close

Enter

Log in using OpenID

07 – Livorno - Coordinamento Amici del ChievoVerona

embedDownload
CAMPIONATO ITALIANO SERIE A TIM
domenica 01.12.13 - 14^ giornatA
i protagonisti
Dejan Lazarevic, l’uomo-derby,
racconta le sue emozioni
a Mondo Chievo
Pag. 5
numero
07
il ritorno di “genio”
Il mister
e i suoi collaboratori
al ChievoVerona
Pag. 7
ChievoVerona vs Livorno - Serie A TIM 2013/14 giornata numero 14
ChievoVerona vs Livorno - Serie A TIM 2013/14 giornata numero 14
bentegodi
& dintorni
Il punto della situazione
Per la classifica, per il morale, per la rivalità
cittadina. L’emozionante vittoria sull’Hellas ha
regalato al ChievoVerona nuova linfa in una
serata speciale. Diciamola tutta: anche se sarà
proficuo mettere subito alle spalle i festeggiamenti in vista di un poker di gare fondamentali
nella corsa verso la salvezza, non può non
restare viva la gioia contagiosa per il successo
nel derby, oltretutto contro un avversario di
assoluto valore. Il colpo da biliardo di Lazarević
TEAM MONDO CHIEVO:
EDITORE:
Coordinamento Amici del Chievo
DIRETTORE RESPONSABILE:
Marco Sancassani
CONDIRETTORE:
Paolo Sacchi
IDEAZIONE e COORDINAMENTO:
Simone Fiorini A.C. ChievoVerona
CREATIVITà ed IMPAGINAZIONE:
MO.DA Comunicazione
www.modacomunicazione.com
COLLABORATORI:
Dino Guerrini, Gian Pietro Panareo,
Marco Sancassani, Paolo Sacchi,
FOTOGRAFI:
Andrea Bicego, Roberto Gandolfi, Renzo Udali
AMMINISTRATORE:
Coordinamento “Amici del Chievo”
STATISTICHE A CURA DI:
Ufficio Stampa A.C. ChievoVerona
e Alessandro Longo
STAMPA: Centro Offset
via Bologna, 1 - 37035 Mestrino (Padova)
Testata registrata presso il Tribunale di Verona col nr. 1850 del 7 ottobre 2009
Anno 5 - Numero 15 del 01 dicembre 2013
ha coronato una prestazione magistrale degli
uomini di Eugenio Corini - nel frattempo tornato a sedersi sulla panchina gialloblù - in cui
testa, gambe e cuore hanno funzionato a meraviglia. Una prova ispirata anche dal sostegno
dei tifosi chievoveronesi, inferiori per numero
ma non certo per passione rispetto ai cugini.
Una ‘febbre del sabato sera’ in cui i brividi di
felicità, almeno per diversi sostenitori clivensi,
tra cui bambini e anziani, si sono purtroppo
trasformati in preoccupazione se non in paura
per l’atmosfera creatasi all’esterno dell’impianto, in un dopogara non esattamente in linea
con la goliardia e la sportività che valorizzano
sfide così romantiche. Di questa serata magica
resta intatto tutto il resto: la rinvigorita fiducia
nella squadra, l’amore per il Chievo da parte
dei propri supporter e ovviamente l’esito del
match, contraddistinto da un finale che ha
richiamato, in chiave calcistica, celebri sfide
mitologiche, come quelle di Davide contro Golia
e di Ulisse, nei panni di “Nessuno”, contro il
gigante Polifemo.
INDICE:
I protagonisti_pagina 05
Mister Corini_pagina 07
Ciak si gioca_pagina 09
Le classifiche_pagina 11
Derby gallery_pagine 12-13
Le rose_pagina 15
C’era una volta_pagina 17
Il dodicesimo uomo_pagine 18-19
Notizie in gialloblu_pagina 21
Settore giovanile_pagina 22
a g e n z i a
d i
c o m u n i c a z i o n e
mioind rizzo
c lo u d s e r v i c e p r o v i d e r
Made in italy / tecnologia Pb/ca
VaSta gaMMa di BatteRie aVViaMento PeR aUtoVettURe
Veicoli indUStRiali / agRicoli / tP / naUtica
www.midacbatteries.com
L’agenzia di comunicazione MO.DA e la società di hosting e service provider MIOINDIRIZZO
hanno creato una nuova partnership che offre servizi per aumentare la tua visibilità su internet.
Siti internet integrati ai social media, spunti innovativi, e-commerce personalizzati,
design grafico esclusivo e molto altro ancora. Contattaci per qualsiasi informazione!
paolo sacchi
la riflessione
Libertà. Secondo i vocabolari la libertà
è quel sostantivo femminile il cui principale significato è quello di indicare
una situazione in cui una persona può
godere dei propri diritti. Agli albori del
Terzo Millennio, il tema - purtroppo
ancora irrisolto - interessa valori morali e problemi sociali ben più in alto
di quelli che occupano queste pagine.
Dibattiti sulla libertà di opinione, politica, religiosa o sessuale sono tematiche quasi quotidianamente discusse
con l’intento di costruire un mondo
migliore. Più in piccolo, nella vita di
tutti i giorni, invece, essa diventa
facoltà. Ossia facoltà di decidere per
esempio cosa fare, dove andare, come
vestirsi, mostrare i colori della propria
squadra del cuore eccetera eccetera
senza essere ostaggio dei commenti
o - peggio - delle azioni di chicchessia.
Tra le altre sfumature del termine in
oggetto vi è anche quella di autodeterminazione, cioè il diritto di ognuno
di creare il proprio destino attraverso
le proprie scelte. Scegliere in base a
decisioni autonome il proprio nome,
la propria strada, il proprio simbolo.
Simboli e colori che identificano una
comunità non possono che appartenere alla storia stessa, quella con la S
maiuscola, del territorio da cui essa
proviene e in cui s’inserisce. Nessuno,
per quanto ne sia legato, ha il diritto
di rivendicarne l’esclusività confutando ad altri che volessero rendere
omaggio a questa eredità culturale il
poterli condividere. Nel nome di una
libertà, valore supremo a qualsiasi
altro, non è possibile prescindere da
questi concetti e chiunque rivesta un
qualsiasi ruolo di responsabilità non
può esimersi dal farsene carico.
marco sancassani
pagina 02
pagina 03
ChievoVerona vs Livorno - Serie A TIM 2013/14 giornata numero 14
ChievoVerona vs Livorno - Serie A TIM 2013/14 giornata numero 14
i protagonisti
dejan lazarevic
A tu per tu con i giocatori gialloblù
Il sorriso raggiante di Dejan Lazarević‎ è
una delle più belle istantanee regalate dal
derby vinto sul filo di lana dal ChievoVerona.
Un successo ottenuto grazie allo zampino
del ventitreenne nazionale sloveno lanciato
nella mischia da Eugenio Corini a mezzora
dal termine e capace con la sua velocità e le
sue incursioni di mettere subito in apprensione la retroguardia scaligera prima di apporre il proprio sigillo sulla sfida. Una firma,
l’unica finora in Serie A nella quale aveva
debuttato col Genoa nel 2010, indimenticabile per il “treno di Lubiana” approdato in
estate in riva all’Adige con buone credenziali
dopo tre annate fra i cadetti ma impiegato
solo per pochi minuti a Catania.
Dejan, da comprimario a “eroe” nella partita
più attesa. Cosa chiedere di meglio? “E’
stata una grande gioia a coronamento di
una serata perfetta finita con l’abbraccio dei
nostri tifosi sotto la curva. Sono felice per
il gol decisivo ma soprattutto per la vittoria
giunta a conclusione di una partita speciale e
diamo
i numeri
2. Le presenze di Lazarevic nel
Chievo, con cui ha esordito il 29/9 a
Catania.
5. I club italiani in cui ha militato. Oltre
alla squadra della Diga anche Genoa,
Modena, Padova e Torino.
23. I suoi anni. Dejan è nato a
Ljubjana (come il compagno Cesar) il
15.2.1990.
32. Con la rete realizzata nel vittorioso derby di sabato scorso, il
centrocampista sloveno è diventato il
32.mo straniero - 72.mo giocatore in
A e 146.mo tra i ‘pro’ - ad andare in
goal con la casacca gialloblu.
45. I minuti giocati con la Nazionale
A del suo Paese, tutti nel recente
debutto dello scorso 19 novembre
contro il Canada.
pagina 04
gian pietro panareo
sentita come il derby che Il Chievo ha cercato e voluto vincere piegando un avversario
molto forte dato per favorito. Ci siamo ben
difesi senza mai subire creando diverse volte
i presupposti per sbloccare il punteggio già
prima di riuscire a farlo durante il recupero”.
Un Chievo che ha dimostrato di essere vivo
e in piena corsa per salvarsi… “La posizione
che occupiamo in graduatoria non rispecchia
appieno il valore e le potenzialità della
squadra. Spesso per vari motivi abbiamo
raccolto meno di quanto era lecito attendersi e questo alla lunga ci ha penalizzato. La
legittima vittoria sull’Hellas ci ripaga di molte
amarezze e ci offre lo stimolo per proseguire con rinnovato ottimismo, consapevoli che
non siamo inferiori a nessuno”.
Si può dire che il peggio è alle spalle? “Sì, se
continueremo a giocare come abbiamo
fatto nell’ultimo periodo. Veniamo da
tre turni positivi che hanno rilanciato
le nostre ambizioni e migliorato in
parte la classifica che tuttavia resta
ancora precaria. Per questo, dobbiamo approfittare del calendario
che dopo la gara col Livorno ci
vedrà impegnati contro delle altre
dirette concorrenti. Confronti da
non sbagliare ma da sfruttare per riuscire finalmente a
sganciarci dalla zona a rischio.
Il nostro campionato in pratica
inizia adesso”.
Cosa è cambiato con l’arrivo
di mister Corini? “Abbiamo
riacquistato quella fiducia
nei nostri mezzi, quello
slancio e quella tranquillità che si erano affievoliti
complici i ripetuti risultati
negativi. La scossa che serviva
prodotta da un tecnico che conosce molto
bene il contesto clivense e che già l’anno
scorso ha saputo rimediare ad un avvio
altrettanto problematico ottenendo
una tranquilla salvezza. L’obiettivo è
ripetere quel cammino. Toccherà a noi
giocatori seguire le sue indicazioni e i
suoi consigli”.
Da parte tua l’hai già fatto. Un gol pesantissimo a impreziosire una chiamata part time disputata ad alto livello.
Quanto basta per avanzare la tua
candidatura a un ruolo da titolare?
“Le scelte spettano all’allenatore. Io
sono sempre stato sereno e lavoro
per farmi trovare pronto all’occorrenza. Siamo un gruppo numeroso
e affiatato e per tutti, prima o poi,
arriva il momento di mettersi in luce
e di rendersi utili.”
pagina 05
ChievoVerona vs Livorno - Serie A TIM 2013/14 giornata numero 14
presenta
IL MARCHIO DI GARANZIA
ChievoVerona vs Livorno - Serie A TIM 2013/14 giornata numero 14
Tutto è bene quel che… ricomincia bene. Ha
portato una ventata di fiducia ed entusiasmo, oltreché una robusta iniezione di punti
nell’anemica classifica chievoveronese, la
vittoria ottenuta nella recente stracittadina
coincisa col ritorno di Eugenio Corini alla
guida del ChievoVerona.
Una sfida difficile e delicata per più di
un motivo. In primis l’emotività data dal
momento attraversato, magari anche
accresciuta dalla lunga attesa a causa della
sosta, quindi comunque l’incognita dovuta al
cambio di consegne tra l’ex Sannino e il rientrante allenatore bresciano, senza dimenticare la necessità di riprendere a metter fieno
in cascina. A tutto ciò si aggiunga il valore
esponenziale della tensione che ogni derby
comunque comporta: indipendentemente dalle dichiarazioni di ognuno, al fischio
iniziale la passione si accende in campo e
sugli spalti.
ragazzi. Alcuni, quasi la metà della
squadra, già allenati la scorsa
stagione. Da loro Corini ha voluto,
anzi preteso, che trasmettessero
sin dall’inizio la mentalità e il suo
modo di lavorare ai nuovi arrivati, tra
cui tanti giovani. Il messaggio è arrivato. “Forte e chiaro”, verrebbe da dire.
La pausa del campionato ha consentito al
Chievo di guardare dentro sé stesso, ricompattandosi e riproponendo quello spirito di
gruppo che da sempre è la prima arma di
tanti impensati traguardi. Corini si è circondato di uomini fidati e professionisti stimati:
Salvatore Lanna sarà il vice, Renato Buso e
Fabio Moro i collaboratori tecnici, Salvatore
Sciuto (insieme al già presente Luigi Posenato) il preparatore atletico e Alessandro
Vitrani il preparatore dei portieri. Insieme
ci si può rialzare: mister Corini ha già
dimostrato di sapere come si fa.
Eppure Corini si è calato immediatamente
nella nuova avventura gialloblù. Si è insediato a Veronello mercoledì 13 novembre:
consueta conferenza stampa di presentazione e poi via subito in campo in mezzo ai suoi
Lo troverai su tutti i prodotti Paluani:
sarà il vero distintivo di riconoscimento
della qualità delle materie prime che utilizziamo
e del nostro rispetto per l'ambiente.
Scopri le nostre videoricette sempre nuove
e condividile con gli amici su paluani.tv
pagina 06
scarica l’app
Paluani
.
i
o
n
r
e
p
i
r
Ogg
e
p
i
n
a
Dom
i!
l
g
i
f
i
r
t
s
o
in
pagina 07
ChievoVerona vs Livorno - Serie A TIM 2013/14 giornata numero 14
S C O P R I L A N U O VA I M M A G I N E C I T R E S
ChievoVerona vs Livorno - Serie A TIM 2013/14 giornata numero 14
ciak, si gioca!
a.s. livorno
L’avversaria come dentro un film
b e l l i ,
c o l o r a t i
e … s e m p r e
Scopri tutte le ricette su
b u o n i !
www.citresgourmet.com
CITRES S.p.A. – Via del Giglio, 19 Bovolone (VR)
pagina 08
p i ù
Con un tecnico giovane e debuttante in A,
un gruppo che miscela ragazzi di valore alla
prima vera prova tra ‘i grandi’ e qualche
elemento di esperienza, il Livorno si è ripresentato nella massima serie con l’obiettivo del
mantenimento della categoria. Il patron Aldo
Spinelli ha resistito alle avances ricevute in
estate e dunque ‘Mister dieci milioni’ Paulinho
è restato in amaranto, proprio come il tecnico
della promozione Davide Nicola. Rispetto
all’ultimo match di campionato perso con la
Juventus, il Livorno potrà contare sul rientro
del bomber, che in avanti sarà affiancato
Siligardi o Emeghara, ma deve rinunciare per squalifica - a capitan Luci, a cui è stata
riservata una grande manifestazione d’affetto
e vicinanza alla notizia della rara malattia che
ha colpito il figlio. Dal punto di vista tattico
la base di partenza dell’undici di Nicola è un
accorto 3-5-2 con l’Under-21 azzurro Bardi
tra i pali. Molto ruota sulla modalità dell’impiego di Emerson: se utilizzato nella posizione di
centrale difensivo, niente spazio per Rinaudo
con il terzetto di centrocampo composto da
Biagianti, recuperato da un infortunio, Duncan
e Greco; al contrario, se il brasiliano venisse
schierato in mediana, riecco Rinaudo in difesa
e Duncan dirottato in panchina. Gara dell’ex
per Gemiti, in ballottaggio con Mbaye per un
posto da esterno sinistro, ruolo che sul lato
opposto sarà ricoperto da Schiattarella.
tutta la vita
davanti
A 40 anni Davide Nicola affronta la sua
prima grande sfida da tecnico sul palcoscenico della Serie A. Torinese d’origine, da
calciatore è cresciuto e ha disputato le sue
migliori stagioni nel Genoa proprio negli anni
della presidenza di Aldo Spinelli. Difensore
in grado di interpretare diverse posizioni,
ha alle sue spalle 410 presenze tra i cadetti
oltre a 15 gare in A con la maglia del Siena.
Chiusa la carriera agonistica a Lumezzane
paolo sacchi
ha esordito da tecnico proprio col
la formazione della Valtrompia nella
stagione 2010/11. Dopo due eccellenti
campionati e l’aver acquisito il patentino di allenatore di Prima Categoria col
massimo dei voti, ‘Didi’ viene chiamato
dal Livorno che guida immediatamente
alla promozione in A via playoff grazie
al suo marchio di fabbrica: un calcio
dinamico in cui il pressing sembra non
mancare mai.
Ricomincio da tre
fronte del porto
Da Caxias do Sul a Livorno, la storia di
Paulo Sergio Bertanin, meglio noto come
Paulinho, non può lasciare indifferenti.
Cresciuto in una città nota per essere
stata fondata da emigranti veneti, aveva
l’Italia nel destino. Un’imbeccata di Branco,
ex stella del Brasile, nel 2004 convince il
Livorno a ingaggiare un potenziale talento che però, dopo l’arrivo nel campionato
della terra dei suoi avi, fatica a esprimersi.
Cinque stagioni non particolarmente
entusiasmanti, tra cui una in prestito
a Grosseto, gli valgono l’etichetta di
oggetto misterioso. Invece ecco la svolta,
a Sorrento: in due stagioni in Lega Pro
Paulinho segna 40 gol. E quando rientra
- per la terza volta - a Livorno, mantiene
lo stesso eccellente rendimento e a suon
di reti guida gli amaranto alla promozione
in A. Abile sia come prima punta che in
appoggio, destro naturale letale in zona
gol, ha nella tecnica sopraffina il suo
punto di forza. Avviso ai naviganti: mai
perderlo di vista.
Aldo Spinelli è il decano dei presidenti
dell’attuale Serie A. Calabrese di origine
trapiantato fin da piccolo a Genova,
proprietario di un intero terminal nel
porto commerciale del capoluogo ligure
e di un’azienda che conta 600 mezzi di
trasporto, nel lontano 1985 ha rilevato
il Genoa portandolo, con Osvaldo Bagnoli in panchina, a livelli mai raggiunti
nel dopoguerra. Ha ceduto la società
rossoblù nel 1997 per acquistare – momentaneamente - l’Alessandria e, quasi
nello stesso tempo, il Livorno, all’epoca
in C1. Il suo avvento ha trasformato la
storia del club labronico, tornato con lui
nella massima serie nel 2002, ben 55
anni dopo l’ultima apparizione. Che sia
grazie alla propria competenza o all’immancabile portafortuna di color giallo
(l’impermeabile e la sciarpa sono i più
costanti) resta il fatto che ‘u Sciu Aldo’
da ventinove stagioni naviga con abilità
nei mari tempestosi del calcio italiano.
Foto: R. Gandolfi
N u o v i ,
pagina 09
ChievoVerona vs Livorno - Serie A TIM 2013/14 giornata numero 14
ChievoVerona vs Livorno - Serie A TIM 2013/14 giornata numero 14
serie a
tim
Turni e classifiche aggiornati al 28/11/13 - s.s. 2013/14 - 14^ giornata 01/12/13
squadra
punti
G
V
N
P
RF
RS
Juventus
34
13
11
1
1
28
10
Roma
33
13
10
3
0
26
3
Napoli
28
13
9
1
3
24
12
Inter
26
13
7
5
1
30
13
Fiorentina
24
13
7
3
3
24
15
Verona
22
13
7
1
5
22
20
Genoa
18
13
5
3
5
14
15
Lazio
17
13
4
5
4
17
17
Parma
16
13
4
4
5
18
20
Atalanta
16
13
5
1
7
14
17
Udinese
16
13
5
1
7
12
15
Torino
15
13
3
6
4
22
22
Milan
14
13
3
5
5
18
20
Cagliari
14
13
3
5
5
13
20
Sassuolo
13
13
3
4
6
15
28
Livorno
12
13
3
3
7
13
20
Bologna
11
13
2
5
6
15
25
Sampdoria
10
13
2
4
7
14
23
ChievoVerona
9
13
2
3
8
8
18
Catania
9
13
2
3
8
9
23
Incontri della
14^ giornata
Parma – Bologna - 30/11 ore 18
Genoa – Torino - 30/11 ore 20.45
Catania – Milan - ore 12.45
Atalanta – Roma
Cagliari – Sassuolo
ChievoVerona – Livorno
Inter – Sampdoria
Juventus – Udinese - ore 18.30
Fiorentina – Hellas Verona - 2/12 ore 19
Lazio – Napoli - 02/12 ore 21
PROSSIMO TURNO
domenica 08.12.2013
Bologna – Juventus - 06/12 ore 20.45
Livorno – Milan - 07/12 ore 18
Napoli – Udinese - 07/12 ore 20.45
Roma – Fiorentina - ore 12.30
Cagliari – Genoa
Sampdoria – Catania
Sassuolo – ChievoVerona
Torino – Lazio
Hellas Verona – Atalanta
Inter – Parma - ore 20.45
diamo
i numeri
Classifica
Marcatori
1,38. La media punti di Eugenio Corini
alla guida del ChievoVerona.
11 Rossi (Fiorentina),
8 Cerci (Torino),
13. Trascorsi i primi 13 turni un solo
gialloblù è sempre sceso in campo:
Christian Puggioni.
7 Berardi (Sassuolo), Palacio (Inter),
Tevez (Juventus),
34. Le vittorie in Serie A del Chievo sin
qui ottenute per 1 a 0.
6 Callejon (Napoli), Gilardino (Genoa),
Hamsik (Napoli),
50. Le gare nel campionato italiano
disputate da Boukary Dramè. Per lui
anche due reti prestigiose a Juventus
e Napoli.
5 Cassano (Parma), Denis (Atalanta),
Higuain (Napoli), Immobile (Torino),
Jorginho (Verona), Parolo (Parma),
Paulinho (Livorno), Toni (Verona), Vidal
(Juventus),
99. Le presenze prima di oggi in
gialloblu di Bostjan Cesar, 4 delle quali
in Coppa Italia. Il difensore sloveno ha
anche al suo attivo 5 reti complessive.
pagina 10
Foto: R. Udali
69. Quella di Lazarevic al Verona è
risultata la 69.ma segnatura in A di
un chievoveronese proveniente dalla
panchina.
4 Alvarez (Inter), Candreva (Lazio),
Conti (Cagliari), Eder (Sampdoria),
Florenzi (Roma), Gabbiadini (Sampdoria), Pogba (Juventus), Zaza (Sassuolo),
Bostjan Cesar, 99 le sue presenze in gialloblù
pagina 11
ChievoVerona vs Livorno - Serie A TIM 2013/14 giornata numero 14
ChievoVerona vs Livorno - Serie A TIM 2013/14 giornata numero 14
23 novembre 2013
gallery
Le emozioni dell’undicesima stracittadina della storia tra il ChievoVerona e l’Hellas Verona
pagina 12
renzo udali
pagina 13
ChievoVerona vs Livorno - Serie A TIM 2013/14 giornata numero 14
ChievoVerona vs Livorno - Serie A TIM 2013/14 giornata numero 14
A.S. Livorno
A.C. ChievoVerona
Allenatore: Davide Nicola
Allenatore: Eugenio Corini
N°
GIOCATORE
ANNO
PRESENZE
GOL
2013/14
AMM
ESP
MIN
NAZ
N°
PORTIERI
ANNO
PRESENZE
GOL
2013/14
AMM
ESP
MIN
NAZ
PORTIERI
1
PUGGIONI Christian
1981
13
-18
0
0
1240
ITA
37
ALDEGANI Gabriele
1976
0
0
0
0
0
ITA
18
SILVESTRI Marco
1991
0
0
0
0
0
ITA
22
ANANIA Luca
1980
0
0
0
0
0
ITA
28
SQUIZZI Lorenzo
1974
0
0
0
0
0
ITA
1
BARDI Francesco
1992
13
-20
1
0
1242
ITA
DE LUCIA Alfonso
1983
0
0
0
0
0
ITA
DIFENSORI
DIFENSORI
ALDROVANDI Simone
1994
0
0
0
0
0
ITA
BERNARDINI Alessandro
1987
4
0
0
0
360
ITA
17
CECCHERINI Federico
1992
13
0
0
0
1211
ITA
12
CESAR Bostjan
1982
12
1
6
0
1068
SLO
85
CODA Andrea
1985
11
0
4
0
981
ITA
4
CLAITON Machado
Dos Santos Claiton
1984
6
0
0
0
462
BRA
5
DECARLI Saulo
1992
0
0
0
0
0
SVI
23
EMERSON Ramos Borges
1980
12
1
2
0
962
BRA
3
GEMITI Giuseppe
1981
6
0
0
0
358
GER
11
LAMBRUGHI Alessandro
1987
3
0
0
0
131
ITA
15
MBAYE Ibrahima
1994
10
0
1
0
778
SEN
2
PICCINI Cristiano
1992
7
0
0
0
194
ITA
77
RINAUDO Leandro
1983
8
1
4
0
540
ITA
33
VALENTINI Nahuel
1988
4
0
0
0
298
ARG
2
3
DAINELLI Dario
1979
4
0
1
0
381
ITA
93
DRAME' Boukary
1985
10
0
2
0
877
FRA
21
FREY Nicolas Sebastien
1984
9
0
1
0
772
FRA
15
PAMIC Manuel
1986
3
0
0
0
207
CRO
33
PAPP Pual
1989
5
0
1
0
325
RO
17
SARDO Gennaro
1979
10
0
5
0
900
ITA
CENTROCAMPISTI
22
ACOSTY Boadu Maxwell
1991
6
0
1
0
106
GHA
9
BENTIVOGLIO Simone
1985
6
1
2
0
421
ITA
14
CALELLO Adrian
1987
0
0
0
0
0
ARG
20
ESTIGARRIBIA Marcelo
1987
11
0
2
0
728
PAR
56
HETEMAJ Perparim
1986
10
0
4
0
698
FIN
16
IMPROTA Riccardo
1993
3
0
0
0
103
ITA
6
KUPISZ Tomasz
1990
0
0
0
0
0
POL
7
LAZAREVIC Dejan
1990
2
1
0
0
74
SLO
8
RADOVANOVIC Ivan
1988
11
0
3
0
899
SER
27
RIGONI Luca
1984
12
1
6
0
1143
ITA
10
SESTU Alessio
1983
8
0
3
0
420
ITA
attaccanti
90
ARDEMAGNI Matteo
1987
1
0
0
0
23
ITA
43
PALOSCHI Alberto
1990
12
2
0
0
1013
ITA
31
PELLISSIER Sergio
1979
11
1
3
1
529
ITA
11
SAMASSA Mahamadou
1986
1
0
0
0
7
FRA
77
THEREAU Cyril
1983
12
1
1
0
884
FRA
95
DA SILVA Victor Matheus
1995
0
0
0
0
0
BRA
CENTROCAMPISTI
7
BELINGHERI Luca
1983
4
0
0
0
139
ITA
24
BENASSI Marco
1994
2
0
0
0
113
ITA
27
BIAGIANTI Marco
1984
5
0
0
0
364
ITA
41
DUNCAN Joseph Alfred
1993
10
0
3
0
607
GHA
19
GRECO Leandro
1986
11
2
5
0
927
ITA
10
LUCI Andrea
1985
13
1
4
0
1214
ITA
14
MOSQUERA Jonny Ferney Mena
1991
0
0
0
0
0
COL
28
SCHIATTARELLA Pasquale
1987
12
0
5
0
1114
ITA
1993
4
0
1
0
65
COL
attaccanti
29
BORJA HERNANDEZ Miguel Angel
8
DIONISI Federico
1987
1
0
0
0
33
ITA
20
EMEGHARA Innocent
1989
12
1
2
0
809
SVI
9
PAULINHO Paulo Sergio Betanin
1986
12
5
4
0
1148
BRA
26
SILIGARDI Luca
1988
9
1
1
0
434
ITA
C
pagina 14
GIOCATORE
M
Y
CM
MY
CY CMY
K
pagina 15
ChievoVerona vs Livorno - Serie A TIM 2013/14 giornata numero 14
le partite del chievo
in diretta radio!
ChievoVerona vs Livorno - Serie A TIM 2013/14 giornata numero 14
c’era una volta
chievo - livorno
I precedenti tra gialloblu e amaranto
Nemmeno esperti draghi dell’area di rigore,
ori olimpici e Presidenti della Repubblica
hanno saputo dare al Livorno la forza di
sconfiggere il ChievoVerona. Nei sin qui otto
precedenti infatti, i labronici hanno raccolto
solo un unico punto, frutto del pareggio
ottenuto a reti inviolate tra le mura amiche
nella stagione 2005-’06. Il primo incrocio
assoluto tra le due si era avuto però già
l’annata precedente quando la società toscana era tornata a calcare i palcoscenici della
Serie A dopo ben 55 anni. Così, quel 19 settembre, lo stadio ‘Armando Picchi’ celebrava
quello storico frangente ospitando proprio il
ChievoVerona, guidato da Mario Beretta. Sugli spalti gremiti, anche due livornesi insigni:
l’allora Presidente della Repubblica Carlo
Azeglio Ciampi e il pluripremiato schermidore Aldo Montano. Livornese adottivo
ma certo non meno insigne era in campo
Igor Protti, top scorer amaranto di sempre.
Sua la rete che, dopo pochi minuti, diede il
via alla saga. Per nulla intimoriti i gialloblu
ottennero prima il pari con Federico Cossato
e quindi i tre punti grazie a un’incertezza
di Amelia su una conclusione di Semioli. Il
retour-match veniva deciso da un’acrobazia
di Tiribocchi. Quasi sempre infatti sono stati
grandi attaccanti a entrare nel tabellino delle
sfide sull’asse Verona-Livorno. Uno di questi
è Victor Nsofor Obinna. Fu un suo rigore
- dopo i goal di Amauri e Lucarelli - a determinare il risultato del 2 aprile 2006, con le
due squadre sorprendentemente nei quartieri alti della classifica (rispettivamente al 6°
e all’8° posto) e divise da un solo punto. Fu
una sua doppietta esterna a rilanciare l’anno
seguente le speranze di una salvezza che
marco sancassani
- ahinoi - non giunse nonostante il bis casalingo (2-1: Lucarelli, Pellissier e Bogdani). Le
inopinate retrocessioni a distanza, portarono
poi Chievo e Livorno a incontrarsi solamente
nel corso del torneo 2009-’10 quando un
doppio 2-0 firmato da Rigoni-Bentivoglio e
Pellissier-Abbruscato fece rispettare la tradizione. Appartiene infine a un’agostana sera
di Coppa Italia, l’ultimo incrocio tra le due
odierne avversarie, avvenuto due stagioni or
sono: un colpo di testa di Cesar consegnò al
Chievo la qualificazione.
Il bilancio complessivo
Competizione
Serie A
C. Italia
Totali
G
V
N
P
F
S
C
4
4
0
0
7
2
F
4
3
1
0
6
1
Tot
8
7
1
0
13
3
C
1
1
0
0
0
0
9
8
1
0
13
3
diamo
i numeri
3. Le reti siglate da Obinna. Il nigeriano è il miglior marcatore interno alla
sfida.
3. I goal complessivi realizzati dal
Livorno: uno da Protti, due da A.
Lucarelli.
Foto: R. Gandolfi
Foto: R. Gandolfi
9. Le gare totali: 8 in Serie A, 1 in
Coppa Italia.
ristorante
verona 87.5 fm stereo
Dossobuono (VR) - Via Cavour, 40
Tel. 045 513038
radio ufficiale
a.c. chievoverona
pagina 16
13. I giocatori del Chievo andati a
bersaglio.
Chiuso il mercoledì
ristorante
pagina 17
ChievoVerona vs Livorno - Serie A TIM 2013/14 giornata numero 14
ChievoVerona vs Livorno - Serie A TIM 2013/14 giornata numero 14
Il dodicesimo
uomo
I tifosi del ChievoVerona e la loro passione
Tutti insieme, sotto la curva. Al fischio finale
del match contro l’Hellas, il ChievoVerona si
è stretto in un grande abbraccio collettivo.
Giocatori, tecnici e tifosi uniti nella festa.
Luca Rigoni e compagni non hanno impiegato più di un secondo a correre verso il
settore occupato dai sostenitori gialloblù per
condividere con loro la vittoria nel derby.
Perché se sul prato verde la squadra di Luca
Campedelli ha offerto una prova gagliarda,
perfetta dal punto di vista tattico, maschia
quanto corretta, sugli spalti i tifosi del ChievoVerona, ancora una volta, non sono stati
da meno. Il sostegno trasmesso in tutti i
novanta minuti è stato un valore aggiunto. A
loro non poteva non andare il primo pensiero di Eugenio Corini e dei suoi uomini. Oltre
a raggiungerli nei festeggiamenti, hanno
voluto ringraziarli per il magnifico supporto
ricevuto nel corso della gara. Il Bentegodi
non è configurato come altri stadi in cui il
contatto tra gradinate e campo è diretto,
ma il calore proveniente dalla Curva Nord
si è ben percepito fin sul terreno di gioco.
“Peccato solo che non fossero più vicini,
avremmo potuto regalargli qualche maglia!”,
sono state le prime parole di un raggiante
Cyril Théréau alla fine del match.
il campionato sia lungo, in questo momento
particolare, aldilà della rivalità cittadina, il
derby rappresentava soprattutto un delicato
crocevia per il prosieguo della stagione
anche per le eventuali ricadute morali a seconda del risultato. In questo senso la partecipazione sia fisica che vocale dei supporter
paolo sacchi
chievoveronesi è stata fondamentale, come
peraltro lo sarà fino all’ultima giornata di
questo torneo tanto appassionante quanto
difficile.
A dire il vero il sostegno della tifoseria
gialloblù, nelle sue varie anime, è sempre co-
stante, al Bentegodi come lontano da casa.
La partita con l’Hellas si aggiunge ad altre rimaste incancellabili nella memoria collettiva.
Da Chievo-Salernitana della promozione in A
fno a quel magico pomeriggio di Carrara nel
1993, per non dimenticare due delle tante
visite a Firenze nello scorso decennio, quella
del debutto nella massima serie e quella
della salvezza del 2010 con Pellissier e Sardo
sugli scudi; e ancora la serata memorabile
della vittoria per 2-1 sull’Inter a San Siro, la
prima trasferta europea con la Stella Rossa
al Maracanà di Belgrado. Per non dire, nei
momenti meno felici, del sentimento di
vicinanza verso la squadra, come a Bologna
nel 2007. Se il risultato sul campo ha indubbiamente un peso specifico importante nel
rendere ‘storiche’ alcune gare, non possono
non restare incancellabili i tanti momenti di
amicizia con le tifoserie avversarie che, di
fatto, rendono speciale la tifoseria gialloblù.
Speciale per gli adulti, con gli appuntamenti
enogastronomici nei pre e post partita in
tutta Italia, ma anche per i bambini, come,
ultimi in ordine di tempo, gli incontri con i
piccoli sostenitori del Genoa possono testimoniare.
hanno mai fatto mancare la loro presenza e
il loro sostegno, sempre rispettando i principi
di lealtà, correttezza e rispetto. Valori universalmente riconosciuti che il ChievoVerona, sia a livello di Società che di tifoseria, da
sempre li ha fatto propri e nel corso degli
anni è stato in prima linea nel sostenerli,
come dimostrano le vittorie consecutive del
Trofeo “Gaetano Scirea”. Per questo motivo
a tutto il pubblico gialloblù è destinato un
grande, sentito applauso da parte della
Società e della squadra. Il ChievoVerona è
orgoglioso dei propri tifosi.
Talvolta in condizioni difficoltose, sobbarcandosi ore e costi di viaggio verso città
lontane dal Veneto, i tifosi gialloblù non
Che quello di sabato scorso fosse un appuntamento speciale, si sapeva. Per quanto
INDUSTRIA GRAFICA
Stampa di opuscoli, libri, listini o depliant di qualità in
vari formati. Lavori di grandi quantità per la grande
distribuzione, stampati e confezionati in rotooffset.
Area marketing Dolci Primo 3298169538
35035 Mestrino - Padova - Italia - via Bologna 1/2
Tel. 049 9001060 - Fax 049 9001909
www.centrooffset.com
pagina 18
pagina 19
ChievoVerona vs Livorno - Serie A TIM 2013/14 giornata numero 14
ChievoVerona vs Livorno - Serie A TIM 2013/14 giornata numero 14
notizie
in gialloblu
Fatti, informazioni e curiosità dal pianeta chievoveronese
Ritorna la coppa
Sono state diramate dalla Lega Calcio le
date degli incontri relativi al IV° turno eliminatorio della Coppa Italia - TIM Cup. Dopo
il vittorioso esordio con l’Empoli giocato al
‘Menti’ di Vicenza, il ChievoVerona tornerà a
calcare il terreno del ‘Bentegodi’ già mercoledì 4 dicembre quando ospiterà la Reggina.
L’incontro in gara unica avrà inizio alle ore
17 e porterà la vincente a sfidare - in trasferta - la Fiorentina. Diventano così cinque
le sfide tra il Chievo e la compagine calabra
nella seconda manifestazione nazionale in
cui il bilancio è di assoluta parità: 1 successo
a testa e 2 pareggi frutto di 5 reti ciascuna.
Due i passaggi del turno guadagnati dai
gialloblù, 1 dagli amaranto.
Paloschi guida il ‘Cangrande’
È l’attaccante di Chiari l’attuale capolista del
‘Cangrande del Bentegodi’, il trofeo messo in
palio dalla Confcommercio di Verona che da
13 stagioni premia il giocatore del Chievo più
votato in occasione delle partite casalinghe.
Per partecipare è sufficiente inviare una mail
con i propri dati e la propria preferenza a
[email protected]
Una ‘Stella’ per gli ‘Amici’
Un’amicizia radicata negli anni che nemmeno
l’importanza del risultato per entrambe le
tifoserie ha rischiato di scalfire. Il prepartita
del recente match con il Milan è stato così
caratterizzato anche dall’incontro tra alcuni
rappresentanti degli ‘Amici del Chievo’ e
una delegazione del club femminile ‘Stella’ di
Saronno concluso con il consueto scambio di
doni e cordialità.
SEDE CHIEVOVERONA - Via L. Galvani, 3 - 37138 Verona - tel. 045.575779/89 - dalle 9.00 alle 13.00 - dalle 14.30 alle 18.30
gIVOVA pOINt VERONA - Via Nino Bixio 12, angolo via Bezzecca 5A, Verona
pAluANI lIfE - Via Aerop. A. Berardi, 37 - Chievo (VR) tel./fax. 045.57.24.02 - mob. 347.86.20869 - [email protected]
marco sancassani
Sergio superstar
Sergio Pellissier sempre nei cuori di tifosi
e tifose. Lo scorso 20 novembre il bomber
gialloblu è stato ospite di una serata conviviale organizzata appositamente in suo
onore cui ha partecipato una cinquantina di
persone. Con la consueta disponibilità, dopo
essere stato omaggiato di una targa ricordo
e due quadri, Pellissier - festeggiatissimo - si
è intrattenuto con i gli intervenuti per autografi e foto di rito.
Chievo on the road
Una prima assoluta a livello di Serie A
l’incontro che i ragazzi di mister Corini
disputeranno domenica prossima lontano da
casa. A riceverli, al ‘Mapei Stadium’ di Reggio
Emilia, sarà infatti il Sassuolo. Nell’occasione
di una gara tanto delicata, il Coordinamento
Amici del Chievo’ organizzerà pertanto la
trasferta al seguito i cui dettagli saranno diramati tramite il sito internet amicichievo.it,
la pagina facebook/amici.chievo e il recapito
telefonico 342013934, numero valido anche
per eventuali adesioni. Non mancate!
Agenda gialloblù
Due gli appuntamenti che prossimamente
animeranno il mondo dei tifosi chievoveronesi. Martedì 10 p.v. infatti sono in programma le cene sociali dei club S. Giovanni
Lupatoto e Paluani Life, alle quali interverranno alcuni giocatori e dirigenti dell’A.C.
ChievoVerona. Chi volesse , può contattare
per dettagli e adesioni il 349-8475484 (C.C.
S. Giovanni) o il 335-81-40686 e il 3458220877 (Paluani Life).
Ristrutturare
e’ sempre stata
la nostra passione.
Passaparola!
tel. 370 -7241751
pagina 20
pagina 21
settore
giovanile
La Primavera e gli Allievi Nazionali: il punto della situazione
ContoCorrente
dino guerrini
PRIMAVERA
La scalata dei gialloblù
Sette vittorie (tra cui quella prestigiosa in
casa contro il Milan), un pareggio e una
sconfitta, dopo nove giornate di campionato. È questo l’invidiabile ruolino di marcia
della Primavera gialloblù allenata da Paolo
Nicolato, che dopo le semifinali raggiunte
l’anno scorso vuole continuare a stupire
anche quest’anno. Sugli scudi c’è senz’altro
lui, Victor Da Silva. L’attaccante brasiliano è
il capocannoniere del campionato Primavera
con 12 reti segnate, spesso decisive. Ma è
l’intera squadra a convincere, nonostante
siamo ancora ad inizio stagione. In classifica
i gialloblù tallonano in seconda posizione
l’Atalanta, prima con 23 punti, uno solo in
più del ChievoVerona.
The Van Group
ChievoVerona vs Livorno - Serie A TIM 2013/14 giornata numero 14
Non fartelo scappare
➜ ZERO BOLLI fino al 2015
su conto corrente e deposito titoli
➜ ZERO SPESE ➜
per tutte le operazioni
➜ ZERO COSTI ➜
per il prelievo
Bancomat ovunque
ALLIEVI NAZIONALI
Nel gruppo delle inseguitrici
Sette vittorie e quattro sconfitte. Non
conoscono vie di mezzo gli Allievi Nazionali
di Marco Fioretto, che occupano la quarta
posizione in classifica dietro a Inter, Milan
e Varese. I nerazzurri, per la verità, stanno
disputando una corsa a parte: undici vittorie
in altrettante giornate di campionato. Le
altre, Chievo in primis, se la giocano. Ma
a differenza di molte altre avversarie, i
gialloblù giocano con una squadra mista di
ragazzi nati nel 1998 e nel 1997. L’obiettivo
principale, d’altra parte, non è solo il risultato
della domenica. Quello potrà arrivare solo
attraverso la crescita umana e sportiva del
gruppo allenato da Fioretto. Il bilancio finale,
infatti, terrà conto anche e soprattutto di
questi aspetti.
ALLIEVI NAZIONALI B
A caccia del primo posto
Campionato equilibrato, insidie ogni domenica e risultati sempre in bilico. Sono questi
i fattori che hanno caratterizzato la prima
parte della stagione affrontata dagli Allievi
Nazionali B del ChievoVerona. In panchina
Dario Lazzarin ha preso il posto di Fabio
Moro, richiamato in Prima squadra come
collaboratore tecnico di Eugenio Corini.
La classifica è cortissima: guidano in testa
Vicenza Calcio e Mantova a 21 punti, segue
il ChievoVerona a 20 punti e Bassano Virtus
e Unione Venezia a 19. A impreziosire questa
nobile classifica un fattore: spesso la squadra
gialloblù gioca con avversari di un anno più
grandi. Solo Padova, Hellas Verona e Cittadella giocano con i pari età del Chievo, ma si
trovano tutte e tre in fondo alla classifica.
pagina 22
Offerta esclusiva riservata a nuovi clienti. Messaggio pubblicitario con finalità promozionale. Per le condizioni contrattuali fanno riferimento i fogli informativi
disponibili sul sito www.youbanking.it Per l’apertura Deposito titoli è necessario aprire un ContoCorrente Youbanking e rivolgersi alla filiale selezionata in fase di apertura online.
L’offerta relativa al Deposito titoli è valida fino al 30/06/2015.
Il primo internet banking con dentro la tua filiale.
Scoprilo su www.youbanking.it
23 novembre 2013
Author
Document
Category
Uncategorized
Views
0
File Size
14 130 KB
Tags
1/--pages
Report inappropriate content