close

Enter

Log in using OpenID

Conquiste del Lavoro

embedDownload
4
SABATO 22 NOVEMBRE
DOMENICA 23 NOVEMBRE 2014
quasi un lavoraumentano i compensi
incontro molto
Spagna. IntoreSpagna
Usa-Ue. “Unpositivo:
salariato su due gua- Wall Street: Aa Wall Street. Banchiesiamo amdagna meno di mille euro
ri d'investimento e trader
bedue impegnati ad andaUn salariato alraggiunge
salgono vedranno
Ttip, resulavanti
mese e uno su tre non
i loro compensi
verso un'intesa
nemmeno il sasalire del 4% nel 2014, anTtip rapida ma buona.
minimo professionase in alcune banche i Malmstrom: Negli Usa si respira un'atsu due lario
del 4% che
le di 645 euro al mese. È
costi legali sostenuti pesemosfera positiva su quequanto
si
evince
dai
dati
ranno.
È
quanto
emerge
tema”. Lo ha detto il
guadagna relativi al 2013 in base al- i compensi da uno studio riportato con Froman sto
nuovo Commissario al
dichiarazioni dei reddiJournal, seCecilia Malmmeno leti presentate
2014 tra dalcondoWallilStreet
incontro Commercio,
lo scorso anquale i banchieri
strom dopo il suo primo
secondo le quali sui
investimento saranno i
a faccia con Michadi 1.000 no,
i traders divincitori
molto faccia
16,6 milioni di impiegati,
nella stagione dei
el Froman, l'incaricato del
milioni hanno un salacon il loro compenObama per la
euro al mese 7,7
della borsa bonus,
positivo presidente
rio inferiore ai mille euro.
so totale che salirà del 9%.
politica commerciale.
Vienna. Eletta al vertice Therese Gouvelin dell’Hrf e vicepresidente Ermanno Bonaldo, Fai Cisl
conquiste del lavoro
global
Effat,4˚Congressorilancia
suequitàelavorodignitoso
P
er alcuni giorni
Vienna ha aperto le
porte al 4˚ Congresso della Federazione europea del settore alimentare, agricolo e del turismo (Effat). L’Effat è nata
dalla fusione tra le due federazioni europee Ecf-Iuf
ed Efa avvenuta l’11 dicembre 2000. Rappresenta 120
organizzazioni sindacali nazionali di 35 paesi europei
ed associa circa 3 milioni di
lavoratori.
Il IV Congresso dell’Effat,
che si è chiuso ieri, segnato
dalla grande crisi economica e finanziaria che in questi anni ha colpito l'Europa
con effetti catastrofici sulle condizioni di vita e lavorative di tutti i cittadini, ha
avuto come slogan Insieme
per un lavoro dignitoso e
una retribuzione equa. In
questo contesto politico,
dove i lavoratori sono tra
coloro che maggiormente
sono stati penalizzati dalle
politiche di deregolamentazione neoliberiste, è stato
compito del Congresso
prendere le decisioni necessarie per intraprendere, nel corso dei prossimi
cinque anni, una maggiore
ed efficace azione sindacale di tutela dei propri associati e di confronto costruttivo con le Istituzioni europee, ovvero la creazione di
un’Europa che offra a tutti
i suoi cittadini e ai lavoratori non dell’Unione occupati
in Europa, un futuro con
condizioni di vita e lavoro
dignitose.
Il Congresso è stato preceduto, nelle giornate precedenti, dalla Conferenza dei
sindacati dell'Area europea centrale, orientale e
sud orientale, aderenti all’Effat, per un'attenta analisi dell'attuale situazione
politico-sindacale nei singoli Paesi.
Poi si è svolta l'Assemblea
generale straordinaria del
settore alimentazione dell'
Effat per la definizione delle cariche rappresentative
del settore.
Di grande rilevanza anche
la Conferenza delle Donne
che si è aperta con la positiva notizia del raggiungimento del 47% di presenza
femminile tra le delegate
al Congresso, risultato ottenuto grazie alla maggiore
sensibilizzazione rispetto
alla parità di genere tra le
varie organizzazioni associate all'Effat. Lo slogan della Conferenza è stato quel-
lo di promuovere maggiori
relazioni industriali nel settore del lavoro domestico
e tra i vari esempi presentati dalle responsabili dei coordinamenti europei, è
emerso quanto sia ancora
presente la disparità salariale tra uomini e donne in
vari settori e quanto il lavoro nero sia una cattiva pratica molto diffusa, specie, in
agricoltura.
Progetto di lavoro del Coordinamento nei prossimi cinque anni, quindi, ridurre il
gap salariale tra i due sessi.
Sul versante contrattuale
la delegazione italiana ha
presentato l'esempio della
Fisascat Cisl, evidenziando
i principali miglioramenti
raggiunti nel rinnovo del
ccnl dei lavoratori domestici, come ad esempio la Cassa Colf, strumento di copertura assistenziale e sanitaria ad integrazione di quella pubblica con il contributo anche del datore di lavoro.
Con l'apertura ufficiale del
Congresso, è stato illustrato il programma di lavoro
dell'Effat per i prossimi anni 2015-2019 la cui priorità
politica è la lotta al lavoro
precario tramite quattro
obiettivi base tenendo in
considerazione le nuove sfide politiche che il sindacato europeo si trova ad affrontare:
- la difesa e il miglioramento dei diritti dei lavoratori e
dei sindacati e del diritto alla rappresentanza ed alla
partecipazione;
- il mantenimento dell'occupazione e la creazione di
nuovi posti di lavoro;
- il miglioramento delle
condizioni di vita e la prevenzione del dumping sociale;
- il miglioramento delle
condizioni di vita e lavorative.
Inoltre, durante il prossimo mandato, si concentrerà in particolar modo sulle
seguenti priorità, iniziative
e progetti: adesione di nuovi iscritti, dando priorità all'
organizzazione ed alla sindacalizzazione dei giovani,
delle donne e di coloro che
risultano impiegati nelle
molteplici forme di lavoro
precario; creazione di nuovi posti di lavoro la cui condizione è una politica industriale europea sostenibile
che crei le condizioni strutturali per una politica imprenditoriale virtuosa e di
proficue relazioni industriali; formazioni dei lavoratori
come presupposto essenziale per la ricerca di un posto di lavoro, allo stesso
modo i lavoratori altamente specializzati e competenti sono la maggiore risorsa
a garanzia di una strategia
aziendale relativa all'innovazione ed alla qualità. Si lamenta, tuttavia, l'assenza
di figure professionali qualificate in quanto spesso, le
aziende, non offrono la necessaria formazione iniziale e quella continua.
Altre priorità sono poi il miglioramento della salute e
della sicurezza sul posto di
lavoro, condizioni importanti e preziose per i lavoratori; una maggiore cooperazione e coordinamento
tra le le associazioni sindacali europee e le organizzazioni datoriali in quanto la
contrattazione collettiva
attualmente avviene prettamente a livello nazionale.
Fondamentale inoltre, per
l'Effat, garantire il diritto alla parità tra uomini e donne che è uno dei principi
fondatori dell'Unione Europea.
La Federazione europea sarà impegnata anche nel potenziare il ruolo dei Comitati aziendali europei (Cae) e
delle Società europee (SE o
Societs europaea) con il fine di migliorare le condizioni di lavoro e di occupazione; inoltre si prefigge di influenzare le Istituzioni europee per migliorare la legislazione comunitaria.
Infine, l'Effat, intende rafforzare il suo metodo di lavoro politico-organizzativo
e migliorare la collaborazione con le altre Federazioni
sindacali europee (Fetbb,
IndustriALL, Uni Europa,
Etf, Fsesp) per rendere la
stessa Ces più forte ed incisiva.
Ieri il Congresso è proseguito con due sessioni: una dedicata al futuro dei giovani
nell'attuale situazione di
crisi e l'altra su pari dignità
e retribuzioni nel lavoro tra
uomini e donne. Nel pomeriggio i lavori si sono conclusi con la sessione: ”per un
mercato europeo equo e dignitoso” e con la relazione
del Presidente dell'Effat.
Il Congresso ha eletto, all'
insegna del rispetto della
parità di genere e della rappresentanza geo-politica:
Therese Gouvelin (HRF Svezia) Presidente ed Ermanno Bonaldo (della Fai
Cisl nazionale - Italia) Presidente aggiunto. Harald
Wiedenfofer confermato
Segretario generale. Presente la delegazione della
Fai Cisl nazionale composta da Ermanno Bonaldo,
Rando Devole, Lidia Foschi, Silvano Giangiacomi,
Loredana Leone, Claudio
Risso, Fabrizio Scatà e Roberto Vicentini.
Author
Document
Category
Uncategorized
Views
0
File Size
109 KB
Tags
1/--pages
Report inappropriate content