close

Enter

Log in using OpenID

Bando relativo alle prove scritte del II° ciclo dei Corsi di Tirocinio

embedDownload
Settore Servizi Post-Laurea
Unità Organizzativa Esami di Stato, Dottorati e Master
Decreto Rettorale n. 1065
IL RETTORE
VISTO lo Statuto della Università degli Studi del Sannio, emanato con Decreto Rettorale
del 25 luglio 2008, n. 856, e pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana,
Serie Generale, dell’8 agosto 2008, n. 185, ed, in particolare, gli articoli 4, 5, 6, 7, 13, 28,
32 , 34 e 35;
VISTO il Regolamento Didattico di Ateneo, Parte Generale, emanato con Decreto
Rettorale dell’11 novembre 2013, n. 1062, ed, in particolare, gli articoli 1 e 9;
VISTA la Legge 3 agosto 1998, n. 315, che disciplina gli “Interventi Finanziari per la
Università e la Ricerca” e, in particolare, l’articolo 1, commi 4 e 5;
VISTA la Legge 2 agosto 1999, n. 264, che contiene “Norme in materia di accessi ai
corsi universitari” ed, in particolare gli articoli 2, 3 e 4;
VISTO il Decreto del Ministro della Istruzione del 30 gennaio 1998, n. 39, con il quale è
stato approvato il “Testo coordinato delle disposizioni impartite in materia di ordinamento
delle classi di concorso a cattedre e a posti di insegnamento tecnico-pratico e di arte
applicata nelle scuole ed istituti di istruzione secondaria ed artistica”;
VISTO il Decreto del Ministro della Istruzione, della Università e della Ricerca del 22
ottobre 2004, n. 270, con il quale sono state apportate alcune “Modifiche al Regolamento
recante norme concernenti la autonomia didattica degli atenei, approvato con Decreto
del Ministro della Università e della Ricerca Scientifica e Tecnologica del 3 novembre
1999, n. 509” ed, in particolare, l’articolo 3, comma 10, il quale prevede che, sulla
“…base di apposite convenzioni, le Università italiane possono rilasciare i titoli di studio
di cui al presente articolo, anche congiuntamente con altri atenei italiani o stranieri…”;
VISTO il Decreto del Ministro della Istruzione, della Università e della Ricerca del 9
febbraio 2005, n. 22, con il quale, ad integrazione del Decreto del Ministro della
Istruzione del 30 gennaio 1998, n. 39, sono state individuate le classi di lauree
specialistiche (LS) che danno accesso all'insegnamento nella scuola secondaria e sono
stati inseriti alcuni diplomi di laurea (DL) del pregresso ordinamento non previsti in
precedenza;
VISTO il Decreto del Ministro della Istruzione, della Università e della Ricerca del 26
marzo 2009, n. 37, che individua e definisce le classi di abilitazione nella scuola
secondaria di primo grado;
VISTO il Decreto del Ministro della Istruzione, della Università e della Ricerca del 22
settembre 2010, n. 17, con il quale sono stati, inoltre, individuati, ai fini di quanto disposto
dall’articolo 9, comma 2, del Decreto del Ministro, della Istruzione, della Università e della
Ricerca del 22 ottobre 2004, n. 270, i “…requisiti necessari per la attivazione annuale
della offerta formativa degli atenei…”;
CONSIDERATO che, nel Supplemento Ordinario della Gazzetta Ufficiale della
Repubblica Italiana, Serie Generale, del 14 gennaio 2011, n. 10, è stata pubblicata la
Legge 30 dicembre 2010, n. 240, che contiene "Norme in materia di organizzazione delle
università, di personale accademico e di reclutamento" e che disciplina la "Delega al
Governo per incentivare la qualità e la efficienza del sistema universitario";
VISTA la Legge 30 dicembre 2010, n. 240, entrata in vigore il 29 gennaio 2011, che è
stata parzialmente modificata e integrata:
a) dal Decreto Legge 29 dicembre 2010, n. 255, che disciplina la "Proroga di termini
previsti da disposizioni legislative e alcuni interventi urgenti in materia tributaria e di
sostegno alle imprese e alle famiglie", convertito, con modificazioni, dalla Legge 26
febbraio 2011, n. 10;
b) dal Decreto-Legge 13 maggio 2011, n. 70, che contiene "Prime disposizioni urgenti
per la economia", convertito, con modificazioni, dalla Legge 12 luglio 2011, n. 106;
c) dal Decreto Legge 9 febbraio 2012, n. 5, che contiene "Disposizioni urgenti in
materia di semplificazione e di sviluppo", convertito, con modificazioni, dalla Legge 4
aprile 2012, n. 35;
VISTO il Decreto del Ministro della Istruzione, della Università e della Ricerca del 10
settembre 2010, n. 249, pubblicato nel Supplemento Ordinario alla Gazzetta Ufficiale
della Repubblica Italiana, Serie Generale, del 31 gennaio 2011, n. 24, con il quale è stato
emanato il Regolamento per la “Definizione della disciplina dei requisiti e delle modalità
della formazione iniziale degli insegnanti della scuola dell’infanzia, della scuola primaria e
della scuola secondaria di primo e secondo grado, ai sensi dell’articolo 2, comma 416,
della Legge 24 dicembre 2007, n. 244”;
VISTO il Decreto del Ministro della Istruzione, della Università e della Ricerca del 4 aprile
2011, n. 139, con il quale è stata data attuazione al Decreto Ministeriale del 10 settembre
2010, n. 249;
VISTA la convenzione per la istituzione, la organizzazione e la gestione dei Corsi di
Tirocinio Formativo Attivo, stipulata, in data 6 ottobre 2011, dalla Università degli Studi di
Napoli "Federico II", dalla Seconda Università degli Studi di Napoli, dalla Università degli
Studi di Napoli "Parthenope", dalla Università degli Studi di Napoli "L’Orientale", dalla
Università degli Studi di Napoli "Suor Orsola Benincasa", dalla Università degli Studi di
Salerno e dalla Università degli Studi del Sannio, che, tra l’altro, prevede che ciascuno
dei predetti atenei è tenuto ad operare autonomamente, sia sotto il profilo della
organizzazione delle procedure concorsuali che sotto il profilo dello svolgimento delle
attività formative, nell’ambito dei posti assegnati a ciascuno di essi;
VISTO il Decreto del Ministro della Istruzione, della Università e della Ricerca del 30
novembre 2012, n. 93 che definisce le modalità di accreditamento delle sedi di tirocinio;
VISTO il Decreto del Ministro della Istruzione, della Università e della Ricerca del 30
gennaio 2013, n. 47, che disciplina la "autovalutazione, l'accreditamento iniziale e
periodico delle sedi e dei corsi di studio e la valutazione periodica";
VISTA la nota ministeriale del 28 febbraio 2013, che contiene alcune indicazioni
operative in merito alle "Problematiche concernenti la attivazione e lo svolgimento dei
Corsi di Tirocinio Formativo Attivo";
VISTO il Decreto del 16 maggio 2014, n. 312, con il quale il Ministro della Istruzione,
della Università e della Ricerca ha attivato, per l’anno accademico 2014/2015, il Secondo
Ciclo dei Corsi di “Tirocinio Formativo Attivo” finalizzati al conseguimento della
abilitazione per l’insegnamento nella scuola secondaria di primo e di secondo grado;
CONSIDERATO che, ai sensi dell’articolo 3, comma 1, del predetto Decreto Ministeriale,
possono partecipare alle prove di accesso i candidati che, pur essendo "…privi di
abilitazione per la relativa classe di concorso, entro il termine ultimo di presentazione
della domanda di partecipazione, fissato al 16 giugno 2014:
a) siano in possesso dei titoli di ammissione alle classi di concorso di cui al Decreto
del 30 gennaio 1998, n. 39, ovvero dei titoli di accesso alle classi di concorso di cui
al Decreto del Ministro della Istruzione, della Università e della Ricerca del 9
febbraio 2005, n. 22, o in possesso di Laurea Magistrale che, secondo l'allegato 2
al Decreto del Ministro della Istruzione, della Università e della Ricerca del 26 luglio
2007, e successive modifiche ed integrazioni, è corrispondente ad una delle Lauree
Specialistiche cui fa riferimento il Decreto del Ministro della Istruzione, della
Università e della Ricerca del 9 febbraio 2005, n. 22, con la precisazione che sono,
altresì, considerati titoli di ammissione alle classi di concorso le Lauree previste dal
Decreto del Ministro della Istruzione, della Università e della Ricerca dell’8 gennaio
2
2009 e dal Decreto del Ministro della Istruzione, della Università e della Ricerca del
9 luglio 2009;
b) per le classi di concorso A029 e A030, siano in possesso del diploma rilasciato
dagli istituti superiori di educazione fisica (ISEF) già valido per l'accesso
all'insegnamento di educazione fisica…";
CONSIDERATO che il numero dei posti disponibili per i Corsi di "Tirocinio Formativo
Attivo", riferiti alle singole classi di abilitazione, sono indicati, per ciascuna Regione, nello
Allegato A del Decreto del Ministro della Istruzione, della Università e della Ricerca del
16 maggio 2014, n. 312;
VISTO il Decreto del Capo Dipartimento per la Istruzione del Ministero della Istruzione,
della Università e della Ricerca del 22 maggio 2014, n. 263, con il quale sono state,
altresì, definite le modalità di presentazione delle domande di ammissione ai "test
preliminari" previsti dalla procedura di selezione e di pagamento del relativo contributo, ai
sensi dell’articolo 4 del Decreto del Ministro della Istruzione, della Università e della
Ricerca del 16 maggio 2014, n. 312;
CONSIDERATO che il Tavolo Tecnico di Coordinamento delle Università Campane,
costituito dai Delegati dei Rettori delle Università Campane e dai Referenti
Amministrativi, in virtù della convenzione stipulata il 6 ottobre 2011, come innanzi
richiamata, nella seduta del 30 maggio 2014, ha proposto di ripartire fra le istituzioni
universitarie campane i posti disponibili nella Regione Campania, come previsti dal
Decreto Ministeriale 16 maggio 2014, n. 312, assegnando, in particolare, alla Università
degli Studi del Sannio le classi di abilitazione e i relativi posti, come riportati nella
seguente tabella:
NUMERO
CLASSI DI ABILITAZIONE
POSTI
A017
Discipline economico-aziendali
17
A019
Discipline giuridiche ed economiche
12
A059
A060
Scienze Matematiche, Chimiche, Fisiche e Naturali
nella scuola media
Scienze matematiche, chimica e geografia,
microbiologia
Totale
50
21
100
VISTO il Decreto del Ministro della Istruzione, della Università e della Ricerca del 20
giugno 2014, n. 487, con il quale sono state ulteriormente modificate e integrate le
disposizioni contenute nel Decreto del Ministro della Istruzione, della Università e della
Ricerca del 10 settembre 2010, n. 249;
VISTO l’Allegato A del predetto Decreto Ministeriale, che integra, in particolare, la
Tabella 11 del Decreto del Ministro della Istruzione, della Università e della Ricerca del
10 settembre 2010, n. 249, con riferimento alla valutazione degli insegnamenti, ai
requisiti fondamentali per l’istituzione dei percorsi e ai livelli minimi organizzativi e
didattici richiesti, e contiene, tra l’altro, il quadro dei Crediti Formativi Universitari da
conseguire, come riportati nella seguente tabella:
QUADRO DEI CREDITI FORMATIVI
Gruppo
Crediti
Formativi
Universitari
Attività formative
Settori Scientifico-Disciplinari
3
A
18
B
18
C
Totale
M-PED/03
Didattica
e
pedagogia speciale.
M-PED/04
Pedagogia
sperimentale.
Almeno 6 Crediti Formativi
Universitari di didattica e
pedagogia speciale rivolti ai
bisogni educativi speciali.
Didattica generale e Ai sensi dell’articolo 15, comma
didattica speciale
22, del Decreto Ministeriale 10
settembre 2010, n. 249, i
predetti
Settori
Scientifico
Disciplinari sono integrati dai
Settori
Scientifico-Disciplinari
M-PED/01 o
MPED/02, con riferimento alla
storia e al diritto delle istituzioni
scolastiche.
Didattica
delle
discipline oggetto di
insegnamento
delle Settori Scientifico Disciplinari
classi di concorso e afferenti alle discipline
laboratori pedagogico
didattici
19, pari a 475
ore, di cui 3, pari
a
75
ore,
Tirocinio a scuola
dedicati
in
particolare
ad
alunni disabili
5
Elaborato finale
60
CONSIDERATO che, ai sensi dell’articolo 2, del medesimo Decreto Ministeriale, i
percorsi di Tirocinio Formativo Attivo sono istituiti e attivati dalle Università, anche in
modalità interateneo, e inseriti nella Banca Dati della Offerta Formativa;
VISTA la nota del 23 giugno 2014, trasmessa a mezzo di posta elettronica e registrata
nel protocollo "e-mail" della Direzione Generale in pari data con il numero progressivo
1037, con la quale la Direzione Generale per l’Università, lo Studente e il Diritto allo
Studio Universitario del Ministero della Istruzione, della Università e della Ricerca ha
comunicato l’apertura della procedura informatizzata per la rilevazione della Offerta
Formativa dei Corsi di Tirocinio Formativo Attivo della Università degli Studi del Sannio
relativi all’anno accademico 2014-2015;
CONSIDERATO che il Comitato Regionale di Coordinamento delle Università Campane,
in conformità a quanto previsto dalla convenzione stipulata in data 6 ottobre 2011, come
innanzi richiamata, nella seduta del 25 giugno 2014, ha approvato la proposta di
ripartizione fra le istituzioni universitarie campane dei posti disponibili nella Regione
Campania, come previsti dal Decreto Ministeriale 16 maggio 2014, n. 312, e riportati
nella seguente tabella:
4
TFA I GRADO
totale
posti
Regione
Classe
A030
SCIENZE MOTORIE E SPORTIVE
63
A033
TECNOLOGIA
79
A043
ITALIANO, STORIA E GEOGRAFIA
NELLA SCUOLA SECONDARIA DI I
GRADO
316
Ateneo
posti
Ateneo
PARTHENOPE
32
SALERNO
31
posti
Ateneo
Ateneo
FEDERICO II
50
SALERNO
29
Ateneo
Ateneo
FEDERICO II
SUN
SOB
SALERNO
ORIENTALE
A059
MATEMATICHE E SCIENZE NELLA
SCUOLA SECONDARIA DI I GRADO
214
Ateneo
FEDERICO II
SUN
SALERNO
SANNIO
Ateneo
A245
A345
A445
A545
LINGUA STRANIERA (FRANCESE)
LINGUA STRANIERA (INGLESE)
LINGUA STRANIERA (SPAGNOLO)
LINGUA STRANIERA (TEDESCO)
58
103
8
2
posti
Ateneo
ORIENTALE
ORIENTALE
ORIENTALE
ORIENTALE
posti
Ateneo
100
66
20
100
30
posti
Ateneo
104
30
30
50
posti
Ateneo
58
103
8
2
TFA II GRADO
posti
Regione
Classe
A001
AEROTECNICA E
AERONAUTICHE
COSTRUZIONI
A002
ANATOMIA,
FISIOPATOLOGIA
OCULARE E LABORATORIO DI
MISURE OFTALMICHE
2
2
posti
Ateneo
PARTHENOPE
2
Ateneo
Ateneo
FEDERICO II
A011
ARTE MINERARIA
1
Ateneo
FEDERICO II
A012
CHIMICA AGRARIA
5
Ateneo
FEDERICO II
A013
CHIMICA E TECNOLOGIE CHIMICHE
24
Ateneo
posti
Ateneo
2
posti
Ateneo
1
posti
Ateneo
5
posti
Ateneo
5
A014
CIRCOLAZIONE
AEREA
TELECOMUNICAZIONI
AERONAUTICHE ED ESERCITAZIONI
A015
COSTRUZIONI NAVALI E TEORIA
DELLA NAVE
2
FEDERICO II
24
Ateneo
posti
Ateneo
PARTHENOPE
1
Ateneo
PARTHENOPE
A016
COSTRUZIONI, TECNOLOGIA DELLE
COSTRUZIONI E DISEGNO TECNICO
18
Ateneo
SUN
A017
DISCIPLINE ECONOMICO-AZIENDALI
58
Ateneo
PARTHENOPE
SUN
SANNIO
A019
DISCIPLINE
ECONOMICHE
GIURIDICHE
ED
64
Ateneo
FEDERICO II
PARTHENOPE
SANNIO
A020
DISCIPLINE
TECNOLOGIA
MECCANICHE
E
17
Ateneo
PARTHENOPE
A029
EDUCAZIONE FISICA NEGLI ISTITUTI
E
SCUOLE
DI
ISTRUZIONE
SECONDARIA II GRADO
92
Ateneo
2
posti
Ateneo
1
posti
Ateneo
18
posti
Ateneo
24
17
17
posti
Ateneo
40
12
12
posti
Ateneo
17
posti
Ateneo
PARTHENOPE
SALERNO
A034
ELETTRONICA
22
A035
ELETTROTECNICA
APPLICAZIONI
A036
FILOSOFIA, PSICOLOGIA E SCIENZE
DELL'EDUCAZIONE
27
A037
FILOSOFIA E STORIA
58
A038
FISICA
24
A039
GEOGRAFIA
12
A040
IGIENE, ANATOMIA, FISIOLOGIA,
PATOLOGIA
GENERALE
E
DELL'APPARATO MASTICATORIO
7
ED
16
46
46
posti
Ateneo
Ateneo
FEDERICO II
22
posti
Ateneo
Ateneo
FEDERICO II
16
posti
Ateneo
Ateneo
SOB
15
SALERNO
12
posti
Ateneo
Ateneo
FEDERICO II
58
posti
Ateneo
Ateneo
FEDERICO II
24
posti
Ateneo
Ateneo
PARTHENOPE
12
Ateneo
posti
Ateneo
6
FEDERICO II
A042
INFORMATICA
29
A047
MATEMATICA
88
A048
MATEMATICA APPLICATA
38
A049
MATEMATICA E FISICA
100
A050
MATERIE
LETTERARIE
NEGLI
ISTITUTI
DI
ISTRUZIONE
SECONDARIA DI II GRADO
173
A051
MATERIE LETTERARIE E LATINO
NEI
LICEI
E
NELL'ISTITUTO
MAGISTRALE
137
7
posti
Ateneo
Ateneo
PARTHENOPE
15
SALERNO
14
posti
Ateneo
Ateneo
FEDERICO II
44
SUN
22
SALERNO
22
posti
Ateneo
Ateneo
PARTHENOPE
20
SALERNO
18
posti
Ateneo
Ateneo
FEDERICO II
54
SUN
23
SALERNO
23
Ateneo
posti
Ateneo
FEDERICO II
ORIENTALE
SUN
SOB
SALERNO
50
25
24
24
50
Ateneo
posti
Ateneo
FEDERICO II
ORIENTALE
SUN
SALERNO
A052
MATERIE LETTERARIE, LATINO E
GRECO NEL LICEO CLASSICO
35
A053
METEOROLOGIA AERONAUTICA ED
ESERCITAZIONI
1
A054
MINERALOGIA E GEOLOGIA
4
A055
NAVIGAZIONE
ESERCITAZIONI
A056
NAVIGAZIONE, ARTE NAVALE ED
ELEMENTI DI COSTRUZIONI NAVALI
AEREA
ED
1
3
50
20
17
50
posti
Ateneo
Ateneo
FEDERICO II
15
ORIENTALE
10
SALERNO
10
posti
Ateneo
Ateneo
PARTHENOPE
1
posti
Ateneo
Ateneo
FEDERICO II
4
posti
Ateneo
Ateneo
PARTHENOPE
1
posti
Ateneo
Ateneo
PARTHENOPE
3
7
A057
SCIENZA DEGLI ALIMENTI
22
A058
SCIENZE E MECCANICA AGRARIA,
TECNICHE
DI
GESTIONE
AZIENDALE, FITOPATOLOGIA ED
ENTOMOLOGIA AGRARIA
Ateneo
FEDERICO II
8
Ateneo
posti
Ateneo
22
posti
Ateneo
FEDERICO II
A060
SCIENZE NATURALI, CHIMICA
GEOGRAFIA, MICROBIOLOGIA
E
A061
STORIA DELL'ARTE
A069
TECNOLOGIE
GRAFICHE
IMPIANTI GRAFICI
A070
TECNOLOGIE TESSILI
3
A071
TECNOLOGIA E DISEGNO TECNICO
19
A072
TOPOGRAFIA
GENERALE,
COSTRUZIONI RURALI E DISEGNO
7
A074
ZOOTECNICA E SCIENZA DELLA
PRODUZIONE ANIMALE
3
20
ED
LINGUA E CIVILTA' STRANIERA
(FRANCESE)
LINGUA E CIVILTA' STRANIERA
A346
(INGLESE)
LINGUA E CIVILTA' STRANIERA
A446
(SPAGNOLO)
LINGUA E CIVILTA' STRANIERA
A546
(TEDESCO)
LINGUA E CIVILTA' STRANIERA
A646
(RUSSO)
AA46 LINGUA e CIV. STRANIERA (CINESE)
A246
83
2
46
146
14
7
1
15
8
posti
Ateneo
Ateneo
FEDERICO II
35
SUN
12
SALERNO
15
SANNIO
21
posti
Ateneo
Ateneo
SOB
10
SUN
10
posti
Ateneo
Ateneo
SUN
2
posti
Ateneo
Ateneo
SUN
3
posti
Ateneo
Ateneo
SUN
19
posti
Ateneo
Ateneo
PARTHENOPE
7
posti
Ateneo
Ateneo
FEDERICO II
3
posti
Ateneo
Ateneo
ORIENTALE
ORIENTALE
ORIENTALE
ORIENTALE
ORIENTALE
(*)
ORIENTALE
46
146
14
7
1
15
VISTO il Decreto Rettorale del 10 luglio 2014, numero 688, con il quale, ai sensi del
Decreto del Ministro della Istruzione, della Università e della Ricerca del 16 maggio 2014,
n. 312, e in attuazione della deliberazione assunta dal Comitato Regionale di
Coordinamento delle Università Campane nella seduta del 25 giugno 2014, sono state
8
approvate le proposte di istituzione e gli ordinamenti didattici del Secondo Ciclo dei Corsi
di "Tirocinio Formativo Attivo", relativi all'anno accademico 2014-2015, finalizzati al
conseguimento della abilitazione per l’insegnamento nella scuola secondaria di primo e
di secondo grado per le Classi di Abilitazione di seguito specificate e per i posti
specificati a margine di ognuna di esse:
CLASSI DI ABILITAZIONE
NUMERO POSTI
A017 Discipline economico-aziendali
17
A019 Discipline giuridiche ed economiche
12
A059
A060
Scienze Matematiche, Chimiche, Fisiche e
Naturali nella scuola media
Scienze matematiche, chimica e geografia,
microbiologia
Totale
50
21
100
VISTO il Decreto Direttoriale del 1°ottobre 2014, n. 698, con il quale il Direttore Generale
del Dipartimento per il Sistema Educativo di Istruzione e Formazione del Ministero della
Istruzione, della Università e della Ricerca ha fornito le indicazioni operative in merito alla
procedura di iscrizione alle prove scritte e orali e all’attivazione del Secondo Ciclo dei
Corsi di "Tirocinio Formativo Attivo", relativi all'anno accademico 2014-2015, finalizzati al
conseguimento della abilitazione per l’insegnamento nella scuola secondaria di primo e
di secondo grado, di cui al Decreto Ministeriale del 10 settembre 2010, n. 249;
VISTO il Decreto Direttoriale del 2 ottobre 2014, numero AOODRCA6994/U, con il quale
il Direttore Generale dell’Ufficio Scolastico Regionale per la Campania ha trasmesso gli
elenchi dei candidati in possesso dei requisiti richiesti per l’accesso al Secondo Ciclo dei
Corsi di "Tirocinio Formativo Attivo", relativi all’anno accademico 2014-2015, ammessi
alla prova scritta ai sensi dell’articolo 8 del Decreto del Ministro della Istruzione, della
Università e della Ricerca del 16 maggio 2014, n. 312 ed ha disposto quanto segue:
 l’ammissione dei candidati avviene "...sotto condizione dell’accertamento dei requisiti
prescritti alla prova scritta, di cui all’articolo 8 del Decreto del Ministro della
Istruzione, della Università e della Ricerca del 16 maggio 2014, n. 312, presso
l’ateneo regionale indicato ai sensi dell’articolo 7, comma 5, del predetto Decreto...";
 qualora "...venisse accertata, in qualsiasi momento, la carenza dei requisiti di
accesso, anche a seguito dei controlli d’ufficio sulle autocertificazioni prodotte dagli
aspiranti, si procederà all’esclusione dei candidati anche a selezione ultimata...";
VISTO il Decreto Rettorale dell’ 8 ottobre 2014, numero 912, con il quale:
 è stata autorizzata la istituzione presso la Università degli Studi del Sannio, per
l’anno accademico 2014-2015, del Secondo Ciclo dei Corsi di "Tirocinio Formativo
Attivo", finalizzati al conseguimento della abilitazione per l’insegnamento nella scuola
secondaria di primo e di secondo grado per le Classi di Abilitazione di seguito
specificate e per i posti specificati a margine di ognuna di esse:
CLASSI DI ABILITAZIONE
NUMERO
POSTI
A017 Discipline Economico-Aziendali
17
A019 Discipline Giuridiche ed Economiche
12
9
A059
A060
Scienze Matematiche, Chimiche, Fisiche e
Naturali nella scuola media
Scienze
Matematiche,
Chimica
e
Geografia, Microbiologia
Totale
50
21
100
 è stato fissato in € 50,00 (cinquanta/00) il contributo di partecipazione alle prove
scritte e orali per l’accesso al Secondo Ciclo dei Corsi di "Tirocinio Formativo Attivo",
relativi all’anno accademico 2014-2015, in conformità a quanto deliberato dal
Comitato di Coordinamento Regionale delle Università Campane nella seduta del 2
ottobre 2014;
VISTA la nota del 24 ottobre 2014, n. 3247, con la quale il Ministero della Istruzione,
della Università e della Ricerca ha richiesto "...il riallineamento dell’offerta formativa per
le Regioni e le Classi per le quali è stata rilevata un’eccedenza di posti rispetto al
contingente fissato dal Decreto Ministeriale del 16 maggio 2014, n. 312...";
CONSIDERATO che, nella seduta del 28 ottobre 2014, il Comitato di Coordinamento
Regionale delle Università Campane ha "...rilevato il disallineamento della offerta
formativa per le classi di abilitazione A017, A019, A029, A030, A036 e A037..." ed ha
deliberato la conseguente "...assegnazione definitiva alle istituzioni accademiche
campane nel limite dei posti previsti dal Decreto Ministeriale del 16 maggio 2014, n.
312...";
VISTA la nota del 07 novembre 2014, numero di protocollo 1385, con la quale il
Dipartimento per la Formazione Superiore e per la ricerca del Ministero della Istruzione,
della Università e della Ricerca, a seguito del riallineamento della offerta formativa per le
classi di abilitazione innanzi specificate, ha comunicato "...la riapertura della procedura
CINECA nel periodo compreso tra il 7 ed il 10 novembre 2014, al fine di consentire ai
candidati delle regioni e delle classi di abilitazione interessate di confermare la scelta
dell’istituzione universitaria presso la quale intenderanno svolgere le prove selettive...";
VISTI gli elenchi dei candidati ammessi alla prova scritta, come predisposti e pubblicati
dal CINECA in data 11 novembre 2014, ai sensi dell’articolo 3 del Decreto Direttoriale del
Dipartimento per il Sistema Educativo di Istruzione e Formazione del Ministero della
Istruzione, della Università e della Ricerca del 1°ottobre 2014, n. 698;
VISTI, in particolare, gli elenchi dei candidati che hanno presentato domanda di
partecipazione alla prova scritta presso la Università degli Studi del Sannio;
VISTA la delibera con la quale, nella seduta del 12 novembre 2014, il Comitato di
Coordinamento Regionale delle Università Campane, in "...analogia con quanto
determinato per il primo ciclo del Tirocinio Formativo Attivo ed in linea con le indicazioni
fornite dalla Conferenza dei Rettori delle Università Italiane, ha determinato la quota delle
tasse e dei contributi di iscrizione per il Secondo Ciclo del Tirocinio Formativo Attivo in €.
2.500,00, suddiviso in due rate: la prima rata pari ad €. 1.500,00 e la seconda rata pari
ad €. 1.000,00, oltre la tassa regionale per il diritto allo studio e l’imposta di bollo assolta
in modo virtuale...";
ATTESE pertanto, la necessità e l’urgenza di dare avvio, ai sensi degli articoli 8 e 9 del
Decreto del Ministro della Istruzione, della Università e della Ricerca del 16 maggio
2014, numero 312, alle procedure selettive per l'accesso al Secondo Ciclo dei Corsi di
"Tirocinio Formativo Attivo", relativi all’anno accademico 2014-2015;
CONSIDERATO che, al momento, non sono previste sedute utili del Consiglio di
Amministrazione e del Senato Accademico,
10
DECRETA
Articolo 1
Selezione e posti del Secondo Ciclo dei Corsi di "Tirocinio Formativo Attivo"
1. Ai sensi del Decreto del Ministro della Istruzione, della Università e della Ricerca del
16 maggio 2014, n. 312, e in attuazione di quanto deliberato dal Comitato Regionale
di Coordinamento delle Università Campane nella seduta del 25 giugno 2014, è
autorizzata, presso la Università degli Studi del Sannio, per l’anno accademico
2014-2015, la prosecuzione della procedura concorsuale pubblica, per titoli ed
esami, per l’ammissione al Secondo Ciclo dei Corsi di "Tirocinio Formativo Attivo"
finalizzati al conseguimento della abilitazione per l’insegnamento nella scuola
secondaria di primo e di secondo grado per le Classi di Abilitazione di seguito
specificate e per i posti specificati a margine di ognuna di esse:
CLASSI DI ABILITAZIONE
NUMERO POSTI
A017 Discipline Economico-Aziendali
17
A019 Discipline Giuridiche ed Economiche
12
A059
A060
Scienze Matematiche, Chimiche, Fisiche e
Naturali nella scuola media
Scienze Matematiche, Chimica e Geografia,
Microbiologia
Totale
50
21
100
2. Ai sensi dell’articolo 3, comma 6, del Decreto del Ministro dell’Istruzione,
dell’Università e della Ricerca del 16 maggio 2014, n. 312, "…sono ammessi in
soprannumero ai corsi di “Tirocinio Formativo Attivo”, senza dover sostener alcuna
prova, coloro che hanno superato l’esame di ammissione alle Scuole di
Specializzazione per l’Insegnamento Secondario (SSIS), che si sono iscritti e che
hanno sospeso la frequenza senza aver sostenuto l’esame per l'abilitazione ai sensi
dell’articolo 15, comma 17, del Decreto del Ministro dell’Istruzione, dell’Università e
della Ricerca del 10 settembre 2010, n. 249, ivi compresi coloro che fossero risultati
idonei e in posizione utile in graduatoria ai fini di una seconda abilitazione da
conseguirsi attraverso la frequenza di un secondo biennio di specializzazione o di
uno o più semestri aggiuntivi, ai sensi dell’articolo 1, comma 19, del Decreto del
Ministro dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca dell’11 novembre 2011...".
3. Ai sensi dell’articolo 3, comma 7, del predetto Decreto, sono "…altresì, ammessi in
soprannumero coloro che hanno superato l’intera procedura selettiva per più classi di
abilitazione nel precedente ciclo di “Tirocinio Formativo Attivo” e che hanno optato
per la frequenza di un solo corso di “Tirocinio Formativo Attivo”, coloro che hanno
sospeso la frequenza del primo ciclo di “Tirocinio Formativo Attivo” per cause
sopravvenute e comunque a loro non imputabili e per sopraggiunti e documentati
motivi di salute, nonché coloro che sono risultati idonei ma non collocati in posizione
utile ai fini della frequenza del primo ciclo di “Tirocinio Formativo Attivo”…".
4. Non sono ammessi all’iscrizione in soprannumero ai sensi dell’articolo 5, comma 2,
del Decreto del Direttore Generale del Dipartimento per il Sistema Educativo di
Istruzione e Formazione del Ministero della Istruzione, della Università e della
11
Ricerca del 1° ottobre 2014, n. 968, i soggetti che abbiano già conseguito, attraverso
la frequenza del Primo Ciclo di "Tirocinio Formativo Attivo", anche ai soli fini dello
scioglimento della riserva, un’abilitazione negli ambiti disciplinari di cui all’articolo 2,
comma 1, del Decreto del Ministro della Istruzione, della Università e della Ricerca
del 16 maggio 2014, n. 312, attesa la unificazione dei predetti percorsi formativi
sancita dallo stesso Decreto.
5. Con successivo avviso, saranno pubblicate sul Sito Web di Ateneo, all’indirizzo
www.unisannio.it/postlaurea/tfa, le modalità di iscrizione dei soprannumerari ai Corsi
di "Tirocinio Formativo Attivo".
Articolo 2
Requisiti di ammissione
1.
2.
3.
4.
5.
Possono partecipare alle prove di accesso del Secondo Ciclo dei Corsi di "Tirocinio
Formativo Attivo" coloro che, privi di abilitazione per la classe prescelta ed in
possesso dei requisiti di ammissione di cui all’articolo 3 del Decreto del Ministro
dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca del 16 maggio 2014, n. 312, abbiano
superato il "test preliminare" e, con Decreto del Direttore dell’Ufficio Scolastico
Regionale del 2 ottobre 2014, n. AOODRCA6994/U, ed eventuali modifiche ed
integrazioni, siano stati ammessi, con riserva, alla successiva prova scritta presso
l’ateneo regionale indicato nella "Piattaforma CINECA" all’atto dell’iscrizione on-line
alle prove successive alla preselezione, in conformità a quanto previsto dall’articolo
7, comma 5, del citato Decreto.
I candidati ammessi con riserva ai sensi del Decreto del Direttore dell’Ufficio
Scolastico Regionale del 2 ottobre 2014, n. AOODRCA6994/U, potranno essere
esclusi con provvedimento dell’Ufficio Scolastico della Regione Campania "...qualora
venisse accertata, in qualsiasi momento, la carenza dei requisiti di accesso, anche a
seguito dei controlli d’ufficio sulle autocertificazioni prodotte dagli aspiranti, anche a
selezione ultimata…”, fermo restando che la Università degli Studi del Sannio è,
comunque, tenuta a dare piena e regolare esecuzione agli eventuali provvedimenti
adottati in tal senso dal predetto Ufficio Scolastico Regionale.
Nel caso il candidato risultasse vincitore di più classi di abilitazione, potrà iscriversi al
"Tirocinio Formativo Attivo" per una sola classe.
La Amministrazione può disporre, con Decreto Rettorale debitamente motivato e in
qualunque fase della procedura concorsuale, anche dopo l’immatricolazione al corso
di "Tirocinio Formativo Attivo", l'esclusione del candidato.
La esclusione ed il motivo della stessa sono comunicati al candidato a mezzo
raccomandata con avviso di ricevimento ovvero a mezzo di Posta Elettronica
Certificata (PEC).
Articolo 3
Procedura di iscrizione alla selezione e contributo di partecipazione
1. Per partecipare alle successive prove concorsuali, il candidato, a pena di
esclusione, per ciascuna classe di abilitazione per la quale può concorrere
dovrà presentare, a decorrere dal 17 novembre 2014 e fino al 2 dicembre 2014, al
Settore "Servizi Post-Laurea", Unità Organizzativa "Esami di Stato, Dottorati e
Master", della Università degli Studi del Sannio, che ha sede nel Complesso
Immobiliare denominato "Ex Convento di Sant’ Agostino", sito in Benevento, alla Via
Giovanni De Nicastro, n. 13, esclusivamente nei giorni di apertura al pubblico e,
quindi, il lunedì, il martedì, il mercoledì, il giovedì e il venerdì, dalle ore 9:30 alle ore
12:00, e il giovedì, dalle ore 15.30 alle ore 16.30, la seguente documentazione:
12
2.
3.
4.
5.
 domanda di partecipazione alla selezione redatta in conformità all’apposito
modulo allegato al presente Decreto per formarne parte integrante (allegato 1);
 autocertificazione di titoli valutabili ai sensi dell’articolo 15, comma 16, del
Decreto del Ministro della Istruzione, della Università e della Ricerca del 10
settembre 2010, n. 249 (allegato 2);
 ricevuta in originale del versamento di € 50,00 (cinquanta/00), quale contributo
per l’organizzazione della selezione, che deve essere effettuato a decorrere dal
17 novembre 2014 e fino al 2 dicembre 2014, secondo le modalità di seguito
specificate;
 copia fotostatica del documento di riconoscimento in corso di validità legale.
Per il pagamento del contributo di partecipazione alla selezione, pari ad € 50,00
(cinquanta/00), i candidati dovranno accedere al servizio on-line presente sul Sito
Internet della Università degli Studi del Sannio, al seguente link:
www.unisannio.it/postlaurea/tfa, e compilare il "Form" per generare il "MAV".
Il pagamento dovrà essere effettuato da tutti i candidati che presentano la domanda
di ammissione alle prove di selezione mediante una delle seguenti modalità:
 presso qualsiasi sportello bancario su tutto il territorio nazionale;
 presso gli sportelli Bancomat della Banca Popolare di Bari con l’utilizzo della
Carta Bancomat;
 con il sistema di "Internet Banking" fornito dalla propria banca.
I candidati sono tenuti a verificare la correttezza dei dati immessi prima di stampare il
"MAV" per procedere al pagamento del predetto contributo.
Non saranno presi in considerazione eventuali versamenti eseguiti dopo la
data del 2 dicembre 2014.
Il versamento non sarà in alcun caso rimborsato.
I candidati diversamente abili dovranno far pervenire, pena l’inapplicabilità del
beneficio, entro e non oltre il giorno 2 dicembre 2014, presso il Settore "Servizi
Post-Laurea", Unità Organizzativa "Esami di Stato, Dottorati e Master", della
Università degli Studi del Sannio, che ha sede nel Complesso Immobiliare
denominato "Ex Convento di Sant’ Agostino", sito in Benevento, alla Via Giovanni De
Nicastro, n. 13, esclusivamente nei giorni di apertura al pubblico e, quindi, il lunedì, il
martedì, il mercoledì, il giovedì e il venerdì, dalle ore 9:30 alle ore 12:00, e il giovedì,
dalle ore 15.30 alle ore 16.30, distinta istanza cartacea nella quale debbono essere
indicati, ai sensi della vigente normativa (Legge-Quadro per l'assistenza,
l'integrazione sociale e i diritti delle persone handicappate del 5 febbraio 1992, n.
104, così come integrata e modificata dalle Leggi del 28 gennaio 1999, n. 17 e dell’8
marzo 2000, n. 53 e successive modificazioni ed integrazioni), il tipo di ausilio
necessario durante l’espletamento della prova concorsuale, nonché l’eventuale
necessità di tempi aggiuntivi, producendo altresì, in allegato all’istanza medesima,
una certificazione medico-sanitaria dalla quale si evinca il tipo di handicap
posseduto.
Ai candidati affetti da dislessia (certificata ai sensi della Legge dell’8 ottobre 2010,
n.170) è concesso un tempo aggiuntivo pari al 30 per cento in più rispetto a quello
definito per la prova di ammissione.
I predetti candidati dovranno, pertanto, inoltrare il certificato attestante tale patologia,
rilasciato ai sensi della Legge dell’8 ottobre 2010, n. 170, con le modalità innanzi
specificate.
La documentazione potrà essere inviata, anche a mezzo fax, all’Unità Organizzativa
"Esami di Stato, Dottorati e Master" al seguente numero: 0824.23648.
13
Tutte le dichiarazioni contenute nella domanda sono rese ai sensi del Decreto del
Presidente della Repubblica del 28 dicembre 2000, n. 445, e successive modificazioni
ed integrazioni.
Le dichiarazioni false o mendaci sono punibili ai sensi del codice penale e delle leggi
speciali in materia.
Articolo 4
Commissione Esaminatrice
1. La Commissione Esaminatrice di ogni classe di concorso è nominata con Decreto
Rettorale. Durante lo svolgimento delle prove, la Commissione può avvalersi
dell’assistenza di personale docente e amministrativo addetto alla vigilanza ed
all’identificazione dei candidati anche attraverso la nomina di sub-commissioni per
ogni singola aula.
Articolo 5
Prove selettive di accesso
1. Ai sensi dell’articolo 15, comma 5, del Decreto del Ministro della Istruzione, della
Università e della Ricerca del 10 settembre 2010, n. 249, le prove successive di
accesso ai Corsi di "Tirocinio Formativo Attivo" consistono in:
a) una prova scritta;
b) una prova orale.
2. Le prove di accesso, come di seguito specificate, vertono sui programmi disciplinari
per le relative classi di concorso di cui al Decreto del Ministro della Istruzione, della
Università e della Ricerca del 21 settembre 2012, n. 80, ovvero, per le classi di
concorso ivi non contemplate, sui programmi disciplinari di cui al Decreto del
Ministro dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca dell’11 agosto 1998, n. 357,
fermo restando che i predetti programmi sono integrati dai contenuti disciplinari,
oggetto di insegnamento per le relative classi di concorso, con riferimento ai
provvedimenti attuativi del riordino del primo e del secondo ciclo di istruzione:
PROVA SCRITTA
La prova scritta è valutata in trentesimi e consiste in domande a risposta aperta.
La prova scritta deve essere svolta nel rispetto dei seguenti criteri:
 l’oggetto è costituito da una o più discipline ricomprese nella classe di concorso
cui il percorso di tirocinio formativo attivo si riferisce;
 la prova verifica le conoscenze disciplinari, le capacità di analisi, interpretazione
e argomentazione, il corretto uso della lingua italiana e non può, pertanto,
prevedere domande a risposta chiusa;
 nel caso di classi di concorso relative alla lingua straniera, la prova è svolta nella
lingua straniera per cui si richiede l’accesso al Corso di "Tirocinio Formativo
Attivo";
 nel caso di classi di concorso che contemplano l’insegnamento della lingua
italiana, è prevista una prova di analisi del testo;
 nel caso di classi di concorso che contemplano l’insegnamento delle lingue
classiche, è prevista una prova di traduzione;
 nel caso di classi di concorso relative a discipline scientifiche o tecniche, la prova
scritta deve essere integrata da una prova pratica in laboratorio.
I candidati che superano la prova scritta sono ammessi alla prova orale
se hanno conseguito una votazione nella prova scritta non inferiore a 21/30.
Nel caso di classi di concorso che prevedono anche la prova pratica in laboratorio,
14
ai sensi dell’articolo 1, comma 12, lettera f),
del Decreto del Ministro
dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca dell’11 novembre 2011, il voto è
unico ed è ottenuto dalla media aritmetica dei voti attribuiti nella prova scritta e
nella prova di laboratorio, ciascuno dei quali deve essere comunque non inferiore a
21/30.
La prova scritta è soggetta ad annullamento, qualora riporti la firma del candidato o
segni idonei a costituire elemento di riconoscimento del candidato.
Potranno sostenere la prova scritta solo ed esclusivamente i candidati che hanno
consegnato nei termini prescritti la documentazione indicata nell’articolo 3 del
presente Decreto.
Non sarà consentito l’accesso alla prova ai candidati che si presentino dopo la
chiusura delle operazioni di riconoscimento.
L'assenza del candidato alla prova scritta e/o alla prova orale sarà considerata
come rinuncia alla selezione, qualunque ne sia la causa, e non si procederà alla
restituzione del contributo versato.
PROVA ORALE
La prova orale, valutata in ventesimi, è superata se il candidato riporta un
voto non inferiore a 15/20.
La prova è svolta tenendo conto delle specificità delle diverse classi di concorso.
Nel caso di classi di concorso relative alla lingua straniera, la prova è svolta nella
lingua straniera per cui si richiede l’accesso al Corso di "Tirocinio Formativo Attivo".
Al termine di ciascuna seduta relativa alla prova orale, la Commissione Esaminatrice
redige l'elenco dei candidati, con l'indicazione della votazione riportata da ciascuno di
essi, e ne affigge copia, sottoscritta dal Presidente e dal Segretario, presso la sede di
esame.
L’avviso relativo alle sedi ed ai calendari delle prove scritte per ciascuna
classe di abilitazione sarà pubblicato il 21 novembre 2014 solo ed
esclusivamente informaticamente sul Sito Web di Ateneo all’indirizzo
www.unisannio.it/postlaurea/tfa , come previsto all’articolo 11 del presente bando.
Il suddetto avviso conterrà:
 calendario della prova scritta;
 data dell’avviso riportante i risultati dello scritto, il punteggio dei titoli (per i
soli ammessi all’orale) ed il calendario della prova orale.
Ogni avviso ha valore di notifica nei confronti dei candidati e non saranno
inoltrate comunicazioni personali agli interessati.
I candidati ammessi alle prove concorsuali dovranno presentarsi nei giorni,
nell’ora e nelle sedi specificate nei singoli avvisi di convocazione, muniti di
uno dei seguenti documenti validi di riconoscimento:
• carta d'identità;
• patente automobilistica munita di fotografia;
• passaporto;
• tessera postale;
• tessera di riconoscimento rilasciata dalle Amministrazioni dello Stato;
• porto d'arma.
Articolo 6
Titoli preferenziali e valutabili
1. Ai sensi dell’articolo 4 del Decreto Direttoriale del Dipartimento per il Sistema
Educativo di Istruzione e Formazione del Ministero della Istruzione, della Università e
della Ricerca del 1°ottobre 2014, n. 698, i titoli preferenziali e valutabili ai fini della
15
2.
3.
4.
5.
graduatoria finale e i relativi punteggi sono indicati nell’articolo 15, comma 13, del
Decreto del Ministro dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca del 10 settembre
2010, n. 249, come integrato dall’allegato A del Decreto del Ministro dell’Istruzione,
dell’Università e della Ricerca dell’11 novembre 2011 (allegato 3).
I predetti titoli devono essere stati conseguiti entro il 16 giugno 2014.
Limitatamente ai candidati che si trovano nella condizione prevista dall’articolo 3,
comma 2, del Decreto del Ministro della Istruzione, della Università e della Ricerca
del 16 maggio 2014, n. 312, ossia coloro i quali hanno conseguito il titolo di
ammissione entro il 31 agosto 2014, saranno valutati i punteggi di cui alle lettere d),
ossia la "media degli esami di profitto" ed e), ossia il "voto di laurea", dell’articolo 15,
comma 13, del Decreto del Ministro della Istruzione, della Università e della Ricerca
del 10 settembre 2010, n. 249, maturati all’atto del conseguimento del titolo e del
conseguente scioglimento della riserva, di competenza dell’Ufficio Scolastico
Regionale.
Per le modalità di presentazione dei titoli valutabili si rinvia all’articolo 2 del presente
bando.
La valutazione dei titoli riguarderà i soli candidati che abbiano superato la prova
scritta e sarà resa nota con avviso pubblicato informaticamente sul sul Sito Web di
Ateneo all’indirizzo www.unisannio.it/postlaurea/tfa .
(*) Si precisa che su ciascuna pubblicazione presentata dovranno essere apposti il
cognome ed il nome del candidato; inoltre, in caso di più autori di uno stesso
lavoro, dovrà essere evidenziato il cognome del candidato.
Le pubblicazioni, inoltre, dovranno essere certificate, a pena di non valutazione,
secondo una delle modalità di seguito indicate:
a)
in copia autentica;
b)
in fotocopia, con annessa dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà, ai
sensi degli articoli 19 e 47 del Decreto del Presidente della Repubblica 28
dicembre 2000, n. 445 e successive modificazioni ed integrazioni, che ne
attesti la conformità all’originale.
La dichiarazione resa dal candidato ai sensi della precedente lettera b), dovrà
essere sottoscritta e presentata unitamente alla copia del documento di
riconoscimento, ovvero resa in calce alla fotocopia del documento stesso di cui si
attesta la conformità all’originale.
Articolo 7
Graduatorie finali
1. La graduatoria finale di merito per ciascuna classe di abilitazione, con le indicazioni
relative alle modalità di immatricolazione ed all’importo del relativo versamento,
come specificato nel successivo articolo 8 del presente bando, sarà resa nota con
avviso pubblicato entro il 13 febbraio 2015 solo ed esclusivamente nell’Albo
On-Line dell’Università degli Studi del Sannio, presente nel Sito Web di Ateneo,
all’indirizzo www.unisannio.it/postlaurea/tfa, come previsto all’articolo 11 del presente
bando.
2. La graduatoria degli ammessi ai Corsi di "Tirocinio Formativo Attivo" è formata
sommando rispettivamente il punteggio conseguito nel "test preliminare", con
votazione non inferiore a 21/30, il punteggio della prova scritta, con votazione
non inferiore a 21/30, il punteggio della prova orale, con votazione non inferiore a
15/20, e il punteggio attribuito all’esito della valutazione dei titoli.
16
3. In caso di parità di punteggio, prevale il candidato che abbia una maggiore
anzianità di servizio nelle istituzioni scolastiche, oggetto di "autocertificazione,
secondo le modalità indicate nell'articolo 3 del presente bando.
4. Nel caso di ulteriore parità, prevale il candidato più giovane.
5. Con Decreto Rettorale viene accertata la regolarità delle procedure concorsuali,
vengono approvati i relativi atti e le predette graduatorie di merito, tenuto conto delle
eventuali preferenze di cui al comma 3 del presente articolo.
6. La Amministrazione potrà provvedere, anche dopo l’immatricolazione, alla verifica
della veridicità delle autocertificazioni rese dai candidati, procedendo agli
adempimenti conseguenti.
7. In caso di eventuale accertamento di cause di esclusione riscontrate dopo
l’iscrizione, si procederà a dichiarare la decadenza dell’iscritto dal Corso di "Tirocinio
Formativo Attivo".
8. E’ ammesso al Corso di "Tirocinio Formativo Attivo", secondo l’ordine della
graduatoria finale di merito, un numero di candidati non superiore al numero dei posti
disponibili, come indicati nel presente bando.
9. In caso di collocazione in posizione utile nelle graduatorie relative a più classi di
abilitazione, i candidati devono comunque optare per l’immatricolazione e la
frequenza ad un solo Corso di "Tirocinio Formativo Attivo".
10. I candidati ammessi al Corso di "Tirocinio Formativo Attivo" collocati utilmente nelle
rispettive graduatorie di merito nonché i candidati aventi diritto ai sensi del comma 11
del presente articolo, dovranno immatricolarsi, pena la decadenza dal diritto
all'iscrizione, seguendo le modalità ed i termini che saranno resi noti con successivi
avvisi pubblicati sul Sito Web di Ateneo, all’indirizzo www.unisannio.it/postlaurea/tfa.
11. Ai sensi dell’articolo 4, comma 3, del Decreto Direttoriale del Dipartimento per il
Sistema Educativo di Istruzione e Formazione del Ministero della Istruzione, della
Università e della Ricerca del 1°ottobre 2014, n. 698, i candidati inseriti nella
graduatoria di merito ma non utilmente collocati rispetto al limite dei posti disponibili,
vengono ridistribuiti, ai sensi dell’articolo 7, comma 6, e dell’articolo 12, commi 3 e 4,
del Decreto del Ministro della Istruzione, della Università e della Ricerca del 16
maggio 2014, n. 312, a cura degli Uffici Scolastici Regionali, nel limite dei posti messi
a bando da ciascun istituzione universitaria, secondo la seguente procedura:
 sulla base del punteggio riportato nella graduatoria di merito, sono
prioritariamente collocati, d’ufficio, ai sensi dell’art. 12, comma 4, del Decreto del
Ministro della Istruzione, della Università e della Ricerca del 16 maggio 2014, n.
312, in eventuale altra istituzione universitaria della Regione che abbia posti
disponibili per la relativa classe di concorso e fino all’esaurimento degli stessi;
 sulla base del punteggio riportato nella graduatoria di merito, nelle istituzioni
universitarie indicate ai sensi dell’articolo 3, comma 5, del Decreto Direttoriale
del Dipartimento per il Sistema Educativo di Istruzione e Formazione del
Ministero della Istruzione, della Università e della Ricerca del 1°ottobre 2014, n.
698, ove risultino posti disponibili per la relativa classe di concorso e fino
all’esaurimento degli stessi.
12. Qualora l’offerta formativa delle istituzioni universitarie, dopo che siano state
effettuate le predette operazioni, risulti ancora insufficiente rispetto al numero dei
candidati utilmente inseriti nelle graduatorie di merito, il Ministero della Istruzione,
della Università e della Ricerca, entro i limiti dei contingenti definiti nell’Allegato A del
Decreto Ministeriale del 16 maggio 2014, n. 312, fornirà successive indicazioni al fine
di promuovere iniziative finalizzate a consentire la frequenza dei Corsi di "Tirocinio
Formativo Attivo" ai predetti candidati, nel rispetto di quanto previsto dall’articolo 4,
comma 4, del Decreto Direttoriale del Dipartimento per il Sistema Educativo di
17
Istruzione e Formazione del Ministero della Istruzione, della Università e della
Ricerca del 1°ottobre 2014, n. 698.
13. Ai sensi dell’articolo 3 del Decreto del Ministro dell’Istruzione, dell’Università e della
Ricerca del 10 settembre 2010, n. 249, la frequenza dei corsi di tirocinio
formativo attivo è incompatibile con l'iscrizione a:
 corsi di dottorato di ricerca;
 qualsiasi altro corso che dà diritto all'acquisizione di crediti formativi universitari o
accademici, in Italia e all'estero, da qualsiasi ente organizzati.
14. Sono fatte salve le disposizioni di cui all’articolo 5, commi 3 e 4, del Decreto
Direttoriale del Dipartimento per il Sistema Educativo di Istruzione e Formazione del
Ministero della Istruzione, della Università e della Ricerca del 1°ottobre 2014, n. 698,
che prevedono la possibilità di non sospendere il corso limitatamente:
 ai soggetti iscritti ai corsi di dottorato di ricerca che debbano solo discutere la tesi
di dottorato;
 ai soggetti iscritti ai percorsi di specializzazione in materia di sostegno o di
perfezionamento in "Teacher Training on Content and Language Integrated
Learning", nel caso in cui manchino loro solo esami di profitto ovvero la prova
finale.
15. Possono iscriversi ai Corsi di "Tirocinio Formativo Attivo" i soggetti titolari di assegni
per lo svolgimento di attività di ricerca di cui all’articolo 22 della Legge 30 dicembre
2010, numero 240.
Articolo 8
Tasse e contributi di iscrizione
1. L’importo delle tasse e dei contributi per l’iscrizione al Secondo Ciclo dei Corsi di
“Tirocinio Formativo Attivo" è fissato in €. 2.500,00 (duemilacinquecento/00).
2. Il predetto importo è così ripartito:
• €. 1.500,00 (millecinquecento/00), a titolo di prima rata, da versare all’atto
dell’iscrizione unitamente agli importi di €. 16,00, per la marca da bollo, assolta in
maniera virtuale, e di €. 140,00, per la tassa regionale per il diritto allo studio
universitario;
• €. 1.000,00 (mille/00), a titolo di seconda rata, da versare entro il 29 maggio
2015.
:
Articolo 9
Obblighi del candidato
1. Per sostenere le prove d’esame i candidati devono presentarsi, ai fini dell'appello e
per le operazioni di identificazione, nella sede e nell’orario indicati negli avvisi
pubblicati,
informaticamente,
sul
Sito
Web
di
Ateneo,
all’indirizzo
www.unisannio.it/postlaurea/tfa, come precisato nell'articolo 5 del presente bando.
2. Il candidato deve svolgere le prove secondo le istruzioni che saranno impartite
dalla Commissione e rispettare gli obblighi previsti nel presente articolo, a pena
d i esclusione dalla procedura di selezione.
3. Durante la prova scritta ai candidati non è permesso, a pena di esclusione, di
comunicare fra loro verbalmente o per iscritto, ovvero di mettersi in relazione con
altri, salvo che con i componenti della Commissione Giudicatrice o con il personale
addetto alla vigilanza.
4. E’ fatto divieto ai candidati, a pena di esclusione dalla procedura di selezione, di
utilizzare o anche solo detenere telefoni cellulari di qualsiasi tipo (comprese le
18
5.
6.
7.
8.
9.
10.
11
apparecchiature in grado di inviare fotografie e immagini) e strumenti elettronici,
compresi quelli di tipo "palmari" o personal computer portatili di qualsiasi tipo che
consentano il collegamento all’esterno delle aule sedi delle prove, tramite
collegamenti "wireless" o alla normale rete telefonica con protocolli "UMTS", "GPRS"
o "GSM".
I candidati sono, pertanto, invitati a non portare con sé i telefoni cellulari e gli altri
strumenti elettronici indicati nel comma 4 del presente articolo.
In caso contrario, i candidati dovranno procedere alla loro consegna al personale
preposto alla identificazione, prima di entrare nella sede di svolgimento della prova,
ovvero secondo le indicazioni fornite dalla Commissione o dal Responsabile di Aula.
E’ fatto, inoltre, divieto ai candidati, a pena di esclusione dalla procedura di
selezione, di tenere con sé, durante l'espletamento della prova, borse, zaini, carta da
scrivere, appunti, libri, pubblicazioni o altro materiale.
Borse, zaini, carta da scrivere, appunti, libri, pubblicazioni o altro materiale dovranno
essere depositati dal candidato a terra, di fianco al banco ove egli svolge la prova o
in altro luogo indicato dal Presidente della Commissione o dal Responsabile di Aula.
Il candidato che contravvenga alle disposizioni contenute nel presente articolo è
escluso dalla
procedura di selezione con disposizione immediata della
Commissione.
La mancata esclusione all'atto della prova non preclude che la stessa possa essere
disposta in un momento successivo alla prova stessa.
La Commissione Giudicatrice cura l'osservanza delle predette disposizioni ed ha
facoltà di adottare tutti i provvedimenti necessari a tal fine.
Articolo 10
Accesso agli atti e trattamento dei dati personali
1. Ai candidati è garantito il diritto di accesso alla documentazione inerente il
procedimento di cui al presente bando, a norma della vigente normativa.
2. Tale diritto potrà essere esercitato secondo le modalità stabilite con il Regolamento
di Ateneo sui procedimenti amministrativi e sul diritto di accesso ai documenti
amministrativi, emanato con Decreto Rettorale del 10 febbraio 2014, n. 112.
3. Ai sensi del Decreto Legislativo del 30 giugno 2003, n. 196, e successive modifiche
ed integrazioni, la Amministrazione si impegna a rispettare il carattere riservato dei
dati personali forniti dai candidati e ad utilizzarli esclusivamente per le finalità
connesse alla procedura disciplinata dal presente Decreto.
4. Il trattamento dei dati è, pertanto, obbligatorio e necessario per consentire il corretto
e regolare espletamento della procedura.
5. In ogni caso, i candidati potranno esercitare i diritti di cui all'articolo 7 del Decreto
Legislativo del 30 giugno 2003, n. 196, e successive modifiche e integrazioni, tra i
quali il diritto di accesso ai dati che li riguardano, il diritto di rettificare, aggiornare,
completare o cancellare i dati erronei, incompleti o raccolti in modo non conforme
alla legge, nonché il diritto di opporsi, per motivi legittimi, al loro trattamento.
6. Tali diritti potranno essere fatti valere nei confronti dell'Università degli Studi del
Sannio, titolare del trattamento.
Articolo 11
Pubblicità degli atti
1. Il presente Decreto Rettorale e tutti gli atti ad esso connessi e conseguenti saranno
resi noti mediante affissione all’Albo "On-Line" della Università degli Studi del Sannio.
2. La pubblicazione informatica sul Sito Web di Ateneo ha valore di notifica ufficiale a
tutti gli effetti, per cui non saranno inoltrate comunicazioni personali agli interessati.
19
Articolo 12
Responsabile del Procedimento
1. Ai sensi della Legge del 7 agosto 1990, n. 241, e successive modifiche ed
integrazioni, il Responsabile del Procedimento è la Dottoressa Monica FACCHIANO,
inquadrata
nella
Categoria
EP,
Posizione
Economica
EP1,
Area
Amministrativa-Gestionale, e Responsabile dei Settori "Relazioni e Mobilità
Internazionale", "Orientamento e Placement", "Servizi Post Laurea" e "Servizi agli
Studenti".
2. Chiarimenti e/o informazioni relativi al presente avviso potranno essere richiesti alla
Unità Organizzativa "Esami di Stato, Dottorati e Master", nelle persone delle
Dottoressa Laura LOMBARDI e Margherita FANZO, che potranno essere contattate
ai seguenti recapiti telefonici: 0824/305477 - 305455, ovvero ai seguenti indirizzi di
posta elettronica: [email protected], [email protected]
Articolo 13
Rinvio
1. Per tutto quanto non espressamente previsto dal presente Avviso si rinvia alla vigente
normativa che disciplina il Secondo Ciclo dei Corsi di "Tirocinio Formativo Attivo".
2. In particolare, per quanto riguarda la durata, l’articolazione e le modalità di
svolgimento dei Corsi di "Tirocinio Formativo Attivo", nonché il conseguimento del
titolo finale di abilitazione nella classe di iscrizione, si rinvia a quanto disposto dal
Decreto del Ministro della Istruzione, della Università e della Ricerca del 10 settembre
2010, n. 249, e successive modifiche ed integrazioni.
Il presente Decreto Rettorale sarà sottoposto all’esame del Senato Accademico e del
Consiglio di Amministrazione, nelle prime sedute utili, per la prescritta ratifica.
Benevento, lì 17 novembre 2014
F.to IL RETTORE
Professore Filippo de Rossi
20
Author
Document
Category
Uncategorized
Views
0
File Size
212 KB
Tags
1/--pages
Report inappropriate content