close

Enter

Log in using OpenID

Bando II ciclo TFA - Università degli Studi di Verona

embedDownload
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI VERONA
Decreto Rettorale Rep. n. 2466/2014
Prot. n. 66879 del 17/10/2014
Bando di ammissione ai Corsi di Tirocinio Formativo Attivo (TFA) per
l'insegnamento nella scuola secondaria di primo e secondo grado a.a. 2014-2015
Articolo 1 - Selezione e posti
1. E’ indetta, per l’a.a. 2014-2015, la selezione per prove e titoli per l’ammissione ai corsi di
Tirocinio Formativo Attivo (TFA), istituti presso questa Università e finalizzati al conseguimento
dell’abilitazione per l’insegnamento nella scuola secondaria di primo e di secondo grado, ai sensi
dell’articolo 15 del D.M. del 10 settembre 2010, n. 249 e successive modifiche e integrazioni.
2. Il numero di posti disponibili per i corsi offerti per ciascuna classe di abilitazione/ambito
disciplinare verticale, determinato in conformità alla programmazione degli accessi definita, per
l’anno accademico 2014-2015, con il decreto del Ministro dell’Istruzione, dell’Università e della
Ricerca del 16 maggio 2014 n. 312, adottato ai sensi dell’articolo 5 del D.M. del 10 settembre 2010,
n. 249, è di seguito indicato:
Classe di
abilitazione/ambito
disciplinare verticale
Denominazione
A017
A019
A042
A048
DISCIPLINE ECONOMICO-AZIENDALI
DISCIPLINE GIURIDICHE ED ECONOMICHE
INFORMATICA
MATEMATICA APPLICATA
A052
MATERIE LETTERARIE, LATINO E GRECO NEL
LICEO CLASSICO
A059
Ambito disciplinare
verticale 2 (A029-A030)
Ambito disciplinare
verticale 4 (A043-A050)
Ambito disciplinare
verticale 5 (Francese)
(A245 – A246)
Ambito disciplinare
verticale 5 (Inglese)
(A345 – A346)
Ambito disciplinare
verticale 5 (Spagnolo)
(A445 – A446)
Ambito disciplinare
verticale 5 (Tedesco)
(A545 – A546)
SCIENZE MATEMATICHE, CHIMICHE, FISICHE
E NATURALI NELLA SCUOLA MEDIA
A029 - EDUCAZIONE FISICA NEGLI ISTITUTI E
SCUOLE DI ISTRUZIONE SECONDARIA II
GRADO
A030 - EDUCAZIONE FISICA NELLA SCUOLA
MEDIA
A043 - ITALIANO STORIA ED EDUCAZIONE
CIVICA,GEOGRAFIA NELLA SCUOLA MEDIA
A050 - MATERIE LETTERARIE NEGLI ISTITUTI
DI ISTRUZIONE SECONDARIA DI II GRADO
A245 - LINGUA STRANIERA (FRANCESE)
A246 – LINGUA E CIVILTA’ STRANIERA
(FRANCESE)
A345 - LINGUA STRANIERA (INGLESE)
A346 - LINGUA E CIVILTA’ STRANIERA
(INGLESE)
A445 - LINGUA STRANIERA (SPAGNOLO)
A446 - LINGUA E CIVILTA’ STRANIERA
(SPAGNOLO)
A545 - LINGUA STRANIERA (TEDESCO)
A546 - LINGUA E CIVILTA’ STRANIERA
(TEDESCO)
1
Totale posti
disponibili
Verona
a.a. 2014-15
37
40
21
14
15
72
100
115
22
74
14
14
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI VERONA
Articolo 2 - Requisiti di ammissione alla selezione per prove e titoli
1. Sono ammessi a sostenere le prove di accesso, successive al test preliminare, presso questo
Ateneo coloro che, superata la prova preliminare, sono stati ammessi con avviso del Dirigente
dell’Ufficio III – USR Veneto del 7 ottobre 2014 e ai sensi del Decreto Direttoriale n. 698 del 1°
ottobre 2014 hanno indicato come prima sede sulla piattaforma CINECA l’Università degli Studi di
Verona.
2. Ai sensi dell’art. 3, comma 4, del D.M. 312/2014 i titoli di accesso all’intera procedura selettiva,
autocertificati dai candidati al momento della presentazione della domanda di ammissione al test
preliminare sul sito https://tfa.cineca.it , sono verificati a cura dell’Ufficio Scolastico Regionale del
Veneto. L’Università può in ogni caso richiedere di integrare la documentazione presentata nonché
adottare in qualsiasi momento provvedimenti di esclusione o decadenza nei confronti di coloro che
risultino sprovvisti dei requisiti richiesti.
3. Si ricorda che possono partecipare alle prove di accesso coloro che sono privi di abilitazione per
la relativa classe di concorso o, stante l’unificazione dei percorsi stabilita dal D.M. 312/2014, siano
privi di abilitazione su entrambe le classi ricomprese negli ambiti disciplinari verticali 2 (29/A e
30/A) e 4 (43A e 50A). Per le classi dell’ambito disciplinare verticale 5 (45A e 46A distinti per le
diverse lingue straniere) possono partecipare alle prove di accesso coloro che sono privi di
abilitazione per la lingua richiesta.
Articolo 3 - Soprannumerari
1. Sono ammessi in soprannumero ai corsi di TFA, senza dover sostener alcuna prova, coloro che
hanno superato l’esame di ammissione alle scuole di specializzazione per l’insegnamento
secondario (SSIS), che si sono iscritti e che hanno sospeso la frequenza senza aver sostenuto
l’esame per l'abilitazione ai sensi dell’articolo 15, comma 17, del D.M. 10 settembre 2010, n. 249,
ivi compresi coloro che fossero risultati idonei e in posizione utile in graduatoria ai fini di una
seconda abilitazione da conseguirsi attraverso la frequenza di un secondo biennio di
specializzazione o di uno o più semestri aggiuntivi, ai sensi dell’articolo 1, comma 19, del D.M. 11
novembre 2011.
2. Sono, altresì, ammessi in soprannumero:
a) coloro che hanno superato l’intera procedura selettiva per più classi di abilitazione nel
precedente ciclo di TFA e che hanno optato per la frequenza di un solo corso di TFA;
b) coloro che hanno sospeso la frequenza del primo ciclo di TFA per cause sopravvenute e
comunque a loro non imputabili;
2
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI VERONA
c) coloro che sono risultati idonei ma non collocati in posizione utile ai fini della frequenza del
I ciclo di TFA.
3. Non sono ammessi all’iscrizione in soprannumero coloro che - attraverso la frequenza del I Ciclo
TFA (ai sensi dell’art.5, comma 2 del D.D.G. n. 698 del 1 ottobre 2014) o attraverso i percorsi SSIS
o AFAM (ai sensi della nota MIUR prot. 11020 del 01/10/2014) - abbiano già conseguito
un’abilitazione nella medesima classe o, stante l’unificazione dei percorsi stabilita dal D.M.
312/2014, su una o entrambe le classi ricomprese negli ambiti disciplinari verticali 2 (29/A e 30/A)
e 4 (43A e 50A). Per le classi dell’ambito disciplinare verticale 5 (45A e 46A distinti per le diverse
lingue straniere) non sono ammessi all’iscrizione in soprannumero coloro che abbiano già
conseguito un’abilitazione nella medesima lingua.
4. Termini e modalità di iscrizione dei soprannumerari sono indicati all’articolo 14 del presente
bando.
Articolo 4 – Prove selettive di accesso
1. Ai sensi dell’articolo 15, comma 5, del D.M. n. 249 del 2010, le prove di accesso successive al
test preliminare consistono in:
a. una prova scritta;
b. una prova orale.
2. Le prove di accesso vertono sui programmi disciplinari per le relative classi di concorso di cui al
D.M. 21 settembre 2012, n. 80, ovvero, per le classi di concorso ivi non contemplate, sui
programmi disciplinari di cui al D.M. 11 agosto 1998, n. 357. I predetti programmi sono integrati
dai contenuti disciplinari, oggetto di insegnamento per le relative classi di concorso, con riferimento
ai provvedimenti attuativi del riordino del primo e del secondo ciclo di istruzione.
3. Ai sensi del D.M. 20 giugno 2014 n. 487 e del successivo D.D.G. 1° ottobre 2014 n. 698, agli
ambiti disciplinari verticali 2 (29/A e 30/A), 4 (43A e 50A) e 5 (45A e 46A distinti per le diverse
lingue straniere) corrispondono una stessa prova scritta, una stessa prova orale, una stessa
graduatoria di merito e un percorso di TFA unificato per le corrispettive classi di concorso,
strutturato al fine di garantire sia la comune acquisizione delle competenze didattiche disciplinari
sia lo svolgimento di periodi di tirocinio nelle scuole secondarie di primo e secondo grado.
Articolo 5 – Procedura di iscrizione on line al concorso e termini di scadenza
1. La partecipazione al concorso è subordinata, pena l’esclusione, alla compilazione della domanda
on line disponibile sul sito di Ateneo all’indirizzo https://univr.esse3.cineca.it/Home.do a partire
dalle ore 13.00 del giorno 20 ottobre 2014 ed entro le ore 13.00 del 27 ottobre 2014. Dopo tale
termine il collegamento verrà disattivato e non sarà più possibile compilare la domanda o
3
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI VERONA
modificare le scelte effettuate. Il servizio potrà subire momentanee sospensioni per esigenze di
aggiornamento tecnico.
2. La domanda di iscrizione on line al concorso deve essere compilata esclusivamente dai candidati
in possesso dei requisiti di ammissione alla selezione di cui all’articolo 2 del presente bando.
3. La procedura si articola in due fasi: a. registrazione utente (solo per coloro che non si siano mai
registrati all’Ateneo di Verona); b. compilazione domanda di iscrizione online. I candidati sono
invitati a procedere sin da subito alla registrazione sul sito https://univr.esse3.cineca.it/Start.do. Al
termine della procedura di registrazione, saranno rilasciate le credenziali di accesso (nome utente e
password). Nel caso in cui un utente fosse già in possesso di credenziali date dal nostro Ateneo, in
occasione dell’iscrizione a precedenti Corsi di Studio, tale registrazione non sarà necessaria. Per chi
non
dovesse
ricordare
le
precedenti
credenziali
di
accesso
vedere
la
pagina
www.univr.it/recuperocredenziali per il recupero.
Il recupero potrà essere effettuato tramite due modalità, la prima ovvero “password dimenticata via
email privata”, potrà essere seguita solamente da chi al tempo della prima iscrizione ad un corso
dell’Università di Verona aveva rilasciato un indirizzo email (la nuova password sarà infatti
recapitata al suddetto indirizzo). Nel caso in cui si necessitasse del recupero della password,
occorreranno almeno tre giorni lavorativi per l’elaborazione della pratica, si consiglia pertanto di
effettuare la registrazione sin dalla data di pubblicazione del presente bando.
Per ulteriori dettagli sulle procedure di: a. registrazione utente, b. compilazione domanda di
iscrizione online sono a disposizione sul sito di Ateneo al link www.univr.it/tfa la GUIDA ALLA
REGISTRAZIONE AL PORTALE DEI SERVIZI WEB DI CARRIERA STUDENTE “ESSE3” e
la GUIDA ALL’ISCRIZIONE ON LINE AL CONCORSO TFA.
3. Laddove sussistano i requisiti di cui all’articolo 2 del presente bando la domanda può essere
presentata per più classi di abilitazione. La procedura di iscrizione on line al concorso dovrà essere
quindi ripetuta rispettando le medesime modalità di iscrizione. Non è possibile iscriversi alla
selezione relativa a più classi di abilitazione appartenenti allo stesso ambito disciplinare verticale 2
(29A e 30A) e 4 (43A e 50A). Per le classi dell’ambito disciplinare verticale 5 è possibile
l’iscrizione alla selezione relativa a più classi solo se per lingue straniere diverse. In caso di
collocazione in posizione utile in graduatoria relativa a classi di abilitazione diverse, i candidati
dovranno comunque optare per l’iscrizione e la frequenza di un solo corso di TFA.
4. Il perfezionamento dell’iscrizione avviene attraverso il versamento del contributo dell’importo di
50,00 euro da versarsi entro la data di scadenza della compilazione della domanda di iscrizione
online (ore 13.00 del 27 ottobre 2014). Il versamento del contributo va effettuato esclusivamente
4
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI VERONA
presso una qualsiasi dipendenza delle seguenti banche: Banca Popolare di Verona S. Geminiano e
S. Prospero, Banca Intesa, Cassa di Risparmio del Veneto.
I dati relativi agli sportelli si possono trovare ai seguenti siti:
http://www.bpv.it/ricerca-filiali
http://www.crveneto.it/cartografia/cartografia.jsp
http://www.intesasanpaolo.com/cartografia/cartografia.jsp .
In caso di iscrizione on line a più selezioni, secondo quanto indicato al precedente comma, ai fini
del perfezionamento dell’iscrizione, il contributo di 50,00 euro dovrà essere versato per ciascuna
iscrizione on line. Il contributo alla prova non è rimborsabile per nessun motivo, attesa la sua
destinazione.
5. Il mancato rispetto del termine indicato per la compilazione della domanda di iscrizione on
line al concorso e/o il mancato pagamento del contributo comportano l’esclusione dalla
selezione.
6. I candidati diversamente abili o con disturbi specifici di apprendimento, in applicazione degli
artt. 16 e 20 della Legge 05 febbraio 1992 n. 104, così come modificata dalla legge 28 gennaio
1999, n.17, possono richiedere gli ausili necessari in relazione al loro specifico handicap nonché
l’eventuale concessione di tempi aggiuntivi per lo svolgimento della prova. La relativa domanda,
oltre che in fase di compilazione on line, dovrà essere presentata al Responsabile del Procedimento,
Dott.ssa Roberta Bissa, via e-mail all’indirizzo [email protected] specificando nell’oggetto
“nome, cognome e domanda di iscrizione al concorso TFA” e allegando i documenti necessari alla
valutazione della disabilità o del disturbo specifico di apprendimento entro le ore 13.00 del 27
ottobre 2014. La stessa richiesta dovrà essere presentata, entro gli stessi termini al Centro Disabili
di Ateneo, all’indirizzo e-mail [email protected]
Articolo 6 – Commissioni esaminatrici
1. La commissione esaminatrice di ogni classe di abilitazione/ambito disciplinare verticale è
nominata con Decreto Rettorale. Durante lo svolgimento delle prove, la commissione può avvalersi
dell’assistenza di personale docente e amministrativo addetto alla vigilanza ed all’identificazione
dei candidati.
Articolo 7 – Prova scritta
1. La prova scritta è valutata in trentesimi.
2. La prova scritta è soggetta ad annullamento, qualora riporti la firma o segni idonei a fungere da
elemento di riconoscimento del candidato.
3. La prova è predisposta da ciascuna Università secondo i seguenti criteri:
5
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI VERONA
a) l’oggetto è costituito da una o più discipline ricomprese nella classe di concorso cui il
percorso di tirocinio formativo attivo si riferisce;
b) la prova verifica le conoscenze disciplinari, le capacità di analisi, interpretazione e
argomentazione, il corretto uso della lingua italiana, e non può pertanto prevedere domande a
risposta chiusa;
c) nel caso di classi di concorso relative alla lingua straniera, la prova è svolta nella lingua
straniera per cui si richiede l’accesso al percorso di tirocinio formativo attivo;
d) nel caso di classi di concorso che contemplano l’insegnamento della lingua italiana, è prevista
una prova di analisi del testo;
e) nel caso di classi di concorso che contemplano l’insegnamento delle lingue classiche è
prevista una prova di traduzione;
f) nel caso di classi di concorso relative a discipline scientifiche o tecniche, la prova scritta può
essere integrata da una prova pratica in laboratorio.
4. I candidati che superano la prova scritta sono ammessi alla prova orale se hanno conseguito una
votazione nella prova scritta non inferiore a 21/30. Nel caso di classi di concorso che prevedono
anche la prova pratica in laboratorio, ai sensi dell’articolo 1, comma 12, lettera f), del D.M. 11
novembre 2011, il voto è unico ed è ottenuto dalla media aritmetica dei voti attribuiti, ciascuno dei
quali deve essere comunque non inferiore a 21/30.
5. Le date delle prove scritte sono programmate secondo il calendario riportato in tabella 1:
Tabella 1 - calendario prove scritte – novembre 2014
Classi di
concorso/
Ambito
disciplinare
verticale
lunedì 03/11/2014
Matt.
Pom.
martedì 04/11/2014
Matt.
Pom
mercoledì 05/11/2014
Matt.
Pom.
Ambito 2
(A029/A030)
Matt.
Convocazione
candidati
ORE 08.30
INIZIO
PROVA
ORE 09.30
A017
A019
giovedì 06/11/2014
Convocazione
candidati
ORE 13.30
INIZIO
PROVA
ORE 14.00
Convocazione
candidati
ORE 13.30
INIZIO
PROVA
ORE 14.30
Convocazione
candidati
ORE 13.30
INIZIO
PROVA
ORE 14.30
A042
6
Pom.
lunedì 10/11/2014
Matt.
Pom.
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI VERONA
Ambito 4
(A043/A050)
Convocazione
candidati
ORE 08.30
INIZIO
PROVA
ORE 09.30
Convocazione
candidati
ORE 08.30
INIZIO
PROVA
ORE 09.30
A048
Convocazione
candidati
ORE 08.30
INIZIO
PROVA
ORE 09.30
A052
Convocazione
candidati
ORE 08.30
INIZIO
PROVA
ORE 09.30
A059
Convocazione
candidati
ORE 13.30
INIZIO
PROVA
ORE 14.30
Ambito 5
(Francese)A2
45/A246
Ambito 5
(Inglese)A345/
A346
Convocazione
candidati
ORE 13.30
INIZIO
PROVA
ORE 14.30
Convocazione
candidati
ORE 08.30
INIZIO
PROVA
ORE 09.30
Ambito 5
(Spagnolo)A4
45/A446
Convocazione
candidati
ORE 13.30
INIZIO
PROVA
ORE 14.30
Ambito 5
(Tedesco)A54
5/A546
I Candidati dovranno presentarsi per l’identificazione nell’orario indicato in tabella 1.
Tutte le indicazioni sulle aule saranno pubblicate sul sito di Ateneo www.univr.it/tfa almeno due
giorni prima dello svolgimento della prova.
Il predetto calendario ha valore di notifica a tutti gli effetti nei confronti dei candidati.
Eventuali modifiche, integrazioni e/o aggiornamenti saranno pubblicati sul sito di Ateneo al
seguente indirizzo: www.univr.it/tfa.
Articolo 8 - Prova orale
1. La prova orale, valutata in ventesimi, è superata se il candidato riporta un voto non inferiore a
15/20.
7
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI VERONA
2. La prova è svolta tenendo conto delle specificità delle diverse classi di concorso. Nel caso di
classi di concorso relative alla lingua straniera, la prova è svolta nella lingua straniera per cui si
richiede l’accesso al corso di tirocinio formativo attivo.
3. Le prove orali si svolgeranno per tutte le classi TFA/ambiti disciplinari verticali a partire dal
giorno 24 novembre 2014. Ulteriori indicazioni ed eventuali modifiche, integrazioni e/o
aggiornamenti saranno pubblicati sul sito di Ateneo al seguente indirizzo: www.univr.it/tfa.
4. L’elenco degli ammessi alla prova orale con l’indicazione dettagliata della sede di svolgimento
della prova e dell’orario sarà pubblicato, a partire dal 20 novembre 2014 e comunque prima della
prova stessa, sul sito di Ateneo al link www.univr.it/tfa . Tale pubblicazione avrà valore di notifica
a tutti gli effetti nei confronti dei candidati.
Articolo 9 – Titoli valutabili
1. I titoli valutabili ai fini della graduatoria finale devono essere conseguiti entro la data di scadenza
di presentazione delle domande (16 giugno 2014), con la sola eccezione del titolo di accesso che
poteva essere conseguito entro e non oltre il 31 agosto 2014 (con conseguente scioglimento della
riserva).
2. L’autocertificazione dei titoli valutabili dovrà essere presentata unitamente alla domanda di
iscrizione on line al concorso e quindi entro le ore 13.00 del 27 ottobre 2014 tramite upload
(caricamento on line) sulla pagina riservata dell’iscrizione al concorso del modulo di cui all’allegato
1 del presente bando, debitamente compilato e firmato, nonché di un documento di riconoscimento
in corso di validità.
3. Nel caso in cui in fase di iscrizione on line al concorso non venisse fornita secondo le modalità
indicate al punto precedente l’informazione sui titoli valutabili, gli stessi anche se posseduti, non
potranno essere considerati ai fini della graduatoria finale di merito.
4. La valutazione dei titoli, effettuata ai sensi dell’art. 15, comma 13, del D.M. 10 settembre 2010,
n. 249 e del successivo Allegato A del D.M. 11 novembre 2011, verrà pubblicata sul sito di Ateneo
al link www.univr.it/tfa prima dello svolgimento della prova orale.
Articolo 10 – Obblighi dei candidati
1. Per sostenere le prove d’esame i candidati devono presentarsi, per le operazioni di appello e
identificazione, nella sede e nell’orario indicati dall’Università.
2. I candidati potranno accedere all’aula di svolgimento delle prove soltanto dopo le procedure di
identificazione esibendo un documento di riconoscimento in corso di validità. Coloro che si
presentassero senza documenti, con documenti non validi o in ritardo, non saranno ammessi.
8
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI VERONA
3. Qualora il candidato non risultasse nell’elenco predisposto dall’università, l’avvenuta iscrizione è
certificata dall’interessato esibendo la ricevuta del versamento del contributo di cui all’articolo 5,
comma 4.
4. Il candidato deve svolgere le prove secondo le istruzioni che saranno impartite dalla
Commissione e rispettare gli obblighi previsti nel presente articolo, pena l’esclusione dalla
procedura selettiva.
5. Durante la prova scritta per quanto rilevante ai fini della stessa, i candidati
a. devono:
- fare uso esclusivamente di penna nera che sarà fornita loro dopo l’identificazione;
b. non possono, a pena di esclusione:
- comunicare fra loro verbalmente o per iscritto, ovvero mettersi in relazione con altri, salvo
che con i componenti della Commissione Giudicatrice;
- tenere appunti manoscritti, testi di qualunque specie, calcolatrici, telefoni cellulari,
dispositivi elettronici che permettano la comunicazione con l’esterno e quant’altro venga
comunicato prima dell’inizio della prova;
- riportare la firma o segni idonei a fungere da elemento di riconoscimento del candidato.
Articolo 11 – Graduatoria
1. La graduatoria degli ammessi al corso di TFA è formata sommando rispettivamente il punteggio
conseguito nel test preliminare (con votazione non inferiore a 21/30), il punteggio della prova
scritta (con votazione non inferiore a 21/30), il punteggio della prova orale (con votazione non
inferiore a 15/20) e, se presentati, il punteggio attribuito all’esito della valutazione dei titoli. In caso
di parità di punteggio, prevale il candidato che abbia una maggiore anzianità di servizio nelle
istituzioni scolastiche. Nel caso di ulteriore parità, prevale il candidato più giovane.
2. E’ ammesso al TFA, secondo l’ordine della graduatoria di cui al punto precedente, un numero di
candidati non superiore al numero dei posti disponibili in questo Ateneo come indicato all’articolo 1
del presente bando.
3. Nell’ipotesi in cui la graduatoria dei candidati ammessi risulti composta da un numero di
concorrenti inferiore al numero dei posti disponibili, il corso TFA è attivato per un numero di
studenti pari al numero degli ammessi, a condizione che venga raggiunto il numero minimo di 10
iscritti, salva la possibilità di redistribuzione dei candidati idonei nell’ambito della stessa Regione e
la possibilità di redistribuzione dei candidati idonei di altre Regioni di cui all’articolo 7, commi 5 e
6 e dell’articolo 12, commi 3 e 4, del D.M. 16 maggio 2014, n. 312 e secondo le modalità di cui
all’articolo 4 del D.D.G. n. 698 del 1° ottobre 2014.
9
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI VERONA
4. Gli aspiranti inseriti in graduatoria di merito non collocati nel limite dei posti disponibili, ai sensi
dell’art. 7, comma 6 e dell’art. 12, commi 3 e 4 del D.M. 16 maggio 2014 n.312 sono redistribuiti, a
cura degli Uffici Scolastici Regionali, nel limite dei posti messi a bando da ciascuna Istituzione
accademica, secondo la presente procedura:
a) sulla base del punteggio della graduatoria di merito sono prioritariamente collocati, d’ufficio, ai
sensi dell’art. 12, comma 4 del DM del 16 maggio 2014 n. 312, in eventuale altra Istituzione
accademica della regione che abbia posti disponibili per la relativa classe di concorso e fino
all’esaurimento di detti posti;
b) sulla base del punteggio della graduatoria di merito, nelle istituzioni accademiche indicate ai
sensi dell’art. 3, comma 5 ove risultino posti disponibili per la relativa classe di concorso e fino
all’esaurimento di detti posti.
5. Qualora l’offerta formativa da parte delle Istituzioni accademiche, dopo l’effettuazione delle
suddette operazioni, risulti ancora insufficiente a far fronte al numero di aspiranti, inseriti utilmente
nelle graduatorie di merito nei limiti rigorosi dei contingenti definiti dall’allegato A al DM 16
maggio 2014 n. 312, il Ministero fornirà successive indicazioni al fine di attivare iniziative volte a
consentire la frequenza dei percorsi TFA agli aspiranti aventi titolo che non risultino altrimenti
collocati.
5. Le graduatorie degli ammessi al TFA saranno pubblicate a partire dal 09 dicembre 2014
all’indirizzo http://www.univr.it/tfa. La pubblicazione della graduatoria ha valore di notifica a tutti
gli effetti agli interessati.
6. In caso di collocazione in posizione utile in graduatoria relativa a classi di abilitazione diverse, i
candidati dovranno comunque optare per l’iscrizione e la frequenza di un solo corso di TFA.
Articolo 12 – Immatricolazione
1. Il candidato collocato in posizione utile dovrà provvedere alla preimmatricolazione on line a
partire dal 15 dicembre 2014 e fino al 20 dicembre 2014. Il candidato dovrà poi presentarsi a
partire dal 17 dicembre 2014 e fino al 23 dicembre 2014 presso la Segreteria di Ateneo portando
la domanda di preimmatricolazione comprensiva del pagamento della prima rata di tasse e
contributi e una fototessera. Eventuali ulteriori dettagli o comunicazioni sulle procedure di
immatricolazione saranno forniti tramite avviso sul sito di Ateneo www.univr.it/tfa .
2. A tal fine il candidato dovrà accedere nuovamente alla pagina riservata utilizzando le credenziali
in suo possesso, selezionare il menù “segreteria” e la voce “immatricolazioni”, scegliere
“immatricolazioni corsi ad accesso programmato”, scegliere come tipologia “corso di studio TFA”
ed eseguire la preimmatricolazione al corso per il quale è risultato vincitore e al quale vuole
10
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI VERONA
immatricolarsi. Si ricorda che in caso di collocazione in posizione utile in graduatoria relativa a
classi di abilitazione diverse si dovrà optare per l’iscrizione e la frequenza di un solo corso di TFA.
Al termine della preimmatricolazione si dovrà stampare la domanda di preimmatricolazione
comprensiva del modulo per il pagamento della prima rata di tasse e contributi.
3. Ulteriori dettagli sulle procedure per l’immatricolazione potranno essere forniti sul sito di Ateneo
al link www.univr.it/tfa .
4. Coloro che non avranno provveduto a regolarizzare la propria immatricolazione secondo termini
e modalità previste dal bando e versando il contributo relativo saranno considerati rinunciatari.
Art. 13 – Subentri
1. Gli eventuali posti resisi disponibili a seguito di rinuncia espressa o tacita, ovvero di decadenza
dal diritto di immatricolazione, saranno assegnati mediante scorrimento della graduatoria. I
candidati aventi diritto al subentro verranno avvisati dagli uffici preposti mediante pubblicazione
dell’elenco dei subentranti al seguente indirizzo www.univr.it/tfa a partire dal 07 gennaio 2015. I
candidati saranno tenuti alla preimmatricolazione online entro il 09 gennaio 2015, secondo le
modalità che saranno riportate nell’avviso di subentro.
Art. 14 – Procedura di iscrizione on line e immatricolazione soprannumerari
1. Gli aventi titolo all’iscrizione in soprannumero secondo l’art. 3 del presente bando devono
compilare la domanda di preiscrizione online, autocertificando il possesso del requisito secondo il
modello di cui all’allegato 2 del presente bando, che dovrà essere debitamente compilato e firmato,
e caricato on line a partire dalle ore 13.00 del giorno 3 novembre 2014 ed entro le ore 13.00 del
10 novembre 2014. L’autocertificazione dovrà essere corredata da un documento di riconoscimento
in corso di validità anch’esso da caricare on line. Dopo tale termine il collegamento verrà disattivato
e non sarà più possibile compilare la domanda o modificare le scelte effettuate. Il servizio potrà
subire momentanee sospensioni per esigenze di aggiornamento tecnico.
2. La procedura di iscrizione on line si articola in due fasi: a. registrazione utente (solo per coloro
che non si siano mai registrati all’Ateneo di Verona); b. compilazione domanda di iscrizione online.
I
candidati
sono
invitati
a
procedere
sin
da
subito
alla
registrazione
sul
sito
https://univr.esse3.cineca.it/Start.do . Al termine della procedura di registrazione, saranno rilasciate
le credenziali di accesso (nome utente e password). Nel caso in cui un utente fosse già in possesso
di credenziali date dal nostro Ateneo, in occasione dell’iscrizione a precedenti Corsi di Studio, tale
registrazione non sarà necessaria. Per chi non dovesse ricordare le precedenti credenziali di accesso
vedere la pagina www.univr.it/recuperocredenziali per il recupero.
11
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI VERONA
Il recupero potrà essere effettuato tramite due modalità, la prima ovvero “password dimenticata via
email privata”, potrà essere seguita solamente da chi al tempo della prima iscrizione ad un corso
dell’Università di Verona aveva rilasciato un indirizzo email (la nuova password sarà infatti
recapitata al suddetto indirizzo). Nel caso in cui si necessitasse del recupero della password,
occorreranno almeno tre giorni lavorativi per l’elaborazione della pratica, si consiglia pertanto di
effettuare la registrazione sin dalla data di pubblicazione del presente bando.
Per ulteriori dettagli sulle procedure di: a. registrazione utente, b. compilazione domanda di
iscrizione online sono a disposizione sul sito di Ateneo al link www.univr.it/tfa la GUIDA ALLA
REGISTRAZIONE AL PORTALE DEI SERVIZI WEB DI CARRIERA STUDENTE “ESSE3” e
la GUIDA ALL’ISCRIZIONE SOPRANNUMERARI TFA.
3. La domanda di iscrizione deve essere presentata per un solo Ateneo della Regione Veneto e per
un’unica classe di concorso/ambito disciplinare verticale.
4. L’elenco degli ammessi in soprannumero al TFA verrà pubblicato a partire dal 09 dicembre
2014 sul sito di Ateneo al link www.univr.it/tfa.
5. La preimmatricolazione on line e l’immatricolazione dovranno essere effettuate secondo i termini
di cui all’articolo 12 del presente bando.
Articolo 15 – Tasse e contributi di iscrizione
1. L’iscrizione al TFA secondo l’ordine della graduatoria si perfeziona con il pagamento della
prima rata a titolo di tassa e contributo di iscrizione, comprensivo della tassa regionale per il diritto
allo studio, di importo pari a euro 1.685,00. Durante il corso è previsto il versamento di una seconda
rata di importo pari ad euro 1.000,00. La contribuzione complessivamente dovuta sarà quindi di
euro 2.685,00.
2. E’ stabilita un’indennità di mora di € 50,00 in caso di pagamento entro il 60° giorno e di € 100,00
in caso di pagamento dal 61° giorno dopo la scadenza relativa alla prima e alla seconda rata.
3. Gli studenti con disabilità riconosciuta pari o superiore al 66% hanno diritto all’esonero totale
dalla tassa di iscrizione e dai contributi universitari: ai fini dell’iscrizione per l’a.a. 2014/2015
dovranno pagare solo l’importo della tassa regionale per il diritto allo studio, dell’assicurazione e
dell’imposta di bollo.
4. Gli studenti con disabilità riconosciuta compresa tra il 50 e il 65%, hanno diritto all’esonero dal
pagamento della seconda rata.
Articolo 16 – Inizio attività didattiche e frequenza
1. L’inizio delle attività didattiche, previsto per il mese di gennaio 2015, e il calendario delle lezioni
saranno definiti successivamente e pubblicati sul sito: http://www.univr.it/tfa .
12
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI VERONA
2. L’inizio delle attività didattiche è subordinato all’emanazione da parte del MIUR delle
disposizioni in merito alla definizione dei contingenti e del semiesonero dei tutor coordinatori di cui
all’art. 11, comma 5 del D.M. 10 settembre 2010, n. 249, e successive modifiche.
3. La frequenza dei corsi è obbligatoria. Le assenze sono determinate ai sensi dell’art. 10, comma 7
del D.M. sopraccitato, e successive modifiche.
Art. 17 – Incompatibilità, contemporanea iscrizione e sospensione
1. E’ incompatibile l’iscrizione ai Tirocini formativi attivi (TFA) con l’iscrizione a corsi di
dottorato e corsi di studio, master, corsi di perfezionamento, insegnamenti singoli, Percorsi
Abilitanti Speciali (PAS) e in generale qualsiasi corso/insegnamento che dia diritto all’acquisizione
di crediti formativi universitari o accademici.
2. E’ consentita la contemporanea iscrizione ai Tirocini Formativi Attivi e ai corsi di studio o
master, a condizione che, alla data di iscrizione al Tirocinio Formativo Attivo lo studente abbia
sostenuto tutti gli esami di profitto e che dichiari di conseguire il diploma di laurea o di laurea
specialistica/magistrale o di master entro 90 giorni dall’immatricolazione ovvero che consegua il
titolo di laurea, laurea specialistica/magistrale o di master nell’anno accademico antecedente
all’iscrizione al Tirocinio Formativo Attivo.
3. E’ altresì consentita la contemporanea iscrizione ai Tirocini Formativi Attivi e ai dottorati di
ricerca a condizione che, alla data di iscrizione al Tirocinio Formativo Attivo, siano state concluse
tutte le attività del dottorato e il candidato debba soltanto sostenere l’esame finale per il
conseguimento del titolo.
4. A richiesta dell’interessato, è consentita la sospensione della precedente iscrizione ad un corso di
laurea, laurea specialistica/magistrale, ai fini dell’iscrizione e della frequentazione del Tirocinio
Formativo Attivo.
5. Su richiesta dell’interessato, è altresì consentita agli iscritti al dottorato di ricerca, la sospensione,
con successivo recupero, del corso per il periodo di frequenza del Tirocinio Formativo Attivo,
previo parere favorevole del Collegio Docenti.
6. La sospensione non è applicabile ai Master Universitari.
Articolo 18 – Responsabile del procedimento.
1. Ai sensi della legge 7 agosto 1990, n. 241 e SS.MM.II., responsabile del procedimento di cui al
presente bando è la dott.ssa Roberta Bissa, responsabile dell’U.O. Processi e standard Carriere
Studenti – Area Scienze Umanistiche – Direzione Didattica e Servizi agli Studenti. I candidati
hanno facoltà di esercitare il diritto di accesso agli atti del procedimento concorsuale secondo le
modalità previste dagli articoli 1 e 2 del decreto del Presidente della Repubblica 23 giugno 1992, n.
13
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI VERONA
352 (Regolamento per la disciplina delle modalità di esercizio e dei casi di esclusione del diritto di
accesso ai documenti amministrativi, in attuazione dell’art. 24, comma 2, della legge 241/90,
recante nuove norme in materia di procedimento amministrativo e di diritto di accesso ai documenti
amministrativi). La richiesta dovrà essere inviata all’Ufficio Relazioni con il Pubblico, Via
dell’Artigliere, 8, 37129 Verona, compilando l’apposito modulo scaricabile all’indirizzo:
http://www.univr.it/documenti/Documento/allegati/allegati257101.pdf.
2. Le disposizioni del presente bando atte a garantire la trasparenza di tutte le fasi del procedimento
e i criteri e le procedure per la nomina delle commissioni giudicatrici e dei responsabili del
procedimento sono in attuazione della legge 7 agosto 1990, n. 241 e successive modificazioni.
Eventuali variazioni o integrazioni a quanto contenuto nel presente bando di concorso saranno rese
note
mediante:
pubblicazione
sul
sito
web
dell’Università
degli
Studi
di
Verona
http://www.univr.it/tfa.
3. I candidati sono invitati a consultare costantemente il sito sopra indicato.
Articolo 19 – Trattamento dei dati personali
1. Ai sensi dell’articolo 13 del decreto legislativo 30 giugno 2003, n. 196, i dati personali forniti dai
partecipanti alla selezione per l’accesso ai corsi di tirocinio formativo attivo di cui all’articolo 1,
sono raccolti presso l’Università, che ha sede in via dell’Artigliere n.8, 37129 Verona.
2. Il trattamento dei suddetti dati avverrà esclusivamente per le finalità di cui al presente bando.
3. Il conferimento dei dati personali e obbligatorio ai fini della valutazione dei requisiti di
partecipazione alla selezione, pena l’esclusione dalle procedure di selezione.
4. I dati personali forniti dai candidati possono essere comunicati dall’Università al Ministero per le
finalità istituzionali proprie.
5. Ai candidati sono riconosciuti i diritti di cui all’articolo 7 del citato decreto legislativo
n.196/2003, in particolare il diritto di accesso ai dati che li riguardano e il diritto di ottenerne
l’aggiornamento o la cancellazione se erronei, incompleti o raccolti in termini non conformi alla
legge, nonché il diritto, per motivi legittimi, di opporsi al loro trattamento. Tali diritti possono
essere fatti valere nei confronti dell’Università che ha sede in via dell’Artigliere n. 8, titolare del
trattamento.
f.to Il Rettore
(Prof. Nicola Sartor)
ALLEGATO N. 1 autocertificazione titoli TFA
ALLEGATO N. 2 autocertificazione soprannumerari TFA
14
Author
Document
Category
Uncategorized
Views
1
File Size
119 KB
Tags
1/--pages
Report inappropriate content