La responsabilità solidale k.o.

28
Giovedì 28 Agosto 2014
I M P O S T E E TA S S E
Il provvedimento Sblocca Italia interviene sulle misure fiscali negli appalti d’opere
La responsabilità solidale k.o.
Le imprese non esibiranno il versamento delle ritenute
DI CRISTINA BARTELLI
E LUIGI CHIARELLO
R
esponsabilità solidale fiscale negli appalti addio. Il provvedimento Sblocca
Italia che sarà esaminato
nel consiglio dei ministri di
domani, e il cui testo è al momento ancora suscettibile di
modifiche, sopprime le misure che prevedevano la corresponsabilità tra imprese per
il versamento all’erario delle
ritenute fiscali sui redditi di
lavoro dipendente.
La norma non è mai piaciuta alle associazioni di
impresa e ai professionisti
che ne hanno sottolineato
il carattere eccessivamente
gravoso.
Nell’attuazione della legge
delega fiscale era stato chiesto di inserire la semplificazione ma la commissione
finanze della camera nel
licenziare il parere aveva
ritenuto di non inserire la
misura. In precedenza era
già stata eliminata la responsabilità solidale per la
voce dell’Iva.
Ora ci riprova il provvedimento Sblocca Italia. La
misura in attesa del parere
del ministero dell’economia
farà saltare il meccanismo
presente nell’articolo 35
commi dal 28 al 28-ter del
dl 223/2006.
Le regole prevedono che
in caso di appalto di opere
o di servizi, l’appaltatore
risponde in solido con il
subappaltatore, nei limiti
dell’ammontare del corrispettivo dovuto, del versamento all’erario delle
ritenute fi scali sui redditi
di lavoro dipendente dovute
dal subappaltatore all’erario in relazione alle prestazioni effettuate nell’ambito
del rapporto di subappalto.
La responsabilità solidale
viene meno se l’appaltatore verifica, acquisendo la
documentazione prima del
versamento del corrispettivo, che gli adempimenti di
cui al periodo precedente,
scaduti alla data del versamento, sono stati correttamente eseguiti dal subappaltatore. L’attestazione
dell’avvenuto adempimento degli obblighi può essere
rilasciata anche attraverso
un’asseverazione.
E anche i pagamenti da
parte del committente sono
subordinati all’esibizione da
parte di chi ha effettuato i
lavori della certificazione di
regolarità fiscale e contributiva.
Il pagamento può essere
sospeso fino all’esibizione
della documentazione e
sono previste sanzioni laddove l’adempimento non sia
rispettato.
© Riproduzione riservata
ORDINANZA DELLA CASSAZIONE SULLO STATUTO DEL CONTRIBUENTE
Ricorsi, termini bloccati per deficit informativo
Il contribuente deve essere informato sul tempi e modalità per impugnare gli atti
giudice che è competente a decidere in di accertamento, l’omissione di queste incaso di contestazione dell’atto di accer- formazioni rende scusabile l’errore in cui
tamento e sul termine per ricorrere. Non sia eventualmente incorso il ricorrente,
è però illegittimo l’atto di accertamento «con conseguente riammissione in termiprivo di queste indicazioni imposte dallo ni per l’impugnativa, ove questa sia stata
Statuto del contribuente. L’omessa infor- tardivamente proposta». Dunque, l’atto
mazione non inficia la validità dell’atto, impositivo è impugnabile sine die.
ma lo rende impugnabile in qualsiasi In effetti, la nullità per l’omessa o incommomento, oltre il termine di 60 giorni pleta indicazione degli elementi ritenuti
previsto dalla legge. Infatti, sul piano essenziali dall’articolo 7 dello Statuto del
processuale deve essere ritenuto scusa- contribuente (legge 212/2000) non è una
bile l’errore in cui incorre il contribuente conseguenza prevista dal legislatore, né
che non rispetta il termine di decadenza l’inadempimento è assistito da alcuna
per presentare ricorso. Quindi, va riam- altra sanzione. Tuttavia si tratta pur
messo nei termini per proporre l’impu- sempre di un’irregolarità, in quanto lo
gnativa qualora sia stata proposta tardi- scopo della norma è quello di agevolavamente. È quanto ha affermato la Corte re il destinatario dell’atto che lo voglia
di cassazione, con l’ordinanza 17020 del impugnare. Questa norma stabilisce che
gli atti dell’amministrazione finanziaria
25 luglio scorso.
e dei concessionari devoPer i giudici di piazza
no indicare i presuppoCavour, considerato
Il testo dell’orsti di fatto e le ragioni
che lo Statuto del condinanza sul sito
giuridiche che hanno
tribuente prevede che
www.italiaoggi.it/
determinato la decil’amministrazione fisione di adottare l’atto
nanziaria fornisca adedocumenti
d’imposizione. Se nella
guate informazioni su
motivazione si fa riferimento a un altro
atto, questo deve essere allegato a quello
che lo richiama o quantomeno deve essere riprodotto il suo contenuto essenziale.
Sul titolo esecutivo va riportato il riferimento all’eventuale precedente atto di
accertamento ovvero, in mancanza, la
motivazione della pretesa tributaria. Bisogna, dunque, specificare anche il titolo
che legittima la notifica dell’atto della
riscossione. Inoltre, gli atti devono «tassativamente indicare»: l’ufficio presso il
quale è possibile ottenere informazioni
complete in merito all’atto notificato e il
responsabile del procedimento; l’organo
competente al riesame dell’atto in sede
di autotutela e il giudice cui è possibile
ricorrere in caso di impugnazione, con
i relativi termini e le modalità per la
costituzione in giudizio. Negli atti di
accertamento o di riscossione non è sufficiente informare che l’autorità innanzi
alla quale fare ricorso è la commissione
tributaria provinciale: occorre specificare anche le modalità di presentazione e
di costituzione in giudizio.
Sergio Trovato
STAZIONE UNICA APPALTANTE
del COMUNE
Via Garibaldi 9 Genova 16124
www.comune.genova.it
mail [email protected]
ESTRATTO DI AVVISO DI GARA
Si rende noto che il giorno 23/09/2014 alle ore
14,30 presso una sala del Comune di Genova
avrà luogo una procedura aperta per conto
della Società A.M.I.U. finalizzata all’affidamento del noleggio nonché la completa gestione
“full service”, dell’impianto per il trattamento
del percolato prodotto dalla discarica di Scarpino, da aggiudicarsi con le modalità di cui
all’art. 82 del D.Lgs. 163/2006, per il complessivo importo di € 8.674.800,00 oltre IVA.
Le domande di partecipazione complete della
documentazione richiesta dal bando di gara,
dovranno pervenire entro il 22/09/2014 ore
12,00.
Il bando integrale è stato inviato alla G.U.C.E.E,
pubblicato sulla G.U.R.I., affisso all’Albo Pretorio del Comune nonché ai sensi e per gli
effetti si cui all’art. 70 comma 9 del D.Lgs.
163/2006 scaricabile dai siti internet www.comune.genova.it, www.appaltiliguria.it e www.
serviziocontrattipubblici.it
Il Dirigente Dott.ssa Cinzia MARINO
A.S.M. Voghera S.p.A.
CO.A.B.SE.R.
CONSORZIO ALBESE BRAIDESE SERVIZI RIFIUTI
Piazza Risorgimento n. 1 – ALBA – 12051 - (CN)
ESTRATTO AVVISO DI GARA
Il CO.A.B.SE.R. indice una procedura aperta per
l’affidamento dei servizio di ritiro della carta e del
cartone provenienti dalla raccolta differenziata. Importo complessivo a base d’asta: Euro 2.250.000,00
oltre IVA. Durata contrattuale: dal 1.11.2014 al
31.10.2017. Procedura di gara: procedura aperta ai
sensi dell’art. 55 D.lgs. 163/2006 e s.m.i. Criterio di
aggiudicazione: asta pubblica ai sensi degli artt. 73
lettera c) e 76 del R.D. 827/1924 e s.m.i. da confrontarsi col il prezzo base di € 75,00/tonnellata. Requisiti per l’ammissione e condizioni relative all’appalto:
vedi bando di gara integrale. Bando di gara integrale:
sede del CO.A.B.SE.R. e www.coabser.it. Termine
per la presentazione delle offerte: ore 11.00 del
12/09/2014. Data, ora e luogo gara: 16/09/2014 ore
10.00, presso sede del CO.A.B.SE.R. p.za Risorgimento 1 Alba (CN); Pubblicato su G.U.R.I: 30/07/2014.
Ulteriori informazioni: Tel. 0172.560137 – fax
0173.442435 – [email protected] [email protected]
coabser.it
Il segretario (dott. Francesco D’Agostino)
Via Pozzoni 2 – 27058 Voghera
tel. 0383-335220 – fax 0383-335350
Indice procedura aperta per l’affidamento del servizio di prelievo, trasporto ed
avviamento al recupero di rifiuti ingombranti e rifiuti imballaggi in materiali
misti per 12 mesi, presumibilmente a
partire dal 01/11/2014 delibera n. 109
ASM 10-2014 del 25/07/2014.
Criterio aggiudicazione: Prezzo più
basso.
Termine ricevimento offerte: 01/10/2014
ora 10:00.
Per tutte le ulteriori informazioni consultare il sito www.asmvoghera.it, il Disciplinare di gara e il bando di gara.
Il Direttore Generale Ing. Stefano Bina
COMUNE DI SASSARI
PROCEDURA APERTA
AFFIDAMENTO SERVIZIO DI GESTIONE
GLOBALE ATTI DI VIOLAZIONE DELLE
NORME DEL CODICE DELLA STRADA.
CIG 568300219C
Questo Ente bandisce una gara relativa all’oggetto con il criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa. Importo triennale presunto:
€ 1.905.737,70. Importo del singolo atto di
violazione a b.a.: € 15,00.
Presentazione offerte entro le ore 12,00 del
11.09.2014.
I requisiti e le modalità di partecipazione sono
indicate nel Bando di gara, in pubblicazione
all’Albo Pretorio e sul sito dell’Ente, all’indirizzo: http://www.comune.sassari.it/servizi/
gare_appalti/lavori.htm
Pubblicato sulla GUE in data 15/07/2014
Per informazioni: 079 279915/842/945/943.
F.to IL DIRIGENTE (Dott. Davide Zolezzi)
IRCAC – PALERMO
AVVISO DI GARA
È indetta Procedura di Gara d’Appalto di Servizi per l’affidamento del Servizio di Cassa.
Criterio: offerta economicamente più vantaggiosa – CIG Z101005A1B
Durata servizio: dal 01-01-2015 al 31-122017
Importo: non è previsto alcun compenso per
il servizio
Termine ricezione offerte: 03-10-2014
Apertura: le Banche offerenti saranno notiziate a mezzo servizio postale.
Bando, allegati e Capitolato sono disponibili se www.ircac.it
Responsabile del procedimento: Avv Salvatore Casamichele
Il Commissario Straordinario
Avv. Antonio Carullo
Avvisi di Pubblicità legale su
Lombardia, Piemonte, Valle d’Aosta,
Liguria, Veneto, Friuli, Trentino Alto
Adige, Emilia Romagna, Toscana
Via Burigozzo 8, 20122 Milano
Tel. 02/58219511-516 - Fax 02/58305643
Lazio
Via Santa Maria in Via, 12- 00187 Roma
tel 06/69760854 Fax 06/6781314
www.italiaoggi.it
Abruzzo, Molise, Campania, Basilicata,
Puglia
Via Camillo de Nardis 11, 80127 Napoli
tel 081/5603291 fax 081/5603708
Calabria e Sicilia
Gds Media & Communication Srl
Via Lincoln 19- 90133 Palermo
tel 091/6230511 fax 091/6230524