close

Enter

Log in using OpenID

Csc presenta le tendenze moda

embedDownload
Asola ❖ Castel Goffredo ❖ Canneto ❖ Gazoldo
MERCOLEDÌ 19 FEBBRAIO 2014 GAZZETTA
Ceresara restaura
il cuore della torre
Cantiere da marzo
canneto
L’Anagrafe
rimane stabile
Popolazione
a quota 4.544
◗ CANNETO
Lavori ai locali interni: in settimana l’appalto alla ditta
Il costo dell’operazione è di 100mila euro. Aiuti da Cariplo
◗ CERESARA
Atto finale per la torre civica di
Ceresara, ultimo emblema
dell’antico castello medievale
distrutto dai Bonacolsi e ricostruito dai Gonzaga. Molto
probabilmente già a partire
dalla seconda settimana di
marzo potrebbero iniziare i lavori di restauro dei locali interni. Il bando di gara è già stato
fatto, la ditta aggiudicatrice
c’è, manca solo la firma del
contratto che avverrà questa
settimana. Quindi tutto è
pronto per partire anche se dal
Comune vige ancora il massimo riserbo sulle tempistiche e
sulla destinazione finale degli
spazi interni. «Dobbiamo capire con la ditta quali sono i tempi - spiega il sindaco Laura
Marsiletti - e che tipo di ponteggi installeranno poiché
avremo delle manifestazioni
importanti che non devono essere messe a rischio. Ma abbiamo sicuramente delle date che
vogliamo rispettare». Per fine
Laura Marsiletti sindaco di Ceresara
marzo, infatti, è prevista la fiera della Possenta e a inizio giugno la festa delle ciliegie che
coinvolgeranno l’intero paese.
Non mancherà neppure la gara ciclistica che passerà proprio sotto la torre. Il costo del
restauro è di 100mila euro ripartiti tra Fondazione Cariplo
e bilancio comunale. L’amministrazione ha contribuito con
60mila euro mentre la Fondazione con i restanti 40mila pro-
venienti dal bando denominato “Nel segno mantovano. Progetto di governance per lo sviluppo delle identità territoriali” di 2milioni e 200mila euro.
Il progetto, del 2012, era stato
approvato a marzo 2013 poi
tra vari intoppi è slittato ad oggi. Nel dettaglio prevede il restauro conservativo di circa
55/60 metri quadrati di spazi
ripartiti tra la sala del primo
piano e quella del piano superiore che ospita il meccanismo
dell’orologio (quello originale
è all’ingresso del municipio).
Sarà rifatta la vecchia scala in
legno, scrostati i muri ricoperti
di polvere e muffa e infine intonacati. Tempo previsto: circa
tre mesi, alla fine dei quali la
torre civica potrebbe ospitare
mostre d’arte, assemblee pubbliche, convegni, manifestazioni, e quant’altro. In origine
faceva parte di una fortificazione formata da terrapieni sormontati da palizzate e cinta da
un duplice fossato.
Erika Prandi
Csc presenta le tendenze moda
Oggi l’incontro del centro servizi calza all’auditorium della Bcc
◗ CASTELGOFFREDO
Saranno presentati oggi alle
17,30 i “Fashion Trend Primavera-Estate 2015”. L’incontro,
organizzato dal Centro Servizi
Calza, si terrà all’auditorium
della Banca di Credito Cooperativo di Castel Goffredo, in via
Giotto, 2. Interverranno: William Gambetti, presidente del
Csc (Centro Servizi Calza),
Francesco Merisio del Csc e la
stilista Antonella Manfredini.
«L’incontro - a parlare è il presidente del Csc, William Gambetti - è ormai un appuntamento che dura da più di vent’anni,
senza mai interrompersi, di
proposte e di aiuto nella progettazione dei campionari del-
La torre civica di Ceresara durante la fiera della Possenta
IN BREVE
CASTEL GOFFREDO
le aziende, in particolare per le
piccole e medie imprese e per
gli artigiani. Un servizio questo
che quasi nessun altro comparto può vantare e che è una prerogativa del nostro centro servizi. Inoltre – aggiunge Gambetti - nel momento in cui è necessario uno sforzo da parte di
tutti per aiutare il comparto, il
Csc ha voluto fortemente perseguire l’obiettivo di anticipare sempre più la presentazione
dei trend della moda».
«All’incontro, in anticipo di
quasi un mese rispetto al periodo dell’edizione del 2013, si
parlerà delle tendenze della
calzetteria per la stagione primavera-estate dell’anno prossimo, il 2015. Posso anticiparvi
che le tendenze per la P/E 2015
puntano moltissimo sul colore
e sui nuovi aspetti che la tecnologia dà ai tessuti ed ai filamenti, fluidità, naturalità saranno i
fili conduttori della moda
dell’anno prossimo, senza trascurare accenni al passato e
guizzi nel tempo a venire, per
una stagione che propone una
maggiore apertura e fiducia
verso il futuro». E tutto questo
– prosegue Gambetti - sarà meglio declinato, con esempi concreti e proposte, dalla stilista,
Antonella Manfredini, che collabora con noi da diversi anni,
una professionista conosciuta
e molto apprezzata dalle aziende del comparto»
Gaetano Danasi
19
CASALMORO
Inconsiglio l’accordo
conCastelGoffredo
■■ Staseraalle19.30,si
riunisceilconsiglio
comunale.All’ordine del
giornola convenzionecon il
comunediCastel Goffredo
perla centraleunicadi
committenzaper lagestione
degliappaltidilavori,servizie
forniture.
CERESARA
Acquaearsenico
Incontroinsalacivica
■■ Domani seraalle21,nella
salacivicacomunale,siterrà
unincontropubblicosul
tema“L’acquapotabilee il
rischioarsenico”,incontro
cheillustrerà anche
l’ordinanzasindacale emessa
pergliimmobilisituatiinaree
nonservitedaacquedotto.
Dai 4555 del 31 dicembre 2012,
la cittadinanza residente a Canneto sull'Oglio si attesta, al 31 dicembre 2013 a 4544; in pratica è
stabile. Il saldo naturale ha fatto
registrare un passivo di 20 unità: 59 decessi contro 39 nati.
Saldo negativo anche per
quanto riguarda le iscrizioni,
che fanno registrare un meno
16 con 167 nuovi iscritti contro
183 cancellati. La tenuta della
popolazione, però, avviene tramite le nuove concessioni di cittadinanza. Lo scorso anno hanno ottenuto lo status di italiani
35 cittadini, prevalentemente
marocchini e macedoni.
La richiesta di cittadinanza
giunge per nuclei familiari in
quanto il genitore l'acquisisce
dopo 10 anni mentre i figli in minore età, conviventi con i genitori, l'acquisiscono contemporaneamente al capofamiglia.
Comunque, Canneto, nella sua
multietnicità, registra la maggiore comunità tra i macedoni, con
136 cittadini seguiti dalla comunità marocchina con 107 abitanti. In aumento la comunità cinese, mentre la minoranza assoluta spetta alle comunità brasiliane e cubane con 2 residenti, seguite dalla comunità polacca
con un solo cittadino.
(t.c.)
asola
Investimenti per la biblioteca
Un murales e nuovi arredi
◗ ASOLA
Sono stati assunti nuovi impegni di spesa del Comune per la
Biblioteca. Tanto è vero che accanto ai nuovi ripiani espositivi, sorgerà un dipinto. Per la
precisione un murales che verrà realizzato da un'asolana, Elena Bugada. Il tutto per un costo
complessivo di 800 euro da dividere a metà. La prima da destinarsi all'acquisto di quindici
scaffali in lamiera per ampliare
l'arredo esistente, a favore della ditta Gonzagarredi di Gonzaga. La seconda metà andrà all'
artista asolana, laureata all'Accademia delle Belle Arti di Brescia. Così facendo si completeranno i lavori di allestimento
della biblioteca già avviati nel
corso del 2012. Inoltre sono stati messi a disposizione altri 620
euro per promuovere l'attività
“Lettore Ambulante”. Si tratta
di alcuni incontri che coinvolgeranno gli studenti dell'Istituto Superiore G. Falcone e saranno coordinati da Simonetta Bitasi, già promotrice di gruppi di
lettura nella provincia di Mantova ed esperta di letteratura
giovanile. Infine, per favorire
gli accessi al web nella biblioteca, verranno spesi 520 euro per
installare “Cafè Lib”, un software open source sviluppato dal
Sistema Bibliotecario Nord
Ovest Milanese. Obiettivo:
l'unificazione dei sistemi di navigazione internet.
(al.po)
Author
Document
Category
Uncategorized
Views
0
File Size
548 KB
Tags
1/--pages
Report inappropriate content