close

Enter

Log in using OpenID

16 07 14 La.Repubblica Torino portavalori muore in

embedDownload
la Repubblica MERCOLEDÌ 16 LUGLIO 2014
TORINO CRONACA
IX
PER SAPERNE DI PIÙ
www.ltf-sas.com
www.mit.gov.it
Cantiere di Chiomonte
blitz a sorpresa di Lupi
“Soddisfatto dei lavori
ora via ai risarcimenti”
LA DENUNCIA
L’INCIDENTE A COLLEGNO
Ancora una fermata
per l’inceneritore
NCORA ferma la linea 1 dell’inceneritore. La denuncia arriva dai consiglieri regionali
del Movimento 5 stelle Davide Bono, Giorgio Bertola e Federico Valetti: «Ci sono stati degli sforamenti e saranno i cittadini a pagare per
i malfunzionamenti e i blocchi — dicono annunciando battaglia in Regione — Chiediamo che sia redatto
un nuovo Piano di gestione dei rifiuti». Mauro Pergetti, direttore di
Trm, conferma lo stop iniziale per
un problema tecnico seguito dalla
decisione di prolungare il fermo
perché non c’era il carico di rifiuti
necessario per il collaudo. Quanto
agli sforamenti, aggiunge: «La soglia di attenzione non è mai stata
superata nella tabella giornaliera».
(s.str.)
A
Il ministro annuncia un vertice romano a fine mese
“E stavolta non dovremo affrontare un’emergenza”
MEO PONTE
ISITA a sorpresa nel cantiere di Chiomonte del ministro per le Infrastrutture
Maurizio Lupi. «Ho deciso questa mattina — spiega quando arriva nel cantiere poco
dopo le 17 di ieri — Avevo promesso che sarei
tornato presto. Anzi avevo messo una scadenza precisa: il giorno in cui si sarebbe raggiunto il primo chilometro di scavo della galleria».
Lo scavo il chilometro lo ha superato di cento metri, anche se i dirigenti dei lavori recriminano: «Senza tutti i problemi che ci sono
stati, in questi tre anni avremmo fatto ben di
più». Il ministro comunque è visibilmente soddisfatto. È la sua terza visita al cantiere (l’ultima in ordine di tempo sei mesi fa) e l’avanzamento dei lavori è evidente. «Sono tornato
perché prima delle pausa estiva, che per noi
inizia a metà agosto — dice Lupi — avremo un
vertice a Roma e finalmente non sarà un vertice per affrontare emergenze ma per stabilire il programma dei lavori e soprattutto la questione dei risarcimenti e della compensazioni.
Sono già disponibili dieci milioni di euro a questo proposito e arriveremo probabilmente a
cinquanta milioni». Risarcimenti e compensazioni che saranno erogati anche se molti sindaci Notav hanno già dichiarato di essere
pronti a rifiutarli. «Si tratta di finanziamenti
destinati al territorio e non ai sindaci», taglia
corto il ministro che pazientemente si sottopone alla «vestizione» (casco, giacca da lavoro, stivali) obbligatoria per la visita della galleria dove i lavori di protezione degli ultimi
metri della volta sono appena stati conclusi.
Maurizio Bufalini, neo direttore di Ltf, è stato anche lui sorpreso dalla decisione del ministro di visitare Chiomonte. Era al lavoro nel
suo ufficio romano e ha preso un aereo in fretta e furia per arrivare in tempo per illustrare
gli ultimi lavori al ministro. «C’è grande attenzione per quest’opera da parte del governo — sottolinea Lupi — penso che presto verrà
in questo cantiere anche il presidente del Consiglio. Quando? Beh questo lo deciderà Matteo Renzi. Di certo abbiamo dimostrato che
qui non solo lo Stato c’è, ma che sta costruendo una grande opera per la collettività». Lupi
annuncia anche l’intenzione di creare un unico «promotore» italo-francese che si occupi dei
cantieri che si apriranno in bassa valle. Un fatto che significa che ormai è dato per scontato
che i lavori del tunnel di base dell’Alta Velocità
partiranno dalla parte francese.
Il ministro trova anche il modo di rispondere a chi ha criticato le spese sostenute per la
V
© RIPRODUZIONE RISERVATA
A SETTIMO
Lo aggrediscono in 5
e rapinano 25 mila euro
GGREDITO a sprangate per
una rapina. La vittima è il titolare di un centro scommesse di Ciriè. L’uomo si stava recando in banca con l’incasso, circa
25mila euro in contanti, quando,
vicino alla sua casa, a Settimo Torinese, è stato aggredito da quattro malviventi. “Erano armati. Mi
hanno rotto il finestrino dell’auto,
poi mi hanno tirato fuori. Avevano delle pistole e delle spranghe”.
Due sono arrivati in macchina, altri due a piedi. Pur di impossessarsi dei soldi, la banda non ha esitato a malmenare il commerciante. Al punto da rompergli il ginocchio sinistro a sprangate. Sull’accaduto indagano i carabinieri della Compagnia di Chivasso.
A
Penso che presto arriverà
in visita anche il presidente
del Consiglio: qui lo Stato
ha dimostrato di esserci
MAURIZIO LUPI
“
«fortificazione» del cantiere. «A chi ha denunciato che sono stati spesi milioni per il dispositivo di sicurezza — dice — rispondo che dovrebbe chiedersi perché sono state necessarie
quelle spese. Ho parlato a suo tempo con operai che erano stati aggrediti e minacciati solo
perché facevano il loro lavoro in questo cantiere».
E prima di salire sul trenino che lo deve portare sotto il tunnel geognostico, Maurizio Lupi ha ancora il tempo di pensare a due grossi
problemi che il governo pare aver risolto.
«Quella dell’isola del Giglio — spiega — è stata una grande tragedia per l’Italia, ma quanto
sta avvenendo con il recupero della Concordia
è un bel segnale per il nostro paese. Si sta compiendo un’impresa mai tentata prima. Mi dispiace per le polemiche sullo smaltimento del
relitto. La cosa importante era farlo in Italia,
affidarlo alla Turchia sarebbe stata una beffa.
Sono anche ottimista per la conclusione della
vicenda Alitalia. Siamo in dirittura d’arrivo.
Ognuno si sta assumendo le sue responsabilità, dai sindacati, alle banche e alle società.
Spero che anche la Cgil riveda la sua posizione».
MALATTIE RARE
Telethon finanzia
5 gruppi di ricerca
Portavalori vola dal furgone
e muore sulla tangenziale
© RIPRODUZIONE RISERVATA
N PORTAVALORI si è schiantato contro le barriere di protezione sulla tangenziale Nord, a Collegno. Morto uno degli
addetti al trasporto, feriti gli altri due. La vittima è Alessandro Dimola, 43 anni: seduto nel retro del furgone, è stato
sbalzato sull’asfalto quando il portellone si è aperto. Il portavalori della All System stava viaggiando verso Milano quando improvvisamente è scoppiata una gomma e il conducente ha perso il controllo andando a sbattere contro le barriere. L’uomo seduto nel retro è morto sul colpo. Gli altri due, nell’abitacolo, sono rimasti feriti e sono stati trasportati agli ospedali Giovanni
Bosco e Maria Vittoria. Nessun altro veicolo è rimasto coinvolto
nell’incidente. In tangenziale però si è formata una coda lunga
diversi chilometri. Indaga la polizia stradale di Torino. (c.roc.)
U
© RIPRODUZIONE RISERVATA
stati selezionati i vincitori del bando di concorso Telethon 2014 per la ricerca
sulle malattie genetiche rare. In
Piemonte sono stati finanziati
cinque gruppi di ricerca di Torino
che hanno ottenuto fondi per un
totale di 869 mila euro destinati
alle ricerche volte a individuare
cause, meccanismi di evoluzione
e possibili strategie terapeutiche
per alcune malattie genetiche rare. I progetti sono stati selezionati dalla Commissione medico
scientifica di Telethon composta
da 32 scienziati provenienti da diversi Paesi nel mondo che si sono
avvalsi, a garanzia di una maggiore efficacia nella valutazione
di 326 revisori esterni, ricercatori provenienti da ventisei nazioni.
S
ONO
IL PROCURATORE HA INVIATO IN VIA MERCADANTE LA POLIZIA GIUDIZIARIA
Guariniello indaga sull’asilo allagato
JACOPO RICCA
N FASCICOLO aperto in procura e una mozione di sfiducia, annunciata, contro l’assessore all’istruzione del Comune, Mariagrazia Pellerino. Le infiltrazioni alla scuola materna
Fanciulli, in via Mercadante, non
preoccupano solo i genitori dei
bambini ospitati fino a lunedì nella struttura chiusa dai vigili del
fuoco. Raffaele Guariniello ha
aperto un fascicolo contro ignoti:
l’ipotesi di reato è disastro colposo. Le piogge degli ultimi giorni - e
l’assenza delle grondaie di rame
rubate un paio di settimane fa avevano allagato l’atrio della
struttura, danneggiando seriamente i pannelli della controsof-
U
fittatura. Proprio su questo si sta
concentrando Guariniello che,
questa mattina, ha inviato all’asilo la polizia giudiziaria e un consulente del Politecnico. L’indagi-
Marrone (Fdi) chiede
all’assessore di dimettersi
Ma Pellerino: “Si impegni
per i fondi alla scuola”
ne dovrà chiarire se la struttura
fosse a rischio crollo ed eventuali
responsabilità.
Sul fronte politico il consigliere
comunale di Fratelli d’Italia, Maurizio Marrone, ha colto la palla al
balzo per chiedere le dimissioni di
Pellerino: «La responsabilità della strage rischiata è chiaramente
dell’amministrazione comunale.
Presenteremo una mozione di sfiducia nei confronti dell’assessore». Chiamata in causa, Pellerino
risponde: «Sarebbe più utile che
Marrone si preoccupasse di fare
fronte comune con le istituzioni
perché ci siano fondi sufficienti
per la scuola. Non penso di dovermi dimettere per infiltrazioni provocate da un furto». Sull’inchiesta non è preoccupata: «La magistratura farà gli approfondimenti
necessari ma non c’è stato nessun
crollo, i pompieri hanno smontato i pannelli proprio per evitare ulteriori problemi. Abbiamo già destinato i fondi».
© RIPRODUZIONE RISERVATA
LA LETTERA
Ferrero: “Aiuti dalla Ue
per pesche e nettarine”
ERCATO delle pesche in crisi
a causa dell'estate anomala, che ha causato una contrazione dei consumi di frutta. Lo
afferma Giorgio Ferrero, assessore all'Agricoltura del Piemonte dove ogni anno vengono prodotti 1,4
milioni di quintali di pesche. Oggi
al produttore viene corrisposto un
prezzo molto inferiore al costo di
produzione. Per questo Ferrero ha
chiesto al ministro Martina un intervento in sede europea. La richiesta è di ritirare il prodotto dal
mercato e di utilizzarlo per la produzione di sottoprodotti, dietro il
corrispettivo di un contributo europeo. Nella lettera l'assessore Ferrero invita il ministro ad attivare le
procedure necessarie «perché il tema sia affrontato al più presto».
M
Author
Document
Category
Uncategorized
Views
0
File Size
379 KB
Tags
1/--pages
Report inappropriate content