close

Вход

Log in using OpenID

ALESSANDRIA Parto di emergenza nell`ospedale rimasto senza

embedDownload
12
LA STAMPA
MARTEDÌ 24 MARZO 2015
In breve
AD ACQUI, POI MAMMA E BIMBO TRASFERITI AD ALESSANDRIA
Parto in emergenza
nell’ospedale rimasto
senza Punto nascita
In città si chiede una reperibilità ginecologica
ma l’Asl provinciale replica: “Non è prevista”
GIAN LUCA FERRISE
ACQUI TERME
Un nuovo nato, il secondo dell’anno, all’ospedale di Acqui,
ormai privo del Punto nascita.
Dopo Greta, venuta alla luce il
5 febbraio, è stata la volta ieri
di Francesco, un bel bimbo di
1.800 grammi.
Alle 8 del mattino
La madre di 32 anni, Morena
Raggi, abitante nell’Acquese è
giunta al pronto soccorso dell’ospedale alle 8,04 con dolori
alla schiena. Nell’ambulatorio
di ginecologia è stato accertato l’imminente parto podalico,
dopo una gestazione di 32 settimane. Tutto è andato bene e
madre e bambino sono poi
stati trasferiti all’ospedale di
Alessandria con l’ambulanza
attrezzata e con personale
specialistico dell’Aso. La
mamma è stata portata al Civile e il bimbo all’Infantile, in
terapia intensiva, perché nato
prematuramente, ma le le sue
condizioni sono buone. Molti
acquesi su facebook hanno però immediatamente riproposto il tema della mancanza del
Punto nascita.
Ovada
Distributore d’acqua
in piazza Martiri
1È
stato inaugurato in
piazza Martiri della Benedicta, a Ovada, il nuovo distributore di acqua potabile
della Botany di Candelo. L’acqua arriva dall’acquedotto
comunale, viene microfiltrata e controllata ed è disponibile liscia o frizzante e a diverse temperature. Costo a
[D. P.]
litro 8 centesimi.
Ovada
Come gestire i pazienti
non autosufficienti
1 Domani,
a Ovada, torna
l’appuntamento con la
Scuola italiana del cittadino
responsabile voluta da fondazione Cigno e associazione
Vela. Tema: «Gestione domiciliare dei pazienti non autosufficienti con malattie croniche, oncologiche e neurologiche: aspetti organizzativi e
di tutela». La serata è alle
20,30 nel salone dei padri
Cappuccini di via Cairoli. [D. P.]
Acqui
Il 28 l’assemblea
del tiro a segno
1È
stata convocata per il
28 marzo alle 21,30, in sede,
l’assemblea del tiro a segno
nazionale di Acqui. All’ordine
del giorno l’approvazione del
conto consuntivo 2014 e del
preventivo 2015.
[G. L. F.]
Acqui
Il bimbo è stato trasferito in Terapia intensiva all’Infantile
Felicitazioni del sindaco
«Sono soddisfatto che tutto
sia andato per il verso giusto.
Per questo mi voglio complimentare con il personale del
nostro ospedale che ancora
una volta ha dimostrato professionalità e competenza nell’affrontare il parto pur in assenza del Punto nascite» dice
il sindaco Enrico Bertero.
La posizione dell’Asl
Da tempo gli acquesi chiedono l’istituzione di un servizio
di reperibilità ginecologica
per far fronte agli eventuali
parti non programmati. Ma
che cosa ne pensa l’azienda
sanitaria? «Il percorso per la
gestione ostetrica è standard
per tutti gli ospedali non sede
Uovo di cioccolato
con finalità solidali
La parrocchia di Moirano in collaborazione con il
sindacato di polizia Coisp sta
realizzando un grande uovo
di Pasqua: verrà collocato domenica sul sagrato. Dopo la
rottura vi sarà la distribuzione del cioccolato. Il ricavato
sarà per ii ragazzi del Piccolo
Cottolengo di Tortona. [G. L. F.]
Acqui e Ovada .55
.
AFFIANCHERANNO I MINI-SINDACI
Ecco tutti gli ovadesi eletti
alle Consulte di quartiere
Al voto 489 cittadini su 10 mila
Eletti a Ovada i componenti
delle Consulte degli 8 quartieri in cui è stata suddivisa la
città. Resteranno in carica fino a fine legislatura e che aiuteranno i mini sindaci (sono
consiglieri comunali di maggioranza: Elena Marchelli,
Fabio Poggio, Silvana Repetto
e Gianpiero Sciutto) dei rioni
a raccogliere le problematiche e a proporre soluzioni al
Comune.
Parodi (8), Chiara Lottero (7),
Pietro Garrone (7), Ivano Martini (4), Giorgio Siri (2). Quartiere 7, voti 34: Marco Luciani
(11), Giovanni Olivieri (9), Marco Ravera (7), Pasquale Sgambellone (4), Giulio Caneva (3).
Quartiere 8, voti 30: Ivano Repetto (10), Alberto Ottonelli (8),
Giovanni Pastorino (6), Adele
Ravera (4), Giovanni Torino
Olivieri (1).
«Battaglia» in centro
I risultati
Ecco chi sono gli eletti e i voti
che hanno riportato negli otto
quartieri. Quartiere 1, voti
raccolti 131, eletti: Renato Nespolo (40 voti), Angelo Morchio (17), Donato Cavanna
(16), Paolo Bavazzano (12),
Rosanna Trotti (11). Quartiere 2, 132 voti: Lorenzo Sciutto
(33), Mario Lottero (33), Eleonora Bisio (17), Roberto Ferraris (13), Delia Olivieri (11).
Quartiere 3, 31 voti: Emilio
Nervi (12), Irene Ravera (7),
Mauro Arata (5), Giacomo
Marchelli (4), Daniele Bronzati (3). Quartiere 4, voti 62:
Vanda Vignolo(15),Giuseppe
Graziano (15), Gianni Repetto
(11), Carmelo Ferlisi (9), Franco Marenco (8). Quartiere 5,
voti 41: Alessandro Rossi (12),
Concettina Ferlisi (10), Antonella Ferlisi (9), Mark Jansen
(5), Gianni Piccardo (3).
Quartiere 6, voti 28: Luigino
Com’era naturale, è stato nei
due quartieri con più candidati
in lizza - l’1 e il 2, ossia centro
storico e la zona dei «corsi»,
con 10 nominativi a testa - che
si sono registrati i numeri di votanti più alti. Altrove la sfida, e
le cifre, sono stati meno entusiasmanti, specie nelle circoscrizioni in cui il risultato era
già scontato (cinque candidati
per cinque posti). In generale,
comunque, l’ election day organizzato dal Comune di Ovada
per eleggere i componenti delle
consulte non sembra aver deluso le aspettative del sindaco Paolo Lantero e della sua squadra.
In tutto, i votanti che dalle 9 alle
18 sono entrati nei seggi della
Loggia di San Sebastiano sono
stati 489 su circa 10 mila aventi
diritto. Un piccolo segnale di attenzione da parte degli ovadesi
che hanno risposto all’apertura
del Comune ad ascoltare le loro
[D. P.]
problematiche.
1
Eliambulanza
«Testperabilitare
atterraggidinotte»
1 «Chiedo che ven-
ga effettuato un test di
prova di atterraggio in
notturna sulla piazzola
dell’elisoccorso dell’ospedale per individuare eventuali criticità tecniche che verranno colmate d’intesa
tra il Comune e l’Asl».
Lo dice il sindaco Enrico Bertero. La pista è a
poche decine di metri
dal pronto soccorso ed
è già regolarmente illuminata nelle ore notturne.
[G. L. F.]
di Punto nascita e il distacco di
uno dei due medici del pronto
soccorso è compatibile con il
numero dei passaggi al pronto
soccorso, circa 15 mila all’anno.
Non esiste ne è ipotizzabile una
reperibilità sostitutiva ostetrica data la intuitiva ristrettezza
dei tempi operativi e infatti tutti i Punti nascita prevedono almeno una guardia attiva 24 ore
su 24 di medico, ostetrica e pediatra. Per essi, e solo per essi, è
previsto il Servizio di trasporto
assistito materno (Stam) e il
Servizio di trasporto per
l’emergenza neonatale (Sten)».
No all’immediatezza
In altre parole, il servizio di reperibilità ginecologica è prevista per la gestione di eventuali
complicanze legate all’attività
di Day surgery (un giorno la settimana), che richiedono una
tempistica di intervento non
immediata.
TRIBUNALE DI ALESSANDRIA
Ovada
Spesi 12 mila euro
per la consulenza
1 Al
Comune di Ovada è
costata 12 mila e 200 euro,
nell’anno 2014, la consulenza
della ditta specializzata Polab di Pisa, a cui Palazzo Delfino ha affidato nel 2012 la redazione del piano per gli insediamenti dei ripetitori per la
telefonia e il monitoraggio
della emissioni elettromagnetiche degli impianti già in
funzione. La collaborazione
dovrebbe proseguire anche
quest’anno.
[D. P.]
mq 110,40 comm.li con giardino privato di mq 46 disposta su 2 piani f.t.
Piena prop. su fabbricato unifamiliare composto da: - a p. terra, ingresso,
114.075,00 in caso di gara aumento minimo Euro 1.000,00. Vendita senza
incanto: 15/05/2015 ore 10.00, innanzi al professionista delegato avv. Massimo Brina, studio in Alessandria via Piacenza, 23. Deposito offerte entro le
ore 12:00 del 14/05/2015 presso lo studio del delegato. In caso di mancanza di offerte vendita con incanto: 22/05/2015 ore 09.30 allo stesso prezzo
giungere l’inizio di viale Einaudi e verrà già realizzato con tutta probabilità il prossimo anno.
A seguire i successivi lotti che
costeggeranno un tratto del fiume Bormida prima di arrivare
in prossimità del territorio comunale di Visone.
Si cercano i finanziamenti
«Il problema principale è rappresentato dal reperimento dei
fondi: inizieremo a cercarli attraverso la presentazione di un
progetto all’Unione europea, allo stesso tempo interesseremo
le Fondazioni bancarie» ha annunciato il sindaco.
[G. L. F.]
ESEC. IMM. N. 31/11 + 144/2011 R.G.E.
ESEC. IMM. N. 199/10 R.G.E.
Lotto Unico - Comune di Bosco Marengo (AL) via Gian Domenico Gatti, 33.
p.1º; oltre cantina al p. seminterrato. Immobile libero. Prezzo base: Euro
La pista ciclabile e pedonale
sarà prolungata dal ponte
Carlo Alberto verso il centro
abitato di Visone. Ieri pomeriggio il sindaco Enrico Bertero e gli assessori Guido Ghiazza, Renzo Zunino e Franca
Roso hanno presentato il progetto. «Prevediamo di realizzare il prolungamento in quattro distinti lotti per un costo
complessivo che si aggira intorno al milione di euro» ha
spiegato l’assessore ai Lavori
pubblici Guido Ghiazza. Il primo lotto, lunghezza 950 metri, partirà dalle arcate del
ponte Carlo Alberto per rag-
TRIBUNALE DI ALESSANDRIA
ESEC. IMM. N. 413/12 R.G.E.
al giardino al p. rialzato; disimpegno, 2 camere, serv. igienico e balcone al
La pista ciclabile e pedonale
sarà prolungata fino a Visone
TRIBUNALE DI ALESSANDRIA
Lotto 1 - Comune di Novi Ligure (AL) Via La Malfa, 19. Villetta a schiera di
composta da: soggiorno con angolo cottura, serv. igienico e scala di accesso
AD ACQUI, PROGETTO IN QUATTRO LOTTI
Lotto 1 - Comune di Predosa (AL) Via Santa Lucia. piena proprietà di:1) Fabbricato uso abitazione unifamiliare in costruzione, di piani 2 f.t. composto
ampia cucina-soggiorno, camera, bagno, scala; - al p.1º, 3 camere, 2 balconi, loc. di sgombero; - a p. interrato, cantina con fabbr. accessorio di pertinenza su 2 piani. Occupato dagli attuali proprietari. Prezzo base: Euro
a progetto da al piano terra soggiorno, pranzo, cucina, ripostiglio bagno
e antibagno, al p.1º; 4 camere, 2 bagni, cabina armadio, ripostiglio 3 ter-
182.000,00 in caso di gara aumento minimo Euro 2.000,00. Vendita senza
razzi, e loc. sottotetto al p.2º; p. interrato, allo stato grezzo, oltre annessa
incanto: 27/05/2015 ore 11.00, innanzi al professionista delegato avv. Debo-
area pertinenziale. 2) Basso fabbricato adibito a locale di sgombero, box
rah Ferrando nella Sala del Consiglio dell’Ordine degli Avvocati presso il Tri-
e portico, con annessa area pertinenziale. I terreni su cui insistono sono
bunale di Alessandria c.so Crimea, 81. Deposito offerte entro le ore 12 del
26/05/2015 presso lo studio del delegato in Alessandria p.zza Turati, 5. In
attualmente condotti in affitto con regolare contratto di locazione scadente il 31.05.2018. Prezzo base: Euro 75.229,00 in caso di gara aumento mini-
caso di mancanza di offerte vendita con incanto: 04/06/2015 ore 12.00 allo
mo Euro 1.000,00. Vendita senza incanto: 12/05/2015 ore 09.30, innanzi al
base e medesimo aumento. Maggiori info presso il delegato nonché custo-
stesso prezzo base e medesimo aumento. Maggiori info presso il delega-
de giudiziario, tel 0131 267879 fax 0131 317790 email massimo.brina900@
to tel 0131 231052 fax 0131 440625 email Pec dottdeborahferrando@pun-
vodafone.it e su www.tribunale.alessandria.it, www.giustizia.piemonte.it e
topec.it e su www.tribunale.alessandria.it o www.astegiudiziarie.it (Cod.
Via Luca Valenziano, 3. Deposito offerte entro le ore 12,00 del 11/05/2015
www.astegiudiziarie.it. (Cod. A286878).
A296700).
presso lo studio del delegato. In caso di mancanza di offerte vendita con
professionista delegato Dott. Pierluigi Caniggia presso lo studio in Tortona
incanto: 09/06/2015 ore 09.30 allo stesso prezzo base e medesimo aumento. Maggiori info presso il delegato tel. 0131 861342 e presso il custode giudiziario IVG Alessandria tel. 0131 225142 e su www.tribunale.alessandria.it,
www.giustizia.piemonte.it e www.astegiudiziarie.it. (Cod. A233227).
34
LASTAMPA
REDAZIONE VIA XX SETTEMBRE 17
BIELLA 13900
TELEFONO 015 8352611
FAX 015 2522379
E-MAIL [email protected]
WEB WWW.LASTAMPA.IT/BIELLA
PUBBLICITÀ PUBLIKOMPASS S.P.A.
BIELLA, VIA COLOMBO 4
TELEFONO 015 2522926 - 015 8353508
FAX 015 2522940
San Sebastiano
Biella
Basket
Art bonus, un flop
Nessun mecenate
Domani arriva
Kyle Johnson
Il Comune sperava di raccogliere fior di soldi, donati dai piccoli
e grandi mecenati biellesi per
sistemare chiese e monumenti.
Ma lo strumento fiscale dell’«Art Bonus», annunciato a
settembre, ha fatto raccogliere
soltanto briciole.
Domani sarà il giorno di Kyle
Johnson. Il giocatore è atteso
in Italia nella tarda mattinata e
alle 15,30 farà le visite mediche di routine. Giovedì il nazionale inglese sarà presentato
alla stampa e sabato partirà
con la squadra per Trapani.
Servizio A PAGINA 49
Kyle Johnson
Una circolazione
depressionaria
risale dal nordAfrica verso la
Sardegna
portando un
peggioramento
del tempo con
piogge più
estese domani.
Neve in
montagna dai
1500 metri.
Oggi
Molto nuvoloso
con limitate
aperture al
mattino. Piogge
assenti, salvo
piovaschi, sulle
pianure per gran
parte della
giornata, deboli
sparse in serata.
8˚ 10˚
Domani
Coperto per
tutto il giorno
con piogge
diffuse
generalmente
deboli o
moderate.
Temperature in
calo e nevicate
sulle Alpi oltre i
1400-1600
metri.
8˚ 17˚
Giovedì
Piogge in
esaurimento
nella notte e
prime schiarite
in mattinata.
Passaggio a
condizioni più
soleggiate nel
pomeriggio.
Temperature in
aumento.
E PROVINCIA
MARTEDÌ 24 MARZO 2015
I PAZIENTI DOVEVANO ESSERE OSPITATI A BIOGLIO, MA LA STRUTTURA NON È PRONTA
“A Biella gli ex detenuti psichiatrici”
Saitta: “Il Degli Infermi sede provvisoria dopo la chiusura degli ospedali giudiziari”
STEFANO ZAVAGLI
BIELLA
8˚ 11˚
Servizio A PAGINA 57
BIELLA
Che
tempo
fa
Situazione
12
Villa Sella, arroccata sulle
colline di Bioglio, non è pronta. Sarebbe dovuta diventare
operativa dal 31 marzo, data
indicata dalla Camera per la
chiusura degli ospedali psichiatrici giudiziari e l’entrata
in funzione delle «Rems», le
tanto discusse strutture residenziali sanitarie per l’esecuzione delle misure di sicurezza detentive. Il ritardo accumulato obbligherà in tempi
stretti la Regione a cercare
soluzioni provvisorie. E tra le
ipotesi sul tavolo dell’assessore alla sanità Antonio Saitta c’è anche quella di riconvertire (in via temporanea)
un’ala del vecchio ospedale
«Degli Infermi» in Opg, per
ospitare una parte o tutti i 43
pazienti psichiatrici piemontesi attualmente internati
nelle strutture di Castiglione
delle Stiviere, Reggio Emilia
e Montelupo Fiorentino.
Tempo scaduto
È ormai scontato che il Piemonte otterrà una deroga di
qualche mese. Ma ogni regione, prima o poi, dovrà accogliere i propri malati-detenuti. Per affrontare l’operazione il Piemonte aveva previsto
12,5 milioni di euro di investimenti (finanziati per il 95%
dallo Stato, per il 5% dalla
Regione) per la nascita di
due Rems: quella di Bioglio e
una nuova struttura da costruire ad Alessandria. Ma al
momento non sono neppure
partite le gare d’appalto. «Il
ritardo in cui ci troviamo - dice l’assessore Antonio Saitta
-, deriva dal fatto che la giunta
regionale precedente aveva ottenuto dallo Stato 12 milioni di
finanziamento, ma quando io
sono arrivato alla guida dell’assessorato non c’era assolutamente nulla». Adesso i
Chiamparino boys dovranno
trovare in tempi celeri una soluzione-tampone. E qui entra il
gioco l’ex ospedale di Biella.
Ad annunciare l’ipotesi di un
suo utilizzo è lo stesso Saitta:
«Stiamo lavorando su diverse
ipotesi - spiega l’assessore -:
non è esclusa una collocazione
provvisoria nel vecchio ospedale di Biella, all’interno della
palazzina, nel reparto che fu di
Psichiatria. Se non si trovano
sistemazioni per i pazienti, rischiamo oltretutto di perdere i
finanziamenti». Il mancato ri-
43
ricoverati
Il Piemonte dovrà prenderli
in carico dopo la chiusura
degli ospedali psichiatrici
giudiziari
Vuoto
L’ex ospedale
Degli
Infermi
è in disuso
dalla
fine
di novembre
spetto dei tempi da parte delle
Regioni comporta il commissariamento. Ma Saitta non
vuole neanche sentirne parlare: «In Piemonte non c’è bisogno di un commissario, ci pensiamo noi».
Villa Sella
Intanto a Bioglio l’ex casa di riposo «Madama Dorotea» è in
attesa di ristrutturazione: il
progetto, da 6,3 milioni, prevede 40 posti per i pazienti e l’intenzione iniziale era di indire
un concorso per l’assunzione
di 43 dipendenti tra medici, infermieri, educatori e assistenti
sociali. La gestione della futura «Rems» di Bioglio resterebbe a cura del Dipartimento di
salute mentale, diretto da Giovanni Geda.
FOTO CORRADO MICHELETTI
L’assessore subito cauto
“Non scateniamo guerre”
Bioglio? «In un anno e mezzo
si può fare». E’ ottimista l’assessore alla sanità Antonio
Saitta. Ma fino a quando non
sarà pronta la Residenza assistita, la Regione dovrà trovare una sistemazione temporanea per i detenuti psichiatrici.
E l’ipotesi dell’ex Degli Infermi spinge subito alla cautela
Saitta, preoccupato per le reazioni che potrebbero scaturire di fronte a questa scelta.
«Innanzitutto sarebbe una
collocazione provvisoria - sot-
tolinea l’assessore -, ma bisogna capire quali condizioni si
verranno a creare e quale sarà la reazione a livello locale.
Bisogna partire con il presupposto che dobbiamo risolvere
un problema sociale, ma non
per questo vogliamo scatenare una guerra a livello locale.
Sto cercando delle comunità
pronte a recepire il fatto che si
vuole fare qualcosa di utile».
Saitta sottolinea come il
Piemonte, nella partita degli
ex detenuti psichiatrici, stia
scontando ritardi che nascono dal passato: e nel caso di
Bioglio «è stato perso un sacco di tempo». Resta poi da definire anche la possibile riduzione dei posti letto rispetto
alle previsioni iniziali: «Il Piemonte aveva ottenuto il finanziamento - spiega l’assessore
-, per realizzare 70 posti letto.
Ma il reale fabbisogno, tenendo conto dei dati in nostro
possesso, richiede al massimo
due strutture da 20 posti ciascuna».
[S. ZAV.]
L’assessore Saitta con il direttore Asl Zulian
12 45 67 18
54 .Cronaca di Torino
STAMPA
.LA
MARTEDÌ 24 MARZO 2015
Sigilli
L’appello dei sindacati alla Regione
Due sale del
«Palatorino»
in corso
Svizzera 185,
nel centro
commerciale
«Piero della
Francesca»
sono state
chiuse
“Più pediatri per curare
i bimbi di stranieri irregolari”
migliaio di piccoli che, quando
saranno regolarizzati dovranno continuare a essere seguiti
nel modo più adeguato».
Senza contare chi è immigrato irregolare: «C’è una terza
fascia di bimbi che finora sono
stati seguiti dai centri ISI (Informazione Salute Immigrati)
che si fanno carico di chi non ha
alcun diritto perché arrivato in
Italia illegalmente».
Se si seguissero le attuali disposizioni sancite dalla delibera, per tutti i minori stranieri
verrebbe meno il concetto di
transitorietà e dovrebbero
rientrare nel numero dei pazienti ordinari, in regime quindi dei massimali stabiliti dagli
accordi regionali. «Rischia di
diventare un boomerang se
non si provvederà all’inserimento di nuovi pediatri – conclude Turra –. Per noi è fondamentale che tutti i bambini abbiano la stessa disponibilità di
assistenza: per questo chiediamo che si affronti subito la questione per evitare che una norma nata per tutelarli non metta
invece in difficoltà i medici, i
piccoli e le loro famiglie».
il caso
ELISA BARBERIS
Più diritti
cio e punti di riferimento. «Non
è in discussione il nostro apprezzamento per la decisione
di ampliare i diritti dei minori
stranieri, ma chiediamo di attivare prima possibile un tavolo
di approfondimento per trovare insieme una soluzione a una
situazione anomala».
Già oggi, a Torino, sono tanti
i pediatri che, oltre ai pazienti
“regolari” dal punto di vista
amministrativo, hanno in cura
provvisoria decine di bambini
in attesa del permesso di soggiorno, che però non rientrano
nei massimali previsti per ogni
singolo medico.
Un numero difficile da quantificare, spiega Turra, perché
l’elenco varia continuamente:
«Si tratta di almeno qualche
Il sudoku
Medio
Il gioco consiste nel riempire tutte le caselle in modo tale che
ogni riga, ogni colonna e ogni settore contenga tutti i numeri
senza alcuna ripetizione: negli junior sudoku sono in gioco
i numeri da 1 a 6, nel sudoku medio e difficile i numeri da 1 a 9
Junior Sudoku
Junior 1
Junior 2
4 3
3
2
6
1
3
4
3
3
3
6
6
5
5
5
3 2
4
2
Junior 1
5 4 2
3 1 4
6 2 5
1 6 3
4 3 1
2 5 6
3
6
1
5
2
4
6
2
3
4
5
1
1
5
4
2
6
3
Junior 2
4 3 1
6 2 5
1 4 6
2 5 3
5 6 4
3 1 2
6
4
3
1
2
5
5
1
2
4
3
6
2
3
5
6
1
4
Quando gli agenti della squadra Mobile sono entrati nel
circolo privato Palatorino,
corso Svizzera 185, era passata da poco la mezzanotte.
Nelle sale da gioco, su due tavoli erano in corso altrettante partite di Poker Texas Holdem, su cui da anni è calato il
divieto del Questore di Torino che lo ha catalogato tra «i
giochi d’azzardo». Nella prima sala erano presenti oltre
50 persone, che hanno spiegato di aver pagato una quota
di 150 euro a testa, mentre
nella seconda sala c’erano 20
persone che avevano pagato
una quota di 70 euro ciascu-
4
4
8
3
5
8
5
6
8
6
9
4
3 5
4 7
8
2
6
1
6
4
6
4
7
6 1
9 5
5
6
NUVOLOSO
COPERTO
POCO NUVOLOSO
OGGI
SVIZZERA
Annecy
Verbania
AOSTA
Biella
MILANO
Novara
Vercelli
Grenoble
Pavia
TORINO
Asti
Alessandria
Gap
GENOVA
Cuneo
FRANCIA
Nizza
Savona
Imperia
Situazione e avvisi meteo
PIOGGIA DEBOLEMODERATA
VARIABILE
La Spezia
PIOGGIA INTENSA
Su Piemonte e Valle d’Aosta nuvoloso salvo
limitate schiarite al mattino sui settori alpini
più interni; deboli piogge su rilievi e pianure
pedemontane in giornata, più estese dal
pomeriggio sul Cuneese e in serata altrove.
In Liguria parziali schiarite e tendenza a
piogge dalla serata.
NEBBIA
TEMPORALE
VENTO
NEVE
MARE CALMO
DOMANI
SVIZZERA
Annecy
Verbania
AOSTA
Biella
Temperature ˚C
CITTÀ
MIN MAX
AOSTA
VERBANIA
BIELLA
NOVARA
VERCELLI
TORINO
ASTI
ALESSANDRIA
CUNEO
MILANO
GENOVA
SAVONA
IMPERIA
6
9
8
9
9
8
9
9
8
8
11
11
13
9
13
11
14
14
11
13
13
10
15
14
15
15
A cura di www.nimbus.it
Una circolazione depressionaria risale dal nord-Africa verso la Sardegna portando un
aumento della nuvolosità sulle nostre regioni con le prime deboli piogge oggi in
giornata a ridosso dei rilievi, più estese e intense dalla serata e domani con nevicate
oltre i 1300-1600 metri. La depressione scivolerà verso sud-est da giovedì favorendo le
prime schiarite e in seguito la rimonta dell’alta pressione con aria decisamente più mite
dovrebbe garantire condizioni soleggiate e temperature primaverili.
Centimetri-LA STAMPA
MILANO
Novara
Vercelli
Grenoble
Pavia
TORINO
Asti
Alessandria
Gap
GENOVA
Cuneo
Savona
La Spezia
FRANCIA
Nizza
9
7 2
8 4
1
9
Sorge
alle ore 6,23
POCO MOSSO
MARE MOSSO
MARE AGITATO
Molto nuvoloso o coperto con piogge
diffuse, moderate o forti su Cuneese,
Torinese, Astigiano con nevicate oltre i 14001600 metri, più abbondanti e a quote più
basse sulle Alpi Liguri e Marittime. Piogge a
tratti intense anche in Liguria, in
esaurimento nel pomeriggio.
Temperature ˚C
CITTÀ
MIN MAX
AOSTA
VERBANIA
BIELLA
NOVARA
VERCELLI
TORINO
ASTI
ALESSANDRIA
CUNEO
MILANO
GENOVA
SAVONA
IMPERIA
5
8
8
8
9
8
9
9
5
8
11
11
12
7
11
10
11
11
10
11
11
8
11
13
13
14
LA LUNA A TORINO
IL SOLE
A TORINO
Si leva alle ore 8,59
Cala alle ore 23,45
Fasi Lunari
Culmina
alle ore 12,36
Tramonta
alle ore 18,49
27 MAR
La soluzione dei giochi
di domenica
5
1 7
9 2
8
9
Il tempo: ancora nubi e piogge tra oggi e domani, soleggiato e mite verso il weekend.
SOLE
na per poter partecipare ai
due tornei.
«Trattandosi di uno dei più
dannosi giochi d’azzardo spiegano dalla Questura - veniva immediatamente disposto il
sequestro del circolo, includendo i computer utilizzati per
raccogliere le giocate e le somme raccolte come montepremi. Tutti i giocatori filmati - 67
- sono stati denunciati per
«partecipazione al gioco d’azzardo». Il titolare Davide Contebillo ha spiegato come «recenti e numerose sentenze abbiano di fatto legittimato il poker sportivo anche a Torino».
E promette: «Riapriremo e
torneremo presto». Intanto
prepara ricorso.
Difficile
9 8
2 7
3
Le soluzioni dei
giochi di domenica
GIUSEPPE LEGATO
4 APR
12 APR
18 APR
Medio
Sudoku
La Regione
ha approvato
la normativa
che garantisce i
servizi
sanitari anche
alle famiglie
senza permesso
di soggiorno
Sequestrato il circolo
del poker texano
Denunciati 67 giocatori
2
9
6
8
5
7
3
1
4
4
1
5
3
2
6
8
7
9
8
7
3
4
1
9
5
6
2
5
4
2
6
9
8
1
3
7
6
8
1
2
7
3
4
9
5
9
3
7
5
4
1
6
2
8
3
6
9
7
8
5
2
4
1
7
5
4
1
3
2
9
8
6
1
2
8
9
6
4
7
5
3
Difficile
«È
un’iniziativa lodevole che deve però
misurarsi con la
realtà dei fatti: il numero dei
pediatri rischia di essere insufficiente se tutti i minori
stranieri, anche senza regolare permesso di soggiorno, saranno iscritti di colpo al servizio sanitario nazionale». Così
Renato Turra, segretario regionale della Fimp, la federazione che riunisce i pediatri di
famiglia, ha lanciato ieri un
appello alla Regione, che lunedì scorso ha approvato su
proposta degli assessori Monica Cerutti (Politiche per
l’immigrazione) e Antonio
Saitta (Sanità) la nuova normativa che punta a uniformare i servizi sanitari agli immigrati, privi di qualsiasi benefi-
Indagine della polizia
7
9
8
1
4
3
2
6
5
5
2
3
6
8
9
7
1
4
4
6
1
7
5
2
9
8
3
1
8
4
5
6
7
3
2
9
2
5
9
3
1
4
6
7
8
6
3
7
2
9
8
4
5
1
9
4
2
8
7
1
5
3
6
3
1
5
4
2
6
8
9
7
8
7
6
9
3
5
1
4
2
Author
Документ
Category
Без категории
Views
0
File Size
743 Кб
Tags
1/--pages
Пожаловаться на содержимое документа