close

Enter

Log in using OpenID

Autoprodurre CO della massima purezza

embedDownload
Science & Technology
Science & Technology
Autoprodurre CO2 della
massima purezza
VANTAGGI ECONOMICI,
STRATEGICI ED
AMBIENTALI CON GLI
IMPIANTI DI TPI
126
C
on oltre 25 anni di presenza sul mercato del beverage e più di 500 impianti per la CO2 installati in 91 Paesi,
Tecno Project Industriale si configura come
un marchio di riferimento nel settore degli impianti di recupero della CO2 da fermentazione e degli impianti di produzione di anidride
carbonica.
Tecno Project Industriale di Curno presenta
al Brau Beviale di Norimberga novità di rilievo
in tema di autoproduzione dell’anidride carbonica.
Gli impianti di TPI per la produzione della
CO2 combinano, infatti, tre grandi opportu-
Agosto / Settembre 2014
nità: il contenimento dei costi, la riduzione
delle emissioni in atmosfera, l’indipendenza
dai fornitori. Obiettivi realistici e raggiungibili
come ampiamente dimostrato dalle molte
installazioni che TPI può vantare in tutto il
mondo.
Poiché la quantità di CO2 che si può recuperare dalla fermentazione della birra non è sufficiente a coprire l’intero fabbisogno del ciclo
di imbottigliamento, installare un impianto di
estrazione della CO2 dai fumi della caldaia
consente di raggiungere notevoli vantaggi
senza alcun compromesso a livello di qualità
poiché la CO2 autoprodotta è food grade.
Il vantaggio economico è dovuto al risparmio che si può conseguire con l’autoproduzione rispetto al costo di acquisto della
CO2. Assolutamente da non sottovalutare i
vantaggi strategici legati alla continua disponibilità del prodotto stesso svincolandosi,
soprattutto nei periodi di punta, da questioni logistiche. Infine il vantaggio di carattere
ambientale fa riferimento alla riduzione delle
emissioni di gas serra nell’atmosfera.
Inoltre, l’attenzione che TPI pone alle reali
necessità dei propri clienti ha portato all’introduzione di una linea di apparecchiature
Energy Saving incentrata sugli Evaporatori
ES e sui liquefattori CombiCondenser.
Si tratta di apparecchiature che consentono di recuperare le frigorie cedute dalla CO2
liquida, immagazzinata nei serbatoi di stoccaggio, quando viene resa gassosa per l’utilizzo sulle linee di imbottigliamento.
L’idea di realizzare il CombiCondenser
viene dall’osservazione che quasi il 50%
dell’energia elettrica utilizzata in un impianto di recupero CO2 da fermentazione viene
consumato dal gruppo refrigerante. Con
questa innovativa apparecchiatura prodotta da TPI, una birreria che produca un milione di ettolitri all’anno evita di consumare
300.000 kWh all’anno. Una cifra significativa che consente un rientro dall’investimento nell’ordine dei 2 anni.
Analogamente un evaporatore Energy
Saving di TPI consente il recupero di 0,1
kWh per ogni ettolitro di birra prodotto perché le frigorie recuperate dall’evaporazione di CO2 vengono utilizzate nel sistema
di raffreddamento dell’acqua glicolata della fabbrica (riducendo i consumi dei compressori frigoriferi).
Peculiarità di assoluto interesse è che queste
apparecchiature possono venire installate con
estrema facilità anche in impianti esistenti.
L’ottenimento della massima purezza
(99,99% vol.) nella produzione di anidride
carbonica Food Grade per il settore delle bevande è sempre stato la caratteristica principale degli impianti di recupero realizzati dalla
Tecno Project Industriale di Curno.
Per certificare la purezza della CO2 prodotta dai suoi impianti, TPI ha recentemente
messo sul mercato il Pentox 1000, un nuovo
analizzatore in grado di rilevare anche piccolissime quantità di ossigeno nella CO2; questo nuovo analizzatore raggiunge infatti la
precisione di 1 ppm (una parte per milione).
www.tecnalimentaria.it
BEVERAGE INDUSTRY
ECONOMICAL, STRATEGIC
AND ENVIRONMENTAL
BENEFITS FROM TPI PLANTS
W
ith over 25 years’ activity in the
beverage market and more than
500 CO2 plants installed in 91
Countries, Tecno Project Industriale has
stood out as flagship brand in the sector of
CO2 recovery plants from fermentation and
in carbon dioxide production plants.
Tecno Project Industriale of Curno,
Bergamo, will be presenting significant
technical innovations on carbon dioxide
production at the forthcoming event BrauBeviale in Nurnberg.
CO2 production plants by TPI combine
three big opportunities: cost saving,
reduction of emissions into the atmosphere,
independence from suppliers. These are
realistic and fully achievable targets as it is
broadly evidenced by many installations that
TPI can boast worldwide.
Since the quantity of CO2 recovered from beer
fermentation is not enough to cover the request
of the bottling cycle, installing a CO2 extraction
plant from the flue gas of a steam boiler
enables to hit relevant advantages without
ever jeopardizing quality, since produced CO2
is food grade.
The economic benefit is due to the saving
possible with in-house production in
comparison with the cost of CO2. The strategic
benefit, not to be underestimated, derives from
continuous availability of the product, without
any logistic problem of shortage in times of
most demand. The environmental benefit
High purity CO2
by in-house production
regards greenhouse emissions reduction.
In addition, TPI has paid so much attention
to its customers’ requirements as to produce
Energy Saving line consisting of evaporators
ES and CombiCondensers liquefiers. This
equipment enables to recover the frigoria
released by the liquefied CO 2 stored in
storage tanks when it is turned into gas to
be used in bottling lines.
The idea of producing CombiCondernser
comes from the consideration that nearly
50% of power used by a CO2 recovery
plant is for cooling unit. Thanks to this
innovative the equipment built by TPI, a
brewery producing one million hectoliters of
beer a year can avoid consuming 300,000
kWh/year. This significant figure enables
return of investments in some 2 years.
TPI’s Energy Saving evaporator enables
to recover 0,1 kWh per hectoliter of beer
produced since the frigoria recovered from
CO2 evaporation are then re-used in the
glycol water cooling system of the factory
(thus reducing power consumption of
cooling compressors).
Further peculiarity of absolute interest is that
this equipment can be installed in already
existent plants very easily.
To get maximum purity (99,9% vol.) in Food
Grade carbon dioxide production for the
beverage sector has always been the main
characteristic of CO2 recovery plants built by
TPI-Tecno Project Industriale of Curno.
www.tecnalimentaria.it
To certify the purity of the CO2 produced by
its plants, TPI has recently put on the market
Pentox 1000, a new analyzer that detects
even the smallest quantity of oxygen in CO2
and reaches 1 ppm precision.
August / September 2014
BEVERAGE INDUSTRY
127
Author
Document
Category
Uncategorized
Views
0
File Size
818 KB
Tags
1/--pages
Report inappropriate content