close

Enter

Log in using OpenID

Call for papers

embedDownload
PRESENTAZIONE
In Italia sono presenti oltre 540 grandi dighe con un'età
media ormai superiore a 60 anni, di cui oltre 200 costruite
prima della II guerra mondiale.
WORKSHOP
Dighe e Territorio
Dämme und ihr Umfeld
organizzato da
COMITATO NAZIONALE ITALIANO
PER LE GRANDI DIGHE
In collaborazione con
SEL, HYDROS, SE Hydropower,
RSE - Ricerca sul Sistema Energetico
Con il patrocinio di
Bolzano -Bozen
15-16/05/2014
A fronte degli obiettivi energetici europei - ai quali l’Italia
sta adeguando la propria strategia energetica - nei prossimi decenni ci si devono attendere cambiamenti importanti con ricadute sul sistema infrastrutturale e sulla destinazione d’uso della risorsa idrica. Una accelerazione potrà
essere causata dalla competizione sull'uso della risorsa, dai
cambiamenti climatici e dai mutamenti socio-economiciambientali in atto. Ne discende la necessità di individuare
modalità di analisi che consentano di affrontare il complesso rapporto tra dighe e territorio nell’impiego e nella
gestione della risorsa idrica, limitando i possibili condizionamenti di carattere ideologico da parte dei portatori di
interesse.
L'ITCOLD, con la costituzione del Gruppo di Lavoro
(GdL) «Benefici e problemi associati alla presenza
dei serbatoi artificiali sul territorio: indagine socioeconomica e ambientale sul rapporto diga-territorio»,
ha inteso fornire un contributo sul tema della valutazione
del "ruolo sostenibile delle dighe" ovvero della capacità
delle infrastrutture dei sistemi idrico e idroelettrico di
favorire lo sviluppo della società, contribuendo al processo decisionale che sovrintende all'intero ciclo di vita degli
impianti.
Tra i principali obiettivi della valutazione vanno considerati due aspetti complementari quali la consapevolezza del
pubblico (Public awareness) e l'accettazione sociale (Social
acceptance) intesi come processi orientati a fornire gli strumenti e le informazioni fondamentali per prendere piena
coscienza dei "pro" e dei "contro" legati alla presenza
delle dighe sul territorio o alla possibile realizzazione di
nuove opere.
Il conseguimento degli obiettivi assegnati da ITCOLD al
GdL si è basato sulla messa a punto di modelli che hanno
analizzato da una parte la pro-attività dei gestori delle
dighe nei riguardi delle istanze locali e territoriali e dall’altra la percezione che i diversi portatori di interesse hanno
sul ruolo delle dighe e sull’azione svolta da parte dei gestori.
Il Workshop costituisce una prima occasione per illustrare i
risultati dell’indagine svolta sul territorio nazionale da parte
del GdL, per presentare le azioni svolte da HYDROS e SE
Hydropower – le principali società idroelettriche che operano sul territorio dell’Alto Adige – e per raccogliere il punto
di vista dei diversi Stakeholder – Enti locali, Associazioni,
Comunità montane, Protezione Civile, ecc.
L’evento sarà anche l’occasione per effettuare una visita ad
alcune dighe presso le quali sono stati recentemente effettuati importanti interventi.
LUOGO DELL’EVENTO
Bolzano, nota come “Porta delle
Dolomiti”, è adagiata in un’ampia
conca, a 265 m s.l.m., attraversata
dai corsi d’acqua Talvera, Isarco e
Adige. Sullo sfondo della città, in
contrasto con i pendii coltivati a
vigneti e frutteti, si innalzano le
Dolomiti del Catinaccio, che a ogni
crepuscolo offrono lo spettacolare
fenomeno di arrossamento delle
cime. Diverse attrazioni storicoculturali-ricreative attirano migliaia
di turisti a Bolzano,
basti pensare alla Mummia Ötzi (l'uomo venuto dal ghiaccio) del
museo archeologico,
alle fiere specialistiche, ai mercatini,
ai castelli, ai sentieri escursionistici e
ciclabili. Passeggiando sotto i portici
del centro storico si percepisce il
fascino della "piccola grande città",
moderna e innovativa ma nel contempo rispettosa delle
antiche tradizioni delle sue culture: italiana, tedesca e ladina.
L’evento si terrà presso:
Hotel Four Points by Sheraton Bolzano-Bozen
via Bruno Buozzi Str. 35
39100 Bolzano-Bozen, Italia/Italien
T +39 0471 1950 000 – [email protected]
PROGRAMMA FINALE
16 Maggio 2014
15 Maggio 2014
È possibile partecipare a una delle seguenti visite previste presso le dighe di Gioveretto (Zufritt-Stausee) oppure
di Zoccolo (Zoggler-Stausee).
09.30-10.30
Registrazione dei partecipanti
Partenza ore 8.00 e rientro ore 13.00 a Bolzano.
10.30-11.00
Saluti Autorità, Ordine degli Ingegneri e ITCOLD
11.00-12.30
Benefici e problemi associati alla presenza dei serbatoi
artificiali sul territorio
 Guido Mazzà, Coordinatore GdL ITCOLD, RSE
 Antonella Frigerio, RSE
Dighe e territorio: la visione dei gestori
 Mauro Scienza, HYDROS
 Mario Trogni, SE Hydropower
Dighe e territorio: i criteri di allertamento
 Vincenzo Chieppa, Direzione Generale Dighe Ministero Infrastrutture e Trasporti
12.30-13.30
Pranzo
13.30-15.30
Dighe e territorio: la visione degli stakeholder
 Ernesto Scarperi, Ufficio Tutela Acque - Prov. Aut.
BZ
 Vito Adami, Libero Professionista, Biologia Fluviale
 Rudolf Pollinger, Ripartizione Opere Idrauliche Prov. Aut. BZ
 Arturo Magno, Ufficio Dighe - Prov. Aut. BZ
 Hanspeter
Staffler, Ripartizione Protezione
Antincendi e Civile - Prov. Aut. BZ
15:30-16.00
Coffee break
16.00-18.00


Beatrix Mairhofer, Sindaca Comune di Ultimo
Albrecht Plangger, Camera dei Deputati
A seguire:
 Discussione
 Presentazione escursioni del 16 Maggio
 Chiusura del Workshop
La diga di Gioveretto (Zufritt-Stausee) è situata in Val
Martello (Martelltal) nel
Parco Nazionale dello
Stelvio (Nationalpark Stilfser Joch) a 1852 m s.l.m.
L’opera è in calcestruzzo,
a gravità alleggerita, alta
83 m, con il coronamento
lungo 380 m e un volume
d’invaso di 19,6 Mm3.
La diga di Zoccolo (Zoggler-Stausee) è situata in Val
d’Ultimo (Ultental) a 1145
m s.l.m. L’opera è in terra
a corpo omogeneo con
manto impermeabile in
conglomerato bituminoso, alta 66,5 m, con il coronamento lungo 516 m e
un volume d’invaso di
33,1 Mm3.
ORGANIZZAZIONE
Organizzazione logistica:
HYDROS e SE Hydropower - Gruppo SEL.
Comitato organizzatore tecnico:
Giovanni Polonioli SEL, HYDROS, SELEDISON
Mauro Scienza, HYDROS
Mario Trogni, SE Hydropower
Marco Dalpiaz, HYDROS
Guido Mazzà, RSE
Antonella Frigerio, RSE
Carlo Angelucci, ITCOLD
Carla Cioccari, ITCOLD
MODULO DI ISCRIZIONE
La partecipazione al Workshop e le visite del 16
Maggio alla diga di Gioveretto oppure alla diga di
Zoccolo sono gratuite.
Chi desidera partecipare è pregato di iscriversi compilando il seguente modulo, inviandolo via e-mail al Comitato
([email protected]) entro il 30 Aprile 2014.
Le iscrizioni verranno accettate secondo l’ordine di arrivo e sino al limite della disponibilità.
Cognome e Nome
Società o Ente di appartenenza
Indirizzo
Telefono
e-mail
Si iscrive al Workshop del 15 Maggio 2014
Si iscrive alla Visita alla diga di Gioveretto
oppure
Si iscrive alla Visita alla diga di Zoccolo
Coloro che hanno già effettuato la pre-iscrizione, sono
pregati di inviare la conferma via e-mail al Comitato
([email protected]).
Ai sensi della D.Lgs. 196/2003, la compilazione e la sottoscrizione del
presente modulo di adesione autorizza il trattamento e la conservazione da
parte nostra dei dati personali da Voi forniti, con mezzi cartacei o informatici idonei a garantire la sicurezza e la riservatezza di detti dati, secondo la
normativa vigente. Tratteremo esclusivamente i dati necessari per il regolare
svolgimento di questa o analoghe future iniziative.
Author
Document
Category
Uncategorized
Views
0
File Size
654 KB
Tags
1/--pages
Report inappropriate content