close

Enter

Log in using OpenID

Da 25 anni gemellati con Baden

embedDownload
12 > MONCALIERI
Cronache
4 marzo 2015
Da venerdì a domenica una tre giorni per suggellare il patto di amicizia
85 anni, era cittadino onorario
Da 25 anni gemellati con Baden E’ mancato
Maltese: «Vogliamo intensificare i rapporti economici» Otto Kugler
MONCALIERI - Una tre
giorni per festeggiare i 25
anni del gemellaggio con
Baden Baden, per ricordare
le cose fatte, ma anche per
mettere le basi ad un futuro
puntando la propria attenzione a progetti comuni per
intercettare i finanziamenti
europei offerti dalla programmazione 2014-2020,
tanto che la visita si dovrebbe concludere con la firma
di una dichiarazione d’intenti sullo «Smart Twinning», il gemellaggio intelligente, collegato al tema
delle Smart City. Sono queste le basi che caratterizzeranno le celebrazioni, in
programma a Moncalieri da
venerdì 6 a domenica 8 marzo, e che si concluderanno a
settembre nella cittadina tedesca.
Ricco il programma: si parte venerdì 6 alle ore 18 in
municipio con la cerimonia
di accoglienza che vedrà la
partecipazione del sindaco
Roberta Meo e del presidente del consiglio comunale
Diego Artuso, chiamati a
dare il benvenuto alla sindaca tedesca Margret Mergen,
in un momento ufficiale che
vedrà anche la partecipazione del presidente della Pro
Loco Ezio Bertello e del
presidente dell’associazione
gemellaggi di Baden Lutz
Benicke. In questa occasione sarà consegnata la cittadinanza onoraria a Gerhard
Nonnenmann, responsabile
delle relazioni con Moncalieri dell’associazione di cui
è anche vice presidente.
La giornata si chiuderà al
Castello Reale, dove alle 21
è in programma un concerto
(aperto alla cittadinanza previa prenotazione al numero
3349431539) del sestetto
Renacerò dell’associazione
Cdmi presieduta dal maestro
Ugo Viola.
Sabato è in programma una
visita guidata alla delegazione tedesca al castello, a cui
seguirà la parte di confronto,
con una serie di incontri: alle 10,30 il seminario sulle
Smart City (di cui parliamo
a parte) a cui seguirà alle
18,30 un workshop sui giovani. Domenica alle 10 tocca alla parte religiosa, con
l’accoglienza da parte di
don Paolo Comba che ac-
Attuale responsabile delle relazioni con la nostra città
Proposto da Cna
Il consiglio, con distinguo, offre
la «cittadinanza» a Nonnenmann
Workshop
sul mercato
tedesco
MONCALIERI - Gerhard
Nonnenmann, responsabile delle relazioni con
Moncalieri dell’associazione gemellaggi di Baden
Baden, sarà il terzo cittadino tedesco a ricevere il
sigillo di Moncalieri. Il via
libera è stato dato in conferenza capigruppo (con
la sola eccezione di Francesco Fiumara) ed ora il
conferimento della cittadinanza onoraria sarà approvato dal consiglio comunale in programma
giovedì 5 marzo, giusto in
tempo per la celebrazione
ufficiale che avverrà nel corso della visita
della comitiva tedesca che sarà in città nel
fine settimana in occasione dei festeggiamenti per il venticinquesimo anno del gemellaggio.
Prima di Nennenmann avevano ricevuto
la cittadinanza onoraria nel 1997 Otto Kugler, consigliere comunale e poi presidente del comitato di gemellaggio, grande
artefice dell’amicizia tra le due città. Nel
2006 il sigillo venne invece assegnanto a
Sigrun Lang, sindaco di Baden Baden per
due lustri, dal 1996-2006.
Una decisione che vuole essere la ciliegina
sulla torta per cementare
i rapporti tra le due città,
gemellate dal 1990 (a firmare per Moncalieri fu
l’allora sindaco Fiumara,
ndr), e legate dalla figura
del patrono cittadino, il
Principe Bernardo, nato a
Baden nel 1428 e morto a
Moncalieri il 15 luglio
1458 a causa della peste,
come viene ricordato in
occasione della commemorazione storica che
ogni anni viene effettuata
in occasione della festa
patronale. Il principe tedesco venne poi beatificato
nel 1769, ma oltre due secoli prima, nel
1502, il consiglio comunale di Moncalieri
elesse Bernardo suo protettore insieme a
San Rocco, prima di diventare principale
patrono a partire dal 1728.
La cittadinanza onoraria a Gerhard Nonnenmann in occasione delle celebrazioni
per il 25° anniversario vuole suggellare,
come è precisato nella motivazione, “la dedizione, l’impegno, le capacità e l’entusiasmo
sempre nuovo con cui ha operato negli anni
per concretizzare le aspirazioni e il desiderio
di amicizia dimostrato da molti cittadini di
Baden Baden e di Moncalieri”.
La foto storica del gemellaggio siglato nel 1990 tra l’allora
sindaco Fiumara e il borgomastro di Baden Baden Carlein
compagnerà la delegazione
di Baden Baden nella chiesa
di Santa Croce dove è conservata un effige del Beato
Bernardo risalente al 1600.
A seguire la santa messa in
Collegiata e quindi, alle 11,
il concerto della Filarmonica in Famija, via Alfieri 40,
dove alle 12 sarà inaugurata
una mostra fotografica.
“In questi anni il gemellaggio - ricorda l’assessore alla
cultura ed alle relazioni internazionali Francesco Maltese - si è retto essenzialmente su tre pilastri: l’aspetto religioso legato alla
figura del Beato Bernardo,
gli scambi educativo culturali che hanno coinvolto soprattutto le scuole ed infine
sul turismo. La nostra idea
è di rilanciare questi rapporti di amicizia toccando
altri temi, favorendo gli
scambi economici in cui
Cna può svolgere un ruolo
di apripista, sino ad avviare
una sinergia sul tema delle
Smart City, su cui negli anni
scorsi abbiamo iniziato un
confronto, in modo da mettere in atto forme di collaborazione progettuale tra le
nostre imprese ed il Baden
Wuttemberg, uno dei quattro
motori dell’economia europea con un reddito pro capite del 29% superiore alla
media Ue. Il confronto si
soffermerà sulle energie rinnovabili (Smart Energy),
sulle soluzioni intelligenti
per la mobilità (Smart Mobility), la tecnologia nella
comunicazione (Smart Comunication) e la promozione
attiva dei cittadini ai processi di cambiamento
(Smart Citizens)”.
l.c.
Promossi con 10 alle medie Il mercoledì al Punto Giovani
Il comune assegna Studiamo insieme
sei borse di studio in borgata S. Maria
MONCALIERI - Sei borse
di studio assegnate ai ragazzi che sono usciti con il massimo dei voti dalle scuole
medie al termine degli esami
che si sono svolti al termine
dello scorso anno scolastico.
L’erogazione è stata decisa
dal comune, che ha così dato seguito al legato Giorgio
Devalle, una borsa di studio
per merito e reddito nata nel
1961 che oggi mette sul
piatto complessivamente
1710 euro, “210 rappresentano la rendita del legato
mentre gli ulteriori 1500 euro sono stati aggiunti dal
comune all’interno del piano per il diritto allo studio
a dimostrazione dell’impegno di questa amministrazione per il mondo dell’istruzione e dei giovani”,
sottolinea il vice sindaco
Paolo Montagna, che ha anche la delega all’istruzione.
Ventidue sono state le domande pervenute dalle famiglie dei ragazzi usciti con il
10 e visto l’alto numero il
comune ha deciso di frammentare il premio, assegnando 411 euro alla prima
classificata ed a scalare sino
ai 233 euro per il quarto,
quinto e sesto in graduatoria. “Il legato - ricorda Montagna - chiedeva di dare priorità ai residenti della collina, da cui però non sono
arrivate delle richieste. Le
sei borse di studio sono così state assegnate a sei ragazzi, tre dei quali sono
usciti con il massimo dei
voti dalla Principessa Clotilde, due dalla Pirandello,
mentre il primo premio è
andato ad una ragazza con
una storia personale anche
drammatica promossa con
il massimo dei voti alla Follerau”.
MONCALIERI - «Studiamo
insieme». Partirà oggi pomeriggio presso il punto giovani
Archimedia il progetto di accompagnamento allo studio
rivolto agli studenti della
scuola media Principessa
Clotilde di Santa Maria. “L’iniziativa - evidenzia il vice
sindaco ed assessore all’istruzione Paolo Montagna - è
nata lo scorso anno dalla
volontà di valorizzare il territorio di Santa Maria ed in
particolare si propone di collegare i bisogni, in questo
caso la scuola e un gruppo
di giovani volontari partecipanti ad un corso di formazione per animatori. Un progetto che abbiamo deciso di
riproporre visto il successo
della passata edizione guardando agli studenti di terza
media”.
Il servizio punta ad offrire ai
ragazzi uno spazio che faciliti il rafforzamento delle
competenze attraverso un’attività di peer education. L’attività di studio mirato si svolgerà al punto Archimede tutti i mercoledì con orario
16,30-18,30 sino a giugno.
x lettere
Un grazie
al personale
del S. Croce
Voglio ringraziare pubblicamente tutto il personale del
Day Surgery e della Sala
gessi dell’Ospedale di Moncalieri per l’assistenza e la
competenza dimostratami
in occasione di un intervento da me subito in questi
giorni. Ho trovato persone
valide e cordiali, che meritano di essere segnalate. Ancora grazie.
Mario Violante
MONCALIERI - I 25 anni del
gemellaggio MoncalieriBaden Baden per cementificare anche i rapporti
economici. E’ questa la filosofia dell’incontro organizzato da Cna per sabato
7 marzo al castello di
Moncalieri in continuità
con l’iniziativa «I Love IT»
del maggio 2014 .
In programma un workshop gratuito per le imprese interessate a conoscere le opportunità del
mercato tedesco ed in
particolare della ricca regione del Baden Wurttemberg in cui è situata Baden
Baden. Il workshop, con
posti limitati, è riservato
alle imprese dei settori food, fashion e forniture.
Il programma, con inizio
alle 1030, dopo i saluti
dell’assessore Francesco
Maltese e del sindaco della città tedesca Margret
Mergen, prevede due sessioni. La prima sul tema
«Future corporation in
Smart City Frame» condotto da Siti, e la seconda
su «Developing local and
Regions Economical
Excange» sarà guidata da
Cna in collaborazione con
la Camera di Commercio.
MONCALIERI – E’ morto
proprio alla vigilia dei festeggiamenti per il 25° anniversario del gemellaggio
tra Moncalieri e Baden Baden. Otto Kugler, 85 anni,
tra i fautori di questo rapporto di amicizia se n’è andato
venerdì scorso. Nel 1997 gli
era stata conferita la cittadinanza onoraria proprio a
suggellare questo suo impegno.
Eberhard Otto Kugler era un
uomo straordinario. Era nato il 3 gennaio 1930 in Romania e si era poi trasferito
a Baden Baden nel 1950.
Nel 1954 si era sposato con
Judith, la moglie che lo accompagnerà per tutta la vita,
scomparsa proprio nel 1997.
Molto impegnato nella sua
città, è stato amministratore
della parrocchia della chiesa
protestante. Nel 1955 entra
a far parte del sindacato.
Esponente di spicco del partito socialdemocratico, tra il
1971 e il 1994 ha ricoperto
la carica di consigliere comunale, impegnandosi soprattutto nel campo sociale
di cui è stato tra il 1970 ed
il 1995 vice presidente di un
sodalizio impegnato a favore dei bambini con disabilità mentale; dal 1972 al 2000
è stato inoltre membro del
Consiglio di Amministrazione della Cassa di risparmio.
In molti in città lo ricordano,
per la sua signorilità, sempre
pronto al baciamano con le
signore. Ma c’è stata un’la-
Otto Kugler aveva 85 anni,
nel 1997 gli era stata conferita
la cittadinanza onoraria
tra caratteristica a renderlo
famoso. Il suo amore per le
riprese, sempre con la macchina fotografica al collo ad
immortalare tutti i momenti
che hanno contraddistinto il
gemellaggio tra queste due
città. La sua figura sarà ricordata il 5 marzo con una
commemorazione ufficiale
in chiesa a Baden.
Tra le onorificenze ricevute,
oltre alla cittadinanza onoraria di Moncalieri, ricordiamo la Croce al merito assegnatagli nel1990 dal presidente della Repubblica tedesco Richard von Weizsäcker,
e il Sostegno della Croce
Patriarca ricevuta nel 1986
per il suo impegno in campo
ecclesiastico.
Author
Document
Category
Uncategorized
Views
1
File Size
4 941 KB
Tags
1/--pages
Report inappropriate content