close

Enter

Log in using OpenID

Corriere della Scuola 1 - Istituto Comprensivo "Armando Diaz"

embedDownload
Corriere della Scuola
Gennaio 2014
Elezioni del Consiglio di Zona dei ragazzi: in Beltrami grande partecipazione
LA PAROLA AI RAGAZZI
MILANO - Resi noti poco prima di Natale i
risultati delle elezioni per il Consiglio di Zona 1
dei Ragazzi e delle Ragazze (CdZRR), sostenute il
29 ottobre scorso presso la scuola media “Luca
Beltrami”. L'opinione di molti ragazzi è la stessa:
"Abbiamo partecipato perché questa è
un'opportunità per migliorare la nostra scuola e
la nostra zona"; "E’ il momento di far sentire agli
adulti la nostra voce".
I candidati della Scuola Media Beltrami. Come dichiara la professoressa Francavilla,
referente del progetto in Beltrami: ”Il CdZRR è il
primo progetto che coinvolge così a fondo i
ragazzi nella vita politica e promuove il loro
senso di cittadinanza attiva”.
Tutti gli alunni hanno votato per avere quattro
consiglieri che rappresentassero la scuola nelle
riunioni del CdZRR. Dodici ragazzi si sono
candidati per questa carica presentando, nelle due
settimane precedenti le elezioni, le proposte che
avrebbero voluto portare avanti in caso di vittoria.
La campagna elettorale non è stata facile in tutti
gli aspetti, ma, per essere stata la prima esperienza
all’interno della scuola, è riuscita a concludersi
abbastanza bene... Ne sono venute fuori
considerazioni interessanti e molti punti in
comune fra le proposte dei vari candidati, come la
possibilità di mettere un semaforo davanti a
scuola, la costruzione di aree verdi dove poter
socializzare con altri ragazzi, risolvere il problema
della mancanza cronica di carta igienica nei bagni
e perfino la diminuzione dei compiti assegnati per
casa...
II G) hanno "preso il volo" e seminato gli altri.
Assieme a loro sono stati eletti anche Federica
Serra di III G e Davide Delli Gatti di II G.
Alcuni si aspettavano vincitori diversi, ci sono
state anche diatribe da parte di alcuni ragazzi e
come in ogni elezione che si rispetti non sono
mancati i ‘veleni’: "non è giusto, io mi ero
impegnato molto, e ci tenevo!”; “Ha copiato tutto,
non aveva idee". Queste alcune delle lamentele da
parte dei candidati sconfitti verso i vincitori, ma,
si sa, la rivalità può portare a polemiche. In ogni
caso l’importante è che le elezioni ci siano state e
che si sia arrivati ad avere degli eletti.
Il 22 Novembre 2013, a un anno esatto dall'inizio
del progetto, i quattro consiglieri con i due
sostituti (Marta Radice di II G e Carlo Iafisco di
III F) assieme a tutti gli eletti della zona si sono
riuniti a Palazzo Marino per l'insediamento, dove
hanno partecipato a una riunione presieduta
daFabio Arrigoni, Presidente del Consiglio di
zona 1. Obiettivo: mettere in evidenza gli ambiti
sui quali lavorare con una certa priorità.
Insomma, si procede. Il progetto, ancora di più
che per i ragazzi che frequentano ora la scuola,
sarà utile per quelli che verranno dopo. E' un
investimento per il futuro, per un futuro migliore!
Alla fine della ‘campagna elettorale’ è arrivato il
momento delle elezioni con ben 540 votanti. Dopo
un paio di giorni c'è stato lo spoglio delle schede.
Il giorno di Santa Lucia, il 13 dicembre sono stati
finalmente comunicati i nomi degli eletti. I
risultati sono stati sorprendenti: il divario fra i
candidati è stato molto significativo, con
differenze di anche 100 voti. Due candidati
(Camilla Ierrobino di III F e Kevin Hendadura di
I numeri:
Il Progetto
Il Consiglio di Zona dei Ragazzi e delle
Ragazze (CdZRR) è un progetto nato nel
2006 nella Zona 9 e successivamente esteso
a tutte le Zone di Milano.
L’obiettivo è quello di far partecipare i
ragazzi di età compresa fra i 9 e i 14 anni
alle sedute del Consiglio di Zona in qualità
di consiglieri ‘junior’ dando direttamente
voce ai ragazzi e alle loro osservazioni e
richieste. I ragazzi eletti si riuniscono
periodicamente nel palazzo del Consiglio di
Zona per esprimere le loro idee ai consiglieri
al fine di migliorare concretamente la vita
dei giovani nel quartiere.
Le elezioni dei ‘giovani consiglieri’
avvengono nelle rispettive scuole primarie e
medie, dove chi vuole si propone come
candidato e partecipa ad una vera e propria
campagna elettorale che si conclude con una
giornata dedicata alle votazioni a cui
partecipano tutti gli alunni degli istituti
coinvolti.
Il prossimo appuntamento: 27 gennaio 2014,
alle ore 17,15 Presso la Sala del Consiglio di
Zona 1, in Via Marconi 2 con il seguente
Ordine del Giorno:
1. Presentazioni delle proposte relative alle
aree di lavoro precedentemente individuate
(ambiente e tempo libero; cultura e non
discriminazione/solidarietà).
2. Discussione delle richieste e delibere in
merito.
3.Definizione dell’ordine del giorno della
seduta successiva.
4. Varie ed eventuali
Le due ragazze e i due ragazzi che ricevono
più voti diventano ‘consiglieri’, vengono
inoltre nominati i sostituti tra i primi 2 non
eletti. Al progetto CdZRR per la Zona 1
hanno partecipato le seguenti scuole: Scuola
Elementare Ariberto, Scuola Elementare
Diaz, Scuola Media Beltrami, Scuola Media
Cavalieri, Civica Scuola Media Manzoni e
Scuola Media Majno. Sono stati eletti
complessivamente ventidue ragazzi.
Le riunioni del CdZ1RR avvengono
periodicamente nella sede del CdZ1
(Consiglio di Zona 1), in Via Marconi, 2.
Tutti coloro che hanno votato e non sono
stati eletti o non si sono candidati ha il diritto
e la responsabilità di partecipare alle
proposte da presentare al CdZ1RR.
Hanno detto…
“Sono molto contenta di aver ricevuto tutti
questi voti e spero di non deludere le
aspettative di chi mi ha votato”.
Camilla Ierrobino (IIIF), eletta con 198
voti.
“Penso che questa sia una bella
opportunità per sentirsi anche un po’ più
grandi”. Kevin Hendadura (IIG), eletto
con 187 voti.
“E’ un’esperienza molto bella e la
consiglierei a tutti, nei prossimi
anni”.Federica Serra (IIIG), eletta con 124
voti.
“Il Cdz1rr è un progetto utile perché i
ragazzi da sempre commentano le idee degli
adulti senza farsi sentire e questa è un’
ottima occasione per far ascoltare la nostra
voce”. Davide Delli Gatti (IIG), eletto con
115 voti.
I 4 eletti in Beltrami per il Consiglio di Zona 1 dei Ragazzi e delle Ragazze.
Il parere del Dirigente Scolastico
Abbiamo intervistato Alessandra
Condito, Dirigente dell’Istituto
Comprensivo “Armando Diaz” che
comprende la Scuola Media “Luca
Beltrami”, e le Scuole Elementari “A.
Diaz” e “De Marchi”.
possa dare un contributo utile in termini di
proposte e di idee al Consiglio Comunale,
sperando che le faccia poi proprie. Ho
partecipato all’incontro che c’è stato poco
prima di Natale in Comune e ho sentito delle
proposte molto interessanti e mature da parte
dei vostri compagni sulla riqualificazione
degli edifici scolastici, sull’importanza del
verde, sulla riduzione del traffico e
sull’inserimento delle nuove tecnologie nella
didattica scolastica. Penso dunque che
potremmo trarre solo dei buoni benefici da
questa iniziativa.
In particolare cosa vorrebbe che
proponessero i ragazzi per migliorare la
nostra scuola?
E’ contenta che la scuola abbia aderito al
progetto del Consiglio di Zona 1 dei
ragazzi e delle ragazze?
Sono molto contenta, anche perché penso sia
un’iniziativa che possa avvicinare le ragazze
e i ragazzi di quest’età al tema della
partecipazione attiva alla vita della città.
Che profitti potrebbe dare la
partecipazione della scuola al progetto del
CdZ1RR?
Penso che la partecipazione dei ragazzi della
nostra scuola, così come di altre scuole,
Sicuramente una riqualificazione della
struttura, basta affacciarsi fuori e vedere
queste impalcature che da diversi anni
danneggiano l’estetica e la bellezza delle
nostre scuole. Mi piacerebbe inoltre una
riduzione del traffico intorno alle scuole in
quanto è evidente che, soprattutto negli orari
di entrata e di uscita dei ragazzi, risulta un
pericolo. Infine mi associo a quello che
hanno detto i vostri compagni: una maggiore
attenzione alle infrastrutture tecnologiche e
la creazione di più spazi protetti di
aggregazione per voi.
Vuole aggiungere altro?
Spero che questa iniziativa si diffonda
sempre di più in tutte le classi delle nostre
scuole, sia medie che elementari, e sono
assolutamente fiduciosa che il Comune
considererà con serietà ogni proposta che
verrà fatta dai ragazzi.
Vivere l’educazione civica in
prima persona
Abbiamo intervistato la Prof. Nunzia
Francavilla, referente del progetto
presso la Scuola Media “Luca
Beltrami”.
Perché ha aderito al progetto del
Consiglio di Zona 1 dei ragazzi e delle
ragazze?
Mi sembrava utile che i ragazzi, studiassero
“Cittadinanza e Costituzione” non solo
attingendo dai libri di testo, ma che la
vivessero attivamente in prima persona
capendo cosa significhi essere cittadini.
Perché pensa che questo progetto sia
importante?
E’ importante che i ragazzi si misurino
realmente con il ruolo di cittadini, non basta
parlare di governo, di organizzazione, di
progetti e di attività, se poi non si può
verificare cosa significhi tutto ciò nella
pratica.
Che insegnamenti potrebbero trarre i
ragazzi da questa esperienza?
Innanzitutto che non è detto che nulla debba
cambiare. Ora i ragazzi hanno direttamente
l’opportunità di far sentire la loro voce,
sperimentarsi e soprattutto avere
l’opportunità di spiegare le proprie esigenze
e fare delle proposte per scoprire che non è
vero che tanto non ci sarà nessuno ad
ascoltarli. Sono certa che il Consiglio
Comunale farà invece il possibile per dare
seguito a tutto quello che è stato pensato,
ideato e progettato dai ragazzi in modo tale
da dare concretezza alle loro proposte.
Vuole aggiungere altro?
In bocca al lupo ragazzi!
In redazione: TESTI Marta Melià, Federica Serra INTERVISTE Matilde Barsotti, Viola Morandi FOTO Nicole Peretto TABELLE, GRAFICA E IMPAGINAZIONE Jether Pagaduan, Pietro Leporatti HANNO COLLABORATO Marta Radice, Carlo Iafisco COORDINAZIONE Valentina Alfieri 
Author
Document
Category
Uncategorized
Views
0
File Size
17 278 KB
Tags
1/--pages
Report inappropriate content