close

Enter

Log in using OpenID

Brochure dei corsi (pdf) - Scienze Geologiche

embedDownload
Campusnet
Brochure dei corsi
Indice
Indice
Co rsi di insegnamento : 25 gennaio 20 15
Chimica Generale ed Ino rganica
Diritto Ambientale
Elementi di Info rmatica e GIS
Elementi di Statistica
Fisica Terrestre
Geo chimica
Geo grafia Fisica
Geo grafia Fisica,Carto grafia e Gis
Geo lo gia Applicata
Geo lo gia del Sedimentario -Mo dulo I - II
Geo lo gia Marina
Geo lo gia Regio nale
Geo lo gia Strutturale Geo mo rfo lo gia
Intro duzio ne alle Scienze della Terra
Istituzio ni di Fisica
Lingua inglese- Ido neità linguistica B1
Matematica
Micro paleo nto lo gia
Mineralo gia
Mineralo gia ambientale
Paleo nto lo gia
Petro genesi e Geo dinamica
Petro grafia
Rilevamento Geo lo gico e Attività di Campo
Vulcano lo gia e Rischio Vulcanico
1
2
2
3
4
4
6
7
8
9
11
12
13
14
15
15
21
22
24
26
27
28
29
30
31
31
32
34
-1-
Università degli Studi di Parma
Scienze Geologiche (lauree triennali classe 34)
Co rsi di insegnament o : 25 gennaio 20 15
Chimica Generale ed Inorganica
Anno accade mico: 2014/2015
CdL: Scie nz e Ge ologiche primo live llo (34)
Doce nte : Pro f . Pao lo Pelagat t i (T it o lare del co rso )
Re capito: 0521905426 [[email protected]]
Tipologia: Di bas e
Anno: 1° anno
Cre diti/Vale nz a: 9
SSD: CHIM/03 - chimica ge ne rale e inorganica
Modalità di e rogaz ione : Tradiz ionale
Lingua di ins e gname nto: Italiano
Modalità di fre que nz a: Obbligatoria
Modalità di valutaz ione : Scritto e d orale
OBIET T IVI
Lo s copo de l cors o di Chimica Ge ne rale e d Inorganica è que llo di fornire agli s tude nti le conos ce nz e di
bas e de lla Chimica ne ce s s arie pe r pote r affrontare i s ucce s s ivi cors i a conte nuto chimico, quali
Mine ralogia e Ge ochimica. La trattaz ione riguarde rà la natura partice llare de lla mate ria, gli s cambi
e ne rge tici e gli aps e tti cine tici di un proce s s o chimico.
Capacità di compre ns ione : particolare importanz a ve rrà data all'acquis iz ione di un corre tto linguaggio
s cie ntifico, ve rranno e vide nz iati i colle game nti tra le varie parti de l programma chie de ndo agli s tude nti
di acquis ire una capacità e s pos itiva e le vata de i conce tti acqus iti durante il cors o.
RISULT AT I DELL'APPRENDIMENT O
Appre ndime ntio de i conce tti di bas e de lla Chimica, capacità e s pos itiva us ando un linguaggio
formalme nte corre tto, capacità di colle gare i dive rs i as pe tti trattati ne l cors o.
I ris ultati de ll'appre ndime nto s aranno valutati tramite un e s ame s critto s e guito da una prova orale ne lla
quale s i dis cute ranno gli e rrori e ve ntualme nte ris contrati ne llo s critto.
AT T IVIT À DI SUPPORT O
Durante il cors o ve rranno e ffe ttuate de lle e s e rcitaz ioni volte a chiarire alcuni aps e tti te orici
fondame ntali. Il doce nte s arà s e mpre a dis pos iz ione de gli s tude nti pe r e ve tuali chiarime nti
PROGRAMMA
Mate ria
Cos a è la chimica - Mate ria – Natura partice llare de lla mate ria - Stati di aggre gaz ione de lla mate ria –
Pas s aggi di s tato - Ele me nti e compos ti – Mis cugli o mis ce le omoge ne e e d e te roge ne e – Introduz ione
all'atomo (nume ro di mas s a e nume ro atomico) – Is otopi – Ele me nti chimici: tavola pe riodica; e le me nti
allo s tato e le me ntare o combinati; e le me nti mole colari; forme allotropiche – Compos ti: compos ti ionici e
mole colari (covale nti); formule de gli ioni; combinaz ione di ioni; formule de i compos ti mole colari – Mole :
mas s a molare e pe s o formula - Compos iz ione pe rce ntuale de i compos ti: de te rminaz ione de lla formula
minima (bruta) – Sali idrati
Struttura e le ttronica de ll'atomo
Radiaz ione e le ttromagne tica – Spe ttro e le ttromagne tico - Equaz ione di Planck – Inte raz ione luce
mate ria: incande s ce nz a; e ffe tto fotoe le ttrico - As s orbime nto e d e mis s ione di e ne rgia: righe s pe ttrali;
e quaz ione di Rydbe rg – Mode llo atomico di Bohr – Dualis mo onda-partice lla: e quaz ione di De Broglie –
Equaz ione di Schroe dinge r – Orbitale atomico e nume ri quantici – Tipi di orbitali atomici (s , p, d, f) – Scala
di e ne rgia pe r gli orbitali atomici – Configuraz ione e le ttronica de gli e le me nti (Aufbau): Principio di
e s clus ione di Pauli e Re gola di Hund – Ricos truz ione de lla Tavola Pe riodica – Proprie tà pe riodiche de gli
e le me nti: raggio atomico; e ne rgia di ioniz z az ione ; affinità e le ttronica; raggio ionico; e le ttrone gatività.
Le game chimico
Le game ionico: cationi e d anioni; le gge di Coulomb; fattori che influe nz ano la forz a attrattiva (raggio
ionico, carica); formule de i compos ti ionici – Le game covale nte : omopolare e d e te ropolare ; formule di
Le wis ; re gola de ll'otte tto e d e cce z ioni; ibridi di ris onanz a; radicali chimici; te oria VSEPR; polarità de l
le game covale nte ; polarità de lle mole cole ; proprie tà de l le game covale nte (ordine , lunghe z z a, e ne rgia);
te oria VB; ibridiz z az ione (me tano, ammoniaca, acqua, trifluoruro di boro, e tile ne , ace tile ne , be nz e ne );
te oria MO (mole cola de ll'idroge no, mole cola de l fluoro, mole cola de ll'os s ige no); de localiz z az ione di
orbitali mole colari; le game me tallico
Ce nni di Chimica organica – Idrocarburi
Idrocarburi s aturi: alcani line ari; alcani ramificati (is ome ria); alcani ciclici (cicloalcani); formule di Le wis e
formule di s truttura; nome nclatura – Idrocarburi ins aturi: alche ni; alchini; compos ti aromatici – Fonti di
idrocarburi – Combus tione
Nome nclatura
Nume ro di os s idaz ione – Cos truz ione de lle formule chimiche tramite il nume ro di os s idaz ione – Clas s i di
compos ti comuni: os s idi di me talli, os s idi di non me talli, idros s idi, acidi os s ige nati, idracidi, Sali
Te rmodinamica (parte I) e te rmochimica
Sis te ma e ambie nte - Prima le gge de lla te rmodinamica (cons e rvaz ione de ll'e ne rgia) – Calore , lavoro e d
e ne rgia inte rna – Entalpia - Proce s s i e s ote rmici e d e ndote rmici – Entalpia s tandard di formaz ione –
Entalpia s tandard di re az ione – Le gge di He s s (ce nni)
Stato gas s os o
Le gge di Boyle – Le gge di Charle s – Le gge di Gay-Lus s ac – Le gge di Avogadro – Gas pe rfe tti (ide ali) –
Pre s s ioni parz iali – Te oria cine tico mole colare – Diffus ione e d e ffus ione – Gas re ali
Forz e inte rmole colari e s tato liquido
-2-
Forz e inte rmole colari: inte raz ione ione /dipolo; inte raz ione dipolo/dipolo; inte raz ione dipolo/dipolo indotto;
inte raz ione dipolo indotto/dipolo indotto; le game a idroge no (acqua liquida e s olida) – Stato liquido: forz e
coe s ive ; e vaporaz ione (e quilibrio dinamico); te ns ione di vapore ; e bolliz ione ; fluido s upe rcritico; te ns ione
s upe rficiale , capillarità
Stato s olido
Solidi cris tallini e d amorfi – Re ticolo cris tallino (ce lla e le me ntare , ce nno agli indici di Mille r, habitus
cris tallino) – Ope raz ioni di s imme tria: as s e di rotaz ione ; piano di s imme tria; ce ntro di inve rs ione ; as s e di
rotoinve rs ione – Sis te mi cris tallografici e re ticoli di Bravais (ce nni) – Polimorfis mo (impacche ttame nto) –
Solidi ionici – Solidi covale nti – Solidi mole colari
Diagrammi di s tato
Equilibrio tra le fas i – Diagramma di s tato de ll'acqua e de lla anidride carbonica
Soluz ioni
Proce s s i di dis s oluz ione : le ggi di s olubilità (polarità s olve nte e s oluto); dis s ociaz ione e s olvataz ione ;
mis cibilità; dis s oluz ioni e s o o e ndote rmiche ; s olubilità de i gas ne i liquidi (Le gge di He nry) –
Conce ntraz ione de lle s oluz ioni: pe rce ntuale in pe s o; pe s o/volume ; pe rce ntuale in volume ; ppm; fraz ione
molare , molarità; molalità – Conce ntraz ione e diluiz ione – Mis ce le liquide : condiz ioni ide ali e le gge di
Raoult – Proprie tà colligative : variaz ione de lla te ns ione di vapore ; innalz ame nto e bullios copico;
abbas s ame nto crios copico ; os mos i – Collodi (ce nni)
Cine tica chimica
Ve locità di una re az ione chimica – e quaz ione cine tica (ordini di re az ione parz iale e d ordine di re az ione
totale ) – Te oria de lle collis ioni – Ene rgia di attivaz ione e comple s s o attivato - Fattori cine tici:
conce ntraz ione ; te mpe ratura; natura fis ica re age nti, cataliz z atori
Equilibrio chimico (re az ioni)
Re ve rs ibilità – Re az ioni a favore de i prodotti: re az ioni acido-bas e (acido/bas e s e condo Arrhe nius e
Brøns te d) – Acidi e bas i forti – Acidi e bas i de boli – Re az ioni di pre cipitaz ione – Re az ioni di s pos tame nto
– Re az ioni all'e quilibrio – Cos tante di e quilibrio – Quoz ie nte di e quilibrio - Principio di Le Chate lie r-Brown
Equilibri acido-bas e e prodotto di s olubilità
Prodotto ionico de ll'acqua – pH: pH di s oluz ioni acquos e di acidi e bas i forti; pH di s oluz ioni acquos e di
acidi e bas i de boli; cos tante di dis s ociaz ione acida (o bas ica) - pH di s oluz ioni acquos e di acidi poliprotici;
acidi e bas i coniugate ; idrolis i acida e d alcalina; pH di s oluz ioni s aline ; s oluz ioni tampone – Acidi e bas i di
Le wis – Solubilità e prodotto di s olubilità - Effe tto de llo ione comune
Te rmodinamica (parte II) – Entropia e d e ne rgia libe ra
Spontane ità di un proce s s o: e ntropia e s ua inte rpre taz ione s tatis tica (micros tati); re laz ione di Boltz man;
te rz o principio de lla te rmodinamica; variaz ione di e ntropia; e ne rgia libe ra di Gibbs ; e ne rgia libe ra di
Gibbs e ciatante di e quilibrio; corre laz ione te rmodinamica/cine tica
Ele ttrochimica
Proce s s i di os s idaz ione e riduz ione (os s idante /riduce nte ) – Ce lla voltaica o pila: forz a e le ttromotrice e
pote nz iale s tandard – Spontane ità di un proce s s o e le ttrochimico – Pote nz iali di riduz ione s tandard –
Equaz ione di Ne rns t
T EST I
Klotz - Tre iche l - Towns e nd Chimica - EDISES (quinta e diz ione o pre ce de nti) L'indicaz ione de l te s to
s opracitato è s olo indicativa; un qualunque te s to unive rs itario di Chimica Ge ne rale può e s s e re adottato
dallo s tude nte
ORARIO LEZIONI
Gio rni
Ore
Aula
Lune dì
11:30 - 13:30
Aula A Ple s s o Scie nz e de lla Te rra
Marte dì
11:30 - 13:30
Aula A Ple s s o Scie nz e de lla Te rra
Me rcole dì
11:30 - 13:30
Aula A Ple s s o Scie nz e de lla Te rra
Lezio ni: dal 06/10/2014 al 31/01/2015
http://s cie nz e ge ologiche trie nnale .unipr.it/cgi-bin/campus ne t/cors i.pl/Show?_id=043d
Dirit t o Ambient ale
Anno accade mico: 2014/2015
Codice : 13536
CdL: Scie nz e Ge ologiche primo live llo (34)
Doce nte : Pro f . St ef ano Maglia (T it o lare del co rso )
Re capito: 0523.315305 [[email protected]]
Tipologia: Affine o inte grativo
Anno: 2° anno
Cre diti/Vale nz a: 6
SSD: IUS/10 - diritto amminis trativo
Modalità di e rogaz ione : Tradiz ionale
Lingua di ins e gname nto: Italiano
Modalità di fre que nz a: Obbligatoria
Modalità di valutaz ione : Orale
Avvale nz a: http://s cie nz e natamb.unipr.it/cgi-bin/campus ne t/cors i.pl/Show?
_id=980d;s ort=DEFAULT;s e arch=%20%7bccl%7d%20%3d%7e %20m%2fScie nz e %20de lla%20Natura%20e %20de ll%27Ambie nte %2fi%20;hits =26
T EST I
Te s to : DIRITTO E GESTIONE DELL'AMBIENTE
di A. Pos tiglione e S. Maglia, Ed. IRNERIO (Ediz ione 2012)
Aggiorname nto: www.tuttoambie nte .it
Slide s e docume ntaz ione :
-3-
www.s tudiomaglia.it/le gis lamb/inde x.html
1.Mar 9.10.12, (I) cap. 1-3 2.Mar 16.10.12, (I) cap. 4-8 3.Mar 23.10.12, (I) cap. 9-11 4.Mar 30.10.12, (II)
cap. 1-2 5.Mar 6.11.12, (II) cap. 2 6.Mar 13.11.12, (II) cap. 2-3 7.Mar 20.11.12, (II) cap. 4-5 8.Mar
27.11.12, (II) cap. 6-7 9.Mar 4.12.12, (II) cap. 8-9 10.Mar 11.12.12, (II) cap. 10-11 11.Mar 18.12.12,
(II) cap. 12-13 12.Mar 8.1.13, (II) cap. 14-17 13.Mar 15.1.13, (II) cap. 18-19 14.Mar 22.1.13, (II) cap. 2021
E-mail: s te [email protected]
Te l. Studio Prof. Maglia: 0523.315305
NOT A
ESAMI orali (8.30) : 5.2.13; 19.2.13; 4.6.13; 18.6.13; 3.9.13; 17.9.13
ORARIO LEZIONI
Gio rni
Ore
Aula
Marte dì
Aula E Dipartime nto di Bios cie nz e - Cas cina Ambolana
8:30 - 11:30
Lezio ni: dal 07/10/2014 al 31/01/2015
http://s cie nz e ge ologiche trie nnale .unipr.it/cgi-bin/campus ne t/cors i.pl/Show?_id=b5ac
Element i di Inf ormat ica e GIS
Anno accade mico: 2014/2015
CdL: Scie nz e Ge ologiche primo live llo (34)
Doce nte : Pro f . Aldo Clerici (T it o lare del co rso )
Re capito: 0521 905362 [[email protected]]
Tipologia: Caratte riz z ante
Anno: 3° anno
Cre diti/Vale nz a: 6 INFO
SSD: INF/01 - informatica
Modalità di e rogaz ione : Tradiz ionale
Lingua di ins e gname nto: Italiano
Modalità di fre que nz a: Obbligatoria
Modalità di valutaz ione : Prova pratica
OBIET T IVI
Il cors o ha come s copo l'appre ndime nto de ll'utiliz z o de l GIS (Ge ographic Information Sys te m) GRASS
(Ge ographical Re s ource s Analys is Support Sys te m) un s is te ma di pubblico dominio particolarme nte
idone o ad un us o didattico.
Il cors o vie ne s volto quas i e s clus ivame nte attrave rs o e s e rcitaz ioni pratiche al compute r. Acquis ita la
conos ce nz a de i comandi di us o più comune pe r la vis ualiz z az ione e l'analis i de gli e laborati cartografici,
vie ne s pe rime ntata la digitaliz z az ione di dati cartografici tramite un appos ito modulo di GRASS. Lungo il
cors o ve ngono s pe rime ntate applicaz ioni pratiche de ll'utiliz z o di un GIS.
RISULT AT I DELL'APPRENDIMENT O
Conos ce nz a de i comandi di us o più comune pe r la vis ualiz z az ione e l'analis i de gli e laborati cartografici,
de lle modalità di digitaliz z az ione di dati cartografici e l'importaz ione di dati ne i formati più diffus i tramite
il GIS GRASS.
PROGRAMMA
Caratte ris tiche ge ne rali di un GIS (Ge ographic Information Sys te m)
Caratte ris tiche s pe cifiche de l GIS GRASS (Ge ographic Re s ource s Analys is Support Sys te m)
I principali comandi di GRASS:
pe r la ge s tione de ll'ambie nte di lavoro;
pe r la ge s tione de lle carte ras te r;
pe r la ge s tione de lle carte ve ttoriali;
pe r la ge s tione de i databas e .
L'utiliz z o de i programmi (s cript) di s he ll.
L'ambie nte di digitaliz z az ione in GRASS (il comando v.digit).
Importaz ione de i dati in altri formati.
T EST I
Manuali:
A. Cle rici: "GRASS 6.4.2 (GUI TCLTK) Manuale pratico introduttivo". Marz o 2012. Dati: Spe arfis h60.
A. Cle rici: " v.digit (GRASS 6.4.2). Manuale pratico introduttivo". Marz o 2012. Dati: Appe nnino.
A. Cle rici: " GRASS 6.4.3 (GUI Tcltk) Cre az ione di una Location e importaz ione dati". Ge nnaio 2013. Dati:
Anz ola_dati_2012.
ORARIO LEZIONI
Gio rni
Ore
Aula
http://s cie nz e ge ologiche trie nnale .unipr.it/cgi-bin/campus ne t/cors i.pl/Show?_id=cbba
Element i di St at ist ica
Anno accade mico: 2014/2015
CdL: Scie nz e Ge ologiche primo live llo (34)
Doce nte : Pro f . Lambert o So liani (T it o lare del co rso )
Re capito: 0521-905662 [[email protected]]
Tipologia: Affine o inte grativo
Anno: 2° anno
Cre diti/Vale nz a: 6
SSD: BIO/07 - e cologia
Modalità di e rogaz ione : Tradiz ionale
Lingua di ins e gname nto: Italiano
Modalità di fre que nz a: Facoltativa
Modalità di valutaz ione : Orale
-4-
OBIET T IVI
Il cors o non richie de una formaz ione approfondita di mate matica, ma s olame nte una cultura di live llo
lice ale . Introduce alla logica de ll'infe re nz a s tatis tica, con illus traz ione de lla te oria e applicaz ione de i te s t
più diffus i ne lla rice rca e ne lla profe s s ione de lle dis cipline s cie ntifiche ; mos tra l'impie go di s oftware
s tatis tico, pe r re nde re familiare la ge s tione e l'e laboraz ione di dati.
RISULT AT I DELL'APPRENDIMENT O
Riconos ce re i dive rs i tipi di s cala us ati ne lla rile vaz ioni de i dati, analiz z are le caratte ris tiche de lla
dis tribuz ione di dati uni variati e bivariati, dis cute re l'ipote s i da ve rificare , s ce glie re il te s t più adatto,
illus trare le affinità e le diffe re nz e tra me todi parame trici e non parame trici. Dimos trare di ave re
acquis ito un live llo di appre ndime nto s ufficie nte pe r l'us o de i me todi riportati ne i te s ti e ne i manuali
s tatis tici inte rnaz ionali.
AT T IVIT À DI SUPPORT O
Us o di un programma informatico gratuito di riconos ciuta validità inte rnaz ionale . Ad e s e mpio:
PAle ontological STatis tics : www.nhm.uio.no/norle x/pas t/download.html
PROGRAMMA
1 - Tipi di s cala e di mis uraz ione . Statis tica de s crittiva pe r dis tribuz ioni univariate . Cos truz ione de lle
tabe lle e rappre s e ntaz ione grafiche pe r variabili quantitative e variabili qualitative : is togrammi, poligoni,
re ttangoli dis tanz iati, diagrammi circolari. I pittogrammi e il lie factor. Indici di te nde nz a ce ntrale , di
dis pe rs ione , di s imme tria e di curtos i. Nume ro di de cimali e di cifre s ignificative .
Es e rciz i di s tatis tica de s crittiva con us o de l programma PAST.
2 - Calcolo combinatorio, dis tribuz ione binomiale , pois s oniana, ipe rge ome trica. La dis tribuz ione normale
e la normale ridotta. Es e rciz i con us o de lla normale ridotta e de lle tabe lle z .
3 - Confronti tra tas s i e probabilità. La dis tribuz ione chi quadrato. Te s t pe r la bontà de ll'adattame nto;
condiz ioni di validità e corre z ione di Yate s . Tabe lle di continge nz a 2 x 2 e R x C, pe r campioni piccoli e
grandi: me todo e s atto di Fis he r e te s t z in tabe lle 2 x 2.
Il me todo G o log-like lihood ratio ne i te s t pe r la bontà de ll'adattame nto e in tabe lle di continge nz a.
Es e rciz i s ul te s t chi-quadrato pe r la bontà de ll'adattame nto e in tabe lle di continge nz a con PAST
4 - Errore alfa e e rrore be ta; pote nz a a priori e a pos te riori. Stima de lle dime ns ioni de i campioni pe r il
confronto tra me die con la dis tribuz ione normale . Nume ro di dati pe r una mis ura con la pre cis ione
de s ide rata
5 - La dis tribuz ione t di Stude nt. Te s t pe r la me dia di un campione e inte rvallo di confide nz a de lla me dia.
Confronto tra le me die di due campioni dipe nde nti e di due campioni indipe nde nti. Te s t pe r l'omoge ne ità
de lla varianz a; te s t F, te s t di Bartle tt, te s t di Le ve ne . Ce nni s ui me todi pe r il confronto tra due me die
con varianz e diffe re nti. Stima de lle dime ns ioni minime de i due campioni, con la dis tribuz ione t e la
dis tribuz ione z . Il bilanciame nto di 2 campioni.
Es e rciz i s ul te s t t di Stude nt con il programma PAST, con varianz e uguali e dive rs e .
6 - Analis i de lla varianz a (ANOVA) a un crite rio (one -way): il confronto tra due o più me die . Dis tribuz ione
F di Fis he r-Sne de cor e re laz ione con la dis tribuz ione t di Stude nt. Condiz ioni di validità de ll'ANOVA e
te s t pe r l'omos che das ticità con k campioni: te s t di Hartle y, te s t di Cochran, te s t di Bartle tt, te s t di
Le ve ne e s ue varianti. Confronti multipli a priori o pianificati; confronti multipli a pos te riori o pos t-hoc: il
ris chio alfa e il principio di Bonfe rroni; i me todi Bonfe rroni-Dunn, HSD di Tuke y, SNK e i me todi
s e que nz iali, il te s t di Dunne tt, il te s t Duncan. Applicaz ioni de ll'ANOVA e de i confronti multipli con il
programma PAST.
Es e rciz i s ull'ANOVA con il programma PAST.
7 - Analis i de lla varianz a con due (two way) e con più crite ri cros s e d. Me todi pe r ridurre il nume ro di
os s e rvaz ioni: i quadrati latini. Efficie nz a re lativa di un dis e gno s pe rime ntale . La pe rdita di dati in tabe lle
a due o più fattori cros s e d. Analis i de ll'inte raz ione tra due fattori, con mis ure ripe tute . Inte rpre taz ione
de ll'inte raz ione , con rappre s e ntaz ioni grafiche . Analis i ge rarchica o ne s te d a due e a più live lli.
Inte raz ione ne ll'ANOVA a più fattori, cros s e d, ne s te d e mis ta.
As s unz ioni di validità de ll'ANOVA, tras formaz ioni de i dati; il me todo di Box-Cox pe r la tras formaz ione più
ade guata.
8 - Statis tica de s crittiva pe r dis tribuz ioni bivariate . Re gre s s ione line are s e mplice : s tima de l coe fficie nte
angolare b e de ll'inte rce tta a; s ignificatività e inte rvallo di confide nz a de l coe fficie nte angolare e
de ll'inte rce tta. Sce lta de l campione pe r la s ignificatività de l coe fficie nte angolare e de ll'inte rce tta. Il
coe fficie nte di de te rminaz ione R-quadro. La re gre s s ione pe r l'origine : vantaggi e s vantaggi. La
pre diz ione inve rs a o calibraz ione . Confronto tra i coe fficie nti angolari di due campioni indipe nde nti.
Conce tti s ull'analis i de lla covarianz a (confronti tra me die di Y con X dive rs i).
La re gre s s ione line are con Y ripe tute . Calcolo de i te rmini de lla re gre s s ione me diante i coe fficie nti
polinomiali. Te s t di line arità con Y ripe tute , in campioni non bilanciati. Ce nni s ulla re gre s s ione pe s ata pe r
la varianz a e il nume ro di dati; s ua calibraz ione .
La corre laz ione : s tima de ll'indice di corre laz ione r di Pe ars on e s ua s ignificatività. Re laz ioni tra
coe fficie nte angolare b e indice r di corre laz ione line are . Inte rvallo di confide nz a di r. La corre laz ione
parz iale o ne tta.
Applicaz ioni de lla re gre s s ione line are e de lla corre laz ione con il programma PAST.
-5-
9 - Te s t pe r un campione : te s t de lle s ucce s s ioni; te s t de i s e gni; te s t di Wilcoxon; inte rvallo di confide nz a
di una me diana; te s t di cas ualiz z az ione . Il te s t di Kolmogorv-Sminov.
Te s t pe r due campioni dipe nde nti: te s t de i s e gni, te s t T di Wilcoxon, te s t di cas ualiz z az ione .
Te s t pe r due campioni indipe nde nti: te s t de lla me diana, te s t T di Wilcoxon-Mann-Whitne y, te s t U di MannWhitne y, te s t di cas ualiz z az ione ; il te s t di Le ve ne non parame trico pe r diffe re nz e ne lla variabilità.
Te s t pe r k campioni: te s t de lla me diana; te s t di Krus kal-Wallis o ANOVA non parame trica a un crite rio:
te s t di Frie dman o ANOVA non parame trica a due crite ri; te s t di Jonckhe e re -Te rps tra; te s t di Page .
La corre laz ione non parame trica; rho di Spe arman e tau di Ke ndall.
La re tta non parame trica o re tta robus ta di The il.
T EST I
Dis pe ns e cons igliate .
A) Pe r la s tatis tica parame trica:
Lambe rto Soliani (2008) Statis tica applicata. UNI.NOVA, Parma. (pagg. X + 694);
ISBN:978-88-6319-041-0; www.uninova.ne t
B) Pe r la s tatis tica non parame trica:
Soliani Lambe rto (2008) I te s t non parame trici più citati ne lle dis cipline s cie ntifiche , UNI.NOVA, Parma.
(pagg. VII + 828); ISBN: 978-88-6319-022-9; www.uninova.ne t
Edite dalla cas a e ditrice di te s ti unive rs itari UNINOVA di Parma, gruppo Pe gas o Libre ria;Via Cave dani, 7
Te l. 0521-290245 - Fax 0521-291661 - E-mail: libre [email protected] gas o.it
Te s ti inte rnaz ionali di rife rime nto:
- Sokal R. R. and F. J. Rohlf (1995). Biome try, 3rd Edition. W. H. Fre e man & Co.,Ne w York.
- Zar Je rrold (2010). Bios tatis tical Analys is , Fifth Edition. Pe ars on Education Inte rnational.
Te s ti inte rnaz ionali gratuiti in re te
- EPA 530/R-09-007, March 2009, Statis tical Analys is of Groundwate r Monitoring Data at RCRA Facilitie s .
Unifie d Guidance , Environme ntalProte ction Age ncy,Unite d State s (pp. 888).
- EM 1110-1-4014, 31 Jan 2008, Environme ntal Quality - ENVIRONMENTAL STATISTICS, De partme nt of the
Army, U. S. Army Corps of Engine e rs (pp. 544).
NOT A
Rice vime nto pe r s pie gaz ioni. Tutti i giorni, dopo ave r fis s ato ora, inviando mail:
lambe rto.s [email protected] o te l. 0521/905662
Valutaz ione - Modalità de ll'e s ame : Colloquio orale con dis cus s ione di e s e mpi, pe r ve rificare
l'appre ndime nto de i conce tti e de i me todi de lla s tatis tica infe re nz iale , la capacità di illus trare gli output
informatici e di inte rpre tarne i ris ultati. Il voto dipe nde dalla e ntità de l programma s tudiato, dalla
corre tte z z a de ll'ipote s i formulate , de lla proce dura s tatis tica us ata, de lle conclus ioni e de l linguaggio
s cie ntifico.
ORARIO LEZIONI
Gio rni
Ore
Aula
Marte dì
14:30 - 16:30
Aula A Dipartime nto di Bios cie nz e - Cas cina Ambolana
Me rcole dì
14:30 - 16:30
Aula A Dipartime nto di Bios cie nz e - Cas cina Ambolana
Lezio ni: dal 07/10/2014 al 31/01/2015
http://s cie nz e ge ologiche trie nnale .unipr.it/cgi-bin/campus ne t/cors i.pl/Show?_id=6192
Fisica T errest re
Anno accade mico: 2014/2015
Codice : 00432
CdL: Scie nz e Ge ologiche primo live llo (34)
Doce nte : Pro f . Maria Sgavet t i (T it o lare del co rso )
Re capito: 0521 905361 [[email protected]]
Tipologia: Caratte riz z ante
Anno: 3° anno
Cre diti/Vale nz a: 6
-6-
SSD: GEO/10 - ge ofis ica de lla te rra s olida
Modalità di e rogaz ione : Tradiz ionale
Lingua di ins e gname nto: Italiano
Modalità di fre que nz a: Obbligatoria
Modalità di valutaz ione : Orale
OBIET T IVI
conos ce nz a di bas e de i campi fis ici de l piane ta Te rra
RISULT AT I DELL'APPRENDIMENT O
valutaz ione de ll'appre ndime nto con prove di e s ame orali
AT T IVIT À DI SUPPORT O
ne s s una
PROGRAMMA
Il campo gravitaz ionale te rre s tre Richiami di fis icaLe gge di gravitaz ione unive rs ale ; acce le raz ione
gravitaz ionale ; s upe rficie e quipote nz iale .La rotaz ione de lla Te rraAcce le raz ioni ce ntripe ta e ce ntrifuga;
le mare e ; acce le raz ioni di Eötvös e Coriolis .La forma de lla Te rra e la gravitàLa figura de lla te rra;
pote nz iale gravitaz ionale de lla Te rra s fe rica; gravità e s uo pote nz iale ; gravità normale ; il
ge oide .Anomalie di gravitàMis ure as s olute e re lative di gravità; i gravime tri; corre z ione de lle mis ure di
gravità; de ns ità; anomalie in aria libe ra e di Bougue r.Inte rpre taz ione de lle anomalie di gravitàAnomalie
re gionali e re s idue ; s e paraz ione ; mode lliz z az ione de lle anomalie di gravità; alcune importanti anomalie
re gionali.Ge odinamica: is os tas iaMode lli di is os tas ia; compe ns az ione is os tatica; anomalie is os tatiche di
gravità. Il campo magne tico Richiami di fis ica de l magne tis moLe gge di coulomb; dipolo magne tico;
magne tiz z az ione e campo magne tico in un mate riale ; proprie tà magne tiche di un mate riale .Magne tis mo
de lle rocce Proprie tà magne tiche de lle rocce ; magne tis mo rimane nte de lle rocce .Ge omagne tis moCampo
magne tico di origine e s te rna; campo magne tico di origine inte rna; variaz ioni s e colari; origine de l campo
di dipolo; origine de l campo di non-dipolo.Rilie vi magne tici Magne tome tri e rile vame nto magne tico;
riduz ione de lle mis ure di campo magne tico; anomalie magne tiche ; anomalie magne tiche oce aniche . Il
campo te rmico Richiami di principi di te rmodinamica Te mpe ratura e calore , proprie tà te rmiche ,
e ntropia.Te mpe rature all'inte rno de lla Te rraGradie nte di te mpe ratura adiabatica; gradie nte de l punto di
fus ione .Tras porto de l calore ne lla Te rraConduz ione ; conve z ione ; radiaz ione ; e quaz ione de lla
conduz ione .Sorge nti di calore ne lla Te rraProduz ione di calore radioattivoTras porto di calore ne lle
rocce Raffre ddame nto di corpi roccios i di dive rs e ge ome trie Flus s o di calore te rre s tre Flus s o contine ntale ,
oce anico, globale Mode lli te rmiciMode llo de l s e mi-s paz io s e mi-infinito; mode llo de lla placcaStruttura
te rmica de lla cros ta oce anica Sis mologia de i te rre moti e s truttura inte rna de lla Te rra Richiamo di te oria
de ll'e las ticitàMatrice de gli s forz i e de lle de formaz ioni; cos tanti e las tiche ; e las ticità inte rna de lla
Te rra.Onde s is miche Onde di volume ; onde di s upe rficie ; os cillaz ioni libe re de lla Te rra.I
s is mografiPrincipi e d e quaz ione
de l s is mografo; il s is mogramma.I te rre motiLocaliz z az ione
de ll'e pice ntro; s is micità globale ; analis i de i me ccanis mi focali e d e s e mpi; e ntità de i te rre moti:
magnitudo, inte ns ità, fre que nz a; e ne rgia rilas ciata in un te rre moto.Propagaz ione de lle onde
s is miche Principi di Huyge ns e di Fe rmat; conve rs ione de lle onde P e S; rifle s s ione a un'inte rfaccia
oriz z ontale e a un'inte rfaccia inclinata; rifraz ione all'angolo critico.Struttura de lla Te rraRifraz ioni e
rifle s s ioni all'inte rno de lla Te rra; variaz ioni radiali de lle ve locità s is miche ; variaz ioni di de ns ità, gravità e
pre s s ione ; e s e mpi.
T EST I
Lowrie , W., Fundame ntals of Ge ophys ics . Cambridge Unive rs ity Pre s s , 1997; Fowle r, C.M.R., The s olid
Earth. Cambridge Unive rs ity Pre s s , 2005; Brown, G.C., and Mus s e tt, A.E., La Te rra inacce s s ibile . Scie nz e
de lla Te rra – 2. Patron Editore , 1985; Gas parini, P. e Montanari, M., Fis ica de lla te rra s olida. Liguori, 1988;
Sgave tti, M., Note de l Cors o 2012-2013.
NOT A
ne s s una
ORARIO LEZIONI
Gio rni
Ore
Aula
Lune dì
11:30 - 13:30
Aula F Ple s s o Scie nz e de lla Te rra
Marte dì
14:30 - 16:30
Aula F Ple s s o Scie nz e de lla Te rra
Lezio ni: dal 06/10/2014 al 31/01/2015
http://s cie nz e ge ologiche trie nnale .unipr.it/cgi-bin/campus ne t/cors i.pl/Show?_id=b67d
Geochimica
Anno accade mico: 2014/2015
CdL: Scie nz e Ge ologiche primo live llo (34)
Doce nte : Pro f . Lo renzo T o scani (T it o lare del co rso )
Re capito: 0521-905332 [[email protected]]
Tipologia: Caratte riz z ante
Anno: 2° anno
Cre diti/Vale nz a: 9
SSD: GEO/08 - ge ochimica e vulcanologia
Modalità di e rogaz ione : Tradiz ionale
Lingua di ins e gname nto: Italiano
Modalità di fre que nz a: Facoltativa
Modalità di valutaz ione : Orale
OBIET T IVI
Il cors o vuole fornire le bas i che cons e ntano di quantiz z are e compre nde re alcuni proce s s i ge ologici di
alta e bas s a te mpe ratura. Parte ndo dai conce tti fondame ntali de lla te rmodinamica s i trattano i proce s s i
in s oluz ione acquos a (s olubilità, pote nz iale re dox) e l'inte raz ione acqua roccia (alte raz ione de lle rocce ).
De i proce s s i magmatici s i valuta il comportame nto de gli e le me nti in traccia durante i proce s s i di fus ione
e di cris talliz z az ione , me ntre de lla ge ochimica is otopica vie ne trattata l'applicaz ione de gli is otopi a s tudi
ge ocronologici, pe trologici e climatico-ambie ntali.
-7-
RISULT AT I DELL'APPRENDIMENT O
Le conos ce nz e di bas e de lla ge ochimica e l'utiliz z o di una logica de duttiva che cons e nta di colle gare le
conos ce nz e ge ochimiche a tutte le dis cipline ge ologiche
PROGRAMMA
Te rmodinamica: parame tri inte ns ivi e d e s te ns ivi, funz ioni di s tato (Entropia, Entalpia, Ene rgia
Libe ra di Gibbs ), pote nz iale chimico.
Equilibri in s oluz ione acquos a: indice di s aturaz ione , prodotto di attività ionica, s olubilità di CO2 e
abbondanz a de lle s pe cie de l carbonio in s oluz ione (re laz ione con pH). Solubilità de lla calcite .
Dolomitiz z az ione .
Pote nz iale re dox; campo di e s is te nz a Eh vs . pH pe r le s oluz ioni acquos e . Campi di s tabilità Eh
vs . pH di fas i di Fe e Mn. Diagrammi di is oattività de lle s pe cie di S e N. Se que nz e re dox ne lle
acque di falda.
Alte raz ione de lle rocce : s olubilità de l Quarz o e de lla Gibbs ite , alte raz ione de lle rocce granitoidi
(Quarz o, K-fe lds pato, Mus covite , Caolinite , Gibbs ite ) in s is te mi ape rti e chius i.
Bilanci di mas s a durante l'alte raz ione de lle rocce .
Sis te mi ad alta T. Coe fficie nti di ripartiz ione : dipe nde nz a da P, T e dalla compos iz ione .
Compatibilità/Incompatibilità di un e le me nto. Proce s s i di cris talliz z az ione : cris talliz z az ione di
Rayle igh, cris talliz z az ione con e quilibrio totale . Proce s s i di fus ione : fus ione parz iale de l
mante llo e d e voluz ione compos iz ionale di una s orge nte pe ridotitica. Diagrammi binari,
diagrammi normaliz z ati alle condriti (REE, s pide rgrams ) e loro utiliz z o in pe trologia.
Ge ochimica is otopica: gli is otopi, gli is otopi radioge nici, le ggi de l de cadime nto radioattivo.
Dataz ione de lle rocce : me todi K/Ar, Rb/Sr, U/Pb e me todi de l Pb.
Is otopi s tabili: Ge ne ralità (caratte ri ge ne rali de gli is otopi, s trume nti di mis ura, notaz ioni in us o e
s tandard di rife rime nto).Fraz ioname nto is otopico: re az ioni di s cambio is otopico, e ffe tti cine tici,
cambiame nti di s tato.
Gli is otopi s tabili applicati a (i) s tudi idrologici, (ii) s tudi pale oclimatici e pale oambie ntali, (iii)
proce s s i di inquiname nto, (iv) ge ne s i magmatica (te mpe ratura di cris talliz z az ione de i magmi,
ge ote rmome tri is otopici).
T EST I
TITOLO - AUTORE; Aquatic Che mis try - Stumm & Morgan; Solutions , mine rals and e quilibria - Garre ls and
Chris t; Equilibre s chimique s - Michard; The ge oche mis try of natural wate rs - Dre ve r; Principle s of
is otope s ge ology - Faure ; Ge oche mis try, pathways and proce s s e s - Richards on and McSwe e n;
Ge ochimica e ambie nte - Dongarrà e Varrica; Acque , mine rali e ambie nte - Ve nture lli; Ge oche mis try White
NOT A
Pe r s os te ne re l'e s ame di Ge ochimica, lo s tude nte de ve ave r pre ce de nte me nte s upe rato gli e s ami di
"Mate matica", "Chimica" e di "Mine ralogia".
ORARIO LEZIONI
Gio rni
Ore
Aula
Lune dì
11:30 - 13:30
Aula B Ple s s o Scie nz e de lla Te rra
Me rcole dì
11:30 - 13:30
Aula B Ple s s o Scie nz e de lla Te rra
Giove dì
11:30 - 13:30
Aula B Ple s s o Scie nz e de lla Te rra
Lezio ni: dal 06/10/2014 al 31/01/2015
http://s cie nz e ge ologiche trie nnale .unipr.it/cgi-bin/campus ne t/cors i.pl/Show?_id=3423
Geograf ia Fisica
Anno accade mico: 2013/2014
Codice : 00459
CdL: Scie nz e Ge ologiche primo live llo (34)
Doce nte : Pro f . Aldo Clerici
Re capito: 0521 905362 [[email protected]]
Tipologia: Caratte riz z ante
Anno: 1° anno
Cre diti/Vale nz a: 9
SSD: GEO/04 - ge ografia fis ica e ge omorfologia
Modalità di e rogaz ione : Tradiz ionale
Lingua di ins e gname nto: Italiano
Modalità di fre que nz a: Obbligatoria
Modalità di valutaz ione : Scritto e d orale
OBIET T IVI
Una prima parte de l cors o ha lo s copo di fornire la conos ce nz a di bas e de i fe nome ni fis ici che
avve ngono ne ll'atmos fe ra pe r s pie gare le dive rs e condiz ioni climatiche che caratte riz z ano la s upe rficie
te rre s tre . Ve ngono pe rtanto analiz z ati i moti as tronomici da cui dipe ndono le condiz ioni di ins olaz ione
s ulla s upe rficie te rre s tre , le caratte ris tiche s trutturali de ll'atmos fe ra, i principali fe nome ni me te orologici
e la loro dis tribuz ione s ulla s upe rficie te rre s tre . L'ins ie me di que s te conos ce nz e pe rme tte quindi di
analiz z are i due s is te mi di clas s ificaz ione climatica più utiliz z ati: il s is te ma e mpirico-quantitativo di
W.Koppe n e il s is te ma ge ne tico-de s crittivo di A.N.Strahle r. In una s e conda parte de l cors o, s viluppata
pre vale nte me nte attrave rs o e s e rcitaz ioni, ve ngono fornite le conos ce nz e di bas e pe r un proficuo
utiliz z o de lla Carta topografica, s trume nto fondame ntale pe r il ge ologo.
PROGRAMMA
LEZIONI (a cura di A. Cle rici, 7 CFU)
La forma de lla Te rra; le prove de lla s fe ricità te rre s tre ; la Te rra come e lis s oide di rivoluz ione ; la Te rra
come ge oide ; i circoli mas s imi e i circoli minori.
La rotaz ione te rre s tre ; ve locità angolare e line are ; le e s pe rie nz e di Guglie lmini e di Foucault.
La rivoluz ione te rre s tre ; caratte ris tiche de ll'orbita; prima e s e conda le gge di Ke ple ro.
L'inclinaz ione de ll'as s e te rre s tre ; s ols tiz i e d e quinoz i; i rapporti fra il dì e la notte ; alte z z a e
de clinaz ione de l s ole ; calcolo de ll'alte z z a de l s ole a me z z ogiorno alle varie latitudini; il pe rcors o
appare nte de l s ole alle varie latitudini; il calcolo de ll'inclinaz ione de ll'orbita appare nte s ul piano
de ll'oriz z onte ; durata de l dì e de lla notte ai poli; de te rminaz ione de ll'ora de ll'alba e de l tramonto alle
-8-
varie latitudini e ne i vari mome nti de ll'anno; i diagrammi alba-tramonto; il cre pus colo.
Il giorno s olare appare nte ; giorno s olare me dio; giorno s ide rale ; l'e quaz ione de l te mpo; l'anale mma;
oriz z onte ve ro e oriz z onte appare nte ; ore e s atte de ll'alba e de l tramonto. L'anno s ide re o e l'anno
tropico. La pre ce s s ione de ll'as s e te rre s tre . L'anno de l cale ndario. Te mpo locale e te mpo s tandard; i fus i
orari; la line a de l cambiame nto di data.
Struttura e caratte ris tiche de ll'atmos fe ra; compos iz ione chimica, pre s s ione , te mpe ratura; principali
proce s s i chimici e fis ici. La magne tos fe ra; le aurore bore ali.
La radiaz ione s olare ; s pe ttro s olare ; cos tante s olare ; le variaz ioni de ll'ins olaz ione ; il bilancio de lla
radiaz ione .
La mis ura de lla te mpe ratura de ll'aria; le diffe re nz e di comportame nto fra le te rre e i mari; il ciclo annuo
de lla te mpe ratura de ll'aria; le carte de lla te mpe ratura de ll'aria; la dis tribuz ione de lle te mpe rature s ulla
Te rra; il ciclo giornalie ro de lla te mpe ratura.
La pre s s ione atmos fe rica; s upe rfici is obariche , is obare , gradie nte is obarico; le ce llule di conve z ione .
I ve nti; az ione de lla forz a di Coriolis ; il ve nto ge os trofico; cicloni e anticicloni; l'e ffe tto de ll'attrito s ulla
dire z ione de i ve nti; la mis ura de l ve nto; ane mos copi, ane mome tri, ane mografi; la mis uraz ione de i ve nti
in quota; la ros a de i ve nti; la dis tribuz ione de i ve nti s ulla s upe rficie te rre s tre ; i mons oni; la circolaz ione
in quota e le corre nti a ge tto.
L'umidità atmos fe rica e le pre cipitaz ioni; gli s tati fis ici de ll'acqua; la mis ura de ll'umidità; le nubi; le forme
di pre cipitaz ione ; la mis ura de lle pre cipitaz ioni; le caus e de lle pre cipitaz ioni; i bilanci globali de ll'e ne rgia
e de ll'acqua.
Le mas s e d'aria,i fronti e le pe rturbaz ioni cicloniche ; i tipi di mas s e d'aria; fronti fre ddi e caldi; i cicloni
frontali; le pe rturbaz ioni me te re ologiche tropicali e d e quatoriali; i cicloni tropicali; i tornados .
I climi; s is te mi di clas s ificaz ione ; il s is te ma di clas s ificaz ione di W. Koppe n; il s is te ma e s plicativode s crittivo di A.N.Strahle r.
ESERCITAZIONI DI CARTOGRAFIA ( acura di S. Pe re go, 2 CFU)
Clas s ificaz ione de lle carte ; carte ge ne rali e carte te matiche .
Elis s oidi di rife rime nto e proie z ioni cartografiche az imutali; di s viluppo coniche e cilindriche ; ve re ,
modificate e conve nz ionali; inte rrotte .
Re ticolato ge ografico e calcolo de lle coordinate di un punto.
Triangolaz ioni e rilie vo fotogramme trico (ce nni).
Organi cartografici di Stato e cartografia ufficiale italiana.
Re ticolato chilome trico UTM e Gaus s -Boaga e calcolo de lle coordinate di un punto.
Caratte ris tiche e modalità di utiliz z o de l s is te ma GPS (Global Pos itioning Sys te m).
De clinaz ione magne tica e conve rge nz a re te .
Simboli cartografici.
Rappre s e ntaz ione altime trica de l te rre no, curve di live llo, quota di un punto, pe nde nz a di un ve rs ante .
Es e cuz ione de l profilo topografico.
De limitaz ione de i bacini idrografici..
Caratte ris tiche de lla Carta Te cnica Re gionale .
Ce nni di Cartografia nume rica.
T EST I
A.N. STRAHLER:"Ge ografia Fis ica", PICCIN, Padova (1984).
S.PEREGO:"Cartografia . Le ttura de lle Carte Topografiche (2004).
TESTI DI CONSULTAZIONE
A.N.STRAHLER:"The Earth Scie nce s ",Harpe r&Row, (1971).
ORARIO LEZIONI
Gio rni
Ore
Aula
http://s cie nz e ge ologiche trie nnale .unipr.it/cgi-bin/campus ne t/cors i.pl/Show?_id=6c16
Geograf ia Fisica,Cart ograf ia e Gis
Anno accade mico: 2014/2015
CdL: Scie nz e Ge ologiche primo live llo (34)
Doce nte : Pro f . Aldo Clerici (T it o lare del co rso )
Re capito: 0521 905362 [[email protected]]
Tipologia: Di bas e
Anno: 1° anno
Cre diti/Vale nz a: 12
SSD: GEO/04 - ge ografia fis ica e ge omorfologia
Modalità di e rogaz ione : Tradiz ionale
Lingua di ins e gname nto: Italiano
Modalità di fre que nz a: Facoltativa
Modalità di valutaz ione : Scritto e d orale
OBIET T IVI
1 MODULO GEOGRAFIA FISICA E CARTOGRAFIA
Una prima parte de l cors o ha lo s copo di fornire la conos ce nz a di bas e de i fe nome ni fis ici che
-9-
avve ngono ne ll'atmos fe ra pe r s pie gare le dive rs e condiz ioni climatiche che caratte riz z ano la s upe rficie
te rre s tre . Ve ngono pe rtanto analiz z ati i moti as tronomici da cui dipe ndono le condiz ioni di ins olaz ione
s ulla s upe rficie te rre s tre , le caratte ris tiche s trutturali de ll'atmos fe ra, i principali fe nome ni me te orologici
e la loro dis tribuz ione s ulla s upe rficie te rre s tre . L'ins ie me di que s te conos ce nz e pe rme tte quindi di
analiz z are i due s is te mi di clas s ificaz ione climatica più utiliz z ati: il s is te ma e mpirico-quantitativo di
W.Koppe n e il s is te ma ge ne tico-de s crittivo di A.N.Strahle r. In una s e conda parte de l cors o, s viluppata
pre vale nte me nte attrave rs o e s e rcitaz ioni, ve ngono fornite le conos ce nz e di bas e pe r un proficuo
utiliz z o de lla Carta topografica, s trume nto fondame ntale pe r il ge ologo.
2 MODULO GIS
Il cors o ha come s copo l'appre ndime nto de ll'utiliz z o de l GIS (Ge ographic Information Sys te m) GRASS
(Ge ographical Re s ource s Analys is Support Sys te m) un s is te ma di pubblico dominio particolarme nte
idone o ad un us o didattico.
Il cors o vie ne s volto quas i e s clus ivame nte attrave rs o e s e rcitaz ioni pratiche al compute r. Acquis ita la
conos ce nz a de i comandi di us o più comune pe r la vis ualiz z az ione e l'analis i de gli e laborati cartografici,
vie ne s pe rime ntata la digitaliz z az ione di dati cartografici tramite un appos ito modulo di GRASS. Lungo il
cors o ve ngono s pe rime ntate applicaz ioni pratiche de ll'utiliz z o di un GIS.
PROGRAMMA
1 MODULO GEOGRAFIA FISICA E CARTOGRAFIA
La forma de lla Te rra; le prove de lla s fe ricità te rre s tre ; la Te rra come e lis s oide di rivoluz ione ; la Te rra
come ge oide ; i circoli mas s imi e i circoli minori.
La rotaz ione te rre s tre ; ve locità angolare e line are ; le e s pe rie nz e di Guglie lmini e di Foucault.
La rivoluz ione te rre s tre ; caratte ris tiche de ll'orbita; prima e s e conda le gge di Ke ple ro.
L'inclinaz ione de ll'as s e te rre s tre ; s ols tiz i e d e quinoz i; i rapporti fra il dì e la notte ; alte z z a e
de clinaz ione de l s ole ; calcolo de ll'alte z z a de l s ole a me z z ogiorno alle varie latitudini; il pe rcors o
appare nte de l s ole alle varie latitudini; il calcolo de ll'inclinaz ione de ll'orbita appare nte s ul piano
de ll'oriz z onte ; durata de l dì e de lla notte ai poli; de te rminaz ione de ll'ora de ll'alba e de l tramonto alle
varie latitudini e ne i vari mome nti de ll'anno; i diagrammi alba-tramonto; il cre pus colo.
Il giorno s olare appare nte ; giorno s olare me dio; giorno s ide rale ; l'e quaz ione de l te mpo; l'anale mma;
oriz z onte ve ro e oriz z onte appare nte ; ore e s atte de ll'alba e de l tramonto. L'anno s ide re o e l'anno
tropico. La pre ce s s ione de ll'as s e te rre s tre . L'anno de l cale ndario. Te mpo locale e te mpo s tandard; i fus i
orari; la line a de l cambiame nto di data.
Struttura e caratte ris tiche de ll'atmos fe ra; compos iz ione chimica, pre s s ione , te mpe ratura; principali
proce s s i chimici e fis ici. La magne tos fe ra; le aurore bore ali.
La radiaz ione s olare ; s pe ttro s olare ; cos tante s olare ; le variaz ioni de ll'ins olaz ione ; il bilancio de lla
radiaz ione .
La mis ura de lla te mpe ratura de ll'aria; le diffe re nz e di comportame nto fra le te rre e i mari; il ciclo annuo
de lla te mpe ratura de ll'aria; le carte de lla te mpe ratura de ll'aria; la dis tribuz ione de lle te mpe rature s ulla
Te rra; il ciclo giornalie ro de lla te mpe ratura.
La pre s s ione atmos fe rica; s upe rfici is obariche , is obare , gradie nte is obarico; le ce llule di conve z ione .
I ve nti; az ione de lla forz a di Coriolis ; il ve nto ge os trofico; cicloni e anticicloni; l'e ffe tto de ll'attrito s ulla
dire z ione de i ve nti; la mis ura de l ve nto; ane mos copi, ane mome tri, ane mografi; la mis uraz ione de i ve nti
in quota; la ros a de i ve nti; la dis tribuz ione de i ve nti s ulla s upe rficie te rre s tre ; i mons oni; la circolaz ione
in quota e le corre nti a ge tto.
L'umidità atmos fe rica e le pre cipitaz ioni; gli s tati fis ici de ll'acqua; la mis ura de ll'umidità; le nubi; le forme
di pre cipitaz ione ; la mis ura de lle pre cipitaz ioni; le caus e de lle pre cipitaz ioni; i bilanci globali de ll'e ne rgia
e de ll'acqua.
Le mas s e d'aria,i fronti e le pe rturbaz ioni cicloniche ; i tipi di mas s e d'aria; fronti fre ddi e caldi; i cicloni
frontali; le pe rturbaz ioni me te re ologiche tropicali e d e quatoriali; i cicloni tropicali; i tornados .
I climi; s is te mi di clas s ificaz ione ; il s is te ma di clas s ificaz ione di W. Koppe n; il s is te ma e s plicativode s crittivo di A.N.Strahle r.
CARTOGRAFIA ( a cura di S. Pe re go)
Clas s ificaz ione de lle carte ; carte ge ne rali e carte te matiche .
Elis s oidi di rife rime nto e proie z ioni cartografiche az imutali; di s viluppo coniche e cilindriche ; ve re ,
modificate e conve nz ionali.
Re ticolato ge ografico e calcolo de lle coordinate di un punto.
Triangolaz ioni e rilie vo fotogramme trico (ce nni).
Organi cartografici di Stato e cartografia ufficiale italiana.
Re ticolato chilome trico UTM e Gaus s -Boaga e calcolo de lle coordinate di un punto.
Caratte ris tiche e modalità di utiliz z o de l s is te ma GPS (Global Pos itioning Sys te m).
De clinaz ione magne tica e conve rge nz a re te .
Simboli cartografici.
Rappre s e ntaz ione altime trica de l te rre no, curve di live llo, quota di un punto, pe nde nz a di un ve rs ante .
Es e cuz ione de l profilo topografico.
De limitaz ione de i bacini idrografici.
Caratte ris tiche de lla Carta Te cnica Re gionale .
2 MODULO GIS
Caratte ris tiche ge ne rali di un GIS (Ge ographic Information Sys te m)
Caratte ris tiche s pe cifiche de l GIS GRASS (Ge ographic Re s ource s Analys is Support Sys te m)
I principali comandi di GRASS:
- 10 -
pe r la ge s tione de ll'ambie nte di lavoro;
pe r la ge s tione de lle carte ras te r;
pe r la ge s tione de lle carte ve ttoriali;
pe r la ge s tione de i databas e .
L'utiliz z o de i programmi (s cript) di s he ll.
L'ambie nte di digitaliz z az ione in GRASS (il comando v.digit).
Importaz ione de i dati in altri formati.
T EST I
1 MODULO GEOGRAFIA FISICA E CARTOGRAFIA
A.N. STRAHLER:"Ge ografia Fis ica", PICCIN, Padova (1984).
S.PEREGO:"Cartografia . Le ttura de lle Carte Topografiche (2004).
TESTI DI CONSULTAZIONE
A.N.STRAHLER:"The Earth Scie nce s ",Harpe r&Row, (1971).
2 MODULO GIS
Manuali:
A. Cle rici: "GRASS 6.4.2 (GUI TCLTK) Manuale pratico introduttivo". Marz o 2012. Dati: Spe arfis h60.
A. Cle rici: " v.digit (GRASS 6.4.2). Manuale pratico introduttivo". Marz o 2012. Dati: Appe nnino.
A. Cle rici: " GRASS 6.4.3 (GUI Tcltk) Cre az ione di una Location e importaz ione dati". Ge nnaio 2013. Dati:
Anz ola_dati_2012.
ORARIO LEZIONI
Gio rni
Ore
Aula
Lune dì
9:30 - 11:30
Aula A Ple s s o Scie nz e de lla Te rra
Me rcole dì
9:30 - 11:30
Aula A Ple s s o Scie nz e de lla Te rra
Giove dì
14:30 - 16:30
Laboratorio 2 Ple s s o Scie nz e de lla Te rra
Lezio ni: dal 06/10/2014 al 31/01/2015
No t a: 1 Modulo- 1 Se m Ge ografia fis ica e Cartografia
2 Modulo-2 Se m Gis
http://s cie nz e ge ologiche trie nnale .unipr.it/cgi-bin/campus ne t/cors i.pl/Show?_id=668f
Geologia Applicat a
Anno accade mico: 2014/2015
Codice : 00465
CdL: Scie nz e Ge ologiche primo live llo (34)
Doce nte : Pro f . Fulvio Celico (T it o lare del co rso )
Re capito: 0521/905348 [[email protected]]
Tipologia: Caratte riz z ante
Anno: 3° anno
Cre diti/Vale nz a: 6
SSD: GEO/05 - ge ologia applicata
Modalità di e rogaz ione : Tradiz ionale
Lingua di ins e gname nto: Italiano
Modalità di fre que nz a: Obbligatoria
Modalità di valutaz ione : Orale
OBIET T IVI
Conos ce nz a de i conce tti di bas e de ll'Idroge ologia, applicati alla proge ttaz ione di ope re di captaz ione e
alla me s s a a punto di s oluz ioni di pre ve nz ione de ll'inquiname nto de lle acque s otte rrane e .
RISULT AT I DELL'APPRENDIMENT O
Capacità di proge ttare s oluz ioni quali-quantitative pe r captare , ge s tire e prote gge re le ris ors e idriche
s otte rrane e .
AT T IVIT À DI SUPPORT O
Attività pratiche e s upporto, anche individuale , al di fuori de gli orari di le z ione .
PROGRAMMA
Ciclo idrologico, proprie tà idrauliche de lle rocce , dis tribuz ione de ll'acqua ne l s ottos uolo.
Idrodinamica s otte rrane a, re ticoli di flus s o, inte raz ioni tra corpi idrici s otte rrane i e s upe rficiali.
Modalità di circolaz ione idrica s otte rrane a in acquife ri e in me z z i a bas s a pe rme abilità.
Quantificaz ione de lle ris ors e idriche s otte rrane e .
Ope re di captaz ione de lle ris ors e idriche s otte rrane e .
Vulne rabilità all'inquiname nto de gli acquife ri e s oluz ioni di pre ve nz ione dall'inquiname nto.
T EST I
Ce lico P., 1988. Pros pe z ioni Idroge ologiche , voll. I e II. Liguori Ed. Napoli.
Fre e z e R.A. & Che rry J.A., 1979. Groundwate r. Pre ntice Hall, Ne w Je rs e y.
NOT A
Pos s ibilità di inte raz ione con Az ie nde e Socie tà di Inge gne ria che lavorano ne ll'ambito de lle te matiche
ogge tto de l Cors o.
ORARIO LEZIONI
Gio rni
Ore
Aula
Marte dì
Aula F Ple s s o Scie nz e de lla Te rra
11:30 - 13:30
- 11 -
Me rcole dì
11:30 - 13:30
Aula F Ple s s o Scie nz e de lla Te rra
Lezio ni: dal 21/10/2014 al 31/01/2015
http://s cie nz e ge ologiche trie nnale .unipr.it/cgi-bin/campus ne t/cors i.pl/Show?_id=0e a4
Geologia del Sediment ario-Modulo I - II
Anno accade mico: 2014/2015
CdL: Scie nz e Ge ologiche primo live llo (34)
Doce nte : Pro f . Marco Ro veri (T it o lare del co rso )Do t t . Ro bert o T int erri
Re capito: 0521-905354 [[email protected]]
Tipologia: Caratte riz z ante
Anno: 3° anno
Cre diti/Vale nz a: 12
SSD: GEO/02 - ge ologia s tratigrafica e s e dime ntologica
Modalità di e rogaz ione : Tradiz ionale
Lingua di ins e gname nto: Italiano
Modalità di fre que nz a: Obbligatoria
Modalità di valutaz ione : Orale
OBIET T IVI
Il cors o è principalme nte inte s o a introdurre lo s tude nte inte re s s ato allo s tudio e alla inte rpre taz ione
de lle
s ucce s s ioni s e dime ntarie attrave rs o i conce tti fondame ntali de lla s tratigrafia e de ll'analis i di facie s e
de lle loro
applicaz ioni pratiche più comuni. Ne ll'ambito de l cors o s ono pre vis te e s curs ioni giornalie re e /o di circa
una
s e ttimana in Appe nnino.
RISULT AT I DELL'APPRENDIMENT O
Al te rmine de l cors o lo s tude nte è in grado di ricavare dall'os s e rvaz ione e analis i de lle rocce e
s ucce s s ioni s e dime ntarie gli e le me nti pe r de finirne i proce s s i e gli ambie nti ge ne tici, caratte ris tiche
ge ome triche , re laz ioni re ciproche , e tà as s olute e re lative .
Lo s tude nte avrà inoltre la conos ce nz a te orica e pratica de lle fondame ntali te cniche s tratigrafiche da un
punto di vis ta te orico e pratico e de lle proble matiche conne s s e alla corre laz ione de lle s ucce s s ioni
s e dime ntarie a varie s cale fis iche e te mporali.
AT T IVIT À DI SUPPORT O
Es e rcitaz ioni in aula e s ul te rre no.
PROGRAMMA
Parte introduttiva
Origini, s copi e proble mi de lla Stratigrafia
L'importanz a e conomica de lle rocce s e dime ntarie
Me todi di s tudio e s cale fis iche e te mporali
Le unità s tratigrafiche tradiz ionali: introduz ione ai principali crite ri di clas s ificaz ione
Stratificaz ione
La s tratificaz ione e i proce s s i che la gove rnano
Facie s
Analis i di facie s : conce tto di facie s , facie s e attualis mo; catas trofis mo e uniformitaris mo; dalle facie s a
proce s s i e ambie nti; limiti di facie s diacroni e s incroni; as s ociaz ioni e s e que nz e di facie s ; ce nni s ulle
tracce
fos s ili
Come s i s tudia un affiorame nto
Analis i de gli affiorame nti: proble mi, me todi di s tudio e rappre s e ntaz ione de i dati
Sis te mi de pos iz ionali
Il conce tto di s is te ma de pos iz ionale
Sis te mi de pos iz ionali alluviali, marino-marginali, di piattaforma e di mare profondo (s carpata e bacino);
ce nni s ui s is te mi carbonatici principali
Bacini s e dime ntari
Ce nni s u origine e clas s ificaz ione de i bacini s e dime ntari
Dataz ioni
Dataz ioni re lative e as s olute
Corre laz ioni s tratigrafiche
Conce tti ge ne rali; corre laz ioni re gionali; corre laz ioni intrabacinali; corre laz ioni locali di de ttaglio;
l'importanz a de lle s upe rfici s tratali, de lla loro corre tta ide ntificaz ione e de l loro s ignificato ai fini di
corre laz ioni s tratigrafiche ; corre laz ioni a s cala di line e s is miche , foto ae re e e te rre no; panne lli
s tratigrafici
corre lati
La dinamica de lle s ucce s s ioni s e dime ntarie
- 12 -
Tras gre s s ioni, re gre s s ioni e cicli s e dime ntari; variaz ioni re lative de l live llo de l mare ; s upe rfici di
inconformità e loro origini; il conce tto di s e que nz a de pos iz ionale e le unità allos tratigrafiche ; le curve
e us tatiche ; ciclicità s e dime ntaria e s ue ge rarchie ; ce nni di ciclos tratigrafia
T EST I
Alle n Ph.A. and Alle n J.R., 1990 - Bas in Analys is : Principle s and Applications , Blackwe ll Scie ntific
Publications , Oxford Prothe ro D.R., 1990 - Inte rpre ting the Stratigraphic Re cord - W.H. Fre e man &
Company,
Ne w York Re ading H.G. (e ditor), 1996 - Se dime ntary Environme nts : Proce s s e s , Facie s and Stratigraphy
(Third
Edition) - Blackwe ll Scie nce Ltd, Oxford
NOT A
Iniz io le z ioni lune dì 15 ottobre
Il cors o è s tre ttame nte coordinato con RILEVAMENTO GEOLOGICO; è forte me nte cons igliata la fre que nz a
conte mporane a de i due ins e gname nti
File de lle le z ioni all'indiriz z o:
https ://docs .google .com/folde r/d/0B26WSw-jl9kTXz FZRG1ZUkNKbFU/e dit
ne lla carte lla DIDATTICA/Ge ologia de l Se dime ntario
ORARIO LEZIONI
Gio rni
Ore
Aula
Lune dì
9:30 - 11:30
Laboratorio 2 Ple s s o Scie nz e de lla Te rra
Me rcole dì
9:30 - 11:30
Laboratorio 2 Ple s s o Scie nz e de lla Te rra
Lezio ni: dal 06/10/2014 al 31/01/2015
No t a: il cors o e s s e ndo annuale s arà divis o in due s e me s tri e quindi 2 Moduli
1 SEM da ottobre a ge nnaio Prof.Rove ri
2 SEM da marz o a giugno Dott.Tinte rri
http://s cie nz e ge ologiche trie nnale .unipr.it/cgi-bin/campus ne t/cors i.pl/Show?_id=3f61
Geologia Marina
Anno accade mico: 2014/2015
CdL: Scie nz e Ge ologiche primo live llo (34)
Doce nte : Pro f . Luigi T o relli (T it o lare del co rso )
Re capito: 0521 905319 [[email protected]]
Tipologia: A s ce lta de llo s tude nte
Anno: 3° anno
Cre diti/Vale nz a: 6
SSD: GEO/02 - ge ologia s tratigrafica e s e dime ntologica
Modalità di e rogaz ione : Tradiz ionale
Lingua di ins e gname nto: Italiano
Modalità di fre que nz a: Facoltativa
Modalità di valutaz ione : Orale
OBIET T IVI
Illus trare gli as pe tti ge ologici e ge ofis ici de lle forz e che ope rano ne lle are e oce aniche , s ottoline are il
ruolo unificante de lla Te ttonica a Placche , e s aminare gli e le me nti te ttonici più s ignificativi as s ociati
all'ambie nte s ottomarino.
RISULT AT I DELL'APPRENDIMENT O
Al te rmine de l Cors o lo s tude nte dovre bbe e s s e re in grado di conos ce re in de ttaglio i caratte ri
morfos trutturali principali de ll'ambie nte s ottomarino.
AT T IVIT À DI SUPPORT O
Es e rcitaz ioni, a cas a e d in clas s e , riguardanti la te oria de lla te ttonica a placche e d i principali ambie nti
morfo-te ttonici pre s e nti ne gli oce ani, attività s e minariale .
PROGRAMMA
Introduz ione , Morfologia de i contine nti e de lle are e oce aniche , Struttura inte rna de lla Te rra, Te ttonica
de lle Placche , Ge ne s i e d e voluz ione de lla cros ta oce anica, Proce s s i di rifting, Ge ne s i e d e voluz ione de i
margini contine ntali, Rie pilogo e d os s e rvaz ioni finali.
T EST I
Te s ti di Rife rime nto
-Ope n Unive rs ity Te am, The Oce an Bas ins : The ir s tructure and e volution, 2nd e dition , Uk (1998).
-Ke are y and Vine , Te ttonica Globale . Zaniche lli (1994).
Te s ti pe r Ulte riori Approfondime nti
-Moore s and Twis s , Te ctonics , Fre e man & Company, NY (1995).
-Fowle r, The Solid Earth: An introduction to global ge ophys ics , Cambridge Unive rs ity Pre s s , Uk (1990).
NOT A
Il Cors o cons is te di le z ioni orali e di e s e rcitaz ioni e richie de conos ce nz e ade guate di Ge ologia
s trutturale , di Te ttonica, di Ge ofis ica de lla te rra s olida e di Stratigrafia. La valutaz ione finale è la s omma
- 13 -
de ll'e s ame orale , de lla parte cipaz ione all'attività didattica e de i ris ultati de lle e s e rcitaz ioni.
ORARIO LEZIONI
Gio rni
Ore
Aula
Lune dì
14:30 - 16:30
Aula F Ple s s o Scie nz e de lla Te rra
Marte dì
9:30 - 11:30
Aula F Ple s s o Scie nz e de lla Te rra
Me rcole dì
14:30 - 16:30
Aula F Ple s s o Scie nz e de lla Te rra
Lezio ni: dal 20/10/2014 al 31/01/2015
http://s cie nz e ge ologiche trie nnale .unipr.it/cgi-bin/campus ne t/cors i.pl/Show?_id=3402
Geologia Regionale
Anno accade mico: 2014/2015
Codice : 468
CdL: Scie nz e Ge ologiche primo live llo (34)
Doce nte : Do t t . Andrea Art o ni (T it o lare del co rso )
Re capito: 0521906314 [[email protected]]
Tipologia: A s ce lta de llo s tude nte
Anno: 3° anno
Cre diti/Vale nz a: 6
SSD: GEO/02 - ge ologia s tratigrafica e s e dime ntologica
Modalità di e rogaz ione : Tradiz ionale
Lingua di ins e gname nto: Italiano
Modalità di fre que nz a: Obbligatoria
Modalità di valutaz ione : Orale
OBIET T IVI
Il cors o inte nde fornire allo Stude nte le conos ce nz e re lative agli e le me nti ge ologici principali e
l'e voluz ione ge ologica de lla pe nis ola italiana ne l quadro de lla ge ologia de ll'are a me dite rrane a.
Particolare atte nz ione s arà rivolta all'Appe nnino s e tte ntrionale , alle Alpi me ridionali e all'inte rpos ta
pianura padana.
RISULT AT I DELL'APPRENDIMENT O
Al te rmine de l cors o lo Stude nte acquis irà le capacità e farà una prima e s pe rie nz a ne ll'utiliz z o di me todi
di s tudio inte grati pe r la ricos truz ione ge ologica re gionale di un'are a de l globo te rre s tre .
AT T IVIT À DI SUPPORT O
Le le z ioni orali s aranno inte grate con e s curs ioni s ul te rre no in z one de ll'Appe nnino e de lle Alpi
Me ridionali.
PROGRAMMA
Clas s ificaz ione de i bacini s e dime ntari in re laz ione alla dinamica litos fe rica e alla te ttonica a placche .
Ge ologia de ll'are a me dite rrane a.
Ge ologia de ll'Italia.
L'Appe nnino s e tte ntrionale .
La pianura padana.
Le Alpi e le Alpi me ridionali.
Es curs ioni s ul te rre no mos tre ranno la ge ologia e le bas i pe r la ricos truz ione de ll'e voluz ione ge ologica
di una s pe cifica are a in accordo anche con le principali pubblicaz ioni note e re lative all'are a vis itata.
T EST I
ALLEN P.A., ALLEN J.R. (2005) – Bas in analys is . Blackwe ll Publis hing,Oxford, 3rd e dition.
BOSELLINI A. (1996) – Ge ologia de lle Dolomiti. Athe s ia Ed., Bolz ano.
BOSELLINI A. (2005) – Storia ge ologica d'Italia. Zaniche lli Ed., Bologna.
DOGLIONI C., FLORES G. (1997) - An introduction to the italian ge ology.
Lamis co, Pote nz a.
FRISCH W., MESCHEDE M., BLAKEY R.C. (2011) - Plate te ctonics .
Contine ntal drift and mountain building. Springe r 1s t Ed.
GASPERI G. (1995) - Ge ologia Re gionale . Pitagora Ed., Bologna.
GELATI R. (2013) - Storia ge ologica de l pae s e Italia. Diabas is Editore ,Parma.
VAI G.B. & MARTINI I.P. (Eds .) (2001) - Anatomy of an Oroge n. Kluwe r
Acade mic Publis he rs .
GUIDE GEOLOGICHE REGIONALI - Guide 1-4-6-7. BEMA Ed., Milano.
NOT A
- 14 -
Sono richie s te conos ce nz e di s tratigrafia, ge ologia s trutturale e te ttonica.
ORARIO LEZIONI
Gio rni
Ore
Aula
http://s cie nz e ge ologiche trie nnale .unipr.it/cgi-bin/campus ne t/cors i.pl/Show?_id=554b
Geologia St rut t urale Anno accade mico: 2014/2015
Codice : 02100
CdL: Scie nz e Ge ologiche primo live llo (34)
Doce nte : Pro f . Fabrizio St o rt i (T it o lare del co rso )
Re capito: 0521-905369 [[email protected]]
Tipologia: Caratte riz z ante
Anno: 2° anno
Cre diti/Vale nz a: 9
SSD: GEO/03 - ge ologia s trutturale
Modalità di e rogaz ione : Tradiz ionale
Lingua di ins e gname nto: Italiano
Modalità di fre que nz a: Obbligatoria
Modalità di valutaz ione : Orale
OBIET T IVI
Il cors o s i propone di fornire le prime noz ioni pe r riconos ce re e d analiz z are le de formaz ioni de lla parte
più s upe rficiale de lla cros ta te rre s te e di me tte rle in re laz ione con le caus e che le hanno prodotte .
RISULT AT I DELL'APPRENDIMENT O
Al te rmine de l cors o lo s tude nte s arà in grado di:
-
Riconos ce re e de s crive re le principali s trutture de formative pre s e nti ne lle rocce naturali;
-
Analiz z are la loro ge ome tria e cine matica me diante proie z ioni s te re ografiche ;
-
Ins e rire le s trutture de formative ne i conte s ti de i principali s is te mi te ttonici pre s e nti in natura;
Ave re una conos ce nz a di bas e di alcuni e s e mpi naturali di s is te mi te ttonici oroge nici, e s te ns ionali
e tras corre nti.
AT T IVIT À DI SUPPORT O
Il Doce nte rice ve gli Stude nti pe r approfondime nti e chiarime nti aggiuntivi
PROGRAMMA
1 – Come s i de formano le rocce : s tre s s , s train, me ccanis mi de formativi e re ologia;
2 – Strutture de formative fragili: faglie , fratture , ve ne , s tiloliti, pie ghe as s ociate a faglie ;
3 – Strutture de formative duttili: foliaz ioni e pie ghe plas tiche ;
4 – Rappre s e ntaz ione ge ome trica e d analis i s tatis tica de ll'orie ntaz ione di e le me nti ge ologici planari e
line ari me diante us o di proie z ioni s te re ografiche ;
5 – Te ttonica e s te ns ionale , margini pas s ivi e dive rge nti;
6 – Te ttonica contraz ionale , inve rs ione de i margini pas s ivi, margini conve rge nti;
7 – Te ttonica tras corre nte e margini tras formi;
8 – Es e mpi di s is te mi te ttonici naturali.
4 e s curs ioni didattiche giornalie re .
Tipologia di e s ame : orale
T EST I
Te s to cons igliato: Earth Structure , s e cond e dition, Be n Van De r Pluijm e Ste phe n Mars hak. Norton &
Company, Ne w York, 2004.
ORARIO LEZIONI
Gio rni
Ore
Aula
http://s cie nz e ge ologiche trie nnale .unipr.it/cgi-bin/campus ne t/cors i.pl/Show?_id=3211
Geomorf ologia
- 15 -
Anno accade mico: 2014/2015
Codice : 05830
CdL: Scie nz e Ge ologiche primo live llo (34)
Doce nte : Pro f . Claudio T ellini (T it o lare del co rso )
Re capito: 0521-905317 [[email protected]]
Tipologia: Caratte riz z ante
Anno: 2° anno
Cre diti/Vale nz a: 9
SSD: GEO/04 - ge ografia fis ica e ge omorfologia
Modalità di e rogaz ione : Tradiz ionale
Lingua di ins e gname nto: Italiano
Modalità di fre que nz a: Obbligatoria
Modalità di valutaz ione : Orale
OBIET T IVI
Fornire le conos ce nz e te oriche s ui proce s s i e s ulle forme dovute agli age nti e s oge ni e d e ndoge ni
re s pons abili de ll'alte raz ione e de l mode llame nto de l rilie vo te rre s tre in funz ione :
- de lla dinamica de lla cros ta te rre s tre e de lle condiz ioni lito-s trutturali de l s ubs trato; de lle variaz ioni
climatiche ne l te mpo e ne llo s paz io;
- de lle modificaz ioni ambie ntali a caus a de ll'influe nz a antropica.
Fornire gli s trume nti ne ce s s ari e le capacità pratiche utili pe r:
- inte rpre tare e de s crive re le forme ne ll'ambito de ll'e voluz ione ge omorfologica de l pae s aggio;
compre nde re i rapporti funz ionali e s paz iali fra le morfoge ne s i pre s e nti in una de te rminate re gione ;
- conos ce re le modalità di s viluppo di uno o più cicli di mode llame nto de l rilie vo e re lative conne s s ioni
con i proce s s i morfo-climatici antichi;
- de te rminare l'e tà de lle forme de l pae s aggio;
- pre ve de re le cons e gue nz e morfologiche indotte s ull'ambie nte dalle pe ricolos ità idroge ologiche in
funz ione de lla loro inte ns ità.
Bas ic conce pts of the proce s s e s e xtrate rre s trial, e xoge ne tic and e ndoge ne tic e re late d landforms ;
e le me nts of the mine rals and rocks we athe ring; knowle dge s of the s tructural characte ris tic of the
ge ologic s ubs tratum and of the landforms caus e d by e ndoge nic and e xoge nic proce s s e s re s pons ible
for e nvironme ntal s culpting; ge omorphological e volution in both s hort and long time e volution.
Knowle dge s of the re lations hip be twe e n the phys ical e nvironme nt, Earth climate change s (in Quate rnary
pe riod s pe cially) and re gional morphological e volution.
RISULT AT I DELL'APPRENDIMENT O
Te s t di appre ndime nto e colloqui in itine re ; random knowle dge s te s t and dis cus s ions in itine re ;
- Es ame orale finale con foto-inte rpre taz ione di cas i didattici in 3D; oral e xamination with photointe rpre tation 3D of the tipycal landforms .
AT T IVIT À DI SUPPORT O
-
Le z ioni te oriche frontali,
&n bs p;
6 cfu
;
& nbs p;
&nb s p;
-
Es e rcitaz ioni di laboratorio: le ttura carte e fotointe rpre taz ione di cas i didattici,
Es curs ioni didattiche (n. 3) in dive rs i conte s ti ge o-morfologici,
cfu
Le s s ons e x cathe dra,
s p;
6 cfu
;
& nbs p;
;
& nbs p;
1,5 cfu
&nbs p;
&nb s p;
;
1,5
& nbs p;
&nb
Lab. activity: inte rpre tation of landforms by carthography;
;
s ome s tudy cas e in bas ic landforms photo-inte rpre tation,
&n bs p;
1,5
cfu
N. 3 Excurs ions acros s the Parma-Re ggio Northe rn Ape nnine s and Po R. plain-pre Alps , 1,5 cfu
PROGRAMMA
Introduz ione , ce nni s torici e conce tti bas e de lla ge omorfologia.
Introduction: brie f his tory of the ge omorphology; bas ic conce pt in ge omorphology.
1. Ce nni di morfologia e xtra-te rre s tre : tipi e morfologia ine re nte i crate ri d'impatto me te orico.
(http://www.me te orimpactone arth.com/me te orite .html)
Extra-te rre s trial morphology: proce s s e s and landforms from impact caus e d by me te orite s .
2. La de gradaz ione me te orica de lle rocce e forme de rivate : proce s s i me ccanici e bio-chimici. Forme
de rivate da we athe ring; ce nni s ulla formaz ione de i s uoli.
2.1 I pale os uoli e la loro utilità in ge omorfologia. (Cre mas chi M. "Pale os ols e ve tus ols in the Ce ntral Po
plain (Northe rn Italy)", Ed. UNICOPLI, Milano, 306 pp., 1987).
- 16 -
We athe ring and as s ociate d landforms .
Short account on phys ical and bio-che mical we athe ring
proce s s e s and re late d landforms . Note s inhe re nt de tritical cove r and s oil formation.
Palae os ols and
the ir s ignificance in re gional ge omorphological e volution.
(Bland W. & Rolls D. -"We athe ring - a introduction to the s cie ntific principle s ", Arnold Ed., Londra, 1998).
3. Le forme s trutturali e la loro e voluz ione .
Rapporti tra morfologia e s truttura ge ologica; litologia s e le ttiva; s upe rfici s trutturali e di s pianame nto.
Forme influe nz ate dalla s truttura e loro ide ntificaz ione ge omorfologica: forme de lle re gioni tabulari, a
pie ghe , a domi e comple s s e ; rilie vi di tipo giure s e , s ub-alpino e appalachiano. Rilie vi di antichi mas s icci
s pianati e rie s umaz ione de lle s trutture ; Morfologie di faglie e thrus t. Conce tti di morfone ote ttonica e
forme re lative ; influe nz a de lla ne ote ttonica s ull'idrografia.
Structural landforms and the ir e volution: s e dime ntary and igne ous rocks landforms and the ir
morphologic e volution. Giura, s ub-alpine and appalachian chains e volution. Planation s urface s and
e xumation proce s s e s . Morphone ote ctonics : proce s s e s and re late d landforms ; re lations hip from
hydrography and ne ote ctonic move me nts .
(Bartolini C. - "I fattori ge ologici de lle forme de l te rre no- ", Pitagora, Bologna, 1992; Cas tiglioni G.B. "Ge omorfologia", UTET, Torino, 1991;
Ciccacci S. - Le forme de l rilie vo - Atlante illus trato di
Ge omorfologia. Mondadori Education SpA, Milano, 2010).
4. Fe nome ni di de nudaz ione de i ve rs anti (dilavame nto e movime nti di mas s a)
As pe tti ge ne rali, fattori e forme de l rus ce llame nto. Proce s s i gravitativi le nti e rapidi s ui ve rs anti; caus e
intrins e che e s cate nanti; forme e clas s ificaz ione de i movime nti.
Slope proce s s e s and landforms (Was h and mas s move me nts ): Rain was h proce s s e s and landforms ;
mas s move me nts : caus e s , type s and e volution. Rive rbe d and valle y s lope modifications conne cte d to
lands lide e ve nt.
(Cas tiglioni G.B. - "Ge omorfologia", UTET, Torino, 1991; Summe rfie ld M.A.-"Global ge omorphology",
Longman, Es s e x, 1991; Ciccacci S. - Le forme de l rilie vo - Atlante illus trato di Ge omorfologia. Mondadori
Education SpA, Milano, 2010; Turne r A.K. and Schus te r R.L. (Eds .) – "LANDSLIDES: inve s tigation and
mitigation", TRB s pe cial re port 247, Nat. Acad.Pre s s , Was hington D.C., 1996).
5. Morfoge ne s i fluvio-torre ntiz ia
Ce nni introduttivi; i caratte ri idrodinamici de lle corre nti; tras porto e s e dime ntaz ione ; mis ure de l
tras porto fluviale ; forme di de pos ito alluvionale . Proce s s i, propagaz ione e forme de ll'e ros ione fluviale .
Cre az ione e d e voluz ione de l profilo longitudinale de i cors i. Studio de i te rraz z i fluviali e loro
caratte ris tiche . Foci e de lta fluviali.
Fluvial ge omorphology: s hort account on hydrodynamics ; e ros ion, trans port and s e dime ntation
proce s s e s ; be d ge omorphology and fluvial be d e volution; grade d fluvial be d profile and caus e s of the ir
modification. Fluvial te rrace s : origin, s ignificance and e volution. De lta and e s tuarine ge ne s s .
(Cas tiglioni G.B. - "Ge omorfologia", UTET, Torino, 1991; Marche tti M.- "Ge omorfologia fluviale ", Pitagora
Ed., Bologna, 2000; Ciccacci S. - Le forme de l rilie vo - Atlante illus trato di Ge omorfologia. Mondadori
Education, SpA, Milano, 2010; Cas ati P. e Pace F. -"Scie nz e de lla Te rra- L'atmos fe ra, l'acqua, i climi, i
s uoli", CittàStudi, Milano, 1991; Summe rfie ld M.A. -"Global ge omorphology", Longman, Es s e x, 1991).
6. Morfoge ne s i glaciale e pe riglaciale in ambie nte alpino e de lle alte latitudini
Introduz ione : le variaz ioni climatiche plio-quate rnarie e ce nni s ulle glaciaz ioni ple is toce niche .
Formaz ione de lle mas s e di ghiaccio e tipi di ghiacciai; le principali forme di e s araz ione glaciale .
- 17 -
Clas s ificaz ione de i de pos iti glaciali e s tudio de gli apparati more nici s ubalpini.
Mode llame nto glaciale in are e di inlands is ; forme di e ros ione e di de pos ito; varve e dataz ione de gli
e ve nti glaciali; forme di de glaciaz ione ; is os tas ia glaciale . Fe nome ni di nivaz ione e az ione morfologica
de lle valanghe . L'ambie nte pe riglaciale . Condiz ioni ge ne rali e te rmiche pe r la formaz ione de l
pe rmafros t. Mountain pe rmafros t e re lative microforme pe riglaciali. Macroforme , lobi di ge liflus s o e
rockglacie rs . Fe nome ni crie rgici, di crioplanaz ione , crioturbaz ione , e cc. Forme de lla tundra artica. Forme
di de gradaz ione de l pe rmafros t: fe nome ni di te rmocars is mo e ge liflus s ione .
Glacial and pe riglacial morphology (alpine e nvironme nts ).
Introduction to Plio-quate rnary climatic change s and glaciations ; bas ic background on ice formation;
glacie rs type and clas s ification; e ros ional and de pos itional glacial landforms : italian s ubalpine glacial e nd
moraine s (morainic amphite ate rs ). Mountain pe rmafros t proce s s e s and pe riglacial landforms ; nivation
proce s s e s and landforms .
Glacial and pe riglacial morphology (high latitude e nvironme nts ). Inlands is glacial landforms ; varve s and
the ir s ignificance ; dis inte gration landforms ; glacial is os tas y. Ge ne ral conditions of the pe rmafros t and
principal pe ripolar landforms . Pe rmafros t de gradation: the rmocars t, ge lifluction, lands liding.
(Cas tiglioni G.B. - "Ge omorfologia", UTET, Torino, 1991; Ciccacci S. - Le forme de l rilie vo - Atlante
illus trato di Ge omorfologia. Mondadori Education SpA, Milano, 2010.
Cas ati P. e Pace F. -"Scie nz e de lla Te rra- L'atmos fe ra, l'acqua, i climi, i s uoli", CittàStudi, Milano, 1991;
Smiraglia C. -"Guida ai ghiacciai e alla glaciologia - forme , fluttuaz ioni, ambie nti", Zaniche lli Ed., Bologna,
1992; Was hburn A.L. –"Ge ocryology: a s urve y of pe riglacial Proce s s e s and Environme nts ", Arnold Ed.,
London, 1979).
7. Ce nni di morfoge ne s i cos tie ra
As pe tti ge ne rali. Le variaz ioni di live llo re lativo tra mare e te rra e loro caus e . L'e ros ione marina, ripe e
piattaforme di e ros ione , s olchi di batte nte e altre forme s pe ciali de lle cos te roccios e , te rraz z i marini.
Bilancio de i fe nome ni di accumulo e di e ros ione s u una s piaggia. Tras porto di de triti e le forme di
s e dime ntaz ione cos tie ra. Lagune e laghi cos tie ri. Clas s ificaz ione morfologica de lle cos te .
Coas tal morphology: Bas ic background on marine curre nts , wind, tide wave s , e ne rgy e cc. Caus e s of the
variations in s e a le ve l and coas tal morphology. Longs hore and offs hore trans port of s e dime nts .
Eros ional and de pos itional coas tal landforms and marine te rrace s . Morphologic coas tal clas s ification.
(Cas tiglioni G.B. - "Ge omorfologia", UTET, Torino, 1991; Ciccacci S. - Le forme de l rilie vo - Atlante
illus trato di Ge omorfologia. Mondadori Education SpA, Milano, 2010; Cas ati P. e Pace F. -"Scie nz e de lla
Te rra- L'atmos fe ra, l'acqua, i climi, i s uoli", CittàStudi, Milano, 1991; Pranz ini E. "La forma de lle cos te ",
Zaniche lli, Bologna, 2004; Summe rfie ld M.A.-"Global ge omorphology", Longman, Es s e x, 1991.)
8. Morfoge ne s i cars ica
Tipi e caratte ris tiche de lle rocce s olubili; i proce s s i di dis s oluz ione e pre cipitaz ione . Le forme cars iche
di s upe rficie : le micro- e macroforme , cavità s otte rrane e e s pe le ote mi. De pos iz ione calcare a e forme
corris ponde nti; ce nni di idrologia cars ica. Il clima e la morfoge ne s i cars ica: i tipi di pae s aggio cars ico.
Kars t ge omorphology: Soluble s rocks . Solution and pre cipitation proce s s e s . Short account on kars t
hydrology. Minor and major s upe rficial kars t landforms . Unde rground s pe le othe me s . Climate and kars t
morphology.
(Cas tiglioni G.B. - "Ge omorfologia", UTET, Torino, 1991; Ciccacci S. - Le forme de l rilie vo - Atlante
illus trato di Ge omorfologia. Mondadori Education SpA, Milano, 2010, "Proge tto Powe rpoint 2009" de lla
Socie tà Spe le ologica Italiana -in re te ).
9. Morfologia vulcanica
Introduz ione e ce nni s ui magmi e re lative forme di e ruz ione ; i prodotti vulcanici s ciolti. Le caratte ris tiche
de lle colate laviche , de lle lave vis cos e e de gli e difici vulcanici conne s s i. Forme di e ros ione ,
modificaz ioni alla re te idrografica e d e voluz ione ge omorfologica de gli apparati vulcanici.
- 18 -
Volcanic ge omophology: Ge ne rality of the lava characte rs and volcan type s . Bas ic and acid lava microand macroforms . Characte r of the piroclas tic de pos its . Eros ional and de pos itional proce s s e s in the
ge omorphologic e volution of the volcan apparatus . Environme ntal modification conne cte d to volcan
activity (e xplos ion,cinde r cove r, lava flow and lahars ).
(Cas tiglioni G.B. - "Ge omorfologia", UTET, Torino, 1991; Ciccacci S. - Le forme de l rilie vo - Atlante
illus trato di Ge omorfologia. Mondadori Education SpA, Milano, 2010; Ollie r C. -"Vulcani - attività, ge ografia,
morfologia", Zaniche lli Ed., Bologna, 1990; Giacome lli L. - Scandone R. "Vulcani e Eruz ioni, Pitagora Ed.,
Bologna, 2002).
10. Ce nni di morfologia e olica
Ce nni s ulla dis tribuz ione de lle forme d'ambie nte arido-s e miarido. L'az ione de l ve nto e le forme di
de flaz ione e di corras ione . Le condiz ioni di de pos ito; tipi di dune e d e voluz ione de lle dune ; il loe s s .
Eolian morphology: Climatic be lts and wind proce s s e s and wind activity. Eolian de flation and de pos itional
e olian landforms : dune type s . Climatic s ignificance of the loe s s .
(Cas tiglioni G.B. - "Ge omorfologia", UTET, Torino, 1991; Ciccacci S. - Le forme de l rilie vo - Atlante
illus trato di Ge omorfologia. Mondadori Education SpA, Milano, 2010;
11. Proble mi de lla re te idrografica
Ce nni introduttivi. Ordine ge rarchico de i cors i d'acqua e morfome tria de lla re te idrografica; tipi di
de viaz ioni fluviali e loro caus e . Sovraimpos iz ione e ante ce de nz a. Rapporti tra forme vulcaniche , forme
non vulcaniche e idrografia. Ge ne s i de i laghi e loro e voluz ione ne ll'ambito de lla re te idrografica.
Influe nz a de lla ne ote ttonica s ull'idrografia.
Ge omorphologic proble ms of the hydrographic ne twork:
Introduction. Ne twork organiz ation and s tructural be drock conditions . Channe l hie rachy. Avuls ion and
s tre am piracy. Fluvial s upe rimpos ition and ante ce de nce . Epige ne tic valle y. Re lations hip be twe e n
volcanic, non-volcanic landforms and hydrographc ne twork. Ne ote ctonics and hydrographic e volution.
Lake s ge ne s is and the ir e volution.
(Cas tiglioni G.B. - "Ge omorfologia", UTET, Torino, 1991; Eas te rbrook D.J. -"Surface Proce s s e s and
Landforms ", McMillan Publ. Comp., Ne w York, 1993, Marche tti M.- "Ge omorfologia fluviale ", Pitagora Ed.,
Bologna, 2000; Paniz z a M. -"Ge omorfologia", Pitagora Ed., Bologna, 1992; Summe rfie ld M.A.-"Global
ge omorphology", Longman, Es s e x, 1991).
12. L'e voluz ione ge omorfologica de l pae s aggio ne l cors o de l te mpo
La te oria de l ciclo de ll'e ros ione normale e i pe ne piani. La forma de i ve rs anti. L'arre trame nto de i
ve rs anti montuos i e la formaz ione di pe dime nts . L'alte raz ione pre liminare de lle rocce pre para i
proce s s i di planaz ione . Supe rfici di s pianame nto a più live lli s ovrappos ti. Antiche s upe rfici di
s pianame nto ne lle z one te mpe rate .
Longtime lands cape e volution
Slope ge ne s is and landforms . Ge ographic cycle of Davis and lands cape e volution; othe rs lands cape
the orie s (Pe nk, King e cc.); Pe diplanation proce s s e s and climate : formation of pe diplains , pe dime nts ,
e cthplains , e cc.
(Cas tiglioni G.B. - "Ge omorfologia", UTET, Torino, 1991; Duff P.McL.D.- "Holme s ' principle s of phys ical
ge ology", IV Ed., Chapman & Hall, Londra, 1993; Eas te rbrook D.J. -"Surface Proce s s e s and Landforms ",
McMillan Publ. Comp., Ne w York, 1993; Summe rfie ld M.A.-"Global ge omorphology", Longman, Es s e x, 1991).
Me todi di s tudio e proble mi ge ne rali de lla rice rca ge omorfologica:
- 19 -
Organiz z az ione de i re ticoli e s truttura de l s ubs trato; s tudio de i te rraz z i fluviali, morfocronologia de lle
unità di de pos ito glaciale , e cc.; fotointe rpre taz ione di e s e mpi clas s ici di forme e fe nome ni morfologici.
Equivale nti a 1,5 cfu
ESCURSIONI DI CAMPAGNA.
Equivale nti a 1,5 cfu
Te s ti di rife rime nto (gras s e tto) e cons igliati
Bartolini C. - "I fattori ge ologici de lle forme de l te rre no", Pitagora, Bologna, 1992.
Bland W. & Rolls D. -"We athe ring - a introduction to the s cie ntific principle s ", Arnold Ed., Londra, 1998.
Cas tiglioni G.B. - "Ge omorfologia", UTET, Torino, 1991.
Ciccacci S. - Le forme de l rilie vo - Atlante illus trato di Ge omorfologia. Mondadori Education, SpA, Milano,
2010.
Cas ati P. e Pace F. -"Scie nz e de lla Te rra- L'atmos fe ra, l'acqua, i climi, i s uoli", CittàStudi, Milano, 1991.
Duff P.McL.D.- "Holme s ' principle s of phys ical ge ology", IV Ed., Chapman & Hall, Londra, 1993.
Eas te rbrook D.J. -"Surface Proce s s e s and Landforms ", McMillan Publ. Comp., Ne w York, 1993.
Ge rrard A.J. – "Rocks and Landforms ", Unwin Hyman, London, 1988, pp.319.
Giacome lli L.-Scandone R. "Vulcani e Eruz ioni, Pitagora Ed., Bologna, 2002).
Marche tti M.- "Ge omorfologia fluviale ", Pitagora Ed., Bologna, 2000.
Ollie r C. -"Vulcani -attività, ge ografia, morfologia", Zaniche lli Ed., Bologna, 1990.
Paniz z a M. -"Ge omorfologia", Pitagora Ed.,Bologna, 1992.
Pranz ini E. – "La forma de lle cos te ", Zaniche lli Ed., Bologna, 2004.
Se lby M.J. – Earth's Changing Surface , Clare ndon, Oxford, 1985.
Smiraglia C. -"Guida ai ghiacciai e alla glaciologia - forme , fluttuaz ioni, ambie nti", Zaniche lli Ed., Bologna,
1992.
Schmincke H.U. - "Volcanis m", Springe r-Ve rlag Ed., Be rlino, 2004.
Summe rfie ld M.A.-"Global ge omorphology", Longman, Es s e x, 1991.
Turne r A.K. and Schus te r R.L. (Eds .) – "LANDSLIDES: inve s tigation and mitigation", TRB s pe cial re port 247,
Nat. Acad.Pre s s , Was hington D.C., 1996.
Was hburn A.L. -"Ge ocryology: a s urve y of pe riglacial proce s s e s and e nvironme nts ". E. Arnold Ed.,
London, 1979.
- 20 -
NOT A
Ave re s os te nuto Ge ografia Fis ica;
To pas s the e xamination of the Phys ical Ge ography.
- Conos ce nz e acquis ite di Introduz ione alle Scie nz e de lla Te rra, di Mine ralogia e di Ge ologia s trutturale ;
Bas ic background of Introduction to Earh Scie nce , Mine ralogy e Structural Ge ology.
ORARIO LEZIONI
Gio rni
Ore
Aula
http://s cie nz e ge ologiche trie nnale .unipr.it/cgi-bin/campus ne t/cors i.pl/Show?_id=b31a
Int roduzione alle Scienze della T erra
Anno accade mico: 2014/2015
CdL: Scie nz e Ge ologiche primo live llo (34)
Doce nte : Pro f . Marco Ro veri (T it o lare del co rso )
Re capito: 0521-905354 [[email protected]]
Tipologia: Caratte riz z ante
Anno: 1° anno
Cre diti/Vale nz a: 9
SSD: GEO/02 - ge ologia s tratigrafica e s e dime ntologica
Modalità di e rogaz ione : Tradiz ionale
Lingua di ins e gname nto: Italiano
Modalità di fre que nz a: Obbligatoria
Modalità di valutaz ione : Orale
OBIET T IVI
Il cors o di Introduz ione alle Scie nz e de lla Te rra inte nde dare allo s tude nte de l Cors o di Laure a in
Scie nz e Ge ologiche una prima vis ione ge ne rale de lla dinamica ge ologica de lla Te rra e de lla s ua
e voluz ione . Lo s copo ultimo e ' di fornire un quadro pre liminare e introduttivo de lle conos ce nz e e de lle
me todologie ne ce s s arie alla corre tta compre ns ione de i s is te mi ambie ntali e de i fattori che ne re golano
i cambiame nti ne l te mpo. Durante il cors o ve ngono affrontati argome nti ge ologici di bas e che s aranno
poi ogge tto di approfondime nto in ins e gname nti s ucce s s ivi; ve ngono inoltre trattati, in modo introduttivo,
i me ccanis mi che re golano i cambiame nti ambie ntali, con particolare riguardo alla variabilita' climatica
globale . Le le z ioni s aranno inte grate da s e minari te matici, e s curs ioni s ul te rre no e d e s e rcitaz ioni.
RISULT AT I DELL'APPRENDIMENT O
Riconos cime nto e clas s ificaz ione rocce , le ttura ge ologica de l pae s aggio, e le me nti pe r la le ttura e
l'inte rpre taz ione carte ge ologiche , conos ce nz a de lle inte raz ioni tra proce s s i fis ici e biologici ne gli
ambie nti te rre s tri
PROGRAMMA
Te mpo e cambiame nti ambie ntali: la pros pe ttiva ge ologica
La Te rra come s is te ma autore golato: l'ipote s i Gaia
Le rocce e i proce s s i ge ologici Ele me nti di mine ralogia
Clas s ificaz ione de lle rocce Rocce igne e e me tamorfiche
- 21 -
Le rocce s e dime ntarie e d i proce s s i s upe rficiali
Principi bas ilari di Stratigrafia
Significato e d importanz a de lle s ucce s s ioni s e dime ntarie
Te cniche di dataz ione
La s truttura e i proce s s i inte rni de lla Te rra
La de formaz ione de lle rocce
Te ttonica de lle placche e Ge odinamica
L'e voluz ione ge ologica de i s is te mi alpino e appe nninico
Le e s e rcitaz ioni (alcune de lle quali s aranno e ffe ttuate s ul te rre no) riguardano il riconos cime nto de lle
rocce , la le ttura di carte ge ologiche e le pratiche e le me ntari di rile vame nto de i dati ge ologici e la loro
rappre s e ntaz ione cartografica.
T EST I
Libro di Te s to:
Pre s s F., Sie ve r R., Gotz inge r J., Jordan T.H. – Capire la Te rra - Zaniche lli, Bologna
Altri te s ti cons igliati
Ricci Lucchi F. – La Scie nz a di Gaia – ambie nti e s is te mi naturali vis ti da un ge ologo – Zaniche lli, Bologna
Bos e llini A., Mutti E. e Ricci Lucchi F. – Rocce e Succe s s ioni s e dime ntarie – UTET, Torino (fuori
produz ione , dis ponibile in vis ione pre s s o la bibliote ca de l Dip. di Scie nz e de lla Te rra)
Bos e llini A. - Storia ge ologica d'Italia Gli ultimi 200 milioni di anni - Zaniche lli, Bologna
Love lock J. – Gaia, nuove ide e s ull'e cologia – Bollati Boringhie ri
Love lock J. – Le nuove e ta' di Gaia – Bollati Boringhie ri Altre le tture
Ricci Lucchi F. – I ritmi de l mare – La Nuova Italia Scie ntifica, Roma
A.A.V.V – La Ve na de l Ge s s o – Re gione Emilia-Romagna, Collana naturalis tica
Ricci Lucchi F. – Se dime ntografia – Zaniche lli, Bologna
Hallam A. – Le grandi dis pute de lla Ge ologia – Zaniche lli, Bologna
ORARIO LEZIONI
Gio rni
Ore
Aula
Marte dì
9:30 - 11:30
Aula A Ple s s o Scie nz e de lla Te rra
Me rcole dì
14:30 - 16:30
Aula A Ple s s o Scie nz e de lla Te rra
Giove dì
11:00 - 13:00
Aula A Ple s s o Scie nz e de lla Te rra
Lezio ni: dal 07/10/2014 al 31/01/2015
No t a: ESSENDO ANNUALE E' DIVISO IN DUE SEMESTRI :
1 SEM Ottobre -Ge nnaio
2 SEM Marz o-Giugno
http://s cie nz e ge ologiche trie nnale .unipr.it/cgi-bin/campus ne t/cors i.pl/Show?_id=7e 1c
Ist it uzioni di Fisica
Anno accade mico: 2014/2015
CdL: Scie nz e Ge ologiche primo live llo (34)
Doce nte : Pro f . Pier Pao lo Lo t t ici (T it o lare del co rso )
Re capito: 0521-905238 - 906212 3204370624 3298603143 [[email protected]]
Tipologia: Di bas e
Anno: 2° anno
Cre diti/Vale nz a: 9
SSD: FIS/01 - fis ica s pe rime ntale
Modalità di e rogaz ione : Tradiz ionale
Lingua di ins e gname nto: Italiano
Modalità di fre que nz a: Obbligatoria
Modalità di valutaz ione : Scritto e d orale
OBIET T IVI
Il cors o inte nde fornire allo s tude nte le conos ce nz e fondame ntali de lle le ggi de lla
fis ica, de lle applicaz ioni de lle le ggi allo s tudio de i fe nome ni più comuni pe r pote r
de s crive re e d inte rpre tare te cniche di indagine e di mis ura che poi s aranno
utiliz z ate ne i laboratori di rice rca o di lavoro. Particolare atte nz ione s arà pos ta alle
unità di mis ura, agli ordini di grande z z a, all'us o appropriato de i te rmini, allo s viluppo
de lle capacità di s inte s i. Ve rranno illus trate le e quaz ioni fondame ntali e applicate ,
riconos ce ndo i limiti de lla loro validità, al cas o di s e mplici proble mi.
Lo s copo e ' di tras fe rire conos ce nz e e facilitare capacità di compre ns ione ad un live llo che , utiliz z ando
te s ti avanz ati e diffe re nz iati, pe rme tta di avvicinars i ai principali te mi de lla Fis ica Ge ne rale e quindi
fornire le compe te nz e di bas e pe r ris olve re proble mi di dive rs a natura che richie dano un approccio
fis ico, inte rpre tare ris ultati e comunicare in modo compre ns ibile e corre tto, s viluppando le autonome
capacità di appre ndime nto ne ce s s arie pe r gli approfondime nti s ucce s s ivi.
RISULT AT I DELL'APPRENDIMENT O
Alla fine de l Cors o s e mplice prova s critta s u alcuni e s e rciz i pe r l'ammis s ione alla prova orale .
Ne lla prova s critta, s volta s u tipologie di e s e rciz i, anche a ris pos ta multipla, e di s ituaz ioni già dis cus s e
e s viluppate durante le e s e rcitaz ioni, s i inte ndono ve rificare le capacità di s e mplificaz ione de i proble mi
e le capacità minime di calcolo (con us o corre tto di cifre s ignificative ). Si inte nde pure valutare la
capacità di applicare corre ttame nte le ggi e principi con appropriate unità di mis ura.
La prova s critta s i inte nde s upe rata s e corre tta oltre una s oglia minima da de finire prima de lla prova
s te s s a. In tal cas o la prova s critta dà diritto a s os te ne re la prova orale .
La prova orale inte nde ve rificare la compre ns ione de lle le ggi, de i principi, de i colle game nti fra
argome nti, de lla corre laz ione fra s ituaz ioni appare nte me nte dive rs e . Si inte nde valutare la capacità di
- 22 -
applicare le conos ce nz e acquis ite durante il Cors o e non la s e mplice e nunciaz ione mne monica. Inte nde
inoltre s tabilire la corre tte z z a e pre cis ione de l linguaggio us ato non s olo ne ll'e nunciaz ione de lle le ggi
ma anche ne lla de s criz ione de i fe nome ni.
Oltre alla valutaz ione di un acce ttabile grado di conos ce nz a de lla Fis ica Ge ne rale s i vuole valutare la
capacità ad e laborare autonomame nte s oluz ioni, a dis tingue re l'e s s e nz iale dal tras curabile .
La prova s i inte nde s upe rata in modo s ufficie nte s e condo valutaz ioni ampiame nte pre annunciate
durante il Cors o.
Lo s copo e ' di tras fe rire conos ce nz e e facilitare capacità di compre ns ione ad un live llo che , utiliz z ando
te s ti avanz ati e diffe re nz iati, pe rme tta di avvicinars i ai principali te mi de lla Fis ica Ge ne rale e quindi
fornire le compe te nz e di bas e pe r ris olve re proble mi di dive rs a natura che richie dano un approccio
fis ico, inte rpre tare ris ultati e comunicare in modo compre ns ibile e corre tto, s viluppando le autonome
capacità di appre ndime nto ne ce s s arie pe r gli approfondime nti s ucce s s ivi.
AT T IVIT À DI SUPPORT O
Es e rcitaz ioni mirate alle applicaz ioni ge ologiche -ge ofis iche
PROGRAMMA
Me ccanica de l punto mate riale
Le mis ure - Unità di mis ura - Grande z z e fis iche - Ve ttori – Ope raz ioni s ui ve ttori - Il
moto - Ve locità s calare e ve ttoriale - Acce le raz ione - Moto in due e tre dime ns ioni Ve locità e ve locità me dia - Acce le raz ione e acce le raz ione me dia - Moto de i proie ttili
- Moto circolare uniforme - Moto re lativo – Le le ggi di Ne wton - Le forz e - La mas s a
- Applicaz ioni de lle le ggi di Ne wton - Ene rgia cine tica e lavoro - Pote nz a - Ene rgia
pote nz iale - Forz e cons e rvative - Lavoro s volto da forz e non cons e rvative Cons e rvaz ione de ll'e ne rgia
Me ccanica de i s is te mi e de i corpi rigidi
Sis te mi di punti mate riali - Il ce ntro di mas s a - Se conda le gge di Ne wton pe r un
s is te ma di punti mate riali - Quantità di moto di un s is te ma di punti mate riali Cons e rvaz ione de lla quantità di moto - Forz e e s te rne e variaz ioni di e ne rgia inte rna
- Urti - Impuls o e quantità di moto - Urti e las tici in una dime ns ione - Urti ane las tici in
una dime ns ione - Rotaz ione - Variabili line ari e angolari - Ene rgia cine tica
rotaz ionale - Mome nto d'ine rz ia - Mome nto di una forz a - Lavoro, pote nz a e
te ore ma de ll'e ne rgia cine tica - Rotolame nto - Mome nto angolare - Cons e rvaz ione
de l mome nto angolare
Me ccanica de i fluidi - Onde in me z z i e las tici
I fluidi - De ns ità e pre s s ione - Fluidi a ripos o - Mis ura de lla pre s s ione - Principio di
Pas cal - Principio di Archime de - Fluidi ide ali in movime nto - Line e di flus s o e d
e quaz ione di continuità - Equaz ione di Be rnoulli Os cillaz ioni - Moto armonico s e mplice , s morz ato e forz ato - I pe ndoli - La ris onanz a
- Onde - Onde tras ve rs ali e longitudinali - Lunghe z z a d'onda e fre que nz a - Ve locità
di un'onda in moto - Il principio di s ovrappos iz ione - Inte rfe re nz a - Ve ttori di fas e Onde s taz ionarie e ris onanz a - Onde acus tiche - Ve locità de l s uono - Inte rfe re nz a Inte ns ità e live llo s onoro - Sorge nti di s uoni mus icali - Battime nti - Effe tto Dopple r
Gravitaz ione
La le gge di Ne twon de lla gravitaz ione unive rs ale - Mas s a ine rz iale e mas s a
gravitaz ionale - Il pe s o de i corpi e la caduta de i gravi - Le le ggi di Ke ple ro de i moti
plane tari - Ene rgia pote nz iale gravitaz ionale - Sate lliti artificiali e s onde
inte rplane tarie
Calore e te mpe ratura
Equilibrio te rmico e principio z e ro de lla te rmodinamica - Te mpe ratura e calore - La
mis ura de lla te mpe ratura e le s cale te rmome triche - Es pans ione te rmica - Capacità
te rmica e calore s pe cifico - Cambiame nti di s tato e calore late nte - Propagaz ione
de l calore
Il primo principio de lla te rmodinamica
Calore e lavoro - Sis te ma te rmodinamico - Ene rgia inte rna - Tras formaz ioni
te rmodinamiche - Tras formaz ioni re ve rs ibili e irre ve rs ibili - Rappre s e ntaz ione
grafica di una tras formaz ione - Il gas come s is te ma te rmodinamico - Lavoro de lle
forz e di pre s s ione - Calore s pe cifico molare a volume cos tante e a pre s s ione
cos tante - Equaz ione di s tato di un gas ide ale - I gas re ali e l'e quaz ione di van de r
Waals - Il primo principio de lla te rmodinamica - Calore , lavoro e d e ne rgia inte rna
ne lle tras formaz ioni te rmodinamiche de l gas ide ale : is ote rme , is obare , is ocore e
adiabatiche .
Il s e condo principio de lla te rmodinamica
Il funz ioname nto de lle macchine te rmiche - Le macchine re ve rs ibili e il ciclo di
Carnot - Irre ve rs ibilità de i proce s s i te rmici - Il s e condo principio de lla te rmodinamica
ne lle formulaz ioni di Ke lvin e di Claus ius - Re ndime nto de lle macchine te rmiche - La
te mpe ratura te rmodinamica as s oluta e il re ndime nto de l ciclo di Carnot - Macchine
frigorife re - La funz ione e ntropia - Variaz ioni di e ntropia ne lle tras formaz ioni
te rmodinamiche re ve rs ibili e irre ve rs ibili - Entropia e macchine te rmiche - Proce s s i
naturali e de gradaz ione de ll'e ne rgia.
La te oria cine tica de i gas
l mode llo de l gas ide ale - Cammino libe ro me dio - Dis tribuz ione de lle ve locità mole colari Inte rpre taz ione de lla pre s s ione e de lla te mpe ratura di un gas - Ene rgia
inte rna e principio di e quipartiz ione - Calori s pe cifici molari di un gas ide ale Inte rpre taz ione s tatis tica de l s e condo principio de lla te rmodinamica - Entropia e
probabilità: dis ordine e informaz ione .
Il campo e le ttrico
Introduz ione all'e le ttros tatica - Cariche e le ttriche - Mate riali is olanti e conduttori Le gge di Coulomb - Forz a e le ttrica e campo e le ttrico ge ne rato da monopoli - Line e
di forz a de l campo e le ttrico - Campo ge ne rato da coppie di cariche - Dipolo e le ttrico
- De finiz ione di flus s o di un campo ve ttoriale - Te ore ma di Gaus s - Equivale nz a:
Le gge di Coulomb-Te ore ma di Gaus s - Es e mpi pe r l'applicaz ione de l te ore ma di
Gaus s - Pote nz iale e le ttrico - Calcolo de l pote nz iale a partire dal campo e le ttrico Calcolo de l campo e le ttrico a partire dal pote nz iale e le ttrico - Supe rfici
e quipote nz iali - Conce tto di conde ns atore - Capacità e le ttrica - Es e mpi di
conde ns atori - Polariz z az ione - Die le ttrici e cos tante die le ttrica - Le gge di Gaus s in
pre s e nz a di die le ttrici - Corre nte e le ttrica - De ns ità di corre nte - Le gge di Ohm Spie gaz ione micros copica de lla le gge di Ohm - Se miconduttori e s upe rconduttori Pote nz a - Effe tto Joule - Forz a e le ttromotrice - Re s is te nz a
in s e rie e d in paralle lo - Carica e s carica di un circuito RC
Il campo magne tico
Introduz ione al magne tis mo - Campo magne tico - Forz a magne tica age nte s u una
partice lla - Forz a di Lore ntz - Line e di forz a de l campo magne tico - Campo
magne tico ge ne rato da fili pe rcors i da corre nte - Analogia dipolo e le ttrico-dipolo
- 23 -
magne tico - Forz a magne tica ge ne rata da fili pe rcors i da corre nte - De finiz ione de ll'
Ampè re - Campo ge ne rato da un s ole noide e da un toroide - Fe nome no
de ll'induz ione - Le gge di Faraday - Le gge di Le nz - L'induttanz a - Calcolo
de ll'induttanz a - Circuiti RL - Cons ide raz ioni e ne rge tiche - Circuiti in corre nte
alte rnata - Ge ne ratore di corre nte alte rnata – Me todo de i fas ori - Circuiti RLC Proprie tà magne tiche de lla mate ria - Magne tis mo atomico e nucle are Paramagne tis mo - Diamagne tis mo - Fe rromagne tis mo - Ciclo di is te re s i
Onde e le ttromagne tiche e luce
Richiamo de lle e quaz ioni di Maxwe ll - Equaz ione di propagaz ione de lle onde e m Ve locità di propagaz ione de lle onde e m - Spe ttro de lle onde e m - Ge ne raz ione di
onde e m - e ne rgia de lle onde e m - ve ttore di Poynting - Ce nni alla e mis s ione di
dipolo e le ttrico - De finiz ione di onda polariz z ata - Principio di Huyge ns Appros s imaz ione raggi luminos i - Rifle s s ione e rifraz ione - Dis pe rs ione e pris mi Rifle s s ione totale
Ottica ge ome trica
Spe cchi e diottri s fe rici, le nti s ottili - Ce nno alle abe rraz ioni de lle le nti - Sis te mi ottici
ce ntrati
Ottica ondulatoria e polariz z az ione
Inte rfe re nz a - Inte rfe re nz a da più fe nditure e da lamine s ottili - Inte rfe rome tro di
Miche ls on - Diffraz ione alla Fraunhofe r - Re ticolo di diffraz ione - Pote re dis pe rs ivo e
pote re ris olutivo de i dis pos itivi ottici - Polariz z az ione de lla luce : polariz z az ione pe r
rifle s s ione e pe r as s orbime nto s e le ttivo
CENNI DI FISICA MODERNA
T EST I
D.C. Giancoli: Fis ica, principi e applicaz ioni, CEA
A. Giambattis ta: Fis ica Ge ne rale . Principi e applicaz ioni, Mc-Graw Hill
J.S.Walke r, Fondame nti di Fis ica, Zaniche lli
NOT A
Il cors o s i divide e s s e nz ialme nte in quattro parti: la prima de dicata alla tradiz ionale Me ccanica de i corpi,
la s e conda alla Te rmodinamica, la te rz a all' Ele ttro-Magne tis mo, la quarta parte all' Ottica. Ve ngono
infine dati alcuni conce tti introduttivi alla Fis ica Mode rna.
1- Si introducono le grande z z e fis iche , la loro mis ura e d unità di mis ura e gli e rrori impliciti in una
mis ura. Vie ne poi s viluppata la parte re lativa la moto de i corpi, alle caus e de l moto (anche rotaz ionale )
con le re lative le ggi. Particolare atte nz ione vie ne pos ta al conce tto di e ne rgia-lavoro, alla cons e rvaz ione
de ll'e ne rgia e d ai s is te mi in cui s i puo' introdurre l'e ne rgia pote nz iale . Ve ngono introdotti e s e mpi di
s is te mi di rife rime nto non ine rz iali con forz e appare nti. Vie ne trattato l'os cillatore armonico (e d il moto
armonico) come mode llo applicabile a dive rs e s ituaz ioni fis iche /naturali. Ve ngono acce nnati i principi di
cons e rvaz ione de lla quantità di moto e de l mome nto angolare . Ve ngono poi illus trati i conce tti
e s s e nz iali de lla s tatica e de lla dinamica de i fluidi, fino all'e quaz ione di Be rnouilli.
2- Ve ngono richiamati i conce tti e s s e nz iali de lla te rmologia, compre s e le trans iz ioni di fas e , e d illus trato
il comportame nto di s is te mi te rmodinamici s e mplici, in accordo alle le ggi de lla Te rmodinamica, fino alle
macchine te rmiche e alle varie de finiz ioni di e fficie nz a. Vie ne de s critta la te oria cine tica de i gas e le
s ue implicaz ioni.
3- L' Ele ttromagne tis mo vie ne affrontati con l'obie ttivo di pre s e ntare in modo intuitivo e de s crittivo le
e quaz ioni di Maxwe ll e le loro implicaz ioni, fino all'induz ione e le ttromagne tica. Cariche in moto, corre nti
e campi magne tici ve ngono affrontati con s e mplici e s e mpi. Particolare atte nz ione vie ne pos ta al
conce tto di pote nz iale e le ttrico e di forz e e le ttromotrice . Circuiti in corre nte continua e d alte rnata
ve ngono analiz z ati s e mplice me nte , introduce ndo anche l'impe de nz a. Vie ne illus trata l'origine de lle
onde e le ttromagne tiche , la natura de lla luce e de lle s ue proprie tà di polariz z az ione .
4- Le proprie tà de lla luce ve ngono infine affrontate s ia da un punto di vis ta ge ome trico (rifle s s ione ,
rifraz ione ) che e le ttromagne tico (diffraz ione e d inte rfe re nz a) de s crive ndo s trume nti ottici come
s pe cchi, le nti, s is te mi di le nti, micros copio, fibre , re ticoli di diffraz ione .
Le z ione tradiz ionale con nume ros e e s e rcitaz ioni, mirate alle applicaz ioni ge o/naturali/ambie ntali.
Durante le le z ioni ve rranno cos tante me nte richiamate applicaz ioni de lla Fis ica all'e s pe rie nz a quotidiana
e ve rranno propos te s ituaz ioni de lla "Natura" da inte rpre tare s ulla bas e di s e mplici principi fis ici,
s timolando capacità di s inte s i, di s e mplificaz ione de i proble mi e s ugge re ndo analogie e corris ponde nz e
pe r ritrovare le le ggi de lla Fis ica in dive rs i ambiti.
ORARIO LEZIONI
Gio rni
Ore
Aula
http://s cie nz e ge ologiche trie nnale .unipr.it/cgi-bin/campus ne t/cors i.pl/Show?_id=7e 88
Lingua inglese- Idoneit à linguist ica B1
Anno accade mico: 2014/2015
Codice : 13259
CdL: Scie nz e Ge ologiche primo live llo (34)
Doce nte : Do t t . Anila Rut h SCOT T -MONKHOUSE (T it o lare del co rso )
Re capito: 0521-905508 [[email protected] ]
Tipologia: Pe r la prova finale e pe r la conos ce nz a de lla lingua s tranie ra
Anno: 1° anno
Cre diti/Vale nz a: 3
Modalità di e rogaz ione : Tradiz ionale
Lingua di ins e gname nto: Italiano
Modalità di fre que nz a: Obbligatoria
Modalità di valutaz ione : Orale
OBIET T IVI
Portare gli s tude nti al live llo B1 di conos ce nz a de lla lingua ingle s e in bas e all'Europe an Frame work of
Re fe re nce .
PROGRAMMA
Argome nti principali
Grammatica
gli articoli e i dimos trativi
- 24 -
i pos s e s s ivi e il ge nitivo s as s one
i pronomi pe rs onali
s ome / any e compos ti
i s os tantivi contabili e non-contabili
much / many / a little / a fe w
i comparativi e s upe rlativi
i pronomi re lativi
le principali pre pos iz ioni di te mpo e di luogo
le domande indire tte
le principali congiunz ioni
i principali ve rbi + pre pos iz ioni
Pre s e nt Simple e Continuous
Pas t Simple e Continuous
Pre s e nt Pe rfe ct Simple
il futuro (going to, will, Pre s e nt Simple , Pre s e nt Continuous )
il Condiz ionale 1 e le s ubordinate te mporali (whe n, afte r, e tc. + Pre s e nt Simple )
il Pas s ivo (Pre s e nt Simple , Pas t Simple , Pre s e nt Pe rfe ct)
i ve rbi modali (can, could, mus t, will, would, s hould)
Le s s ico
s pe lling
nume ri (pre z z i, quantità, date , e cc.)
te mpo libe ro
luoghi pubblici e ne goz i
lavori e profe s s ioni
cibi e be vande
te mpo atmos fe rico
abbigliame nto
parti de l corpo e proble mi di s alute
me z z i di tras porto
ogge tti d'us o quotidiano
Funz ioni
pre s e ntaz ioni e s aluti
comunicare al te le fono
de s crive re pe rs one (as pe tto e pe rs onalità)
e s prime re l'ora, date , appuntame nti, e cc.
de s crive re abitudini, routine e az ioni quotidiane
ordinare al ris torante o in albe rgo
compre nde re carte lli, avvis i, e tiche tte
fornire /compre nde re indicaz ioni s tradali
de s crive re viaggi, vacanz e , e cc.
de s crive re ogge tti (dime ns ioni, colore , forma, e cc.)
dare avve rtime nti o divie ti
e s prime re obbligo o as s e nz a d'obbligo
e s prime re accordo/dis accordo
fare critiche e re clami
e s prime re pre fe re nz e
de s crive re s e ns az ioni fis iche e e moz ioni
T EST I
C. Oxe nde n, C. Latham-Koe nig, P. Se ligs on, Englis h File Digital Third Edition Pre -Inte rme diate , OUP (ISBN
9780194598880)
Si rimanda alla pagina pe rs onale http://www.cla.unipr.it/cla/doce ntiPage .as p?ID=34
NOT A
Riconos cime nto titoli in pos s e s s o de llo s tude nte : s e condo il protocollo d'inte s a firmato dal MIUR
(Minis te ro de ll'Is truz ione , de ll'Unive rs ità e de lla Rice rca) e dalla CRUI (Confe re nz a de i Re ttori de lle
Unive rs ità Italiane ), e s ulla bas e de lle indicaz ioni de l Concilio d'Europa, il titolo di Pre liminar Englis h Te s t
(PET) è riconos ciuto come atte s tato di ``idone ità'' pe r gli e s ami di primo live llo. Sono altre s í riconos ciuti,
e s s e ndo titoli di live llo s upe riore al s udde tto, i s e gue nti: Firs t Ce rtificate in Englis h (FCE), Ce rtificate of
Advance d Englis h (CAE), Ce rtificate of Proficie ncy in Englis h (CPE) e Te s t of Englis h as a Fore ign
- 25 -
Language (TOEFL). Gli s tude nti in pos s e s s o di uno de i titoli s udde tti pos s ono otte ne re l'idone ità
pre s e ntandos i al Ce ntro Linguis tico con il ce rtificato originale e cons e gnando una fotocopia de llo s te s s o
e d una fotocopia de l fronte s piz io de l libre tto unive rs itario: in tal modo i loro nominativi ve rranno
automaticame nte ins e riti ne ll'e le nco de gli s tude nti idone i alla prima data di e s ame s ucce s s iva alla
cons e gna de lla docume ntaz ione . Gli s tude nti in pos s e s s o di titoli rilas ciati dalla UCLES Cambridge
Unive rs ity ESOL s ono e s one rati dalla prova di Ingle s e .Mate riale pe r migliorare le proprie capacità di
le ttura e as colto è dis ponibile pre s s o: Laboratorio Se lf-Acce s s de l Ce ntro Linguis tico Parco Are a de lle
Scie nz e , 45/A - Campus www.unipr.it/arpa/cla Alcuni s iti inte re s s anti: www.unipr.it/arpa/cla/online e nglis h.html www.unipr.it/arpa/face con/we blingue /ne wactivitypage .htm
http://s tre am.ce di.unipr.it/main/inde x.php www.bbc.co.uk/worlds e rvice /le arninge nglis h
http://www.le arne nglis h.org.uk/ www.oz z yne ws .it
ORARIO LEZIONI
Gio rni
Ore
Aula
Lune dì
14:30 - 16:30
Aula A Se ttore Abilità Linguis tiche (S.A.L.)
Ve ne rdì
10:30 - 12:30
Aula A Se ttore Abilità Linguis tiche (S.A.L.)
Lezio ni: dal 10/11/2014 al 23/01/2015
http://s cie nz e ge ologiche trie nnale .unipr.it/cgi-bin/campus ne t/cors i.pl/Show?_id=d3af
Mat emat ica
Anno accade mico: 2014/2015
CdL: Scie nz e Ge ologiche primo live llo (34)
Doce nte : Do t t . St ef ano Pasquero (T it o lare del co rso )
Re capito: 0521 906941 [[email protected]]
Tipologia: Di bas e
Anno: 1° anno
Cre diti/Vale nz a: 9
SSD: MAT/04 - mate matiche comple me ntari
Modalità di e rogaz ione : Tradiz ionale
Lingua di ins e gname nto: Italiano
Modalità di fre que nz a: Obbligatoria
Modalità di valutaz ione : Orale
OBIET T IVI
Fornire le noz ioni di bas e di Calcolo, Analis i e Ge ome tria adatte pe r un cors o di Laure a di indiriz z o
s cie ntifico.
RISULT AT I DELL'APPRENDIMENT O
Al te rmine de l cors o lo s tude nte de ve e s s e re in grado di conos ce re le principali proprie ta` qualitative e
quantitative de lle funz ioni e le me ntari, s ape r de te rminare le caratte ris tiche di una funz ione
os s e rvandone le proprie ta` de l grafico e vice ve rs a s ape rne de te rminare l'andame nto grafico a partire
dall'e s pre s s ione analitica de lla funz ione , conos ce re le principali caratte ris tiche de i s is te mi line ari con le
corris ponde nti te cniche di s oluz ione e conos ce re i principali as pe tti de l calcolo matriciale .
AT T IVIT À DI SUPPORT O
E` pre vis ta attivita` di e s e rcitaz ione in aula durante il pe riodo di s volgime nto de l cors o, e la
dis ponibilita` da parte de l doce nte al rice vime nto s tude nti pe r s pie gaz ioni.
PROGRAMMA
Noz ioni Pre liminari
Ins ie mi: re laz ione di apparte ne nz a. Sottoins ie mi, ins ie me de lle parti, ins ie me vuoto. Ope raz ioni con
ins ie mi: unione , inte rs e z ione , diffe re nz a, diffe re nz a s imme trica, comple me ntare . Ins ie mi dati pe r
e le ncaz ione , pe r proprie tà caratte ris tica. Diagrammi di Eule ro–Ve nn. Conne ttivi e quantificatori.
Prodotto carte s iano di due o piú ins ie mi.
Applicaz ioni e funz ioni fra ins ie mi. De finiz ione e uris tica e formale . Dominio e campo di de finiz ione ,
Condominio e immagine . Immagine e controimmagine di un e le me nto e di un ins ie me . Inie ttivita`,
s urge ttivita`, bige ttivita`. Compos iz ione fra applicaz ioni. Funz ione inve rs a.
Ins ie mi nume rici. Polinomi. Equaz ioni e dis e quaz ioni
Ins ie mi nume rici (N, Z, Q, R, C) e loro proprie tà principali.
Ope raz ioni, chius ura ris pe tto alle ope raz ioni. Proprie tà de lle ope raz ioni: proprie tà commutativa e d
as s ociativa di addiz ione e moltiplicaz ione , proprie tà dis tributiva de lla moltiplicaz ione ris pe tto
all'addiz ione . Oppos to e re ciproco. Ele me nti ne utri. Valore as s oluto.
Ordiname nto totale de gli ins ie mi N, Z, Q, R. Compatibilità de ll'ordine con le ope raz ioni.
Proprie tà de i nume ri re ali: la comple te z z a. Es tre mo s upe riore , e s tre mo infe riore , mas s imo e
minimo. Inte rvalli, dis chi e intorni.
Polinomi. Ope raz ioni s ui polinomi, pote nz e . Radici di polinomi di primo e s e condo grado. Equaz ioni e
dis e quaz ioni polinomiali e col valore as s oluto, raz ionali e irraz ionali.
Ge ome tria de lla re tta e de l piano.
Nume ri re ali e ge ome tria de lla re tta.
Ge ome tria de l piano carte s iano. Dis tanz a fra due punti de l piano carte s iano.
Rappre s e ntaz ione analitica di re tte , di circonfe re nz e e di coniche (in forma canonica). Condiz ioni di
paralle lis mo e di pe rpe dicolarità di due re tte . Dis tanz a di un punto da una re tta. Inte rs e z ioni e tange nz a
fra re tte e coniche . Ve rtici, fuochi e d e ve ntuali as intoti di coniche .
Sis te mi line ari, matrici e ve ttori.
Sis te mi di e quaz ioni line ari: me todi e le me ntari di ris oluz ione . Me todo di Crame r e me todo di Gaus s .
Matrici quadrate , re ttangolari e ve ttori riga o colonna. Ope raz ioni tra matrici e ve ttori. De te rminanti e
rango di una matrice . Te ore ma di Rouche `-Cape lli pe r s is te mi line ari.
Ve ttori in R^2 e d R^3: ope raz ioni tra ve ttori. Prodotto s calare . Prodotto ve ttore . Paralle lis mo e
ortogonalita`.Line are indipe nde nz a di un s is te ma di ve ttori. Ce nno al conce tto di bas e .
- 26 -
Funz ioni re ali di variabile re ale
Grafici de lle funz ioni e le me ntari. Funz ione ide ntica, funz ioni cos tanti, funz ioni line ari e affini, pote nz e con
e s pone nte fis s ato y = x^a, valore as s oluto, s e gno, parte inte ra, parte fraz ionaria. Funz ioni polinomiali.
Funz ioni e s pone nz iale e logaritmo e loro grafici. Proprie tà de lle pote nz e . Funz ione e s pone nz iale : i cas i
a > 1 e d aÎ (0,1). La funz ione logaritmo come inve rs a de ll'e s pone nz iale .
De finiz ione , proprie tà e grafici de lle funz ioni goniome triche e le me ntari. Formule
duplicaz ione , bis e z ione . Inve rs e de lle funz ioni circolari, loro grafici e proprie tà.
di addiz ione ,
Inte rpre taz ione grafica di inie ttivita` e s urge ttivita, de lla compos iz ione di funz ioni e de lla funz ione
inve rs a. Funz ioni monotòne , s tre ttame nte monotòne . Funz ioni pari, dis pari. Inve rs a di una funz ione
monotòna. Monotonia de lle pote nz e .
Equaz ioni e dis e quaz ioni con le funz ioni e s pone nz iale e logaritmo e con le funz ioni goniome triche
Limiti di funz ioni e Funz ioni Continue
De rivato de l campo di de finiz ione di una funz ione .. Limiti agli e s tre mi de l dominio.
Funz ioni continue in un punto, in un ins ie me . De finiz ione di limite . Te ore mi de ll'unicità de l limite e de lla
pe rmane nz a de l s e gno. Proprie tà de lle funz ioni continue . Es is te nz a de l limite pe r funz ioni monotòne .
Te ore ma di e s is te nz a de gli z e ri e te ore ma di Bolz ano–We ie rs tras s .
Forme inde te rminate e limiti note voli.
Calcolo diffe re nz iale e Studi di Funz ione
Rapporto incre me ntale , de rivata in un punto. Inte rpre taz ione ge ome trica de lla de rivata e re tta tange nte .
Re laz ione fra de rivabilità e continuità. Funz ione de rivata. De rivata di s omma, prodotto, rapporto e
compos iz ione di due funz ioni. De rivate de lle funz ioni e le me ntari. Te ore mi s ulle de rivate (Rolle ,
Lagrange , Cauchy).
Se gno de lla de rivata e monotonia.
Studio di funz ioni. Proble mi di mas s imo e minimo. Concavità e conve s s ità. De rivata s e conda e punti di
fle s s o.
Te ore ma di de l'Hôpital. Applicaz ione al calcolo de i limiti.
Appros s imaz ione locale di funz ioni con polinomi. Te ore ma di Taylor e formula di Taylor con re s to.
Calcolo Inte grale
Are e e mis ura. Il proble ma inve rs o de lla de rivaz ione .
Inte grale di Cauchy pe r funz ioni di una variabile re ale . Condiz ioni ne ce s s arie e s ufficie nti pe r
l'inte grabilità.
Inte grabilità de lle funz ioni monotòne e de lle funz ioni continue .
Funz ione inte grale . Proprie tà: additività e monotonia. Me dia di una funz ione continua. Te ore ma de lla
Me dia.
Ins ie me de lle primitive di una funz ione continua. Re laz ione fra primitive , funz ione inte grale e are e . Il
Te ore ma Fondame ntale de l Calcolo Inte grale . Me todi di inte graz ione : de compos iz ione in s omma,
s os tituz ione , parti.
T EST I
Bigatti, Anna & Robbiano, Lore nz o - Mate matica di bas e - Cas a Editrice Ambros iana.
Sbordone , Carlo & Sbordone , France s co - Mate matica pe r le s cie nz e de lla vita - Edis e s
Bigatti, Anna & Tamone Graz ia - Ele me nti di Mate matica: e s e rciz i con s oluz ione pe r s cie nz e e farmacia
Zaccagnini, Ale s s andro & Rinaldi, Maria Gabrie lla Es e rciz i pe r i cors i di Is tituz ioni di Mate matica Az z ali Editori, Parma.
Sbordone Carlo; Marce llini Paolo - Ele me nti di mate matica - Liguori e ditore
ORARIO LEZIONI
Gio rni
Ore
Aula
Giove dì
8:30 - 10:30
Aula A Dipartime nto di Bios cie nz e - Cas cina Ambolana
Ve ne rdì
8:30 - 10:30
Aula A Dipartime nto di Bios cie nz e - Cas cina Ambolana
Lezio ni: dal 09/10/2014 al 31/01/2015
No t a: AL MARTEDI 14.30-17.30 AULA A SCIENZE DELLA TERRA CI SARANNO ESERCITAZIONI DI
MATEMATICA
A PARTIRE DAL 14 OTTOBRE
http://s cie nz e ge ologiche trie nnale .unipr.it/cgi-bin/campus ne t/cors i.pl/Show?_id=aa5f
Micropaleont ologia
Anno accade mico: 2014/2015
CdL: Scie nz e Ge ologiche primo live llo (34)
Doce nte : Pro f . Giuliana Villa (T it o lare del co rso )
Re capito: 0521 905370 [[email protected]]
Tipologia: A s ce lta de llo s tude nte
Anno: 3° anno
Cre diti/Vale nz a: 6
Modalità di e rogaz ione : Tradiz ionale
Lingua di ins e gname nto: Italiano
Modalità di fre que nz a: Obbligatoria
Modalità di valutaz ione : Orale
OBIET T IVI
La micropale ontologia applicata alle ricos truz ioni s tratigrafiche e pale oambie ntali, pale oge ografiche e
pale oce anografiche . Utiliz z az ione pratica de lla micropale ontologia ne lla rice rca pe trolife ra.
- 27 -
RISULT AT I DELL'APPRENDIMENT O
Principali gruppi di microfos s ili marini con gus cio calcitico, s ilice o, e tc. e loro dis tribuz ione te mporale ,
ge ografica e pale oge ografica.
PROGRAMMA
Stratigrafia, Cronos tratigrafia e Ge ocronologia
Bios tratigrafia: bioz one e me todi quantitativi
T EST I
Nannofos s ili calcare i: bios tratigrafia
Ams trong & Bras ie r, 2005
"Microfos s ils " - Blackwe ll
Publis hing
Foraminife ri
Appunti de l doce nte
Diatome e
ORARIO LEZIONI
Nannofos s ili calcare i: ge ne ralità
Radiolari
Dinoflage llate
altri gruppi: Acritarchi, Conodonti
Ricos cime nto marke rs di nannofos s ili al micros copio ottico
e s e rcitaz ione foraminife ri
pre paraz ioni in laboratorio: foraminife ri e nannofos s ili
e s e rcitaz ioni SEM
Gio rni
Ore
Aula
Marte dì
9:30 - 11:30
Laboratorio 1 Ple s s o Scie nz e de lla Te rra
Giove dì
14:30 - 16:30
Laboratorio 1 Ple s s o Scie nz e de lla Te rra
Lezio ni: dal 28/10/2014 al 31/01/2015
http://s cie nz e ge ologiche trie nnale .unipr.it/cgi-bin/campus ne t/cors i.pl/Show?_id=77cb
Mineralogia
Anno accade mico: 2014/2015
Codice : 00722
CdL: Scie nz e Ge ologiche primo live llo (16 V.O.)
Doce nte : Pro f . Mario T ribaudino (T it o lare del co rso )Do t t . Sandro Meli
Re capito: 0521 905340 [[email protected]]
Tipologia: Caratte riz z ante
Anno: 1° anno
Cre diti/Vale nz a: 12
SSD: GEO/06 - mine ralogia
Modalità di e rogaz ione : Tradiz ionale
Lingua di ins e gname nto: Italiano
Modalità di fre que nz a: Obbligatoria
Modalità di valutaz ione : Orale
OBIET T IVI
Il cors o de ve fornire una conos ce nz a chiara de i principali mine rali de lle rocce . Conos ce nz a che de ve
compre nde re le proprie tà fis iche e chimiche de i mine rali al fine di pe rme tte re la loro caratte riz z az ione
e d ide ntificaz ione .
RISULT AT I DELL'APPRENDIMENT O
Acquis ire le conos ce nz e di bas e de lla cris tallografia e de lle proprie tà fis iche de i mine rali. Conos ce re gli
as pe tti te orici de ll'ottica cris tallografica e de lla diffraz ione a Raggi X . Giunge re all'ide ntificaz ione de i
mine rali più fre que nti in natura, attrave rs o l'os s e rvaz ione de lle principali proprie tà fis iche e
cris tallografiche ve rificabili ne l campione a mano e d in s e z ione s ottile . Conos ce re le caratte ris tiche
chimiche de i mine rali più comuni.
Acquis ire conos ce nz e di bas e s ulle Ge oris ors e e i principali mine rali di inte re s s e indus triale .
AT T IVIT À DI SUPPORT O
Es e rcitaz ioni s u proble mi propos ti ne l campo de lla cris tallografia e de ll'ottica mine ralogica. Os s e rvaz ioni
in laboratorio di micros copia ottica. Os s e rvaz ioni s u campioni a mano. Es e rciz i di riconos cime nto fas i da
diffrattogramma pe r polve ri.
PROGRAMMA
a) Cris tallografia s trutturale e morfologica
Mine rali e cris talli. Lo s tato cris tallino: pe riodicità omoge ne a dis continua (La te oria di Hauy e que lla di
Bravais ). Filari, piani re ticolari (maglie e le me ntari ) e re ticoli s paz iali( re ticoli di Bravais ). Vari tipi di
s imme tria ne i cris talli: tras laz ione , rotaz ione , rifle s s ione e d inve rs ione . Ele me nti di s imme tria
compos ta: as s i e licogiri, s littopiani, as s i giroidi di inve rs ione e di rifle s s ione . Re gole di coe s is te nz a de gli
e le me nti di s imme tria. Gruppi s paz iali, clas s i cris talline , s is te mi cris tallini. Le ggi de lla cris tallografia
morfologica. Rappre s e ntaz ione di cris talli. Proie z ioni s te re ografiche .Forme s e mplici compatibili con le 32
clas s i cris talline . Abito. Tratto. Rice rca de lla ve ra s imme tria. As s ociaz ioni di cris talli. I ge minati.
b) Cris tallochimica.
Vari tipi di s trutture cris talline con particolare riguardo ai principali cos titue nti de lle rocce e d ai mine rali
utili.
Polimorfis mo. As pe tti cris tallografici e te rmodinamici de lle tras formaz ioni di fas i s olide : tras formaz ioni
e nantiotrope e monotrope .
Is omorfis mo. Is otipia. Soluz ioni s olide . Ele me nti is omorfoge ni. Me ccanis mi di s os tituz ione is omorfa.
Formule cris tallochimiche .
- 28 -
Clas s ificaz ione s trutturale de i s ilicati.
c) Cris tallofis ica.
Principio di Ne umann: s imme tria fis ica e s imme tria cris tallografica. Proprie tà fis iche s calari e ve ttoriali
de i cris talli
De ns ità, pe s o s pe cifico, de formaz ioni, dure z z a, ve locità di accre s cime nto, proprie tà
e le ttriche , magne tiche , te rmiche .
.
Proprie tà ottiche de i mine rali. Ge ne ralità s ulle onde luminos e . Rifle s s ione e rifraz ione de lla luce . Doppia
rifraz ione . Birifrange nz a. Indicatrici ottiche . Il micros copio da mine ralogia. De te rminaz ione di un indice di
rifraz ione . Os s e rvaz ioni
al micros copio in ortos copia con s olo polariz z atore . Os s e rvaz ioni al
micros copio in ortos copia con polariz z atore e d analiz z atore e ntrambi ins e riti: i colori d' inte rfe re nz a,
tavola di Miche l-Lé vy. Lamine aus iliarie . Es tinz ioni pe riodiche : re tte e d inclinate . Se gno di una dire z ione
di e s tinz ione . Os s e rvaz ioni al micros copio in conos copia: figure di inte rfe re nz a di cris talli unias s ici e
bias s ici. De te rminaz ioni s ulle figure di inte rfe re nz a.
Riconos cime nto ottico in s e z ione s ottile di quarz o, biotite , anfiboli, piros s e ni rombici e monoclini, olivine ,
plagioclas i, fe lds pati alcalini.
Te oria de lla diffraz ione de i raggi X da parte de i cris talli: inte raz ioni fra radiaz ioni e cris tallo. Equaz ioni di
Laue . Equaz ione di Bragg. Me todo di Laue , de i Bragg e de lle polve ri. Came ra De bye . Il diffrattome tro.
Riconos cime nto di mine rali me diante il me todo de lle polve ri ( s che de ASTM ).
d) Mine ralogia de s crittiva.
Caratte ri ge ne rali e crite ri diagnos tici macros copici de i principali mine rali de lle rocce
T EST I
Bonatti S., Franz ini M., Cris tallografia mine ralogica, BORINGHIERI, Torino. Carobbi G., ( Maz z i F., Be rnardini
G.P.), Fondame nti di cris tallografia e ottica cris tallografica, USES, Fire nz e . Carobbi G., ( Cipriani, C.,
Garave lli C.), Cris tallografia chimica e mine ralogia s pe ciale , USES, Fire nz e . De e r W.A., Howie R.A.,
Zus s man J., Introduz ione ai Mine rali che cos tituis cono le Rocce , ZANICHELLI, Bologna. Gallite lli P.,
Ele me nti di Mine ralogia, NISTRI e LISCHI, Pis a. Gottardi G., I mine rali, BORINGHIERI, Torino. Kle in C., 2004.
Mine ralogia, Zaniche lli, Bologna Mottana A., Cre s pi R., Liborio G., Mine rali e rocce , MONDADORI, Milano.
NOT A
Parte de l cors o (6 CFU) è in avvale nz a con il cors o di Mine ralogia pe r Scie nz e de lla natura e
de ll'Ambie nte .
ORARIO LEZIONI
Gio rni
Ore
Aula
No t a: lune di s olo SG
marte di e me rcole di SG+SN
http://s cie nz e ge ologiche trie nnale .unipr.it/cgi-bin/campus ne t/cors i.pl/Show?_id=276c
Mineralogia ambient ale
Anno accade mico: 2014/2015
CdL: Scie nz e Ge ologiche primo live llo (34)
Doce nte : Pro f . Mario T ribaudino (T it o lare del co rso )
Re capito: 0521 905340 [[email protected]]
Tipologia: A s ce lta de llo s tude nte
Anno: 3° anno
Cre diti/Vale nz a: 6
SSD: GEO/06 - mine ralogia
Modalità di e rogaz ione : Tradiz ionale
Lingua di ins e gname nto: Italiano
Modalità di fre que nz a: Obbligatoria
Modalità di valutaz ione : Orale
OBIET T IVI
Appre nde re le noz ioni prope de utiche all'analis i de i mine rali de lle rocce e alle te cniche di utiliz z az ione
e d applicaz ioni in campo indus triale e ambie ntale
PROGRAMMA
Parte prima: me todi di analis i de i mine rali.
Diffraz ione X. La diffraz ione ne i cris talli, e quaz ioni di Laue e di Bragg. Diffrattome tria pe r polve ri:
principi e d utiliz z az ione (il riconos cime nto de i mine rali). Il diffrattome tro: ge ome tria di De bye e di BraggBre ntano. Il me todo di Rie tve ld e l'analis i quantitativa de i mine rali. Diffrattome tria a cris tallo s ingolo: il
re ticolo re ciproco e la s fe ra di rifle s s ione . L'inte ns ità de lla diffraz ione e d il fattore di s truttura.
Micros copia e le ttronica e microanalis i Limiti de lla micros copia ottica e principi de lla micros copia
e le ttronica a tras mis s ione . Micros onda e le ttronica e fluore s ce nz a. Pe ra di e ccitaz ione , corre z ioni ZAF e
proble mi analitici.
Analis i s pe ttros copiche . Spe ttros copia Raman e IR, ce nni s ul me todo e s ull'utiliz z o.
- 29 -
Parte s e conda: Mine ralogia applicata.
Applicaz ioni de lle te cniche di analis i de i mine rali a proble matiche re lative ai ce me nti, alle ge mme e d a
te matiche ambie ntali. Applicaz ioni s ulle proble matiche di ge ologia plane taria.
Saranne e ffe ttuate e s e rcitaz ioni, in particolare pe r que l che riguarda l'analis i di Rie tve ld.
T EST I
We nk and Bulakh (2004) Mine rals , the ir cons titution and origin. Cambridge unive rs ity pre s s .
ORARIO LEZIONI
Gio rni
Ore
Aula
http://s cie nz e ge ologiche trie nnale .unipr.it/cgi-bin/campus ne t/cors i.pl/Show?_id=61d2
Paleont ologia
Anno accade mico: 2014/2015
Codice : 16578
CdL: Scie nz e Ge ologiche primo live llo (34)
Doce nte : Do t t . Pao la Mo negat t i (T it o lare del co rso )
Re capito: 0521 905367 [[email protected]]
Tipologia: Caratte riz z ante
Anno: 1° anno
Cre diti/Vale nz a: 9
SSD: GEO/01 - pale ontologia e pale oe cologia
Modalità di e rogaz ione : Tradiz ionale
Lingua di ins e gname nto: Italiano
Modalità di fre que nz a: Obbligatoria
Modalità di valutaz ione : Orale
OBIET T IVI
Fornire una vis ione ge ne rale s ullo s tudio de gli organis mi fos s ili, de lle loro tracce e de i fattori
re s pons abili de lla loro origine , e voluz ione e d inte raz ione . Fornire ce nni s ulle pos s ibili applicaz ioni de lla
pale ontologia alle Scie nz e Ge ologiche . Dare conos ce nz e s ugli as pe tti s is te matici, di morfologia
funz ionale , comportame ntali o fis iologici de i principali gruppi di inve rte brati marini ne l loro conte s to
pale oe cologico e d e voluz ionis tico
RISULT AT I DELL'APPRENDIMENT O
Al te rmine de l cors o lo s tude nte dovre bbe ave r acquis ito la capacità di riconos ce re e dis tingue re i
principali gruppi di inve rte brati fos s ili, di conos ce re le loro pote nz iali applicaz ioni ne ll'ambito de lle
s cie nz e ge ologiche oltre ad acquis ire i conce tti di bas e de lla pale ontologia
AT T IVIT À DI SUPPORT O
e s e rcitaz ioni con mate riale fos s ile
PROGRAMMA
Pale ontologia ge ne rale (4 cfu):
Il me todo s cie ntifico. Campi d'indagine de lla Pale ontologia.
Tafonomia (bios tratinomia, fos s iliz z az ione , diage ne s i), icnologia.
Il te mpo in pale ontologia. Principio de ll'attualis mo. Re gole di nome nclatura z oologica.
Conce tti di s pe cie (s pe cie biologica, s pe cie filoge ne tica, s pe cie di riconos cime nto, morfos pe cie ,
cronos pe cie ). Clas s ificaz ione , tas s onomia e s is te matica. Caratte ri omologhi e analoghi. Gruppi
monofile tici, parafile tici e polifile tici. Sis te matica filoge ne tica, e voluz ionis tica e fe ne tica.
Evoluz ionis mo clas s ico e ne odarwiniano. Ge notipo e fe notipo. Ce nni di ge ne tica me nde liana.
Fattori che aume ntano o diminuis cono la variabilità ge ne tica di una popolaz ione (s e le z ione
naturale , de riva ge ne tica, mutaz ioni, ricombinaz ioni, flus s o ge nico). Spe ciaz ione : patte rns e
proce s s i, barrie re riproduttive , allopatria, s impatria, parapatria. Es tinz ioni.
Bios tratigrafia: conce tti fondame ntali, principali fos s ili utiliz z ati unità bios tratigrafiche , ris oluz ione
bios tratigrafica, corre laz ioni s tratigrafiche . Cronos tratigrafia e Ge ocronologia
Pale oe cologia: Ipote s i e re gole in e cologia e pale oe cologia. Inte raz ioni tra organis mi. Popolaz ioni
e comunità. Fe nome ni de ns ità-dipe nde nti: s trate gia r e s trate gia K.. Ambie nti biologici e fattori
ambie ntali Trofis mo e cate na alime ntare . Autoe cologia e s ine cologia. Uniformis mo tas s onomico e
morfologia funz ionale .
Pale obioge ografia: conce tti e re gole di bas e , bioge ografia s torica e d e cologica, rapporti con la
ge ologia, e s e mpi.
Pale ontologia s is te matica (5 cfu):Anatomia morfo-funz ionale , clas s ificaz ione , s tratigrafia e s ignificato
e cologico de i principali phyla e /o clas s i di:microfos s ili (Foraminife ri, Nannoplancton, Radiolari,
Diatome e )inve rte brati marini de l Fane roz oico: Porife ra e Archae ocyatha, Cnidaria, Arthropoda (con
particolare riguardo alle clas s i Trilobita e Crus tace a), Mollus ca, Brachiopoda, Bryoz oa, Echinode rmata,
He michordata (con particolare riguardo alla clas s e Graptolithina)
T EST I
pe r la pale ontologia ge ne rale : Raffi S., Se rpagli E., 1992. Introduz ione alla Pale ontologia. UTET Ed., Torino.
Zie gle r B.,1983. Introduction to pale obiology: ge ne ral pale ontology. Ellis Horwood limite d. pe r la
pale ontologia s is te matica: Allas inaz A. ,1999. Inve rte brati fos s ili. UTET Ed., Torino McKinne y F.K., 1991.
Exe rcis e s in inve rte brate pale ontology. Blackwe ll Scie ntific Publications Boardman R.S., Che e tham A.H.,
Rowe ll, A.J.L.. Fos s il Inve rte brate s . Blackwe ll Scie nt. Public., Oxford-London-Edimburg Clarks on E.N.K.
Inve rte brate pale ontology and e volution. Alle n & Unwin Iaccarino S., 1995. Ele me nti di micropale ontologia
Brais ie r M:D:, 1980. Microfos s ils .
NOT A
durante le s e s s ioni d'e s ame è pos s ibile concordare con il doce nte la data d'e s ame
ORARIO LEZIONI
Gio rni
Ore
Aula
http://s cie nz e ge ologiche trie nnale .unipr.it/cgi-bin/campus ne t/cors i.pl/Show?_id=4bb7
- 30 -
Pet rogenesi e Geodinamica
Anno accade mico: 2014/2015
CdL: Scie nz e Ge ologiche primo live llo (34)
Doce nte : Pro f . Alessandra Mo nt anini (T it o lare del co rso )
Re capito: 0521 905342 [[email protected]]
Tipologia: A s ce lta de llo s tude nte
Anno: 3° anno
Cre diti/Vale nz a: 6
SSD: GEO/07 - pe trologia e pe trografia
Modalità di e rogaz ione : Tradiz ionale
Lingua di ins e gname nto: Italiano
Modalità di fre que nz a: Obbligatoria
Modalità di valutaz ione : Scritto e d orale
OBIET T IVI
Gli obie ttivi principali s ono que lli di fornire conos ce nz e re lative a
(i) origine de i magmi mante llici e cros tali;
(ii) caratte ris tiche ge ochimiche de i magmi e proce s s i pe troge ne tici ne i dive rs i ambie nti ge odinamici,
(iii) as s ociaz ioni magmatiche e bas ame nti cris tallini de l s is te ma Alpi-Appe nnino.
RISULT AT I DELL'APPRENDIMENT O
Al te rmine de l cors o lo s tude nte dovre bbe ave re acquis ito un quadro ge ne rale de l magmatis mo ne i
vari ambie nti ge odinamici e de i pos s ibili approcci multidis ciplinari a tale s tudio (pe trografia clas s ica,
pe trologia s pe rime ntale , ge ochimica de gli e le me nti in traccia e de gli is otopi s tabili e radioge nici,
ge ocronologia)
PROGRAMMA
ASSOCIAZIONI PETRO-TETTONICHE:
Dors ali oce aniche
Mantle plume s e is ole oce aniche
Mantle plume s e plate au bas altici
Magmatis mo d'arco (archi ins ulari, margini contine ntali attivi)
Graniti collis ionali
As s ociaz ioni magmatiche de i rift contine ntali
Magmatis mo alcalino in z one cratoniche
Principali as s ociaz ioni de i te rre ni arche ani e prote roz oici
ELEMENTI DI PETROGRAFIA REGIONALE:Ofioliti de l s is te ma Alpi-Appe nnino-Cors ica
Ofioliti de l s is te ma Alpi-Appe nnino-Cors ica
Vulcanis mo plio-quate rnario de lla Provincia Tos cana, Provincia Campana, Eolie , Etna, Tirre no
Zona Ivre a-Ve rbano
Sono pre vis te e s curs ioni s ul te rre no, in comune con il cors o di Ge ologia Re gionale
T EST I
TESTO DI RIFERIMENTO
- John D. Winte r (2010), Principle s of igne ous and me tamorphic pe trology, Ed. Pre ntice Hall
ALTRI TESTI DI CONSULTAZIONE
- M.G. Be s t and E.H. Chris tians e n: Igne ous Pe trology (Blackwe ll Scie nce )
- A. Philpotts and J. Ague : Principle s of Igne ous and Me tamorphic Pe trology (Cambridge Unive rs ity Pre s s )
ARTICOLI PUBBLICATI SU RIVISTE INTERNAZIONALI E DISPENSE FORNITE DAL DOCENTE
NOT A
LA SCELTA E' FORTEMENTE CONSIGLIATA AL III ANNO, DOPO AVERE FREQUENTATO I CORSI
DIPETROGRAFIA E GEOCHIMICA DEL II ANNO
LA REGISTRAZIONE AL CORSO E' OBBLIGATORIA
ORARIO LEZIONI
Gio rni
Ore
Aula
http://s cie nz e ge ologiche trie nnale .unipr.it/cgi-bin/campus ne t/cors i.pl/Show?_id=abb9
Pet rograf ia
Anno accade mico: 2014/2015
Codice : 00799
CdL: Scie nz e Ge ologiche primo live llo (34)
Doce nte : Do t t . T eresa T rua
Re capito: 0521-905311 [[email protected]]
Tipologia: Caratte riz z ante
Anno: 2° anno
Cre diti/Vale nz a: 12
SSD: GEO/07 - pe trologia e pe trografia
Modalità di e rogaz ione : Tradiz ionale
Lingua di ins e gname nto: Italiano
Modalità di fre que nz a: Obbligatoria
Modalità di valutaz ione : Scritto e d orale
OBIET T IVI
Fornire conos ce nz e e conce tti ne ce s s ari pe r la caratte riz z az ione e clas s ificaz ione de lle rocce igne e e
me tamorfiche e pe r la compre ns ione de l proce s s o magmatico e de l proce s s o me tamorfico.
RISULT AT I DELL'APPRENDIMENT O
Al te rmine de l cors o, lo s tude nte pos s ie de : le conos ce nz e di bas e pe r de s crive re (a live llo
- 31 -
Al te rmine de l cors o, lo s tude nte pos s ie de : le conos ce nz e di bas e pe r de s crive re (a live llo
macros copico e micros copico) e clas s ificare le rocce igne e e me tamorfiche ; la conos ce nz a de gli
e le me nti fis ico-ge ologici che re golano i proce s s i pe troge ne tici.
AT T IVIT À DI SUPPORT O
Vide oproie ttori LCD pe r pre s e ntaz ioni Powe r Point. Colle z ioni di campioni e di s e z ioni s ottili di rocce .
Micros copi a luce tras me s s a polariz z ata. Le le z ioni frontali s ono inte grate con us cite s ul te rre no allo
s copo di mos trare allo s tude nte il colle game nto tra le rocce e l'ambie nte e d i me ccanis mi che le hanno
ge ne rate .
PROGRAMMA
Introduz ione alla Pe trografia - Struttura e compos iz ione de lla Te rra. Il ciclo de lle rocce . Te ttonica de lle
placche e proce s s i pe troge ne tici.
Pe trografia de lle rocce magmatiche - I magmi. Compos iz ione e clas s ificaz ione de lle rocce magmatiche
(intrus ive e d e ffus ive ). Re laz ioni di fas e ne i s is te mi magmatici: s is te mi binari e te rnari. Fus ione parz iale
de l mante llo s upe riore e origine de i magmi bas altici. Ris alita e cons olidame nto de i magmi: ambie nti
intrus ivi e ambie nti e ffus ivi. Evoluz ione de i magmi: diffe re nz iaz ione magmatica, as s imilaz ione ,
me s colame nto di magmi. Se rie magmatiche e ambie nte ge odinamico.
Pe trografia de lle rocce s e dime ntarie - De gradaz ione de lle rocce , tras porto e de pos ito de i s e dime nti.
Proce s s i diage ne tici. Strutture , te s s iture , compos iz ione e clas s ificaz ione de lle rocce s e dime ntarie
te rrige ne , carbonatiche , e vaporitiche e biocos truite .
Pe trografia de lle rocce me tamorfiche - Fattori di controllo e me ccanis mi de l me tamorfis mo. Strutture ,
te s s iture e clas s ificaz ione de lle rocce me tamorfiche . Re az ioni me tamorfiche e diagrammi che mografici.
Grado me tamorfico. Zone e facie s me tamorfiche . Gradie nti te rmici me tamorfici e path P-T-t.
Es e rcitaz ioni - Riconos cime nto macros copico, analis i pe trografica in s e z ione s ottile e clas s ificaz ione de i
principali tipi di rocce magmatiche e me tamorfiche .
T EST I
D'Amico C., Innoce nti F.& Sas s i F.P. (1987): Magmatis mo e me tamorfis mo. UTET, pp. 536. Morbide lli L.
(2003): Le Rocce e i loro cos titue nti. BARDI EDITORE, pp. 453.
Pe cce rillo A. (2002): Ele me nti di pe trologia igne a e me tamorfica. Morlocchi Editore , pp. 174.
NOT A
Prope de uticità: pe r s os te ne re l'e s ame lo s tude nte de ve ave r s os te nuto l'e s ame di Mine ralogia (ve di
"Manife s to de gli Studi").
ORARIO LEZIONI
Gio rni
Ore
Aula
Lune dì
9:30 - 11:30
Laboratorio 3 Ple s s o Scie nz e de lla Te rra
Me rcole dì
9:30 - 11:30
Laboratorio 3 Ple s s o Scie nz e de lla Te rra
Giove dì
9:30 - 11:30
Laboratorio 3 Ple s s o Scie nz e de lla Te rra
Lezio ni: dal 06/10/2014 al 31/01/2015
No t a: ESSENDO ANNUALE è DIVISO IN DUE SEMESTRI :
PRIMO SEMESTRE DA OTTOBRE A GENNAIO
SECONDO SEMESTRE DA MARZO A GIUGNO
http://s cie nz e ge ologiche trie nnale .unipr.it/cgi-bin/campus ne t/cors i.pl/Show?_id=ffdf
Rilevament o Geologico e At t ivit à di Campo
Anno accade mico: 2014/2015
Codice : 1004522
CdL: Scie nz e Ge ologiche primo live llo (34)
Doce nte : Pro f . Vinicio Manzi (T it o lare del co rso )
Re capito: 0521905351 [[email protected]]
Tipologia: Caratte riz z ante
Anno: 3° anno
Cre diti/Vale nz a: 12
SSD: GEO/02 - ge ologia s tratigrafica e s e dime ntologica
Modalità di e rogaz ione : Tradiz ionale
Lingua di ins e gname nto: Italiano
Modalità di fre que nz a: Obbligatoria
Modalità di valutaz ione : Scritto e d orale
OBIET T IVI
Il cors o s i propone di pre parare lo Stude nte al rile vame nto e alla rappre s e ntaz ione cartografica di
s ucce s s ioni s e dime ntarie affioranti e all'inte rpre taz ione de lla loro e s te ns ione in s ottos uolo.
Il cors o è articolato in due moduli:
1) Rile vame nto Ge ologico - modulo I
Fornis ce le bas i conce ttuali te oriche che s ono prope de utiche alla re liz z az ione de ll'attività di campagna
che ve rranno s volte ne l modulo II.
2) attività di campo - modulo II
Attrave rs o e s curs ioni e d e s e rcitaz ioni fornis ce le conos ce nz e ne ce s s arie allo s volgime nto de lla prova
pratica d'e s ame che s arà s volta in campagna.
La prova d'e s ame compre nde tre parti:
1) parte s critta: cons is te ne lla ris oluz ione di un proble ma di cartografia;
2) parte pratica: cons is te ne lla re aliz z az ione di una carta ge ologica attrave rs o un rile vame nto ge ologico,
s tratigrafico e s e dime ntologico da s volge rs i in campagna. La carta ge ologica dovrà e s s e re
accompagnata da una re laz ione illus trativa con iconografia, s e z ioni ge ologiche , s e rie s tratigrafiche .
3) parte orale : cons is te ne lla dis cus s ione di quando e s e guito durante le prove pre ce de nti e di domande
re lative al programma s volto.
- 32 -
RISULT AT I DELL'APPRENDIMENT O
Pratica di rile vame nto, le ttura e d inte rpre taz ione di Carte Ge ologiche . Re aliz z az ione di carte ge ologiche
di s upe rficie e di s ottos uolo. Re aliz z az ione di s e z ioni s tratigrafiche . Re aliz z az ione di s e z ioni ge ologiche .
Appre ndime nto di crite ri di campagna pe r il riconos cime nto de lle dive rs e unità ge ologiche e de lle
te cniche pe r la loro rappre s e ntaz ione cartografica e re aliz z az ione di profili s tratigrafici, pe r il
colle game nto s paz iale e ve rticale de gli ogge tti ge ologici e valutaz ione tridime ns ionale de i loro rapporti
e la corre tta impos taz ione de gli e le me nti de s crittivi e iconografici di una re laz ione ge ologica.
AT T IVIT À DI SUPPORT O
Es e rcitaz ioni di te le rile vame nto attrave rs o l'utiliz z o di immagini s ate llitari compre nde nte :
- tracciatura di limiti s tratigrafici e te ttonici
- tras pos iz ione s u cartografia topografica tramite utiliz z o di GIS
- ve rifica de ll'ope rato attrave rs o e s curs ioni.
PROGRAMMA
Scopi e importanz a de l rile vame nto ge ologico.
• Strume nti pe r il rilie vo ge ologico di te rre no e loro utiliz z o.
• Pianificaz ione de l rilie vo ge ologico.
• Ce nni di utiliz z o de lle foto are e ne l rile vame nto ge ologico.
• Mappatura de lle s upe rfici ge ologiche .
• Inte rpolaz ione e d e s trapolaz ione di s upe rfici ge ologiche :
note le giaciture de lla s upe rficie ;
nota l'inte rs e z ione de lla s upe rficie con la topografia;
noti tre punti de lla s upe rficie (me todo de i tre punti);
• Es e rciz i di inte rpolaz ione e d e s trapolaz ione di s upe rfici planari, pie gate e irre golari.
• Stratime tria:
me todi di mis uraz ione de llo s pe s s ore di unità s ul te rre no;
de te rminaz ione de llo s pe s s ore di un'unità in funz ione de lla s ua
inte rs e z ione con la topografia;
de te rminaz ione de lla profondità di una s upe rficie ge ologica.
• Contorno di s upe rfici ge ologiche ; cos truz ione di carte di contorno (contour map) e is obate
da giaciture (cos truz ione di line e di dire z ione );
dall'inte rs e z ione de lla s upe rficie con la topografia;
da dati di s ottos uolo (is obate ).
• Contorno di volumi di unità ge ologiche ; cos truz ione di carte di is ocore /is opache
da dati di te rre no
da dati di s ottos uolo
• Es curs ioni giornalie re e pluri-giornalie re in cui ve rranno e ffe ttuati rilie vi di s ucce s s ioni s e dime ntarie .
• Es e rciz io, a gruppi, di mappatura di s upe rfici ge ologiche e e laboraz ione di una s e mplice carta
ge ologica re lativa ad un'are a as s e gnata.
• Inte graz ione de l rilie vo di te rre no con dati di s ottos uolo.
L'e s ame finale cons is te rà in prove pratiche , e s ucce s s iva dis cus s ione , re lative a cias cuno de gli
argome nti affrontati ne l cors o e in un giudiz io comple s s ivo s ul rile vame nto s volto.
.
T EST I
BARNES J. 1995 – Bas ic Ge ological mapping. Wile y & Sons .
BENNISON G.M., MOSELEY K.A: 2003 - Ge ological s tructure & maps . 7th e dition Hodde r Arnold COMPTON
R. 1985 - Ge ology in the fie ld. Wile y & Sons .
CREMONINI G. 1994 - Rile vame nto ge ologico. Pitagora Editore , Bologna.
DAMIANI A.V. - Ge ologia s ul te rre no e rile vame nto ge ologico. Zaniche lli, Bologna 1984.
GROSHONG R. H. jr 2006 - 3-D s tructural ge ology. A practical guide to s urface and s ubs urface map
inte rpre tation. 2nd e dition Springe r.
ROWLAND S.M., Due be ndorfe r E.M., Schie fe lbe in I.M. 2007 - Structural analys is and s ynthe s is . 3rd e dition
Blackwe ll Publis hing. Altri te s ti s ugge riti
COMPTON R. - Ge ology in the fie ld. Wile y & Sons , 1985. CORBELLINI G. 2002 - Guida all'orie ntame nto con
la carta, la bus s ola, il cie lo. Zaniche lli, Bologna.
McCLAY K.R. 1991 - The mapping of Ge ological Structure s . Ope n Unive rs ity Pre s s . SIMPSON B. 2002 Le ttura de lle carte ge ologiche . Ediz . italiana a cura di Cus imano e Di Ste fano. Flaccovio Editore , Pale rmo.
WEIJERMARS R. 1998 – Structural ge ology and map inte rpre tation. Alboran Scie nce Publis hing.
NOT A
Note : s ono richie s te conos ce nz e di ge omorfologia, s tratigrafia, ge ologia s trutturale , te ttonica e le ttura di
carte topografiche .
Cias cuno s tude nte è te nuto a dotars i di s pe cifico mate riale pe r le attività di campo.
Mate riale obbligatorio: marte llo da ge ologo, bus s ola, quade rno di campagna, le nte a 10-15 ingrandime nti,
giubbe tto ad alta vis ibilità
Mate riale facoltativo: fotocame ra digitale , altime tro, gps .
- 33 -
ORARIO LEZIONI
Gio rni
Ore
Aula
Giove dì
Laboratorio 2 Ple s s o Scie nz e de lla Te rra
9:00 - 13:00
Lezio ni: dal 13/11/2014 al 31/01/2015
No t a: E' ANNUALE ABBINATO A ATTIVITA' DI CAMPO
SI INIZIA 1 MODULO 1 SEM
http://s cie nz e ge ologiche trie nnale .unipr.it/cgi-bin/campus ne t/cors i.pl/Show?_id=e 7c9
Vulcanologia e Rischio Vulcanico
Anno accade mico: 2014/2015
CdL: Scie nz e Ge ologiche primo live llo (34)
Doce nte : Pro f . Lo renzo T o scani (T it o lare del co rso )
Re capito: 0521-905332 [[email protected]]
Tipologia: A s ce lta de llo s tude nte
Anno: 3° anno
Cre diti/Vale nz a: 6
SSD: GEO/08 - ge ochimica e vulcanologia
Modalità di e rogaz ione : Tradiz ionale
Lingua di ins e gname nto: Italiano
Modalità di fre que nz a: Facoltativa
Modalità di valutaz ione : Orale
OBIET T IVI
La natura e la molte plicità de i de i fe nome ni vulcanici ve ngono affrontati parte ndo dai proce s s i che
de te rminanola ge ne s i e la ris alita de l magma fino alla s ua e mis s ione in s upe rficie e quindi i me ccanis mi
e ruttivi e que lli di de pos iz ione de i prodotti. Rilie vo s arà dato alle morfologie vulcaniche , all'as pe tto
antropoge ografico de i vulcani e al ris chio vulcanico as s ociato alle e ruz ioni.
RISULT AT I DELL'APPRENDIMENT O
Le conos ce nz e di bas e de lla Vulcanologia e de l Ris chio Vulcanico. La capacità di riconos ce re prodotti e
morfologie vulcanici s ul te rre no
PROGRAMMA
. I vulcani s ulla Te rra
Dis tribuz ione de ll'attività vulcanica in re laz ione alla te ttonica. Vulcani di margini dive rge nti (litos fe ra con
cros ta oce anica, litos fe ra con cros ta contine ntale ). Vulcani di margini conve rge nti (s ubduz ione s otto
cros ta oce anica, s ubduz ione s otto cros ta contine ntale ). Vulcani intraplacca (in ambie nte oce anico e
contine ntale ).
2. Il magma
Ge ne s i e proce s s i di ris alita de l magma dal mante llo profondo e ne lla cros ta. Principali caraqtte ris tiche
fis iche e chimiche de i magmi.
3. Eruz ioni e s trutture vulcaniche
Eruz ioni e ffus ive . Vulcani ce ntrali e vulcani line ari. Vulcanic ompos iti, vulcani monoge nici, vulcani a
s cudo, domi, calde re , plate aux bas altici. Eruz ioni e s plos ive ; magmatiche , fre atomagmatiche , fre atiche .
Clas s ificaz ione de lle e ruz ioni
4. I prodotti de lle e ruz ioni e ffus ive
Colate di lava s ubae re a e s ubacque a. Forme di cons olidaz ione s upe rficiale de lle colate laviche
5. I prodotti de lle e ruz ioni e s plos ive
Prodotti piroclas tici: clas s ificaz ione dime ns ionale e ge ne tica de lle piroclas titi
6. De pos iti piroclas tici
De pos iti da caduta: me ccanis mi di tras porto e de pos iz ione de i prodotti da caduta. Dis tribuz ione e
s pe s s ore de i de pos iti. Te s s itura de gli s trati. Parame tri dime ns ionali. Compone nti.
De pos iti da flus s o piroclas tico: tipologie e caratte ris tiche te s s iturali de i de pos iti. Effe tti de lle dime ns ioni
e de lla te mpe ratura. Ignimbriti. Proce s s i pos t-de pos iz ionali.
De pos iti da s urge piroclas tici.
Tipologie e caratte ris tiche te s s iturali de i de pos iti. Strutture s in- e pos t-de pos iz ionali. Caratte ris tiche
de lle dive rs e facie s .
7. Flus s i e de pos iti vulcanoclas tici
De bris flows , lus s i ipe rconce ntrati e loro ge ne s i. Caratte ris tiche de i de pos iti
8. Il Ris chio vulcanico
Il ris chio vulcanico. Monitoraggio di vulcani attivi: te cniche di monitoraggio, s is miche , ge ochimiche ,
ge omorfologiche . Pre ve nz ione e carte di ris chio vulcanico. Pre vis ioni di e ruz ioni. Il ris chio vulcanico s ine pos t-e ruttivo
9. Dis tribuz ione de l vulcanis mo attivo in Italia
I vulcani de lla provincia Romana e Campana, le is ole Eolie , l'Etna
10. Es curs ione plurigiornalie ra s ul te rre no
T EST I
SCANDONE R. & GIACOMELLI L.: Vulcanologia. Liguori Editore , Napoli 2002
GIACOMELLI L. & SCANDONE R.: Vulcani e d Eruz ioni. Pitagora Editrice . Bologna 2002
CAS R.A.F. & RIGHT J.V.: Volcanic s ucce s s ions . Mode rn and ancie nt. Alle n & Unwin, london 1987
FISHER R.V. & SCHINCKE H.U.: Pyroclas tic rocks . Springe r-Ve rlag, Be rlin 1984
SIGURDSON H. e d.: Encylope dia of Volcanoe s . Acade mic Pre s s , 2000
- 34 -
NOT A
Pe r gli s tude ndi de l CdS di Sc.Ge ologiche , l'e s ame potrà e s s e re affrontato dopo ave r s upe rato gli e s ami
di "Mine ralogia", "Ge ochimica" e "Pe trografia". Pe r gli s tude nti apparte ne nti ad altri cors i di laure a s ono
richie s te conos ce nz e de lle dis cipline s opra riportate .
http://s cie nz e ge ologiche trie nnale .unipr.it/cgi-bin/campus ne t/cors i.pl/Show?_id=9fe 6
Aggiornato il 25/01/2015 05:36 - by CampusNet
- 35 -
Author
Document
Category
Uncategorized
Views
0
File Size
247 KB
Tags
1/--pages
Report inappropriate content