close

Enter

Log in using OpenID

AuSIlI, NOMeNclAtORe tARIFFARIO e PuBBlIche - A.D.M.

embedDownload
AuSIlI, NOMeNclAtORe
tARIFFARIO e PuBBlIche
PROceDuRe DI AcQuIStO:
A che PuNtO SIAMO?
Seminario - Primo annuncio
EXPOSANITA’
Quartiere Fieristico di Bologna
Sala ROSSINI - Ammezzato PADD. 21/22
22 Maggio 2014
Presentazione della pubblicazione realizzata dal
gruppo di lavoro coordinato da CSR e SIMFER,
con la partecipazione di Consip e rappresentanti
di Regioni, ASL e associazioni di categoria
programma
1
Appropriatezza
•
•
Le prestazioni sono appropriate quando sono
pertinenti rispetto a persone, circostanze e luogo,
accettabili sia per i clienti che per gli operatori.
Il fare la cosa giusta, al paziente giusto, al momento
giusto, nel posto giusto.
(Boccassini, Gardini, Tonelli, 1994)
Se possibile.
2
AuSIlI, NOMeNclAtORe
tARIFFARIO e PuBBlIche
PROceDuRe DI AcQuIStO:
A che PuNtO SIAMO?
La pubblicazione del “D.M. 332/99 - Regolamento recante norme per le prestazioni di assistenza protesica erogabili nell’ambito del Servizio sanitario nazionale: modalità di erogazione e tariffe“ ha introdotto l’utilizzo delle
pubbliche procedure di acquisto per l’individuazione dei
fornitori e la determinazione dei prezzi di acquisto di alcune tipologie di dispositivi erogabili e precisamente per
quelle incluse negli elenchi 2 e 3.
Si tratta di procedure che, se pur abituali per la gestione
degli acquisti in genere da parte della pubblica amministrazione, sono solo da poco entrate a far parte delle
modalità con cui la pubblica amministrazione acquista e
fornisce all’assistito, a domicilio, ausli nell’ambito dell’assistenza protesica e le peculiarità di questa particolare
forma di assistenza hanno reso necessario approfondire
alcune questioni nodali caratteristiche del settore, per
individuare linee di indirizzo puntualmente dedicate.
contratto, l’analisi dei propri fabbisogni e del mercato
della fornitura, la selezione dello strumento di acquisizione più appropriato, l’architettura della gara; aspetti questi che hanno comportato la valutazione dei diversi elementi concorrenti da parte di soggetti coinvolti nei processi con diversi ruoli e competenze: Regioni, funzionari
Asl, Consip, Ministero della Salute, medici prescrittori,
categorie professionali ed imprenditoriali. I risultati di
questo lavoro di analisi e di confronto sono riportati nella
pubblicazione che il seminario ha lo scopo di presentare,
unitamente ad alcuni modelli che si prestano ad essere
una guida per individuare e valutare le caratteristiche
essenziali e migliorative di prodotti e di servizi e ad alcuni esempi “virtuosi“ di gestione di acquisti e forniture di
assistenza protesica.
La giornata formativa, rivolta principalmente a medici
prescrittori e funzionari ASL coinvolti nei processi di prescrizione, acquisizione e fornitura di ausili alle persone
con invalidità, è aperta anche a tutti coloro che, a titolo
diverso, operano nel settore dell’Assistenza Protesica ed
ai fornitori di ausili e servizi ad essi connessi ed ha l’obiettivo di fornire un supporto, normativo ma anche operativo e di conoscenza, per la realizzazione di sempre più
appropriate modalità di fornitura di ausili alle persone
con disabilità.
3
Relatori
Maria Teresa Agati, Presidente CSR
Renzo Andric, SIVA – Servizio Informazione e valutazione ausili.
Marco Boni, Direttore TEME, Rivista della Federazione delle Associazioni Regionali
degli Economi e Provveditori della Sanità - FARE.
Maria Grazia Buzzi, ASL Varese, Direttore UOC Assistenza Protesica.
Giacomo Caffarella, ASL Provincia di Monza e Brianza, Responsabile processo
assistenza protesica maggiore, Monza.
Grazia Conforti, Regione Lombardia, Referente Assistenza protesica, Direzione
Generale Sanità.
Consip, relatore da confermare.
Renato Conti, Presidente Assortopedia.
Massimo De Marchi, Segretario Nazionale SIMMFiR, Sindacato Italiano dei Medici di
Medicina Fisica e Riabilitativa.
Piero Fidanza, Studio legale Fidanza.
Alessandro Giustini, SIMFER, Società Italiana di Medicina Fisica e Riabilitativa,
Responsabile area riabilitazione CSR.
Gianni Gruppioni, Presidente ANAP, Consigliere CSR.
Gianfranco Pivato, Presidente ADM AReha.
Gianluca Salerio, Responsabile divisione sanità UNI, Ente Italiano di normazione.
Vicenzo Saraceni, Presidente SIMFER.
Sala ROSSINI - Ammezzato PADD. 21/22
È stato invitato il Ministro della Salute, per un saluto
09,30
Saluto ed introduzione dei lavori del presidente Vincenzo
SIMFeR.
Saraceni
9,40
11,20
Prima sessione: I presupposti normativi e clinici come guida e vincolo
per percorsi appropriati.
9,50
CSR,
l’architettura del vigente D.M.332/99 nel confronto tra
Centro Studi e
evoluzione del mercato e regole da rispettare: i motivi di
Ricerche Ausili per
una ricerca.
Persone Disabili
10,10
la distinzione tra ausili specialistici ed ausili di serie Alessandro
nel Nomenclatore e nella prassi riabilitativa.
Giustini
10,30
codice dei contratti pubblici, normativa di settore e
modalità di acquisto delle diverse tipologie di dispo- Piero
sitivi inclusi nell’assistenza protesica anche alla luce Fidanza
dell’impatto della Direttiva 2014/24/ue.
10,50
ISO” del Nomenclatore allegato al D.M.332/99.
Gianluca
Salerio
11,10
Pausa per un caffè
11,20
13,00
Seconda sessione: Ausili, progetto riabilitativo individuale e pubbliche
procedure d’acquisto: la ricerca di percorsi virtuosi.
Introduce e coordina: Gaspare Crimi
11,20
Ruolo e responsabilità del medico prescrittore
nell’assegnazione di dispositivi acquistati a gara.
11,40
la ricerca di un modello di gara che rispetti esigenze
economiche e qualità di prodotti e servizi.
12,00
la realizzazione di una procedura di acquisto all’insegna della ricerca di qualità di prodotto e di appropriatezza di servizio: un’esperienza complessa.
12,20
alla P.A. per la realizzazione di procedure di acquisto
Consip
(da confermare)
12,40
sica: standardizzare la descrizione delle caratteristiche degli ausili.
Renzo Andric
13,00
Il sistema Assistant: una soluzione per quali problemi?
Grazia Conforti
13,15
le competenze imprenditoriali:
•
•
•
13,30
l’importanza dei requisiti per un’adeguata qualità dei prodotti.
l’importanza dei requisiti per garantire servizi
appropriati.
sabilità dell’audioprotesista.
Massimo
De Marchi
Marco Boni
Maria Grazia
Buzzi
Giacomo
Cafarella
Gianfranco
Pivato
Grazia Conforti
Gianni Gruppioni
conclusione dei lavori
5
Sede
EXPOSANITA’
Quartiere Fieristico di Bologna
Sala ROSSINI - Ammezzato PADD. 21/22
Piazza della costituzione 6, Bologna
cOMe RAGGIuNGeRe lA FIeRA
IN AutO
•
dalle Autostrade A1 (Milano, Firenze, Roma) e A14 (Rimini, Ancona,
A14 per Ingresso Nord e Parcheggio Michelino.
•
ARcOVeGGIO” poi tangenziale uscita 8 per Ingresso Nord e
Parcheggio Michelino.
IN tReNO/AutOBuS
•
la Stazione centrale di Bologna si trova a soli 10 minuti dal Quartiere
Fieristico ed è collegata all’ingresso Ovest costituzione dalle linee
28, 35, 38.
IN AeReO
•
l’Aeroporto Internazionale Guglielmo Marconi di Bologna è collegato
direttamente alla Stazione Ferroviaria della città con il comodo servizio
navetta AeROBuS BlQ.
Importante
Il pagamento della quota d’ingresso ad Exposanità consente di
partecipare a tutti i convegni e seminari che ne compongono
il programma e quindi anche alla presente iniziativa,
compatibilmente con la disponibilità dei posti in sala.
E’ possibile acquistare on line sul sito di Exposanità, il
tariffa scontata di
€ 10,00 anziché € 20,00. Il programma generale può essere
tratto dal sito www.exposanita.it oppure richiesto via mail
all’indirizzo [email protected]
Con l’iscrizione a questo seminario tramite l’invio alla segreteria
organizzativa entro il 16 maggio, anche via mail, potrete
ricevere gratuitamente un biglietto di ingresso che dà diritto
6
M.C. Escher “Ricomporre un uomo”
C.S.R.
C.S.R.
Commissione di Studio e Ricerca
Ausili Tecnici per Persone Disabili
ItalIa
Rappresentando
esponenti di diverse
aree di competenza:
industriale, distributiva,
professionale, clinica,
della pubblica amministrazione e dell’utenza,
C.S.R. studia
le tematiche relative
al mondo degli ausili
tecnici per persone
disabili, elaborando
progetti e proposte
e suggerendo
soluzioni.
www.csrausilidisabili.org
Il CSR -Centro Studi e ricerche per gli ausili tecnici per persone
disabili- ha lo scopo statutario di studiare i sistemi istituzionali di
erogazione di ausili, destinati a facilitare l’assistenza domiciliare,
aumentare l’autonomia e migliorare la partecipazione sociale delle
persone con disabilità.
È un luogo di confronto e di elaborazione di proposte, istituito da
rappresentanti di associazioni imprenditoriali e delle società medicodei diversi saperi concorrenti e di reciproca interazione di diverse
competenze ed interessi.
La rete dei partecipanti alle attività di CSR è costituita dai principali
operatori del settore: medici e funzionari del Servizio sanitario
nazionale coinvolti nei percorsi prescrittivi e di fornitura degli
ausili, rappresentanti delle P.A. e delle Centrali acquisti, imprese
ed associazioni di imprese, servizi di valutazione ausili, esperti del
settore.
7
C.S.R. Centro Studi e Ricerche Ausili Tecnici per Persone Disabili
20149 Milano - Via Petitti, 16
Tel. +39 02 32672222
Fax +39 02 32672299
8
00144 Roma - Viale Pasteur, 10
Tel.+39 06 54220389
Fax +39 06 54229447
Author
Document
Category
Uncategorized
Views
0
File Size
448 KB
Tags
1/--pages
Report inappropriate content