close

Enter

Log in using OpenID

Comune di Ordona - Regione Puglia

embedDownload
Comune di Ordona
Piazza Aldo Moro, n. 1 - 71040 Ordona (FG) Tel. 0885/796221 -­‐ Fax 0885/796067 P.IVA: 00516330719 -­‐ C.F.: 81002190718 http://www.comune.ordona.fg.it
[email protected] --PEC: [email protected]
oooOOOooo
BANDO DI GARA
Determina Dirigenziale n.241 del 12.06.2014
PROCEDURA APERTA. OFFERTA ECONOMICAMENTE PIU VANTAGGIOSA. GESTIONE INTEGRATA DEL SERVIZIO DI ILLUMINAZIONE PUBBLICA, REALIZZAZIONE DI INTERVENTI DI EFFICIENZA ENERGETICA E DI ADEGUAMENTO NORMATIVO SUGLI IMPIANTI, MEDIANTE IL SISTEMA DEL FINANZIAMENTO TRAMITE TERZI. CUP : J17B13000110004 CIG (SIMOG): 5801676E7A oooOOOooo
In esecuzione della Determina del Responsabile del Settore Tecnico, questo Ente intende procedere all’affidamento per la gestione integrata del servizio di illuminazione pubblica, realizzazione di interventi di efficienza energetica e di adeguamento normativo sugli impianti , mediante il sistema del finanziamento tramite terzi per un periodo di 15 (quindici) anni , nelle osservanza delle modalità di seguito indicate, mediante indizione di gara ad evidenza pubblica. SEZIONE I : AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE 1)Denominazione, indirizzo Amministrazione aggiudicatrice, punti di contatto: Comune di Ordona (FG) con sede legale in Piazza Aldo Moro 1 C.A.P. 71040, Provincia Foggia , tel. 0885796221 fax 0885796067 e-­‐mail: : [email protected] sito: http://www.comune.ordona.fg.it 2) Indirizzo per ottenere informazioni: Comune di Ordona (FG) con sede legale in Piazza Aldo Moro 1 C.A.P. 71040, Provincia Foggia , tel. 0885796221 fax 0885796067 e-­‐mail: : [email protected] sito: http://www.comune.ordona.fg.it Nei giorni dal lunedi al venerdi dalle ore 10,00 alle ore 12,00 presso l’Ufficio Tecnico Le copie di tutti i documenti di gara possono essere richieste all’Ufficio Tecnico. 1 3) Indirizzo al quale inviare le offerte: Comune di Ordona (FG) con sede legale in Piazza Aldo Moro 1 C.A.P. 71040, Provincia Foggia , tel. 0885796221 fax 0885796067 e-­‐mail: : [email protected] sito: http://www.comune.ordona.fg.it SEZIONE II : OGGETTO DELL’APPALTO
4) Descrizione ed oggetto : gestione integrata del servizio di illuminazione pubblica, realizzazione di interventi di efficienza energetica e di adeguamento normativo sugli impianti, mediante il sistema del finanziamento tramite terzi sugli impianti comunali. 5) Tipo di appalto e luogo esecuzione dei servizi : attività di gestione, manutenzione ordinaria, programmata e straordinaria degli impianti di pubblica illuminazione: CPV (Vocabolario comune per gli appalti). Oggetto principale: 50232100-­‐1 “Servizi di manutenzione di impianti di illuminazione stradale”. Oggetto complementare: 50232110-­‐4 “Messa in opera di impianti di illuminazione pubblica”. 6) Il bando riguarda : appalto pubblico. 7) Numero di riferimento CPV : 50232100-­‐1-­‐50232110-­‐4. 8) Divisione in lotti : no 9) Ammissibilità di varianti : Si. Varianti migliorative ed integrative. 10) Quantitativo o entità dell’appalto a base d’asta : Importo complessivo euro 1.897.518,00 (eurounmilioneottocentonovantasettemilacinquecentodiciotto) IVA di Legge esclusa, per 15 (quindici) anni; di cui : euro 1.800.000,00 da assoggettare a ribasso euro 97.518,00 oneri della sicurezza non soggetti a ribasso L’importo complessivo per ciascun anno di gestione dei servizi è di € 126.501,20 , al netto dell’IVA, 11) Oneri per la sicurezza non soggetti a ribasso : euro 97.518,00. 12) Durata dell’appalto : complessivi quindici anni dalla sottoscrizione del contratto o del verbale di consegna del servizio. SEZIONE III : INFORMAZIONI
FINANZIARIO E TECNICO
DI
CARATTERE
GIURIDICO,
ECONOMICO,
13) Cauzioni e garanzie richieste: cauzione provvisoria ai sensi dell’art. 75 del D.lgs. 163/2006 e s. m. e i. pari al 2% dell’importo complessivo dei servizi posti a base d’appalto e cauzione definitiva pari al 10% del prezzo offerto ai sensi dell’art. 113 del D.lgs. 163/2006 e s. m. e i. e secondo quanto indicato nel disciplinare di gara; polizza RCT. 2 14) Modalità di finanziamento /pagamento : finanziamento tramite terzi; 15 ) Soggetti ammessi alla gara e forma giuridica del raggruppamento: soggetti di cui all’art. 34 del D.lgs. 163/2006 e s. m. e i. I soggetti di cui all’art. 37 del D.lgs. 163/2006 e s. m. e i. si devono attenere alla disciplina prevista dal medesimo art. 37. I Consorzi stabili si devono attenere anche alle disposizioni di cui all’art. 36 del D.lgs. 163/2006 e s. m. e i. 16) Indicazioni riguardanti la situazione propria dell’imprenditore nonché informazioni e formalità necessarie per la valutazione dei requisiti minimi di partecipazione. 17) Requisiti minimi di ammissione alla gara: SOGGETTI AMMESSI ALLA GARA E REQUISITI DI PARTECIPAZIONE E’ ammessa la partecipazione alla gara a tutti i soggetti indicati all’art. 34 comma 1 del D.Lgs. 163/06 e ss.mm.ii.. Per i Raggruppamenti Temporanei di Concorrenti (R.T.C.) e per i consorzi di cui all’art. 34, comma 1 lett. b), d), e) ed f), il possesso dei requisiti di capacità economico-­‐ finanziaria e tecnico organizzativa, come elencati rispettivamente ai sottoparagrafi VIII.2 e VIII.3, deve essere dimostrato in base a quanto riportato all’art.92, comma 2 del D.P.R. 207/2010. Per i R.T.C. e i consorzi valgono, inoltre, le disposizioni riportate all’art.37 del D.Lgs. n°163/2006 e ss.mm.ii. Per i consorzi stabili di concorrenti, di cui all’art. 34, comma 1 lett. c), il possesso dei requisiti di capacità economico-­‐finanziaria e tecnico organizzativa, come elencati rispettivamente ai sottoparagrafi VIII.2 e VIII.3, deve rispondere a quanto riportato all’art.94 del D.P.R. 207/2010. Per i consorzi stabili valgono inoltre le disposizioni riportate all’art.36 del D.Lgs. n° 163/2006 e ss.mm.ii.. VI.1) Requisiti di ordine generale: 1) Assenza delle condizioni di esclusione indicate all’art. 38 del D.Lgs. n. 163/2006 e ss.mm.ii.; 2) Insussistenza delle cause di divieto o di sospensione di cui all’allegato 1 del D.Lgs. n. 490/94; 3) Iscrizione alla C.C.I.A.A. (per i soggetti aventi sede in Italia) o negli elenchi equivalenti dello Stato ove hanno sede (i soggetti aventi sede in un altro Stato dell’Unione Europea) per l’esercizio delle attività oggetto dell’appalto da almeno 3 anni; 4) Possesso della certificazione di Qualità ISO 9001: 2000 o di altra certificazione equivalente, rilasciata da soggetti accreditati ai sensi delle norme europee della serie UNI CEI EN 45000 e della serie UNI CEI EN ISO/IEC 17000, per l’esecuzione del servizio oggetto dell’appalto, allegando a tal fine copie dichiarate conformi agli originali con autocertificazioni, accompagnata da copia del documento di identità dello stesso ai sensi del DPR 445/00; 5) Possesso della certificazione di Qualità ISO 14001: 2001 o di altra certificazione equivalente, rilasciata da soggetti accreditati ai sensi delle norme europee della serie UNI CEI EN 45000 e della serie UNI CEI EN ISO/IEC 17000, per la gestione di impianti oggetto 3 dell’appalto, allegando a tal fine copie dichiarate conformi agli originali con autocertificazioni, accompagnata da copia del documento di identità dello stesso ai sensi del DPR 445/00; VI.2) Requisiti di capacità economico-­‐finanziaria: 1) volume d’affari medio, realizzato dall’impresa nell’ultimo triennio (individuato ai sensi del paragrafo 2.2. della Determinazione Autorità Contratti Pubblici n°5 del 21 maggio 2009) almeno pari ad euro 3.795.036,00, come da dichiarazione IVA o imposta equivalente per i concorrenti in ambito U.E.; 2) costo complessivo per personale dipendente relativo all’ultimo triennio (individuato ai sensi del paragrafo 2.2. della Determinazione Autorità Contratti Pubblici n°5 del 21 maggio 2009) in misura non inferiore al 15% del fatturato globale effettivo dell’ultimo triennio; 3)Presentazione in sede di offerta di almeno due dichiarazioni di istituti bancari o intermediatori autorizzati ex D.Lgs. 385/93 attestanti una capacita/solidità economico-­‐ finanziaria della Ditta tale da poter sostenere investimenti d’importo pari a quello dell’appalto in oggetto, cioè pari a 1.897.518,00 di euro. VI.3) Requisiti di capacità tecnica e professionale: 1) Aver svolto servizi analoghi nel triennio precedente la data di pubblicazione del bando (individuato ai sensi del paragrafo 2.2. della Determinazione Autorità Contratti Pubblici n°5 del 21 maggio 2009) e li elenca, indicandone gli importi, le date e i destinatari, pubblici e privati, dei servizi stessi. Sono considerati validi anche i servizi analoghi che ad oggi sono in corso. L’elenco dei principali servizi deve essere composto da almeno un servizio svolto per conto di un’Amministrazione Pubblica, avente estensione impiantistica per pubblica illuminazione stradale non inferiore a 636 punti luce; 2) Possesso di attrezzature tecniche, materiale ed equipaggiamento tecnico compresi gli strumenti di studio e di ricerca utilizzati per la prestazione del servizio e delle misure adottate per garantire la qualità e li descrive; 3) Avere nel proprio organico tecnici e/o organi tecnici tra cui sono presenti quelli incaricati del controllo di qualità e li elenca con le rispettive qualifiche; 4) Possesso dell’attestazione di qualificazione, rilasciata da una SOA regolarmente autorizzata, per le seguenti categorie e classifiche: categoria OG10: classifica IV avvalendosi di quanto disposto dall’articolo 61 comma 2 del DPR. 207/2010. Oppure, per le imprese di altro stato UE non in possesso di SOA, possesso di tutti i requisiti richiesti alle imprese italiane, per l’ottenimento della predetta attestazione. 18. Appalti riservati : no. 4 SEZIONE IV : PROCEDURE
19. Tipo di procedura : procedura aperta, ai sensi dell’art. 3, comma 37 , e degli artt. 54 e 55 del D. Lgs 12 aprile 2006, n 163 e successive modifiche e integrazioni. 20. Criteri di aggiudicazione :offerta economicamente più vantaggiosa, ai sensi degli artt. 81 e 83 del D.Lgs 163/2006 e s.m.i. Non sono ammesse offerte parziali indeterminate, plurime, condizionate, in aumento, pari a zero. Per l’individuazione dell’offerta economicamente più vantaggiosa si rimanda al Disciplinare di gara. 21 Offerta tecnica: saranno attribuiti un massimo di 60 punti composti come indicato da Disciplinare di Gara. 22 Offerta economica: punteggio massimo attribuibile 40 punti , secondo le modalità indicate da Disciplinare di Gara. 23 Documenti : per ottenerli presso l’Ufficio Tecnico Comunale; 24 Modalità di presentazione delle offerte : come da Disciplinare di gara; 25 Termine per il ricevimento delle offerte : 08 Agosto 2014 ore 12.00 a pena di esclusione, secondo le modalità e forme dette da Disciplinare di gara . 26 Lingua in cui devono essere redatte le offerte : italiano 27 Periodo minimo durante il quale l’offerente è vincolato alla propria offerta : 180 giorni (decorrenti dal termine ultimo previsto per la presentazione delle offerte). 28 Modalità di apertura delle offerte : verrà comunicato via fax o pec ai partecipanti. 29 Persone ammesse ad assistere all’apertura delle offerte : legali rappresentanti dei concorrenti, o persone munite di specifica delega conferita dai legali rappresentanti. SEZIONE V : ALTRE INFORMAZIONI
30. Trattasi di bando non obbligatorio? : no 31. L’appalto è connesso a un progetto finanziato da fondi dell’ UE? no 32. Informazioni complementari : a) I concorrenti devono ottenere a pena di esclusione il Certificato di sopralluogo e presa visione. Le modalità per ottenerlo sono indicate nel Disciplinare di gara; b) L’Amministrazione aggiudicatrice si riserva di procedere all’aggiudicazione anche nel caso in cui pervenga una sola offerta valida, purchè ritenuta congrua e conveniente a 5 proprio insindacabile giudizio. L’Amministrazione aggiudicatrice, si riserva altresì, per qualsiasi causa legittima, di non procedere all’aggiudicazione o di annullare la gara, senza che i concorrenti possano pretendere nulla dalla stessa amministrazione Aggiudicatrice, a qualsiasi titolo. Non sono previsti rimborsi per la presentazione dell’offerta; c) in caso di offerta con pari punteggio: si darà precedenza con il seguente ordine di priorità: -­‐ alle offerte che hanno riportato il maggior punteggio per l’offerta tecnica; sorteggio pubblico; d) non sono ammesse offerte parziali, indeterminate, plurime, condizionate, in aumento, paria zero; e) il subappalto è ammesso nei limiti di legge. L’appaltatore deve indicare, in sede di presentazione dell’offerta, i servizi e le forniture che intende eventualmente subappaltare; f) costituiscono parte integrante e sostanziale del presente bando, il Disciplinare di Gara ed i relativi allegati e il capitolato speciale d’appalto ed i relativi allegati. 33. Procedura di ricorso: 33.1 Organismo responsabile della procedura di ricorso TAR Puglia-­‐Bari-­‐; 33.2 Presentazione di ricorso : entro 60 giorni al TAR Puglia -­‐ Bari, 120 giorni al Presidente della Repubblica Italiana; 33.3 Servizio presso il quale sono disponibili informazioni sulla presentazione del ricorso : Ufficio Tecnico Comune di ORDONA. Non sono stati pubblicati avvisi di pre-­‐informazione. Responsabile del procedimento: Ing. Pio Gianluca TONTI Responsabile del Settore Tecnico del Comune di Ordona. IL RESPONSABILE DEL SETTORE LL.PP.
F.to Ing. Pio Gianluca TONTI
6 
Author
Document
Category
Uncategorized
Views
0
File Size
208 KB
Tags
1/--pages
Report inappropriate content