close

Enter

Log in using OpenID

cu 70 delibere assemblea ordinaria hil 14-6-2014

embedDownload
Via Ponte Seveso 19 – 20125 Milano - Tel. 02/67074244 – Fax 02/700437767
[email protected] – www.legahockey.eu – www.legahockeytv.it
Milano, sabato 14 giugno 2014
Comunicato Ufficiale n. 70
ASSEMBLEA GENERALE ORDINARIA SETTORE HOCKEY IN LINEA
Milano 14 giugno 2014-06-14
DELIBERE
La assemblea generale ordinaria del settore hockey in linea, riunita questa mattina presso
il Quanta Village di Milano, ha approvato definitivamente il programma di svolgimento della
attività agonistica di serie A 2014-2015. ( in allegato) che sarà inviato alla FIHP lunedi 16
giugno 2014 per gli adempimenti di sua esclusiva competenzaL’assemblea ha rivolto alla FIHP una istanza relativa alla soluzione del tema atleti
comunitari, e una seconda istanza relativa alla presenza in Consiglio Federale di
esponenti della Lega Nazionale Hockey.
Il programma attività agonistica sarà operativo dopo l’approvazione del Consiglio Federale
FIHP.
NORME PER L'ATTIVITA' DI LEGA HOCKEY IN LINEA 2014/2015
Approvate dalla Assemblea delle società
del 14/06/2014
Le presenti norme approvate dalla assemblea delle società sono integrative dell’ordinamento
più generale della FIHP denominate DISPOSIZIONI FEDERALI PER LO SVOLGIMENTO
DELLA ATTIVITA AGONISTICA GENERALE E GIOVANILE HOCKEY IN LINEA , a cui
bisogna fare riferimento in ogni circostanza.
ADEMPIMENTI ASSOCIATIVI
Le domande di associazione o riassociazione alla LNH verranno inviate come per il passato a
tutte le società le quali dovranno compilarle e firmarle e restituirle alla LNH entro il
15/07/2014, accompagnate da fotocopia di regolare bonifico bancario.
Tali obblighi sono importantissimi in quanto dalla compilazione dei moduli che si inviano la LNH
ottiene tutte le informazioni anagrafiche necessarie alla compilazione degli archivi
computerizzati INTERNET.
ASSOCIAZIONE E RIASSOCIAZIONE
Compilare e firmare i moduli B1/B2/B3 e rispedire alla L.N.H per posta entro e non oltre il
15/07/2014, allegando copia bonifico quota associativa.
ESCLUSIVITA DEI PAGAMENTI ALLA LNH IBAN: IT76F0558401626000000012447
ISCRIZIONE AI CAMPIONATI
Si effettua presso la F.I.H.P. dall’1 al 15/07/2014, secondo i moduli che vi verranno inviati da
F.I.H.P. ivi compreso il modulo di versamento in C.C. postale.
PENDENZE ECONOMICHE NEI CONFRONTI DI LNH ED ALTRE SOCIETA AFFILIATE
Le Società che hanno obblighi pendenti nei confronti della F.I.H.P.- LNH e di altre Società
affiliate, devono regolarizzarli prima della presentazione della domanda di iscrizione.
L'inadempienza rende inaccoglibile la domanda e comporta la perdita del diritto alla
partecipazione del campionato di competenza, allegato alla domanda di riassociazione
troverete l’estratto conto delle pendenze da saldare a LNH.
INVIO CALENDARI DI GARA
Saranno inviati in bozza dopo la chiusura delle riassociazioni a LNH.
ATTIVITA’ NAZIONALE SERIE A1
MODELLO COMPETITIVO TRIENNALE
2012/13 – 2013/14 – 2014/15
Delibera assemblea LNH 09 giugno 2012
SUPERCOPPA 2014
La squadra Campione d’Italia e la squadra detentrice della Coppa Italia o la seconda
classificata in Coppa Italia
nel caso la stessa squadra abbia vinto entrambi i titoli,
disputano un incontro ad apertura della stagione agonistica per l’assegnazione della
SUPERCOPPA ITALIANA.
La gara si svolge in casa della squadra Campione d’Italia e si effettua nell’ambito dell’articolo 73
punto c del Regolamento Tecnico.
La Supercoppa è messa in palio da LNH e si disputa il giorno 04/05 ottobre 2014
COPPA ITALIA A1 2014 – 2015 FINAL EIGHT
MODELLO COMPETITIVO STAGIONI 2013-14/2014-15/2015/16
FORMULA
Le squadre classificatesi dal 1 al 8 posto del campionato nazionale di serie A1 al termine del girone di
andata disputano la Final Eight di Coppa Italia 14-15
FORMULA DI SVOLGIMENTO FINAL EIGHT
Accoppiamento
1-8
2-7
3-6
4-5
La data di svolgimento della Final Eight comporta la sospensione della attività agonistica in quel periodo
Le gare si disputeranno 30-31 gennaio – 1 febbraio 2015
Quarti di finale
4 al venerdi
15
17
19
21
Semifinali
2 al sabato
20.00 – 21.30
Finale
1 alla domenica
17.00 o 18.00
Organizzazione dell’evento decisa e curata da Lega Nazionale Hockey
I costi di copertura televisiva RAI SPORT dell’evento saranno a carico di LNH
COPPA LEGA A2 2014 – 2015 FINAL FOUR
MODELLO COMPETITIVO STAGIONI 2013-14/2014-15/2015/16
FORMULA
Le squadre classificatesi dal 1 al 4 posto del campionato nazionale di serie A2 al termine del girone di
andata disputano la Final Four di Coppa Lega 14-15
FORMULA DI SVOLGIMENTO FINAL EIGHT
Accoppiamento
1-4
2-3
La data di svolgimento della Final Four comporta la sospensione della attività agonistica in quel periodo
Le gare si disputeranno 31 gennaio – 1 febbraio 2015
Semifinali
2 sabato
Finale
1 alla domenica
Organizzazione dell’evento decisa e curata da Lega Nazionale Hockey
CAMPIONATO NAZIONALE SERIE A1- FASE REGOLARE MODELLO COMPETITIVO
TRIENNALE 2012/13 – 2013/14 – 2014/15
Delibera assemblea lnh 09 giugno 2012
FORMULA
10 SQUADRE FASE REGOLARE + PLAY OFF SCUDETTO RETROCESSIONE IN SERIE A2
L’ULTIMA CLASSIFICATA PROMOZIONE IN SERIE A1 LA PRIMA CLASSIFICATA DI A2
DATE DI SVOLGIMENTO REGULAR SEASON
ANDATA
GIORNATA
RITORNO
11/10/2014
1
10/01/2015
18/10/2014
2
17/01/2015
25/10/2014
3
24/01/2015
FINAL 8 CI e COPPA LEGA 30-31 GENN/ 1 FEBB 2015
1 NOV SOSTA PER
NAZIONALE
08/11/2014
4
07/02/2015
15/11/2014
5
14/02/2015
22/11/2014
6
21/02/2015
29 NOVEMBRE 2014 SOSTA PER IRC E NAZIONALE
28 FEBB SOSTA PER
NAZIONALE
06/12/2014
7
07/03/2015
13/12/2014
8
14/03/2015
20/12/2014
9
21/03/2015
EVENTUALI RINUNCE O ESCLUSIONI SERIE A1
Le rinunce a partecipare al campionato nazionale di serie A1 non saranno surrogate ai sensi dell’art 15
R.G.C. fino a un massimo di due rinunce.
Se le rinunce saranno pari a tre squadre si procederà alla surroga di una squadra sola ai sensi art 15
R.G.C.
RECUPERI GARE DI CAMPIONATO NAZIONALE NON DISPUTATE PER IMPEGNI
EUROCOPPE
I recuperi delle gare di campionato nazionale non disputate nella data originale per sospensione dovuta
alla partecipazione a fasi di Eurocoppa sono fissati al martedì successivo la disputa della gara di
Eurocoppa..
La disposizione di sospensione gara di campionato nazionale e del relativo recupero è disposta
insindacabilmente da LNH.
PENALITA’ PER RINUNCE VOLONTARIE A GARE DI CAMPIONATO – FASE REGOLARE
Le rinunce volontarie a gare nella fase regolare di serie A1 saranno penalizzate da una ammenda pari ad
€ 5000.
Gli importi introitati saranno messi a disposizione della attività giovanile
ULTIMA GIORNATA DI FASE REGOLARE
E’ stabilito, a pena di esclusione da LNH, che nell’ultima giornata di fase regolare tutte le gare si
dovranno giocare al sabato alle ore 20.45 con esclusione delle gare in telecronaca diretta rai sport
RETROCESSIONE DIRETTA IN SERIE A2
a squadra 10° classificata al termine della stagione regolare.
PLAY OFF SCUDETTO MODELLO COMPETITIVO TRIENNALE
2012/13 – 2013/14 – 2014/15 delibera assemblea LNH 09 giugno 2012
Le prime 4 classificate di serie A1 partecipano ai play off per lo scudetto secondo il seguente
schema :
QUARTI DI FINALE
SEMIFINALI
1a class R.S contro 8a class R.S.
1
2a class R.S contro 7a class R.S.
2
3a class R.S contro 6a class R.S.
3
4a class R.S contro 5a class R.S.
4
Gare di andata e ritorno più eventuale bella la gara 1 si gioca a casa della società meglio qualificata
in fase regolare tra le due, la gara 2 a casa della squadra peggio classificata nella fase regolare tra
le due e eventuale 3 si gioca a casa della società meglio classificata in fase regolare tra le due.
In tutte le gare non è ammessa la parità al termine dei tempi regolamentari, nelle ipotesi si
ricorre ad overtime ed eventualmente ai tiri di rigore
FASE
QUARTI DI
GARA 1
GARA 2
24-03-2015 28-03-2015 S
GARA 3
31-03-2015 M
SEMIFINALI
FINALE
1 contro 4
1
2 contro 3
2
Gare al meglio di 5 (cinque) incontri, la gara 1 si gioca a casa della squadra meglio classificata
nella fase regolare – gara 2 a casa della squadra peggio classificata nella fase regolare – gara
3 a casa della squadra meglio classificata nella fase regolare – gara 4 a casa della squadra
peggio classificata nella fase regolare – gara 5 a casa della squadra meglio classificata nella
fase regolare
In tutte le gare non è ammessa la parità al termine dei tempi regolamentari, nelle ipotesi si
ricorre ad overtime ed eventualmente ai tiri di rigore
FASE
SEMIFINALE
GARA 1
GARA 2
04-04-2015 07-04-2015 M
GARA 3
11-04-2015
GARA 4
14-04-2015 M
GARA 5
18-04-2015
FINALE
1
contro 2
Gare al meglio di 5 (cinque) incontri, la gara 1 si gioca a casa della squadra meglio classificata
nella fase regolare – gara 2 a casa della squadra peggio classificata nella fase regolare – gara
3 a casa della squadra meglio classificata nella fase regolare – gara 4 a casa della squadra
peggio classificata nella fase regolare – gara 5 a casa della squadra meglio classificata nella
fase regolare
In tutte le gare non è ammessa la parità al termine dei tempi regolamentari, nelle ipotesi si
ricorre ad overtime ed eventualmente ai tiri di rigore
FASE
GARA 1
FINALE 21-04-2015 M
GARA 2
25-04-2015
GARA 3
28-04-2015 M
GARA 4
02-05-2015
GARA 5
09-05-2015
DATE DA DEFINIRE IN RELAZIONE AGLI ACCORDI CON RAI SPORT SATELLITE CON
OBBLIGO DI RISPETTO DELLA NORMATIVA MEDIA-TELEVISIONI
CAMPIONATO NAZIONALE SERIE A2
MODELLO COMPETITIVO TRIENNALE
2012/13 – 2013/14 – 2014/15
Delibera assemblea LNH 09 giugno 2012
FORMULA
1 FASE 10 SQUADRE GIRONE UNICO
Gare di andata e ritorno con classifica finale per un totale di 1 incontri, al termine del quale le
squadre classificatesi dal 1 al 8 posto accederanno alla Fase di qualificazione ai play off
promozione in serie A1; la parità in classifica regolati da art 11 RGC.
RETROCESSIONE IN SERIE B L’ULTIMA CLASSIFICATA
2 FASE QUALIFICAZIONE PLAY OFF PROMOZIONE IN SERIE A1
3 FASE PLAY OFF PROMOZIONE
ANDATA
GIORNATA
RITORNO
11/10/2014
1
10/01/2015
18/10/2014
2
17/01/2015
25/10/2014
3
24/01/2015
FINAL 8 CI e COPPA LEGA 30-31 GENN/ 1 FEBB 2015
1 NOV SOSTA PER
NAZIONALE
08/11/2014
4
07/02/2015
15/11/2014
5
14/02/2015
22/11/2014
6
21/02/2015
29 NOVEMBRE 2014 SOSTA PER IRC E NAZIONALE
28 FEBB SOSTA PER
NAZIONALE
06/12/2014
7
07/03/2015
13/12/2014
8
14/03/2015
20/12/2014
9
21/03/2015
EVENTUALI RINUNCE O ESCLUSIONI SERIE A2
Le rinunce a partecipare al campionato nazionale di serie A2 non saranno surrogate ai
sensi dell’art 15 R.G.C. fino a un massimo di due rinunce.
Se le rinunce saranno pari a tre squadre si procederà alla surroga di una squadra sola ai
sensi art 15 R.G.C.
2 FASE DI QUALIFICAZIONE AI PLAY OFF PROMOZIONE IN A1
GIRONE A
GIRONE B
SQUADRE CLASSIFICATESI NELLA FASE
SQUADRE CLASSIFICATESI NELLA FASE
REGOLARE
REGOLARE
1°
2°
4°
3°
5°
6°
8°
7°
Gare di andata e ritorno con classifica finale per un totale di 6 gare al termine dei quali le
squadre classificatesi prima e seconda nel girone (applicazione art 11 RGC in caso di parità in
classifica), accederanno ai play off promozione in serie A1.
3 FASE PLAY OFF PROMOZIONE IN SERIE A1
Gare di andata e ritorno ed eventuale bella, gara 1 ed eventuale gara 3 si giocano a casa della
meglio classificata nel fase di qualificazione ai play off promozione; in caso di parità di
posizione di classifica gara 1 e gara 3 si giocheranno in casa della squadra meglio classificata
nella fase regolare.
SEMIFINALI
1° girone A – 2° girone B = vincente X
1° girone B – 2° girone A = vincente Y
FINALE
X contro Y = vincente
Promossa in serie A1
TESSERAMENTO ATLETI
Si effettua nel rispetto delle norme FIHP emesse in materia ovvero
DISPOSIZIONI PARTICOLARI RIGUARDANTI IL TESSERAMENTO DI SERIE A-B
Prima apertura
I primi tesseramenti, e i trasferimenti/prestiti per le società di serie A1 e A2 devono essere
effettuati nel periodo dal 1 agosto 2014 al 16 OTTOBRE 2014
Gli eventuali nuovi atleti tesserati e i trasferimenti/prestiti di atleti eseguiti nel periodo
compreso tra il 17 ottobre 2014 e i l 14 dicembre 2014 potranno essere utilizzati in
gare di campionato nazionale di serie A a partire dal 15 dicembre 2014-
Seconda apertura
I nuovi tesseramenti e i trasferimenti/prestiti per le società di serie A1/A2 sono di nuovo
consentiti nel periodo compreso tra il 15 dicembre 2014 e il 8 gennaio 2015.
Primo Tesseramento di Atleti Stranieri
I primi tesseramenti di atleti stranieri non seguono il sistema di prima e seconda apertura in
quanto sono sottoposti al termine di tesseramento entro il tempo massimo del 30
novembre 2014 con obbligo di impiego almeno entro la prima gara ufficiale successiva
alla data del 30 novembre 2014.
Per le modalità di tesseramento si rimanda a specifico e successivo paragrafo.
Prestiti Atleti Stranieri
Non è consentito il prestito di Atleti Stranieri.
Trasferimenti/Prestiti verso società di serie B
Successivamente al 08 gennaio 2015 non sarà più possibile trasferire atleti tra società di
serie A ma sarà consentito il trasferimento verso società di serie B fino a 48 ore prima del
termine del girone di andata del campionato di serie B.
Primi tesseramenti e trasferimenti/prestiti Serie B
I nuovi tesseramenti e trasferimenti/prestiti di atleti sono possibili nel periodo compreso dal
1 luglio 2014 fino a 48 ore prima dell’inizio del girone di ritorno del campionato nazionale
di serie B.
TUTELA DEI VIVAI
Si riportano di seguito, in quanto strettamente connesse alle procedure di tesseramento,
le disposizioni esecutive previste in applicazione della delibera del Consiglio Federale FIHP
N. 17/2006 del 09 febbraio 2006 sulla tutela dei vivai italiani.
Si precisano le seguenti disposizioni:
Identificazione atleti provenienti dai vivai societari italiani
Tutti gli atleti di nazionalità italiana tesserati presso la FIHP, sono da considerarsi a tutti gli
effetti atleti provenienti dai vivai giovanili italiani.
Identificazione atleti di formazione italiana
1 – Atleti stranieri di età inferiore ai 14 anni
E’ concessa la possibilità alle società di tesserare, purché di età inferiore ai 14 anni
compiuti, uno o più atleti provenienti da stati esteri se gli stessi si sono trasferiti e residenti in
Italia a seguito del trasferimento della propria famiglia per motivi di lavoro o diversi.
La richiesta di tesseramento dovrà essere corredata da certificato di residenza del
capofamiglia o da documento che autorizzi la permanenza in Italia. Il tesseramento
concesso consente all’atleta di disputare gare e attività giovanile senza limitazione
alcuna.
Tale diritto e concesso anche ad atleti che hanno già compiuto il quindicesimo anno di
età e fino al diciottesimo compiuto se si trovano nelle condizioni indicate in precedenza
ovvero figli di genitori provenienti da stati esteri residenti in Italia a seguito del
trasferimento della propria famiglia per motivi di lavoro o diversi.
Il diritto di cui sopra per questi atleti è esclusivamente riservato all’utilizzo in campionati e
attività giovanili con inibizione all’utilizzo in attività di campionati seniores.
Questi atleti, decorsi 5 anni di tesseramento ininterrotto presso FIHP, acquisiscono lo status
di atleta di formazione italiana e non rientrano nei limiti di tesseramento atleti stranieri.
2 – Atleti italiani in possesso di doppia cittadinanza
Gli atleti Italiani e in possesso anche di una seconda cittadinanza straniera, e che non
rientrano nello status di cui al punto 1 precedente, sono considerati atleti di doppia
nazionalità e possono essere schierati esclusivamente da società di serie A1 in forma
contingentata, pari alla nazionalità straniera in loro possesso.
Questi atleti, decorsi 5 anni di tesseramento ininterrotto presso FIHP e senza aver preso
parte a gara con rappresentative nazionali di altra federazione straniera, acquisiscono lo
status di atleta di formazione italiana.
Gli atleti stranieri che ottengono la cittadinanza italiana ai sensi delle vigenti norme dello
Stato Italiano, conseguono lo status di atleta di formazione Italiana se all’atto del
riconoscimento della cittadinanza Italiana da parte dello Stato Italiano hanno non meno
di 5 anni ininterrotti di tesseramento presso la FIHP.
La dichiarazione di atleta di formazione italiana è rilasciata dal Settore Tecnico Hockey
Nazionale della FIHP e consente all’atleta di non essere più soggetto ad alcuna
limitazione come atleta.
Gli atleti identificati come sopra che ottengono lo status di atleta di formazione italiana,
se prendono parte a gare con federazioni straniere, senza essere stati preventivamente
autorizzati dalla FIHP, perdono definitivamente lo status di atleta di formazione italiana.
Obbligo di schierare atleti provenienti da vivai giovanili italiani
Nelle attività ove è previsto l’utilizzo di atleti stranieri è obbligatorio schierare il 50% di atleti
a referto provenienti dai vivai giovanili italiani e/o di formazione italiana secondo le
disposizioni indicate in precedenza.
La disposizione non si applica ai campionati e attività federali ove non è previsto l’utilizzo
di atleti stranieri.
Il mancato rispetto della normativa comporta l’assunzione dei provvedimenti relativi.
GRADO DI INFRAZIONE
PROVVEDIMENTO DISCIPLINARE
1° INFRAZIONE
1 PUNTO DI PENALITA’ IN CLASSIFICA
2° INFRAZIONE
2 PUNTI DI PENALITA’ IN CLASSIFICA GENERALE
3° INFRAZIONE
4 PUNTI DI PENALITA’ IN CLASSIFICA GENERALE
4° INFRAZIONE
8 PUNTI DI PENALITA IN CLASSIFICA GENERALE
DALLA 5° INFRAZIONE
RETROCESSIONE ALL’ULTIMO POSTO IN CLASSIFICA
Per le gare che si svolgono con la formula della eliminazione diretta o a concentramento
la società che commette l’infrazione è immediatamente eliminata dalla manifestazione
Spetta solo ed esclusivamente agli organi della FIHP il controllo sulla corretta applicazione
delle disposizioni di cui sopra.
Nel caso in cui gli organismi federali preposti rilevino irregolarità a quanto disposto in
precedenza essi avranno l’obbligo di riferire direttamente all’ufficio di giustizia FIHP delle
risultanze dei controlli effettuati per il seguito di competenza degli Organi di Giustizia
Sportiva.
ATLETI PROVENIENTI DA FEDERAZIONE STRANIERA
Ad ogni buon fine si riporta di seguito l’art. 17 del Regolamento Organico Federale
che riguarda il tesseramento degli atleti stranieri:
“ART.17 - TESSERAMENTO DI ATLETI CITTADINI STRANIERI E DI ATLETI PROVENIENTI
DA
FEDERAZIONI
STRANIERE
1. Il Consiglio Federale stabilisce il numero di atleti cittadini stranieri ed atleti provenienti
da Federazioni straniere che le Società possono tesserare, nei limiti delle quote
autorizzate dal Consiglio Nazionale del CONI ed in base alle vigenti disposizioni di legge,
nonché alla normativa emanata dal Consiglio Nazionale del Coni del 17 luglio 2004
relativamente
all’utilizzo dei suddetti nella disciplina
dell’hockey.
A tutti gli atleti sopraccitati sono applicabili le disposizioni sul tesseramento
contenute nello Statuto e nel presente Regolamento, in quanto compatibili.
2. Per il tesseramento di atleti cittadini stranieri ed atleti provenienti da
Federazioni straniere devono essere allegati:
a) nulla osta, rilasciato dalla Federazione di provenienza, se trattasi di atleta
tesserato;
b) fotocopia di un documento valido per
l’espatrio.
3. Per il tesseramento del settore Hockey si applicano le disposizioni previste dalla
F.I.R.S. nonché dai rispettivi Comitati Tecnici Internazionali C.I.R.H. e C.I.R.I.L.H.
4. Gli atleti provenienti da Federazioni straniere e gli atleti cittadini stranieri
potranno partecipare a tutte le gare e manifestazioni federali previste dalle
rispettive norme
regolamentari delle specialità. In conseguenza della partecipazione alle
manifestazioni delle discipline individuali, le Società di appartenenza non acquisiscono i
voti di cui all’art.
29 dello Statuto
Federale.
5. Gli atleti provenienti da Federazioni straniere e gli atleti cittadini stranieri non
potranno fregiarsi del titolo di Campione Italiano di qualsiasi categoria individuale.
6. Gli atleti che provengono da Federazioni straniere e tesserati in qualità di
cittadini italiani, perché in possesso di doppia nazionalità, non possono partecipare a
gare indette dalla F.I.R.S. per conto della nazione di provenienza senza il consenso della
Federazione Italiana.”
È da considerarsi cittadino di nazionalità
straniera:
1. Colui il quale non è in possesso della nazionalità
Italiana;
2. colui il quale è in possesso della doppia nazionalità e in relazioni alle restrizioni
indicate:
Limiti di Tesseramento
SERIE
A1
ATLETI STRANIERI TESSERABILI E UTILIZZABILI: 3 (tre)
ATLETI CON DOPPIA CITTADINANZA: 1 (uno)
solo se non si è già tesserato il numero massimo di stranieri previsto.
SERIE
A2
ATLETI STRANIERI TESSERABILI E UTILIZZABILI: 1 (uno)
ATLETI CON DOPPIA CITTADINANZA: 1 (uno)
solo se non si è già tesserato il numero massimo di stranieri previsto.
Limite atleti stranieri e/o con doppia cittadinanza
Le società di serie A potranno avere – come propri tesserati – atleti stranieri e/o con doppia
cittadinanza solo nel numero massimo previsto dalle vigenti normative.
L’ufficio tesseramento, nel caso in cui in sede di rinnovo del tesseramento atleti, accerti il
superamento del limite previsto, provvederà alla sospensione immediata dall’attività di tutti
gli atleti stranieri/con doppia cittadinanza della società in difetto. Tale provvedimento resterà in
vigore fino a quando la società in questione non provvederà ad adeguarsi alla normativa in
corso.
La sospensione viene notificata alla società e all’ufficio di giustizia sportiva.
Tesseramento atleti stranieri minori di età inferiore ai 14 anni
E’ concessa la possibilità alle Società di tesserare, purché di età inferiore ai 14 anni compiuti,
uno o più atleti provenienti da Stati esteri se gli stessi si sono trasferiti e sono residenti in Italia
a seguito del trasferimento della propria famiglia per motivi di lavoro o diversi.
La richiesta di tesseramento dovrà essere corredata da certificato di residenza del
capofamiglia o da documento che autorizzi la permanenza in Italia, il tesseramento
concesso consente all’atleta di disputare gare e attività giovanile senza limitazione
alcuna.
Tale diritto e concesso anche ad atleti che hanno già compiuto il 15° anno di età e fino al
18° compiuto se si trovano nelle condizioni indicate in precedenza ovvero figli di genitori
provenienti da Stati esteri residenti in Italia a seguito del trasferimento della propria
famiglia per motivi di lavoro o diversi.
Il diritto di cui sopra per questi atleti è esclusivamente riservato all’utilizzo in campionati e
attività giovanili con inibizione all’utilizzo in attività di campionati seniores.
Questi atleti, decorsi 5 anni di tesseramento ininterrotto presso FIHP, acquisiscono lo status
di atleta di formazione italiana e non rientrano nei limiti di tesseramento atleti stranieri.
Modalità di tesseramento sportivo dei giocatori stranieri
Per il tesseramento di atleti cittadini stranieri provenienti da Federazioni straniere si applicano
valgono le disposizioni previste all’art. 22 e 23 del Regolamento C.I.R.I.L.H.
Le società dovranno compilare ed inviare il modulo “Pass Internazionale” della
C.I.R.I.L.H.
secondo quanto stabilito sul modulo stesso (allegato B).
INGRESSO E PERMESSO DI SOGGIORNO SPORTIVI EXTRACOMUNITARI
Di seguito si riportano la procedura e le indicazioni per l’Ingresso e il Permesso di
Soggiorno degli sportivi Extracomunitari con riferimento a quanto previsto nelle circolari CONI
– Direzione Sport e Preparazione Olimpica:
prot. n. 252 del 09/03/2007 (allegato C);
prot. N. 3101/11 del 28/07/2011 (allegato D);
Le società sportive seguendo l’iter descritto nella circolare, una volta richiesto il permesso di
soggiorno (allegato n. 1 della circolare) dovranno inviarlo contestualmente, ai tre
indirizzi citati, con allegati i documenti dell’atleta.
La Federazione trasmetterà la documentazione, (allegato 2 della circolare) alla Direzione
Preparazione Olimpica, che effettuati i controlli di rito, accertata la disponibilità delle quote
e acquisito il Nulla Osta della questura, emetterà la “dichiarazione nominativa di
assenso” che verrà comunicata agli organi competenti.
Le Società che non rinnoveranno in tempo il visto di soggiorno dovranno ripresentare la
richiesta d’ingresso e permesso di soggiorno.
Le società, una volta avviata la pratica, dovranno acquistare il Kit Postale, compilarlo in tutte
le sue parti con l’ausilio dell’atleta ed inviarlo alla Questura di competenza, per il
rilascio del permesso di soggiorno.
Il permesso dovrà essere inviato in copia alla FIHP per la chiusura della pratica di
tesseramento.
La società che vuole avvalersi dell’atleta straniero per un altro stagione sportiva deve
compilare, prima della scadenza del permesso di soggiorno, l’allegato 3 della circolare,
seguendo lo stesso iter.
Nel caso in cui la società non intenda più avvalersi dell’atleta, o non ritiri il visto, dovrà
darne tempestiva comunicazione scritta alla FIHP che predisporrà il provvedimento di revoca
per la Rappresentanza Diplomatica, la Questura e lo Sportello Unico competenti.
ISCRIZIONE CAMPIONATO SERIE B SOCIETA’ A1/A2
OBBLIGHI E DIRITTI PARTECIPATIVI
Le società di serie A1/A2 in ottemperanza alle disposizioni FIHP contenute nelle Norme per lo
svolgimento della attività Federale 2012/13 possono iscrivere una o più società al
campionato nazionale di serie B, queste seconde squadre fermo restando gli obblighi indicati
in seguito godono di tutti i diritti partecipativi ivi compresa la relativa eventuale promozione al
campionato nazionale di serie A2 della stagione agonistica successiva, da questo
campionato però non potranno più usufruire di nuove promozioni alla serie superiore.
PROMOZIONI E DIRITTI
Le promozioni in serie A2 di seconde squadre di serie A2 che partecipano al campionato di
serie B; la promozione in serie A2 di seconde squadre di A1 la cui società madre retrocede in
A2, sono poste sotto il giudizio di FIHP/LNH che decidono insindacabilmente l’accettazione o
meno ai campionati di serie superiore delle squadre neo promosse in A2 per la stagione
successiva alla promozione.
COMPOSIZIONE DELLE SQUADRE DI SERIE B PARTECIPANTI COME SECONDE
SQUADRE DI SERIE A
Le società di serie A1/A2 che iscrivono seconde squadre in serie B devono 20 giorni prima
dell’inizio del campionato nazionale di serie B depositare una lista di 16 atleti tesserati per la
propria società che dovranno obbligatoriamente fare parte dell’elenco atleti che si presenta
in tutte le gare di serie B (modello H2).
Tale lista che potrà essere incrementata successivamente dovrà essere accompagnata da
fotocopia del modello AT2BIS federale attestante che gli atleti indicati nella lista di cui sopra
sono regolarmente tesserati per la società di A1/A2
PARTECIPAZIONE
Agli atleti facenti parte della lista depositata è fatto obbligo partecipativo al campionato
nazionale di serie B secondo le rispettive scelte tecniche societarie e inibita la possibilità di
partecipazione ai campionati nazionali di serie A della loro prima squadra, con esclusione
degli atleti di categoria massima under 23, e i portieri che potranno essere utilizzati in via del
tutto eccezionale per la stagione in corso anche di categoria over 23, ai quali è concessa
facoltà di disputare liberamente gare sia in serie B che in serie A senza limitazione
alcuna.
Il controllo della disposizione è affidato alla LNH in quanto competente organizzativo della
attività.
La facoltà di utilizzo dei portieri over 23 decade al termine della stagione agonistica in corso e
dovrà essere riesaminata dalla assemblea delle società per la stagione successiva.
MANCATA PARTECIPAZIONE
La mancata partecipazione alla attività nazionale di serie B in fase successiva (ovvero il ritiro
dalla competizione della fase regolare) , comporta successivamente all’accertamento da
parte di LNH la immediata sospensione della società madre dal campionato nazionale di
serie A con conseguente immediata espulsione dalla LNH, con conseguente deferimento a
FIHP STHN per gli adempimenti successivi.
COMPOSIZIONE DELLE SQUADRE DI SERIE B PARTECIPANTI COME SECONDE
SQUADRE DI SERIE A1/A2
Alle società di serie A che iscrivono che iscrivono seconde squadre nel campionato di serie
B, si applica la presente normativa integralmente
COMPOSIZIONE
Solo ed esclusivamente agli atleti italiani under 23 facenti parte della lista che si deposita
secondo le disposizioni successive nonché i portieri che potranno essere utilizzati in via del
tutto eccezionale per la stagione in corso anche di categoria over 23, è concessa la
possibilità di utilizzo nei campionati di serie A secondo libere scelte tecniche delle loro
rispettive società maggiori di riferimento, senza limitazione alcuna.
Agli atleti over 23 escluso il ruolo di portiere, nonché a quelli facenti parte della lista di atleti
che giocheranno la prima gara ufficiale nel campionato di serie A e successive,
successivamente all’inizio del campionato di serie B, è inibita la partecipazione al
campionato nazionale di serie B nelle loro rispettive seconde squadre.
DEFINIZIONE ATLETA UNDER 23
Si definisce atleta under 23 colui il quale non ha compiuto nel momento di disputare la gara il
23 anno di età.
DEPOSITO LISTE ATLETI
Il deposito delle liste atleti secondo le definizioni ei punti precedenti è regolato dalle
disposizioni successive della presente normativa
Successivamente a tale incombenza le società di serie B seconde squadre di serie A avranno
l’obbligo di partecipazione alla attività di serie B secondo le disposizioni contenute nei
comunicati ufficiali della corrente stagione agonistica.
MANCATA PARTECIPAZIONE
La mancata partecipazione alla attività nazionale di serie B in fase successiva alla
pubblicazione dei calendari comporta la irrogazione di una ammenda pari a € 3000.
Tali somme saranno devolute a finanziamento della attività giovanile HIL
IMPIANTI DI GIOCO DOVE SI SVOLGONO MANIFESTAZIONI POSTE SOTTO IL
CONTROLLO DELLA LNH
REGOLAMENTO PER LA OMOLOGAZIONE DEGLI IMPIANTI DI GIOCO DOVE SI
SVOLGONO COMPETIZIONI DI SERIE A HIL DELLA LNH
Art 1 Competenze e definizione
La verifica dell'idoneità dei campi di gioco per la disputa di incontri di serie A è di competenza
della Lega Nazionale Hockey.
Essa consiste nell'accertamento della sussistenza di tutte le prescrizioni necessarie e
sufficienti alla regolare disputa di una gara di Hockey in linea di Serie A che si deve svolgere
nel rispetto di tutte le norme regolamentari emanate dalla FIHP e per quanto di sua
competenza, dalla Lega.
L’Organo competente alla omologazione degli impianti di gioco è la Segreteria Generale
della Lega che si potrà avvalere, per tali incombenze, di ispettori di propria fiducia.
Art. 2 Caratteristiche degli impianti
Gli impianti dovranno essere rispondenti alle norme di sicurezza stabilite dal Ministero e dal
servizio impianti sportivi del CONI e avere la caratteristica di Palazzetti dello Sport coperti e
chiusi.
Tutti gli impianti di gara debbono essere a norma relativamente a quanto disposto dal vigente
Regolamento Tecnico.
In particolare gli impianti dove si svolgono gare di attività nazionale di serie A poste sotto il
controllo della Lega Nazionale Hockey dovranno:
a) Essere dotati di tutte le attrezzature specifiche previste all’articolo
1 commi b-d-e-f del vigente regolamento tecnico
b) Essere dotati delle panchine giocatori e panchine penalità e cronometristi nel rigoroso
rispetto di quanto stabilito in materia dal vigente regolamento tecnico.
Negli impianti ove le panchine atleti e cronometristi sono dalla stessa parte, sarà consentito
mantenerli alla sola condizione che le panchine espulsi siano rigorosamente e perfettamente
separate dalle panchine atleti, e quindi siano create precise strutture divisorie tra essi.
Il recinto espulsi delimitato e separato dovrà avere un proprio accesso alla pista di gara.
Conseguentemente ogni zona dovrà essere dotata di due cancelletti ingresso atleti uno per
l’area panchina e uno per l’area espulsi, le cui apertura dovranno essere rivolte verso
l’esterno della pista.
c) Avere dimensioni minime 20 x 40 e massime 25x50
d) Essere dotati di sistema elettronico del controllo del tempo di gara e relative espulsioni
temporanee
e) Obbligatorio l’uso del sistema dati via Internet on line
Pertanto tutte le società di serie A1 hanno l’obbligo di possedere un personal computer
dotato di modem e collegamento a internet provider (il collegamento ad un internet provider
locale è gratuito previa iscrizione), stampante e personale segnapunti che provvederà sul
posto ad utilizzare i sistemi informatici.
Il mancato rispetto delle disposizioni comporta l’ammenda di € 250 per ogni gara
effettua senza l’ausilio del servizio Internet
che si
Diagram of Roller In-Une Hockey Playing Area
....
."...".
....
."..".
...
-
Deroghe
La possibilità di concedere deroghe, in presenza di impianti non regolamentari, potrà essere
concessa dalla Presidenza LNH sentito il parere del Consiglio di LNH per la specialità Hockey in Linea
su apposita relazione della Segreteria Generale della Lega, e su richiesta ampiamente motivata della
società interessata, in presenza di esplicita delibera del Comune di appartenenza che certifichi l’avvio
dei lavori per un nuovo impianto di Hockey in Linea
Prescrizioni Giuridiche
Tutte le capienze dovranno essere calcolate sulla base delle prescrizioni giuridico amministrative
esistenti in materia e certificate dalla dichiarazione di agibilità redatta dal Sindaco competente per
territorio sulla base delle indicazioni fornite dalla Commissione Provinciale Vigilanza Pubblici
Spettacoli, tale documentazione dovrà far parte della documentazione a corredo che si presenta per
la riassociazione annuale a LNH.
Art. 3 Omologazioni e successive verifiche
Tutte le procedure relative alla omologazione degli impianti per la serie A sono di competenza della
Lega. Il Verbale di omologazione dell’impianto sarà sottoscritto sia dal suo estensore che dal legale
rappresentante della Società i quali se ne assumono la piena responsabilità sia nei confronti della
FIHP che della Lega. Ogni Società, una volta ottenuta l'omologazione del campo di gioco da parte
dei competenti organi di Lega dovrà provvedere all’allestimento per ogni gara ufficiale di quanto
previsto dal presente Regolamento e di quanto riportato del verbale di omologazione citato. La Lega
potrà disporre ulteriori ispezioni dopo la omologazione dell’impianto, al fine di verificare la conformità
di tali allestimenti alle disposizioni vigenti.
Art. 4 Variazioni successive
Ogni eventuale variazione a quanto specificato nel modulo di omologazione dell’impianto di gioco
dovrà essere comunicata alla Lega immediatamente e comunque preventivamente rispetto alla prima
partita successiva.
Art. 5 Termine per la omologazione dell’impianto
Tutti gli impianti dovranno essere omologati entro 10 giorni dall’inizio della Stagione
Agonistica.
Art. 6 Prima omologazione
Tutti gli impianti che verranno omologati per la prima volta dalla Lega dovranno essere oggetto di un
sopraluogo da parte di incaricati della Lega.
Tale sopraluogo dovrà verificare la sussistenza delle caratteristiche strutturali di idoneità del campo.
La Lega potrà accertare la idoneità del campo o disporre la realizzazione di lavori di adeguamento.
Art. 7 Decisioni della Lega
La Commissione di Lega potrà disporre:
la omologazione del campo, diniego dell’omologazione,
la sospensione dell’omologazione.
Art. 8 Provvedimento di omologazione
Il provvedimento di omologazione consiste nella restituzione alla Società interessata di due copie del
modulo di omologazione dell’impianto vistate dalla Lega una delle quali dovrà essere esibita agli arbitri
se richiesta prima di una gara ufficiale. Una volta accertata l’omologazione, questa resta valida fino a
eventuali modifiche strutturali all'impianto.
Art. 9 Diniego dell'omologazione
E’ disposta in presenza di irregolarità nella struttura del palasport sulla base di quanto indicato nel
modulo di omologazione rispetto alle prescrizioni regolamentari.
Art. 10 Sospensione dell’omologazione
In seguito a rapporti presentati dagli ispettori della Lega attestanti gravi infrazioni al presente
Regolamento, la Segreteria Generale della Lega può sospendere la omologazione dell’impianto con
provvedimento scritto e notificato via fax alla società, nel quale vengono indicati i termini di dilazione
concessi per provvedere alla sanatoria delle irregolarità riscontrate. Finché perdura la mancata
omologazione, sull'impianto non potranno essere disputati incontri di Serie A, salvo diversa espressa
menzione nel provvedimento
di
sospensione. Scaduti i termini dilatori concessi senza che la Società abbia provveduto a quanto
indicato nel relativo provvedimento, la sospensione è disposta sine die fino alla rimozione degli
ostacoli che impedivano il rilascio della idoneità.
Art. 11 Assunzione di responsabilità
Dalla avvenuta omologazione le Società si impegnano, sotto la responsabilità personale del legale
rappresentante, a non apportare alcuna variazione all'impianto senza richiedere preventiva
approvazione alla Lega sulla conformità dei lavori in progetto alle prescrizioni regolamentari federali e
di Lega in materia.
Art. 12 Controlli ed ispezioni
La Segreteria Generale della Lega ha i più ampi poteri per la verifica e i controlli circa la rispondenza
fra quanto riportato nel modulo e quanto effettivamente esistente sul campo. In ordine a tali poteri la
Segreteria Generale delle Lega delega funzioni di accertamento ad ispettori da essa nominati con il
compito di verificare, nel corso di gare amichevoli o di Campionato, la predetta rispondenza. Gli
ispettori redigono il loro rapporto che trasmettono alla Lega per tutti gli eventuali provvedimenti che si
rendessero necessari ed opportuni. Il rapporto dovrà contenere l'esatta indicazione di quanto
verificato, la situazione rilevata, i rilievi e le osservazioni riscontrate, i suggerimenti e le proposte
idonee al raggiungimento degli scopi prefissati nel presente regolamento.
Art. 13 Sicurezza recinti riservati
Tutti i recinti riservati e le vie di accesso agli stessi devono essere convenientemente delimitati e
protetti, a far data dalla presente stagione agonistica non saranno più consentite panchine a diretto
contatto con il pubblico che non siano state adeguatamente protette in modo da impedire che
qualunque oggetto e/o sputi e atti di violenza vari possano in alcun modo attingere le persone che
risiedono nel recinto riservato durante la gara.
La violazione a tale norma comporta la adozione da parte di LNH dei provvedimenti disciplinari
conseguenti fino alla sospensione dalla attività di LNH da parte della società inadempiente.
Art. 14 Sicurezza delle zone di comporto e delle aree destinata al parcheggio di troupe
televisive, giornalisti e operatori televisivi, autorità.
Sanità e servizi sanitari serie A1 – obblighi
In occasione di telecronache dirette o di gare cui è prevista la presenza di tifoseria ospite a seguito di
cessione ufficiale di biglietti, l’area destinata al parcheggio delle troupe televisive deve essere
recintata e chiusa al pubblico, per l’intera durata della manifestazione e controllata con l’ausilio o di
autorità di pubblica sicurezza o di personale della società ospitante (steward) all’uopo indicati.
Tale area esclusiva e riservata deve essere utilizzata per l’ingresso e l’uscita delle autorità (ove non
sia previsto un migliore e garantito ingresso diverso), per i direttori di gara e per gli eventuali
commissari di gara, nonché della squadra ospite (ove non sia previsto un un migliore e garantito
ingresso diverso).
Tale area esclusiva e riservata deve essere utilizzata per l’ingresso e l’uscita delle autorità (ove non
sia previsto un migliore e garantito ingresso diverso), per i direttori di gara e per gli eventuali
commissari di gara, nonché della squadra ospite (ove non sia previsto un un migliore e garantito
ingresso diverso)
La violazione di tale normativa dopo l’esame impianti della LNH o la non applicabilità durante le gare
comporta la immediata revoca della idoneità dell’impianto da parte di LNH con tutte le conseguenze
del caso.
La presenza del medico o della ambulanza deve essere garantita entro l’orario fissato per la messa in
onda della gara, eventuali inadempienze formeranno oggetto di provvedimenti disciplinari.
Art. 15 Rapporti media giornalistici – sale stampa - tribune stampa – Tribune Autorità
Tutte le società di serie A1 hanno l’obbligo di realizzare una sala stampa per interviste e conferenze
stampa e servizi ad essa connessi pre - post gara e una tribuna stampa riservata ampiamente dotata
per il disbrigo del lavoro giornalistico, nonché una tribuna riservata alle autorità.
Art. 16 caratteristiche degli impianti dove si svolgono telecronache dirette/differite rai
sport-disposizioni lnh-esercizio autoritativo di lnh stagione 2013-2014
Le gare di campionato nazionale serie A1, Coppa Italia, Play Off, che si disputano in
telecronaca diretta Rai Sport, si devono disputare in impianti idonei a riprese televisive in
telecronaca diretta/differita
Le caratteristiche obbligatorie a tali manifestazioni sono cosi prescritte:
1. IMPIANTO COPERTO E TOTALMENTE CHIUSO 2. DOTAZIONE DI TRIBUNA O TRABATTELLO IDONEI AD OSPITARE DUE TELECAMERE CON OPERATORI – 8 METRI DI SPAZIO ADATTATO CON TAVOLI E SEDIE ATTO AD OSPITARE PERSONALE E MACCHINARI GRAFICA RAI PERSONALE GIORNALISTICO (TELECRONISTI) MINIMO DUE. 3. SPAZIO DIETRO LE DUE PORTE ATTO AD OSPITARE TELECAMERE FISSE 4. SPAZIO A BORDO CAMPO ATTO AD OSPITARE DUE TELECAMERE MOBILI CON OPERATORI E CAVI MOBILI 5. SPAZIO ESTERNO ATTO AD OSPITARE 4 CAMION REGIA‐APPOGGIO‐GRUPPO ELETTROGENO‐UP LINK SATELLITARE 6. OTTIMA ILLUMINAZIONE IMPIANTO (800‐1000 LUX A TERRA) 7. FONDO PARQUET O STILMATT O CEMENTO RESINATO BIANCO 8. BALAUSTRE COME DA REGOLAMENTO TECNICO 9. GESTIONE COLORE DEI DISCHI IN ARMONIA CON IL COLORE DEL FONDO E DECISO DA RAI SPORT 10.TRIBUNE SPETTATTORI POTESTA’ DELLA LNH CIRCA LA MESSA IN PALINSESTO DI GARE IN TELECRONACA
DIRETTA/DIFFERITA RAI SPORT
Spetta a LNH la decisione relativa alla fissazione dell’impianto dove si svolgerà la gara che sarà
irradiata in telecronaca diretta Rai Sport.
Le società sprovviste di impianto idoneo a riprese televisive che saranno indicate per una telecronaca
diretta su Rai Sport avranno l’obbligo di rispettare le decisioni di LNH in materia di fissazione
dell’impianto di gioco.
L’obbligo è costituito dalla assunzione dei costi necessari e relativi alla disputa della gara in campo
diverso dal proprio locale, noleggio impianto, assicurazione di servizi
di cronometraggio e assistenza medica.
REGOLAMENTO DEI RAPPORTI MEDIA – TELEVISIONI OBBLIGATORI PER LA SERIE
A1
RAI SPORT SATELLITE in accordo con l’ufficio stampa di LNH, prevede per la stagione
agonistica 2014/2015 la messa in onda di un appuntamento dedicato al campionato
nazionale, PLAY OFF compresi, con telecronaca diretta/differita di una gara
A tale scopo le società di serie A1 hanno l’obbligo di rispettare la normativa che segue per
assicurare il livello di efficienza – economicità – professionalità necessari ad una presenza
qualificata sulla emittente di stato.
TELECRONACHE DIRETTE RAI SPORT
La stagione regolare del campionato nazionale di serie A1 prevede la irradiazione in
telecronaca diretta di una gara di campionato secondo gli accordi e disponibilità di Rai Sport.
TELECRONACHE DIRETTE RAI SPORT – PLAY OFF
Le gare relative ai play off scudetto si svolgono in telecronaca diretta/differita secondo gli
accordi con RAI SPORT
POSTAZIONI PUBBLICITARIE LNH
In occasione di gare in telecronaca diretta debbono essere riservati a LNH spazi pubblicitari
per la esposizione di materiale pubblicitario, in misura massima di 4 metri, salvo eventuali
accordi di sponsorizzazione che formeranno eventualmente oggetto di apposita
regolamentazione.
INTERNET LIVE
LNH in collaborazione con aziende del settore provvede alla gestione del sito
www.legahockeytv.it, tale gestione prevede la messa in onda di interviste – notizie – immagini
dei campionati di hockey – e relative telecronache delle stesse in differita e/o diretta.
OBBLIGO DI UFFICIO STAMPA E ADDETTO STAMPA
Le società di serie A1 hanno l’obbligo di avere a disposizione un Ufficio Stampa diretto da un
Addetto Stampa, che dovrà essere possibilmente un giornalista o pubblicista o simili (non
possono essere addetti stampa i presidente delle società).
I compiti relativi agli addetti stampa in relazione alle disposizioni di cui sopra sono quelli di
fornire tutta l’assistenza necessaria sia in termini informativi che formali ai tecnici di RAI
SPORT SATELLITE e all’Ufficio Stampa della LNH per le incombenze relative alla
produzione privata (interviste video e altro che si rendesse necessario).
Le modalità di impegno di tali compiti formeranno oggetto di disposizioni dell’Ufficio Stampa
di LNH.
NORME SULLA GESTIONI DEGLI ORARI INIZIO INCONTRI – MODALITA
SPOSTAMENTO GARE 2014/2015 DISPOSIZIONI LNH
GIORNO E ORARIO INIZIO INCONTRI
Tutte le Società devono indicare nel modulo associativo l’orario di inizio incontri che è fissato
nel seguente modo:
SERIE A1/A2 GIORNO DI GARA SABATO
FASCIA TRA NON PRIMA DELLE ORE 18.00 E NON OLTRE LE ORE 20.30
SPOSTAMENTI DI GIORNO – ORARIO – MODIFICHE AL CALENDARIO POTESTA’
ESCLUSIVA DELLA LNH
La potestà esclusiva ed assoluta sulla modifica degli incontri rispetto al calendario originale
disposta anche giornata per giornata in relazione alle esigenze dei calendari internazionali,
delle riprese televisive, della indisponibilità degli impianti accertate e motivate, spetta
alla Lega Nazionale Hockey, e i sodalizi aderenti hanno l’obbligo di conformarsi alle
disposizioni che LNH disporrà, senza eccezione alcuna.
Pertanto ad eccezione delle variazioni che autonomamente LNH disporrà per ragioni di
calendario internazionale o di riprese televisive, nonché di eventi eccezionali e/o
imprevedibili, si dispone che per altre motivazioni come ad esempio la indisponibilità degli
impianti di gioco, gli interessati presentino la intera documentazione a supporto della richiesta
e LNH nella sua autonomia, esperiti gli eventuali accertamenti, disporrà per la variazione che
dovrà essere eseguita.
Le decisioni in materia della LNH sono assolute e non impugnabili, trattandosi di materia
tecnico organizzativa posto sotto il controllo di LNH a tutela e garanzia dello svolgimento delle
attività affidate da FIHP a LNH.
DISPOSIZIONI PARTICOLARI 2014 – 2015 LNH
OBBLIGO DI DIVISA UFFICIALE SERIE A
Tutte le società di serie A devono indossare una divisa ufficiale uniforme ovvero con identico
colore per tutti gli atleti, nei colori sociali cosi definita:
CASCO
MAGLIA
LA SECONDA MAGLIA DI RISERVA DOVRA ESSERE A BASE FONDO BIANCO
PANTALONI LUNGHI
Non è consentito nel campionato di serie A indossare caschi di colore diverso tra loro, ovvero
è obbligatorio l’utilizzo di un casco di identico colore per tutti gli uomini di movimento.
Ogni trasgressione segnalata dai direttori di gara in rapporto comporta una ammenda a carico
della società inadempiente pari a € 250, irrogata da LNH
- 23
CRONOMETRISTI/SEGNAPUNTI GESTIONE DATI ON LINE - ABILITAZIONE E
TESSERAMENTO LNH – DISPOSIZIONI LNH
OBBLIGO DEL DIRIGENTE SEGRETARIO SEGNAPUNTI
E' fatto obbligo alle Società di Hockey In Line di mettere a disposizione del cronometrista un
segretario segnapunti (che deve essere obbligatoriamente un Dirigente di Società
regolarmente tesserato) il quale assume le funzioni previste all'art. 36 del Regolamento di
Gioco.
CRONOMETRISTI
Tutte le gare che sono poste sotto il controllo organizzativo della lnh, nell’ambito dell’articolo
56 del regolamento gare campionati, possono essere gestite da
cronometristi/segnapunti/gestori dati on lIne, abilitati al servizio dalla lnh mediante
tesseramento e partecipazione obbligatoria ai corsi di formazione indetti dalla lnh per il
conseguimento della qualifica.
Pertanto gli obblighi imposti dall’articolo 56 del regolamento gare campionati sono
integrati per le gare che si svolgono sotto l’egida della lnh da personale abilitato a tali
mansioni da lnh, ovvero nessun obbligo è posto a carico delle società di lnh che partecipano
ai campionati organizzati e gestiti da lnh se le stesse in occasione di gare casalinghe
possono disporre di persone regolarmente abilitate da lnh a mezzo tessera al ruolo di
cronometristi/segnapunti/gestori dati on line.
In tali ipotesi la presentazione della tessera rilasciata da lnh assolve interamente
all’obbligo imposto dall’articolo 56 senza alcuna notificazione di richiesta alla locale fic.
Alle società ospiti ai sensi delle vigenti disposizioni regolamentari in questi casi deve essere
consentita la presenza del proprio dirigente presso il tavolo cronometristi/segnapunti, la
violazione di tale norma comporta l’assunzione dei provvedimenti disciplinari di lnh relativi alla
revoca immediata delle abilitazioni rilasciate con il conseguente utilizzo obbligatorio dei
cronometristi come da articolo 56
Rgc.
Le società associate a lnh che non dispongono di personale abilitato lnh per le mansioni di
cronometrista/segnapunti/gestore dati on line, hanno l’obbligo di eseguire le disposizioni
impartite nell’articolo 56 rgc.
Le persone abilitate da lnh come cronometristi/segnapunti/gestori dati on line, devono
obbligatoriamente, pena l'applicazione della perdita della gara con il risultato di 0 - 5, disporre
di cronometro visibile alle due squadre di misura non inferiore a 25 cm, oppure con personal
computer software/time e video di almeno 14 pollici, e infine anche con sistemi elettronici a
display di misurazione del tempo.
Le società associate a lnh che non dispongono di personale abilitato lnh per le mansioni di
cronometrista/segnapunti/gestore dati on line, hanno l’obbligo di eseguire le disposizioni
impartite nell’articolo 56 rgc.
DEPOSITO DEI DOCUMENTI UFFICIALI DI GARA DA PARTE SOCIETA SERIE A1-A2
DISPOSIZIONE FIHP/LNH
Tutte le società ospitanti A1 – A2 – B devono al termine della disputa della gara ritirare
Dal direttore di gara i documenti ufficiali della gara: foglio partita – modelli h2
Societa’ ospite e ospitante, e dopo aver rilasciato copia degli stessi a società ospitata e
arbitro, provvedere ad inviare via fax a fihp roma ufficio di giustizia
06/23326645 e supervisione lnh milano 02/93660309 entro il lunedì mattina.
Per i provvedimenti disciplinari fihp ufficio di giustizia provvede avuta conoscenza di eventuali
supplementi arbitrali depositati direttamente dai direttori di gara.
- 24
SERVIZI DI POSTA ELETTRONICA EMAIL – SERVIZIO OBBLIGATORIO DISPOSIZIONE
LNH
Tutte le società associate alla Lega Nazionale Hockey hanno l’obbligo di possedere un
indirizzo di posta elettronica e-mail il cui indirizzo deve essere comunicato alla LNH all’atto
della associazione o riassociazione, tale indirizzo deve essere attivo 24 ore su 24 in modo da
poter ricevere tutta la posta che viene inoltrata dalla LNH.
Le disposizioni della LNH emesse con comunicati ufficiali sono esecutive ed operative una
volta trasmesse in e-mail alle società.
Eventuali indisponibilità dell’indirizzo e-mail comportano la responsabilità del ricevente e in
proposito non è ammessa nessuna impugnativa, i Legali Rappresentanti delle società
sottoscrivono apposita dichiarazione in sede di rinnovo della associazione alla LNH, il
mancato rispetto di tale disposizione comporta l’espulsione dalla LNH della società.
SERVIZI DI POSTA TELEFAX DISPOSIZIONE LNH
E’ obbligatorio comunicare un numero di telefax all’atto della iscrizione alla LNH
SERVIZI INTERNET DISPOSIZIONE LNH
E’ obbligatorio l’uso del sistema dati via Internet
A
Pertanto tutte le società di serie
hanno l’obbligo di possedere un personal computer
dotato di modem e collegamento a internet provider (il collegamento ad un internet provider
locale è gratuito previa iscrizione), stampante e personale segnapunti che provvederà sul
posto ad utilizzare i sistemi informatici.
Il mancato rispetto delle disposizioni comporta l’ammenda di € 250 per ogni gara
che si
effettua senza l’ausilio del servizio Internet
- 25
Author
Document
Category
Uncategorized
Views
0
File Size
548 KB
Tags
1/--pages
Report inappropriate content