close

Enter

Log in using OpenID

02.02_Info_Lagerung und Ruecktrocknung_2014-.indd

embedDownload
Conservazione e ricondizionamento
di elettrodi rivestiti e fili animati
INFO PER L‘UTILIZZATORE | Non è pubblicità,
siate cortesi e trasmetterlo alla technica
Gli elettrodi rivestiti possono essere forniti, in funzione della
lega, nei seguenti tipi di imballaggio: :
Imballaggio di tipo 1:
scatola di cartone rivestita in
polietilene in scatola di imballaggio
Imballaggio di tipo 2:
confezione di latta in scatola di
imballaggio
Imballaggio di tipo 1: scatola di cartone PE
Questo tipo di imballaggio viene usato preferibilmente per
elettrodi meno critici o pregiati. Gli elettrodi imballati in scatole di cartone rivestite di polietilene devono essere conservati
in magazzini in cui vigono condizioni di temperatura e umidità controllate. Il locale deve essere riscaldato e la temperatura non deve mai scendere al di sotto del punto di rugiada. Il
tempo di conservazione massimo è 2 anni. Nel processo di
produzione bisogna fare in modo che i vecchi lotti siano utilizzati prima di quelli nuovi.
Imballaggio di tipo 2: confezione di latta
Questo tipo di imballaggio è adatto a elettrodi di alto valore e
a quelli che devono essere conservati il più possibile all’asciutto. Per gli elettrodi imballati in confezioni di latta non
aperte non sono previste condizioni specifiche di temperatura
e umidità né è indicato un limite di conservazione. Anche in
questi casi si consiglia comunque di utilizzare nel processo di
produzione prima i vecchi lotti e poi quelli nuovi.
Ricondizionamento e conservazione intermedia
Il ricondizionamento avviene in cosiddetti forni di ricondizionamento, che possono raggiungere temperature fino a 400°C.
Dopo 2 ore di ricondizionamento, il forno può essere riportato
a una temperatura di mantenimento di 120-200°C. Gli elettrodi richiesti vengono poi trasferiti dal forno a un fornetto
scalda-elettrodi e da quest’ultimo direttamente alla postazione di saldatura. Se si ricondizionano regolarmente grossi
quantitativi di elettrodi, si consiglia di acquistare un secondo
forno, in modo da avere un forno di ricondizionamento e uno
di mantenimento.
Manipolazione con Elettrodi nell’officina (Schema a blocchi e descrizione)
Elettrodi imballati in
scatole di cartone rivestite di PAE
Ricondizionamento 1)
Elettrodi imballati
in confezioni di latta
1. Gli elettrodi cellulosici non devono essere mai
ricondizionati.
2. Anche gli elettrodi rutilici non legati non hanno
bisogno di ricondizionamento.
2)
FORNO DI
RICONDIZIONAMENTO
utilizzazione
entro 8 ore
dopo l’apertura
I seguenti elettrodi devono essere ricondizionati e
dopo il ricondizionamento conservati al caldo in forni
di mantenimento:
FORNO DI
2)
MANTENIMENTO
FORNETTI 2)
FORNETTI
2)
POSTO DI
SALDATURA
Elettrodi non utilizzati
per un ulteriore
ricondizionamento
Gli elettrodi imballati in confezioni di latta possono
essere lavorati senza ricondizionamento, purché siano
utilizzati entro 8 ore (un turno diurno) dopo l’apertura
della confezione
1) per tipi, necessario o
raccomandato
2) Tempi di mantenimento e
temperature v. retro
1. Elettrodi che erano stati imballati in confezioni di
latta e non utilizzati entro 8 ore (1 turno diurno).
2. Elettrodi basici non legati, bassolegati e resistenti
al calore, imballati in scatole di cartone rivestite
di polietilene.
3. Elettrodi rutilici, elettrodi inossidabili, imballati in
scatole di cartone rivestite di polietilene che a
causa di una conservazione prolungata potrebbero aver assorbito dell’umidità (osservare la
porosità iniziale).
4. Elettrodi di cui ai precedenti punti 2 e 3, che non
sono lavorati entro 8 ore (un turno diurno).
5. Elettrodi basici, inossidabili ed elettrodi a base
nichel, che sono rimasti aperti per un periodo
prolungato.
02.02 Conservazione e ricondizionamento di elettrodi rivestiti e fili animati
voestalpine Böhler Welding Schweiz AG
Hertistrasse 15, Postfach, CH-8304 Wallisellen, T. +41 (0)44 832 88 55, F. +41 (0)44 832 88 58
Email: [email protected] / www.voestalpine.com/welding
zertifiziert nach ISO 9001:2000
|
Pagina 1 di 2
|
Situazione: 2014-05-12
Temperature e tempi raccomandati per il ricondizionamento e la conservazione in forni di
mantenimento o in fornetti scalda-elettrodi (impianto riferito al precedente schema)
Ricondizionamento 1)
Elettrodo
Tipo:
Temperatura
(°C)
Min./Max.
Tempo di
mant. (h)
Min./Max.
Stockage intermédiare
après l’étuvage
Temperatura
Tempo di
(°C)
mant. (h)
Min./Max.
Min./Max.
Elettrodi, non leg. bassoleg., norma EN ISO 2560 / EN 499 / EN 757 / EN 1599 o AWS SFA-5.1 / 5.5
Rivestimento cellulosico
Non ammesso
Non ammesso
(p. es. Fox CEL)
Rivestimento rutile
Non necessario
Non necessario
(p. es. Fox ETi, UTP 611)
Rivestimento basico
300 - 350
2 - 10
120 - 200
2)
(p. es. Fox EV 51, UTP 614Kb)
Elettrodi inossidabili, norma EN 1600 o AWS SFA-5.4
Se necessario
Rivestimento rutile
(p. es. Fox EAS4M-A / Fox FFB-A)
120 - 350
2
Rivestimento basico;
(Struttura austenitico)
Non necessario
(p. es. Fox CN 20/25M)
Rivestimento basico;
(Struttura martensitico/ferritico,
300 - 350
2 - 10
p. ex. 13-17% Cr + 1-6% Ni)
(p. es. Fox CN 13/4 SUPRA)
Elettrodi per acciai-duplex
250 - 300
2 - 10
(p. es. Fox CN 22/9 N)
Elettrodi a base nichel, norma EN ISO 14172 o AWS SFA-5.11
Se necessario
Indipendente del rivestimento
(p. es. UTP 068HH, UTP 6222 Mo)
120 - 300
2 - 10
Se necessario
120 - 200
2)
Stockage ton le carquois
de maintien avant soudage
Temperatura
Tempo di
(°C)
mant. (h)
Min./Max.
Min./Max.
Non ammesso
Non necessario
100 - 200
10
Se necessario
100 - 200
10
Non necessario
Non necessario
120 - 200
2)
100 - 200
10
120 - 200
2)
100 - 200
10
Se necessario
120 - 200
2)
Se necessario
100 - 200
10
Elettrodi per il riporto duro, norma DIN 8555 EN 14700 o AWS SFA-5.13
Se necessario
Se necessario
Tutti tipi
(p. es. UTP DUR 600)
250 - 350
2 - 10
120 - 200
2)
Se necessario
100 - 200
10
1.
2.
Determinate sono i dati sulle etichette
Senza restrizione
Conservazione e ricondizionamento
di fili animati
I fili animati sono meno esposti degli elettrodi al problema
dell’assorbimento dell’umidità, poiché l’anima è protetta da
un nastro metallico. Possono essere eventualmente esposti
all’assorbimento di umidità alcuni fili a piattina non legati o
basso legati (p.e. Ti 52-FD) o altamente legati (p.e. EAS 4
M-FD / CN 23/12-FD). Questi fili animati vengono conservati
alle stesse condizioni degli elettrodi, in un ambiente con un’umidità atmosferica massima del 60% e una temperatura di almeno 15°C. Se il filo dovesse ugualmente assorbire dell’umidità, il che si manifesta nella formazione di spruzzi o impronte
di gas, occorre procedere a un ricondizionamento a una temperatura massima di 150°C per una durata di 24 ore.
I fili animati chiusi, i cosiddetti fili tubolari (p.e. Megafil 713R
/ Megafil 710 M), non sono generalmente esposti all’umidità e
sono quindi considerati assolutamente asciutti. Per evitare che
dopo l’apertura dell’imballaggio si formi della condensa sulla
superficie del filo prima della saldatura, anche questi fili vengono conservati a un’umidità relativa massima del 60% e a
una temperatura minima di 15°C.
02.02 Conservazione e ricondizionamento di elettrodi rivestiti e fili animati
|
Pagina 2 di 2
|
Situazione: 2014-05-12
Queste informazioni sono indicative per l‘artigiano. Essi descrivono delle circostanze tecniche fondamentali semplificate e non sono esaustive.
La garanzia delle qualifiche per ogni utilizzo/messa in opera richiede un accordo scritto anticipatamente.
voestalpine Böhler Welding Schweiz AG
Hertistrasse 15 | Postfach | CH-8304 Wallisellen | T. +41 (0)44 832 88 55 | F. +41 (0)44 832 88 58 |
EMail: [email protected] | www.voestalpine.com/welding
zertifiziert nach ISO 9001:2000
Author
Document
Category
Uncategorized
Views
0
File Size
124 KB
Tags
1/--pages
Report inappropriate content