close

Enter

Log in using OpenID

articolo - Azienda ULSS 21

embedDownload
Provincia 43
L'ARENA
Sabato 15 Novembre 2014
BASSO VERONESE
Via Alessandro Benedetti, 4 - Legnago | Telefono 0442.20600 Fax 0442.27609
[email protected]
LEGNAGO. Non piacealComune lagestioneprevista aVenezia,che faràdiminuirel’immondizia da smaltirein discarica
Rifiuti,pochii flussiaTorretta
Sirischialamancata bonifica
Ilsindaco protestaanche contro
l’assenzadi programmiprovinciali
Nessunostop,per ora, all’amianto
verso BergantinoeRoverchiara
Fabio Tomelleri
Il nuovo Piano regionale per la
gestione dei rifiuti, che il Consiglio di Palazzo Ferro Fini si
prepara a discutere a Venezia,
a partire da martedì prossimo, non soddisfa Legnago.
Il documento, infatti, non offre garanzie sulla bonifica della discarica di Torretta, gestita
dalla Lese, né scongiura la realizzazione di un impianto per
lo smaltimento di amianto,
che potrebbe sorgere a Bergantino, (Rovigo) a ridosso della
frazione. È quanto è emerso
nel dibattito organizzato dal
Partito democratico, nei giorni scorsi, nella sala civica di
via Matteotti a Legnago. Alla
riunione, coordinata dal vicepresidente del Consiglio regionale Franco Bonfante, è intervenuto Maurizio Conte, assessore regionale all’Ambiente,
affiancato da Luigi Masia, direttore del settore Ambiente
della Regione, e Giovanni Carlo Moretto, dirigente dell'area
Rifiuti.
L’assessore Conte ha evidenziato: «Il nuovo piano gestionale non prevede nuovi inceneritori, né la realizzazione di
ulteriori discariche». Ma è pro-
prio sulla conferma del termovalorizzatore di Ca’ del Bue, oggi funzionante come separatore di rifiuti, che la programmazione regionale non offre al Comune e alla Lese le certezze necessarie sul futuro di Torretta.
«Il problema attuale», ha sottolineato Pietro Zanetti, presidente di Lese, «è legato, infatti, al calo dei rifiuti urbani, previsto in generale per tutto il Veneto, che rischia di mettere in
crisi il nostro impianto il quale, con gli introiti del servizio
di smaltimento, copre la bonifica dei lotti esauriti. Come
previsto nel piano finanziario
della discarica».
«La Provincia di Verona», ha
rincarato la dose il sindaco Clara Scapin, «non ha rispettato
il piano finanziario di Torretta, gestendo i flussi di rifiuti veronesi come ha voluto, dirottando le immondizie in parte
a Ca’ del Bue, a discapito della
nostra frazione». Claudio Marconi, assessore legnaghese delegato all’Ambiente, ha puntualizzato: «Il buon senso vorrebbe che si desse priorità ad
un progetto, come quello di
Torretta, dove c’è una riqualificazione ambientale da completare».
Sull’impianto della Lese, il di-
LEGNAGO. Torna«Macheocchigrandichehai»
Camionalladiscarica diTorretta: pergarantirela suabonifica servirebberopiùrifiuti datrattare
rigente regionale Moretto ha
concordato: «I quantitativi di
rifiuti urbani destinati alla discarcia vanno garantiti, tuttavia sarà il neocostituito Consiglio di bacino la sede più adatta dove affrontare l’argomento. Come Regione stiamo vagliando le nuove tipologie di rifiuti che Lese ci ha chiesto di
poter stoccare».
Nel corso della serata è stato
affrontato anche il tema delle
discariche di amianto che sembrano assediare la Bassa. Lo
scorso settembre, la commissione di Valutazione di impatto ambientale ha infatti bocciato, con sette voti contrati
contro e sei favorevoli, la realizzazione di un impianto a Roverchiara. Nel frattempo, però
è stata depositata a Venezia la
richiesta per creare un sito per
lo stoccaggio dello stesso materiale, considerato cancerogeno, a Bergantino (Rovigo), a ridosso cioé del territorio legnaghese. Di fronte alle perplessità di cittadini e comitati antidiscarica, il direttore Masia ha
chiarito: «L’iter che riguarda
il sito di Bergantino è solo in
fase preliminare. Comunque,
fino all’adozione definitiva del
piano di gestione dei rifiuti siamo obbligati ad esaminare tutti gli atti che nel frattempo sono stati o che vengono inviati». «Su Bergantino», ha aggiunto l’assessore Conte, «verranno effettuate approfondite
valutazioni tecniche. Il Veneto, tuttavia, è attualmente pri-
LEGNAGO. Giornata conledieci sezioni locali
Salieriper bambini LaFidasallaricerca
Teatrofino amarzo dinuovidonatori
consei spettacoli
Domanilachiamata
Domani«Cucciolion the road»
consfilata finaleincentrocittà
Ilgruppo dellaBassa siappella
«C’èmoltobisognodi sangue»
Sei spettacoli a misura di bambino che, nel segno della qualità, offriranno alle famiglie momenti di cultura e di aggregazione. Torna, da domani fino
all’8 marzo 2015, al teatro Salieri, la rassegna «Ma che occhi grandi che hai!»: la rassegna ha il sostegno dell’azienda
«Rpm Spa» e della Regione.
Ad aprire la stagione, domani, alle 16, sarà «Cuccioli on
the road», spettacolo realizzato da «Gli Alcuni», con gli attori e le mascotte dei personaggi
dei cartoni animati che tutti i
bambini conoscono grazie alla serie in onda su Rai 2 e su
Rai YoYo, oltre che al cinema.
«Cuccioli on the road» riserverà parecchie sorprese, divertendo i bambini con un’inedita sfilata tra le vie del centro.
«Ma che occhi grandi che
hai!» proseguirà poi il 30 novembre, con il gruppo del «Teatro Necessario» che allestirà
lo spettacolo «Nuova Barberia
Carloni», mentre il 14 dicembre sarà di scena la Fondazio-
Le 10 sezioni della Fidas della
Bassa si mobilitano per trovare nuovi donatori di sangue. Si
svolgerà, infatti, domani, dalle
8 alle 11, al centro trasfusionale dell’ospedale di Legnago la
giornata per raccogliere adesioni di volontari. L’iniziativa
è rivolta a persone in buona salute, che pesano più di 50 chili
ed hanno un un’età tra i 18 ed i
65 anni. Gli aspiranti donatori
sosterranno un colloquio con
un medico, che si informerà
su eventuali problemi di salute degli interessati, effettuando un piccolo prelievo per esaminare le caratteristiche del
loro sangue. Verranno effettuati anche radiografie ed elettrocardiogramma. Al termine
si saprà se si è idonei alla donazione.
«Le verifiche», dice Fausto
Bazzani, coordinatore di zona
della Fidas, «richiedono un
po’ di tempo. Se sono effettuate nei giorni feriali, rischiano
di occupare un’intera mattinata. Per questo preferiamo rag-
ne Aida con «Mozart: il piccolo stregone». Dopo la pausa
natalizia, la rassegna tornerà
il 25 gennaio con «Il giro del
mondo in 80 giorni», della
Fondazione TRG Onlus Torino. Il 22 febbraio, salirà sul palcoscenico del Salieri la compagnia «Danzavenezia» con «Il
mago di Oz» e l’8 marzo, come
ultimo appuntamento (fuori
abbonamento) è previsto il
musical «Il Re Leone», della
«Compagnia del Villaggio».
Al termine di ogni appuntamento, saranno estratti buoni
libro offerti da Cartolibreria
La Legnaghese, Pascal Libri e
Giochi, Ferrarin Libreria Mondadori e C’era una volta leggi,
gioca, crea. Invariato il prezzo
d’ingresso. Abbonamenti: 24
euro adulti; 16 euro bambini.
Biglietti: 6 euro adulti (10 per
Il Re Leone), 4 per i piccoli (8
per il musical). Il biglietto si
potrà acquistare fino ad un’ora prima dello spettacolo. Per
informazioni, su www.teatrosalieri.it. • E.P.
Unadonatrice di sangue
gruppare tutti in una mattinata dedicata».
La ricerca di nuovi volontari
è uno degli obiettivi delle sezioni Fidas della pianura veronese. «Sono sempre più necessari nuovi iscritti», conclude
Bazzani, «dato l’aumento del
consumo di sangue registrato
in questi ultimi tempi, a fronte di un numero pressoché stabile di persone disposte a donare. Per questo ci aspettiamo
che il nostro appello venga raccolto da tante persone». • F.T.
vo di un impianto del genere,
nonostante l’elevata presenza
di amianto da bonificare e
quindi di rischi per la salute
umana».
«Pur essendo state accolte alcune delle osservazioni presentate», ha concluso il vicepresidente Bonfante, «in commissione consiliare abbiamo
votato contro al piano. Riguardo all’amianto, c’è una legge
regionale risalente al 2000
che prevede che gli impianti di
smaltimento sorgano vicino
ai luoghi di produzione e che
comunque vi siano raccordi
ferroviari. Caratteristiche che
non si riscontrano a Roverchiara e nemmeno a Bergantino». •
© RIPRODUZIONERISERVATA
LEGNAGO
L’appuntamento
Cancellato
l’incontro
conBaretta
Doveva faretappa oggi a
Legnago,per affrontare con i
sindacidel territorioi problemi
legatialla nuova Leggedi
Stabilità2015, indiscussione
inquestigiornial Parlamento.
Maproprioi lavoria Roma
hannocostrettoPierPaolo
Baretta,sottosegretarioPd
all’Economia,a dareforfait.
Lacomunicazione
dell’assenzadelviceministroè
arrivataieri mattina al
vicesindacoClaudio Marconi,
cheha poi contattatotuttii
sindaciinvitati
all’appuntamentoper riferire
della cancellazione
dell’incontro.«Lo staff del
sottosegretario»,spiega
Marconi,«ci ha comunicatoche
Barettadeve partecipare alla
riunionedella commissione
Bilanciodella Camera, proprio
peresaminare lanuovalegge
finanziaria.Purtroppoper
Barettanon erapossibile
inviarenemmenoun
collaboratore,cosìla riunioneè
statacancellatacon la
promessa,però,che il
rappresentantedelGoverno
fisseràun altra data».
L’appuntamento con il
rappresentanteministeriale
eraattesodagli amministratori
localiper poteresporrei propri
dubbisugli effetti che itagli e le
modifichealla tassazione
avrannosui Comuni.Oltre
all’esecutivo legnaghese, alla
conferenzaeranostati invitati
anchegli altrirappresentanti
deiComuni veronesi, oltre a
referentivicentini, padovani e
rodiginilimitrofialla Bassa. F.T.
LEGNAGO.A Casette
Lelodi diZaia
ediColetto
allagestione
dell’Ulss21
L’assegnazione all’Ulss 21 dell’Oscar di Bilancio della Pubblica amministrazione 2014 è
stata accolta con soddisfazione dai vertici della Regione. Il
governatore Luca Zaia, con un
comunicato, ha detto: «Da Legnago arriva l’ultima, ennesima, dimostrazione della correttezza e della virtuosità con
la quale viene gestita la Sanità
veneta. Il premio vinto dall’Ulss 21 è il simbolo di un intero sistema il cui alfiere, stavolta, viene dal veronese».
Zaia ha infatti definito «prestigiosa e meritata» la conquista del premio. «Tante altre nostre aziende potrebbero ambire a quel premio, poiché in Veneto c’è un vero e proprio sistema virtuoso, con cui non solo
si curano bene le persone, ma
si riesce a gestire con oculatezza i bilanci».
Gli ha fatto eco Luca Coletto,
assessore regionale alla Sanità: «È bello constatare che nel
veronese la sanità è un sistema equilibrato ed omogeneo,
dove eccellenze e buone pratiche sono diffuse su tutto il territorio e non concentrate su
pochi presidi: è una caratteristica di tutta la Sanità veneta». • F.T.
Lascena dell’incidente
Autocontro
unpalo
Feritelievi
perun giovane
Incidente spettacolare, fortunatamente senza gravi conseguenze, a Casette. Era da poco
passata la mezzanotte, quando, in via Almerini, una Peugeot 206 è carambolata. L’auto
giunta all’altezza di una semicurva, è sbandata finendo con
una delle ruote anteriori sul
gradino del marciapiede. A seguito dell’impatto, il veicolo è
cozzato contro il muretto di recinzione di un palazzo e, poi,
ha iniziato una corsa senza
controllo che è finita contro
un pilone della luce. Il giovane
alla guida dell’auto, S.A., un
ventenne di Legnago, è stato
portato in ambulanza al pronto soccorso di Legnago con
traumi a una mano e ad una
gamba. Sul posto, i vigili del
fuoco di Legnago. • LU.FI.
brevi
LEGNAGO
LACONSEGNADEI PREMI
DIPITTURA
IDEOPANTALEONI2014
Oggi, alle 17.30, alla libreria
Ferrarin Mondadori, premiazione degli studenti vincitori del concorso di pittura «Premio Ideo Pantaleoni
2014», proposto da Lions
club, Ferrarin e archivio
Pantaleoni. E.P.
LEGNAGO
«MARRONATA»
ALCENTRO
DIVIA XXIV MAGGIO
Oggi, alle 20, al Centro per
le attività sociali di via
XXIV Maggio, il circolo Auser propoe una «Marronata in compagnia» con mezze penne all'amatriciana,
caldarroste, vino novello,
balli e musica. E.P.
LEGNAGO
«ICOMPLESSI»
ALTEATRODANTE
DISANPIETRO
Oggi, alle 21, al teatro Dante
di San Pietro, il cartellone
propone la commedia «I
complessi» allestita dalla
compagnia Micromega di
Tombetta di Verona. Regia
di Enrico Matrella. E.P.
ALBAREDO
ILROCKMUSICAL
«SOLEDARTE»
ALCOMUNALE
Oggi, alle ore 20.45, al teatro comunale in piazza Aldo Moro, andrà in scena il
rock musical di «Soledarte» Macbeth, con musiche
degli U2. L'ingresso è libero. P.B.
COLOGNA
AL«COMUNALE»
LETTEREDALFRONTE
CONIL TEATRO DEIPAZZI
Oggi, alle 21.15, al Comunale, è in programma il recital
del «Teatro dei Pazzi», «Lettere dal fronte», con Giovanna Digito e il coro Monte Peralba. Il biglietto costa 12 euro. P.B.
VILLABARTOLOMEA
I«SALE EPEPE»
METTONOIN SCENA
«L’AMORE DELSECOLO»
Oggi, alle 20.45, al teatro
parrocchiale, per il concorso teatrale dialettale, in scena la commedia «L’amore
del secolo», di Giulia Magnabosco. Recita il gruppo
«Sale & Pepe». E.P.
RONCO
LATARISI PUÒ
PAGARE FINO
AL29NOVEMBRE
A causa dei ritardi nelle
procedure di stampa e spedizione degli avvisi relativi
al pagamento della Tari, la
prima rata si può pagare oltre la scadenza di oggi, fino
a sabato 29. Z.M.
NOGARA
CORSODIPITTURA
DIRETTODA BAZZANI
INSALA CIRESA
La Pro loco organizza, entro novembre, in sala civica
«Aldo Ciresa», un corso serale di pittura diretto da Nilo Bazzani. Per info e iscrizioni, telefonare al 346
6884586. G.P.
Author
Document
Category
Uncategorized
Views
0
File Size
118 KB
Tags
1/--pages
Report inappropriate content