close

Enter

Log in using OpenID

approvazione regolamento comunale per il conferimento della

embedDownload
COMUNE DI PIEDIMONTE ETNEO
DELIBERAZIONE N. 28
PROVINCIA DI CATANIA
REGISTRO PROPOSTEN. 14 DEL05/06/2014
ASSESSORATO O UFFICIO PROPONENTE: Pres.te del Cons. Com.le, Dott. Alfio Palazzolo
DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE
OGGETTO:
APPROVAZIONE REGOLAMENTO COMUNALE
CITTADINANZA ONORARIA-
PER
IL
CONFERIMENTO
DELLA
L'anno 2014, addì 12 del mese di GIUGNO alle ore 19,30 in Piedimonte Etneo, presso la sala delle
Adunanze, sita in Via Vittorio Emanuele II, n. 34, convocato per decisione del Presidente del Consiglio,
con avviso, prot. n. 6854 del 06/06/2014 notificato per iscritto per mezzo del messo comunale, si è
riunito il Consiglio Comunale in sessione ORDINARIA. All'adunanza risultano intervenuti, ad
apertura di seduta, i seguenti Consiglieri:
CONSIGLIERI
PALAZZOLO ALFIO
CATANZARO ALFIA
POLLICINAGIUSI
MAUGERI MARIO
ROMEO SERENA
NUCIFORA MARI A ALFIA
VASTA CARME LA
VALASTRO GIUSEPPE
BELFIORE FELICE CARMELO ROSARIO
A LAMPI VANESSA CATENA
VALASTRO SARA
LEVA LUIGI GERALDO
COCO FRANCESCO ANTONIO
LA ROCCA ALFIO GIUSEPPE ROSARIO
CONTARONO GLORIA
PRESENTI
ASSENTI
SI
SI
SI
SI
SI
SI
SI
SI
SI
SI
SI
SI
SI
SI
SI
Consiglieri assegnati n. 15; Consiglieri presenti n. 12; Consiglieri assenti n. 03;
— Assume la Presidenza il Presidente del Consiglio Palazzolo
— Partecipa il Segretario Comunale, dott.ssa Anna Bongiorno
- E' presente il Sindaco;
PUNTO 4 O. D. G. DELIBERA CONSILIARE N. 28 DEL 12/06/2014
OGGETTO: APPROVAZIONE DEL REGOLAMENTO COMUNALE PER IL
CONFERIMENTO DELLA CITTADINANZA ONORARIA
II Presidente illustra proposta. Ricorda che ne! Comune non vi è un regolamento che disciplina la
materia e che, pertanto, sì è ritenuto di regolamentarla. La Commissione all'uopo preposta ha lavorato
sul Regolamento.
Interviene il consigliere Alarapi: La I commissione ha esaminato il regolamento favorevolmente.
Interviene il consigliere dì minoranza Belfiore: Io ricordo al Presidente del Consiglio comunale ed
al Segretario che questi argomenti che vengono portati in consiglio comunale devono essere sottoposti
a ben precise regole. Sottolinea di non avere mai ricevuto invito da parte del Presidente della I
commissione Vanessa Alampi in ordine a tale incontro.
Prosegue dando lettura della nota prot.6382 del 27.05.20 i 4, che allega agli atti (Ali. A). Conclude
dicendo che avrebbero avuto piacere di partecipare a tale commissione per arricchire i contenuti del
Regolamento in questione. Da lettura della nonna che regolamenta la convocazione delle Commissioni
consiliari e che prevede che l'avviso di convocazione venga recapitato al domicilio dei consiglieri,
evidenzia invece che la convocazione è avvenuta a mezzo e-maìl. Sottolinea che il Regolamento poteva
essere fatto molto meglio, con l'aggiunta dì altre valorizzazioni. Questo è un regolamento copiato, in
cui non si parla del procedimento di assegnazione della cittadinanza, così come non sì parla del
numero dei Consiglieri. Propone, quindi, un emendamento all'art.3 del quale da lettura (All.B).
Interviene il Consigliere Alampi: lo volevo dire che non è mia competenza accertarmi che lutti i
Consiglieri siano avvisati. Ma l'ho fatto ugualmente ed ho ricevuto conferma dell'avviso ai Consiglieri.
Fra l'altro la segreteria mi ha confermato l'invio della e-mail ai Consiglieri, li mio compito è di
convocare. Abbiamo sempre lavorato in sicurezza ed armonia con la presenza dell'opposizione.
ENTRA il cons. Pollicina (n.13)
Presidente: Ritengo che non parlandosi dì notifica, la e-rnail è valida poiché va al domicilio del
consigliere. Ritengo che ciò non ha leso alcun diritto, li sistema della e-mail ormai è il più consueto,
attuato in tutti gli enti pubblici. Inoltre la e-mail è stala seguita anche da una telefonata. Per quanto
attiene il numero dei Consiglieri necessari al conferimento della cittadinanza ricorda che
l'approvazione è soggetta a voto di maggioranza dei votanti,
II Consigliere Belfiore : Ribadisce di non avere accusato il Consiglieri Alampi, ma solo di averla
informata che la convocazione a mezzo e-mai! non aveva potuto vederla in quanto il computer era
guasto. In ogni caso, è corretto mandare l'informativa a mezzo PEC e non a mezzo di e-mail semplice.
Chiede al Segretario, come da regolamento, cosa si intende per "recapito al domicilio".
Il Segretario comunale evidenzia che è vero che il regolamento prevede al comma 5 il recapito al
domicilio dei consiglieri, ma precisa che si tratta di un regolamento di 10 anni fa e benché revisionato
nel 2013 non ha tenuto conto di una serie dì aggiornamenti legislativi.
Tali rituaMtà sono ormai superate. Precisa che !a convocazione è stata inoltrata da una casella di posta
elettronica certificata della segreteria, e che. non essendo il Cons. Belfiore in possesso di una PEC,
l'addetto della segreteria ha pertanto telefonato e avrebbe poi ricevuto rassicurazioni dal predetto
consigliere in ordine al fatto che avrebbe letto iae-mail. Ritiene che la sig.ra Zappala abbia utilizzato
metodi operativi consoni e mirati anche alla maggior economicità, fi Presidente della T commissione
di fatto ha verìfìcato sino alia line che le con vocazioni fossero giunti a destinazione seppur nelle
<L
diverse modalità usate ed ha ritenuto, pertanto, di non dovere più riconvocare la commissione
consiliare.
Il Cons. Belfiore ritiene che il segretario non sia espresso sul comma 5 del regolamento.
Il Segretario comunale ribadisce che la dipendente ha inoltrato una e-mail tramite PEC. Dal punto di
vista della regolarità stretta non è stato di fatto osservato il comma 5 del regolamento, ma di fatto
l'Ufficio ha operato nel miglior modo possibile al Fine di mettere a conoscenza il Consigliere della
convocazione della Commissione.
Il Presidente pone in votazione Pemendamento presentato dal cons. Belfiore (All.B)
Presenti e votanti: 13 consiglieri.
Contrari 9 (Palazzolo. "Nuciforn, Coco, Leva, Valastro G, Vasta. Alampi, Romeo, Contarino)
Favorevoli 4 (Belfiore. Valastro S., La Rocca, Pollicina)
II Presidente pone in votazione la proposta n. 14 del 05.06.2014 avente ad oggetto:APPROVAJZIONE
DEL REGOLAMENTO COMUNALE PER IL GONFIAMENTO BELLA CITTADINANZA
ONORARIA
Presenti e votanti: 13 consiglieri.
Favorevoli 9 (Palazzolo, Nucifora, Coco, Leva, Valastro G., Vasta, Alampi. Romeo, Contarino)
Contrari 4 (Belfiore, Valastro S.5 La Rocca, Pollicina)
II Presidente pone ai voti la immediata esecutività:
Presenti e votanti: 13 consiglieri.
Favorevoli 9 (Palazzolo, Nucifora, Coco, Leva, Valastro G, Vasta, Alampi, Romeo, Contarino)
Astenuti 4 (Belfiore, Vaiastro S., La Rocc, Pollicina)
IL CONSIGLIO COMUNALE
VISTA la proposta di deliberazione di C.C. n. 14 del 05.06.2014 avente ad oggetto:
APPROVAZIONE DEL REGOLAMENTO COMUNALE PER IL CONFERIMENTO DELLA
CITTADINANZA ONORARIA
VISTO il parere favorevole reso dal Responsabile dell'Area Amministrativa;
PRESO ATTO della votazione espressa nelle forme di iegge;
A maggioranza,
DELIBERA
Comune di Piedimonte Etneo
(Provincia di Catania)
PROPOSTA DI DELIBERAZIONE PER IL CONSIGLIO COMUNALE
OGGETTO:
Approvazione del Regolamento Comunale per il conferimento della cittadinanza
onoraria
DESCRIZIONE DELLA PROPOSTA
PREMESSO che il Presidente del Consiglio, dott. Alfio Palazzolo, con notaprot. 5748 del 13.05.2014,
ha trasmesso al Presidente della 1° Commissione Consiliare la bozza di un Regolamento Comunale per
il conferimento della cittadinanza onoraria, perché venisse calendarizzata ed esaminata;
RILEVATO che tale bozza di Regolamento è stata sottoposta, nella seduta del 22 maggio 2014,
all'esame della 1° Commissione Consiliare e da questa integralmente approvata;
VISTO , pertanto, il Regolamento in oggetto, composto da otto articoli, contraddistinti dal n. 1 al n. 8,
che in allegato alla presente proposta ne costituisce parte integrante e sostanziale;
DATO ATTO che il suddetto Regolamento , così come definito ed approvato dalla 1° Commissione
Consiliare, è stato depositato presso la Segreteria Comunale e pubblicato all'Albo Pretorio on-line di
questo Ente a far data dal 23.05.2014, e che pertanto è decorso il termine di dieci giorni previsti
dall'apposita norma statutaria;
RITENUTO, pertanto, opportuno e necessario procedere alla relativa approvazione da parte di
Consiglio Comunale;
VISTO il parere tecnico favorevole formulato sulla presente proposta;
VISTO l'ORAEL nel testo vigente
PROPONE
1. La superiore premessa costituisce parte integrante e sostanziale della presente deliberazione.
2. Approvare l'allegato Regolamento Comunale per il conferimento della cittadinanza onoraria,
così come definito ed approvato dalla 1° Commissione Consiliare.
3. Dare atto che l'allegato Regolamento è composto da otto articoli, contraddistinti dal n. 1 al n. 8.
S
4. Dare, altresì, atto che il Regolamento suddetto 3 è stato depositato presso la Segreteria
Comunale e pubblicato all'Albo Pretorio on-line di questo Ente a far data dal 23.05.2014, e che
pertanto è decorso il termine di dieci giorni previsti dall'apposita norma statutaria
5. Dare, infine, atto che il presente regolamento entrerà in vigore, ai sensi dell'art.5 comma 3 dello
Statuto Comunale, il quindicesimo giorno dalla sua ripubblicazione, dopo che la relativa
delibera è divenuta esecutiva.
6. Dichiarare il presente atto immediatamente esecutivo.
Comune di Piedimonte Etneo
(Provincia di Catania)
PARERI SU PROPOSTA DI DELIBERAZIONE
OGGETTO: Approvazione del Regolamento Comunale per il conferimento della cittadinanza
onoraria
Parere dì regolarità tecnica
Area: Amministrativa
Per quanto concerne la regolarità tecnica si esprime parere favorevole per l'approvazione della proposta in
oggetto.
Dalla Sede Municipale, lì o S 11 Resp.le dell'Area Amministrativa
la Francesa Grsfssó
. i. JJ_,J_^.UVJ.\_/,f. i JJ, JJ..
Provincia di Catania
Ore: 13.54
Prot. 0000382 2014 Ingrdel 27/05/2014
Mitt.;BELFlORE FELICE CONS. COMUNALE
Al Consigliere Comunale
Vanessa Alampi
Presidente della 1° Commissione
Consiliare Permanente
SEDE
Al Presidente del
Consiglio Comunale
di Piedimonte Etneo
SEDE
Al Sig. Sindaco
del Comune di
Piedimonte Etneo
Al Segretario Comunale
di Piedimonte Etneo
SEDE
Oggetto: Richiesta di riconvocazione 1° commissione consiliare
per discutere il regolamento Comunale per il
Conferimento della Cittadinanza Onoraria.
Il Sottoscritto Felice Belfiore Consigliere Comunale del gruppo di opposizione
Valori e Solidarietà per Piedimonte, in qualità di membro effettivo della 1°
commissione Consiliare Permanete;
Visto che, in data 23/05/2014 è stato pubblicato all'albo pretorio dell'Ente, il
regolamento per il Conferimento della Cittadinanza Onoraria, esaminato con parere
favorevole dalla I commissione in data 22 maggio u.s.;
Considerato che, la convocazione della predetta 1° Commissione per discutere
del suddetto regolamento per il Conferimento della Cittadinanza Onoraria, non è stata
effettuata conformemente a quando prescritto all'art. 10 del Regolamento del
Consiglio Comunale;
Si chiede:
La riconvocazione della 1° Commissione Consiliare Permanente, nei modi e nei
termini sanciti dal Vigente Regolamento del Consiglio Comunale, '. per-discutere ed
esaminare il Regolamento per il Conferimento della Cittadinanza Onoraria.
Piedimonte Etneo, lì 27/05/2014
Firmato Felice Belfiore
Proposta di emendamento del Regolamento Comunale per il Conferimento della
Cittadinanza Onoraria
Art. 3 — Procedimento di assegnazione
1. La Cittadinanza Onoraria è conferita con deliberazione da parte del Consiglio
Comunale con votazione a maggioranza di almeno i 2/3 dei Componenti;
2. La proposta di conferimento della Cittadinanza Onoraria, può essere avanzata dal
Sindaco, da 1/4 dei Consiglieri Comunali o da 500 cittadini, iscritti nelle liste
elettorali del Comune, le cui firme debbono essere autenticate dal Segretario
Comunale o da suoi delegati;
3. La proposta deve essere presentata per iscritto all'amministrazione Comunale oli
Piedimonte Etneo, completa di tutti i riferimenti biografici, le motivazioni ed ogni
altra indicazione utile alla sua valutazione da parte del Consiglio Comunale.
INDICE
Art. 1 - Definizione dell'onorificenza e destinataci
Art. 2 — Criteri per il conferimento e competenze
Art.3 - Procedimento di assegnazione
Art. 4 - Albo dei cittadini onorari
Art. 5 — Modalità di consegna del titolo
Art. 6 — Diritti del cittadino onorario
Art. 7- Perdita dell'onorificenza
Art. 8 — Entrata in vigore
Art. 1 - definizione dell'onorificenza e destiuatari
1. La cittadinanza onoraria è un riconoscimento onorifico che il Comune di Piedimonte Etneo
conferisce a cittadini italiani o stranieri, non iscritti all'anagrafe del Comune di Piedimonte Etneo.
2. In casi di particolare rilievo la cittadinanza onoraria può essere concessa anche ad associazioni
enti, raggruppamenti di persone in ambito civile, militare, religioso che non abbiano la propria sede
a Piedimonte Etneo, anche se non legati al territorio, e viene conferita ad un loro rappresentante.
3. La cittadinanza onoraria può essere concessa anche alla memoria.
Art. 2 - Criteri per il conferimento e competenze
1. Il conferimento della cittadinanza onoraria è deliberato dal Consiglio Comunale, per speciali e
riconosciute benemerenze acquisite in base ad una delle seguenti motivazioni:
a) per l'esempio di una vita ispirata ai fondamentali valori umani della solidarietà, dell'amore,
dell'aiuto al prossimo, specialmente dei più deboli e bisognosi, e della difesa dei diritti umani;
b) per il contributo ai progresso della cultura in ogni campo del sapere ed il prestigio conseguito
attraverso gli studi, l'insegnamento, la ricerca, la produzione artistica, l'attività sportiva;
e) per il personale apporto al miglioramento della qualità della vita e della convivenza sociale
conseguente al generoso impegno nel lavoro, nella produzione di beni, nelle professioni, nel
commercio, nella gestione politica ed amministrativa di istituzioni pubbliche e private;
d) per esemplare affezione ed interessamento verso la Città e la comunità Piedimontese
unanìrnamente riconosciuti e testimoniati da opere ed iniziative finalizzate a promuovere tra i
cittadini piedimontesi e all'esterno la conoscenza e la valorizzazione della realtà sociale,
economica, storica, artistica ed umana della loro terra.
e) per opere concrete nel campo delle scienze, delle lettere, delle arti, dell'industria, del lavoro,
della scuola, dello sport, per iniziative di carattere sociale, assistenziale e filantropico o per
particolare collaborazione alle attività e finalità della Pubblica Amministrazione, per atti di
coraggio e abnegazione civica, con cui abbiano in qualsiasi modo giovato alla comunità di
Piedimonte Etneo, sia rendendone più alto il prestigio attraverso la loro personale virtù, sia
servendone con disinteressata dedizione le singole istituzioni.
41.
Art. 3 - Procedimento di assegnazione
1. La proposta di conferimento può essere avanzata dal Sindaco, dal Presidente del Consiglio
Comunale, da 1A dei Consiglieri Comunali o da 500 cittadini, iscritti nelle liste elettorali del
Comune, le cui firme debbono essere autenticate dal Segretario Comunale o da suoi delegati.
Dev'essere presentata per iscritto all'Amministrazione Comunale di Piedimonte Etneo, completa di
tutti i riferimenti biografici, le motivazioni ed ogni altra indicazione utile alla sua valutazione da
parte dell'Amministrazione stessa.
Art. 4 -Albo dei cittadini onorari
1. Presso l'Amministrazione Comunale è istituito un Albo dei cittadini onorari di Piedimonte Etneo
, curato dal Funzionario del Servizio Affari Generali dove vengono annotati in ordine cronologico
il nominativo del cittadino onorario e gli estremi del provvedimento del Consiglio Comunale.
Devono, altresì, essere indicate le principali informazioni biografiche e le motivazioni in base alle
quali è stata concessa la cittadinanza onoraria.
Art. 5 - Modalità di consegua del titolo
1. La cittadinanza onoraria consiste in un diploma in pergamena recante l'atto del conferimento, la
motivazione e le firme dei Presidente del Consìglio Comunale e del Sindaco.
2. La cerimonia dì consegna si svolge in forma ufficiale nel corso di una seduta del Consiglio
Comunale, alla presenza dell'interessato, di un parente o di' un delegato.
Art. 6 - Diritti del cittadino onorario
1. Il Comune di Piedimonte Etneo, in occasione dì particolari ricorrenze o cerimonie ufficiali, può
invitare a parteciparvi i cittadini onorari, che avranno diritto di prendere posto tra le autorità.
Art. 7 - Perdita dell'onorificenza
1. Incorre nella perdita dell'onorilìcenza l'insignito che se ne renda indegno. 11 provvedimento di
revoca è adottato con delibera de! Consiglio Comunale . su proposta del Sindaco, dì % dei
Consiglieri Comunali o di 500 cittadini, iscritti nelle liste elettorali del Comune, le cui firme
debbono essere autenticate dal Segretario Comunale o da suoi delegati.
Art. 8 - Entrata in vigore
1. Il presente regolamento entra in vigore; ai sensi dell'art.5 comma 3 dello Statuto Comunale, il
quindicesimo giorno dalla sua ripubblicazione, dopo che la relativa delibera è divenuta esecutiva.
PRESIDE
ptt?Alfio Pai
ILCONSIGLIE
JBollicina G
ALE
/> t Ave)
ATTESTAZIONE DI PUBBLICAZIONE DEL MESSO COMUNALE
La pubblicazione del presente atto all'Albo Pretorio on line è iniziata, ai sensi degli arti. 11 così come modificato dall'ari.
127, co. 21 della L.R. n. 17/2004 e art. 12, co. 1°, della L.R. 44/91, nonché ai sensi dell'art. 32, della legge 18 giugno
2009, n. 69 e dell'art. 2 della legge 26 febbraio 2010, n. 25 il
come dal Registro delle pubblicazioni al
n.
. V >W
IL
SSO
al
II presente atto è stato pubblicato all'Albo Pretorio on line dal £P
iSsLlZoA
IL MESSO
CERTIFICATO DI PUBBLICAZIONE
II sottoscritto Segretario Comunale certifica che la presente deliberazione è stata pubblicata all'Albo Pretorio on line
dal
al
a norma dell'art. 11 della L.R. 3.12.1991, n. 44/91 così come modificato dall'ari. 127, co.
21 della L.R. n. 17/2004 e art. 12, co. 1° della L.R. 44/91, nonché ai sensi dell'art. 32, della legge 18 giugno 2009, n. 69 e
dell'art. 2 della legge 26 febbraio 2010, n. 25 e che contro la stessa non sono stati presentati reclami.
IL SEGRETARIO COMUNALE
ATTESTAZIONE DI ESECUTIVITÀ'
Si attesta che la presente deliberazione è divenuta esecutiva dal t2-0<
ai sensi dell'alt. 12, comma 2, o dell'art. 16 della L.R. n. 44/91 (immediata esecutività)
ai sensi dell'art. 12, comma 1, della L.R. n. 44/91 (11° giorno di pubblicazione)
COMUNALE
Author
Document
Category
Uncategorized
Views
0
File Size
1 001 KB
Tags
1/--pages
Report inappropriate content