ferello, Cavalla. All. Spinelli.
MARCATORI: pt 18’ Palazzolo, 25’
Sorce, 39’ Fassone; st 29’ Ricagno
UNION RUCHE’ (4-4-2): Asselli; Caso,
Montana (5’ st Busato), Torchio,
Martini; Montrucchio, Sillano (30’
st Palermo), Fassone (25’ st Peracchio), Ivoli; Sorce (15’ st Ricagno),
Palazzolo (15’ st Rizzo). All. Lazzaro
VIRTUS JUNIOR (4-4-2): De Palma,
Piccinini, Mendizabal, Esposito,
Paiano; Sciacca, Zamirri (15’ st
Centorbi), Ademi (23’ st Sonaglio),
Mouameti; Isufi, Vellucci. A disp. Di
Vincenzo, Boidi. All. Perissinotti
TIGER NOVI-VIGNOLESE
2-2
MARCATORI: pt 10’ Parodi, 11’A.
Dattilo; st 18’ Quasir, 45’ Ferretti.
TIGER NOVI (4-4-2): Angiulli; Lamnauar, Spataro, Kamal, Romanini;
Probajie, Quasir, Troiano (13’ st Ciliberto), Caricino (28’ st Cosentino); M. Dattilo, A. Dattilo. A disp.
Spinelli, Dragonetti, Taschino, Varvaro. All. Nicola.
VIGNOLESE (4-4-2): Bignone; Martinelli, Salandrini, Grosso, Di Giuseppe; Gandini, Cabella, Catino,
Guarnero, Parodi, Ferretti. A disp.
Costa, Matta, Coniglio, Rebora,
Ghiara. All. Repetto.
MOTTA PICCOLA C.18
SAN PAOLO SOLB. 17
MIRABELLO
17
COSTIGLIOLE
15
CALAMANDRANESE 14
DB ATI
12
UNION RUCHÈ 11
SOLERO
7
VIRTUS JUNIOR 7
STAY O ‘PARTY
6
NUOVA INCISA 6
REFRANCORESE 4
8
8
8
8
8
8
8
8
8
8
8
8
5
5
5
4
4
4
3
2
2
1
2
1
3
2
2
3
2
0
2
1
1
3
0
1
0
1
1
1
2
4
3
5
5
4
6
6
19
18
15
14
15
22
15
10
9
9
6
8
7
6
5
7
13
12
15
18
19
14
26
18
Prossimo turno
CALAMANDRANESE-UNION RUCHÈ
COSTIGLIOLE-REFRANCORESE
DB ASTI-MIRABELLO
MOTTA PICCOLA C.-SOLERO
SAN PAOLO SOLB.-NUOVA INCISA
VIRTUS JUNIOR-STAY O ‘PARTY
NOTIZIE IN BREVE
-Ì>ÞÊ"½Ê*>ÀÌÞ]ʈ˜Ê«>˜V…ˆ˜>ÊV½mÊ"Ì̜˜iÊ
-…ŽˆÀ>ʏ>ÃVˆ>ʏ>Ê6ˆÀÌÕÃ]ÊiVVœÊ*iÀˆÃȘœÌ̜
Saltano due panchine di Terza Categoria.
In settimana, sono stati annunciati i nuovi
allenatori di Stay O’Party e Virtus Junior.
Per quanto riguarda lo Stay O’ Party, il
presidente-allenatore Fecarotta ha abbandonato il ruolo in panchina, affidandolo a Piero Ottone, già in passato sulla
panchina del Mirabello.
Nuova guida tecnica anche per la Virtus
Junior, dove il tecnico Shkira, che aveva
iniziato il campionato, ha ritenuto opportuno abbandonare la panchina, affidata
ora a Claudio Perissinotto, che aveva già
rivestito il ruolo ai tempi dell’esperienza
in Terza Categoria dell’Alexandria Solero.
7
PUNTI
collezionati da Shkira
nelle sette gare stagionali
da allenatore della Virtus
15
Lunedì 10 novembre 2014
Il Corriere delle Province
Terza categoria
GIRONE B UÊ-iÃ̜ÊÀˆÃՏÌ>̜ÊṎiÊVœ˜ÃiVṎۜʫiÀʈʏœV>ˆ]ʈÊ,>VVœÊnÈÊÃÌiÜÊ`>ÊÌÀiÊÀï
G>œ]Ê«iÀˆœ`œÊ`½œÀœ
GALLO
RACCO 86
3
0
MARCATORI: pt 38’ Battaglino, 46’
Verney; st 4’ Giordano.
GALLO CALCIO (4-4-2): Calzetta 6.5,
Cagnasso 6.5 (40’ st Cambus
6), Giordano 7 (31’ st Garau 6),
Rocca 6.5, Corino 6.5 (37’ st
Bordizzo 6), Vico 6.5, Gallarato
6.5, Battaglino 7, Verney 7 (33’
st Golino 6), Proglio 6.5, Scavino 6.5 (1’ st Dughera 6). A disp.
Rossa, Gasparetto. All. Accigliaro-Cornero.
RACCO 86 (4-4-2): Buffa 5.5, Allasia 6,
Barban 6 (7’ st Maretto 6), Facello 6, Dan.Burello 6 (23’ st
Maiorano 6), Marchisio 5, Teora 6 (39’ st Busso 6), Dav.Burello 6, Gavatorta 6 (19’ st Alloa 6),
Stassio 6 (11’ st Morosini 6),
Rizzuto 6. A disp. Zahhar. All.
Pioppi.
ARBITRO: Filattiera di Collegno 6.
NOTE: espulso Marchisio (40’pt).
GIRONE A
CASTELLETTESE-S. ROCCO
1-1
MARCATORI: Sankara (C); M.Musso
(SRB).
SANTA CROCE-GEM TARANT. 0-2
MARCATORI: Meite, Vassallo.
GIRONE B
PIAZZA-VOTTIGNASCO
Gallo Grinzane (Cn)
Fabrizio Franco
S
esto risultato utile consecutivo per il Gallo Calcio, che supera anche il
Racco 86 con un sonoro 3-0.
La squadra gialloblu, che sfoggia per la prima volta la nuova
divisa stagionale, si impone
con merito al cospetto di un team avversario, il giovane Racco
’86, che non demerita ma paga
a caro prezzo alcune incertezze
del proprio portiere e l’ingenuità del numero 6 Marchisio il
quale, dopo 40’ di gioco e sul
risultato di 1-0, lascia i suoi
compagni in dieci facendosi
sorprendere dal direttore di gara in una plateale bestemmia
che gli costa l’inevitabile cartellino rosso. Dopo un quarto
d’ora di gioco senza particolari
spunti degni di nota ecco al minuto 17 la prima vera occasione della gara: uno sfortunato
rimpallo fra due difensori ospiti mette Verney nelle condizioni di trovarsi solo davanti al
portiere ma il numero 9 gialloblu, pressato da tergo da un avversario, calcia fuori. Al 27’
Scavino impegna Buffa con un
diagonale da sinistra ma il portiere se la cava in tuffo quindi
al 33’ Proglio imbecca Verney il
VIRTUS BUSCA
VALLE STURA
3
3
MARCATORI: Sangare, autorete, Sansoldo; Casagrande 2 rig., Oberto.
VIRTUS BUSCA: A. Bima, F. Fenoglio,
Rosso, Gregorio, Raineri, Strati,
Sansoldo, Savoca, Isoardi, Sangare, Debernardi. A disp. L. Bima, Brignone, Cometto. All. G. Fenoglio.
VALLE STURA: Ghibaudo, Floris, S.
Bagnis, Fiandino, Groppo, Arnaudo, Oberto, Degioanni, Melchio,
Giannasi, Casagrande. A disp. Rinaudo, L. Bagnis, Gulino, Monaco,
Girodengo. All. Delicio.
0-3
MARCATORI: Margaria, Ballatore,
Mondino.
GIRONE B
GIRONE A
2-2
CARAMAGNESE-FORTESAN GENOLA
3-2
CASTELLETTESE-SAN ROCCO
1-1
CERESOLE-SGF SCARNAFIGI
0-3
MADONNA BRUNA-PAESANA
2-3
GALLO-RACCO 86
3-0
MADONNA GRAZIE-NEW RONCHI
8-1
LAMORRESE-SPORTING CAVAL.
3-2
SANTA CROCE-GEM TARANTASCA
0-2
PIAZZA-VOTTIGNASCO
0-3
VIRTUS BUSCA-VALLE STURA
3-3
UDP NIELLESE-PIOBESI
0-2
ORANGE CERVERE-SANT’ALBANO S.
4-0
BERNEZZO-POL. CASTAGNOLE
RIPOSA: MARGARITESE
Classifica
Classifica
PT G V N P F S
PT G V N P F S
BERNEZZO
16 7 5 1 1 26 8
GEM TARANTASCA16 7 5 1 1 22 7
PAESANA
16 8 5 1 2 14 7
CASTELLETTESE 16 8 5 1 2 17 15
CASTAGNOLE
14 7 4 2 1 17 9
MARGARITESE
12 7 4 0 3 14 12
SAN ROCCO
11 7 3 2 2 11 9
MAD. GRAZIE
10 7 3 1 3 12 11
SANTA CROCE
10 8 3 1 4 16 24
VALLE STURA
5 7 1 2 4 12 25
MAD. BRUNA
4 7 1 1 5 7 15
VIRTUS BUSCA
3 8 0 3 5 10 18
NEW RONCHI
3 8 1 0 7 11 29
Prossimo turno
CARAMAGNESE 21 8 7 0 1 25 10
GALLO
16 8 5 1 2 17 10
PIOBESI
14 8 4 2 2 13 9
UDP NIELLESE
14 8 4 2 2 18 15
SGF SCARNAFIGI 13 8 4 1 3 18 15
VOTTIGNASCO
12 8 3 3 2 14 10
LAMORRESE
12 8 4 0 4 14 11
ORANGE CERVERE10 8 3 1 4 13 14
CERESOLE
10 8 3 1 4 15 17
SANT’ALBANO S. 9 8 3 0 5 10 16
RACCO 86
9 8 3 0 5 9 18
FORTESAN G.
8 8 2 2 4 12 13
SPORTING CAVAL. 6 8 1 3 4 12 17
PIAZZA
5 8 1 2 5 11 26
Prossimo turno
POL. CASTAGNOLE-MADONNA BRUNA
CARAMAGNESE-UDP NIELLESE
PAESANA-MADONNA GRAZIE
FORTESAN GENOLA-ORANGE CERVERE
NEW RONCHI-MARGARITESE
RACCO 86-PIOBESI
SAN ROCCO-VIRTUS BUSCA
SANT’ALBANO S.-PIAZZA
GEM TARANTASCA-BERNEZZO
SGF SCARNAFIGI-LAMORRESE
VALLE STURA-SANTA CROCE
SPORTING CAVAL.-GALLO
RIPOSA: CASTELLETTESE
VOTTIGNASCO-CERESOLE
quale, benchè partito in posizione irregolare, calcia ancora
a lato da posizione favorevole.
Un minuto più tardi ci prova
Giordano con una bella incursione in area ospite ma l’estremo difensore racconigese blocca a terra.
Il punteggio si sblocca al 38’:
corner da sinistra battuto da
Scavino su cui interviene, a
centroarea, il numero 8 gallese
Battaglino che batte al volo e
sorprende Buffa il quale si lascia sfuggire la palla che tocca
il palo alla sua destra e termina
in rete. I minuti finali della prima frazione fanno pendere
l’ago della bilancia a favore della squadra di Accigliaro-Cornero con due episodi determinanti. Al 40’ arriva la già citata
espulsione di Marchisio, infine
al 1’ di recupero il goal del raddoppio gallese: punizione dai
sedici metri e gran sinistro rasoterra di Verney che “buca” la
barriera e batte Buffa. Si va
dunque al riposo sul 2-0 per la
squadra di casa che porta a tre
le proprie segnature al 4’ della
ripresa con una stoccata mancina dalla distanza di Giordano
che si infila in rete anche grazie ad una parata difettosa del
numero 1 ospite. Il resto della
gara fa registrare la girandola
delle sostituzioni, un paio di interventi di ordinaria amministrazione da parte di Calzetta
su Davide Burello e Morosini
ed infine il possibile 4-0 gallese
sfiorato, nella stessa azione,
dapprima da Dughera (parata
di Buffa) e poi da Verney (colpo di tacco che sfiora il palo). Il
match si chiude senza minuti
di recupero con il Gallo Calcio
che continua la rincorsa alla
capolista CLD Caramagnese
mentre il Racco 86, dal canto
suo, concentra la propria attenzione sul prossimo impegnocontro il Piobesi.
GIRONE B
LAMORRESE
3
S. CAVALLERMAGGIORE 2
MARCATORI: Cobelli, Morra, Costamagna; Gentile 2.
LAMORRESE: Cane, Langasco, Dirago, Mulassano, F.Marengo, Vaira,
Bendahmane, Masenta, Bonfaini,
Morra, Cobelli . A disp. Gerbaldo,
Tibaldi, Revello, Miscia, Costamagna. All. R.Marengo.
SP. CAVALLERMAGGIORE: Montecchiani, Poponcini, Gentile, Solavagione, Marku, Bergese, Soldano,
Gianoglio, Pascale, Rea, Moumine.
A disp. Chiavassa, La Martina,
Nguirane, Monetti, Sea. All. Chiarla.
ORANGE CERVERE
SANT’ALBANO
4
0
MARCATORI: Spagnuolo, Audisio,
Lajone, Sineo.
ORANGE CERVERE: Graglia, Spagnuolo, Peira, D’Amico, Vajra, Martina,
Pellegrino, Audisio, Lajone, Sineo,
Giordano. A disp. Marengo, Brizio,
Di Tullio, Abbà, Odello, Cornaglia,
Borrelli. All. Vasta.
SANT’ALBANO STURA: Bozzolo, Costa,
Ferrero, Chiavassa, Vizio, Buccola,
Paladini, M. Bergese, Salzotto,
Grosso, Scotto. A disp. Defilippi,
Carone, Musso, Vissio, Dotto, A.
Bergese, Massano. All. Bosio.
La formazione del Gallo Calcio
GIRONE A
BERNEZZO-CASTAGNOLE
GIRONE B
2-2
CLD CARAMAGNESE-FORTESAN GENOLA
3-2
MARCATORI: autorete, Dutto; Sandrone, Lardone.
BERNEZZO: Arneodo, Renaldi, Garino, Pessione, Rollino, Cesano, P.Incrisse, Chesta, Armando, J.Incrisse, Delfino. A disp. E.Franco, Dutto,
Donadio, Distort, D.Franco, Serale, Viale. All. Tallone.
CASTAGNOLE: Gabello, Rista, Montersino, Barra, Cravero, Marrone,
Sandrone, Mulassano, Gianfreda, Avattaneo, Lardone. A disp. Bertello, Manfredi, Dabbene, Macrì, Zappavigna. All. Marchisano.
MARCATORI: Bordone 2, Caricato; Oria, autorete.
CLD CARAMAGNESE: Biga, Raspo, Bedino, Bergese, Mina, Ventura, Bordone, Caricato, Ferraro, Alessio, Milani. A disp. Gallo, S. Roccini, Botta, Del Vecchio, Giorgio, Rosso, A. Roccini. All. Arrigo.
FORTESAN GENOLA: Alasia, A. Grasso, Breda, Petitti, Maccagno, M.
Grasso, M. Politanò, Oria, G. Politanò, Ruffino, Zaccaria. A disp. Levet, Rinero, Gerbaldo. All. Potettu.
Termina in parità la sfida di alta classifica fra il Bernezzo ed i torinesi del Castagnole, entrambe rivelazioni di questa prima parte
di campionato nel girone A di Terza. Il team ospite parte bene ed
è capace di portarsi sul doppio vantaggio in virtù delle reti di
Sandrone e Lardone ma nella seconda parte della gara la reazione dei locali produce dapprima il goal che riapre il match (autorete di un difensore ospite) e poi il definitivo 2-2 del neoentrato
Dutto. Con questo risultato il Bernezzo (come anche la Castellettese) sale a quota 16 e si prepara alla grande sfida esterna di sabato contro la Gem Tarantasca (che aggancia il tandem di testa)
mentre dal canto suo il Castagnole attende il Madonna Bruna.
Settimo sigillo per la CLD Caramagnese del presidente Alberto Galleano e del trainer Gianni Arrigo che prosegue la propria corsa
in vetta in attesa dell’importante match casalingo di venerdì
prossimo contro la Niellese. Ancora una volta, come 15 giorni
prima, gli avversari di giornata vengono sconfitti per 3-2 al termine di una gara sofferta. I biancorossi vanno al riposo sul 2-1
grazie alle reti di Bordone e Caricato (per i genolesi a segno
Oria), le altre due reti, una per parte, arrivano invece nella seconda frazione dove è ancora Bordone ad andare in goal per i colori caramagnesi mentre il secondo punto ospite è un’autorete
dei biancorossi locali.
MADONNA BRUNA-PAESANA VALLE PO
2-3
MARCATORI: Siccardi, Rago; Cardia, Mondino, Marchetto.
MADONNA BRUNA: Castiglia, Massaro, Giraudo, Carletto, Giordano, Revelli, Gallucci, Contarino, Siccardi, Marino, Crimi. A disp. Farchetti,
Argirò, Tribi, Testa, Bongiorno, Rago, Crisci. All. Filiputti.
PAESANA VALLE PO: Iezzi, Gonella, Alberto, Depetris, Fraire, Brondino,
Mondino, Berrino, Cardia, Bottero, Crepaldi. A disp. Biestro, Ferrero,
Fenoglio, Marchetto, Martino, Scalerandi. All. Agù.
Continua l’ascesa del Paesana Valle Po che vince la sua quinta
gara stagionale andando ad espugnare di misura il terreno di
gioco di Borgo San Dalmazzo del Madonna Bruna. Una punizione di Cardia ed un tiro da fuori area di Mondino portano sul
doppio vantaggio la squadra del trainer Agù, ma i borgarini
non ci stanno e dapprima accorciano le distanze con Siccardi e
poi pareggiano con il neo-entrato Rago. La rete che decide la
contesa arriva così nei minuti di recupero della ripresa e la firma Marchetto con un colpo di testa che non dà scampo a Castiglia, estremo difensore del Madonna Bruna, e sancisce il definitivo 2-3 che proietta il Paesana Valle Po a quota 16 punti in
classifica.
MADONNA GRAZIE-NEW RONCHI
8-1
NIELLESE-PIOBESI
0-2
MARCATORI: Basso, Rosso.
NIELLESE: Calandri, Barberis, Cappellino, Neacsu, Benedetto, Ait,
Kallaverja, Piria, Canavese, Fernandez, R.Bouras. A disp. Peyrone,
H.Bouras, Bongiovanni, Rovella, Balbo. All. Balbo.
PIOBESI: Spina, M.Bergadano, Manera, Gallo, Borgna, Viglino, Basso,
Bertolusso, De Finis, E.Bergadano, Rosso. A disp. Gaglioti, Rivata,
Sapienza, Messa, Morra, Gatti, Combina. All. Macocco.
Torna alla vittoria il Piobesi di Giuseppe Macocco, che espugna
il campo della Niellese ed aggancia i gialloblu valtanarini al
terzo posto alle spalle di CLD Caramagnese e Gallo Calcio. Al
campo “Ottavio Benedetto” il primo tempo si chiude sul punteggio di 0-0, ma la squadra ospite dimostra di essere in giornata, al cospetto comunque di un avversario ancora imbattuto
fra le mura amiche. Una traversa colpita da De Finis ed il successivo colpo di testa di Basso parato dal portiere Calandri
fanno da cornice alle due reti segnate dagli ospiti a metà ripresa: autori dapprima lo stesso Basso e poi Rosso. Il risultato
finale è allora di 0-2 e premia l’importante prestazione nella ripresa offerta dal Piobesi.
CERESOLE-SGF SCARNAFIGI
0-3
MARCATORI: S.Bosio 2, C.Pavan 2, Oggero 2, Martini, Bruggiafredo;
Grillo.
MADONNA DELLE GRAZIE: Occelli, Oggero, A.Bosio, Isaia, Hafiane, Bernardi, Martini, Reineri, A.Pavan, C.Pavan, S,Bosio. A disp. Dutto, Baudino, Sironi, Perano, M.Indaco, Comba, Bruggiafredo. All. C.Bosio.
NEW RONCHI: Catanzaro, A.Bernardi, Salomone, Giordano, Mandrile,
Beccaria, M.Bernardi, Pollano, A.Riviera, Giubergia, Pagni. A disp.
Monge, Xhelali, Bruno, V.Riviera, Grillo, Martini. All. Aubrit.
MARCATORI: Migliore, Garces 2.
CERESOLE: Fabbiani, D.Bonetto, S.Caratto, A.Caratto, Berbotto, Greco, Maffeo, Nota, Vittone, Becchis, F.Bonetto. A disp. Massucco, Gallino, Mandrile, Avataneo, Verre. All. Michielin.
S.G.F. SCARNAFIGI: Casale, Pansa, L.Bruna, Ravalli, Romano, Barbero,
Ravinale, Nasto, P.Bruna, Migliore, Gerces. A disp. Gili, Tonoli, Forgia,
Giordano. All. Giordano.
Serata di festa per il Madonna delle Grazie del trainer Claudio
Bosio i cui giocatori si impongono nel derby cuneese contro il
New Ronchi con un punteggio d’altri tempi, un 8-1 maturato
con quattro goal per ogni frazione grazie alle doppiette di Stefano Bosio, Cristian Pavan e Oggero cui si aggiungono le reti di
Martini e del neoentrato Bruggiafredo. A salvare l’onore del
New Ronchi è stato Grillo, autore del momentaneo 6-1 ad una
dedina di minuti dalla fine. Con questi 3 punti la squadra di casa si porta a quota 10 in attesa del difficile match esterno di Paesana. Il New Ronchi dal canto suo tornerà in campo domenica
tra le mura amiche di Roata Rossi contro la Margaritese.
Capitombolo casalingo del Ceresole dopo alcuni risultati utili
consecutivi, al cospetto di una S.G.F. che dal canto suo si proietta in zona playoff dopo un inizio di stagione altalenante che
l’ha vista brillante solo in Coppa Piemonte, dove è tuttora in
corsa per accedere al turno successivo e sognare le fasi finali
della manifestazione. Grazie al successo ottenuto al “Bruno
Caccia” la squadra del trainer “Momo” Giordano sale dunque a
quota 13 punti in attesa del prossimo turno casalingo che la
vedrà affrontare la temibile Lamorrese, staccata di una sola
lunghezza in graduatoria. Il Ceresole invece affronterà l’inedita
trasferta di Vottignasco.
16
Il Corriere delle Province
Lunedì 10 novembre 2014
Juniores Nazionale
COLPO ESTERNO U Rimonta dell’Acqui: i gol di Russo e del centrocampista stendono i leoncelli NELLA RIPRESA UÊGiallorossi super in nove uomini
Derthona in Genocchio
DERTHONA
ACQUI
1
2
MARCATORI: pt 20’ D’Angelo, 40’
Russo; st 12’ Genocchio.
DERTHONA (4-4-2): Aleati 6.5; Kalenyuk 5.5, Ricci 6, Speranza 7, Mignacco 6.5; Consogno 5.5 (29’ st
Andriolo ng), Moro 5.5, Repetto
5.5, D’Angelo 6 (9’ st Zamaku 6);
Kanina 6.5, Ghidini 6 (9’ st Mutti 6).
A disp. De Rosa, Bertuca, Bergo, Vitagliano, Sorteni, Morando. All.
Guaraldo.
ACQUI (4-2-3-1): Roffredo 5.5; Coviello 6, Mugnai 6.5 (6’ st Menescalco
6), Martinetti 6.5, Ashta 6; Genocchio 7.5, Mecca 6.5 (23’ st Vecchiè
ng); Troni 6 (13’ st Degioanni 5),
Porazza 6.5, Russo 7.5; Bonfiglio 6.
A disp. Rovera, Camparo, Benabid,
Montorro, Acossi, Pizzo. All. Ravizzoni.
ARBITRO: Frunza di Novi Ligure 6.5.
NOTE: ammoniti Moro, Ricci, Mutti;
Mugnai, Degioanni. Calci d’angolo 5-4 per l’Acqui. Recupero pt 0’;
st 4’.
JUNIORES NAZIONALE
BRA-CUNEO
CHIERI-PROSETTEUREKA
DERTHONA-ACQUI
LAVAGNESE-ASTI
NOVESE-VALLEE D’AOSTE
RAPALLOBOGLIASCO-ARGENTINA
SESTRI LEVANTE-VADO
2-0
4-0
1-2
1-3
1-1
4-0
2-2
Tortona (Al)
Marco Gotta
D
ura venti minuti il sogno del Derthona di
muovere ancora la propria classifica e dare continuità ai risultati dopo la vittoria
con il Vado ed il pareggio a Settimo.
L’Acqui del secondo tempo infligge una severa lezione soprattutto dal punto di vista atletico ai ragazzi di Guaraldo, e in questo contesto poco conta
la presenza di Coviello e Genocchio in prestito dalla prima squadra ed autori – soprattutto il secondo, del quale non si può non lodare la professionalità e l’impegno anche in questi frangenti – di prove più che positive. I primi minuti sono di marca
Derthona, e se Aleati deve superarsi per alzare sulla traversa una svirgolata di Repetto, nelle fasi iniziali della partita la sensazione è che sia il Derthona la squadra più vicina alla rete, che infatti al 20’:
Kanina tenta il cross ribattuto, sul secondo tentativo la palla arriva a D’Angelo che brucia il suo marcatore e infila un colpo da biliardo sul secondo palo che carambola in rete. Il vantaggio scuote l’Acqui, fino a quel momento forse troppo apatico, e
una sberla di Porazza dalla distanza passa di poco
alta sopra la traversa. Gli ospiti incominciano a far
passare sempre più palloni per i piedi di Genocchio, che prima soffre i raddoppi di marcatura ed
il pressing asfissiante degli avversari, poi piano
piano inizia a ritagliarsi spazi sempre più ampi fino a divenire il faro della manovra offensiva dei
suoi: il gol del pareggio arriva però non immeritato ma casuale. Ci vuole infatti una iniziativa di
Russo che raccoglie una palla vagante su cui il
Derthona non riparte, si inserisce in area e scarica
un diagonale imparabile sul secondo palo riportando il punteggio in parità a cinque minuti dalla
fine del primo tempo. Al rientro dagli spogliatoi il
Derthona accusa via via sempre più la stanchezza
mentre i ragazzi di Ravizzoni sembrano volare e
alzano progressivamente il loro baricentro; potrebbero già andare in rete all’8’ quando Aleati cerca un dribbling su Troni che non gli riesce ma il
fantasista dei termali dimostra ancora una volta di
gradire poco i regali altrui come già martedì nello
spareggio e tira debolmente graziando il Derthona. Poco male, in verità, perchè solo quattro minuti dopo l’ennesima percussione sulla fascia di
Russo vede l’ala acquese saltare due avversari e
crossare rasoterra sul secondo palo per il facile appoggio in rete di capitan Genocchio. L’Acqui ha
saldamente in mano la gara nonostante poco prima del gol il Derthona avesse fatto entrare Mutti e
Zamaku per guadagnare forze fresche ma non trova la terza rete che gli darebbe sicurezza un po’
per pressapochismo un po’ perchè la difesa avversaria non ci sta a mollare, e quando su un calcio
d’angolo al 33’ Kanina angola troppo il destro al
volo sul secondo palo sulla panchina ospite tirano
un sospiro di sollievo. Analoga situazione quando
ancora Kanina dalla destra crossa sul palo lontano
trovando Ricci pronto al colpo di testa ma poco
preciso mancando un pareggio oggettivamente
immeritato: c’è tempo per un’ultima parata di Aleati su Genocchio ben servito da Russo, poi l’arbitro manda tutti negli spogliatoi.
Meraviglia Bra
contro il Cuneo
BRA
CUNEO
2
0
MARCATORI: pt 25’ Barbero rig., 38’
Sardo.
BRA: Grosso, Mazza, Pia, Favarin,
Peirano, Martino, Romanello (22’
st Zanocchi), Barbero, Sardo, Gritella (11’ st Arduino), J. Nasta (5’ st
Cavaliere). A disp. Pagliano, Gallè,
Ansinelli, Putignano, Toma, Gerbino. All. Aimo.
CUNEO: Balsamo, Quatrocchi, Garello, Mascarello (1’ st Minoungou), Fresia, Caridi, Liciardi
(1’ st Novara), Marengo, Cerutti,
Blua, Stendardo (16’ st Konate). A
disp. Dovico, Scaglia, Armenia, Sobrero, Bertolotto. All. Sappa.
NOTE: espulsi Martino (4’ st) e Zanocchi (29’ st).
Classifica
PT
CHIERI
20
ASTI
18
R. BOGLIASCO 16
CUNEO
16
BRA
14
ACQUI
11
PROSETTEUREKA 10
LAVAGNESE
9
SESTRI LEVANTE 8
VADO
7
NOVESE
7
VALLEE D’AOSTE 7
DERTHONA
6
ARGENTINA
2
G
8
8
8
8
8
8
8
8
8
8
8
8
8
8
V
6
5
5
5
3
3
3
2
2
1
1
2
1
0
N
2
3
1
1
5
2
1
3
2
4
4
1
3
2
P
0
0
2
2
0
3
4
3
4
3
3
5
4
6
F
25
24
22
14
16
13
14
11
14
13
8
9
4
6
S
9
11
11
7
11
15
14
16
17
15
13
17
12
25
Finisce con una netta vittoria per
il Bra la sfida contro il Cuneo. La
squadra del tecnico Aimo, dopo
un primo tempo da incorniciare
e due gol di vantaggio, chiude
l’incontro in nove uomini. Il primo dei due gol arriva dopo una
fuga di Mazza in area di rigore.
Al 15’ il giocatore braidese viene
steso in area. Il direttore di gara
comanda il fallo dagli undici metri e Barbero presentatosi su dischetto non sbaglia aprendo le
marcature in favore dei suoi. Il
raddoppio arriva sempre nella
prima frazione sugli sviluppi di
una punizione battuta da Nasta.
Al 25’ il giocatore giallorosso
mette in mezzo una palla velenosa che Sardo intercetta mettendola sotto il sette. Secondo gol e
contesa chiusa. O almeno così
sembra. Nella seconda frazione
di gioco il Bra dovrebbe solo
controllare la partita, ma l’eccesso di sicurezza porta i padroni di
casa a riaprire da soli l’incontro.
Martino viene espulso per somma di ammonizioni e Zanotti lo
segue negli spogliatoi per qualche parola di troppo all’arbitro. Il
Bra comunque difende bene anche due uomini in meno, chiudendosi e in difesa non concede
la reazione ai cuneesi battuti
dall’ottima prova dei padroni di
casa. La fortuna premia i braidesi e condanna uno spento Cuneo.
L’ALTRA GARA
NOVESE-VALLÈE D’AOSTE
1-1
Novese fermata sul pari
Prossimo turno
ACQUI-NOVESE
ARGENTINA-BRA
CHIERI-DERTHONA
CUNEO-LAVAGNESE
PROSETTEUREKA-SESTRI LEVANTE
VADO-ASTI
VALLEE D’AOSTE-RAPALLOBOGLIASCO
Bra (Cn)
Michele Dicanosa
Il saluto tra le due squadre ad inizio gara
MARCATORI: st 7’ Corsaletti, 23’ Castorina rig.
NOVESE: Ghio, Mema, Cipollina, Rolleri, Pagano, Donghi , Ravera (40’ st F.
Traverso), Bisio, El Haraoui, Milanese, Corsaletti (35’ st D. Del Pellaro). A disp. Gemma, Santamaria, Della Latta, Arzenton, Vidori, Branca, Fuiano. All.
Taverna.
VALLEE D’AOSTE: Scarlato, Giordano, Dakhlaqui, Castorina (42’ st Christille),
Monetta, Collè, Bionaz (1’ st Porliod), Giordano, Terzoni (19’ st Suma), Frison, Bisi. A disp. Imperial, Vinci, Sapienza, Bosonin, Campagnolo, Bonel. All.
Danieli.
Il Corriere delle Province
Lunedì 10 novembre 2014
"#$%&'()$'
+• Impresa dell’undici di Enrici, il Saluzzo incassa la prima sconfitta della stagione
Olmo Costanzo show
JUN REG GIR. B
ALICESE-NO.VE.
CASALE-SANTHIÀ
CEVERSAMA-BIOGLIESE
COSSATO 2010-FR VALDENGO
JL BIELLESE-GATTINARA
LG TRINO-DUFOUR VARALLO
0-4
6-1
1-0
0-2
2-1
2-1
Classifica
G V N P F S
FR VALDENGO
7 7 0 0 13 2
NO.VE.
7 6 1 0 26 7
JL BIELLESE
7 6 1 0 21 4
CASALE
7 4 0 3 21 12
COSSATO 2010
7 4 0 3 19 20
D. VARALLO
7 3 1 3 14 13
LG TRINO
7 3 0 4 9 15
BIOGLIESE
7 2 0 5 11 15
CEVERSAMA
7 2 0 5 8 13
SANTHIÀ
7 1 1 5 8 22
GATTINARA
7 1 0 6 14 26
ALICESE
7 1 0 6 3 18
Prossimo turno
OLMO
SALUZZO
MARCATORI: pt 23’ Mingione rig., 35’
Chaix; st 20’, 24’ Costanzo, 45’, 47’
Lerda.
OLMO (4-3-3): Silvestro 6; Muraku 6,
Salomone 6, Ismaili 6, Sabena 6
(45’ st Cirina ng); Giraudo 6, Vitucci
6 (14’ st Bertaina 6), Carelli 6; Shehu 6.5, Costanzo 7, Mingione 6 (4’
st Lerda 6). A disp. Hasani, Dutto,
Baruffaldi, Artusio. All. Enrici.
SALUZZO (4-3-3): Armando 5.5; Ferrero 6, Giachino 5.5, Mana 5.5 (34’ pt
Forgia 5.5), Bossolasco 5.5; Falco 6
(36’ st Cossotto 5.5), Bravo 5.5,
Campanella 5.5; Tallarico 6, Chaix
6 (36’ st Roggero 5.5), Preci 6. A disp. Albanese, Bossa, Magnano. All.
Boscolo e Marengo.
ARBITRO: Cavallo di Cuneo 6.
NOTE: ammoniti Forgia, Shehu. 29’
st espulso Campanella per somma di ammonizioni.
BIOGLIESE-COSSATO 2010
DUFOUR VARALLO-CEVERSAMA
FR VALDENGO-JL BIELLESE
LG TRINO-ALICESE
GATTINARA-CASALE
SANTHIÀ-NO.VE.
JUN REG GIR. G
FC SAVIGLIANO-BUSCA
FOSSANO-SAVIGLIANESE
OLMO-SALUZZO
PEDONA-CHERASCHESE
REVELLO-PRO DRONERO
V.MONDOVÌ-BOVES MDG
0-6
5-0
5-1
2-0
2-0
0-2
Classifica
REGIONALE G
REGIONALE H
,:+
:
+;;:<
:
MARCATORI: M.Baldracco 2, Battisti.
7 4 1 2 13 9
OLMO
7 3 3 1 18 9
FOSSANO
7 3 3 1 13 5
BOVES MDG
7 3 3 1 15 9
<=:
BUSCA
7 3 2 2 20 13
MARCATORI: st 25’, 44’ Ferrero.
PEDONA
7 3 2 2 11 11
CHERASCHESE
* 7 2 2 3 8 12
<=:
V.MONDOVÌ
* 7 2 2 3 8 16
MARCATORI: st 25’, 44’ Ferrero.
SAVIGLIANESE
7 1 2 4 10 18
FC SAVIGLIANO
7 1 1 5 8 18
PRO DRONERO
7 0 1 6 5 16
Prossimo turno
:
,:;<
:
;;:
:
: MARCATORE: pt 20’ Zuzzè, 15’, 35’ D.Ben-
MARCATORI: pt 30’ Barale; st 25’ Ferrato.
:
nardo, 25’ Baldomè.
:,< :
MARCATORE: pt 8’ Giacone (C); st 29’ Gulino.
:
:
:
REGIONALE B
:>?
JUN. PROV. ASTI
JUN REG GIR. H
ALBESE-SDS ROCCHETTA
7-0
ASCA-CANELLI
ND
CASTELLAZZO-PONTI
1-0
COLLINE ALFIERI-VALENZANA MADO 0-4
CORNELIANO ROERO-SANTOSTEFANESE 1-1
SOMMARIVA-LIBARNA
0-2
FELIZZANOLIMPIA-CMC MONTIGLIO
FORTITUDO F. O.-LA SORGENTE
PRALORMO-PRO VILLAFRANCA
S. G. RIVA-MARENTINESE
TORRETTA-BISTAGNO V.B.
VILLASTELLONE C.-BUTTIGLIERESE
2-1
2-1
3-1
5-2
0-0
2-2
Classifica
Classifica
G V N P F S
G V N P F S
36
24
21
16
18
10
15
11
11
12
7
3
6
9
9
9
10
15
16
18
14
27
26
25
Prossimo turno
CANELLI-CASTELLAZZO
COLLINE ALFIERI-ALBESE
LIBARNA-ASCA
PONTI-SDS ROCCHETTA
SANTOSTEFANESE-SOMMARIVA
VALENZANA MADO-CORNELIANO ROERO
FORTITUDO F. O. PRALORMO
S. G. RIVA
LA SORGENTE VILLASTELLONE C.
CMC MONTIGLIO PRO VILLAFRANCA
MARENTINESE FELIZZANOLIMPIA*
BISTAGNO V.B. BUTTIGLIERESE TORRETTA
7
7
7
7
7
7
7
7
7
7
7
7
7
4
4
4
3
3
3
3
2
1
1
0
0
2
2
1
2
1
0
0
2
2
1
1
0
1
1
2
2
3
4
4
3
4
5
6
Prossimo turno
BISTAGNO V.B.-S. G. RIVA
BUTTIGLIERESE-FELIZZANOLIMPIA
CMC MONTIGLIO-FORTITUDO F. O.
LA SORGENTE-PRALORMO
MARENTINESE-VILLASTELLONE C.
PRO VILLAFRANCA-TORRETTA
23
22
26
15
11
14
12
13
8
5
12
7
7
7
14
10
14
13
15
24
13
11
21
19
Boscolo, allenatore Saluzzo
:
:
MARCATORI: Becchio (B); Vitale, Bertinetti,
Tempio (S).
:;
:
:
:
MARCATORI: D’Alò 5 (R); Denis, Zappalà
(A).
:
,Q:
MARCATORI: Gjondrekaj, Calvetti
:
:
:
:
MARCATORI: Bertino, Dell’Ernia, Francese.
MARCATORI: Cavanna (A).
:
: :
MARCATORI: pt 15’ Mancuso (M), 30’ Brondolin (B); st 20’ Sellitto, 35’ Birkaj (M).
MARCATORI: Re (G), Biglieri, Barabino, imbre, Vizdoaga 2, Repetto (V).
CALCIO A 5 - Dotto non basta, Rhibo sconfitta
RHIBO-SPORTIAMO
:
MARCATORI: pt 24’ Dotto, 28’ Palmiero, 30’ Mola.
RHIBO FOSSANO: Oliva, Tranchero, Barolo, Bergia, Ferrara, Eddarhri, Fusco, Gerlotto, Piazza, Vada, Dotto,
Ferreri. All. Bailo.
SPORTIAMO: Grassi, Bellanti, Casamenti, Morelli, Bussetti, Sampaio,
Bussi, Palmiero, Tarricone, Zuccarello, Mola, Cartoscella. All. Gotta.
ARBITRI: Camaran di Chivasso, Barretta di Pinerolo.
NOTE: espulso Ferrara (12’ st) e Piazza (26’ st). ammoniti Palmiero e
Mola.
7
7
6
7
6
6
6
7
7
6
7
6
6
6
5
4
3
2
2
2
2
1
1
1
1
0
1
1
0
2
3
2
2
2
4
2
2
1
2
0
1
2
2
1
2
2
3
2
3
4
4
4
24
20
16
13
8
11
6
15
11
8
6
10
6
4
5
10
9
9
8
9
16
12
17
14
19
22
Prossimo turno
AMA BR. CEVA-SAN BENIGNO
CARAGLIO-G. CENTALLO
COSTIGLIOLESE-PIAZZA
VALVERMENAGNA-AZZURRA
VILLAFALLETTO-OLIMPIC
VILLANOVETTA-SAN SEBASTIANO
RIPOSA: GARESSIO
JUN PROV GIR. B CUNEO
BANDITO-SPORTGENTE
DOGLIANI-BENARZOLE
GALLO-SPORTROERO
LAMORRESE-RACCO 86
RACCONIGI-ACCADEMIA ALBA
SANFRÈ-CORTEMILIA
1-3
3-3
1-1
ND
5-2
1-0
Classifica
G V N P F S
SANFRÈ
7 5 0 2 17 7
DOGLIANI
6 4 2 0 23 9
BENARZOLE
7 4 2 1 27 15
SPORTROERO
6 4 1 1 18 8
GALLO
7 4 1 2 18 12
RACCONIGI
7 4 0 3 23 12
SPORTGENTE
7 3 2 2 12 12
CORTEMILIA
7 3 1 3 21 11
RACCO 86
ALESSANDRIA
>:,
G V N P F S
G. CENTALLO
VALVERMENAGNA
SAN SEBASTIANO VILLANOVETTA AMA BR. CEVA
COSTIGLIOLESE *
CARAGLIO
*
VILLAFALLETTO *
GARESSIO
AZZURRA
PIAZZA
SAN BENIGNO
OLIMPIC
ACCADEMIA ALBA 7 2 1 4 8 14
MARCATORI: Machi 2
@+:
:
:<
0-0
3-0
1-4
0-2
3-1
0-2
Classifica
:
:
MARCATORI: Bonino, P.Sarr, Rinaldi (SS), Vichi (V).
:
GARESSIO-COSTIGLIOLESE
G. CENTALLO-AMA BR. CEVA
OLIMPIC-VALVERMENAGNA
PIAZZA-CARAGLIO
SAN SEBASTIANO-VILLAFALLETTO
SAN BENIGNO-VILLANOVETTA
RIPOSA: AZZURRA
MARCATORI: Manera 2, autorete (D); Ramondetti, Pechenino, Romanisio (BN).
MARCATORI: E.Prandi (G), Orlando (S).
MARCATORE: pt 7’ Cassinetti, 39’ Mi. CarMARCATORI: pt 30’ Ridolino rig., 35’ Delpero.
:
MARCATORI: Rossi, Alladio
: rea.
:>>
“
Questa sconfitta ha
molto da insegnarci
in vista del futuro:
dobbiamo fare un bagno
di umiltà. La squadra è
scesa in campo con la
presunzione di aver vinto
ancor prima di giocare.
Quella che ho visto nel
secondo tempo, poi, non
era certo la mia solita
squadra, qualcosa non ha
funzionato al meglio
:, :
,:
: MARCATORI: pt 6’, 10’ Casone, 13’ VergnaMARCATORI: pt 28’ Sasia, 31’ Fiorito rig,, 38’ sco, 18’ Mullici, 25’ Martinotti, 45’ GauPaschetta; st 2’ Degano Ayrton, 9’ Pa- deni rig. (S); st 15’ Vellano.
schetta.
BOVES MDG-FOSSANO
BUSCA-REVELLO
CHERASCHESE-FC SAVIGLIANO
PRO DRONERO-OLMO
SALUZZO-V.MONDOVÌ
SAVIGLIANESE-PEDONA
0
1
1
1
1
3
2
4
4
5
5
7
;;:
MARCATORI: pt 22’ Mingione rig., 34’ Chaix MARCATORE: pt 10’ Santoro.
(S); st 20’, 25’ Costanzo, 45’, 47’ F.Lerda.
REVELLO
1
1
1
2
2
1
3
1
0
0
2
0
:
:+;;
:
Enrici, allenatore Olmo
CUNEO B
MARCATORI: Berganton (AS); Bernardi,
Avignone, Ghigo, Loshi (V).
* 7 6 0 1 14 7
6
5
5
4
3
3
2
2
2
2
0
0
:>
“
Il merito di questo
successo è tutto del
collettivo, che è
stato compatto e ha
creduto nel buon esito
della sfida fino al triplice
fischio finale. Davanti a noi
comunque c’era una
squadra davvero forte, che
può permettersi di
considerare questa
sconfitta un incidente di
percorso sul suo cammino
in questo campionato
CUNEO A
MARCATORI: pt 6’ Di Biase, 8’ Obertino; st MARCATORI: pt 8’ Cappello, 12’, 31’ Ferrero,
3’ Barbero, 17’ Obertino, 19’ Comba, 40’ 42’ Sacco; st 16’ Caserta, 25’ Palumbo,
Daniele.
35’ Ferrero.
SALUZZO
7
7
7
7
6
7
7
7
6
7
7
7
L
’Olmo travolge per 5-1 la capolista Saluzzo sul terreno di casa. Per quanto riguarda i granata, si può parlare di due tempi e due squadre differenti: nei primi 45’ gli ospiti impressionano per livello fisico e tecnico, oltre che per la mole di gioco costruito. Dopo l’intervallo l’idillio si rompe e, man mano che passano i minuti, c’è spazio solo per i padroni di casa, sorpresi dall’atteggiamento arrendevole dei primi in classifica.
A sbilanciarsi in avanti fin dalle prime battute è il Saluzzo: Ferrero
costringe l’estremo di casa a parare in due tempi, poi Tallarico la
mette in mezzo e Chaix manca di poco l’appuntamento con il gol.
Sempre Chaix, fa bella mostra delle proprie qualità, con qualche incursione di testa e tiri che non vanno a buon fine. Per vedere l’Olmo, bisogna aspettare il 21’, Carelli tenta il colpaccio con una punizione dalla tre quarti che si esaurisce a lato. Il risultato si sblocca di
lì a poco: fallo su Mingione lanciato a rete che, procuratosi il rigore, si incarica del tiro ed è 1-0. Il Saluzzo ha i numeri per pareggiare ed è consapevole che questo sia solo l’inizio. Si fa vedere Falco,
senza fortuna. Allora è la volta del solito Chaix che, con un’ottima
azione personale, la mette là dove Silvestro non riesce ad arrivare.
Prima del riposo, gli ospiti tentano il sorpasso con l’incornata di
Falco, servito da Preci, la cui conclusione si stampa sulla traversa.
Si ricomincia con il Saluzzo che perde terreno: sembra la brutta
copia della formazione tutta tattica e gambe vista in campo fino a
qualche minuto prima. Al 20’ ha inizio lo show dell’Olmo: Shehu
appoggia per Costanzo, supera Armando e butta dentro la palla del
sorpasso. Il Saluzzo non ci sta: Boscolo e Marengo sostituiscono
Ferrero per Orellano, con l’intento di dare una scossa all’attacco
granata. Niente da fare, Armando si organizza in un istante e, al
24’, infila di prima alla sinistra del portiere. L’espulsione di Campanella per somma di ammonizioni, al 29’, aggrava ulteriormente la
situazione dei saluzzesi. L’Olmo si mangia letteralmente quattro nitide occasioni da gol con Lerda che si fa ipnotizzare da Armando e
Costanzo murato da Bossolasco, ma non molla e continua a correre. Lerda si riscatta nel finale mettendo la firma sul poker ed è sempre il jolly arrivato dalla panchina a centrare il 5-1 in pieno recupero. Ed è ancora il 96’ di Davide Enrici a mettere i brividi alla retroguardia ospite, quando siamo al 49’, con un calcio di punizione che
si ferma sulla traversa.
<:
G V N P F S
VALENZANA M. ALBESE
COLLINE ALFIERI CASTELLAZZO CANELLI
PONTI
CORNELIANO R. SDS ROCCHETTA ASCA
LIBARNA
SANTOSTEFANESE SOMMARIVA
JUN PROV GIR. A CUNEO
Madonna dell’Olmo (Cn)
Daniela Giordanengo
Fossano (Cn)
Walter Citro
6 1 0 5 9 18
BANDITO
7 1 0 6 7 37
LAMORRESE
6 0 0 6 6 34
Prossimo turno
ACCADEMIA ALBA-DOGLIANI
BENARZOLE-GALLO
CORTEMILIA-LAMORRESE
RACCO 86-RACCONIGI
SPORTGENTE-SANFRÈ
SPORTROERO-BANDITO
JUN. PROV. ALESSANDRIA
ARQUATESE-T.VILLALVERNIA
A.C. BOSCHESE-MONFERRATO
AURORA-OVADA
DON BOSCO AL-CASTELNOVESE
G3 REAL NOVI-VILLAROMAGNANO
PRO MOLARE-AURORACALCIO
SALE-SAN GIULIANO NUOVO
1-2
1-3
1-3
3-0
1-6
ND
1-4
Prima sconfitta stagionale per una Rhibo che schiuma rabbia, non tanto per il risultato, quanto per il referto arbitrale
che costringerà Piazza e Ferrara a saltare (come minimo), la
prossima gara. Tutto succede nella ripresa, ma le reti arrivano solo nella prima frazione. I padroni di casa impongono
un gran ritmo, ma lo Sportiamo cerca di spezzare l’entusiasmo di Gerlotto e compagni: Cartoscella si esalta spesse volte ma non può nulla quando Dotto rompe l’equilibrio, poi è
salvato dal palo e quasi subito dopo Palmiero finalizza al
meglio una ripartenza su assist di Morelli. La Rhibo accusa
il colpo, Mola firma il sorpasso ringraziando Bussi. A campi
invertiti rimane una calma apparente solo nella sostanza.
Tutto il resto è un valzer pazzesco di emozioni. Gerlotto inizia la sua battaglia personale con Cartoscella. Prima è palo
interno poi sulla ribattuta sbaglia clamorosamente, poi nel
finale si fa ipnotizzare dai sette metri per due volte. Nel
frattempo il Pala Don Bosco diventa una bolgia soprattutto
quando vengono allontanati prima il dt Cavallotto, poi Ferrara e Piazza. Il dopo gara è furia Fossano contro la coppia
arbitrale: la parola complotto non è più un tabù.
VILLAROMAGN.
ARQUATESE
MONFERRATO
OVADA
G3 REAL NOVI
DON BOSCO AL
SAN GIULIANO
T.VILLALVERNIA
AURORACALCIO
A.C. BOSCHESE
PRO MOLARE
AURORA
CASTELNOVESE
SALE
Risultati C1
Rhibo-Sportiamo 1-2, Sparta No-Femm. Juventus 1-2,
Spring Team-Savigliano 5-1, Top Five-Time Warp 2-6, Borgonuovo-L84 0-5.
Classifica
L84 18, Rhibo 16, Time Warp 12, Sportiamo 11, Sparta No
9, Spring Team 9, Femm.Juventus 7, Asa 6, Savigliano 6,
Top Five 4, Borgonuovo 2.
AURORACALCIO-SALE
CASTELNOVESE-PRO MOLARE
MONFERRATO-AURORA
OVADA-G3 REAL NOVI
SAN GIULIANO NUOVO-A.C. BOSCHESE
T.VILLALVERNIA-DON BOSCO AL
VILLAROMAGNANO-ARQUATESE
Classifica
G V N P F S
*
7
7
7
6
7
7
6
4
6
7
6
7
6
7
7
5
4
4
4
3
2
2
2
2
2
1
1
0
0
0
1
0
0
2
2
1
1
1
0
2
1
1
0
2
2
2
3
2
2
1
3
4
4
4
4
6
32
17
11
11
19
14
12
6
16
11
8
11
6
5
Prossimo turno
3
6
8
6
15
15
14
4
15
20
14
15
17
27
18
Lunedì 10 novembre 2014
Il Corriere delle Province
Giovanili
SPAREGGIO/ALLIEVI U Decidono le reti di Benabid, Anibri e Vitale SPAREGGIO/GIOVANISSIMI FASCIA B U Regolato il Castagnole Pancalieri
Acqui vola dritto ai Regionali Qualificazione dal dischetto
Si ferma la corsa del Cassine La Pro Dronero può sorridere
CASSINE
ACQUI
0
3
MARCATORI: pt 23’ Benabid; st 24’
Anibri, 30’ Vitale.
CASSINE (4-4-2): Massa 5 (31’ st
Campanella ng); Provenzano 6,
Toselli 6, Ravera 6.5 (37’ st Begu
ng), Carangelo 6 (39’ st Garbarino
ng); Cossa 6, Sardella 5.5, Cavelli
5.5 (26’ st Hysa ng), Cavallero 6 (3’
st F. Barbato 6); Romano 6.5, Barresi 5.5 (28’ st A. Barbato ng). A disp.
Barletto. All. Palese-Cossa.
ACQUI (4-4-2): Calabrese 7.5 (32’ st
Nobile ng); Stangl 6 (29’ st Rabellino ng), Acossi 6.5, Benabid 7,
Montorro 6; Vitale 6.5 (33’ st Pastorino ng), Pirrone 6, Viscomi 6.5
(22’ st Ratto ng), Bertrand 6; Troni
5.5 (31’ st Tuluc ng), Ursida 5.5 (18’
st Anibri 6). All. Dragone.
ARBITRO: Buccarelli di Alessandria
7.5
NOTE: ammoniti Barresi, Romano,
Ravera; Stangl, Montorro, Vitale.
Calci d’angolo 5-2 per il Cassine.
Recupero pt 1’; st 2’. Spettatori
100 circa
Bosco Marengo (Al)
Marco Gotta
Lo spareggio ha dato ragione
all’Acqui: i termali hanno travolto il Cassine e sono riusciti
così a staccare il pass d’accesso
ai gironi regionali.
Nonostante il risultato netto la
gara vede vari momenti di
equilibrio, nei quali le due
compagini si studiano, anche
se il maggior livello tecnico dei
giocatori dell’Acqui è evidente.
Il Cassine risponde con un centrocampo attivo e attento, che
supplisce alla minor tecnicita
con la grinta e la verve di chi
vuole portare a casa il risultato. A sbloccare il risultato ci
pensa Benabid: al 22’ Massa lascia passare un pallone sul secondo palo dove Acossi, a porta vuota, non riesce però ad appoggiare in rete: l’angolo concesso dall’ottimo Buccarelli
spiega la traiettoria larga del
pallone con una deviazione, e
questa volta quando Massa si
fa trovare fuori tempo sul corner, l’attaccante rapace appoggia in rete un facile tap-in per
il vantaggio dell’Acqui. Nel primo tempo i termali si vedono
solo per una verticalizzazione
che lancia Troni ma Massa in
uscita bassa respinge la sua
conclusione, mentre il Cassine
si riversa all’attacco, sempre
anticipato da portiere e difesa
avversaria. Ci pensa poi ancora
Calabrese ad salvare in angolo
una punizione spettacolare di
Cossa prima che il campo e la
pioggia cambino fazione e diventino da alleati del Cassine
l’arma in più dell’Acqui: all’ennesimo tuono salta l’illuminazione di un angolo del campo
che tornerà solo nel finale, ma
dopo una breve consultazione
si prosegue a giocare in una atmosfera sempre più spettrale.
Troni vince un contrasto con
un difensore che perde la palla
in una progressione e si trova
solo davanti a Massa ma viene
tradito da un falso rimbalzo e
la conclusione è debole e preda
del portiere; tre minuti dopo
una situazione analoga vede il
neo entrato Anibri approfittare
di una pozzanghera che inganna portiere e difensore del Cassine in recupero disperato e involarsi indisturbato verso la
porta dove deposita il 2-0 che è
la pietra tombale sull’incontro.
A chiudere definitivamente
l’incontro è il tiro dai trenta
metri di Vitale, che centra in
pieno il sette alla destra del
portiere in uscita, mentre gli
attacchi del Cassine non portano nemmeno al gol della bandiera. L’Acqui alla fine festaggi
la qualificazione, mentre il
Cassine finisce ai Provinciali.
La Pro Dronero si aggiudica la
sfida-qualificazione contro il Castagnole sul campo neutro di
Centallo, strappando così di diritto al biglietto per il campionato
regionale, sotto gli occhi di un
soddisfatto Antonio Caridi, responsabile del Settore giovanili.
Una sfida tesa ed a lungo in equilibrio, ma alla fine sono i droneresi a spuntarla, ribaltando lo
svantaggio iniziale firmato Mene-
guzzo con le reti di Traorè e di
Lleshi e aggiudicandosi così un
biglietto di sola andata per i campionati regionali. Pro Dronero
bella ma sprecona ha risposto un
Castagnole cinico e corsaro, che
si è dovuto arrendere solo nel finale di partita in seguito alla
massima punizione trasformata
da Lleshi. La Pro Dronero parte
arrembante sin dai primi istanti
di partita e le occasioni fioccano
numerose per i ragazzi di mister
Lamberto; ma è sorprendentemente il Castagnole a passare in
vantaggio al quarto d’ora del primo tempo, quando Meneguzzo
finalizza di tap-in un’azione di
contropiede magistralmente interpretata da tutto il pacchetto
offensivo giallonero, lasciando i
droneresi di stucco. La Pro incassa ma non demorde, e azione dopo l’altra continua imperterrita a
cercare la via del gol, ma le conclusioni o sono imprecise o sono
addomesticate dal pronto Miracco, quest’oggi sugli scudi. Alla
mezzora ecco che arriva il pareggio: azione di contropiede condotta da Traorè, che prima di addentrarsi in area opta per scaricare il pallone sul laterale destro
per poi re-intercettare la sfera sul
relativo cross in mezzo all’area:
stop e conclusione fulminea che
batte un incolpevole Miracco e
riporta il risultato in parità. Ottenuto il pareggio, i ragazzi di mi-
ster Lamberto alzano il ritmo
nella ricerca del gol del sorpasso,
ma la Castagnole si difende ordinatamente e con tenacia ad ogni
offensiva avversaria, pronta a ripartire in contropiede appena si
presenti la possibilità. Etzi in
particolare si cala nei panni di
artificiere, e disinnesca ogni situazione spinosa che minaccia la
propria porta con precisione ed
eleganza. Compito non facile se
ti trovi davanti un Traorè così indiavolato. Il match continua su
questa lunghezza d’onda per tutta la fine del primo tempo e per
buona parte del secondo, finché
al 29’ del secondo tempo un fallo
di mano in area castagnolese
non convince il severo direttore
di gara a decretare la massima
punizione in favore delle pantere
nere di Dronero. Sulla battuta si
presenta il da poco entrato LLeshi: la battuta è secca e Miracco
indovina l’angolo giusto, ma la
sfera finisce comunque alle sue
spalle, per la gioia del tascabile
numero 16 in nero. La Castagnole non demorde ed ha un impeto
di orgoglio, ma la difesa dronerese si dimostra all’altezza e sventa
gli attacchi alla disperata degli
avversari con ordine per poi far
ripartire immediatamente l’azione, lasciando gli attaccanti gialloneri a bocca asciutta fino al triplice fischio, che decreta la vittoria per la Pro.
Allievi fB Cuneo A
CASTAGNOLE P.
PRO DRONERO
1
2
MARCATORI: pt 14’ Meneguzzo, 34’
Traorè; st 29’ Lleshi rig.
CASTAGNOLE PANCALIERI (4-4-2): Miracco 7; Valinotto 6, Neirone 6.5,
Etzi 7, Pireddu 6; Meneguzzo 6.5,
Fortini 5.5 (10’ st Bello 6), Nidola 6,
Salpietra 5.5 (33’ st Brancaglion
5.5); Caruso 5 (35’ st Ceretto 6),
Longo 5.5. All. Consales.
PRO DRONERO (4-5-1): Olivero 6; Spada 6 (30’ st Sanogo 6), Brondino
6.5, Bergia 6, Diarrasouba 6; D’Inca
5.5 (18’ st Lleshi 6.5), Ribero 6, Rastrelli 6.5, Viale 6, Garnero 5.5 (36’
st Balma 6); Traorè 7. A disp. Raina,
Fresia, Bruno. All. Lamberto.
Centallo (Cn)
Alberto Alladio
Allievi gir. A
Allievi gir. B
Allievi gir. C
Allievi Cuneo A
Allievi Cuneo B
ACCADEMIA BORGOMANERO
SPARTA NOVARA
BORGOSESIA
SPORTING BELLINZAGO
VERBANIA
VOLPIANO
BORGARO
RIVAROLESE
VDA CHARVENSOD
BSR GRUGLIASCO
LUCENTO
SETTIMO
BAVENO
CENTROCAMPO
CENISIA
ORIZZONTI UTD
JL BIELLESE
PARLAMENTO
CIRIÈ
ALPIGNANO
PRO SETTIMO EUREKA
ACQUI
J STARS
DERTHONA
NOVESE
GIOVANILE CENTALLO
CASALE
AIRASCHESE
CHISOLA
ATLETICO TORINO
CBS
AMA BRENTA CEVA
AZZURRA
BOVES MDG
BUSCA
FOSSANO
GENOLA
PRO DRONERO
SALUZZO
SPORTING CAVALLERMAGGIORE
NIELLESE
VALVERMENAGNA
VIRTUS MONDOVI CARAS
ACCADEMIA ALBA
BRA
BANDITO
BENARZOLE
FC SAVIGLIANO
GALLO
MARENE
OLIMPIC SALUZZO
RACCO 86
RACCONIGI,
RORETESE
SANFRE
Allievi gir. D
Allievi fB gir. A
Allievi fB gir. B
Allievi fB Cuneo B
Giov. Cuneo A
Giov. Cuneo B
ASSOCIAZIONE BRA
ATLETICO ROERO
CERESOLE D ALBA
CHERASCHESE
GIOVANILE CENTALLO
POLISPORTIVA MONTATESE
SAN CASSIANO
SPORTING CAVALLERMAGGIORE
S. SEBASTIANO
AMA BRENTA CEVA
AZZURRA
AUXILIUM CUNEO
BOVES MDG
BUSCA
GARESSIO
MADONNA DELLE GRAZIE
OLMO
PRO DRONERO
VALVERMENAGNA
VICESE 84
ATLETICO RACCONIGI
FC SAVIGLIANO
GEM TARANTASCA
GENOLA
MARENE
OLIMPIC SALUZZO
RACCO 86
RORETESE
SAVIGLIANESE
SCARNAFIGI
SPORTGENTE
ASCA
ASTI
CHERASCHESE
CANELLI
CUNEO
SAN GIACOMO CHIERI
ALBESE
PINEROLO
POZZOMAINA
OLMO
PEDONA
LASCARIS
AYGREVILLE
NO.VE.
LUCENTO
VENARIA
BORGARO
VOLPIANO
BARCANOVASALUS
BAVENO
ORIZZONTI UTD
VERBANIA
PRO SETTIMO
BORGOSESIA
RIVAROLESE
CENISIA
OLEGGIO
JL BIELLESE
SANTHIÀ
SPARTA NOVARA
AUXILIUM CUNEO
BISALTA
BOVES MDG
BUSCA
CARAGLIO
OLMO
PRO DRONERO
VALVERMENAGNA
VIRTUS MONDOVI
Allievi fB gir. C
Allievi fB gir. D
LE DATE
Giov. Cuneo C
Giov. fb Cuneo A
Giov. fb Cuneo B
NOVESE
CUNEO
VALENZANA MADO
ATLETICO TORINO
COLLINE ALFIERI
PINEROLO
CHISOLA
CARAMAGNESE
CBS
CHIERI
LIBARNA
In occasione del sorteggio dei gironi, sono state comunicate anche
le date della stagione dei Regionali. I gruppi composti da 9 o 10
squadre giocheranno dal 16 novembre al 21 dicembre e dal 25
gennaio al 19 aprile, senza turni infrasettimanali. Saranno invece tre le
partite in settimana per i gironi da
11 o 12 società (18 marzo, 1 e 8 aprile). Le finali, invece, sono in programma per domenica 10 maggio.
ATLETICO ROERO
BENARZOLE
CANALE
DOGLIANI
GALLO
GIOVANILE CENTALLO
MONTATESE
SAN CASSIANO
SANFRE
SOMMARIVA PERNO
STELLA MARIS
BOVES MDG
BUSCA
CARAGLIO
GEM TARANTASCA
OLIMPIC SALUZZO
OLMO
SAVIGLIANESE
TRE VALLI
VALLE VARAITA
VICESE 84
VIRTUS MONDOVI
CASTAGNOLE PANCALIERI
ACCADEMIA ALBA
ATLETICO RACCONIGI
BANDITO
BENESE
CARRU MAGLIANO ALPI
CORNELIANO ROERO
FOSSANO
SAN CASSIANO
SCARNAFIGI
SOMMARIVESE
SPORTING CAVALLERMAGGIORE
SPORTROERO
SAVIGLIANESE
PISCINESE RIVA
PEDONA
CASALE
SALUZZO
J STARS
ASTI
FOSSANO
CIGALLINO PIERO
PAOLO & C. S.N.C.
- Energie alternative
- Impianti di climatizzazione
- Impianti di riscaldamento
- Impianti idrici
Via Fratelli di Dio, 27 - Valenza
[email protected] - Tel. 0131 950440
Il Corriere delle Province
19
Lunedì 10 novembre 2014
Giovanili Regionali
ALESSANDRIA U Parlano i protagonisti delle squadre qualificate LA GRANDA U Il presidente borgarino: «Era il nostro obiettivo»
«Carrosio, giochiamocela» En plein Cuneo e Pedona
«Il Derthona non si ferma» Molina: «Risultato voluto»
Alessandria
Giulio Comellini
A
lla conclusione della prima fase dei campionati
giovanili è tempo di bilanci per valutare quanto raccolto finora. Tra le squadre della provincia alessandrina ci sono soprese, certezze e rammarico, con belle storie (il Carrosio
2001 su tutti) e grandi delusioni
(il Cassine ‘98, sconfitto allo
spareggio).
Il quattro su quattro l’ha conquistato solamente la Novese, con
l’ambizione di ritagliarsi uno
spazio importante anche nei
campionati Regionali, con avversari di maggiore caratura. A
ribadirlo è il direttore generale
Marco Taverna: «Siamo molto
felici per questo risultato. Devo
dire che ce lo aspettavamo perchè negli ultimi anni siamo cresciuti considerevolmente, puntando molto sul Settore Giovanile al fine di inserire i ragazzi in
Prima squadra. Il nostro segreto? Pensiamo che l’allenatore
debba lavorare anno dopo anno
con la stessa categoria e non con
lo stesso gruppo. Devo fare i
complimenti a Liberati (responsabile del Settore Giovanile, ndr)
che ha lavorato molto bene
nell’ottica di raggiungere questo
traguardo».
Oltre alla soddisfazione che si
respira a Novi, un’altra squadra
di Serie D può vantarsi di avere
un Settore Giovanile inviadibile:
il Derthona. Il responsabile Simoniello non nasconde il proprio orgoglio: «Siamo molto
contenti per aver portato tre
squadre alla fase Regionale. Devo ringraziare il presidente Sonzogni che mi ha permesso di costruire squadre ambiziose non
facendo mai mancare il proprio
supporto. Allievi e Giovanissimi
hanno dominato i rispettivi giro-
Il super Carrosio 2001; sopra Taverna, d.g. della Novese
Giovanissimi gir. A
ACCADEMIA BORGOMANERO
GIAVENO COAZZE
PARLAMENTO
VENARIA
VOLPIANO
PROSETTIMO
IVREA
LUCENTO
BORGOVERCELLI
NOVARA (FUORI CLASSIFICA)
ni e faranno molto bene. Spero
lo stesso per i 2001 perchè, anche se hanno un “girone di ferro”, hanno dimostrato che possono dire la loro contro qualsiasi
avversario». Simoniello poi parla
della crescita del Derthona: «Negli ultimi due anni stiamo lavorando nella direzione giusta,
l’obiettivo è migliorare sempre di
più».
Agrodolce, invece, l’ambiente di
Castellazzo. Se i Giovanissimi
hanno fatto molto bene e si sono
presi il primato, resta l’amarezza
per il terzo posto degli Allievi fascia B, altra categoria biancoverde attrezzata. Il presidente Cosimo Curino ammette: «Nonostante l’ottimo cammino, con i ‘99
non siamo riusciti a qualificarci.
Resta comunque la soddisfazione per quanto di buono fatto.
Faccio i complimenti ai Giovanissimi, questa squadra deve
continuare a crescere e cercare
di fare bene».
Tra i giovanissimi fascia B c’è
grande attesa per capire come si
comporterà la super protagonista della fase provinciale, il Carrosio. Il girone è duro e il presidente Fabio Petrucci dichiara:
«Siamo consapevoli che ci aspetta un cammino difficile. Dovremo mantenere un profilo basso e
giocare come abbiamo fatto fin
qui. Mister Magrì sta trasmettendo la sua idea di calcio e credo
funzioni. Avversari blasonati?
Sarà uno stimolo per i ragazzi,
spero che i Regionali siano una
bella avventura». Ma cosa può
voler dire l’ottimo inizio di campionato del Carrosio? «Sicuramente non deve essere un inganno, non dobbiamo pensare di essere superiori, bensì giocare
sempre per vincere a prescindere
da chi avremo di fronte».
Nel prossimo week-end si parte,
le alessandrine vogliono un ruolo
da protagonista.
Cuneo
Maria Rosa Cagnasso
Cuneo e Pedona teste di serie
del calcio giovanile cuneese. Le
due società riescono a qualificare tutte e quattro le annate
alla fasi regionali.
Obiettivo raggiunto dunque
per i biancorossi, che, tornati
nel mondo dei dilettanti e seguiti dal nuovo responsabile
Renato Carrain, non potevano
che raggiungere il poker: «La
fase di qualificazione è stata
superata senza grandi problemi - commenta direttore del
Settore giovanile cuneese Adesso ai Regionali cercheremo di dire la nostra, anche se
ovviamente il gioco si fa più
duro. Società del calibro della
J Stars e del Chisola sono sicuramente pericolose».
Evidentemente soddisfatto
Molina, presidente della Pedona, che da anni porta avanti un
rapporto di collaborazione con
l’Atalanta, punto di riferimento
importante nella preparazione
degli allenatori. «Era qualche
anno che stavamo cercando di
ottenere questo risultato spiega il numero uno borgarino Riuscivamo sempre a qualificarne due o tre, ma mancava
sempre l’en plein. Questa volta
siamo riusciti a centrare
l’obiettivo, complice il livello
dei ragazzi e dei tecnici, e anche di un pizzico di fortuna.
Forse i due gruppi che meglio
possono farsi valere a livello
regionale sono Allievi e Giovanissimi Fascia B, anche perchè
hanno dei gironi leggermente
più abbordabili, anche se ovviamente sono tutti discorsi
fatti a tavolino, bisogna poi vedere come vanno le cose sul
campo. La nostra società investe sui ragazzi giovani sin dalla
Scuola calcio: crediamo molto
sui giocatori che formiamo nel
corso del tempo, e questo si vede anche in Prima squadra, dove cerchiamo di dare spazio al
nostro vivaio».
Ottimi risultati, tre su quattro
anche per Saluzzo e Cheraschese. I nerostellati superano
ogni previsione, e arrivano
molto vicino anche alla qualificazione degli Allievi Fascia B,
mancata davvero per un soffio.
«Siamo andati oltre alle nostre
speranze - racconta Cannistrato, allenatore dei ‘98 e responsabile del Settore Giovanile
della Cheraschese - Credevamo
molto negli Allievi, una squadra preparata nel corso delle
stagioni, e sui Giovanissimi Fascia B, che possono contare su
alcune individualità di tutto rispetto. La vera sorpresa sono
stati i Giovanissimi, un gruppo
che nella passata stagione ha
faticato a dare risultati nel settore provinciale, che è stato risistemato e ripensato a inizio
stagione e che ha dimostrato
di saper dire la sua già nella
prima fase. Credo che i ‘98 abbiano buone possibilità di fare
bene, se devo guardare quelle
che secondo me sono le migliori compagini del girone noi
siamo comunque tra le prime
I ragazzi della Giovanile Centallo 2001
Giovanissimi gir. B Giovanissimi gir. C Giovanissimi gir. D Giovanissimi gir. E
SAN MAURO
BAVENO
ALPIGNANO
BORGOSESIA
ORIZZONTI UTD
CALTIGNAGA
SUNO
VIRTUS VILLADOSSOLA
SANTHIÀ
PRO VERCELLI (FUORI CLASSIFICA)
AYGREVILLE
JL BIELLESE
CASELLE
OLIMPIA SANT’AGABIO
BANCHETTE
VICTORIA IVEST
SPARTA NOVARA
BORGARO
JUVE DOMO
ACCADEMIA ALBA
SALUZZO
ATLETICO TORINO
SPORTING CENISIA
CUNEO
PINEROLO
BACIGALUPO
COLLINE ALFIERI
ALBESE
TORINO (FUORI CLASSIFICA)
PEDONA
CHERASCHESE
ASTI
CITTÀ DI RIVOLI
LA SORGENTE
FOSSANO
J STARS
BRA
CHISOLA
JUVENTUS (FUORI CLASSIFICA)
Giovanissimi fB gir. A Giovanissimi fB gir. B Giovanissimi fB gir. C Giovanissimi fB gir. D
GIAVENO COAZZE
VENARIA
VOLPIANO
VARZESE
STRAMBINESE
ATLETICO 1912
ROMAGNANO
JL BIELLESE
SANTHIÀ
BARCANOVASALUS
SPARTA NOVARA
TORINO (FUORI CLASSIFICA)
SUNO
BORGARO
BAVENO
ACCADEMIA BORGOMANERO
IVREA
VANCHIGLIA
PROSETTIMO
AOSTA
LIBERTAS RAPID
LASCARIS
LUCENTO
ROMENTINESE
CUNEO
NOVESE
CHISOLA
CANELLI
J STARS
DERTHONA
MIRAFIORI
SALUZZO
POZZOMAINA
CHERASCHESE
BRA
CAMBIANO
ASTI
RAPID TORINO
SAN GIORGIO TORINO
PRO DRONERO
ATLETICO ROERO
GIOVANILE CENTALLO
PEDONA
CHIERI
LUSERNA
CARROSIO
VALENZANA MADO
cinque, restano più avanti di
qualche lunghezza Cuneo e Pedona, che hanno il livello più
alto rispetto agli altri. Credo
però, alla fine, che a fare la differenza saranno quelle squadre
che possono contare non solo
sulla bravura dei ragazzi ma
anche sulla loro serietà nel non
strafare la sera prima della
partita».
Delusione invece per l’Olmo,
che si ritrova con tre categorie
nei gironi provinciali: solo gli
Allievi, infatti, sono riusciti ad
ottenere la qualificazione, nonostante i Giovanissimi siano
arrivati a sperare nello spareggio contro il Cuneo. «Il maggior rimpianto è quello per il
mancato passaggio del turno
degli Allievi Fascia B, che
avrebbero meritato - spiega La
Dolcetta, responsabile del Settore giovanile - I 2000 e i 2001
sono due buoni gruppi, ma
non pensavamo di ottenere
molto di più. Non è una scusante, ma i gironi cuneesi della
prima fase erano davvero tanto
sbilanciati, alcuni erano quasi
impossibili da superare, altri
erano nettamente più semplici.
Già solo la presenza del Cuneo
come società ha praticamente
tolto quattro posti a priori».
I Giovanissimi fascia B della Valenzana Mado
Giovanissimi gir. F
CASTELLAZZO
CASTAGNOLE PANCALIERI
CASALE
VALENZANA MADO
PERTUSA
DERTHONA
CHIERI
NOVESE
VIRTUS MONDOVÌ
ALESSANDRIA (FUORI CLASSIFICA)
20
Il Corriere delle Province
Lunedì 10 novembre 2014
Scuola Calcio
ESORDIENTI MISTI UÊIl bomber mette a segno una tripletta, Bistagno sconfitto ESORDIENTI 2003 UÊGrande prova del giocatore dell’Aurora, ma la Novese è troppo forte
Hattrick Bziker: G5 Real Novi Guraliuc, tris che non basta
BISTAGNO V.B.
G3 REAL NOVI
1
5
PARZIALI: 0-3; 0-0; 1-2.
MARCATORI: pt 5’, 12’, 13’ Bziker;
tt 12’ Bergamo, 18’ Nanetto,
20’ De Paola.
BISTAGNO VALLE BORMIDA: Visconti, Meistro, Birello, Nanetto, Dassero, Laiolo, Rosselli,
Efremov, Negrini, Trinchero.
All: Sbarra-Palazzi.
G3 REAL NOVI: Pili, Mazzariello,
Lemaachi, Bergamo, Mannisi,
De Paola, Bziker, Caratto, Balliu, Esposito, Jaouhara. All:
Tinto.
NOTA BENE
le classifiche
sono qui
riportate a
scopo
puramente
statistico
Bistagno (Al)
Davide Bottero
C
on un perentorio 1-5 il
G3 Real Novi ottiene la
prima vittoria della sua
stagione, negandola ad un Bistagno a cui non bastano volontà e determinazione.
Assoluto protagonista dell’incontro il brevilineo Bziker,
classe 2003, autore di una tripletta da incorniciare durante
la prima frazione di gioco,
più l’assist per il gol del 5-1 di
De Paola, allo scadere del terzo e ultimo tempo. Sono le
sue giocate in velocità a risultare decisive ai fini del risultato, in una gara in cui gli ospiti
novesi hanno comunque meritato la vittoria, per via di alcune individualità di spicco
come Esposito, Caratto e Bergamo (tutti classe 2002 e più
“fisicati” rispetto al resto del
gruppo). Un primo tempo totalmente ad appannaggio degli ospiti, tambureggianti fin
dalle prime battute e in vantaggio dopo soli 5’; Bziker
tenta un tiro cross da posizione angolata, il pallone è spiovente ma non imparabile, nonostante questo Visconti si fa
scavalcare e la palla finisce
dentro. Sarà l’unica incertezza del numero 1 locale, nel
computo di una gara condita
da grandi interventi. Lo 0-1
ESORDIENTI FB GIR. A
ESORDIENTI GIR. A
ACQUI-ALESSANDRIA
AURORACALCIO-FORTITUDO F.O
DON BOSCO AL-LA SORGENTE
HA RIPOSATO: FULVIUS 1908
3-2
0-2
0-1
PT G V N P F S
13
12
10
9
4
4
0
7
5
5
3
5
6
5
4
4
3
3
1
1
0
ALESSANDRIA-DERTONA CG
AO S.BERNARDINO-VALLI BORBERA SCR
DERTHONA-BOYS OVADA
FULVIUS 1908-CASTELNOVESE C
ORTI-VALENZANA MADO
1
0
1
0
1
1
0
Prossimo turno
ALESSANDRIA-FULVIUS 1908
FORTITUDO F.O.-ACQUI
LA SORGENTE-AURORACALCIO
RIPOSA: DON BOSCO AL
2
1
1
0
3
4
5
16
19
27
7
4
7
3
12
8
9
2
21
11
20
PT
DERTONA CG
15
VALENZANA M. 13
AO S.BERNARDINO13
CASTELNOVESE C. 8
FULVIUS 1908
8
ALESSANDRIA
7
DERTHONA
5
BOYS OVADA
4
ORTI
3
VALLI BORBERA S. 2
G
6
6
6
6
6
5
6
5
5
5
V
5
4
4
2
2
2
1
1
1
0
N
0
1
1
2
2
1
2
1
0
2
Prossimo turno
NOVESE
AURORACALCIO
5
3
PARZIALI: 2-1; 1-1; 2-1
MARCATORI: pt 7’ Silvestru, 17’
Guraliuc, 18’ Di Cesare aut.; st
6’ Piraneo, 19’ Guraliuc; tt 1’
Andrade, 5’ Silvestru, 16’ Guraliuc.
NOVESE: Caravaggio, Dispensa; Bernini, Bo, Vasquez, Silvestru, Lovisolo, Ndokaj, Potolea , Coffani, Piraneo, Andrade, Tramontana. All.: Adamo
AURORA CALCIO: Bottazzo, Marongiu; Bovone, Consavo, Garavelli, Di Cesare, Squitieri,
Toppi, Guasco, Lidestri, Guraliuc, Spiotta, Cela, Galasso, Allò, Pastorino. All.: Monteleone.
ESORDIENTI FB GIR. B
2-1
7-2
1-1
0-0
2-7
BOYS OVADA-POZZOLESE
DERTONA CG-ACQUI
NOVESE-AURORACALCIO
VALLI BORBERA SCR.-DON BOSCO AL
X FIVE SPINETTA-CASTELLAZZO
S
3
7
9
13
17
9
19
10
23
27
PT
DON BOSCO AL 16
CASTELLAZZO 13
NOVESE
12
X FIVE SPINETTA 11
ACQUI
10
POZZOLESE
10
AURORACALCIO 6
DERTONA CG
3
VALLI BORBERA S. 3
BOYS OVADA
0
Classifica
Classifica
FORTITUDO F.O.
ACQUI
ALESSANDRIA
FULVIUS 1908
LA SORGENTE
DON BOSCO AL
AURORACALCIO
dà brio ai novesi che segnano
ancora due reti, sempre di
Bziker, nel giro di altri 5’: a
conclusione di un bell’unoduo con Caratto per lo 0-2, di
prepotenza per il tris, dopo
che Visconti gli aveva respinto
un primo tiro. Nella ripresa
invece la pressione ospite cala, il Bistagno sembra riorganizzarsi seppur latitando in
attacco e la frazione termina
senza reti all’attivo. Nuove
emozioni, però, nell’ultimo
parziale di match. Il G3 attacca con Esposito e Caratto sulla destra, Bziker sulla sinistra
e Bergamo partendo da dietro. Visconti si esibisce in alcuni interventi miracolosi in
serie, mentre è Nanetto l’ultimo dei suoi ad arrendersi. Al
12’ Bergamo fa 0-4 con
un’azione perentoria di sfondamento per vie centrali, i locali però meriterebbero la rete per l’impegno profuso. Ci
prova Efremov ma è sfortunato in un paio di occasioni, Nanetto invece sigla l’1-4 con un
eurogol alla Pirlo su calcio di
punizione al 18’. Sembra finita, invece allo scadere Bziker
sgroppa ancora sulla fascia e
serve un comodo assist a De
Paola, che in girata trova l’angolino e batte Visconti. È il
gol che precede il triplice fischio. Il Bistagno cede al G3
Real Novi 5-1.
3-5
1-3
5-3
0-7
2-2
Classifica
P
1
1
1
2
2
2
3
3
4
3
F
38
18
14
10
8
9
18
6
9
7
BOYS OVADA-ORTI
CASTELNOVESE C.-DERTHONA
FULVIUS 1908-ALESSANDRIA
VALENZANA MADO-AO S.BERNARDINO
VALLI BORBERA SCR.-DERTONA CG
G
6
6
6
5
5
6
6
6
6
6
V
5
4
4
3
3
3
2
1
1
0
N
1
1
0
2
1
1
0
0
0
0
Prossimo turno
ACQUI-NOVESE
AURORACALCIO-BOYS OVADA
DERTONA CG-X FIVE SPINETTA
DON BOSCO AL-CASTELLAZZO
POZZOLESE-VALLI BORBERA SCR.
Novi Ligure (Al)
Giorgio Vernetti
Bella vittoria degli esordienti
2003 della Novese che hanno
battuto l’Auroracalcio per 5-3.
Un’ottima partita per i giovanissimi ragazzi di mister Adamo, mai sotto nel punteggio e
sempre in grado di capitalizzare al meglio le occasioni da gol.
Nonostante la sconfitta, hanno
ben poco da rimproverarsi anche i ragazzi dell’Aurora, autori
di una partita tenace e combattiva. Mai domi fino all’ultimo
minuto, gli alessandrini hanno
fatto sudare ai padroni di casa
le proverbiali sette camicie, gestendo un buona dose di palloni e pericolosi e dando del filo
da torcere agli avversari in ogni
zona del campo.
La prima rete della partita arriva al 7’ e porta la firma di Silvestru: il centrocampista novese
ha segnato dalla lunga distanza
con un pregevole tiro a fil di
palo. La reazione dell’Aurora
non tarda ad arrivare. Al 10’
Caravaggio deve fare un miracolo per parare a Di Cesare un
pallone battuto in rete da calcio
d’angolo, ma al 17’ non gli riesce la seconda impresa: Guraliuc riceve un pallone a centroarea e in girata calcia un pallone troppo angolato per il portiere novese, che la sfiora soltanto.
ESORDIENTI MISTI GIR. A
ALESSANDRIA F.-MONFERRATO
CASTELNOVESE-FELIZZANOLIMPIA
SALE-ASCA
VALENZANA MADO-AURORA
1-1
5-0
7-0
6-1
L’Aurora, però, ha nemmeno il
tempo di festeggiare; un minuto più tardi, infatti, uno sfortunato rinvio dal fondo di Consavo rimpalla contro Di Cesare e
finisce in porta, riportando la
Novese in vantaggio per la fine
del primo tempo.
Nel secondo tempo l’Aurora
prova a riacciuffare il pareggio,
ma la Novese è rapace e nel
momento migliore della squadra avversaria mette a segno il
gol del 3-1. Ad andare a rete
questa volta è Piraneo che recupera un pallone sulla trequarti
avversaria e si prodiga in
un’azione “alla Weah”, prima di
mettere la palla in rete con un
tiro potente e centrale. Il risultato sembra immobile per tutta
la frazione, ma ad un minuto
dalla fine l’Aurora dimostra di
non aver ancora gettato la spugna, accorciando nuovamente
il risultato con Guraliuc.
Il terzo tempo si rivela quello
decisivo per la Novese, che
mette a segno un uno-due nei
primi 5 minuti, andando a segno prima con Andrade e poi
ancora con Silvestru, autore di
una pregevolissima punizione
dalla lunga distanza. L’Aurora
comunque non molla fino
all’ultimo e a pochi minuti dalla fine arrotonda ancora il risultato, andando a segno per la
terza volta con Guraliuc, oggi
in giornata di grazia.
ESORDIENTI MISTI GIR. B
BISTAGNO-G3 REAL NOVI
LA SORGENTE-SAVOIA FBC
POZZOLESE-LIBARNA
HA RIPOSATO: CARROSIO
Classifica
P
0
1
2
0
1
2
4
5
5
6
F
30
21
17
22
15
16
10
9
8
6
S
3
11
14
7
10
15
21
15
23
35
PT
SALE
18
VALENZANA M. 11
AURORA
10
CASTELNOVESE 8
MONFERRATO
8
FELIZZANO
4
ALESSANDRIA F. 2
ASCA
0
G
6
6
6
5
6
6
4
5
V
6
3
3
2
2
1
0
0
N
0
2
1
2
2
1
2
0
Prossimo turno
ASCA-VALENZANA MADO
AURORA-ALESSANDRIA F.
FELIZZANOLIMPIA-SALE
MONFERRATO-CASTELNOVESE
1-5
0-4
9-0
Classifica
P
0
1
2
1
2
4
2
5
F
28
18
16
18
18
7
3
3
S
6
5
15
7
19
16
11
32
PT G V N P F S
POZZOLESE
SAVOIA FBC
CARROSIO
G3 REAL NOVI
LIBARNA
LA SORGENTE
BISTAGNO
16
12
12
4
4
2
1
6
5
5
5
5
5
5
5
4
4
1
1
0
0
1
0
0
1
1
2
1
Prossimo turno
G3 REAL NOVI-LA SORGENTE
LIBARNA-BISTAGNO
SAVOIA FBC-CARROSIO
RIPOSA: POZZOLESE
0
1
1
3
3
3
4
29
16
13
9
4
6
5
3
4
16
12
16
12
19
Il Corriere delle Province
21
Lunedì 10 novembre 2014
Volley
LE CLASSIFICHE
SERIE B1 FEMMINILE
Ris: Chieri-Vercelli 3-0, Lodi-Albese 3-1,
Orago-Lilliput 1-3, Busto-Castellanza 03, Collegno-Bergamo 3-0, Trecate-Pinerolo 1-3, Casale-Mondovì 0-3. Class:
Castellanza, Pinerolo, Chieri 11; Alba,
Lodi, Lilliput 9; , Mondovì 6; Vigneti
Roncati, Trecate 5; Collegno, Bergamo3;
Orago 1; Casale, Busto 0.PT: VercelliLodi, Albese-Chieri, Lilliput-Busto, Bergamo-Orago, Castellanza-Collegno,
Mondovì-Trecate, Pinerolo-Casale.
SERIE B1 MASCHILE
Ris: Saronno-Volley Lupi 3-0, MondovìIglesias 3-0, Vba-Sant’Anna 0-3, ChiusiBergamo 3-1, Alba-Cagliari 3-2, ParellaSegrate 2-3. Class: Mondovì 9; Chiusi
Scalo 8; Parella 7; Sant’Anna, Alba 6;
Segrate, Saronno 5; Bergamo, Volley
Lupi 3; Cagliari Volley, Vba 1; Iglesias 0.
PT: Volley Lupi-Mondovì, Iglesias-Saronno, Sant’anna-Chiusi, Cagliari-Vba,
Segrate-Alba, Bergamo-Parella.
SERIE B2 FEMMINILE
Ris: Remarcello-Cinisiello 3-0, GenovaGalliate 3-0, Cuneo-Bodio 3-2, LanzoAcqui Terme 2-3, Canavese-Beinasco 31, Monza-Albenga 3-0, Propatria Milano-Garlasco 1-3. Class: Garlasco 12; Remarcello 11; Cuneo, Monza 10; Genova, Bodio 9; Canavese Volley, Beinasco,
Acqui Terme 5; Galliate 4; Cinisiello 3;
Lanzo, Albenga 1; Propatria Milano
0.PT: Cinisiello-Genova, Galliate-Remarcello, Gazzada-Lanzo, Beinasco-Cuneo, Acqui Terme-Canavese, GarlascoMonza, Albenga-Propatria Milano.
SERIE B2 MASCHILE
Ris: Santhià-Albisola 1-3, Fossano-Milano 3-0, Gonzaga-Asti 1-3, Bollate-Gorgonzola 3-1, Brugherio-Busca 3-1, Bresso-Chieri 1-3, Mangini Novi riposa.
Class: Brugherio, Chieri 11; Fossano 9;
Milano, Gonzaga, Mangini Novi 7; Gorgonzola 5; Asti, Bresso, Bollate 4; Albisola 3; Santhià 2; Busca 1.PT: AlbisolaFossano, Milano-Santhià, GorgonzolaMangini Novi, Asti-Bollate, Chieri-Brugherio, Busca-Bresso, Gonzaga Milano
riposa.
SERIE C FEMMINILE
GIRONE A - Ris: Carrù-Mescia 1-3, Centallo-Chisola 0-3, Calton-Lilliput 3-2,
Cogne-Santena 3-0, Parella-Cherasco
3-0, Lasalliano-Savigliano 2-3, PineroloL’Alba Volley 3-2. Class: Lasalliano 10;
Centallo, Cogne, Calton 9; Pinerolo 8;
Parella, Volley 7; Chisola, Savigliano 6;
Alba,Cherasco 5; Mescia 4; Santena 2;
Lilliput 1; Carrù 0.PT: Mescia-Centallo,
Chisola-Carrù, Lilliput-Cogne, Cherasco-Calton, Santena-Parella, L’alba Volley-Lasalliano, Savigliano-Pinerolo. GIRONE B - Ris: Lingotto-Toninelli Pavic
3-2, Biellese-Trecate 3-1, Casale-TeamVolley 0-3, Alessandria-Arquata 3-1,
Collegno-Valenza 3-1, Ovada-Oleggio
3-0, Vercelli-Bellinzago 3-0. Class: Vercelli 12; Toninelli 10; Oleggio, Lingotto,
Biella, Teamvolley 9; 7; Arquata, Collegno 6; Alessandria 5; Valenza, Ovada,
Trecate 3; Bellinzago, Casale 0. PT: Toninelli Pavic-Biella, Trecate-Lingotto, TeamVolley-Alessandria, Valenza-Casale,
Arquata-Collegno, Bellinzago-Ovada,
Oleggio, Vercelli.
SERIE C MASCHILE
GIRONE A - Ris: Savigliano-Lasalliano
3-0, Braida-Parella 0-3, Cus Torino-Alba
3-1, Pmt-Aosta 3-0, Santanna-Villanova
1-3. Class: Savigliano 12; Parella, Villanova 9; Marene, Cus Torino, Pmt 6;
Santanna 4; Mondovì, Braida 3; Alba,
Aosta 2; Lasalliano 1. PT: LasallianoMondovì, Parella-Cus Torino, AostaBraida, Alba-Pmt, Marene-Santanna.
GIRONE B - Ris: Pivielle-Novara 1-3,
Valsusa-Alto Canavese 3-1, Negrini Valnegri-Arti Volley 3-2, Domodossola-Caluso 3-2, Ovada-Biella 0-3, Erreesse-Sfoglia 0-3. Class: Biella 12; Novara 11;
Cerealterra,Sfoglia 9;Valsusa 6; Caluso,
Negrini Valnegri 5; Arti Volley 4; Alto
Canavese, Altea Altiora, Domodossola
3; Ovada 2; Erreesse 0. PT: Novara-Valsusa, Alto Canavese-Pivielle, Arti VolleyDomodossola, Altea Altiora-Negrini
Valnegri, Sfoglia-Ovada, Biella-erreesse
Pavic.
SERIE D FEMMINILE
GIRONE B - Ris: Alba-Racconigi 0-3, Almese-Bra 3-1, Pgs El Gall-Roero 3-1, Caselle-Cuneo 3-0, San Paolo-Val Chisone
3-2, Aurora-Pinerolo 0-3, Rivoli-Saluzzo
3-0. Class: Caselle 12; Val Chisone 10;
Cuneo, Almese, Pinerolo 9; Pgs El Gall,
San Paolo 8; Racconigi 7; Bra 6; Rivoli,
Volley Roero 3; Aurora, Alba, Saluzzo 0.
PT: Racconigi-Almese, Bra-L’Alba Volley, Roero-Caselle, Val Chisone-Pgs El
Gall, Cuneo-San Paolo, Saluzzo-Aurora,
Pinerolo-Rivoli. GIRONE C - Ris: Lingotto-Red Volley 1-3, Piossasco-Union 3-2,
Mangini Novi-Cime Careddu 1-3, Lillarella-Rombi Escavazioni 3-0, Chieri-Testona 3-0, Agryvolley-Gavi 3-1, Allotreb-Involley 3-1.Class: Allotreb, Red
Volley 12; Pvb 11; Chieri 9; Lillarella 8;
Piossasco 7; Mangini Novi, Testona,
Rombi Escavazioni 6; Agryvolley, Gavi
3; Union For Volley 1; Trasporti Involley,
Lingotto 0. PT: Red Volley-Piossasco,
union For Volley-Lingotto, Cime Careddu-Lillarella, Testona-Mangini Novi,
Rombi Escavazioni-Chieri, involley-Agryvolley, Gavi-Allotreb Torino.
SERIE D MASCHILE
GIRONE A - Ris: Alessandria-Meneghetti 0-3, Pivielle-Montanaro 3-2, PmtSb Volley np, Red Volley-Mangini Novi
3-0.Class: Meneghetti 12; Red Volley 9;
Montanaro 7; Alessandria 6; Pivielle 5;
Mangini Novi, Asta del Mobile 3; Pmt 0.
PT: Meneghetti-Red Volley, Montanaro-alessandria, Pmt-Pivielle, Mangini
Novi-Sb Volley. GIRONE B - Ris: Villafranca-San Paolo 1-3, Savigliano-5 Pj
Torino 3-2, Busca-Fossano 0-3, Pinerolo-Arti Volley 0-3.Class: Torino 10; San
Paolo, Arti Volley 9; Savigliano, Fossano
7; Villafranca, Pinerolo 3; Busca 0. PT:
San Paolo-Pinerolo-5 Pj Torino-Villafranca, Busca-Savigliano, Arti VolleyFossano.
B2 FEMMINILE UÊ>ÊVœ“«>}ˆ˜iÊ`ˆÊ
iÀˆœÌ̈ÊiëÕ}˜>ʈÊV>“«œÊ`iÊ>LœÀÊ>Ê̈i‡LÀi>Ž
ÀÀi“L>}}ˆœÊVµÕˆ
LABOR VOLLEY
ACQUI TERME
2
3
(25-27, 25-18, 21-25, 26-24, 12-15)
LABOR VOLLEY: Cavalieri 7, Visentin 18, F. Grattarola 8, Torielli 3, Vevey 21, M. Grattarola 1; Vecco Garda (L); Nebbia
8, Mano 0, Perotto ne, Rossi
ne, Spacca ne. All. Polesel.
ACQUI TERME: Ivaldi 5, Zonta 19,
Mirabelli 12, Bianciardi 11,
Gatti 17, Santin 3; V. Cantini
(L); Grotteria 6, Zamagni 0, M.
Cantini 0, Boido ne, Deambrogio ne. All. Ceriotti.
ARBITRI: Foppoli di Sondrio e
Savino di Milano.
19
PUNTI
realizzati da
Zonta, top scorer
dell’Acqui Terme
nella vincente trasferta
a Lanzo Torinese
Lanzo Torinese (To)
Stefano Tubia
B1 MASCHILE UÊ>ÀˆÃVˆ>˜ˆ\ʁ“«œÀÌ>˜ÌiʈÊ«ÀœÃȓœÊÌÕÀ˜œ‚
R
œ˜`œÛŒÊ“>ÀVˆ>ʈ˜ÊÛiÌÌ>
}iÈ>ÃÊÃV…ˆ>˜Ì>̜ʫiÀÊ·ä
esiste il fattore campo al contrario per l’Acqui in B2
femminile: due sconfitte interne e altrettante vittorie in trasferta.
Sofferta quella di sabato con il Labor Volley, maturata al
quinto set dopo 2 ore e 19 minuti, continui ribaltamenti di
fronte e qualche polemica in campo. Naturale quindi la soddisfazione di coach Roberto Ceriotti a fine incontro: «Non
era facile per noi giocare questa partita dopo due settimane
travagliate. Siamo una squadra giovane con tre elementi
nuovi, serviva una vittoria per fare morale. Abbiamo faticato
all’inizio, poi siamo cresciuti nel muro-difesa e in ricezione
mentre non siamo stati efficaci negli attacchi in primo tempo».
La Syprem cercava subito di sfatare il tabù di non aver vinto
un set nelle prime tre giornate e premeva in battuta portandosi sul 10-7 per poi girare sul 16-13. Nonostante un gioco
frammentario, l’Arredo Frigo Makhymo si riportava sotto
con caparbietà, trascinato da Mirabelli al centro e da Zonta
in 2, e metteva la testa avanti chiudendo al terzo set-point in
proprio favore (25-27). Netto cedimento nel secondo parziale: la ricezione traballava e gli attacchi erano facile preda
della retroguardia di casa, mentre Vevey e Visentin dalle bande facevano fuggire le giallonere torinesi sul 16-13 e poi sul
25-18, senza che le termali opponessero resistenza. La doccia
gelata era salutare: la squadra si compattava, serviva con più
sicurezza e lavorava ogni palla con pazienza, senza concedere spazi alle avversarie. Dopo aver girato sul 7-8 e sul 14-16 il
team alessandrino prendeva il largo; la capitana Gatti, fin lì
in ombra, sfoderava i muscoli e per le locali non c’era scampo (21-25). Troppi errori (12) invece condannavano le acquesi nel quarto, infuocato, periodo. Ottima gestione del set fino
al 16-20, ma un passaggio a vuoto faceva rientrare le locali,
che poi si giocavano il tutto per tutto con le ali Vevey e Nebbia sugli scudi, mentre l’Acqui si innervosiva e si arrendeva
26-24 dopo il giallo per proteste rimediato da Gatti sul 24-24.
Le discussioni con la puntigliosa coppia arbitrale lombarda
costavano anche una penalizzazione a Ceriotti in avvio di
quinto set, ma l’Arredo Frigo Makhymo ritrovava concentrazione, sospinta da Zonta e dai centrali Mirabelli e Bianciardi,
e prendeva un paio di punti di vantaggio (5-8 al cambio di
campo) che teneva fino al termine sul 12-15.
C MASCHILE UÊ
iv>À>ââˆÊiÊ>ÀÀœÊ}Ո`>˜œÊˆÊVœ“«>}˜ˆÊ>ÊÃÕVViÃÜÊÃՏÊ->˜Ì½˜˜>
6ˆ>˜œÛ>Ê
",-,"
MONDOVÌ
IGLESIAS
3
0
(25-15, 25-11, 25-9)
BRUNO RENT MONDOVÌ: Cortellazzi 6, Manassero 3, Mangano 8,
Ghibaudo 4, Garello 4, Longo
11; Cherasco (L); Menardo ne,
Peirano 11, Peluffo 6, Parusso
ne, Fabiano. All. Barisciani.
VOLLEY IGLESIAS: Leone, Murenu
7, Cauli, Renzo 7, S. Salaris 6,
Iorno 5; Attanasio (L); G. Salaris ne. All. Basciu.
Mondovì (Cn)
Alessandro Sacco
Più che agevole vittoria per il
Mondovì che si conferma in vetta alla classifica di B1. Sabato
sera la formazione monregalese
ha battuto in tre set, con parziali netti, gli ospiti dell’Iglesias che
stazionano in coda alla graduatoria, ancora senza aver conquistato punti dall’inizio della stagione.Tutt’altro che difficile,
quindi, l’impegno del Bruno
Rent che ha impiegato soluzioni
alternative nel sestetto per affrontare i cagliaritani. Ha esordito come titolare, già nel primo
set, il giovane Mangano, classe
1997. In avvio di 3° set coach
Bariscani ha schierato una formazione inedita, lasciando in
campo i soli titolari Cherasco e
Longo.Gli ospiti sardi non sono
mai riusciti ad entrare in partita
ed opporsi al gioco di Mondovì,
senza mai riuscire ad oltrepassare il quindicesimo punto, conquistato nel 1° set.«Iglesias è arrivato da noi in seria difficoltà
con soli otto giocatori e problemi in battuta, ricezione e attacco. Noi, invece, abbiamo fatto
bene il nostro gioco e abbiamo
creato loro poche possibilità – è
il commento del coach monregalese Barisciani, soddisfatto
dell’esito - La classifica ci vede
ancora primi, ma non la prendiamo in considerazione vista la
poca difficoltà delle gare che abbiamo giocato. La classifica potrebbe darci qualche indicazione in più dopo la prossima partita per capire dove potremo arrivare e se è possibile ambire ai
playoff».Mondovì giocherà domenica pomeriggio a Santa Croce sull’Arno sul campo dei Lupi
che occupano il nono posto in
classifica e che vantano un glorioso passato in serie A.“E’ la
prima squadra di una società
storica che è ben organizzata.
Affronteremo una squadra di
tutto rispetto, accreditata per un
campionato di vertiche, che ha
in regia Nuti: è un alzatore che
ha maturato importanti esperienze in A1 – ha aggiunto Barisciani -. Siamo curiosi anche
perché è una piazza importante.
Noi stiamo bene fisicamente,
stiamo bene fisicamente e lavorando con tranquillità”.
L’esultanza del Villanova
SANT’ANNA
VILLANOVA
1
3
(16-25, 25-23, 24-26, 19-25)
SANT’ANNA TOMCAR : Mosso 8,
Ferretto 6, Sangermano 13,
Scollo 7, Romeo 2, Bevilacqua 4, Randone (L); Martinetti 7, Carbonati, Daniele, Cassiano, Custureri, Tanga (L2).
All. Zanetti, Camoletto.
VILLANOVA: Orsi 6, Ceffaratti
14, Garelli 6, A.Allena 7, F.Allena 6, Garro 12, S.Abbio (L);
L.Abbio 1, Dho, Bottero 11,
Garzano 1, Mandrile. All. Revello
San Mauro Torinese (To)
Alessandro Gibellino
Coach Revello deve dar fondo
alle sue risorse per piegare un
Sant’Anna giovane e spregiudicato, che nelle prime tre giornate ha giocato la bellezza di quindici set. Per tenere il passo di
Savigliano, i monregalesi devono impegnarsi a fondo. In avvio
Villanova deve fare i conti con
l’atletismo e l’esplosività del muro di casa (Sangermano firma
così il 4-2). Fino al 10-10 la sce-
neggiatura è incerta, ma sui servizi di Orsi Villanova stacca i
sanmauresi. La frazione è segnata: San Mauro prova a risalire al massimo 19-14, ma il primo set finisce per 16-25. Il
Sant’Anna però determinato a
risalire e, dopo un avvio affannoso che permette a Villanova
di raggiungere il 4-7, mantiene
inalterato di fatto il margine fino al 9-13 e ricuce lo strappo
con le battute di Mosso e coi
muri di Sangermano che valgono il 16-14 per i locali. Quando è
il turno di Garzano al servizio,
gli ospiti tornano in vantaggio
16-17, ma Martinetti in battuta,
Sangermano a muro e Ferretto
in attacco rilanciano i sanmauresi. Il finale è deciso in volata
da Martinetti a muro e Ferretto
in attacco. Villanova soffre e nel
terzo arranca fino al 15-10. La
risalita ospite sui servizi di Bottero, permette a Villanova di riaprire il set sul 18-18 grazie a
Garro. Gli ultimi punti si giocano con agosnismo e sono gli
ospiti a trovare il guizzo giusto
vincendo 24-26 il 3°set. Nell’ultima frazione è tutto facile per gli
uomini di Revello, che sfruttano
lo sbandamento emotivo dei locali, partendo con un netto 0-4.
Il Sant’Anna fatica ad arrivare e
Villanova ne approfitta per il 613. La partita arriva a conclusione: l’ultimo sussulto è di Mosso,
ma Villanova chiude 19-25.
!"#!$%&
22
Lunedì 10 novembre 2014
Il Corriere delle Province
Basket
NAZIONALI UÊ-iÀÀ>Û>iÊ`ˆvi˜`iʈÊvœÀ̈˜œÊVœ˜ÌÀœÊˆÊœ>˜œ REGIONALI UÊ
>ÀV…ˆ>Ê}Ո`>ʏ½VœœˆÌ>Ê˜i>ÊÃvˆ`>Ê>ÊÛiÀ̈Vi
-ÌÕ«i˜`œÊ->ۈ}ˆ>˜œ œÃÃ>˜œÊˆ˜VÀi`ˆLˆi]
ʏÊ
>˜iÃÌÀœÊ>vvœ˜`> œÀ>ÊmÊÛiÌÌ>Ê܏ˆÌ>Àˆ>
BIELLA
SAVIGLIANO
BORGOMANERO
FOSSANO
61
75
(17-20, 39-42, 53-57)
BIELLA: Marletta 2, Sasso 10,
Massone, Thiebat 7, Maffeo
10, Wheatle 7, Gatti 2, Pollone
5, Ouro Bagna 3, Gonzato 15.
All. Danna F.
SAVIGLIANO: Gallo, Marcello 16,
Giusto 13, Sena 15, Sacco 19,
Testa 5, Nicolucci 5, Agbogan,
Mondino 2, Amateis ne. All.
Fiorito
64
89
(5-21, 29-41, 45-71)
COLLEGE BORGOMANERO: Giadini
11, Facchin 3, Gay 2, Brustia
n.e., Merlo 12, Cozzi 2, Bainotti 5, Zanoli 14, Berardi, Airaghi 4, Crusca 11, Pioppi ne.
All. Di Cerbo.
FOSSANO: Fea 5, Mondino 14,
Ait Ouchane 5, Cantarelli 11,
Rattalino, Racca, Maffeo 17,
Milone 13, Panero ne, De Simone 4, Carchia 20. All. Dematteis.
Agbogan di Savigliano
I TABELLINI
B
CROCETTA
IL CANESTRO
(24-14, 52-28, 88-35)
TORINO: Martina 7, Bonelli 11,
Favario 17, Ceccarelli 5, Francione 19, Rispoli 6, Antonietti
F. 17, Malagoli n.e., Antonietti
L. 24, Ferraris 8. All. Tassone.
ALESSANDRIA: Frattallone 6, De
Palma 5, Morando 5, Carosi,
Balestrieri 5, Tava, Riva 4, Billi
4, Brussolo 15, Pilati 2. All.
Pozzi.
SERRAVALLE
LOANO
79
53
(18-18, 42-27, 57-35)
SERRAVALLE: Lavagno 9, Bovone 6, Taverna 9, Cepollina 6,
Bonadeo 13, Denegri 10, Magnone 4, Serafin 8, Marotto 9,
Mozzi 5. All. Ponta.
LOANO: Markus 8, Cognigni,
Guaccio 2, Gay 13, Cacace 2,
Persano 15, Zavaglio 6, Nicoletti 4, De Pippo 3. All. Prati.
CASALE
AOSTA
orna al successo e si mantiene nelle zone nobili della
classifica la Tecnopol Savigliano.
Per espugnare il campo di Biella i biancorossi di Fiorito
sfoderano una prestazione difensiva all’altezza, mettendosi alle
spalle il ko interno rimediato nel turno precedente. Prova parsimoniosa ed efficace quella di Casale che per oltre mezzora gestisce con esperienza la freschezza giovanile dell’avversario:
nell’evolversi della partita il predominio a rimbalzo e le valide
percentuali da due dei cuneesi si fanno sentire, e Savigliano piazza la zampata risolutiva nei primi 5’ della quarta frazione. Nel
break di 0-12 Sacco ci mette molto di suo: i primi 7 punti e tanta
energia. Sacco è on fire e sigla il +16 a 4’ dal termine. Poi ai biancorossi basta amministrare la flebile reazione dei lanieri. Sorrisi
larghi anche per Serravalle, che bissa il successo di Savigliano e a
Tortona conferma contro il Loano di aver imparato. I rossoblù,
senza Zunino e non proprio eccelsi in fase di finalizzazione, risolvono la questione nel 2° periodo: la spinta giusta arriva da Marotto, autore della tripla che consente il +10 e del canestro che lancia
gli scriviani. Il parziale di frazione, 24-9, è ribadito nel terzo
round e alla mezzora i 18 punti di vantaggio e i 35 punti concessi
ai liguri la dicono tutta sulla connessione dei ragazzi di Ponta al
match. Per un’alessandrina che sembra aver trovato il passo giusto, ce n’è un’altra che fatica, e tantissimo, ad entrare nel clima
del campionato: anche sul campo della Crocetta, Il Canestro va
incontro all’ennesima lezione. Per un quarto la gara rasenta la
normalità, poi i Salesiani danno un’accelerata decisa e per Alessandria la via si fa stretta. Il massacro si accentua, trasformando
la partita in un allenamento per i padroni di casa e in un’autentica gogna per gli ospiti, sepolti sotto un pesantissimo -68.
È una C regionale sempre più
nel segno dell’Alcoolital Fossano. La marcia trionfale dei
biancoblù cuneesi, all’ottava
vittoria in altrettante giornate disputate, vale ben più dei
canonici due punti in classifica, visto che è stata conquistata sul campo della fortissima College Borgomanero,
l’altra formazione che alla vigilia condivideva da imbattuta la vetta della classifica. Un
successo netto e limpido, per
il distacco al di là di ogni
previsione, e costruito su un
primo quarto clamoroso, in
cui Carchia e compagni mettono gli agognini in un angolo da cui non riescono più ad
uscire nella successiva mezzora: 5-21. Anche se i padroni di casa si mettono in moto
nella seconda frazione, l’Alcoolital replica sempre con
prontezza e con autorità.
All’intervallo le lunghezze di
margine sono ancora 12 e
nella terza frazione, sul disperato ma vano tentativo di
rimonta dei novaresi, il Fossano allarga la forbice, col-
CICLOCROSS UÊÊ*>ÃÌÕÀ>˜>ʈÊº£ÓcÊi“œÀˆ>Ê>LˆœÊœÃÃ>̈»
HOCKEY SU PRATO UʽVÊÀ>ÊÃÕ«iÀ>Ê
>}ˆ>ÀˆÊiÊ«i˜Ã>Ê>>Ê,œ“>
Cuneo
Beppe Naimo
114
46
70
54
(22-6, 46-21, 62-35)
TECPOOL CASALE: Valentini L. 4,
Giovara 15, Rattalino 2, Yalli,
Valentini F. 11, Rovina 5, Secco, Dell’Aira 6, Ruiu 16, Cometti 6, Nagari 3, Berutti. All.
Valentini A.
AOSTA: De Riccardis Fed. 19,
Polin 9, Gasperin 8, Cosentino 7, Kratter, Maglione 4, Plati D., Capriglione 3, Garofano,
Ascenzi. All. Ranuzzi.
pendo duro con tutti i suoi
terminali offensivi: alla fine
saranno ben 5 i cuneesi in
doppia cifra, con un Carchia
che, abbeveratosi a piene mani alla fonte della giovinezza,
ne mette addirittura 20. Ma
l’Alcoolital non è solo attacco
e lo dimostra nella frazione
conclusiva quando, a giochi
ormai fatti, continua a concedere poco o nulla. Due i
dati conclusivi che balzano
all’occhio: gli 89 subiti dal
College, che finora aveva incassato in media poco più
che 54 punti di media, e le 25
lunghezze di luce tra le due
squadre che, in caso di arrivo
testa a testa, potrebbe rivelarsi una preziosa garanzia
per i ragazzi di coach Dematteis. Oltre al faccia a faccia
in vetta il turno presentava
anche l’interessante scontrosalvezza in coda alla classifica tra le giovanissime Tecpool Casale Basket e Rouge et
Noir Aosta. A fare festa, ed è
la seconda volta di fila, sono
i monferrini, e anche in questo caso il successo vale triplo, perché conquistato contro una rivale diretta e con
un distacco (+16) rassicurante in ottica di un eventuale
confronto diretto alla fine dei
giochi. E come a Borgomanero anche al PalaFerraris di
Casale la gara si decide di
fatto già nel primo quarto, in
cui la formazione di Andrea
Valentini segna con percentuali altissime (60% da tre alla fine): 22-6 al 10’. La musica non cambia nel secondo
periodo, con i padroni di casa a crivellare il canestro avversario. Meglio l’Aosta nella
ripresa, ma il +25 casalese
dell’intervallo si rivela un solco incolmabile.
b.nai.
T
->˜Ê>À̈˜œÊÛ>ʈ˜ÊÌÀˆ«>ÊVˆvÀ> >ʜÀi˜âœ˜ˆÊÃÌÀ>««>Ê՘ʫ>Àˆ
Pasturana (Al)
Luca Piana
Bra (Cn)
Isotta Salice
La disciplina non è nuova ma è poco conosciuta dal pubblico
alessandrino. Eppure per la gara di ciclocross di Pasturana si
arriva al tutto esaurito. E’ successo ancora per la 17° edizione
di “Ciclocross di San Martino - 12° Memorial Fabio Fossati
“Evis”. I numeri danno ragione agli organizzatori visto che i
partecipanti che hanno superato abbondantemente la tripla
cifra: 364. Un vero e proprio record che premia la tenacia del
Progettociclismo Evo Team Associazione Sportiva Dilettanti di
Novi Ligure che ha creduto e investito sul progetto. A contorno della manifestazione c’è stata un’esposizione di biciclette
ed accessori oltre ad una fornita cucina per abbinare sport ed
enogastronomia. L’evento è stato organizzato in collaborazione con la locale Associazione Turistica Pro Loco, presso le
aree del centro sportivo Comunale e ha visto al via la partecipazione dei migliori fuoristradisti provenienti da tutto il Nord
Italia e di tutte le categorie maschili e femminili della F.C.I. ed
Enti della consulta sportiva.
Ora l’impegno del team Overall Cycling Team torna sul ciclismo su strada in previsione di un 2015 da protagonisti. In arrivo ci sono comunque sette nuovi atleti che completeranno
l’organico.
Le ragazze braidesi dell’Hf Lorenzoni, della serie A di Hockey su Prato, non brillano nella gara casalinga contro la Libertas San Saba. Con un rigore segnato, strappano il pareggio, ma la conduzione di gara non è encomiabile. Il San Saba
parte nella prima frazione di gioco con molto agonismo e determinazione; la Libertas riesce ad attaccare bene e il Lorenzoni patisce in difesa. Le braidesi lasciano qualche spiraglio
di troppo che lascia spazio alle ospiti per trovare il fischio di
rigore; il San Saba, però, non riesce a trasformare la dorata
occasione e si lascia sfuggire l’opportunità di vittoria. Il Lorenzoni, al contrario, riesce a capitalizzare il fischio arbitrale e a portarsi sull’1-0. Ma Pacella, fra le fila della Libertas,
al 10’ del secondo tempo riesce ad impattare il risultato e a
regalare alle sue compagne il pareggio contro le braidesi
dell’Hf Lorenzoni.
Da segnalare, invece, la vittoria casalinga e convincente della
formazione maschile di Bra, che respinge l’avanzata del Cus
Cagliari per 4-2. Ora l’HC Bra si prepara ad una trasferta difficilissima: in occasione della prossima giornata, i braidesi
saranno ospiti della seconda classificata di questo campionato, la De Sisti Acea Roma, in una sfida all’ultimo sangue.
LE CLASSIFICHE
LEGADUE GOLD
Risultati: Forlì-Biella 83-79, Agrigento-Trapani 62-69, Verona-Casale
83-52, Trieste-Brescia 81-87, Ferentino-Pms 78-65, CasalpusterlengoNapoli 87-80, Mantova-Jesi 78-70,
Barcellona-Veroli 85-69.
Classifica: Verona 14; Brescia 10;
Biella, Agrigento, Casale, Mantova 8;
Trapani, Napoli, Ferentino, Barcellona, Casalpusterlengo 6; Trieste, Pms,
Veroli, Forlì 4; Jesi 2.
Prossimo turno: Pms-Jesi, Agrigento-Barcellona, Biella-Mantova,
Trapani-Forlì, Napoli-Trieste, Brescia-Verona, Casalpusterlengo-ferentino, Veroli-Casale.
LEGADUE SILVER
Risultati: Reggio Calabria-Ferrara
83-87, Latina-Tortona 69-80, Matera-Legnano 82-74, Chieti-Ravenna
83-70, Treviglio-Imola 87-69, Omegna-Treviso 91-98, Scafati-Roseto
64-62, Cortemaggiore-Recanati 9298.
Classifica: Treviso 14; Ravenna 10;
Reg. Calabria, Recanati, Ferrara,
Omegna 8; Latina, Chieti, Treviglio,
Legnano, Matera, Scafati 6; Imola,
Tortona 4; Cortemaggiore, Roseto 2.
Prossimo turno: Ravenna-Ferrara,
Treviso-Cortemaggiore, Imola.-Reggio calabria, Roseto-Matera, LatinaTreviglio, Recanati-Omegna, Tortona-Scafati, Legnano-Chieti.
DNC
Risultati: Alba-La Spezia 84-78, Trecate-Bra 69-61, Serravalle-Loano 7953, Follo-Domodossola 84-77, Cus
Genova-Moncalieri 66-58, Biella-Savigliano 61-75, Crocetta-Il Canestro
Alessandria 114-46.
Classifica: Savigliano, Trecate, Crocetta, Alba, Follo 8; La Spezia, Domodossola, Cus Genova 6; Bra, Serravalle 4; Loano, Moncalieri 2; Alessandria, Biella 0. Prossimo turno:
Loano-Domodossola, SaviglianoPms, Serravalle-alba, Follo-Crocetta,
Bra-Biella, Il Canestro-Cus Genova,
La Spezia-Trecate.
SERIE C
Risultati: Borgomanero-Fossano
64-89, Rivarolo-Cirié 76-73, Torino
Basket-Libertas Borgosesia 74-79,
Kolbe Torino-Cuneo Granda 80-70,
Arona-Pino 63-48, CarmagnolaIvrea 69-48, Casale-Aosta 70-54,
Aba Saluzzo-Chivasso 50-64.
Classifica: Fossano 16; Borgosesia,
Borgomanero 14; Rivarolo, Arona
12; Cirié, Chivasso 10; Carmagnola
8; Saluzzo 6; Kolbe, Casale, Torino,
Cuneo 4; Lettera 22 Ivrea 2; Aosta 0.
Prossimo turno: Pino-Cuneo, Lettera 22 Ivrea-Casale, BorgomaneroCarmagnola, Aosta-Arona, FossanoChivasso, Cirié-Kolbe, BorgosesiaRivarolo, Torino Basket-Saluzzo.
SERIE D
Risultati: Laura Vicuna-Collegno
46-59, Rivalta-Tam Tam np, Castelnuovo-Savigliano 69-71, Ginnastica-Orbassano 81-72, Asti-Sagrantino 83-69, Giaveno-Rivoli 54-61, Pinerolo-Gators 70-66.
Classifica: Sagrantino., Pinerolo 12;
Asti, Collegno 10: Gators, Savigliano 8; Ginnastica, Laura Vicuna, Rivoli 6; Castelnuovo, Rivalta 4; Tam
Tam, Orbassano 2; Giaveno 0.
Prossimo turno: Collegno-Rivoli,
Castelnuovo-Asti, Tam Tam-Laura
Vicuna, Savigliano-Ginnastica, Sagrantino-Orbassano, Gators-Rivalta,
Pinerolo-Giaveno.
Il Corriere delle Province
23
Lunedì 10 novembre 2014
Sport vari
STRACÔNI UÊ"ÌÀiÊ`ˆVˆœÌ̜“ˆ>ʈʫ>ÀÌiVˆ«>˜ÌˆÊ>>ÊViiLÀiÊV>““ˆ˜>Ì>Ê«iÀʏiÊۈiÊ`iÊVi˜ÌÀœÊ`ˆÊ
՘iœ
-ÌÀ>°°°ÊviÃÌ>Ê`iœÊëœÀÌ
LE CLASSIFICHE
Cuneo
Isotta Salice
Coppa Delle Alpi Maschile
1° Piemonte ( Youssef Sbaai
30’32, Massimino Luca 31’03,
Edward Young 31’18, Guidotti
Icardi Stefano 31’12), 2° Lomb a rd i a ( B e l l u s c h i M i c h e l e
31’06, Maguhe Lukass 31’47,
Sottocornola Mattia 31’48, Marino Francesco 32’48), 3° Valle
d’Aosta (Rostaire Erik 30’31,
Beltrami Gabriele 32’29, Perret
Jean Paul 33’08, Sapinet Davide 33’14).
Asics Run Maschile
Nigetich Sila (Kenya) 28’44, Indiwa Robert (Kenya) 28’55, Sugut Paul (Kenya) 29’15, Crippa
Ye m a n e b e r h a n ( Tr e n t i n o )
29’17, Mang’ata Andrew (Kenya) 29’21, Rono Julias Kipngetic (Kenya) 29’24, Chirchir
(Kenya) 29’41, Rukundo Sylvain (Rowanda) 29’55, Mukraji
Lanchen (Marocco) 29’59, Ricatti Domenico (Aeronautica
militare) 30’27.
Coppa delle Alpi Femminile
1° Piemonte (Morando Giorgia
20’16, Beltrando Michela
21’31), 2° Lombardia (Righetti
Maria 21’20, Durante Francesca 21’39), 3° Alto Adige (Hanspeter Kathrin 21’03, Larch
Alexandra 21’56).
Asics Run Femminile
Magnani Margherita 19’52,
Akeno Martha (Kenya) 20’01,
Dossena Sara (Atletica Brescia)
20’02, Morano Giorgia (Piemonte) 20’16, Mukasakindi
Claudette (Rowanda) 20’19,
Bertone Cathrine (Valle d’Aosta) 20’28, Hanspeter Kathrin
(Alto Adige) 21’03, Elisa Cusma
(21’04, Righetti Maria 8Lombardia) 21’20, Beltrando Michela (Piemonte) 21’31.
L
a Stracôni colpisce ancora. Anche in occasione della 32° edizione
della manifestazione c’è stata,
come sempre, grande affluenza di pubblico e partecipanti.
Oltre diciottomila. Un numero
che marca ancora una volta la
notorietà e l’ottima organizzazione dell’evento.
Ieri mattina, in Piazza Galimerti, oltre agli iscritti ufficiali, hanno prso parte alla camminata; molti curiosi si sono
uniti alla grande festa cuneese.
Ci sono voluti circa trenta minuti per vedere tutta la sfilata
dei partecipanti, che con il sorriso sulle labbra hanno attraversato le strade della città. Il
simbolo che è stato donato a
tutti coloro che hanno prso
parte alla manifestazione, è
stato un ciondolo raffigurante
il “Barone Leutrum”ed una
confezione di buonissime mele
rosse di Cuneo “Gala”. Il percorso prevedeva il passaggio
da Corso Nizza, per poi attraversare il “Parco Fluviale dello
Stura” e risalire lungo la “salita del gas” all’altipiano cuneese. I partecipanti hanno poi
praseguito in Corso Kennedy,
attraverso la Piazza del Foro
Boario e hanno terminato il
percorso nuovamente in piazza
Galimberti. Come da tradizione, si è svolta ancora la Straconi MongeDog, camminata non
competitiva con gli amici a
quattro zampe.
In occasione della camminata
della Stracôni, si sono svolte
anche delle competizioni agonistiche, in particolare l’attesissima Asics Run, corsa com-
PODISMO UÊÊ
>ˆ>ʈÊ̜̈œÊ`ˆÊºÌiÌ>Ê̜À̜˜iÃiÊ`i½>˜˜œ»
SPORT INVERNALI
iÀˆ“œ˜ˆ>ʈȜV]
œÀ}œ}ˆœÊ,ˆœÀ`>
Venerdì pomeriggio, al Mirafiori
Motor Village di Piazza Cattaneo
a Torino, il Comitato Alpi Occidentali della FISI ha tenuto il solito appuntamento in occasione
della premiazione dei vincitori
dei Campionati Regionali e dei
circuiti regionali Pulcini di sci alpino ed “Hey” di sci nordico. Sono stati inoltre riconosciuti gli
atleti più meritevoli di nota fra
gli atleti piemontesi, in squadre
sia nazionbali che regionali, che
hannbo preso parte alla stagione 2013-2014. Un riconoscimento è stato dato a Luca Riorda, atleta fossanese del Centro Sportivo di sci alpino. La premiazione
dei tencici ha visto sul piedistallo Ravetto, gli allenatori Roberto
e Viale e il preparatore atletico
Viano. Presenti anche il Presidente del CONI Piemonte e Assessore allo Sport della Provincia di
Torino, Porqueddu, il Consigliere
Federale della FISI Martin, il Presidente del Comitato FISI AO,
Marocco, i Presidenti dei Comitati Provinciali di Torino, Cuneo,
Vercelli e Biella: Patetta, Gola,
Brunelli e Landiona.
Alcuni momenti della giornata
petitiva ad invito, e la disputa
della “8° Coppa Delle Alpi”,
corsa competitiva per rappresentative regionali confinanti
con le Alpi.Grande successo
per gli atelti piemontesi in
rappresentativa: sia nel settore
maschile che in quello femminilela formazione piemontese
si è qualificata al primo posto.
Nel team maschile militavano
Youssef, Massimino, Edward e
Guidotti. Fra le ragazze, invece, erano presenti Giorgia Morando e Michela Beltrando.
Nell’Asics Run, ancora, il Kenya ha sbancato il medagliere
nel settore maschile con Nigetich, Indiwa e Sugut. Nel podio femminile, invece, figurano due italiane: al primo posto
si è qualificata Margherita
Magnani, seguita da Akeno
(Kenya) e da Sara Dosseno.
MOTORI UÊ/œÀ˜>Ê>iÊ}>ÀiÊ>˜V…iʏ>ÊÃVÕ`iÀˆ>ʜ˜viÀÀ>̜
*ˆVœœÊۈ˜VˆÌœÀiʈ˜Ê܏ˆÌ>Àˆ> >ÊÀii˜ÊÞLÀˆ`Ê
Õ«Ê>Ê/œÀiˆ
>˜i«>ÊiÊ
œÃÌ>Ê>iÊÃÕiÊë>i >Ê,
ÊÛiÀÜʏ>ʘ`ÕÀ>˜ViÊÓ°ä
BRC Gas Equipment pronta per Vallelunga
Bergaglio e Picollo (foto deandreafausto.blogspot.com)
Alessandria
Antonio Manero
Cuneo
Luca Piana
Dieci chilometri lungo i poetici e pittoreschi argini del fiume
Po. Da ormai lunghi ventinove anni, e altrettante edizionidella manifestazione, è la costante della “Camminata di San
Carlo”, l’appuntamento sportivo più importante dell’anno e
di tutta la stagione per gli appassionati del podismo per il
paese di Alluvioni Cambiò, al confine fra la regione alessandrina e pavese. Il paese deve il suo nome peculiare al lontano
secolo del l’illuminismo, il settecento, pieno di filosofia ma
anche di eventi catastrofici; proprio come la violenta e disperata alluvione che modificò profondamente il profilo del paesaggio e diede modo di trovare un nome così particolare al
paesino che ospita la “Camminata di San Carlo”.
Per una classica gara all’interno di questa provincia, due vincitori altrettanto classici e tradizionali, noti a tutti gli appassionati: in campo maschile, infatti, si impone il solito Diego
Picollo (fa parte del gruppo dei Maratoneti Genovesi), che
col tempo di 34’55” precede abbastanza nettamente il secondo classificato Simone Canepa (Avis Casale, 35’27”) e il terzo
arrivato Saverio Costa (Mezzaluna Villanova, 36’20”), rispettivamente argento e bronzo nell’ordine.
Invece, nel settore femminile, dopo una breve pausa della
manifestazione, torna a vincere Ilaria Bergaglio (Solvay), che
in 39’30” fa il vuoto, e taglia il traguardo a braccia alzate con
oltre 2’ di vantaggio su Angela Giribaldi (Atletica Novese,
41’53”) e Ilaria Zavanone (Free Runners Valenza, 42’15”),
classificate nell’ordine.
In una settimana per il resto povera di gare, merita un cenno
il premio conquistato da Nicola Calia, runner classe 1973
della Azalai Tortona, che è stato nominato “Atleta tortonese
dell’anno” da parte del Club Amici del Mezzofondo Tortona.
Sin dal 1986 il club tortonese premia con questo riconoscimento un protagonista del movimento podistico locale. Lo
scorso anno il titolo era andato a Tania Silvani.
Il Green Hybrid Cup, il Campionato Italiano delle Energie Alternative vinto quest’anno dal giovane pilota reggiano Gabriele Torelli, è terminato da pochissimo, ma il BRC Racing
Team non si ferma. Il 14 e 15 novembre prenderà infatti parte alla Endurance 2.0, la 2h di endurance riservata alle vetture Turismo fino a 2 litri organizzata come sempre dal Gruppo Peroni Race, che si correrà sul circuito di Vallelunga “Piero Taruffi” all’interno della prestigiosa cornice della famosa
6h di Roma.
In griglia di partenza la Seat Leon 2.0 Super Copa equipaggiata con l’esclusivo sistema di alimentazione liquida LDI
LPG Direct Injection di BRC e guidata da Costamagna-OlivoBalocco, oltre a cinque delle Kia Venga ibride GPL-Elettrico
che hanno corso il Green Hybrid Cup, i cui equipaggi saranno Lombardelli-Fontanella, Rayneri-Visani, Biraghi-Ghione,
Vacalebre-Ciapponi e Brioschi-Calcinati. Nel weekend appena terminato – particolarmente difficile per il motorsport vista la morte di Emanuele Garosci al Rally di Roma Capitale
- è invece sceso in pista il cuneese Gianmaria Melifiori, che
ha partecipato alla terza edizione della Monza Ronde by Vedovati Corse con una Peugeot 207 Super 2000 (ha chiuso al
12° posto, quinto di classe).
Si tratta di una gara che si svolge all’interno dell’autodromo
lombardo ed è un gustoso antipasto in attesa del Monza Rally Show di fine mese. Melifiori – navigato da Mario Trolese –
dovrebbe partecipare anche alla “sfida” del 28-30 novembre
contro Valentino Rossi e Ken Block con la stessa vettura utilizzata ieri.
Tre auto, infine, per il ritorno in gara della scuderia Monferrato. Il team alessandrino ha partecipato al Rally “Gomitolo
di Lana” con una Peugeot 106 (affidata a Gaudio/Botto, 31°
assoluti), una Citroen Saxo (Fontana/Bertolli, ritirati) e una
MG 105 ZR (Vaccaro/Caretti, 43°).
24
Lunedì 10 novembre 2014
Il Corriere delle Province
4
1
0
2
k
e
e
W
Il Comitato Organizzatore
ringrazia SPONSOR e PATROCINATORI
CREDITO COOPERATIVO
Banca di Caraglio
www.idroterm.com
Dr
Marco Gallo
llo
Dr.r. Marco
Studio Dentistico
Dentistico
FORNITURE MEDICO SANITARIE
BUSCA
di Dalmasso L. & C. s.n.c.
... e i
18.000
partecipanti!
Author
Document
Category
Uncategorized
Views
9
File Size
3 360 KB
Tags
1/--pages
Report inappropriate content