close

Enter

Log in using OpenID

BresciaOggi - GAM TEAM BRESCIA

embedDownload
36 Sport
BRESCIAOGGI
Martedì 20 Maggio 2014
brevi
BASKET. Lo sponsor principalehaconfermatoil proprioimpegno afianco delBrescia
LaLeonessaresta Centrale
Marimane undoppionodo
CICLISMO
STASERAA PALAZZOLO
JUNIORESINCORSA
PERGLI«STUDENTESCHI»
Lasocietà devedecidere ilbudget maora potrebbe puntaresui giovani
Per la panchina si parla del ritorno di Dell’Agnello o di Ramondino (Veroli)
soceità intenzionata a pianificare un programma con scadenza pluriennale.
In quest'ottica la Centrale
del Latte rimarrà al fianco del
basket cittadino, sperando in
gioie migliori di quelle dell'ultima stagione. Brescia insomma vuol far di conto e poi inizierà a muoversi: a livello societario per capire se continuare con la sola figura di Marco
Abbiati (che potrebbe però
continuare altrove) o se prendere un general manager a tutto tondo come Mauro Montini, contattato anche da Montichiari per il 2014-15.
E la panchina? La conferma
di Martelossi sembra essere
più difficile e al patron Matteo
Bonetti sono stati offerti tantissimi allenatori: anche il
mercato dei coach però avrà
tempi lunghi: solo il valzer delle panchine nella massima serie darà il via alle scelte nelle
serie minori.
Alberto Banzola
Con calma, senza fretta. La pianificazione del futuro di via Bazoli e della Leonessa dei canestri continua su più fronti. Ma
priva di forzature: del resto la
squadra dell'ultima stagione è
stata costruita dopo il 22 giugno, dopo gara-5 della finale
play-off a Pistoia. E quella precedente cominciò ad inserire
tasselli ad agosto 2012, a partire da coach Alberto Martelossi, rientrato a Brescia per la ripresa degli allenamenti.
TUTTIINPALESTRAal San Filippo, compreso il romano Alessandro Procacci che disputerà
gli Europei under 20, in programma a Creta dall’8 al 20 luglio, ma esclusi gli americani
Jr Giddens e Tamar Slay: ultime sudate prima del definitivo rompete le righe, che dovrebbe arrivare a fine mese, sicuramente dopo lo Sport
Show che si terrà nel fine settimana e al quale prenderà parte lo staff biancazzurro.
Il primissimo tassello sarà il
budget. Prima della scelta dell'
allenatore e dell'eventuale investitura di un general manager, Brescia studierà quanto
potrà investire. L'ultima stagione dal sapore amaro ha avuto tra le varie componenti il
mancato adempimento alle
promesse di qualche sponsor,
e la proprietà, non nuova a sorprese simili, prima vuole far di
conto e capire come muoversi.
Non mancherà l'apporto dello sponsor principale Centrale
del Latte: nei giorni scorsi un
incontro in questo senso è avvenuto tra il presidente della
Centrale Franco Dusina e la
presidente del Basket Brescia
Graziella Bragaglio. Un connubio che va avanti, con la
AlessandroProcacci,20 anni,play makerdellaCentrale Brescia
MA BONETTI inizia a depennare certi nomi dal taccuino. Coach Charlie Recalcati ha firmato a Venezia e Fabio Corbani
proseguirà a Biella, mentre
«El Diablo» Esposito è approdato a Caserta. Tra i tanti nomi offerti spunta quello di Sandro Dell'Agnello che difficilmente resterà a Pesaro dopo
la salvezza all'ultima giornata.
Ipotesi suggestiva, il ritorno
del trascinatore in Lega2 della
Centrale, ma buona parte del
pubblico di fede biancazzurra
potrebbe non gradirebbe.
Altro allenatore papabile è
Marco Ramondino, classe '82,
che ha portato la sorprendente Veroli a giocarsi i play-off da
cui è stata eliminata (3-2) da
Verona. L’identikit giusto se il
progetto Centrale fosse basato
sulla crescita dei giovani. •
© RIPRODUZIONERISERVATA
AICS BRESCIA
NUOTO. Successoin una edizioneda record
Si corre stasera a a Palazzolo in prova unica la gara che
assegnerà i titoli di campione provinciale e regionale
degli Studenteschi: in gara
la categoria juniores per
l'organizzazione del Pedale
Palazzolese. La corsa scatta
alle 19 dalla stazione Eni
Marchetti per concludersi
sulla via adiacente dopo 82
km attorno alle 21,30. I 165
iscritti si affrontano su un
circuito nuovo di zecca che
si svolge attorno alla località di partenza da percorrere 10 volte per completare
gli 82 km in programma. Le
novità della gara sono presentate dal presidente Angelo Pagani: «Per regalare
maggior spettacolo quest'
anno abbiamo accorciato il
circuito e aumentati i giri
portandoli da otto a dieci.
Siamo sicuri che i corridori
ancora una volta non deluderanno le attese».
PALLAVOLO.
VOBARNOASPETTA
PISOGNEINCAMPO
ACINISELLOBALSAMO
La Bstz-Omsi Vobarno rimandata ai supplentari la
conquista della B2. La squadra valsabbina vince la seconda gara del suo girone
contro il Cinisello Balsano
per 3-2, ma non è sufficiente per il salto di categoria.
In B2 ci vanno le milanesi,
mentre la squadra di Campana deve attendere le prime due del girone a tre nel
quale è incluso il Pisogne,
che ha battuto due volte il
Valpala nella prima fase,
per poter ambire alla promozione. Le camune scendono in campo questa sera
a Cinisello Balsamo contro
la Ceramiche Speretta Cusano e sabato a Gratacasolo
ospiteranno il Cermenate.
D’obbligo vincere una di
queste due gare per giocarsi poi la finale per la promozione per la serie B2 contro
il Vobarno o il Mariano Comense.
Laformazione delGamTeam chehavintoilTrofeo Cittàdi Brescia
TrionfoGamTeam
IlCittàdiBrescia
ritornabresciano
Vince collezionando15 medaglie
Alquartoposto laVittoriaAlata
Il Trofeo Città di Brescia è tornato in mani bresciane. La decima edizione della manifestazione nazionale di nuoto, organizzata come da tradizione
dal Nuoto Club Brescia del presidente Sandro Colonna, è andata alla Gam Team. La società presieduta da Giorgio Lamberti ha annullato la concorrenza, chiudendo la rassegna
al primo posto con 354 punti.
Seconda piazza per i veneti dell’Antares Nuoto (261). Terza la
milanese DDS (254). Appena
giù dal podio la Vittoria Alata
(218), miglior piazzamento
bresciano oltre Gam. Quinta
la Millenium Sport & Fitness
(193). Ventitreesimo e ventiquattresimo posto per A.N
Brescia (34) e Sogesi di Montichiari (32). E’ stata una manifestazione da record. Le squdre
iscritte erano 45, 6 in più rispetto alle 39 dell’edizione
2013. Gli atleti in gara sono stati 1940 ( lo scorso anno erano
1835): le ragazze hanno toccato quota 1003; i maschi si sono
«fermati» a 937. Il «Palasystema» di via Rodi era gremito e
commosso: prima dell’inizio
delle gare è stato osservato il
tradizionale minuto di silenzio in ricordo delle vittime del-
la strage di piazza Loggia. La
parte sportiva ha regalato
emozioni e grandi risultati. La
Gam Team si è dimostrata superiore alle altre squadre
iscritte: ha portato 15 atleti a
medaglia. Si è confermato anche il dna della famiglia Lamberti. Brillante la prestazione
di Noemi: ha vinto i 100 dorso,
200 stile e 100 farfalla per la categoria Esordienti B. E il fratello Michele (Ragazzi), ha conquistato i 100 e 200 dorso. Oro
anche per Lorenzo Bormanieri (400 stile) e Giacomo Barro
(100 farfalla e 100 rana), per
Iris Carmen Valandro (100 e
200 farfalla) e Sara Barro (100
rana e 100 stile). Primati anche per Simone Giovannini
(200 misti), Andrea Longo
(200 farfalla) e Daniele Manciante (200 farfalla). La Vittoria Alata si è dimostrata imbattibile negli Assoluti. Martina
Dalla Bona ha piazzato la doppietta (200 farfalla e 200 misti), così come Nicolò Fedeli
(200 dorso e 200 misti). Ori anche per Petar Suharev (400 stile), Mirko Gozzani (100 rana),
Abreham Fioriti (200 farfalla), Marco Grassi (200 rana) e
Matteo Serventi (200 stile). •
© RIPRODUZIONERISERVATA
BRESCIA - VIA ZARA 66
TEL. 030 222755 - FAX 030 2449133
E-MAIL: [email protected] - www.aicsbrescia.it
Calcio:segnaliimportanti C’èsempre unbuonmotivoper correre: «Servono impianti all’altezza GianaboniePontChaffer
peril ritorno del campionato solidarietàe podismovannodi paripasso per dare risposte agli sportivi» vinconoil«TrofeoNasego»
Dalla consueta, intensa kermesse dei tornei estivi
potrebbe giungere lo slancio che serve per far ripartire una vera e propria classica come il Campionato
Provinciale Aics di calcio. In effetti, al termine di quello che non a caso è stato definito "un anno sabbatico" (dovuto soprattutto alle difficoltà economiche
con le quali devono fare i conti un po' tutte le società
bresciane), si è alzata più di una voce per chiedere la
"ripartenza" di quella che per ben 47 anni è stata
una tradizione speciale per tantissimi appassionati.
Richieste che hanno dato il via a contatti e incontri
che stanno trovando terreno fertile nei tornei notturni che in questo periodo si svolgono praticamente
su tutto il territorio provinciale. In queste manifestazioni l'Aics, nonostante la "pausa forzata" dall'agonismo dei mesi scorsi, sta recitando ancora una volta un ruolo di primo piano e sono diversi gli organizzatori che stanno affidando la loro competizione alla sua collaudata organizzazione.
Un legame che non solo non è diminuito rispetto
alle precedenti stagioni, ma che può ancora crescere, visto che sono tuttora aperte le iscrizioni per tutti
coloro che decideranno di inserire il proprio torneo
nella macchina organizzativa dell'Aics. A tal proposito è a disposizione la segreteria provinciale di via
Zara a Brescia (tel. 030.222755 oppure [email protected]
it), dove si stanno portando avanti anche le trattative
con le quali si vuole far ripartire il Campionato Provinciale di calcio il prossimo mese di settembre. Lo
stop di questa stagione non ha certo fatto venir meno passione ed entusiasmo e sono già in molti a
chiedere la possibilità di tornare a vivere le coinvolgenti sfide che hanno sempre rappresentato una
peculiarità del calcio firmato Aics e del suo spirito
assolutamente unico.
Solidarietà e podismo si sta confermando
sempre più un binomio perfetto. Le iniziative che si sono svolte nei giorni scorsi e quelle in programma nelle prossime giornate offrono infatti un occhio di riguardo a questa
accoppiata che non solo può essere definita a buon diritto vincente, ma ha pure l'innegabile pregio di mettere in mostra il volto
migliore dello sport. Il tutto per un cammino praticamente ininterrotto, portato avanti sotto l'egida dell'Aics e di Brescia Running, che ha preso il via la sera di venerdì 16
maggio a Passirano, dove si è svolta "La
solidarietà corre a Monterotondo".
Una manifestazione che ha saputo richiamare sul piacevole percorso collinare davvero tante persone, che hanno offerta ciascuna il loro personale apporto per far vincere la voglia di aiutare gli altri. Un significato profondo è stato anche quello presentato la mattina di domenica 18 maggio dalla
prima edizione di "Corri Castel Mella", che
è riuscita a distinguersi in modo eloquente
non solo per la nutrita partecipazione, ma
soprattutto per il particolare occhio di riguardo riservato a concorrenti del tutto
speciali, come le coppie composte da atleti diversamente abili accompagnati sulle loro carrozzine dai rispettivi compagni. Valori
e messaggi che ora proseguiranno venerdì
23 a Rudiano.
Alle ore 20 prenderà infatti il via "Di corsa
con Eli", una competizione che si prefigge
di sostenere la locale sezione dell'Aido nell'
ottica della solidarietà e dell'amicizia senza tempo.
Domenica 25 il testimone passerà alla città. Alle 8.30, infatti, si correrà la trentanovesima edizione del "Girotondo a S. Anna",
manifestazione disegnata sul quartiere cittadino della Badia e presentata dalla sezione locale degli Alpini anche per valorizzare
tutta l'attività svolta costantemente con
grande generosità.
La conclusione di questo "ciclo" così denso di significato sarà riservata alla seconda
edizione di "Zuzuma per noi", in programma alle 20 di mercoledì 28 a Mazzano. Un
nuovo appuntamento dove sport e solidarietà correranno insieme per vincere la gara più importante, quella della vita.
Il Comitato Provinciale dell'Aics è intervenuto in merito alla
discussione sullo sport e sugli impianti sportivi che in questi
giorni sta richiamando l'attenzione generale a Brescia. Una
nota diramata dagli uffici provinciali di via Zara ha così illustrato la posizione di un soggetto particolarmente addentro alla
questione come un ente di promozione sportiva che da cinquant'anni porta avanti il suo specifico impegno in questo
settore: "E' necessario portare avanti anche in un periodo
difficile come quello che stiamo attraversando tutti gli sforzi
che occorrono per sostenere le richieste delle società sportive e di tutti coloro che praticano una qualsiasi disciplina. Un
impegno speso in questa direzione rappresenta senza dubbio un investimento estremamente positivo. In quest'ottica
l'Aics si sente di condividere pienamente il recente intervento
del sindaco di Brescia, l'on. Emilio Del Bono, che ha ufficializzato l'intenzione del Comune di intervenire per rendere agibili
gli impianti sportivi in città.
Un'opera di "rinnovamento" di assoluto rilievo, perché così
facendo si recuperano risorse preziosissime per l'intero movimento sportivo di una città importante come la nostra. Basti
pensare che strutture come il Polivalente di via Collebeato, il
Campo Calvesi, ma anche lo stesso Palazzetto ex Eib rappresentano dei beni che possono imprimere un deciso salto di
qualità a tutto il movimento sportivo. Riportarli nelle condizioni adeguate, quindi, non costituisce un onere o una spesa,
ma, in realtà, si tratta di costruire una risposta concreta ed
efficace alle richieste delle società e degli sportivi. L'intervento sugli impianti, tuttavia, non deve rappresentare la sola azione portata avanti a sostegno di questo settore. Necessario
affiancarla ad un aiuto diretto alla promozione sportiva, alle
realtà come le associazioni dilettantistiche e gli enti di promozione (come l'Aics) che sono la base dello sport. Un duplice
impegno che può rispondere in maniera efficace alle richieste
di tutti gli sportivi e può condurre Brescia a raggiungere traguardi sempre più importanti".
Tredici vincente per il "Trofeo Nasego", che domenica 18 maggio ha regalato agli appassionati della
corsa in montagna una mattinata davvero intensa,
che, complice la splendida giornata di sole, ha saputo ribadire il prestigio dell'appuntamento organizzato dall'Oratorio di Casto con la collaborazione della Promosport Valli Bresciane e dell'Aics e il
patrocinio degli enti territoriali interessati. La manifestazione, valida anche quale Memorial Flavio
Freddi, Franco Brescianini, Italo Prandini e quale
prima prova del Trittico SkyRace 2014 Promosport
Valli Bresciane, ha visto radunarsi sulla linea di partenza collocata ai 420 metri di Casto un numeroso
gruppo di oltre duecento partenti.
Un "plotone" che è stato poi selezionato dai 17
km del percorso disegnato nelle verdi montagne
circostanti, fino a raggiungere i 1270 metri dove si
trova il Rifugio Nasego, sede dell'arrivo. In mezzo
punti impegnativi come il Passo della Cucca (630
metri), Comero (750), Paludi (770) e Dosso Alto
(1050), dal quale è partito lo strappo che ha deciso
le sorti della contesa, proclamando vincitori Massimiliano Gianaboni e Monica Pont Chafer. A livello
maschile il portacolori dell'Atletica Valli Bergamasche ha raggiunto il traguardo in 1 ora 16' 31", vincendo così, letteralmente allo sprint, la resistenza
di Tyar Abdelhadi e Cesare Maestri, giunti rispettivamente con un ritardo di 2" e 26". Tra le donne la
spagnola della bresciana Free Zone è salita sul gradino più alto del podio precedendo con il tempo di
1 ora 34' 06" la trentina Lara Bonora e la bresciana
Cristina Dusina, che si sono piazzate nell'ordine.
Numerose le emozioni regalate da una corsa, che
ha permesso agli organizzatori di anticipare fin
d'ora l'appuntamento con l'edizione 2015.
Author
Document
Category
Uncategorized
Views
6
File Size
135 KB
Tags
1/--pages
Report inappropriate content