close

Enter

Log in using OpenID

atti del convegno RENATO GROTTOLA - UPI Emilia

embedDownload
.
Prassi e Comportamenti Responsabili nel
mondo delle Imprese
Renato Grottola
Bologna, 16 Gennaio 2014
1
DNV GL © 2013
19 February, 2014
SAFER, SMARTER, GREENER
Il Gruppo DNV GL
16.000 professionisti altamente qualificati
Safer
Smarter
Greener
2,5M€ di fatturato consolidato
Global
impact for a
safe and
sustainable
future
Presenza in tutto il mondo
5% del fatturato annuo in vestito
Ricerca e Sviluppo
Innovazione e Collaborazione al
centro del nostro modo di operare
150 anni di Storia
2
DNV GL © 2013
Il Gruppo DNV GL
DNV GL Group
Headquarter: Oslo, Norvegia
Maritime
Oil & Gas
Energy
Business Assurance
Headquarter in
Headquarter in
Headquarter in
Headquarter in
Hamburg, Germania
Høvik, Norvegia
Arnhem, Olanda
Milano, Italia
classificazione navale e di
piattaforme offshore,
advisory nel settore
marittimo
gestione dei rischi,
advisory e verifiche
tecniche per la filiera oil &
gas
advisory, test e verifica
per il trasporto
dell’Energia e per le
Rinnovabili
Certificazione, verifica
assessment e training per
tutti i settori
3
DNV GL © 2013
A1
DNV GL – Business Assurance
Position
People
Belief
Uno dei 3 principali enti al
mondo di certificazione dei
sistemi di gestione, dei
prodotti, delle persone, delle
catene di fornitura.
Conta 2000 professionisti
presenti in tutto il mondo
Le aziende di successo di
domani sapranno creare valore
andando incontro alle
necessità economiche, sociali e
ambientali del mondo
Partnership
Innovation
Presence
Affianca i clienti allargando gli
orizzonti per sviluppare
performance di business
sostenibili e creare fiducia
negli stakeholder.
Attraverso servizi di
certificazione, verifica,
assessment e attività di
formazione,aiutando le aziende
a rispondere alle richieste del
mercato.
Più di 70 000 clienti in 187
paesi, in tutti i settori
merceologici.
DNV GL © 2013
Diapositiva 4
A1
da slides crisciotti di townhall dicembre 2013
Author; 08/01/2014
A2
Allarghiamo gli orizzonti della certificazione dei Sistemi di
Gestione
La nostra metodologia di audit dei sistemi di gestione
Next Generation Risk Based Certification™
una visione più ampia che comprende le
aspettative degli stakeholder
Migliora le capacità di identificare, gestire
e diminuire i rischi più rilevanti per le
attività dei Clienti
Supporta le attività e gli obiettivi di
business attuali costruendo una
performance sostenibile a lungo termine.
Coerenti oon gli indirizzi di sviluppo delle
nuove revisioni degli standard ISO 9001 e ISO
14001
5
DNV GL © 2013
Diapositiva 5
A2
da slides crisciotti di townhall dicembre 2013
Author; 08/01/2014
DNV GL - Business Assurance
Headquarter:
Viale Colleoni 9,
Agrate Brianza (MB)
Leader
Tra gli enti di
certificazione in Italia.
16.600
Certificati
10 sedi
Torino, Milano, Venezia,
Genova, Bologna, Firenze,
Roma, Napoli, Bari,
Catania
293
persone
Dati a Settembre 2013
6
DNV GL © 2013
19 February, 2014
Il punto di partenza
Abuso di un ufficio pubblico o aziendale per guadagni privati
Fonte: OECD World Bank
Abuso di una posizione di fiducia al fine di ottenere un vantaggio
privato
Fonte: Transparency International
L’ Abuso non è, necessariamente, effetto di un comportamento
illegale.
7
DNV GL © 2013
Il Quadro Normativo e Legislativo è complesso ed articolato
Principali Convenzioni Internazionali
• UN Convention Against Corruption (2003)
• OECD Convention on Combating Bribery in International Business Transactions (1997)
• Convention on the Fight Against Corruption Involving Officials of the European Communities or
Officials of Member States of the European Union (1997)
• European Union Framework Convention on combating corruption in the private sector (2003)
• Council of Europe Civil and Criminal law Conventions (1999)
Esempi di Leggi e Linee Guida emesse da Stati
• USA: Federal Sentencing Guidelines – Chapter 8 ( known as “the Seven Steps”), 2012 FCPA
Guiding Principles of Enforcement and DOJ opinion releases
• Italy: Law Decree 231 (2001) / Law 190 (2012)
• UK: Bribery Act Guidance (2010)
Linee Guida emesse da Organizzazioni Internazionali Governative
•
•
•
OECD Guidelines for Multinational Enterprises (2000)
OECD Typologies on the role of Intermediaries in International Business Transactions (2009)
UN Global Compact (2004)
Linee Guida emesse da Organizzazioni Professionali
ICC Rules of Conduct and Recommendations for Combating Extortion and Bribery (2005
edition)
• ICC Guidelines on Agents, Intermediaries and Other Third Parties (2010)
• ICC Guidelines on Whistleblowing (2008)
•
Principi e Linee Guida emessi da Organizzazioni Non Governative
The World Economic Forum’s Partnering Against Corruption Initiative – Principles for
Countering Bribery (2004)
• TI and SAI Business principles for countering bribery
• ISO 26000 Guidelines for Social Responsibility (2010)
•
8
DNV GL © 2013
Una diversa visione della conformità legislativa
Abuso di un ufficio pubblico o aziendale per guadagni privati
Fonte: OECD World Bank
Abuso di una posizione di fiducia al fine di ottenere un vantaggio privato
Fonte: Transparency International
La conformità legislativa non è solo funzionale al contrasto della corruzione ma può
e deve essere vista come un elemento di ausilio ad una corretta gestione, poichè si
attua attraverso la definizione di processi, la diffusione di prassi e comportamenti
virtuosi che coinvolgono tutti i Portatori di Interesse, e che sono ispirati a principi di
trasparenza ed efficienza
9
DNV GL © 2013
Il ruolo degli strumenti volontari
Abuso di un ufficio pubblico o aziendale per guadagni privati
Fonte: OECD World Bank
Abuso di una posizione di fiducia al fine di ottenere un vantaggio privato
Fonte: Transparency International
Occorre contrastare il fenomeno considerando la conformità legislativa come un
elemento funzionale ad una corretta gestione, attraverso la definizione di processi,
la diffusione di prassi e comportamenti virtuosi che coinvolgano tutti i Portatori di
Interesse, e che si ispirono a principi di trasparenza ed efficienza
La cogenza, intesa come il rispetto di leggi o di protocolli di condotti interni, è
funzionale all’azione di contrasto mentre la volontarietà, intesa come l’adozione di
codici etici, mira a promuovere comportamenti al di là del rispetto delle leggi, e
a diffondere una cultura aziendale basata su principi di trasparenza,
correttezza, legalità.
10
DNV GL © 2013
Un tentativo di semplificazione e razionalizzazione
• L'ufficialità, l'internazionalità, la visione globale, la condivisione nonché la ricchezza di
rappresentatività dei soggetti che l’hanno messa a punto (gruppo di esperti a livello internazionale
suddiviso in 6 categorie: governi, industria, lavoratori, consumatori, ONG, organizzazioni di ricerca).
• Superamento del concetto di norma certificabile e di sistema di gestione, data la complessità e
delicatezza del tema in questione che attiene alla base culturale, sociale e valoriale delle organizzazioni.
Ciò comporta evitare un grado eccessivo di omologazione su tematiche che per loro natura necessitano
di una prospettiva più «personale».
• L'ampliamento del campo di applicazione, non solo alle imprese (CR) ma a qualsiasi tipologia
organizzativa, compresi gli stessi governi - nel documento si parla di SOCIAL RESPONSIBILITY (SR).
L’attuale situazione di crisi mondiale dimostra che la responsabilità sociale non è un tema che riguarda
solo le imprese e che le soluzioni non possono essere trovate in modo autarchico.
• Il principio secondo cui la responsabilità sociale è una scelta volontaria di andare al di là del mero
rispetto delle leggi (in un mercato globalizzato in cui ci sono paesi dove il sistema legislativo di tutela
dei lavoratori è meno sviluppato rispetto a quelli occidentali, questo principio risulta essere
fondamentale).
• L’ISO 26000 fa tesoro delle concrete iniziative di responsabilità sociale sinora messe in atto nel
settore sia pubblico che privato.
DNV GL © 2013
Cos’è l’ISO 26000
• L’ISO 26000 fornisce delle linee guida generali sia sui principi e sui temi fondamentali della
Responsabilità Sociale sia su come integrare un comportamento socialmente responsabile nelle
strategie e nei processi di un’organizzazione; evidenziando l’importanza di identificare e coinvolgere gli
stakeholder
e
di
comunicare
l’impegno
e
i
risultati/miglioramenti
nella
performance
di
un’organizzazione nel campo della responsabilità sociale.
• Si occupa di responsabilità sociale a
• Lo standard ISO 26000 contiene
360°, toccando i seguenti temi:
linee guida volontarie e non
governance, diritti umani, prassi
requisiti (es. standard sui sistemi di
lavorative, ambiente, pratiche
gestione ISO 9001.
commerciali, aspetti relativi ai
consumatori, coinvolgimento e
sviluppo della comunità.
• Il maggiore contributo dello standard è che stabilisce un linguaggio comune per la responsabilità sociale,
sia in termini di dialogo con gli stakeholder, sia stabilendo parametri per l’integrazione della responsabilità
sociale nelle organizzazioni e per la comunicazione di buone pratiche.
12
DNV GL © 2013
Il framework della ISO26000
13
DNV GL © 2013
I sette temi chiave
14
DNV GL © 2013
La Responsabilità di Impresa integrata nell’organizzazione
15
DNV GL © 2013
E’ possibile definire la Responsabilità?
Si definisce irresponsabile un’impresa che al di là degli elementari
obblighi di legge suppone di non dover rispondere ad alcuna
autorità pubblica nè privata, nè all’opinione pubblica, in merito alle
conseguenze in campo economico, sociale ed ambientale
Fonte: Luciano Gallino, L’Impresa Irresponsabile
16
DNV GL © 2013
Verso una visione ‘allargata’ della Responsabilità
Dovere
Causa
Positiva
Responsabilità
Orientata
al Futuro
Sanzione
Impegno
17
DNV GL © 2013
La centralità della persona
Agisci in modo tale che gli effetti della tua
azione siano compatibili con la permanenza
di una vita autenticamente umana sulla
terra.
Fonte: Hans Jonas, Il Principio Responsabilità
Il lavoro è il territorio nel quale la persona attua la responsabilità in maniera
codificata, intensiva e finalizzata.
All’introduzione di principi, norme e regole devono affiancarsi interventi che
sviluppino una cultura positiva ed orientata al futuro della Responsabilità.
DNV GL © 2013
Slide
Version
18
19 February 2014
Milano, 14 Gennaio 2014
19
DNV GL © 2013
Un esempio concreto…Regole Interne
20
DNV GL © 2013
Un esempio concreto: Linee Guida comportamentali
21
DNV GL © 2013
22
DNV GL © 2013
www.dnvgl.com
SAFER, SMARTER, GREENER
23
DNV GL © 2013
19 February, 2014
Author
Document
Category
Uncategorized
Views
0
File Size
2 006 KB
Tags
1/--pages
Report inappropriate content