close

Enter

Log in using OpenID

2014_10_09_circ_serv_socc_montagna

embedDownload
Ministero dell'Interno
DIPARTIMENTO
DELLA
PUBBLICA
SICUREZZA
DIREZIONE CENTRALE PER GLI AFFARI GENERALI DELLA POLIZIA DI STATO
N.559/A/l/130.2.2.1/ 2.312.1
Roma, 9 ottobre 2014
OGGETTO: Servizi di sicurezza e soccorso in montagna nella stagione invernale
2014/2015 a cura della Polizia di Stato.
In occasione della prossima stagione invernale, come di consueto, verranno
messi in atto dalla Polizia di Stato specifici servizi di sicurezza e soccorso in montagna
nelle località a maggiore vocazione turistica, nell'obiettivo di fornire una risposta alla
domanda di sicurezza nel particolare contesto dei comprensori sciistici.
La pianificazione dei servizi è frutto della sinergia fra le indicazioni di natura
tecnica fornite dal Centro Addestramento Alpino di Moena e le valutazioni di diverso
profilo delle Questure interessate, nella convinzione che il servizio di specie rappresenti
una forma specializzata di controllo del territorio, ancorché una mera prestazione di
soccorso.
Compatibilmente con le esigenze di contenimento della spesa pubblica, il
piano nazionale per la stagione invernale 2014/2015 prevede l'impiego di compìessivi
230 operatori, ripartiti nelle località montane di cui all'elenco allegato.
Tenuto conto dell'esperienza delle passate stagioni, nelle unità operative
composte da 4 dipendenti e più, è previsto l'impiego di almeno un ufficiale di Polizia
Giudiziaria, Iaddove disponibile.
Il servizio potrebbe avere Imzw a partire dalla prima decade del mese di
dicembre p.v., in relazione all'apertura degli impianti ed a!I'innevamento delle piste,
fino, presumibilmente, al termine del mese di aprile (con le opportune diversificazioni
dovute alle conseguenti variazioni climatiche).
Come è noto, con la stagione invernale 2012/2013, anche al fine di garantire
la necessaria rotazione del personale, è stata introdotta una innovativa procedura di
selezione per titoli, affidandone la valutazione e la formazione delle graduatorie ad una
Conunissione istituita in seno a questa Direzione Centrale.
Detta procedura è stata formalizzata, tra I' altro, nel "Regolamento per
l'attività dei servizi di sicurezza e soccorso in montagna", il cui contenuto è tuttora
oggetto di confronto con le sigle sindacali del personale di polizia.
Nelle more della stesura definitiva del citato regolamento, stante l'esigenza di
attivare la procedura di selezione in tempo utile per l'inizio della stagione sciistica, in
ragione dei tempi necessari per la presentazione delle istanze e per la valutazione dei
Ministero dell'Interno
DIPARTIMENTO
DELLA
PUBBLICA
SICUREZZA
DIREZIONE CENTRALE PER GLI AFFARI GENERALI DELLA POLIZIA DI STATO
titoli, si rende necessario fare 1icorso ai seguenti criteri di selezione, già introdotti, in
parte, con la circolare 559/A/11130.2.2.1/23055 datata 8 ottobre 2012.
In caso di aspirazioni per la medesima sede di più operatori, verrà data la
precedenza ai possessori dei sottoindicati titoli e qualifiche, per i quali è attribuito uno
specifico punteggio, indicati in ordine di valenza tecnica prioritaria, significando che, in
caso di possesso di più titoli, verrà applicato il principio dell'assorbenza, nel senso che
sarà valutato solo quello di rilievo sovraordinato:
•
titolo di maestro di sci alpino ida guida alpina
5
•
qualifica professionale di istruttore di sci alpino e/o alpinismo
5
•
qualifica professionale di aiuto istruttore di sci alpino e/o alpinismo
4
•
qualifica professionale di sci alpinista
3
•
qualifica professionale di alpinista
2
•
qualifica professionale di esperto in manovre di corde
l
•
volontario Corpo Nazionale Soccorso Alpino e Speleologico (C.N.S.A.S.) 0,50
Per la pregressa anzianità nell'attività in argomento, sarà attribuito un
ulteriore punteggio pari a 0,50 per ogni stagione di impiego nell'ultimo quinquennio, a
far data, quindi, dalla stagione 2009/10.
A parità di punteggio, verrà pretèrito il dipendente con pregressa esperienza
di conoscenza operativa dell'area territoriale richiesta e con accertata e documentata
conoscenza di lingua/e straniera/e predominante/i nell'area medesima; a parità di
condizione, colui che negli anni immediatamente precedenti non ha svolto servizio nella
zona di interesse; ancora a parità, il più anziano nel ruolo e qualifica di medesima
appartenenza.
Per le esigenze delle aree sciabili di Moena - Lusia (TN), Moena - San
Pellegrino (TN) e Predazzo (TN) verrà comunque data precedenza alle richieste del
personale in servizio presso il Centro Addestramento Alpino di Moena.
Pertanto, si prega di dare massima diffusione al contenuto della presente al
personale interessato, affinché presenti la domanda di impiego - corredata della relativa
documentazione- entro il25 ottobre p. v.
Le istariZe, pena l'esclusione, dovranno essere compilate secondo le modalità
di cui alla circolare N.500/C/AA2/2836 datata 16 febbraio 2010, indicando la
preferenza di sedi ave espletare il servizio, nel numero massimo di cinque località
montane.
Gli Uffici di appartenenza avranno cura di inoltrare immediatamente
le istanze, complete della documentazione allegata, alla Direzione Centrale
per le Risorse Umane e, per conoscenza, al Centro Addestramento Alpino di Moena,
Ministero dell'Interno
DIPARTIMENTO
DELLA
PUBBLICA
SICUREZZA
DIREZIONE CENTRALE PER GLI AFFARI GENERALI DELLA POLIZIA DI STATO
messaggistica
certitìcata,
agli
indirizzi
di
elettronica
minintemo.333d/missioniassegnspec.Jm!iìlcert.messaggistica
centroaddalpino.moena. tn!iìlcert.messmwistica .
VJa
posta
e
Le istanze presentate in data antecedente alla presente circolare non verranno
prese in considerazione e dovranno essere rinnovate dagli interessati con le modalità ed
i tempi sopraindicati.
Nella trasmissione delle istanze, eventuali pare1i negativi della Dirigenza,
dovranno essere motivati e circostanziati, evitando generici riferimenti all'insufficienza
risorse disponibili degli Uffici.
La Commissione incaricata della valutazione delle istanze, composta da
rappresentanti della Direzione Centrale per gli Affari Generali della Polizia di Stato,
della Direzione Centrale per le Risorse Umane e del Centro Addestramento Alpino di
Moena, procederà a redigere le relative graduatorie, dandone comunicazione nelle
forme ritenute adeguate.
Resta inteso che le aspirazioni di impiego, ai sensi della circolare del
16 febbraio 201 O sopra citata, saranno valutate compatibilmente con le motivate e
circostanziate esigenze di servizio degli Uffici e Reparti di appartenenza degli
interessati c dell'eventuale esigenza dell'Amministrazione di comporre il leam
operativo in funzione delle professionalità specifiche, del ruolo o qualifica di
appartenenza, nel rispetto delle funzioni previste dai pertinenti articoli del
D.P.R. 24 aprile 1982, n.335.
Nel confidare sulla massima consueta collaborazione delle SS.LL., si precisa
che il piano allegato è da intendersi di riferimento attuale e potrebbe, in relazione alle
esigenze generali o specifiche di servizio e del!' Amministrazione, subire variazioni.
IL
trjf
SERVIZI DI SICUREZZA
E SOCCORSO IN MONTAGNA
STAGIONE 2014/2015
LOCALITA'
l CLAVIERE
"'zf-o
l SALICE O'ULZIO
l BARDONECCHIA
!.:J
o:
l LIMONE PIEMONTE
Il
Il
Il
TO
Il
CN
TO
TO
IMPIEGATI
Il
Il
Il
3
l
5
5
4
PRATO NEVOSO
CN
4
CERVINIA
AD
4
VALLI DI AYAS E GRESSONEY (M. ROSA)
AO
7
<
COUR.MA YEUR
AO
4
"'
LA THUILE
AO
4
<
f--
o
b
:3
<
>
PILA
5
VALTOURNENCHE
3
l
MONTECAI'v1PIONE
l PASSO DEL TONALE
«
o
"'
«
<Il
:a
o
-'
APRICA
Il
Il
l
Il
l BOIUvllO
BS
3
BSITN
5
so
so
l
3
l
5
CHIESA VALMALENCO
so
3
LIVIGNO
so
3
MADESIMO
so
l ARABBA
Il
BL
l
Il
7
l
7
FALCADE
BL
4
FALZAREGO LAGAZUOI
BL
3
PALAFAVERA
BL
3
BL
3
BZ
3
OBEREGGEN
BZ
4
c
<
VAL SENALES
BZ
3
-'
ALBA DI CANAZEI CIAMPAC
TN
3
o
z
i=
z
ANDALO
TN
3
CAMPITELLO DI FASSA
TN
4
CANAZEI
TN
7
CA VALES E CERMIS
TN
5
f--
w
"'>
l SAPPADA
l
ALTA BADIA
8"'
of--
<
"'"'f--
l
l
l
4
BL
z
l
l
l
l
CORTfNA D'AMPEZZO
o
1/2
Ol1 EHATOIU
PROVINCIA
SERVIZI DI SICUREZZA
E SOCCORSO IN MONTAGNA
STAGIONE 2014/2015
LOCALITA'
FOLGARIA
TN
Il LAVARONE
TN
3
MADONNA D! CAMPIGLIO
TN
7
MOENALUSlA
TN
6
TN
7
TN
6
o"'
Ci
<
9
l MOENA S. PELLEGRINO
-'
<
o
z
;::
zUJ
l PAMPEAGO
l PINZOLO
"'f-
FRIULI
VENEZIA
GIULIA
EMILIA R.
l
l
Il
TN
l
Il
l
l
PREDAZZO
TN
S. MARTINO DJ CASTROZZA
TN
4
VIGO DI FASSA
TN
3
l RA. VASCLETfO
l SELLA NEVEA
l
Il
Il
Il
UD
Il
5
UD
Il
3
RE
2
ABETONE
PT
6
VAL DI LUCE
PT
4
Il TERMINILLO
R1
2
Il CERRETO LAGHI
Il
l
AQ
Il
3
"'v", ci'RATELLO
AQ
5
ROCCARASO
AQ
5
CAMPITELLO MATESE
CB
2
ETNA SUD
CT
3
ETNA NORD
CT
2
LOCALITA'
INTERESSATE
OPERATORI
SICILIA
TOTALI NAZIONALI
l
212
3
5
ABRUZZO
MOLISE
4
UD
CAr-..IPO IMPERATORE
Il
4
TN
TOSCANA
LAZIO
3
POZZA DI FASSA
TARVISIO
Il
OPER-\TORI
IMPJEGATI
PROVINCIA
56
l
23
l
l
l
l
l
Il
Author
Document
Category
Uncategorized
Views
0
File Size
484 KB
Tags
1/--pages
Report inappropriate content