close

Enter

Log in using OpenID

Compilazione libretto impianto

embedDownload
D.P.R. 74 del 16/04/2013 – Decreto 10 febbraio 2014
D.G.R.V. 726/14 – D.G.R.V. 1363/14
NUOVO LIBRETTO D’IMPIANTO - VENETO
COMPILAZIONE
Consulente Normativo
Docente tecnico
Legnago, 11 novembre 2014
Nadia Pozzato
[email protected]
Tel. 348 77 28 370
D.P.R. 74 del 16/04/2013 – Decreto 10 febbraio 2014
Regione VENETO
D.G.R. 1824 del 15 ottobre 2013
D.G.R. 726 del 27 maggio 2014
D.G.R. 1363 del 27 luglio 2014
Chi genera il libretto d’impianto?
Decreto 10 febbraio 2014 – Istruzioni per la compilazione del libretto
Nuove
Installazioni.
Sostituzione o
Aggiunta di
generatori
L’Installatore
L’Installatore
Responsabile
(o Terzo R.)
Responsabile
(o Terzo R.)
Impianti
esistenti.
Il Manutentore
Il Responsabile
(o il Terzo R.)
Il Responsabile/Terzo per le schede di Sua competenza e incaricherà
il tecnico alla compilazione delle altre di sua competenza
REGIONE VENETO – Delibera n 1363 del 28/07/2014
Quando si genera il nuovo libretto?
DGRV 1363 - Art. 4 comma 2
NUOVO
IMPIANTO
ALL’ATTO DELLA
PRIMA MESSA IN
SERVIZIO:
COLLAUDO
IMPIANTO
ESISTENTE
ALL’ATTO DELLA PRIMA
MANUTENZIONE UTILE o
INTERVENTO PER
GUASTI O
MALFUNZIONAMENTI
D.M. 10 Febbraio 2014 – Libretto d’impianto
Art. 3 – Compilazione e utilizzo dei modelli
5.
Il responsabile dell’impianto, seleziona e fa compilare e
aggiornare le sole schede pertinenti al tipo di impianto al quale
il libretto si riferisce.
6.
Nel caso di integrazioni dell’impianto si aggiorna il libretto
compilando solo le schede pertinenti agli interventi eseguiti. In
caso di dismissione dell’impianto il libretto è conservato per 5
anni dal responsabile
15 ottobre 2014
8.
Per impianti esistenti al 1 Giugno 2014 i libretti di centrale e di
impianto già compilati DEVONO essere ALLEGATI al nuovo
libretto.
Approvazione del modello dalla regione…VENETO
Il DPR 74 art. 7 comma 6 prevede la facoltà
delle regioni e province autonome di
integrare il modello ufficiale di libretto con schede aggiuntive.
La Regione Veneto ha apportato le seguenti integrazioni
(D.G.R.V. 726 del 27 maggio 2014 – Bur 55 del 30/05/2014 e D.G.R.V. 1363 del 28 luglio 2014)
Nella scheda Identificativa n° 1:
-1: aggiunto campo PDR (Punto Di Riconsegna) per impianti a gas;
-2: aggiunto campo APE (Attestato Prestazione Energetica) ove presente, per
interconnettere il catasto impianti e il catasto A.P.E. (DRP74 art. 10 comma 4 lettera b);
-3: aggiunta la specifica del responsabile dell’impianto
NAZIONALE e REGIONE VENETO – Delibera n 1363 del 28/07/2014
Quanti libretti d’impianto e quanti codice catasto..?
Se un edificio è servito da due impianti distinti uno per la
climatizzazione estiva e l’altro per la climatizzazione
invernale e hanno in comune solo il sistema di
rilevazione delle temperature dei locali.
CATASTO
CATASTO
Due libretti
Due codice catasto
CATASTO
Tutti gli altri casi…
Unico libretto
Unico codice catasto
REGIONE VENETO – Delibera n 1363 del 28/07/2014
Quanti libretti d’impianto e quanti codice catasto..?
Se un edificio sono presenti singoli apparecchi quali stufe
e caminetti
(assimilabili agli impianti termici come da D.Lgs, 192/05 allegato A = fissi e somma potenze > 5 kW)
è necessario un
libretto dedicato appositamente a questo
apparecchio / impianto.
CATASTO
Tutti gli altri casi…
CATASTO
Un libretto e Un
codice catasto
Solo per la stufa
Unico libretto
Unico codice catasto
Es. compilazione di libretto d’impianto
Scheda 1 - Identificativa dell’impianto
COD. CATASTO:
18/10/2014
Codice assegnato all’impianto
attribuito dall’Autorità Competente
gestore del catasto.
Fino all’attivazione del catasto
telematico usare il codice
NP
dell’impianto preesistente
o per i nuovi impianti la data di
compilazione .
P.D.R.: Punto di riconsegna
(14 cifre) identifica univocamente
l’utenza gas-metano allacciata
alla rete, SI TROVA NELLE
FATTURE DEL GAS.
18/10/2014
x
A.P.E. - ANNO:
Via Milano
PADOVA
Attestato
di
Prestazione
Energetica
dell’Unità
Immobiliare.
Se
presente, indicare il Codice
Attestato (primo campo in alto
a sx con numero / anno) e
14
PD
x
x
210
CHIAVE:
x
12
Valore
alfanumerico (in basso a dx
sull’APE) che consente di
accedere all’attestato originale
conservato
nel
Registro
Regionale degli APE. L’APE
senza codice chiave non è
valido.
Se l’APE non è stato
emesso indicare N.P.
Es. compilazione di libretto d’impianto
Scheda 1 - Identificativa dell’impianto
x
x
x
Borsetto
Maria
(L’amministratore di Tito srl
BRSMRA49P30F385H
002546326799)
Borsetto Maria
Es. compilazione di libretto d’impianto
Scheda 2 - Trattamento acqua
18/10/2014
NP
1,5
20
x
x
x
Esempi di compilazione di libretto d’impianto
Scheda 4.1 - Gruppi Termici o Caldaie
1
12/03/2001
Caldoviss
013265AG
Gas naturale
31/10/2014
Hotpoint
28
Acqua
74
x
31/10/2014
La Robusta
11020144G
Gas naturale
30
x
GT…:
Dati
del
generatore
vecchio
sostituito da scrivere in caso di
non presenza del nuovo libretto
d’impianto
SOSTITUZIONE DEL
COMPONENTE
Fiamma
Acqua
Compilare con
94
i dati relativi al nuovo
apparecchio installato.
Esempi di compilazione di libretto d’impianto
Scheda 4.5 - Scambiatori della sottostazione teleriscaldamento
1
10/11/2014
Lo scambiatore spa
Erst11s
scambio termico
20
Esempi di compilazione di libretto d’impianto
Scheda 4.7 - Scambiatori della sottostazione teleriscaldamento
1
10/11/2014
Il pannello solare
xcg112
5
Esempi di compilazione di libretto d’impianto
Scheda 4.7 - Scambiatori della sottostazione teleriscaldamento
1
12/03/2010
Caldoviss
Hotsetpoint
013265AG
Caldaia a pellet
28
Es. compilazione di libretto d’impianto
Scheda 5.1 - Sistema di regolazione e contabilizzazione
18/10/2014
NP
x
1
18/10/2014
Fabbrica regolatori
2
xyz
2
Es. compilazione di libretto d’impianto
Scheda 5.1 - Sistema di regolazione e contabilizzazione
x
Es. compilazione di libretto d’impianto
Scheda 5.2 - Sistema di regolazione e contabilizzazione
18/10/2014
NP
x
x
x
x
Es. compilazione di libretto d’impianto
Scheda 5.2 - Sistema di regolazione e contabilizzazione
x
x
x
Es. compilazione di libretto d’impianto
Scheda 6 - Sistema di distribuzione
18/10/2014
x
x
NP
Esempi di compilazione di libretto d’impianto
Scheda 7 - SISTEMA di EMISSIONE
18/10/2014
X
NP
Esempi di compilazione di libretto d’impianto
Scheda 8- SISTEMA di EMISSIONE
18/10/2014
NP
1
18/10/2014
L’accumulo spa
Jolly 200
Aaccff123
x
x
200
x
Dpr nr.
nr. 74 del 16 Aprile 2013
Art. 7 – Controllo e manutenzione (CHI – COME e QUANDO)
4.
Gli installatori e i manutentori (abilitati DM 37/08) DEVONO
definire e comunicare in forma SCRITTA :
a)
Quali operazioni di manutenzione e controllo ai fini della
sicurezza
b)
Con quale frequenza eseguire le operazioni
REGIONE VENETO – Delibera n 1363 del 28/07/2014
CONTROLLO E MANUTENZIONE
DGRV 1363 - Art. 7
3. L’installatore e il Manutentore indicano nella scheda del libretto 11.0.1 – …
quali operazioni di manutenzione sono necessarie e con quale frequenza.
Il Responsabile si adopera affinchè
1. le operazioni di controllo e manutenzione vengano eseguite
2. Il libretto sia compilato e aggiornato a ogni intervento
e si assume gli obblighi e le responsabilità finalizzate alla gestione dell’impianto;
4. L’operatore esegue gli interventi a regola d’arte e compila l’apposita
scheda del libretto
Esempi di compilazione di libretto d’impianto
Scheda 11.0.1 Gruppi Termici
18/10/2014
NP
COD. CATASTO,
A.P.E…:
Sempre lo stesso dalla prima
pagina
10683/12 x
RIFERIMENTI UNI…:
Rimozione della fuliggine dal canale da fumo e camino ogni 12 mesi
Controllo e ispezione ogni 6 mesi del canale da fumo
Pulizia apparecchio ogni 12 mesi
In base a quale norma
richiedono
gli
interventi
manutenzione e controllo
DESCRIZIONE OPERAZIONI E
FREQUENZA D’INTERVENTO:
Descrivere quanto richiesto.
Bianchi Armando
18/10/14
1-2
Rimosso un nido di uccelli dal torrino;
03/11/14
Luigi Tolfo
si
di
Esempi di compilazione di libretto d’impianto
Scheda 11.1.1 – Risultati della prima verifica e periodiche
18/10/2014
NP
X
1
18/10/2014
20,6
2,6
128
98,1
115
21,6
5,2
98
91,7
firma
Esempi di compilazione di libretto d’impianto
Scheda 11.0.3 – Risultati della prima verifica e periodiche
18/10/2014
NP
Controllo dello stato dei tubi ogni 12 mesi
Controllo dello stato dello scambiatore sanitario ogni 12 mesi
Apertura e chiusura valvole di regolazione ogni 12 mesi
Carica vaso di espanzione ogni 24 mesi
Pulizia dello scambiatore ogni 24 mesi
Bianchi Armando
18/10/14
1–3-5
03/11/14
Luigi Tolfo
Esempi di compilazione di libretto d’impianto
Scheda 11.1.3 – Risultati della prima verifica e periodiche
1
18/12/14
60
10
18
95
30
65
85
x
x
x
Firma
Esempi di compilazione di libretto d’impianto
Scheda 12 Interventi di Efficienza Energetica
123abc567def
542311
123abc
2012
xyz
10/10/04
L’installatore
VE81736
1
x
x
08/09/06
Il Manutentore
VI91452
1
x
x
15/10/08
Il Manutentore
VI91452
1
x
x
07/10/10
Il Manutentore
VI91452
1
x
x
18/10/12
Il Manutentore
VI91452
1
31/10/14
L’installatore due
PD91452
1
x
x
x
x
Esempi di compilazione di libretto d’impianto
Scheda 14 - Registrazione dei consumi nei vari esercizi
123abc456def
NP
GPL
2013
2014
500
Lt
50
100
Questa scheda va compilata
solo se il combustibile è
dedicato
esclusivamente
all’impianto in questione.
Se il gas è usato anche, per
esempio, per cottura, non si
registrano i consumi.
450
Dpr nr.
nr. 74 del 16 Aprile 2013
Art. 8 – Controllo dell’EFFICIENZA ENERGETICA
1.
In occasione degli interventi di controllo e manutenzione sui
seguenti impianti di climatizzazione:
a)
INVERNALE di potenza utile maggiore di 10 kW
b)
ESTIVA di potenza utile maggiore di 12 kW
Si effettua un controllo di EFFICENZA ENERGETICA
Dpr nr.
nr. 74 del 16 Aprile 2013
Art. 8 – Controllo dell’EFFICIENZA ENERGETICA
3.
I controlli di efficienza energetica devono essere realizzati inoltre:
a)
PRIMA MESSA in esercizio a cura dell’installatore
b)
SOSTITUZIONE del generatore di calore
c)
INTERVENTI che non rientrano tra quelli periodici tali da
modificare l’efficienza energetica
Dpr nr.
nr. 74 del 16 Aprile 2013
All. A – Cadenza dei tempi
P = Potenza termica utile nominale
Dpr nr.
nr. 74 del 16 Aprile 2013
All. A – Cadenza dei tempi
P = Potenza termica utile nominale
(1) I limiti degli intervalli sono riferiti alla potenza utile nominale complessiva dei
generatori e delle macchine frigorifere che servono lo stesso impianto.
(2) Il modello di rapporto (tipo 1, 2, 3 e 4) sono stati emanati con il D.M. 10
febbraio 2014 ed entrano in vigore il 01 giugno 2014.
15 ottobre 2014
D.M. 10 Febbraio 2014 – Libretto d’impianto
Art. 2 – Modelli di rapporto di Efficienza Energetica (E.E.)
Decreto di Proroga al
15 ottobre 2014
1.
Dal 1 Giugno 2014 in occasione degli interventi di controllo e
manutenzione i modelli di rapporto sono quelli del DM 10/2/14
(i vecchi modelli F e G fino al 31 Maggio 2014)
2.
Il com. 1 NON si applica a impianti alimentati esclusivamente
da fonte rinnovabile (d.lgs. nr. 28 del 3 marzo 2014)
La stufa a pellet è alimentata esclusivamente a energia rinnovabile?
SI. Vedi risposta del CTI di giugno 2014.
Esempi di compilaz.di libretto d’impianto
Allegato II - Controllo efficienza energetica
1
12345…
12
1
PADOVA
Via Milano
PD
15
Borsetto
Maria
BRSMRA60G31C594C
x
Il Manutentore
Via Piave
01234567891
CAMPOSAMPIERO
PD
15
x
x
x
x
x
x
x
x
x
x
x
x
1
La stufa SPA
Francy
0112255WW
12/03/2006
x
x
18
x
12
x
x
x
x
Pellet di legna
x
x
x
14
x
Esempi di compilaz.di libretto d’impianto
Allegato II - Controllo efficienza energetica
OSSERVAZIONI: indicare la causa di ogni dato negativo riscontrato e gli interventi manutentivi effettuati per risolvere il problema;
D.Lgs. 192/05 Allegato G
RACCOMANDAZIONI: indicare carenze riscontrate e non eliminate tali da non arrecare un immediato pericolo alle persone, animali e cose.
Indicare le operazioni necessarie per il ripristino delle normali condizioni di funzionamento a cui il responsabile deve provvedere in breve tempo.
PRESCRIZIONI: indicare carenze tali da arrecare un immediato pericolo alle persone, animali e cose. Mettere fuori servizio l’apparecchio e
diffidare l’occupante dal suo utilizzo. Indicare le operazioni necessarie per il ripristino delle condizioni di sicurezza che non sono state eliminate
immediatamente.
Manca la targa fumi
La presa di ventilazione richiesta dal produttore dell’apparecchio è cmq. 100 mentre il foro presente
è cmq. 80. Si raccomanda di adeguare l’apertura a quanto richiesto
Non è stato inmstallato il sistema di evacuazione fumi ma l’apparecchio ha lo scarico a parete. Diffido dal_
l’utilizzo dell’apparecchio fino alla messa a norma con l’installazione di un camino idoneo.
x
15
01 15
9:00
NOME E COGNOME MANUTENTORE
Firma del manutentore
Borsetto Maria
10:15
Dpr nr.
nr. 74 del 16 Aprile 2013
D.Lgs 192/05 Definizioni
D.lgs 192/05 allegato A – Termini e definizioni (IMPIANTO TERMICO)
Impianto tecnologico destinato ai servizi di climatizzazione estiva e
invernale
degli
ambienti
con
o
senza
produzione
di
A.C.S.,
comprendente eventuali sistemi di produzione, distribuzione e utilizzazione
del calore nonché gli organi di regolazione e controllo; Sono compresi negli
impianti termici gli impianti individuali di riscaldamento, mentre non sono
considerati impianti termici apparecchi quali: stufe, caminetti, radiatori
individuali, scaldacqua unifamiliari; tali apparecchi, se fissi, sono
tuttavia assimilati agli impianti termici quando la somma delle
potenze nominali del focolare degli apparecchi al servizio della singola
unità immobiliare e' maggiore o uguale a 5 kW.
Indipendentemente dal FUIDOVETTORE.
Dpr nr.
nr. 74 del 16 Aprile 2013
D.Lgs 192/05 Definizioni
D.lgs 192/05 allegato A – Legge 90/2013 – Termini e definizioni
(IMPIANTO TERMICO)
Non sono considerati impianti termici i sistemi dedicati esclusivamente
alla produzione di A.C.S. al servizio di singole unita' immobiliari ad uso
residenziale ed assimilate.
Esclusivamente produzione di Acqua Calda Sanitaria
(A.C.S.)
NON
SONO IMPIANTI TERMICI
Author
Document
Category
Uncategorized
Views
13
File Size
4 967 KB
Tags
1/--pages
Report inappropriate content