close

Enter

Log in using OpenID

Da Agente ad intermediario - Associazione Italiana Agenti Calciatori

embedDownload
DA AGENTE AD INTERMEDIARIO, COME SI
MODIFICA LA PROFESSIONE DI AGENTE DEI
CALCIATORI, CON UNO SGUARDO
ALL’INGRESSO DIROMPENTE NEL CALCIO
DEI FONDI DI INVESTIMENTO
RAFFAELE RIGITANO
COMUNICAZIONE F.I.F.A.
del 20 Gennaio 2014
Zurich 20 January 2014
Draft Regulations on working with intermediaries
Dear Sir,
In reply to your respective query, we can confirm
that according to the latest draft of the
Regulations on working with intermediaries,
which was sent to you on 17 January 2014,
double representation is permitted subject to the
fulfilment of a series of conditions specificied in
detail in the relevant provisions of the draft
IL PROCURATORE SPORTIVO NEGLI
ANNI ‘80
—  attività di mediatore senza
assistenza(metteva in contatto atleti e
società sportive)
—  talent scout alla ricerca di talenti da
proporre a società sportive
LEGGE 91/81
—  Abolizione del vincolo tra calciatori e
società
—  Confermata indennità di formazione e
promozione obbligatoria dalla società
acquirente alla società cedente
—  Durata del contratto massimo cinque anni
—  Cresce l’importanza dei procuratori
SENTENZA BOSMAN
Corte Giustizia Comunità Europea 1995
—  si dichiaravano illegittime , in contrasto con le
norme sancite dal trattato sul funzionamento
dell’unione europea in materia di libera
circolazione dei lavoratori, le norme federali che
prevedevano, in caso di trasferimento di un
calciatore da una società ad un’altra, il pagamento
della cd. “ indennità di formazione e promozione”
—  consentiva ai calciatori professionisti aventi
cittadinanza dell‘ unione europea di trasferirsi
gratuitamente a un altro club alla scadenza del
contratto con l'attuale squadra.
FIGC
—  primo regolamento agenti figc 1990
—  attività dirette alla regolamentazione dei rapporti
giuridici con società affiliate alla figc;
—  attività dirette alla cessione, anche a favore di persone
fisiche o giuridiche diverse dalle società di calcio
professionistico, dell’utilizzo dell’immagine, del nome o
di quanto consimile del calciatore professionistico;
—  modifiche 1993, 1997, 2001, 2003, 2006, 2008,2010
SENTENZA TAR LAZIO 16 DICEMBRE
1999 n. 3925
—  Illegittimità del Regolamento Agenti FIGC
1993 perché le attività connesse alle
cessione dell’utilizzo dei diritti
dell’immagine, del nome e di quanto
consimile non restano delimitate
all’interno dell’ordinamento sportivo ma
si svolgono nell’ordimento generale, per
tali attività non vi è spazio per una
autonoma normazione organizzativa da
parte della federazione sportiva.
F.I.F.A.
—  primo regolamento agenti fifa 1994
—  procuratore sportivo unico soggetto abilitato
ad occuparsi del trasferimento di atleti in
qualunque parte del mondo
—  doppio binario : a livello internazionale il
procuratore poteva assistere atleta e società.
a livello nazionale il procuratore sportivo
poteva assistere solo gli atleti.
REGOLAMENTO AGENTI FIFA 2001
—  Uniformità tra normativa FIFA e FIGC . La
qualifica di agente consente di operare
indistintamente, con la medesima licenza,
sia a livello nazionale che internazionale
AGENTE LIBERO DI SVOLGERE LA
PROPRIA ATTIVITA’ IN PAESI U.E.
L'agente dunque potrà
— lasciare lo Stato di origine e di recarsi in altro
Stato membro nell'ambito della prestazione della
propria attività.
— godrà del diritto alla parità di trattamento
rispetto agli Agenti residenti nello Stato di
destinazione per quanto concerne le condizioni
di accesso al mercato
— libero di stabilirsi in qualsivoglia Stato membro
DIVIETI PER RAGIONI DI ORDINE PUBBLICO
—  qualora l'attività resa possa determinare una
lesione dei diritti fondamentali dei lavoratori
—  evitare intermediazione di manodopera
—  favoreggiamento della immigrazione clandestina
—  inserimento dei minori sul mercato del lavoro
sportivo
—  non discriminatori
—  proporzionati e giustificati per ragioni relative
all'ordine pubblico, alla pubblica sicurezza, alla
salute pubblica o alla tutela dell'ambiente.
OBBLIGHI
— 
è soggetto comunque alle norme territoriali di carattere disciplinare, legale,
amministrativo, direttamente connesse alla sua qualifica professionale e alla tutela
degli utenti
es. Belgio tre autorizzazioni differenti :
— 
alla Comunità Fiamminga:
— 
a) cinque anni di esperienza professionale nel settore del personal management;
— 
b) il possesso di un diploma di una scuola secondaria ;
— 
c) almeno cinque anni di esperienza professionale nel settore del corporate
management.
— 
alla Comunità francese;
— 
alla Comunità di Bruxelles capitale.
AGENTE FIGURA POLIEDRICA
—  1) attività di intermediazione fra l'atleta e la societa'
sportiva;
—  2) cura degli interessi economici del proprio cliente;
—  3) assistenza nella negoziazione e nella stipulazione del
contratto di lavoro;
—  4) assistenza nella negoziazione e stipulazione dei
contratti di sponsorizzazione e merchandising;
—  5) sfruttamento della immagine e gestione del
patrimonio dell'atleta assistito
AGENTE LAVORATORE AUTONOMO
—  Mancano gli elementi tipici della subordinazione :
- soggezione al potere direttivo del datore;
- corresponsione di compenso per attività svolta
alle dipendenze;
—  Attività prestatore d’opera intellettuale:
- consulenza ed assistenza;
AGENTE CALCIATORI FIGURA IBRIDA
—  art. 2 Regolamento Agenti “ gli Agenti sono liberi
professionisti senza alcun vincolo associativo nei
confronti della FIGC, non potendo essere considerati
ad alcun titolo tesserati FIGC”;
—  con l’ottenimento della licenza FIGC obbligo a
rispettare il Regolamento FIGC, altre norme federali,
norme FIFA;
—  soggetti sottoposti nella loro attività al giudizio degli
organi di giustizia sportiva;
—  clausola compromissoria abolita con sentenza TAR
Lazio 2010
AGENTE COME MEDIATORE
—  Mediatore art. 1754 c.c. “ colui che mette in relazione
due o più parti per la conclusione di un affare, senza
essere legato ad alcuna di esse da rapporti di
collaborazione, di dipendenza, di rappresentanza” –
L. 39/89 “ ruolo agenti affari in mediazione”;
—  Procuratore sportivo , ante 1990, senza alcuna
regolamentazione, assimilabile al mediatore;
—  Agente sportivo post 1990 con regolamentazione , a
seguito di mandato conferito da atleti o società
sportive, attività di assistenza in occasione di stipula
di contratti di prestazione sportiva e/o di
trasferimento di calciatori da una società all’altra;
ANALOGIE TRA LA FIGURA DI AGENTE E
DI MEDIATORE
—  obbligo di iscrizione in un apposito albo;
—  impossibilità di percepire compenso in caso
di mancata iscrizione;
DIFFERENZE TRA AGENTE E MEDIATORE
—  l’ Agente agisce nell’esclusivo interesse di chi gli conferisce mandato
mentre il mediatore non ha necessità di mandato ;
—  Mediatore terzo nell’affare mentre Agente deve rappresentare chi gli
conferisce mandato;
—  Agente obbligato ad eseguire il mandato conferito, mediatore senza
alcun obbligo;
—  compenso al mediatore ex art. 1755 c.c. e segg. dovuto da ciascuna
delle parti se l’affare è concluso per effetto del suo intervento,
compenso dovuto all’Agente può maturare senza l’intervento dello
stesso ex art. 21 comma 6 Regolamento Agenti “ il calciatore che
concluda un contratto con una società senza l’assistenza di un agente
regolarmente nominato e salvo che non abbia provveduto alla revoca
nelle forme previste dal regolamento, è tenuto comunque a
corrispondere all’Agente il compenso pattuito all’atto dell’incarico”
AGENTE COME MEDIATORE ATIPICO
mediatore atipico art. 2 comma 4 legge 39/89 “
agenti con mandato oneroso” :
— incarico conferito da una sola delle parti
interessate alla conclusione dell’affare in virtù di
mandato a titolo oneroso;
— diritto alla provvigione dovuto comunque al
mediatore anche se l’affare non si conclude;
— il mediatore è obbligato ad attivarsi in vista della
conclusione dell’affare;
DIFFERENZE TRA MEDIATORE
ATIPICO ED AGENTE
—  terzietà del mediatore rispetto all’agente ?
—  art. 21 comma 3 Regolamento Agenti FIGC “ il
calciatore è tenuto al rispetto in buona fede
del contratto stipulato con l’Agente e
fornisce allo stesso direttive per il buon
andamento dell’incarico nel rispetto delle
regole sportive e del presente regolamento”;
—  art. 19 “ diritti ed obblighi dell’agente”
AGENTE SPORTIVO COME AGENTE DI
COMMERCIO
—  agente di commercio ex art. 1742 c.c. “ una
parte assume stabilmente l’incarico di
promuovere, per conto dell’altra, verso
retribuzione, la conclusione di contratti in una
zona determinata”
—  caratteristiche attività agente di commercio :
—  promozione conclusione di contratti;
—  stabilità dell’incarico;
—  territorialità;
ANALOGIE TRA AGENTE SPORTIVO ED
AGENTE DI COMMERCIO
—  promozione nell’interesse di chi gli conferisce incarico;
—  stabilità, l ’Agente assiste l’atleta in costanza di rapporto e nelle trattative di
rinnovo;
—  incarico esercitato con lealtà e buona fede;
—  esclusività salvo volontà espressa contraria;
—  autonomia della qualifica lavorativa;
—  modalità di pagamento del compenso su provvigione percentuale ( art. 1748
c.c. comma 1 – art. 17 comma 2 Regolamento FIGC);
—  diritto al compenso anche sugli affari conclusi dopo lo scioglimento del
contratto ma la proposta è pervenuta precedentemente lo scioglimento e gli
affari si sono conclusi in un termine ragionevole dallo scioglimento del
contratto.
DIFFERENZE TRA AGENTE SPORTIVO ED
AGENTE DI COMMERCIO
—  La territorialità non è una caratteristica tipica dell’agente sportivo.
L’ Agente può operare liberamente , ex art. 1 Regolamento Agenti, sia
a livello nazionale che Internazionale;
—  L’incarico per l’agente sportivo non può esere superiore a 2 anni
mentre il mandato conferito all’agente di commercio può essere
anche a tempo indeterminato;
—  L’Agente sportivo svolge attività di consulenza ed assistenza in favore
del soggetto che gli ha conferito incarico mentre l’agente di
commercio svolge attività di carattere materiale diretta alla
promozione degli affari del preponente;
—  Prescrizione diritto al compenso per l’Agente sportivo “ al termine
della seconda stagione sportiva successiva a quella in cui matura il
compenso” Art. 17 comma 2 Reg. Agenti FIGC, mentre il pagamento
delle provvigioni per l’agente si prescrive in 5 anni;
DIVIETO INTERMEDIAZIONE DI
MANODOPERA
—  Salvo soggetti autorizzati dal Dlgs 276/2003 ( agenzie di
somministrazione e/o intermediazione) allo
svolgimento di attività di somministrazione tout court,
intermediazione in senso stretto, ricerca e selezione del
personale; supporto ricollocazione professionale;
—  Intermediazione ex Dlgs 276/2003 “ attività di
mediazione tra domanda ed offerta di lavoro nella quale
rientra la promozione e gestione dell’incontro tra
domanda ed offerta di lavoro”;
—  Divieto di attività di intermediazione per soggetti non
autorizzati sanzionato penalmente ( € 50 per ogni
giornata di lavoro e per ogni lavoratore occupato.
Arresto in caso di sfruttamento lavoro minorile)
DIVIETO DI INTERMEDIAZIONE DI
MANODOPERA ED ATTIVITA’ DI AGENTE
—  Regolamento FIGC ambiguo : “ agente persona fisica
che, dietro compenso , “ mette in contatto” un giocatore
ed una società di calcio al fine di concludere o rinnovare
un contratto di lavoro o “ mette in contatto” una o più
società di calcio tra loro al fine di concludere un
trasferimento di un calciatore;
—  Attività dell’ Agente sportivo assimilabile alla
intermediazione di manodopera vietata soprattutto
laddove si tratti di atleti minorenni. Offrire a soggetti
terzi le prestazioni professionali di un atleta potrebbe
configurare una intermediazione ( vietata) di
manodopera, aggravata dal fatto che il compenso
percepito dal soggetto intermediario ( agente) è
corrisposto dallo stesso atleta – lavoratore nonostante il
Dlgs 276/2003 vieti esplicitamente tale fattispecie.
AGENTI FIFA IN INGHILTERRA
Agenti autorizzati ( dopo un esame
ed il pagamento di una polizza
assicurativa)
AGENTI FIFA IN INGHILTERRA
Registered Lawyers : Avvocati che
svolgono attività di agenti registrati
dalla F.A.;
AGENTI FIFA IN INGHILTERRA
Close Relations – genitori, fratelli o
sorelle e coniuge del calciatori registrati
dalla F.A.;
AGENTI FIFA IN INGHILTERRA
Overseas Agents – agenti licenziati
da altra Federazione ma registrati dalla
F.A.
AGENTI FIFA IN INGHILTERRA
—  Exempt Lawyers – avvocati che abbiano il titolo
di Barrister o Solicitor che li abilita ad esercitare in
Inghilterra ed in Galles e che accettino di
uniformare la loro condotta ad una serie di doveri
di informazione e trasparenza previsti dal
Regolamento Agenti della F.A.
CARATTERISTICHE REGOLAMENTO
AGENTI F.A.
—  Con la registrazione gli Agenti ed i soggetti registrati si sottopongono alla
normativa della F.A.;
—  Le commissioni economiche devono essere corrisposte dai club alla F.A. e non
direttamente agli agenti. La F.A. verifica la registrazione dell’agente, la regolarità
della operazione e successivamente inoltra le somme versate dai club;
—  I familiari non possono essere remunerati dal congiunto anche se partecipano
all’operazione;
—  Gli agenti licenziati da federazioni estere che agiscano su mandato di club estero o
di un calciatore tesserato all’estero non in trattativa con un club inglese non
devono essere registrati;
—  Gli avvocati possono svolgere attività di semplice consulenza senza essere
registrati;
—  Pubblicazione della “ Explanatory Note” nella quale vengono elencate le attività
riservate agli agenti licenziati e registrati ( vari rapporti di natura commerciale
tra club e calciatore);
CONFLITTO DI INTERESSI NEL
REGOLAMENTO AGENTI F.A.
—  Derogabilità al divieto di unico mandato . Regulations C.4
« l’agente può rappresentare più parti in una medesima
operazione o trattativa a condizione che tale situazione
venga espressamente approvata per iscritto dal calciatore
e preventivamente resa nota alla F.A.»
—  Eccezioni in cui alla deroga è necessaria autorizzazione
della F.A.:
-  agente che rappresenta un club nelle trattative con un
calciatore in favore del quale nelle precedenti due finestre
di mercato lo stesso agente abbia svolto attività di
assistenza;
-  incarichi dati all’agente da due diversi club successivi
sullo stesso calciatore;
CONGRESSO FIFA 2009
—  Attuale impianto normativo sugli agenti è
inadeguato e inefficace perché risultano
registrati solo pochi agenti licenziati;
—  Necessità di istituire di una commissione per
la creazione di regole nuove;
—  Eliminazione della esclusività ed
introduzione della intermediazione
REGOLAMENTO FIFA DEGLI “ INTERMEDIARI”
—  La FIFA ha predisposto una bozza ( Regulations on
working with intermediaries) di modifica del
Regolamento prendendo spunto dal Regolamento
adottato in Inghilterra dalla F.A. nei Football Agents
Regulations
—  Art. 4 : obbligo alle Federazioni nazionali di adeguarsi al
sistema inglese adottando un sistema di registrazione
preventiva degli intermediari onerando i calciatori ed i
clubs alla notifica alle federazioni di appartenenza del
nominativo degli intermediari coinvolti;
—  Art. 6 obbligo di notifica dei termini del rapporto con gli
intermediari e pubblicazione da parte delle Federazioni
delle remunerazioni percepite dagli intermediari in
ciascuna stagione sportiva;
Riunione Lega Calcio serie A 03/03/2014
Studio della figura dell’intermediario che
sostituirà l’Agente
AGENTE SPORTIVO U.S.A.
sistema sportivo u.s.a.
—  separazione tra sport amatoriale (ncaa) e
professionistico
—  ruolo importante delle scuole e dei college;
—  sistema chiuso di competizioni;
—  alto grado di commercializzazione dello
spettacolo sportivo;
—  ampio numero di restrizioni per squadre ed
atleti;
—  sistema di contrattazione collettiva;
CARATTERISTICHE ATTIVITA’ DI AGENTE
U.S.A.
— un atleta amatoriale perde tale qualifica se conferisce mandato, anche verbale, all’agente sportivo (si
vuole evitare ingerenza degli agenti nell’ambiente sportivo amatoriale);
— primo regolamento unitario per agenti usa del 2000 ( uniform athletes agents act – uaaa);
— UAAA disciplina solo il rapporto tra atleti studenti ed agenti;
— gli agenti devono avere certificato statale di registrazione su domanda presentata alla segreteria di
stato che potra’ verificare le notizie relative al richiedente e di conseguenza accettare la richiesta o
rifiutarla;
— l’atleta studente deve sottoscrivere un modulo standard, con l’avvertimento della perdita dello status
di atleta studente, ed informare entro 72 ore dalla firma il responsabile per le attivita’ sportive del
college;
— gli agenti possono avere contatti con atleti della NCAA ma non possono sottoscrivere accordi e
ricevere o procurare benefits;
— gli atleti studenti non possono accettare direttamente o tramite amici o familiari , somme o utilita’ da
un agente , eventuali assistenti ( runners) o commercialisti ( financial advisor)
SPORT AGENT RESPONSABILITY AND TRUST ACT – SPARTA
—  prevedere e disciplinare le condotte vietate
per gli agenti nel caso in cui sottoscrivano
contratti con atleti studenti;
—  sanzionare gli atleti che contravvengono
alle regole;
—  azione risarcitoria contro gli agenti
inadempienti
ORGANI DI CONTROLLO AGENTI U.S.A.
—  avvocatura generale dello stato;
—  federal trade commission ( condotte illegali
dell’agente sanzionate con multa fino ad
11.000 dollari !!!)
DOVERI DELL’AGENTE U.S.A. NEI
CONFRONTI DELL’ATLETA
—  informare delle norme comportamentali
previste dall’ordinamento sportivo ( doping)
—  buona fede e correttezza
—  informazione sulle iniziative instaurate
nell’interesse dell’atleta e chiederne il
consenso
—  pagamenti da soggetti terzi solo se
autorizzato dall’ atleta
—  in caso di inadempienza o violazione dei
doveri l’atleta puo’ rivolgersi alla
magistratura ordinaria
DISCIPLINA AGENTI MAJOR LEAGUE
SOCCER
—  art. 1 collective bargaining agreement :
l’associazione calciatori rappresenta tutti i
propri associati ma il singolo caciatore puo’
farsi rappresentare da un agente;
—  manca modalita’ di certificazione per gli
agenti ( sono previste modalità di
certificazione ad oggi non applicate);
AGENTE DE FUTBOLISTA
—  obbligo di autorizzazione ed iscrizione ad
albo specifico;
—  obbligo alla firma di un codice di condotta;
—  obbligo stipula assicurazioni;
—  autorizzata l’assistenza di allenatori;
COMPENSO AGENTE SPAGNA
—  importo fisso;
—  commissione;
—  combinazione di importo fiso e commissione;
—  in mancanza di accordo retribuzione fissata su prassi
commerciale ovvero sulle circostanze che hanno portato a
definire l’operazione;
—  diritto al compenso maturato per le operazioni effettuate
durante la validita’ del contratto;
—  divieto di compenso per operazioni effettuate dal
precedente agente;
AGENTE FIFA IN FRANCIA
—  esame di autorizzazione;
—  sottoscrizione polizza;
—  prima del 2010 rinnovo automatico della licenza per tre
anni da rinnovare alla scadenza su specifica domanda
allegando il bilancio dell’ attivita’ svolta nel triennio;
—  attualmente licenza a tempo indeterminato con
controllo da parte della federazione sportiva delle
condizioni di esrcizio dell’attivita’ di agente ogni anno;
COURTIER E MANDAT
— 
courtier : se un agente, anche senza mandato
scritto, ricerca una societa’ ovvero una
organizzazione di un evento sportivo o un atleta
senza avere rappresentanza cosi’ da lasciare libero
il cliente di concludere il contratto;
—  mandat: l’agente riceve mandato dal cliente e lo
rappresenta. in tal caso il cliente non puo’ rifiutare
la conclusione dell’affare portato a termine
dall’agente ;
COMPENSO AGENTI FRANCIA
—  massimo 10% dell’importo del contratto
concluso ( il valore si calcola sul contratto di
trasferimento tra societa’ e contratto si
lavoro tra nuova societa’ e calciatore);
—  divieto di retribuzione per contratti con
calciatori minorenni;
—  divieto di doppio mandato;
THIRD PARTY OWNERSHIP (T.P.O.)
fondi privati che investono nel cartellino di
un calciatore, entrando quindi nelle
trattative di calciomercato, dalle quali
percepiscono una robusta percentuale sui
costi dell'operazione
FUNZIONE DEI T.P.O.
—  fondi economici immediati per i club
proprietari dei calciatori
—  i club riescono a compiere degli investimenti
che a lungo termine faranno loro guadagnare
quasi sempre il doppio rispetto alla cifra
iniziale
MODALITA’ DI FUNZIONAMENTO DEI
T.P.O.
—  i proprietari dei fondi di investimento agiscono
come dei veri e propri scout andando a cercare
giovani calciatori di talento che possano assicurare
una rendita tecnica ed economica;
—  se il calciatore diventa forte la rendita e’
assicurata;
—  risparmio per il club : l’ attivita’ dei fondi fa
scendere il costo dell’investimento necessario per
assicurarsi un calciatore;
—  il budget viene solo lievemente ridotto e vi e’ la
possibilita’ di acquistare altri calciatori;
—  piu’ acquisti piu’ il campionato e’ competitivo
T.P.O. IN PORTOGALLO
—  da diversi anni riesce a gestirsi
praticamente soltanto tramite operazioni
finanziarie attraverso fondi di investimento
IL PORTO
—  bilancio 2011/12 del Porto: 76 milioni di euro
di plusvalenze;
—  plusvalenze negli ultimi 5 anni : 213 milioni ;
—  attivita’ di scouting;
—  rapporti con le T.P.O. e con societa’ di agenti
(es. Gestifute);
T.P.O. IN SPAGNA
—  estendere l’utilizzo dei T.P.O. anche ai piccoli
club per contrastare il potere di Barcellona e
Real Madrid
—  avere un campionato piu’ combattuto con i
grandi broadcaster disposti a spendere di
piu’ per i diritti tv
CASO NEYMAR
—  calciatore acquistato dal Barcellona estate
2013 per 57 ml di euro dal Santos;
—  ripartizione importo di acquisto : il 55% al
santos , 40% fondo di investimento D.I.S.,
5% societa’ Tercera Estrela Investimentos;
T.P.O. IN INGHILTERRA
—  ammessi fino a circa cinque anni fa . poi il
trasferimento di Tevez e Mascherano al
West Ham provoco’ la reazione dei media
che costrinse la F.A. a vietarli
categoricamente
CASO TEVEZ E MASCHERANO
—  2006, West Ham acquista dal Corinthias Carlos
Tevez e Javier Mascherano tramite l’agente Kia
Joorabchian proprietario del club brasiliano
attraverso il fondo Media Sports Investments;
—  modalita’ di acquisto contrarie alla normativa
inglese;
—  accusa di riciclaggio per Joorabchian costretto a
pagare 3 ml di euro al West Ham per evitare
processo dinanzi il T.A.S.;
REPORT KPMG DICEMBRE 2013 SUI
T.P.O.
—  T.P.O. hanno investito quote in 1100 calciatori in Europa;
—  in Brasile le partecipazioni in giocatori della serie A hanno
raggiunto il 90%;
—  le quote degli investitori nei giovani calciatori in Europa hanno
raggiunto un valore di 1,1 miliardi di euro, il 5,7% del valore del
mercato dei trasferimenti nell’area del vecchio continente;
—  T.P.O. sono diffusi nei paesi dell‘Europa orientale, dove gli
investitori hanno in mano il 40% del valore di mercato dei
calciatori;
—  il fenomeno sta aumentando in Spagna (8% di quote in mano a
T.P.O.);
—  Portogallo (36%);
—  Olanda (3%).
QUALITY SPORTS INVESTMENT
—  partecipato fra gli altri dal potente procuratore portoghese Jorge
Mendes e dall’ex C.E.O. di Manchester United e Chelsea Peter Kenyon;
investimenti:
—  per contratti o quote di contratti da offrire poi sul mercato
internazionale;
—  per acquisire azioni o finanziare club calcistici che abbiano esperienze e
riconosciute capacità di formazione di giovani calciatori;
—  come obiettivo il collocamento nelle cinque leghe più importanti e più
ricche d’Europa dei giocatori prodotti dai vivai su cui si è investito,
promettendo ritorni annuali minimi del 10%, garantiti a partire da un
periodo fissato dai 3 ai 5 anni dalla partenza delle attività;
F.I.F.A. E I T.P.O.
—  Giugno 2014 importante riunione per parlare
dei t.p.o. e assumere delle decisioni definitive
U.E.F.A E I T.P.O.
—  l’UEFA nell’ambito delle norme del financial
fair play, ha provveduto a escludere dal
computo relativo al rispetto della regola base
(la break-even rule) le plusvalenze derivanti
dalla cessione di quote della proprietà dei
calciatori a soggetti terzi che non siano altre
società di calcio;
U.E.F.A E I T.P.O.
—  Gianni Infantino, segretario dell’U.E.F.A., a
marzo del 2013 aveva presentato un
documento in cui esaminava a suo modo la
questione « il discorso è molto semplice. non
c’è posto per le T.P.O., una società terza non
può guadagnare sulla compravendita di un
giocatore. Vi è poi è una questione etica: cosa
succederebbe, a livello di interessi, se un
fondo di investimento gestisse più calciatori
di grandi club?»
U.E.F.A E I T.P.O.
—  sito U.E.F.A. Dicembre 2013: «dal momento che
quello della proprietà di terze parti sembra
essere un fenomeno globale e dato che la F.I.F.A.
è responsabile per il funzionamento del sistema
di trasferimento internazionale, abbiamo chiesto
all'organismo mondiale di prendere le misure
necessarie per introdurre un divieto globale».
F.I.G.C. E I T.P.O.
—  la F.I.G.C. non si e’ ufficialmente
pronunciata, si attendono decisioni F.I.F.A.;
—  in Italia esempi di giocatori argentini di
proprieta’ di fondi ( es. Pastore, ex Palermo,
ora al P.S.G.)
CONCLUSIONI
In una situazione di crisi economica non ancora
superata, in cui i club faticano a reperire risorse da
destinare ai settori giovanili, l’apporto di capitali
esterni potrebbe essere considerato come una
boccata d’ossigeno per un sistema asfissiato.
Insomma, non è poi così scontato che il denaro di
questi fondi debba essere respinto come lo sterco
diavolo anche perché, come dicevo i latini « pecunia
non olet»
Author
Document
Category
Uncategorized
Views
3
File Size
226 KB
Tags
1/--pages
Report inappropriate content