close

Enter

Log in using OpenID

Delibera 17 del 25/02/2014 - Comune di Campi Bisenzio

embedDownload
Comune di Campi Bisenzio
Provincia di Firenze
DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE
N. 17 DEL 25/02/2014
SEDUTA PUBBLICA
OGGETTO
Ordine del Giorno: per una proposta di moratoria e di incentivo alla dissuasione dell'installazione e del gioco delle
slot machine nei pubblici esercizi di Campi Bisenzio, presentato dai gruppi consiliari ''P.D.'', ''E.F.S.'', ''I.D.V.'' e
''S.E.L.'' (prot.nr.72835 del 10.12.2013).
L'anno duemilaquattordici, il giorno venticinque del mese di febbraio , in Campi Bisenzio nella sala delle adunanze,
previa convocazione alle ore 17:00 nei modi e forme di legge e dello statuto, il Consiglio Comunale si e' riunito in
seduta ordinaria, sotto la presidenza di COLZI ALESSIO nella sua qualita' di Presidente Consiglio Comunale.
E' presente il Dott. DUPUIS MARIA BENEDETTA in qualità di Segretario Generale incaricato della redazione del verbale.
Constatato che il numero degli intervenuti è legale, il Presidente ha dichiarato aperta la seduta.
Sono stati designati scrutatori i Consiglieri:
TAGLIAFERRI ANDREA - BINI GIANNI - RIDOLFI MATTIA.
Il Presidente, di seguito, invita il Consiglio a discutere e deliberare sull'argomento sopraindicato.
Sono presenti a questo punto n. 22 Consiglieri:
FOSSI EMILIANO
Presente
BANI DANIELA
Presente
BARGAGLI STOFFI FALCO JOANNES
Presente
CIRIOLO ALESSIO
Presente
COLZI ALESSIO
Presente
LOIERO LORENZO
Presente
NISTRI CHIARA
Presente
OTRANTO ANTONIO
Presente
PAOLIERI GIANCARLO
Presente
TAGLIAFERRI ANDREA
Presente
BALLERINI FRANCESCO
Presente
CIAMBELLOTTI ELEONORA
Presente
MARTINI GABRIELE
Assente
CONSIGLI ALESSANDRO
Assente
STALTARI PAOLO
Presente
TADDEI DIEGO
Presente
RIDOLFI MATTIA
Presente
DE FEO VANESSA
Assente
BINI GIANNI
Presente
TESI ALESSANDRO
Presente
GANDOLA PAOLO
Presente
MARTINUZZI CHIARA
Presente
VALERIO ROBERTO
Presente
RIGACCI NICCOLO
Presente
TERRENI SIMONA
Presente
e all'atto della votazione sono presenti n. 22 Consiglieri
essendo entrati --- ed essendo usciti ---.
Sono altresì presenti gli assessori: MARINI ELISABETTA - NUCCIOTTI RICCARDO - PORCU ROBERTO - RICCI LUIGI
- ROSO MONICA ed assenti BARTOLONI TAIRA - SALVI STEFANO ai sensi e per gli effetti dell'art. 57, VI comma dello
statuto comunale.
(*) Essendo entrati; (**) Essendo usciti nel corso della seduta
Oggetto: Ordine del giorno per una proposta di moratoria e di incentivo alla dissuasione
dell’installazione e del gioco delle slot machine nei pubblici esercizi di Campi Bisenzio
PREMESSA
Ormai è fin troppo noto quanto le slot machine producano dipendenza, soprattutto nei cittadini
psicologicamente più deboli, portandoli spesso a rovinarsi sperperando ingenti quantità di
denaro e trascinando in questi vortici anche le proprie famiglie. Questo senza nascondere o
dimenticare che troppo spesso dietro a queste “macchine infernali” si nasconde la malavita
organizzata - senza distinzioni geografiche o zone che ne siano immuni - che usa questo
“strumento” per vari scopi, dal riciclaggio di denaro sporco alla gestione di punti per spaccio di
stupefacenti o, più spesso ancora, come veri e propri “sportelli per l'usura” per chi è la prima
vittima di queste trappole, e non solo. Purtroppo, nonostante le apparenti regole che
dovrebbero governare l’installazione e l’uso delle slot machine, così come modalità di gestione e
accesso, siamo quotidianamente testimoni di inosservanze imperdonabilmente dilaganti ed
intollerabili. Questo, come detto, avviene un po' ovunque, nessuna città può dirsene veramente
affrancata, eccezion fatta per quelle che in tempi recenti hanno adottato percorsi e strategie di
moratoria e dissuasione.
*****
considerato
che il gioco d’azzardo sottrae annualmente ore al lavoro, alla vita di relazione, alle attività
complementari di sport, cultura, tempo libero generando sofferenza psicologica, affettiva,
educativa, che mina gravemente le aspettativa del futuro, altera i presupposti morali e sociali
degli italiani sempre più indotti a sostituire i valori fondanti del lavoro, dell’impegno e dei
talenti con il gioco d’azzardo;
che il gioco d’azzardo evidenzia valori di “fatturato” sempre crescenti, facendo
ragionevolmente stimare che per il corrente 2013 verrà sfiorata la quota di € 100 miliardi, come
può desumersi da quanto di seguito riportato:
raccolta totale annua nazionale del gioco d’azzardo (€ mld):
2005
2006
2007
2008
2009
2010
2011
28.500
35.200
42.200
47.500
54.400
61.500
79.900
[Fonte: Gambling - Manuale per i Dipartimenti delle Dipendenze, ediz. febbraio 2013
Presidenza del Consiglio dei Ministri - Dipartimento Politiche Antidroga]
che si stima che in Italia vi siano (cifre arrotondate) quasi 24 milioni di persone (ben il 40% della
popolazione totale!) che almeno una volta all’anno hanno giocato d’azzaro, da 767.000 a quasi
2.300.00 giocatori d’azzardo problematici e da 302.000 a 1.329.000 due milioni a rischio
patologico e circa 800 mila giocatori patologici;
[Fonte: Gambling - Manuale per i Dipartimenti delle Dipendenze, opera cit.]
che la maggior parte delle quote di raccolta dei giochi d’azzardo riguarda le slot machines con
un 56,3% del totale, cui fanno seguito lotterie (12,%), giochi a distanza (10,5%) e via via altri;
[Fonte: Gambling - Manuale per i Dipartimenti delle Dipendenze, opera cit.]
che lo Stato spende non meno di € 5 miliardi/anno [senza fonte certa] anche per erogare varie
prestazioni di supporto a chi è affetto da “ludopatologie”, e che a livello nazionale nel 2011 le
prestazioni (colloqui, psicoterapie, terapie farmacologiche ecc.) sono state complessivamente
49.831;
[Fonte: Gambling - Manuale per i Dipartimenti delle Dipendenze, opera cit.]
che la dipendenza dal gioco rischia di essere ulteriormente accresciuta da un’offerta di sempre
nuovi giochi, anche via internet, e che la crisi economica funge da moltiplicatore di questo
fenomeno poiché porta molte famiglie già in difficoltà ad impoverirsi ulteriormente tentando la
fortuna per risolvere i propri problemi;
che le ludopatie abbiano ormai raggiunto costi collettivi e individuali altissimi e che molti altri
Paesi dell’Unione Europea hanno avviato da anni studi e osservatori sul fenomeno, a tutta
conferma del gravissimo impatto sociale che il problema comporta e della crescente attenzione
che le pubbliche amministrazioni hanno il dovere di tributare;
ritenuto
come sia quindi ormai ineludbile la necessità di dare risposte concrete ad un problema dalle
conseguenze di portata così massivamente gravi per l’intero Paese;
come una risposta concreta non possa prescindere da una sinergia di interventi ad opera del
soggetto pubblico che più di altri ha il dovere di tutelare il proprio territorio e la comunità che
ivi insiste ed opera: il Comune;
come un primo e concreto intervento debba necessariamente partire da quegli esercizi che
fisicamente ospitano al proprio interno le slot machine, tentando di dissuadere gli esercenti dal
mantenere le slot machines;
come l’azione di diminuzione di offerta sperabilmente ottenibile con l’intervento di cui sopra
debba essere necessariamente integrata con la creazione di una sorta di sportello dove i soggetti
afflitti da questo problema e le loro famiglie possano rivolgersi per avere un presidio di prima
assistenza, intesa soprattutto come indicazioni e suggerimenti sui possibili percorsi da
intraprendere per trovare soluzioni, anche personalizzate, ai problemi vissuti in questi ambiti;
quanto sopra premesso, considerato e ritenuto, il Gruppo Consiliare dell’Italia dei Valori di
Campi Bisenzio
INVITANO IL SINDACO E LA GIUNTA
•
a lanciare una campagna pubblicitaria etica volta al contrasto all’uso delle slot machines
con modalità, mezzi e risorse tipici delle campagne di utilità sociale, rivolta in primo
luogo ad ottenere la rinuncia da parte degli esercizi commerciali interessati, a
mantenere al proprio interno le slot machines;
•
ad istituire, per i locali che decideranno di rinunciare ad ospitare al loro interno le slot
machines, un albo comunale degli esercizi virtuosi e meritevoli, aggiornabile
costantemente ed in tempo reale riconoscendo agli stessi forme di premialità, come di
seguito indicato, che contribuiscano a compensare i mancati ricavi delle dismesse
macchine;
•
ad assegnare ad ogni esercizio un segno di riconoscimento, sul tipo della bandiera azzurra
al mare, una “Bandiera Verde” con vera e propria bandiera da esporre fuori del locale
e/o una vetrofania che segnala ed individua l'esercizio “libero da slot machines”;
•
a garantire agli esercizi aderenti alla campagna, una volta comunicato al Comune il
proprio stato di “libero da slot machine”, da appurare da parte degli organi comunali
preposti prevedendo verifiche periodiche a sorpresa, forme di pubblicità gratuita su
media ed altri mezzi a diffusione locale e regionale;
•
a porre in essere interventi di prevenzione dal rischio della dipendenza dal gioco
patologico, mediante iniziative di sensibilizzazione educazione ed informazione
istituendo rapporti di collaborazione e/o convenzioni con specialisti ad hoc (psicologi,
legali, operatori sociali, etc.) ai quali indirizzare quei cittadini che, come detto in
precedenza, manifestino la necessità di un aiuto non sapendo a chi rivolgersi. A questo
andrebbe collegato uno sportello in Comune cui le persone possano rivolgersi per avere
indicazioni e ricevere supporto nell'affrontare i gravi disagi di cui sono vittime;
•
a proporre agli esercizi che dovessero chiedere permessi e licenze per l'installazione delle
slot machines, l'alternativa, a dissuasione, di una pubblicità gratuita come il percorso
previsto al precedente punto 4. per quelli che intendano dismetterle;
•
ad avviare, da parte dell'Amministrazione Comunale, una procedura per far dichiarare
Campi Bisenzio “Slot Machines Free Zone”, aderendo così a quella lista di Comuni che
hanno già avviato questa politica in Italia: "Manifesto dei Sindaci per la legalità contro
il gioco d'azzardo".
I gruppi consiliari PD, EFS, IDV, SEL
COMUNE DI CAMPI BISENZIO
PROVINCIA DI FIRENZE
Il Presidente del Consiglio pone in esame l’atto avente ad oggetto: “Ordine del Giorno per una
proposta di moratoria e di incentivo alla dissuasione dell'installazione e del gioco delle slot
machine nei pubblici esercizi di Campi Bisenzio” presentato “PARTITO DEMOCRATICO”, “EMILIANO
FOSSI SINDACO”, “SINISTRA ECOLOGIA LIBERTÀ”, “DI PIETRO ITALIA DEI VALORI”.
Il presente verbale è redatto in forma sommaria secondo le disposizioni dell’art. 38 del vigente
“Regolamento per il Funzionamento del Consiglio Comunale”.
Il Consigliere Ridolfi illustra l’atto.
Apre il dibattito il Consigliere Bargagli Stoffi.
Di seguito intervengono il Consigliere Bini, l’Assessore Ricci, il Consigliere Loiero, il Consigliere
Tesi, il Consigliere Ridolfi in risposta a quest’ultimo.
Nella discussione che segue prendono la parola il Consigliere Martinuzzi, che tra l’altro chiede
alcuni chiarimenti a cui risponde il Consigliere Ridolfi, il Consigliere Gandola, capogruppo di
“FORZA ITALIA”, che suggerisce di cassare i riferimenti alle forme di pubblicità ai punti 4 e 6 del
dispositivo, il Consigliere Loiero, capogruppo del “PARTITO DEMOCRATICO”, che, in risposta al
Consigliere Gandola, propone di porre in essere alcuni piccoli accorgimenti in seguito, se ritenuti
opportuni.
Si dà atto che durante l’esame del presente atto il Presidente del Consiglio si assenta dalla seduta
tornando in aula alle ore 18,45 ed il Vice presidente del Consiglio esce alle ore 18.50 per poi
rientrare alle ore 19.00.
Dato che nessun altro Consigliere chiede la parola, il Presidente del Consiglio, con l’assistenza
degli scrutatori designati ed in forma palese, pone in votazione l'Ordine del Giorno , con il seguente
risultato:
Consiglieri presenti n. 22
Consiglieri votanti n. 17
Voti favorevoli
n. 17 (Fossi, Bargagli Stoffi, Colzi, Nistri, Paolieri, Ballerini, Staltari,
Ridolfi, Bini, Bani, Ciriolo, Loiero, Otranto, Tagliaferri,
Ciambellotti, Taddei, Tesi)
Voti Contrari
n. 0
Consiglieri astenuti n. 5 (Gandola, Valerio, Terreni, Martinuzzi, Rigacci)
Constatato l’esito della votazione, il Presidente lo proclama al Consiglio, dichiarando l’Ordine del
Giorno approvato all’unanimità dei votanti.
PER L’INTEGRITÀ DEGLI INTERVENTI SI RIMANDA ALLA REGISTRAZIONE EFFETTUATA SU SUPPORTO DIGITALE E DEPOSITATA
AGLI ATTI DEL COMUNE.
Comune di Campi Bisenzio
Provincia di Firenze
CC 17/ 2014
Letto, approvato e sottoscritto
PRESIEDE LA SEDUTA
COLZI ALESSIO
Presidente Consiglio Comunale
Segretario Generale
VERBALIZZANTE LA SEDUTA
DUPUIS MARIA BENEDETTA
Comune di Campi Bisenzio
Provincia di Firenze
OGGETTO: Ordine del Giorno: per una proposta di moratoria e di incentivo alla dissuasione dell'installazione e del
gioco delle slot machine nei pubblici esercizi di Campi Bisenzio, presentato dai gruppi consiliari ''P.D.'', ''E.F.S.'',
''I.D.V.'' e ''S.E.L.'' (prot.nr.72835 del 10.12.2013).
CERTIFICATO DI PUBBLICAZIONE
Il sottoscritto Segretario Generale certifica che la copia della presente deliberazione viene pubblicata all'Albo Pretorio
di questo Comune in data odierna e vi resterà per 15 giorni consecutivi;
Campi Bisenzio, lì .....................................................
IL SEGRETARIO GENERALE
CERTIFICATO DI ESECUTIVITA'
Il sottoscritto Segretario Generale certifica che la suestesa deliberazione;
è stata dichiarata immediatamente eseguibile ai sensi dell'art. 134, 4^ comma, del D.Lgs. 18.8.2000 n. 267;
è divenuta esecutiva ai sensi dell'art. 134, 3^ comma, del D.Lgs. n.267/2000 per il decorso di dieci giorni dalla
pubblicazione;
trattandosi di altro atto (regolamento o altro) è stato pubblicato dal ................................ fino al ................................
Campi Bisenzio, lì .....................................................
IL SEGRETARIO GENERALE
UFFICI DESTINATARI: SEGRETERIA GENERALE - MESSI
Author
Document
Category
Uncategorized
Views
0
File Size
210 KB
Tags
1/--pages
Report inappropriate content