close

Enter

Log in using OpenID

c.c. 20-2014 copia - Riparbella

embedDownload
COMUNE di RIPARBELLA
Provincia di Pisa
VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE
SESSIONE ORDINARIA SEDUTA PUBBLICA
Seduta del 23 Maggio 2014
Verbale n. 20
COPIA
OGGETTO: Definizione scadenze rate di pagamento della TARI anno 2014 .
L'anno Duemilaquattordici, il giorno Ventitré del mese di Maggio alle ore 17.30 nella Sala
delle adunanze consiliari del Comune suddetto.
Alla prima convocazione ordinaria di oggi, partecipata ai signori Consiglieri a norma di legge,
risultano all'appello nominale:
COGNOME NOME
Fantini Renzo
Fusi Moreno
Conforti Mirco
Papini Valeria
Regoli Lisa
Mancini Emilio
Lucibello Piani
Alessandro Vittorio
CARICA
Sindaco
Consigliere maggioranza
Consigliere maggioranza
Consigliere maggioranza
Consigliere maggioranza
Consigliere minoranza
Consigliere minoranza
Assegnati n. 7
In carica n. 7
Presenti n. 7
Assenti n. 0
Presente
x
x
x
x
x
x
x
Assente
Partecipano altresì gli Assessori esterni: Fiorella Signorini, Giorgio Semprini.
Assiste all’adunanza il Segretario Comunale Dott. Lucio D’Agostino che
provvede alla redazione del presente verbale.
Essendo legale il numero degli intervenuti il Sig. Renzo Fantini nella sua qualità di
Sindaco, assume la presidenza dell’adunanza e dichiara aperta la seduta per la
trattazione dell’oggetto sopra indicato.
Il Sindaco sottopone quindi al Consiglio la approvazione della seguente proposta
di deliberazione :
Il Consiglio Comunale
Vista la Legge n. 147 del 27 dicembre 2013 (Legge di stabilità), come modificata dal D. L. 6 marzo
2014 n. 16, che, all’art. 1, commi 639 e segg. istituisce e disciplina la IUC, Imposta Unica Comunale;
Considerato
che la IUC si compone delle tre seguenti fattispecie tributarie: IMU, TARI e TASI;
che la TARI è la tassa destinata a finanziare i costi del servizio di raccolta e smaltimento dei rifiuti
solidi urbani e assimilati;
che il presupposto impositivo della TARI è il possesso o la detenzione a qualsiasi titolo di locali o di
aree scoperte, a qualsiasi uso adibite, suscettibili di produrre rifiuti urbani;
RICHIAMATI in particolare i seguenti commi della Legge n. 147/2013:
- il comma 651, che ribadisce che il Comune, nella commisurazione della tariffa, tiene conto dei
criteri determinati ai sensi del DPR 158/1999 (Regolamento recante norme per l'elaborazione del metodo
normalizzato per definire la tariffa del servizio di gestione del ciclo dei rifiuti urbani);
- il comma 652, che stabilisce che il Comune può commisurare la tariffa alle quantità e qualità medie
ordinarie di rifiuti prodotti per unità di superficie, in relazione agli usi e alla tipologia di attività svolte,
nonché al costo del servizio dei rifiuti;
- il comma 654, secondo il quale dev’essere assicurata la copertura integrale dei costi di investimento e di
esercizio relativi al servizio di gestione, raccolta e smaltimento dei rifiuti;
- il comma 683, secondo il quale il Consiglio Comunale deve approvare, entro il termine fissato per
l’approvazione del Bilancio, le tariffe della TARI in conformità al Piano Finanziario (P.E.F.) del servizio di
gestione dei rifiuti urbani e possono essere differenziate in ragione del settore di attività nonché della
tipologia e della destinazione degli immobili;
VISTO, infine, il comma 688 secondo cui il Comune stabilisce le scadenze del pagamento della TARI,
prevedendo di norma almeno due rate a scadenza semestrale;
dato atto che il termine per l’approvazione del Bilancio esercizio 2014 è stato prorogato al 31 luglio 2014;
RITENUTO, nelle more della predisposizione e della successiva approvazione del Regolamento TARI, del
P.E.F. 2014 e della definizione delle tariffe 2014, dover prevedere n. 3 rate complessive, di cui n. 2 acconti
da versare sulla base delle tariffe vigenti ai fini TARES 2013, oltre il tributo provinciale;
RITENUTO dover definire per l'anno 2014 le seguenti scadenze di versamento del tributo in argomento,
come in appresso descritte:
- 1° RATA “acconto”, scadenza 16 luglio 2014
- 2° RATA “acconto”, scadenza 16 settembre 2014 ;
- 3° RATA “saldo/conguaglio”, scadenza 16 dicembre 2014;
STABILITO che la rata di saldo/conguaglio sarà calcolata sulla base dell’importo annuo dovuto a titolo di
TARI 2014, tenuto conto del Regolamento TARI 2014, del PEF 2014 e delle tariffe definitive approvate con
apposita deliberazione, dal quale saranno scomputati i pagamenti delle rate in acconto;
« ID»
VISTO il Testo Unico delle leggi sull’ordinamento degli Enti Locali, D. Lgs. 18 agosto 2000, n° 267;
Acquisito sulla proposta della presente deliberazione, ai sensi del 1° comma dell'art. 49 e 147 bis
del D.Lgs. 18/08/2000, n. 267, i pareri di regolarità tecnica e finanziaria del responsabile del
servizio finanziari ;
VISTO il D.Lgs. 18/08/2000, n. 267;
DELIBERA
1) Di definire determinare il numero e le scadenze delle rate di versamento della TARI 2014
secondo le seguenti scadenze:
- 1° RATA “acconto” pari al 30% tariffe anno 2013 (emendato) , scadenza 16 luglio 2014
- 2° RATA “acconto”,pari al 30% tariffe anno 2013 (emendato) scadenza 16 settembre 2014 ;
- 3° RATA “saldo/conguaglio” sulla base delle nuove tariffe rapportate al costo del servizio
(emendato), scadenza 16 dicembre 2014;
-2) di stabilire che, nelle more dell’approvazione del regolamento per l'applicazione del nuovo
tributo TARI, del Piano finanziario (P.E.F.) e della determinazione delle tariffe 2014, le 2 rate in acconto
saranno calcolate sulla base di quanto dovuto applicando le tariffe vigenti ai fini TARES 2013, oltre il tributo
provinciale;
3) di prevedere che la 3° rata (saldo/conguaglio) sarà calcolata sulla base dell’importo annuo dovuto
a titolo di TARI 2014, tenuto conto delle tariffe definitive stabilite con apposita delibera dal quale
saranno scomputati i pagamenti delle rate in acconto;
4) di disporre, a tutela del contribuente, la pubblicazione della presente deliberazione di definizione
delle rate e delle scadenze, all’albo pretorio comunale e sul sito web istituzionale, almeno trenta giorni prima
della data di versamento;
-
Inoltre
Ravvisata l'opportunità di deliberare urgentemente in merito onde consentire la corretta gestione del tributo
DELIBERA
Di dichiarare il presente provvedimento immediatamente eseguibile ai sensi dell'art. 134 comma 4 del D.
Lgs. 267/2000.”
Il Sindaco Presidente apre quindi la discussione introducendo il punto precisando che con l'atto in
questione si stabiliscono sole le scadenze delle rate , in acconto e a saldo della TARI non le tariffe
definitive che saranno invece approvate unitamente al bilancio di previsione nelle prossime
settimane. Si propongono tre rate , anziché le due semestrali ordinarie, nelle seguenti date : I° rata
in acconto il 16 luglio, II° rata in acconto il 16 settembre, III° rata a saldo e conguaglio al 16
dicembre.
Gli acconti saranno calcolati sulla tariffa 2013 mentre il saldo e conguaglio sulle nuove tariffe.
Dopo un breve intervento del Sindaco che chiarisce che si tratta di TARI e non di TASI, interviene
il Consigliere Mancini che chiede chiarimenti sulle tariffe e cioè, se ,come sembrerebbe, le tariffe
saranno poi aumentate.
Replica il Sindaco che al momento non si è in grado di definire le nuove tariffe , mancando ancora
una definizione dei costi totale del servizio che andrà ricoperto al 100%.Ad oggi sono state
comunicate le sole tariffe per lo smaltimento nella discarica di Buriano che già queste comportano
un piccolo aumento.
Dopo la richiesta di alcuni chiarimenti sui nuovi tributi comunali (IMU-TASI-Tari) ed un intervento
del Segretario che indica le motivazioni e opportunità (evitare da un alto un concentrarsi di
pagamenti a carico degli utenti e dall'altro assicurare flussi di cassa al Comune ) interviene il
Consigliere Lucibello che chiede di sapere la consistenza degli acconti .
Il Segretario interviene facendo presente che per errore di scritturazione nella proposta non sono
indicate le percentuali pari al 30% della tariffa 2013 per le prime due rate la terza pari al saldo conguaglio sulla base delle nuove tariffe rapportate al costo del servizio da coprire al 100%.
Interviene ancora il Consigliere Lucibello che chiede di sapere cosa accadrebbe se tale atto non
venisse approvato , ossia quale sarebbero le conseguenze, quali le tariffe da applicare e a che
scadenza.
Dopo una breve spiegazione del Segretario il Consigliere Lucebillo ritiene di avere capito che
questo sia pertanto un atto derivante da una scelta politica volta coprire esigenze finanziare del
Comune e ad alleggerire o meglio spalmare il pagamento di tributi a carico dell'utente ,se è così
,continua il Consigliere Lucibello, può anche andare salvo integrare l'atto con le percentuali non
riportate sullo schema di delibera.
Interviene quindi il Consigliere Mancini che chiede delucidazioni sugli aspetti operativi, ossia sulle
modalità di riscossione del tributo.
Interviene il Segretario facendo presente che nulla cambia rispetto all'anno 2013.
Viene quindi posto in votazione da parte del Sindaco l'emendamento volto a precisare la
consistenza della rate in acconto e saldo come segue :
Prima rata scadenza 16 luglio 2014 acconto pari al 30% tariffe anno 2013
seconda rata scadenza 16 settembre 2014 acconto pari al 30% tariffe anno 2013
Saldo e conguaglio scadenza 16 dicembre 2014 sulla base delle nuove tariffe rapportate al costo
del servizio .
L'emendamento viene approvato con seguente votazione
Consigliere Presenti n. 7 votanti n.6 favorevoli n. 6 astenuti n. 1 ( Lucibello Piani)
Quindi chiusa la discussione
il Sindaco Presidente pone in votazione la su estesa proposta di deliberazione ,come emendata che
viene approvata , con la seguente votazione espressa in modo palese :
Consiglieri comunali presenti n. 7 Consiglieri comunali votanti n. 7 - Astenuti n. 1 Lucibello Piani
Voti favorevoli n. 6 - Voti contrari n. 0.
il Sindaco Presidente pone quindi in votazione la dichiarazione di immediata eseguibilità della su
estesa proposta di deliberazione che viene approvata con la seguente votazione espressa in modo
palese :
Consiglieri comunali presenti n. 7 Consiglieri comunali votanti n. 7 - Astenuti n. 1 Lucibello Piani
Voti favorevoli n. 6 - Voti contrari n. 0.
COMUNE DI RIPARBELLA
Provincia di Pisa
PARERI DI CUI ALL’ ART. 49 comma1 e 147 bis DEL D.LGS. N. 267/2000
Proposta deliberazione consiliare ad oggetto:
Definizione scadenze rate di pagamento della TARI anno 2014 .
PARERE REGOLARITÀ TECNICA
Il sottoscritto responsabile del servizio esprime parere favorevole dal punto di vista della regolarità
tecnica sulla proposta di deliberazione in oggetto.
Riparbella, lì 16 maggio 2014
IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO
f.to Rag. Serena Modric
Delibera C.C. n. 20 del 23 Maggio 2014
Il presente verbale viene letto, approvato e sottoscritto come segue.
IL SINDACO
IL SEGRETARIO COMUNALE
f.to Dott. Lucio D’Agostino
f.to Renzo Fantini
________________________________________________________________________________
La presente copia è conforme all’originale.
Riparbella, lì 10 Giugno 2014
IL SEGRETARIO COMUNALE
Dott. Lucio D’Agostino
Il sottoscritto Segretario Comunale, visti gli atti d’ufficio,
ATTESTA
che la presente deliberazione è pubblicata in data 10 Giugno 2014 all’Albo Pretorio on-line di
questo Comune (articolo 32, comma 1. Legge 18 Settembre 2009 n. 69) e vi rimarrà per 15 gg.
consecutivi, come prescritto dall’articolo 124 del D.Lgs. 18 Agosto 2000 n. 267.
Riparbella, lì 10 Giugno 2014
IL SEGRETARIO COMUNALE
f.to Dott. Lucio D’Agostino
______________________________________________________________________________________
Il sottoscritto Segretario Comunale, visti gli atti d’ufficio,
ATTESTA
- che la presente deliberazione:
 è stata dichiarata immediatamente eseguibile (articolo 134, comma 4. del D. Lgs. 18
Agosto 2000 n. 267);
 che la presente deliberazione è divenuta esecutiva il___________ decorsi 10 giorni dall’inizio
della sua pubblicazione.
Riparbella, lì 10 Giugno 2014
IL SEGRETARIO COMUNALE
f.to Dott. Lucio D’Agostino
Author
Document
Category
Uncategorized
Views
0
File Size
3 167 KB
Tags
1/--pages
Report inappropriate content