close

Enter

Log in using OpenID

ALLEGATO B) FOGLIO PATTI E CONDIZIONI

embedDownload
ALLEGATO B
COMUNE DI SUNO
(Provincia di Novara)
Lavori di: “REALIZZAZIONE DI ROTATORIA IN PIAZZA MARTIRI”
PROGETTO DEFINITIVO/ESECUTIVO
FOGLIO PATTI E CONDIZIONI
Suno, lì settembre 2014
IL PROGETTISTA E D.L.
arch. Rino CIMMINO
IL RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO
Geom. Maria Grazia FERRARI
COMUNE DI SUNO
Piazza 14 Dicembre n.5 – 28019 SUNO (NO)
CODICE FISCALE 00419850037
Tel. 0322885511
Fax 0322858042
e-mail: [email protected]
www.comune.suno.novara.it
FOGLIO PATTI E CONDIZIONI
ART. 1- OGGETTO DELL’AFFIDAMENTO E INDIVIDUAZIONE CATEGORIA
L’affidamento ha per oggetto l’esecuzione dei lavori di “ REALIZZAZIONE ROTONDA IN
PIAZZA MARTIRI” consistenti nei lavori di nuova rotonda in Piazza Martiri all'incrocio tra
le strade Via MATTEOTTI, Via STAZIONE e Viale VOLI, in conformità alle specifiche
tecniche e normative di cui al presente Foglio di Patti e Condizioni, agli elaborati di
progettazione definitiva- esecutiva e delle norme e regolamenti riguardanti la realizzazione
di Opere e Lavori Pubblici.
I lavori disciplinati dal presente Foglio Patti e Condizioni, possono essere eseguiti da
imprese iscritte presso la C.C.I.A.A. nello specifico settore di attività ed in possesso dei
requisiti di cui all’art. 28, comma 1, lett. a), b) e c), del D.P.R. 25.01.2000, n.34.
Le opere sono riconducibili ai soli fini del rilascio del certificato di esecuzione lavori alla
Categoria OG3 .
ART. 2- QUADRO ECONOMICO DEI LAVORI
A)LAVORI
1) OPERE SOGGETTE A RIBASSO D'ASTA
TOTALE LAVORI
€ 23.407,53
€ 23.407,53
B) SOMME A DISPOSIZIONE DELL'AMMINISTRAZIONE
2) IVA 10% LAVORI (VOCE 1)
€ 2.340,75
3) INCENTIVO 2% SU LAVORI A BASE D'ASTA ai sensi dell’art.92 c.
7 bis del D.lgs 163/2006 s.m.i.
4) Arrotondamento
€
468,15
€
33,57
TOTALE SOMME A DISPOSIZIONE DELL'AMMINISTRAZIONE
€ 2.842,47
TOTALE Q.T.E. A) + B)
€ 26.250,00
ART. 3- DESCRIZIONE DELLE PRESTAZIONI RICHIESTE
La rotonda ha un diametro esterno di 8,00 m ed un diametro interno di 5,00 m., per la
realizzazione definitiva i lavori da realizzare sono i seguenti:
0) Allestimento Cantiere.
1) Realizzazione di un cordolo carrabile in cls che varia dalla quota 0,00 alla quota +0,16
cm, per una larghezza di circa 0,40 cm.
2) Realizzazione di pavimentazione in autobloccanti anticati di colore grigio per un raggio
di circa 110 cm.
3) Realizzazione di un cordolo in cls posto ad una quota di 0,30 cm dalla quota della
strada
4) Realizzazione di pavimentazione in autobloccanti anticati di colore grigio, alla quota di
0,30 cm dalla quota della strada, per un raggio di 5,00 m.
5) N°3 sparti traffico con cordolatura in cls ed al l'interno degli stessi verrà posata
pavimentazione in autobloccanti anticati di colore grigio.
6) Nella parte del parcheggio in fregio alla Via Marconi, verrà realizzato uno sparti traffico
in codolo di cls ed all'interno dello stesso verrà posata pavimentazione in autobloccanti
anticati di colore grigio
7) Verranno creati due stalli per la fermata dei pullman, come indicato dalla nota del
11.08.2014 di Prot. 00112070 della Provincia di Novara.
8) Sulla rotonda verranno posizionati dei pannelli con indicati alcuni riferimenti del Paese
di SUNO, tali pannelli saranno posizionati ad una quota di 1,20 dalla quota della parte in
piano della
I quattro pannelli verranno installati su supporti in ferro di colore grigio micaceo.
Trattandosi di Pannelli colorati, per evitare interferenze con la segnaletica verticale,
verranno appunto posti ad una quota superiore a questa ultima.
9) Messa a dimora di N°02 piante del tipo PRUNUS H= 2,50/3,00 m con griglia di
protezione al piede e relativa cordolatura.
10) Ripristini e rappezzi di asfalto.
ART. 4- SISTEMA DI REALIZZAZIONE
I lavori saranno eseguiti in economia ai sensi del nuovo codice dei contratti.
ART. 5-– AFFIDAMENTO
All’affidamento dei lavori si perverrà mediante affidamento diretto ai sensi del regolamento
dei lavori, delle forniture e dei servizi in economia approvato con delibera del C.C. n. 16
del 28/06/2013.
ART. 6- RIFERIMENTO AL CAPITOLATO GENERALE E LEGISLAZIONE VIGENTE
Per tutto quanto non disposto nel presente Foglio Patti e Condizioni, l’affidatario è tenuto
all’osservanza di tutte le disposizioni contenute nel Capitolato Generale d’Appalto di cui al
Decreto del Ministero dei Lavori Pubblici 19.04.2000, n. 145 e nel Regolamento di cui al
D.P.R. 05.10.2010, n. 207 s.m.i.
ART. 7- OBBLIGHI ASSICURATIVI E PERSONALE
Tutti gli obblighi ed oneri assicurativi antinfortunistici, previdenziali ed assistenziali, così
come l’applicazione integrale di tutte le norme contenute nel Contratto Collettivo Nazionale
di Lavoro per i dipendenti del settore, sono a carico dell’affidatario, il quale ne è il solo
responsabile.
ART. 8- DISCIPLINA DEI SUBAPPALTI
Il subappalto è disciplinato dall’art. 118 del codice degli appalti.
ART. 9- ONERI A CARICO DELL’AFFIDATARIO
Tutte le spese inerenti agli atti che occorrono per la gestione dell’affidamento sono a
carico dell’affidatario.
ART. 10- TEMPI PER L’INIZIO ED ULTIMAZIONE LAVORI
I lavori di cui trattasi dovranno essere eseguiti sulla base delle indicazioni ricevute da parte
della Direzione lavori.
L’affidatario non potrà per nessun motivo, anche in caso di eventuali controversie,
sospendere o prorogare i lavori né sottrarsi all’osservanza delle prescrizioni contrattuali ed
agli ordini impartiti. L’esecuzione dei lavori di cui trattasi dovrà avere inizio
contestualmente alla data di sottoscrizione del processo verbale di consegna degli stessi
che per ragioni d’urgenza potrà avvenire anche in via anticipata anche in pendenza della
stipulazione del contratto d’appalto.
I lavori dovranno concludersi entro 30 (trenta) giorni naturali consecutivi decorrenti dalla
data di sottoscrizione del verbale di consegna lavori, ai sensi dell’art. 153 e dell'art. 154
D.P.R. 05.10.2010, n. 207 s.m.i..
ART. 11- PENALI
Le penali saranno applicate in conformità ai dettami di cui all’art. 145 del D.P.R.
05.10.2010, n. 207. La penale è fissata in € 100,00 per ogni giorno di ritardo.
ART. 12- PIANI DI SICUREZZA
L’affidatario dovrà consegnare un piano sostitutivo del piano di sicurezza e di
coordinamento alla Stazione Appaltante prima della consegna dei lavori.
ART. 13- OBBLIGHI DELL’AFFIDATARIO
L’obbligo dell’affidatario adottare nell’esecuzione dei lavori, gli accorgimenti e le cautele
necessarie per garantire l’incolumità fisica degli operai e di ogni altra persona addetta ai
lavori stessi, nonché per evitare danni ai beni pubblici e privati.
L’affidatario deve condurre l’appalto nella rigorosa osservanza ed applicazione delle
vigenti leggi in materia di prevenzione di infortuni e farle rispettare dai propri collaboratori,
esigendo l’impiego delle attrezzature antinfortunistiche.
L’affidatario deve essere in regola con gli obblighi relativi al pagamento dei contributi di
sicurezza sociale e al pagamento delle imposte e delle tasse secondo le vigenti
disposizioni di legge.
ART. 14- PAGAMENTI
Il pagamento, avverrà in unica soluzione, a presentazione di regolare fattura da parte
dell’impresa e successivamente all’ultimazione, alla misurazione ed alle verifiche effettuate
dalla Direzione Lavori, che rilascerà opportuna certificazione di regolare esecuzione.
ART. 15- MODALITA’ DI ESECUZIONE DEI LAVORI
Per regola generale nell’esecuzione dei lavori, l’impresa dovrà attenersi alle migliori regole
dell’arte, nonché alle prescrizioni che qui di seguito vengono date per le principali
categorie di lavori.
Per tutte le categorie di lavori e quindi anche per quelle relativamente alle quali non si
trovino nel presente Foglio Patti e Condizioni, l’impresa dovrà seguire i migliori
procedimenti previsti dalla tecnica, attenendosi agli ordini che all’uopo impartirà la
Direzione Lavori all’atto esecutivo.
Tutti i lavori in genere, principali ed accessori previsti od eventuali, dovranno essere
eseguiti a perfetta regola d’arte, con materiali e magisteri appropriati e rispondenti alla
specie di lavoro che si richiede ed alla loro destinazione. Avranno le forme precise,
dimensioni e grado di lavorazione che saranno stabiliti e soddisferanno alle condizioni
generali e speciali indicate nel presente Foglio di Patti Condizioni.
ART. 16- DISPOSIZIONI FINALI
Il presente Foglio Patti e Condizioni sarà allegato agli elaborati progettuali; questi ultimi
dovranno contenere ogni elemento sufficiente ad individuare la consistenza qualitativa e
quantitativa dei vari lavori da eseguirsi.
Il presente atto vincola fin d’ora l’impresa ed impegna l’Amministrazione solo dopo
l’affidamento definitivo dei lavori.
Author
Document
Category
Uncategorized
Views
0
File Size
148 KB
Tags
1/--pages
Report inappropriate content