close

Enter

Log in using OpenID

022 - PROGRAMMAZIONE TRIENNALE DEL FABBISOGNO DEL

embedDownload
COMUNE DI PALAZZOLO DELLO STELLA
PROVINCIA DI UDINE
VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE
ANNO 2014
N. 22 del Registro Delibere
ORIGINALE
OGGETTO: PROGRAMMAZIONE TRIENNALE DEL FABBISOGNO DEL PERSONALE
(TRIENNIO 2014/2015).
L’anno 2014 il giorno 10 del mese di Marzo
Comunale.
alle ore 17:30 nella Sala Comunale si è riunita la Giunta
Sono intervenuti i Signori:
Presente/Assente
Bordin Mauro
Zoroddu Simone Francesco
Tisiot Giovanni
Pizzali Marina
D'Altilia Franco
Sindaco
Vice Sindaco
Assessore
Assessore
Assessore
Presente
Presente
Presente
Presente
Assente
Non partecipa il Consigliere incaricato Valentina Miotto.
Partecipa il Segretario Comunale: dott.ssa Luisa Cantarutti.
Constatato il numero legale degli intervenuti, assume la presidenza il dott. Mauro Bordin, nella sua qualità di
Sindaco, ed espone gli oggetti iscritti all’Ordine del Giorno.
Su questi la Giunta Comunale adotta la seguente deliberazione:
Comune di Palazzolo dello Stella – Deliberazione n. 22 del 10/03/2014
1
OGGETTO: PROGRAMMAZIONE TRIENNALE DEL FABBISOGNO DEL PERSONALE
(TRIENNIO 2014/2015).
LA GIUNTA COMUNALE
ASCOLTATO il relatore che espone la proposta di seguito riportata:
RICHIAMATA la deliberazione giuntale n. 69/2013 di approvazione della programmazione
triennale del fabbisogno di personale (piano triennale 2013/2015), con la quale si approvava
l’assunzione di n. 1 Agente di Polizia categ. PLA, p.e. PLA1, in base alle vigenti disposizioni di legge,
L.R. 24/2009 art.13;
VISTA la determinazione del Segretario Comunale n. 332 del 27.11.2013 con la quale ha preso
atto del Verbale della Commissione Giudicatrice redatto in data 26.11.2013 ove risulta che nessun
candidato è risultato idoneo alla selezione di mobilità esterna indetta in data 16.10.2013 ed ha pertanto
preso atto dell’assenza di graduatoria di idonei;
RILEVATO che le politiche di finanza pubblica e di razionalizzazione delle pubbliche
amministrazioni tendono ad organizzare le varie attività con il minor impiego possibile di risorse umane
e prevedono, in generale, che gli enti ottimizzino i servizi provvedendo ad adeguare le dotazioni
organiche;
VISTI gli articoli 89 e 91 del D. Lgs. n. 267/2000, in merito alla programmazione triennale del
fabbisogno di personale ed in particolare quest’ultimo articolo nella parte in cui stabilisce che “gli
organi di vertice delle amministrazioni locali sono tenuti alla programmazione triennale del fabbisogno
del personale (…) finalizzata alla riduzione programmata delle spese del personale e che “gli enti locali
programmano le proprie politiche di assunzioni adeguandosi ai principi di riduzione complessiva della
spesa di personale, in particolare per nuove assunzioni (…) realizzabili anche mediante l’incremento
della quota di personale ad orario ridotto o con altre tipologie contrattuali flessibili nel quadro delle
assunzioni compatibili con gli obiettivi della programmazione e giustificate dai processi di riordino o di
trasferimento di funzioni e competenze”;
PRESO ATTO di quanto disposto dall’art. 14 comma 1 lettera c) della L.R. 27/2012 (legge
finanziaria anno 2012), coordinato con le modifiche apportate dall’art. 11 delle L.R. n. 5/2013 e dall’art.
14 delle L.R. 23/2013, che prevede che a decorrere dal 2013 le Province e i Comuni con popolazione
superiore a 1.000 abitanti sono tenuti “ad assicurare una riduzione della spesa di personale, secondo le
modalità e i tempi previsti dall’articolo 12, comma 25 e seguenti, della L.R. 17/2008 e successive
modifiche e integrazioni.
CHE l’art. 12, comma 25 della L.R. 17/2008, come modificato ed integrato dalle L.R. 24/2009,
18/2001, 3/2012, 27/2012 coordinato con le modifiche apportate, prevede:
25. Ai fini del raggiungimento degli obiettivi di finanza pubblica derivanti dagli obblighi comunitari e
dai principi di coordinamento della finanza pubblica, gli enti cui si applicano le regole del patto di
stabilita', che presentano come media del triennio 2007-2009 un rapporto tra spesa di personale e spesa
corrente superiore al 30 per cento, assicurano per ogni anno del triennio 2012-2014 una riduzione della
spesa di personale, rispetto all'esercizio precedente, al lordo degli oneri riflessi a carico delle
amministrazioni e dell'IRAP, con esclusione degli oneri relativi ai rinnovi contrattuali, garantendo il
contenimento della dinamica retributiva e occupazionale. La percentuale di cui al primo periodo è
elevata al 35 per cento per i Comuni individuati quali enti gestori del servizio sociale dei Comuni, di cui
alla legge regionale 31 marzo 2006, n. 6 (Sistema integrato di interventi e servizi per la promozione e la
tutela dei diritti di cittadinanza sociale) nonché per i Comuni nel cui territorio vi siano siti dichiarati
dall'Unesco Patrimonio dell'umanità. Ai fini dell'applicazione del presente comma, costituiscono spese
di personale, oltre a quelle iscritte all'intervento 1 del Titolo I della spesa corrente, anche quelle
sostenute per i rapporti di collaborazione coordinata e continuativa, per la somministrazione di lavoro,
per il personale di cui all' articolo 110 del decreto legislativo 267/2000.
Comune di Palazzolo dello Stella – Deliberazione n. 22 del 10/03/2014
2
CHE l’art. 12, comma 25 bis della L.R. 17/2008 prevede:
25 bis. Le spese di personale connesse alle convenzioni e alle associazioni intercomunali di cui
gli articoli 21 e 22 della legge regionale 1/2006 , sono valorizzate pro quota da parte dei singoli enti
partecipanti in base ai rimborsi che l'ente eroga ad altri enti per l'utilizzo di dipendenti non inseriti nella
sua pianta organica, nonché, viceversa, in base alle somme ricevute da altri enti per il personale
incardinato nella pianta organica dell'ente che presta il personale.
CHE l’art. 12, comma 26 della L.R. 17/2008 prevede:
26. Per ogni anno del triennio 2012-2014 gli enti di cui al comma 25, verificano la media del rapporto
tra spesa di personale e spesa corrente rispetto ai dati disponibili del triennio immediatamente
precedente. Se tale media risulta superiore al 50 per cento non possono procedere ad assunzioni a
nessun titolo e con qualsiasi tipologia di contratto.
ATTESO che la L.R. 24/2009 prevede all’art. 13, c. 14:
14. Le amministrazioni del comparto unico del pubblico impiego regionale e locale di cui all' articolo
127 della legge regionale 13/1998 procedono, per gli esercizi 2010, 2011, 2012, 2013 e 2014 e nel
rispetto, per gli enti locali, delle norme regionali in materia di patto di stabilità e di contenimento della
spesa di personale, ad assunzioni di personale con contratto di lavoro a tempo indeterminato per la
copertura di carenze d'organico, mediante procedure di mobilità all'interno del comparto medesimo ai
sensi del comma 19
CHE l’art. 13, comma 19 della L.R. 24/2009 prevede:
19. Per l'attivazione delle procedure di mobilità di cui al comma 14, le amministrazioni sono tenute ad
indire un avviso di mobilità ad evidenza pubblica per il reperimento del personale necessario, indicando
la categoria, il profilo professionale e la sede di destinazione, nonché, ove necessario, le funzioni e le
eventuali specifiche idoneità richieste per il posto da ricoprire. Il trasferimento del personale in
applicazione del presente comma avviene previo nulla osta dell'amministrazione di appartenenza; la
mancata concessione del nulla osta va ricondotta a puntuali ed eccezionali esigenze organizzative o di
funzionalità dei servizi da esplicitare a livello motivazionale.
DATO ATTO che per procedere all’assunzione di n. 1 Agente di Polizia categ. PLA, p.e. PLA1, di cui
alla deliberazione giuntale. N. 69/2013, è stata esperita la procedura di mobilità con esito negativo, e
rilevato che l’art. 13, commi 15 e 16 della L.R. 24/2009 prevede che “Qualora le procedure di cui al comma
14 abbiano esito negativo, le amministrazioni, prima di procedere alle assunzioni di personale con contratto di lavoro a
tempo indeterminato nonché a quelle con contratto di lavoro a tempo determinato, verificano, in attuazione del principio
generale di sussidiarietà e ai fini di una spesa pubblica reversibile, la possibilità e la convenienza di ricorrere ad appalti di
servizi o ad incarichi professionali”; ed “In caso di esito negativo della verifica di cui al comma 15 , l'assunzione di
personale con contratto di lavoro a tempo indeterminato e determinato e il ricorso alla collaborazione coordinata e
continuativa può avvenire, per gli esercizi 2010, 2011, 2012, 2013 e 2014, nel limite di un contingente di personale la
cui spesa annua onnicomprensiva non superi il 20 per cento di quella relativa alle cessazioni di personale a tempo
indeterminato avvenute nel corso dell'esercizio precedente e non già riutilizzata nel corso dell'esercizio stesso; detto limite è
derogabile:
a) per il contratto di lavoro a tempo indeterminato:
1. ( ABROGATO );
2. per i Comuni con popolazione fino a 5.000 abitanti;
3. per l'assunzione di personale tecnico della Protezione civile dell'Amministrazione regionale;
4. per l'assunzione di personale della Polizia locale, al solo fine di garantire i requisiti minimi di omogeneità
previsti dalla normativa regionale vigente in materia;
Comune di Palazzolo dello Stella – Deliberazione n. 22 del 10/03/2014
3
4 bis. per l'assunzione di personale di qualifica dirigenziale, esclusivamente per la copertura di posti in dotazione organica,
qualora il numero dei componenti la stessa sia inferiore a cinque;
4 ter. per l'assunzione di personale necessario al potenziamento dei servizi informatici e telematici
ACQUISITA l’attestazione del Responsabile Polizia locale; Po Ten Blaseotto, circa l’impossibilità di
ricorrere ad appalti di servizi o ad incarichi professionali, per detta attività;
DATO ATTO che risultano ricorrere le condizioni di cui al comma 16 L.R. 24/2009 nonché rispettati i
succitati limiti;
RITENUTO pertanto avvalersi di graduatoria di altri Enti, al fine di procedere alla copertura del posto
di n. 1 Agente di Polizia categ. PLA, p.e. PLA1 di cui alla deliberazione giuntale. N. 69/2013, di
programmazione triennale del personale;
TENUTO conto che la dipendente Edi Anna Chiesa, istruttore amm.vo-contabile cat. C, p.e. C3, con
rapporto a tempo indeterminato e part-time al 83,33%, è risultata vincitrice di selezione per mobilità
esterna verso altro Comune (Latisana) e cesserà il proprio rapporto di lavoro con il Comune di
Palazzolo dello Stella il 31.03.2014 (ultimo giorno lavorativo);
DATO ATTO che risulta necessario attivare le procedure per la copertura del posto che si renderà
vacante che di quello già vacante nel settore polizia locale, ai sensi delle vigenti disposizioni di legge;
CONSIDERATO:
che questo Ente a partire dal 1.1.2013 è soggetto alle Regole del Patto di Stabilità interno;
che l’Ente presenta come media del triennio 2007/2009 un rapporto tra spesa di personale e
spesa corrente pari al 30,84% e quindi nel 2014 deve garantire una riduzione della spesa di
personale rispetto al 2013;
VERIFICATO:
che dai conteggi predisposti dall’ufficio personale è emerso che la spesa del personale prevista
per il 2014 con i dovuti adeguamenti previsti dalla normativa regionale non supera quella
risultante dal preconsuntivo del 2013 per cui si può procedere alla sostituzione del personale in
questione;
che comunque l’Ente rispetta il parametro richiesto dall’art. 12, comma 26 della L.R. 17/2008;
che le risorse disponibili di parte stabile sul fondo di produttività garantiscono la copertura del
posto:
cat. PLA – p.e. PLA1 tempo indeterminaeo e a tempo pieno
cat. C p.e.C3 - tempo indeterminato, part time al 83,33% o a tempo
pieno ;
RITENUTO, pertanto, di essere legittimati a procedere all’assunzione di personale;
VERIFICATO, altresì, che i costi del personale, compresi quelli relativi alle predette sostituzioni,
risultano inserite nel bilancio pluriennale 2013-2014-2015 approvato con atto consiliare n. 23 del
20.7.2013, e riconfermati nel predisponendo bilancio di previsione esercizio 2014;
VISTO il Regolamento per l’organizzazione dei servizi e degli uffici, approvato con deliberazione
giuntale n. 76/2005 e s.m.i.;
RICHIAMATO il Piano delle azioni positive di cui alla deliberazione giuntale n. 4 del 13.1.2014
CONSIDERATO che sulla programmazione, ai sensi dell’art. 19, della L. 448 del 28.12.2001 il c. 8
prevede: “gli organi di revisione contabile degli Enti Locali devono accertare che i documenti di
programmazione del fabbisogno del personale siano improntati al rispetto del principio di riduzione
Comune di Palazzolo dello Stella – Deliberazione n. 22 del 10/03/2014
4
complessiva della spesa di cui all’art. 39 della legge n. 449 del 27/12/1997 e successive modificazioni e
che eventuali deroghe a tale principio siano analiticamente motivate”;
Acquisito il parere reso dal Revisore del conto;
VISTI gli allegati pareri: tecnico e contabile resi ai sensi del D.Lgs. 267/2000;
CON VOTI unanimi favorevoli resi ed accertati nei modi e forme di legge;
DELIBERA
di approvare, per le considerazioni esposte in premessa, quanto segue:
1)
DI APPROVARE la programmazione triennale del fabbisogno di personale (Piano Triennale
2014-2016), limitatamente alla posizione sottoriportata, vista l’urgenza di procedere in merito:
ANNO
ASSUNZIONI PREVISTE
2014
n. 1 Istruttore contabile cat. C, p.e. C3 a tempo
indeterminato e parziale al 83,33%
2015
2016
n. 1 Agente di Polizia cat. PLA p.e. PLA1 tempo
indeterminato e pieno
Nessuna previsione di incremento
Nessuna previsione di incremento
MODALITA’ DI
ASSUNZIONE
In base alle vigenti
disposizioni di legge
(L.R. 24/2009 art. 13)
Utilizzo graduatoria di
altri Enti
============
============
3) DI DARE ATTO CHE le risorse disponibili di parte stabile sul fondo di produttività
garantiscono la copertura dei posti che saranno coperti;
4) ACQUISITA l’ attestazione di cui in premessa, di avvalersi di graduatoria di altri Enti, al fine di
procedere alla copertura del posto di n. 1 Agente di Polizia categ. PLA, p.e. PLA1 di cui alla
deliberazione giuntale. N. 69/2013, di programmazione triennale del personale;
• DI TRASMETTERE il presente atto alle OO.SS. per l’informativa normativamente prevista;
6) DI DARE ATTO, ai sensi del combinato disposto dall’art.147-bis del D.Lgs. n.267/2000 così
come modificato dalla Legge n. 213/2012 e dall’art.6 comma 3 del Regolamento Comunale sui
Controlli Interni, che il presente provvedimento rispetta i requisiti di regolarità e correttezza dell’azione
amministrativa e che sussistono tutti i presupposti di regolarità tecnica;
7) DI PROVVEDERE all’adempimento di tutti gli eventuali obblighi di pubblicità, trasparenza
discendenti dal presente atto;
LA GIUNTA COMUNALE
CON VOTI unanimi favorevoli resi ed accertati nei modi e forme di legge;
DELIBERA
1) DI DICHIARARE la presente immediatamente eseguibile, ai sensi art.1, c.19, LR 21/2003.
Comune di Palazzolo dello Stella – Deliberazione n. 22 del 10/03/2014
5
COMUNE DI PALAZZOLO DELLO STELLA
PROVINCIA DI UDINE
PROPOSTA DI DELIBERAZIONE NUMERO: 28/2014.
PROPONENTE: SERVIZIO GESTIONE PERSONALE
OGGETTO: PROGRAMMAZIONE TRIENNALE DEL FABBISOGNO DEL PERSONALE
(TRIENNIO 2014/2015).
PARERE TECNICO (art. 49 c. 1 del D.Lgs. 267/2000)
Si esprime parere favorevole alla regolarità tecnica della proposta di deliberazione.
Palazzolo dello Stella, 10 marzo
2014
Il Responsabile
Dott.ssa Luisa Cantarutti
Art.49 del D.Lgs. n. 267/2000 (Pareri dei responsabili dei servizi).
c.1. Su ogni proposta di deliberazione sottoposta alla Giunta e al Consiglio che non sia mero atto di indirizzo deve essere
richiesto il parere, in ordine alla sola regolarità tecnica, del responsabile del servizio interessato e, qualora comporti riflessi
diretti o indiretti sulla situazione economico-finanziaria o sul patrimonio dell’ente, del responsabile di ragioneria in ordine
alla regolarità contabile. I pareri sono inseriti nella deliberazione.
Comune di Palazzolo dello Stella – Deliberazione n. 22 del 10/03/2014
6
COMUNE DI PALAZZOLO DELLO STELLA
PROVINCIA DI UDINE
PROPOSTA DI DELIBERAZIONE NUMERO: 28/2014.
PROPONENTE: SERVIZIO GESTIONE PERSONALE
OGGETTO: PROGRAMMAZIONE TRIENNALE DEL FABBISOGNO DEL PERSONALE
(TRIENNIO 2014/2015).
PARERE CONTABILE (art. 49 c. 1 del D.Lgs. 267/2000)
Si esprime parere favorevole in ordine alla regolarità contabile del presente provvedimento.
Palazzolo dello Stella, 10 marzo
2014
Il Responsabile del
Servizio Gestione Economico-Finanziaria
Rag. Mariagrazia Oru`
Art.49 del D.Lgs. n. 267/2000 (Pareri dei responsabili dei servizi).
c.1. Su ogni proposta di deliberazione sottoposta alla Giunta e al Consiglio che non sia mero atto di indirizzo deve essere
richiesto il parere, in ordine alla sola regolarità tecnica, del responsabile del servizio interessato e, qualora comporti riflessi
diretti o indiretti sulla situazione economico-finanziaria o sul patrimonio dell’ente, del responsabile di ragioneria in ordine
alla regolarità contabile. I pareri sono inseriti nella deliberazione.
Comune di Palazzolo dello Stella – Deliberazione n. 22 del 10/03/2014
7
Letto, confermato e sottoscritto.
IL PRESIDENTE
Dott. Mauro Bordin
L’ASSESSORE ANZIANO
Simone Francesco Zoroddu
IL SEGRETARIO COMUNALE
Dott.ssa Luisa Cantarutti
CERTIFICATO DI PUBBLICAZIONE
Il sottoscritto dichiara che copia della presente deliberazione viene affissa all’Albo Pretorio del Comune
per quindici giorni consecutivi: dal 14/03/2014 al 29/03/2014.
Palazzolo dello Stella, 14/03/2014
L’IMPIEGATO RESPONSABILE
Edi Pozzetto
ESECUTIVITÀ E COMUNICAZIONE
Il sottoscritto attesta che la presente deliberazione diventa esecutiva dalla sua data/decorso il termine di
pubblicazione. La presente deliberazione è stata comunicata ai Capigruppo Consiliari in data
14/03/2014.
Palazzolo dello Stella, 14/03/2014
IL RESPONSABILE INCARICATO
Edi Pozzetto
Comune di Palazzolo dello Stella – Deliberazione n. 22 del 10/03/2014
8
Author
Document
Category
Uncategorized
Views
0
File Size
121 KB
Tags
1/--pages
Report inappropriate content