close

Enter

Log in using OpenID

Brochure SIVACON S8

embedDownload
SIVACON Quadri elettrici
e Condotti sbarre
per la distribuzione
dell’energia fino a 6300 A
Catalogo Quadri SIVACON S8 - 2012
Answers for infrastructure.
Nella gestione ottimizzata
dell’energia... noi vi supportiamo
con i nostri sistemi
L’energia è il motore del progresso, perché senza energia
tutto si ferma. Nelle costruzioni moderne, che si tratti di
applicazioni industriali o infrastrutture, l’energia deve essere
distribuita in modo sicuro. Per questo fin dalla progettazione
gli aspetti della sicurezza, della flessibilità e della economicità
sono al centro dell’attenzione. I nostri prodotti e sistemi
intelligenti per la distribuzione dell’energia in bassa tensione
soddisfano perfettamente queste esigenze. I componenti
performanti sono la chiave del vostro successo: aiutano a
ridurre significativamente i costi e i rischi di investimento
e garantiscono la massima efficienza dell’impianto durante
l’intero periodo di utilizzo.
2
Distribuzione sicura e intelligente
dell’energia
■■ Economicità del sistema
Il quadro elettrico di distribuzione in
bassa tensione SIVACON® S8 fissa nuovi
standard per la distribuzione di energia
e come Motor Control Center (MCC) per
applicazioni industriali o infrastrutture.
Con un sistema di distribuzione fino a
7000 A garantisce la massima sicurezza
delle persone e degli impianti e offre,
grazie alla sua progettazione ottimale,
molteplici possibilità di impiego. La
tecnica modulare consente di adattare
perfettamente il quadro di distribuzione
a qualsiasi esigenza durante la
realizzazione del sistema. Massima
sicurezza e design moderno si incontrano
per creare un quadro di distribuzione
efficiente ed economico.
■■ Soluzioni flessibili
Il quadro di distribuzione in bassa
tensione SIVACON S8 è la soluzione
intelligente che si adatta alle vostre
esigenze.
Il design ricercato permette
l’integrazione in un ambiente moderno.
Sono disponibili diverse tipologie di
assemblaggio: singolo fronte, back
to back, doppio fronte, inoltre è
possibile combinare diverse tecniche
di installazione. La tecnica modulare
consente di sostituire o integrare, con
semplicità, le unità funzionali.
Le unità SIVACON S8 sono sottoposte
costantemente a innovazione, seguendo
in tal modo il continuo progresso
tecnologico.
■■ Sicurezza
SIVACON S8 significa sicurezza al massimo livello. Il quadro è omologato ed è
stato sottoposto alle prove di tipo e alle
verifiche di progetto. Le sue caratteristiche fisiche sono state verificate in laboratorio sia per le situazioni di esercizio
che per quelle di guasto. Inoltre, già nella
versione standard, è garantita la sicurezza del personale in caso di arco interno
secondo IEC 61641.
Highlights
■■ Sicurezza per le persone
e dell’impianto, grazie alla verifica
di progetto mediante prova
secondo IEC 61439-2
■■ Massima sicurezza per le persone
e dell’impianto in caso di arco
elettrico secondo IEC 61641
o VDE 0660 Parte 500-2
■■ Elevata flessibilità grazie all’innovativa tecnica modulare
Indice
SIVACON S8 - Panoramica
6
Dati tecnici
11
Struttura, involucro e sbarre di distribuzione
12
Configurazione con interruttori automatici
14
Flessibilità e sicurezza
16
Comando e manovrabilità
18
Sistema universale
20
Sistema a installazione fissa con coperture frontali
22
Tecnica in-line SENTRON 3NJ4
24
Tecnica in-line SENTRON 3NJ6
26
Quadri di rifasamento
28
Protezione arco interno
30
SIVACON S8 - Quadro elettrico di distribuzione
32
in bassa tensione a norma e omologato
Metodi di verifica
33
Gestione dell’energia con il quadro elettrico SIVACON S8 34
Check-list progetto
35
3
Distribuzione sicura e completa dell’energia
La nostra gamma completa di prodotti e sistemi offre possibilità di applicazioni
sicure, flessibili ed economiche per la distribuzione di energia in bassa tensione
sia nel settore industriale, che in quello delle infrastrutture.
4
5
SIVACON S8 - Panoramica
Design esterno
Sistema con interruttori automatici
Sistema universale
Sistema di installazione fissa
Sistema di installazione
esecuzione fissa
esecuzione estraibile
cassetti estraibili
cassetti fissi
sistema plug-in
installazione fissa con coperture frontali
Funzioni
arrivo linea
congiuntore
feeder
partenze feeder
partenze motori (MCC)
partenze feeder
Corrente nominale In
fino a 6300 A
fino a 630 A
fino a 250 kW
fino a 630 A
Allacciamento
anteriore o posteriore
anteriore o posteriore
anteriore
Largh. colonna (mm)
400 • 600 • 800 • 1000 • 1400
600 • 1000 • 1200
1000 • 1200
Forma costruttiva
forma 1*, 2b, 3a, 4b, 4 tipo 7 (BS)
forma 2b, 3b, 4a, 4b, 4 tipo 7 (BS)
forma 1*, 2b, 3b, 4a, 4b
Posizione delle sbarre
dietro/in alto
dietro/in alto
dietro/in alto
* È possibile una copertura aggiuntiva.
6
Tecnica in-line 3NJ6
Tecnica in-line 3NJ4
Rifasamento
tecnica a innesto
installazione fissa
installazione fissa
partenze feeder
partenze feeder
rifasamento
fino a 630 A
fino a 630 A
senza bobina fino a 600 kvar
con bobina fino a 500 kvar
anteriore
anteriore
anteriore
1000 • 1200
600 • 800 •1000
800
forma 1*, 3b, 4b
forma 1*, 2b
forma 1*, 2b
dietro/in alto
dietro
dietro/in alto (senza sbarre)
7
SIVACON S8 - Panoramica
Design interno
Sistema con interruttori automatici
Sistema universale
Sistema di installazione fissa
Sistema di installazione
esecuzione fissa
esecuzione estraibile
cassetti estraibili
cassetti fissi
sistema plug-in
installazione fissa con coperture frontali
Funzioni
arrivo linea
congiuntore
feeder
partenze feeder
partenze motori (MCC)
partenze feeder
Corrente nominale In
fino a 6300 A
fino a 630 A
fino a 250 kW
fino a 630 A
Allacciamento
anteriore o posteriore
anteriore o posteriore
anteriore
Largh. colonna (mm)
400 • 600 • 800 • 1000 • 1400
600 • 1000 • 1200
1000 • 1200
Forma costruttiva
forma 1*, 2b, 3a, 4b, 4 tipo 7 (BS)
forma 2b, 3b, 4a, 4b, 4 tipo 7 (BS)
forma 1*, 2b, 3b, 4a, 4b
Posizione delle sbarre
dietro/in alto
dietro/in alto
dietro/in alto
* È possibile una copertura aggiuntiva.
8
Tecnica in-line SENTRON 3NJ6
Tecnica in-line SENTRON 3NJ4
Rifasamento
tecnica a innesto
installazione fissa
installazione fissa
partenze feeder
partenze feeder
rifasamento
fino a 630 A
fino a 630 A
senza bobina fino a 600 kvar
con bobina fino a 500 kvar
anteriore
anteriore
anteriore
1000 • 1200
600 • 800 •1000
800
forma 1*, 3b, 4b
forma 1*, 2b
forma 1*, 2b
dietro/in alto
dietro
dietro/in alto (senza sbarre)
9
Caratteristiche
Design pannello laterale
Uniforme tipologia di identificazione
per colonna e cubicolo
Sbarre di distribuzione posizionate in alto
fino a 6300 A
Sbarre di distribuzione posizionate dietro
(in alto o in basso) fino a 7000 A
Sistema di chiusura
Sistema con leva girevole lucchettabile
Sistema di contatti a inserimento brevettato
e resistente per una lunga durata nel tempo
Cassetti estraibili di piccola taglia fino a
63 A - 30 kW. Possibilità di montaggio di 48
unità (taglia ¼) a colonna
Serranda di protezione a doppia azione
per inserimento dei cassetti estraibili
con elevato grado di sicurezza delle persone
Sistema di protezione arco interno,
per un’elevata sicurezza delle persone
e dell’impianto
Posizione di cassetto disconnesso lucchettabile
per la sicurezza durante la fase di manutenzione
e messa in servizio
Opzione di codifica per i cassetti estraibili
(fino a 9216 opzioni) per un’attribuzione univoca
della posizione del cassetto nella colonna
10
Dati tecnici
Quadro elettrico di distribuzione in bassa tensione SIVACON S8
Norme e prescrizioni
Distribuzione in bassa tensione
Verifiche di progetto
IEC 61439-2
DIN EN 61439-2 (VDE 0660 Parte 600-2)
Protezione arco interno
IEC 61641, VDE 0660 Parte 500-2
Protezione contro scossa elettrica
DIN EN 50274, VDE 0660 Parte 514
Tensione di isolamento nominale (Ui)
Circuito principale
fino a 1000 V
Tensione di impiego nominale (Ue)
Circuito principale
fino a 690 V
Distanze di isolamento in aria
Tensione di tenuta a impulso
nominale (Uimp)
8 kV
Categoria di sovratensione
III
Grado di inquinamento
3
Sbarre di distribuzione principali
orizzontali
Corrente nominale
fino a 7000 A
Corrente di tenuta a impulso nominale (Ipk)
fino a 330 kA
Sbarre di distribuzione verticali per
sistema con interruttori automatici
Corrente nominale
Sbarre di distribuzione
(3 poli e 4 poli)
Corrente nominale ammissibile di breve durata (Icw)
fino a 6300 A
Corrente di tenuta a impulso nominale (Ipk)
fino a 220 kA
Corrente nominale ammissibile di breve durata (Icw)
Sbarre di distribuzione verticali
per sistema universale e sistema
a installazione fissa
Forma costruttiva
Trattamento superficiale
fino a 100 kA (1s)
Corrente nominale
fino a 1600 A
Corrente di tenuta a impulso nominale (Ipk)
fino a 143 kA
Corrente nominale ammissibile di breve durata (Icw)
Sbarre di distribuzione verticali
per tecnica in-line SENTRON 3NJ4
(installazione fissa)
Corrente nominale
Sbarre di distribuzione verticali
per tecnica in-line SENTRON 3NJ6
(a innesto)
Corrente nominale
Correnti nominali degli apparecchi
fino a 150 kA (1s)
fino a 65 kA* (1s)
fino a 1600 A
Corrente di cortocircuito condizionata nominale (Icc)
fino a 50 kA
fino a 2100 A
Corrente di tenuta a impulso nominale (Ipk)
fino a 110 kA
Corrente nominale ammissibile di breve durata (Icw)
fino a 50 kA* (1s)
Interruttori automatici SENTRON 3WL e SENTRON 3VL
fino a 6300 A
Partenze feeder
fino a 630 A
Partenze motori
fino a 250 kW
IEC 61439-2, Sezione 8.101,
VDE 0660 Parte 600-2, 8.101
Dalla forma 1 alla forma 4
BS EN 61439-2
Fino alla forma 4 tipo 7
(verniciatura secondo DIN 43656)
Parti strutturali, zoccoli
Zincatura Sendzimir
Porte
Verniciatura a polvere
Pannelli laterali
Verniciatura a polvere
Pannelli posteriori, lamiere di
copertura
Zincatura Sendzimir
Tetto di ventilazione (IPX1, IPX2)
Verniciatura a polvere
Colore standard delle parti verniciate a
polvere (spessore strato 100 ± 25 µm)
RAL 7035, grigio chiaro
Parti di design: Blue Green Basic
Grado di protezione IP
a norma IEC 60529, EN 60529
IP30 • IP31 • IP40 • IP41 • IP42 • IP54
Dimensioni
Dimensioni secondo DIN 41488
Altezza (senza zoccolo):
Larghezza:
Profondità (disposizione
su un fronte):
Profondità (disposizione
su doppio fronte):
2000, 2200 mm
200, 350, 400, 600,
800, 850, 1000, 1200 mm
500, 600, 800 mm
1000, 1200 mm
* Corrente di cortocircuito condizionata nominale (Icc) = 100 kA.
11
Differenti possibilità di posizionamento delle sbarre e profili stabili in lamiera di acciaio offrono la massima sicurezza e flessibilità.
Struttura, involucro e sbarre
di distribuzione
Il quadro di distribuzione SIVACON S8 coniuga economicità ed elevata qualità.
■■ Sicurezza e funzionalità
Sicuro, facile da utilizzare e con il nuovo
design soddisfa tutte le esigenze. La
struttura e tutti gli elementi portanti della colonna sono costituiti da stabili profili
in lamiera di acciaio assemblati tra loro. Il
sistema di chiusura delle porte brevettato
garantisce la massima sicurezza: la cerniera universale della porta consente di
cambiare con semplicità il lato di battuta.
Le porte, accanto alle classiche chiusure
a doppia mappa, sono disponibili con
una serie di chiusure a scelta secondo le
diverse esigenze (chiusure con maniglia
girevole con o senza serratura di sicurezza). Come standard è prevista una separazione da colonna a colonna. Le superfici
della struttura, degli zoccoli, dei pannelli
posteriori e delle lamiere di fondo sono
trattate con zincatura Sendzimir. Le
porte, i rivestimenti e le basi degli zoccoli
vengono verniciati a polvere o laccate.
■■ Flessibilità
Le sbarre di distribuzione principali si
trovano a scelta in alto o dietro, in caso di
necessità possono essere realizzati anche
due sistemi di sbarre. Il sezionamento
per il trasporto è facilmente accessibile
dal fronte o dall’alto. I collegamenti delle
sbarre di distribuzione non necessitano
di manutenzione.
Highlights
Dati tecnici
Struttura
Sbarre di
distribuzione
12
Angolo di apertura della porta
125 ° • 180 ° (stand-alone)
Altezza della struttura
2000 • 2200 mm
Altezza dello zoccolo
100 • 200 mm
Grado di protezione
secondo IEC 60529: IP30 • IP31
IP40 • IP41 • IP42 • IP54
Correnti nominali
fino a 7000 A
Corrente nominabile
ammissibile di picco (Ipk)
fino a 330 kA
Corrente nominale ammissibile
di breve durata (Icw)
fino a 150 kA
■■ Elevata sicurezza delle persone,
grazie al sistema di chiusura delle
porte brevettato
■■ Posizionamento delle sbarre di
distribuzione adattabile alle diverse
applicazioni
■■ Elevata flessibilità, grazie a sistemi
di sbarre di distribuzione variabili
fino a 7000 A
Struttura del quadro
1
11
2
21
10
12
9
20
17
19
8
13
16
3
18
15
14
4
7
6
5
Struttura
1 Ampliamento tetto per IPX1
2 Pannello posteriore
3 Pannello laterale Design
4 Struttura
5 Pareti dello zoccolo
6 Zoccolo
7 Coperture con alette
di ventilazione
8 Porta alettata
9 Porta modulare
10 Copertura frontale
Sbarre di distribuzione
11 Sbarra di distribuzione principale (L1 ... L3, N) - in alto
12
13
14
15
Suddivisione interna
18 Vano apparecchi/distribuzione sbarre posteriori
Sbarra di distribuzione principale (L1 ... L3, N) - posteriore in alto 19 Chiusura sezioni
Sbarra di distribuzione principale (L1 ... L3, N) - posteriore in basso 20 Separazione tra unità funzionali
21 Cella ausiliaria/cross-wiring
Sbarra di distribuzione principale (PE) - in basso
Sbarre di distribuzione (L1 ... L3, N)
vano apparecchi
16 Sbarre di terra (PE)
vano risalita cavi
17 Sbarre di distribuzione neutro (N)
vano risalita cavi
13
Massima sicurezza e continuità senza interruzioni
negli edifici funzionali.
La versione compatta con larghezza della colonna di soli 400 mm, è equipaggiabile
con interruttore di tipo aperto SENTRON 3WL con corrente nominale fino a 1600 A.
Configurazione con interruttori automatici
Le colonne con interruttori automatici SENTRON 3WL e SENTRON 3VL garantiscono
la sicurezza delle persone e l’affidabilità dell’impianto a lungo termine.
■■ Sicurezza e semplicità
Gli arrivi linea, le partenze e i congiuntori
sono realizzati impiegando interruttori
automatici di tipo aperto SENTRON 3WL in
esecuzione fissa o estraibile
(in alternativa anche con interruttori
scatolati SENTRON 3VL). Poiché di norma
a valle di queste colonne sono collegati
molti utilizzatori, esse assumono un rilievo
particolare per la sicurezza delle persone
e l’affidabilità dell’impianto a lungo
termine. SIVACON S8 soddisfa queste
esigenze in modo compatto e sicuro.
La posizione di esercizio, di test o di
sezionamento con l’interruttore automatico aperto SENTRON 3WL avviene a porta
chiusa. Il test secondo IEC 61439-2 per
tutte le grandezze costruttive garantisce
un’elevata sicurezza.
Dati tecnici
14
Sistema di installazione
estraibile e/o fissa
Funzioni
arrivo linea, congiuntore e cable feeder
Corrente nominale In
fino a 6300 A
Accessibilità
anteriore o posteriore
Larghezza colonna (mm)
400 • 600 • 800 • 1000 • 1400
Forma costruttiva
forma 1, 2b, 3a, 4b, 4 tipo 7 (BS)
Posizione sbarre di distribuzione
in alto e posteriori in alto/basso
■■ Flessibilità per le esigenze individuali
Le dimensioni delle colonne sono adattate
alle grandezze costruttive degli interruttori
automatici e possono essere selezionate
secondo le necessità individuali. Questa
configurazione offre collegamenti ottimali
per ogni campo di corrente nominale. Il
sistema dispone, oltre che dei collegamenti cavi, anche di collegamenti omologati a
sistemi di condotti a sbarre SIVACON 8PS.
Il vano ausiliario, in questa configurazione, è impiegato per il monitoraggio
e il controllo del relativo interruttore automatico di tipo aperto SENTRON 3WL.
I collegamenti ai sistemi di condotti
a sbarre sviluppati appositamente per
SIVACON S8 sono parte integrante delle
colonne. Queste colonne sono costituite
da tre spazi funzionali. Il vano apparecchi
ausiliari offre condizioni di spazio ottimali
per gli apparecchi di commutazione per il
controllo e il monitoraggio. Essi vengono
disposti su un supporto porta-apparecchi
ausiliari separabile dalla parte di potenza.
Possibilità di ispezione senza rimuovere
l’interruttore automatico aperto SENTRON 3WL.
Ai fini dell’economicità, la colonna offre spazio per
un massimo di 3 interruttori automatici di tipo aperto
SENTRON 3WL.
A seconda della posizione del cavo o dello
spazio di collegamento delle sbarre, il
supporto può essere disposto in alto e/o
in basso.
■■ Soluzioni economiche
Con una larghezza di 600 mm e una
profondità di 800 mm, la colonna con tre
interruttori automatici aperti necessita di
uno spazio minimo. In questa versione il
collegamento dei cavi nel campo avviene
posteriormente.
Highlights
■■ Massima sicurezza, grazie
alla posizione di esercizio, di test
e di sezionamento a porta chiusa
■■ Condizioni di spazio ottimali
per il collegamento in ogni campo
di corrente nominale
■■ Collegamento omologato ai
sistemi di condotti a sbarre
SIVACON 8PS
15
Distribuzione dell’energia sicura e continua con possibilità
di applicazione flessibili per impianti industriali.
È possibile combinare cassetti estraibili, cassetti fissi e sezionatori
SENTRON 3NJ6 in un’unica configurazione.
Flessibilità e sicurezza
I Motor Control Center (MCC) in configurazione con cassetti estraibili offrono soluzioni
flessibili per tutte le esigenze degli impianti industriali.
■■ I vantaggi di una combinazione
flessibile
Molte applicazioni richiedono una struttura del quadro elettrico di distribuzione che
consenta uno sfruttamento ottimale dello
spazio. Una soluzione adatta in tal caso è
la combinazione di diverse tecniche
di installazione in una stessa colonna. Il
sistema universale di SIVACON offre al
tempo stesso sicurezza, massima flessibilità ed economicità.
In caso di esigenze spesso diverse, come
variazioni della potenza
del motore o collegamento di nuovi utilizzatori, i cassetti estraibili assicurano la
necessaria flessibilità. L’utilizzo
semplice e sicuro e i conseguenti tempi
brevi di modifica garantiscono l’elevata
disponibilità dell’impianto.
■■ Massima sicurezza
Il sistema per la distribuzione delle sbarre
nella colonna è disposto nella parte
posteriore della stessa, e l’estraibilità del
cassetto offre protezione a prova di dito
(IP20B) alle parti in tensione, anche senza
serrande aggiuntive.
Il cassetto estraibile può essere inserito in
modo sicuro contro l’arco elettrico grazie
alla serranda con sistema double action.
Modularità dei cassetti estraibili.
Dati tecnici
16
Sistema di installazione
cassetti estraibili, tecnica di installazione
fissa e tecnica a innesto
Funzioni
uscite cavi e partenze motori (MCC)
Corrente nominale In
fino a 630 A, fino a 250 kW
Accessibilità
anteriore e posteriore
Larghezza colonna (mm)
600 • 1000 • 1200
Forma costruttiva
forma 2b, 3b, 4a, 4b, 4 tipo 7 (BS)
Posizione sbarre di distribuzione
in alto e posteriori in alto/basso
La configurazione con cassetti estraibili è adatta nelle situazioni con frequenti
richieste di modifiche e/o implementazioni.
L’innesto alle sbarre principali avviene
tramite l’apertura di una griglia di 50 mm
posta sulla serranda.
Ciò garantisce il massimo della flessibilità
in caso di ampliamenti successivi.
■■ Compattezza ed economicità
Adattando la grandezza dei cassetti
estraibili SIVACON S8 alla potenza, è
possibile ridurre al minimo le dimensioni
del quadro elettrico. A ciò contribuiscono
Il quadro elettrico SIVACON S8 si adatta perfettamente
a tutte le esigenze in relazione allo spazio disponibile.
in particolare i cassetti estraibili piccoli
e compatti. Con i moduli di dimensioni
ridotte 1/4 (fino a quattro moduli per
scomparto) e 1/2 (fino a due moduli per
scomparto) e con i moduli a partire da
100 mm di altezza, è possibile ottenere
una densità di compattazione molto
elevata. I cassetti estraibili rispettano le
distanze di isolamento sul lato di ingresso
e di uscita.
In caso di spazio ridotto, con i piccoli cassetti estraibili è
possibile ottenere un’elevata densità di compattazione.
Highlights
■■ Ottimizzazione dello spazio, grazie
alla combinazione di diverse tecniche
di installazione
■■ Elevata sicurezza delle persone,
anche in caso di guasto, grazie
alla chiusura degli sportelli frontali
in tutte le posizioni (posizione
di esercizio, di test, di sezionamento)
■■ Sistema di contatti brevettato
resistente all’usura
17
Motor Control Center è adatto anche per un ambiente
industriale gravoso.
Comando semplice e sicuro dei moduli a porte chiuse.
Comando e manovrabilità
I cassetti estraibili offrono grande sicurezza e flessibilità
con una manovrabilità standarizzata.
La gestione dell’energia deve
costantemente fare fronte a nuove
necessità? I moduli SIVACON vi offrono
esattamente la sicurezza e flessibilità di
cui avete bisogno. Si possono sostituire
o modificare semplicemente e senza
disconnettere la colonna. Che si tratti di
moduli piccoli o grandi, le dimensioni si
adattano in modo ottimale alla potenza
Nella posizione di esercizio sono chiusi
sia i contatti di potenza, sia quelli ausiliari.
necessaria. Il sistema di contatti a innesto
brevettato è di semplice utilizzo
e particolarmente resistente all’usura.
Tutti i componenti dei moduli in
posizione di sezionamento si trovano
all’interno del perimetro dei moduli,
in modo da essere protetti da eventuali
danneggiamenti. I cavi vengono cablati
nelle rispettive morsettiere poste sul lato
Nella posizione “disconnesso” sono aperti
sia i contatti di potenza, sia quelli ausiliari.
0
18
destro della colonna. Qui sono presenti
portanti per fissare i cavi. In alternativa
è possibile effettuare il collegamento del
cavo sul retro della colonna. In tal caso
lo spazio di collegamento dei cavi sulla
destra viene meno e la larghezza della
colonna viene ridotta a 600 mm.
Nella posizione di test sono aperti i contatti
di potenza, e sono chiusi quelli ausiliari.
TEST
La codifica dei moduli evita che vengano scambiati
moduli della stessa grandezza.
I moduli di tutte le dimensioni dispongono
di una protezione dagli errori di comando
integrata e di una visualizzazione chiara
e uniforme delle posizioni. Il passaggio
in posizione di test, di sezionamento
o di esercizio avviene a porta chiusa
mantenendo il grado di protezione.
Oltre all’interruttore principale, è
possibile bloccare anche la posizione di
sezionamento per una maggiore sicurezza.
La codifica opzionale evita che vengano
scambiati moduli della stessa grandezza.
Protezione completa del motore integrata tramite SIMOCODE
che comunica in protocollo Profibus DP.
■■ Comunicazione e analisi
Utilizzando la comunicazione tramite
Profibus DP con SIMOCODE pro è
possibile avere una protezione completa
del motore integrata, numerose funzioni
di comando e possibilità di analisi.
Il funzionamento di ogni modulo può
avvenire in modo autonomo tramite
un pannello operatore.
Ciò permette una riduzione delle spese
di hardware e cablaggio.
Highlights
■■ Elevata sicurezza, grazie a interfacce
uniformi per tutte le dimensioni dei
moduli
■■ Protezione dallo scambio di moduli
della stessa grandezza, grazie alla
codifica degli stessi
■■ Possibilità di diagnosi tramite
la comunicazione attraverso
Profibus DP con SIMOCODE pro
19
La sicurezza di funzionamento e le ridotte dimensioni d’ingombro sono I cassetti fissi in combinazione con la tecnica in-line SENTRON 3NJ6
importanti per l’approvvigionamento energetico nell’infrastruttura.
a innesto possono essere sempre associate in modo personalizzato.
Sistema universale
Grazie a questo sistema universale, nella stessa colonna è possibile combinare
cassetti fissi con moduli a innesto.
■■ Combinazione ottimale dei moduli
Il sistema universale di SIVACON è adatto
a uscite cavi fino a 630 A. Le unità funzionali combinabili a piacere con la tecnica
modulare consentono di ottenere una
struttura del quadro elettrico che sfrutta
lo spazio in modo ottimale.
È possibile impiegare una porta intera ad
altezza di colonna o porte modulari.
I cavi provenienti dal campo vengono
collegati sul lato destro della colonna.
Qui sono presenti portanti per fissare
i cavi. In alternativa è possibile effettuare
il collegamento del cavo sul retro della
colonna. In tal caso lo spazio di collegamento dei cavi sulla destra viene meno
e la larghezza della colonna viene ridotta
a 600 mm.
■■ Distribuzione sicura e flessibile
Le sbarre di distribuzione verticali della
colonna sono disposte nella parte posteriore sinistra. Sono possibili collegamenti alle
sbarre di distribuzione verticali mediante
cavi, conduttori o sbarre senza forare o
punzonare. Ciò garantisce il massimo della
flessibilità anche in caso di ampliamenti
successivi.
Composizione dello scomparto – suddivisione
degli spazi funzionali a seconda delle necessità.
Dati tecnici
20
Sistema di installazione
cassetti fissi con porte modulari e tecnica a innesto
Funzioni
cable feeder
Corrente nominale In
fino a 630 A
Accessibilità
anteriore e posteriore
Larghezza colonna (mm)
600 • 1000 • 1200
Forma costruttiva
forma 2b, 3b, 4a, 4b
Posizione sbarre di distribuzione
in alto e posteriori in alto/basso
La suddivisione interna degli spazi a seconda delle necessità garantisce
elevata flessibilità.
■■ Struttura modulare e variabile
L’installazione degli apparecchi avviene su
appositi supporti modulari e pre-configurati.
Possono essere dotati di interruttori automatici
o sezionatori sotto carico con fusibili NH. Il
collegamento dei cavi avviene direttamente
sull’apparecchio o, in caso di requisiti superiori,
su speciali terminali di collegamento brevettati.
Le sbarre di distribuzione verticali della colonna
offrono molteplici possibilità di collegamento.
I terminali brevettati si collegano in modo sicuro,
flessibile e semplice.
Nei 600 mm inferiori del vano apparecchi
si ha la possibilità di installare sezionatori
sotto carico con fusibile NH SENTRON 3NJ6.
Questi sono muniti di un contatto a innesto
sul lato di alimentazione. Ciò consente
di scambiare o montare successivamente
i sezionatori sotto carico senza disinserire
la colonna.
Highlights
■■ Elevata flessibilità, grazie a unità
funzionali combinabili, a scelta,
con tecnica modulare
■■ Molteplici possibilità di collegamento
al sistema di sbarre di distribuzione
della colonna
■■ Esecuzione economica
della suddivisione interna,
tramite moduli aggiuntivi
21
In una serie di applicazioni industriali non è necessario sostituire
i componenti in condizioni di esercizio.
Le coperture frontali nella colonna in un sistema a installazione
fissa sono semplici da montare e permettono di ottenere
un frontale uniforme.
Sistema a installazione fissa
con coperture frontali
L’installazione fissa con coperture frontali consente di strutturare in modo economico
unità di elevata potenza e di montare apparecchi modulari.
■■ Sicurezza ed economicità
Se la sostituzione di componenti in
condizioni di esercizio non è necessaria
o se sono accettabili brevi tempi di fuori
servizio, il sistema di installazione fissa di
SIVACON si propone come soluzione sicura
ed economica. L’impianto è concepito per
uscite cavi fino a 630 A. Le singole unità
funzionali possono essere combinate a
scelta con la tecnica modulare, offrendo
la flessibilità di cui si ha bisogno. I moduli
aggiuntivi permettono di suddividere gli
spazi funzionali a seconda delle necessità (fino alla forma 4b).
La copertura girevole garantisce inoltre
la semplicità di messa in servizio e
manutenzione. I cavi dal campo vengono
collegati sul lato destro della colonna. Qui
sono presenti portanti per fissare i cavi.
■■ Flessibilità e ingombro ridotto
Le sbarre di distribuzione verticali della
colonna sono disposte nella parte posteriore sinistra. Sono possibili collegamenti alle sbarre di distribuzione verticali
mediante cavi, conduttori o sbarre senza
forare o punzonare. Ciò garantisce
il massimo della flessibilità anche in caso
di ampliamenti successivi.
La guida profilata multipla in alluminio consente il
montaggio semplice di apparecchi di installazione.
Dati tecnici
22
Sistema di installazione
installazione fissa con coperture frontali
Funzioni
cable feeder
Corrente nominale In
fino a 630 A
Accessibilità
anteriore
Larghezza colonna (mm)
1000 • 1200
Forma costruttiva
forma 1*, 2b, 4a, 4b
Posizione sbarre di distribuzione
in alto e posteriori in alto/basso
* È possibile una copertura aggiuntiva.
Moduli aggiuntivi permettono di suddividere gli spazi funzionali a seconda
delle necessità.
■■ Moduli multifunzionali
L’installazione delle apparecchiature
avviene su supporti porta-apparecchi
modulari con graduale profondità.
Questi possono essere dotati di interruttori automatici scatolati, sezionatori
sottocarico con fusibili o interruttori
automatici modulari. Sono possibili anche
diversi raggruppamenti di apparecchi
Possibilità di disposizione degli apparecchi come
derivazioni singole o multiple.
nello stesso modulo. Vengono fissati al
supporto porta-apparecchi e collegati
direttamente alla sbarra di distribuzione.
Il collegamento dei cavi avviene sull’apparecchio o, in caso di richiesta, su speciali
terminali di collegamento dei cavi. La
copertura frontale, consente un comando
semplice direttamente sull’apparecchio.
Highlights
■■ Disposizione di apparecchi come
derivazioni singole o multiple
■■ Più sicurezza con moduli standard
omologati
■■ Estrema flessibilità, grazie
alla combinazione di unità con
elevata potenza e apparecchi
modulari
23
La tecnica in-line è particolarmente adatta per applicazioni con
molte derivazioni cavi in uno spazio ristretto.
Con la tecnica in-line SENTRON 3NJ4 a installazione fissa,
è possibile installare fino a 18 uscite per colonna.
Tecnica in-line SENTRON 3NJ4
La struttura compatta della tecnica in-line consente di realizzare applicazioni ottimali
ed economiche nell’infrastruttura.
■■ Compattezza e sicurezza
Le colonne per le uscite cavi con tecnica di
installazione fissa fino a 630 A sono dotate
di sezionatori sottocarico con fusibile
NH SENTRON 3NJ4 installati verticalmente.
Grazie alla loro forma compatta e alla struttura modulare consentono applicazioni
ottimali ed economiche nell’infrastruttura.
Blocchi standard omologati garantiscono
la massima sicurezza.
A seconda della larghezza della colonna è
possibile installare fino a nove sezionatori
sottocarico di grandezza da 1 a 3, oppure
18 sezionatori sottocarico di grandezza 00.
Per l’installazione di apparecchi ausiliari aggiuntivi, guide profilate, canaline per cavi,
morsettiere, ecc., può essere prevista una
lamiera porta-apparecchi nella colonna.
Gli strumenti di misura e gli elementi di
comando vengono installati nella porta.
Dati tecnici
24
Sistema di installazione
installazione fissa
Funzioni
cable feeder
Corrente nominale In
fino a 630 A
Accessibilità
anteriore
Larghezza colonna (mm)
600 • 800 • 1000
Forma costruttiva
forma 1*, 2b
Posizione sbarre di distribuzione
posteriori in alto e/o basso
* È possibile una copertura aggiuntiva.
■■ Economicità e adattabilità
Il sistema di sbarre orizzontali della colonna
(conduttori di fase L1, L2, L3) è posizionato orizzontalmente nella parte posteriore
della colonna. Le sbarre di conduttore, PEN
o neutro sono installate separatamente
dai conduttori di fase e posizionate nello
spazio di collegamento dei cavi in alto o in
basso nella colonna.
Colonna con sezionatori sottocarico con fusibile NH SENTRON 3NJ4
e kit di montaggio veloce per apparecchi modulari.
■■ Flessibilità
I sezionatori sottocarico di grandezza da 1
a 3 vengono montati sul sistema di sbarre
orizzontali della colonna. Per le barre di
contatto di grandezza 00, il montaggio
viene effettuato su un adattatore. Il collegamento dei cavi avviene nella parte anteriore direttamente sull’apparecchio. I cavi
possono entrare nella colonna dall’alto o
dal basso. La chiusura anteriore è assicurata da una porta intera ad altezza colonna.
Per gradi di protezione fino a IP31, è
Gli apparecchi compatti possono essere montati in modo ottimale con
molteplici possibilità di collegamento anche in uno spazio ridotto.
disponibile, come esecuzione opzionale,
un’apertura che consente il comando degli
apparecchi a porta chiusa. Il comando
avviene direttamente sull’apparecchio.
I sezionatori sottocarico possono essere
equipaggiati con un massimo di tre trasformatori di corrente. Per effettuare una
misurazione della corrente totale riferita
alla colonna, il sistema offre la possibilità
di installare trasformatori di corrente nel
sistema di sbarre della colonna.
Highlights
■■ Ingombro ridotto, grazie alla
struttura compatta, con un massimo
di 18 uscite per colonna
■■ Sistema complessivo economico,
grazie al massimo carico possibile
delle sbarre principali, con disposizione su sistema di sbarre della
colonna separato
■■ Installazione opzionale di kit
di montaggio veloce o supporti
porta-apparecchi equipaggiabili
liberamente
25
La tecnica in-line è particolarmente adatta per applicazioni con molte
derivazioni cavi in uno spazio ristretto.
La colonna per sezionatori sotto carico con fusibile
NH SENTRON 3NJ6 è adatta per un massimo di 35 uscite
con fusibili.
Tecnica in-line SENTRON 3NJ6
La tecnica a innesto consente, grazie alla sua struttura modulare, una conversione
o sostituzioni semplici e rapide in condizioni di esercizio.
■■ Variabilità con la tecnica a innesto
Gli apparecchi di commutazione con forma
costruttiva in-line verticale e il contatto a
innesto sul lato di alimentazione offrono
un’alternativa economica alla tecnica a
inserimento e consentono, grazie alla loro
struttura modulare, una conversione o una
sostituzione semplici e rapide in condizioni
di esercizio. I sezionatori sottocarico con
interruzione doppia sono adatti per uscite
cavi fino a 630 A.
Con un massimo di 35 derivazioni per
colonna, gli apparecchi di commutazione
raggiungono una elevata densità
di compattazione.
■■ Sicurezza e flessibilità
Il sistema di sbarre di distribuzione della
colonna è disposto nella parte posteriore
della colonna con tecnica in-line e offre
protezione a prova di dito (IP20B) per le
parti in tensione. Le aperture di presa
sono disposte in una griglia del modulo
di 50 mm. Ciò garantisce il massimo della
flessibilità anche in caso di ampliamenti
successivi.
Sistema di sbarre a innesto,
con copertura a prova di dito (IP20B).
Dati tecnici
26
Sistema di installazione
tecnica ad innesto
Funzioni
cable feeder
Corrente nominale In
fino a 630 A
Accessibilità
anteriore
Larghezza colonna (mm)
1000 • 1200
Forma costruttiva
forma 1*, 3b, 4b
Posizione sbarre di distribuzione
in alto e posteriore in alto e/o basso
* È possibile una copertura aggiuntiva.
La combinazione del sistema a innesto, con celle ausiliarie disponibili, consente
un eventuale spazio per apparecchiature di rilevamento dati.
■■ Compattezza con funzionalità elevata
Il collegamento dei cavi avviene
nella parte anteriore direttamente
sull’apparecchio. È possibile installare
fino a quattro trasformatori di corrente
necessari all’interno del perimetro degli
I sezionatori sottocarico con fusibile NH SENTRON 3NJ6
dispongono, di serie, di un’interruzione singola o doppia.
apparecchi. Possono essere integrati
strumenti di misura e di segnalazione.
La chiusura anteriore è realizzata per
mezzo di una porta di scomparto in cui
possono essere installati strumenti di
misura o segnalazione.
Highlights
■■ Elevata disponibilità di impianto,
grazie alla conversione o sostituzione
in condizioni di esercizio
■■ Montaggio semplice ed economico,
grazie al contatto a innesto sul lato
alimentazione
Gli scomparti per apparecchi offrono spazio sufficiente per:
morsettiere, strumenti di misura, interruttori automatici, ecc.
■■ Elevata densità di compattazione,
con un massimo di 35 derivazioni
per colonna
27
Con i quadri di rifasamento è possibile ridurre i costi energetici
sia in applicazioni industriali, sia nelle infrastrutture.
Quadri di rifasamento
Risparmiare costi con la tecnica intelligente di SIVACON.
■■ Economicità del sistema
La potenza reattiva si genera in una rete
elettrica sia mediante utilizzatori induttivi
lineari come: motori, trasformatori e
bobine; sia mediante utilizzatori induttivi
non lineari come: convertitori di corrente,
saldatori, forni elettrici ad arco e impianti
UPS. I quadri di rifasamento rimpiazzano
trasformatori e cavi, riducendo le perdite
di trasmissione e risparmiando quindi
energia.
A seconda della struttura dell’utilizzatore,
la compensazione della potenza reattiva
è dotata di unità di condensatori con o
senza bobina di arresto. L’unità dispone
di un regolatore elettronico di potenza
reattiva per l’installazione nella porta.
L’impostazione del valore C/k è automatica. Il display multifunzione serve
anche per l’impostazione e la visualizzazione di vari parametri. Il cosj nominale
desiderato può essere impostato da 0,8
induttivo a 0,8 capacitivo.
Vengono visualizzati parametri di rete
come U, l, f, cosj, P, S, Q e armoniche..
L’unità di condensatori (fino a 200 kvar)
con condensatori MKK dispone di un
sezionatore sottocarico con fusibile,
contattori per condensatori, apparecchi
di scarica e bobine di filtraggio. L’unità
di sezionatori sottocarico può essere
utilizzata facoltativamente per la messa
fuori tensione centrale delle unità di
condensatori installate.
Dati tecnici
28
Sistema di installazione
installazione fissa
Funzioni
compensazione centrale della potenza reattiva
Corrente nominale In
senza bobina di arresto fino a 600 kvar e con bobina di arresto fino a 500 kvar
Potenza reattiva Q capacitiva
grado di bloccaggio: assente • 5,67 % • 7 % • 14 %
Accessibilità
anteriore
Larghezza colonna (mm)
800
Forma costruttiva
forma 1*, 2b
Posizione sbarre di distribuzione
assenti, in alto e posteriori in alto e/o basso
* È possibile una copertura aggiuntiva.
La colonna per la compensazione della potenza reattiva, grazie alla struttura
modulare, si adatta a potenze reattive variabili.
La colonna per la compensazione della
potenza reattiva è disponibile con o senza
sistema di sbarre principali. In questo
modo la colonna può essere integrata
nell’impianto di distribuzione direttamente e in modo omologato. Vengono così
meno ulteriori protezioni e collegamenti
di cavi tra l’impianto di distribuzione e la
compensazione della potenza reattiva.
Le unità di condensatori possono essere utilizzate
con o senza bobina di arresto.
Per l’installazione delle unità di regolatori,
condensatori o interruttori di gruppo è
a disposizione tutta l’altezza del vano
apparecchi. Il vano apparecchi viene
chiuso con una porta intera, ad altezza di
colonna, con aperture di ventilazione.
Highlights
■■ Maggiore economicità, con costi
energetici inferiori
■■ Dimensionamento efficiente della
rete, mediante potenza reattiva
bassa
■■ Utilizzo semplice, grazie a
sezionatori sottocarico, per la messa
fuori tensione centrale delle unità
di condensatori
29
Gli infortuni più gravi sul lavoro in impianti di distribuzione, in bassa
tensione, sono causati da archi elettrici.
Le misure per la protezione dagli archi elettrici sono parte integrante
di SIVACON S8.
Protezione arco interno
Il quadro elettrico SIVACON S8 offre la sicurezza per le persone e l’impianto,
grazie alla prova di test in condizioni di arco interno.
■■ Protezione per le persone e l’impianto
L’economicità degli impianti di produzione
si basa fortemente sull’affidabilità del quadro elettrico. A questo riguardo gli impianti
di distribuzione in bassa tensione svolgono un ruolo centrale. Gli archi elettrici
rientrano tra i guasti più pericolosi e dalle
conseguenze peggiori all’interno degli
impianti di distribuzione. Gli archi
elettrici possono derivare da errori di
dimensionamento, riduzione della capacità
di isolamento, ma anche da errori di utilizzo. Gli effetti, causati da elevata pressione
e temperature estremamente alte, possono
avere conseguenze fatali per l’utilizzatore
e per l’impianto, fino a coinvolgere l’intero
edificio. Affidatevi quindi alla sicurezza
di SIVACON. Il test dei quadri elettrici
in bassa tensione, in condizioni di arco,
è una verifica speciale secondo
IEC 61641 o VDE 0660 Parte 500-2.
SIVACON offre già nella versione standard
In caso di arco elettrico, la barriera antiarco
limita gli effetti a una sola colonna.
30
Sbarre principali isolate impediscono
la formazione di archi elettrici.
la verifica della sicurezza per le persone
grazie alla prova in condizioni di arco.
■■ La sicurezza come obiettivo primario
Misure di protezione attive come l’isolamento efficace delle parti in tensione (per
esempio sbarre principali), il comando
uniforme e semplice, la protezione integrata dagli errori di comando e il dimensionamento affidabile evitano gli archi elettrici e
quindi danni alle persone.
Il SIVACON S8 limita o impedisce
la formazione di archi elettrici.
Protezione dagli archi elettrici
Livello 1
Livello 2
Livello 3
Livello 4
Un arco elettrico si forma in millisecondi e determina la scarica di enormi quantità di energia - SIVACON S8
Per esigenze più elevate in fatto
limita o evita la formazione di archi
di protezione dagli archi elettrici,
elettrici.
Siemens ha sviluppato un concetto
a livelli per il sistema SIVACON.
Esso si basa su una sicurezza
delle persone, tramite elevata
limitazione degli effetti dell’arco
all’interno del quadro elettrico
(Livello 1) in condizioni di esercizio
gravose. La sicurezza delle persone
è anche alla base dei livelli
successivi, i quali comprendono
ulteriori misure e restrizioni.
Nel livello 2 i danni vengono
limitati a una colonna. Nei livelli 3
e 4 gli effetti sono limitati alla cella
funzionale o al punto preciso dove
si forma l’arco elettrico.
Le misure per la limitazione delle aree nel quadro elettrico garantiscono una maggiore sicurezza
per l’impianto in caso di arco elettrico.
Misure di protezione passive, come
i sistemi a cerniera e sistemi di chiusura,
il comando sicuro dei moduli o degli interruttori automatici a porta chiusa,
le valvole di non ritorno brevettate dietro
alle aperture di ventilazione frontali e la
disinserzione veloce degli archi elettrici,
aumentano esponenzialmente la sicurezza
delle persone e degli impianti.
La funzionalità delle misure descritte
è documentata da innumerevoli prove
complete in condizioni di arco per le
situazioni "worst case" sui più diversi tipi
di colonne e unità funzionali. Con queste
prove si valuta il rischio a cui possono
essere esposti persone e impianti in caso
di arco elettrico.
Highlights
■■ Elevata sicurezza per le persone,
grazie al test del quadro elettrico
in condizioni d’arco
■■ Affidabilità provata da controlli
continui
■■ Sicurezza dell’impianto, grazie alla
limitazione degli effetti dell’arco
elettrico all’interno del sistema
■■ Sicurezza delle persone in tutte
le configurazioni, per esempio
mediante valvole di non ritorno
brevettate dietro alle aperture
di ventilazione
31
SIVACON S8 - Impianto di distribuzione in bassa tensione con la massima sicurezza per le persone e dell’impianto.
SIVACON S8 – Quadro elettrico di distribuzione
in bassa tensione a norma e omologato
Verifiche necessarie per l’idoneità secondo la norma IEC 61439.
■■ Requisiti della norma IEC 61439
I quadri elettrici di distribuzione in bassa
tensione vengono sviluppati, realizzati e verificati secondo i parametri della
IEC61439-1/-2 (VDE0660 Parte 600-1/-2).
Per dimostrarne l’idoneità, questa norma
richiede due principali tipi di verifiche:
verifiche di progetto e verifiche individuali.
Le verifiche di progetto sono prove che
accompagnano lo sviluppo del processo e
sono sotto la responsabilità del produttore.
Le verifiche individuali devono essere
effettuate dal costruttore del quadro
elettrico.
32
■■ Verifica di progetto mediante prova
Il quadro elettrico di distribuzione in bassa
tensione SIVACON S8 offre sicurezza alle
persone a all’impianto, grazie alla verifica
di progetto mediante prova secondo
IEC 61439-2. Le caratteristiche fisiche
vengono stabilite in laboratorio sia per
le situazioni di esercizio, sia per quelle
di guasto e garantiscono un alto livello
di sicurezza per le persone e dell’impianto.
Le verifiche di progetto e le verifiche
individuali sono una componente
essenziale della garanzia di qualità
e costituiscono il presupposto per la
marcatura CE secondo le direttive EC
e le norme di legge.
Highlights
■■ Sicurezza per le persone e dell’impianto, grazie alla verifica di progetto
mediante prova secondo IEC 61439-2
■■ Massima garanzia di qualità, grazie
alle verifiche di progetto e alle
verifiche individuali
■■ Verifiche eseguite sempre a quadro
completo con tutti gli apparecchi
Metodi di verifica
Verifica
mediante prove
Verifica
mediante calcoli
Verifica
mediante regole
di progetto
1. Robustezza dei materiali e parti del quadro
✓
–
-
2. Grado di protezione degli involucri
✓
–
✓
3. Distanze d’isolamento in aria e superficiali
✓
✓
✓
4.Protezione da scossa elettrica e continuità
dei circuiti dei conduttori di protezione
✓
✓1
✓1
5.Installazione degli apparecchi di manovra
e dei componenti
–
–
✓
6. Circuiti elettrici interni e collegamenti
–
–
✓
7. Terminali per conduttori esterni
–
–
✓
8. Proprietà dielettriche
✓
–
✓2
9. Limiti di sovratemperatura
✓
fino a 1600 A
fino a 630 A3
10. Tenuta al cortocircuito
✓
confronto3
confronto3
11. Compatibilità elettromagnetica (EMC)
✓
–
✓
12. Funzionamento meccanico
✓
–
–
Efficacia del quadro elettrico in caso di guasti esterni.
Tenuta alle sole tensioni impulsive.
3
Confronto con una costruzione già testata.
1
2
■■ Limite di sovratemperatura
Una delle verifiche più importanti è
quella della sovratemperatura. Con essa
si certifica l’idoneità del quadro elettrico
di distribuzione in caso di riscaldamento
dovuto a potenza dissipata. Questo
rappresenta una delle maggiori sfide per
gli impianti di distribuzione, a causa delle
correnti nominali sempre più alte a fronte
di requisiti più elevati in termini di grado
di protezione e suddivisione interna.
Fino a una corrente nominale di 1600 A
questa verifica può essere realizzata
mediante calcolo, da questo valore in poi
è necessaria una prova. Le regole sulla
scelta dei pezzi da esaminare (verifica
del caso peggiore) e il test del quadro
elettrico completo in tutte le sue parti,
garantiscono che questa verifica includa
sempre gli apparecchi. Pertanto una prova
su elementi selezionati casualmente non è
adeguata, così come la sostituzione di un
apparecchio senza ripetere la prova.
33
Grazie alla trasparenza dei flussi di energia è possibile
identificare facilmente i potenziali di risparmio.
Strumenti di misura innovativi per il rilevamento e la visualizzazione
di dati di consumo e grandezze elettriche.
Gestione dell’energia
con il quadro elettrico SIVACON S8
Sapere quando, dove e quanta energia viene consumata, ne consente un utilizzo
ottimizzato con conseguente riduzione dei costi.
■■ Sempre ben informati
Chi desidera ridurre in modo sostenibile i
costi energetici necessita prima di tutto di
una panoramica sul consumo di elettricità e
sui flussi di energia. In questo vi supportano
gli strumenti di misura SENTRON 7KT,
SENTRON PAC 7KM e gli interruttori
automatici con capacità di comunicazione
SENTRON 3WL e SENTRON 3VL. Questi
rilevano in modo preciso e affidabile i
valori energetici, mediante sistemi di bus
standardizzati, forniscono importanti valori
di misura per la valutazione dello stato
dell’impianto e della qualità della rete.
■■ Valutazione semplice dei dati
Per un’ulteriore elaborazione dei dati misurati è possibile integrare gli apparecchi
in sistemi di automatizzazione e gestione
dell’energia in modo molto semplice,
grazie alle loro molteplici possibilità di comunicazione. Gli strumenti di misura e gli
34
interruttori automatici con capacità di comunicazione creano così una base ottimale
per una gestione efficiente dell’energia.
Affidabilità grazie alla comunicazione
I quadri elettrici devono operare
in modo economico. Per questo è necessario ottimizzare continuamente il loro carico
massimo ed evitare tempi di fuori servizio.
Il software per la gestione dell’energia
Powermanager analizza e visualizza i dati
degli strumenti di misura e degli interruttori automatici con capacità di comunicazione, consentendo di generare le curve
di carico e l’analisi dell’andamento dei
consumi.
■■ Controllo dei costi
Il monitoraggio dei carichi, in combinazione con il sistema di controllo degli edifici
GAMMA, consente una gestione economica ed efficiente del carico negli edifici.
Highlights
■■ Semplice integrazione degli
strumenti di misura e degli
interruttori automatici con capacità
di comunicazione
■■ Identificazione dei potenziali
di risparmio, grazie alla trasparenza
dei flussi di energia
■■ Rilevamento affidabile e visualizzazione dei dati di consumo
■■ Aumento della disponibilità dell’impianto, grazie al controllo continuo
Check-list progetto
Cliente
Progetto
Numero ordine
Termine di consegna
Addetto
Telefono
Fax
Data
Norme e prescrizioni
IEC 61439-1/2 / EN 61439-1/2
VDE 0660 Parte 600-1/2
IEC 61641/VDE 0660 Parte 500-2 Protezione arco interno
Livello 1 Sicurezza delle persone
Livello 2 Limitazione a una colonna
Livello 3 Limitazione alla cella funzionale Livello 4 Limitazione al punto di formazione
Sbarre di distribuzione principali isolate
Condizioni ambientali
Condizioni di esercizio
Standard (cond. climat. int. 3K4)
Particolari
Temperatura ambiente
(media su 24 h)
20 °C
30 °C
Altezza di installazione s.l.m.
≤ 2000 m
25 °C
Gas corrosivi (per es.: H2S)
35 °C
40 °C
IP41
IP42
45 °C
50 °C
Altra
Grado di protezione IP
Per ambiente interno
Colonna ventilata
IP30
IP31
IP40
Colonna non ventilata
IP54
IP00
Base ingresso cavi
IP30
IP40
IP54
Prevedere in fabbrica
A cura del cliente
Condizioni gravose di esercizio
Nessuna
Antisismico
Anticondensa (interna al quadro)
No
Sì
Tipo di rete
TN-C
TN-S
Esecuzione
(connessione esterna)
L1, L2, L3, PEN
Altro
Dati di rete/alimentazione
Sezionamento
Potenza nominale trasformatore Sr
Tensione di impiego nominale Ue
Corrente nominale ammissibile
di breve durata Icw
Sistema sbarre di distribuzione orizzontali
Posizione
kA
In alto
Trattamento CU
Esecuzione DC
PEN
TT
Altro:
Sezionamento quadripolare
Tensione di cortocircuito nominale Uz
Frequenza f
%
Hz
Resistenza a cortocircuito Ik con DC
kA
Dietro (in alto)
A
A
Nudo
L1, L2, L3 + ....
IT
L1, L2, L3, PE + N
ZEP (PEN + PE)
Sezionamento tripolare
kVA
V
Corrente nominale In
Esecuzione AC
TN-C-S
Dietro (in basso)
A
Argentato
PE
N
Stagnato
PEN, N = 50 %
220 V, L+, L-, PE
24 V, L+, M(L-)
Nudo
Argentato
Stagnato
PEN
PE
N
PEN, N = 100 %
Sistema sbarre di distribuzione verticali
Trattamento CU
Esecuzione AC
L1, L2, L3 + .....
Esecuzione DC
PEN, N = 50 %
220 V, L+, L-, PE
24 V, L+, M(L-)
Lay-out
Singolo fronte
Back to back
Limitazione della lunghezza totale
No
Sì
Lungh. netta max. per unità di trasporto
2400 mm
PEN, N = 100 %
Altre condizioni
Struttura e connessioni
Doppio fronte
mm
mm
Collegamento cavi/sbarre
Colonna arrivo linea
Dal basso
Dall’alto
Da dietro
Colonna partenze
Dal basso
Dall’alto
Da dietro
Sezioni
Forma costruttiva secondo IEC 61439-2, DIN EN 61439-2, VDE 0660 Parte 600-2, BS EN 61439-2 Sistema con interruttori automatici
Forma 1
Sistema universale
Forma 2b
Forma 3a
Forma 4b
Forma 4 tipo 7
Forma 4 tipo 7
Forma 2b
Forma 3b
Forma 4a
Forma 4b
Sistema di installazione fissa
Forma 1
Forma 2b
Forma 3b
Forma 4a
Forma 4b
Tecnica in-line SENTRON 3NJ4
Forma 1
Forma 2b
Tecnica in-line SENTRON 3NJ6
Forma 1
Rifasamento
Forma 1
Forma 3b
Forma 4b
Forma 2b
35
Direzione commerciale
nSiemens S.p.A.
Viale Piero e Alberto Pirelli, 10
20126 Milano - Casella Postale 17154
Tel. 02-2436.2654
Organizzazione di vendita - Elenco Filiali
nMacro Area Lombardia
Provincie: Bergamo - Brescia - Cremona
- Lecco - Lodi - Piacenza - Sondrio Biella - Como - Milano - Novara - Pavia Varese - Verbania - Vercelli
Viale Piero e Alberto Pirelli, 10
20126 Milano - Casella Postale 17154
Tel. 02-2436.2309 oppure .2640
Fax 02-2436.3416
nMacro Area Nord Ovest
Regioni: Liguria, Piemonte (escluso
Biella, Novara, Verbania, Vercelli),
Sardegna, Valle D’Aosta
Genova
Via Angelo Scarsellini, 119
Torre “B” - 11° piano - Cap 16149
Tel. 010-3434.764 - Fax 010-3434.689
Torino
Via Pio VII, 127 - Cap 10127
Tel. 011-6173.273 - Fax 011-6173.202
nMacro Area Nord Est
Regioni: Friuli Venezia Giulia, Trentino
Alto Adige, Veneto + Mantova
nMacro Area Centro Nord
Regioni: Emilia Romagna, Repubblica
di San Marino, Toscana + Ancona,
Macerata, Pesaro-Urbino
Bologna
Via Brini, 45 - Cap 40128
Tel. 051-6384.604 - Fax 051-6384.630
Firenze
Via Don Lorenzo Perosi, 4
50018 Scandicci (FI)
Tel. 055-7595.602 - Fax 055-7595.615
nMacro Area Centro Sud
Regioni: Abruzzo, Basilicata, Calabria,
Campania, Lazio, Molise, Puglia, Sicilia,
Umbria + Ascoli Piceno, Fermo + Malta
Roma
Via Laurentina, 455 - Cap 00142
Tel. 06-59692.262 - Fax 06-59692.200
Bari
Via delle Ortensie, 16 - Cap 70026
Tel.080-5387.410 - Fax 080-5387.404
Napoli
Via F. Imparato, 198 - Cap 80146
Tel. 081-2435.391 - Fax 081-2435.337
Siracusa
V.le S. Panagia, 141/e - Cap 96100
Tel. 0931-1962.435 - Fax 0931-1962.434
Padova
Via Lisbona, 28 - Cap 35127
Tel. 049-8533.338 - Fax 049-8533.346
Siemens S.p.A.
Infrastructure & Cities Sector
Low and Medium Voltage Division
Low Voltage Distribution
Viale Piero e Alberto Pirelli, 10
20126 Milano
Tel. 02 243 62029 - Fax 02 243 62844
www.siemens.it/LV
36
Con riserva di modifiche
N. di ordinazione 2280 XC4A 6122
Customer Support
Hotline, Service e Servizio ricambi
Tel. 02 243 62000
Fax 02 243 62100
e-mail: [email protected]
Le informazioni riportate in questo catalogo contengono descrizioni
o caratteristiche che potrebbero variare con l’evolversi dei prodotti
o non essere sempre appropriate, nella forma descritta, per il caso
applicativo concreto. Le caratteristiche richieste saranno da considerare
impegnative solo se espressamente concordate in fase di definizione del
contratto. Con riserva di disponibilità di fornitura e modifiche tecniche.
Tutte le denominazioni dei prodotti possono essere marchi oppure
denominazioni di prodotti della Siemens AG o di altre ditte fornitrici, il cui
utilizzo da parte di terzi per propri scopi può violare il diritto dei proprietari.
Author
Document
Category
Uncategorized
Views
0
File Size
3 761 KB
Tags
1/--pages
Report inappropriate content