close

Вход

Log in using OpenID

Avviso - proroga al 31/12/2014

embedDownload
COMUNE DI CESENA
SETTORE PROGETTI INTEGRATI, LAVORO,
SVILUPPO, GIOVANI, UNIV. E PARTECIPAZIONE
SERVIZIO PARTECIPAZIONE, LAVORO, SVILUPPO
GIOVANI
Piazza del Popolo 10 - 47521 Cesena
Tel: 0547.356242 Fax 0547.356519
E-mail: [email protected]
Cesena, 09/07/2014
PGN: 56491/368
AVVISO PUBBLICO
Per la concessione di contributi a fondo perduto a favore di privati e imprese,
comprese quelle operanti in generale nei settori del commercio, turismo,
artigianato dei servizi e pubblici esercizi, che attivano rapporti di lavoro
occasionale di tipo accessorio per favorire l’acquisizione, in particolare da
parte dei giovani, di un orientamento al lavoro e del valore del lavoro come
esperienza formativa.
PREMESSO che con deliberazione di Consiglio Comunale n. 63 del 10/10/2013 di
approvazione delle linee d’indirizzo in merito alle politiche del lavoro, il Comune di
Cesena ha previsto tra le diverse azioni di favorire, anche attraverso appositi incentivi,
azioni che si propongano di coinvolgere i ragazzi in esperienze lavorative di breve
periodo presso imprese, aziende, catene di distribuzione, ecc…. per favorire
l’acquisizione di un orientamento al lavoro e del valore del lavoro come esperienza di
formazione di vita;
VISTA la delibera di Giunta Comunale n. 390/2013 con la quale ,al fine di dare seguito a
quanto indicato dalla delibera di C. C. n. 63, si è stabilito d’inquadrare le esperienze
lavorative come lavoro occasionale di tipo accessorio di cui all’art. 70 del D.Lgs n.
276/2003 e s.m.i e sono state individuate le ulteriori linee di indirizzo:
VISTA la determina n. 1829/2013 con la quale è stata approvata la procedura di
erogazione degli incentivi nonché lo schema di avviso pubblico per la concessione di
contributi a fondo perduto a favore di privati e imprese, comprese quelle operanti in
generale nei settori del commercio, turismo, artigianato dei servizi e pubblici esercizi,
che attivano rapporti di lavoro occasionale di tipo accessorio per favorire l’acquisizione,
in particolare da parte dei giovani, di un orientamento al lavoro e del valore del lavoro
come esperienza formativa pubblicato con PGN 97063/368 in data 12/12/2013;
DATO ATTO che con determina 733/2014 è stata approvata la graduatoria delle
domande pervenute entro il 30/4/2014 finalizzata all’erogazione dei contributi e nel
contempo è stata approvata la prosecuzione della concessione degli incentivi previsti a
favore di privati e imprese, comprese quelle operanti in generale nei settori del
commercio, turismo, artigianato dei servizi e pubblici esercizi, che attivano rapporti di
lavoro occasionale di tipo accessorio, fino ad esaurimento delle risorse a disposizione e
la pubblicazione del presente avviso pubblico;
SI RENDE NOTO
Sono prorogati i termini per la presentazione delle domande finalizzate alla richiesta
degli incentivi a favore di privati e imprese, comprese quelle operanti in generale nei
settori del commercio, turismo e pubblici esercizi, che attivano rapporti di lavoro
occasionale di tipo accessorio con soggetti che risultano in stato di disoccupazione e/o
inoccupazione o privi di lavoro.
– risorse disponibili: Euro 14.150,00
Il presente avviso, nel rispetto delle disposizioni dettate dall’art. 12 della Legge
7/8/1990 n. 241 e successive modifiche e integrazioni, ha lo scopo di garantire la
trasparenza dei procedimenti e i diritti di partecipazione, rendendo noti presupposti,
criteri e modalità di attribuzione degli incentivi, descritti di seguito.
Art. 1) BENEFICIARI DEI CONTRIBUTI
1. Privati e imprese in qualsiasi forma costituite, con sede legale e/o operativa nel
territorio del Comune di Cesena, che hanno attivato a partire dal 1 dicembre 2013
o attiveranno nel 2014 rapporti di lavoro occasionale di tipo accessorio, ai sensi del
D.Lgs. 276/2003, con giovani, studenti e in generale con cittadini disoccupati/inoccupati
o privi di lavoro residenti nel territorio del Comune di Cesena.
Art. 2) TIPOLOGIA DELLA PRESTAZIONE LAVORATIVA
1. Il lavoro occasionale di tipo accessorio è una particolare modalità di prestazione
lavorativa nata per regolamentare i rapporti di lavoro occasionali a carattere saltuario e
disciplinata dall’art. 70 del D.Lgs n. 276/2003 e s.m.i..
2. Il pagamento della prestazione avviene attraverso i cosiddetti voucher (buoni lavoro),
che garantiscono, oltre alla retribuzione, anche la copertura previdenziale presso l'Inps e
quella assicurativa presso l'Inail. Il compenso dei buoni lavoro, infatti, dà diritto
all'accantonamento previdenziale e alla copertura assicurativa ed è totalmente
cumulabile con i trattamenti pensionistici.
3. L’ente concessionario del servizio dei voucher è l’INPS, al quale si rinvia per quanto
non espressamente previsto dal presente accordo.
4. Il valore nominale dei singoli voucher è pari a 10 euro.
5. Il pagamento della prestazione del lavoro viene effettuato in base alle ore svolte dal
prestatore: un’ora di lavoro corrisponde a 1 voucher.
6. Un esauriente vademecum informativo sulla regolamentazione della nuova disciplina
del
lavoro
accessorio
è
consultabile
on-line
alla
pagina
internet:
http://www.lavoro.gov.it/Documents/Resources/Lavoro/Lavoro_Accessorio/Vademecum
buonilavoro.pdf.
Art. 3) CONDIZIONI PER L’ACCESSO AI CONTRIBUTI
1. Per avere diritto agli incentivi, i richiedenti devono possedere i seguenti requisiti:
- non avere cause ostative di cui alla Legge 575/65 e s.m.i. e integrazioni
(normativa antimafia) da parte di tutti i soggetti indicati dal D.P.R. n. 252/1998;
- non essersi resi gravemente colpevole di false dichiarazioni nel fornire
informazioni alla Pubblica Amministrazione e non essere stata pronunciata a suo
carico alcuna condanna, con sentenza passata in giudicato, per qualsiasi reato
che determina l'incapacità a contrattare con la P.A.;
- essere in regola con il rispetto delle disposizioni in materia di assicurazione
sociale e previdenziale, con il versamento dei contributi assistenziali e
previdenziali, con il pagamento delle retribuzioni del proprio personale, con gli
adempimenti degli obblighi occupazionali stabiliti dalla L. 68/99 in materia di
diritto al lavoro dei disabili, con il D.Lgs 81/2008 e con l’applicazione dei CCNNLL;
2
2. I requisiti devono essere posseduti alla data di presentazione della domanda di
incentivo e, nel caso di imprese con più unità produttive ubicate nel territorio comunale,
devono essere riferiti alla sola unità produttiva che presenta la domanda di incentivo.
3. Le prestazioni di lavoro accessorio devono essere svolte da soggetti prestatori ai sensi
dell’art. 71 del D.Lgs. 276/2003, maggiorenni regolarmente residenti o dimoranti nel
Comune di Cesena alla data di richiesta del contributo.
4. I richiedenti l’incentivo (privati e imprese) dovranno avere garantito al prestatore
l’erogazione di un minimo di 100 voucher, corrispondenti a un monte orario minimo pari
a 100 ore da svolgersi in base alle esigenze del committente (ad esempio: week end,
uno o più giorni la settimana, mesi estivi etc.).
5. La mancanza anche di uno solo dei suddetti requisiti determinerà la non ammissibilità
della domanda di incentivo.
6. L’incentivo è cumulabile con altri incentivi previsti dalle norme vigenti.
Art. 4) ENTITA’ DEI CONTRIBUTI
1. L’incentivo economico che il Comune riconosce ai privati e alle imprese che ricorrono
alle prestazioni di lavoro occasionale accessorio è stabilito in relazione al numero di
voucher da 10 euro erogati per singola esperienza lavorativa nella seguente misura:
o da almeno 100 a fino 150 voucher erogati: 500 Euro;
o più di 151 voucher erogati: 850 Euro;
2. L’importo del contributo erogato è da considerarsi al lordo della ritenuta d’acconto del
4%, se ed in quanto dovuto.
Art. 5) ESCLUSIONI
1. Il contributo non può essere erogato per le prestazioni di lavoro accessorio che
a) esulano dal mercato del lavoro di cui all’art. 74 del D.Lgs. 276/2003;
b) sono effettuate da lavoratori autonomi con reddito superiore a € 4.500,00;
b) sono effettuate da lavoratori con contratto di tipo subordinato con reddito
superiore a € 8.000,00;
c) sono effettuate da percettori di misure di sostegno al reddito;
d) sono effettuate da pensionati.
3. Sono inoltre escluse prestazioni avviate in data precedente al 1/12/2013.
Art. 6) PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE
1. Ai fini dell’ammissione al contributo, il datore di lavoro interessato dovrà presentare
al Comune di Cesena, entro il 31 dicembre 2014, domanda in marca da bollo da €
16,00 redatta esclusivamente utilizzando l’apposito modulo scaricabile dal sito internet
del Comune di Cesena o acquisibile presso lo Sportello del Cittadino del Comune di
Cesena.
2. Le domande dovranno essere compilate in ogni parte, sottoscritte nelle forme
previste dalla vigente normativa e corredate dalle dichiarazioni e dagli allegati richiesti.
3
3. Le domande e la documentazione allegata dovranno essere inviate a mezzo posta
raccomandata, posta celere, corriere privato, posta elettronica certificata ovvero
consegnate a mano all’Ufficio Protocollo del Comune di Cesena nei giorni e orari di
apertura al pubblico.
4. Non saranno accettate e ammesse a contributo le domande pervenute oltre il termine
indicato.
Art. 7) ISTRUTTORIA
1. L’Ufficio Lavoro Sviluppo Giovani verificherà la completezza delle informazioni fornite
e dei documenti allegati, nonché la sussistenza dei requisiti obbligatori previsti.
2. Le domande pervenute saranno ordinate secondo l’ordine cronologico di ricezione
delle stesse e in tal senso farà fede il numero di Protocollo Generale d’arrivo assegnato
alle stesse.
3. Entro 30 giorni dalla data di scadenza di ricezione delle domande, verrà dato ai
richiedenti riscontro, anche via e-mail, sulla regolarità della domanda, ovvero
sull’eventuale irregolarità. La richiesta di regolarizzazione o di completamento della
domanda interrompe i termini dell’istruttoria.
4. In caso di mancanza delle dichiarazioni obbligatorie o degli allegati previsti saranno
richieste le relative integrazioni, assegnando al richiedente un temine di 15 giorni per
provvedere. Se il richiedente non provvederà nei tempi indicati, la domanda non potrà
essere ammessa a contributo.
5. Verificati i requisiti e la documentazione attestante l’attivazione del rapporto di lavoro
occasionale di tipo accessorio, potranno essere ammesse a contributo le istanze che
risulteranno regolari e in conformità con tutte le disposizioni di dettaglio di cui al
presente avviso.
6. Le domande regolari saranno ammesse a contributo in base ad apposita graduatoria
formulata in base all’ordine cronologico di presentazione delle domande (data e numero
di protocollo più basso).
7. Gli incentivi saranno assegnati sino ad esaurimento del fondo disponibile.
8. L’istruttoria si concluderà entro 60 giorni dalla data di ricezione delle domande, e
verrà data ai richiedenti comunicazione di ammissione al contributo, ovvero avviso
motivato dell’eventuale non ammissione.
9. Le ulteriori domande pervenute e giudicate ammissibili in graduatoria, ma non
ammesse al contributo in ragione dell’ordine di graduatoria, verranno inserite con il
medesimo criterio in un elenco di riserva: l’incentivo, in questo caso, sarà
eventualmente assegnato qualora siano destinate allo scopo ulteriori risorse nell’anno
successivo o residuino in seguito ai conferimenti effettivamente erogati.
10. Qualora invece, alla conclusione del procedimento di cui al presente bando ed
approvata la relativa graduatoria, residuino ancora risorse disponibili (ossia il fondo
stanziato non sia stato completamente utilizzato allo scopo), la validità del bando potrà
essere prorogata con apposito atto assegnando un ulteriore termine per la
presentazione di ulteriori domande, fino ad esaurimento del fondo stesso.
4
Art.8) MODALITA’ DI EROGAZIONE DEI CONTRIBUTI
1. I contributi verranno erogati fino ad esaurimento delle risorse disponibile mediante
bonifico bancario entro 30 giorni dalla comunicazione di erogazione dell’incentivo che
farà seguito alla determina di approvazione della graduatoria.
Art. 9) CONTROLLI
1. Ai sensi del DPR 445/2000 le attestazioni rese attraverso autocertificazione sono
soggette a controllo da parte dei competenti uffici, anche successivamente alla fase di
istruttoria delle domande.
2. L’accertamento della non veridicità del contenuto delle dichiarazioni rese, fatte salve
le sanzioni previste dalla normativa vigente, comporta l’immediata decadenza dai
benefici erogati ossia la revoca dell’incentivo eventualmente già concesso.
Art. 10) CONTATTI
1. Per qualsiasi informazione in merito al contenuto del presente avviso è possibile
contattare il Servizio Partecipazione, Lavoro, Sviluppo, Giovani del Comune di Cesena,
Tel.
0547-356592,
e-mail:
[email protected]
oppure
[email protected]
Art. 11) TRATTAMENTO DATI PERSONALI
1. Ai sensi delle disposizioni di cui al D. Lgs. n. 196/2003 e successive modifiche ed
integrazioni, i dati personali forniti dai richiedenti saranno acquisiti per le sole finalità
connesse all’espletamento delle procedure e delle attività strumentali e di controllo
collegate all’erogazione dei contributi di cui al presente avviso. Il trattamento dei dati
avverrà nei modi e limiti richiesti dal perseguimento di dette finalità, anche attraverso
procedure informatizzate. I dati personali acquisiti potranno essere comunicati a
soggetti terzi per specifici servizi strumentali al raggiungimento delle finalità sopra
indicate. L’interessato potrà esercitare in ogni momento i diritti riconosciutigli
dall’articolo 7 del Decreto Legislativo 196/2003. Titolare del trattamento è il Comune di
Cesena. Responsabile del trattamento è il Dirigente del Servizio Partecipazione Lavoro
Sviluppo Giovani. Incaricati del trattamento sono i dipendenti del Servizio
Partecipazione, Lavoro, Sviluppo, giovani e degli uffici comunali di staff addetti alle
operazioni di liquidazione e di controllo collegate all’erogazione dei contributi di cui al
presente avviso.
SERVIZIO PARTECIPAZIONE-LAVORO-SVILUPPO-GIOVANI
F.to: Dott. Roberto Branchetti
5
Concessione di contributi a fondo perduto a favore di privati e imprese, comprese
quelle operanti in generale nei settori del commercio, turismo e pubblici esercizi,
che attivano rapporti di lavoro occasionale di tipo accessorio
MODULO DI DOMANDA
Marca da bollo
da € 16,00
Spett.le
COMUNE DI CESENA
Servizio Partecipazione –
Lavoro – Sviluppo – Giovani
Piazza del Popolo n. 10
47521 CESENA
Cognome ____________________________ Nome __________________________________
Nato a ____________________________ Prov. ___________ il |__|__|__|__|__|__|__|__|
in qualità di
□
privato
□
titolare/legale rappresentante dell’impresa:
Ragione sociale: ______________________________________________________________
Sede legale: Via ___________________________________ n. _________ CAP ___________
Città _______________________ Prov. ______ P.IVA: |__|__|__|__|__|__|__|__|__|__|__|
C.F: |__|__|__|__|__|__|__|__|__|__|__|__|__|__|__|__|
Tel n.________________
Fax n. ________________ @email ______________________
Sede di assunzione del/della lavoratore/lavoratrice:
Via/Piazza ____________________________________________________ n. ____________
CAP __________ Città _______________________ Prov. ______
in relazione all’Avviso Pubblico “Per la concessione di contributi a fondo perduto a favore di
privati e imprese, comprese quelle operanti in generale nei settori del commercio, turismo e
pubblici esercizi, che attivano rapporti di lavoro occasionale di tipo accessorio per favorire
l’acquisizione, in particolare da parte dei giovani, di un orientamento al lavoro e del valore del
lavoro come esperienza formativa”, emesso dal Comune di Cesena, ai sensi della delibera di
G.C. n. 390/2013, della determina n. 1829/2013 e della determina n. 733/2013
CHIEDE
La concessione del contributo previsto dal citato avviso per (barrare la casella che interessa):
□
□
prestazione di lavoro occasionale accessorio da 100 a 150 ore
prestazione di lavoro occasionale accessorio di oltre 151 ore
Di: (inserire i dati del prestatore di lavoro occasionale):
Cognome ____________________________ Nome __________________________________
Nato a ____________________________ Prov. ___________ il |__|__|__|__|__|__|__|__|
C.F: |__|__|__|__|__|__|__|__|__|__|__|__|__|__|__|__|
Sesso:
M
□
- F
□
A tal fine, consapevole che le dichiarazioni mendaci, la falsità negli atti e l’uso di atti falsi sono
puniti ai sensi del Codice penale e delle leggi vigenti in materia (art. 76 D.P.R. n.445/2000) e
che la falsa dichiarazione comporta la decadenza dal beneficio contemplato nel succitato Avviso
(art. 75 D.P.R. n. 445/2000), sotto la propria responsabilità
DICHIARA
a) che il prestatore (barrare per effettuare la dichiarazione):
□
□
è regolarmente residente o dimorante nel Comune di Cesena alla data di richiesta del
contributo (requisito obbligatorio per l’ammissione al contributo)
è in stato di disoccupazione/inoccupazione e in possesso della Dichiarazione di
Immediata Disponibilità al lavoro rilasciata al Centro per l’Impiego di
_______________________________ dal |__|__|__|__|__|__|__|__| (gg/mm/aaaa);
□
□
□
risulta privo di lavoro ma non è in possesso della Dichiarazione di Immediata
Disponibilità al lavoro;
è studente presso ______________________________________________________;
ha in corso un contratto di tipo subordinato o parasubordinato con reddito inferiore a €
8.000,00 o un lavoro autonomo con reddito inferiore a € 4.800,00
b) che il rapporto di lavoro occasionale è iniziato il: |__|__|__|__|__|__|__|__| (gg/mm/aaaa)
ed è terminato il |__|__|__|__|__|__|__|__| (gg/mm/aaaa)
DICHIARA INOLTRE
1. Di aver preso visione dell’Avviso e di accettarne integralmente e incondizionatamente tutto
il contenuto;
2. Che non esistono a carico dell'impresa delle cause ostative di cui alla Legge 575/65 e
ss.mm. ed integrazioni (normativa antimafia) da parte di tutti i soggetti indicati dal D.P.R.
n. 252/1998;
3. Di non essersi reso gravemente colpevole di false dichiarazioni nel fornire informazioni alla
Pubblica Amministrazione o che non è stata pronunciata alcuna condanna, con sentenza
passata in giudicato, per qualsiasi reato che determina l'incapacità a contrattare con la
P.A.;
4. Di essere in regola con il rispetto delle disposizioni in materia di assicurazione sociale e
previdenziale, con il versamento dei contributi assistenziali e previdenziali, con il
pagamento delle retribuzioni del proprio personale, con gli adempimenti degli obblighi
occupazionali stabiliti dalla L. 68/99 in materia di diritto al lavoro dei disabili, con il D.Lgs
81/2008 e con l’applicazione dei CCNNLL;
5. Che la prestazione lavorativa per la quale chiede l’incentivo viene svolta nel territorio del
Comune di Cesena;
6. che la prestazione di lavoro accessorio è svolta ai sensi dell’art. 70 e seguenti del D.Lgs. n.
276/2003 e succ. modifiche;
7. di garantire al prestatore l’erogazione di un minimo di 100 voucher del valore nominale di
10 euro, corrispondente a un monte orario minimo pari a 100 ore;
8. di essere consapevole che se i committenti sono imprenditori commerciali o professionisti, i
prestatori possono svolgere attività fino ad un limite economico di 2.000 euro netti per
singolo committente nell'anno solare, fermo restando il limite massimo di 5.000 Euro;
9. Di essere consapevole che potranno essere eseguiti controlli e verifiche da parte del
Comune di Cesena e degli organi competenti volti a comprovare la veridicità di quanto
dichiarato, ai sensi dell'art. 71 del D.P.R. 445/2000;
10. Di essere a conoscenza che i dati personali contenuti nella presente domanda saranno
trattati nel rispetto delle disposizioni di cui al D.Lgs. n. 196/2003, e di avere preso visione
dell’informativa contenuta nell’Avviso pubblico.
Infine, in caso di accoglimento della presente domanda
DICHIARA
a)
Di impegnarsi rendere disponibili i documenti necessari per eseguire i controlli e le
verifiche da parte del Comune di Cesena e degli organi competenti volti a comprovare la
veridicità di quanto dichiarato con la presente dichiarazione, non acquisibili direttamente
d’Ufficio da parte di altre pubbliche Amministrazioni.
b)
Ai fini dell’assoggettamento alla ritenuta del 4% a titolo di ritenuta d’acconto IRPEF O IRES
del contributo, ai sensi del 2° comma dell’art. 28 del DPR n. 600/1973, che: (barrare la
casella che interessa)
La ritenuta del 4% di cui al 2° comma dell’art 28 del D.P.R. 1973/600 deve
essere applicata per il seguente motivo:
il beneficiario è impresa o ente commerciale (art 55 del TUIR)
altro: ____________________________________________________________
La ritenuta del 4% di cui al 2° comma dell’art 28 del D.P.R. 1973/600 non
deve essere applicata per il seguente motivo (barrare la casella che interessa)
il contributo è erogato a un’organizzazione non lucrativa di utilità sociale (ONLUS)
il beneficiario non è un’impresa e non svolge neanche occasionalmente attività
commerciale
altro: _____________________________________________________________
In caso di accoglimento della presente domanda, il sottoscritto Comunica che la modalità scelta
per l’estinzione del mandato è: (contrassegnare quella prescelta)
□
Accredito in C/C bancario presso la Banca ___________________________________
COD.
NAZIONE
2 lettere
Check
CIN
2 cifre
CIN
1
lettera
ABI
5 cifre
CAB
5 cifre
Nr. Conto Corrente
12 caratteri alfanumerici senza barre, spazi,
punti e con eventuali zeri riempitivi a sinistra
Oppure:
□
Accredito in c/c postale n. _________________________________________________
(le eventuali spese e/o commissioni sono a carico del beneficiario)
Allegati:
- copia della comunicazione di inizio prestazione all’INAIL
- copia voucher erogati al prestatore
- dichiarazione sostitutiva in qualità del Documento Unico di Regolarità Contributiva (DURC).
Data _____________________
Firma
______________________________
(Allegare copia del documento di identità valido nel caso in cui la firma non sia apposta in
presenza del dipendente addetto alla ricezione)
Sottoscrizione apposta in presenza del dipendente addetto, ai sensi dell’art. 38, c. 3, DPR n. 445/2000.
Visto il doc. d’identità ___________________ n. __________________________ del _______________ rilasciato da:
_________________________________________ intestato a ____________________________________________
Il funzionario incaricato
________________________________________
INFORMATIVA ALL’INTERESSATO (Art.13 D.Lgs. n. 30.6.2003 n. 196)
Ai sensi delle disposizioni di cui al D. Lgs. n. 196/2003 e successive modifiche ed integrazioni, i dati personali forniti
dai richiedenti saranno acquisiti per le sole finalità connesse all’espletamento delle procedure e delle attività
strumentali e di controllo collegate all’erogazione dei contributi di cui al presente avviso. Il trattamento dei dati
avverrà nei modi e limiti richiesti dal perseguimento di dette finalità, anche attraverso procedure informatizzate. I dati
personali acquisiti potranno essere comunicati a soggetti terzi per specifici servizi strumentali al raggiungimento delle
finalità sopra indicate. L’interessato potrà esercitare in ogni momento i diritti riconosciutigli dall’articolo 7 del Decreto
Legislativo 196/2003. Titolare del trattamento è il Comune di Cesena. Responsabile del trattamento è il Dirigente del
Servizio Partecipazione Lavoro Sviluppo Giovani. Incaricati del trattamento sono i dipendenti del Servizio
Partecipazione, Lavoro, Sviluppo, giovani e degli uffici comunali di staff addetti alle operazioni di liquidazione e di
controllo collegate all’erogazione dei contributi di cui al presente avviso.
Allegato A
Al COMUNE DI CESENA
SERVIZIO PARTECIPAZIONE-LAVORO SVILUPPO-GIOVANI
Piazza del Popolo, 10 - 47521 CESENA (FC)
Fax 0547/356519
DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA IN LUOGO DEL D.U.R.C.
(ex artt.46 e 47 D.P.R. 445/2000)
ai sensi dell'art.4 comma 14 bis del D.L. 70/2011 convertito nella L.106/2011
Il sottoscritto__________________________________ nato il____________________
a _________________________ ( _____ ) codice fiscale ________________________
in qualità di:
□ Legale rappresentante della società: ____________________________________
□ Titolare della ditta individuale: _________________________________________
C.F. _____________________________ P. IVA _______________________________
Sede legale:
via/piazza ________________________________________ n. ____ Cap. __________
Comune ______________________________ Prov. _____ tel. ___________________
fax ____________________ e-mail _________________________________________
Sede operativa:
via/piazza ________________________________________ n. ____ Cap. __________
Comune ______________________________ Prov. _____ tel. ___________________
fax ____________________ e-mail _________________________________________
Indirizzo attività: (dato obbligatorio solo per aziende artigiane e commercianti)
via/piazza ________________________________________ n. ____ Cap. __________
Comune ______________________________ Prov. _____ tel. ___________________
fax ____________________ e-mail _________________________________________
C.C.N.L. applicato: _____________________________________________________
relativamente alla propria correttezza contributiva nei confronti dell’INPS e INAIL, ai sensi degli articoli 46 e
47 del D.P.R. 28 dicembre 2000, n. 445, consapevole delle sanzioni penali previste dall’articolo 76 del
medesimo D.P.R. n. 445/2000 per le ipotesi di falsità in atti e dichiarazioni mendaci ivi indicate, sotto la
propria responsabilità:
DICHIARA
a) che l’Impresa risulta regolare ai fini del D.U.R.C. in quanto:
è iscritta all’INPS – sede di ___________________________________________
con PC /matricola n. ________________________________;
o è assicurata all’INAIL - sede di ___________________________________ con
codice ditta n. __________________________________;
o
b) che esiste la correttezza degli adempimenti mensili o comunque periodici relativi ai
versamenti contributivi;
c) che non esistono inadempienze in atto e rettifiche notificate, non contestate e non
pagate;
ovvero
□ Che non sono in corso controversie amministrative / giudiziali per l’esistenza di debiti
contributivi.
□ Che non esistono in atto inadempienze e rettifiche notificate, non contestate e non
pagate.
ovvero
□ Che esistono in atto le seguenti contestazioni:
______________________________________________________________________
______________________________________________________________________
______________________________________________________________________
ovvero
□ Che è stata conseguita procedura di sanatoria, positivamente definita con atto
adottato da parte dell’Ente interessato, i cui estremi sono:
Prot. documento n. ____________________________ data __________________
Riferimento ____________________________ data __________________
Codice identificativo pratica (C.I.P).
____________________________________________
Luogo e data Firma del dichiarante
……………………………………………… …………………………………………………
N.B.: Allegare fotocopia di un documento di identità, in corso di validità,
del sottoscrittore della dichiarazione.
Informativa ai sensi dell’articolo 13 Decreto Legislativo 196/2003
I dati personali raccolti col presente modello sono necessari e utilizzati esclusivamente per finalità amministrative e
contabili. Il rifiuto del conferimento comporta l’impossibilità di procedere coi pagamenti. Tali dati saranno utilizzati
secondo le disposizioni di legge con l’ausilio di mezzi informatici con misure volte a garantirne la riservatezza e potranno
essere comunicati, per esclusive ragioni gestionali: al personale interno all’Amministrazione coinvolto nel procedimento,
ai soggetti che ne facciano richiesta avendone interesse ai sensi della Legge 241/1990 e ai sensi del Regolamento
Comunale sull’accesso, al Settore Servizi Economico-Finanziari, al Tesoriere Comunale, nonché agli Enti e/o Istituti
previsti dalle norme fiscali, assicurative, previdenziali, ecc… e agli uffici coinvolti nelle procedure legali collegate ad
eventuali irregolarità. L’interessato potrà esercitare in ogni momento i diritti riconosciutigli dall’articolo 7 del Decreto
Legislativo 196/2003. Titolare del trattamento è l’Amministrazione Comunale di Cesena. Responsabile del trattamento è il
Dirigente del Servizio Partecipazione, Lavoro, Sviluppo, Giovani. Incaricati del trattamento sono i dipendenti del Servizio
Partecipazione, Lavoro, Sviluppo, Giovani (0547.356592)
Author
Документ
Category
Без категории
Views
0
File Size
1 571 Кб
Tags
1/--pages
Пожаловаться на содержимое документа