close

Enter

Log in using OpenID

CIO Campus 2014

embedDownload
ICT PROFESSIONAL
EXECUTIVE MASTER CIO CAMPUS ED.2014
DA PROFESSIONISTI ICT AD AGENTI DI CAMBIAMENTO
Versione 6
ENTI
PROMOTORI
ELIS vuol dire Educazione, Lavoro, Istruzione, Sport. L’Associazione Centro ELIS, nata nel 1962 e riconosciuta dal
Presidente della Repubblica nel 1965, è il risultato degli sforzi di un gruppo di persone dell’Opus Dei, istituzione alla quale il
Beato Giovanni XXIII affidò il compito di mettere a frutto i donativi ricevuti da Pio XII per il suo ottantesimo compleanno,
erigendo il Centro internazionale per la gioventù lavoratrice nel quartiere Casal Bruciato al Tiburtino. L’obiettivo dell’ELIS è
sempre stato quello di aiutare i giovani capaci e volenterosi a far fruttare al meglio i propri talenti superando le difficoltà di
inserimento sociale e lavorativo determinate da condizioni familiari e ambientali.
Il Consel – Consorzio ELIS è nato nel 1992, per istituire un rapporto di lungo periodo con imprese altamente qualificate
che operano a livello nazionale e internazionale. Obiettivo principale del Consel è favorire in maniera efficace l’incontro tra
domanda e offerta di lavoro, promuovendo una maggiore integrazione tra scuola, università e impresa; proponendo percorsi
formativi di eccellenza, orientati all’acquisizione di competenze professionali e progettati sulle reali esigenze occupazionali. Il
Consel, oltre a contribuire all’aggiornamento delle proposte formative dell’ELIS, favorisce la condivisione tra le aziende
aderenti e realizza progetti che valorizzano la responsabilità sociale delle imprese.
Il MIP, la Business School del Politecnico di Milano, è dal 1979 uno dei più prestigiosi Enti di formazione manageriale
per laureati di tutte le discipline, orientati verso il mondo delle imprese e della pubblica amministrazione. Insieme al
Dipartimento di Ingegneria Gestionale, fa parte della School of Management del Politecnico di Milano che accoglie le
molteplici attività di ricerca e formazione nel campo del management, dell’economia e dell’industrial engineering. Dal
Politecnico di Milano, il MIP eredita l’idea della tecnologia come strumento essenziale per creare, innovare e gestire
un’azienda. Inoltre, lo stretto rapporto che il MIP ha con il mondo delle imprese contribuisce allo sviluppo di progetti di
formazione e di ricerca applicata, sempre più vicini alla realtà e alle esigenze del mercato. Strutturato in forma di Consorzio,
il MIP vede affiancati al Politecnico di Milano numerose istituzioni nazionali ed alcuni fra i principali gruppi industriali privati e
pubblici.
CIO CAMPUS 2014
2
CONTENTS
>
MESSAGE FROM CONSORZIO ELIS
>
WHY CIO CAMPUS ?
>
EDUCATIONAL METHODS
>
PROGRAM HIGHLIGHTS
>
PROGRAM SCEHDULING
>
TOPICS COVERED
>
PROJECT WORK
>
CIO CAMPUS – TYPICAL PARTICIPANTS
>
ACADEMIC FACULTY
>
INSPIRING FACULTY
CIO CAMPUS 2014
3
MESSAGE
FROM CONSORZIO ELIS
I mutamenti progressivi e le singole innovazioni industriali non bastano più, da soli, per sfruttare appieno i vantaggi dell’Internet del futuro. Per dar vita ai necessari cambiamenti e a servizi strutturati sui
nuovi modelli sono indispensabili risposte all’insegna della collaborazione e dell’intersettorialità, che coinvolgano imprese del settore delle ICT&M, parti interessate nei vari settori dei servizi pubblici e
sviluppatori di applicazioni. Un approccio all’innovazione flessibile e aperto, che favorisca nuove idee, dipende dalla potenza delle reti e dalla capacità di sfruttare appieno il potenziale dei servizi
supportati da Internet e dalle tecnologie digitali.
Inoltre, la funzione IT sta vivendo un periodo di forte focalizzazione sulla
riduzione dei costi e oggi molti dei CIO sono al lavoro per riposizionarla
come affidabile business partner all'interno dell’azienda. I CIO devono
sviluppare in modo proattivo nuove competenze per costruire una
partnership strategica con il business. La funzione IT deve accrescere il
proprio orientamento al mercato per supportare l’epifania tecnologia
necessaria a differenziarsi in un mercato altamente competitivo, divenendo
un abilitatore di innovazione e di trasformazione nei modelli di business.
L’executive
master
CIO
Campus
è
un
programma
formativo
interaziendale focalizzato sull’innovazione e sul governo delle tecnologie
emergenti. I partecipanti, provenienti dalle principali aziende del settore
Media&Telco ed Energy&Utilities, saranno stimolati ad analizzare il settore
ICT con occhio innovativo in un contesto cross-industry. Lezioni frontali e
studio di casi reali forniranno agli allievi i contenuti e gli strumenti utili a
gestire i sistemi informativi aziendali come leva di supporto e di crescita del
business. Le testimonianze aziendali e la creazione di team di progetto interaziendali stimoleranno i partecipanti a confrontarsi sulle proprie strategie di
business e li agevoleranno ad applicare i concetti appresi nel percorso.
4
CIO CAMPUS 2014
WHY
CIO CAMPUS?
«... L’interazione tra professionisti provenienti da realtà ed
esperienze aziendali diverse ha certamente contribuito a rendere
più efficaci i momenti formativi che sono stati proposti.»
L’executive master CIO Campus è un programma formativo interaziendale
focalizzato sull’innovazione e sul governo delle tecnologie emergenti, promosso dal
Guido Montalbano (CIO Campus 2010)
Consorzio ELIS e da MIP-Politecnico di Milano,
IT Project Manager Services Platforms Innovation
Telecom Italia
Giunti alla terza edizione del programma, istituti accademici, esperti del settore
IT e aziende del consorzio ELIS hanno svolto un importante lavoro di co-design
volto a costruire un percorso aderente alle esigenze concrete del mercato, aperto
agli attuali trend di innovazione ICT e declinato sui temi dell’innovazione e dello
sviluppo.
L’executive master CIO Campus risponde alle esigenze formative dei profili
professionali che andranno a ricoprire ruoli di responsabilità nella funzioni
tecnologiche (prevalentemente ICT), ma fornisce anche le competenze necessarie
ad interfacciarsi efficacemente con tali funzioni (sia come clienti che come fornitori).
Partecipano all’executive master CIO Campus professionisti di azienda con
TAKE AWAY
per i professionisti
L’executive master CIO Campus corso si propone di accrescere le competenze professionali
dei partecipanti attraverso una visione di alto livello dei processi e delle problematiche del
settore ICT, fornendo un mix di:
•
almeno 5 anni di seniority, che manifestano un potenziale di crescita manageriale,
strategia ICT, creazione di un ecosistema ICT esteso di supporto per la business
caratterizzati da una spiccata attitudine al pensiero strategico e innovativo, in grado
collaboration, conoscenza delle leve di innovazione del business attraverso l’ICT,
di applicare strategie decisionali che consentano di attuare processi d'innovazione
a supporto dello sviluppo del business.
Contenuti: Analisi del ICT in un contesto cross-industry, comprensione e sviluppo di una
valutazione degli investimenti ICT, crescita delle capacità di problem solving
•
Metodologie: lecture, casi di studio, testimonianze, caminetti, project work, studio
individuale
•
Networking: rete di relazioni e contatti tra professionisti di diverse aziende
CIO CAMPUS 2014
5
EDUCATIONAL
METHODS
EVENING SESSION
social event
In alcune sessioni i partecipanti hanno la
possibilità di aderire ad eventi serali
organizzati appositamente per il master. È
L’executive master CIO Campus prevede 10 sessioni monotematiche,
l’occasione giusta per approfondire la
ognuna delle quali vede l’alternanza di differenti metodologie didattiche: lezioni
conoscenza informale dei colleghi di corso
frontali, analisi di casi aziendali reali, testimonianze dei protagonisti del mercato
e dello staff
forniranno agli allievi i contenuti, le competenze e gli strumenti utili a trasformare
le funzioni IT della propria azienda in leva di supporto e di crescita per il
business
LECTURE
Le lezioni frontali sono tenute da professori di importanti Business School italiane e
internazionali, docenti universitari, consulenti aziendali ed hanno l’obiettivo di fornire
modelli, framework ed elementi utili a comprende il tema oggetto della sessione
PEER
Imparare a prendere decisioni complesse in situazioni reali e attuali, apprendere
LEARNING
ragionando e trasmettendo le proprie conoscenze agli altri. Questi obiettivi sono
raggiunti attraverso:
•
case method: casi aziendali reali sono presentate dai protagonisti che le hanno
vissuto; spesso l’aula è chiamata a sviluppare la propria soluzione al tema proposto
•
project work: i partecipanti saranno impegnati nello svolgimento di project work
multi-aziendali (gruppi di 4-5 persone) per applicare quanto appreso durante il
percorso ad una reale esigenza di business
•
knowledge sharing: al termine di ogni sessione i partecipanti sviluppano in gruppo
una sintesi della lezione, sia per apprendere meglio, sia per confrontarsi con i
colleghi d’aula
EVENING
La didattica è arricchita da esperienze «extra-curriculari»
SESSION
•
Testimonianze aziendali: i manager delle aziende del Consorzio del settore
forniscono la propria visione sul futuro del settore ICT e del mercato italiano
•
Social learning: esperienze extra-didattiche per accrescere la propria “rete” di
contatti professionali
6
CIO CAMPUS 2014
PROGRAM
HIGHLIGHTS
TAKE AWAY
per l’impresa
I professionisti ICT di successo sono tenuti a far bene molte cose. Il Consorzio ELIS ha
L’executive master CIO Campus si propone l’obiettivo
identificato le skill principali utili a supportare lo sviluppo dei partecipanti, con l'obiettivo che
di stimolare la creatività delle persone per sviluppare, sia
abbiano un impatto reale sulla crescita del business delle loro imprese.
pure in forma prototipale o pre-competitiva, nuovi modelli di
business e nuovi concept di servizi che valorizzino le
L’executive master CIO Campus si articola in 10 sessioni d’aula da 3 giorni, ciascuna ad
intervalli di 45 giorni circa (dicembre 2013 – marzo 2015).
potenzialità delle tecnologie emergenti, favorendo:
•
la
valorizzazione
di
risorse
di
qualità,
accompagnandole verso funzioni più innovative
Il programma didattico pone l’attenzione su 4 aree tematiche:
•
la fidelizzazione del rapporto con i dipendenti dotati di
•
STRATEGY
buone potenzialità, affinché rimangano maggiormente
•
INNOVATION
legati all’azienda
•
PEOPLE DEVELOPMENT
•
ICT MANAGEMENT
•
l’accelerazione del processo di acquisizione delle
competenze
legate
alle
nuove
competenze
tecnologiche
I contenuti affrontati permettono ai partecipanti di effettuare un vero e proprio learning
tour attraverso tutte le tematiche proprie del IT, approfondite e calate nel contesto delle
tecnologie attuali, emergenti ed esponenziali.
I Manager delle aziende del Consorzio ELIS saranno presenti in aula sin dall’inizio del
Master: oltre a confrontarsi sui temi academici, saranno coinvolti nella valutazione dei project
TITOLO RILASCIATO
Crediti Formativi Universitari
work sviluppati dai partecipanti.
Per chi non ne fosse in possesso, sono previste 3 giornate extra per la Certificazione
ITIL foundation v3.
Il percorso CIO Campus consente di ottenere 30 Crediti
Formativi
Universitari
(CFU),
spendibili
per
il
conseguimento del Master Universitario in Gestione
Aziendale
e
Sviluppo
Organizzativo
(Pegaso)
del
Politecnico di Milano (60 CFU). Ai fini di ottenere il suddetto
titolo, è necessario integrare il percorso CIO Campus con
ulteriori moduli formativi nell'ambito del Programma Pegaso
in General Management (www.mip.polimi.it/pegaso).
CIO CAMPUS 2014
7
PROGRAM
SCHEDULING
>
STR 1: STRATEGY & GOVERNANCE ICT
29-30-31 Gennaio 2014
STR 2: ICT STRATEGIC SOURCING & CHANGE MANAGEMENT
30 giornate di formazione d’aula + 30 giornate di Formazione a
Distanza (studio individuale, pre-reading, project work)
>
9-10-11 Dicembre 2013
3 giornate d’aula extra per la Certificazione ITIL foundation v3
(per chi non ne fosse in possesso)
Valutazione intermedia e finale dell’apprendimento
PEOPLE
STRATEGY
10-11-12 Marzo 2014
INN 1: INFORMATION SYSTEMS, TECHNOLOGIES AND TRENDS
14-15- 16 Aprile 2014
INN 2: INNOVAZIONE ICT DRIVEN NEI PROCESSI
19 – 20 – 21 Maggio 2014
INN 3: INNOVAZIONE ICT DRIVEN NEI PRODOTTI E SERVIZI
Assegnazione project work
23 – 24 – 25 Giugno 2014
INN 4.: BUSINESS MODEL AND PLANNING
SAL
24 – 25 – 26 Settembre 2014
PEO 1: PERSONAL & ORGANIZATION DEVELOPMENT
Kick Off di progetto
12 – 13 – 14 Novembre 2014
MGMT 1: CONTABILITA’ E CONTROLLO DI GESTIONE
Milestone 1
14 – 15 – 16 Gennaio 2015
PROJECT
WORK
4 – 5- 6 marzo 2015
MANAGEMENT
INNOVATION
8
CIO CAMPUS 2014
MGMT 2: LA MISURA DEL VALORE DELL'ICT
AGILE PROJECT MANAGEMENT
(Milestone 2)
CELEBRATION
Presentazione dei risultati di progetto
TOPICS
COVERED
L’organizzazione dell’ICT e i modelli di Sourcing
CERTIFICAZIONI
Prof. Mariano Corso – MIP
ITIL fundation v3
•
evoluzione
Technology Strategy & Governance
Information Systems in the business
environment
Prof. Andrea Rangone - MIP
Ing. Gianluigi Castelli – ENI
Prof. Raffaello Balocco – MIP
L’organizzazione della Direzione ICT e la sua
•
I ruoli e le competenze della Direzione ICT
•
L’evoluzione dei modelli di sourcing e l’impatto sui
modelli di governance
•
L’impatto del Cloud Computing
•
La gestione del cambiamento
Lo scopo di questo corso è dare agli studenti una
comprensione di base dell’IT Service Management
(«ITSM») e dell’Information Technology Infrastructure
Library («ITIL») così come approcciata nella più recente
stesura dei libri (versione 3).
Alla conclusione di questo corso lo studente:
-
relazioni, i ruoli associati e le responsabilità
-
Il corso si propone di trasmettere ai partecipanti le
La natura del Information Management nella gestione
dell'impresa
Condividerà l’importanza dell’uso di un vocabolario
standardizzato per descrivere i processi del Service
competenze necessarie a comprendere:
•
Comprenderà lo scopo dei diversi processi, le
Management
-
Comprenderà la rilevanza del Service Management
per la sua organizzazione
•
Il ruolo strategico delle tecnologie
Al termine del corso gli studenti saranno pronti per
•
Perché è necessaria una strategia IT e come
sostenere l’esame di certificazione ITIL v3 Foundation in
svilupparla efficacemente e coerentemente alla
IT Service Management
strategia di business dell'azienda
•
L'importanza di un approccio strutturato alla gestione
delle tecnologie per migliorare l'allineamento tra la
strategia tecnologica e quella di business
•
L'impatto delle tecnologie sul business
•
I ruoli del CIO/CTO e la relazione con il board, line e
staff
•
Come gestire il business change
CIO CAMPUS 2014
9
Innovazione ICT DRIVEN nei processi
TOPICS
COVERED
Prof. Mariano Corso – MIP
Prof. Andrea Rangone – MIP
Innovazione Technology & Design driven
Prof. Roberto Verganti – MIP
•
Prof. Alfonso Fuggetta – CEFRIEL
tecnologie sui processi aziendali interni e di frontiera:
•
Information Systems, Technologies and Trends
L'intervento affronterà il tema dell'innovazione,
Ing. Giuseppe Cinque – CISCO
introducendo prima il tema dal punto di vista strategico (il
particolare tipo di innovazione: l'individuazione di nuove
dell’Information Technology e gli strumenti utili a leggerli e
applicazioni che vanno a cambiare la customer
interpretarli. Attraverso testimonianze e analisi di casi di
experience, ovvero l'innovazione di significato, guidata
studio, i partecipanti acquisiranno la capacità di
dal design.
analizzare con occhio critico le innovazioni tecnologiche,
Il valore e le sfide dell'innovazione: perché innovare è
al fine di identificare con maggiore efficacia i reali benefici
importante dove sono le sfide - Perché è difficile
che potranno apportare.
innovare? Quali sono i problemi e le leve sulle quali agire
I cambiamenti sociali e tecnologici alla base del web
2.0
•
valore e le sfide dell'innovazione) e poi approfondendo un
Verranno presentati i nuovi trend del settore
L’intervento affronterà i principali impatti delle nuove
Dal Web 2.0 all’Enterprise 2.0: i nuovi principi
organizzativi e l’emergere del Virtual Workspace
•
L’impatto dell’Enterprise 2.0 sulla gestione delle
persone
•
Le tecnologie ed i principali “modelli” di integrazione
e collaborazione di filiera
•
La Mobile Enterprise
per favorire e promuovere l'innovazione? Quale ruolo
gioca la tecnologia in questo scenario? Quali sono le
principali evoluzioni tecnologiche che stanno
trasformando i mercati e i diversi settori industriali? Quale
è l'impatto del cambiamento tecnologico sul mercato delle
telecomunicazioni? Come si sta trasformando il settore?
Quale l'impatto sulle imprese e sui consumatori?
Innovazione ICT driven nel businessTechnology Enterpreunership
Luca Cinquepalmi – ELIS
Giuseooe Cinque – CISCO
Technology entrepreneurship è lo stile di leadership
basato sull’identificazione delle opportunità di business
technology-intensive, che raccoglie e richiede
competenze di real-time management, quali ad esempio il
real-time decision-making. Un’opportunità di business
attrattiva consiste in una valida value proposition, in
prodotti tecnicamente realizzabili, forte proprietà
intellettuale, vantaggio competitivo sostenibile, ampie
potenzialità del mercato.
10
CIO CAMPUS 2014
TOPICS
COVERED
Personal & Organization Development
Agile Project Management
La misura del valore dell'ICT: accounting and
Gianluca Sabatini – ELIS
Silvia Fragola – CEFRIEL
financial management
Francesco Limone – ELIS
Ugo Papagni – ELIS
Prof. Paolo Maccarrone – MIP
L’Agile Project Management è una differente
modulazione del corpo teorico tradizionale di gestione di
Obiettivo di questo modulo consiste nell’approfondire la
Contribuire allo sviluppo dell’efficacia personale
un progetto, che ha l’obiettivo di arrivare ad una
conoscenza degli strumenti di pianificazione e controllo
nell’ambito del proprio comportamento organizzativo,
semplificazione dello stesso che non aggiunga
(con particolare riferimento all’area ICT). Pertanto,
stimolando una riflessione sui propri approcci e
complessità alla complessità. Verranno presentate
verranno illustrati e discussi i principali approcci alla
comportamenti
all’aula le caratteristiche principali dell’Agile Project
formulazione del budget destinato all’ICT,
•
Self-knowledge: modelli e strumenti
Management, tra cui “agilità” e “leggerezza” da non
evidenziandone punti di forza e debolezza, con
•
Scopo e responsabilità; Management by Objectives
intendere come segnali di minor impegno, minore serietà
particolare riferimento al legame con gli obiettivi strategici
vs Management by Mission
o minore qualità.
dell’impresa. Si procederà quindi all’illustrazione degli
•
Time & Resource management
approcci al controllo di gestione e alla misurazione delle
•
Decision making
prestazioni delle attività, dei progetti e dei centri di
responsabilità (sistemi di KPI, cruscotti direzionali, ecc)
Internal business collaboration &
communication
A cura di ELIS e Sergio Borra - Dale Carnegie Italia
Focus sugli strumenti utili a sviluppare delle relazioni
interpersonali efficaci e di valore
L’ascolto; Differenze e complementarietà
•
Negoziation skills
•
Communication skills
•
Stress Management
CIO CAMPUS 2014
11
PROJECT
WORK
Nel secondo semestre del master CIO Campus, gli allievi vengono suddivisi in gruppi multi-aziendali, ognuno dei quali dovrà sviluppare un project work al fine di applicare quanto
appreso durante il percorso su un problema aziendale reale e attuale. Il lavoro di progetto è inoltre un’importante occasione di confronto tra gli allievi che accrescono le proprie capacità
decisionali grazie al confronto con persone di diversa estrazione e cultura aziendale.
I temi dei progetti sono identificati dai membri della inspiration faculty, ovvero dai CEO/CTO/CIO coinvolti nel percorso. I partecipanti sono comunque invitati a proporre un tema di loro
interesse alla direzione del master che valuterà se attivare o meno un gruppo di lavoro su tale argomento.
Il lavoro utile allo sviluppo del progetto viene condotto in parte in presenza: nelle sessioni del secondo semestre, un pomeriggio è dedicato ai gruppi di lavoro che autonomamente
dovranno impostare le attività da svolgere e procedere con la produzione dei risultati attesi. Molto del lavoro di progetto sarà però svolto off-line, ovvero tra una sessione e l’altra, lasciando ai
partecipanti la libertà di organizzarsi nei tempi e nelle modalità da loro preferite.
I risultati del progetto saranno presentati durante la sessione conclusiva del master ad un advisor board composto dai manager delle aziende del Consorzio ELIS, chiamati ad esprimere il
proprio parare sulla qualità di quanto prodotto.
ALCUNI PROJECT WORK DELL’EDIZIONE 2012-2013:

OVUNQUE: Interoperable Travel [Telecom Italia - H3G- Italtel – Oracle-TrenitaliaVodafone]

Car Sharing 2.0 [Alcatel Lucent- Sky- Vodafone]

Applicazioni 2.0 per l’evoluzione dei processi di business: modello di analisi e
possibile road map applicata ad un caso aziendale [RAI Way- Wind]

Energy of Things [Poste Mobile- Telecom Italia]

Mobile POS [Telecom Italia – Trenitalia – Coninet – Lottomatica]

Rai Full Digital Paperless Company: l’eliminazione della carta come obiettivo per la
digitalizzazione dei processi aziendali e valutazione degli impatti sul workflow [RAI –
Telecom Italia]
12
CIO CAMPUS 2014
CIO CAMPUS
ED.2010 & ED.2012
PARTICIPANTS
INDUSTRY
43%
TELCO
COMPANIES
REPRESENTED
30
112
SENIORITY
22%
11-15 ANNI
POSITION HELD
52%
QUADRO
CIO CAMPUS 2014
13
ACADEMIC
FACULTY
Raffaello Balocco svolge attività didattica di assistenza al docente presso la
Facoltà di Ingegneria dei Sistemi del Politecnico di Milano nell’ambito del corso
di eBusiness. Svolge attività didattica di assistenza al docente presso la Facoltà
di Ingegneria dei Sistemi del Politecnico di Milano nell’ambito del corso di
Business Strategy. Dal 2006 è co-direttore dei Programmi Executive MBA Part
Time ed Executive MBA ICT del MIP (www.mip.polimi.it), la Business School del
Politecnico di Milano, dove insegna Business Plan - nell’ambito del corso di
Corporate Strategy - ICT Strategy e Valutazione di investimenti in ICT.
E’ responsabile scientifico di alcuni Osservatori ICT and Management
(www.osservatori.net) della School of Management del Politecnico di Milano
(ICT&PMI, Canale ICT, ICT nel Real Estate, ecc.) e ha collaborato a numerosi
progetti di ricerca relativi, ad esempio, alle applicazioni B2b, alle applicazioni
Mobile&Wireless, alle applicazioni B2e, ecc.
Sergio Borra, 47 anni, oltre ad essere amministratore delegato della Dale
Carnegie Italia, associata alla Dale Carnegie Training, azienda leader nel
business training & education, presente in 85 Paesi con oltre 8 milioni di Clienti,
attualmente è Master Trainer, Coach e Certificatore dei Trainer Dale Carnegie
Italia, Conferenziere per diverse Associazioni di categoria, Consulente e Trainer
per Aziende di 21 differenti Paesi, molte delle quali sono inserite nella top 500 a
livello mondiale.
Le sue aree di intervento (one to one e in team) sono Vendita e Negoziazione,
Presentations skills, Strategie motivazionali e valorizzazione del potenziale,
Team Building, Sviluppo della Leadership, Comunicazione Efficace, Gestione
strategica del cambiamento.
Relatore energico e coinvolgente, alterna momenti di estrema concretezza ad
altri di profonda emozionalità. Ha condotto personalmente seminari e
conferenze a cui hanno partecipato, ad oggi, oltre 65.000 persone
Giuseppe Cinque dopo la laurea in ingegneria elettronica ed un periodo di
ricerca sui semiconduttori, si e' specializzato in Information e Communication
Technology presso i principali centri Internazionali. In UK ha conseguito, primo
per l'Italia la qualifica di Cisco Academy Instructor e dal 1999 e' responsabile del
Cisco Academy Training Centre Nazionale. Insegna Applicazioni Telematiche e
Sicurezza all'università' Campus Biomedico e svolge attivita' di consulenza in
Italia e all'estero. E' stato socio fondatore di una startUp specializzata nella
realizzazione di sitemi telematici per smart transportation che opera su grandi
progetti in Europa e Asia. In Consel e' responsabile del centro di competenza
sulle Tecnologie ICT. Da quattro anni si interessa della formazione dei futuri
imprenditori ed innovatori seguendo le attivita' di Technology Entrepreneurship
presso le Universita' di Stanford e MIT.
14
CIO CAMPUS 2014
Luca Cinquepalmi è Responsabile e fondatore di un Competence Center sulle
tematiche di Innovazione e Imprenditorialità, ha speso gran parte della propria carriera
professionale lavorando come consulente di direzione, specializzato in marketing,
innovazione e business strategies. Lavora dal 2003 nel Consel dove si è occupato di
ideare e gestire attività di innovazione e customer relationship. Sempre nel Consel ha
collaborato allo Start-Up della Consulting Academy, nuova unità organizzativa
specializzata nell’erogazione di servizi di ICT & Business, rivolti alle grandi aziende
aderenti al Consorzio ELIS.
Mariano Corso è Professore Ordinario di Ingegneria Gestionale presso la facoltà di
Ingegneria dei Sistemi del Politecnico di Milano, dove insegna “Economia e
Organizzazione Aziendale” e “Organizzazione e Risorse Umane”. E’ direttore del
Programma Pegaso, Master Universitario di II Livello in Gestione Aziendale e Sviluppo
Organizzativo.Svolge attività di docente presso il MIP ed altre Business School a livello
internazionale. E’ membro del comitato scientifico degli “Osservatori ICT &
Management” della School of Management del Politecnico di Milano e responsabile di
alcuni Osservatori tra i quali “Enterprise 2.0”, “ICT Strategy and Governance”, “ICT
Strategic Sourcing”, “ICT in Sanità”, “HR Innovation Practice” e “Cloud & ICT as a
Service.
Silvia Fragola è responsabile della Project Management Academy CEFRIEL. In tale
ruolo definisce il portafoglio di offerta CEFRIEL e le strategie di go-to-market e coordina
un team di docenti e consulenti per lo svolgimento di attività di docenza e coaching sui
temi del program e delproject management.
All’interno di CEFRIEL è inoltre Deputy Head della Divisione Digital Knowledge e
responsabile della formazione interna a diretto riporto del CEO.
Ha ricoperto e ricopre tuttora il ruolo di Project Manager nell’ambito di progetti sui temi
del Travel e dei Sistemi di Trasporto Intelligenti e di progetti a supporto dell’evoluzione
dei sistemi ICT di aziende e Pubbliche Amministrazioni verso un approccio Service
Oriented Architecture, affrontando sia tematiche di carattere sistemistico (architetture e
soluzioni tecnologiche), sia di Business Process Reengineering.
Alfonso Fuggetta è Professore Ordinario di Ingegneria del Software presso il
Politecnico di Milano e Faculty Associate presso l’Institute for Software Research (ISR)
della University of California, Irvine (UCI, USA). Come Amministratore Delegato e
Direttore Scientifico di CEFRIEL e Vicepresidente di CEFRIEL USA Inc., oltre alle
funzioni executive, Si occupa di orientare le strategie del centro nei progetti di ricerca e
di innovazione e di stimolare il raccordo tra il mondo accademico, le istituzioni e le
imprese. Nel corso di questi anni ha operato a diretto contatto delle imprese e di molte
pubbliche amministrazioni locali e centrali. Attualmente è membro del Comitato
Ristretto su Ricerca e Innovazione di Confindustria e dell’Osservatorio Innovazione e
Credito della Camera di Commercio di Milano.
Francesco Limone è Direttore della Scuola Superiore Consorzio ELIS, scuola
interaziendale per le più importanti Aziende italiane e multinazionali sulle industry Media
& Telco, Energy & Utilities. Per l’istituzione, oltre al coordinamento delle attività
formative, è responsabile e docente dell’area Personal & Organization Development,
consulente in progetti di Gestione dell’Innovazione e di Sviluppo Organizzativo,
executive coach.
Inoltre ricopre la responsabilità di condirettore dell’Executive MBA del MIP Politecnico di
Milano a Roma, Direttore di programmi per senior manager.
E’ membro della Faculty MIP nell’area Organizational Behavior.
E’ curatore di “Quadeni di knowledge management”, edizioni Franco Angeli.
ACADEMIC
FACULTY
Paolo Maccarrone è Professore Associato presso il Politecnico di Milano, ove è titolare
dei corsi di Economia e organizzazione aziendale e Sistemi di Controllo di Gestone del
Corso di Studi in Ingegneria Gestionale. Inoltre:
è membro del Comitato di Gestione del MIP (la business school del Politecnico di
Milano), ove è anche direttore dell’Executive MBA Part Time – Roma,
nonché condirettore del Corso di Alta Formazione in Information Security Management
(erogato congiuntamente da MIP e Cefriel);
è condirettore dell’Osservatorio Information Security Management della School of
Management del Politecnico di Milano.
Gli interessi di ricerca riguardano:
il controllo di gestione e i sistemi di misurazione delle prestazioni nelle imprese “for profit”;
gli impatti strategici della corporate social responsibility;
l’information security governance and management..
Francesco Sacco è Professore di Strategia Aziendale presso l'Università
dell'Insubria di Varese, e Managing Director del Centro ricerche entER, presso
l'Università Bocconi di Milano. Le sue ricerche sono rivolte principalmente sui
software e tecnologie applicate alle strategie di Business. Come Advisor ha
partecipato in molte iniziative di eBusiness ed ha ricoperto il ruolo di consulente
per molte aziende internazionali che operano nel settore tecnologico.
Roberto Verganti è Professore Ordinario presso il Dipartimento di Ingegneria
Gestionale del Politecnico di Milano, dove insegna Gestione dell’Innovazione nel
Corso di studi in Design e nel Corso di Studi in Ingegneria Gestionale. Al
Politecnico è anche Direttore Scientifico di Made in Lab, il laboratorio di alta
formazione su Management of Design and of Innovation del MIP-Politecnico di
Milano. E' membro dell'European Design Innovation Leadership Board della
Commissione Europea. Membro dell’Editorial Board della rivista Journal of
Product Innovation Management. È stato visiting scholar presso la Harvard
Business School nel 1997-1998 e 2007-2008, e presso la Copenhagen
Business School nel 2010-2011.
Ugo Papagni è Responsabile della formazione Manageriale del Consorzio ELIS e
condirettore dell’Executive Master Media e Telco. Per le aziende del CONSEL fa docenza
e fornisce consulenza su tematiche di Organizzazione Aziendale (change management,
sviluppo ed analisi organizzativa).
Curatore della collana Best Practice Lab. Quaderni di knowledge Management; collabora
con la cattedra di Organizzazione Aziendale e Project Management della facoltà di
Scienze della Comunicazione della Sapienza
Andrea Rangone è Professore Ordinario di Business Strategy presso il Politecnico di
Milano, dove insegna anche E-business.
E’ fondatore e Direttore degli Osservatori ICT & Management della School of
Management del Politecnico di Milano. E’ Coordinatore del progetto Start-up Boosting. E’
autore di numerose pubblicazioni nazionali ed internazionali nelle aree strategia, gestione
dell’ICT, mobile business ed E-business.
Gianluca Sabatini è Responsabile dei percorsi di formazione specialistica e manageriale
per gli executive e i manager che operano nel settore ICT. All’interno dei programmi del
Consorzio ELIS svolge attività di coaching. E’ lecturer nell’area People & Management,
soprattutto sul tema della leadership personale. Ha partecipato all’International Faculty
Program allo IESE Business School di Barcellona.
Ha coordinato progetti nazionali ed internazionali e svolto attività di consulenza su
tematiche di innovazione (tecnologica, di servizi e di processi).
CIO CAMPUS 2014
15
INSPIRING
FACULTY
Stefano Nocentini
Responsabile Network in
Technology & Operation
Area, Poste Italiane
Antonella Ambriola
Stefano Ciccotti
CIO, H3G Italia
CEO, RAI WAY
Sergio Novelli
Managing Partner, Doxa
Digital
Umberto Angelucci
Marco Fanizzi
Chief Technology Officer di
CEO, EMC Italia
Pietro Pacini
SKY
Responsabile Rete TLC,
Poste Italiane
Gianluca Baini
Danilo Gismondi
CEO, Alcatel Lucent Italia
CIO at Trenitalia
Andrea Pifferi
CIO, Italcementi
David Bevilacqua
Mario Mella
Vice President South
Chief Technology Officer at
Europe, CISCO Italia
Fastweb
Gianluigi Castelli
Alessandro Musumeci
CIO, ENI SpA
CIO, Gruppo FS
Stefano Pileri
CEO, Italtel
Alberto Ripepi
CTO, Vodafone Italia
16
CIO CAMPUS 2014
INSPIRING
FACULTY
Luigi Rocchi
Direttore strategie
tecnologiche, RAI
Guido Roda
CIO, Fastweb
Roberto Saracino
Responsabile Tecnologie
dell'Informazione, Postel
17
CIO CAMPUS 2014
per informazioni
Gianluca Sabatini
Responsabile ELIS ICT Management
Cellulare
+39 346.23.73.158
Fisso
+ 39 06.43.56.0388
Fax
+39 06.43.560.399
e-mail
[email protected], [email protected]
LA SCUOLA SUPERIORE CONSORZIO ELIS SVILUPPA PROGETTI EDUCATIVI AL SERVIZIO
DELLE PERSONE, DELLE AZIENDE CONSORZIATE E DELLA SOCIETÀ, TRASFORMANDO LA
COMPETIZIONE IN COOPERAZIONE.
• COMUNITÀ DI PERSONE: ATTRAVERSO LA FORMAZIONE TECNICA, MANAGERIALE E
COMPORTAMENTALE REALIZZIAMO PROGETTI EDUCATIVI MIRATI ALLA CRESCITA
PROFESSIONALE ED UMANA DELLE PERSONE COINVOLTE.
• COMUNITÀ DI AZIENDE: ATTRAVERSO UNA RETE DI RELAZIONI BASATE SULLA FIDUCIA
PERSONALE, SULL'ASCOLTO E SULLA PARTECIPAZIONE DELLE AZIENDE, LA SCUOLA
CONSORTILE ELIS FAVORISCE LA COOPERAZIONE, LA CONDIVISIONE DI ESPERIENZA
E LO SVILUPPO DELLA RETE DEI CONSORZIATI.
www.elis.org
Author
Document
Category
Uncategorized
Views
0
File Size
2 459 KB
Tags
1/--pages
Report inappropriate content