close

Enter

Log in using OpenID

Collegamento Pastorale n. 13/2014

embedDownload
Collegamento Pastorale Anno 2014/2015: Testimoni della Gioia Vicenza, 29 settembre 2014 ‐ Anno XLVI n. 13 SOMMARIO 2 Agenda 4 … IN EVIDENZA Introduzione Corresponsabilità laicale e gruppi ministeriali 7 … PER PREGARE E CELEBRARE Formazione per nuovi ministri della comunione Corso di formazione per i lettori nella liturgia Convegno annuale di formazione liturgica Fascicoli di preghiera avvento 2014 Meditazioni bibliche 11 … PER ANNUNCIARE IL VANGELO Incontri formativi del lunedì Ottobre missionario Proposte vocazionali del seminario Gruppo Sichem Evangelizzazione e catechesi Pellegrinaggi Convegno diocesano dei gruppi sposi e coppie 18 … PER VIVERE LA CARITA’ Caritas 19 … PER UNA CITTADINANZA SPIRITUALE Insegnamento Religione Cattolica Comunicazioni sociali 21 ASPETTI AMMINISTRATIVI Ufficio amministrativo diocesano Dalla cancelleria 25 DEPLIANT E MANIFESTI Anno 2014/2015: Testimoni della Gioia Collegamento Pastorale AGENDA DIOCESANA 2 ottobre PRIMO INCONTRO PREGHIERA MENSILE PER LE VOCAZIONI v. pag. 13 2 ottobre SETTIMANA DELLA SCUOLA: “FATE IL NOSTRO GIOCO” 2/9/16/23 ottobre SEMINARIO DI STUDIO SULLA TEOLOGIA DEL ’900 v. pag. 19 3 ottobre SETTIMANA DELLA SCUOLA: “INSIEME È MEGLIO” ‐ Festa in Piazza dei Signori con il Vescovo Beniamino 4/11/18 ottobre TRE INCONTRI BIBLICO FORMATIVI PER ANIMATORI DEI CENTRI DI ASCOLTO E DEI GRUPPI BIBLICI v. pag. 15 5 ottobre SETTIMANA DELLA SCUOLA: “TAM TAM DI CAMPANE” 5 ottobre SETTIMANA DELLA SCUOLA: “CAMMINO DI CHIAMPOSTELA” 5 ottobre SETTIMANA DELLA SCUOLA: “FESTA DELL’INSEGNANTE” 5 ottobre “PELLEGRINANDO PER VIA” v. pag. 17 7 ottobre PRIMO INCONTRO DEL CORSO DIOCESANO PER NONNI E NONNE v. pag. 15 7/14/21 ottobre SECONDO/TERZO/QUARTO INCONTRO CORSO DIOCESANO CATECHESI E COMUNI‐
CAZIONE v. pag. 15 7/14/21 ottobre SECONDO/TERZO/QUARTO/ INCONTRO DEL CORSO PER NUOVI MINISTRI STRAOR‐
DINARI DELLA COMUNIONE v. pag. 7 7 ottobre SETTIMANA DELLA SCUOLA: FILM “BIANCA COME IL LATTE, ROSSA COME IL SAN‐
GUE” 10 ottobre SETTIMANA DELLA SCUOLA: INCONTRO‐FESTA DEGLI STUDENTI 11 ottobre CONVEGNO “GENERARE ALLA FEDE: INIZIAZIONE CRISTIANA” v. pag. 8 e 27 11/18 ottobre GIORNATE DI SPIRITUALITÀ PER PERSONE VEDOVE A VILLA S.CARLO 11 ottobre VEGLIA MISSIONARIA v. pag. 12 12 ottobre GIORNATA DELLA STAMPA CATTOLICA v. pag. 20 17 ottobre PRIMO INCONTRO PREGHIERA MENSILE “VENITE E VEDRETE” v. pag. 13 17 e 24 ottobre CORSO SULL’USO DELLA LAVAGNA INTERATTIVA MULTIMEDIALE v. pag. 19 19 ottobre GIORNATA MISSIONARIA MONDIALE v. pag. 12 Collegamento Pastorale Anno 2014/2015: Testimoni della Gioia 19 ottobre CONVEGNO DIOCESANO DEI GRUPPI SPOSI E COPPIE v. pag. 17 19 ottobre GRUPPO SICHEM v. pag. 14 19 ottobre 1° INCONTRO “GRUPPO SENTINELLE” v. pag. 13 20 ottobre 1° INCONTRO FORMATIVO DEL LUNEDÌ v. pag. 11 20 ottobre 1° INCONTRO CORSO DIOCESANO PER CATECHISTI/E v. pag. 15 20 e 27 ottobre 1° e 2° INCONTRO “INFORMAZIONE E DEMOCRAZIA” v. pag. 20 23 ottobre ASSEMBLEA DEL CLERO 24 ottobre 1a GIORNATA DI FORMAZIONE PER DOCENTI (PASTORALE SCUOLA) 25 ottobre RITIRO CONCLUSIVO PER NUOVI MINISTRI STRAORD.DELLA COMUNIONE v. pag. 7 25 ottobre 2° INCONTRO DI FORMAZIONE PERMANENTE CARITAS AMBITO TEOLOGICO PASTO‐
RALE v. pag.18 25 ottobre TRE INCONTRI PER PENSARE “LA SETTIMANA DELLA COMUNITA’” v. pag. 15 8/22 novembre 27 ottobre 1° INCONTRO DEL CORSO DI ACCOMPAGNAMENTO DIDATTICO DEI DOCENTI NUOVI E SUPPLENTI v. pag. 19 27 ottobre INCONTRO CRISTIANO‐ISLAMICO (COMMISSIONE ECUMENISMO E DIALOGO) 31/10‐2/11 WEEK‐END SPIRITUALE “DAL PARADISO IN QUA” A VILLA S.CARLO ABBONAMENTO A “COLLEGAMENTO PASTORALE” Abbonamento cartaceo Ricordiamo a tutti (laici, membri dei consigli pastorali parrocchiali, religiose) che sono in scadenza gli abbonamenti cartacei a “Collegamento Pastorale”. Vi invitia‐
mo perciò a provvedere al rinnovo per il prossimo anno. Per rinnovare gli abbonamenti basta far giungere gli indirizzi alla segreteria dell’ufficio pastorale, (tel.0444/226556 fax 0444/226555 e‐mal: pastora‐
[email protected]) e l’addebito corrispondente, può essere fatto diret‐
tamente sui conti semestrali della parrocchia (per gli abbonamenti cartacei). Abbonamento via‐mail Si ricorda che è possibile ricevere per quanti lo desiderano “COLLEGAMENTO PASTORALE” VIA MAIL senza addebito di spesa comunicando all’Ufficio pastorale nome, indirizzo ed e‐mail. Ricordiamo di abbonare a “Collegamento Pastorale” i componenti dei rinnovati Consigli Pastorali Parrocchiali. Anno 2014/2015: Testimoni della Gioia Collegamento Pastorale … IN EVIDENZA
INTRODUZIONE Collegamento Pastorale cerca di rispondere sempre meglio alla sua funzione informativa al servizio della pastorale diocesana. Per questo motivo troverete a partire da questo numero alcuni cambiamenti nella grafica, nell’impaginazione e nella struttura. Quest’ultima, in particolare, è stata pensata per organizzare i diversi materiali in sei sezioni. La prima sezione intitolata ….IN EVIDENZA contiene informazioni e iniziative che riguarda‐
no i temi messi in evidenza dal Vescovo per l’anno pastorale in corso. La seconda, …PER PREGARE E CELEBRARE, corrisponde alla dimensione orante e celebrati‐
va della Chiesa (la vita liturgica). La sezione intitolata …PER ANNUNCIARE IL VANGELO rac‐
coglie tutto ciò che riguarda la dimensione dell’annuncio, la catechesi e la missione (ambito educativo). La quarta area …PER VIVERE LA CARITA’ è chiaramente dedicata alla dimensio‐
ne pastorale caritativa e fraterna (testimonianza della carità evangelica). L’ultima dimensio‐
ne pastorale, quella sociale e culturale (della testimonianza nel mondo), è espressa nella sezione …PER UNA CITTADINANZA SPIRITUALE. A quelle pastorali, segue l’area degli uffici di Cancelleria, Economato e Archivio Storico. Le loro comunicazioni si troveranno nella se‐
zione ASPETTI AMMINISTRATIVI. Chiudono Collegamento Pastorale alcune pagine che con‐
tengono depliant e locandine fotocopiabili. Le iniziative pertanto non appaiono più sotto la dicitura dell’ufficio che le promuove, ma dentro l’area pastorale che con le stesse iniziative vogliono favorire e servire. Nella scorsa primavera numerose parrocchie e unità pastorali hanno rinnovato i loro Consi‐
gli accogliendo l’invito del Vescovo ad organizzare la pastorale secondo le quattro dimen‐
sioni pastorali indicate nel rinnovato Statuto al numero 7. La stessa visita pastorale del Ve‐
scovo Beniamino avviene incontrando le persone impegnate in parrocchia secondo le quat‐
tro aree pastorali. Questa modalità organizzativa mira a far incontrare e lavorare insieme persone che svolgono servizi e ministeri affini. Ora si tratta di offrire loro anche la formazio‐
ne e gli strumenti per esprimere con competenza il proprio ministero. Reimpostando Collegamento Pastorale ci siamo resi conto dell’elevato numero di proposte e iniziative degli uffici diocesani. Ci auguriamo che con questi piccoli accorgimenti avvenga sempre di più l’incontro tra i diversi uffici e organismi e le parrocchie, e che le iniziative ri‐
spondano alle esigenze del lavoro pastorale sul territorio. Concludiamo questa presentazione con tre comunicazioni importanti. 
Gli incontri dei Consigli Pastorali Vicariali per l’elezione dei componenti il CPD e l’indica‐
zione della terna di presbiteri per la nomina del nuovo vicario si protrarranno fin oltre la metà di ottobre. Pertanto la prima riunione del rinnovato consiglio dei Vicari non sarà il 14 ottobre ma martedì 4 novembre. 
L’elezione del presbitero di zona per il nuovo CPD (secondo le sette zone pastorali della diocesi) avverrà tramite lettera e non con riunione (escluso il Vicariato urbano che forma da solo una delle sette zone ed ha nel frattempo la possibilità di incontrarsi). 
Chiediamo ai parroci di recapitare all’ufficio di pastorale l’elenco dei componenti il rinno‐
vato Consiglio Pastorale Parrocchiale per poter inviare loro Collegamento Pastorale. Indicare accanto al cognome e nome, indirizzo civico, l’indirizzo mail (se desidera l’invio telemati‐
co) oppure l’indirizzo di casa (o della parrocchia) se vuole riceverlo in formato cartaceo. CORRESPONSABILITA' LAICALE E GRUPPI MINISTERIALI Nella Lettera pastorale alla Diocesi “Testimoni della gioia” il Vescovo sottolineava che “L’anno pastorale che ci sta davanti si presenta ricco di stimoli, opportunità ed eventi eccle‐
siali”. Alla conclusione del suo messaggio diceva anche: “Un pensiero pieno di stima e ricono‐
scenza lo rivolgo ai presbiteri che si domanderanno dove e come trovare le forze ed energie per portare avanti una missione così impegnativa. Lo faccio con parole di Papa Francesco che io stesso ho accolto e ho sentito particolarmente significative: «Accompagnate con larghezza la crescita di una corresponsabilità laicale; riconoscete spazi di pensiero, di progettazione e di azione alle donne e ai giovani». E dopo aver rivolto un appello ai tanti laici impegnati nelle parrocchie per passare dalla disponibilità a collaborare con i propri parroci a quella di stare al loro fianco in modo corresponsabile, dava questa indicazione: “Come strumento concre‐
to nel prossimo anno pastorale saranno proposti incontri nelle zone della Diocesi per far cono‐
scere i gruppi ministeriali e alcuni corsi di formazione per nuovi componenti. Il Gruppo mini‐
steriale è una risorsa che la nostra Diocesi si è data per promuovere la corresponsabilità laicale e la sinodalità pastorale”. Quanto detto dal Vescovo rappresenta un accorato appello ai presbiteri perché pro‐
muovano nelle loro comunità un laicato responsabile, che oltre ad essere un dato teologi‐
co importante nella visione di Chiesa del Vaticano II, rappresenta pure una risorsa necessa‐
ria nella delicata situazione pastorale delle nostre parrocchie. Lo ricorda pure il Papa nella sua esortazione Evangelii Gaudium: “La presa di coscienza di questa responsabilità laicale che nasce dal Battesimo e dalla Confermazione non si manifesta nello stesso modo da tutte le par‐
ti. In alcuni casi perché non si sono formati per assumere responsabilità importanti, in altri casi per non aver trovato spazio nelle loro Chiese particolari per poter esprimersi ed agire, a causa di un eccessivo clericalismo che li mantiene al margine delle decisioni” (n. 102). Per realizzare l’indicazione data dal Vescovo sono stati organizzati altrettanti incontri nelle 7 zone pastorali della Diocesi per promuovere l’informazione sul servizio specifico dei gruppi ministeriali ed avviare una riflessione sulla promozione di un laicato corresponsabi‐
le. Di seguito sono segnate le date degli incontri nelle diverse zone pastorali, mentre sarà inviata una successiva comunicazione per quanto riguarda il luogo dell’incontro. 4 novembre 2014 Zona 1 (Vicariato Urbano) Zona 2 (Vicariati: Arsiero ‐ Malo ‐ Schio) 11 novembre 2014 Zona 3 (Vicariati: Bassano – Marostica – Rosà) 18 novembre 2014 Zona 5 (Vicariati: Cologna – Lonigo – Montecchia – Noventa – Zona 6 (Vicariati: Camisano – Riviera Berica – Fontaniva – Piazzola) 25 novembre 2014 Zona 7 (Vicariati: Castelnovo – Dueville – Sandrigo) Zona 4 (Vicariati: Montecchio M. – Valdagno – Valle Chiampo) S. Bonifacio) … IN EVIDENZA
Collegamento Pastorale Anno 2014/2015: Testimoni della Gioia Anno 2014/2015: Testimoni della Gioia Collegamento Pastorale … IN EVIDENZA
Negli incontri si potrà ascoltare l’esperienza concreta già in atto in alcune parrocchie da parte di un gruppo ministeriale, verranno poi presentati e definiti gli aspetti specifici di tale servizio, e infine, ci sarà lo spazio per una condivisione tra i partecipanti rivolto a chia‐
rire e approfondire questa ministerialità esercitata in gruppo per l’animazione della comu‐
nità cristiana. L’indicazione del Vescovo interpella le nostre parrocchie, soprattutto quelle già costi‐
tuite in Unità pastorale e quelle che sono in fase di avvio. L’invito a partecipare a questi incontri è rivolto in particolare ai Parroci, ai Consigli pastorali e agli Operatori pastorali, a coloro cioè che rappresentano il cuore pulsante (“il grembo”) delle nostre comunità. Non si tratta solo di aggiungere un nuovo incontro ad un’agenda già ricca di impegni, ma piuttosto di cogliere l’occasione per incamminarci verso un volto di comunità cristiana dove ciascuno con i propri carismi e le proprie funzioni contribuisca a tenere viva la fede e ad annunciare il Vangelo. Sull’argomento potete leggere le pagine 33‐37 di Collegamento Pastorale, Speciale Anno 2014/2015. Ogni altra informazione può essere richiesta all’Ufficio di Coordinamento della pastorale. FORMAZIONE PER NUOVI MINISTRI DELLA COMUNIONE Come da tradizione, all’inizio di ogni anno pastorale viene organizzato il corso base di for‐
mazione per nuovi ministri della Comunione, nel quale saranno date alcune basi teologi‐
che, liturgiche, pastorali e pratiche per l’esercizio del ministero. L’itinerario si concluderà con un ritiro spirituale. Programma degli incontri (ore 20.30 / 22.30): 30 settembre Il Ministro della comunione e il Giorno del Signore, Rel.: don P. Ruaro 7 ottobre Gesù e i malati, Rel: don Gaetano Comiati 14 ottobre La spiritualità del Ministro della comunione, Rel.: don Fabio Sottoriva 21 ottobre Indicazioni diocesane per l’esercizio del ministero, Rel: don Fabio Sottoriva Gli incontri si svolgeranno presso Casa Mater Amabilis, viale Risorgimento, 74 – Vicenza ‐ Tel. 0444 – 545275 ‐ e‐mail: [email protected] RITIRO CONCLUSIVO Il ritiro conclusivo si svolgerà sempre a Casa Mater Amabilis il 25 ottobre dalle 9 alle 12. CORSO DI FORMAZIONE PER I LETTORI NELLA LITURGIA SERVIRE ALLA MENSA DELLA PAROLA L’ufficio liturgico offre alle comunità cristiane, in particolare ai lettori che condividono con il presbitero il compito di dare voce alla Scrittura attraverso la proclamazione liturgica, affin‐
ché Dio continui a parlare al suo popolo, un percorso di formazione distribuito nell’arco di due anni. Rispettivamente, nel primo anno (2014‐2015), in quattro tappe si affronterà la tematica bibli‐
co‐liturgica‐ spirituale; nel secondo anno (2015‐2016), in altre successive quattro tappe, l’a‐
spetto più tecnico, ma non meno importante, della proclamazione liturgica (dizione). Il programma di questa prima parte prevede le seguenti tematiche: 4 novembre: Dio parla al suo popolo (d. Pierangelo Ruaro); 11 novembre: La teologia della liturgia della Parola (d. Gaetano Comiati) 18 novembre: Luoghi e riti della liturgia della Parola (d. Fabio Sottoriva). 25 novembre: I lezionari e l’interpretazione liturgica della Bibbia (d. Pierangelo Ruaro) Il corso si concluderà con una mattinata di ritiro il 29 novembre (ore 9‐12). Ogni incontro inizierà alle 20.30 e si concluderà entro le 22.30. Sede degli incontri (e del ritiro) sarà casa Mater Amabilis (viale Risorgimento, 74 – Vicenza). Iscrizioni: Casa Mater Amabilis: Tel. 0444 ‐ 545275 e‐mail [email protected] ...PER PREGARE E CELEBRARE
Collegamento Pastorale Anno 2014/2015: Testimoni della Gioia ...PER PREGARE E CELEBRARE
Anno 2014/2015: Testimoni della Gioia Collegamento Pastorale CONVEGNO ANNUALE DI FORMAZIONE LITURGICA L’ufficio Liturgico in collaborazione con Casa Mater Amabilis delle Figlie della Chiesa orga‐
nizzano un Convegno annuale di formazione liturgica nello spirito del Concilio Vaticano II. Sulle orme della lettera pastorale del Vescovo Beniamino, si dialogherà sulla liturgia dell’ini‐
ziazione cristiana. Sono invitati in particolare tutti gli operatori liturgici che in questi anni hanno partecipato agli itinerari formativi ai ministeri promossi dall’Ufficio Liturgico e Casa Mater Amabilis. Il Convegno si svolgerà l’11 ottobre nel Centro Diocesano A. Onisto (Vicenza Borgo Santa Lucia 51) dalle ore 15.30. Tema del Convegno: 52° Anniversario dell’apertura del Concilio Vaticano II ‐ Generare alla fede: Iniziazione Cristiana. a pag. 27 il depliant fotocopiabile Ufficio per la liturgia tel. 334/2857776 Casa Mater Amabilis tel. 0444/545275 FASCICOLI DI PREGHIERA AVVENTO 2014 Anche quest’anno l’Ufficio di pastorale predispone il fascicolo per la preghiera in famiglia per il tempo di Avvento. E’ necessario far arrivare la prenotazione in Ufficio di pastorale entro il 28 ottobre p.v. (tel. 0444/226556 ‐ Fax 0444/226555 ‐ e mail: [email protected]) La consegna avverrà nei giorni: Lunedì 17 novembre ’13 ore 10 ‐ 12 Martedì 18 novembre ‘13 ore 9 ‐ 12 Giovedì 27 novembre ’13 ore 11,00 ‐12,30 PRESSO IL CENTRO DIOCESANO “A. ONISTO”, BORGO S.LUCIA 51‐ VICENZA Dopo queste date sará possibile ritirare il materiale presso l’Ufficio Pastorale MEDITAZIONI BIBLICHE ROMANI 12,3‐13: UN SOLO CORPO IN CRISTO Per la grazia che mi è stata data, io dico a ciascuno di voi: non valutatevi più di quanto conviene, ma valutatevi in modo saggio e giusto, ciascuno secondo la misura di fede che Dio gli ha dato. Poiché, come in un solo corpo abbiamo molte membra e queste membra non hanno tutte la medesima funzione, così anche noi, pur essendo molti, siamo un solo corpo in Cristo e, ciascuno per la sua parte, siamo membra gli uni degli altri. Abbiamo doni diversi secondo la grazia data a ciascuno di noi: chi ha il dono della pro‐
fezia la eserciti secondo ciò che detta la fede; chi ha un ministero attenda al ministero; chi insegna si dedichi all’insegnamento; chi esorta si dedichi all’esortazione. Chi dona, lo faccia con semplicità; chi presiede, presieda con diligenza; chi fa opere di misericordia, le compia con gioia. La carità non sia ipo‐
crita: detestate il male, attaccatevi al bene; amatevi gli uni gli altri con affetto fraterno, gareggiate nel‐
lo stimarvi a vicenda. Non siate pigri nel fare il bene, siate invece ferventi nello spirito; servite il Signore. Siate lieti nella speranza, costanti nella tribolazione, perseveranti nella preghiera. Condividete le neces‐
sità dei santi; siate premurosi nell’ospitalità. (Romani 12, 3‐13) La chiave di questo passo si trova nel versetto 5: “Pur essendo molti, siamo un solo corpo in Cristo”. L’immagine del corpo umano per descrivere un gruppo di persone non è rara negli scritti di quel tempo, ma il Nuovo Testamento l’approfondisce molto. Durante la sua vita terrena, i discepoli di Gesù, pur essendo molto diversi tra loro, avevano già dovuto fare un’esperienza intensa d’unità, grazie al loro attaccamento a lui. Ma dopo la risurrezione e la venuta dello Spirito Santo, questa uni‐
tà ha assunto una nuova dimensione: i credenti hanno scoperto che erano “in” Cristo, che insieme formavano come un solo corpo. Coloro che credono in Cristo sono membra gli uni degli altri. La maggior parte delle volte, questa realtà ci sfugge. Se vediamo la Chiesa come istituzione con un elenco di aderenti, o un semplice for‐
nitore di servizi o prodotti da consumare, non saremo in grado di vederla. In effetti essa dipende dalla presenza dello Spirito in noi, nel profondo del nostro essere. È una misteriosa comunione che unisce le persone a partire da ciò che è nel più profondo dì ciascuno. Un certo numero di noi si sentono soli o staccati dalla vita: non abbiamo la sensazione di essere “a casa” nel mondo. Ne consegue che spesso cerchiamo di farci valere contro gli altri, a dominarli in un modo o nell’altro. Oppure ci sottovalutiamo e guardiamo alle nostre azioni come se non avessero valore. Capire che formiamo un solo corpo in Cristo può essere una cura per questa specie di aliena‐
zione. Non siamo più obbligati a cercare una sicurezza avendo una troppo alta (o troppo bassa) opi‐
nione di noi stessi (v. 3), siamo liberi di avere “sentimenti modesti”, dal momento che in un organi‐
smo ogni parte ha un suo valore unico e un suo ruolo insostituibile. Se una parte si arroga il ruolo delle altre, l’intero corpo s’impoverisce. Se le parti rifiutano di svolgere il loro ruolo, tutto l’organi‐
smo è limitato. Ma quando tutti esercitano pienamente i propri doni, tutti sono arricchiti. Ad ogni persona, Dio ha dispensato una “grazia” unica, un ruolo da svolgere nella vita del corpo, comprendendo, confidando, perseverando, e con azioni in armonia con altri membri della Chiesa. C’è una felicità nell’agire così. Il ruolo che devo giocare è mio, non quello di un altro. Questo passo offre esempi: ci sono doni per toccare e interpellare i cuori (come la profezia); ci sono ministeri ordinati e posti ben definiti nella Chiesa (ad esempio l’insegnamento e il servizio); ci sono doti umane da esercitare soprattutto informalmente (l’incoraggiamento), e così via. Nella Chiesa di Cristo, ciascuno e ciascuna è chiamato ad essere se stesso. Dio ama questa diversità, non volendo che tutti siano uguali, ma usino i loro doni particolari – compresi i doni che non hanno ancora sco‐
perto – per il benessere di tutti. 



Ho sperimentato qualcosa di questa realtà di essere “un solo corpo in Cristo”? Come approfon‐
dire questa esperienza? Vivere questa realtà non è generalmente possibile che in una comunità che fa parte di una Chiesa locale. Dov’è questa comunità per me, dove potrebbe essere? Quali doni possiedo che potrei offrire a Cristo in quanto parte del suo corpo, la sua Chiesa? Ho la tendenza di sopravvalutarli o sottovalutarli? Quali doni vedo in altri membri della Chiesa? Cosa fare per affermarli e per beneficiarne? ...PER PREGARE E CELEBRARE
Collegamento Pastorale Anno 2014/2015: Testimoni della Gioia Proposta per la preghiera quotidiana Queste brevi letture sono quelle che utilizzano i giovani del gruppo “Scuola della Parola” che si ritrovano la terza Domenica di ogni mese a Villa San Carlo e sono prese dalla liturgia della preghiera di mezzogiorno a Taizé. Consigliamo di leggere la frase ogni mattina cercando di ricordarla e ripeterla più volte durante la giorna‐
ta. il riferimento indica da dove è tratto il passo biblico: a volte riman‐
da ad una lettura più lunga per chi vuole conoscere il contesto. 1 me (Is 61,10‐11) Io gioisco pienamente nel Signore, la mia anima esulta nel mio Dio, perché mi ha rivestito delle vesti di salvezza. 2 gi (Sal 138) Ti rendo grazie, o Dio, per il tuo amore e la tua verità; hai accresciuto la forza nella mia anima. 3 ve (1 Gv 5,1‐4) L'amore di Dio, consiste nell'osser‐
vare i suoi comandamenti; e i suoi comandamenti non sono gravosi. 4 sa (1 Cor 15,12‐22) Cristo è risorto dai morti, primizia di coloro che sono morti. E come tutti muoiono in Adamo, così tutti riceve‐
ranno la vita in cambia in una sor‐
gente. 5 DOM (Mt 21,33‐43) Gesù disse: «Non avete mai letto nelle Scritture: La pietra che i co‐
struttori hanno scartarta è diventa‐
ta testata d'angolo; dal Signore è stato fatto questo ed è mirabile agli occhi nostri?» 6 lu (Is 43,1‐4a) Il Signore dice: Tu sei prezioso ai miei occhi, perché sei degno di stima e io ti amo. 7 ma (Dt 26,1‐11) Ci siamo rivolti al Signore, al Dio dei nostri padri, ed egli ha ascoltato la nostra voce, ha visto la nostra mise‐
ria e la nostra oppressione. Il Signo‐
re ci ha fatti uscire dal paese della schiavitù. 8 me (Is 2,2‐5) Isaia disse: Verranno popoli nume‐
rosi che diranno: “Saliamo sul mon‐
te del Signore, perché ci indichi le sue vie”. 9 gi (Sal 34) Guardate a Dio e sarete raggianti, non saranno confusi i vostri volti. 10 ve (Dt 4,29‐31) Il Signore tuo Dio è un Dio miseri‐
cordioso che non ti abbandonerà. 11 sa (1 Sam 3,1‐18) Eli disse al giovane Samuele: Se ti si chiamerà ancora, dirai: «Parla, Si‐
gnore, perché il tuo servo ti ascol‐
ta». 12 DOM (Fil 4,12‐20) Paolo scrisse: Ho imparato a bastare a me stesso. Tutto posso in colui che mi dà la forza. 13 lu (Gv 7,1‐24) Gesù disse: Il mio insegnamento non è mio, ma di colui che mi ha mandato. Chi vuol fare la sua volontà, conoscerà se questo insegnamento viene da Dio. 14 ma (Gdc 5,31) Quelli che ti amano, Signore, siano co‐
me il sole quando sorge con tutto il suo splendore. 15 me (Lc 8,19‐21) Gesù disse: Mia madre e i miei fratelli sono coloro che ascoltano la parola di Dio e la mettono in pratica. 16 gi (Fil 2,12‐16) Dio suscita in voi il volere e l'operare secondo i suoi benevoli disegni. 17 ve (Dt 30,1‐14) Mosè disse al popolo: Se ti convertirai al Signore tuo Dio con tutto il cuore e con tutta l'anima, egli avrà pietà di te. 18 sa S. LUCA (Lc 10,1‐9) Gesù inviò i suoi discepoli dicendo: Quando entrerete in una città e vi acco‐
glieranno, mangiate quello che vi daran‐
no, curate i malati e dite alla gente: Si è avvicinato a voi il regno di Dio. 19 DOM (1 Ts 1,1‐5) Paolo scrisse ai Tessalonicesi: Ci ricor‐
diamo davanti a Dio e Padre nostro del vostro impegno nella fede, della vo‐
stra operosità nella carità e della vo‐
stra costante speranza nel Signore nostro Gesù Cristo. 20 lu (Is 30,18‐21) Isaia disse: Ecco che il tuo maestro non si terrà più nascosto e i tuoi occhi lo vedranno. Le tue orecchie sentiran‐
no questa parola: «Questa è la strada, percorretela.» 21 ma (Sal 119,145‐152) Precedo l'aurora e grido aiuto, spero sulla tua parola. I miei occhi prevengo‐
no le veglie per meditare sulle tue promesse. 22 me (Col 1,17‐20) Il Cristo è il capo del corpo, cioè della Chiesa; il principio, il primogenito di coloro che risuscitano dai morti, per‐
ché piacque a Dio di far abitare in lui ogni pienezza. 23 gi (Gv 8,12) Gesù disse: Io sono la luce del mondo; chi segue me, non camminerà nelle tenebre, ma avrà la luce della vita. 24 ve (Lc 6,39‐45) Gesù disse: Togli prima la trave dal tuo occhio e allora potrai vederci bene nel togliere la pagliuzza dall'occhio del tuo fratello. 25 sa (Is 32,15‐20) Isaia disse: Ancora una volta il Signore farà passare su di noi il suo soffio e il mio popolo abiterà in una dimora di pace. 26 DOM (Mt 22,34‐40) Gesù disse: Amerai il Signore Dio tuo con tutto il cuore, con tutta la tua anima e con tutta la tua mente: questo è il più grande e il primo dei comanda‐
menti. E il secondo è simile al primo: Amerai il prossimo tuo come te stesso. 27 lu (1 Ts 2,1‐13) Paolo scrive: Ringraziamo Dio, perché avete ricevuto la parola non come parola di uomini, ma com'è veramente, come parola di Dio, che opera in voi. 28 ma (1 Gv 2,1‐6) Giovanni scrive: Chi dimora in Cristo, deve comportarsi come lui si è com‐
portato. 29 me (Dn 9,18‐19) Daniele pregò dicendo: Porgi l'orec‐
chio, mio Dio, e ascolta la preghiera del tuo servo! Non ci appoggiamo sulla nostra giustizia, ma sulla tua grande misericordia. 30 gi (1 Gv 2,3‐6) In colui che osserva la parola di Cristo, l'amore di Dio è veramente perfetto. 31 ve (Rm 12,1‐13) Paolo scrisse: Non conformatevi alla mentalità di questo secolo, ma trasfor‐
matevi rinnovando la vostra mente, per poter discernere la volontà di Dio.
...PER PREGARE E CELEBRARE
Anno 2014/2015: Testimoni della Gioia Collegamento Pastorale OTTOBRE 2014 ‐ LETTURE PER OGNI GIORNO INCONTRI FORMATIVI DEL LUNEDI EVANGELII GAUDIUM ‐ IL PROGETTO DI PAPA FRANCESCO “Dove vuole portare la Chiesa?”: è la domanda che molti si fanno di fronte a Papa Bergo‐
glio, che viene dalla fine del mondo. Troviamo la risposta nella Esortazione apostolica “Evangelii gaudium”, pubblicata il 24 novembre 2013, alla quale lui stesso rinvia e che di fatto ha un carattere programmatico. “Evangelii gaudium”, infatti, è un programma ampio ed accurato, che mette a tema l’annuncio del Vangelo nel mondo attuale. Il testo racco‐
glie, tra l’altro, il contributo dei lavori del Sinodo svoltosi in Vaticano dal 7 al 28 ottobre 2012, sul tema “La nuova evangelizzazione per la trasmissione della fede”. L’Esortazione si offre anche come chiave interpretativa dei gesti e delle parole di Papa Francesco, che han‐
no subito conquistato tutti per la loro semplicità e umanità. E’ un testo che profuma di Vangelo, ricco di spunti innovativi. Dopo una rilettura globale del testo e la presentazione della figura di Papa Francesco, saranno oggetto di una riflessione specifica alcuni temi, che, secondo il Papa, delineano il nuovo volto della Chiesa. La proposta è indirizzata principalmente ai presbiteri, ma è aperta a quanti, religiosi e lai‐
ci, sono desiderosi di pensare. Programma Lunedì 20 ottobre Rilettura dell’Evangelii Gaudium: nuove vie per il cammino della Chiesa (dr.ssa Serena Noceti, docente di teologia sistematica presso la Facoltà teologica dell'Ita‐
lia centrale di Firenze) Lunedì 27 ottobre Jorge Mario Bergoglio: l’uomo venuto dalla fine del mondo (dr. Gianfranco Brunelli, direttore de “Il Regno”) Lunedì 03 novembre Verso ogni periferia: per una conversione missionaria della Chiesa (EG 19‐49) (prof. Francesco Grasselli, responsabile dei centri missionari diocesani della Regione eccle‐
siastica Emilia‐Romagna) Lunedì 10 novembre Una Chiesa povera per i poveri: torna la grammatica della povertà (EG 186 – 216) (dr. Luigi Accattoli, giornalista, collaboratore de Il Corriere della Sera e Liberal) Lunedì 17 novembre La Chiesa e la riforma delle sue strutture (mons. Severino Dianich, docente emerito della Facoltà Teol. dell’Italia centrale di Firenze) Lunedì 24 novembre Annuncio/omelia: dire parole che fanno ardere i cuori (EG 111–134) (don Chino Biscontin, docente alla Facoltà teologica del Triveneto e agli ISSR di Portogrua‐
ro, Padova e Treviso) Lunedì 01 dicembre: Questa economia uccide: la dimensione sociale dell’evangelizzazione (EG 177‐ 185) (prof. Giannino Piana, docente di Etica cristiana alla Libera Università di Urbino ed Etica ed Economia all’Università di Torino) * Sede degli incontri: Centro Diocesano “Mons. Arnoldo Onisto”, Borgo S. Lucia 51, Vicenza * Orario: 9.15 Inizio, 10.15 pausa, 10.45 ripresa e conclusione ...PER ANNUNCIARE IL VANGELO
Collegamento Pastorale Anno 2014/2015: Testimoni della Gioia ...PER ANNUNCIARE IL VANGELO
Anno 2014/2015: Testimoni della Gioia Collegamento Pastorale OTTOBRE MISSIONARIO 2014 “PERIFERIE CUORE DELLA MISSIONE” “Gesù è il modello di ogni scelta evangelizzatrice che ci introduce nel cuore del popolo. Affa‐
scinati da tale modello, vogliamo inserirci a fondo nella società, condividiamo la vita con tutti, ascoltiamo le loro preoccupazioni, collaboriamo materialmente e spiritualmente nelle loro necessità, ci rallegriamo con coloro che sono nella gioia, piangiamo con quelli che piangono e ci impegniamo nella costruzione di un mondo nuovo, gomito a gomito con gli altri. Ma non come un obbligo, non come un peso che ci esaurisce, ma come una scelta personale che ci riempie di gioia e ci conferisce identità”. (Papa Francesco, Evangelii gaudium n 269) Questo sarà lo spirito dell'imminente Ottobre Missionario, che a livello diocesano sarà ca‐
ratterizzato dai due tradizionali appuntamenti: la VEGLIA MISSIONARIA DIOCESANA DI PREGHIERA sabato 11 ottobre ‐ in Cattedrale alle ore 20.30 ‐ attorno al Vescovo e ai missionari che potranno essere presenti. la GIORNATA MISSIONARIA MONDIALE domenica 19 ottobre, momento forte di comunione e di solidarietà tra tutte le Chiese. TUTTI I SUSSIDI Per la celebrazione dell'Ottobre missionario, nella tradizionale articolazione in cinque setti‐
mane, sono stati inviati dall'Ufficio Nazionale a tutte le parrocchie, e sono comunque a di‐
sposizione presso l'Ufficio missionario diocesano. Anche i sussidi per il cammino di animazione missionaria di gruppi, famiglie, giovani e ra‐
gazzi sono disponibili presso l'Ufficio. Per gli incontri dei Gruppi Missionari, sono disponibili schede con passi scelti dalla “Evangelii gaudium”. Tutto il materiale resterà disponibile nel sito: www.missioni.vicenza.chiesacattolica.it LE OFFERTE DELLA GIORNATA MISSIONARIA MONDIALE La Giornata Missionaria Mondiale è una delle tre collette a carattere universale obbligato‐
rie stabilite dalla Santa Sede. Pertanto le offerte raccolte in quella Giornata vanno tra‐
smesse integralmente e con sollecitudine alla direzione nazione delle Pontificie Opere Missionarie / Fondazione Missio, attraverso l'Ufficio missionario diocesano. Ancora una volta si fa appello a Parroci, Rettori e Cappellani di Chiese affinché nessun altro scopo sia aggiunto alla celebrazione della Giornata Missionaria Mondiale e le offerte da essa provenienti non siano stornate per altre richieste o esigenze, sia pure di carattere mis‐
sionario (Indicazioni della Commissione Episcopale per la cooperazione tra le Chiese). Le Parrocchie che potranno avvalersi dell'animazione di qualche missionario/a ne diano informazione all'Ufficio diocesano, che potrà così provvedere ad un congruo contributo. a pag. 25 il depliant fotocopiabile Ufficio per la pastorale missionaria tel. 0444 226546 e‐mail: [email protected] PROPOSTE VOCAZIONALI DEL SEMINARIO CON CUORE ARDENTE «LA FELICE AUDACIA DI RISPONDERE CON PRONTEZZA ALLA SUA CHIAMATA» (PAPA FRANCESCO) Con quale spirito iniziare un nuovo anno? “Con cuore ardente” perché anche noi siamo come i due discepoli che camminavano tristi verso Emmaus, lasciandosi alle spalle Gerusalemme, quando Gesù Risorto si fece loro vicino e spiegò le Scritture…e tutto cambiò nel loro cuore! Ecco dunque le diverse opportunità che il Seminario offre a ragazzi e giovani per aiutarli a sco‐
prire la presenza di Cristo nella loro vita, nel loro cammino, nelle loro scelte: “4” SALTI IN … SEMINARIO Il Seminario è anche un luogo da scoprire e da conoscere! Visitandolo, infatti, si può fare un “cammino” alla scoperta di quella realtà grande e misteriosa che Dio dona a tutti: la Voca‐
zione. Destinatari: gruppi di catechismo di 4ª‐5ª elementare e delle medie, ACR, scout e gruppi di chierichetti,… saranno accompagnati in un percorso guidato, attraverso gli ambienti del Seminario per riflettere sulla vocazione. Quando: i pomeriggi dal lunedì al venerdì (fino al 10 maggio) Per info: don Alberto Dinello PROPOSTE VOCAZIONALI PER I MINISTRANTI Nei mesi di ottobre e novembre 2014 si organizzano nei vari vicariati, di domenica mattina, degli incontri per chierichetti – maschi e femmine – per scoprire come la via del “servizio” all’altare è una preziosa possibilità per conoscere e amare Gesù. Per le date visitare il Sito del Seminario: www.seminariovicenza.org GRUPPO SENTINELLE Incontri mensili per i giovanissimi (dai 15 ai 19 anni) che desiderano conoscere la figura di Gesù e approfondire la loro fede. 2014: 19 ottobre ‐ 16 novembre ‐ 14 dicembre 2015: 18 gennaio ‐ 15 febbraio ‐ 12 aprile ‐ 24 maggio PREGHIERA MENSILE “VENITE E VEDRETE” (COMUNITÀ IL MANDORLO) Ogni secondo venerdì del mese viene proposto un incontro di preghiera, aperto a tutti, alle ore 20.45 presso la cappella della Comunità Vocazionale “Il Mandorlo”. Date: 2014: 17 ottobre ‐ 7 novembre ‐ 5 dicembre 2015: 16 gennaio ‐ 13 febbraio ‐ 20 marzo (nella chiesa del Seminario Minore) ‐ 24 aprile ‐ 15 maggio PREGHIERA MENSILE PER LE VOCAZIONI Ogni primo giovedì del mese, alle ore 20.30, presso la chiesa del Seminario, viene proposto un incontro di preghiera per le Vocazioni, aperto a tutti: ragazzi, giovani e soprattutto fami‐
glie. Primo Incontro: 2 ottobre, ore 20.30 con la testimonianza di d. Giampaolo Marta sull’espe‐
rienza vissuta in Cameroun L’equipe educativa del Seminario tel. 0444 501177 fax 0444 303663 www.seminariovicenza.org ...PER ANNUNCIARE IL VANGELO
Collegamento Pastorale Anno 2014/2015: Testimoni della Gioia Anno 2014/2015: Testimoni della Gioia Collegamento Pastorale ...PER ANNUNCIARE IL VANGELO
GRUPPO SICHEM Il gruppo “Sichem” è rivolto a tutti i giovani che hanno scoperto la presenza del Signore nella propria vita e, sentendosi ‘amati’, desiderano comprendere come dare forma al pro‐
getto di amore che Dio ha su ciascuno. È rivolto a quei giovani, dai 20 ai 30 anni, che voglio‐
no far chiarezza nella propria vocazione, disponibili a considerare valida ogni chiamata del Signore. Questo itinerario dura lo spazio di un anno. L'aiuto fondamentale passa attraverso il discernimento spirituale, alla luce della Parola di Dio sulle orme del Maestro. La Parola ti aiuterà a “rientrare in te stesso” e a trovare le chiavi di lettura per rileggere la tua vita. È un cammino personale aiutato e orientato da una guida spirituale, a cui raccontare ciò che vai scoprendo nella tua ricerca. Lo stile del gruppo Sichem è accompagnare nella discrezione. È un cammino di ricerca vocazionale a tutto campo per impostare una scelta di vita (presbiterale, religiosa, matrimoniale…) e di servizio (ecclesiale, volontariato sociale, cari‐
tativo, educativo, politico...), attraverso passaggi graduali e progressivi. Ti aiuterà a rendere la tua ricerca meno generica e più orientata ad un impegno ordinato e fedele. IL PRIMO INCONTRO È DOMENICA 19 OTTOBRE 2014. Chi fosse interessato ad avere informazioni più dettagliate può scrivere a: don Lorenzo Dall’Olmo, Ufficio Diocesano per i Giovani, piazza Duomo 2 36100 Vicenza ‐ 0444226566 don Gianni Magrin, Centro Vocazionale Ora Decima, Contrà Santa Caterina, 13 36100 Vicen‐
za tel. 340 3805604 E‐mail: [email protected] Oppure chiedere in Ufficio Pastorale Giovanile (0444226566) o sul sito di Pastorale Giovani‐
le www.vigiova.it L’ORA DI … ASCOLTO. ORE D’AUTUNNO Dopo l’esperienza degli scorsi anni Ora Decima rinnova e diversifica le sue proposte. Non più un incontro settimanale il mercoledì… ma la possibilità di ascoltarsi e di scambio legato alle diverse ore del giorno e della vita li dove il Mistero di Dio diventa pro‐vocazione. … per una meta che rimane immutata Trovare le vie per entrare nel profondo del cuore. Far crescere una umanità che abbia nel Vangelo la sua forza e in Cristo il suo modello. PROSSIME SCADENZE Mercoledì 22 ottobre dalle 20.45 alle 21.45 Mercoledì 19 novembre dalle 20.45 alle 21.45 Mercoledì 10 dicembre dalle 20.45 alle 21.45 Ricordiamo anche la proposta di Incroci di venerdì 14 novembre. Ufficio per i giovani tel. 0444/226566 e‐mail: [email protected] Ufficio per le vocazioni e‐mail: [email protected] EVANGELIZZAZIONE E CATECHESI CORSO DIOCESANO CATECHESI E COMUNICAZIONE LUOGO: Centro Culturale S. Paolo – V.le Ferrarin 30 – VI DATE: 30 settembre 2014 – 7/14/21 ottobre 2014 TEMA: Ambiente digitale: pericolo e opportunità. Rischi e sfide dei new media nella catechesi INFO: Centro Culturale S. Paolo, VI Tf. 0444/937499 ‐ e‐mail: [email protected] TRE INCONTRI BIBLICO‐FORMATIVI PER ANIMATORI DEI CENTRI DI ASCOLTO E DEI GRUPPI BIBLICI LUOGO: Villa S. Carlo – Costabissara (VI) DATE: 4/11/18 ottobre 2014 TEMA: “Ho fiducia nella tua Parola” (Sl 119,42b) INFO: Ufficio dioc. per l’evangelizzazione e la catechesi di Vicenza TRE INCONTRI PER PENSARE “LA SETTIMANA DELLA COMUNITA’ LUOGO: c/o la parrocchia cittadina di Laghetto (VI) DATE: 25 ottobre – 8/22 novembre 2014 TEMA: La settimana della comunità INFO: Ufficio dioc. per l’evangelizzazione e la catechesi di Vicenza CORSO DIOCESANO PER NONNE E NONNI LUOGO: Sala riunioni della Casa canonica della Cattedrale, P.zza Duomo, 7 – Vicenza DATE: 7/14/21/28 ottobre 2014; 4/11/18/25 novembre 2014; 2/9 dicembre 2014; 3/10/24 febbraio 2015; 3/10/17/24/31 marzo 2015; 7/14 aprile 2015. TEMA: Gli Atti degli Apostoli INFO: Ufficio dioc. per l’evangelizzazione e la catechesi di Vicenza CORSO DIOCESANO PER CATECHISTE/I LUOGO: Locali della chiesa parrocchiale di Laghetto in VI DATE: 20 ottobre 2014; 3/17 novembre 2014; 12/26 gennaio 2015; 9/23 febbraio 2015; 9/16 marzo 2015 TEMA: “Da come vi amerete vi riconosceremo…”. La dimensione caritativo testimonia‐
le nell’annuncio e nella catechesi ecclesiale. INFO: Ufficio dioc. per l’evangelizzazione e la catechesi di Vicenza Ufficio per l’Evangelizzazione e la Catechesi tel. 0444/226571 e‐mail: [email protected] ...PER ANNUNCIARE IL VANGELO
Collegamento Pastorale Anno 2014/2015: Testimoni della Gioia ...PER ANNUNCIARE IL VANGELO
Anno 2014/2015: Testimoni della Gioia Collegamento Pastorale PELLEGRINAGGI PELLEGRINAGGI PER LA CANONIZZAZIONE DEL VESCOVO FARINA E DEL BEATO RONCONI 22 ‐ 24 nov Roma e canonizzazione del Vescovo Farina (3gg) 21 ‐ 23 nov Seludecio (Rimini) e Roma: in occasione della canonizzazione di Beato Ama‐
to Ronconi (3gg) PELLEGRINAGGI 2014‐2015 La Via di Dio: Terre Bibliche Terra del Santo: esercizi spirituali (8gg) 23 ‐ 30 ott 2014 Terra del Santo: speciale deserti (8gg) 13 ‐ 20 nov 2014 Terra del Santo: capodanno (8gg) 29 dic ‐ 5 gen 2015 Terra del Santo (8gg) 5 ‐ 12 feb 2015 Terra del Santo con maratona (8gg) 12 ‐ 19 mar 2015 Giordania (9gg) marzo 2015 Terra del Santo (8gg) luglio 2015 Terra del Santo: speciale giovani (13gg) agosto 2015 Giordania (8gg) agosto 2015 La Via della Chiesa Primitiva: Terre di Apostoli e Discepoli Turchia: sui passi di San Paolo (8gg) 25 apr ‐ 2 mag 2015 Armenia (8gg) 19 ‐ 27 giu 2015 Turchia: sui passi di San Paolo (8gg) 26 giu ‐ 3 lug 2015 Turchia: speciale TPM (8gg) 4 ‐ 11 lug 2015 Grecia: Monte Athos (8gg) 1 ‐ 7 sett 2015 Turchia dell’Est (9gg) 17 ‐ 25 set 2015 Le Vie di pellegrinaggio: Terre di ricerca Fatima e Santiago (8gg) 14 ‐ 21 apr 2015 Camargue, Francia (8gg) 17 ‐ 24 apr 2015 Lourdes (4gg) 1 ‐ 4 mag 2015 Berlino (5gg) 3 ‐ 17 mag 2015 Santiago de Compostela (13gg) 2 ‐ 14 ago 2015 Madrid e Andalusia (8gg) agosto 2015 Bosnia (8gg) agosto 2015 La Via della Seta: Terre di confronto Iran (10gg) 20 feb ‐ 1 mar 2015 Iran (10gg) 12 ‐ 21 apr 2015 Uzbekistan (8gg) 4 ‐ 11 set 2015 Etiopia: Valle dell'Omo (9gg) 15 ‐ 23 nov 2014 Etiopia cristiana (11gg) nov ‐ 5 dic 2014 22 gen ‐ 3 feb 2015 La Via delle Spezie: Terre di dialogo Le Vie d’Oltremare: Terre nuove Argentina (13gg) Collegamento Pastorale Anno 2014/2015: Testimoni della Gioia Mercoledì 5 novembre: MONSELICE E ESTE. SUI PASSI DELLE ANTICHE VIE DI PELLEGRINAGGIO Venerdì 12 dicembre: CHAGALL E LA BIBBIA. MOSTRA DI MILANO Domenica 11 gennaio: BINARIO 21 e GIARDINO DEI GIUSTI “PELLEGRINANDO PER VIA” DOMENICA 5 OTTOBRE DALLE ORE 16.00 ALLE ORE 18.15 Abbazia di Sant’Agostino (Vialetto Mistrorigo, 6 Vicenza) Tante novità per l’anno 2015 sempre firmate Ufficio Pellegrinaggi! Siete tutti invitati a par‐
tecipare L’appuntamento di presentazione di tutte le iniziative dell’Ufficio Pellegrinaggi della Dioce‐
si di Vicenza per l’anno prossimo quest’anno ospita FRA SILVIO DE LA FUENTE, il frate francescano della Custodia di Terra Santa che ha accompagnato Papa Francesco nel suo pellegrinaggio in Terra Santa facendogli da traduttore. NON MANCATE! Ufficio Diocesano Pellegrinaggi Vicenza ‐ Pellegrini nella Terra del Santo Contrà Vescovado 3 ‐ Vicenza tel.0444 327146 fax 0444 230896 ‐ e‐mail: [email protected] www.pellegrininellaterradelsanto.it CONVEGNO DIOCESANO DEI GRUPPI SPOSI E COPPIE “Dal prevalere al valere ‐ Ri‐generarsi nella relazione” è il titolo del 19° Convegno diocesa‐
no dei Gruppi sposi e coppie promosso dall’Ufficio di pastorale per il matrimonio e la fami‐
glia di Vicenza per domenica 19 ottobre 2014 a Camisano Vicentino. L’appuntamento, che si tiene al Cinema‐teatro Lux in via Guglielmo Marconi n. 20 con ini‐
zio alle ore 15.00, prevede l’introduzione a cura di don Flavio Marchesini, nuovo direttore dell’Ufficio, e la relazione sul tema “Ri‐generarsi nella relazione” a cura di Nicoletta e Davi‐
de Oreglia, presidenti dell’Associazione "Sposi in Cristo – Opera Madonnina del Grappa”. I bambini e i ragazzi saranno seguiti da animatori. a pag. 26 il depliant fotocopiabile
Ufficio per la pastorale del matrimonio e della famiglia tel. 0444 226551 e‐mail: [email protected] ...PER ANNUNCIARE IL VANGELO
MINI PELLEGRINAGGI 2014 … PER VIVERE LA CARITA’
Anno 2014/2015: Testimoni della Gioia Collegamento Pastorale CARITAS Prossimo incontro: Sabato 25 ottobre 2014 ore 14.30 –18.00 ‐ seconda proposta di formazione permanente, ambito teologico‐pastorale. Tema: “La Chiesa non può né deve rimanere ai margini della lotta per la giusti‐
zia” (Evangelii Gaudium n. 183). La gioia del Vangelo nella condivisione povera. Relatori: p. Ermes Ronchi con Marina Marcolini. Sede: Teatro Seminario, Vicenza Caritas tel. 0444 304986 e‐mail: [email protected] INSEGNAMENTO RELIGIONE CATTOLICA LA BELLEZZA DELL’AMORE UMANO Da diversi anni l’Ufficio IRC organizza un Seminario di studio sulla Teologia del ‘900 coordinato dal prof. Giuliano Cisco. Il tema scelto per quest’anno è: La bellezza dell’a‐
more umano. Il tema dell’amore fra testo biblico, letteratura, linguaggio artistico e pensiero filosofico contemporaneo. Il seminario si terrà nei giovedì 25 settembre e 2‐9‐
16‐23 ottobre dalle ore 20.15 alle ore 22.15, presso le Opere Parrocchiali di San Paolo in Vicenza. I relatori saranno i proff. Davide Viadarin, Francesca Rizzi, Giuliano Cisco, Raffaella Campagnolo e don Matteo Pasinato. Il Seminario è aperto agli IdR di ogni ordine e grado. LIM E IRC NELLA SCUOLA PRIMARIA – CORSO BASE L’Ufficio diocesano per l’IRC organizza per il terzo anno un corso base sull’uso della LIM a scuola. Il corso offre l’opportunità di sperimentare un primo approccio alla Lava‐
gna Interattiva Multimediale esaminando le diverse applicazioni che si possono impie‐
gare nella didattica dell’IRC. Il corso, guidato dall’IdR Mancino Pietro, si terrà venerdì 17 ottobre (ore 16.15‐18.45) e venerdì 24 ottobre 2014 (ore 16.15‐18.45) presso l’Istituto Comprensivo Vicenza 11. L’ACCOMPAGNAMENTO DIDATTICO DEI DOCENTI DI RELIGIONE NUOVI E SUP‐
PLENTI Chi inizia il percorso come docente di religione o come supplente ha bisogno di essere accompagnato da chi ha una esperienza didattica più consolidata. Riflettere sulla pro‐
pria attività didattica con persone più esperte è la finalità del breve corso di accompa‐
gnamento che si terrà il 27 ottobre, 24 novembre e 23 febbraio 2015, dalle ore 20 alle ore 22, presso le Opere Parrocchiali di San Paolo in Vicenza. CORSO REGIONALE DI AGG.TO PER IDR FORMATORI DEL VENETO E’ in programma anche per il 2014 un Corso di aggiornamento regionale per IdR forma‐
tori del Veneto. Il tema scelto è: Bibbia e antropologia cristiana: educare la persona nella sua identità e differenza. Esso si terrà il 24 e 30 ottobre 2014 presso la Fondazio‐
ne Irpea c/o “Casa Vanzo” di Padova. Per ulteriori informazioni rivolgersi alla Segreteria dell’Ufficio per l’IRC. Per informazioni e iscrizioni rivolgersi a Ufficio IRC tel. 0444/226456 fax 0444/540235 e‐mail: [email protected] ...PER UNA CITTADINANZA SPIRITUALE
Collegamento Pastorale Anno 2014/2015: Testimoni della Gioia ...PER UNA CITTADINANZA SPIRITUALE
Anno 2014/2015: Testimoni della Gioia Collegamento Pastorale COMUNICAZIONI SOCIALI GIORNATA DELLA STAMPA CATTOLICA, DOMENICA 12 OTTOBRE Domenica 12 ottobre la Diocesi di Vicenza celebra l’annuale giornata del quotidiano Avveni‐
re e della Stampa cattolica. Avvenire dedicherà una pagina alla vita della nostra diocesi. La giornata sarà animata dall’Ufficio Comunicazioni Sociali nel vicariato di Castelnovo (parrocchie di Caldogno, Costabissara, Cresole, Isola Vicentina, Monteviale e Rettorgole) con la presenza di alcuni giornalisti cattolici nelle Sante Messe festive e la distribuzione gra‐
tuita di copie del quotidiano e del settimanale diocesano. Si invitano tutti i parroci a spende‐
re una parola su questi preziosi mezzi di comunicazione. In prossimità della giornata il sito internet diocesano proporrà dei materiali utili allo scopo. “INFORMAZIONE E DEMOCRAZIA”, CICLO DI INCONTRI A BASSANO DEL GRAPPA L’Ufficio diocesano per le comunicazioni sociali in collaborazione con i Giornalisti cattolici vicentini, il Gruppo di Impegno Socio Politico (GISP) e la parrocchia di Santa Croce di Bassa‐
no del Grappa, propongono un ciclo di incontri per approfondire il delicato rapporto tra co‐
municazione e politica nell’attuale contesto socio‐culturale. Gli incontri si terranno di lunedì sera alle 20.30 nell’Auditorium “Pier Giorgio Frassati” in Via Santa Croce 43 a Bassano del Grappa, con il seguente calendario: Lunedì 20 ottobre – P. Francesco Occhetta s.j., Redattore di “Civiltà Cattolica”, Consulente Ecclesiastico Nazionale dell’UCSI (Unione Cattolica Stampa Italiana). “Informazione e De‐
mocrazia”. Lunedì 27 ottobre – Francesco Jori, Editorialista dei Quotidiani Veneti della Finegil, Gruppo La Repubblica / Espresso, già Inviato speciale e Vice Direttore de “Il Gazzettino”: “Informazione Democrazia. Pluralismo o omologazione, nella stagione di Internet e dei social network?”. Lunedì 3 novembre – Davide Bennato, Professore di Sociologia dei Processi culturali e co‐
municativi e di Sociologia dei media digitali all’Università di Catania, già Docente all’Univer‐
sità La Sapienza di Roma, autore di saggi sui limiti della cyber‐democrazia: “La politica nei social media, la politica dei social media”. Lunedì 10 novembre – Gian Antonio Stella, Saggista, Inviato speciale de “Il Corriere della Sera”, in dialogo con Nicoletta Martelletto, Caposervizio “Cultura” de “Il Giornale di Vicen‐
za”: “Informazione e Democrazia, missione impossibile”. Lunedì 17 novembre – Andrea Tornielli, saggista, Vaticanista del quotidiano “La Stampa”: “Informazione e Democrazia. Il linguaggio mediatico e la nuova pastorale di Papa France‐
sco”. Lunedì 24 novembre – Tavola rotonda con i direttori dei maggiori media locali”: “Informazione e Democrazia. Il ruolo dei media locali”. Pastorale delle comunicazioni sociali tel. 0444 313076 e‐mail: [email protected] UFFICIO AMMINISTRATIVO DIOCESANO IMPOSTA IMU‐TASI PER LE PARROCCHIE 1. Principali documenti legislativi e fiscali cui fare riferimento 
Decreto Legislativo 504/1992, art. 7, in particolare lettere b) – d) – i) (su esenzioni) 
Circolare 2/DF del 26/01/2009 prot. n° 8003 (riguarda l’ICI e di conseguenza l’IMU‐TASI) 
Comunicato stampa N. 120 del 05/09/2012 (Min. Econ. e Finanze) 
Decreto Legge (convertito in Legge 24/03/2012 n° 27) 10/10/2012 n° 174, art. 91‐bis (chiarimenti su esenzioni – aggiunta: “modalità non commerciali”) 
Risoluzione 3/DF del 04/03/2013 prot. n° 4112 su un Regolamento da registrare 
Decreto Ministeriale 19/11/2012 n° 200 (indicazioni varie su “modalità non commerciali”, rapporti proporzionali negli immobili) 
Risoluzione 4/DF del 04/03/2013 del Ministero dell’Economia e delle Finanze prot. n° 4123 (su immobili dati in comodato da enti non commerciali ad altri enti non commerciali) 
Istruzioni per la compilazione del Modello IMU‐TASI (sono 28 pagine, in cui c’è tutto) 2. La dichiarazione IMU‐TASI per gli enti non commerciali (quindi anche Parrocchie) Con Decreto Ministeriale 26/06/2014 è stato approvato il modello di “Dichiarazione IMU‐
TASI per gli Enti non commerciali”. Il modello deve essere presentato entro il 30/09/2014 solo in via telematica (pertanto, è necessario rivolgersi ad uno Studio di Commercialisti per l’inoltro). Lo Studio è responsabi‐
le solo dell’inoltro, non è responsabile del contenuto che è fornito dal proprietario. Vanno dichiarati tutti gli immobili della Parrocchia, sia quelli esenti, che quelli sottoposti a IMU‐TASI, sia quelli parzialmente esenti( vedi Istruzioni IMU TASI‐ parte II N. 1). È una dichiarazione che si riferisce alla situazione del 2012 (anno in cui è entrata in vigore l’IMU). Ci sono professionisti e giornalisti di settore che ritengono che si debbano presentare due dichiarazioni, una per il 2012 e una per il 2013. Ritengo che, se non ci sono state modifiche nei fabbricati e terreni nel 2013 rispetto al 2012, basti una dichiarazione. 3. Presupposti essenziali per applicare quello che state leggendo Il presupposto soggettivo essenziale è che il proprietario degli immobili (fabbricati, terreni agricoli, terreni fabbricabili), sia un ente non commerciale, riconosciuto giuridicamente co‐
me tale (le parrocchie lo sono). Tutto quello che state leggendo non si può applicare alle persone fisiche e alle società. Il presupposto oggettivo è che gli immobili siano utilizzati secondo quanto contenuto nell’art. 7, lettera i) del Decreto Legislativo 504/1992 (attività assistenziali, previdenziali, sanitarie, didattiche, ricettive – non alberghiere – culturali, ricreative e sportive, di culto e pastorali: il tutto poi specificato e puntualizzato con inevitabili o evitabili nebbie da Decreti, Circolari e Risoluzioni successive – vedi le citazioni di cui al punto 1 del presente scritto). ASPETTI AMMINISTRATIVI
Collegamento Pastorale Anno 2014/2015: Testimoni della Gioia Anno 2014/2015: Testimoni della Gioia Collegamento Pastorale ASPETTI AMMINISTRATIVI
4. Principio generale (e anche un po’ generico) riguardante gli immobili di enti non com‐
merciali Gli immobili degli enti non commerciali pagano IMU e TASI se sono affittati e se in essi si svolgono attività commerciali o altre attività non annoverate nell’art. 7 del Decreto Legi‐
slativo 504/1992 elencate al punto 3 di questo scritto. 5. Esame degli immobili di proprietà delle parrocchie Traccio l’elenco degli immobili di proprietà delle parrocchie, mettendo accanto l’utilizzo normale e scrivo se sono esenti, parzialmente esenti o sottoposti ad imposta. Nota: Di solito gli immobili, in base alla loro destinazione urbanistica, hanno identificazione catastale univoca (= il loro Numero Mappale). Spesso nelle parrocchie succede che ci siano Patronati, Centri giovanili… con un unico Numero Mappale e che in parte di essi, o per de‐
terminati tempi, si svolgano attività che determinano l’esenzione e, in altra parte di essi, o per determinati tempi, si svolgano attività che richiedono il pagamento dell’IMU. Questi sono gli immobili parzialmente imponibili e l’imponibilità è proporzionata ai mq e ai tempi di utilizzo per attività commerciali. Se tutto l’immobile è “promiscuo” la proporzione si calcola sul rapporto tra il numero di chi ne usufruisce per attività commerciali e il nu‐
mero di chi ne usufruisce per attività non commerciali. Devo scrivere che l’applicazione dei parametri proporzionali parte da 01/01/2013. a) Chiesa, campanile, sagrato: sono esenti da IMU e TASI. b) Pertinenze di edifici di culto (abitazione dei presbiteri – oratorio – patronato – centro giovanile – sala polivalente – altri locali adibiti ad uso e ministero pastorale): sono esenti. -
Se questi immobili sono ceduti in affitto: pagano IMU e TASI. -
Se sono ceduti in affitto solo in parte o per un determinato tempo: pagano IMU e TASI proporzionalmente all’area affittata e al tempo in cui esiste l’affitto. -
Se sono dati in comodato a persone fisiche o società: pagano IMU e TASI. -
Se sono dati in comodato ad altro ente non profit e quest’ultimo vi svolge attività con “modalità non commerciali”: sono esenti da IMU e TASI (il comodatario deve rilasciare alla Parrocchia una dichiarazione nella quale attesta di svolgere nell’immo‐
bile, dato in comodato, solo attività con “modalità non commerciali”). c) Sale cinema/teatro -
Se in esse si svolge attività commerciale: pagano IMU e TASI. -
Se l’attività commerciale dura solo un periodo dell’anno, l’immobile paga IMU e TA‐
SI in proporzione a quel periodo. -
Se la sala è dato in affitto: paga IMU e TASI. -
Se la sala cinema/teatro è, di fatto, una sala polivalente senza attività commerciali all’interno e serve solo per riunioni, alta cultura, profonda formazione nell’ambito della parrocchia: non paga IMU e TASI. Collegamento Pastorale Anno 2014/2015: Testimoni della Gioia pagano IMU e TASI. e) Strutture sportive: non pagano IMU e TASI. - Se sono date in affitto: pagano IMU e TASI. - Se sono date in comodato e in esse si svolgono attività sportive con modalità com‐
merciali: pagano IMU e TASI. f) Strutture ricettive (case per ferie, case religiose di ospitalità) - Se sono usate dalla Parrocchia per attività formative e attività di “culto e religio‐
ne” (art. 16 L. 222/1985), con “modalità non commerciali”: non pagano IMU e TASI. Devono avere accessibilità limitata ai destinatari delle attività istituzionali dell’ente e non essere offerte tutto l’anno. - Se in esse si svolge attività con “modalità commerciali” o se sono date in affitto: pa‐
gano IMU e TASI. g) Aree ricreative: non pagano IMU e TASI, ma non devono essere riservate solo a catego‐
rie di eletti o prediletti o, come si usava dire – ora non più – nelle parrocchie: “ai nostri”. h) Locali per attività culturali (dove ci sono): non pagano IMU e TASI. i) Scuole Materne (gestione parrocchiale) - Non pagano IMU e TASI se la retta annuale corrisposta per bambino/a è inferiore ad € 5.739,17 (vedi istruzioni allegate al modello di dichiarazione IMU). Se il corrispetti‐
vo è superiore (ma in Diocesi non c’è nessun caso simile) si paga IMU e TASI. Nota: per usufruire dell’esenzione, dato che la gestione delle Scuole dell’Infanzia si deve tenere con la partita IVA (ed è perciò una struttura fiscalmente commerciale, ma che pro‐
cede con “modalità non commerciali”), il D.M. 19/11/2012 n° 200 e la Risoluzione 1/DF del 03/12/2012 prot. n° 26573/2012 prevedono che l’Ente registri presso l’Agenzia delle Entrate una Dichiarazione particolare (che qui non trascrivo), che ha analogie evidenti con i princi‐
pi propri delle ONLUS. Per completezza dell’informazione sappiate che gli avvocati della Diocesi di Milano (e di conseguenza il colà Cardinale) hanno dato disposizioni alle parrocchie della Arci‐diocesi di non fare la dichiarazione e di pagare IMU e TASI sugli edifici delle Scuole Materne. Ciò è dovuto al timore che la parrocchia perda l’immobile se chiude la Scuola Materna (invero il timore milanese è anche più ampio). Io ritengo che la dichiarazione vada presentata alla Agenzia delle Entrate (per chi lo desi‐
dera, ho predisposto un fac‐simile) e che non si paghi IMU e TASI sul valore dell’edificio. Nel caso, pressoché non accadi turo e remoto, che la Parrocchia perda un immobile si avrebbe un grado leggermente superiore di sintonia con le parole del buon Gesù, per il quale anche due paia di sandali erano uno scandaloso “di troppo”. E i sandali non sono immobili su cui si possa disquisire di IMU e TASI. ASPETTI AMMINISTRATIVI
d) Appartamenti, abitazioni a disposizione della Parrocchia dati in affitto o comodato: ASPETTI AMMINISTRATIVI
Anno 2014/2015: Testimoni della Gioia Collegamento Pastorale 6. Per le parrocchie del Comune di Vicenza e un po’ per le altre. Il Comune di Vicenza ha scritto sul suo sito Internet che la Dichiarazione IMU TASI per E.N.C. va presentata solo da quegli Enti che hanno immobili esenti o parzialmente esenti. Nel caso di immobili imponibili, va presentata la dichiarazione ordinaria (quella delle per‐
sone fisiche per intenderci). Nelle Istruzioni del Ministero per la compilazione del Modulo per la denuncia a pagina 3 si dà ragione al Comune di Vicenza, a pag. 21 si dice tutto il contrario. Non so se altri Comuni interverranno con indicazioni. Do un suggerimento: Fate la Dichiarazione IMU TASI E.N.C. inserendo tutti gli immobili, fatevela spedire per via telematica alla Agenzia delle Entrate, tenetevi una copia e una copia consegnatela al vostro Comune. 7. Gli immobili di interesse storico/artistico, qualora siano sottoposti a IMU TASI, pagano al 50%. DA ULTIMO NON POSSO DIMENTICARE, PER COMPLETEZZA, O QUASI, DELL’INFORMA‐
ZIONE, LA TARI (tassa rifiuti). Trattasi di una tassa (non di una imposta) per la quale non c’è nessuna esenzione trat‐
tandosi del pagamento di un servizio. Se ci fosse qualche problema col Comune, si può solo valutare se gli immobili della Parrocchia sono stati inseriti con le metrature corrette e con la tariffa appropriata. Se ci sono dimenticanze, “credete che non s’è fatto apposta”. A.S.D.G. Francesco P. DALLA CANCELLERIA AVVISO SULLA CELEBRAZIONE DEL MATRIMONIO CONCORDATARIO Si comunica a tutti i parroci e agli altri presbiteri e diaconi, che riceve‐
ranno la facoltà di assistere ai matrimoni, che presso la Cancelleria della Curia Vescovile è a disposizione il cartoncino plastificato con il nuovo testo degli articoli del Codice Civile che deve essere letto al termi‐
ne della celebrazione nuziale, ristampa aggiornata di quello in uso fino‐
ra, in ottemperanza con la una nuova formulazione dell’articolo n. 147 del Codice civile, entrata in vigore dal 7 febbraio 2014. Mons. Pierantonio Pavanello ‐ Cancelliere vescovile Collegamento Pastorale Anno 2014/2015: Testimoni della Gioia Collegamento Pastorale pag. 25 Anno 2014/2015: Testimoni della Gioia Anno 2014/2015: Testimoni della Gioia Collegamento Pastorale Collegamento Pastorale pag. 25 Anno 2014/2015: Testimoni della Gioia Collegamento Pastorale pag. 25 Anno 2014/2015: Testimoni della Gioia Collegamento Pastorale Anno 2014/2015: Testimoni della Gioia UFFICIO LITURGICO Diocesi di Vicenza ‐ Casa MATER AMABILIS‐Figlie della Chiesa “O Padre... concedi ai tuoi fedeli di esprimere nella vita il sacramento che hanno ricevuto nella fede.” Colletta Lunedì fra l’Ottava di Pasqua Convegno annuale di formazione liturgica nello spirito del Concilio Vaticano II. Sulle or‐
me della lettera pastorale del Vescovo Beniamino, dialogheremo sulla liturgia dell’inizia‐
zione cristiana. Sono invitati in particolare tutti gli operatori liturgici che in questi anni hanno partecipato agli itinerari formativi ai ministeri promossi dall’Ufficio Liturgico e Ca‐
sa Mater Amabilis. Programma: 15.30 ora media 15.45 presentazione del convegno (don Pierangelo RUARO) 16.00 intervento del prof. Andrea GRILLO "Iniziati ai sacramenti e generati dai sacramenti. Itinerari fecondi per l'accesso alla fede" 17.30 intervento di don Dario VIVIAN "Dall'Assenza alla Presenza: cristiani si diventa" ... (commento ai mosaici sui discepoli di Emmaus di Monreale) Moderatore: don Gaetano COMIATI 
Author
Document
Category
Uncategorized
Views
0
File Size
1 143 KB
Tags
1/--pages
Report inappropriate content