close

Enter

Log in using OpenID

Capitolato (pdf)

embedDownload
Lavori di
Intervento di recupero sottotetto
Ubicazione
Via Faravelli
Milano
CAPITOLATO OPERE EDILI E FINITURE
11/04/2014
i_d4284fa855283cad.doc
1 di 10
1. Strutture
1.1. NUOVE STRUTTURE (SOPRALZO)
La struttura portante verticale del sopralzo sarà costituita da muratura perimetrale portante in bocchi di calcestruzzo
autoclavato con pilastri e corree di irrigidimento con elementi speciali, armatura in acciaio e getti in cls. Nella zona
centrale, a sostegno del colmo, si procederà con la sopraelevazione della muratura esistente.
La struttura della copertura sarà costituita da orditura in travi di legno lamellare trattato con impregnante colore
naturale, assito in perline di abete con lavorazione a maschi/femmina trattate con protettivo colore naturale,
soprastante pacchetto coibente e manto in tegole in cotto
1.2. STRUTTURE ESISTENTI
La struttura esistente dovrà essere sottoposta a verifica sia per l’incremento dei carichi che a livello antisismico.
Da tale relazione potranno scaturire eventuali interventi di consolidamento da valutare separatamente
2. Opere edili e di finitura
2.1. MURATURE E INTONACI
2.1.1. Tamponamenti esterni
Tutti i tamponamenti perimetrali esterni del sopralzo saranno realizzati con muratura esterna in
blocchi di calcestruzzo areato autoclavato spessore cm 24, adeguatamente rinforzato con
irrigidimenti verticali e orizzontali, finito esternamente con intonaco di fondo e rasante specifico,
controparete interna realizzata con doppia lastra in cartongesso da 13 mm fissata mediante viti a
orditura metallica in lamiera piegata costituita da guide e montanti, materassino isolante in lana di
vetro interposto, il tutto per garantire un adeguato isolamento termico ed acustico.
2.1.2. Divisori interni:
I divisori interni delle unità abitative saranno eseguiti con parete realizzate con da doppia
lastre per lato in cartongesso spessore mm 13 fissate a orditura costituita da guide e montanti
in lamiera zincata piegata da mm 50/75, stuccatura e rasatura dei giunti con garza
antifessurazione, materassino in lana di vetro interposto.
Per bagni e cucine ed in genere per zone umide verranno utilizzate lastre di tipo
idrorepellente e saranno predisposti idonei accessori di fissaggio e sostegno per i sanitari
2.1.3. Divisori tra diverse unità immobiliari e tra u.i. e parti comuni (vani scala):
I nuovi divisori tra le unità immobiliari e tra unità immobiliari e parti comuni saranno realizzati
con parete costituita da doppia struttura da cm 75+75 con interposta lastra in fibrocemento,
doppia lastra da 13 mm per lato e isolamento con doppio pannello in fibra di vetro.
Sulle pareti esistenti verrà realizzata una controparete costituita da 1 lastra in cartongesso
incollata e tassellata.
Dove si rende necessaria una coibentazione adeguata tale controparete verrà realizzata con
struttura 50 mm e doppia lastra in cartongesso da 13 mm, isolamento in panneli di lana di
vetro
11/04/2014
i_d4284fa855283cad.doc
2 di 10
2.2. COPERTURA
La copertura sarà costituita da struttura in travi di legno lamellare, primo assito in
perline lavorate a maschio e femmina, telo impermeabile traspirante per barriera
vapore, isolamento in pannelli di polisitirene/lana di roccia spessore cm 12, listone
di aerazione, tavolato costituito da pannelli OSB, impermeabilizzazione con telo
traspirante, listello di aerazione, listello portategola, tegole tipo “Portoghese” colore
naturale con fermaneve incorporato, colmo ventilato.
Sono previsti torrini prefabbricati in cotto o cemento completi di cappello per le
canne di esalazione delle cucine e le canne fumarie delle caldaiette, cuffie per le
aerazione scarichi di bagni e cucine; il camino esistente per lo scarico proveniente dal locale caldaia sarà realizzato
in elementi prefabbricati con tubo interno in acciaio, con finitura intonacata completo di cappello.
Nella copertura sono previste finestre tipo Velux con apertura manuale.
E’ prevista la fornitura e posa di idonea Linea Vita di sicurezza con botola di accesso dal vano scala.
2.3. LATTONERIE
Tutte le opere da lattoniere quali, canali, converse, scossaline, cappellotti, colmi, grembiulini dei camini nonché i
discendenti dei pluviali sino all’0innesto nella muratura ecc…, gli sporti dei canali stessi, saranno realizzati in lamiera
di rame spess. 8/10 nelle dimensioni che saranno stabilite dalla D.L. e che obiettivamente necessarie a garantire
l’efficienza di tenuta e lo smaltimento delle acque meteoriche. I pluviali avranno diametro di cm 10 e saranno fissati
con braccioli idonei
2.4. SOPPALCHI INTERNI
All’interno degli appartamento sono previsti soppalchi realizzati con struttura costituita da struttura in profilati di acciaio
con piano di calpestio in tavole di legno, con intradosso e frontalino rivestiti in cartongesso, scala di accesso di tipo
componibile con struttura portante centrale e gradini in legno, parapetto a colonnine verticali.
2.5. PARAPETTI INTERNI ED ESTERNI
I parapetti dei balconi lato cortile e quelli dei soppalchi saranno realizzati in ferro verniciato
come esistenti, in profilati piatti e tondi, completi di piantane.
Per le finestre con davanzale inferiore a cm 100 verranno posti in opera elementi orizzontati
in tubo verniciato
I parapetti delle logge lato strada saranno realizzati in blocchi di calcestruzzo areato
autoclavato spessore cm 24, completo di irrigidimenti, intonacato e rasato sui due lati e con
copertina in elementi prefabbricati di cemento.
3. Pavimenti e rivestimenti
3.1. SOTTOFONDI
Per tutte le nuove pavimentazioni saranno realizzati sottofondi atti a garantire un
adeguato isolamento acustico e costituiti da:
-massetto in calcestruzzo cellulare alleggerito
-isolamento acustico costituito da polietilene espanso reticolato tipo Isolsì - spessore
mm 5 o similare, con i relativi risvolti sulle pareti.
-pannelli radianti a pavimento (di fornitura dell’impianto riscaldamento)
-sottofondo per posa pavimenti spess. 4/5 cm sopra “fungo” con impasto in sabbia e
cemento con additivi idonei per impianti di riscaldamento a pavimento.
Sui balconi e logge verrà eseguito idoneo massetto di sottofondo con le opportune
pendenze e relativa guaina impermeabilizzante.
Per eventuali balconi e logge con sottostanti locali delle unità immobiliari verrà posto in
opera idoneo isolante in polistirene espanso spessore cm 8.
11/04/2014
i_d4284fa855283cad.doc
3 di 10
3.2. DAVANZALI E SOGLIE
In corrispondenza delle finestre saranno posti in opera davanzali in elemento prefabbricati di
cemento, mentre per le portefinestre saranno posate soglie in pietra tipo Botticino o altra
pietra similare a discrezione della D.L. con finitura della parti a vista a levigatura media:
Saranno inoltre poste in opera copertine in elementi prefabbricati di cemento in
corrispondenza dei parapetti in muratura.
3.3. PAVIMENTI E RIVESTIMENTI IN CERAMICA
In tutti i locali dei vari appartamenti (soggiorni, cucine, ecc), è prevista la posa di pavimento in piastrelle di gress, in
pasta o con superficie smaltata posato con idoneo collante accostato a correre, non fugato con relativa sigillatura.
In alternativa potrà essere posato pavimento in parquet previsto per le camere come all’articolo seguente.
Nei locali bagni è prevista la posa di pavimento in piastrelle di ceramica come sopra, marche e tipologie di seguito
indicate
I rivestimenti saranno in ceramica monocottura o bicottura posato con idoneo collante accostato a correre con
sigillatura delle fughe con cemento bianco, marche e tipologie di seguito indicate
3.3.1. RIVESTIMENTI
MODA CERAMICHE
BEAUTY (grigio, beige, coordinato 20x45)
http://issuu.com/ceramicasassuolo/docs/beauty_/1?e=0
LIGHT (bianco, marfil, nero, cacao 20x45,2)
http://issuu.com/ceramicasassuolo/docs/light_/1?e=0
SMART (tinte unite bianco, corallo, salmone, acqua, cenere, lilla 25x40))
http://issuu.com/ceramicasassuolo/docs/smart_/1?e=0
EASY (cenere, crema, grigio, noce 25x40)
http://issuu.com/ceramicasassuolo/docs/easy_/1?e=0
GAMBERI CERAMICHE
Glass Mosaico, Almond+ pavimento coordinato
http://issuu.com/krescendo_multimedia/docs/gli_evergreen/7?e=2737057/1838863
http://issuu.com/krescendo_multimedia/docs/gli_evergreen/9?e=2737057/1838863
http://issuu.com/krescendo_multimedia/docs/gli_evergreen/11?e=2737057/1838863
Erice Perù
http://issuu.com/krescendo_multimedia/docs/gli_evergreen/13?e=2737057/1838863
http://issuu.com/krescendo_multimedia/docs/gli_evergreen/15?e=2737057/1838863
http://issuu.com/krescendo_multimedia/docs/gli_evergreen/17?e=2737057/1838863
Barbara Sabrina, Athena, Elena, Tiziana, Nathalie
http://issuu.com/krescendo_multimedia/docs/gli_evergreen/27?e=2737057/1838863
3.3.2. PAVIMENTI
MODA CERAMICHE
Iron (30x30, 30x60, 45x45)
(http://issuu.com/ceramicasassuolo/docs/iron_/3?e=0)
Just (30x60
Casati (45x45)
Havana (15,6x60,6)
GAMBERI CERAMICHE
I classici Palladio Ponza Pallas (30x30, 30x60, 45x45)
(http://issuu.com/krescendo_multimedia/docs/gli_evergreen/39?e=2737057/1838863)
3.4. PAVIMENTI IN CERAMICA PER ESTERNI
Per logge e balconi e pavimentazioni esterne sarà utilizzato un pavimento in gress antiscivolo (R11) in gress ingelivo
per esterni formato 15x15 cm posato fugato 3 cm su sottofondo predisposto previo impermeabilizzazione con guaina
cementizia fluida.
11/04/2014
i_d4284fa855283cad.doc
4 di 10
3.5. PAVIMENTI IN LEGNO
Per tutte le camere e i disimpegni della zone notte prevista la posa di pavimento in parquet prefinito a due strati di
importazione europa, spessore 10 mm ottenuti assemblando una lamella di legno nobile da 3,5 mm con un supporto
listellare di abete. Verniciati “effetto satinato”.
Stesso tipo di pavimentazione potrà essere utilizzato per la zona giorno
Dimensioni: spessore mm 10, larghezza mm 70 lunghezza mm 490 finiture
ROVERE
ACAJOU
DOUSSIE’
IROKO
3.6. ZOCCOLINI
In corrispondenza dei pavimenti interni in ceramica e parquet sarà posato idoneo zoccolino in legno da 80x10 mm in
abbinamento con le porte
4. Serramenti
4.1. INFISSI ESTERNI IN PVC
I serramenti esterni saranno realizzati in profili PVC da 70 mm con struttura a 5 camere e
rinforzi in acciaio, doppia guarnizione di tenuta ferramenta in acciaio verniciato, con
apertura DK (anta/ribalta), maniglia in alluminio finitura cromo satinato, vetro
33.1/12A/33.1b.e., coprifili e accessori e saranno montati a filo interno.
I serramenti fronte strada saranno dotati di persiane esterne a lamelle con apertura
scorrevole esterno muro mentre non sono previsti oscuranti per i serramenti verso le logge.
L’oscuramento verrà realizzato mediante installazione di persiane a lamelle chiuse in
alluminio del tipo ripiegabile, con esclusione delle porte-finestre dei soggiorni lato cortile
4.2. SERRAMENTI IN COPERTURA
I serramenti in copertura previsti tipo Velux o similare saranno realizzati con telaio in
legno colore naturale, vetro isolante stratificato di sicurezza, apertura manuale a bilico
con manovra mediante barra in legno nella parte superiore, completi di accessori e
lattoneria per l’allontanamento dell’acqua.
A richiesta tali serramenti potranno essere integrati con apertura motorizzata e tenda
esterna
11/04/2014
i_d4284fa855283cad.doc
5 di 10
4.3. PORTE INTERNE
Le porte interne per la suddivisione dei vari
ambienti saranno realizzate ad anta tamburata
con telaio in legno e pannello in mdf, rivestimento
di finitura in laminatino bianco o imitazione legno,
maniglia a leva in ottone con finitura lucida o
cromo sat, serratura ad una mandata con scrocco,
cilindro con chiave standard tipo Patent.
Le porte saranno dotate di telaio maestro con
coprifili ad incastro (normali o maggiorati per locali
piastrellati) con finitura della stessa tipologia
dell’anta, di tipo squadrato o stondato, cerniere
tipo Anuba. Per quanto concerne le porte
scorrevoli, le stesse avranno le medesime finiture
e caratteristiche delle porte a battente con apertura a scorrere entro cassonetto metallico a scomparsa, maniglia a
nicchia in ottone o cromo satinato e serratura ad una mandata con chiusura a gancio.
4.4. PORTONCINI D’INGRESSO
Gli ingressi di tutte le unità abitative ai vari piani saranno dotati di un portoncino di sicurezza con battente rinforzato da
lamiera in acciaio con coibentazione termoacustica, completo di sistema telaio/controtelaio in acciaio con cerniere
saldate e regolabili, serratura di sicurezza con chiave a cilindro europeo a più punti di chiusura classe 3 di effrazione,
barriera mobile parafreddo inferiore
Pannello esterno liscio con impiallacciatura in essenza noce e verniciatura trasparente semilucida, pannello interno
liscio in abbinamento alla porte interne,. Sul lato scala è previsto un pomolo fisso in ottone mentre sul lato interno è
montata una maniglia a leva con la medesima finitura delle maniglie installate sulle porte interne dei locali.
5. Impianti
5.1. IMPIANTO ELETTRICO UNITA’ IMMOBILIARI
Le caratteristiche e la dotazione impianto elettrico delle singole unità immobiliare saranno conformi a quanto previsto
dalla norma CEI 64-8 variante 3 – livello 1.
Verrà installato il quadro elettrico e le tubazioni di passaggio cavi predisposti per l’eventuale integrazione con impianto
domotico. Frutti bTicino Living, placche tecnopolimero
5.1.1. QUADRO ELETTRICO
Quadro elettrico generale appartamento 72 moduli da incasso, posizionato nel disimpegno notte, per una potenza sino a
6kw, completo di interruttori differenziali e automatici, trasformatori suonerie, linea elettrica dal contatore dedicato al
centralino, collegamento impianto di terra condominiale e collegamenti equipotenziali
5.1.2. PREDISPOSIZIONE DOMOTICA
Al fine di garantire l’installazione del sistema domotico, l’impianto verrà realizzato utilizzando vie cavi e scatole da incasso
predisposti per la successiva integrazione, così come il quadro elettrico sarà dimensionato in modo tale da garantire la
possibilità di installazione delle apparecchiature atte al comando e controllo impianto elettrico appartamento
5.1.3. DOTAZIONI APPARTAMENTI
INGRESSO
Punto avvisatore ingresso con n° 1 suoneria
Punto citofono collegato all’impianto condominiale
Punto deviato con n° 1 punto luce a plafone
Punto presa 10/16A
Punto Termostato (esclusa la fornitura del termostato)
SOGGIORNO
n 1 Punto deviato con n° 1 punto luce a plafone
n
n
n
n
n
1
1
1
1
1
11/04/2014
i_d4284fa855283cad.doc
6 di 10
n
n
n
n
n
1
6
1
1
1
n
n
n
n
n
n
n
1
2
1
1
5
1
1
n 1
n 1
n
n
n
n
1
1
2
1
n
n
n
n
n
n
1
1
2
1
1
1
n
n
n
n
n
1
5
1
1
1
n
n
n
n
n
1
4
1
1
1
n 1
n 1
Punto deviato con n° 1 punto luce a parete
Punto presa 10/16A
Punto TV terrestre (compresa predisposizione scatola e placca 6 posti)
Punto TV satellitare
Punto Telefono analogico (Solo Predisposizione)
CUCINA
Punto interrotto con n° 1 punto luce a parete
Punto presa 10/16A con interruttore Bipolare per elettrodomestici
Punto attacco diretto per fornello a piastre elettriche e/o induzione con linea dedicata
Punto presa diretta con interruttore per cappa
Punto presa Schuko 10/16A
Punto TV terrestre (compresa predisposizione scatola e placca 6 posti)
Punto Telefono analogico (Solo Predisposizione)
DISIMPEGNO NOTTE
Punto invertito con n° 1 punto luce a plafone
Punto presa 10/16A
BAGNO
Punto interrotto con n° 1 punto luce a plafone
Punto interrotto con n° 1 punto luce a parete
Punto presa 10/16A
Punto avvisatore vasca con n° 1 suoneria
BAGNO DI SERVIZIO
Punto interrotto con n° 1 punto luce a plafone
Punto interrotto con n° 1 punto luce a parete
Punto presa 10/16A
Punto Int. Aut. 16A con n° 1 presa schuko (Lavatrice)
Punto avvisatore doccia con n° 1 suoneria
Punto Aspiratore
CAMERA MATRIMONIALE
Punto invertito con n° 1 punto luce a plafone
Punto presa 10/16A
Punto TV terrestre (compresa predisposizione scatola e placca 6 posti)
Punto Telefono analogico (Solo Predisposizione)
Punto Termostato (esclusa la fornitura del termostato)
CAMERETTA (sino a 12 mq)
Punto invertito con n° 1 punto luce a plafone
Punto presa 10/16A
Punto TV terrestre (compresa predisposizione scatola e placca 6 posti)
Punto Telefono analogico (Solo Predisposizione)
Punto Termostato (esclusa la fornitura del termostato)
BALCONE
Punto interrotto con n° 1 punto luce a parete (compreso corpo illuminante) + led segnalazione luce accesa
Punto presa 10/16A con supporto stagno
5.1.4. PREDISPOSIZIONE TUBAZIONI IMPIANTO ANTIFURTO
Punto centrale
Punto sirena interna
Punto sirena esterna
Punto Tastiera
Punto contatto porta ingresso
Punti contatto finestra/persiana/veluz
Punti rilevatore infrarosso (soggiorno+camere)
5.2. IMPIANTI RISCALDAMENTO, IDRICO-SANITARI E CLIMATIZZAZIONE
5.2.1. IMPIANTO DI RISCALDAMENTO
L’impianto di riscaldamento e produzione di acqua calda sanitaria, sarà autonomo per ogni singola unità immobiliare
con sistema in pompa di calore
La centrale termica sarà costituita da un unità moto condensante completa di gruppo idronico, che produrrà l’acqua
calda necessaria all’impianto di riscaldamento, integrata da un bollitore ad accumulo per la produzione dell’acqua
calda sanitaria.
L’impianto di riscaldamento sarà di tipo radiante a pavimento realizzato con pannello isolante in polistirene espanso
sinterizzato e tubazione multistrato in polietilene reticolato ad alta densità, completo di linee di distribuzione e collettori
alloggiati in nicchie con sportello. Nei bagni è prevista l’installazione di uno scaldasalviette elettrico in acciaio di colore
bianco.
11/04/2014
i_d4284fa855283cad.doc
7 di 10
La regolazione della temperatura all’interno dell’alloggio sarà controllata da un termostato per ogni ambiente e da un
cronotermostato per il comando programmato della temperatura ambiente con programmazione settimanale, di
primaria marca Nazionale.
Tale soluzione permette di evitare l’utilizzo di GAS metano, pertanto in cucina sono previste piastre elettriche
5.2.2. IMPIANTO DI CLIMATIZZAZIONE
Il sistema permette la gestione dell’impianto di climatizzazione con la stessa unità esterna in pompa di calore.
Sono previste unità split nei locali principali (soggiorno e camere). Nel soggiorno la stessa sarà posizionata in modo
tale da garantire un riscaldamento per la zona soppalco nel periodo invernale
5.3. IMPIANTO IDRICO-SANITARIO
5.3.1. IMPIANTO IDRICO SANITARIO
L’impianto esistente non verrà modificato
Dalla rete di distribuzione esistente verrà derivata la linea di acqua fredda di alimentazione degli alloggi del piano
sottotetto, passante nel vano scala e ogni nuova unità immobiliare sarà provvista di contatore divisionale dell’acqua
fredda posto entro cassetta di derivazione posto sui vani scala.
Per le linee verranno utilizzate tubazioni in acciaio zincato con raccordi filettati mentre la distribuzione interna agli
alloggi verrà realizzata in tubi multistrato.
Le distribuzioni dell’acqua calda e fredda, interne agli appartamenti sia in nicchia, che sottopavimento verranno
coibentate con guaine a cellule chiuse che alimenterà tutti gli apparecchi sanitari degli appartamenti. WC, lavatrive e
lavastoviglie verranno alimentati da sola acqua fredda
Verranno predisposti idonei collettori con rubinetti di’intercettazione della rete
5.3.2. RETE SCARICO INTERNA
La rete di scarico orizzontale interna agli alloggi a pavimento, sarà realizzata in polietilene a saldare, fino alle braghe
delle colonne verticali esistenti.
Le colonne di scarico verticale si innesteranno nelle colonne esistenti.
Ogni colonna sarà collegata ad un tubo esalatore che si prolunga oltre la copertura dell’edificio.
11/04/2014
i_d4284fa855283cad.doc
8 di 10
5.3.3. SANITARI E RUBINETTERIA
Duravit serie Darling
Ideal Standard serie Cantica
Esedra serie ESE
Villeroy & Boch serie O.NOVO
11/04/2014
i_d4284fa855283cad.doc
9 di 10
Vasca in metacrilato 170x70
Hansgrohe serie FOCUS
Mamoli serie LOGOS
Grohe serie CONCETTO
11/04/2014
i_d4284fa855283cad.doc
10 di 10
Author
Document
Category
Uncategorized
Views
0
File Size
1 522 KB
Tags
1/--pages
Report inappropriate content