close

Enter

Log in using OpenID

Cv Barbera Bruno

embedDownload
Curriculum Vitae
Dati personali
Bruno Barbera
Indirizzo, Via Pozzicello n. 53 - Gallico, Reggio Calabria - CAP 89135
Telefono, 0965.372618
fax 0965.372618
[email protected]
Cittadinanza, Italiana
Data di nascita, 15 marzo 1950
Sesso, maschile
Occupazione attuale
Direttore e Coordinatore Scientifico del Centro di Eccellenza SATNet “Network Sostenibilità
Ambientale e Territoriale”
Centro Specializzato Regionale con competenze specialistiche sui temi della Sostenibilità, della
misura, valutazione e mitigazione dei rischi relativi ai cambiamenti ambientali in sede locale (global
change), al fenomeno della desertificazione e del depauperamento della biodiversità nell’ottica
della qualità della vita; persegue l’obiettivo di realizzare un network tra Regione, Università, Enti
pubblici e privati afferenti la ricerca scientifica in campo ambientale; realizza ed implementa il
Geoportale
dei
Informativo
per
dati
la
ambientali
gestione
dei
dell’ARPACal;
dati
progetta,
ambientali
realizza
dell’ARPACal,
ed
con
implementa
acclusa
il
Sistema
piattaforma
per
il
reporting ambientale; promuove l’aggiornamento metodologico permanente sui sistemi informativi
ambientali; svolge funzioni di supporto alle decisioni della Direzione Generale nei campi della
ricerca
applicata
e
dell’innovazione
tecnologica;
è
centro
di
riferimento
dell’Agenzia
per
l’applicazione del D.Lgs 32/2010, in attuazione della Direttiva INSPIRE; cura i rapporti con il
MATTM e con l’ISPRA per le materie di riferimento.
Esperienza professionale
•
•
-
1977
1977/2001
•
1977/1982
•
1978
•
•
•
•
-
1979
1983
1986/1994
/
1988 2001
-
Iscritto con il N° 88 all’Albo degli Architetti della Provincia di Reggio Calabria
-
Titolare
dello
studio
tecnico,
Progettazione
Architettonica
ed
urbanistica,
Corso
Garibaldi 154,
Docente aggiunto alla Cattedra di Storia dell’Architettura dell’Università di Reggio
Calabria;
Istituto di Critica dell’Università degli Studi di Reggio Calabria
- coordinamento
schedatura Edifici Storici della città di Reggio Calabria;
Istituto di
Critica
dell’Università
degli Studi di
Reggio
Calabria
- coordinamento
attività di ricerca Archeologie Industriali in Calabria;
Componente del Comitato Tecnico. Associazione “Amici del Mare”
Responsabile della Sezione Ambiente e Territorio de
Direttore
Generale
Scientifica
ed
Alta
del
Consorzio
Formazione,
Universitario
composto
da
“II Carro di Tespi”.
“Labtegnos”,
Università,
Esercente
Enti
pubblici
Ricerca
e
privati
(Università degli studi “Mediterranea” di Reggio Calabria, Università della Calabria
(UNICAL),
Università
di
Messina,
Università
per
Stranieri
di
Reggio
Calabria,
Provincia e Camera di Commercio di Reggio Calabria.
•
1992/1994
-
•
1998/1999
-
•
1998/2000
-
Responsabile per lo sviluppo e la pianificazione ambientale e territoriale del C.A.L.”
Coordinamento Associazioni e Liberi Cittadini.
Collaboratore scientifico del Laboratorio di Cartografia del Dipartimento di Botanica
dell’Università degli Studi di Catania.
Collaboratore scientifico dell’Unità Operativa CNR - M.I.A.S. – Sistemi Informativi
Ambientali Speditivi, nell’ambito del Progetto Strategico Clima, Ambiente e Territorio
nel Mezzogiorno “
CNR/L.A.R.A,
Clima, Ambiente e Territorio nel Mezzogiorno
Laboratorio
Aereo
Ricerche
Ambientali,
” e dei rapporti con il
sezione
dell’Istituto
di
Inquinamento Atmosferico del CNR in Pomezia
•
2002/2004
-
Commissario dell’Agenzia per la protezione dell’Ambiente della Regione Calabria ARPACal, con i poteri del Direttore Generale.
•
2005
-
Direttore
Generale
dell’Agenzia
per
la
protezione
dell’Ambiente
della
Regione
Calabria - ARPACal.
•
•
2006
-
Componente del Comitato Scientifico di Ageing Society-Osservatorio Terza Età
2006
-
Responsabile dell’Organizzazione del Dipartimento per le Politiche Ambientali della
•
2007
-
Ageing Society.
Componente della cabina di regia delle Politiche Sociali di AN - Housing sociale e
governo del Territorio.
•
2010/2014
-
Direttore/CS del Centro di Eccellenza “
e Territoriale
SATNet Network in Sostenibilità ambientale
” - Agenzia per la Protezione dell’Ambiente della Regione Calabria,
ARPACal - Posizione lavorativa attuale.
Istruzione e formazione
diploma, laurea, internati, corsi
•
•
•
1968
- Diploma di maturità classica - Liceo classico Tommaso Campanella di Reggio Cal.
1976
- Stage presso l’Istituto di Fisica Tecnica ed Impianti
1976
-
Università
degli
sperimentale
studi
di
Firenze
-
Laureato
dell’Università di Firenze.
in
Architettura
discutendo
la
tesi
“Applicazione nuove Tecnologie in Architettura, risparmio energetico
e fonti energetiche rinnovabili”
• 1977/80
Capacità/competenze personali
esperienze scientifiche
e professionali
- Università degli Studi Federico II di Napoli
Experting , capacità e competenze desumibili da
scientifiche e manageriali maturate in oltre
- corso in Beni Culturali
esperienze professionali, universitarie e da attività
21 anni di Dirigenza apicale e/o di Strutture complesse
in Enti, pubblici e/o di diritto pubblico maturate in:.
•
•
•
•
•
Storia dell’Architettura, Beni Culturali ed
Archeologia Industriale
•
•
•
Gestione di risorse umane e di risorse economiche
•
Pianificazione,
Ambiente, climatologia e desertificazione, valutazione di impatto Ambientale
Cartografia Tematica Ecologica
Piani di sviluppo Territoriali e sviluppo sostenibile
Progettazione, Organizzazione e Gestione di studi, ricerche e progetti integrati nel campo Beni
culturali,
ambiente, clima ed urbanistica,
Management nella Ricerca Scientifica, nell’alta formazione e nella Pianificazione T.O.
Progettazione, Organizzazione e Gestione di manifestazioni nazionali ed internazionali nel
settore della Cultura e dello sport
progettazione
B/MEDOCC, LIFE e
Strategica
e
gestione
programmi
comunitari
INTERREG
III
Programmi comunitari Regionali (Settore: Ambientale, Territoriale, Beni
Culturali) e di pianificazione e progettazione di Piani di sviluppo socio economico e per attività
collettive e produttive e per il tempo libero
•
Pianificazione e programmazione Sistemi informativi Territoriali, archivi elettronici e base dati
•
•
•
•
Progettazione grafica computerizzata
geo-referenziate
Attività Universitaria
•
Progettazione tecnico/ingegneristica con programmi CAD
Comunicazione scientifica e
multimediale
Marketing e Public Relations
Università degli Studi di Firenze Internato
presso
Composizione
l’istituto
di
Architettonica.
1975 -1976
Fisica
Tecnica
Attività:
ed
Impianti
sperimentazione
su
in
collaborazione
nuove
tecnologie
con
l’Istituto
alternative
per
di
il
risparmio energetico applicate all’edilizia pubblica.
•
Università degli Studi di Reggio Calabria
– 1077 - 1980
Istituto di Critica – Professore aggiunto alla Cattedra di Storia dell’Architettura - Attività: docenza,
esami, attività scientifica e di ricerca fra cui si citano:
-
S
chedatura dei Monumenti nella Città di Reggio Calabria -
Committente Ministero dei Beni
Culturali – Soprintendenza Regione Calabria. Attuatore Istituto di Critica, cattedra di Storia
dell’Architettura dell’ Università degli Studi di Reggio Calabria.
-
Archeologia industriale in Calabria - Le Ferriere di Mongiana
- Studi e ricerche sulle acciaierie
di Mongiana Calabra, sviluppate nell’ambito del Corso di Laurea di Storia dell’Architettura,
Istituto di Critica, Università degli Studi di Reggio Calabria
•
Università’ degli Studi di Catania
1999 - 2004
Istituto Superiore per la Formazione di Eccellenza dell’Università degli Studi di Catania Seminari -
-
Attività:
Tutoraggio e Coordinamento Ricerche, fra cui:
Coordinamento t/o Master
Procedure di valutazione D’impatto Ambientale
Principi di Valutazione d’Impatto Ambientale
Seminari nell’ambito della disciplina
per il Corso di
Laurea in Scienze Biologiche presso la Facoltà di Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali
dell'Università degli Studi di Catania.
-
Seminari nell’ambito della disciplina
Fondamenti Valutazione d’Impatto Ambientale
per il Corso
di Laurea in Scienze Naturali presso la Facoltà di Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali
dell'Università di Catania.
-
Coordinamento t/o del Progetto di Adeguamento della Discarica R.S.U. Motta S. Anastasia CT.
Coordinamento t/o stage sulle tematiche di gestione dei rifiuti e sviluppo di tecnologie per la
ricerca di energie alternative eco-compatibili del convegno mondiale
international waste management and landfill symposium”,
-
Tutor Corso di Laurea in Scienze Naturali dell’Università degli Studi di Catania Facoltà di
Scienze
Matematiche,
Fisiche
accademico 2002 - 2003 -
su base climatica
-
Sardinia 2001 “eighth
ottobre 2001
e
Naturali.
Tesista
Terry
Rosa
Concetta
Mammano,
anno
Contributo allo studio del fenomeno della desertificazione in Calabria
Tutor Corso di Laurea in Scienze Naturali dell’Università degli Studi di Catania Facoltà di
Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali. Tesista Rosa Alba Maria Grasso, anno accademico
2002 – 2003 -
Stabilità climatica in Calabria individuazione di aree rappresentative
.
-
Tutor Corso di Laurea in Scienze Biologiche dell’Università degli Studi di Catania Facoltà di
Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali. Tesista Cristina Augusto. Anno Accademico 2002 -
Contributo allo sviluppo della Carta del grado di desertificazione su base climatica della
Regione Calabria
2003.
-
Tutor Corso di Laurea in Scienze Naturali dell’Università degli Studi di Catania Facoltà di
Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali.. Tesista Claudia Pulvirenti. Anno Accademico 2003 2004,
-
Contributo alla Caratterizzazione del fenomeno erosività in Calabria
.
Tutor Corso di Laurea in Scienze Naturali dell’Università degli Studi di Catania Facoltà di
Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali.. Tesista Marcello Torresi. Anno Accademico 2003 –
2004,
-
Contributo alla Caratterizzazione dell'arido-umidità in Calabria secondo Thornthwaite
.
Tutor Corso di Laurea in Scienze Naturali dell’Università degli Studi di Catania Facoltà di
Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali. Tesista Serena Musumeci. Anno Accademico 2003 –
2004.
Collaborazioni scientifiche
Contributo all’impronta ecologica della provincia di Vibo Valentia
.
CNR-M.I.A.S Unità Operativa - Sistemi Informativi Ambientali Speditivi del Progetto Strategico
Clima, Ambiente e Territorio nel Mezzogiorno del Consiglio Nazionale delle Ricerche
•
;
collaborazione c/o il Dipartimento di Botanica Laboratorio di Cartografia, Facoltà di Scienze
Università di Catania, per lo sviluppo di procedure e metodologie su rilevanti problematiche
ambientali:
rifiuti,
discariche
ed
inquinamenti
ambientali,
Clima, Ambiente e Territorio nel Mezzogiorno.
cartografica secondo procedure speditive
” -
Apparati Paesistici Ecotopi
-
Bacino
Emergenze
–
nell’ambito
Sviluppo
di
“
del
Progetto
Strategico
Protocolli di rappresentazione
(Carta Agro - Pedo - Morfologica - Altimetrica -
Visuale - Clivometrica - Contrasti
Geologico/Strutturale
-
- Destinazioni
Geomorfologica
-
Urbanistiche -
Idrologica
-
Litotecnica
-
Naturalità (Artificialità) - Pedologica - Permeabilità e Reticolo Idrografico - Piano Paesistico Porosità
Paesistica
-
-
Sistema
Infrastrutturale
-
-
Stabilità
-
Stabilità
Ecologica
-
Unità
Paesistiche - Uso del Suolo - Vegetazione – Vulnerabilità, Falde Idriche, etc.).
CNR/L.A.R.A. Laboratorio Aereo Ricerche Ambientali Laboratorio Aereo Ricerche Ambientali
Cura
•
dei
rapporti
scientifica fra il M.I.A.S ed il CNR/L.A.R.A,
di
collaborazione
, nell’ambito del
Progetto Strategico Clima, Ambiente e Territorio nel Mezzogiorno del CNR, sezione dell’Istituto di
Inquinamento Atmosferico del CNR in Pomezia, capostipite di una nuova generazione di apparati
sensoriali iperspettrali aeromontati - MIVIS (Multispectral Infrared/Visible Imaging Spectrometer)
che ha soddisfatto un gran numero di richieste con riprese MIVIS su una vasta varietà di siti
oggetto di studio.
Deleghe, rappresentanze e
responsabilità Nazionali e/o Regionali
•
MATTM - Commissione V.I.A. Nazionale -
Delegato ai lavori della Commissione V.I.A. Nazionale,
Commissione Tecnica di Valutazione d'Impatto Ambientale (Ct
Ministero dell'Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare -
sullo Stretto di Messina”
Via-Vas) - tavolo Tecnico del
“Scooping per l’avvio lavori Ponte
- Maggio/luglio 2010”- progetto proposto dalla Società Stretto di Messina
S.p.A: valutazioni ed analisi ambientali connesse alla elaborazione del progetto definitivo. Ruolo:
Delegato dalla Agenzia per la Protezione dell’Ambiente della Calabria in seno alla CTV.
• MATTM - Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare
“
Accordo istituzionale MATTM/ARPA Calabria -
Responsabile dell’attività tecnico/scientifica ed
organizzativa nell’ambito del partenariato con il MATTM/Direzione Generale per la tutela del
territorio e delle risorse idriche - Geoportale Nazionale, ex sistema cartografico cooperante (SCC)
-
responsabile
dell’attuazione
dell’Agenzia, quale
del
Protocollo
d’Intesa
MATTM/ARPACal,
per
l’adesione
Ente cooperante, al GPN/SCC - avvio dell’interscambio dei dati nel Sistema
Cartografico Cooperante, nel rispetto dei principio di sussidiarietà ed acquisizione al patrimonio
Agenziale di importanti e potenti attrezzature Hardware e di numerosi Software per complessivi €
90.000,00.
•
MATTM - Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare - “Attuazione D.Lgs
32/2010 in ottemperanza alla Direttiva INSPIRE
”
-
Rappresentante
dell’ARPA
Calabria,
a
supporto della Regione Calabria, al Tavolo Tecnico convocato dal Ministero per la protezione
dell’Ambiente e la tutela del Territorio e del mare, per l’attuazione dell’Allegato Tecnico I°
al
D.Lgs 32/2010 in attuazione della Direttiva INSPIRE.
• MATTM
- Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare -
Responsabile per la
Calabria dell’attuazione del Progetto MIADRA - PON sicurezza 2007- 2013 – PST-A – Piano
Nazionale
di
Telerilevamento
-
Accordo
Presidenza del Consiglio dei Ministri
“
MIADRA
reati
di
Programma
MATTM,
Protezione
Regionale
dovuti
ad
Impatti
Civile,
Difesa
e
Responsabile per la Calabria dell’attuazione del Progetto
” - Monitoraggio degli Impatti Ambientali dovuti a Reati Ambientali
ambientali
• MATTM
-
Ambientali
-
allestimento
e
cura
“
dei
ai fini del contrasto ai
nuclei
Provinciali
e
del PCN in Calabria.
- Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare -
PON sicurezza 2007-
2013 - PST/A - Piano Nazionale di Telerilevamento - Accordo di Programma MATTM, Protezione
Civile, Difesa e Presidenza del Consiglio dei Ministri - Responsabile per la Calabria dell’attuazione
del Progetto “MIAPI - Monitoraggio Impatti Aree Inquinate e/o Potenzialmente Inquinate”
territorio
della
Regione
Calabria”
-
Collaborazione
con
il
MATTM
nella
elaborazione
nel
e
trasmissione shape file fondo Radioattivo e diti inquinati della regione Calabria - revisione ed
aggiornamento aree da tele rilevare - Implementazione Aree di volo - Sviluppo e trasmissione
della proposta di integrazione dell’ARPA Calabria - predisposizione del supporto alle
attività in
campo in collaborazione con gli Esperti delle ditte concessionarie e dei NOE ed allo sviluppo delle
attività analitiche.
• ISPRA
- Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale - Accordo istituzionale –
“
Responsabile
dell’attività
tecnico/scientifica
ed
organizzativa
nell’ambito
del
partenariato
con
l’ISPRA. Coordinatore del Tavolo Tecnico congiunto per l’adeguamento al D.Lgs 32/2010
in
attuazione della Direttiva INSPIRE - dei lavori del gruppo di lavoro congiunto ISPRA/SINANET ARPACAL/SATNET, prodromico alla formulazione dell’atto Aggiuntivo alla “Convenzione sul riuso
degli applicativi nel sistema delle Agenzie Ambientali -
open source”
e riuso SINANET, sottoscritta
fra tutte le ARPA e l’ISPRA il 17 dicembre 2007 - della realizzazione del prototipo di Sistema, in
attuazione
della
Direttiva
dell’attuazione
della
SIA/ARPACal
con
INSPIRE
Convenzione
il
SIRA/PFR
e
del
Portale
per
ISPRA/ARPACAL
della
Regione
il
reporting
per
la
Calabria
ambientale
realizzazione
per
la
ed
-
responsabile
integrazione
realizzazione
del
del
Sistema
Informativo per la gestione di dati ambientali da monitoraggio, con accluso Portale, sottoscritta a
seguito di ratifica con Delibera Commissariale n. 625/2011 - dell’attivazione presso la server farm
dell’ISPRA del prototipo di SIA - della realizzazione ed approvazione da parte di ISPRA del
Progetto
esecutivo
“Sistema
Informativo
Integrato,
per
la
Gestione
dei
Dati
Territoriali
e
del
Monitoraggio” realizzato dal SATNet /ARPACAL.
• POLO
Tecnologico Regione Calabria - Energie Rinnovabili, Efficienza Energetica e Tecnologie
per la Gestione Sostenibile delle Risorse Ambientali”, Ente gestore NET scarl .
Accordo
istituzionale,
Responsabile
attuazione
Protocollo
d’intesa
ARPACAL/POLO
NET
per
l’implementazione del Geoportale dei dati Ambientali ARPACal, compresi Catasti, Cataloghi ed
interoperabilità dei dati. Ruolo: Responsabile dell’Attuazione del Protocollo.
• REGIONE
CALABRIA - Programmazione fondi Comunitari 2014 - 20120 - Redazione del DOS
(Documento di Organizzazione Strategica ) -
Delegato ARPACal al Partenariato Regionale -
Popolamento Draft DOS e redazione 9 schede di rilevazione/proposta.
Progetti Legislativi
•
“Progetto Legge Regionale sull’Inquinamento Acustico” -
Committente: Presidente della Giunta
Regionale. Attuatore: ARPACal / Nucleo Multidisciplinare. Ruolo: Coordinamento generale del
Progetto di Legge sviluppato in 2 Capi e 21 Articoli
•
“
Progetto di Legge Regionale V.I.A.” -
Sostenibile,
Ambiente.
ARPACal/Nucleo
sviluppato
in
6
Multidisciplinare.
titoli
e
Certificazione
Committente:
29
articoli
Presidente
Ruolo:
-
Ambientale,
della
Coordinamento
“Norme
Sulla
Inquinamento,
Giunta
generale
Protezione
Regionale.
del
Progetto
Ambientale
e
Sviluppo
Attuatore:
di
Tutela
Legge
Sanitaria
dall’esposizione ai Campi Elettrici Magnetici ed Elettromagnetici”- PROGRAMMA REGIONALE
“PREVISIONE
Regione
E
PREVENZIONE”
Calabria
Presidente
della
-
-
Coordinamento
Giunta
Art.
4
Legge
cartografico
Regionale.
e
Attuatore:
225/92
-
Comma
supervisione
del
ARPACal/Nucleo
1
-
Protezione
Progetto
-
Civile
-
Committente:
Multidisciplinare.
Ruolo
Coordinamento generale del Progetto di Legge Regionale sviluppato in 11 articoli.
Progetti internazionali finanziati da
Fondi Comunitari
•
“Reumatologica Grecanica” P.O.P. Calabria 94 - 99,
4.4.
(INTERREG e POR)
Committente:
Termoudometria:
Regione
Calabria,
Temperature
Attuatore:
mensili
Ricerca Scientifica e Tecnologica”, Misura
Consorzio
1921-1990.
LABTEGNOS.
Precipitazioni
Realizzazione:
mensili
1921-1990.
Caratterizzazione del Clima della regione Calabria - indici Climatici: Aridità 1921-1990, Siccità
1921-1990,
Erosività
1921-1990.
Caratterizzazione
Clima
Calabria
-
dell’Atlante
Climatico:
Pluviometria, Termometria, Aridità, Siccità, Erosività" - Ruolo: Progettista e Coordinatore Tecnico
Organizzativo, responsabile
Scientifico della Fase
B,
Territoriale, e Coordinatore dell’Atlante
Cartografico della Ricerca.
•
“Hydroptimet“ - INTERREG III B - MEDOCC” -
Progetto
transnazionale
-
Coordinamento
dell’Atlante della TERMOUDOMETRIA costituito da n° 26 Carte Tematiche (Niccoli, Piccione,
Barbera ed altri).
•
“Sedemed” - INTERREG III B - MEDOCC dell’ARIDO
UMIDITA’
E
SICCITA’,
Progetto transnazionale - Coordinamento dell’Atlante
costituito
da
n°
20
Carte
Tematiche
(Niccoli,
Piccione,
Barbera ed altri).
•
”Desertnet” - INTERREG III B - MEDOCC -
Progetto transnazionale - Coordinamento dell’Atlante
del RISCIO DESERTIFICAZIONE costituito da n° 13 Carte Tematiche (Niccoli, Piccione, Barbera
ed altri).
•
“Rinamed” INTERREG III B - MEDOCC NATURALI
IN
CALABRIA
-
Documentario Scientifico.
Progettazione e realizzazione Studi e
ricerche e/o consulenza nei settori
:
beni culturali, urbanistica,
Interventi significativi nei Settori:
1. Beni Culturali
Coordinatore
Progetto
e
transnazionale
consulente
scientifico
“FENOMENI
per
la
E
RISCHI
Produzione
del
orientamento e lavoro,
protezione civile, agricoltura,
ambiente, desertificazione,
clima, ecologica e naturalità
“
•
Creazione di un centro per l’arte contemporanea in Calabria
Finanziamento:
Labtegnos
-
POP/Calabria
tipologia
94/96,
attività:
misura
Ricerca
4.4.
-
” - Committente: Regione Calabria -
Ente
Scientifica
e
attuatore:
Consorzio
Universitario
-
responsabile
Tecnologica
Ruolo:
Pianificazione Tecnica e Organizzativa.
"
•
Valutazione del patrimonio di archeologia industriale in Calabria” -
Committente
Regione
Calabria - Finanziamento: POP/Calabria 94/96, misura 4.4. - Committente: Regione Calabria finanziamento
Labtegnos
-
POP/Calabria
tipologia
94/96,
attività:
misura
Ricerca
4.4.
-
Ente
Scientifica
e
attuatore:
Consorzio
Tecnologica
-
Ruolo:
Universitario
responsabile
Pianificazione Tecnica e Organizzativa.
•
“
Schedatura dei Monumenti città di Reggio Calabria”
dell’Università.
Committente:
Soprintendenza
Beni
Finanziamento: Ministero della Ricerca e
ambientali
Regione
Calabria.
Attuatore:
Università degli Studi di Reggio Calabria, Istituto di Critica, Cattedra Storia dell’Architettura. Ruolo
Coordinamento Scientifico ed Organizzativo.
•
“Le ferriere di Mongiana
” - Finanziamento: Ministero della Ricerca e dell’Università. Committente:
Soprintendenza Beni ambientali Regione Calabria. Attuatore: Università degli Studi di Reggio
Calabria, Istituto di Critica, Cattedra Storia dell’Architettura. Ruolo Coordinamento Scientifico ed
Organizzativo.
•
Archeologia industriale in Calabria
” - Finanziamento: Ministero della Ricerca e dell’Università.
Committente: Soprintendenza Beni ambientali Regione Calabria. Attuatore: Università degli Studi
di
Reggio
Calabria,
Istituto
di
Critica,
Cattedra
Storia
dell’Architettura.
Ruolo
Coordinamento
Scientifico ed Organizzativo.
2. Urbanistico/Territoriali
obilità pedonale nella città di Reggio Calabria
•
“M
”
–
Progetto/Studio
per
l’organizzazione
del
trasporto pedonale integrato urbano – Committente: Assessorato trasporti Comune di Reggio
Calabria. Ruolo: Redattore della Proposta e Redattore del Progetto.
•
“
Reggio Mare 2000
” - Piano delle grandi infrastrutture del Terziario e del Tempo Libero per la
fascia costiera della città di Reggio Calabria
•
“
Realizzazione di una “pista ciclabile in oasi di verde
” – Studi per i problemi della circolazione del
traffico del Comune di Reggio Calabria Committente Assessorato trasporti Comune di Reggio
Calabria. Ruolo: e Redattore del Progetto
•
“
Piano di sviluppo per attività collettive e produttive e per il tempo libero, PORTHMOS
”
–
Committente: C.A.L. - Piano di infrastrutture, sviluppo e riqualificazione urbana del quartiere Porto
Candeloro della Città di Reggio Calabria con il riutilizzo di aree degradate (molo di ponente del
Porto della Città), per la realizzazione di un Progetto integrato per attività diportistiche,
e per il tempo libero. Progetto approvato dalla 1
a
produttive
Commissione Consiliare del Comune di Reggio
Calabria ed acquisito dalla Camera di Commercio di Reggio Calabria e dalla Provincia di Reggio
Calabria - Ideatore della proposta e Progettista del Piano.
•
Sviluppo mediterraneo, Calabria Regione Polinucleare
" Individuazione dl un nuovo modello di
sviluppo per la Calabria riorganizzata in forma nucleare e collegata in rete - Centro Studi Forza
Italia – Ruolo: Redattore della Proposta.
•
Piano di zona Ritiro Tremonti, via Palermo, Messina - realizzazione di un intervento residenziale
per
l’edilizia
economico-popolare
-
complesso
di
800
alloggi.
Committente
“Consorzio
Casanostra”, Messina.
3. Lavoro
“Laboratorio integrato giovani, università, scuola, mondo del lavoro”
•
l’orientamento
e
l’inserimento
nel
mondo
del
lavoro
Committente: Assessorato Pubblica Istruzione, Piano del
Regione
Calabria.
Attuatore:
Consorzio
Universitario
dei
Programma integrato per
giovani
disoccupati
Diritto allo Studio Labtegnos.
Ruolo:
calabresi
-
Finanziamento
Coordinatore
e
supervisore del Progetto
4. Protezione Civile - Dissesto - Agricoltura
Programma Regionale Previsione e Prevenzione Art. 4 Legge 225/92 - Comma 1 - Protezione
Civile
•
“
”
”
-
Committente:
Consorzio
Labtegnos.
Regione
Ruolo:
Calabria,
Assessorato
Coordinamento
Tecnico
alla
Protezione
Organizzativo
Civile.
dei
Ente
Gruppi
Attuatore:
di
lavoro,
revisione e validazione.
•
“Stabilità dei versanti - metodo speditivo per la caratterizzazione e restituzione del fenomeno”.
L
avoro comunicato alla settima conferenza nazionale delle agenzie ambientali. l’innovazione al
servizio della conoscenza e della prevenzione - dai sistemi di monitoraggio alla diffusione della
cultura ambientale. Milano, 24-26 novembre 2003. (Barbera, Piccione ed altri).
•
PIC Calabria - Progetto Integrato - Sotto Progetto M.IP.A.V., Miglioramento della Qualità e
Diversificazione della Produzione Agricola Vegetale
“
”- Intesa di programma MISM – ENEA, Legge
n° 64/1986, Azione organica n° 2, Progetto Obiettivo: PIC, Progetto Integrato Calabria. Attività
2000 - 2003. Ruolo: Progettista, Gestione del Progetto e Coordinatore Tecnico Organizzativo.
•
“
Carta Idrografica della Regione Calabria
” Coordinamento dell’Atlante Cartografico in scala
1 : 250.000, 1 : 100.000, 1 : 50.000, per complessive n° 54 tavole - a cura del Centro Funzionale
Strategico Meteorologico, Idrografico e Mareografico ed in collaborazione con l’Autorità di Bacino
della Regione Calabria.
•
5. Sostenibilità Ambientale e Territoriale - Eco Sviluppo
B.A.E.L. - Bilancio Ambientale Negli Enti Locali -
Promozione
dell’adozione
del
Bilancio
Ambientale da parte degli Enti locali calabresi quale tassello fondamentale per perseguire le
politiche di sostenibilità ambientale (Banca Progetti Agenziale )- Ruolo: Redattore Progetto di
fattibilità.
ADA per RSA “Alimentazione Dati Ambientali su Indicatori a scala comunale per il Rapporto
Stato Ambiente della Regione Calabria
•
- strumento diagnostico Territoriale-Ambientale e Socio-
Economico sulla base del modello DPSIR, per i 409 comuni della Calabria - (Banca Progetti
Agenziale) - Ruolo: Redattore Progetto di fattibilità.
I.C.E. - “Piano di Informazione, Comunicazione ed Educazione Ambientale” -
•
Diffondere la
cultura ambientale nei più ampi strati della popolazione Calabrese, muovendo, in questo primo
progetto, dall’informazione e comunicazione sul rischio e
sulla
percezione del rischio per la
popolazione e per il territorio derivante dai fenomeni naturali - (Banca Progetti Agenziale).- Ruolo:
Redattore Progetto di fattibilità
OSSCAR - CAR - “OSServatorio CAlabria Rischi – Sostenibilità nella Gestione integrata dei
Rifiuti”
•
-
gestione
Sensibilizzazione
integrata
dei
pubblica
rifiuti,
informazione
indirizzata
ai
e
comunicazione
cittadini,
agli
operatori
sulla
ed
ai
sostenibilità
comuni
-
della
Azioni
di
sostenibilità (Banca Progetti Agenziale )- Ruolo: Redattore Progetto di fattibilità.
LABICOT “Laboratorio Bioclimatico - Individuazione di Bioclimi Controllati per il Turismo SocioSanitario e per anziani” -
•
Proteggere l’’Ambiente, tutelare e validare scientificamente le esclusive
peculiarità climato ambientali e clinico terapeutiche dell’area vasta della fascia costiera della
Jonica reggina, favorire lo sviluppo sostenibile del territorio (Banca Progetti Agenziale ) - Ruolo:
Redattore Progetto di fattibilità.
6. Impatto ambientale - Adeguamento ambientale
“Valutazione impatto Ambientale realizzazione del collegamento stabile viario e ferroviario tra la
Sicilia il continente - Scooping per l’avvio lavori Ponte sullo Stretto di Messina”
•
- Delegato alla
Commissione Nazionale V.I.A., Commissione Tecnica di Valutazione d'Impatto Ambientale (Ct
Via-Vas) - tavolo Tecnico del Ministero dell'Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare progetto
proposto
connesse alla
dalla
Società
elaborazione
del
Stretto
di
Messina
progetto definitivo.
S.p.A:
Ruolo:
valutazioni
ed
analisi
ambientali
Coordinatore del gruppo di
lavoro
costituito dagli esperti per i comparti ambientali: Rumore e Vibrazioni, Atmosfera, Acque, Suolo,
Sottosuolo, Flora, Vegetazione, Fauna e Salute Pubblica. per le seguenti componenti: Acqua,
Suolo e Sottosuolo, Campi Elettromagnetici.
•
“A
deguamento Ambientale della discarica di RSU sita in c.da Tiritì (Motta Sant’Anastasia
redatto
secondo
le
specifiche
del
Decreto
Commissariale
19
gennaio
2001,
a
- CT)”
cura
del
Dipartimento di Botanica di Botanica dell’Università degli Studi di Catania. Ruolo: Coordinamento
congiunto del Progetto articolato in: Calcolo della Capacità della Discarica, Piano di Coltivazione,
Cartografia
del
Sito,
Cartografia
dell’area
vasta
sottesa,
Rapporto
Valutazione
d’Impatto
Ambientale, Progettazione nuova recinzione, Progettazione Presidi su drenaggi, vasca percolato,
pozzi
estrazione
e
smaltimento
biogas,
Progetto
di
Bonifica,
Progetto
di
ricomposizione
ambientale, Presidi di monitoraggio meteoclimatico, Presidi di monitoraggio accessi controllati,
Presidi di monitoraggio sicurezza, Piano del verde, Protocollo gestione rifiuto, Organizzazione
societaria
(logistico-economica).
Redazione
rapporto
ed
Atlante
Cartografico:
del
Sito,scala
1:1.000; dell’Area Vasta in scala 1:10.000;- Sezioni Trasversali in scale 1:1.000 e 1:5.000.
•
“
Studio d’impatto ambientale per la costruzione di una discarica cat. 2b. a Crotone”
-
Committente: Consorzio Nucleo per l’Industrializzazione di Crotone - Coordinamento Analisi del
Paesaggio e Collaborazione Scientifica con il Dipartimento di Scienza e Tecnologia Agroforestale
della Facoltà di Agraria dell’Università degli Studi di Reggio Calabria e Unità operativa M.I.A.S. “Metodi Informativi, Ambientali, Speditivi del Progetto Strategico Clima, Ambiente e Territorio nel
Mezzogiorno del C.N.R.”.
•
“
Piano di classifica per il riparto degli oneri consortili del Consorzio di Bonifica1 trapani
”
-
Commissionato all’Università degli Studi di Catania - Coordinatore della stesura del Rapporto e
dei
24
tematismi
in
scala
1:50.000
per
complessive
168
mappe
a
colori:
Carta
dei
vincoli
normativi e territoriali, Carta d’uso agricolo, Carta dei livelli di antropizzazione (rete stradale,
ferroviaria
e
insediamenti
abitativi),
Carta
idrografica
generale
del
comprensorio,
Carta
altimetrica, Carta Clivometrica, Carta geomorfologia, Carta dei bacini di scolo, Carta della litologia
di superficie, Carta della permeabilità dei terreni, Carta pedologica, Carta degli indici climatici,
Carta
delle
zone
irrigue,
Carta
di
franco
idraulico
di
bonifica,
Carta
dell’isopotenzialità
del
coefficiente di deflusso, Carta delle attività reali e potenziali del Consorzio di bonifica, Carta
dell’indice di intensità, Carta dell’indice di soggiacenza alle piene dei canali, Carta dei tipi di
impianto e della modalità di consegna in tutto il comprensorio del Consorzio, Carta del beneficio
potenziale, Carta dell’isopotenzialità di rischio idraulico, Carta dell’indice idraulico, Carte delle
zone idraulicamente omogenee per costi (soggiacenza dei suoli), Carte delle zone a coefficienti di
•
deflusso medio annuo.
Valutazione ex ante della Centrale Termoelettrica di Altomonte - Cosenza”
ambientale ex ante e monitoraggio della qualità del SITO della Centrale
Caratterizzazione
termoelettrica a ciclo
combinato, composta da due unità identiche che producono energia elettrica e vapore a tre livelli
di pressione, utilizzando come combustibile gas naturale. Ogni unità è costituita da un turbogas
(TG), un alternatore con trasformatore elevatore e un generatore di vapore a recupero. Il vapore
prodotto dalle due unità confluisce in un’unica turbina a vapore e il generatore coassiale produce
energia elettrica. Committente ISPRA. Costi a carico del delle
ARPACal.
Ruolo:
Coordinamento
generale
del
progetto
di
società proprietarie. Ente attuatore:
caratterizzazione
del
Sito
tramite
Bioaccumulatori, Bioindicatori - Licheni
•
Valutazione ex ante della Centrale Termoelettrica di Simeri Crichi - Catanzaro”
ambientale ex ante e monitoraggio della qualità del sito della Centrale
Crichi
unità
Caratterizzazione
termoelettrica di Simeri
con potenza elettrica complessiva di 857 MW del tipo a ciclo combinato, composta da due
che
producono
combustibile gas
energia
elettrica
naturale. Ogni
e
vapore
a
tre
unità è costituita da
livelli
di
pressione
utilizzando
come
un turbogas (TG), un alternatore e un
generatore di vapore a recupero (GVR). Il vapore prodotto dalle due unità confluisce in un’unica
turbina a vapore (TV) con un
alternatore coassiale.
Per la condensazione del
vapore viene
utilizzato un condensatore ad acqua di mare, mentre per i servizi di raffreddamento degli impianti
si utilizza un circuito chiuso con acqua demi che scambia con acqua di mare prelevata dal circuito
torri. Committente ISPRA. Costi a carico del delle
società proprietarie. Ente attuatore: ARPACal.
Ruolo: Coordinamento generale del progetto di caratterizzazione del Sito tramite Bioaccumulatori,
Bioindicatori - Licheni.
•
7. Monitoraggi - Aree inquinate - Reati Ambientali
Programma “R. S. - M.A.T.” Reti e Sistemi di Monitoraggio Ambientale e Territoriale
(collegato
al Programma RA.GE.D.A.M)
•
Progetto MIADRA/MATTM “Monitoraggio degli Impatti Ambientali Dovuto ai Reati Ambientali” –
PON Sicurezza 2000/2006 - Costituzione del N.R P. - SCC” nodo regionale GCN del SCC - nodi
regionali e provinciali della infrastruttura nazionale cartografica cooperante all’interno del circuito
GeoPortale
Cartografico
Nazionale
-
analisi
delle
Aree
ad
elevata
Criticità
di
rischio
ambientale/territoriale/Idrogeologico - Azioni di Contrasto ai Reati Ambientali
Progetto M.A.I.CAL.“Realizzazione della Mappa delle Aree inquinate e/o tendenzialmente
inquinate, nel territorio della Regione Calabria” -
creazione archivio informatizzato discariche
ufficiali
ed
abusive
potenzialmente
-
censimento
contaminati
-
siti
potenzialmente
verifica,
presenza
inquinati,
inquinanti
discariche
abusive
(sottosuolo
e/o
e
siti
acque
sotterranee/superficiali in corrispondenza siti individuati - elaborazione atlante cartografico siti
potenzialmente inquinati - supporto programmazione bonifiche a aree inquinate - catalogazione e
rappresentazione
testuale,
grafica
e
cartografica
multiscala
-
elaborazione
di
modelli
di
mitigazione e previsione su base statistica del rischio anche a supporto delle politiche di uso del
suolo e delle bonifiche dei siti inquinati - Ruolo: Redattore Progetto di fattibilità (Banca Progetti
Agenziale).
•
Progetto “MIAPI - Monitoraggio Impatti Aree Inquinate e/o Potenzialmente Inquinate” nel territorio
della Regione Calabria”
– Supporto tecnico scientifico al Progetto MATTM nella elaborazione e
trasmissione dei siti inquinati della regione Calabria, revisione ed aggiornamento aree da tele
rilevare, implementazione Aree di volo, sviluppo e trasmissione di proposte
supporto alle
di integrazione,
attività in campo in collaborazione con gli Esperti delle ditte concessionarie e dei
NOE ed allo sviluppo delle attività analitiche. Ruolo: Responsabile attività per l’ARPACal.
•
Piano Programma FISICO.REG.” - Monitoraggio Radiazioni ambientali - RETE RESORAD “
strutturazione del CRR
e dei Laboratori Fisici regionali - implementazione rete RESORAD nella
dieta mista in campioni Biologici di Origine Animale, in campioni di Origine Vegetale - controlli
campioni
origine
ambientale
(scarichi
industriali
e/o
ospedalieri
con
presenza
di
sostanze
radioattive, presenza sorgenti radioattive “orfane” rinvenute e/o incidentalmente presenti in cicli
produttivi).
8. Clima, desertificazione e contrasto al global change
• P.M.Q.C. CALABRIA “Piano di monitoraggio della qualità del clima locale della Regione
Calabria
”.
Attuazione delle reti
climato-bio-ambientali della regione Calabria (uniform climatic
zones, stable local areas e polnet sites), per il monitoraggio del clima locale, il contrasto dei rischi
climato-ambientali
connessi,
emergenze regionale e
•
lo
sviluppo
eco-sostenibile,
l’integrazione
del
sistema
delle
l’adeguamento al global change. ). Ruolo: Redattore Progetto esecutivo
“M.AV.COMP. - Methodologies and innovate Actions for a Voluntary certified COMpensation of
cliamate-changing emissions Calabria”
-
LIFE + (2007-2013) - TEMA: Politica e Governance
ambientale DATA-PEC Calabria – Delegato attuazione LIFE dall’Ente attuatore – Coordinatore e
progettista Task 1 DATA
- PEC Calabria “Organizzazione, elaborazione e comunicazione dei
dati da rilevazioni climato-ambientali, ambientali-territoriali, arboreo-forestali e di qualità dell’aria,
per
l’alimentazione
del
“Sistema
potenziale
di
compensazione
di
carbonio
della
Regione
Calabria” con accluso Portale” Ruolo: Redattore Task DATA PEC Calabria..Progetto esecutivo –
Ruolo: Redattore Task DATA PEC Calabria
•
OS.I.RI.DE. - “Osservatorio Interregionale Rischio Desertificazione” -
Elaborazione degli scenari -
restituzioni cartografiche fenomeno – Confronto Mappa del CORINE Land Cover (vegetazione e
gestione territorio per tutela aree di pregio ambientale, uso de suolo - unità fisiografiche – con
con la Carta della Utilizzazione del Suolo d’Italia del CNR TCI - confronto vari periodi storici dati
termo udometrici - Applicazione degli indici - calcolo dell’Incidenza Territoriale della Sensibilità
alla
Desertificazione,
ITSD
-
classificazione
univoca
di
ciascun
territorio,
con
possibilità
di
produrre graduatorie (classi di incidenza) e confronto di periodi diversi; applicazione alla scala
comunale e provinciale ed ai periodi analizzati; classificazione e confrontabilità; azioni mitigative
del
rischio
desertificazione
-
realizzazione
di
tabelle,
grafici
e
cartografie(Banca
Progetti
Agenziale) - Ruolo: Redattore Progetto di fattibilità.
•
Carta delle aree sensibili al fenomeno della Desertificazione”
ufficiale
della
Regione
Calabria
-
Committente:
Presidenza
-
Aggiornamento
Giunta
Regione
della
della
Carta
Regione
Calabria.
•
“
Creazione di un laboratorio climato terapeutico nella costa jonica reggina
”. Committente: Ente
Fondazione Ente Banca Nazionale delle Comunicazioni, via di Villa Albani n° 20, Roma,
Bando
Istituzionale,
Ruolo:
Progettista,
Iniziative
per
Coordinatore
le
aree
Scientifico
meridionali.
della
Fase
Attuatore:
Territoriale
Consorzio
Responsabile
Labtegnos.
della
Pianificazione
Tecnica Organizzativa e Coordinatore dell’Atlante Cartografico Caratterizzazione del Clima della
regione Calabria - Ruolo: Redattore ed esecutore Progetto.
•
tlante multimediale del clima della Regione Calabria - individuazione dei futuri scenari di uso
del suolo”
“A
- Committente: Ente Fondazione Ente Banca Nazionale delle Comunicazioni, via di
Villa
Albani
n°
20,
Roma,
Bando
Istituzionale,
Iniziative
per
le
aree
meridionali.
Attuatore:
Consorzio Labtegnos. Ruolo: Progettista e coordinatore dell’Atlante Cartografico della Ricerca
Scientifica e Tecnologica.
•
“C.E.R.S. Calabria - Clima, Ambiente e Mezzogiorno” -
Preditività degli andamenti climatici,
modellistica per la prevenzione e la mitigazione degli effetti calamitosi e per la razionalizzazione
dell’uso del suolo e difesa dal dissesto idrogeologico- Programma per la realizzazione del Centro
di eccellenza di raccordo delle politiche regionali su ambiente e protezione civile. Committente:
Assessorati Regionali Protezione Civile, Ambiente ed Urbanistica. Ruolo: Presentazione alla sede
di
Roma
della
Regione
Calabria
–
Partenariato:
Messina, UNI Cosenza, UNICAL, Ideo Enel,
Universitario LABTEGNOS. Ruolo:
UNI
Mediterranea
di
Reggio
Calabria,
UNI
Fondazione BNC. Proponente/Attuatore: Consorzio
Coordinatore e Progettista
9. Biodiversità
• “R.V.V. - Catalogo varietà vegetali a rischio estinzione nella Regione Calabria” -
Contrasto
dell’esodo rurale e salvaguardia delle risorse naturali e della “Biodiversità”, attraverso interventi di
ricerca
e
diffusione
delle
conoscenze
“Salvaguardare
la
diversità
genetica.
(Banca
Progetti
Agenziale) Progetto di fattibilità - Ruolo: Co progettista e coordinatore.
•
“BIO.MA. Calabria -“Carta della biodiversità marina della Calabria scala 1:10.000 e 1:5.000”
Gestione della fascia costiera in Calabria: habitat e biocenosi bentoniche, SIC su fondali marini,
AMP e aree a rischio ambientale. Censimento in siti sensibili degli Habitat marini della Rete
Natura 2000 per l’ambiente marino e delle Biocenosi bentoniche, documentate da strumenti
cartografici e i rilevamento con metodologia GIS per avviare la gestione dei SIC su fondali marini
e per incrementare la rete delle AMP in Calabria. Aggiornamento del Piano di gestione delle coste
della
Calabria
nell’ambito
di
Rete
Natura
2000,
Direttiva
Habitat
e
Direttiva
sulle
acque
(2000/60/CE) e Convenzione di Barcellona sulla Biodiversità. Cartografie scala 1:1.0000 per gli
Habitat e 1:5000 per le Biocenosi bentoniche. Gestione dell’ambiente della fascia costiera per il
monitoraggio sullo stato e l’evoluzione dell’ambiente marino costiero in aree sensibili (aree di
elevato pregio naturalistico, per aree a rischio ambientale) e per i protocolli di zonizzazione di
vincoli, di VIA, di VAS e di VI e per azioni di mitigazione e di compensazione nella realizzazione di
opere per l’utilizzazione produttiva della fascia costiera (portualità, balneazione, acquicoltura,
scarichi di depuratori, dissalatori, ecc.) e per preservare gli habitat e le biocenosi identificati,
tenendo in considerazione la sostenibilità ecologica, economica e sociale dell’ambiente marino
costiero della Calabria. Banca progetti ARPACal. Ruolo: Redattore Progetto di fattibilità (Banca
Progetti Agenziale).
•
BIO.NAT 2010 CALABRIA - “Carta Natura della Calabria”
- Classificazione Carta degli Habitat,
strumento informativo aggiornabile rispetto ad eventuali mutamenti ambientali, base di riferimento
per
le
Amministrazioni
centrali
e
locali
ed
i
decisori
nell’ambito
della
pianificazione
e
programmazione delle politiche di conservazione e tutela delle risorse naturali, per le azioni
mirate di tutela e promozione della Biodiversità - supporto per l’individuazione delle aree soggette
al
degrado
naturalistico
-
ambientale,
e
delle
aree
caratterizzate
da
profili
di
immediata
o
prossima fragilità (vulnerabilità) - linee di assetto del territorio con riferimento ai valori naturali e
ambientali, così come indicati dalla Legge Quadro (394/91) - Classificazione Carta degli Habitat, Atlante
Cartografico
scala
50.000/10.000
-
Valutazione
di
qualità
ambientale
e
vulnerabilità
territoriale degli habitat cartografati alla scala 1:50.000 e delle unita di paesaggio cartografate alla
scala
1:250.000;
qualitativa
degli
Completamento
habitat-
raccolta
Costruzione
indici
e
e
informatizzazione
indicatori
del
dei
valore
dati
per
la
valutazione
ecologico-ambientale
degli
habitat - Elaborazione di cartografie tematiche intermedie - Stima della qualità ambientale e della
vulnerabilità territoriale.
10. Sistemi Informativi
Programma “RA.G.E.D.A.M. - “Raccolta, elaborazione, gestione e comunicazione del dato
ambientale “-
•
Programma collegato programma R.S. – MAT, in attuazione della Convenzione
ARPACal/ISPA
e
del
Protocollo
d’Intesa
MATTM/ARPACal
-
“Azione
di
sistema
per
l’organizzazione del flusso dei dati da monitoraggio,per la realizzazione dei Monitoraggi speciali in
Telerilevamento e del contrasto ai reati ambientali, del sistema informativo Agenziale, del Portale”.
(Banca Progetti Agenziale). Ruolo: Redattore Progetto di fattibilità
•
Progetto S.I.Da.M.: -Sistema Informativo per la gestione dei dati da monitoraggio in ottica
PFR/SIRA con accluso Portale per il Reporting e per la comunicazione del dato Ambientale” realizzazione del sistema integrato di Banche dati intelligenti ad estrattori; - realizzazione Portale
Cartografico per il reporting ambientale - Analisi delle tecnologie e degli applicativi nell’ambito del
sistema agenziale e della rete SINAnet” - gestione
informatiche su piattaforme
delle componenti tematiche informative e
SIRA/PFR - sviluppo soluzioni I&CT nei SIRA/PFR - Sviluppo sistema
gestione dati e indicatori ambientali - Sviluppo del sistema di gestione dei dati della qualità
dell’aria. (Banca Progetti Agenziale) . Ruolo: Redattore Progetto esecutivo.
•
Progetto MIADRA/MATTM “Monitoraggio degli Impatti Ambientali Dovuto ai Reati Ambientali” -
analisi
delle Aree ad elevata Criticità di rischio ambientale/territoriale/Idrogeologico - Azioni di Contrasto ai Reati
Ambientali (Banca Progetti Agenziale). Ruolo: Redattore Progetto esecutivo
PON Sicurezza 2000/2006 - Costituzione del N.R P. - SCC” nodo regionale GCN del SCC -
•
C.I.R.M.A - Centrale Integrata l Monitoraggio Rischi Ambientali
strumenti atti al contrasto al
-
Rischio Ambientale, ad integrazione e potenziamento della dorsale Programmatica RS-MAT, linea
Monitoraggio dei Rischi Ambientali, con la realizzazione di una centrale di monitoraggio dei rischi
ambientali - (Banca Progetti Agenziale). Ruolo: Redattore Progetto di fattibilità
•
.
SI.MI.R - Sistema Informativo per il Monitoraggio e la Mitigazione dei Rischi Ambientali e
Fenomeni Naturali - Valutazione dell’incidenza di costo, derivante dagli impatti relativi ai fenomeni
ed agli eventi calamitosi i monitoraggio,
valutazione,
previsione
e
mitigazione
degli
effetti
derivanti dalle varie tipologie di rischio naturale ed antropico; valutazione del costo in perdita di
vite
umane,
danni
materiali
e
costo
economico-finanziario
attuazione modelli previsionali e di mitigazione degli impatti -
-
Applicazione modello DPSIR .
monitorare e valutare i determinanti,
le pressioni, lo stato, gli impatti e le risposte ai fenomeni e relativi rischi, per prevedere e produrre
modelli di mitigazione - realizzazione di un database su cui gestire le informazioni georiferite
provenienti dalle reti di monitoraggio strumentale, relative a parametri connessi ai fenomeni e
rischi naturali sull’ambiente e sull’uomo - realizzare modelli di simulazione fisici e numerici in
grado
di
produrre,
predittività
e
la
valutazione
mitigazione
dei
del
rischio
fenomeni
e
ambientale
degli
impatti
-
e
territoriale
(Banca
-
realizzare
Progetti
modelli
Agenziale).
di
Ruolo:
Redattore Progetto di fattibilità .
•
S.I.U.R. - Sistema Informativo Unico Rischi -
Monitoraggio degli impatti ed inquinamenti da
rischio antropico sulle matrici ambientali” - creazione Banca dati informazioni validate
di ausilio
agli studi VIA/VAS/VIncA per la variabile ambientale nei processi decisionali che riguardano il
territorio - codifica delle categorie di rischio: a)
Mutazioni Ambientali; b) Depauperamento dei
livelli di Biodiversità; c) Radon; d) Radiazioni ionizzanti e non ionizzanti; e) Inquinamento delle
acque;
f)
Inquinamento
dei
suoli;
g)
Inquinamento
atmosferico
-
realizzazione
di
strumenti
metodologici per il rilevamento, elaborazione e interpretazione dei dati rivenienti da monitoraggi in
grado di operare in diverse regioni dello spettro elettromagnetico - Produrre modelli di mitigazione
- valutazione dello stato dell’ambiente per la previsione dei possibili sviluppi e gli eventuali effetti
sui sistemi biologici (umani, animali e vegetali) - (Banca Progetti Agenziale). Ruolo: Redattore
Progetto di fattibilità.
•
S.I.S. – Sistema Informativo Sensibilità Ambientale Territoriale -
Piano Cartografico di nuova
generazione che attesta la sensibilità ambientale del territorio in grado di definire: a) la sensibilità
di un dato elemento ambientale in funzione dei livelli di modifica al variare della pressione iniziale;
b)
la "resistenza"
di un dato elemento ambientale in funzione della capacità di evitare modifiche
rispetto allo stato originario durante un episodio di disturbo - Orientare il Sistema alla Ecologia
applicata”
con
capacità
di
riferirsi
a
tutti
gli
ecosistemi
sensibili
con
la
classificazione
per:
Naturalità - distanza tra vegetazione reale e vegetazione potenziale - Resistenza - capacità di
contrastare una pressione ambientale di natura antropica - Resilienza - capacità del sistema
ambiente di ritornare alle condizioni primitive nel momento in cui viene meno la pressione - Rarità
- condizione di scarsa disponibilità di una risorsa territoriale ambientale. Produzione dell’Atlante
Cartografico
per
la
realizzazione
della
Carta
delle
VocazionalitàColturali
e
dei
vegetali
-
progettazione di modelli di adeguamento e sviluppo dei settori specifici produttivi e forestali, nelle
aree
in
cui
esistono
perseguire la
•
Geoportale
condizioni
pedoclimatiche
ottimali,
per
far
ben
vegetare
la
pianta
e/o
resa elevata - (Banca Progetti Agenziale). Ruolo: Redattore Progetto di fattibilità.
dei
dati
Ambientali
della
Regione
Calabria”
Front
end
per
la
informazione
e
comunicazione dei dati Ambientali, interoperabilità, Servizi e Metadati – attuazione del D.Lgs
32/2010
in
attuazione
della
Direttiva
INSPIRE
–
Progetto
esecutivo
versione
β
-
Ruolo:
Co
Progettista.
Supporto alla Regione Calabria
•
Partecipazione al Tavolo Tecnico Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare
Delegato ARPACal a supporto della Regione Calabria per l’applicazione dell’Allegato n. 1 del
D.Lgs 32/2010 in attuazione della Direttiva Comunitaria
•
INSPIRE.
Partecipazione alla Programmazione dei Fondi FERS 2014 - 2020 della Regione Calabria Delegato al Partenariato regionale per la formulazione del Documento di Orientamento Strategico
per
la
programmazione
Comunitaria
Documento del DOS regionale;
(POR
2014-2020)
Ruolo:
relazioni,
integrazione
del
contributi specialistici sugli Obiettivi Strategici nn.1, 2, 4, 5 e 6.
elaborazione e presentazione documento Agenziale di integrazione al DOS e elaborazione e
presentazione di n. 9 schede progettuali di rilevazione e proposta: la prima scheda è direttamente
finalizzata a creare i presupposti tecnico-scientifici per il pieno utilizzo, la raccolta, gestione ed
elaborazione
dei
dati
da
monitoraggio
e
realizzazione
di
una
piattaforma
per
il
reporting
ambientale, l’informazione e la comunicazione.
-
Scheda 1 - Innovazione Tecnologica nel Sistema Regionale Ambientale di catalogazione e
pubblicazione dei dati ambientali e del Reporting ambientale azioni
per
completare
e
potenziare i sistemi di monitoraggio e di conoscenza dello stato dell’ambiente ed incrementare
il controllo del territorio in collaborazione con gli Enti Locali ed in azione sinergica con il
MATTM ed il NOE/CC, - strutturazione del Sistema Ambientale della Regione Calabria nel
campo
dell’Innovazione
tecnologica,
della
informatizzazione,
del
reporting
ambientale,
con
particolare riferimento all’adeguamento e ristrutturazione delle piattaforme informatizzate e per
il Reporting ambientale ARPACAL e PFR/SIRA - attuazione dei nuovi modelli innovativi in
ottemperanza alla normativa INSPIRE ed in coerenza al ridisegno del sistema Nazionale di
trasmissione
del
dato
ambientale
(SINAnet/EIOnet),
tendo
conto
che
l’introduzione
della
Direttiva Europea INSPIRE, recepita con D. Lgs. n. 32/10, obbliga tutti gli Enti pubblici che
gestiscono
e
pubblicano
dati
ambientali
ad
adeguarsi
ai
nuovi
metodi
di
catalogazione
e
pubblicazione dei dati territoriali/ambientali.
-
Scheda 2 - Mitigazione rischio Biodiversità -d
per
azioni
mirate
naturalistico,
all’iniziativa
di
tutela
opportunità
Countdown
e
per
2010
promozione
la
creazione
per
il
la Regione Calabria di uno strumento strategico
della
di
Biodiversità,
impresa
conseguimento
e
implementazione
occupazione
dell’obiettivo
di
del
giovanile
ridurre
-
in
turismo
aderire
maniera
significativa il tasso di perdita di biodiversità a livello regionale, quale azione preliminare alla
pianificazione strategica di interventi manutentivi del territorio, con la realizzazione in Calabria
della Carta della Natura, concepita come strumento finalizzato alla pianificazione territoriale del
patrimonio naturalistico Regionale, creando uno strumento informativo aggiornabile rispetto ad
eventuali mutamenti ambientali, base di riferimento per le Amministrazioni centrali e locali ed i
decisori nell’ambito della pianificazione e programmazione delle politiche di conservazione e
tutela delle risorse naturali, in adempimento della Legge Nazionale Quadro sulle Aree Protette
n. 394/91 ed alla Legge Regionale 10/03 - Norme in materia di Aree Protette
-
Scheda 3 - Contrasto e mitigazione del Rischio Desertificazione -
Innescare meccanismi di
controtendenza per far fronte ai rischi relativi a siccità e desertificazione, atteso che mutazioni
ambientali,
condizioni
climatiche
avverse,
nonché
cattivo
uso
del
suolo
e
delle
risorse,
continuano a deteriorare il territorio (perdita della qualità del suolo e delle specificità biotiche)
ed hanno dirette ripercussioni sulla qualità della vita -
individuare e codificare gli indicatori e
realizzare il piano regionale per il monitoraggio del rischio desertificazione da ripetere nel
tempo, al fine di conoscere quali e con quale intensità agiscono i principali fattori predisponenti,
per poi poter attuare azioni mirate di ingegneria naturalistica e riforestazione ed azioni di
mitigazione
del
fenomeno
finalizzate
alla
conservazione,
recupero
ed
incremento
della
Biodiversità.
-
Scheda 4 - Contributo alla riduzione delle emissioni in atmosfera e la valutazione della capacità
di compensazione delle emissioni di CO2 sviluppo della green economy ed alla certificazione
delle emissioni, con la creazione di un vero e proprio mercato volontario di scambio e acquisto
di certificati e crediti (VER – Verified
Emission Reduction) - contribuire volontariamente alla
riduzione delle emissioni climalteranti e del conseguente cambiamento
climatico – introdurre
e certificazione delle emissioni di CO2 - identificazione
innovativi meccanismi di valutazione
degli eventi e delle attività da sottoporre a monitoraggio con l’elaborazione di un “Osservatorio
CO2
della
iniziative
Calabria”,
locali
di
contenente
maggior
un
impatto
Data
-
Base
elaborare
di
ed
analisi
preliminare
implementare
degli
software
eventi
di
e
delle
calcolo
delle
emissioni di CO2, sviluppati ad hoc per il sistema sociale e produttivo della Regione Calabria -
identificazione
delle
Aree
da
piantumare
e
delle
Essenze
Arboree
fortemente
legate
al
paesaggio locale, da utilizzare per massimizzare nel tempo la compensazione delle emissioni
e le superfici forestali e urbane a verde nei comuni aderenti all’iniziativa - implementare un
sistema di purificazione dell’aria da inquinanti basato sulla tecnologia della fotocatalisi indotta
da strati (filmici o non, per esempio di biossido di titanio) applicati su/in sovrastrutture di
trasporto in condizioni di flussi d’aria ottimizzati.
-
Scheda 5 - sviluppo eco sostenibile -
valorizzazione delle peculiarità ambientali e bioclimatiche
di alcuni particolari territori, consone allo sviluppo eco sostenibili degli stessi relativamente al
turismo socio-sanitario e per anziani.
-
-
Scheda 6 - programma integrato atto a garantire migliori servizi ambientali per i cittadini azioni strategiche di sostenibilità ambientale, indirizzate alla promozione della gestione
integrata dei rifiuti ed attivando, a supporto, un piano integrato di sensibilizzazione pubblica,
informazione e comunicazione.
Scheda 7 - sostegno alla transizione verso un’economia a basse emissioni di carbonio in tutti i
settori -
aumento delle installazioni e conduzioni di impianti termici da parte di ditte abilitate
(L.R. 46/90), con conseguente aumento dei rendimenti energetici e diminuzione del lavoro
“nero - aumento della sicurezza in ambito urbano derivante dalla riduzione del rischio di
scoppio o esplosione degli impianti termici - cospicua riduzione delle emissioni diffuse di gas
clima - servizi ai cittadini che a fronte di una quota da destinare alla manutenzione ordinaria ed
al controllo dell’impianto termico (minore consumo di combustibile) - promozione dell’ecoefficienza
e
riduzione
di
consumi
di
energia
primaria
negli
edifici
e
strutture
pubbliche
attraverso interventi di ristrutturazione su singoli edifici o interi quartieri i cui immobili sono di
proprietà pubblica o ad uso pubblico - progetti di innovazione tecnologica che favoriscono il
risparmio energetico per i quali si possono richiedere dei contributi economici previsti dal Piano
Energetico Nazionale, che devono obbligatoriamente essere firmati dagli Energy manager installazione di sistemi intelligenti di telecontrollo, regolazione e gestione e di monitoraggio e
ottimizzazione dei consumi energetici e delle emissioni inquinanti in edifici e impianti - ridurre i
consumi energetici dei sistemi di illuminazione pubblica.
-
Scheda 8 - Azioni per completare e potenziare il controllo del territorio a supporto degli Enti
Locali e Regione Calabria -
piena attuazione ai Piani e Programmi di sviluppo e governo del
territorio ed al mandato istituzionale di ARPACAL e, quindi favorire le politiche di sviluppo
sostenibile fondate soprattutto sulla prevenzione del danno ambientale invece che sul principio
del controllo a posteriori.
-
Scheda 9
- adeguamento di ARPACAL ai più recenti standard richiesti per garantire la qualità e
la rappresentatività del dato analitico rilevato su tutte le matrici ambientali (aria, acqua, suolo).
in un contesto di qualità dimostrata - riqualificazione del personale rd adozione buone pratiche
laboratoristiche - adeguamento
revamping
delle
attrezzature
dei locali, agli standard richiesti dalla norma ISO 17025 -
laboratoristiche
–
raccordo
attività
di
produzione
di
dati
ed
informazioni ambientali con gli stakeholder locali, nazionali e comunitari.
Madrelingua
Altre lingue/ Autovalutazione
Italiana
Lingua
Ascolto/ Lettura
Francese
Inglese
Convegni e Pubblicazioni
•
Interazione orale
Produzione orale
Scrittura
buona
buona
buona
buona
buona
discreta
mediocre
discreto
Relatore al Convegno “Aspromonte Scienza - Elaborazione ed applicazione delle conoscenze
ambientali - da rifiuto a risorsa, le discariche cambiano volto -
Convegno Ottobre 2001 -
Responsabile e Relatore del Convegno - Presentazione dei
Procedure
di
Valutazione
d’Impatto
Ambientale
dell’Istituto
risultati perseguiti dal Master
Superiore
di
Catania
per
la
Formazione di Eccellenza, premiazione e conferimento di borse di studio da parte del Rettore
dell’Università degli Studi di Reggio Calabria.
•
Relatore al Convegno di presentazione dell’Atlante Cartecologico della Regione Calabria”
-
Convegno di presentazione Ideazione e Coordinamento generale dell’impianto progettuale di
complessive 1650 carte tematiche di cui sono state pubblicate le prime 54 Carte Idrografiche in
scala 1:50.000, 1:100.000, 1:250.000
•
Relatore alla sessione Esperienze organizzative e percorsi di collaborazione 11-13 novembre
2002, della Sesta Conferenza Nazionale delle Agenzie Ambientali Palermo dal titolo
Europa Mediterraneo, esperienze di collaborazione nell’area euro mediterranea
-
Italia
Lavoro
comunicato.
•
Clima della Calabria. Cambiamenti, Siccità, Desertificazione
. Lavoro comunicato alla Settima
Conferenza Nazionale delle Agenzie Ambientali. L’innovazione al servizio della conoscenza e
della prevenzione - Dai sistemi di monitoraggio alla diffusione della cultura ambientale. Milano,
24-26 novembre 2003. (Barbera, Niccoli, Piccione ed altri)
•
Caratterizzazione climatica della regione Calabria
(Aridità,
Siccità
ed
Erosività)
Collana
editoriale composta n° 3 Tomi (1.500 pagine). (Niccoli, Piccione. Barbera ed altri)
Caratterizzazione termoudometrica della regione Calabria
•
Collana editoriale: composta n° 5 Tomi (2.500 pagine) - in press (Niccoli, Piccione. Barbera ed
altri)
Progetto Strategico Atlante Cartecologico della Calabria
•
.
Lavoro
comunicato
alla
Settima
Conferenza Nazionale delle Agenzie Ambientali. L’innovazione al servizio della conoscenza e
della prevenzione – Dai sistemi di monitoraggio alla diffusione della cultura ambientale. Milano,
24-26 novembre 2003.
Calabria, il POR per un Piano d’azione Ambientale
•
. Articolo scientifico pubblicato nella rivista
dell’A.R.P.A Emilia Romagna 4, V: 6-7 (Barbera) “ANNUARIO DEI DATI AMBIENTALI”
Caso studio Calabria
•
dell’Annuario dei dati Ambientali
- 2003
Sistema nazionale delle aree protette
•
•
- 2003
Relatore al Convegno Nazionale ISPRA/ARPA/APPA di presentazione
Vibo Valentia - 2004 - Relatore al Convegno Nazionale
Conferenza Nazionale per la Biodiversità
- Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio
e del Mare20 al 22 maggio 2010 - Intervento.
VII “Seminario Internazionale di Gestione e Conservazione della Biodiversità” -
•
Gambarie
d’Aspromonte
(RC),
organizzato
dal
Dipartimento
di
Agraria
Relatore”
dell’Università
“Mediterranea” di Reggio Calabria
Capacità e competenze sociali
Membro
dell’Associazione
culturale
il
“Carro
di
Tespi”
-
responsabile
Ambiente
dell’Organizzazione e dell’informazione e comunicazione sociale (1977/90)
Membro dell’Associazione “Amici del Mare” - responsabile dello sviluppo delle attività e della
comunicazione sociale (1978/91)
Membro del Rotary Club International (1988/98)
Vice Presidente del C.A.L. “Coordinamento di Associazioni e Liberi Cittadini” e responsabile
dell’attività
sociali
e
dell’organizzazione
di
convegni
e
manifestazioni
di
interesse
sociale,
pubblico e politico
Organizzazione grandi eventi culturali
scientifici e sportivi
•
“
Cultura e Teatro
” - Nell’ambito dell’Associazione Culturale il “
Carro di Tespi
tecnico Organizzativa per l’allestimento, arredo e sicurezza del
”, collaborazione
Teatro Margherita di Reggio
Calabria per la realizzazione di otto stagioni teatrali (70 spettacoli);
•
“Premio Teatrale Nazionale Città di Reggio Calabria”
Responsabile
Reggio
dell’allestimento,
Calabria,
P.zza
organizzazione
Camagna,
con
della
intervento
serata
di
di
inaugurazione
grandi
nomi
della
del
Premio
in
Prosa
italiana
e
l’esibizione della Banda Nazionale dell’Arma dei Carabinieri per la prima volta in Calabria.
•
“Venezia Montecarlo Offshore” - r
ilancio
del
marchio
della
prestigiosa
gara
motonautica.-
Organizzazione della circumnavigazione della penisola italiana con l’organizzazione di 22 tappe,
da
Venezia
a
Montecarlo
-
Organizzazione
del
circuito
con
Organizzatori e Comitati d’onore in ogni città costiera sede di
la
costituzione
di
comitati
tappa- Organizzazione giuria
internazionale e circuito della stampa – organizzazione dell’intertappa a Reggio Calabria con tre
giorni
di
manifestazioni
sportive
nautiche,
cultura
e
spettacolo
con
partecipazione
di
noti
conduttori televisivi, cantanti e personaggi dello spettacolo.
•
Cultura, Sport e Spettacolo
- Manifestazione sulle terrazze del Lido di Reggio Calabria con la
partecipazione di Isabella Gardini e Adriano Panatta - premiazione del Premio Nazionale Teatrale
città di Reggio Calabria
•
Bergamotto d’Oro
- Manifestazione di Consegna da parte della Provincia di Reggio Calabria del
Bergamottino d’oro al Principe Ranieri, nel corso di una due giorni a Montecarlo in occasione
della conclusione della gara motonautica “Venezia Montecarlo”
RETRIBUZIONE ANNUA
AMMINNISTRAZIONE
DIRIGENTE
INCARICO RICOPERTO
TIPOLOGIA INCARICO
Stipendio tabellare +
i.v.c
€43.310,80 + € 314,73
ARPACAL
Agenzia Regionale per la Protezione dell’Ambiente della Calabria
Bruno Barbera
Direttore Centro Regionale di Riferimento “SATNet”
Network in Sostenibilità Ambientale e Territoriale
Incarico dirigenziale di Struttura Complessa a Tempo Determinato
dal 04 gennaio 2010 al 04 gennaio 2015
Posizione parte
Posizione parte
Retribuzione
Altro Ind.
fissa
variabile
di risultato
Strutt.
complessa *
€16.592,16
€ 13.000,00
€ 0,00
€
10.218,00
* Altri emolumenti non ricompresi nelle voci
Totale annuo
lordo
€ 83.435,69
Author
Document
Category
Uncategorized
Views
3
File Size
418 KB
Tags
1/--pages
Report inappropriate content