close

Enter

Log in using OpenID

2726. SUA LM47 - Università di Palermo

embedDownload
Informazioni generali sul Corso di Studi
Università
Università degli Studi di PALERMO
Nome del corso
Management dello Sport e delle Attività Motorie(IdSua:1513307)
Classe
LM-47 - Organizzazione e gestione dei servizi per lo sport e le attività
motorie
Nome inglese
MANAGEMENT OF SPORT AND PHYSICAL ACTIVITIES
Lingua in cui si tiene il corso
italiano
Eventuale indirizzo internet del corso di
laurea
http://portale.unipa.it/facolta/scienzemotorie
Tasse
Pdf inserito: visualizza
Modalità di svolgimento
convenzionale
Referenti e Strutture
Presidente (o Referente o Coordinatore) del
CdS
SANTORO Laura
Organo Collegiale di gestione del corso di
studio
Consiglio di Corso di Studio in Management dello Sport e delle Attività
Motorie - LM-47
Struttura didattica di riferimento
Scienze Giuridiche, della Società e dello Sport
Docenti di Riferimento
N.
COGNOME
NOME
SETTORE
QUALIFICA
PESO
TIPO SSD
1.
SANTORO
Laura
IUS/01
PO
1
Caratterizzante
2.
RICCOBENE
Alessandra
IUS/01
RU
1
Caratterizzante
Rappresentanti Studenti
Turano Giuseppe [email protected] >> Giuseppe Turano 3286257872
D'Agati Biagio [email protected] 3462122281
Dell'Utri Alessio Maria [email protected] 3292165284
Giuseppe LIOTTA
Marcello TRAINA
Giangabriele AGRIFOGLIO
Gruppo di gestione AQ
Natale SALVO
Biagio D'AGATI
Laura SANTORO
Tutor
Angelo CATALDO [email protected]
Il Corso di Studio in breve
Il Corso di Laurea in Management dello sport e delle Attività motorie ha durata biennale e consente l'acquisizione di n. 120 CFU.
E' stato istituito nell'a.a. 2004/2005 ed è l'unico corso di laurea della classe (LM/47) in Sicilia. E' finalizzato alla formazione della
figura professionale del Manager dello sport. Consente l'acquisizione di conoscenze specifiche nell'ambito del management
sportivo, articolate nelle componenti economico-giuridica, tecnico-sportiva e sociologica, da investire nelle professioni e nelle
attività economiche in ambito sportivo, siano esse attività economiche sportive in senso stretto (sport professionistico o sport
spettacolo; sport per gruppi speciali di popolazione; sport informale e del tempo libero; sport agonistico-federato), che attività
economiche connesse o collegate allo sport (imprese specializzate nella costruzione di impianti sportivi; imprese manifatturiere e
di distribuzione di articoli e beni sportivi; mass media specializzati; settore educativo e della formazione sportiva scolastica;
pubbliche amministrazioni (C.O.N.I. ed enti territoriali); imprese che offrono servizi per il benessere e la salute attraverso lo sport.
Pdf inserito: visualizza
QUADRO A1
Consultazione con le organizzazioni rappresentative - a livello nazionale e
internazionale - della produzione di beni e servizi, delle professioni
La prima consultazione delle parti sociali si è svolta il giorno 25/09/2008 alle ore 10 presso i locali della ex Facoltà di Scienze
Motorie dell'Università degli Studi di Palermo.In tale occasione si è tenuto l'incontro tra i Referenti della ex Facoltà di Scienze
Motorie e le e organizzazioni rappresentative a livello locale della produzione,servizi, professioni interessate per la progettazione
dei Corsi di Studio. Erano presenti per la Facoltà di Scienze Motorie: il Preside Prof. Giuseppe Liotta; il Decano Prof. Sergio
Agrifoglio, il Prof. Marcello Traina in qualità di Presidente del Corso di laurea in Management dello sport e delle attività motorie e
il Prof. Antonio Palma delegato della Facoltà all'istituendo Corso di laurea Magistrale in Scienze e tecniche delle attività sportive e
del fitness; per le parti sociali il dott. Antonino Salerno Pres. Confindustria Provincia di Palermo, l'avv. Vincenzo Massimo Costa
Pres. del C.O.N.I. Regionale; il prof. Michele Bevilacqua per il CUS, il dott. Angelo Giglio per l'Assessorato reg. alla Sanità, il dott.
G. Caramazza per l'MSP, il dott. M.Sajeva per l'AICS Sicilia, Il ten col A.Sambataro per il gr. Tutela Lavoro Sicilia, il
Prof.F.Trombetta DIRCO Sicilia, ed inoltre i giornalisti N.La Malfa, L.Gaziano, A.Bonura e A. Abruzzo. Sono state analizzate le
bozze delle piattaforme obiettivi per il Corso di laurea magistrale in "Management dello sport e delle attività motorie" (LM-47) che
si ritengono adeguate alle esigenze del Corso di Studio. Dopo ampia ed approfondita discussione le parti ne hanno approvano
all'unanimità l'istituzione.
Una prossima consultazione è stata disposta dalla commissione di gestione AQ nel corso dell'a.a. 2013/2014. Il Consiglio di
Corso di Studio nella seduta del 17 marzo 2014 ha deliberato di svolgere nel mese di maggio 2014 la consultazioni delle parti
sociali all'uopo invitando l'Assindustria di Palermo, il CONI (Comitato Regionale Sicilia), la FIGC (Comitato Regionale Sicilia) e i
comitati provinciali degli enti di promozione sportiva UISP e LIBERTAS, dando mandato al Coordinatore di definire la data nel
mese sopra detto e di espletare tutti i relativi adempimenti.
Pdf inserito: visualizza
QUADRO A2.a
Profilo professionale e sbocchi occupazionali e professionali previsti per i laureati
Manager dello sport
funzione in un contesto di lavoro:
Le funzioni correlate alla professione di manager sportivo sono:
progettare, organizzare e gestire le diverse tipologie di servizi e strutture per lo sport e le attività motorie;
svolgere funzioni di direzione, programmazione e coordinamento allinterno delle organizzazioni operanti nel settore dello
sport e delle attività motorie;
organizzare e gestire eventi sportivi;
gestire, in unottica economico aziendale, le organizzazioni operanti nel settore dello sport e delle attività motorie;
svolgere attività di consulenza, rappresentanza e/o assistenza dinanzi agli organi di giustizia sportiva, nonché attività di
contrattazione per conto di soggetti operanti nel settore dello sport e delle attività motorie, in qualità di esperti di: servizi di
carattere turistico sportivo, gestione degli impianti; media e comunicazione, grandi eventi e manifestazioni; contrattualistica e
procedure arbitrali sportive;
svolgere attività di progettazione, coordinamento e direzione presso aziende che forniscono strumenti, tecnologie (anche
informatiche), beni e servizi per la pratica sportiva;
svolgere attività di progettazione, coordinamento e direzione delle attività sportive nelle varie discipline presso associazioni e
società sportive, enti di promozione sportiva e organizzazioni sportive in generale;
sviluppare gli assetti istituzionali, economici e giuridici della comunicazione e dellinformazione nell'ambito delle attività
motorie e sportive.
Con riguardo agli obiettivi formativi, il Corso si propone di far acquisire conoscenze specifiche approfondite nelle discipline
motorie sportive, giuridiche, economiche e psico-sociologiche. In particolare, i laureati nel corso della classe di laurea
magistrale acquisiranno competenze necessarie per operare efficacemente nell'ambito degli assetti giuridici, economici entro
i quali si colloca il sistema delle attività motorie e sportive.
Ai fini indicati il corso di laurea della classe permette ai laureati di:
- conoscere le basi normative del sistema sportivo, considerato nella complessità dei suoi molteplici assetti (assetto
istituzionale, assetto giurisdizionale, assetto amministrativo);
- conoscere le problematiche relative alle interrelazioni tra ordinamento sportivo e ordinamento statale alla luce del principio
di autonomia dell'ordinamento sportivo;
- conoscere i principi e le dinamiche economiche operanti nell'ambito della gestione di imprese interessate a vario titolo al
settore dello sport;
- conoscere le normative vigenti, sia statali che federali, per operare a livello organizzativo e dirigenziale nell'ambito di enti
facenti parte del sistema sportivo istituzionalizzato;
- conoscere le normative vigenti in materia di sicurezza sui luoghi di lavoro, tutela della salute, politiche antidoping,
accertamenti sulla idoneità all'esercizio di attività motorie e sportive, sicurezza e gestione di impianti sportivi, analisi funzionali
metaboliche su praticanti di attività motorie e sportive.
competenze associate alla funzione:
Gli sbocchi professionali sono tutti quelli correlati all'ambito delle attività motorie e sportive nella prospettiva di chi si pone in
posizione di organizzazione, comando e controllo. In particolare, i laureati del CdS in Management dello sport potranno
dirigere palestre, centri sportivi ed enti similari operanti nell'ambito delle attività motorie e sportive.
Potranno organizzare e gestire eventi e manifestazioni sportive nell'ambito sia dell'associazionismo privato che in ambito
pubblico (CONI, enti territoriali, pubbliche amministrazioni operanti in ambito sportivo).
Ulteriori sbocchi professionali sono quelli correlati all'attività di consulenza e assistenza nell'ambito della contrattualistica e
della giustizia sportiva, ed ancora quelli correlati alla comunicazione sportiva nelle sue diverse modalità esplicative.
sbocchi professionali:
Gli sbocchi occupazionali previsti sono tutti quelli correlati alle attività del management sportivo. In particolare i laureati del
CdS potranno inserirsi nell'ambito dell'associazionismo sportivo (società e associazioni sportive), dello sport ricreativo,
scolastico, turistico. Potranno altresì trovare sbocchi professionali nell'ambito del management sportivo scolastico, delle
pubbliche amministrazioni (CONI ed enti territoriali). Ulteriori sbocchi professionali sono nel settore dell'attività di consulenza,
rappresentanza e/o assistenza dinanzi agli organi di giustizia sportiva, attività di contrattazione per conto di soggetti operanti
nel settore dello sport e delle attività motorie, in qualità di esperti di contrattualistica e procedure arbitrali sportive; infine,
nell'ambito delle imprese che forniscono strumenti, tecnologie (anche informatiche), beni e servizi per la pratica sportiva e
nell'ambito della comunicazione sportiva.
QUADRO A2.b
1.
2.
3.
4.
5.
Il corso prepara alla professione di (codifiche ISTAT)
Esperti legali in imprese - (2.5.2.2.1)
Tecnici dell'organizzazione e della gestione dei fattori produttivi - (3.3.1.5.0)
Animatori turistici e professioni assimilate - (3.4.1.3.0)
Organizzatori di eventi e di strutture sportive - (3.4.2.5.1)
Osservatori sportivi - (3.4.2.5.2)
QUADRO A3
Requisiti di ammissione
Per l'ammissione al Corso di Studio magistrale in Management dello Sport e delle Attività motorie è richiesto il possesso di una
laurea triennale o titolo equipollente (ad ed. diploma ISEF) ovvero di altro titolo di studio conseguito all'estero, riconosciuto
idoneo, ed il superamento di una prova d'esame, articolata nella valutazione dei titoli e nel colloquio orale.
La partecipazione alla prova di ammissione è consentita anche a chi non sia già in possesso del diploma di laurea, purchè lo
consegua prima del termine di scadenza per l'immatricolazione al Corso di Studio.
La personale preparazione è oggetto di verifica in sede di prova d'accesso al Corso di Studio, così come specificato nel
Regolamento del Corso di Studio stesso.
QUADRO A4.a
Obiettivi formativi specifici del Corso
Il Curriculum del Corso della classe di laurea magistrale comprende attività finalizzate all'acquisizione di conoscenze specifiche
approfondite nelle discipline motorie sportive, giuridiche, economiche e psico-sociologiche. In particolare, i laureati nel corso della
clsse di laurea magistrale acquisiranno competenze necessarie per operare efficacemente nell'ambito degli assetti giuridici,
economici entro i quali si colloca il sistema delle attività motorie e sportive. Ai fini indicati il corso di laurea della classe dovrà
permettere ai laureati di:
- conoscere le basi normative del sistema sportivo, considerato nella complessità dei suoi molteplici assetti (assetto istituzionale,
assetto giurisdizionale, assetto amministrativo).
- conoscere le problematiche relative alle interrelazioni tra ordinamento sportivo e ordinamento statale alla luce del principio di
autonomia dell'ordinamento sportivo.
- conoscere i principi e le dinamiche economiche operanti nell'ambito della gestione di imprese interessate a vario titolo al settore
dello sport.
- conoscere le normative vigenti, sia statali che federali, per operare a livello organizzativo e dirigenziale nell'ambito di enti facenti
parte del sistema sportivo istituzionalizzato.
- conoscere le normative vigenti in materia di sicurezza sui luoghi di lavoro, tutela della salute, politiche antidoping, accertamenti
sulla idoneità all'esercizio di attività motorie e sportive, sicurezza e gestione di impianti sportivi, analisi funzionali metaboliche su
praticanti di attività motorie e sportive.
QUADRO A4.b
Risultati di apprendimento attesi
Conoscenza e comprensione
Capacita di applicare conoscenza e comprensione
area giuridica
Conoscenza e comprensione
Si attende una conoscenza approfondita degli istituti giuridici oggetto del corso con una capacità di comprensione piena.
Capacità di applicare conoscenza e comprensione
si attende una perfetta padronanza degli istituti tale che lo studente sia in grado di applicarli alla realtà concreta, mediante
esemplificazioni e collegamenti tra il dato normativo astratto e il dato economico concreto, nonché capacità di applicare le
proprie conoscenze nel risolvere problemi giuridici legati agli istituti oggetto del corso; si attende il raggiungimento di uno
standard elevato di giudizio critico associato allo sviluppo di una mentalità giuridica. Si attende inoltre il pieno apprendimento
del linguaggio giuridico associato a buone capacità di comunicazione.
Le conoscenze e capacità sono conseguite e verificate nelle seguenti attività formative:
Visualizza Insegnamenti
Chiudi Insegnamenti
DIRITTO SPORTIVO - CORSO INTEGRATO url
DIRITTO SPORTIVO I url
DIRITTO PRIVATO url
DIRITTO SPORTIVO II url
DIRITTO AMMINISTRATIVO url
TIROCINIO url
DIRITTO COMMERCIALE url
IMPIANTISTICA SPORTIVA url
LEGISLAZIONE DELL'HANDICAP url
ORGANIZZAZIONE AMMINISTRATIVA SPORTIVA url
SICUREZZA E QUALITA' NELLO SPORT C.I. url
INFORMAZIONE E COMUNICAZIONE SPORTIVA-C.I. url
DIRITTO DELLA PRIVACY url
DIRITTO DELL'INFORMAZIONE url
area economica
Conoscenza e comprensione
Si attende lacquisizione di una conoscenza dei concetti essenziali della economia applicata allo sport, così come degli
sviluppi più recenti. Si attende il raggiungimento di un elevato standard di capacità cognitive e di apprendimento tale da
sviluppare autonomia di giudizio e analisi critica nel contesto operativo di riferimento.
Capacità di applicare conoscenza e comprensione
Lo studente dovrà iniziare ad applicare le conoscenze apprese con lapprendimento dei sistemi economici applicati allambito
dello sport; con particolare riguardo agli organismi sportivi, ed ai sistematici accadimenti aziendali, , tale da consentire allo
studente di saper applicare a casi concreti i corretti strumenti a supporto del processo decisionale. Lo studente potenzierà la
propria autonomia di giudizio sia sviluppando la propria capacità di interpretazione dei contesti in cui intervenire, sia
cominciando a intendere le problematiche attuative, rilevanti per la sua futura attività professionale. Lacquisizione di un
linguaggio specifico, quale richiesto dallinsegnamento, irrobustirà le capacità comunicative degli studenti. si attende il pieno
apprendimento del linguaggio economico-aziendale
Le conoscenze e capacità sono conseguite e verificate nelle seguenti attività formative:
Visualizza Insegnamenti
Chiudi Insegnamenti
ECONOMIA DELLO SPORT url
STRATEGIE E POLITICHE AZIENDALI url
ECONOMIA AZIENDALE url
TIROCINIO url
GIORNALISMO SPORTIVO url
ANALISI DI BILANCIO C.I. url
DIRITTO COMMERCIALE url
TEORIA E TECNICHE DI ANALISI DI BILANCIO url
area sociologica
Conoscenza e comprensione
Si attende lacquisizione di una conoscenza dei concetti essenziali della pianificazione applicata allo sport, così come degli
sviluppi più recenti.
Capacità di applicare conoscenza e comprensione
Lo studente dovrà iniziare ad applicare le conoscenze apprese con lapprendimento della teoria e dei metodi della
pianificazione; in particolare, la formulazione, lefficacia e limpatto dei piani.
Attraverso lo studio della pianificazione in ambito sportivo, lo studente potenzierà la propria autonomia di giudizio sia
sviluppando la propria capacità di interpretazione dei contesti in cui intervenire, sia cominciando a intendere le problematiche
attuative, rilevanti per la sua futura attività professionale.
Si attende lacquisizione di un linguaggio specifico, quale richiesto dallinsegnamento, irrobustirà le capacità comunicative degli
studenti.
Si attende il raggiungimento di un elevato standard di capacità cognitive e di apprendimento tale da sviluppare autonomia di
giudizio e analisi critica nel contesto operativo di riferimento.
Le conoscenze e capacità sono conseguite e verificate nelle seguenti attività formative:
Visualizza Insegnamenti
Chiudi Insegnamenti
SOCIOLOGIA DELLO SPORT url
GIORNALISMO SPORTIVO url
area tecnico-sportiva
Conoscenza e comprensione
Adeguata conoscenza della terminologia scientifica e capacità di comprensione teorica di testi e pubblicazioni scientifiche
relativamente ai contenuti degli insegnamenti dell'area.
Capacità di applicare conoscenza e comprensione
Capacità applicative e competenze di tipo metodologico, tali da permettere ai laureati di affrontare problematiche di tipo
organizzativo, con particolare riferimento a quelle relative alla pratica delle attività sportive e alla prevenzione e promozione
della salute basate sullattività motoria (attività di fitness).
Autonomia di giudizio e conseguente possibilità di sviluppare considerazioni logiche e deduttive, indispensabili per lavorare
autonomamente e per linserimento nel mondo del lavoro, con particolare riferimento a solide basi culturali e collegamenti
trasversali delle conoscenze e a valutazione ed interpretazione di dati, aspetti relativi alla organizzazione e gestione delle
attività motorie e sportive.
Abilità nella comunicazione orale, scritta e multimediale con esposizione in modo compiuto del proprio pensiero per scambio
di informazioni generali, presentazione dati, dialogo con esperti di altri settori e conseguente capacità di lavorare in gruppo.
Capacità di apprendere per sviluppo ed approfondimento di ulteriori competenze, con riferimento allaggiornamento continuo
delle conoscenze mediante consultazione di materiale bibliografico, banche dati, etc., utili anche ai fini dellaccesso a master
di primo livello e altre attività formative post-lauream.
La verifica avverrà durante lo svolgimento dei casi studio.
Le conoscenze e capacità sono conseguite e verificate nelle seguenti attività formative:
Visualizza Insegnamenti
Chiudi Insegnamenti
ORGANIZZAZIONE E GESTIONE DELLE ATTIVITA' MOTORIE E SPORTIVE url
PIANIFICAZIONE BIOMEDICA DELLE ATTIVITÃ MOTORIE E SPORTIVE url
TIROCINIO url
QUADRO A4.c
Autonomia di
giudizio
Abilità
comunicative
Capacità di
apprendimento
QUADRO A5
Autonomia di giudizio
Abilità comunicative
Capacità di apprendimento
Si attende il raggiungimento di uno standard elevato di giudizio critico associato allo sviluppo di una
mentalità giuridica.
Il laureato magistrale deve:
- saper comunicare in modo chiaro e privo di ambiguità le sue conclusioni a interlocutori specialisti e
non specialisti dei settori dello sport e delle attività motorie;
- essere in grado di utilizzare almeno una lingua dell'Unione Europea oltre l'italiano per consentire la
comunicazione internazionale nell'ambito specifico di competenza;
- utilizzare gli strumenti di elaborazione e comunicazione informatica, oltreché quelli necessari per la
ricerca bibliografica.
L'acquisizione delle abilità comunicative avviene durante il percorso formativo attraverso le attività
seminariali e la preparazione della prova finale.
La verifica di tali abilità avviene attraverso la valutazione di elaborati scritti o multimediali, attraverso
esposizioni orali ed interventi in attività seminariali.
Il laureato magistrale
- applica i metodi e gli strumenti di apprendimento sviluppati per approfondire i contenuti studiati, da
utilizzare sia in contesti professionali che per intraprendere studi successivi;
- aggiorna e amplia autonomamente le proprie conoscenze di elevato livello, in funzione dello
specifico impiego e del progresso dei settori giuridici, economici e psico-sociologici delle attività
motorie e sportive;
- acquisisce e utilizza le informazioni scientifiche necessarie per valutare la validità delle proprie
attività professionali.
5. La capacità di apprendimento viene acquisita durante il percorso formativo attraverso attività di
ricerca bibliografica e attività seminariali di confronto.
La capacità di apprendimento viene valutata mediante prove individuali scritte e/o orali.
Prova finale
Le modalità di svolgimento della prova finale sono stabilite in un apposito Regolamento approvato con D.R. n. 1032/2014.
L'esame di laurea consiste nella redazione di un elaborato scritto, che deve avere caratteristiche di originalità, a carattere
sperimentale, teorico o progettuale, ovvero può consistere in un saggio breve su di un tema mono o pluridisciplinare, e nella sua
discussione davanti ad una commissione di laurea. L'argomento del lavoro di tesi deve essere svolto sotto la guida di un relatore.
La commissione deve anche determinare e valutare il contributo originale del candidato. I dettagli riguardo ai criteri di definizione
del voto di laurea, espresso in centodecimi, con eventuale lode, sono espressi nel Regolamento esame di laurea magistrale
LM-47. In ogni caso la valutazione deve considerare sia il curriculum universitario del candidato che la maturità scientifica da
esso raggiunta.
Pdf inserito: visualizza
Descrizione Pdf: Format Regolamento esami di laurea magistrale
QUADRO B1.a
Descrizione del percorso di formazione
Pdf inserito: visualizza
Descrizione Pdf: Manifesto degli Studi a.a. 2014-2015
QUADRO B1.b
Descrizione dei metodi di accertamento
Le conoscenze e competenze acquisite verranno verificate attraverso prove scritte, esami orali, prove pratiche. A seconda delle
tipologia di insegnamento, sarà privilegiata una o più di tali metodologie di accertamento delle competenze acquisite. Potranno
essere svolte anche delle verifiche in itinere. La valutazione viene, di norma, espressa in trentesimi, con eventuale lode. Per
alcune discipline la valutazione consiste in un giudizio di idoneità, o viene espressa secondo la seguente scala: sufficiente,
discreto, buono, ottimo. Ogni scheda di trasparenza indica, oltre al programma dell'insegnamento, anche il modo in cui viene
accertata l'effettiva acquisizione dei risultati di apprendimento da parte dello studente
Ogni "scheda insegnamento", in collegamento informatico al Quadro A4-b, indica, oltre al programma
dellinsegnamento, anche il modo cui viene accertata leffettiva acquisizione dei risultati di apprendimento da parte dello
studente.
Link inserito: http://offweb.unipa.it/offweb/public/corso/visualizzaCurriculum.seam?oidCurriculum=14784&cid=7249
QUADRO B2.a
Calendario del Corso di Studio e orario delle attività formative
http://portale.unipa.it/facolta/scienzemotorie/calendari-lezioni-ed-esami-di-merito/index.html
QUADRO B2.b
Calendario degli esami di profitto
http://portale.unipa.it/facolta/scienzemotorie/calendari-lezioni-ed-esami-di-merito/index.html
QUADRO B2.c
Calendario sessioni della Prova finale
QUADRO B3
Docenti titolari di insegnamento
Sono garantiti i collegamenti informatici alle pagine del portale di ateneo dedicate a queste informazioni.
Settori
Anno
di
corso
Insegnamento
Cognome
Nome
Ruolo
Crediti
Ore
IUS/01
Anno
di
corso
1
DIRITTO PRIVATO link
LIOTTA
GIUSEPPE CV
PO
9
72
IUS/01
Anno
di
corso
1
DIRITTO SPORTIVO I (modulo di
DIRITTO SPORTIVO - CORSO
INTEGRATO) link
SANTORO
LAURA CV
PO
9
72
IUS/01
Anno
di
corso
1
DIRITTO SPORTIVO II (modulo di
DIRITTO SPORTIVO - CORSO
INTEGRATO) link
VALENTI
FRANCESCA
CV
RU
4
32
SECS-P/07
Anno
di
corso
1
ECONOMIA AZIENDALE link
CINCIMINO
SALVATORE
CV
RU
8
64
SECS-P/01
Anno
di
corso
1
ECONOMIA DELLO SPORT link
6
48
M-EDF/02
Anno
di
corso
1
ORGANIZZAZIONE E GESTIONE
DELLE ATTIVITA' MOTORIE E
SPORTIVE link
BIANCO
ANTONINO CV
RU
8
64
M-EDF/01
Anno
di
corso
1
PIANIFICAZIONE BIOMEDICA DELLE
ATTIVITÃ MOTORIE E SPORTIVE link
TRAINA
MARCELLO CV
PO
8
64
SECS-P/07
Anno
di
corso
1
STRATEGIE E POLITICHE AZIENDALI
link
CINCIMINO
SALVATORE
CV
RU
4
32
9.
Anno
di
corso
2
ALTRE ATTIVITA' FORMATIVE link
3
24
10.
Anno
di
corso
2
DIRITTO AMMINISTRATIVO (modulo di
SICUREZZA E QUALITA' NELLO
SPORT C.I.) link
4
32
N.
1.
2.
3.
4.
5.
6.
7.
8.
IUS/10
Anno
BLANDO
FELICE CV
RU
Docente di
riferimento
per corso
11.
12.
13.
14.
15.
16.
17.
18.
19.
20.
21.
DIRITTO COMMERCIALE (modulo di
ANALISI DI BILANCIO C.I.) link
VALENTI
FRANCESCA
CV
IUS/01
Anno
di
corso
2
DIRITTO DELL'INFORMAZIONE
(modulo di INFORMAZIONE E
COMUNICAZIONE SPORTIVA-C.I.) link
IUS/01
Anno
di
corso
2
DIRITTO DELLA PRIVACY (modulo di
INFORMAZIONE E COMUNICAZIONE
SPORTIVA-C.I.) link
SECS-P/08
Anno
di
corso
2
GIORNALISMO SPORTIVO link
IUS/09
Anno
di
corso
2
IMPIANTISTICA SPORTIVA (modulo di
SICUREZZA E QUALITA' NELLO
SPORT C.I.) link
BLANDO
FELICE CV
IUS/01
Anno
di
corso
2
LEGISLAZIONE DELL'HANDICAP
(modulo di SICUREZZA E QUALITA'
NELLO SPORT C.I.) link
L-LIN/12
Anno
di
corso
2
LINGUA E TRADUZIONE INGLESE link
IUS/10
Anno
di
corso
2
IUS/04
di
corso
2
RU
4
32
RICCOBENE
ALESSANDRA
CV
RU
4
32
AGRIFOGLIO
GIANGABRIELE
CV
RU
5
40
4
32
RU
4
32
RICCOBENE
ALESSANDRA
CV
RU
4
32
CAPPUZZO
BARBARA CV
RU
3
24
ORGANIZZAZIONE AMMINISTRATIVA
SPORTIVA link
4
32
SPS/07
Anno
di
corso
2
SOCIOLOGIA DELLO SPORT link
6
48
SECS-P/07
Anno
di
corso
2
TEORIA E TECNICHE DI ANALISI DI
BILANCIO (modulo di ANALISI DI
BILANCIO C.I.) link
4
32
Anno
di
corso
2
TIROCINIO link
12
300
QUADRO B4
Aule
CINCIMINO
SALVATORE
CV
RU
Pdf inserito: visualizza
Descrizione Pdf: aule
QUADRO B4
Laboratori e Aule Informatiche
Pdf inserito: visualizza
Descrizione Pdf: aule informatiche
QUADRO B4
Sale Studio
Pdf inserito: visualizza
Descrizione Pdf: Punto servizi
QUADRO B4
Biblioteche
Link inserito: http://portale.unipa.it/amministrazione/area1/ssp04/set11/biblioteca-digitale/
Pdf inserito: visualizza
Descrizione Pdf: Punto Servizi
QUADRO B5
Orientamento in ingresso
Il Corso di studio realizza all'inizio di ogni anno accademico una giornata informativa ed esplicativa per i neo laureati, nel mese di
settembre.
Nel mese di giugno viene usualmente organizzato un seminario sulle tematiche di ambito giuridico ed economico attinenti al
management sportivo, diretto agli studenti del terzo anno del corso di laurea triennale ed ai laureandi, finalizzato, tra l'altro, alla
presentazione del corso di studio.
L'orientamento al corso di studio, insieme a tutti gli altri corsi offerti dall'Ateneo, è curato infine dalla Amministrazione centrale,
mediante l'ufficio appositamente a ciò preposto.
Il Centro Orientamento e Tutorato dell'Ateneo organizza attività di orientamento in ingresso, tutorato ed orientamento in uscita. Le
iniziative di orientamento in ingresso, finalizzate a supportare lo studente durante tutta la fase di accesso ai percorsi universitari,
consistono in attività informative e di consulenza individuale.
Sono programmate attività con gli studenti delle scuole superiori, iniziative con le scuole ed è attivo uno sportello accoglienza per
i genitori.
Sono inoltre presenti uno sportello di orientamento e accoglienza per studenti stranieri ed un servizio di counselling psicologico
destinato a studenti che richiedono un sostegno psicologico per problemi di adattamento alla vita universitaria (ansia da esame,
problemi relazionali, disagi personali).
Descrizione link: pagina web del Centro di Oreintamento e Tutorato
Link inserito: http://portale.unipa.it/strutture/cot/
QUADRO B5
Orientamento e tutorato in itinere
Il corso di studio realizza attività di orientamento e tutoraggio. I tutor, nominati con apposita procedura comparativa di Ateneo,
svolgono attività di assistenza sia per le problematiche attinenti alla didattica, sia per quelle più specificamente riferite agli
studenti lavoratori.
Modalità di svolgimento dell'attività di tutoraggio (giorni e orari) sono direttamente concordati dai tutor con gli studenti che ne
fanno richiesta
QUADRO B5
Assistenza per lo svolgimento di periodi di formazione all'esterno (tirocini e stage)
L'assistenza viene effettuata dagli Uffici di Presidenza della Scuola delle Scienze Giuridiche ed Economico-Sociali, cui afferisce il
Corso di Studio in Management dello Sport e delle Attività motorie (LM-47), che propongono al Liaison Office di Ateneo le
Convenzioni con gli Enti e le Aziende da accreditare.
Gli Uffici curano l'assegnazione dello studente alla Azienda/Ente, l'assegnazione del Tutor universitario e di quello aziendale e
forniscono un registro delle attività di Tirocinio.
Il rapporto di stage predisposto dalla studente, e valutato da apposita commissione, viene consegnato alle Segreterie Studenti
per l'accreditamento dei CFU relativi all'attività di tirocinio.
QUADRO B5
Assistenza e accordi per la mobilità internazionale degli studenti
Il Corso d Studio ha stipulato accordi per la mobilità internazionale (LLP-Erasmus) con i seguenti Atenei:
- The Technische Universität München (Germania)
- Fjordane University College (Norvegia)
- Gdańsk University (Polonia), Universitat de Girona (Spagna)
- University of Cumhuriyet (Turchia)
Il Delegato della Scuola delle Scienze Giuridiche ed Economico-Sociali per la mobilità internazionale studenti è il Prof. Nicola
Romana; Il Delegato della Scuola delle Scienze Giuridiche ed Economico-Sociali per le pratiche Erasmus è il Dott. Antonino
Bianco
Azioni intraprese a livello di Ateneo:
Monitoraggio dei learning agreement degli studenti e dei learning agreement changes per eventuali e successive modifiche
(studenti Erasmus, Visiting students etc)
Attività di informazione, supporto ed orientamento agli studenti prima della partenza e durante il periodo di mobilità all'estero
Offerta di corsi gratuiti, impartiti da parte del Centro Linguistico d'Ateneo (CLA), in lingua francese, inglese, tedesco, spagnolo,
differenziati in tre livelli (basico, intermedio ed avanzato) per gli studenti dell'Ateneo in mobilità Erasmus
Tutoring sulla didattica, fornito dai docenti coordinatori di accordi interistituzionali o dai responsabili di facoltà per la mobilità e
l'internazionalizzazione
Contributo aggiuntivo su fondi d'Ateneo a cofinanziamento della mobilità degli studenti
Sportelli di orientamento di Facoltà gestiti dal Centro di Orientamento e Tutorato d'Ateneo (COT)
Coordinamento, monitoraggio e supporto delle iniziative per l'integrazione degli studenti diversamente abili da parte dell'Unità
Operativa Abilità Diverse, struttura d'Ateneo, che fornisce allo studente, avente diritto e che ne fa richiesta, interventi che
riguardano il servizio di tutoring, di assistenza alla persona e la dotazione di attrezzature
Borse di mobilità internazionale erogate dell'Ente Regionale per il Diritto allo studio
Descrizione link: pagina web deio programmi di mobilità internazionale
Link inserito: http://portale.unipa.it/amministrazione/area2/uoa06/programmi-di-mobilit/
Atenei in convenzione per programmi di mobilità internazionale
Nessun Ateneo
QUADRO B5
Accompagnamento al lavoro
Allo stato attuale il Corso di Studio non prevede specifiche attività di accompagnamento al lavoro
QUADRO B5
Eventuali altre iniziative
In virtù di apposita convenzione siglata tra la ex Facoltà di Scienze motorie della Università degli Studi di Palermo (cui è
subentrata la Scuola delle Scienze Giuridiche ed Economico-Sociali) ed il CONI (Comitato Sicilia), in riferimento specifico al corso
di studio LM/47 (art. 15 della predetta Convenzione) il miglior laureato di ogni annualità accademica è vincitore di un contratto di
lavoro a progetto, con durata almeno semestrale, da effettuarsi presso le strutture del CONI Sicilia.
Pdf inserito: visualizza
Descrizione Pdf: Estratto art. 15 Convenzione Università- CONI
QUADRO B6
Opinioni studenti
Indagine sull'opinione degli studenti sulla didattica: attiva dal 1999, prevede la valutazione da parte degli studenti frequentanti
ciascun insegnamento, del docente, della logistica e dell'organizzazione della didattica, nonché dell'interesse degli argomenti
trattati.
L'indagine sull'opinione degli studenti è condotta mediante una procedura informatica di compilazione di un questionario
accessibile dal portale studenti del sito web di Ateneo. (procedura RIDO)
Lo studente accede alla compilazione dopo che sono state effettuate almeno il 70% delle lezioni previste.
Lo studente non può prenotare un esame né stampare lo statino, se non ha compilato il questionario relativo all'insegnamento.
I giudizi degli studenti sono formulati secondo una scala di sei classi (per niente, appena, poco, abbastanza, molto, moltissimo)
che per facilitare la lettura dei risultati sono state aggregate in due gruppi (giudizi positivi e giudizi negativi).
In allegato una scheda di sintesi dell'opinione degli studenti sulla didattica (anno accademico 2012-2013, questionari compilati
fino al 30 luglio 2012
Pdf inserito: visualizza
QUADRO B7
Opinioni dei laureati
Gli studenti dell'Università di Palermo sono tenuti a compilare, al momento della presentazione della domanda di laurea, un
questionario nell'ambito del progetto VULCANO (Vetrina Universitaria Laureati con Curricula per le Aziende Navigabile On-line,
http://vulcanostella.cilea.it/)
VULCANO (http://bussola.cilea.it) è un sistema che permette una gestione integrata delle banche dati contenenti le informazioni
sulla carriera dei laureati. Obiettivi principali sono:
Semplificare l'accesso al mondo del lavoro per i laureati;
Promuovere l'incontro tra domanda e offerta di personale qualificato.
La sezione D di tale questionario riguarda la valutazione, da parte dl laureando, del percorso formativo appena ultimato. Il
documento allegato è la sintesi delle risposte dei laureati nell'anno solare 2012.
Pdf inserito: visualizza
QUADRO C1
Dati di ingresso, di percorso e di uscita
Pdf inserito: visualizza
Descrizione Pdf: Dati di ingresso, di percorso e di uscita AA.AA 2010/2011 - 2011/2012 - 2012/2013
QUADRO C2
Efficacia Esterna
Il progetto interuniversitario STELLA (Statistica in Tema di Laureati e Lavoro, http://vulcanostella.cilea.it/) è nato nel 2002 dalla
collaborazione di un gruppo di Atenei italiani. L'obiettivo è quello di costruire un data base per monitorare le caratteristiche dei
percorsi dei laureati e monitorare gli stessi una volta entrati nel mondo del lavoro.
In allegato, la sintesi dei dati raccolti con le interviste ai laureati nell'anno solare 2011, condotte a 12 mesi dalla laurea.
Pdf inserito: visualizza
QUADRO C3
Opinioni enti e imprese con accordi di stage / tirocinio curriculare o
extra-curriculare
Al fine di uniformare e centralizzare la ricognizione delle opinioni delle Aziende convenzionate su stage/tirocini verrà utilizzato
dall'A.A. 2013/2014 il format di questionario, esitato dal Presidio di Qualità di Ateneo, scaricabile link in calce:
Link inserito: http://portale.unipa.it/ateneo/.content/documenti/pqa/questionario_stage_definitivo.docx
QUADRO D1
Struttura organizzativa e responsabilità a livello di Ateneo
La struttura organizzativa degli Uffici dell'Amministrazione centrale dell'Università degli studi di Palermo è articolata in Aree
(posizioni organizzative dirigenziali), all'interno delle quali si trovano Servizi Speciali e Settori SSP (posizioni organizzative
riservate alle elevate professionalità) nell'ambito dei quali vengono individuate le Unità Organizzative di Area e Unità
Organizzative di Base- UOA e UOB (posizioni organizzative riservate al personale della categoria D). e attribuiti incarichi per
Funzioni Specialistiche FSP (attribuibili al personale di categoria B, C e D) Il Rettorato e la Direzione Generale prevedono anche
le Strutture di staff STF (posizioni organizzative assegnate mediante incarico di natura fiduciaria e, pertanto, non riservate a
specifiche qualifiche).
Nello specifico sono state identificate le seguenti Aree Dirigenziali:
Area Formazione, cultura e servizi agli studenti
Area Ricerca e Sviluppo
Area Economico-Finanziaria
Area Risorse Umane
Area Patrimoniale e Negoziale
Area Affari Generali e Legali
Area Servizi a Rete
L'organigramma dell'amministrazione centrale dell'Ateneo di Palermo è visionabile al link indicato. Il documento in pdf allegato
riporta l'attuale sistema di governance e gestione dell'AQ dei corsi di studio, definito con Decreto Rettorale
Descrizione link: struttura organizzativa dell'Università degli Studi di Palermo
Link inserito: http://portale.unipa.it/ateneo/amministrazione/
Pdf inserito: visualizza
Descrizione Pdf: SISTEMA DI GOVERNANCE DELL'AQ
QUADRO D2
Organizzazione e responsabilità della AQ a livello del Corso di Studio
Il Consiglio di Corso di Studio ha proceduto alla costituzione della Commissione di Gestione della Assicurazione di Qualità del
Corso di Studio. Detta commissione è composta dai seguenti Professori: Prof. Giuseppe Liotta (Presidente), Prof. Marcello
Traina, Dott. Giangabriele Agrifoglio (componenti docenti), Sig. Natale Salvo (componente T.A.) e il Sig. Biagio D'Agati
(componente studentesca).
L'assicurazione di qualità è basata sulla logica PDCA (Plan. Do, Ceck, Act), ovvero su un processo ciclico di: Progettazione,
Gestione, Autovalutazione, Miglioramento.
Il principale strumento utilizzato dalla commissione per la AQ del corso di studio è il Rapporto di Riesame, elaborato annualmente
nei termini temporali previsti dalla vigente normativa, o da apposita delibera del Senato accademico.
Il gruppo di riesame ha operato esclusivamente per il primo riesame, relativo all'a.a. 2012/2013. A partire dall'a.a. 2013/2014
l'attività di riesame è stata portata avanti dalla commissione AQ del Corso di studio integrata dal Coordinatore del Corso stesso.
QUADRO D3
Programmazione dei lavori e scadenze di attuazione delle iniziative
La gestione dell'Assicurazione di Qualità del Corso di Studi è articolata nelle seguenti quattro fasi*:
1) Plan (progettazione)
2) Do (gestione)
3) Check (monitoraggio e valutazione)
4) Act (azioni correttive e di miglioramento)
Le azioni correttive e di miglioramento scaturenti dalla relazione della Commissione Paritetica, dal Verbale di Riesame annuale,
dalle segnalazioni delle parti interessate e da ogni eventuale indicazione dell'ANVUR e del MIUR sono a carico del Coordinatore
del CdS e della Commissione AQ del CdS.
*Per i tempi e i modi di attuazione delle quattro fasi si rimanda al documento pdf allegato.
Pdf inserito: visualizza
Descrizione Pdf: sistema gestione AQ dei corsi di studio
QUADRO D4
Riesame annuale
La scadenza per il riesame annuale è fissata al 20 dicembre. I verbali di riesame saranno approvati dal Presidio di Qualità di
Ateneo e dal Nucleo di Valutazione. Il primo verbale, relativo all'a.a. 2012/2013, è stato approvato dal NdV nella seduta del
22/04/2013
QUADRO D5
Progettazione del CdS
QUADRO D6
Eventuali altri documenti ritenuti utili per motivare lattivazione del Corso di Studio
Scheda Informazioni
Università
Università degli Studi di PALERMO
Nome del corso
Management dello Sport e delle Attività Motorie
Classe
LM-47 - Organizzazione e gestione dei servizi per lo sport e le attività
motorie
Nome inglese
MANAGEMENT OF SPORT AND PHYSICAL ACTIVITIES
Lingua in cui si tiene il corso
italiano
Eventuale indirizzo internet del corso di
laurea
http://portale.unipa.it/facolta/scienzemotorie
Tasse
Pdf inserito: visualizza
Modalità di svolgimento
convenzionale
Referenti e Strutture
Presidente (o Referente o Coordinatore) del
CdS
SANTORO Laura
Organo Collegiale di gestione del corso di
studio
Consiglio di Corso di Studio in Management dello Sport e delle Attività
Motorie - LM-47
Struttura didattica di riferimento
Scienze Giuridiche, della Società e dello Sport
Docenti di Riferimento
N.
COGNOME
NOME
SETTORE
QUALIFICA
PESO
TIPO SSD
Incarico didattico
1.
SANTORO
Laura
IUS/01
PO
1
Caratterizzante
1. DIRITTO SPORTIVO I
2.
RICCOBENE
Alessandra
IUS/01
RU
1
Caratterizzante
1. DIRITTO DELL'INFORMAZIONE
2. LEGISLAZIONE DELL'HANDICAP
requisito di docenza (numero e tipologia) verificato con successo!
requisito di docenza (incarico didattico) verificato con successo!
Rappresentanti Studenti
COGNOME
NOME
EMAIL
TELEFONO
Turano
Giuseppe
[email protected] >> Giuseppe Turano
3286257872
D'Agati
Biagio
[email protected]
3462122281
Dell'Utri
Alessio Maria
[email protected]
3292165284
Gruppo di gestione AQ
COGNOME
NOME
LIOTTA
Giuseppe
TRAINA
Marcello
AGRIFOGLIO
Giangabriele
SALVO
Natale
D'AGATI
Biagio
SANTORO
Laura
Tutor
COGNOME
NOME
EMAIL
CATALDO
Angelo
[email protected]
Programmazione degli accessi
Programmazione nazionale (art.1 Legge 264/1999)
No
Programmazione locale (art.2 Legge 264/1999)
Si - Posti: 50
Requisiti per la programmazione locale
La programmazione locale è stata deliberata su proposta della struttura di riferimento del: 23/04/2014
- Sono presenti sistemi informatici e tecnologici
- E' obbligatorio il tirocinio didattico presso strutture diverse dall'ateneo
Titolo Multiplo o Congiunto
Non sono presenti atenei in convenzione
Sedi del Corso
Sede del corso: via Eleonora Duse 2 - PALERMO
Organizzazione della didattica
semestrale
Modalità di svolgimento degli insegnamenti
Convenzionale
Data di inizio dell'attività didattica
01/10/2014
Utenza sostenibile
50
Eventuali Curriculum
Non sono previsti curricula
Altre Informazioni
Codice interno all'ateneo del corso
Massimo numero di crediti
riconoscibili
40 DM 16/3/2007 Art 4
Il numero massimo di CFU è 12 come da Nota 1063 del 29 aprile 2011 Nota 1063 del
29/04/2011
Date
Data del DM di approvazione dell'ordinamento didattico
24/05/2011
Data del DR di emanazione dell'ordinamento didattico
29/06/2011
Data di approvazione della struttura didattica
17/12/2010
Data di approvazione del senato accademico/consiglio di amministrazione
01/03/2011
Data della relazione tecnica del nucleo di valutazione
22/01/2009
Data della consultazione con le organizzazioni rappresentative a livello locale della produzione, servizi,
professioni
25/09/2008 Data del parere favorevole del Comitato regionale di Coordinamento
Criteri seguiti nella trasformazione del corso da ordinamento 509 a 270
I criteri seguiti nella trasformazione del corso dall'ordinamento 509 al 270 si basano sulle indicazioni espresse all'unanimità dalla
Conferenza nazionale dei Presidi delle Facoltà di Scienze Motorie e sullo indipendenza del corso di laurea magistrale dal corso di
laurea triennale, che rappresenta l'elemento significativo di novità del nuovo ordinamento.
Pertanto, la nuova classe di laurea magistrale presenta la concentrazione degli ambiti disciplinari nei seguenti: discipline motorie
e sportive; economico; giuridico; psicologico e sociologico. Tra gli ambiti disciplinari non è compreso il bio-medico, e ciò
caratterizza maggiormente il nuovo ordinamento.
Sintesi della relazione tecnica del nucleo di valutazione - Ordinamento
Didattico
Il corso di laurea magistrale "Management dello sport e delle attività motorie" viene dalla trasformazione dell'omonimo corso DM
509, e costituisce un adeguamento ai sensi del DM 270/2004 del vecchio corso con valorizzazione dei settori scientifico
disciplinari comprendenti discipline motorie e sportive, giuridico-economiche e psico-sociologiche. La proposta appare
adeguatamente motivata, con obiettivi formativi specifici e di apprendimento congrui, sbocchi occupazionali coerenti e
significativi. Buona articolazione in riferimento a tutti i descrittori europei del titolo di studio anche se non sono descritte le
modalità di verifica dei risultati attesi.
Sintesi della relazione tecnica del nucleo di valutazione - Scheda SUA
Il corso di laurea magistrale "Management dello sport e delle attività motorie" viene dalla trasformazione dell'omonimo corso DM
509, e costituisce un adeguamento ai sensi del DM 270/2004 del vecchio corso con valorizzazione dei settori scientifico
disciplinari comprendenti discipline motorie e sportive, giuridico-economiche e psico-sociologiche. La proposta appare
adeguatamente motivata, con obiettivi formativi specifici e di apprendimento congrui, sbocchi occupazionali coerenti e
significativi. Buona articolazione in riferimento a tutti i descrittori europei del titolo di studio anche se non sono descritte le
modalità di verifica dei risultati attesi.
Sintesi del parere del comitato regionale di coordinamento
Offerta didattica erogata
CUIN
insegnamento
settori
insegnamento
docente
1
2013
201432886
ALTRE ATTIVITA' FORMATIVE
Non è stato indicato
il settore dell'attività
formativa
Docente non
specificato
0
2
2013
201433198
DIRITTO AMMINISTRATIVO
(modulo di SICUREZZA E
QUALITA' NELLO SPORT C.I.)
IUS/10
Docente non
specificato
32
IUS/04
Francesca
VALENTI
Ricercatore
Università degli
Studi di
PALERMO
IUS/01
32
IUS/01
Docente di
riferimento
Alessandra
RICCOBENE
Ricercatore
Università degli
Studi di
PALERMO
IUS/01
32
IUS/01
Giangabriele
AGRIFOGLIO
Ricercatore
Università degli
Studi di
PALERMO
IUS/01
40
IUS/01
Giuseppe
LIOTTA
Prof. Ia fascia
Università degli
Studi di
PALERMO
IUS/01
72
IUS/01
Docente di
riferimento
Laura
SANTORO
Prof. Ia fascia
Università degli
Studi di
PALERMO
IUS/01
72
3
4
5
6
7
2013
2013
2013
2014
2014
201433467
DIRITTO COMMERCIALE
(modulo di ANALISI DI
BILANCIO C.I.)
201433494
DIRITTO
DELL'INFORMAZIONE
(modulo di INFORMAZIONE E
COMUNICAZIONE
SPORTIVA-C.I.)
201433157
DIRITTO DELLA PRIVACY
(modulo di INFORMAZIONE E
COMUNICAZIONE
SPORTIVA-C.I.)
201443930
201443928
DIRITTO PRIVATO
DIRITTO SPORTIVO I
(modulo di DIRITTO SPORTIVO
- CORSO INTEGRATO)
DIRITTO SPORTIVO II
Francesca
VALENTI
Ricercatore
settore
docente
ore di
didattica
assistita
coorte
8
9
2014
2013
201444007
201433497
(modulo di DIRITTO SPORTIVO
- CORSO INTEGRATO)
DIRITTO SPORTIVO
TRIBUTARIO
IUS/01
Università degli
Studi di
PALERMO
IUS/01
32
IUS/01
Francesca
VALENTI
Ricercatore
Università degli
Studi di
PALERMO
IUS/01
32
SECS-P/07 64
10
2014
201444012
ECONOMIA AZIENDALE
SECS-P/07
Salvatore
CINCIMINO
Ricercatore
Università degli
Studi di
PALERMO
11
2014
201443932
ECONOMIA DELLO SPORT
SECS-P/01
Docente non
specificato
IUS/09
Felice
BLANDO
Ricercatore
Università degli
Studi di
PALERMO
IUS/09
32
IUS/01
Giangabriele
AGRIFOGLIO
Ricercatore
Università degli
Studi di
PALERMO
IUS/01
32
IUS/01
Docente di
riferimento
Alessandra
RICCOBENE
Ricercatore
Università degli
Studi di
PALERMO
IUS/01
32
L-LIN/12
24
12
13
14
2013
2013
2013
201433213
201432878
201433027
IMPIANTISTICA SPORTIVA
(modulo di SICUREZZA E
QUALITA' NELLO SPORT C.I.)
LEGISLAZIONE DEL TURISMO
LEGISLAZIONE
DELL'HANDICAP
(modulo di SICUREZZA E
QUALITA' NELLO SPORT C.I.)
15
2013
201433295
LINGUA E TRADUZIONE
INGLESE
L-LIN/12
Barbara
CAPPUZZO
Ricercatore
Università degli
Studi di
PALERMO
16
2013
201432931
ORGANIZZAZIONE
AMMINISTRATIVA SPORTIVA
IUS/10
Docente non
specificato
M-EDF/02
Antonino
BIANCO
Ricercatore
Università degli
Studi di
PALERMO
17
2014
201443896
ORGANIZZAZIONE E
GESTIONE DELLE ATTIVITA'
MOTORIE E SPORTIVE
48
32
M-EDF/02
64
18
19
2014
2013
201443970
201433512
PIANIFICAZIONE BIOMEDICA
DELLE ATTIVITÃ MOTORIE E
SPORTIVE
STRATEGIE E POLITICHE
AZIENDALI
M-EDF/01
Marcello
TRAINA
Prof. Ia fascia
Università degli
Studi di
PALERMO
M-EDF/01
SECS-P/07
Salvatore
CINCIMINO
Ricercatore
Università degli
Studi di
PALERMO
SECS-P/07 32
SECS-P/07 32
20
2014
201444010
STRATEGIE E POLITICHE
AZIENDALI
SECS-P/07
Salvatore
CINCIMINO
Ricercatore
Università degli
Studi di
PALERMO
21
2013
201433008
TEORIA E METODI DELLA
PIANIFICAZIONE
SPS/07
Docente non
specificato
SECS-P/07
Salvatore
CINCIMINO
Ricercatore
Università degli
Studi di
PALERMO
Non è stato indicato
il settore dell'attività
formativa
Docente non
specificato
22
2013
201433294
TEORIA E TECNICHE DI
ANALISI DI BILANCIO
(modulo di ANALISI DI
BILANCIO C.I.)
23
2013
201433178
TIROCINIO
64
48
SECS-P/07 32
300
ore totali
1180
Attività
caratterizzanti
Offerta didattica programmata
settore
CFU CFU
Ins
Off
CFU
Rad
16
16
16 16
18
18
18 18
18
18
18 18
6
6
6 - 6
M-EDF/02 Metodi e didattiche delle attivita' sportive
ORGANIZZAZIONE E GESTIONE DELLE ATTIVITA' MOTORIE E
SPORTIVE (1 anno) - 8 CFU
Discipline
motorie e
sportive
M-EDF/01 Metodi e didattiche delle attivita' motorie
PIANIFICAZIONE BIOMEDICA DELLE ATTIVITÃ MOTORIE E SPORTIVE
(1 anno) - 8 CFU
SECS-P/07 Economia aziendale
ECONOMIA AZIENDALE (1 anno) - 8 CFU
TEORIA E TECNICHE DI ANALISI DI BILANCIO (2 anno) - 4 CFU
Economico
SECS-P/01 Economia politica
ECONOMIA DELLO SPORT (1 anno) - 6 CFU
IUS/01 Diritto privato
Giuridico
DIRITTO SPORTIVO I (1 anno) - 9 CFU
DIRITTO PRIVATO (1 anno) - 9 CFU
SPS/07 Sociologia generale
Psicologico e
sociologico
SOCIOLOGIA DELLO SPORT (2 anno) - 6 CFU
M-PSI/01 Psicologia generale
Minimo di crediti riservati dall'ateneo: 58 (minimo da D.M. 48)
58
Totale attività caratterizzanti
Attività
affini
CFU CFU
Ins
Off
settore
ING-INF/05 Sistemi di elaborazione delle informazioni
IUS/01 Diritto privato
DIRITTO SPORTIVO II (1 anno) - 4 CFU
LEGISLAZIONE DELL'HANDICAP (2 anno) - 4 CFU
DIRITTO DELLA PRIVACY (2 anno) - 5 CFU
DIRITTO DELL'INFORMAZIONE (2 anno) - 4 CFU
IUS/02 Diritto privato comparato
IUS/04 Diritto commerciale
DIRITTO COMMERCIALE (2 anno) - 4 CFU
Attività
formative
affini o
integrative
IUS/07 Diritto del lavoro
IUS/09 Istituzioni di diritto pubblico
IMPIANTISTICA SPORTIVA (2 anno) - 4 CFU
IUS/10 Diritto amministrativo
DIRITTO AMMINISTRATIVO (2 anno) - 4 CFU
L-LIN/12 Lingua e traduzione - lingua inglese
LINGUA E TRADUZIONE INGLESE (2 anno) - 3 CFU
SECS-P/08 Economia e gestione delle imprese
32
32
Totale attività Affini
32
32 - 32
32 - 32
min 12
58 58
CFU
Rad
Altre attività
CFU
CFU Rad
A scelta dello studente
8
8 - 8
Per la prova finale
7
7 - 7
Ulteriori conoscenze linguistiche
-
- Abilità informatiche e telematiche
-
- Tirocini formativi e di orientamento
12
12 - 12
Altre conoscenze utili per l'inserimento nel mondo del lavoro
3
3 - 3
Ulteriori attività formative
(art. 10, comma 5, lettera d)
Minimo di crediti riservati dall'ateneo alle Attività art. 10, comma 5 lett. d
15
Per stages e tirocini presso imprese, enti pubblici o privati, ordini professionali
-
- Totale Altre Attività
30
30 - 30
CFU totali per il conseguimento del titolo
120
CFU totali inseriti
120
120 - 120
Comunicazioni dell'ateneo al CUN
Note relative alle attività di base
Note relative alle altre attività
Motivazioni dell'inserimento nelle attività affini di settori previsti dalla classe
o Note attività affini
Dalla data di istituzione del corso di laurea magistrale gli insegnamenti afferenti ai settori in oggetto sono stati presenti nei piani di
studio. Tali settori attengono ad insegnamenti dal contenuto affine agli obiettivi formativi specifici del corso di laurea (L-LIN/12),
ovvero ad insegnamenti con contenuto di approfondimento integrativo di altri insegnamenti compresi tra le discipline
caratterizzanti e presenti nel piano di studi con un numero di CFU minimo pari a 9 per ciascun insegnamento.
Note relative alle attività caratterizzanti
Attività caratterizzanti
CFU
ambito disciplinare
min
max
minimo da D.M. per
l'ambito
settore
Discipline motorie e
sportive
M-EDF/01 Metodi e didattiche delle attivita' motorie
M-EDF/02 Metodi e didattiche delle attivita'
sportive
16
16
15
Economico
SECS-P/01 Economia politica
SECS-P/07 Economia aziendale
SECS-P/08 Economia e gestione delle imprese
18
18
15
Giuridico
IUS/01 Diritto privato
18
18
12
Psicologico e sociologico
M-PSI/01 Psicologia generale
SPS/07 Sociologia generale
6
6
6
58
Minimo di crediti riservati dall'ateneo minimo da D.M. 48:
Totale Attività Caratterizzanti
58 - 58
Attività affini
CFU
ambito disciplinare
settore
min
Attività formative affini o
integrative
ING-INF/05 - Sistemi di elaborazione delle
informazioni
IUS/01 - Diritto privato
IUS/02 - Diritto privato comparato
IUS/04 - Diritto commerciale
IUS/07 - Diritto del lavoro
IUS/09 - Istituzioni di diritto pubblico
IUS/10 - Diritto amministrativo
L-LIN/12 - Lingua e traduzione - lingua inglese
SECS-P/08 - Economia e gestione delle imprese
Totale Attività Affini
max
minimo da D.M. per
l'ambito
32
32
12
32 - 32
Altre attività
ambito disciplinare
CFU min
CFU max
A scelta dello studente
8
8
Per la prova finale
7
7
Ulteriori conoscenze linguistiche
-
-
Abilità informatiche e telematiche
-
-
Tirocini formativi e di orientamento
12
12
Altre conoscenze utili per l'inserimento nel mondo del lavoro
3
3
Ulteriori attività formative
(art. 10, comma 5, lettera d)
Minimo di crediti riservati dall'ateneo alle Attività art. 10, comma 5 lett. d
15
Per stages e tirocini presso imprese, enti pubblici o privati, ordini professionali
-
Totale Altre Attività
30 - 30
Riepilogo CFU
CFU totali per il conseguimento del titolo
120
Range CFU totali del corso
120 - 120
-
Author
Document
Category
Uncategorized
Views
1
File Size
591 KB
Tags
1/--pages
Report inappropriate content