close

Enter

Log in using OpenID

1 7 FEB 2014 - Azienda Sanitaria USL 8 Arezzo

embedDownload
o
6~
DELIBERAZIONE N.
il..
00
Proponente
.....I
V')
V.O.c. Normazione,
Auditing
o::::>
ra
Privacy, InternaI
"'C
c
CI)
~~:s:~~~
...........
Responsabile del procedimento
d~tt.ssa~~lv~
Firma .......................................
Estensore ... Paola Salvi
I.E.
O
CI)
<t
Soggetta a controllo G.R.T.
O
O
IIL DIRETTORE GENERALE
1 7 FEB• 2014
DEL
N
N
Non soggetta a controllo G.R.T.
°N
<t
Oggetto:
Atto ricognitivo
Allegati
dei Responsabili
parte integrante
Trasmesso
N. :
interni del trattamento
2
VISTO - Il.Segretario
~
- aggiornamento.
U
- Giunta Regionale
- Collegio Sindacale
~1"'r8"F£B:'2014
11
..............................
- Conferenza dei Sindaci
il ..............................
Certificato
-
a:
I-
di pubblicazione
Certifico che la £[esente 1eliberazione
data
di dati personali
1 8 F E fj. 201/tvi
viene affissa all'Albo dell'Azienda per la sua pubblicazione
in
rimarrà per 15 giorni consecutivi ai sensi dell'articolo 42, comma 4, della
L.R.T. 40/2005.
Certificato
di avvenuta
pubblicazione
Certifico che la presente deliberazione
è stata pubblicata
all'Albo dell'Azienda
e vi è rimasta per 15
giorni consecutivi ai sensi dell'articolo 42, comma 4, della L.R.T. 40/2005.
Arezzo, Iì
_
Il Responsabile Ufficio Atti Amministrativi
Aziendali
Certificato di esecutività per gli atti sottoposti a controllo della Giunta Regionale
Il Direttore V.O. AA.GG.LL.
Vista l'attestazione di ricevuta della G.R.T. del
.
Vista la delibera/dee. di controllo n
del
.
Dichiara
L'esecutività della presente deliberazione
Arezzo,
.
I ""'~';o.v.. Po.;:vaci
Il Direttore U.O. Affari Generali e Legali
Trasmessa a:
"-
r
IL DIRETTORE GENERALE
VISTO il D.lgs 30 giugno 2003, n. 196 "Codice in materia di protezione dei dati personali" che
integra in un corpus unitario tutte le disposizioni emanate dal 1996 in poi a tutela del diritto di
chiunque alla protezione dei propri dati personali assoggettando le pubbliche amministrazioni a
uno speciale regime giuridico in relazione ai trattamenti di dati personali effettuati in ambito
pubblico;
RICHIAMATO, in particolare, l'art 29 del sopra citato D.lgs, che dà la facoltà al Titolare del
trattamento di procedere alla designazione di uno o più Responsabili del trattamento, quali soggetti
preposti a taluni adempimenti per conto del Titolare stesso, nel rispetto delle prescrizioni da questi
impartite;
RICHIAMATE:
o la deliberazione GRT n. 1214 del 29 novembre 2004 "Percorso privacy nella sanità toscana:
approvazione linee-guida alle aziende sanitarie per l'applicazione del D.lgs 30 giugno 2003 Codice in materia di protezione dei dati personali-" con la quale sono stati impartiti specifici
indirizzi attuativi;
o la successiva deliberazione GRT n. 167 del 12 marzo 2007 "Direttiva per l'attuazione del
Decreto Legislativo n. 196/2003 recante "Codice in materia di protezione dei dati personali"
che costituisce modello generale di riferimento anche per le aziende del Servizio Sanitario
Regionale;.
ATTESO
che le dimensioni dell'Azienda
UsI 8 di Arezzo e la correlata complessità
organizzativo-funzionale
impongono un particolare livello di attenzione nella definizione dei
livelli di responsabilità che complessivamente concorrono alla "strategia privacy" aziendale;
VISTO il Regolamento Aziendale Privacy (approvato con deliberazione DG 8 febbraio 2010, n.
40) che all'art 4 definisce i criteri di natura organizzativa per l'individuazione dei Responsabili
del trattamento di dati personali internamente all'Azienda e le modalità della relativa nomina;
ATTESO che, in attuazione dell'art 4 del Regolamento sopra citato, con deliberazione n. 148 del
22 marzo 2010.
• si è proceduto alla ricognizione collettiva dei Responsabili interni del trattamento di dati
personali alla luce dell'assetto organizzativo all'epoca vigente;
• è stata individuata quale modalità ordinaria di nomina a Responsabile
del trattamento la
designazione formale effettuata nello stesso provvedimento di conferimento di una delle
tipologie di incarico individuate dall'art 4, comma l, del Regolamento Aziendale Privacy, con
modalità concordate tra il Referente Aziendale Privacy e la struttura aziendale competente alla
predisposizione degli provvedimenti di conferimento degli incarichi;
PRESO ATTO che nel corso del 2010 l'Azienda ha avviato un processo di revisione complessiva
del proprio assetto organizzativo/funzionale
sulla base del nuovo scenario di sistema quale
delineato dalla Legge regionale 24 febbraio 2005, n. 40 "Disciplina del servizio sanitario
regionale" e s.m.i, e, in particolare:
• con deliberazione n. 523 del 29 ottobre 2010 si è proceduto all'approvazione definitiva del
nuovo Statuto Aziendale ai sensi dell'art. art. 50, L.R. 40/2005
• con deliberazione
n. 612 del 22 dicembre 2010 è stato definitivamente approvato il
Regolamento di Organizzazione con decorrenza del nuovo assetto dallO gennaio 20 Il
• con deliberazione n. 613 del 22 dicembre 2010 è stato approvato il "Repertorio delle strutture
organizzative aziendali e delle posizioni organizzative";
RICHIAMATA la deliberazione n. 60 del 7 febbraio 20 Il con la quale è stata aggiornata la
ricognizione collettiva dei Responsabili interni del trattamento di dati personali alla luce del
mutato scenario organizzativo;
ATTESO che il percorso di revisione organizzativa è proseguito
regolamentazione di dettaglio e, in particolare:
con la definizione
di ulteriore
•
con deliberazione n. 242 del 9 maggio 2011 sono stati approvati i Regolamenti organizzativi
di alcune macrostrutture tra i quali il Regolamento organizzativo delle Zone Distretto, dei
Presidi Ospedali eri e del Dipartimento della Prevenzione
•
con deliberazione n. 625 del 17 dicembre 2012 è entrato a regime dopo una fase di
sperimentazione il conferimento di funzioni ai Responsabili di Zona-Distretto
•
con deliberazione n. 626 del 17 dicembre 2012 è stato approvato in modo definitivo il
Regolamento delle Aree Funzionali Amministrativa e Tecnica, il quadro riepilogativo delle
attività, nonché le deleghe ai responsabili delle Aree e ai Direttori delle strutture sotto stanti
•
con deliberazione
n. 322 dello
luglio 2013 si è proceduto al riordino dell'assetto
organizzativo del Dipartimento della Prevenzione alla luce delle disposizioni di cui all'art.
67 della L.R. 24 febbraio 2005 n. 40 e s.m.i., come sostituito dall'art. lO della L.R. 27
dicembre 2012, n. 81;
ATTESO, pertanto, di procedere all'aggiornamento della ricognizione dei Responsabili interni del
trattamento di dati personali in coerenza con il modello organizzativo-gestionale
delineato dagli atti
di cui al punto precedente;
Con il parere favorevole del Direttore Sanitarie, del Direttore Amministrativo
Servizi Sociali
e del Direttore dei
DELIBERA
per quanto riportato in narrativa e da intendersi integralmente richiamato
1. di procedere all'aggiornamento
della ricogmzIOne collettiva
dei Responsabili interni del
trattamento di dati personali di cui alla precedente deliberazione n. 60 del 7 febbraio 20 Il;
2. di individuare e nominare quali Responsabili interni del trattamento di dati personali, ai sensi
dell'art. 29 D.lgs 196/2003 "Codice in materia di protezione dei dati personali", i soggetti di cui
all'elenco allegato sub A) al presente atto quale parte integrante e sostanziale, in riferimento ai
trattamenti di dati personali
in essere o successivamente
attivati nell'ambito dell'unità
organizzativa
di competenza o dell'incarico
ricoperto quali individuati
in attuazione dei
criteri di cui all'art 4, comma 1, del Regolamento Aziendale Privacy adottato con deliberazione
DG 8 febbraio 2010, nAO;
3. di precisare che nel caso di strutture organizzati ve professionali complesse la responsabilità del
trattamento di dati è da intendersi riferita anche ai trattamenti posti in essere dalle articolazioni
organizzative interne;
4. di disporre che i Responsabili del trattamento si attengano scrupolosamente alle istruzioni loro
impartite nel documento allegato sub B) al presente atto quale parte integrante e sostanziale;
5. di individuare quale modalità ordinaria di nomina a Responsabile
del trattamento la
designazione formale effettuata nello stesso provvedimento di conferimento di una delle
tipologie di incarico cui accede la responsabilità del trattamento
comma l, del Regolamento Aziendale Privacy;
di dati ai sensi dell'art. 4,
6. di dare mandato al Referente Aziendale Privacy di coordinarsi
con le strutture aziendali
competenti alla predisposizione dei provvedimenti di attribuzione degli incarichi per definire
idonee modalità atte a garantire l'operatività della disposizione di cui al punto precedente;
7. di dare atto che Responsabile del procedimento ai sensi dell' art. 6 L.241/90 e s.m.i.
dott.ssa Paola Salvi, Direttore della D.O.C. Normazione, Privacy e InternaI Auditing;
è la
8. di disporre che al presente provvedimento e ai relativi allegati sia data ampia diffusione, anche
mediante utilizzo delle reti web aziendali;
9. di trasmettere il presente provvedimento al Collegio Sindacale ai sensi dell'art
L.R. 24 febbraio 2005, n. 40;
Parere favorevole
Il Dire
Dott.s
Parere favorevole
~Parere favorevole
Il Dire
ll<tli
42, comma 2,
! -i~istrat. ivo
,
~.:
retto
ssa at
f.f.1tt
. ~I"""""""--"-
'nistrativo
Il Direttore della V.O.C. Normazione, Privacy e InternaI Auditing, che propone il presente atto,
sottoscrivendolo attesta che lo stesso, a seguito dell'istruttoria effettuata, nella forma e nella
sostanza è legittimo e congruente con le finalità istituzionali dell'Azienda
Il Direttore V.O.C, Normazione, Privacy e InternaI Auditing
dott.ssa Paola Salvi
Allegato A)
AZIENDA USL 8
-
RESPONSABILI INTERNI DEL TRATTAMENTO
DEI DATI
febbraio 2014
RESPONSABILE
DEL TRA TT AMENTO
UNITA' ORGANIZZATIVAIINCARICO
Branka Vujovic
Direttore Sanitario
Moraldo
Direttore Amministrativo
Neri
Patrizia Castellucci
Direttore Servizi Sociali
Patrizia Castellucci
Zona Distretto Arezzo
Anna Canaccini
Zona Distretto Valdichiana
Evaristo Giglio
Zona Distretto Valtiberina
Anna Domenichelli
Zona Distretto Valdarno
Carlo Montaini
Zona Distretto
Pier Carlo Ghiselli
Staff Direzione Aziendale
Pier Carlo Ghiselli
Area Funzionale Pianificazione,
Rosa La Mantia (interim)
U.O.C. Pianificazione
Pier Carlo Ghiselli
U.O.C. Programmazione
Sandro Attala
U.O.S. Organizzazione
Anna Canaccini (interim)
U.O.C. Politiche del territorio e medicina di Comunità
Paolo Catalani
U.O.P. Governo operativo attività specialistica ambulatoriale
Maria Pia Fiori
S.S. Osservatorio
contenzioso
~
Casentino
Programmazione
e Controllo
Strategica
operativa e Controllo di gestione
e sviluppo della rete specialistica
aziendale per la prevenzione del
:~
Michele Mecca (interim)
S.S. Accreditamento
Yvonne Pastorini
U.O.C. Sviluppo delle Professionalità
Paola Salvi
U.O.C. Normazione,
Giovanni Cinti
U.O.S. Medico Competente
Pierluigi Amorini
Ufficio Stampa
Marco Cacioli
Servizio Prevenzione e Protezione
Patrizia Castellucci (interim)
Dipartimento dei Servizi Sociali
Privacy e Internai Auditing
l
RESPONSABILE
UNITA' ORGANIZZATIVAIINCARICO
DEL TRATTAMENTO
Lucia Lenzi
Agenzia Riabilitazione
Emanuele Giusti
Area Funzionale Amministrativa
Giampiero Luatti
U.O.C. Programmazione
approvvig ionamenti
Barbara Serboli
U.O.C. Gestioni economiche e finanziarie
Marisa Vannocchi
U.O.C. Direzione attività amm.ve decentrate
Dina Santucci
U.O.C. Politiche del personale e relazioni sindacali
Emanuele Giusti
U.O.C. Gestione del personale
Fabio Gori
Ufficio dirigenzi~le Gestione giuridica del personale
Antonella Mucelli
U.O.C. Gestione convenzioni
Giovanni Scartoni
U.O.S. Affari generali e legali
Gilberto Cristofoletti
Area Funzionale Tecnica
Gilberto Cristofoletti
U.O.C. Pianificazione e controllo investimenti
Luca Marchi
U.O.C. Manutenzione immobili e impianti
Fabio Canè
U.O.C. Nuove opere
Donatella Frullano
U.F. Assistenza sociale e Alta Integrazione ZD Arezzo
Laura Brizzi
U.F. Assistenza sociale e Alta Integrazione
ZD Valdarno
Silvella Frontini
U.F. Assistenza sociale e Alta Integrazione
ZD Valdichiana
Patrizia Rinaldelli
U.F. Assistenza sociale e Alta Integrazione
ZD Valtiberina
Annalisa Boribello
U.F. Assistenza sociale e Alta Integrazione
ZD Casentino
Marco Becattini
U.F .. Ser.T Arezzo
Donatella Bonechi
U.F. SerT
Valdarno
Fabrizia Giusti
U.F. SerT
Valdichiana
Marco Baldi
U.F. Ser.T Valtiberina
Serenella Sasso li
U.F. Ser.T Casentino
Alessandra
U.F. Salute mentale adulti Casentino
Pennacchioni
e gestione amm.va
Roberto Borghesi
U.F. Salute mentale adulti Valdichiana
Giampiero Cesari
U.F. Salute mentale adulti Arezzo
Liana Casarano
U.F. Salute mentale adulti Valdarno
2
RESPONSABILE
DEL TRATTAMENTO
UNITA' ORGANIZZATIV A1INCARICO
Franca Cuculi
U.F. Salute mentale
Infanzia e Adolescenza
Luciano Luccherino
U.F. Salute mentale
Infanzia e Adolescenza Arezzo
Maddalena
U.F. Salute mentale
Ivaltiberina Casentino
Petri Ilo
Valdarno
Infanzia e Adolescenza
Valdichiana
Alberto Balestri
U.F. Attività sanitarie di comunità Casentino
Giuliana Allegrini
U.F. Attività sanitarie di comunità Valtiberina
Alba Boscherini
U.F. Attività sanitarie di comunità Valdichiana
Fabiola Mandolesi
U.F. Attività sanitarie di comunità Arezzo
Grazia Brandini
U.F . Attività sanitarie di comunità Valdarno
EdiBonci
U.F. Attività consultoriali
Valdarno
Ferruccio Sereni
U.F. Attività consultoriali
Valdichiana
Daniela Mazzetti
U.F. Attività consultoriali
Casentino
Alessandra
U.F. Attività consultoriali
Arezzo
Brunella Santangelo
U.F. Attività consultoriali
Valtiberina
Giuseppe
U.F. Medicina legale e attività di tutela dei diritti in sanità
Mori
Pasquale Macrì
Sergio Dini
U.F. Attività certificativa
Giuseppe Pasquale Macrì
U.O.C. Medicina Legale
Rosella D'Avella
U.O.C. Farmaceutica territoriale
Evaristo Giglio
U.O.S. Educazione alla salute
Emanuele Ceccherini
U.O.S. Nutrizione clinica
Pier Domenico Maurizi
U.O.S. Medicina del dolore/Cure palliative
Marco Biagini
U.O.S. Pneumologia territoriale
Luciano Luccherino
U.O.C. Neuropsichiatria
Liana Casarano
U.O.C. Psichiatria
Marco Becattini (f.f.)
U.O.C. Medicina delle farmacotossicodipendenze
Franca Cuculi (f.f.)
U.O.C. Psicologia
Giuseppina
U.O.P. Riabilitazione funzionale Arezzo
Boschi
di medicina legale
infantile
Sandra Scali
U.O.P. Riabilitazione funzionale Valdichiana
Stefano Zucchini
U.O.P. Riabilitazione funzionale Valtiberina
Massimo Nucci
U.O.P. Riabilitazione funzionale Casentino
3
RESPONSABILE
DEL TRATTAMENTO
UNITA' ORGANIZZAT/VA//NCARICO
P.O. Logopedia Aziendale
Silvana Repetti
U.O.P. Assistenza infermieristica salute e mentale e
dipendenze
U.O.P. Assistenza infermieristica comunità e sanità pubblica
Arezzo
U.O.P. Assistenza infermieristica comunità e sanità pubblica
Valdarno
Mauro Faralli
Massimo Spighi
Laura Gambassi
Simona Lepri
U.O.P. Assistenza infermieristica comunità e sanità pubblica
Ivaltiberina
Cosimo Molinaro
U.O.P. Assistenza infermieristica comunità e sanità pubblica
Ivaldichiana
Leonardo Sassoli
U.O.P. Assistenza infermieristica comunità e sanità pubblica
Casentino
Domenico Sallese
Dipartimento Prevenzione
Domenico Sallese
U.O.C. Igiene e salute nei luoghi di lavoro
Gherardo
U.O.C. Prevenzione e sicurezza negli ambienti confinati
Cavigli
Ettore Barneschi
U.O.C. Sanità animale
Guido Bichi
U.O.C. Igiene degli alimenti di origine animale
Paolo Omizzolo
U.O.C. Igiene degli Allevamenti e Produzioni zootecniche
M. Teresa Maurello
U.O.C. Igiene e sanità pubblica
Patrizia Baldaccini
U.O.C. Igiene degli alimenti e della nutrizione
Marzia Mencherini
U.O.P. Tecnici della prevenzione nei luoghi di lavoro
Liviana Tavanti
U.O.P A ssistenti sanitarie
Paolo Angori
P.O. Responsabile
Prevenzione
attività informatica Dipartimento della
Domenico Sallese
U. F. Prevenzione
Igiene e Sicurezza nei Luoghi di Lavoro
Ugo Carlo Schiavoni
Giuseppe Rotondo
~---
Setting di lavoro Prevenzione Igiene e Sicurezza nei Luoghi di
Lavoro Arezzo
_
6etting-tii-1avoro-Prevenz10ne-lgiene-e-S-ictlrezza-nei-Luoghi-di
~~
Lavoro Valdarno
N'aleria Peccetti
Setting di lavoro Prevenzione Igiene e Sicurezza nei Luoghi di
Lavoro Valdichiana
Paola Scatolini
Setting di lavoro Prevenzione Igiene e Sicurezza nei Luoghi di
Lavoro Valtiberina
Sandra Fani
Setting di lavoro Prevenzione Igiene e Sicurezza nei Luoghi di
Lavoro Casentino
Patrizia Baldacchini
U.F. Igiene pubblica e della nutrizione
Maria Teresa Maurello
Setting di lavoro Igiene pubblica e della nutrizione Arezzo
4
-------
RESPONSABILE
DEL TRATTAMENTO
UNITA' ORGANIZZATIVAIINCARICO
Rita Bindi
Setting di lavoro Igiene pubblica e della nutrizione Valdarno
Anna Beltrano
Setting di lavoro Igiene pubblica e della nutrizione Valdichiana
Rossella Leonardi
Setting di lavoro Igiene pubblica e della nutrizione Valtiberina
Elena De Sanctis
Setting di lavoro Igiene pubblica e della nutrizione casentino
Guido Bichi
U.F. Sanità pubblica veterinaria e sicurezza alimentare
Sauro Geppetti
Setting di lavoro Sanità pubblica veterinaria e sicurezza
- alimentare Arezzo
Roberta Cuppini
":Setting di lavoro Sanità pubblica veterinaria e sicurezza
alimentare Valdarno
Ettore Barneschi
Setting di lavoro Sanità pubblica veterinaria e sicurezza
alimentare Valdichiana
Umberto Coresi
Setting di lavoro Sanità pubblica veterinaria e sicurezza
alimentare Valtiberina
Fabio Parca
Setting di lavoro Sanità pubblica veterinaria e sicurezza
. alimentare Casentino
Maurizio Colica
Gherardo Cavigli
U.F. Medicina dello sport
. Setting di lavoro tematico Sicurezza impiantistica negli
ambienti di vita e di lavoro
Setting di lavoro tematico Igiene degli allevamenti e delle
.'produzioni zootecniche
Paolo Omizzolo
.t
Renzo Paradisi
. Setting di lavoro tematico Educazione alla salute
Ettore Migali
Dipartimento
Cesario Ciccotosto
Area Funzionale Diagnostica per immagini
Alfonso Baldoncini (f.f.)
U.O.C. Medicina nucleare
Claudia Nocentini
U.O.C. Radiodiagnostica
Valdarno
Cesario Ciccotosto
U.O.C. Radiodiagnostica
Arezzo
Lorenzo Crescenzi
U.O.P. Diagnostica per immagini Arezzo
Antonio Giommoni
U.O.P. Diagnostica per immagini Casentino Valdichiana
Valtiberina
Ettore Migali
Area Funzionale Patologia Clinica
Ettore Migali
U.O.C. Analisi chimico cliniche
Marco Margioni
U.O.S. Analisi chimico cliniche Valdarno
Irene Galanti
U.O.S. Microbiologia
Delfino Tavanti
U.O.S. Tossicologia
Diagnostica per immagini e Patologia Clinica
5
RESPONSABILE
DEL TRATTAMENTO
UNITA' ORGANIZZATIVAIINCARICO
Andrea Carnevali
U.O.C. Anatomia patologica
Francesco Mirri
U.O.S. Attività diagnostiche per screening
Giancarlo Lisi
U.O.P. Diagnostica di laboratorio Arezzo
Massimo Bargagni
U.O.P. Diagnostica di laboratorio Valdarno
Giancarlo Mancini
U.O.P. Diagnostica di laboratorio Valdichiana, Valtiberina,
Casentino
Marco Ferì
Dipartimento Area critica
Marco Feri
U.O.C. Anestesia e rianimazione Arezzo
Aristide Bartucci (f.f.)
U.O.C. Anestesia e rianimazione Valdarno
Mauro Pepe
U.O.S. Medicina perioperatoria
Antonio Quaquarelli
U.O.S. Anestesia e rianimazione Casentino
Marco Feri (interim)
U.O.S. Anestesia e rianimazione Valdichiana
Gabriella Blasi
U.O.S. Anestesia e rianimazione Vatiberina
Pierluigi Palermo
U.O.S. Terapia antalgica
Anna Casalini
U.O.P. Assistenza infermieristica area critica
Leonardo Bolognese
Dipartimento Cardiovascolare
Leonardo Bolognese
!Area Funzionale Cardiovascolare
Guido Bel/andi
U.O.C. Chirurgia vascolare
Leonardo Bolognese
U.O.C. Cardiologia Arezzo
Antonio Burali
U.O.C. Cardiologia Valdarno
Franco Cosmi
U.O.S. Cardiologia e HDU Valdichiana
Roberto Tarducci
U.O.S. Cardiologia e HDU Valtiberina
Paolo Sereni
U.O.S. Diagnostica vascolare
Francesco Liistro
U.O.S. Interventistica Cardiovascolare
Amedeo Bianchi (f.f.)
U.O.C. Neurologia
Amedeo Bianchi
U.O.S. Neurofisiopatologia
Silvia Baldassarre
U.O.S. Assistenza a bassa intensità di cura
Andrea Rinnovati
Dipartimento Medicina e chirurgia generale
Rino Migliacci
Area Funzionale Medicina generale
Luciano Ralli (f.f.)
U.O.C. Medicina interna Arezzo
e Neurologico
infantile
6
RESPONSABILE
DEL TRATTAMENTO
UNITA' ORGANIZZATIVAIINCARICO
Paolo Pagni (f.f.)
U.O.C. Medicina interna Valdarno
Emilio Santoro
U.O.C. Medicina interna Casentino
Rino Migliacci
U.O.C. Medicina interna Valdichiana
Rossella Nassi
U.O.C. Medicina interna Valtiberina
Lucia Ricci
U.O.C. Diabetologia aziendale
~ndrea
Rinnovati
Area Funzionale Chirurgia generale
Andrea
Rinnovati
U.O.C. Chirurgia generale Casentino
Andrea
Bufalari
U.O.C. Chirurgia generale Valdichiana
Concezio
Tiburzi
U.O.C. Chirurgia generale Valtiberina
Giorgio Cangioni
U.O.C. Chirurgia generale Valdarno
Andrea
U.O.C. Chirurgia generale Arezzo
Rinnovati (interim)
Giovanni
~ngiolo
Marcocci
Agnolucci
Ferruccio
Laurenzi
U.O.S. Chirurgia Pediatrica
U.O.S. Endoscopia Digestiva interventistica
U.O.S. Day Surgery
Pier Guido Ciabatti
Dipartimento Chirurgia specialistica e Medicina a indirizzo
geriatrico
iAntonio Castelli
U.O.C. Dermatologia
IAndrea Romani
U.O.C. Oculistica
Luigi Ciampalini
U.O.C. Ortopedia e Traumatologia
Valdarno
Patrizio Caldora
U.O.C. Ortopedia e Traumatologia
Arezzo
Patrizio Caldora (interim)
U.O.C. Ortopedia e Traumatologia
Valdichiana
Francesco
U.O.S Ortopedia e Traumatologia
Valtiberina
Giani
Pietro de Biase
U.O.S Ortogeriatria
Pier Guido Ciabatti
U.O.C. Otorinolaringoiatria
Mario Felici (f.f.)
U.O.C. Medicina interna e geriatria Arezzo
Michele De Angelis
U.O.C. Urologia
Giuseppe
U.O.S. Urologia Valdarno
Romano
Giorgio Paoletti
U.O.S. Urodinamica
Fabrizio Magnolfi
Dipartimento Medicina Specialistica
Fabrizio Magnolfi
U.O.C. Gastroenterologia
ed Endoscopia digestiva
7
RESPONSABILE
UNITA' ORGANIZZATIVAIINCARICO
DEL TRATTAMENTO
Danilo Tacconi (f.f.)
U.O.C. Malattie infettive
Pierluigi Liumbruno
U.O.C. Medicina Trasfusionale
Cristina Paci
U.O.S. Medicina Trasfusionale Valdarno
Raffaele Scala
U.O.C. Pneumologia e UTIP
Ubaldo Occhini (interim)
U.O.S Ematologia
Rossella Nassi (interim)
U.O.C. Endocrinologia
Laura Lapini
U.O.S. Ecografia Interventistica
Ennio Duranti
U.O.C. Nefrologia e Dialisi
Carlo Mura
U.O.S. Nefrologia e Dialisi Valdarno
Bizzarri Daniela
U.O.S. Nefrologia e Dialisi Casentino, Valdichiana, Valtiberina
Luciano Sabatini
U.O.S. Reumatologia
Ubaldo Occhini
U.O.S. Assistenza a bassa intensità di cura
Massimo
Mandò
Dipartimento Emergenza Urgenza
Giovanni
lannelli
Vittorio Cesari (f.f.)
Massimo
Mandò
Gianni Galastri
Giorgio Sgrevi
Gabriele
La Placa
e non Arezzo
U.O.C. Medicina e Chirurgia d'accettazione e d'urgenza
Arezzo
U.O.C. Medicina e Chirurgia d'accettazione e d'urgenza
Valdarno
U.O.C.Centrale
Operativa 118
U.O.S. Medicina e Chirurgia d'accettazione e d'urgenza
Casentino
U.O.S. Medicina e Chirurgia d'accettazione e d'urgenza
Valdichiana
U.O.S. Medicina e Chirurgia d'accettazione e d'urgenza
Valtiberina
Stefania Moreschi
U.O.P. Assistenza Infermieristica assistenza emergenza
urgenza
Pietro Ponticelli
Dipartimento
Sergio Bracarda
U.O.C. Oncologia
Alessandra
U.O.S. Oncologia Medica Valdarno
Signorini
Oncologico
Pietro Ponticelli
U.O.C. Radioterapia
Giuseppe Cariti
Dipartimento
Giuseppe Cariti
U.O.C. Ostetricia e Ginecologia
Arezzo
Franco Lelli
U.O.C. Ostetricia e Ginecologia
Valdarno
Francesco Catania
U.O.C. Ostetricia e Ginecologia
Casentino
Materno-infantile
8
RESPONSABILE
DEL TRATTAMENTO
UNITA' ORGANIZZATIVAIINCARICO
Lido Nappini (f.f.)
U.O.C. Pediatria Arezzo
Antonio
U.O.S. Pediatria Valdarno
Cardinale
Letizia Magi
U.O.S. Neonatologia
Marco Martini
U.O.S. TIN
Patrizia Petruccioli
U.O.P. Ostetricia professionale
Silvia Ciofini
U.O.S. Assistenza a bassa intensità di cura
Lucia Grazia Campanile
Direzione Medica Presidio
Ospedaliero
Massimo Gialli
Direzione Medica Presidio
Ospedaliero 2
Rosa Lamantia
Direzione Medica Presidio Ospedaliero
Nilo Venturini
Responsabile Stabilimento ospedaliero Valtiberina
Claudio Cammillini
Responsabile Stabilimento ospedaliero Casentino
Franco Cosmi
Responsabile Stabilimento ospedaliero Valdichiana
Giacomo
U.O.C. Fisica Sanitaria
Belli
Giandomenico
Petrucci
1
3
U.O.C. Farmacia Ospedaliera
Lucia Lenzi
U.O.C. Recupero e rieducazione funzionale a carattere
aziendale
Mirella Rossi
U.O.S. Professioni infermieristiche
teriitoriale
Michele Mecca
U.O.S Igiene delle strutture sanitarie aziendali
Patrizia Bobini
U.O.S. Rete aziendale donazioni e trapianti
Meri Schincaglia
U.O.P. Assistenza infermieristica di presidio Valdarno
Luciano Tozzi
U.O.P. Assistenza infermieristica di presidio Casentino
Cosimo Molinaro
U.O.P. Assistenza infermieristica di presidio Valdarno
Simona Lepri
U.O.P. Assistenza infermieristica di presidio Valtiberina
Edy Farnetani
U.O.S. Psicologia in ambito ospedaliero
Sabrina Palei
R.SA
Golgi
Anna Maria Ciommei
R.SA
Boschi
in ambito ospedaliero e
9
RESPONSABILE
UNITA' ORGANIZZATIV AlINCARICO
DEL TRATTAMENTO
Maria Silvia Scarafà
R.SA
Ninci
Luisella Bolgi
R.SA
Pianta
Maria Patrizia Severi
R.SA
Camucia
lO
Allegato B)
ISTRUZIONI PER I RESPONSABILI DEL TRATTAMENTO DI DA TI
PERSONALI
In attuazione del D.lgs 196/2003 "Codice in materia di protezione dei dati personali" cd Codice
Privacy
I Responsabili devono garantire che i trattamenti di dati personali avvengano
normativa e delle ulteriori disposizioni del Regolamento Aziendale Privacy.
nel rispetto della
E' compito di ogni Responsabile
D
D
D
D
D
D
effettuare la ricognizione dei trattamenti di dati, delle banche dati e degli archivi afferenti le
attività della struttura cui è preposto; in particolare, per ciascun trattamento il relativo
Responsabile deve
• verificare
che il trattamento
sia correlato
all'esercizio
delle funzioni
istituzionalmente poste in capo alla struttura e che le stesse finalità non SIano
perseguibili attraverso il trattamento di dati anonimi
• verificare che i dati trattati e le operazioni di trattamento poste in essere non SIano
eccedenti le finalità del trattamento stesso
• rinnovare periodicamente le verifiche di cui sopra con riferimento sia alle diverse
fasi del trattamento sia ai dati che l'interessato abbia fornito di propria iniziativa.
Nel caso in cui l'interessato fornisca spontaneamente informazioni eccedenti quelle
strettamente indispensabili
alle attività di competenza della struttura,
tali
informazioni , in base alla valutazione discrezionale del Responsabile, possono
essere rimesse all'interessato, distrutte oppure conservate senza utilizzo.
verificare che i trattamenti in essere o in corso di attivazione presso la struttura siano
conformi alle disposizioni del Codice privacy ; ove difforme dalla normativa, il trattamento
deve essere regolarizzato (ad es. fornendo l'informativa omessa e raccogliendo, ove
necessario, il consenso );se non è possibile regolarizzare si deve procedere alla cancellazione
dei dati
in riferimento al trattamento di dati sensibili o giudiziari nell' ambito di prestazioni di
carattere amministrativo-gestionale,
verificare
se i tipi di dati trattati e le operazioni
eseguite sono rispondenti a quanto previsto
dall' Allegato B al Decreto del Presidente
della Giunta regionale 12 febbraio 2013, n. 6/R "Regolamento di attuazione dell'articolo 1,
comma 1 della legge regionale 3 aprile 2006, n. 13 (Trattamento dei dati sensibili e
giudiziari da parte della Regione Toscana, aziende sanitarie, enti, aziende e agenzie
regionali e soggetti pubblici nei confronti dei quali la Regione esercita poteri di indirizzo e
controllo) disponibile nella sezione "Privacy" del sito internet aziendale; qualora il
Responsabile riscontri delle difformità il trattamento deve essere regolarizzato o cessare
provvedere a informare i soggetti interessati sulle modalità e gli scopi del trattamento,
vigilando anche sulla presenza dei cartelli con l'informativa generale in tutti i luoghi in cui
vengono erogate prestazioni di carattere sanitario, di prevenzione, amministrative, sociosanitarie etc., fermo restando che questa integra ma non sostituisce l'obbligo di informativa
orale o scritta
assicurarsi che il trattamento dei dati sanitari finalizzato all'erogazione della prestazione di
prevenzione e cura a tutela della salute o dell'incolumità fisica dell'interessato
sia
preceduto dalla preventiva acquisizione del consenso, salvi i casi di emergenza
analiticamente previsti all'art 82 del Codice Privacy
individuare per iscritto gli incaricati del trattamento e conservare le relative nomine
aggiornare l'individuazione degli incaricati in coerenza con i mutamenti organizzati vi della
struttura
D
impartire le istruzioni cui devono attenersi gli incaricati nel trattamento dei dati e vigilare
sulla corretta osservanza delle istruzioni impartite
D
definire le modalità di accesso ai dati e l'organizzazione del lavoro degli incaricati, avendo
cura di adottare le misure organizzative per garantire il riscontro a eventuali richieste
dell'interessato nell'esercizio dei diritti di cui all'art 7 del Codice Privacy
D per i trattamenti
di dati con procedura informatizzata richiedere l'attivazione
delle
credenziali di autenticazione informatica per gli incaricati, specificando a quali dati e tipi di
operazioni ciascun incaricato può accedere in relazione ai propri compiti; al venir meno
delle
condizioni
organizzative
che
giustificano
l'accesso
dell'incaricato
all'applicativolbanca dati, informare immediatamente l'amministratore di sistema ai fini
della disattivazione delle credenziali
D rispetto ai propri incaricati cui sono attribuite funzioni di
amministratore di sistema
verificare, almeno annualmente, che l'operato di tali soggetti sia rispondente alle misure
organizzative, tecniche e di sicurezza in materia di trattamenti dei dati personali previste
dalle norme vigenti
D
in caso di affidamento a soggetti esterni di attività/servizi/funzioni di competenza della
struttura, attenersi alle disposizioni di cui al Regolamento Aziendale Privacy, art. 6
"Responsabili esterni del trattamento"
D adempiere ai seguenti obblighi di sicurezza
adottare le misure minime di sicurezza previste dal Codice Privacy per i
trattamenti con e senza strumenti elettronici (rispettivamente artt. 34 e 35)
adottare tutte le preventive misure di sicurezza ritenute idonee a evitare rischi di
distruzione o perdita anche accidentale dei dati, di accesso non autorizzato, di
trattamento non consentito o non conforma alla finalità per cui i dati sono stati
raccolti
I Responsabili garantiscono la necessaria collaborazione al Referente
Aziendale Privacy e, in
particolare
D
comunicano tempestivamente l'intenzione di avviare un nuovo trattamento nonché ogni
notizia o informazione rilevante ai fini della tutela della sicurezza e della riservatezza dei
dati
D forniscono ogni informazione necessaria all'attuazione del regolamento Aziendale Privacy
D forniscono gli elementi informativi atti a soddisfare le richieste del Garante, consentono gli
accessi e i controlli da parte delle autorità competenti le informazioni necessarie
D
Per quanto non espressamente previsto, si rinvia alle disposizioni vigenti in materia di protezione
dei dati personali e all'ulteriore documentazione consultabile sul sito internet dell' Azienda nella
sezione" Privacy".
La violazione delle disposizioni im materia di trattamento dei dati comporta sanzioni penali (artt.
167 e ss Codice Privacy) a carico del singolo autore della violazione. In merito alla responsabilità
civile e all'obbligo di risarcimento del danno provocato dal trattamento di dati, si rinvia all'art 15
del Codice Privacy.
Azienda USL 8 Arezzo
(Il Titolare del trattamento)
Author
Document
Category
Uncategorized
Views
4
File Size
839 KB
Tags
1/--pages
Report inappropriate content