close

Enter

Log in using OpenID

(CUG) per le pari opportunità

embedDownload
COMUNE DI MASCALI
Provincia di Catania
Reg. N. 40 del 10 APRILE 2014
DELIBERAZIONE DELLA COMMISSIONE STRAORDINARIA
CON I POTERI DEL GIUNTA COMUNALE
LINEE
OGGETTO:
DI
INDIRIZZO PER
LA COSTITUZIONE DEL
COMITATO
UNTCO DI GARANZIA (CUG) PER LE PARI OPPORTUNITA', LA
V ALORIZZ,AZIONE DEL BENESSERE DI CHI LAVORA. CONTRO LE
DISCRIMINAZIONI.
L'anno duemilaquattordici, il giomo dieci, del mese di Aprile, alle ore 20,00 e seguenti, in
Mascali, presso il Palazzo Municipale, si è riunita la Commissione Straordinaria per la gestione dell'Ente,
nominata con Decreto del Presidente della Repubblica in data 09/04/2013 e successivamenle modificato
in data 06 Agosto 2013, con l'intervento dei signori :
Presente
Assente
x
Dott. Piacentino Giusefipe
Vice Prefetto
Dott. Milio Francesco
Vice Prefetto Assiunto
x
X
Doft. Chiofalo Giusefipe
Funzionario Economico Finanziario
Assiste con funzioni di Segretario Generale, la Dotl. ssa Mosca Maria Luisa, ai sensi dell'art.97 del
D.Lgsn.267l00;
Visto il D. Lgs. del 18.08.2000 n.26712000 e successive modifiche ed integrazioni;
Vista la proposta di deliberazione in oggetto, che forma pafe integrante e sostanziale del presente atto;
Visti i pareri, espressi ai sensi dell'art. l2 della L.R. n. 30/2000 e successive modifiche ed integrazioni;
LA COMMISSIONE STRAORDINARIA
DELIBERA
X
Di approvare I'allegata proposta di deliberazione;
X
Di dichiarare la presente deliberazione immediatamente esecutiva, ai sensi dell'art. 12,2o comma della L.
R.44191;
Proposta di delibèrazione
I Area Amministrativa - SviluPpo e Tutela della Persona
servizio 1: Segreteria Generale
Da sottoporre all'organo deliberante: COMMISSIONE STRAORDINARIA
con i poteri del Giunta Comunale
oggetto: Linee di indirizzo per la costituzione del Comitato Unico di Garanzia (CUG) per le
pari opportunità, la valorizzazione del benessere di chi lavora, contro le
discriminazioni,
Premesso che, in data4 novembre 2010, è stata approvata la Legge n. 183 recante: "Delegu
al Governo in materia di lavori usuranli, di riorganizzazione di enti, di congedi, aspettative e
permessi, di ammortizzatori sociali, di servizi per l'impÌego, di incentivi all'occupazione, di
apprendistato, di occupazione .femminile, nonché misure contro il lavoro sommerso e disposi:ioni
in tema di lavoro pubblico e di controversie di lavoro" con la quale sono state apportate modifiche
agli artt. 1,7 e 57 del D.lgs. 30 marzo 2001, n. 165 in materia di pari opportunità e di tutela contro
le discriminazioni:
Visto I'art. 57 del D. Lgs. 30 marzo 2001 . n. I 65. come modificato ed integrato dall'af . 2 I
della legge 4 novembre 2010, n. 183 e la Direttiva del Ministro per la Pubblica Amministrazione e
l'lnnovazione e del Ministro per le Pari Opportunità del 04 marzo 201I avente ad oggetto "Linee
guitla sulle modalità di .funzionamento dei Comitati Unici di Garanzia per le pari opportunilà, la
valorizzazione del benessere di chi lavora e conlro le discriminazioni";
Dato atto che ogni Pubblica Amministrazione deve assicurare un ambiente di lavoro
improntato al benessere organizzativo ed impegnarsi nel rilevare, contrastare ed eliminare ogni
forma di violenza morale o psichica al proprio intemo, nonché garantire parità e pari opportunità tra
uomini e donne e I'assenza di ogni forma di discriminazione, diretta ed indiretta, relativa al genere,
all'età. all'orientamento sessuale, alla razza e all'origine etnica, alla disabilità, alla religione e alla
lingua, nell'accesso al lavoro, nel trattamento e nelle condizioni di lavoro, nella formazione
professionale, nelle promozioni e nella sicurezza sul lavoro, così come previsto dal novellato art. 7
del D. Lgs. 165/2001;
Ritenuto necessario fornire adeguate linee direttive al segretario generale in ordine all'avvio
della procedura per la costituzione del Comitato Unico di Garanzia per le pari opportunità. la
yalorizzazione del benessere dei lavoralori e la tutela contro le discriminazioni. che sostituisce.
unificandone le competenze, i Comitati per le pari opportunità disciplinati dal D. Lgs. 11.4.2006.
n.198 e s.m.i. ed i Comitati paritetici sul fenomeno del "mobbing", previsti dalla contrattzv ione
collettiva.
Visti:
- il D. Lgs. 150 del 27 ottobre 2009;
- i vigenti contratti collettivi nazionali di lavoro per il comparto Regioni-Autonomie
-
I-ocali ed
2005:
in paficolare I'art. 8 del CCNL per il quadriennio normativo 2002
il vigente Regolamento degli Uffici e dei Servizi;
Acquisito il parere favorevole del Segretario generale in ordine alla sola regolarità tecnica.
in quanto l'adozione del presente prowedimento non comporta spesa a carico
dell'Amministrazione Comunale, per cui non è dovuto il parere di regolarità contabile cosi
come previsto dall'art.49, comma l. det D. Lgs. 26712O00;
PROPONE
Per i motivi espressi
ministeriali:
in
premessa
e in conformità alle prescrizioni normative e
precisazioni
Di costituire il Comitato Unico di Garanzia per le pari opportunità, la valorizzazíone del benessere
dei lavoratori e la tutela contro le discriminazioni, che sostituisce, unificandone le competenze, i
Comitati per le pari opportunità disciplinati dal D. Lgs. I l .4.2006, n.l 98 e s.m.i. ed i Comitati
paritetici sul fenomeno del "mobbing", previsti dalla contrattazione collettiva.
Di dare atto che, entro sessanta giomi dalla sua costiîuzione, il CUG deve adottare un regolamento
per la disciplina delle modalità di funzionamento.
Di esprimere le seguenti linee indirizzo e regole operative:
Composizione:
CUG sarà composto da quattro componenti, designati da ciascuna delle Organizzazioni
Sindacali maggiormente rappresentative a livello di Amministrazione, tra quelle individuate
dall'ARAN, in numero di un effettivo e di un supplente per ciascuna OO.SS. e da quattro
componenti in rappresentanza dell'Amministrazione, designati e nominati dal Segretario
Generale, sulla base di cuniculum presentato a seguito di procedura trasparente di interpello
rivolta a tutto il personale, eventualmente, seguito da un colloquio. in modo da assicurare. nel
limite del possibile, un'omogenea rappresentanza delle aree dell'Ente e delle diverse
professionalità e categorie del personale.
z Con le stesse modalità, saranno nominati i componenti supplenti, che possono partecipare alle
riunioni del Comitato, solo in caso di assenza o impedimento dei componenti effettivi, con
z il
diritto di voto;
i Il Presidente del Comitato viene designato tra i dipendenti dell'Ente, in possesso di esperienza
nell'esercizio di funzioni di otganizzazione e gestione del personale;
i il Vice Presidente viene individuato fra i membri effettivi;
z il Segretario viene nominato al suo interno;
i La composizione del Comitato deve assicurare la parità di genere tra effettivi e supplenti nel suo
complesso:
z la nomina dei componenti nel CUG non comporta alcuna indennità, né compenso aggiuntivo.
L'attività del Comitato si svolge nell'ambito del normale orario di lavoro ed è considerata, a tutti
gli effetti. atîività di servizio.
Durala in carica:
i Il Componenti del Comitato restano in carica per quattro anni ed esercitano le funzioni in
regime di prorogatio fino alla costituzione del nuovo organismo:
i Gli incarichi ai componenti del CUG possono essere rinnovati per una sola volta.
Compiti e Íunzioni del Comitatoz
i Ai Comitato sono attribuiti compiti propositivi, consultivi e di verifica in ordine
all'ottimizzazione della produttività del lavoro pubblico, al miglioramento dell'efficienza delle
prestazioni collegata alla garanzia di un ambiente di lavoro c raffeîizzalo dal rispetto dei principi
ài pa.i opportunità di benessere organizzativo e dal contrasto di qualsiasi forma di
discriminazione e di violenza morale o psichica per i lavoratori'
i Formulare piani di azioni positive a favore dei lavoratori e individuare le misure idonee per
favorire il raggiungimento degli obiettivi;
i promuovere iniziative volte a dare attuazione a risoluzioni e direttive dell'Unione Europea per
rimuovere comportamenti lesivi delle libertà personali, ivi compresi quelli relativi a molestie
!
i
sessualil
promuovere indagini conoscitive, ricerche ed analisi sulle condizioni di benessere lavorativo ed
individuare misure atte a creare effettive condizioni di parità tra i Dipendenti dell'Ente;
propone I'attivazione di misure volte a favorire effettive pari opportunità nelle condizioni di
lavóro e di sviluppo professionale. considerando anche la posizione delle donne in seno alla
famiglia, con particolare riferimento al perseguimento di un eflèttivo equilibrio di posizione
funzionale a parità di requisiti professionali:
i
Promuovere azioni volte ad affermare una cultura organizzativa che comporti una maggiore
consapevolezza della gravità del fenomeno del mobbing e delle sue conseguenze individuali e
sociali;
! Valutare fatti o azioni, su segnalazione diretta dei dipendenti interessati, riguardanti situazioni di
presunta discriminazione, mobbing o non rispetto delle condizioni di pari opportunità. per
formulare proposte per la ricomposizione dei conflitti e la cessazione di tali comportamenti e per
espletare ogni tentativo di risoluzione consensuale tra le parti coinvolte, al fine di ristabilire un
clima lavorativo sereno, a vantaggio di tutti i lavoratori del Comune di Mascali;
i Assolvere ad ogni altra incombenza attribuita al Comitato da leggi o da normative derivanti da
accordi sindacali.
Relazione annuale:
i Il Comitato predispone annualmente una relazione da trasmettere all'Amministrazione e al
Segretario Generale, sull'attività svolta e sui risultati delle iniziative assunte;
i Il Comitato rende note con le modalità ritenute piir opportune le attività svolte ed i risultati
ottenuti.
i Le informazioni ed i documenti assunti dal Comitato nel corso della sua attività devono essere
ufilizzafi nel rispetto delle norme contenute nel Codice per la protezione dei dati personali.
Collaborazione e risorse:
i L'Ente favorisce I'operatività del Comitato e garantisce, senza oneri aggiuntivi per il bilancio
comunale, I'uso degli strumenti idonei al suo funzionamento, ne valorizza l'attività anche in
termini di comunicazione e realizza una sezione dedicata sul proprio Sito istituzionale, da
aggiomare a cura del Comitato.
i Il Comitato, qualora ne ricorrano le condizioni, può accedere ai documenti inerenti le materie di
competenza, nel rispetto delle procedure e delle norme vigenti:
z L'Amministrazione può richiedere I'intervento di un rappresentante del Comitato, solo come
uditore, in riunioni fra la delegazione trattante e le RSU.
i Le proposte di misure atte a creare effettive condizioni di miglioramento formulate dal Comitato
potianno essere esaminate dalla contrattazione decentrata fra Ente e le Organizzazíoni Sindacali.
i Per quant'altro qui non menzionato si rimanda alla direttiva del 0410312011 emanata di concerto
dal Dipartimento della Funzione Pubblica e dal Dipartimento per le Pari Opportunità della
Presidenza del Consiglio dei Ministri ai sensi del comma 4 dell' art. 57 del D. Lgs. 165/2001 con
la quale detta le linee guida del funzionamento dei Comitati Unici di Garanzia.
Di dare atto che il presente provvedimento sarà inviato alle OO.SS. per opportuna conoscenza ed ai
fini dell'adozione di ogni atto consequenziale che risulti necessario per la costituzione del Comitato
stesso.
Di dichiarare, la presente deliberazione, sîante I'urgenza di prowedere in merito, immediatamente
esecutiva.
Proposta di Area
Registrata af
n"
3è
o"
Z3
o"l
la
-
o/.-
del regisro generale delle proposte
I(1
il lO - olt' | |
Parere in ordine alla regolaritA tecrica: Favorevole
nna,c"ri
ri
rl
4tOk\adlr
i\
'"Kv
ll Capo Area
Parere in ordine alla regolarità contabile: Favorevole / Contrario
Mascali li
Ai
sensi degli artt.
di
snesa:
ll
l5l
Intervento/Capitolo
Mascali
li
Responsabile del servizio
ATTESTAZIONE COPERTURA FINANZIARIA
e 183 del D.Lgs.267l2000, si att€sta la copertura finanziaria e si annotano le prenotazioni degli impegni
Bilancio
lmpegno
Data
I
n.
€.
n.
€.
n.
€.
ll Responsabile del servizio finanziario
mporto
Letto. approvato e sottoscritto.
ORDINARIA
LA COMMISSIONE
IL SEGRETARIO GENERALE
Dott.ssa Mosca Maria Luisa
Anw-
lln
Il sotroscritto
(C, ftec 4 A l^ff,lo
lt,-oL-è9tt,
comune sezione
al
/.
/^l'
t.
/v-
operatore del servizio delle pubblicazioni
che la oresenle deliberazione. ai sensi dell'art. I
aul
-
l712004, è in pubblicazione
sul
sito web istituzionale di questo
quindici
giorni
consecutivi,
per
,
I della L.R.44191, modifìcato dalla L.R.
Z( -aL-èolQ
Albo Pretorio, accessibile al pubblico (art. 32' comma I, della leg
e 69/2009).
eratqrdÉel se
La Dresente deliberazione è divenuta esecutiva ai sensi dell'art.
integrazioni.
(l)
cancellare
Mascari
ciò
ri 1 0
h.eu-.
12 commal -2, della L.R.44191
e successive modifiche ed
che non interessa.
APR. 2014
La presente deliberazione viene trasmessa per l'esecuzione
Mascali li
E' copia conforme all'originale per uso amministrativo
io Genelale
Author
Document
Category
Uncategorized
Views
0
File Size
1 989 KB
Tags
1/--pages
Report inappropriate content