close

Enter

Log in using OpenID

Avviso pubblico - affidamento bene confiscato alla mafia

embedDownload
0 AN
Consorzio Etneo per la Legalità e lo Sviluppo
S«de legate: Via Prefettura n' 14 do Provinda Regionala di Catania cap, 95124 Catania
S«i8 amminislrativa do il Comune di Adcatena - Via Vittorio Emanu^e n° 4 o ^ . 95022 Tetefono: 095/7684249 - 095/7542270 Fax 096/802181 e-maij; PEC sito w^: -—
.www.comune acicafena et it
DETERMINAZIONE DEL RESPONSABILE DEI SERVIZI AMMINISTRATIVI
N. _ G _ DEL jSpZlM^
OGGETTO PROGRAMMA OPERATIVO NAZIONALE "SICUREZZA P E R LO SVILUPPO"- REINDIZIONE
PROCEDURA APERTA PER AFFIDAMENTO IN CONCESSIONE A FAVOREQI^SOGGETri PRIVATI DI
UN BENE CONFISCATO ALLA mfìA Di PROPRIETÀ' O E i COMUNE DI gkLiVAWt0ì /tf>PROVAZIONE
AVVISO PUBBUCO
HASCA-AOCij^
...
IL RESPONSABILE DE! SERVIZI AMMINISTRATIVI
-
Premesso d i e il Consorzio Etneo per la legalità e lo sviluppo ha presentato a) Ministero dell'Interno un
programma d» interventi nell'ambito del Pro^'amma operativo nazionale 'Siairezza per lo sviluppo', con n.
10 prc^tetti finalizzati alla diffusione e al rafforzamento della cultura della legalità nel contesto teiritoriate (tei
Comuni adereni al Consorzio e d i e tutti ì dieci progetti sono stati finanziati nel maggio 2011 :
che con delibera del C d A n. 13 del 18.10.2013, averte ad oggetto "Stato di attuazione interverttì flnanaatì
dai FON Sicurezza e p-ocedure di concessione di ban a tara", è stato autorizzato il Responsabile dei
Servizi Amministrativi ad esperire, ai s«isi e per gii effetti dell'ai. 48. c, 3, iett c, del D, Lgs 159/2011, le
procedure di evidenza pubt>lica per ia osncessione a terzi a titolo gratuito, dtì ber» immobile confiscato alla
mafa, facente parte dei patrimonio indisponibile de) Comune di Mascalucìa, da destinare, per finalità sociali
e senza scopo di luao, a "Certtro ricreativo giovanile*, assegnato ai Consorzio con deliberazione di Giunta
Municipale dei Comune di Mascalucìa n. 101 del 15/07/2(X)9, sito nel comune di Mascalucìa in vìa Otìle
Magnolie sn - Contrada McHnpììierì. c«isito nei N C . T ai fg. 7. part. 387 e asstituito da un terreno di mq.
2164. su cui scmo in fase di realizzazione campi sportivi con annessi locali di servizio;
che nrt mesi dì dicembre 2013 e gennaio 2014 è stata e^serita una procedura aperta per la cxmcessione ctel
prefato tsene e * e la p«5cedura da qua è ancteta d e s ^ a .
Atteso che per le finalità di cui sopra occorre riawiare una procedura aperta rivolta ai soggetti indicati
dall'art. 48, c. 3, Iett, c, del D. Lgs. 159/2011 e, segnMamente, a comunità, anche giovanili, ad enti, ad
associazioni maggiormente r^present^ve degii
locali, ad organizzazioni di volontariato di cui alla legge
11 agosto 1991, n, 28$ a cooperative sociali di cui alla legge 8 novembre 1991, n 381, o a comunità
terapeutiche e centri di r^xipero e cura di tossicodipendenti dì cui al testo unico delle leggi in materia di
disciplina degli stupefacenti e sostanze psicotrope, prevenzione, cura e rìaiMlìtaztone dei relativi stati di
tossioodip«Td«Tza, di cui al D P R S ottobre 1990, n. XB, nonché alle assodaziaii di protezione ambientate
ricwTOsaute ai sensi dtìfarttoslo 13 delia legge 8 i i ^ ì o 1 ^ , n. 349, e successive modificazioni.
Consicferato, altresì, c*ie il crìt»io dell'offerta economicamente piij v a n t ^ i o s a è qtmUo più opportuno da
utilizzale per la scelta del contraente, anche in considerazjwie dei diversi elementt tecnici ed ecorwmici da
vatutere con mo<felità cf?e ospitino i phmipi deHa concorrwiza;
Vista la deliba-azione del C d . A n, 7 dei 12.03.2010, con c ^ ^ t t o 'Apixovazione s d w n a di capitolato
contratto per la concessione dì beni a terzi";
Visto l'avviso pubblico e l'accluso schema di c^jitolato contratto aflegati a!!a presente determinaziwie come
parte integrante e sostanzile;
Rjfenirto, altresì. oppon^Ki procedere alla pubblicazione per sessanta giomi deiravviso pubblico all'Albo
Pretorio on lirtò degli Enti Consorziati, ovvero la Provincia Regionale di Catania ed i Comuni dì A d Castello,
Adcatena, Belpasso, Calatabiano, Camporotaido Etneo, Castel di ludica, Catania, Gravina di Cataria,
Linguaglossa, Mascali, Mascatuda, Misterbianco, Motta Sant'Anastasia, Piedimonte Etneo, Ramacxa, San
Giovanni La Punta, San Pietro Clarenza, Tremestieri Etneo. Viagrande e sul sito internet del Comune di
Acì!3tena, sede amministt-ativa dei consarzio, W W W . C O m u n e . a c l c a t e n a . C t i t sezione Consorzio
Etneo per la Legalità e io Sviluppo, ove sarà visionabile e scaricattle. altresì, lo schema dì capitolato
contratto.
Tutto dò premesso e considerato;
DETERMINA
Per quanto esposto rwlla parte motiva che qui si intende integralmente riportato1) Di reìndire una procedura aperta per la concessiorw a iena, ai sensi e per gli effetti dell'art, 48, c. 3, leti e,
del D. Lgs. 159C011. a tìtolo gratuito, de! bene immobile confiscato alla mafia, facente parte de! patrimmiìo
indtsponibile de! Comune di Mascalucìa, da destinare, per finalità socirtì e senza scopo di lucro, a "Centro
ricreativo giovanile", assegnato ai Conscrzio con deliberazione di Giunta Munidpale del Comune di
Mascalucìa n. 101 del 15/07/2009, sito nel comune dì Mascalucìa in via Delle Magnolie sn - Contrada
Mompilìeri. censito nel N.C.T, a! fg. 7, part. 387 e costituito da un terreno di mq. 2154. su cui sono in fase di
realizzazione campi sportivi con ainessi locali di servizio.
2) Oì stabilire quale olterio d aggiudic^one il criterio dell'offerta economìcarrwnte più vanta^tosa;
3) Di apprtJvarB l'alìegato awiso pubblico con i'sccluso scfiema di contratte
4) Di pubblicare per sessanta giorni il atato avviso puWslico all'Albo Pretono on line de^i Enti Consaziati,
ovvero Provincia Regionale di Catania ed i Comuni di A d Castello, Adcatena, Be^sasso, Caiatabiano,
Camporotondo Etneo, Castel di ludica, Catania, Gravina di Catania, Linguaglossa. Mascali, Mascalucìa,
Misterbianoo, Motta Sant'Anastasia, Piedimonte Etnèo, Ramacca San Giovaini La Punta, San Pietro
Clarenza, Tremestieri Etneo, Viagrande e pubbiìcato sul silo internet ctel Comune di Adcatena, sede
amministrativa del wnsorzio, w w w . c o m u n e . a c i c a t e n a . c t i i sezione Conscrzio Etneo per la Legalità
e lo Sviluppo, ove sarà visionabile e scancabile, altresì, io schema di contratto.
A d Catena, 18/02/2014
Il Responsabile dei Servi» Amministrativi
S g e l a n o Consortile
,
Avv InnooBMTZa BattagtfS^
Consorzio Etneo per la Legalità e lo Sviluppo
Sede legale: Via Prefettura 14 do Provìncia Regwnale di Catania cap. 95124 - Catania
Seite amministrativa do il Comune di Aci Calerà - Via Vittorio EmanittMe n' A - cap 95022
Tellrfono: 095/7594249 - {»5/7542270 Fax 095/802181- PEC: consoaioetneogapec.it
sito web: www.comune.acic8t8na.ct.it
-- •
AVVISO PUBBLICO
PER L'AFFIDAMENTO IN CONCESSIONE A FAVORE DI SOGGETTI PRIVATI DEL BENE
CONFISCATO ALLA MAFIA DEL COMUNE DI MASCALUCÌA. SITO IN VIA DELLE MAGNOLIE SN CONTRADA MONPILIERI - MASCALUCÌA (CT). PROGRAMMA OPERATIVO NAZIONALE "SICUREZZA
PER LO SVILUPPO".
In esecuzione della deliisera del C d . A. n. 13 del 18.10.2013, avwite ad oggetto "Steto di attuazione
interventi finanziati dal PON Sicurezza e p r o c ^ i r e di concessione dei beni a terzi", e dtìla determina del
ResponsatJÌle dei Servizi Amministrativi n. <g
del ^T/O^/€O\J-(
SÌ rende noto cfie questo
Consorzio \vtàK» una procedura aperta al teiritwio per la seleaone'di un ente cui concedere in uso il bene
confiscato alla mafia facente parte ó&\o indisponibiìe del Comune di Mascaluaa, sito in via Delle
Magnolie sn - Contrada Mompiliert - a titolo gratuito, per finalità sociali e senza scopo di lucro, da destinerà
a 'CwitroriCTsatìvogiovanile", d'ora innanzi denominato più sempSicemente 'tsene* Il proietto immobile è
stato trasferito a! comune di Mascalucìa con Decreto n 76050 de! 12/11/1999 de! Ministero delle Finanze Dipartimento dei Territorio - Direzione Cenfrale del Demanio - ed assegnato a! Consorzio con ddiberazione
di Giunta Munidiiale del Comune di Mascalucìa n, 101 dei 15/07/2009 E' censito nei N C . T . al fg, 7. part,
387 ed è costikrito da u i terreno di mq. 2154. su cui s a i o in fase di realizzazione campi sportivi con annessi
locali di servizio
li bene è concesso a titolo gratuito, per finalità saaali e senza S K ^ dì lucro, per essere destinato a "Centro
fiaeativo giovanile" - con atto di owicessìone - contratto per una durata di anni 10.
Aj sensi e per gli effetti dell'art. 48, c. 3, Iett. c, del D Lgs. 159/2011, possono avanzare richiesta dì
concessione comunità, anche 0ovanìli, ad enti, assodaziaiì maggiormente rappresentativs degli enti loctìì,
ad organìzzaaoni di volontariato di cui alla legge 11 agosto 1991, n. 265, cooperative sodali di cui alla
legge 8 n o v ^ b r e 1991, n. 381, o comunità toBpeutiche e cenW di recupero e cura di tossicodipendenti di
cui al testo unico delle leggi in materia di dissipiina degli stupefaceriti e sostanze psicotrope, prevenzione,
cura e riabilitazione dei r^atìvi stati di tossiodlipendenza. di cui al D.P.R 9 ottobre 1990, n. 309. nonché
associazioni di protezione ambientale riconosdute ai sensi dell'articolo 13 della legge 8 Itiglio 1 ^ , n. 349, e
successive modificazioni.
Non sì teiTà pertanto «Mito di istanze fxovenierrtì da soggettì non rientranti nelle suddette categorie.
! ^sggettì interessati alla oxicessior» del fx-edetto bene, dovranno avanzare al Consorzio apposite ritrte^
scritta per ottenerne la relativa assegnazione, unitamente alla proposta progettuale.
INWCAZIONfSeNERALI SULL'ATTWfTA' PROGETTUALE DA PROPORRE
In coerenza ccn i contenuti del faiagramma di interventi finanziato dal Ministero deil'lnlemo, si forniscono le
seguenti indicazioni genwaiì riguardanti il contenuto minimo della predisponenda proposta progettuale.
Sì ìntaride creare un centro ove svolere attività in favwe dei giovati soprattutto queHÌ d i e vivono corxlfziooi
di disagio, per realizzare forme ricreative e sportive di rapida aggregazione come H calcetto e i! basket
pallavolo, da effettuata in uno spaso cintato e protetto.
Si ìntaide coirvertire i! bene in questione in un simbolo di i^alità. in un luogo di riscatto sociale, dove i
ragazzi, fasce deboli e soggetti ex detenuti verranno in contatto con lo sport, strumento imporitante per
ra1f<MZffl-e la cultura della legalità, attravenso la promozione e ia dìffusìor» della pratica sportiva s
l'organizzazione di attività agonistiche e ricreative.
Sì svolgeranno attività ludiche, ovvero giochi a squacte e giodii sìngdì e «rttìvità sportive ed, in parfeolare, a
organizzeranno tornei di <^cetto, pallavolo e basket. Sor» previste anche lezioni di gri^apo e private.
1
MODALITÀ' 01 COMPILAZIONE RICHIESTA E OOCUMENTAZINE DA ALLEGARE
La richiesta di concessione deve essere compilata in carta semplice, secondo le modalità di cui infra, firm^a
da! legale rappresentaTte
Ai sensi dell'ai. 38 del D.P.R. n. 445/2CX» non è richiesta autenticazione della sottoscrizione ma il legale
rappresentante sottosrrittore deve a l i a l e , pena fesdusione, semplice c c ^ a fotostatica di un p n ^ i o
docLiffienfo di identità
La richiesta, a pena di esclusione, oltre ad essere sottoscritta dal legale rappresentante dell'Ente, deve
recare l'indicazione p-edsa:
- della denominazione, delia natura giundica, della sede legate e del recapito dell'Ente ridiiedente, del
numero di fax ed e-mail dove il Consorzio potrà effettuare le comunicazioni di cui aila presbite procedura.
Alla richiesta dovrà essere allegato, in «-iginale o copia conforme autenticata a norma di legge;
1) 81) Per Enti Comunità. Associazioni ricwtosciute e non: fatto costitutivo e lo statuto, fi verbale del rinnovo
delle cariche sociali per i consigli direttivi e il vertale di nomina dei rappreseitante legale;
a2) Per le Cooperative ScKiaii: l'atto «istitutivo, lo statuto, il verbale di rirrovo (tette cariche sodali per i
consigli direttivi, il verbale dì nomirta del rappresentante legale a il certificato d'isca-izione alI'Mbc delie
Società Cocperative presso la Camera di Commercio, Sezione Cooperative a mutualità prevalente, seosndo
quanto previsto dal Decreto 23 giugno 2004 óei Ministero delle Attività Produttive;
a3)Per le organizzazione di volontariato dì cui alia legge 21 agosto 1991, n,2S6, e successive modificazioni:
l'atto costitutivo 0 atto equipollente, lo statuto, il vertoaìe di rinnovo delle cariche sociali per i consigii direttivi,
il verbale di rìomina del rappresentente legate e II Deaeto d'iscrizione al R ^ Ì S & T S Regionale delle
Organizzazione di votaiteriato di cui alia legge regionale 22/96;
a4) Per le comunità terapeutiche e centri di recupero e cura di tossìcodiperxienti di cui a! DPR 9 crttotire
1990, n.309 e successive modificaziaii: l'atto costiftitivo o atto 8qufpo!lente,o statuto, il vertale di rimovo
delie carict» sociali per i consigli direttivi, il verbale di nomina d ^ rappres^ante l e ^ l e e il Decreto di
riconoscimento come Ente ausiliario della Regione o dello Stato;
aS) Per le assodaziom ambientaliste riconosdute ai sensi dell'articolo 13 della legge 8 luglio 1986, n. 349. e
successive modificazioni: l'atto costitutivo o atto equifxsllente, io statuto, il verbale di rinnovo delle candhe
sodali per i consigli direttivi, il verbale dì nomina del rappresentarrte legale e il Decreto cS riconosdmento
2) Dichiarazione resa da! rappresentante legale ai sensi del D.P.R. a 44S/20(X), , con la quale si attesti d i e
l'Entea) non si trova in condizioni di incapacità a confrattare con la PubMica Amministrazione e di essere in regola
con la normativa vigente in materia dì antimafia;
b) si obbliga ad applicare per i soci dipendenti o dipendenti deH'Errte. le cofKfizìoni normative e retributive
quali rimiltartìi dai contratti collettivi di c^egotia e da eventuali accordi ìntegraUvi degli stessi;
e) si cHstrfiga a osservare le rtorme in materia di prevartzione, protezione e sicurezza dei lavoro contenute nei
O- l g s o 81,^008 e successive modiftcazioni:
d) di essere a conoscenza d a l u o ^ ì d « quali richiede la concessione e dì aver preso piena cognizione di
tutte le drcostanze generali e particdari che possano influire sull'espletamento dell'attività;
e) dì conoscere ed accettare le c»rriizioni contrattuali di c a allo schema di capitolato contratto per la
concessione de! bene- allegato 1 ;
f) di essere in regola con gli otrfjlighi si<ia normativa dei disabili dì cui alla l ^ e n. 68/1999 e s m i.,
g) si lAtjliga a comunicare tempestivamente all'Ente qualsiasi variazione drtla corrpagir^ sodale elo del
person^e tte impiegare netrattività.
3) !! progetto di utilizzazione del bene del quale si richiate la concessone redatto e aattosoritto anctm da
tecnico speaaìizzato, om allegata relazione descrittiva delle attività ohe si intendono realizzare e relativo
»c»iogramma
4) Una relazicme analìtica descrittiva delle eventuali attiwtà già svtAs dall'Ente su b&ni confecati ^ i a mafia.
5) Una relaaone analitica desaittiva delle attività, svoite neH'iitìmo triemio dall'Ente, an^oghe a q u ^ e d i e
si intendono realizzare sui bene.
In riferimento ai punti 4 e 5 è necessario indicare in ciascuna relazione:
- tipologia d! servizio e destinatari;
- asmmittentt per i quali si è svolto il servino (ente locale o altro);
- data di inìzio e scadwza d^l'affidamento;
- numero totale dei mesi di avvenuta gestione,
- estremi dell'atto di affidarrtento.
.-:-;:",.. . > . . , : . . : .
2"
:
• -••
-
-
,
.,^:,.;>-~. : r ^';:, t
-
•
: - « o:s.c.:,
-•
S) L'etenco nwninativo d « soci e degli amirsìnistratori «tell'Ente ridiiedsnte.
7) L'igneo nominativo del persemele dna l'Ente ndrmàerììB ffìtende impiegare a qualsiasi titolo per
l'e^etamento cteli'srttìvità sul bene con Slegalo ii reiatiw curriculum vitae debitamente stìtoscrìtto dagli
interessati.
Anche gli atti di cui ai punti 3), 4), S), 6), 7} devtmo essere detritamenta sottoscritti
rappresentante dell'Ente richiedente
legate
S) edificali d a carichi pendenti e del Casellario giudiziale del legale r^>presentante e dei txmfiKsnentl d ^ i
txgani direttivi, o dichiarazicwie resa dai nomirtati soggetti ai asnsi del D.P.R n. 445/2000.
MODALITÀ' D'INVIO DELLE RICHIESTE
11 plico contenente l'offerta e le dotaimentazioni, pena l'esdusione dalla selezione, deve pervenire entro il
termine perentorio de! 29/04/2014, ore 12.00. a mezzo raccomandata del servizio postale, ovvero mediante
agenzia di recapito autorizzata, all'Ufficio Protocolio Generale del Comune di Aci Catena, sede
amministrativa del consoroo. \ ^ a Palestra n. 28/A cap. 9S022; è altresì faosltì dei ridiiedenti ia consegna a
mano del plico. Il plico rec^itato a mano potrà essere cx^segnato allo stesso intirizzo di cui scHSra dalle ore
9,00 alle ofs 12 dì ogni gicmo lavorativo escluso il S^Mfto.
II fMcQ deve essere idoneamente sigiilato, controfirmato sui lembi di chiusura, e deve recare all'esterno oltre affirrtestazione dtì mittente e all'indirizzo delio slesso - la seguente dicitura 'Richiesta oxicessiaie a!
CONSORZIO ETNEO PER LA LEGALITÀ' E LO SVILUPPO di un bene confiscato alla mafia sito in
Mascalucìa, vìa Delle Monelle sn - Contiada Mompilìeri - Mascalucìa {CT), li recapito tempestivo dei plìdìì
rimarte ad esclusivo rischio dei mittenti
Il plico deve cwitenere al suo interno due buste, a sua volta sigillate con cwalacca e controfirmate sui lembi
di chiusura, recanti i'intestazione del mittente e la dìdtwa, rispettìvamerrte "A - Documentazione" e "B Offerta progetto".
Nelta tjusta ' A - Docum«itazione" devorio essere contenuti, a pena di esclusione oltre alla richiesta di
concessione anche tuttì i documenti di cui ai punti 1) e 2) del presente avviso Nella tmia 'B - Offerta
Progetto' devono essere contenuti, a pena di esclusione, tutti i documenti di cui ai ponti 3), 4), 5), 6). 7), 8)
del presente avviso
Le istanze, la documentazìcKTe e le proposte progettuali saranrio valutate da ^ p o s i l a Commissione
La Commissione presieduta dai Segretario Consortile, actjuisite le richieste, individuerà il concessioiario
sulla base di una valutazone comparativa deiìe ipotesi progettuali preserttate d i e devono essere tese al
mìglicramaTto ed allo sviluppo dei beni e Om siano maggiormerrte rispondenti all'interesse publ^ico e alle
finalità del D. Lgs. n. 1 ^ 0 1 1 .
Si terrà conto ancf^ dell'esperienza posseduta dai sc^getto richiedente n^l'ambìto ch'attività per lo
svolgimento delia quaie viene richi^ta i'a^egnazione dei bene e rtìativa all'ultimo triennio, della sua
esperienza in materia dì gestione di berti corrfiscatì, delta sua struttura e della dimensione organizzativa.
Ai fini della vstfutazione ccHnparativa per rindìviduazicma de! concession«io si seguiranno i seguenti criteri
che si rìferisccmo ad ma pluralità dì dementi in merito alia capacità tecnica organizzativa s alla qualità del
progetto diversificati ed a cui viene attribuito un punteggio come segue;
Punto a): Capacità tecnica relativamente all'esperienza e alla professionalità acquisita esdusivamente rteila
gesticsne, nell'ultìrrKì triwwio, di attività analoga a quella che si intende realizzare sul tiene pw conto di Enti
pubblici o privati e ejjindt m rapporto di convenaone con queste ultime, per la quale sarà attribuito 0,50 punti
per ogni mese di servizio o frazior» supaiore a 15 giorni per un massimo dì punti 18, le fr«àonì ìrtferiori a 15
giorni non saranno prese in considerazione, conseguentemente non saranno cumuiabili;
Punto b); Capacità tetaiica relativamente all'esperienza e la professionalità acquisita nel settcwe dei ber»
confiscati per conto di Enti Pubblid per la quale saranno attribuiti 4 punti per ogni anno dì sevizio o fraaone
di esso non inferiore a mesi 6, per un massimo di punti 20, le frazioni di mesi inferion a 6, non saranno prese
in oMisiderazione, oanseguenlemente non saranno cumuiabili;
Punto c) Capacità orgarHzzativa reiatìvamente all'assetto dell'Ente e al personale che intende irrtpiegare
nell'attività sul bene per la quale sarà attiibuito un punteggio massimo di punti 12;
Punto d) Qualità deilipotesi progettuale presentala- massin» punti 50.
L'aggiudicazione avverrà in favore dell'offerta economicamente più vanfeggiosa (quella dm s v r i conseguito
il maggior punteggio che cwnunque non potrà essere inferiore a 50 punti) valutatale in base agli elementi
che insieme costituiranno il punteggio massimo attribuìbile ad ogni offerta-progetto da parte della
Commissione di gara
3
MODALfTA' DI SVOLGrMENTO DELLA G A R A :
Il giorno 30/04/2014 ^ l e ore 17,30, la Comrrìissions procederà in seduta pubblica all'esame della
documentazione prodotta dagli offeraiti ai fini dellammissione alia gara.
La Commissione di gara, ove lo ritolga necessario, e senza cne ne derivi un aggravio probatorio f»r i
eoncorren», ai sensi delf art 7 i del O P R n. 445/2000. può altresì effettuare yeriSche della veridicità delte
dicfiiarazìonì attestanti il possesso di tutti requisiti dichiarati e della capacità tecnica e «xganizzativa ayn
riferimento ai concorrwiti tndividuatì con sorteggio oppure individuati secondo critei discrezionali.
Successivamente, in forma riservata, la Commissiona dì gara jxocederà, attraverso i teaiici d i e la
costituiscono, alla valutazione delie offerte-progetto.
Conclusa la valutazione tecnica, la Commissione di gara dopo l'attribuzione dei sìngoli punteggi procederà
aila stesura di una yaduatoria finale sommando i p u n t e ^ attribiiti.
Quindi si procederà, in seduta pubblica, alla lettura della graduatone,
11 bene potrà essere e c c e s s o all'Ente a cui sarà attribuito il massimo punteggio.
La Commìssiorie di gara richiederà all'Ente che sì colioca al primo posto in graduatoria, di comprovwe ii
possesso di tutti requisiti dichiarati e della capacità tecnica e organizzativa
Quando tale prova non sia fornita ovvero non sì cssnfermino le ciichìaraaoni allegate alla richiesta di
assegnazione la Commissione procede aH'esdusione del concoiTente dalla gara nonctié allevaituale
applicazione delle nonne vìgenti in materia dì faise dichiarazioni.
In tal caso la Commissione scorrerà la graduatoria e procederà ai sensi del periodo precedane rtei oonfrc»*
dei soggetti ette seguono,
E' data facoltà ai partedpantt alla selezione di doojmentare preventivamente la didiìaraziwie resa tramite la
presentazione di formale attesta»one da parte de? committenti dei servizi
ii bene potrà essere concesso andie in presenza di una sola offerta pervenuta o rimasta in gara.
I concorrerai, ad eccezione del'aggiudioatario, possono chiedere al soggetto attuatore della gara la
restituzione della documentazior» {M-esentata per la partecipazione alia ^ r a ,
I! bene è affidato c a i provvedimento conc»ssorio del Consiglio di Amministrazione del Conscrao, su
proposta d ^ Respcm^bile dei S«vìzi Amministrativi, seosndo le risultanze della selezione pubWìca.
II consorzio procederà, dopo l'sggtudìcazione, all'acquisizione deile formazioni prefettizie in ordine ali'Ents
richiedente, ai sensi delta normativa vigwite, e alle perswie dei sotì. degli amministratori e del personale
projxio cfie io stesso Ente intende impiegare nel bene ed all'uopo la caicessione contratto è sottoposta alla
condizione risolutiva dell'avvenuta acquisiziorw dì informativa prefettizia positiva a carico di uno dei soggetti
sopra indicati
Il Consorzio indipendentemente dalle risultanze della s e z i o n e put)blica, si riserva ia facoltà insindacabìis di
non dare luogo alia concessione de! ben© qualora il progetto dì utilìzzaaone del t^ne richiesto non risponda
all'interesse pufc>b!tco o non sìa coerente con i programmi del Co'^sorzio. Le spese della concessione
contratto sorvo a carico dell'Ente. La coTC^ssione è comunque subordinata alla presentazione «teila
docun»niazione comprovante il possesso dei requisiti didUarati in sede dì gara.
ii Conscwzio SI riserva di disporre con provvedimento motivato ove r » rica-re ia necessità, la riapertura della
gara e l'eventuale ripetizione delle operazioni di essa
I dati fomiti e raccolti in occasiaie del presente procedimento verranno trattati dall'Ente appaltante
conformemente alle disposizioni dei D.Lgs. 196/2003 e saranno comunicati a terzi solo per motivi inerenti ìa
stipula e la gestione del contratto. L'eventuale rifiuto di fornire ì dati riditestì costituirà motivo di esdusione
della gara.
'
II presente bando sarà affisso ali' /Mbo on Irte degli Enti Consorziati, ovvero delia Provmda Regionale di
Catania ed ì Comuni di Aci Caslrtio, A d Catena, Belpasso, Calatabiano, Camporotondo Etneo, Castel di
ludica, Catania, Gravina di Catania, Linguaglossa, Mascali,
Mascalucìa, Misterbianoo. Motta
Sant'Anastasia, Piedimonte Etneo. Ramacca, San Giovami La Punta, San Pietro Clarenza, Tremestieri
Etneo, Viagrande e put*licato sul sito int^tiet del Comune di A d Catena, www.comune.acicatena.ct.tt,
sezione Consorzio Etrteo per la Legalità e lo Sviluppo
Responsatoile del procedimento: aw, Irmtx^raa Battaglia- Seyetarto Consortile - Responsabile dei Serròi
AmrrtinistratSv!
Per ulteriori chiarimenti, i s c a t t i interessati, possorw rivc^gersi alia Segreteria del Con$<»zio - tei.
095/804758
ALLEGATO N,1 : SCHEMA O! COf4TF{ATTO
A d Calcia, 18^)2/3)14
// Segretario Consorte - Respons
Aw, Innocenza
4
CONSORZIO ETNEO PER LA LEGALITÀ'
E LO SVILUPPO
Contratto dì Comodato
L'anno .,„..„......
il giorno
del mese dì
In
.....presso ia Casa
Comunale, tra il
nella persona del
,.
nato a
,
Il
e domiciliato per la <arlca in
„ In nome e per conto dell'Ente, codice
fiscale
e la
con sede in
,
cf:
..rappresentata legalmente da
nella sua qualità di legale
rappresentante della medesima nata a
Il
e domiciliata per lacarica in
Via
, codice fiscale n°
Premesso che con decreto direttoriale n"
del
dell'Agenzia del Demanio
Direzione Centrale per i sen'tei immobiliari - Direzione Gestione ben! confiscati veniva trasferito
al patrimonio indisponibile del Comune di
per
,
ed In particolare per essere
destinato a
un febbricato oppure lotto di terreno sito in
di mq
.,,..,.,..„.,.„......... confiscati a
nato a
U
e individuati nel N.C.T. de!
Comune di
al fc^lo
particelle
....„;
che in data
l'Agenzia del Demanio Filiale Sicilia consegnava mat^riaiment»
all'Ente i beni suddetti e in data .,..„.,.„.......... ^ i stessi venivano trascritti;
che la Giunta Municipale del comune di Catania con atto n" ......„del
ha deliberalo di
concedere i beni citati al Consorzio Etneo per la legalità e lo sviluppo;
che i l bene è destinatario del finanziamento ricevuto dai Consorzio ed erogato dal Ministero
deirintertio nell'ambito delle misure jMeviste dal P O N F E S R Sicurezza per lo Sviluppo O b .
Convergetiza 2007 -- 2013;
che i l Consorzio Etneo per ia legalità e lo sviluppo ha manifestato la volontà di concedere il bene al
, giusta delibera del C d A . , a seguito di esperimento di procedura di evictenza
pubblica;
che il Consiglio di Amministrazione del Consorzio Etneo ha deliberato altresì al fine di prevenire o
reprimere ogni possibile tentativo di infiltrazioni della malavita oTganiz7.ata nella gestione dei beni
ad essa confiscati di subordinare comunque la concessione del bene all'acquisizione «felle
informazioni prefettizie
in ordine all'Ente richiedente, ai sensi della normativa vigente,
e alle
l^rsone dei soci, degli amministratori e del personale proprio che lo stesso Ente intende impiegare
a qualsiasi titolo per l'espletamento dell'attività sui beni e che qualora dalle informazioni acquisite
dal Pretetto, dovessero emereere a cmm di taluno dei suddetti soggetti elementt tali da. far ritenere
che l'Ente non possa dare garanzie d i assoluta affidabilità nella gestione del bene confiscato, non S)
procederà a concedere il bene;
'
Visti:
- . -,
i.10 Statuto della
—
-;
11 D . L ^ . N. 1 5 9 / 2 0 1 1 :
il decreto direttoriale n"
del .„..,„„
dell'Agenzia del Demanio Direzione
Centrale per I servizi immobiliari - Direzione Gestione beni confiscati;
gì! articoli 1803 e s e ^ . del Codice Civile,
Tutto ciò premesso tra le patti s i stipula e si conviene quanto segue:
'
ART. 1 - OGGETTO
Il Consorzio Etneo per la legalità e Io sviluppo che in seguito verrà denominata "concedente"
concede in comodato a....,, che in seguito verrà denominato concessionario che accetta SI bene
immobile, nello stato di fatto e di diritto In cui s i tìrova, Il bene immoMle identificato
catastalmente come segue: un
fabbricato sito in
di mq
confiscati
a
nato a
Il
e individuati nel N.C U. de! Comune di
al f o ^ ì o
, particelle
come da planimetria
allegata sub Iett A .
ART 2 - ATTIVITÀ'
11 Concessionario si Impegna a recuperare e utilizzare il bene conces:» con il presente atto per la
realizzazione di attività per finalità sociali senza fine di lucro rivolte al territorio del Consorzio
Etneo per la legalità e lo sviluppo, andie al fine di rafforzarne la cultura della legalità,
in particolare il concessionario si Impegna a destinare l'immobile a....(specificare DESTINAZIONE)
come da progetto allegato ed in coerenza con gli obiettivi dei finanziamenti ricevuti dal PON FESR
Siairezza per io Sviluppo Ob. Convef^enza 2007 - 2013.
Tali attività verranno svolte dal concessionario attraverso la propria struttura organizzativa e
comunque sempre sotto la propria diretta responsabilità, ed in diretto e costante rapporto con il
Concedente, li quale dovrà essere costantemente informato d e i r a t t i v i t i svolta
ART. 3 - - 0 8 B U G H ! DEL CONCESSIONARIO
'
Il Concessionario si obbliga ad usare 0 bene concesso per i soli fini di cui all'articolo precedente,
con ogni cura e da buon padre di famiglia, astenendosi dal recare danni e deterioramenti a! bene.
In particolare il concessionario si impegna a vigilare affinchè non siano arrecati danni alla
struttura e ad Informare il concedente d! qualunque atto o fatto che turbi lo stato dei possesso.
Il concessionario è tenuto a custodire e a conservare il bene oggetto di comodato con la diligenza
del buon padre di tàmiglia ed è direttamente responsabile verso il concessionario dei danni
causati allo stesso e d ! quelli causati alle peraone. sia terzi che soci. A tal fine il concessionario si
impegna a stipulare apposita polizza assicurativa contro tutu i rischi che possano gravare
sull'immobile, e per respon.sabllità civile. La polizza dovrà prevedere l'obbligo a carico della
Compagnia di risarcimento diretto de! concedente o delle persone danneggiate, ai sensi
dell'articolo 1917 dei Codice Civile.
11 concessionario si obbliga a trasmeti^re annualmente l'elenco dei soci, degli amministratori e del
personale impiegato per l'espletamento delle attività previste nella presente concessione; Il
concessionario si oW>liga altresì a comunicare immediatamente ogni eventuale variazione.
11 concessionario si obbliga altresì a trasrnettere annualmente al concessionario copia dei bilanci
relativi all'ultimo esercizio chiuso completi d e ^ i allegati di legge nonché una relazione dettagliata
dell'attività svolta dalla quale si evincano i risultati raggiunti.
Il concessionario solleva il concedente da qualsiasi responsabilità connessa all'utilizzo
dell'immobile e allo svolgimento in esso dell'attività prevista. .11 concessionario si assume ogni
responsabilità civile, penale e fiscale per quanto concerne le attività svolte nell'immobile concesso
in comodato. In particolare si impegna a richiedere tutte le eventuali autorizzazioni necessarie per
l'espletamento delle attività per ottemperare alle disposizioni normative in materia che siano
per l e ^ e a proprio carico. 11 concessionario si impegna a rispettare le norme In materia dì
assistenza, previdenza e sicurezza su! lavoro.
Il concessionario si obbliga ad esporre nei beni concessi una o più targhe di dimensioni cm 60 x
cm 90 dì metallo color bianco con scritta rossa sulla quale dovrà essere apposta, oltre allo stemma
del Comune proprietario da porre In alto al centro e del Consorzio Etneo per la legalità e lo
sviluppo , anche il numero delia concessione e la seguente dicitura: "Bene, confiscato alla mafia,
del patrimonio del Consorzio Etneo per ia legalità e lo sviluppo".
I loghi suddetti dovranno essere apposti anche nel materiale divulgativo relativo ad ogni attività
postai n essere attraverso l'uso de! bene, e per le finalità previste.
In caso di inosservanza dei suddetti obblighi o qualora il c o n c e ^ l o n a r i o contravvenga a
disposizioni generali o speciali di l e ^ e , alle norme statutarie e / o regolamentari dell'Ente la
concessione sarà dichiarata decaduta, senza indennizzo e previa contestazione scritta ed invito
all'immediato adeguamento alle superiori previsioni.
La concessione in ogni caso sarà revocata, senza ì'os.servanza di ogni ulteriore formalità, e il
rapporto contrattuale risolto immediatamente, nei seguenti casi:
a) qualora dalle informazioni acquisite dal Prefetto sulla moralità dei soci e degli amministratori
dell'Ente concessionario o sul personale impiegato dallo stesso, a qualsiasi titolo, per
l'espletamento delle attività sui beni concessi, dovessero emergere a carico di taluno degli stessi
elementi tali da far ritenere che l'Ente non possa dare garanzie di assoluta affidabilità nella
gestione dell'attività su! bene confiscato
b) qualora il concessionario dovesse perdere taluno del requisiti che gusttficano, al sensi del D.
l^s. n. 159/2011, la concessione;
c)qualora 11 concessionario ceda a terzi, senza alcuna preventiva autorizzazione da parte del
concedente, il contratto
d) qualora dovessero <;oprawenlre cause che determinano per l'Ente concessionario, al sensi della
normativa vigente, l'incapacità a contrarre con la pubblica amministrazione.
e) qualora il concessionario si renda responsabile di violazioni delle norme in materia di
assistenza, previdenza e sicurezza de! lavoratori
f) qualora il concessionario sìa parte In rapporti contrattuali con individui od o i ^ n i z z a z i o n i le cui
caratteristiche o composizione sociale fecciano ritenere possibili forme di condizionamento d i
tipo mafioso,
ART.4'DURATA
l a durata della presente concessione è fissata In anni dieci a decorrere dalla data sottoscrizione
del presente contratta Contestualmente alla sottoscrizione del presente contratto dovrà redigersi
tra le parti apposito verbale di consegna e consistenza dell'immobile,
E' prevista la facoltà di rinnovo, previa valutazione positiva da parte del Consorzio della
progettualità avviata e avvianda e delle connesse ragioni dì pubblico Interesse.
Qualora il concessionario intendesse proseguire, dovrà richiedere il rinnovo della concessione
con lettera raccomandata da inviarsi al Consorzio Etneo per la legalità e lo s v i l u p p o almeno
sei mesi prima della scadenza prevista
La presente convenzione cessa di avere eflìcacia altresì nel momento in cui il concessionario
dovesse perdere taluno dei requisiti che giustificano, ai sensi del D, Lgs. 159/2011, la presente
assefinazione
ART. 5- CESSIONE DEL CONTRATTO
Si stebllisce espressamente il divieto assoluto per il concessionario dì concedere a terzi (in
comodata, locazione, o a qualsiasi altro titolo), anche solo parzialmente, il bene oggetto del
presente comodato, e di cedere a terzi, a qualunque titolo, il presente contratto, senza atto di
assenso del concedente. L'inosservanza della presente clausola determinerà la risoluzione del
contralto stesso ex art. 1456 ce. oltre al risarcimento del danno.
ART 6 - RESTITUZIONE DELLA COSA
Cessato 11 periodo di concessione il Concedente riacquisterà la totale disponibilità del beni
concessi, che dovranno essere riconsegnati in buono stato d i manutenzione.
A R T 7 - IWIIGLIORIB
11 concedente non dovrà corrispondere compensi o indennità di sorta al concessionario per
eventuali addizioni o migliorie apportate, a qualsiasi titolo, sul beni concessi. Il comodatario si
obbliga a mantenere Inalterata la destinazione di quanto viene affidato e consegnato. Il
concessionario non ha diritto ad alcun rimborso per le spese ordinarie e / o straordinarie,
sostenute per servirei del beni concessi, ivi comprese quelle per le utenze necessarie alla gestione
dei locali; sono a carico dei concessionario anche le spese per ia manutenzione ordinaria «
straordinaria dell'immobile, ivi compresa la messa a norma dei locali, la cui esecuzione è
comunque subordinata all'acquisizione di apposita autorizzazione sugli interventi da parte del
concedente, ove non stano di corrente manutenzione.
ART. 8 - SPESE CONTRATTUAU
Tutte le spese del presente atto e sue consequenziali, nessuna esclusa, né eccettuata sono a
totale carico de! concessionario.
ART.9- RINVIO
Per tutto quanto non espressamente stabilito e pattuito tra le parti, si rinvia alle disposizioni del
Codice Ch'ile in materia d! comodato.
Letto, approvato e sottoscritto a
Il Concedente
Il Concessionario
„.,.
,. Il
Ai sensi e per gli effetti d e ^ i artt 1341 e 1342 c e , le parti approvano specificamente, dopo
attenta lettura, gli articoli n 2), 3), 4J, 5J. 7J. 8)
Letto, approvato e sottoscrìtto a .................. Il
llConcedente
11 Concessionario
-
Author
Document
Category
Uncategorized
Views
0
File Size
6 088 KB
Tags
1/--pages
Report inappropriate content