close

Enter

Log in using OpenID

Calendario Liturgico - Il Portale di fagnano

embedDownload
Calendario
Liturgico
XXXA T.O.- A - 26/10/2014
Don Alberto Cell. 3480435937
Don Felice Cell.: 3395623027
Casa Canonica: 045.7350008
Questa settimana la Lampada del Ss.mo brucia per i defunti mai ricordati.
LUNEDÌ 27 OTTOBRE - Ef.4,32-5,8; Sl.1; Lc.13,10-17:
Facciamoci imitatori di Dio, quali figli
Fagn.
---Ronc. 09,00 Def.ti fam. Bonato e Tebaldi
Trev. 17,30 Libera
Fagn. 09,00 Def.ti Migliorini Luigino e Vittorina
MARTEDÌ 28 OTTOBRE
Ronc.
Ef.2,12-22; Sl.84; Lc.12,35-38:
--—
Chi mangia la mia carne e beve il mio sangue Trev. 20,30 SOLENNE APERTURA SANTE 40ORE ANIMATA DAI GIOVANI
dimora in me ed io in lui (Gv.6,56).
Def.ti Panozzo Vittorio e Dina
Fagn. 09,00
Ronc.09,00
SANTE 40ORE
Trev. 15,30
ABITARE IN GESÙ EUCARISTIA NOSTRA CASA.
16,30
19,30
Gv 15,1-8: Gesù-Vite noi-tralci
20,30
MERCOLEDÌ 29 OTTOBRE
GIOVEDÌ 30 OTTOBRE
S. Messa di 40ore con esposizione, Adorazione e confessioni
S. Messa di 40ore con esposizione, Adorazione e confessioni
S. Messa di 40ore con esposizione, Adorazione e confessioni
Adorazione bambini che frequentano le elementari
S. Messa di 40ore con esposizione, Adorazione e confessioni
Adorazione adolescenti e giovani
Fagn. 09,00
Ronc.09,00
Trev. 15,30
SANTE 40ORE
16,30
EUCARISTIA: DIO SCENDE E ABITA
17,30
NELLA GROTTA DELLA NOSTRA ANIMA
19,30
(Fil 2, 5-11)
20,30
Messa: Def.ti Suman Alfredo e Ivan - Adoraz. e confess.
Messa: Def.ti Faccioli Ferdinando e Carolina - Adoraz. e confess.
S. Messa di 40ore con esposizione, Adorazione e confessioni
Adoraz. animata per i ragazzi che frequentano le medie
Adorazione animata per i Cresimandi
S. Messa di 40ore con esposizione, Adorazione e confessioni
Adoraz. Cons. pastor. ed econom., catech. e anim. e Circ. Noi
Fagn. 09,00
Ronc.09,00
Trev. 15,30
EUCARISTIA: ANTICIPO DEL PARADISO
16,30
19,30
PER CUI SIAMO NATI
S. Messa di 40ore con esposizione, Adorazione e confessioni
S. Messa di 40ore con esposizione, Adorazione e confessioni
S. Messa di 40ore con esposizione, Adorazione e confessioni
Adorazione libera con possibilità di Confessioni
SOLENNE CONCELEBRAZ. DI CHIUSURA 40ORE
ANIMATA DALLA CORALE
VENERDÌ 31 OTTOBRE
SANTE 40ORE
(Gv 6, 53-58).
FESTA DI TUTTI I SANTI
Ap. 7,2-4.9-14;
Sl. 23
1Gv. 3, 1-3
Mt. 5, 1-12
ECCO LA GENERAZIONE
CHE CERCA IL TUO VOLTO, SIGNORE
COMMEMORAZIONE
DI TUTTI I FEDELI DEFUNTI
Gb. 19, 1.23-27;
Sl. 26
Rm. 5, 5-11
Gv. 6, 37-40
SONO CERTO DI CONTEMPLARE
LA BONTÀ DEL SIGNORE
NELLA TERRA DEI VIVENTI
Ronc. 08,30 Def.to Sartori Daniele - Def.ti Gabriella, Rossella, Andrea e Ada
Trev. 09,30 Def.ti Ferrarini Faustino e fam. - Def.ti fam. Contri e Cazzole Def.to Cestaro Egidio - Def.to Martini Ferdinando - Def.ti fam.
Contri e Scattolini - Def.to Contri Ottavio - Def.to Pasotto Renato e Vanni - Ann. Def.ti Boninsegna Dante e Grandi Vivetta
Fagn. 10.00 Def.ta Tardiani Norma - Def.ti Previdi Luigi, Valentina e Luisa
- Def.ti fam. Signorini Bruno - Def.ti Zaffani Luigi e Amelia
Ronc. 11.00 Def.ti fam. Piccinato - Def.ti Sartori Mariassunta, Amadio e
Iside - Sec. Int. F.L. Def.ti fam. Franzoni e Lavagnini
Cimit. 15,00 Benedizione al Cimitero
Trev. 17,30 Def.ti Vivaldi e Mantovani
Ronc. 08,30 Def.to Meneghello Giuseppe - Def.ti Franzoni Luigi e Irma
Trev. 09,30 Def.ti Zanini Pio - Def.ti Fam. Bello e Tavella - Def.to Ramanzini Giacomo - Def.ti Fam. Pasetto e Codognola
Fagn. 10.00 Def.ti fam. Polettini - Def.ti Castagna Adelino e Almerina Def.to Savoncelli Vittorino - Sec. Int. Pers. offerente
Ronc. 11.00 Def.to Piccinato Sergio, Guglielmo, Imelda, Alessandra e Luca Def.ti Sinigaglia Bruno, Benigno e Ilde - Def.to Falavigna Danilo
Cimit. 15,00 S. Messa al Cimitero def.to Pd. Mariano Cestaro e tutti i def.ti
Trev. 17,30 Def.ti Marchesini Umberto e Sergio - Def.ti Zanchetta Carina e Piccinato Franco
Vivremo in questa settimana le S. Quarantore: tempo di grazia e di incontro con Gesù che
ci insegna a diventare “pane buono” - “pane spezzato” perché chi ci sta accanto abbia a sentirci abitati da Dio nella nostra capacità di amare e di perdonare.
Durante tutto il tempo delle Quarantore sarà data a tutti l’opportunità di accostarsi alla Confessione.
Attenzione al cambio orario legale/solare e all’orario delle celebrazioni in particolare
quelle del Cimitero nei giorni dell’1 e del 2 Novembre.
Lunedì 27 Ottobre
Lc 13,10-17 In quel tempo, Gesù stava insegnando in una sinagoga in
Preghiamo con
giorno di sabato. C’era là una donna che uno spirito teneva inferma da diciotto anni; era curva e
la Parola
non riusciva in alcun modo a stare diritta. Gesù la vide, la chiamò a sé e le disse: «Donna, sei libeSignore, aiutaci a
rata dalla tua malattia». Impose le mani su di lei e subito quella si raddrizzò e glorificava Dio. Ma
non nasconderci
il capo della sinagoga, sdegnato perché Gesù aveva operato quella guarigione di sabato, prese la
dietro le piccineparola e disse alla folla: «Ci sono sei giorni in cui si deve lavorare; in quelli dunque venite a farvi
rie degli uomini
guarire e non in giorno di sabato». Il Signore gli replicò: «Ipocriti, non è forse vero che, di sabato,
per proporre semciascuno di voi slega il suo bue o l’asino dalla mangiatoia, per condurlo ad abbeverarsi? E questa
pre la sua Legge
figlia di Abramo, che Satana ha tenuto prigioniera per ben diciotto anni, non doveva essere libeche è fatta per la
rata da questo legame nel giorno di sabato?». Quando egli diceva queste cose, tutti i suoi avversavita e per l'uomo!
ri si vergognavano, mentre la folla intera esultava per tutte le meraviglie da lui compiute.
Povero Giuda. Povero fratello nostro.
Martedì 28 Ottobre
Lc 6,12-19 In quei giorni, Gesù se ne andò sul
Il più grande dei peccati, non è quello
monte a pregare e passò tutta la notte pregando Dio. Quando fu giorno, chiadi vendere il Cristo; è quello di dispemò a sé i suoi discepoli e ne scelse dodici, ai quali diede anche il nome di
rare. Anche Pietro aveva negato il
apostoli: Simone, al quale diede anche il nome di Pietro; Andrea, suo fratelMaestro; e poi lo ha guardato e si è
lo; Giacomo, Giovanni, Filippo, Bartolomeo, Matteo, Tommaso; Giacomo,
messo a piangere e il Signore lo ha
figlio di Alfeo; Simone, detto Zelota; Giuda, figlio di Giacomo; e Giuda Iricollocato al suo posto: il suo vicascariota, che divenne il traditore. Disceso con loro, si fermò in un luogo piario. Tutti gli Apostoli hanno abbandoneggiante. C’era gran folla di suoi discepoli e gran moltitudine di gente da
nato il Signore e son tornati, e il Critutta la Giudea, da Gerusalemme e dal litorale di Tiro e di Sidòne, che erano
sto ha perdonato loro e li ha ripresi
venuti per ascoltarlo ed essere guariti dalle loro malattie; anche quelli che
con la stessa fiducia.(…) Povero Giuerano tormentati da spiriti impuri venivano guariti. Tutta la folla cercava di
da. (Don Primo Mazzolari)
toccarlo, perché da lui usciva una forza che guariva tutti.
Mercoledì 29 Ottobre Lc 13,22-30 In quel tempo, Gesù passava insegnando per
Gesù, tu ti fai nostro. Ci
città e villaggi, mentre era in cammino verso Gerusalemme. Un tale gli chiese:
attiri verso di te presen«Signore, sono pochi quelli che si salvano?». Disse loro: «Sforzatevi di entrare per
te, presente in forma
la porta stretta, perché molti, io vi dico, cercheranno di entrare, ma non ci riusciranmisteriosa. Tu sei preno. Quando il padrone di casa si alzerà e chiuderà la porta, voi, rimasti fuori, cominsente nel silenzio e nelcerete a bussare alla porta, dicendo: “Signore, aprici!”. Ma egli vi risponderà: “Non
la passività dei segni
so di dove siete”. Allora comincerete a dire: “Abbiamo mangiato e bevuto in tua
sacramentali, quasi che
presenza e tu hai insegnato nelle nostre piazze”. Ma egli vi dichiarerà: “Voi, non so
tu voglia insieme velare
di dove siete. Allontanatevi da me, voi tutti operatori di ingiustizia!”. Là ci sarà
e tutto svelare di te, in
pianto e stridore di denti, quando vedrete Abramo, Isacco e Giacobbe e tutti i profeti
modo che solo chi crede
nel regno di Dio, voi invece cacciati fuori. Verranno da oriente e da occidente, da
comprenda, e solo chi
settentrione e da mezzogiorno e siederanno a mensa nel regno di Dio. Ed ecco, vi
ama possa veramente
sono ultimi che saranno primi, e vi sono primi che saranno ultimi».
ricevere. (Paolo VI)
Giovedì 30 Otobre
Lc 13,31-35 In quel momento si avvicinarono a Gesù
Signore Gesù Cristo, nell'oscurità
alcuni farisei a dirgli: «Parti e vattene via di qui, perché Erode ti vuole uccidedella morte tu hai fatto luce; nell'are». Egli rispose loro: «Andate a dire a quella volpe: “Ecco, io scaccio demòni e
bisso della solitudine più profonda
compio guarigioni oggi e domani; e il terzo giorno la mia opera è compiuta.
abita ormai per sempre la protezione
Però è necessario che oggi, domani e il giorno seguente io prosegua nel cammipotente del tuo amore. Concedici
no, perché non è possibile che un profeta muoia fuori di Gerusalemme”. Gerul'umile semplicità della fede, che non
salemme, Gerusalemme, tu che uccidi i profeti e lapidi quelli che sono stati
si lascia fuorviare quando tu ci chiamandati a te: quante volte ho voluto raccogliere i tuoi figli, come una chioccia i
mi nelle ore del buio, dell'abbandosuoi pulcini sotto le ali, e voi non avete voluto! Ecco, la vostra casa è abbandono, quando tutto sembra apparire
nata a voi! Vi dico infatti che non mi vedrete, finché verrà il tempo in cui direte:
problematico. (Benedetto XVI)
“Benedetto colui che viene nel nome del Signore!”».
“Quello che vale è la fede. Quale fede? Quella che si ‘rende
Venerdì 31 Ottobre
Lc 14,1-6 Un
sabato
operosa per mezzo della carità’.Una fede che non è soltanto
Gesù si recò a casa di uno dei capi dei farisei per
recitare il Credo: tutti noi crediamo nel Padre, nel Figlio e nelpranzare ed essi stavano a osservarlo. Ed ecco, davanlo Spirito Santo, nella vita eterna…. Tutti crediamo! Ma questa
ti a lui vi era un uomo malato di idropisìa. Rivolgenè una fede immobile, non operosa. Quello che vale in Cristo
dosi ai dottori della Legge e ai farisei, Gesù disse: «È
Gesù è l'operosità che viene dalla fede o meglio la fede che si
lecito o no guarire di sabato?». Ma essi tacquero. Egli
rende operosa nella carità, cioè torna all'elemosina. Elemosina
lo prese per mano, lo guarì e lo congedò. Poi disse
nel senso più ampio della parola: staccarsi dalla dittatura del
loro: «Chi di voi, se un figlio o un bue gli cade nel
denaro, dall’idolatria dei soldi. Ogni cupidigia ci allontana da
pozzo, non lo tirerà fuori subito in giorno di sabato?».
Gesù Cristo”. Papa Francesco
E non potevano rispondere nulla a queste parole.
Sabato 1 Novembre
Mt 5; 1-12 In quel tempo, vedendo le folle, Gesù salì sul monte: si pose a sedere e si avvicinarono a lui i suoi discepoli. Si mise a parlare e insegnava loro dicendo: «Beati i poveri in spirito, perché di essi è il regno dei
cieli. Beati quelli che sono nel pianto, perché saranno consolati. Beati i miti, perché avranno in eredità la terra. Beati quelli
che hanno fame e sete della giustizia, perché saranno saziati. Beati i misericordiosi, perché troveranno misericordia. Beati i
puri di cuore, perché vedranno Dio. Beati gli operatori di pace, perché saranno chiamati figli di Dio. Beati i perseguitati per
la giustizia, perché di essi è il regno dei cieli. Beati voi quando vi insulteranno, vi perseguiteranno e, mentendo, diranno ogni
sorta di male contro di voi per causa mia. Rallegratevi ed esultate, perché grande è la vostra ricompensa nei cieli».
Author
Document
Category
Uncategorized
Views
0
File Size
355 KB
Tags
1/--pages
Report inappropriate content