close

Enter

Log in using OpenID

BIOGRAFIE DEI DOCENTI: - Libera Accademia di Belle Arti

embedDownload
BIOGRAFIE DEI DOCENTI:
ROBERTO MUTTI è storico, critico e docente di fotografia, attualmente presso
l’Accademia del Teatro alla Scala e l’Istituto Italiano di Fotografia di Milano. Organizzatore
e curatore indipendente, ha realizzato mostre di giovani promettenti e di autori affermati
collaborando con festival, gallerie private e istituzioni pubbliche. Ha firmato oltre duecento
libri fra saggi, monografie e cataloghi. Giornalista pubblicista, dal 1980 scrive di fotografia
sulle pagine milanesi del quotidiano Repubblica , collabora con diverse testate e ha diretto
dal 1998 al 2005 il trimestrale Immagini Foto Pratica. Fa parte dei comitati scientifici di
Photofestival Milano, MIA, Fondazione Corrente ed è consulente della Fondazione 3M. Ha
ricevuto i premi per la critica fotografica Città di Benevento (2000), “Giuseppe Turroni”
(2007), Artistica Art Gallery, Denver, USA (2011) e “Salvatore Margagliotti”, Trapani
(2014). Vive e lavora a Milano.
MAURIZIO GAROFALO, nato nel 1959, ha vissuto Ancona,Venezia, Firenze, Napoli,
Roma, Milano. Laureto in Architettura, abbandona la libera professione per dedicarsi alla
grafica editoriale e alla fotografia. Giornalista professionista, dal 2000 al 2009 è art
director e photo editor a “Diario”, diretto da Enrico Deaglio, giornale del mondo. Alla
professione affianca un’intensa attività di didattica sulla fotografia e fotogiornalismo, di
conferenze e letture-porfolio in Italia e all’estero, di giurato concorsi di fotografia. Nel 2010
è nel comitato scientifico e nella giuria del “Premio Chatwin”, per la fotografia e la narrativa
di viaggio; nel 2011 insegna a New York nell’ambito del “ New York Photography
Workshop”, organizzato da Spazio Labo’; nel 2012 crea “Ragusa Foto Festival” ed è
direttore artistico della prima edizione. Nel 2013 ha curato la realizzazione editoriale del
volume “Mimmo Jodice”, di Roberta Valtorta, edito da Bruno Mondadori. Nel 2014 è sotto
contratto con la casa editrice Pearson-Bruno Mondadori per la progettazione delle nuove
collane editoriali. Collabora con la rivista di critica letteraria “L’Indice dei libri” per la
sezione “Fotografia”. Possiede 78 macchine fotografiche.
FRANCESCO ZIZOLA (Roma,1962) ha fotografato le principali crisi e conflitti che si sono
succeduti nel mondo negli ultimi 25 anni. Un forte impegno etico e una personale cifra
stilistica caratterizzano la sua produzione fotografica. I suoi progetti e gli assignment per
numerose testate italiane e internazionali lo hanno portato in tutto il mondo, dandogli
l’occasione di ritrarre crisi umanitarie spesso rimaste ai margini della notizia. Francesco ha
ricevuto numerosi riconoscimenti, tra cui nove World Press Photo e quattro Picture of the
Year International. Sette sono i libri che ha pubblicato, tra cui il recente “ Uno sguardo
inadeguato” (2013), “Irap” (2007) e “Born Somewhere”(2004) dedicato alla condizione
dell’infanzia in 27 paesi del mondo. Nel 2003 Henri Cartier Bresson include una fotografia
di Francesco tra le sue 100 preferite. Da questa collezione nasce una mostra , “Les Choix
d’Henri Cartier Bresson” e un libro. Nel 2007 insieme a un gruppo di colleghi , fonda
l’agenzia NOOR, la cui sede è ad Amsterdam. Nel 2008 è tra i fondatori del 10b
Photography di Roma, un centro polifunzionale dedicato alla fotografia professionale. E’
stato membro della giuria del World Press Photo 2014. Francesco vive a Roma.
DAVIDE MONTELEONE
Davide Monteleone (b. 1974) started his photographic career in 2000, when he became an editorial
photographer in Contrasto. The next year he moved to Moscow as a correspondent. This decision
determined his ensuing career. Since 2003, Monteleone has lived between Italy and Russia,
pursuing long-term personal projects. He published his first book Dusha, Russian Soul in 2007,
followed by La Linea Inesistente, in 2009, Red Thistle in 2012 and Spasibo in 2013. His projects
have brought him numerous awards, including various World Press Photo prizes and several grants
like “Aftermath” or European Publisher Award, and the Carmignac Prize. In recent years he is
carrying out projects for leading international magazines, foundations and cultural institutions,
exhibiting and teaching and shooting short films. Since 2011 Davide is a member of VII Photo.
“Even though I come from the tradition of documentary photography, my goal is not only to inform,
but to create images that are the interpretation of an idea. I want the audience of my work to get
curious about the subject of my research and to start investigating themselves.”
Prizes and Awards:
2014
PDN Best Book Award 2014
“SPASIBO”
2014
Aperture Portfolio Prize – honorable mention
“SPASIBO”
2014
The Kraszna-Krausz Foundation – best book award
“SPASIBO”
2013
Fondation Carmignac Photojournalism Award
“SPASIBO”
2013
POY 2013 MULTIMEDIA 2ND PLACE
“Multimedia Nordic Odyssey”
2012
Lead Award , Germany 3rd prize
“Red Thistle”
2012
EPEA 01 GRANT
“Harragas”
2012
Awaking award, Tehran art project, Iran
“Reversed see series”
2011
European Publisher Award
“Red Thistle”
2011
Follow your convictions grant
“Reversed See” – Maurice Lacroix – World Press Photo foundation
2011
World Press Photo
Milan Fashion Week – 2nd Prize Art single
2010
Aftermath Project Grant
Winner with “Red Thistle, Journey in the Northern Caucasus”
2010
Lumix Freelens Award
Winner Freelens award “Northern Caucasus”
2010
Emerging Photographer grant 2010
Winner burn magazine grant “Northern Caucasus”
2010
Sony World Photography Awards
nd
2 prize Contemporary Issue Daghestan
2009
Leica Oskar Barnak Award
Finalist “Russian Caucasus”
2009
World Press Photo
Abkhazia – 1° Prize General news stories
2008
Finalist at “Aftermath Project Grant”
“Russian Caucasus”
2008
IPA Award 2008
2nd place best book “DUSHA Russian Soul”
1st place general news editorial “Pakistan Turning Point”
2008
FotoGrafia-Book Award
Best book at FotoGrafia Festival in Rome
2008
Bastianelli Mention best book
Best “first book” at Bastianelli Prize in Rome
2008
PDN Photo annual award
Magazine Editorial Categories for Internazionale
2007
TAF prize, “Dusha – Russian Soul”
LuccaDigitalFotoFest 2007, Italy
2007
World Press Photo
Israeli bombing in Lebanon – 1° Prize Spot news stories.
2006
FNAC “C’era una volta CCCP”
FNAC mention at the prize : “Talento fotografico fnac”
2005
Prize Amilcare Ponchielli “C’era una volta CCCP”
2nd prize at the Amilcare Ponchielli Milano
Selected Exhibitions
“Borderline Empire”
2014 Kehrer Berlin, Berlin
“Spasibo”
2014 Saatchi Gallery, London, UK
2014 Frankfurt Photo Forum, Frankfurt, GE
2014 Rencontres de Arles, Arles, FR
2014 Museo Messina, Milan, IT
2013 Chapelle de L’ ecole de beaux Artes - Paris, FR
“Red Thistle”
2013 Bursa Festival – Bursa – TU
2013 Officine Fotografiche - Rome, IT
2013 Micamera, Milan, IT
2012 Rencontres de Arles - New York, US
2012 VII Gallery - New York, US
2012 Petite Noire Gallery - Paris, FR
2012 Freelens gallery - Hamburg, GE
2010 Castello Estense, Ferrara, IT “Festival giornalismo di Internazionale”
2010 Museo Trento e Rovereto Rovereto, IT
2010 Lumix Festival , Hannover, GE
“Dusha”
2013 Casa studio Morandi - Modena, IT
2009 Palazzo Esposizioni - Rome, IT
2009 Micamera, Milan, IT
2008 Rencontres de Arles, Arles, FR
2008 B gallery, Rome, IT
2007, Lucca Foto Festival, Lucca, IT
“Harragas” – European photography Award
2013 Nobel prize Center - Oslo, NR
2012 House of Photography - Hamburg, GE
“Ombre di Guerra”
2011 MEP - Paris, FR
2009 Rotonda della Besana - Milan, IT
“La Linea Inesistente”
2010 Ortigia - Siracuse, IT
2009 Palazzo Esposizioni - Rome
Books:
2013 “Spasibo” Kerher Verlag
2012 “Red Thistle” – Actes sud, Dewi Lewis, Peliti, Kherner Verlag.
2012 “Holler – Enel Contemporanea” – H+
2012 “War is only half of the story vol. 4” Aftermath Foundation
2011 “Time In Turkey” - Zaman
2010 “Burn 01 in print” Magnum Foundation
2010 “War is only half of the story vol. 3” Aftermath Foundation
2009 “La Linea Inesistente” Contrasto
2009 “Foam Talent issue” Foam
2009 “Reportage Atri Festival”catalogue Peliti Associati
2009 “Clear Light”catalogue Peliti Associati
2009 “La Gioia”catalogue Zone Attive Edizioni
2008 “Quotidianamente Fotografi” Edizioni Postcart
2007 “Dusha – Russian Soul” Edizioni Postcart
2005 “Il sole nelle mani” Motta Editore
GIUSEPPE FRANGI
Giuseppe Frangi, nato a Milano il 12 settembre 1955
Sposato con cinque figli.
Residente a Novate Milanese, via Sentiero del Dragone 24.
Giornalista professionista dal 1982.
Maturità classica, studi in storia dell'Arte all'università Cattolica
1978/80 collaborazione presso la casa editrice Grafo di Brescia con pubblicazione di due
volumi, “Vincenzo Foppa, Lo Stendardo di Orzinuovi” e “Giambattista Moroni in Val
Seriana”
Collaborazione giornalistica con il magazine del Corriere della Sera (1978/80) e con Il
Giornale di Brescia.
1980-1993 giornalista nella redazione del settimanale Il Sabato. Redattore cultura sino al
1985. Nel 1985 caporedattore. Dal 1986 al 1989 vicedirettore. Dal 1989 al 1991 direttore
responsabile
1993 -1994 Vicedirettore del mensile internazionale 30Giorni
1994-1995 Caporedattore centrale del quotidiano L’Informazione
1996-1997 Caporedattore al quotidiano La Stampa, dove ha seguito il varo del magazine
Lo specchio della Stampa
1997- 2001 vicedirettore e condirettore di varie testate del Gruppo Class: Madame Class;
Class; Case Country; Class art
Dal 2001 direttore del settimanale Vita che dal 2012 è diventato mensile
Attualmente è editorialista dell'Eco di Bergamo e della Provincia di Como. Collabora come
commentatore alle pagine milanesi del Corriere della Sera. Come recensore e
commentatore di eventi artistici collabora con il settimanale Panorama, con Alias, inserto
de Il Manifesto, e con i mensili Monsieur, Flair e Tracce. Dal 2009 tiene un blog
Robedachiodi, che nel 2013 ha raggiunto i 12mila contatti unici mensili.
Per la casa editrice Silvana cura la collana di libri intervista su argomenti artistici, Fil rouge.
Nel 1998 ha costituito l'Associazione Giovanni Testori, di cui è presidente. Nel 2006
l'Associazione è stata riconosciuta come Fondo storico dalla Soprintendenza dei beni
architettonici e ambientali della Lombardia. Con l'Associazione dal 2003 ad oggi sono
state realizzate 11 mostre sul territorio lombardo e piemontese, dedicate alla riscoperta
degli autori del '500 e '600 studiati da Giovanni Testori. Nel 2009 ha creato l’Associazione
culturale Casa Testori per gestire la casa dello scrittore a Novate Milanese, concessa in
comodato dagli eredi. La Casa è un polo espositivo che ha riscosso notevole attenzione,
per la valorizzazione di talenti giovanili e che ha una programmazione continua di eventi
espositivi, di workshop, di dibattiti e presentazioni libri e di piccoli eventi teatrali.
Nel 2013 ha promosso l’associazione culturale RomaFelix, che propone pacchetti di visite
guidate di qualità nella capitale, associazione di cui è presidente.
GIGLIOLA FOSCHI Laureata in Filosofia Estetica ha insegnato (dal 2000 al 2010) Storia
della fotografia allo IED di Milano; attualmente insegna presso l’Istituto Italiano di
Fotografia, sempre a Milano. E’ stata visiting professor per il Master di Fotografia di
Modena. I suoi scritti sono stati pubblicati in varie riviste nazionali e internazionali (
Camera Austria, Zoom International, Gente di Fotografia, Abitare, Photo, l’Unità, etc.) in
libri e cataloghi di mostre. Ha curato numerose mostre in gallerie d’arte e spazi pubblici:
tra queste, Paolo Ventura, Il teatro della memoria, FAR/Fabbrica arte Rimini, Rimini
(2013); Al di là delle apparenze opache (2010) e La Giovine Italia …(2011) per il Festival
di Fotografia Europea di Reggio Emilia. Ha inoltre tenuto varie conferenze sulla fotografia
contemporanea (presso la Triennale di Milano, il Museo della Fotografia di Villa Ghirlanda,
Cinisello; lo Spazio Oberdan di Milano, etc.). Fa inoltre parte del comitato scientifico della
fiera MIA (Milan Image Art) diretta da Fabio Castelli: la prima fiera italiana dedicata
all’arte della Fotografia. Collabora inoltre con la Galleria San Fedele di Milano (dove ha
curato mostre di Aniello Barone, Alessandro Penso, Loris Savino, Letizia Battaglia, etc.)
e con le gallerie Paci Contemporary di Brescia e Podbielski Contemporary di Berlino.
WALTER PESCARA
Walter Pescara nato a Milano il 3 gennaio 1952. Vive e lavora a Brescia.
Dal 1975 lavora come fotoreporter professionista per riviste nazionali e internazionali.
Pubblica i suoi lavori su Abitare, Yachting, Madre, Ottagono, Famiglia Cristiana, Corriere
della Sera, Repubblica, l'Espresso, Panorama, Sport Week, City Light Foundation San
Francisco.
Dal 2001 al 2004 ha insegnato fotografia all’Accademia di Belle Arti Santa Giulia e a
Machina Institute.
Dal 2007 insegna fotoreportage e fotografia delle arti performative alla LABA, Libera
Accademia di Belle Arti di Brescia.
Dal 2009 è presidente dell’Associazione Culturale U-TURN
ALCUNI REPORTGAGE PUBBLICATI:
"La Chandigar di Le Corbusier" Punjab India Abitare 1979
"Il the all'ombra del Buddha" Laddak India Madre 1979
"Un territorio limite. La valle dell’Indo" Laddak India Abitare 1980
“ I fari italiani” Abitare 1980
“Lacandones gli ultimi Maya” Chapas Messico 1984 Venerdi di Repubblica
"I parchi della Tanzania" Edizioni Guanda 1983
"Processi di stampa del New York Times" USA La Scuola Editrice 1989
"Fari delle meraviglie" Italia Ottagono 1995
"Il Museo Guggenheim di Bilbao" Spagna Panorama 1997
"Costarica. La Svizzera del Centroamerica" Venerdì di Repubblica 1997
"Birmania obiettivo donna" Edizioni Amnesty International 1999
“Le limonaie del lago di Garda” Panorama Travel, Electa Mondadori 2000
“Costarica, dall'Atlantico al Pacifico" Panorama Travel, Electa Mondadori 2000
"La Beat Generation a San Francisco" USA Panorama Travel, Electa Mondadori 2000
“Fernanda Pivano. Piazza di luce” Italia Edizioni Shin 2004
“Acqua liquido vitale” Italia Gruppo Editoriale Delfo 2005
“Jack Hirschman - All that’s Left” (Immagine di copertina) USA San Francisco Edizioni
City Lights Foundation 2011
MOSTRE PERSONALI:
Fotomateriche
Wiener Platz Space - Monaco di Baviera 1996
Espressioni
Spazio Zelig - Bologna 1997
Passaggio in Birmania
Museo Ken Damy - Brescia 2000
Birmania obiettivo donna
Spazio Cinema De Amicis
per Amnesty International - Milano 2000
La via del Kashmir
Università degli studi. Facoltà di Lettere - Salerno 2000
La strada
Prima Biennale Internazionale di Fotografia - Brescia 2002
Passaggio in Cambogia
Accademia di belle arti NABA (ora Santa Giulia)
In collaborazione con Amnesty International - Brescia 2002
The Beat Generation
Palazzo Bonoris
In collaborazione con Fondazione Benetton Studi Ricerche, Flos Spa e la partecipazione
di Fernanda Pivano.
Piazza di Luce
Seconda Biennale Internazionale di Fotografia - Brescia 2004
Tempesta poetica
Teatro Sociale
In collaborazione con l’Adige e l’Università degli studi di Trento
Facoltà di scienze cognitive - Trento 2005
Oltre il Beat
Biblioteca del Museo Mart e Auditorium Fausto Melotti - Rovereto 2005
Acqua Liquido Vitale
Fondazione Cominelli
In collaborazione con Fondazione Cominelli, Homerus Project e Rotary International - S.
Felice del Benaco 2007
Eventi artistici:
2000
LA STRADA
Installazione fotografica personale di gigantografie (500 mq.) in collaborazione con
Comune di Brescia, il Giornale di Brescia e BMW Italia.
Carmine di Brescia
2002
LAWRENCE FERLINGHETTI, L’ULTIMO BEAT
Performance poetica ( Direzione artistica, curatela e reportage) Auditorium San Barnaba,
in collaborazione con Fondazione Benetton Studi e Ricerche e Archivio Francesco Conz.
Brescia
2004
DA HOWL A FLUXUS
Palazzo Bonoris.
In collaborazione con Fondazione Benetton Studi Ricerche e Flos Spa.
Brescia
2005
CREAZIONE DEL VERBO FLUXARE
Auditorium Fausto Melotti.
In collaborazione con la Facoltà di Scienze Cognitive dell’Università di Trento.
Rovereto
2010
COME ERAVAMO
Brescia
2012
METROEUROPA
Reportage sulle metropolitane europee, mostra fotografica itinerante.
In collaborazione con Accademia di Belle Arti LABA e Associazione Culturale U-TURN.
Brescia
2014
IL CUBO DELLA MEMORIA
Installazione fotografica in Piazza Rovetta in collaborazione con Casa della Memoria e
Associazione Culturale U-TURN in occasione del 40° anniversario della strage di Piazza
Loggia.
Brescia
LIBRI :
Il libro dei fari italiani Edizioni Ugo Mursia 1985
Piazza di luce Edizioni Shin 2004
Liquido vitale Gruppo Editoriale Delfo 2005
Ferlinghetti Italian Tour 2005 Nicolodi editore
CUT UP Fotografici - Corti di reportage Edizioni U-TURN
VINCENZO COTTINELLI
Vincenzo Cottinelli, Brescia 1938, fotografa in bianco e nero, prevalentemente ritraendo scrittori,
intellettuali e artisti in genere. Lavora anche su temi sociali, come scuola e immigrazione.
Racconta viaggi e città (Vicino Oriente, New York, India, Brasile, Cambogia). Ha pubblicato ritratti,
foto emblematiche, immagini di viaggio, brevi storie, fra l’altro, su: Past & Present (Oxford
University Press), Airone, BOMB, Le Monde, Terre di Mezzo, Linea d’Ombra, Il Diario, l’Unità, The
European, il Giornale dell’Arte, il Giornale della Libreria, Yediot Aharonot, Literary Monthly of
Israel, Asiaweek, Corriere della Sera, Io Donna, la Repubblica delle donne, la Stampa, Slow,
Nostro Lunedì, L’Immaginazione, Meta, FotoGraphia, Una Città, Poesia, L’Indice dei Libri, Uniòn
(rivista degli scrittori cubani), Frankfurter Allgemeine Zeitung, The Independent, Rheinisches
Merkur, Graphis New York, Portraits d’écrivains (Opale-Bréal, Paris 2002), Vanity Fair, Natural
Style, Teseo, East, Atlante Bresciano, Alias/Manifesto, FOCUS Magazine N.York n.11/2007; su
Rosso Fiorentino, settembre 2004, Le mie foto con Terzani, 15 ritratti dello scrittore. Sue foto sono
state usate per 60 copertine di libri editi da: Baldini e Castoldi, Bibliofabbrica, CUEC Editore,
Droemer Verlag, Feltrinelli, Globo Livros, Edizioni Gruppo Abele, Hanser Verlag, Hoffman und
Kampe, Longanesi, Maisonneuve & Larose, Mondadori (fra le altre, 7 Meridiani), Penguin Books,
Random House, Riemann, Rizzoli, il Saggiatore, Scheiwiller, Tea, University of Toronto Press,
University of Chicago Press, WAB Warszawa, Zysk i S-ka Poznan.
Altre copertine speciali: per il libro Colloqui con Nino a cura di A.Zanzotto, per le riviste Meta, Alias,
Teseo e Nostro Lunedì; per il CD musicale Bhangra di Malkit Singh, ed. Sensible Records.
Ha collaborato col Festivaletteratura di Mantova e con l’Agenda letteraria, fornendo ritratti di
scrittori. E’ fra i fondatori de il biancoenero Associazione per la Fotografia, Brescia; ha fondato e
dirige la galleria fotografica La Stanza delle Biciclette (autori esposti: Luigi Ghirri, Randa Mirza,
Chris Steele-Perkins, Antonella Gandini, Pietro Masturzo, Walter Almici).
Collezionismo.
Sue stampe sono in collezioni private a Ancona, Brescia, Fermo, Firenze, Montpellier, Lonato,
Legnago, Lugano, Mantova, Milano, Monza, Parigi, Piacenza, Roma, Spoleto, Siena, Tel
Aviv, Tokyo, Trieste, Varsavia, Verona e Vigevano; la serie completa di Philobiblon è nella
biblioteca del Centro Baratta di Mantova; il racconto La domenica, arabo è nella Collezione
Riello di Legnago.
Libri fotografici e cataloghi.
2013, per Petite Galerie Librairie italienne Tour de Babel, Paris, Visages de la culture italienne,
catalogo con testo di Francesco Scarabicchi.
2012, per l’editore Contrasto, Roma, Il Sogno del Giardino, con versi di Antònio Ramos Rosa e
Francesco Scarabicchi, testi di Alessandra Mauro e Vincenzo Cottinelli.
2005, per il Comune di Colli del Tronto, Trenta Ritratti, con saggio di Francesco Scarabicchi.
2005, per l’editore Vallardi, Milano, Tiziano Terzani: ritratto di un amico, 105 fotografie, testi di
Grazia Neri e Ettore Mo.
2005, per Riello Group e Medici senza frontiere La domenica, arabo testi di Vincenzo Consolo e
Claudio Marra.
2002, Ritratti d’Autore con saggio di Francesco Scarabicchi per la mostra alla Mole Vanvitelliana di
Ancona.
2001, per il Comune di Mantova e il Centro Baratta, Philobiblon, nell’ambito del Festivalettaratura,
prefazione di Silvio Perrella.
1998, per l’editore Grafo, Volti dell’impegno con prefazione di Grazia Neri e saggio introduttivo di
Marco Vallora.
1995, per l’editore La Quadra, Sguardi, 90 ritratti di scrittori, idea e editing di Grazia Cherchi,
prefazione e didascalie di Lalla Romano.
Altri libri.
Ha collaborato per la parte iconografica, con sue fotografie, singole o in sequenze, ai libri:
Nessun consuntivo (i 90 anni di Andrea Zanzotto) 2011, Antiga Edizioni;
L’immaginario del Reale, Brescia 2009.
Fantasmi, Tiziano Terzani, 2008 Longanesi;
Il silenzio tra noi Leggero - Lalla Romano in pittura, scrittura, fotografia, 2008 Piacenza
Magistratura Democratica, Agende 2006, 2007, 2008 Ed. Angolo Manzoni;
La fine e' il mio inizio, Tiziano Terzani, 2006 Longanesi;
Colloqui con Nino, a cura di A.Zanzotto, Ed. Grafiche Bernardi, Pieve di Soligo, 2005;
Posta Letteraria, di W.Szymborska, Scheiwiller 2002;
Per Grazia Cherchi, Piacenza, Vicolo del Pavone, 2002.
Mostre personali.
2013: Parigi, Petite Galerie Librairie italienne Tour de Babel, Visages de la culture italienne, 31
ritratti; catalogo con testo di Francesco Scarabicchi.
2012: Brescia, La Stanza delle Biciclette, Il Sogno del Giardino.
2010: Sarnico, Torre Civica, Tiziano Terzani, ritratto di un amico.
2009: Gussago, Palazzo Nava, per l’Associazione Levi, Povera Patria; Carpenedolo, Palazzo
Laffranchi, per il Comune, e poi a Brescia, La Stanza delle Biciclette: Omaggio a Tiziano Terzani.
2008: a S.Maria di Zevio, nella Galleria MiMA, antologica de La Domenica, Arabo; a Udine per
Vicino Lontano, nel Foyer del Teatro, Cambogia 2007, tracce dell’orrore, reportage ispirato a
Fantasmi di Tiziano Terzani; a Piacenza nella Mediateca Biblioteca “Grazia Cherchi”: Lalla
Romano e Grazia Cherchi, un’amicizia per la scrittura, venti fotografie; a Brescia nella Galleria La
Stanza delle Biciclette mostra personale Povera Patria sul dopo elezioni in Italia.
2007: a Gussago, in Palazzo Nava, per l’Associazione Culturale Levi, con il Comune e la Provincia
di Brescia, Il volto, l’intelletto, l’impegno: 30 ritratti di donne scrittrici e artiste.
2006: Udine, per Vicino Lontano, al Teatro Giovanni da Udine, Omaggio a Tiziano Terzani;
maggio, Bologna, festa centenario Cgil, La domenica, arabo; giugno, Genova, Palazzo Ducale, per
Suq, Festival delle Culture e Chance/Eventi: La domenica, arabo.
ottobre-novembre, Roma, per l’Assessorato alla cultura del Comune, nella Sala S.Rita, Omaggio a
Tiziano Terzani; Bolzano, novembre-dicembre, per Circolo Fotografico Tina Modotti e Agenzia
Grazia Neri, Omaggio a Tiziano Terzani, 20 ritratti.
2005: maggio, Milano, Galleria Grazia Neri, Omaggio a Tiziano Terzani;
luglio, Colli del Tronto, Trenta Ritratti, con catalogo a cura di Francesco Scarabicchi, nell’ambito di
ColliArte2005 (in concomitanza con mostra di ritratti di Tullio Pericoli);
dicembre, Legnago, Teatro Salieri e Museo Civico La domenica, arabo reportage
sull’insegnamento dell’arabo ai figli degli immigrati maghrebini nella scuola media statale di
Legnago, presentazione di Vincenzo Consolo e Claudio Marra, dibattito con Livia Turco; dicembre,
Gussago, Palazzo Nava, 14 immagini emblematiche sul tema Giustizia.
2004: dicembre, Brescia, per i trent’anni della Libreria Rinascita, Ritratti in Libreria.
2002: giugno, Ancona, per il Comune, alla Mole Vanvitelliana, Ritratti d’Autore, poeti e scrittori,
catalogo con saggio di Francesco Scarabicchi;
settembre, a Piacenza, presso la Galleria Civica Ricci-Oddi nell’ambito di Carovane, rassegna di
scrittori con presentazione di Luis Sepùlveda;
a Sarnico Scrittori per il Mondo con presentazione di Francesco Scarabicchi;
a Belgioioso, Fiera del piccolo editore, Grazia Cherchi con amici scrittori, venti ritratti;
a Piacenza, Galleria Civica Ricci-Oddi, Per Grazia Cherchi, trenta ritratti.
2001: febbraio, presso la Biblioteca Dergano-Bovisa del Comune di Milano Volti dell’impegno 90
ritratti; marzo, a Londra, all’Istituto Italiano di Cultura, Volti della Poesia, trenta ritratti di poeti
italiani, in concomitanza con incontri fra poeti italiani ed inglesi e mostra di ritratti di Tullio Pericoli;
settembre, per il Comune di Mantova, presso il Centro Baratta, nell’ambito del Festivaletteratura:
Philobiblon, 50 immagini di libri.
2000: gennaio, per il Comune di Mirano e l’Irrsae veneto, nella villa Morosini di Mirano, ritratti di
scrittori sul tema Sconfinare, letteratura per la pace nel Mediterraneo.
1999: maggio, Galleria Primo piano, Brescia, Corpo a corpo, immagini di “nudo femminile con libri”,
in parallelo con disegni di Giorgio Bertelli; giugno, a Siena, nel Palazzo Pubblico, Piazza del
Campo, per l’Associazione Giuseppe Baldisserri e il Comune Ritratti di Scrittori; settembre-ottobre,
a Firenze, Palazzo Corsini-Suarez, per il Gabinetto Vieusseux, Ritratti.
1998: Brescia, per il Comune di Brescia e l’Agenzia Grazia Neri, nella sala SS. Filippo e Giacomo,
“Volti dell’impegno”, con l’omonimo catalogo.
1997: in Israele, per l’Istituto italiano di Cultura, sessanta “Volti della cultura contemporanea” (in
gennaio a Gerusalemme presso l’Università ebraica e in febbraio a Tel Aviv nel museo Bialik).
1996: a Napoli in Galassia Gutenberg; a Berna, nella Biblioteca Civica-Universitaria, per l’Ufficio
culturale dell’Ambasciata d’Italia; a Milano, libreria Feltrinelli di via Manzoni; a Torino, per il
Salone del Libro, presso la Libreria La Città del Sole; all’Avana (Palacio del Segundo Cabo) per
la Prima Settimana della Cultura italiana a Cuba, a cura dell’Unione degli scrittori cubani e
dell’Ambasciata d’Italia.
Novembre, per la libreria Libra di Brescia, col titolo: Lèggere Luci, 30 immagini sul tema “librolettura”
1995: Iseo per la Galleria Arsenale; a Lecce ed Otranto per la Libreria Liberrima e Centro
Culturale Regionale; a Vienna presso l’Istituto Italiano di Cultura;
1994: librerie Feltrinelli di Milano, Bologna e Modena; libreria Voltapagina a Nembro; a Perugia
(Palazzo Penna) per il Comune;
Mostre collettive.
1996, giugno, Spoleto: collettiva Riflessi; settembre: il racconto “Extrafesta” è esposto a Savignano
sul Rubicone, Portfolio in Piazza; dicembre, Spoleto: collettiva Sorridere;
1997, aprile: la selezione di “Extrafesta” (da Savignano) è esposta a Pescara; maggio: Piccola
Galleria UCAI di Brescia, “Extrafesta” per l’associazione il biancoenero; maggio: Pieve di Soligo,
per “Tre giorni con la poesia di Andrea Zanzotto” espone ritratti del Poeta e paesaggi legati alle
sue poesie; dicembre: Brescia (sala S.Filippo e Giacomo) per il biancoenero espone il reportage
“Brasile, sporco zucchero” sul taglio della canna nel Nordeste;
1998, gennaio: per la manifestazione “Europa Europa” (Milano, circolo Brecht) espone ritratti di
intellettuali nella collettiva “Forme e volti dello spirito Europeo”;
2001, giugno: nella collettiva M’impiego ma non mi spezzo all’Arengario di Milano, ritratti di Lalla
Romano e Luigi Baldacci per la sezione “Nello studio privato”.
2003, febbraio e marzo rispettivamente a Brescia (sala S.Filippo e Giacomo) e Milano (Galleria
Grazia Neri) con i vincitori del Memorial Giacomelli espone il racconto La Pastora, segnalato;
maggio: Brescia, un mondo collettiva de il biancoenero; ottobre: Galleria Grazia Neri di Milano, due
foto nella collettiva Grazia Neri e i suoi amici fotografi per B.R.A.I.N.;
2004, gennaio a Brescia: il reportage Mani per volersi bene è nella collettiva de il biancoenero
”Storie, Memorie, Visioni”;
2005, luglio, Spoleto: collettiva Autoritratti d’Autore.
2007, giugno a Brescia: il reportage Chiesa Nigeriana a Brescia è nella collettiva 2007 de il
biancoenero nella galleria S.Zenone.
2008, novembre a Brescia: con Playlight (primo lavoro digitale a colori esposto) nella collettiva
“Quel colpo di luce” de il biancoenero nel Museo Diocesano.
2009, ottobre Brescia, Museo Santa Giulia, Un napoletano a Parigi (sequenza sull’artista Gino
Diomaiuto nel suo studio a Parigi) per la collettiva de il biancoenero, “L’immaginario del reale”, con
catalogo.
2010 ottobre Collettiva Un battito di ciglia Centro Culturale Bannata – Enna
Segnalazioni.
settembre 2002: il racconto La Pastora è segnalato al Memorial Giacomelli e pubblicato nel
catalogo
(ed. Agorà 35);
settembre 1996: il racconto Extrafesta è selezionato al Portfolio di Savignano sul Rubicone.
Hanno scritto sui suoi lavori.
Cinzia Busi-Thompson, Giampiero Comolli, Andrea Cortellessa,Vincenzo Consolo, Claudio Marra,
Ettore Mo, Denise Molica, Roberto Mutti, Grazia Neri, Giulio Obici, Valerio Pellizzari, Silvio
Perrella, Lello Piazza, Oreste Pivetta, Maurizio Rebuzzini, Lalla Romano, Francesco Scarabicchi,
Marco Vallora.
Ha tenuto i seguenti Workshops
Il reportage sociale incontra il mercato editoriale per Fotografi senza frontiere, Milano, giugno
2010;
Ritratti e racconti Verona, febbraio 2008, presso il centro di fotografia MiMA (www.mima.cc).
ROBERTO MALIGHETTI
PLACE OF BIRTH: Brescia (Italy).
DATE OF BIRTH: 26/08/1957.
NATIONALITY: Italian.
STATUS: Married with Adele Vacca Graffagni. Two daughters: Camilla (1987) Clelia (1990).
HOME: Vicolo della Quiete, n° 6 - 25122 Brescia. Italy.
OFFICE: Dipartimento di Scienze Umane per la Formazione R. Massa, Università degli Studi
di Milano Bicocca, Piazza dell'Ateneo Nuovo 1, 20126 Milano.
MOBILE: 00 39 349 1413866
E-MAIL: [email protected]
WEB PAGES: www.robertomalighetti.it
http://www.formazione.unimib.it/default.asp?idPagine=178&funzione=scheda_persona&perso
nale=55
EDUCATION
- BACHELOR OF ARTS IN ANTHROPOLOGY
Canada
McGill University
Montreal, P.Q.,
-
MASTER IN PHILOSOPHY Università degli Studi di Pavia
-
POST-GRADUATE SPECIALIZATION
COURSE IN SOCIAL AND CULTURAL
ANTHROPOLOGY Università degli Studi di Padova
PHD IN ANTHROPOLOGY - Università degli Studi di Roma La Sapienza
-
WORK
- Full professor of Cultural Anthropology Università degli Studi di Milano Bicocca,
Dipartimento di Scienze Umane (2011 to now).
- Director of the Post-graduate Course in Applied Anthropology, Università degli Studi di
Milano Bicocca (1999 to now).
- Director of the Master Program of Cultural Anthropology, Università degli Studi di
Milano Bicocca (2002-2012).
- Associate Professor, Università degli Studi di Milano Bicocca (2002-2011).
- Assistant Professor, Università degli Studi di Milano Bicocca (2000-2002).
- Professor of Philosophy, Scientific Lyceum F. Moretti, Brescia (1996-2000).
- Professor of Cultural Anthropology, School for Social Workers (IAL-CISL) Brescia
(1982-2000).
PUBLIC SERVICES AND SPECIAL HONORS
- Member of the Academia Maranhense de Letras – Maranhao (Brazil) Academy of Arts
(2007 to now).
- Member of the Boards of Directors of SIAM (Società Italiana di Antropologia Medica –
Italian Society of Medical Anthropology) (2010 to now).
-
Member of the Boards of Directors of Anuac (Associazione Nazionale Universitaria
Antropologi Culturali – National University Association of Cultural Anthropologists)
(2008-2011).
Member of the Boards of Directors of AISEA (Associazione Italiana per le Scienze
Etnoantropologiche – Italian Association for the Anthropological Sciences) (2001-2004)
Anthropological advisor, Italian Foreign Ministry, International Cooperation Projects
(1994-2001).
Co-founder and member of the Directory Board of CREAM (Centro Ricerche
Etnologiche e Antropologiche – Ethnological and Anthropological Research Centre)
(2003 to now)
Co-founder and Director of the Anthropological Section of ARES (Analisi, Ricerche e
Strategie Sociali – Analysis, Research and Social Strategies) (1991-1993).
Anthropological Advisor, Researcher ISPES (Istituto di Studi Politici, Economici e
Sociali – Institute of Political, Economical and Social Studies ) Rome (1989-1991).
Director of the Journal I Quaderni del CREAM (Centro di Ricerche Etnoantropologiche
Milano –Ethno-Anthropological Research Centre) Trauben Editore (2004 to now).
Member of the Editorial Staff of the Journal Antropologia Editrice Meltemi Roma (2001
to now).
-
Member of the Editorial Staff of the Journal C&D, "Piccola società editrice", Brescia
(2001-2012).
Member of the Editorial Staff of the Journal Foedus. Culture, Società e Territorio –
Culture Society and Territory (2003 to now).
Member of the Editorial Staff of the Journal Pós-Ciências Sociais, Sao Luis,
Maranhao, Brasil (2008 to now).
Visiting Professor (a.a. 2012-2013, e 2013. 2014) Minzu University of China, Beijing.
PUBLICATIONS
BOOKS
12. Malighetti R. 2014, Antropologie dalla Cina, SEID, Firenze.
11. Fabietti U. Malighetti R. Matera V. 2012, Dal tribale al globale. L'antropologia del
mondo contemporaneo, Bruno Mondadori, Milano.
10. Malighetti R. 2008, Clifford Geertz. Il lavoro dell’antropologo, Utet, Torino.
9. Malighetti R. 2007, O Quilombo de Frechal. Identidade e trabalho de campo em uma
comunidade brasileira remanescentes de escravos, Ediçoes do Senado Federal, Brasilia
8. Malighetti R. (a cura) 2007, Politiche dell’identità, Meltemi, Roma
7. Malighetti R. (a cura) 2005, Oltre lo sviluppo. Le prospettive dell’antropologia, Meltemi,
Roma.
6. Malighetti R. 2004 Il Quilombo di Frechal. Identità e lavoro sul campo in una comunità di
discendenti di schiavi, Milano, Raffaello Cortina Editore
5. Malighetti R. (a cura) 2001, Antropologia Applicata. Dal nativo che cambia al mondi
ibrido, Edizioni Unicopli, Milano.
4. Fabietti U. Malighetti R. Matera V. 2002, Uvod u antropologiju. Od lokalnog do
globalnog, Clio, Beograd,
3. Fabietti U. Malighetti R. Matera V. 2000, Dal tribale al globale. L'antropologia del mondo
contemporaneo, Bruno Mondadori, Milano
2. Malighetti R. 1998, Alla ricerca dell’identità, Fondazione Sipec, Brescia.
1. Malighetti R. 1991, Il filosofo e il confessore. Antropologia ed ermeneutica in Clifford
Geertz, Unicopli, Milano.
PARTICIPATIONS IN BOOKS
28. Malighetti R. 2014, Chinese Anthropology in the Contemporary World in Sai Han,
Social Changes in China, Ming Qing Studies, Rome (in corso di stampa).
27. Malighetti R. 2014 (in corso di stampa) Pratiche ermeneutiche: esperienza e riflessività
nel lavoro etnografico in Nobile M. Vergani M. (i corso di stampa)
26. Malighetti R. 2013, Politiche della natura e pratiche di cittadinanza, in Tassan M. Nature
ibride. Etnografia do un’area protetta nell’Amazzonia brasiliana, Edizioni Unicopli, Milano, pp.
7-19.
25. Malighetti R. 2013, Oltre il muro e il ponte. Nuovi antropologi e nuove frontiere, in
Grassi P. Come tra mare e terra. Confini e frontiere in uno slum della repubblica
Dominicana, Aracne Editore, Roma, pp. 11-19.
24. Malighetti R. 2013, Exceder as Exceções. Práticas Quilombolas de Novas Cidadanias,
in A. Banal, Quilombos da Paraíba – A realidade de hoje e os desafios para o futuro,
Editora Apris, Curitiba, Brasil , pp. 250-282.
23. Malighetti R., 2013, Abitare lo scambio: antropologia, cittadinanza, cosmopolitismo, In
G. Comboni M. Frusca, A. Tornago L’abitare e lo scambio, Mimesis, Milano pp. 31-38
22. Malighetti R., 2012, Políticas de Marginalización y Nuevas Formas de Ciudadanía en
las Favelas de Rio de Janeiro, in España Cuellar Raúl, Gorza Piero La problemática de la
inseguridad, Observatorio de Políticas Públicas y Sociales Universidad Mayor de San
Andrés, La Paz, pp.79-99
21. Malighetti R., 2012, Il Jambelico del mondo: immaginando cittadinanze, in Philopat M.
Nella tana del Drago, Agenzia X, Milano, pp. 13-20.
20. Malighetti R., 2012, La centralità dei margini, in Rossi A. Comprendere il dissenso:
prospettive etnografiche sui movimenti sociali, Morlacchi, Perugia
19. Malighetti R., Lazzarino, R., 2011, Rio de Janeiro: la centralità dei margini, in S.
Allovio, Antropologi in città, Milano, Unicopli, pp. 231-265.
18. Malighetti R. 2010, Arenas identitárias e cidadania: políticas e práticas do confronto,
Revista de Políticas Públicas, número especial Agosto 2010, pp.181-192
17. Malighetti R. 2010, Progetti e processi. Conoscenza decentrata e cooperazione, in
A.M. Piussi, A. De Vita, Cooperare, Intraprendere, Riconoscere, Milano, Franco Angeli
2010
16. Malighetti R., 2009, Pratiche di sviluppo, partecipazione e contraddizioni del globale,
in Atti XII Convegno Nazionale AISEA Il colore dei soldi, Roma 21-23 ottobre 2009.
15. Malighetti R. 2009, Sviluppo in Elena Dell’Agnese (a cura) Geo-grafia. Strumenti e
parole Unicopli, Milano
14. Malighetti R. 2009, Politiche culturali e cittadinanze flessibili in G. Comboni, A.
Mazzoni G. Molinari (a cura), Disseminazioni riflessive: saperi, professioni, cittadinanze,
Mimesis, Milano, pp. 135-147.
13. Malighetti R. 2008, La scienza dell’azione simbolica di Clifford Geertz, in V. Matera (a
cura), Discorsi sugli uomini, 2008, Utet, Torino , pp.133-149.
12. Malighetti R. 2008, Politiche di campo: autorità e collusioni, in A. De Lauri, L. Achilli (a
cura) Pratiche e politiche dell’etnografia, Meltemi, Roma, pp. 81-98.
11. Malighetti R. 2007, Il preconcetto di non avere preconcetti: inversioni identitarie e
resistenza nel Quilombo di Frechal, in V. Ribeiro Corossacz (a cura), Il Brasile tra
razzismo e democrazia razziale, Edizioni Il Fiorino, Modena, pp.63-87.
10. Malighetti R. 2007, Temporalità etnografiche: autorità autorizzazione autore, in S.
Borutti (a cura) Modelli per le scienze umane. Antropologia, scienze cognitive, sistemi
complessi, Trauben, Torino, pp. 91-106.
9. Malighetti R. 2007, Identità e storia a Frechal, in L. Faldini (a cura), Verso le Americhe.
Studi e percorsi dell’americanistica italiana, ECIG, Genova, pp. 257-288.
8. Malighetti R. 2004 Culture ibride, approcci meticci, in N. Perego, M. Pirovano (a cura)
Patrimoni culturali, ricerche storiche e memorie collettive, Cattaneo Editore, Lecco, pp.1329
7. Malighetti R. 2004, Il geometra e la strega, in L. Cimmino, A. Santambrogio, (a cura)
Antropologia e interpretazione Morlacchi Editore, Perugia, pp.155-188
6. Malighetti, R. 2000, Per un'antropologia della comunicazione d'impresa in R. Covino (a
cura), Fonti orali e storia d'impresa, Rubettino, Milano, pp. 155-168.
5. Malighetti R. 1997, Dal punto di vista dell’antropologo. L’etnografia del lavoro
antropologico, in U. Fabietti, Etnografie e culture. Antropologi, informatori e politiche
dell’identità, Carocci Editore, Roma, pp. 201-215.
4. Malighetti R. 1997, 321 voci del Dizionario di Antropologia a cura di U. Fabietti e F.
Remotti, Zanichelli Editore, Bologna.
3. Malighetti R. 1991, Il pensiero ecologista in AA.VV., in AA.VV L'arcipelago verde,
Vallecchi Editore, pp. 17-44.
2. Malighetti R. 1990, Religiosità/secolarizzazione, in AA.VV. Rapporto Italia, Vallecchi
Editore,
pp. 619-724.
1. Malighetti R. 1989, Verso un'antropologia della caccia nella società contemporanea, in
AA.VV, Libro bianco sulla caccia, Ispes Editore, pp.27-41.
ARTICLES
45. Malighetti R. 2014, Time and ethnography. Authority, authorization, author, Ethnonational Studies (in corso di stampa)
44. Malighetti R. Wang Mingming, 2014, Dal punto di vista cinese. Dialogo sulle
antropologie, Etnoantropologia, n° (in corso di stampa)
43. Malighetti R. 2014, Social actors, Tourette Journal, n. 1 (in corso di stampa)
42. Malighetti R. 2014, I padaradossi dell’idem. Alternative ed eccezioni, C&D, n°111,
pp.67-77.
41. Malighetti R. 2014, A proposito di religiosità e secolarizzazione, C&D, n°112, pp.47-50.
40. Malighetti, R. 吗 , 2014, 民族学 : 在巴西奴隶后裔社区 展的田野 , (The
ethnographic practice. Fieldwork in a Brazilian Community of Slave Descendants),
世界 , Journal of World Peoples Studies, n.° 3, pp. 83-95.
39. Malighetti R. 2014 Sou um mineiro, tenho tenda mineira e vivo cuidando da religião:
fusões de tradições nas palavras de um mineiro maranhense e dos seus guias, in Ferretti
Rocha M., Assunção L. Multiculturalismo, tradicionalismo e modernização em religiões
afro-brasileiras in Revista Pós-Ciências Sociais, Dossiê , n. 21, UFMA.
38. Malighetti R. 2014 (in corso di stampa) Antropologia pela educação: por uma
descolonização do pensamento, Educação e Sociedade CEDES, Educação e sociedade
37. Malighetti R., 2012, Transire la transitorietà: l’attualità dei quilombos brasiliani, in
Sarapegbe, n°3, http://www.sarapegbe.net.
36. Malighetti R., 2012, Eccedere l’eccezione. Pratiche di cambiamento e forme di
cittadinanza, Circolo Amerindiano Atti del Convegno, Perugia 1-4 maggio 2012.
35. Malighetti R, 2011, Violenza e limite: politiche di integrazione e pratiche di
cittadinanza. Il caso paradigmatico delle favelas di Rio de Janeiro, Thule, Atti del 33
Congresso Internazionale di Americanistica, Perugia 2-9 maggio 2011.
34. Malighetti R, 2011 Biopolitiche di eccezione e pratiche di resistenza, in Confluenze,
Vol. 3, n° 2. pp. 22-34.
33. Malighetti R., 2011, Intra ordinem. Emergenza, cooperazione, sovranità, in Quaderni di
Comunicazione, n. 12, pp. 41-46.
32. Malighetti R. 2010, La gru: migrare e dormire in piedi, in C&D, n° 102, pp. 39-43
31. Malighetti R. Lazzarino R., 2010, Violenza e limite. Conversazione sul lavoro di ricerca
in una favela carioca, in I Quaderni del CREAM, n° 10.
30. Malighetti R. 2010, La gru: migrare e dormire in piedi, in C&D, n° 102, pp. 39-43
29. Malighetti R., 2010, Identitarian Politics in the "Quilombo" Frechal: Live histories in a
Brazilian community of slave descendants, “Outlines. Critical Practice Studies”, n° 2, pp.
97-112
28. Malighetti R. 2009, Arenas identitárias e cidadania: políticas e práticas do confronto, in
Revista de Politicas Publicas, Numero especial, Agosto 2010, pp.181-193.
27. Malighetti R. 2009, Identidades antropológicas. Notas sobre a crítica crítica in AfroÁsia, vol. 39, pp.185-195.
26. Malighetti R. 2009, Politiche multiculturali e regimi di cittadinanza in
Foedus,n°24,pp.37-58
25. Malighetti R. 2009, Autorizzare in AM Antropologia Museale, 4, n° 14, pp.90-92
24. Malighetti R. 2009, Regimi identitari e pratiche di cittadinanza, in C&D, 2005, n° 98,
pp. 19-32.
23. Malighetti R. 2009, Regimi culturali e pratiche di cittadinanza, in I Quaderni del
CREAM, n° IX, pp. 45-66
22. Malighetti R. 2008, Cooperazione e saperi locali: oltre lo sviluppo, in Silis, Annali di
Civiltà dell’Acqua, N° 4-5, pp. 116-126.
21. Malighetti R. 2007, El preconcepto de no tener preconceptos. Identidad negra y
resistencia en el Quilombo Frechal, in Catauro. Revista Cubana de Antropologìa, Ano 9,
N° 16, Fundacion Fernando Ortiz, La Habana, Cuba, pp. 80-101.
20. Malighetti R. 2007, Editoriale, La scomparsa di Clifford Geertz, in I Quaderni del
CREAM, n° VI, pp. 5-8.
19. Malighetti R. 2006, Sviluppo, in Antropologia Museale (AM), Culture visive. Parole
chiave degli antropologi, anno 4, n.14, pp.90-92.
18. Malighetti R. 2006, Identities in Fieldworking, in I Quaderni del CREAM, 2006, n° V,
pp.71-102.
17. Malighetti R. 2005, Fine dello sviluppo: emergenza o decrescita, in C&D, 2005, n° 85,
pp. 32-44.
16. Malighetti R. 2005, Merleau-Ponty’s concept of the body, in I Quaderni del CREAM,
2005, n° IV. pp.147-160.
15. Malighetti R. 2004, Le magie della cultura, in Sviluppo e Organizzazione, Gennaio
febbraio, n° 201, pp.26-27.
14. Malighetti R. 2004, Emergenza come fine dello sviluppo. L’alternativa dei favelados di
Rio de Janeiro, in I Quaderni del CREAM, 2004, n° II, pp.85-118.
13. Malighetti R. 2004 Etnografia do trabalho de campo: autor, autoridade e autorizaçao
de discursos, in Caderno Pos Ciencias Sociais, Universidade Federal do Maranhão, vol.1,
n° 1, pp. 109-123.
12. Malighetti R. 2003, Sguardi che non si vedono: nuovi abitanti e vecchie narrazioni, in
Itinerari d’impresa, 2003, n° 2, pp.251-267.
11. Malighetti R. 2002, Schiavitù e resistenza nel Quilombo di Frechal, in Quaderni di
Tule, N° 2, Atti del XXIV Convegno internazionale di Americanistica, Perugia 10-12
maggio 2002, Argo, Lecce, pp. 495-501.
10. Malighetti, R., 2002, Post-colonialismo e post-sviluppo: le lezioni dell'antropologia
coloniale, in Antropologia, n° 2, Meltemi Editore, Roma, pp.91-114.
9. Malighetti R. 2002, Il tragico ossimoro. Note sulla deriva monoculturale del
multiculturalismo, in Passaggi Rivista Italiana di Scienze Transculturali, n° 4, pp.38-52.
8. Malighetti R. 2001, Dopo il trattore. La necessità di cooperare, in C&D, 2001, n° 72,
pp.15-23.
7. Malighetti R. 2000, Identità e lavoro sul campo nel Quilombo Frechal, in La Ricerca
Folklorica,
n°41, pp.97-111.
6. Malighetti R. 1996, O trabalho ethnografico: circularidade hermeneutica e dialogismo, in
Revista de Politicas Publicas, Universidade Federal do Maranhão, vol. 2 (1996), n° 1pp.
79-93.
5. Malighetti R. 1994, Religiosità e secolarizzazione. Divinizzazione della scienza e
secolarizzazione della religione. Il linguaggio metaforico e il silenzio, in Mondo3, I, 1, pp.
142-150.
4. Malighetti R. 1994, Comunicazione e cultura: un approccio interpretativo all'analisi
organizzativa, in La Ricerca Folklorica, 29, pp.137-143
3. Malighetti R. 1989, Persona, persone, personne, in AA.VV. Primato della Persona?, Atti
del convegno, a cura del Centro Stampa del Comune di Brescia, pp 17-22.
2. Malighetti R. 1989, Il perdono ed i perdoni in AA.VV. Il perdono: teorie e pratiche, Atti
del Convegno, a cura del Centro Stampa del Comune di Brescia, pp. 1-5
1. Malighetti R. 1987, A colpi di bulino, in AB, n.10, pp. 85-88.
TRANSLATIONS
3. Translation of the book by Evans-Pritchard, E.E., Witchcraft, Oracles and Magic among the
Azande (Stregoneria, oracoli e magia tra gli Azande), Raffaello Cortina Editore, Milano, 2002.
2. Translation of the book by Ernest Gellner, Cause and Meaning in the Social Sciences
(Causa e significato nelle scienze sociali), Gruppo Ugo Mursia Editore, Milano, 1992.
1. Translation of the article by Marshall D. Sahlins The Segmentary Lineage: an organization
of Predatory Expansion (Il lignaggio segmentario: un’organizzazione per l’espansione
predatoria ), in U. Fabietti (a cura), Dalla tribù allo stato. Saggi di antropologia politica,
Unicopli, Milano, 1991, pp.87-112.
Author
Document
Category
Uncategorized
Views
1
File Size
295 KB
Tags
1/--pages
Report inappropriate content