close

Enter

Log in using OpenID

clicca qui

embedDownload
12 Economia
L’ECO DI BERGAMO
MERCOLEDÌ 2 APRILE 2014
Automha, i magazzini intelligenti
fanno shopping in Nord America
L’azienda di Azzano ha acquisito la concorrente canadese Pallet Runner
E a fine mese aprirà la filiale cinese. Fatturato in crescita del 40% e assunzioni
L’idea innovativa vin- ad allargarci».
cente dell’azienda Automha di
Va considerato, poi, che oltre
Azzano San Paolo è del 2003 e alla macchina Autosat, l’altro casi chiama Autosat: una macchi- vallo di battaglia dell’azienda è
na radiocomandata che preleva, l’Autosatmover, cioè un sistema
deposita e riordina i pallet nei modulare di stoccaggio multicanali di stoccaggio degli scaffali profondità. Se si aggiunge anche
industriali. Un decennio fa, a la produzione dei tradizionali
realizzare un simile prodotto trasloelevatori, il risultato - coerano altre due aziende nel me spiega Roberta Togni - «è un
mondo: una è data per dispersa, magazzino completamente aul’altra , canadese, la Pallet Run- tomatizzato, intelligente, flessiner, è stata acquisita proprio l’al- bile, affidabile, dai costi accessitroieri dalla società bergamasca bili e dalla manutenzione facispecializzata nel settore logisti- le».
co distributivo e nella produzioCosì l’azienda bergamasca si
ne di convogliatori.
è fatta un nome ed è molto riNel frattempo, però, si è affac- chiesta dalle aziende straniere.
ciata sul mercato mondiale La quota italiana è sempre più
un’altra ventina di aziende pro- minoritaria. Nel 2012 su un fatduttrici di questi macchinari ma turato di 10,2 milioni l’export era
questo non impensierisce Ro- il 60%; l’anno scorso il fatturato
berta Togni, 33 anni, direttore era già salito a 12,6 milioni
marketing e responsabile con- (+22%) e così l’export al 70%; e
trattualistica (segue le acquisi- per il 2014 la stima è di un fattuzioni) e figlia del fonrato di 17,5 milioni
datore, presidente e
(+40%) con le esporrappresentante legale
In Belgio tazioni all’85%.
Franco,
sessanMa l’acquisizione
allestisce il americana
taquattrenne (in
non è
azienda c’è anche il fipiù grande l’unica novità del
glio più piccolo, Gianun anno certadeposito 2014,
ni, che a 26 anni è già
mente eccezionale
tessile del per Automha, che racexport manager):
«Noi però abbiamo un
i frutti di tanto
mondo coglie
vantaggio sui concorlavoro di semina. A firenti - dice - e cioè una
ne mese, infatti, apridozzina d’anni di studi e prodotti rà la nuova filiale nei pressi di
che ci dà la leadership nel mon- Shanghai, e così il gruppo bergado».
masco potrà anche essere preI 40 dipendenti del quartier sente su tutto il vasto mercato
generale di Azzano San Paolo cinese (ne parliamo più diffusasono quasi tutti ingegneri mec- mente nell’articolo qui a fianco).
canici, elettronici ed esperti in
Le macchine innovative di
software, guidati dal direttore Automha (tutte brevettate)
tecnico (e socio di minoranza) stanno riscontrando un notevoWalter Danne.
le successo e l’apprezzamento di
Con l’acquisizione della Pallet grandi e medie aziende, un po’
Runner di Oakville (vicino a To- di tutti i comparti, dal food alla
ronto), marchio molto noto in moda, dalla componentistica
America, Automha ora copre il meccanica all’automotive e al
mercato canadese e statuniten- tessile. E proprio per quest’ultise e, attraverso l’altro ufficio mo settore Roberta annuncia:
commerciale in Messico, anche «Stiamo realizzando in Belgio il
il Sud America. Dato che Pallet più grande magazzino al mondo
Runner non è una realtà produt- per un’azienda tessile, completiva, gli effetti positivi del- tamente automatizzato e coml’espansione commerciale si fa- puterizzato e in grado di gestire
ranno presto sentire ad Azzano: 110 mila rotoli di tessuto». L’in«Quest’anno assumeremo cin- stallazione, iniziata alla fine
que ingegneri - continua Rober- 2013, terminerà solo il prossimo
ta - e anche come sede probabil- settembre. 1
mente presto dovremo pensare P. S.
IN BREVE
ENTE CAMERALE
Mini bond Pmi
Nuove occasioni
È il programma il 9 aprile
alle 10 in Borsa Merci, il
seminario sul tema «Mini
bond: nuove opportunità
di finanziamento per le
imprese». Col Decreto
sviluppo 2012 e successivi
aggiornamenti del pacchetto «destinazione Italia» di fine 2013 è stata
infatti avviata la possibilità per le Pmi di utilizzare nuovi strumenti di finanziamento, di cui i più
interessanti sono i cosiddetti mini bond. I mini
bond danno la possibilità
di emettere obbligazioni
a condizioni semplificate
rispetto alla normativa
vigente e possono rappresentare un primo passo
verso la diversificazione
delle fonti di finanziamento. Il seminario sarà
seguito da incontri individuali tra le imprese che
hanno manifestato interesse ad approfondire il
tema ed esperti selezionati dal Consorzio camerale.
UNIONCAMERE
Premio ai giovani
innovatori
Sopra, la sede Automha di Azzano; sotto, da sinistra Walter Danne e Gianni, Franco e Roberta Togni
Produrrà solo per il mercato cinese
Con il polo di Taicang
mette radici in Oriente
In Cina i macchinari Automha arrivano da quattro anni ma il primo passo
per un insediamento in loco è stata
l’apertura di un ufficio commerciale
all’inizio del 2013. Ora però, alla fine
di aprile, sarà inaugurato un vero e
proprio polo produttivo - i cui lavori
di realizzazione sono iniziati nel settembre scorso - a Taicang, a 65 chiometri da Shanghai, che lavorerà solo
per il mercato cinese. In particolare
costruirà gli Autosat, cioè le macchine specializzate nello smistamento
Macchina Automha sugli scaffali
dei pallet. I lavoratori inizialmente
saranno sei ma entro la fine dell’anno diventeranno 25. Nascerà così
Automha Cina, che sarà guidata dal
general manager Alberto Rudatis.
E con l’acquisizione delle due sedi
commerciali di Pallet Runner in Canada e Messico continua la marcia
di internazionalizzazione dell’azienda di Azzano che si presume
non finisca qui. «Sono operazioni
che danno speranza e sono la conferma che società che investono sull’estero hanno prospettive di crescita con ricadute anche sull’Italia»,
dice Emanuele Cortesi, socio dello
studio Caffi, Maroncelli e associati,
che ha seguito l’azienda nell’operazione in Canada.
Calolzio, una settimana decisiva
per salvare le Trafilerie Brambilla
C’è grande preoccupazione a
Calolziocorte da parte dei 73 lavoratori,
per il futuro delle storiche Trafilerie
Brambilla.
Da tempo l’azienda di corso Europa che fa capo alla famiglia Brambilla, con Vittorio Brambilla, padre dell’ex ministro del turismo
Vittoria Michela Brambilla, presidente del consiglio d’amministrazione, è in difficoltà.
La situazione è di grande attesa
per i risvolti legati a una possibile
vendita. Secondo le ultime notizie
ci sarebbero due trattative in pie-
di: una con un gruppo italiano e
l’altra con una holding turca. Finora, però, nessun compratore ha
formalizzato il proprio impegno
e senza offerte sul tavolo, lo scenario continua ad essere incerto, anche perché tra una settimana, per
l’esattezza il 9 aprile, il Tribunale
di Lecco dovrà decidere a proposito della richiesta di concordato
preventivo.
In quella data la società, che attualmente è rappresentata dal
commissario liquidatore Nicola
Vaccani, dovrà presentare il piano
Presidio alle Trafilerie Brambilla
Si è aperto il bando per il
Premio Unioncamere
«Giovani innovatori
d’impresa». Possono candidarsi al riconoscimento
le imprese di tutti i settori
economici, presentando
la propria candidatura
tramite il sito internet
www.innovatoridimpresa.it entro il 4 maggio. Tre
i riconoscimenti previsti
da 38 mila euro ciascuno:
il primo intitolato «Impresa ecosistema di innovazione» destinato alla
migliore innovazione nei
servizi alle imprese e alla
persona. Il secondo intitolato «New Made in
Italy» riservato alla migliore applicazione di
nuove tecnologie, della
ricerca ai settori del made
in Italy. Infine il terzo
premio è dedicato all’«Impresa connettiva»,
con in primo piano, le innovazioni nella logistica,
nei servizi di comunicazione, così come gli spazi
e strumenti di collaborazione tra imprese (sia fisici che virtuali).
industriale per il rilancio dell’attività produttiva con l’arrivo del
nuovo acquirente.
Per sensibilizzare opinione
pubblica e istituzioni, ieri mattina
la Fiom-Cgil, col segretario leccheseDiegoRivaeirappresentanti Rsu Giuseppe Milani, Diego Rota e Giancarlo Corti, hanno organizzato, fuori dallo stabilimento,
un presidio e si preparano a nuove
iniziative nei prossimi giorni.
Fuori dai cancelli uno striscione
diretto alle battaglie animaliste
dell’ex ministro. Domani pomeriggioèinprogrammaunincontro
all’Unione industriali di Lecco
sulle trattative in corso, mentre
lunedì c’era stato un incontro del
sindacato con la Giunta comunale. 1
Rocco Attinà
Author
Document
Category
Uncategorized
Views
0
File Size
222 KB
Tags
1/--pages
Report inappropriate content