close

Enter

Log in using OpenID

AA Settembre 2014 - Ronta – S. Martino

embedDownload
La Pieve
alle famiglie della comunità parrocchiale
Anno XV° - N. 9
Settembre 2014
Periodico delle parrocchie di Ronta e S.Martino
www.rontasanmartino.it
Sommario
Il vero modo di essere felici ...
Pag. 2
Catechesi:
Maria
la festa di Ronta prenderà spunto da un mesQ uest’anno
saggio importantissimo che Robert Baden Powell ha
Pag. 3
Vita della Parrocchia:
Il vero modo di essere felici ...
lasciato ai ragazzi di ogni età: “il vero modo di essere felici
è ... procurare la felicità agli altri”. Ronta in Festa, infatti,
porrà la propria attenzione alla relazione tra persone, al creare momenti condivisi adatti ad ogni età in cui l’incontro
con l’altro sia protagonista in ogni momento. Innanzi tutto
si tratterà di un momento di festa religiosa, in onore della
natività di Maria a cui è dedicata la nostra Pieve centenaria,
ma non solo. Sarà anche un momento di festa fra persone,
in cui ci sarà modo di tessere relazioni e di condividere con
gli altri la gioia dell’incontro fraterno. Inoltre sarà un bel
momento di incontro tra le diverse età, in cui a ciascuno
sarà dedicato un proprio spazio a partire dalle famiglie, con
il cinema all’aperto del giovedì sera, ai giovani con il Ronta
Rock del venerdì sera, ai bambini, con i giochi della domenica e i gonfiabili, agli anziani, con il pomeriggio di domenica. Insomma ci sarà uno spazio per tutti per essere felici e
per donare felicità agli altri, spetta solo a noi volerlo!
Pag. 4
Vita della Parrocchia:
Il giro del mondo in 8 giorni!
Pag. 5
Vita della Parrocchia:
“The Pagemaster”
Pag. 6
Vita della Parrocchia:
Route nelle Alpi Marittime.
Pag. 7
Tradizioni nostre:
Le stelle dei desideri.
Pag. 8
Avvisi mese di Settembre
Betta Pazzaglia
SOCIETA’ CATTOLICA DI
ASSICURAZIONE Agenzia
Generale di Cesena/161
Via Piave, 97 - 47023
CESENA (FC)
Tel 0547.21205 - 23626
Verifica se sei un guidatore prudente e hai ricevuto l’Attestato di Rischio con tutte le annualità
a doppio zero. Lo sconto è calcolato sulle tariffe base RCA Cattolica di riferimento e può
variare rispettando le condizioni tariffarie rese pubbliche a norma di legge.
La Pieve
Pag.
1
Catechesi
Maria
C
on lo Spirito Santo, in mezzo al popolo sta sempre Maria. Lei radunava i discepoli per invocarlo (At 1,14), e così ha reso possibile l’esplosione missionaria che
avvenne a Pentecoste. Lei è la
Madre della Chiesa evangelizzatrice e senza di lei non possiamo
comprendere pienamente lo spirito della nuova evangelizzazione.
Maria, il dono di Gesù
Sulla croce, quando Cristo soffriva nella sua carne il drammatico
incontro tra il peccato del mondo
e la misericordia divina, poté vedere ai suoi piedi la presenza
consolante della Madre e dell’amico. In quel momento cruciale,
prima di dichiarare compiuta l’opera che il Padre gli aveva affidato, Gesù disse a Maria:
«Donna, ecco tuo figlio!». Poi
disse all’amico amato: «Ecco tua
madre!» (Gv 19,26-27). Queste parole di Gesù sulla
soglia della morte non esprimono in primo luogo una
preoccupazione compassionevole verso sua madre,
ma sono piuttosto una formula di rivelazione che manifesta il mistero di una speciale missione salvifica.
Gesù ci lasciava sua madre come madre nostra. Solo
dopo aver fatto questo Gesù ha potuto sentire che
«tutto era compiuto» (Gv 19,28). Ai piedi della croce, nell’ora suprema della nuova creazione, Cristo ci
conduce a Maria. Ci conduce a Lei perché non vuole
che camminiamo senza una madre, e il popolo legge
in quell’immagine materna tutti i misteri del Vangelo. Al Signore non piace che manchi alla sua Chiesa
l’icona femminile. Ella, che lo generò con tanta fede,
accompagna pure «il
resto della sua discendenza, […] quelli che
osservano i comandamenti di Dio e sono in
possesso della testimonianza di Gesù» (Ap 12,17). L’intima connessione tra
Maria, la Chiesa e ciascun fedele, in quanto,
in modi diversi, generano Cristo, è stata
Pag. 284
magnificamente espressa dal Beato Isacco della Stella: «Nelle Scritture divinamente ispirate, quello che
si intende in generale della Chiesa, vergine e madre, si intende in
particolare della Vergine Maria
[…] Si può parimenti dire che
ciascuna anima fedele è sposa
del Verbo di Dio, madre di Cristo, figlia e sorella, vergine e
madre feconda […]. Cristo rimase nove mesi nel seno di Maria,
rimarrà nel tabernacolo della fede della Chiesa fino alla consumazione dei secoli; e, nella conoscenza e nell’amore dell’anima fedele, per i secoli dei secoli».
Maria la Mamma
Maria è colei che sa trasformare
una grotta per animali nella casa
di Gesù, con alcune povere fasce
e una montagna di tenerezza. Lei
è la piccola serva del Padre che
trasalisce di gioia nella lode. È l’amica sempre attenta perché non venga a mancare il vino nella nostra
vita. È colei che ha il cuore trafitto dalla spada, che
comprende tutte le pene. Quale madre di tutti, è segno di speranza per i popoli che soffrono i dolori del
parto finché non germogli la giustizia. È la missionaria che si avvicina a noi per accompagnarci nella vita,
aprendo i cuori alla fede con il suo affetto materno.
Come una vera madre, cammina con noi, combatte
con noi, ed effonde incessantemente la vicinanza dell’amore di Dio. Attraverso le varie devozioni mariane, legate generalmente ai santuari, condivide le vicende di ogni popolo che ha ricevuto il Vangelo, ed
entra a far parte della sua identità storica. Molti genitori cristiani chiedono il Battesimo per i loro figli in
un santuario mariano, manifestando così la fede nell’azione materna di Maria che genera nuovi figli per
Dio. È lì, nei santuari, dove si può osservare come
Maria riunisce attorno a sé i figli che con tante fatiche vengono pellegrini per vederla e lasciarsi guardare da Lei. Lì trovano la forza di Dio per sopportare le
sofferenze e le stanchezze della vita. Come a san
Juan Diego, Maria offre loro la carezza della sua consolazione materna e dice loro: «Non si turbi il tuo
cuore […] Non ci sono qui io, che son tua Madre?».
Papa Francesco
La Pieve
Riflessioni
“Il vero modo di essere felici …
è procurare la felicità agli altri!
E
bbene si, è proprio a Baden Powell (B.P.), fondatore dello scoutismo, che le ragazze scout del reparto di
Ronta hanno deciso di ispirarsi per il loro murales. Non si tratta di una frase buttata là sulla parete delle
camerine parrocchiali e nemmeno solo di un disegno fatto per abbellire e colorare il territorio. Il murales realizzato in parrocchia durante il mese di giugno è nato come impresa scout. Impresa significa fare una grande attività che coinvolga tante persone per realizzare qualcosa che un singolo da solo non potrebbe mai immaginare e
creare. Si tratta in pratica di un sogno nato da ragazze delle medie e primi anni delle superiori di “rendere il
mondo un po’ migliore di come l’abbiamo trovato”, lasciando un bel messaggio a tutti coloro che vengono dopo o che passano davanti a quella parete: un messaggio di felicità. Queste le parole di Baden Powell:
“Cari Scouts,
… Io ho trascorso una vita molto felice e desidero che ciascuno di voi abbia una vita altrettanto felice. Credo
che il Signore ci abbia messo in questo mondo meraviglioso per essere felici e godere la vita. La felicità non
dipende dalle ricchezze né dal successo nella carriera, né dal cedere alle nostre voglie. Un passo verso la felicità lo farete conquistandovi salute e robustezza finché siete ragazzi, per poter essere utili e godere la vita pienamente una volta fatti uomini. Lo studio della natura vi mostrerà di quante cose belle e meravigliose Dio ha
riempito il mondo per la vostra felicità. Accontentatevi di quello che avete e cercate di trarne tutto il profitto
che potete. Guardate al lato bello delle cose e non al lato brutto. Ma ricordate che il vero modo di essere felici
è quello di procurare la felicità agli altri…” Il vostro amico Baden Powell
Quest’estate, dopo tanto sudore, tante risate e tante spennellate l’impresa scout del reparto femminile è terminata con successo e il murales sulla parete delle camerine è stato realizzato.
IL SIGNIFICATO
Il grande sole sorridente occupa gran parte dello spazio proprio perché il sorriso deve spuntare alla bocca di chi
osserva quella parete. Gli imponenti raggi di colori accesi inoltre stanno a simboleggiare la felicità che si trasmette tra le persone, quasi un passaparola, che tocca anche i più deboli, i bambini, e le varie realtà circostanti a
partire dalle parrocchie. Sono state rappresentate differenti sfaccettature di tale sentimento: dalla felicità del
bambino che saluta qualcuno dalla finestra, alla immensa felicità del papà che riceve in dono un figlio, alla felicità che prova lo scout in basso a sinistra nel servire gli altri, i più piccoli. Queste sono solo alcune delle piccole
scene quotidiane in cui la felicità prende il sopravvento nei volti delle persone, ma la grande costante che ritorna in esse è proprio il fatto che sono scene in cui si entra in relazione con altri, non si è soli.
Dalla lettera di B.P. emerge il contenuto che oggi le ragazze vogliono trasmettere a tutti voi: la felicità è un dono preziosissimo che non deriva dalle ricchezze materiali, bensì dalle relazioni, dal rendere felici le persone
accanto a noi. Sono i gesti quotidiani di carità e aiuto reciproco che riempiono la nostra vita e la rendono un
immenso tesoro di felicità. Spesso ci perdiamo nel nostro egoismo dominato dal possesso delle cose materiali,
dalle nostre voglie e ci dimentichiamo il vero insegnamento che Gesù stesso ci ha dato: “amatevi gli uni gli altri come io ho amato voi”. In sostanza la frase richiama proprio l’insegnamento dell’amore fraterno e reciproco,
un amore rivolto al prossimo, ragazzo o anziano che sia, all’incontro col prossimo che rende felice l’altro e che
di conseguenza ci rende felici. Nel fare questo però ci è chiesto il massimo del nostro impegno e quindi del nostro tempo a diposizione, insomma ci è chiesto di fare del nostro meglio per entrare in relazione col prossimo e
servirlo.
Betta Pazzaglia
La Pieve
Pag.
3
Vita della Parrocchia
Il giro del mondo in 8 giorni!
“ … Missione impossibile? Non per i nostri lupetti, che hanno realizzato questa straordinaria avventura, partendo dalla loro tana estiva di Donicilio …
Tutti i mezzi sono stati utilizzati, specialmente la fantasia che ha dato loro ali
per attraversare ogni difficoltà e superare ogni ostacolo …”
Pag. 48
La Pieve
Vita della Parrocchia
"The Pagemaster"
"… Dopo tante avventure e immersi in mille letture, i ragazzi del Reparto
Altair si sono tuffati nel cuore dei libri scoprendo che la bellezza di ogni singolo romanzo rispecchia esattamente la ricchezza che ognuno di noi porta in sè e
che gli altri devono scoprire come se sfogliassero le pagine di un libro ...."
La Pieve
Pag.
5
Vita della Parrocchia
Route nelle Alpi Marittime
Pag. 684
La Pieve
Tradizioni nostre
Al steli di desideri
E chesca al steli zo da e zil,
al toca tot i nost pansir.
A sem lebar ad sugnè ,
quel che avem desiderè.
U j guerda piò j’innamurè ,
chi sia zuvan o spusè.
Par un bes, una careza ,
o un gest ad tenereza.
San Lurenz lè e Sent dal steli ,
che dè che lè bsogna guardeli.
Stuglè int l’èra sora l’erba ,
un taped nenc senza querta.
Al men als toca als’acareza ,
guardend in zil tot cla beleza.
L’emozion sl'è nenca znina ,
l’as fa sintì zo par la schina.
T’vres vulè so tra cal steli ,
e ciapè tot al piò beli.
Par duneli cun e cor ,
toti quanti a e tu tesor.
Le stelle dei desideri
Cadono le stelle giù dal cielo,
toccano tutti i nostri pensieri.
Siamo liberi di sognare,
ciò che abbiamo desiderato.
Le guardano più gli innamorati,
che siano giovani o sposati.
Per un bacio una carezza,
o un gesto di tenerezza.
San Lorenzo è il Santo delle stelle
quel giorno bisogna guardarle.
Sdraiati nell’aia sopra l’erba,
un tappeto anche senza coperta.
Le mani si toccano si accarezzano,
guardando in cielo tanta bellezza.
L’emozione se è anche piccola,
si fa sentire lungo la schiena.
Vorresti volare fra quelle stelle,
e prendere tutte le più belle.
Per donarle con il cuore,
tutte quante al tuo tesoro.
Cesena, 04/02/2014 Franco Sbrighi
Auguri di Buon Anniversario
Maria Anna e Franco Sbrighi
Paola e Luigi Tonielli
Rina e Pierino Alessandri
Marinella e Daniele Malatesta
Marta e Mauro Fantini
Letizia e Mariano Alma
Chiara e Luca Monti
Marta e Dino PiriniCasadei
Pia e Guerrino Sirri
Maria e Giulio Golinucci
Elena e Stefano Fanti
Gemma e Oliver Collini
Marika e Marco Gherardi
Annica e Marco Leonardi
Maria e Pietro Forti
Sabrina e Davide Severi
Nadia e Libero Brunelli
Monica e Mauro Foschi
Maria Grazia e Flavio Camerini
Marina e Giancarlo Benvenuti
La Pieve
02 / 09 / 1973
02 / 09 / 1979
03 / 09 / 1961
03 / 09 / 1989
04 / 09 / 1994
05 / 09 / 2000
06 / 09 / 2008
07 / 09 / 1975
08 / 09 / 1952
08 / 09 / 1956
09 / 09 / 2000
10 / 09 / 1995
10 / 09 / 2006
12 / 09 / 2010
13 / 09 / 1970
13 / 09 / 2003
14 / 09 / 1975
14 / 09 / 1986
15 / 09 / 2001
16 / 09 / 1984
Silvia e Alessandro Valbonesi
Maria Rosa e Franco Frattini
Leda e Davide Ammazzini
Edda e Quinto Fantini
Olga e Romano Crudeli
Ord. Diacono Rino Berlini
Lisa e Paolo Severi
Stefania e Domenico Pezzi
Maurizia e Alfonso Della Corte
Marina e Maurizio Severi
Jole e Secondo Tisselli
Verdiana e Germano Valdinoci
Annamaria e Daniele Battistini
Piera e Daniele Turci
Rita e Giorgio Lunedei
Graziella e Giorgio Zavalloni
Simona e Massimiliano Battistini
Lisa e Enrico Vignoli
Gina e Renato Zoffoli
16 / 09 / 2001
18 / 09 / 1977
18 / 09 / 1994
19 / 09 / 1965
20 / 09 / 1956
21 / 09 / 1996
22 / 09 / 1990
22 / 09 / 1991
23 / 09 / 1979
23 / 09 / 2000
25 / 09 / 1960
25 / 09 / 1966
26 / 09 / 1982
27 / 09 / 1981
27 / 09 / 1992
28 / 09 / 1985
28 / 09 / 1997
28 / 09 / 2002
30 / 09 / 1973
Pag.
7
Appuntamenti delle Parrocchie - Settembre
Ronta
Mercoledì 03
Ore 14,45 inizio catechismi 1^ Comunione
Venerdì
05
Ore 14,45 inizio catechismi Cresimandi
Sabato
06
Ore 16,00 Matrimonio: Scalpellini - Severi
Domenica 07
Inizio celebrazioni Festa Parrocchiale
SS. Messe ore 8,00 -10,45
PROGRAMMA ludico: vedi depliant
08
COMPLEANNO di MARIA
SS. Messe ore 8,00 -11,00
Ore 20,30 PROCESSIONE con MARIA
Lunedì
Mercoledì 10
12
ore 15,00 CONFESSIONI Ragazzi
Sabato
13
ore 15,00 CONFESSIONI superiori
Sabato
S. Messa ore 9,15
COMPLEANNO di MARIA
ore 20,00 CONFESSIONI adulti
Venerdì
Domenica 14
S. Martino
FESTA PARROCCHIALE
1^ Messa ore 8,00
2^ Messa ore 10,45 benedizione Automezzi
Ore 15,30 FESTA ANZIANI
Messa e Unzione Ammalati
S. Messa ore 9,15
ore 11,00 Matrimonio : Michelacci - Pezzi
20
Domenica 21
SS. Messe ore 8,00 Ore 10,45 con Benedizione degli studenti.
Mandato ai catechisti. Ore 15,30 Battesimi
Domenica 28
Solo 1^ Messa ore 8,00
S. Messa ore 9,15
INIZIO FESTA S. MARTINO
SS. Messe ore 9,15 - 11,00
Programma ludico: vedi depliant
Martedì
Redattori:
Collaboratori:
Indirizzi:
E Mail:
Pag. 84
30
ore 20,00 CONFESSIONI adulti
Ore 21,00 Festival giovani:
“Quando vive la speranza”
Don Ettore, Annamaria Berlini, Stefano Berlini, Lazzaro Dall’Acqua, Piero Forti, Elisabetta Manuzzi,
Katia Mosconi, Marco Paolini, Franco Sbrighi, Terzo Zoffoli.
Costantino Berardi, Rino Berlini, Filippo Berlini, Maria Chiara Berlini, Benedetta Collini, Angela Collini,
Lara Casadei, Angelica Castellani, Alberto Castellani, Silvano Crociani, Pierluigi Dallara, Matteo Daltri,
Alessandro Di Roma, Piero Forti, Marino Foschi, Fabio Malatesta, Pietro Malatesta, Alberto Manuzzi, Enrico Mele,
Erick Nkoso Mpela, Alex Pazzaglia, Ilaria Ricci, Elisa Ricci, Michele Sacchetti, Alex Vaccina, Luisa Zanelli
Chiesa della Natività di Maria in Ronta
Via Chiesa di Ronta 140, Ronta, 47020 Cesena (FC). Tel.\Fax. 0547 353359 - 342 0602925
Chiesa di S. Martino in Fiume
Via Com.le S. Martino in Fiume 331, San Martino in Fiume 47020 Cesena (FC)
[email protected]
La Pieve
Author
Document
Category
Uncategorized
Views
0
File Size
5 255 KB
Tags
1/--pages
Report inappropriate content