close

Enter

Log in using OpenID

come ti baratto la crisi con i sogni

embedDownload
 protagonisti metropolitani torino magazine
torino magazine protagonisti metropolitani
N
Il presidente e fondatore di VisioTrade Spa,
Cristiano Bilucaglia, durante un'intervista con la Rai
VisioTrade Spa
di MAURIZIO LORYS SCANDURRA
foto ARCHIVIO UFFICIO STAMPA VISIOTRADE
come ti baratto la crisi con i sogni
Coniugando il concetto di corporate barter,
ovvero il moderno baratto fra imprese, a una piattaforma informatica all’avanguardia,
la società torinese è diventata in breve il leader
del settore in Italia. Una case history di successo,
che si sta dimostrando capace di rivoluzionare il mercato
192
el grande mare della recessione,
c’è ancora un’Italia che non è in
crisi, poiché ha saputo analizzare il presente sotto nuova luce. E
con l’ottimismo pionieristico che
da sempre caratterizza gli imprenditori illuminati del Belpaese, si è
trasformata in un’isola felice in
cui vive e opera una grande comunità in forte espansione di cittadini capaci di fare azienda.
Un Paese nel Paese – un po’ in stile matrioska, per
intenderci – in cui vigono valori umani ed economici
altri rispetto a quelli attuali. A scoprirlo per primo, intuendone le potenzialità e ispirandosi a quanto si verifica
sistematicamente da quasi un secolo e con successo in altre aree del globo – la Svizzera in primis, con
l’esempio vincente dell’ex Suisse Economic Circle, oggi
Banca Wir, nata nel 1934 per sopperire alla crisi di liquidità mondiale di matrice americana (proprio come quella odierna scaturita nel 2008) seguita all’annus horribilis targato 1929 – è stato un piemontese, il cui motto è da sempre ‘non esistono problemi, bensì soluzioni’. Si tratta di Cristiano Bilucaglia, originario del Verbano-Cusio-Ossola e naturalizzato torinese, di professione ingegnere biomedico e informatico: un quarantenne brillante e tenace dallo sguardo deciso e dal sorriso lucente, proprio di chi sa guardare avanti, al futuro, con la certezza di un avvenire che non può che
migliorare.
Tra i massimi esperti italiani di new technology, novello Cristoforo Colombo della rete, Bilucaglia ha navigato a metà tra realtà e virtualità, cercando a lungo una
possibile via di uscita dal tortuoso tunnel di una crisi
che appariva senza fine. Questo almeno sino a quando, in fondo al buio, non ha scorto per primo il bagliore di una fiamma, che col tempo ha assunto i toni e i
contorni di un fuoco ardente, vivo e tenace, in grado
di bruciare remore e paure, rischiarando il cammino
e ridando speranza a quanti credono che anche qui
sia ancora possibile rilanciare l’economia reale.
La sua idea si fonda sul corporate barter, alias moderno baratto fra imprese. Il camino sicuro che lo ospita, pronto ad alimentare le piccole e medie aziende (il
90% del tessuto produttivo italiano) ha invece per nome
VisioTrade Spa (www.visiotrade.com).
Un sogno covato sin dall’avvento del Terzo Millennio
e divenuto realtà nel 2009 a Collegno, nell’hinterland
torinese, a seguito dell’incontro tra il fondatore e presidente Cristiano Bilucaglia e un pool di validi soci, tutti provenienti da fortunate esperienze pregresse in svariati ambiti imprenditoriali: dal marketing all’area commerciale di note multinazionali, dall’immobiliare di
prestigio all’elettronica su vasta scala. Un team vincente e affiatato, che sta rivoluzionando l’economia ripartendo proprio dagli esercizi minori, dai quartieri, dagli
artigiani e dai piccoli imprenditori che hanno fatto grande l’Italia.
Ormai da cinque anni, VisioTrade Spa è una realtà consolidata in tutta Italia, l’unica ad aver saputo coniugare il concetto tradizionale di baratto con i migliori ritrovati dell’informatica. È infatti la prima case history di
successo e il principale termine di riferimento nell’ambito della cosiddetta sharing economy: ovvero l’economia dello scambio, equa e sana, aliena da qualsivoglia forma e azione speculativa responsabile dell’impoverimento del Paese, per il volere dei pochi, soliti,
poteri forti. Un’economia equilibrata in quanto basata sullo scambio multilaterale, sulla compensazione,
sulla capacità matematicamente esatta, alla stregua
di un’equazione pari a zero, di correlare in modo corretto esigenze e opportunità, necessità e soluzioni, trasformando così in sogni i bisogni di quanti fanno parte del primo, grande commerce network made in Italy: un mercato parallelo in cui acquisti liberamente ciò
che ti serve saldandolo semplicemente con ciò che
produci.
VisioTrade Spa è uno strumento di crescita e pagamento efficace ed efficiente, risposta concreta all’insufficienza dell’euro per ovviare alla crisi di liquidità,
facendone risparmiare quantità importanti a chi la sce-
VisioTrade Spa
è una realtà
consolidata
in tutta Italia,
l’unica ad aver
saputo coniugare
il concetto
tradizionale
di baratto con
i migliori ritrovati
dell’informatica
VisioTrade Spa, moltiplicatore
di fatturato per le imprese italiane
193
protagonisti metropolitani torino magazine
Cristiano Bilucaglia racconta VisioTrade Spa alla Camera dei Deputati
Il notaio Remo Bassetti, il giornalisti Antonio Lubrano Oliviero Beha, Cristiano Bilucaglia, Marco Negro,
Mauro Lorenzo Marinelli, Luca Salerno e il conduttore tv Gianluigi Paragone durante un evento
sul baratto fra imprese
torino magazine protagonisti metropolitani Fabio Spallanzani e Angelo Sidoti del Team Management
di VisioTrade Spa
glie quale partner privilegiato di sviluppo. E, cosa ancora più importante, la società svolge una funzione di supporto e integrazione al sistema bancario, permettendo lo sviluppo delle economie locali in un contesto in
cui la crisi strutturale ha prodotto, di contro, un interesse crescente verso le nuove economie; prima fra
tutte, per l’appunto, quella rappresentata dal corporate barter, ramo in cui l’azienda di Collegno è leader
riconosciuto in Italia.
Grazie a VisioTrade, inoltre, è stata introdotta una novità assoluta: l’eliminazione dell’insoluto, in quanto ogni
transazione avviene tramite l’eurocredito, ossia la prima valuta complementare virtuale mai ‘coniata’ in Italia, che misura esattamente il controvalore reale di ogni
scambio di beni e servizi.
Ma non è questo il solo vantaggio. Nonostante la scarsa circolazione di denaro e la crescente difficoltà di
accesso al credito e al consumo per aziende e priva-
Grazie a
VisioTrade, inoltre,
è stata introdotta
una novità
assoluta:
l’eliminazione
dell’insoluto,
in quanto ogni
transazione
avviene tramite
l’eurocredito
194
ti, VisioTrade Spa fa crescere le imprese: da un lato,
non applica interessi ai crediti commerciali concessi
in valuta complementare; dall’altro, stimola nuove
relazioni professionali attraverso la figura del trader –
un tutor d’impresa duttile ed elastico che gestisce le
richieste degli aderenti soddisfacendole all’interno del
circuito – incrementando i fatturati dei propri membri
e sfruttando la capacità produttiva inespressa di questi ultimi.
Ecco alcuni esempi. Un concessionario con un parco auto invenduto, costoso in termini di magazzino e
affitto, potrà barattare l’eccedenza di automezzi con
una ristrutturazione dell’intero autosalone. Un hotel che
ha camere libere potrà metterle a disposizione di
VisioTrade Spa e acquistare nuovi arredi. Lo stesso
dicasi per bar, ristoranti, negozi di abbigliamento e attività all’ingrosso e al dettaglio in genere, che potranno reperire nel circuito tutto ciò che normalmente serve per la vita dell’azienda, con una differenza fondamentale: anziché pagare in euro, risparmieranno denaro acquistando l’occorrente in eurocrediti, guadagnati offrendo semplicemente al circuito ciò che
meglio sanno fare, cioè il proprio lavoro e i frutti o prodotti da esso derivanti. Evidentemente non è poco, e
soprattutto di questi tempi.
Un avvocato, un architetto, un geometra, un ingegnere, un consulente, un commercialista o qualunque altro
libero professionista potranno altresì accumulare crediti maturati da consulenze e tradurli in valuta complementare, con cui acquistare a loro volta nel commer-
IL BARATTO DÀ I NUMERI CON
VISIOTRADE SPA
VisioTrade Spa (blog.visiotrade.com) è la prima realtà nazionale nel
campo del baratto fra imprese, leader indiscusso del settore.
Presente in tutta Italia con ben 12 agenzie distribuite capillarmente
sul territorio, dai suoi esordi ha prodotto un volume d’affari di
transazioni in scambi commerciali in compensazione superiore ai
70 milioni di euro, all’interno di un commerce network parallelo e
privato in cui operano oltre 2500 aziende di vario tipo (dalle spa
alla semplice ditta individuale), rappresentanti complessivamente
più dell’85% delle categorie merceologiche presenti sul mercato
tradizionale. Fondamentale l’ausilio di una piattaforma informatica
unica in Italia, capace di fornire in tempo reale agli utenti il valore
di ogni transazione eseguita. Ne derivano dati impressionanti:
fatturati altrimenti impossibili e impensabili senza la valuta
complementare, l’eurocredito, considerata l’irreperibilità e
l’inaccessibilità crescente dell’euro da parte del sistema bancario e
finanziario.
(M.L.S.)
Cristiano Bilucaglia spiega il corporate barter alla Camera di Commercio di Taranto
ce network viaggi, case, mobili, vestiario, informatica,
telefonia, vacanze e qualsivoglia altra tipologia di beni
normalmente reperibile nel mercato tradizionale e
necessari alla vita quotidiana. «È nella crisi che sorgono l’inventiva, le scoperte e le grandi strategie. È nella crisi che emerge il meglio di ognuno», scriveva Albert
Einstein. VisioTrade Spa ha fatto sua questa filosofia.
Adottatela anche voi.
VisioTrade Spa, il grande mercato
parallelo privato per fare impresa
in modo nuovo
195
Author
Document
Category
Uncategorized
Views
0
File Size
166 KB
Tags
1/--pages
Report inappropriate content