close

Enter

Log in using OpenID

Allegato B - Regione Lazio

embedDownload
MINISTERO DELL’AMBIENTE E DELLA TUTELA
DEL TERRITORIO E DEL MARE
CIVILE
SOGGETTO ATTUATORE DELEGATO
DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REGIONE LAZIO N. T 00431 DEL 20/11/2014
ACCORDO DI PROGRAMMA FINALIZZATO ALLA PROGRAMMAZIONE E AL FINANZIAMENTO
DI INTERVENTI URGENTI E PRIORITARI PER LA MITIGAZIONE DEL RISCHIO
IDROGEOLOGICO
( DECRETO LEGGE 24 GIUGNO 2014, N. 91 – PUBBLICATO G.U. N. 144 DEL 24 GIUGNO 2014
REGIONE LAZIO
ACCORDO DI PROGRAMMA FINALIZZATO ALLA PROGRAMMAZIONE E AL
FINANZIAMENTO DI INTERVENTI URGENTI PRIORITARI PER LA
MITIGAZIONE DEL RISCHIO IDROGEOLOGICO
(art. 2 , comma 240, Legge 23 dicembre 2009 n.191)
IL SOGGETTO ATTUATORE
(Decreto del Presidente della Regione Lazio n. T00431 del 20/11/2014)
BANDO DI GARA PER PROCEDURA APERTA
1. STAZIONE APPALTANTE: REGIONE LAZIO - Direzione Regionale Infrastrutture,
Ambiente e Politiche Abitative - Soggetto Attuatore, Ing. Bruno Placidi, delegato per l’attuazione di
interventi urgenti prioritari per la mitigazione del rischio idrogeologico da effettuare nel territorio
della Regione Lazio previsti nell’accordo di programma (Decreto del Presidente della Regione Lazio n.
T00431 del 20/11/2014)
Via Rosa Raimondi Garibaldi n. 7 00154 Roma, PEC: [email protected]
2. PROCEDURA DI GARA: Procedura aperta relativa all’appalto di sola esecuzione riguardante
i lavori di “Consolidamento del dissesto gravitativo in località Peschio” nel comune di Morolo (FR) con il
criterio del prezzo più basso, ai sensi degli artt. 53, comma 2, lett. a), 54, comma 2, e 82 del d.lgs.
12 aprile 2006, n. 163.
3. LUOGO, DESCRIZIONE, IMPORTO COMPLESSIVO DEI LAVORI, ONERI PER
LA SICUREZZA E MODALITA' DI PAGAMENTO DELLE PRESTAZIONI:
3.1. Luogo di esecuzione: Località Peschio in comune di Morolo (FR)
3.2. Descrizione: LAVORI DI CONSOLIDAMENTO DEL DISSESTO GRAVITATIVO IN LOC.
NEL COMUNE DI MOROLO(FR)
CODICE CUP: B26B12000050002
CODICE CIG: 6071507E10
3.3 Natura dei lavori
I lavori comprendono:
- Realizzazione di gabbionata metallica;
- Muro di sostegno su pali;
- Opere di regimazione superficiale delle acque;
- Realizzazione muretti in c.a. e rifacimento e reintegro muro esistente
Via Rosa Raimondi Garibaldi, 7 – 00145 ROMA
PEC: [email protected]
MINISTERO DELL’AMBIENTE E DELLA TUTELA
DEL TERRITORIO E DEL MARE
CIVILE
SOGGETTO ATTUATORE DELEGATO
DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REGIONE LAZIO N. T 00431 DEL 20/11/2014
ACCORDO DI PROGRAMMA FINALIZZATO ALLA PROGRAMMAZIONE E AL FINANZIAMENTO
DI INTERVENTI URGENTI E PRIORITARI PER LA MITIGAZIONE DEL RISCHIO
IDROGEOLOGICO
( DECRETO LEGGE 24 GIUGNO 2014, N. 91 – PUBBLICATO G.U. N. 144 DEL 24 GIUGNO 2014
3.4a Importo a base di gara: L’importo complessivo dell’appalto, compresi gli oneri per la
sicurezza ed esclusi gli oneri fiscali, ammonta ad euro 492.000,00 (euro
quattrocentonovantaduemila/00)
Importo Totale dei Lavori
€ 492.000,00
di cui oneri della sicurezza (non soggetti a ribasso)
€ 25.000,00
importo lavori a base d’asta (soggetti a ribasso)
€ 467.000,00
OG 13 – Opere di ingegneria naturalistica – class. I prevalente
3.4b Importo complessivo soggetto a ribasso: L’importo dell’appalto, esclusi gli oneri per la
sicurezza e gli oneri fiscali, soggetto a ribasso ammonta ad euro 467.000,00 (euro
quattrocentosessantasettemila/00)
Il pagamento delle prestazioni contrattuali avverrà “a misura”, ai sensi dell’art. 53, comma 4, 2°
periodo del Codice.
All’aggiudicatario verrà corrisposta, alle condizioni e con le modalità indicate agli artt. 124, commi 1
e 2 e 140, commi 2 e 3, del Regolamento, un’anticipazione pari al 10 per cento dell’importo
contrattuale.
Il pagamento del corrispettivo della prestazione oggetto dell’appalto verrà effettuato nel rispetto dei
termini previsti dal d.lgs. 9 ottobre 2002, n. 231 come modificato ed integrato dal d.lgs. 9 novembre
2012, n. 192. Il contratto è soggetto agli obblighi in tema di tracciabilità dei flussi finanziari di cui
all’art. 3 della l. 13 agosto 2010, n. 136
3.5 Lavorazioni e relativi importi:
Indicazioni speciali ai fini della
gara
Prevalente o
Subappaltabile
scorporabile
(si/no)
Lavorazione
Cat.
Classifica
Qualificazione
obbligatoria
(si/no)
Importo
(euro)
%
Opere di ingegneria
naturalistica
OG13
I^
Si
234.874,12
50,29
Prevalente
<30%
Opere strutturali speciali
OS21
I^
Si
136.776,57
29,29
Scorporabile
<30%
Strade, autostrade, ponti ,
viadotti, ferrovie, linee
tranviarie, metropolitane,
funicolari e piste aeroportuali e
relative opere complementari
OG3
I^
Si
95.349,31
20,452
Scorporabile
100%
4. TERMINE DI ESECUZIONE: giorni 196 (centonovantasei) naturali e consecutivi decorrenti
dal verbale di consegna dei lavori.
5. CONTRIBUTO ALL’AUTORITÀ PER LA VIGILANZA SUI CONTRATTI
PUBBLICI:
Ai sensi dell’art. 1, comma 67, della legge 23 dicembre 2005, n. 266 e alla deliberazione dell’Autorità
del Deliberazione del 5 marzo 2014 per la partecipazione alla gara è dovuto, a pena di esclusione,
il versamento di € 35,00 (euro trentacinque/00) da effettuare secondo le modalità di cui al
disciplinare di gara pubblicato sul sito www.regione.lazio.it e contenute nelle istruzioni operative
Via Rosa Raimondi Garibaldi, 7 – 00145 ROMA
PEC: [email protected]
MINISTERO DELL’AMBIENTE E DELLA TUTELA
DEL TERRITORIO E DEL MARE
CIVILE
SOGGETTO ATTUATORE DELEGATO
DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REGIONE LAZIO N. T 00431 DEL 20/11/2014
ACCORDO DI PROGRAMMA FINALIZZATO ALLA PROGRAMMAZIONE E AL FINANZIAMENTO
DI INTERVENTI URGENTI E PRIORITARI PER LA MITIGAZIONE DEL RISCHIO
IDROGEOLOGICO
( DECRETO LEGGE 24 GIUGNO 2014, N. 91 – PUBBLICATO G.U. N. 144 DEL 24 GIUGNO 2014
pubblicate
sul
sito
dell'Autorità
http://www.avcp.it/riscossioni.html
disponibili
al
seguente
indirizzo:
6. DOCUMENTAZIONE:
Il disciplinare di gara contenente le norme integrative del presente bando relative alle modalità di
partecipazione alla gara, alle modalità di compilazione e presentazione dell’offerta, ai documenti da
presentare a corredo della stessa ed alle procedure di aggiudicazione dell’appalto, nonché gli
elaborati grafici, il piano di sicurezza, il capitolato speciale di appalto, l’elenco prezzi e lo schema di
contratto sono visibili presso gli uffici del Responsabile del Procedimento siti in Viale del
Tintoretto n. 432 – 00142 - Roma nei giorni feriali dal lunedì al venerdì dalle ore 10.00 alle ore
12.00 previo appuntamento da concordare per via telefonica ovvero a mezzo email all’indirizzo
[email protected]
La documentazione di cui sopra sarà visionabile fino alle ore 12.00 del giorno
03/02/2015.
Di tutti gli elaborati progettuali potrà essere ritirata copia su supporto informatico o cartaceo,
presso:
Digital Color s.n.c.
Viale Tor Marancia n. 94/96, 00147 Roma
tel 0651605059 email: [email protected]
Si riportano di seguito le spese di riproduzione da corrispondere direttamente alla Digital Color:
Supporto informatico: € 36,60 (iva inclusa)
Supporto cartaceo: € 236,94 (iva inclusa)
Si precisa che non è previsto l’invio degli elaborati progettuali a mezzo posta elettronica e che non
è consentita la riproduzione parziale del progetto.
7. TERMINE, INDIRIZZO DI RICEZIONE, MODALITÀ DI PRESENTAZIONE E
DATA DI APERTURA DELLE OFFERTE, SCAMBIO DI INFORMAZIONI:
7.1. Termine di ricezione dei plichi: a pena di esclusione, entro le ore 13,00 del 10.02.2015
presso l’indirizzo di cui al successivo punto 7.2;
7.2. Indirizzo: Regione Lazio - Direzione Regionale Infrastrutture, Ambiente e Politiche
Abitative – Soggetto Attuatore Delegato Ing. Bruno Placidi - Via Rosa Raimondi Garibaldi, 7 00145 Roma.
7.3.
Modalità: secondo quanto previsto nel disciplinare di gara;
7.4. Apertura offerte: La prima seduta pubblica avrà luogo presso la Sala CTCR degli Uffici
della Direzione Regionale Infrastrutture siti in Via Capitan Bavastro 108 – 00154 Roma il giorno
25.02.2015, alle ore. 10.30. Le operazioni di gara potranno essere aggiornate ad altra ora o ai
giorni successivi. La data di prosecuzione delle eventuali sedute pubbliche successive alla prima
verrà comunicata a mezzo PEC con 5 (cinque) giorni di anticipo sulla data della seduta stessa.
7.5 Scambio di informazioni: secondo quanto previsto nel disciplinare di gara
Via Rosa Raimondi Garibaldi, 7 – 00145 ROMA
PEC: [email protected]
MINISTERO DELL’AMBIENTE E DELLA TUTELA
DEL TERRITORIO E DEL MARE
CIVILE
SOGGETTO ATTUATORE DELEGATO
DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REGIONE LAZIO N. T 00431 DEL 20/11/2014
ACCORDO DI PROGRAMMA FINALIZZATO ALLA PROGRAMMAZIONE E AL FINANZIAMENTO
DI INTERVENTI URGENTI E PRIORITARI PER LA MITIGAZIONE DEL RISCHIO
IDROGEOLOGICO
( DECRETO LEGGE 24 GIUGNO 2014, N. 91 – PUBBLICATO G.U. N. 144 DEL 24 GIUGNO 2014
8. SOGGETTI AMMESSI ALL’APERTURA DELLE OFFERTE:
All’apertura delle offerte potranno partecipare i legali rappresentanti delle imprese interessate
oppure persone munite di specifica delega, loro conferita da suddetti legali rappresentanti.
Le operazioni di gara potranno essere aggiornate ad altra ora o ai giorni successivi.
9. CAUZIONE
La cauzione provvisoria, come definita dall’art. 75 del Codice, pari ad euro 9.840,00 (euro
novemilaottocentoquaranta/00) e costituita, a scelta del concorrente:
a) in titoli del debito pubblico garantiti dallo Stato depositati presso una sezione di
tesoreria provinciale o presso le aziende autorizzate, a titolo di pegno, a favore della stazione
appaltante; il valore deve essere al corso del giorno del deposito;
b) da fideiussione bancaria o polizza assicurativa, o fideiussione rilasciata dagli
intermediari iscritti nell'albo di cui all'articolo 106 del d.lgs. 1 settembre 1993, n.385 che
svolgono in via esclusiva o prevalente attività di rilascio di garanzie e che sono sottoposti a
revisione contabile da parte di una società di revisione iscritta nell'albo previsto
dall'articolo161 del d.lgs. 24 febbraio 1998, 58, avente validità per almeno 180 giorni dalla
data di presentazione delle offerte.
In caso di prestazione della cauzione provvisoria in titoli del debito pubblico dovrà essere
presentata anche una dichiarazione di un istituto bancario o di una assicurazione contenente
l’impegno verso il concorrente a rilasciare, qualora l’offerente risultasse aggiudicatario, garanzia
fideiussoria relativa alla cauzione definitiva in favore della stazione appaltante, valida fino alla
data di emissione del certificato di collaudo provvisorio o comunque decorsi 12 (dodici) mesi dalla
data di ultimazione dei lavori risultante dal relativo certificato.
In caso di prestazione della cauzione provvisoria mediante fideiussione bancaria o
assicurativa queste dovranno:
a) essere conformi agli schemi di polizza tipo previsti dal Decreto Ministeriale 12 Marzo 2004, n.
123, pubblicato sul S.O. n. 89/L alla Gazzetta Ufficiale n. 109 dell’11 Maggio 2004, opportunamente
integrate con l’inserimento della clausola di rinuncia all’eccezione di cui all’art.1957, comma 2 del
codice civile ;
b) essere prodotte in originale con espressa menzione dell’oggetto e del soggetto garantito.
c) avere validità per 180 (centoottanta) giorni dal termine ultimo per la presentazione dell’offerta ;
d) essere, qualora si riferiscano a raggruppamenti temporanei, aggregazioni di imprese di rete o
consorzi ordinari o GEIE non ancora costituiti, tassativamente intestate a tutte le imprese che
costituiranno il raggruppamento, l’aggregazione di imprese di rete, il consorzio o il GEIE;
e) prevedere espressamente:
Via Rosa Raimondi Garibaldi, 7 – 00145 ROMA
PEC: [email protected]
MINISTERO DELL’AMBIENTE E DELLA TUTELA
DEL TERRITORIO E DEL MARE
CIVILE
SOGGETTO ATTUATORE DELEGATO
DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REGIONE LAZIO N. T 00431 DEL 20/11/2014
ACCORDO DI PROGRAMMA FINALIZZATO ALLA PROGRAMMAZIONE E AL FINANZIAMENTO
DI INTERVENTI URGENTI E PRIORITARI PER LA MITIGAZIONE DEL RISCHIO
IDROGEOLOGICO
( DECRETO LEGGE 24 GIUGNO 2014, N. 91 – PUBBLICATO G.U. N. 144 DEL 24 GIUGNO 2014
1) la rinuncia al beneficio della preventiva escussione del debitore principale di cui all’art.
1944 del codice civile, volendo ed intendendo restare obbligata in solido con il debitore;
2) la rinuncia ad eccepire la decorrenza dei termini di cui all’art. 1957 del codice civile;
3) la loro operatività entro quindici giorni a semplice richiesta scritta della stazione
appaltante;
4) la dichiarazione contenente l’impegno a rilasciare, in caso di aggiudicazione dell’appalto, a
richiesta del concorrente, una fideiussione bancaria oppure una polizza assicurativa fideiussoria,
relativa alla cauzione definitiva di cui all’art.113 del Codice, in favore della stazione
appaltante, valida fino alla data di emissione del certificato di collaudo provvisorio o comunque
decorsi 12 (dodici) mesi dalla data di ultimazione dei lavori risultante dal relativo certificato).
La cauzione provvisoria resta stabilita nella misura pari ad almeno euro 9.840,00 (euro
novemilaottocentoquaranta/00) [2% (due percento) dell’importo complessivo dell’appalto] e la cauzione
definitiva nella misura del 10% dell’importo contrattuale. Qualora il concorrente sia in possesso
della certificazione del sistema di qualità aziendale e della disposizione prevista dall’articolo 40,
comma 7, del Codice, la cauzione provvisoria è stabilita in misura pari ad almeno euro 4.920,00
(euro quattromilanovecentoventi/00) [1% (un percento) dell’importo complessivo dell’appalto] e la
cauzione definitiva nella misura del 5% dell’importo contrattuale.
10. FINANZIAMENTO:
I lavori sono finanziati dalla Regione Lazio con i fondi dell’Accordo di programma finalizzato alla
programmazione e al finanziamento di interventi urgenti e prioritari per la mitigazione del rischio
idrogeologico.
11. SOGGETTI AMMESSI ALLA GARA:
Sono ammessi alla gara i soggetti di cui all’art. 34, comma 1, d.lgs. 12 aprile 2006, n.163, costituiti
da imprese singole o da imprese riunite o consorziate o che intendano riunirsi o consorziarsi ai
sensi dell’art. 37, comma 8 in possesso dei requisiti di seguito specificati, secondo le modalità e nel
rispetto di quanto previsto dagli artt. 35, 36, 37, 38, 39 e 40 del D.Lgs 163/2006 e ss. mm. ii.
nonché degli artt. 92, 93 e 94 del D.P.R. 207/2010.
Sono altresì ammesse alla gara imprese stabilite in altri Stati membri dell’Unione Europea alla
condizioni previste dall’art. 62 del D.P.R. 207/2010.
L’impresa singola e/o il raggruppamento temporaneo d’impresa può cooptare altre imprese ai sensi
dell’art. 92 comma 5 del D.P.R. 207/2010 e ss. mm. ii.
Agli operatori economici concorrenti, ai sensi dell’articolo 37, comma 7, primo periodo, del
Codice, è vietato partecipare alla gara in più di un raggruppamento temporaneo o consorzio
ordinario di concorrenti, ovvero partecipare alla gara anche in forma individuale qualora gli stessi
abbiano partecipato alla gara medesima in raggruppamento, consorzio ordinario di concorrenti o
aggregazione di imprese aderenti al contratto di rete (nel prosieguo, aggregazione di imprese di
rete).
Via Rosa Raimondi Garibaldi, 7 – 00145 ROMA
PEC: [email protected]
MINISTERO DELL’AMBIENTE E DELLA TUTELA
DEL TERRITORIO E DEL MARE
CIVILE
SOGGETTO ATTUATORE DELEGATO
DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REGIONE LAZIO N. T 00431 DEL 20/11/2014
ACCORDO DI PROGRAMMA FINALIZZATO ALLA PROGRAMMAZIONE E AL FINANZIAMENTO
DI INTERVENTI URGENTI E PRIORITARI PER LA MITIGAZIONE DEL RISCHIO
IDROGEOLOGICO
( DECRETO LEGGE 24 GIUGNO 2014, N. 91 – PUBBLICATO G.U. N. 144 DEL 24 GIUGNO 2014
E’, altresì, vietato, ai sensi dell’articolo 37, comma 7, secondo periodo, del Codice, ai consorziati
indicati per l’esecuzione da un consorzio di cui all'articolo 34, comma 1, lettera b) (consorzi tra
società cooperative e consorzi tra imprese artigiane), di partecipare in qualsiasi altra forma alla
medesima gara.
E’ infine vietato, ai sensi dell’articolo 36, comma 5, del Codice, ai consorziati indicati per
l’esecuzione da un consorzio di cui all'articolo 34, comma 1, lettera c) (consorzi stabili), di
partecipare in qualsiasi altra forma alla medesima gara.
Si applicano le disposizioni di cui agli artt. 36 e 37 del Codice e all’art. 92 del Regolamento e del
Disciplinare di Gara.
12.
CONDIZIONI
MINIME
DI
CARATTERE
ECONOMICO
E
TECNICO
NECESSARIE PER LA PARTECIPAZIONE:
I concorrenti devono essere in possesso di attestazione, rilasciata da società organismo di
attestazione (SOA) regolarmente autorizzata, in corso di validità, che documenti la qualificazione
in categoria e classifica adeguata, ai sensi dell’art. 40 del Codice, nonché ai sensi dell’art.61 del
Regolamento, ai lavori da assumere.
I concorrenti possono beneficiare dell’incremento della classifica di qualificazione nei limiti ed alle
condizioni indicate all’art. 61, comma 2, del Regolamento.
Per i raggruppamenti temporanei, le aggregazioni di imprese di rete e per i consorzi ordinari di
tipo orizzontale, di cui all’art.34, comma 1 lettera d), e), e-bis ) e f) del Codice, i requisiti
economico-finanziari e tecnico-organizzativi richiesti nel presente bando devono essere posseduti
dalla mandataria o da una impresa consorziata nella misura minima del 40%; la restante percentuale
deve essere posseduta cumulativamente dalle mandanti o dalle altre imprese consorziate, ciascuna
nella misura minima del 10% di quanto richiesto all’intero raggruppamento.
L’Impresa mandataria in ogni caso dovrà possedere i requisiti in misura maggioritaria.
Per i raggruppamenti temporanei, le aggregazioni di imprese di rete e per i consorzi di tipo
verticale, di cui all’art. 34, comma 1, lettera d), e), e-bis) e f), del Codice, i requisiti economicofinanziari e tecnico-organizzativi richiesti nel bando di gara devono essere posseduti dalla
capogruppo nella categoria prevalente; nella categoria scorporata la mandante deve possedere i
requisiti previsti per l’importo dei lavori della categoria, nella misura indicata per l’impresa singola.
I requisiti relativi alle lavorazioni riconducibili alla categoria prevalente e/o alle categorie
scorporabili possono assunte da un raggruppamento di tipo orizzontale, costituendo un
raggruppamento di tipo misto.
I concorrenti stabiliti in stati aderenti all’Unione Europea, qualora non siano in possesso
dell’attestazione di qualificazione, devono essere in possesso dei requisiti previsti dal titolo III,
parte II del Regolamento accertati, ai sensi dell’articolo 47 del Codice e dell’art.62 del
Regolamento, in base alla documentazione prodotta secondo le norme vigenti nei rispettivi paesi.
In particolare, è richiesto il possesso dei seguenti requisiti:
Via Rosa Raimondi Garibaldi, 7 – 00145 ROMA
PEC: [email protected]
MINISTERO DELL’AMBIENTE E DELLA TUTELA
DEL TERRITORIO E DEL MARE
CIVILE
SOGGETTO ATTUATORE DELEGATO
DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REGIONE LAZIO N. T 00431 DEL 20/11/2014
ACCORDO DI PROGRAMMA FINALIZZATO ALLA PROGRAMMAZIONE E AL FINANZIAMENTO
DI INTERVENTI URGENTI E PRIORITARI PER LA MITIGAZIONE DEL RISCHIO
IDROGEOLOGICO
( DECRETO LEGGE 24 GIUGNO 2014, N. 91 – PUBBLICATO G.U. N. 144 DEL 24 GIUGNO 2014
1) requisiti economico-finanziari:
a) almeno una referenza bancaria;
b) volume d’affari in lavori (espressa in euro), svolti mediante attività diretta ed indiretta,
conseguito nel quinquennio antecedente alla data di pubblicazione del bando di gara, non
inferiore al 100% degli importi delle qualificazioni richieste nelle varie categorie dell’appalto
da affidare, così come definita dagli articoli 79 e 83 del Regolamento;
c) se l’operatore economico è tenuto alla redazione del bilancio in base alle norme del
paese di appartenenza: capitale netto, costituito dal totale della lettera A del passivo di cui
all’articolo 2424 del codice civile, riferito all’ultimo bilancio approvato, di valore positivo;
2) requisiti tecnico-organizzativi:
a) presenza di idonea direzione tecnica secondo quanto previsto dall’art.87 del
Regolamento;
b) esecuzione di lavori nel quinquennio antecedente alla data di pubblicazione del bando di
gara, appartenenti a ciascuna categoria dell’appalto, di importo non inferiore al 90% di
quello della classifica richiesta;
c) esecuzione di un singolo lavoro nel quinquennio antecedente alla data di pubblicazione
del bando di gara, in relazione ad ogni singola categoria oggetto dell’appalto, di importo non
inferiore al 40% della classifica richiesta, ovvero, in alternativa, di due lavori, nella stessa
singola categoria, di importo complessivo non inferiore al 55% dell’importo della classifica
richiesta, ovvero, in alternativa, di tre lavori, nella stessa singola categoria, di importo
complessivo non inferiore al 65% dell’importo della classifica richiesta; gli importi sono
determinati secondo quanto previsto dal citato articolo 83;
3) costo complessivo sostenuto per il personale dipendente, non inferiore ai valori fissati
dall’articolo 79, comma 10, del Regolamento , relativo al quinquennio antecedente alla data di
pubblicazione del bando di gara;
4) dotazione stabile di attrezzatura tecnica secondo i valori fissati dall’art. 79, comma 8 del
Regolamento, relativo al quinquennio antecedente alla data di pubblicazione del bando di gara;
In attuazione dei disposti dell’art. 49 del Codice, il concorrente singolo o consorziato,
raggruppato o aggregato in rete - ai sensi dell’articolo 34 del Codice - può dimostrare il possesso
dei requisiti di carattere economico, finanziario, tecnico e organizzativo avvalendosi dei requisiti di
un altro soggetto.
Ai fini di quanto sopra, dovrà essere fornita - a pena di esclusione - in sede di domanda di
partecipazione, tutta la documentazione prevista al comma 2 del suddetto articolo 49 del Codice.
Il concorrente può avvalersi di una sola impresa ausiliaria per ciascuna categoria di qualificazione.
Il concorrente e l’impresa ausiliaria sono responsabili in solido nei confronti della stazione
appaltante in relazione alle prestazioni oggetto del contratto.
Via Rosa Raimondi Garibaldi, 7 – 00145 ROMA
PEC: [email protected]
MINISTERO DELL’AMBIENTE E DELLA TUTELA
DEL TERRITORIO E DEL MARE
CIVILE
SOGGETTO ATTUATORE DELEGATO
DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REGIONE LAZIO N. T 00431 DEL 20/11/2014
ACCORDO DI PROGRAMMA FINALIZZATO ALLA PROGRAMMAZIONE E AL FINANZIAMENTO
DI INTERVENTI URGENTI E PRIORITARI PER LA MITIGAZIONE DEL RISCHIO
IDROGEOLOGICO
( DECRETO LEGGE 24 GIUGNO 2014, N. 91 – PUBBLICATO G.U. N. 144 DEL 24 GIUGNO 2014
Non è consentito - a pena di esclusione - che della stessa impresa ausiliaria si avvalga più di un
concorrente, e che partecipino alla gara sia l’impresa ausiliaria che quella che si avvale dei requisiti.
13. TERMINE DI VALIDITÀ DELL’OFFERTA: 180 giorni dalla data di presentazione salvo
proroghe richieste dalla Stazione Appaltante;
14. AVVALIMENTO: secondo quanto previsto dalle norme vigenti e dal disciplinare di gara.
15. CRITERIO DI AGGIUDICAZIONE:
L’aggiudicazione sarà effettuata con il criterio del prezzo più basso determinato mediante ribasso
sull’elenco prezzi posto a base di gara, depurati della percentuale degli oneri di sicurezza, ai sensi
dell’art. 82 comma 2 lettera a) del Codice.
16. VARIANTI: non sono ammesse offerte in variante.
17. ALTRE INFORMAZIONI:
a) non sono ammessi a partecipare alle gare soggetti privi dei requisiti generali di cui
all’articolo 38 del D.L.vo 12 aprile 2006, n. 163 e che comunque si trovino in una di quelle
situazioni ostative alla partecipazione previste dal presente bando e dalla vigente normativa;
b) La verifica del possesso dei requisiti di carattere generale, tecnico-organizzativo ed
economico-finanziario avverrà, ai sensi dell’art. 6-bis del Codice, attraverso l’utilizzo del
sistema AVCpass, reso disponibile dall’AVCP con la delibera attuativa n. 111 del 20
dicembre 2012 e ss.mm.ii., fatto salvo quanto previsto dal comma 3 del citato art. 6-bis.;
c) saranno esclusi dalla gara i soggetti che non si attengono alle condizioni tutte previste dal
presente bando e dal disciplinare di gara;
d) Il soggetto deputato all’espletamento della gara procede all’esclusione automatica delle
offerte di ribasso pari o superiori alla soglia di anomalia di cui all’art. 86, comma 1, del
Codice, nell’esercizio della facoltà di cui all’ art. 122, comma 9, del Codice, qualora il
numero delle offerte valide sia pari o superiore a 10.
e) In presenza di un numero di offerte valide inferiore a 10, non si procederà all’esclusione
automatica, fermo restando il potere della stazione appaltante di valutare la congruità delle
offerte ritenute anormalmente basse ai sensi dell’art. 86, comma 3, del Codice. In tal caso,
si procede a comunicare l’offerta ritenuta non congrua al responsabile del procedimento.
Questi, avvalendosi anche di organismi tecnici della stazione appaltante, oppure dello stesso
soggetto deputato all’espletamento della gara o di consulenti esterni, procede, ai sensi degli
artt. 87 e 88, del Codice, alla verifica della congruità dell’offerta, con la procedura illustrata
nel disciplinare di gara.
f) Si procederà all’aggiudicazione anche in presenza di una sola offerta valida, sempre
che sia ritenuta congrua e conveniente ai sensi dell’art. 86, comma 3, del Codice.
Via Rosa Raimondi Garibaldi, 7 – 00145 ROMA
PEC: [email protected]
MINISTERO DELL’AMBIENTE E DELLA TUTELA
DEL TERRITORIO E DEL MARE
CIVILE
SOGGETTO ATTUATORE DELEGATO
DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REGIONE LAZIO N. T 00431 DEL 20/11/2014
ACCORDO DI PROGRAMMA FINALIZZATO ALLA PROGRAMMAZIONE E AL FINANZIAMENTO
DI INTERVENTI URGENTI E PRIORITARI PER LA MITIGAZIONE DEL RISCHIO
IDROGEOLOGICO
( DECRETO LEGGE 24 GIUGNO 2014, N. 91 – PUBBLICATO G.U. N. 144 DEL 24 GIUGNO 2014
g) È facoltà della stazione appaltante di non procedere all’aggiudicazione della gara qualora
nessuna offerta risulti conveniente o idonea in relazione all’oggetto del contratto o, se
aggiudicata, di non stipulare il contratto d’appalto.
h) L’offerta vincolerà il concorrente per 180 giorni dalla scadenza del termine indicato per la
presentazione dell’offerta, salvo proroghe richieste dalla stazione appaltante.
i) l’aggiudicatario deve prestare la garanzia fidejussoria definitiva nella misura e nei modi
previsti dall’articolo 113 del D. L.vo 12 aprile 2006, n. 163 e dall’art. 123 del D.P.R.
n.207/2010 e la garanzia di cui all’art.129 del D. L.vo 12 aprile 2006, n. 163 e all’art.125 del
D.P.R. n.207/2010 per gli importi e con le modalità indicate nel Disciplinare di Gara;
k) le autocertificazioni, le certificazioni, i documenti e l’offerta devono essere in lingua italiana
o corredati di traduzione giurata;
l) gli importi dichiarati da imprese stabilite in altro Stato membro dell’Unione Europea,
qualora espressi in altra valuta, dovranno essere convertiti in euro;
m) Il pagamento delle prestazioni contrattuali, ai sensi dell’art. 53, comma 4, 2° periodo del
Codice è previsto “a misura”.
La contabilità dei lavori sarà effettuata, ai sensi della parte II, titolo IX, del Regolamento;
agli importi degli stati di avanzamento (SAL) sarà aggiunto, in proporzione dell’importo dei
lavori eseguiti, l’importo degli oneri per l’attuazione dei piani di sicurezza.
Le rate di acconto saranno pagate con le modalità previste dal capitolato speciale d’appalto;
la tabella dei gruppi di lavorazioni ritenute omogenee sarà inserita nel contratto di appalto.
Per quanto attiene ai pagamenti, trova applicazione l'art. 3 della Legge 13 agosto 2010, n.
136 in tema di tracciabilità dei flussi finanziari.
n) gli eventuali subappalti saranno disciplinati ai sensi delle vigenti leggi del disciplinare di gara
del Capitolato Speciale di Appalto;
o) Alle transazioni finanziarie oggetto del presente appalto si applicano le norme di cui agli
artt. 3 e 6 della legge 13 agosto 2010 n. 136 e s.m. ed integrazioni relativi agli obblighi di
tracciabilità dei flussi finanziari.
Ai sensi dell’art. 3 della legge 136/2010 e s.m. ed integrazioni, l’aggiudicatario è obbligato ad
indicare uno o più conti correnti bancari o postali, accesi presso banche o presso la
società Poste Italiane s.p.a., dedicati anche in via non esclusiva, fermo restando quanto
previsto dal comma 5 del predetto art. 3, a tutte le operazioni relative al presente appalto
da effettuarsi - indicando sempre il CIG ed il CUP - pena la risoluzione del contratto,
esclusivamente a mezzo di bonifico bancario o postale, ovvero con altri strumenti di
incasso o di pagamento idonei a consentire la piena tracciabilità delle operazioni, e sul quale
questa Stazione Appaltante farà confluire le somme relative all’appalto.
Via Rosa Raimondi Garibaldi, 7 – 00145 ROMA
PEC: [email protected]
MINISTERO DELL’AMBIENTE E DELLA TUTELA
DEL TERRITORIO E DEL MARE
CIVILE
SOGGETTO ATTUATORE DELEGATO
DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REGIONE LAZIO N. T 00431 DEL 20/11/2014
ACCORDO DI PROGRAMMA FINALIZZATO ALLA PROGRAMMAZIONE E AL FINANZIAMENTO
DI INTERVENTI URGENTI E PRIORITARI PER LA MITIGAZIONE DEL RISCHIO
IDROGEOLOGICO
( DECRETO LEGGE 24 GIUGNO 2014, N. 91 – PUBBLICATO G.U. N. 144 DEL 24 GIUGNO 2014
p) è esclusa la competenza arbitrale;
q) Ai fini dell’invio di tutte le comunicazioni relative alla presente procedura si farà riferimento
a quanto previsto nel Disciplinare di Gara.
r) Responsabile del Procedimento: Ing. Margherita Gubinelli c/o Area Difesa del Suolo e
Bonifiche, Viale del Tintoretto 432, 00142 – Roma
Tel: 06.5168.9089 – Fax: 06.5168.9219
Email: [email protected]
PEC: [email protected]
18. TRATTAMENTO DATI PERSONALI:
Ai sensi dell'art. 13 del D. Lgs. 30.06.2003 n. 196 e s.m. ed integrazioni, i dati personali
verranno raccolti per lo svolgimento delle funzioni istituzionali della Stazione Appaltante. I
dati verranno trattati in modo lecito e corretto per il tempo non superiore a quello
necessario agli scopi per i quali sono raccolti e trattati. Il trattamento dei dati personali
avverrà nel rispetto delle norme di cui al Titolo III Capo II del D.Lgs. 196/03. L’interessato può
far valere, nei confronti dell’Amministrazione Regionale, i diritti di cui all’art. 7, ai sensi degli
artt. 8, 9 e 10 del D. Lgs. N. 196/2003.
19 . TERMINI E MODALITÁ DI PRESENTAZIONE RILIEVI O CONTESTAZIONI:
Gli eventuali rilievi o contestazioni dovranno essere presentati secondo le modalità e i termini
indicati nella normativa vigente, esclusivamente presso la Regione Lazio - Direzione Regionale
Infrastrutture, Ambiente e Politiche Abitative – Soggetto Attuatore - Via Rosa Raimondi
Garibaldi n. 7 00145 Roma, PEC: [email protected]
Il Soggetto Attuatore
Ing. Bruno Placidi
Via Rosa Raimondi Garibaldi, 7 – 00145 ROMA
PEC: [email protected]
Author
Document
Category
Uncategorized
Views
0
File Size
347 KB
Tags
1/--pages
Report inappropriate content