close

Enter

Log in using OpenID

Comunicato - FIOM Bari

embedDownload
FIOM CGIL
FIM CISL
Via Messenape, 13/B
70123 – BARI Tel. 080/5621052-53
5621057
Fax 080/5621049
Via Messenape, 13/B
70123 – BARI Tel. 080/5621042-62
5056931
Fax 080/5621080
UILM UIL
Via Messenape, 16
70123 – BARI –
Tel. 080/5050238
5056934
Fax 080/5 056922
Comunicato
Il tessuto dell’industria metalmeccanica barese rischia di subire un ulteriore e grave danno. Dopo la
chiusura della OM Carrelli ad opera della multinazionale tedesca Kion un’altra azienda storica di
Bari la BFM spa è stata chiusa.
La BFM spa appena due anni fa, nel 2012, è stata acquistata dalla DT (azienda della Rep. Ceca) dal
gruppo Lucchini. In poco più di due anni la produzione è aumentata in maniera esponenziale,
vedendo una assunzione per oltre un anno di una cinquantina di lavoratori interinali, poi
improvvisamente la chiusura.
La DT ha sbandierato motivi discutibili quali la perdita di una gara d’appalto per le ferrovie dello
Stato e l’accumulo di una esposizione debitoria rilevante.
Sia una cosa che l’altra sono frutto di una gestione molto criticata da parte sindacale dettata da una
gestione manageriale, a nostro avviso, imprudente e improvvisata.
Oggi la vertenza vede i lavoratori in sciopero e presidio permanente avanti ai cancelli della loro
fabbrica dal 23 ottobre 2014 e l’azienda, che da settembre aveva rifiutato la richiesta di apertura di
CIGO, offrire la possibilità di Cassa e di pagamento del salario di Ottobre solo in subordine alla
possibilità di ultimare la residua produzione presente in magazzino.
Le organizzazioni di FIM FIOM e UILM e i lavoratori tutti hanno giudicato offensiva e ricattatoria
questa posizione aziendale, non improntata a corrette e rispettose relazioni industriali.
L’azienda oggi sta sfiancando la capacità di resistenza e di lotta dei lavoratori della BFM contando
di aver ragione di loro perché presi dal bisogno e dalle necessità materiali sempre più incalzanti.
Chiediamo a tutti i lavoratori un atto di solidarietà e generosità nei confronti dei loro compagni
della BFM attraverso una libera sottoscrizione economica da far pervenire in tempi strettissimi a
queste segreterie attraverso i vari delegati di fabbrica, affinché l'azione di lotta intrapresa dai
lavoratori della BFM mantenga i riflettori accesi sulla loro vertenza.
Bari, 24 novembre 2014
Le Segreterie Provinciali
Fim Fiom Uilm di Bari
Author
Document
Category
Uncategorized
Views
0
File Size
183 KB
Tags
1/--pages
Report inappropriate content