close

Enter

Log in using OpenID

3 – 2003

embedDownload
ongressi
C
O N G R E S S I
I
P R I N C I PA L I
ONGRESSI
C O N V E G N I
N A Z I O N A L I
E
I N T E R N A Z I O N A L I
Supplemento al Giornale della Previdenza dei Medici e degli Odontoiatri n° 3/2003 - Spedizione in abbonamento postale 45% art. 2 comma 20/b legge 662/96 Filiale di Rovigo
EMORROIDI: I RISULTATI DI UNA
NUOVA TECNICA OPERATORIA
DA FORT LAUDERDALE (FLORIDA)
I
Honorary President of the Congress - Carlo Lorenzo Cazzullo
President of the Congress - Sergio De Risio
INFORMAZIONI:
Organizing Secretariat: AISC & MGR.-AIM Group
Rome Office: Via A. Ristori, 38 - 00197 Rome (Italy)
Ph. +39 06809681 - Fax +39 068088491
AMAPI E SIMPe
XXVI CONGRESSO NAZIONALE
DI MEDICINA PENITENZIARIA
Maratea 5-6-7 Giugno Hotel Villa del Mare - Acquafredda di Maratea
Presidente del Congresso: Dr. Luigi Sonnessa
Dr.ssa Lucia Guarente I.P. Giovanna del Buono
Comitato Organizzatore:
Dr. Vincenzo Frusci -
INFORMAZIONI:
Segreteria organizzativa:
Francesco Ceraudo
56124 Pisa - Via Betti, 13
- Tel. 050/571352
cell. 336/707058
AVVISO PER I MEDICI
E LE SEGRETERIE ORGANIZZATIVE
L
e notizie inerenti congressi, corsi e manifestazioni scientifiche,
devono essere rese note esclusivamente alla Redazione del
Giornale della Previdenza - oltre TRE mesi prima dell’evento
altrimenti non potranno essere prese in considerazione - tramite
posta all’indirizzo Via Torino, 38 - 00184 Roma, o via Fax al numero
06.48294260/793 o per e-mail all’indirizzo [email protected]
Si invitano i Medici e le Segreterie Organizzative a trasmettere una
sola volta la notizia dei congressi, convegni o corsi.
Si ribadisce che la pubblicazione è gratuita.
l problema è delicato e diffusissimo: riguarda il 40 per
cento degli adulti e, in particolare, il 60 per cento delle donne in gravidanza. Ma ormai è
sempre più diffusa una tecnica
soft per risolvere in modo definitivo e indolore la questione delle
emorroidi che gradualmente si
sostituisce al metodo tradizionale, ben più invasivo.
Al 14° Congresso internazionale
della Cleveland Clinic tenutosi
in Florida sono stati presentati i
risultati internazionali dell’applicazione del metodo conservativo
e indolore sperimentato per la
prima volta nel ’93 dal chirurgo
italiano Antonio Longo e che
attualmente ha al suo attivo 500
mila interventi, prevalentemente
in Europa. Se nel 2000 solo il 17
per cento dei pazienti sceglieva
il nuovo metodo, l’anno dopo la
percentuale era salita al 27 per
cento e nel 2002 aveva toccato il
52 per cento. Oggi la tecnica viene “esportata” sempre più spesso negli Usa, in Giappone e in
diversi altri Paesi. E in Italia si
diffonde dagli ospedali del nord,
come Milano, Pordenone e
Modena, a quelli del centro-sud
come Roma, Avellino e Palermo:
in tutto sono 400 centri.
L’intervento di lifting non elimina le emorroidi considerandole
una malattia in sè, ma le riporta
alla loro sede e alla loro funzione
naturale. Da qualche anno è più
sicuro, veloce e preciso grazie ad
una nuova suturatrice circolare
che taglia e cuce allo stesso tempo, in modo sterile, per correggere il prolasso facendo tornare
nella situazione anatomica originaria le emorroidi senza bisogno
di estirparle.
“Con quest’apparecchiatura progettata e costruita appositamente per perfezionare la tecnica – di
ce il copresidente della Società
italiana unitaria di Colonproctologia Vincenzo Landolfi – si
effettua una sutura indolore per
il paziente”.
I vantaggi del nuovo metodo,
che evita i dolori dell’intervento
tradizionale, si può eseguire in
20 minuti in anestesia locale e
riduce drasticamente la convalescenza da 6 settimane a 2-3 giorni, sembrano convincere ormai
anche gli americani (che, si sa,
fanno da traino sul resto del
mondo). Sono, infatti, passati dai
6 mila interventi del 2000 ai 21
mila del 2001 e ai 74 mila del
2002. “I medici degli Usa – spiega Longo che, oltre ad operare a
Palermo e a Roma, è responsabile del Dipartimento di Colonproctologia e Malattie pelviche
dell’ospedale Saint Elisabeth di
Vienna -, hanno attraversato una
prima fase di scetticismo, poi una
di interesse e attualmente dimostrano entusiasmo, come si è
visto in questo Congresso che
riunisce i maggiori specialisti del
settore”. Gli studi a lunga distanza sui pazienti hanno superato in
PER
QUANTI HANNO PROBLEMI
CON LE EMORROIDI CI SONO
NOVITÀ IN ARRIVO DAL 14°
CONGRESSO INTERNAZIONALE
CLEVELAND CLINIC
DELLA
TENUTOSI IN FLORIDA. SI TRATTA
DI UN “METODO CONSERVATIVO
E INDOLORE” SPERIMENTATO
DAL MEDICO ITALIANO ANTONIO
LONGO. DEL NUOVO METODO
SONO STATI PRESENTATI I
RISULTATI
DELL’APPLICAZIONE
NEL CORSO DEL CONGRESSO
STATI UNITI. ANNA
NEGLI
MARIA GRECO CI PARLA DI
SEGUITO
DELLA
NUOVA
METODOLOGIA CHIRURGICA
particolare l’obiezione più ricorrente sul rischio di recidive: si
tratterebbe dall’1,8 per cento
dopo 6 anni, contro circa il 33 per
cento riscontrato con il metodo
tradizionale dopo 5 anni.
“Sono risultati brillanti – dice
Angelo Caviglia, del San Camillo di Roma – che possono indurre
a sottoporsi a questo intervento
risolutivo un numero maggiore
di persone che soffre di questa
che è una malattia sociale, con
pesanti ricadute sull’efficienza
lavorativa”.
Le maggiori reticenze ad affrontare l’intervento, infatti, sono
legate al timore del dolore e alla
previsione di una lunga convalescenza che crea problemi professionali. “Per questo - afferma
Angelo Stuto, dell’azienda ospedaliera Santa Maria degli Angeli
di Pordenone – i problemi emorroidali vengono spesso trascurati
per anni e si ricorre all’operazione solo quanto il male è diventato insopportabile”. La minore
invasività della tecnica Longo
può, in questo senso, contribuire
ad una vera e propria rivoluzione
culturale. Si tratta di una “chirurgia del benessere” che non
salva la vita ma ne migliora considerevolmente la qualità. “La
convalescenza – spiega Paolo
Boccasanta, del Policlinico di
Milano – dura in genere 3-4 giorni dopo i quali viene effettuato
un primo controllo e il paziente
può essere dimesso anche la sera
stessa dell’intervento o il giorno
dopo. La seconda e ultima verifica si fa dopo circa 6 mesi”.
Questo tipo di patologia incide
notevolmente sugli adulti e sempre con maggior frequenza
anche sui giovani. Il 60 per cento
delle donne incinte è affetta da
questo disturbo, soprattutto alla
seconda o terza gravidanza e
oltre la metà non risolve il problema dopo il parto. “Anche per
questo – spiega Alfonso Carriero,
dell’ospedale civile di Sassuolo
(Modena) – consigliamo alla
popolazione femminile di sottoporsi ad una visita proctologica
prima della gravidanza, per
valutare i fattori di rischio”.
Finora, le forti resistenze verso
questo tipo d’intervento erano
dovute al fatto che con la tecnica
tradizionale si andava incontro a
una serie di inconvenienti: un’ora di intervento, elevate perdite
di sangue, degenza ospedaliera
di oltre 3 giorni e convalescenza
che spesso supera il mese. In
particolare scoraggiano le conseguenze dei tre tagli di diversi
centimetri l’uno praticati con il
vecchio metodo, con ferite che
rimangono aperte a lungo e procurano dolori intensi per trequattro settimane dopo l’intervento. Di qui la necessità di
ricorrere a medicazioni quotidiane durante tutta la convalescenza. Le recidive, poi, si registrano
nel 25-30 per cento dei casi.
Quanto alle complicanze, è frequente quella della stenosi anale.
Molto meno invasiva è la tecnica
Longo che comporta per l’ospedale un costo aggiuntivo per
l’acquisto della suturatrice usae-getta, compensato però dal
risparmio per una degenza inferiore, un minor uso di farmaci,
personale medico e tempi di sala
operatoria. Inoltre, la rapida
ripresa del paziente che gli consente di ritornare presto al lavoro
si traduce in una riduzione di
costi per il servizio sanitario
nazionale.
Anna Maria Greco
ongressi
C
O N G R E S S I
2
ONGRESSI
SECONDA UNIVERSITÀ DI NAPOLI
SOCIETÀ ITALIANA DI FLEBOLINFOLOGIA
UNIVERSITÀ DI FERRARA
AZIENDA OSPEDALIERA UNIVERSITARIA DI FERRARA
TERME DI CASTROCARO
IMPIANTI PROTESICI
NELLA CHIRURGIA
IL LINFEDEMA: MODERNE
RICOSTRUTTIVA ED ESTETICA STRATEGIE DIAGNOSTICHE
E TERAPEUTICHE
DELLA MAMMELLA
Napoli 9 Maggio - Città della Scienza
Presidente Onorario G. Micali
Presidente: N. Scuderi
Direttore del Corso: F. D’Andrea
Coordinatori: S. Brongo, G. Ferraro, G. Nicoletti
I Sessione
Chirurgia ricostruttiva
della mammella
Chairman: D. Lo Russo
Moderatori: F. D’Andrea,
G. Cubicciotti
8.30-10.30 - Relazioni
preordinate e discussione con il pubblico sui
temi:
• Indicazioni e tecniche
di mastectomia in previsione di una ricostruzione
- E. Procaccini, Santini
• Differenti possibilità
ricostruttive con impianti
protesici - C. D’Aniello
11-13.30 - Casi clinici
scelta della tecnica chirurgica:
• Espansore con protesi F. Moschella
• Protesi espansore definitiva - Khoo
• Lembo con protesi - N.
Scuderi
• Mammella controlaterale - E. Cubicciotti
II SESSIONE
Chirurgia estetica della
mammella
Chairman: G. Micali
Moderatori: G. Molea, N.
Scuderi
14.30-18 - Casi clinici:
Planning chirurgico, tecnica di intervento, complicanze e loro trattamento
• Ipoplasia mammaria Heden
• Asimmetria mammaria
- F. D’Andrea
• Ptosi mammaria - G.
Molea
• Seno tuberoso - R. D’Alessio
• Interventi secondari - I.
Heden
18.30-19.30 Confronto tra pubblico
ed esperti
E. Cubicciotti, F. D’Andrea, Heden, Khoo, G.
Micali, N. Scuderi
19.30 - Chiusura del corso
INFORMAZIONI
Segreteria Scientifica
Cattedra Chirurgia Plastica: E. Grella, R. Grella,
A. Altieri - Tel. 081
683558
Fax
081
2470389
Segreteria Organizzativa: MP srl Congressi e
Comunicazione
Tel. 081 5753432 fax 081 5750145
Castrocaro Terme (FO)
Padiglione delle Terme
9-10 MAGGIO
INFORMAZIONI
Segreteria Scientifica:
U.O. Chirurgia Vascolare Azienda Ospedaliera
Universitaria di Ferrara
Corso Giovecca, 203 - 44100 Ferrara
Tel. 0532 236550 - Fax 0532 237582
“GRUPPO DI STUDIO
E RICERCA MEDICO PEDAGOGICA”
PEDAGOGIA
CURATIVA
I
l contributo della Pedagogia e della Medicina
antroposofiche all’educazione e sostegno del
bambino e del ragazzo con disagio o handicap
VERONA
APRILE-DICEMBRE
Alcuni argomenti principali delle Settimane di Corso
21/26 Aprile
• “Il bambino con difficoltà d’apprendimento e
comportamento e la sua integrazione nel quotidiano della scuola”, a cura di Hans Friedbert Jaenicke.
30 Giugno/5 Luglio
• “Il sostegno scolastico e l’approccio “extra-lesson” - a cura di Mary Jo Oresti
25/30 Agosto
• “L’insegnamento nella pedagogia curativa e l’auto-educazione dell’educatore” (Heiner Priess)
8/13 Dicembre
• “Disturbi di comportamento di origine fisiologica
organica; elementi di psichiatria in pedagogia curativa” a cura di Angelica Gäch;
INFORMAZIONI:
“Gruppo di Studio e Ricerca Medico Pedagogica”
Pic. Coop. Soc. Onlus - Via dei Pensieri 11/A1 30035 Mirano VE) - Tel./Segr./Fax 041 430 180
UNITÀ DI COLOPROCTOLOGIA SAN GAVINO MONREALE - AZIENDA U.S.L. N° 6 - SANLURI
CENTRO CONGRESSI “I LECCI” - VILLANOVAFORRU (CA)
DAY SURGERY IN SARDEGNA:
QUANDO, COME E PERCHÉ
Presidente: Nando Gallese - Presidente Onorario: Mario Saldi
2 e 3 MAGGIO
siologico (Businco E. - San paziente urologico in DS Cagliari)
PROGRAMMA
(Marci A., Mereu E. - San Milligan-Morgan classica e
Gavino)
Venerdì 2 maggio
altre tecniche resettive (CocRequisiti strutturali e funzio- Gavino)
Mattino (8,30-13)
nali di reparti e sale operato- L’esperienza del DH del cetta M. - Terni)
Reparto Medicina di San Emorroidectomia con impieA) Corso Day Surgery - Iª rie (Francucci M. - Terni)
di
radiofrequenza
parte (Presidente: Binaghi Aspetti medico-legali: il con- Gavino (Atzenu R. - Tardiola go
(Gabrielli F. - Milano)
G., CA - Moderat.: Polo M. senso e la responsabilità pro- P. - San Gavino)
fessionale (Sommella L. - L’evoluzione del quadro nor- HAL (Autuori F. - San GaviCA)
mativo (Sommella L. - Terni) no)
La Day Surgery: definizione, Terni)
Quale futuro per la day sur- PPH (Lixi G. - San Gavino)
possibilità e limiti (Autuori F.
Percorso assistenziale del
B) Inaugurazione e tavola gery (Francucci M. - Terni)
- San Gavino)
Normativa nazionale e regio- rotonda sulla DS (con la par- Quale futuro per la day sur- paziente proctologico in DS
nale di riferimento (Pezzan- tecipazione di tutte le Auto- gery in Sardegna (Licheri S. (Collu B. - San Gavino)
Sclerosi emorroidaria perenrità) (Presid.: Trincas F., DG - Cagliari)
gora V. - Mestre)
doscopica (Sanna S. - San
Day surgery e politiche ASL6 - Moder.: Bolasco F.,
D) Comunicazioni sulla DS - Gavino)
aziendali (Sommella L. - Ter- DS ASL6)
(Presid. Daniele G.M., CA Comunicazioni (Presid.: Sias
ni)
Moderat.: Pietrangeli M. CA) F., CA Moderat.: Pintus A.,
I modelli organizzativi (Baro- Pomeriggio (15-18)
C) Corso Day Surgery - II (Flebologia, Urologia, Orto- Olbia (*).
ni M. - Milano)
La riorganizzazione dell’area parte (Presid.: Di Martino L., pedia, Ginecologia, EndoINFORMAZIONI:
chirurgica: la dipartimenta- CA. Moderat.: Mura R., scopia, Radiologia, Laboratolizzazione (Sommella L. - Olbia) Cartella infermierist. rio, Assistenza domiciliare Coordinatore Scientifico Giuseppe Sechi
protocolli, linee guida: stru- integrata (*).
Terni)
Tel. 0709378290-292
Day surgery mono e multidi- menti per la qualità (PenneSabato 3 Maggio
sciplinare (Francucci M. - si U. - Terni)
Segreteria Scientifica
Mattino (8.30-13)
Percorso assistenziale del
Terni)
I criteri di accesso al tratta- paziente ortopedico in DS E) Proctologia in DS: (Presid. Francesco Autuori - Angelo
mento (Pezzangora V. - (Pascalis L., Sorrentino G. - Landolfi V., Solofra (AV) Marci - Tel. 070 9378280-261
Moderat.: Casula G., CA)
San Gavino)
Mestre)
dell’iceberg Iscrizioni e Informazioni:
L’importanza del personale Percorso assistenziale della Sindrome
Segreteria Organizzativa dedicato in DS (Collu B. - paziente ginecologica in DS (Pescatori M. - Roma)
(Collu C., Peiretti R. - San Possibilità e limiti (Pezzan- Kassiopea Group srl - V.
San Gavino)
Mameli 65 - 09124 Cagliari gora V. - Mestre)
L’organizzazione dell’ambu- Gavino)
latorio e del servizio aneste- Percorso assistenziale del Mucopessia (video) (Sias F. - Tel. 070 651242 - 684215
CORSO
MULTIDISCIPLINARE
Dipartimento Emergenza Urgenza - Pisa
Presidente: Dr. Eugenio Orsitto
Palazzo dei Congressi - Pisa 15 e 16 Maggio
PROGRAMMA
I giornata: 15 Maggio: “Traumi complessi del torace e
dell’addome: linee guida clinico-diagnostiche”
I Sessione/ Aspetti Organizzativi in DEU II Livello
II Sessione: Traumi Complessi Toraco-Addominali:
inquadramento clinico-diagnostico
III Sessione: Traumi Toraco-Addominali: casistica radiologica
IV Sessione: Problematiche medico-legali
V Sessione: Il sistema informatico integrato per l’Emergenza - Urgenza
II giornata: 16 Maggio
“Il paziente dispnoico in pronto soccorso: le principali
urgenze respiratorie”
I Sessione:Insufficienza respiratoria acuta
II Sessione: La Diagnostica Strumentale e di Laboratorio
III Sessione: La Terapia in Pronto Soccorso
INFORMAZIONI
Segreteria Scientifica
Dott. Eugenio Orsitto - Tel. 050/992817 - Fax 050 993010
Dott. Michele Tonerini - Tel. 050/992817 - Fax 050
993010
Dott. Maurizio Vaglini - Tel. 050 992961 - Fax 050
553041
Segreteria Organizzativa: L&B Studio - Via renato Fucini, 49 - 56127 Pisa - Tel. 050 970166 - Fax 050 540711
SCUOLA
DI CHIRURGIA LASER
PROGRAMMA 2003
Corso 1 - 23-24 Aprile
Corso
Monotematico
(organizzato nell’ambito
della Scuola di Patologia
Genitale)
“Chirurgia Laser in
Patologia Genitale”
Istituto Nazionale Tumori, Aula D, Via Venezian,
1 - 20133 Milano
Corso 2 - 15-17 Maggio
Corso Base e Monotematico Combinati
“Chirurgia Laser della
Cute e dei Tegumenti di
Transizione” e “Chirurgia Laser Cosmetica”
Fondazione
Stelline,
Centro Congressi, Aula
L., Corso Magenta, 61 20123 Milano
Corso 3 - 22-23 Maggio
Corso
Monotematico
“Patologia del Pene”
Istituto Nazionale Tumo-
ri, Aula D, Via Venezian,
1 - 20133 Milano
Corso 4 - 16-17 Ottobre
Corso Base Chirurgia
Laser del Cavo Orale e
Otorinolaringoiatrica”
Istituto Nazionale Tumori,
Aula D, Via Venezian, 1
20133 Milano
Corso 5 - Novembre Data da definire
Corso Base “Chirurgia
Laser in Urologia”
Ospedale
Maggiore,
Aula
Magna,
Largo
Nigrisoli, 2 - 40133 Bologna
INFORMAZIONI
Segreteria
Walter Franchini, Milano
Francesca Minardi, Milano
c/o Istituto Nazionale
Tumori - Via Venezian, 1
- 20133 Milano
Tel. 02 2390 2523
Fax 02 239 02194
ongressi
C
O N G R E S S I
ONGRESSI
Direttore: EOLO PARODI
Direttore responsabile: GIULIANO CRISALLI
Redazione: Via Torino, 38 - 00184 Roma
Tel. (06) 482941 - Fax (06) 48294260/793
Editore:
BETAGRAF SpA
Via Marzabotto, 25/33 - Funo di Argelato (Bologna)
Pubblicità:
Concessionaria esclusiva
CONTRACTA S.R.L.
Via Simone d’Orsenigo, 21 - 20135 Milano
Tel. 02 55 195 259 r.a. - Fax . 02 55 017 411 E-mail: [email protected] - [email protected]
[email protected]
Stampa: BETAGRAF SpA
Sped. in abb. post. 45% - art. 2 comma 20/b - Legge 662/96
Filiale di Rovigo (Italy) Taxe perçue - tassa riscossa - Supplemento al Giornale della
Previdenza dei Medici e degli Odontoiatri
Reg. Trib. di Roma n. 348/99 del 23 luglio 1999
mensile - anno V - n. 3/2003
copie 392.000
Tutte le notizie pubblicate su Congressi Congressi Congressi
sono redatti sotto l’esclusiva responsabilità
degli organizzatori dei convegni
ongressi
C
O N G R E S S I
3
ONGRESSI
SOCIETÀ ITALIANA PER LA CURA E CHIRURGIA DELLA CALVIZIE
VIII CONGRESSO INTERNAZIONALE ISHR
Grand Hotel Parco dei Principi
Via G. Frescobaldi, 5 - Roma
Roma, 25-26-27 MAGGIO
INFORMAZIONI:
Segreteria Scientifica
Piero Tesauro
Tel. +39 335.5477211
Fax +39 02.66719503
Stampa e Relazioni
Esterne
Piero Schiavazzi
Tel. +39 335 8441907
Segreteria Organizzativa
Euromeeting
Piazza Piccinino, 10 - 06122 Perugia
Tel. +39 075.5720233
Fax +39 075.5738777
CONGRESSO INTERNAZIONALE
STROKE TODAY
ATTUALITÀ NEL GOVERNO CLINICO DEL PAZIENTE E NEI MODELLI ORGANIZZATIVO-GESTIONALI
Chiostro di S. Nicolò - Spoleto, 5-8 maggio
Presidente: Alberto Freddi
INFORMAZIONI:
Segreteria Organizzativa:
Promeeting
Vicolo del Popolo I, 20
05018 Orvieto (Terni)
Tel. 0763.344890
Fax 0763.344880
Ufficio Stampa:
PR Communication
Viale Tor di Quinto, 19/B
00191 Roma
Tel. 06.3335453
Fax 06.33222093
KINESIOLOGIA MEDICA E ODONTOIATRICA
dal 17 maggio al 23 novembre - Hotel San Marco - Via Longhena, 42 - Verona
Scopo dei cinque incontri che dureranno da maggio a novembre, sarà quello di portare i professionisti ad
acquisire gli strumenti teorici e pratici e la sensibilità indispensabili per applicare i metodi diagnostici kinesiologici.
Docente del Corso è il dott. Tullio Toti
INFORMAZIONI:
Segreteria Organizzativa:
Positive Press, Via Sansovino 16 - 37138 Verona - Tel. 045 8103932 - Fax 045 8102884
CORSO
RESIDENZIALE
DI FORMAZIONE
PER INFERMIERI
IN ONCOLOGIA
MEDICA
Clinica
di Oncologia Medica
Università di Udine
Policlinico
Universitario a Gestione
Diretta - Udine
Abbazia di Rosazzo,
Como di Rosazzo (UD)
8-10 maggio
Direttori del corso:
Prof. Andrea Piga
Dr. Fabio Puglisi
Clinica
di Oncologia Medica,
Università di Udine
INFORMAZIONI
Dr.ssa Marianna Aifa Tel. 0432 559304
Fax 0432 559305
Telefono durante
lo svolgimento
del corso:
0432 759091
(Abbazia di Rosazzo)
0432 559304
(segreteria Clinica di
Oncologia Medica)
ongressi
C
O N G R E S S I
4
ONGRESSI
ASSOCIAZIONE CULTURALE PEDIATRI PUGLIA E BASILICATA
MEDICO E BAMBINO
“LE GIORNATE DI MEDICO E BAMBINO”
E “GLI ARGONAUTI”
IV INCONTRO TRA I PEDIATRI DELLE REGIONI MERIDIONALI
“Il Calanè” (c/o V.T. “Il Valentino””) SS 106-Castellaneta Marina (TA),
16-18 MAGGIO
PROGRAMMA
16 MAGGIO
9-10.30 - Tre malattie
• Gli angiomi - Ernesto Bonifazi • Pubertà precoce - Stefano
Cianfarani • PFAPA - Alberto
Tommasini
10.30-11.30 • Pagina gialla Alessandro Ventura • Articolo
dell’anno (Gen-etica: di chi sono i geni?) Bruno Dalla Piccola
11.55-13.10 - • Oltre lo Specchio: Il linguaggio del neonato
- Mehler, Bava, D’Andrea
14.30-19.30 - Corsi di formazione (Prima Parte)
• Longo - Rinite allergica e non
• De Marini - Linee guida: toxoplasma - streptococco GR.B nel
neonato • Ventura - Protocolli
diagnostico-terapeutici su miciall. alimentare-stipsi
• Cianfarani - Sviluppo puberale • Panizon - Il dolore psicosomatico nel bambino • Guastalla - 4 esami da conoscere e
discutere • Burlina - Linee guida nelle malattie metaboliche •
Bonifazi - Acne e sfera genitale adolescente • Esposito/Servedio - Addome acuto • Bartolozzi/Marchetti - La ricerca e lo
specialista in formazione
17 MAGGIO
9-10.15
Tre infezioni per tre pediatri
• Bartonella - Alessandro Ventura - • CMV - Sergio De Marini
• Clamidia - Cristina Mencoboni
10.15 - 11.15 • La parola ai giovani: 4 presentazioni selezionate di specializzandi
11.45-12.30 Rubrica iconografica
• Immagini e false immagini Pierpaolo Guastalla
12.30-13 - Editoriale - Giorgio
Tamburlini
14.30-19.30 - Corsi di formazione (seconda parte)
• Longo - Rinite allergica e non
• De Marini - Linee guida: toxoplasma - streptococco GR.B nel
neonato • Ventura - Protocolli
diagnostico-terapeutici su miciall. alimentare-stipsi • Cianfarani - Sviluppo puberale
• Panizon - Il dolore psicosomatico nel bambino • Guastalla - 4 esami da conoscere e discutere
• Burlina - Linee guida nelle
malattie metaboliche • Bonifazi - Acne e sfera genitale adolescente • Esposito/Servedio Addome
acuto
•
Bartolozzi/Marchetti - La ricerca e lo specialista in formazione
18 MAGGIO
9-10.15 - Quando non si può
sbagliare
• Addome acuto - Ciro Esposito, Dino Servidio • Kawasaki Federico Marchetti • Reye - Alberto Burlina
10.15-11.15 - Tre farmaci visti da
un pediatra:
• Tacrolimo, Neo augmentin,
antistaminici - Giorgio Longo
11.45-12.15 - Ancora la parola ai
giovani: due casi visti da specializzandi
12.15-13 - L’editoriale del Prof.
Panizon e... assemblea dei lettori
I Poster degli specializzandi
verranno discussi in sedute pomeridiane “autogestite” e moderata dal prof. Bartolozzi.
INFORMAZIONI
• Segreteria organizzativa: ACP
Puglia e Basilicata: via Sele, 13
- Altamura - tel./fax 080
3149709 (ore 16.30-18.30)
• Segreteria scientifica: Argonauti IV - Nicola D’Andrea Osp. Matera - tel/fax 0835
243293
Medico e Bambino: Alessandro
Ventura - Burlo Garofalo Trieste
- tel. 040 37851
ASSOCIAZIONE ITALIANA RICERCHE SULLA PLASTICITÀ TESSUTALE
ITALIAN ASSOCIATION FOR RESEARCH INTO TISSUE PLASTICITY
LE TECNICHE ANTI-ETÀ 2003
INFORMAZIONI
Presidente del Corso: G.L. Rapaccini
Direttori del Corso: M. Caremani - F. Magnolfi
SEGRETERIA ORGANIZZATIVA
Ultrasound Congress
Tel. 0575 380513 - 348 7000999 - Fax 0575 981752
CENTRO RICERCHE SULLA PSICHIATRIA
E LE SCIENZE UMANE
DISCIPLINE
PEDIATRICHE
Responsabile del Master Prof. Carlo Montinaro
INIZIO 12 MAGGIO FINE 9 DICEMBRE
Luogo di svolgimento: Via R. Libroia, 52
84014 Nocera Inferiore (Salerno)
Il progetto è articolato
in 10 eventi per l’anno 2003:
argomenti trattati
ANTI-AGE TECHNIQUES 2003
SABATO 24 MAGGIO 2003 - ORE 9 - Saturday, 24th May, 2003
Viale dell’Università 20 - Roma
10.30 - Discussione - Discus- Maira
PROGRAMMA
sion - Moderatore: Prof. U.T.
MEDICINA LEGALE
Hinderer
CHIRURGIA PLASTICA RIForensic Medicine
BIOTECNOLOGIE,
COSTRUTTIVA ED ESTE15 - Complicanze in Chirurgia
ANTI-AGING, CHIRURGIA
TICA
Estetica (Casi clinici)
Biotechnologies,
Aesthetic and ReconstructiComplications in Aesthetic
Anti-Aging, Surgery
ve Plastic Surgery
9. La Chirurgia dell’Invec- 11.30 - Apertura della sessio- Surgery - G. Cave Bondi e
Coll.
ne: Prof. G. Maira
chiamento Facciale
Surgery for the Aging Face - Session opening: Prof. G. Mai- 15.45 - Discussione - Discussion - Moderatore Prof. Cave
ra
U.T. - Hinderer
9.30 - L’Estetica di Barbie (La 11.45 - Le Molecole Anti Età - Bondi
Anti-Ageing Molecules - A.
Bellezza è Atipica)
FISICA
Barbie’s Aesthetics (Beauty is Colecci
Physics
12 - La Rigenerazione NervoAtypical) - P. Fruscella
9.45 - Mastoplastica Additiva: sa - Neural Regeneration - E. 16 - Bellezza e Plasticità del
Mondo dei Quanti
la Doppia Tasca e il Doppio Fernandez
Impianto - Augmentation 12.15 - Le Cellule Staminali - Beauty and Plasticity of the
Quantic World - G. Iadonisi
Mammaplasty: the Double The Stem Cells - S. Campisi
16.15 - Discussione - DiscusPocket and the Double Im- 12.30 - La Neuroplasticità
sion
Neuroplasticity - L. Lattanzi
piant - G. Bosch
10 - Biomateriali in Chirurgia 12.45 - Plasticità Funzionale
NUOVE IDEE E
Cerebrale - Functional CereFacciale
TECNICHE PERSONALI
Biomaterials for Facial Sur- bral Plasticity - M. Visocchi
New ideas and personal te13 - Ruolo della fitness nelgery - G. Fini
chniques
10.15 - Morfodinamica delle l’invecchiamento - Fitness and
16.30 - La Mastoplastica AdAgeing - P. Faccini
Pieghe Corporee
Morpho-Dynamics of the Body 13.15 - Discussione - Discus- ditiva in Video-Endoscopia sion - Moderatore Prof. G. Augmentation Mastoplasty by
Furrows - P. Fruscella
Storia della Pediatria Italiana
Diabetologia Pediatrica
PROGRAMMA
Ortopedia Pediatrica
Cardiologia Pediatrica
Oncologia Pediatrica
Endocrinologia Pediatrica
Neuropsichiatria Infantile
Rianimazione Neonatale
Gastroenterologia Pediatrica
e malattie alimento correlate
Nefrologia Pediatrica
INFORMAZIONI
Tel. 081925827
9.30 - Registrazione
10 - Fitoterapia clinica:
importanza delle tecnologie estrattive - Dr. Fabio
Firenzuoli, Centro di
Medicina Naturale, Az
USL 11 - Empoli
10.45 - I fiori di Bach nella pratica clinica - Dr.ssa
Maria Antonietta Balzola, Centro psico-sociale,
Rho
11.45 - Dall’omeopatia
alla gemmoterapia - Dr.
Elio Rossi, Amb. di
Omeopatia, Az. USL di
Lucca
12.30 - La ricerca farmacologica applicata - Prof.
AUSL 11 EMPOLI VALDELSA VALDARNO
CONFINI DELLA FITOTERAPIA:
GEMMOTERAPICI
E FIORI DI BACH
EMPOLI - 7 MAGGIO
Auditorium Banca di Credito Cooperativo
di Cambiano - piazza del Pratello - Empoli
Gioacchino Calapai, Ist. clinica, Az. USL 11,
di Farmacologia, Univ. di Empoli
15.45 - Le evidenze
Messina
15 - Gli aspetti biochimici scientifiche - Dr. Luigi
dei gemmoterapici e fiori Gori, ANMFIT, Empoli
di Bach - Dr. Stefano 16.30 - Discussione di
Morini, UO Biochimica casi clinici
- 9 am.
Video-Endoscopy - P. Santanchè
16.45 - Cheloidi dei Lobuli
Auricolari: Medicazione a
Sandwich
“Sandwich” Medication for
Earlobe Keloids - P. Fruscella
17 - Attualità nel Trapianto dei
Capelli - News in Hair Transplants - F. Buttafarro
17.15 - Tossina Botulinica:
Trucchi e Dosi - Botulinum
Toxin: Tips and Doses - E.
Caccialanza
17.30 - Una Tecnica da Dieci
Dollari per la Rimozione delle Rughe - $10 Technique for
Wrinkle Removal - P. Fruscella
17.45 - Lift Sopracciliare Esteso - The Extended Eyebrow
Lift - G. Bosch
18 - Discussione - Discussion
- Moderatore: Prof. U.T. Hinderer
18 - Chiusura lavori - Adjournment
INFORMAZIONI
Ph.: 06 8557096
17.30 - Conclusioni Verifica
INFORMAZIONI
Segreteria scientifica
Dr. Fabio Firenzuoli - Dir.
Centro
di
Medicina
Naturale, Ospedale S.
Giuseppe - Azienda USL
11 - Empoli
Tel. 0571 702601
Fax 0571 702639
Segreteria organizzativa
Sig.ra Sonia Gasperini Centro Formazione Azienda USL 11 - Empoli
- Tel. 0571 702739
Fax 0571 72855
ongressi
C
O N G R E S S I
5
ONGRESSI
A.U.SL. DI RAVENNA
DIPARTIMENTO CHIRURGICO DI LUGO
U.O. AZIENDALE DI TERAPIA ANTALGICA
E CURE PALLIATIVE
I SISTEMI IMPIANTABILI:
PROBLEMATICHE ATTUALI
23 MAGGIO
14 - Saluto delle Autorità
14.30 - 1ª Sessione - Serie di
interventi preordinati
Presidente: Prof. G. Bellucci
Moderatore: Dott. M. Grilli
“Il corretto utilizzo del cateterismo venoso centrale nel
rispetto del consenso informato”
14.30 - Dott. A. Gamberini Nell’Emergenza
14.50 - Dott. A. Amigoni - In
Anestesia
15.10 - Dott. G. Piano - Nel
malato cronico
15.30 - Dott. G. Venturini Aspetti Medico-Legali
15.50 - Dott.ssa A. Mori Aspetti giuridici
16.10 Discussione tra pubblico ed esperti
17 - 2ª Sessione - Serie di
interventi preordinati
Presidente: Prof. G. Martinelli
Moderatore: Dott. A. Zanello
“La nutrizione per via venosa dall’ospedale al domicilio”
17 - Dott.ssa D. Santini Indicazioni e utilizzo della
via venosa
17.20 - Dott.ssa R. Belfiore In terapia intensiva
17.40 - Dott. P.S. Zattini - In
chirurgia
18 - Dott. L. Pironi - Nel
paziente cronico
18.20 - Dott.ssa E. Rustici Un esempio di organizzazione di team nutrizionale
all’interno di un Ospedale
18.40 - Dott. Montanari,
Dott.ssa Guerrini, Sig. A.
Cerchierini - Esperienza in
tema di nutrizione domiciliare nel Distretto di Lugo
19.10 - Discussione tra pubblico ed esperti
19.40 - Fine lavori - Verifica
dell’apprendimento
24 MAGGIO
8.30 - 3ª Sessione - Serie di
interventi preordinati
Presidente: Prof. G. Martinelli
Moderatore: Dott.ssa Moro
“Prevenzione e controllo
delle complicanze associate
al cateterismo venoso centrale”
8.30 - Prof.ssa R.M. Melotti Quadro epidemiologico e
misure di controllo delle
infezioni
8.50 - Sig.ra M. Mongardi e
Sig.ra C. Pozzetti - Aspetti
infermieristici del controllo
9.10 - Dott.ssa Benini Metodi per la diagnosi di
infezione e ruolo del laboratorio nella sorveglianza
9.30 - Dott. A. Scardovi prevenzione delle infezioni
associate a N.T.P.
9.50 - Dott. G. Tazzioli - Le
complicanze meccaniche: la
ostruzione del catetere e la
flebotrombosi
10.10 - Sig.ra D. Guerrini e
Sig.ra L. Ricci - Presentazione della procedura per la
gestione del catetere venoso
centrale e permanenza
10.30 - Discussione tra pubblico ed esperti
11.20 - 4ª Sessione - Serie di
interventi preordinati
Presidente: Prof. A. Pasetto
Moderatore: Prof. F. Paoletti
“I cateteri spinali nel controllo del dolore”
11.20 - Dott. C. Melloni - In
Chirurgia
11.40 - Dott. V. Ricci - Nel
Dolore Cronico
12 - Dott. F. Marino - L’utilizzo dei sistemi totalmente
impiantabili nel dolore non
oncologico
12.20 - Dott. G. Fortini - L’utilizzo dei sistemi totalmente
impiantabili nel dolore
oncologico
12.40 - Discussione tra pubblico ed esperti
13.10 - Fine lavori - Verifica
dell’apprendimento
INFORMAZIONI:
Segreteria Organizzativa
Avenue media
Via Riva Reno, 61 - 40122
Bologna
Ufficio Congressi
Tel. 051.6564300
Tel. 051.6564311
Fax 051.6564350
SEMINARIO
DELLA COMUNICAZIONE
17-18 MAGGIO
Park Hotel La Serenissima di Sacrofano Roma
Docenti del corso:
Dr. Maurizio Zomparelli e Dr. Maurizio Massarini.
simulazioni professionali.
Tecniche di rilassamento
1° GIORNO
Presentazione dei docenti e dei partecipanti
Concetti generali sulla
conoscenza dei livelli
della comunicazione sensoriale.
La comunicazione a due,
quella in pubblico, il percorso cognitivo del livello
comunicativo, utilizzando lo psicodramma.
La PNL Programmazione
Neurolinguistica: nozioni
generali
Tecniche di Role Playing,
II° GIORNO
Rivisitazione, in video,
dei comportamenti dei
partecipanti, nella comunicazione a due ed in
pubblico.
Sociodramma e Psicodramma Professionale.
Formazione di gruppi di
lavoro.
Lo Psicodramma: spontaneità individuale e creatività del gruppo, una nuo-
va strategia di Management, dalle regole alle
emozioni.
Discussione.
INFORMAZIONI:
Dott. Maurizio Zomparelli
Cell. 335 318000. Eventuali comunicazioni scritte presso V. Laurentina,
501/c 00142 Roma.
La conferma alla partecipazione al corso deve
essere scritta ed inviata
via fax allo 06 54992130
A.I.K.E.C.M.
ACCADEMIA ITALIANA KINESIOGRAFIA ED
ELETTROMIOGRAFIA CRANIO MANDIBOLARE
Tecnica della coronoplastica, sulla costruzione
dell’ortotico e sulla protesi totale mobile
27-28 settembre Holiday Inn Rimini - Viale Vespucci, 16 - Rimini Riservato a coloro che
abbiano già seguito il
Corso Base.
Trattamenti ortodontici
orientati in senso neuromuscolare
24-25 ottobre Hotel Castelli - Viale
Trieste, 89 - Alte di Montecchio Maggiore (VI)
Riservato a:
Medici e Odontoiatri che
abbiano già seguito il
Corso Base, il Corso Tracciati e il Corso Coronoplastica-Ortotico-PTM
AZIENDA A. MEYER - VIA LUCA GIORDANO, 13 - FIRENZE
COME AIUTARE GLI ADOLESCENTI?
12-13-14 MAGGIO
Direttore: Prof. Fabio Franchini
Villa Montalto - Via del Salviatino, 6 - Firenze
LUGO, 23-24 MAGGIO
PROGRAMMA:
DIPARTIMENTO DI PEDIATRIA “CESARE COCCHI”
UNIVERSITÀ DI FIRENZE
Odontotecnici che abbiano già seguito il Corso
Base e il Corso Coronoplastica-Ortotico-PTM
INFORMAZIONI
Selene Srl - Via Sacchi 58
- 10128 Torino
Tel. 011 568 3534 r.a;
Fax 011 568 10 10
PROGRAMMA:
zione - D. Viti - FI
Discussione
12 maggio - 1° giorno:
13 maggio - 2° giorno:
14 maggio - 3° giorno:
Interventi sul territorio
Moderatori: S. Bertelloni - PI
Aspetti Generali
Mattina
Saluto delle Autorità: prof.
A Vierucci - dott. F. Riboldi
Moderatori: E. Silvio - GE,
F. Galluzzi - FI
• L’adolescente oggi
R. Burgio - PV
• Il rapporto medico-adolescente: la visita in
ambulatorio
F. Franchini - FI
• Le aspettative dei giovani e le risposte della
legge, della giustizia, dei
servizi, della società
E. Vagnoli, S. Caprilli, E.
Aprile - FI
Discussione
Pomeriggio
• Valutazione della crescita dell’adolescente
R. Salti, F. Galluzzi - FI
• Provvedimenti terapeutici per l’adolescente che
non cresce: cause e terapie
P. Fabiani - FI
• Lo sviluppo psico sessuale
V. Bruni, V. Maestrini - FI
• Un aspetto discusso della sessualità: la masturba-
Problemi emergenti
in adolescenza
Moderatori: F. Franchini - FI
Mattina
• Papà orco, mamma strega e fratelli porcelli. Un
caso di conflitto generazionale
P. Sgaramella - MI
• Deficit dell’attenzione
con iperattività nel bambino e nell’adolescente
P. Cimbelli, G. Masi - LI
• Tavola rotonda: La violenza fisica e psichica nel
bambino e nell’adolescente
M. Dei, A. Fiorillo, E. Silvio - GE
Discussione
Pomeriggio
• Anoressia e bulimia in
adolescenza
E. Mori - LI
• La Chirurgia plastica
nell’adolescente
G. Borghini - Roma
• Emergenze psichiatriche in adolescenza
S. Di Segni - Roma
• Le nuove droghe
C. Porciatti - FI
Discussione
Mattina
• Il disagio giovanile:
ricerca su una popolazione di adolescenti
V. Pistolesi - FI
• I Centri Consulenza
Giovani
Leonetti, P. Cassano - FI
• Il counseling con l’adolescente
A. Di Fabio - FI
Discussione
Pomeriggio
• L’adolescente in ospedale
G. Bernini - FI
• Quali risorse sul territorio?
G. Saggese - PI
• L’ambulatorio dell'adolescente: casi clinici
E. Franceschini - FI
Discussione
Conclusioni
Consegna attestati
INFORMAZIONI
Informazioni didattiche:
tel. 0555662577 (ore 8-10)
Segreteria: Iscrizioni e
Informazioni generali:
Tel. 055576593
Fax 055570380
ongressi
C
O N G R E S S I
6
A
ttacco concentrico
all’obesità, definita “la più recente
epidemia americana”, a
causa dei 120 milioni di
individui che ne sono
affetti. Ma anche in
Europa e in Italia non si
scherza. Secondo i dati
emersi nel corso di una
conferenza stampa organizzata a Milano - cui
hanno partecipato il prof.
Michele Carruba, direttore del ‘Centro di Studio
e Ricerca sull’Obesità’
dell’Università di Milano,
il prof. Marco Comaschi,
presidente dell’Associazione Medici Diabetologi, e il prof. Francesco
Cavagnini, ordinario di
Endocrinologia all’Università di Milano - la
comunità
scientifica
aggiunge anche un altro,
preoccupante elemento
a questo scenario: il 90
per cento dei diabetici è
obeso o quantomeno in
sovrappeso. Secondo le
stime dell’OMS entro il
2025 saranno 300 milioni
i diabetici nel mondo.
Diabetici e obesi afflitti
dunque da un’unica
patologia-contenitore: la
diabesity. Come evitare
I
n principio fu Van
Rensselaer Potter, poi
venne la Bioetica e
scoppiò in molteplici
rivoli, permeò la scienza, la ricerca, la clinica,
la tecnica, spaziando
dall’ospedale al laboratorio, alla banca, all’industria, al commercio.
L’uomo s’accorse che
questa nuova cultura gli
era indispensabile, che
egli aveva necessità di
dibattere ed applicare
questa “scienza della
sopravvivenza”. L’umanità - disse lo stesso Potter - ha bisogno urgentemente di una nuova
saggezza che fornisca la
conoscenza di come utilizzare la conoscenza
per la sopravvivenza
L
a prima causa di
mortalità in Italia
sono le malattie
circolatorie e la pressione arteriosa ne è la
maggiore responsabile:
è stimato che dal 40 al
90 per cento delle persone che hanno avuto
un ictus erano ipertese
prima del verificarsi
dell’evento acuto. E’
questo il ‘focus’ il ‘progetto ForLife’ (Formazione medica e pratica
clinica nella gestione
del paziente iperteso)
che la Società Italiana di
Ipertensione Arteriosa
(SIIA) con il sostegno di
MS&D ha promosso con
l’obiettivo di fornire ai
medici gli strumenti utili alla identificazione e
alla
gestione
del
paziente iperteso a
rischio ictus. Obiettivo
quello di diffondere le
più recenti acquisizioni
in tema di prevenzione
primaria degli eventi
ONGRESSI
IL PUNTO IN UNA CONFERENZA STAMPA A MILANO
‘APPROCCIO INTEGRATO MULTIFATTORIALE’
LA NUOVA VIA PER LA LOTTA ALLA DIABESITY
In 50 anni la quota calorica giornaliera introdotta non è aumentata, anzi è addirittura
diminuita. Ma mangiamo male e troppo in funzione di quanto consumiamo
questo
cortocircuito
patologico? E soprattutto
i pazienti sono a conoscenza di questo ulteriore rischio? Secondo una
ricerca condotta dall’Associazione Medici Diabetologi (AMD) mantenere un regime alimentare rigoroso, primo passo terapeutico, è il vero
‘dramma’
per
due
pazienti su tre. Anzi, a
sentire i medici, meno di
un paziente su sei segue
la dieta senza problemi.
“La ricerca dell’AMD dice il professor Marco
Comaschi - ha messo in
evidenza con chiarezza
che i pazienti diabetici
intervistati sono tutti in
sovrappeso e con un
indice di massa corporea
sempre superiore alla
normalità. La percezione
che il paziente ha del
problema è tendenzialmente ‘monotematica’: il
problema-obesità è legato solo all’eccesso alimentare e non ad una
condizione multifattoriale, che prevede interventi sulla dieta e sulla
sedentarietà affiancati da
supporti farmacologici
personalizzati”. Secondo
il professor Michele Carruba “per fortuna stiamo
registrando un atteggiamento nuovo da parte
del Ministro della Salute,
partito con progetti molto importanti, innanzitutto di comunicazione.
Oggi l’obesità è la seconda causa di morte prevedibile, con costi diretti
per la società non indifferenti, quantificabili in
Italia nell’ordine di 22,8
miliardi di euro ogni
anno. Dove sbagliamo
allora? In termini di analisi dell’evoluzione dei
consumi degli ultimi 50
anni la quota calorica
giornaliera introdotta in
media non è cambiata,
anzi è addirittura diminuita un po’! Il discorso è
che mangiamo male e
troppo, non in assoluto,
ma in funzione di quanto consumiamo. Abbiamo ridotto sostanzialmente l’attività fisica,
perché grazie allo sviluppo tecnologico tutto è
a portata di telecomando, il telefono vive in
tasca. Tutto questo fa
accumulare il grasso.
Non ci si muove e non si
cammina più”. Nuove
speranze per gli obesi
vengono da uno studio
svedese che ha dimostrato come sia possibile
perdere il 10 per cento
del proprio peso, associando ad una dieta
equilibrata ed alla attività fisica una corretta
terapia farmacologica. E’
quanto emerge dallo studio Xendos - presentato
che in quattro anni ha
raccolto 2 milioni di dati
dagli oltre 3 mila pazienti obesi arruolati. I
pazienti trattati con orlistat – questo il nome
scientifico della molecola che previene l’assorbimento di circa il 30 per
cento dei grassi inibendone la digestione – hanno fatto registrare una
perdita di peso di circa il
10 per cento e una signi-
PRESENTATO A BARI UN VOLUME DI FRANCESCO BELLINO
LA BIOETICA? PER V. R. POTTER
È LA ‘SCIENZA DELLA SOPRAVVIVENZA’
Anche in questo campo può essere utile tornare alle fonti
e leggere l'originale scritto dal padre di questa disciplina
dell’uomo e per il
miglioramento
della
qualità della vita. Ma
troppa strada ha fatto
questa nuova disciplina
e, alcune volte, ha persino deragliato dalla via
tracciata che vuole confermare,
sollecitare,
rendere indispensabile
il rapporto tra “conoscenza” ed “uso della
conoscenza per il bene
sociale”. Pertanto si
rende urgente, ancora
una volta, tornare alle
fonti e leggere l’originale scritto dal padre illuminato nel 1970 (nella
rivista “Perspectives in
Biology and Medicine”). Lo ha fatto il prof.
Francesco Bellino, direttore del dipartimento di
bioetica dell’Università
di Bari e fondatore (nel
1987) del primo corso di
perfezionamento
in
bioetica istituito in Italia
e che ha pubblicato il
primo “Trattato di bioetica”, in lingua italiana
(Levante ed. Bari, 1990
pag. 742). Il prof. Bellino ha tradotto integralmente il sacro testo di
Potter pubblicandone, a
fronte, anche l’originale
in inglese, un’utile iniziativa, un omaggio
all’autore ed un servizio
al lettore che, nell’at-
tuale pubblicistica si va
perdendo. (V. R. Potter Bioetica - La scienza
della sopravvivenza - a
cura di Francesco Bellino - Levante ed. Bari,
pag. 145 - Euro 13).
L’Autore del volume
presentato nel capoluogo pugliese però, non si
è limitato a tradurre ma
fa precedere il testo da
un’introduzione corposa
(52 pagine) nella quale
FOCUS SU ICTUS E PREVENZIONE A MILANO
FORMAZIONE MEDICA E PRATICA CLINICA
NELLA GESTIONE DEL PAZIENTE IPERTESO
Presentato il progetto ForLife "Formazione medica
e pratica clinica nella gestione del paziente iperteso"
cerebrovascolari.
Si
tratta di un’iniziativa
destinata a favorire attraverso un intenso
programma di aggiornamento, informazione
e formazione - lo sviluppo di un nuovo approccio culturale al trattamento del paziente
iperteso, volto non solo
all’abbassamento dei
valori pressori, ma alla
prevenzione del danno
d’organo. Un board
scientifico, composto
dal Professor Ettore
Ambrosioni, il professor
Giuseppe Mancia, il
Professor Bruno Trimarco e il Professor Massimo Volpe, ha creato un
momento di scambio di
informazioni e sensibilizzato sul tema prevenzione degli eventi cerebrovascolari circa 3.000
Medici di Medicina
Generale. Il primo passo
di questo programma è
stata una Televideoconferenza nazionale dal
titolo “La prevenzione
degli eventi cerebrovascolari nel paziente
iperteso: verso le nuove
linee guida” alla quale
erano collegate 52 sedi,
seguita da sessioni locali in cui si discute della
gestione del paziente a
rischio di ictus. Immediatamente dopo questo
momento formativo dei
medici di famiglia, questi ultimi hanno iniziato
la fase di Esecuzione
diretta di attività pratica
del progetto, durante la
quale
applicare
le
nozioni apprese. Questo
‘momento pratico’ è
costituito da uno studio
epidemiologico osservazionale di tipo trasversale per la valutazione
del rischio assoluto di
ictus in una popolazione
di pazienti ipertesi nel
contesto della pratica
clinica ed uno studio
osservazionale di tipo
trasversale multicentrico su pazienti ipertesi di
nuova diagnosi. Lo studio porterà alla definizione del rischio di ictus
in un gruppo di soggetti
ipertesi rappresentativo
della popolazione reale
di pazienti affetti da
ipertensione arteriosa e
seguiti dai medici di
medicina
generale.
Ogni medico, che ha
partecipato al program-
ficativa riduzione della
circonferenza del punto
vita. Tutti i pazienti, sia
quelli che assumevano
orlistat sia coloro che
ricevevano il placebo,
hanno seguito anche un
programma dietetico.
Non solo, ma chi ha
assunto questo farmaco
ha visto anche diminuire
il rischio di sviluppare il
diabete di tipo II di oltre
il 37 per cento. “Il fatto
che la riduzione di peso
si sia accompagnata ad
una riduzione della circonferenza della vita
chiaramente superiore
nei pazienti che hanno
preso orlistat – ha sottolineato il professor Francesco Cavagnini - significa che la perdita di
peso è avvenuta a scapito del grasso viscerale, il
che ha una notevole
importanza clinica. E alla
maggiore riduzione di
peso e della circonferenza della vita si sono associate una maggiore riduzione della pressione
arteriosa (sia sistolica che
diastolica) e una significativa riduzione del colesterolo LDL”.
egli si rifà alle radici e
spiega i dogmi, i
comandamenti, le applicazioni della bioetica
insistendo sulla necessità che essa sia “globale”. Per quanto riguarda
alcune categorie di
scienze biologiche, il
prof. Bellino si rifà al
concetto di Reiner ed
interpreta il “disordine
del cancro”, attraverso
l’”errore”,
l’”adattamento” evolutivo sia
biologico che culturale.
Il volume si propone
alla considerazione dei
biologi, dei medici, dei
ricercatori e di quanti
altri sono “compromessi” con la ricerca del
bene nella vita e per la
vita. (N. S.)
ma
di
formazione,
arruolerà pazienti ambulatoriali sia di sesso
maschile che femminile
e con un’età compresa
tra i 54 e gli 84 anni. La
selezione avverrà mano
a mano che i soggetti si
presentano in ambulatorio: pazienti con ipertensione essenziale in trattamento farmacologico o
non e pazienti con diagnosi clinica di ipertensione arteriosa (secondo
i criteri OMSISH). Per
ciascuna delle due categorie saranno reclutati 5
pazienti, per un totale di
30.000 pazienti. Lo studio durerà dal febbraio
2003 al 15 luglio 2003.
Tutte le schede raccolte
sui pazienti verranno
analizzate dalla SIIA e il
Board scientifico.
pagina a cura di
ANDREA SERMONTI
ongressi
C
O N G R E S S I
7
ONGRESSI
ASSOCIAZIONE PER LA RICERCA E LA CULTURA ODONTOSTOMATOLOGICA
MALATTIA PARODONTALE
MALATTIA SISTEMICA
CONVEGNO INTERDISCIPLINARE
PER ODONTOIATRI - MEDICI - IGIENISTI DENTALI
23/24 maggio
Sede del Corso
Centro Congressi - New Europe Hotel - Via Galileo Ferraris, 40 - Napoli
PROGRAMMA
Venerdì 23 maggio
14.30 - Registrazione dei
partecipanti
15 - Malattia Parodontale
- Malattia Sistemica Basi Biologiche
Prof. Leonardo Trombelli
- Direttore Centro di
ricerca e servizi per lo
studio delle Malattie
Parodontali - Università
degli Studi di Ferrara
17 - Salute parodontale Salute sistemica: efficacia delle metodiche innovative nel trattamento
della malattia parodontale - Prof. Luigi Guida -
Professore Ordinario di
Parodontologia - CLOPD
- Seconda Università
degli Studi di Napoli
18.30 - Question time
19 - Chiusura lavori
Sabato 24 maggio
15 - Rischio di batteriemia in corso di terapia
parodontale non chirurgica: protocolli operativi
nei pazienti a rischio - Ig.
D. Clelia Mazza - Docente a.c. Corso di Laurea in
Igiene Dentale - Seconda
Università degli Studi di
Napoli
10.45 - La malattia parodontale come fattore di
rischio per malattie sistemiche? Revisione critica
della ricerca - Prof. Filippo Caruso - Professore
Ordinario di Parodontologia - CLOPD - Seconda
Università degli Studi di
Napoli
12.30 - Question time
12.45 - Test di valutazione ECM
13 - Chiusura lavori
INFORMAZIONI
Segreteria Organizzativa: Mediterranea Meeting srl - Via Eugenio
Caterina, 14 - 84124
Salerno
Tel./fax 089 794013
CHAPTER OF THE ISCVS
THE EUROPEAN SOCIETY FOR CARDIOVASCULAR SURGERY
52ND INTERNATIONAL CONGRESS
VASCULAR SESSIONS TOPICS
MAY 9-12 2003 ISTANBUL TURKEY
LUTFI KIRDAR CONVENTION & EXHIBITION CENTRE
Prof. J.C. Schoevaerdts ESCVS President - Prof. Aytaç Chairman of the LOC
Prof. Muneretto ESVS Secretary General
The best place to present
clinical papers on your
own Vascular and Endovascular surgery experience
Free papers and selected
papers section.
Carotid surgery, carotid
angioplasty and stenting
(CAS), Cerebral protection devices (CPD), carotid
kinking,
supraaortic
trunks vascular surgery.
Abdominal aortic aneurysms, endovascular treatment of abdominal aortic
eurysms, ruptured abdominal aortic aneurysms,
critical limb ischaemia,
aorto illac obliterative disease, femoro-popliteal
obliterative disease, arterial surgery in octogenarians, emergency arterial
surgery, vascular injuries,
complications in vascular
surgery and their management, failure in vascular
and endovascular surgery,
renal artery stenosis, abdominal angina, visceral
artery obliterative disease,
renal and visceral artery
aneurysms, Takayashu disease, congenital arterial
disease, myointimal hyperplasia, hemodialysis
access, grey area of uncertainty. In vascular surgery, hybrid vascular and
endovascular procedures,
venous disease, vein graft
disease.
VASCULAR
AND ENDOVASCULAR
VIDEO SESSION
INFORMAZIONI:
Muneretto ESCVS Secretary General, UD di Cardiochirurgia - Spedali Civili, P.le Spedali Civili, 1
Brescia 25123 Italy
Phone +39 030 3996401 Fax +39 030 3998086
Segreteria Organizzativa
Siraselvller K.A.D. - HRISOVERGI - A.P.T. no: 48 /
8 taksim, Istanbul Turkey
- Tel. +90 212 292 8808
Fax +90 212 292 8807
SOCIETÀ MEDICA ITALIANA DI PSICOTERAPIA ED IPNOSI
PSICOTERAPIA
E COMUNICAZIONE NELLO
STUDIO ODONTOIATRICO
Sabato 10 maggio
Hotel Kursaal, Piazza I Maggio 2 - Cattolica RN
La professione serena nello studio odontoiatrico
INFORMAZIONI
Comitato Scientifico
Dr. Riccardo Arone di Bertolino, Prof. Gian Carlo Gianasi,
Dr. Silvano Fattori, Dr. Piercarlo Fuscà
Segreteria Organizzativa SMIPI
Via Porrettana 466, 40033 Casalecchio di Reno (BO)
Tel. 051 573046 - Fax 051 932309
Invio adesioni
Medicina Viva - Servizio Congressi srl - Viale dei Mille 140 43100 Parma Tel. 0521 290191 - Fax 0521 291314
SERVIZIO DI ECOGRAFIA ED ECOINTERVENTISTICA
AZIENDA OSPEDALIERA “D. COTUGNO” - NAPOLI
ANEI (Associazione Nazionale Ecografia e Infettivologia)
ECOGRAFIA ED ECOINTERVENTISTICA
Direttore: A. Giorgio
Ravello - Costiera Amalfitana (SA)
19-23 MAGGIO
INFORMAZIONI
Segreteria Scientifica:
G. de Stefano - V. Scala - L. Tarantino
Servizio di ecografia ed Ecointerventistica
Azienda Ospedaliera “D. Cotugno” - Napoli
Segreteria Organizzativa
A.N.E.I. Osp. Cotugno - Servizio Ecografia
Via Quagliariello, 54 - Napoli
Tel. 081 372 23 62 - 081 5908381 - 081 3720596
081 5908278 - 081 5908433 - Fax 081 5908278
4TH CONGRESS OF THE
INTERNATIONAL ASSOCIATION
FOR THE HISTORY OF NEPHROLOGY
24-26 APRIL
Hotel al Boschetto - Via Ausonia, 54 Cassino, Italy
Chair: Luigi Iorio, MD - Natale G. De Santo, MD
Main Topics:
Forgotten Nephrologists, Origins of Nephrology,
Traditional Cures, Nephrology in 20th Century, Renal Transplantation
Graphic Presentations, Nephrology in Modern Age
INFORMAZIONI
Organizing Secretariat: Promoidea Srl
Via delle Fiorentine a Chiaia 9 - 80122 Napoli - Italy
Tel. 081 665615 - 664336 - Fax 081 668876
ongressi
C
O N G R E S S I
8
ONGRESSI
UNIVERSITÀ DI ROMA “LA SAPIENZA”
DIPARTIMENTO DI SCIENZE NEUROLOGICHE
NEUROFISIOPATOLOGIA
NUOVI ORIENTAMENTI NELLA DIAGNOSI E TERAPIA DELL’EPILESSIA
Roma, 10 maggio - Aula “Gerin” Istituto di medicina Legale
Viale Regina Elena 336
8.45 - Introduzione (N.
Accornero - A. Mastrillo)
1ª Sessione: DIAGNOSI
(Moderatori: N. Accornero, B. Jandolo)
9 - Neuroimmagini in
Epilettologia - P. Pantano
9.20 - Correlazione EEG/
RMN funzionale - C. Rizzo, D. Iannetti
10.50 - Monitoraggio
EEG e Reti Neurali (L.
Davì)
2ª Sesssione: TERAPIA
(Moderatori: M. Manfredi, MG. Marciani)
11.30 - Principi generali
di Terapia Antiepilettica
e Nuovi Farmaci - F. Pisani
10 - Metodiche di filtraggio EEG durante RMN V. Roma -
12.10 - Stimolazione Magnetica
Transcranica
Ripetitiva (r-SMT) - M.
Inghilleri
10.20 - Valutazione Neurofisiologica Prechirurgica - L. Minotti
12.30 - Nuove Strumen-
tazioni per la r-SMT - L.
Mogelberg
12.50 - Stimolazione Vagale - N. Zamponi, G.
Colicchio
INFORMAZIONI
Segreteria Scientifica
O. Mecarelli - I. Neurofisiopatologia Tel. 06 49912875
Fax 06 49912657
Segreteria Organizzativa
PTS Congressi - Via
Tevere 20 - 00198 Roma Tel. 06 85355590
Fax 06 85356060
ASSOCIAZIONE PROMOZIONE SOCIALE
“VINCENZO SCALZULLO”
SANT’ANDREA DI CONZA (AV)
VII SEMINARIO INTERREGIONALE DI MEDICINA E CHIRURGIA
BASILICATA - CAMPANIA - PUGLIA
IL SABATO DELLA MEDICINA
anziano
14.30-15 - Dr. E. Morelli Le patologie urologiche
della terza età
PROGRAMMA
SABATO 3 MAGGIO
SEMINARIO:
L’INVECCHIAMENTO
NEL TERZO
MILLENNIO
PROGRAMMA
• Ecografia toracica
trans-parietale
Tecniche ultrasonografiche
Anatomia ecografica
Ultrasonografia
nella
patologia non neoplastica
Ultrasonografia
nella
patologia neoplastica
Tecniche diagnostiche
ecoguidate
• Ultrasonografia endobronchiale - EBUS
Strumentario
Anatomia sonografica
Applicazioni cliniche
EBUS e autofluorescenza
(AF)
TBNA ecoguidata
• Ultraendosonografia
esofagea - EUS
Strumentario
Anatomia sonografica
Applicazioni cliniche
Tecniche diagnostiche
ecoguidate
• Live session
• Esercitazioni pratiche
Faculty
Radiologi: M. Bellacicca
(Bari), D. Brindicci (Bari),
D. Gadaleta (Bari), N.
Iusco (Bari), B. Valente
(Bari)
Pneumologi: H.D. Becker
(Heidelberg), F. Falcone
(Bologna), S. Gasparini
(Ancona)
Chirurghi toracici: F. Carpagnano (Bari), M.L.
Cisternino (Bari), G. Di
Rienzo (Bari), G. Napoli
(Bari), S. Orlando (Bari)
Patologo:
F. Facilone
(Bari)
Anestesista: N. Oreste
(Bari)
9-10 - Registrazione partecipanti - Consegna
materiale didattico
10.05-10.20 - Dr. A. Cione - Saluto di benvenuto
ed apertura dei lavori
10.30-11 - Prof. C. Malzoni - La menopausa, inizio di una nuova vita
15.15-15.45 - Dr. G. Bevilacqua - La chirurgia nel
paziente anziano: problemi, limiti e prospettive
16-16.30 - Dr. S. Frullone
- Il diabete mellito: la
nuova epidemia del terzo
millennio
16.45-17.30: Dr. A. Fucci
- Esercitazione - casi clinici
17.45-18.30 - Test conclusivo
INFORMAZIONI
Segreteria Organizzativa
Elle Center - Servizi e
Congressi - Via Camillo
Rosalba, 47/1 - 70124
Bari Tel. 0805041635
Fax 0805041645
ENDORTESI, SPAZIATORI E PROTESI
NELLA CHIRURGIA DEL PIEDE
E DELLA CAVIGLIA
TRIESTE, 17 MAGGIO
Sede: Hotel Savoia Excelsior Palace - Sala Azzurra
Presidente del Congresso:
Prof. Bruno Martinelli -S.C. di Clinica Ortopedica - Trieste
INFORMAZIONI
Segreteria Organizzativa:
the office srl - via San Nicolò 14 - 34121 Trieste
Tel. 040 368343 - fax 040 368808
11.15-11.45 - Prof. A.
Mazzone - Presbiacusia:
aspetti psico sociali e sussidi riabilitativi
12-12.30 - Dr. F. Bucciero
- Danno d’organo e
gestione del paziente
INFORMAZIONI
S.C.I.S.M.O. - Società
Cooperativa Internazionale di Servizi e Management - ONLUS - Sede
legale C.so 23 novembre
Conza della C (AV) -
tel. +39 1780 010371
082753511
fax 082758814
Segreteria scientifica
Dr. Antonio Cione, Dr.
Raffaele Russomanno,
Dr. Michele Ciasullo, Dr.
Antonio Giorgio
Segreteria organizzativa
Arch. Michele Carluccio,
D.ssa Teresa D’Angola,
Geom. Giuseppe Vallario, Sig.na Maria Rita
D’Angola
Sede
Manifestazione:
Centro Polifunzionale ex
Fornace - Via Monacacchio, n. 1 - tel. +39 0827
35613 - S. Andrea di
Conza (AV) - AssoPromoS “Vincenzo Scalzullo” 83053 Sant’Andrea di
Conza (AV)
Info 1780010371
0827 53511 - 082739432
Fax 082758814
082758821
ACNE ED IRSUTISMO:
ASPETTI ENDOCRINOLOGICI
E DERMATOLOGICI
UDINE 10 MAGGIO
Sede: Ospedale di Udine
Presidente: Prof. Pasquale Patrone
Clinica Dermatologica - Università di Udine
INFORMAZIONI:
Segreteria Organizzativa:
The office srl
Via San Nicolò, 14 - 34121 Trieste
Tel. 040.368343 - Fax 040.368808
ongressi
C
O N G R E S S I
9
ONGRESSI
TRENTO
PROGRAMMA
GIOVEDÌ 22 MAGGIO
I Sessione
Moderatori: G. Aprili - D.
Cravero
14 - Saluti delle Autorità
14.30 - Fabbisogno e autosufficienza di plasma e
emoderivati in Italia - J.
Hassan
15 - Le convenzioni in atto con l’industria - P. Zucchelli
15.30 - Prospettive: modelli alternativi? - D. Castelli
II Sessione
Moderatori: M. Ripamonti - W. Geremicca
17 - Strategie di produzione - G. Marchiori
17.30 - Caratteristiche e sicurezza del plasma prodotto - G. Grazzini
18 - Tracciabilità dei plasma derivati - D. Rossi
18.30 - Consulta Nazionale SIMTI
VENERDÌ 23 MAGGIO
III Sessione
Moderatori: F. Biffoni - F.
Mercuriali
SOCIETÀ ITALIANA DI MEDICINA TRASFUSIONALE E IMMUNOEMATOLOGIA
“IL PLASMA E GLI EMODERIVATI”
TRENTO, 22-24 MAGGIO 2003
Centro Servizi Culturali S. Chiara
Convegno Interregionale
Presidente del Convegno: Massimo Ripamonti, Trento
8.30 - Uso clinico del plasma - A.L. Massaro
9 - Uso clinico dell’albumina - O. Prinoth
9.30 - Uso clinico dell’IgG
L. Salvaneschi
IV Sessione
Moderatori: A Catalano A. Zanella
11 - Impiego clinico dei
fattori plasma derivati nelle coagulopatie congenite
A. Federici
11.30 - Impiego clinico dei
fattori plasma derivati nelle coagulopatie acquisite
C. Mazzon
12 - Impiego clinico della
colla di fibrina e del gel
piastrinico
P. Borzini
Sessione pratico-specialistica*
Protocolli per la produzione di plasma iper-immune
(per Medici e Biologi)
Docenti: A. D’Angiolino E. Celega
14-16 - 1 ora di lezione e 1
ora di esercitazione interattiva con simulazione
pratica
Farmaci plasmaderivati
versus ricombinanti (per
Medici e Biologi)
Docenti: G. Rossetti - M.
Messina
17-19 - 1 ora di lezione e 1
ora di esercitazione interattiva con simulazione
pratica
Sessione pratico-specialistica*
Preparazione del gel piastrinico e della colla di fibrina (per Tecnici di Laboratorio)
Docenti: P. Strada - G.
Mazzi
14-16 - 1 ora di lezione e 1
ora di esercitazione interattiva con simulazione
pratica
Requisiti tecnici della lavorazione e della produzione del plasma (per Tecnici di Laboratorio)
Docenti: M.L. Soldini - S.
Antoncecchi
17-19 - 1 ora di lezione e 1
ora di esercitazione interattiva con simulazione
pratica
Sessione pratico-specialistica*
Assistenza al donatore in
aferesi (per Infermieri Professionali)
Docenti: P. Bonomo - G.M.
Vaselli
14-16 - 1 ora di lezione e 1
ora di esercitazione interattiva con simulazione
pratica
Procedure infusionali: trattamento delle reazioni avverse (per Infermieri Professionali)
Docenti: G. Benvenuto M. Moretti
17-19 - 1 ora di lezione e 1
ora di esercitazione interattiva con simulazione
pratica
* Le sessioni pratico-specialistiche costituiscono
momenti di formazione
specialistica interattiva da
parte dei Docenti con i
partecipanti ai corsi, che
utilizzeranno anche il contributo fornito dai migliori abstract presentati.
SABATO 24 MAGGIO
V Sessione
Moderatori: G. Aprili - P.
Bonomo
8.30 - Criteri di selezione
per la donazione di plasma: in Italia e nel mondo
V. De Angelis
9 - Patologie emergenti e
applicazione di nuove tecnologie per la sicurezza
C. Velati
9.30 - Compilazione questionario per la valutazione dell’apprendimento
Tavola rotonda con le Associazioni del Volontariato
Moderatore: M. Ripamonti
10.30 - Il reclutamento del
donatore e la sicurezza
del plasma
R. Maltivi
(Presidente
AVIS Provinciale Trento)
E. Paissan (Presidente Lega Pasi Battisti)
V. Moser (Direttore Sanitario AVIS Provinciale
Trento)
12 - Chiusura Convegno
INFORMAZIONI
Segreteria Nazionale
SIMTI
Via Principe Amedeo, 149
- 00185 Roma
Tel. 06.44.52.669-44.52.751
Fax 06.44.41.439
Segreteria Organizzativa
SIMTI Servizi Srl
Viale Beatrice D’Este, 5 20122 Milano
Tel. 02.58.31.65.25
Fax 02.58.31.63.53
S. TERENZO DI LERICI
PROGRAMMA:
8.45 - Registrazione dei
partecipanti
9 - Apertura del Convegno
Dr. G. Filorizzo
(U.O.
Medico-Cardiologica,
Sarzana) - Dr. Conti
(Direzione Sanitaria)
I Sessione
Moderatori: Dr. S. Domenicucci (Sestri Ponente),
Dr. S. Faraguti (La Spezia)
9.15 - La patologia cardiovascolare nell’anziano
Impatto sulle strutture
Ospedaliere - (Dr. G.
Mazzotta, Genova)
REGIONE LIGURIA AZIENDA USL 5 - OSPEDALE S. BARTOLOMEO SARZANA
VII GIORNATA CARDIOLOGICA LUNENSE
LA PATOLOGIA CARDIOVASCOLARE
NELL’ANZIANO
SABATO 10 MAGGIO
Centro Studi Cassa di Risparmio della Spezia
S. Terenzo di Lerici (SP)
9.35 - La fibrillazione
atriale
Ripristinare il ritmo sinusale o controllare la frequenza cardiaca - (Dr. M.
Brignole, Lavagna)
9.55 - Il Trattamento del-
l’ipertensione arteriosa
Cautele ed obiettivi (Prof. R. Pedrinelli, Pisa)
10.15 - Lo scompenso
cardiaco
Privilegiare la prognosi o
la qualità di vita - (Dr. M.
Metra Brescia)
10.35 - Discussione
II Sessione
Moderatore: Prof. A Barsotti (Genova), Dr. L.
Martinelli (Genova)
Una valida alternativa
all’intervento chirurgico (Prof. P. Cao, Perugia)
12.10 - Stenosi valvolare
aortica
Si può o si deve operare?
- (Dott. Passerone, Genova)
12.30 - Discussione
INFORMAZIONI:
11.30 - La cardiopatia
ischemica
Strategia conservativa o
aggressiva? - (Dott. Bertoli, Sarzana)
11.50 - Endoprotesi negli
aneurismi dell’aorta
Segreteria
Organizzativa
Ufficio Corsi di Aggiornamento ASL 5
Via XXIV Maggio, 139
La Spezia
Tel. 0187.533525
ROMA
UNIVERSITÀ DI ROMA “TOR VERGATA”
NEURO FISIOPATOLOGIA ED OTTIMIZZAZIONE NEURO PSICO FISICA
MASTER UNIVERSITARIO DI II LIVELLO
Direttore Prof. G. Palattella
Anno Accademico 2002/2003
PROGRAMMA
I incontro: 8/9 maggio
Concetti introduttivi alla
Neuro Psico Fisiologia e
Fisiopatologia
Funzioni cellulari e strutturali del Sistema Nervoso
Funzioni Sensoriali
Meccanismi di Apprendimento
II incontro: 6/7 giugno
Meccanismi emozionali e
comportamentali
Controllo del movimento
Neuro Fisiologia del controllo posturale
III incontro: 4/5 luglio
Fisiologia della risposta
da stress
Fisiopatologia delle risposte stress correlate
Patologie stress correlate
IV incontro: 12/13 settembre
Metodologie e strategie
terapeutiche per patologie stress correlate
Indicazioni e limiti dei
vari mezzi terapeutici
V incontro: 10/11 ottobre
Le metodiche Rinaldi
Fontani di ottimizzazione
Neuro Psico Fisica
Ottimizzazione Neuro
Posturale
Ottimizzazione Neuro Psico Fisica
Attivazione tissutale
ria
Tecniche di modulazione
e ottimizzazione neuro
psico motoria
VI incontro 24/25 ottobre
Riprogrammazione motoria
Ottimizzazione respirato-
Gli incontri si terranno
presso la Facoltà di Medicina e Chirurgia dell’Università degli Studi di
INFORMAZIONI:
Roma “Tor Vergata” (via
Montpellier, 1).
Segreteria organizzativa
Dott.ssa Lidia Miano
Corso Francia, 158 00191 Roma
Tel. 06.3340522
Fax 06.3338730
Cell. 338.5431260
ongressi
C
O N G R E S S I
10
U
n prezzo vantaggioso per il paziente e il risparmio per l’Ssn sono due
delle principali ragioni
della crescente importanza che i medici attribuiscono ai farmaci generici. Ma i medici, o almeno gran parte di essi,
ritengono importante che
il farmaco generico sia
garantito sul piano della
qualità e che questa debba essere assicurata dalle aziende produttrici.
Sono questi alcuni dei
principali risultati emersi da un’indagine condotta a fine 2002 su 772
medici di famiglia in 13
città italiane, grandi, medie e piccole, equamente distribuite tra nord,
centro e sud del Paese.
Una iniziativa promossa
per fare il punto sulla cosiddetta rivoluzione del
farmaco generico, sul
ruolo che in essa ha il
medico, anche in rap-
L
a proposta di legge
presentata dall’on.
Chiara
Moroni
(Cdl) riguarda il riordino
della disciplina delle
competenze medico oculistiche, delle professioni
sanitarie e delle arti ausiliarie nelle attività oftalmologiche. L’esigenza
di prevedere una legge
delle attività svolte nell’ambito della oftalmologia e la conseguente definizione e aggiornamento delle diverse figure sanitarie del settore,
trova giustificazione in
particolare con l’opportunità di assicurarne un
riordino sistematico. I
progressi tecnici e scientifici della medicina in
generale hanno assunto,
negli ultimi anni, caratteri assai spiccati per l’oftalmologia, ovvero medicina oculistica, che è
divenuta nel tempo sempre più una branca chirurgica senza per questo
dismettere le attività diagnostiche e terapeutiche
non prettamente chirurgiche.
I
l XXI Congresso nazionale della Società
Italiana di Mesoterapia appena conclusosi a
Roma ha rappresentato
l’occasione per una messa a fuoco di questo settore e un confronto fra le
scuole tradizionalmente
più importanti. Nella sua
relazione il presidente
della SIM Sergio Maggiori ha ricordato che “in
Italia, dopo un iniziale
periodo di perplessità e
di riflessione, la Mesoterapia così come era stata
proposta dai francesi, ha
subìto una revisione critica per assumere una fisionomia propria rispondente ad un razionale
scientifico. All’inizio degli anni ‘70 coloro che si
recarono a Parigi ad apprendere la Mesoterapia
dallo stesso ideatore, il dr.
Pistor, pur apprezzandone l’efficacia e i vantag-
ONGRESSI
INTERVISTATI 772 MEDICI IN 13 CITTÀ ITALIANE
INDAGINE SUI FARMACI GENERICI
A CONFRONTO MEDICI E PAZIENTI
Analizzati la percezione del farmaco generico, il rapporto medico/farmacista
e l’adesione del paziente alla terapia
porto ai pazienti. “L’immagine dei ‘generici’ è
ancora in gran parte legata alla loro convenienza economica per l’Ssn
(49 per cento degli intervistati) e per il paziente
(37 per cento) - ha affermato il sociologo Enrico
Finzi - ma la tematica
della loro qualità inizia
ad emergere con forza:
se il 54 per cento dei
medici di medicina generale esclude ogni differenza tra il farmaco di
brevetto e quello ‘generico’ corrispondente, il
45 per cento nota o teme
differenze”. “L’indagine
fornisce indicazioni chiare - ha commentato Mario Falconi, segretario
nazionale della FIMMG,
che nelle diverse città
interessate dall’indagine ha estensivamente
collaborato al progetto il medico di famiglia intervistato è favorevole a
concedere più spazio ai
farmaci generici nelle
sue prescrizioni, ma questi prodotti devono dare
garanzie
qualitative
uguali a quelle dei farmaci ‘griffati’. Il ricorso al
generico, in altre parole,
deve essere premiante e
non penalizzante per il
paziente, liberando risorse economiche da
reinvestire in trattamenti innovativi e necessariamente più costosi. Su
queste premesse il medico di famiglia non farà
mancare il proprio impegno professionale”. Il
farmacologo Mario Eandi, ordinario all’Università di Torino, ha insistito in modo particolare
sul concetto di bioequivalenza. “Un farmaco
generico, per definizione, deve avere non solo
la stessa composizione
quali-quantitativa in
principi attivi e la stessa
forma farmaceutica, ma
anche lo stesso profilo
di efficacia e di tollerabilità del prodotto innovatore; in altri termini,
deve anche poter vantare un’equivalenza terapeutica” ha spiegato infatti il docente. “L’equivalenza terapeutica tra
due prodotti può – anzi,
normalmente deve – essere dimostrata mediante studi clinici controllati di confronto, effettuati con opportuni disegni
PRESENTATA ALLA SALA STAMPA DI MONTECITORIO
PROPOSTA DI LEGGE SULLA ‘SALUTE VISIVA’,
OTTICI, ORTOTTISTI E TECNICI DI OFTALMOLOGIA
Stando a riscontri obiettivi “nel nostro Paese, a differenza di altri,
non vi sarebbe una forte domanda di optometristi”
La proposta si propone in
primo luogo di:
a) sancire con un apposito provvedimento legislativo che l’attività di
optometrista rientra nei
compiti dei medici oculisti, come del resto è sempre avvenuto. E’ noto al
riguardo che i compiti
medici, a differenza di
quelli delle professioni
sanitarie e delle arti ausiliarie, non sono definiti
per via legislativa appunto perché, avendo
competenze cosi generali, ben difficilmente si
prestano a questa definizione, ed è proprio per
questo che finiscono con
il crearsi fenomeni invasivi dei compiti medici;
b) aggiornare la figura
dell’ortottista assistente
di oftalmologia, sino ad
ora disciplinata dal decreto ministeriale del 14
settembre 1994, n. 743 e
successive modificazioni;
c) definire la figura dell’ottico, mantenendone
la natura ed i limiti di arte ausiliaria della professione sanitaria; prevedendo contestualmente
la facilitazione dei criteri per l’accesso al numero programmato e per la
formazione universitaria
della figura dell’ortottista
assistente di oftalmologia.
Secondo Chiara Moroni
“L’obiettivo principale
della proposta di legge
resta in ogni caso la disciplina delle attività optometriche. Nel nostro
Paese, a differenza di altri, non vi è una forte domanda di questa figura
specifica. Questo avviene
in paesi quali la Gran
Bretagna dove vi è un
numero ristretto di medici oculisti e gli optometristi sono sì numerosi,
ma preparati con studi
universitari di otto anni,
al pari di quanto previsto
negli stessi Stati Uniti. Il
fabbisogno di questa figura è invece minore laddove è invece elevato il
numero dei medici oculisti, come avviene in Italia
dove ne operano circa 7
mila, anche grazie a tutte quelle Scuole di specializzazione previste
presso le Facoltà di medicina che hanno ben
funzionato. Per ragioni
di economia sanitaria e di
continuità assistenziale, è
perciò evidente ricomprendere l’attività optometrica nei compiti del
medico oculista. La creazione di una distinta ed
autonoma figura sanitaria non avrebbe ragion
d’essere se non per soddisfare interessi di autoreferenzialità diretti a sostenere una promozione
pubblicitaria che rischia
di assumere forme di
pubblicità ingannevole.
Negli ultimi due decenni,
CONCLUSO A ROMA IL XXI CONGRESSO NAZIONALE
LA SOCIETÀ ITALIANA DI MESOTERAPIA
METTE A CONFRONTO LA FRANCIA E L’ITALIA
Focus del presidente Sergio Maggiori sulle differenze tra le due Scuole.
Nel nostro paese siamo più ‘severi e rigorosi’
gi, non poterono non rimanere sconcertati di
fronte all’utilizzazione
di assurde associazioni
farmacologiche e alle
pretese, numerose indicazioni. Inoltre non si forniva una definizione precisa, attribuendo il meccanismo d’azione a più
fattori, spesso fantasiosi e
quindi ingenerando la
confusione che ha permesso un uso scorretto
del metodo dal punto di
vista sia scientifico sia
deontologico”. La Meso-
terapia - o IntradermoTerapia Distrettuale (ITD)
come è definita in Italia non è altro, infatti, che l’iniezione intradermica distrettuale di farmaci della F.U., gli stessi farmaci
che, per le stesse indicazioni cliniche, sarebbero
stati utilizzati per via sistemica. La dizione Intradermoterapia Distrettuale serve a distinguere
il metodo italiano da
quello francese. Il metodo italiano è rigorosamente aderente ai cano-
ni della Medicina convenzionale, interpreta i
risultati in base al meccanismo d’azione dei farmaci utilizzati e scelti in
base ad un corretto criterio diagnostico; rifiuta
le miscele di farmaci; utilizza il metodo in tutte
quelle patologie superficiali che possono giovarsi di un trattamento farmacologico intradermico distrettuale. L’assorbimento del farmaco a
livello dermico è piuttosto lento, di conseguenza
si formerà una sorta di
piccolo deposito che andrà esaurendosi in tempi
che superano le 12 ore,
come hanno dimostrato i
lavori del prof. Mario Pitzurra e collaboratori dell’Università di Perugia
alla fine degli anni ‘70, la
prima ricerca di base al
mondo sull’argomento. Il
metodo, se bene applicato, consente risultati
rapidi e duraturi con piccole dosi di farmaco mentre gli effetti iatrogeni risultano ridotti. La diffe-
sperimentali, direttamente su gruppi di pazienti. Nel caso dei farmaci generici, la loro
equivalenza terapeutica
con i prodotti di marca
imitati può essere dimostrata mediante studi di
bioequivalenza”. L’indagine, svolta in collaborazione con Maya Idee, è
stata fortemente voluta
da Dorom, come dichiarato dal suo direttore
Walter Medda: “Siamo
stati i primi a credere ed
entrare in questo giovane settore, in Italia nel
1997, fornendo la garanzia di qualità che solo un
grande gruppo come
Pharmacia poteva offrire.
Oggi vogliamo capire
che cosa può essere fatto di più perché questo
settore si sviluppi, prima
a vantaggio di pazienti e
medici quindi del bilancio dello Stato, agli stessi livelli degli altri paesi
europei”.
ed in particolare nell’ultimo, si è infatti diffuso
nel nostro paese un fenomeno assai vasto di
abusivismo, strisciante
ed in parte tollerato, attraverso il quale molti ottici si sono definiti “optometristi”. Non pochi
esercizi di ottico - che in
realtà, come suindicato, è
un’arte ausiliaria di professione sanitaria e che
come tale può esercitare
il commercio di occhiali e
lenti a contatto fornendoli
e applicandoli ai clienti si definiscono poi “otticooptometrista”. Il tutto avviene con l’effetto di un
vero e proprio messaggio
ingannevole nei confronti
del pubblico. Particolarmente gravi sono poi i
casi non infrequenti di
compromissione della salute visiva che derivano
da non corrette misurazioni della vista e a causa di “prescrizioni” da
parte di sedicenti ottici
optometristi privi di adeguato percorso formativo
e professionale.
renza di effetti fra somministrazione sistemica
e somministrazione intradermica distrettuale è
legata alla diversa cinetica dei farmaci: mentre
con la somministrazione
sistemica il farmaco deve
raggiungere un’ottimale
concentrazione plasmatica, affinché un’idonea
frazione possa raggiungere la sede d’azione,
con quella intradermica,
eseguita in prossimità del
processo morboso, l’azione terapeutica, non
necessitando di elevate
concentrazioni plasmatiche di farmaco, è pressoché immediata e si prolunga per parecchie ore.
pagina a cura di
ANDREA SERMONTI
ongressi
C
O N G R E S S I
11
ONGRESSI
AUSL 11 EMPOLI - VALDELSA VALDARNO
“SERVIZI TERRITORIALI
E SISTEMI INFORMATIVI”
Esperienze a confronto
15 e 16 Maggio
Palazzo delle Esposizioni
Piazza G. Guerra, 1 - Empoli (FI)
9.40 - L’esperienza della AUGiovedì 15 maggio
14.30 - Apertura del Semina- SL di Modena - V. Ferrari
10 - L’esperienza del Comune
rio
Introduzione Direttore Gene- di Udine - E. Peressi
10.20 - Applicativi wireless e
rale Alessandro Reggiani
Personal Digital Assistant in un
14.45 - Prima Sessione - A
L’importanza dei sistemi infor- progetto di teleassistenza domativi per la programmazione miciliare integrata - N. Boe la gestione dei servizi terri- naiuto
11 - Seconda Sessione
toriali.
“Percorsi assistenziali: uso di
Chairman: E. Roccato
15 - Il governo dei servizi ter- schemi informativi”
Introduzione al Tema: G. Venritoriali - G. Maciocco
15.20 - Il nomenclatore delle turi
attività socio sanitarie territo- 11.15 - L’esperienza di un sito
riali: dalle singole prestazioni internet dedicato ai Centri
ai programmi assistenziali? - L. Diurni Alzheimer - S. Cabodi
11.30 - L’importanza della racRoti
15.40 - L’informatizzazione del colta e condivisione dei dati
territorio: l’esperienza del Friu- per la gestione di un problema
li Venezia Giulia - Giuliana - A. Ristori
11.45 - Il percorso assistenziaPessina
16 - Il sistema informativo re- le al demente - V. Vismara
gionale per il territorio - E. 14.30 - Terza Sessione
“Quali sistemi informativi per
Giusti
16.20 - Le cure domiciliari - P. la gestione delle risorse”
Chairman: G. Maciocco
Nocentini
16.40 - Le attività consultoria- 14.45 - Sistemi informativi,
gestione per processi ed inteli - C. Berni
17 - L’esperienza della USL 11 grazione tra sociale e sanitario
- V. Tozzi
Empoli
15.15 - Il sistema informativo
- il progetto ASTER - S. Bani
- i consultori Montaruli-Man- per l’assistenza domiciliare
nella AUSL 11 - A. Intelisano
cini
15.30 - Il sistema informativo
- gli ausili - A. Carrai
per l’assistenza infermieristica
- la farmaceutica - I. Cinaglia
territoriale - S. Niccolini
- il “sociale” - P. Bellosi
17.45 - R. Mete La C.A.R.D. ed 15.45 - Prospettive future per
i sistemi informativi territoria- l’ASL 11 - P. Salvadori
16 - L’informatizzazione del
li
Paziente in assistenza domiciliare - A. Giovannozzi
Venerdì 16 maggio
16.15 - L’esperienza della AU8.30 - Prima sessione - B
Quali sistemi informativi per SL di Lucca - M. Farnè
una migliore assistenza
INFORMAZIONI
Chairman: N. Mennuti
8.40 - I sistemi informativi per Segreteria scientifica
la Medicina Generale - N. Dr. Piero Salvadori
Tel. 0571702714 Mennuti
9 - Il sistema informativo del- Fax 0571702711
la Coop Medica “Vega” - D. Organizzazione - iscrizioni
Centro Formazione aziendale
Coletta
9.20 - Il sistema informativo USL - Empoli
della Coop Medica “Il Cigoli” Sig.ra Giuliana Baronti
Tel. 0571702930-702741/2
- A. Ferreri
CHIRURGIA
EPATO-BILIARE
Università di Milano - Bicocca - V.le Sarca 202
VENERDÌ 16 MAGGIO
PROGRAMMA
“Per una Chirurgia basata
sull’evidenza”
9-9.15 - Inaugurazione e presentazione del Simposio
Sessione Mattutina
Presidenti: E. Croce (MI), A.
Peracchia (MI)
9.15-11 - I perchè, i ma, i forse della colecistite acuta
Animatore: G.P. Spina (MI)
Esperti: F. Borzio (MI), G.L.
Melotti (MO), C. Staudacher
(MI), R. Pugliese (MI)
11-11.30 - L’angolo del tecnico. Proviamo a fare insieme
una colangiografia in laparoscopia: C. Sartori (TV)
11.45-12.10 - Perchè c’è bisogno dell’evidenza in chirurgia: F. Lacaine (Parigi)
12.10-13 - Cosa avresti fatto
in questa circostanza? - Animatore: S.M. Giulini (BS)
Esperti: M. Filauro (GE),
G.M. Taschieri (MI), M. Montorsi (MI), D. Forti (MI)
Sessione Pomeridiana
Presidenti: V. Stancanelli
(RA), E. Trabucchi (MI)
14-15.30 - Dottore... ho un tumore al fegato! Potrò essere
operato?
Animatore: V. Mazzaferro
(MI)
Esperti: A. Cavallari (MI), G.
Rossi (MI), R. Pellicci (GE), D.
Regge (TO)
15.30-16 - L’angolo del tecnico - Proviamo a fare insieme
una lobectomia epatica sx: L.
Capussotti (TO)
16-16.45 - Ma che cosa è
questa strana immagine? Animatore: E. Opocher (BG) Esperti: F. Boioli (MI), S. Savio
(ERBA), T. Pignataro (MI), G.
Tonini (BS)
16.45-17 - Valutazione interattiva dei test
17 - Consegna dell’attestato
di presenza e chiusura del
Simposio.
INFORMAZIONI
Segreteria scientifica
e organizzativa
Tel. e Fax 02 63632440
TROPEA 2003
UNIVERSITÀ DI PADOVA
PEDIATRIA
CENTRO INTERDIPARTIMENTALE DI RICERCA
SULLA MODELLISTICA
DELLE ALTERAZIONI NEUROPSICHICHE IN
MEDICINA CLINICA
15-17 MAGGIO
Centro Congressi Hotel Residence
“La Pace” - Tropea (VV)
PROGRAMMA
clinico, diagnostico e terapeutico - Prof. T. Arrigo
Giovedì 15 maggio
18 - Inaugurazione e apertura Convegno
18.30 - Lettura Magistrale “SIDS: moderne strategie di
prevenzione e di intervento” - Prof. V. Carnelli
Venerdì 16 maggio
I Sessione: Attualità in tema
di vaccinazioni
Moderatori: G. Corsello - G.
Zampogna
9 - I vaccini contro varicella,
meningococco, pneumococco
- Prof. G. Bartolozzi
I nuovi vaccini - Dr. A. Tozzi
10.30 - Discussione
II Sessione
Moderatori: V. Carnelli - A.
Randazzo
11 - La consulenza genetica e
la comunicazione della diagnosi: aspetti di rilevanza pediatrica - Prof. G. Corsello
La displasia congenita dell’anca - Prof. R. Scarpinelli
Il paziente oncologico tra
ospedale e territorio - Prof. M.
Castello
13 - Discussione
III Sessione: La pratica clinica di tutti i giorni (Il saper fare)
Moderatori: G. Quattrone M. Martire
15.30 - La terapia inalatoria Dr. F. Paravati
La Spirometria - Dr. F. Romano
18 - Discussione
Sabato 17 maggio
I Sessione: Il punto su:
Moderatori: A. Giustardi - F.
Paravati
9 - Patologia articolare nell’età evolutiva: aspetti clinici
e diagnostici - Prof. A. Martini
L’Asma difficile - Prof. Capristo
Obesità infantile: approccio
II Sessione
Moderatori: G. Sapia
12 - Promozione dell’allattamento al seno - Dr. A. Giustardi
III Sessione: La pratica clinica di tutit i giorni (Il saper fare)
Moderatori: V. Zappia G.Galati
15.30 - I Bilanci di Salute e gli
Screening Sensoriali - Dr. V.
Murgia
Il piede in età evolutiva (Podologia - Scoliometria) - Prof.
G. Taglialavoro
18.30 - Discussione
Domenica 18 Maggio
Chiusura dei lavori
CORSO SATELLITE
Giovedì 15 Maggio
Corso di Formazione teorico
pratico (a numero chiuso) su
metodologia, diagnostica e
terapia in Allergologia pediatrica
Presidente e Coordinatore:
D. Minasi
15 - Test cutanei - Dr. S. Tripodi
La diagnostica di laboratorio
- Dr. P. Falagiani
L’immunoterapia - Prof. F.
Macri
INFORMARZIONI
Segreteria Scientifica:
Dott. Aldo Randazzo, Dr. Giuseppe Zampogna - Associazione Pediatri della Piana Via F. Salerno, 5 - 89015 Palmi (RC) - Tel. 0966 24777
Segreteria Organizzativa:
Brumarton Enterprise srl Via Umbria 1 - 74100 Taranto - tel. 099 7354333 - Fax 099
7363399
ALTERAZIONI
NEUROPSICHICHE
IN MEDICINA
INTERNA
9 MAGGIO
Presidente: Prof. A. Gatta
Aula Morgagni - Policlinico di Padova
PROGRAMMA:
9 - Inaugurazione
9.30-9.50 - Medicina interna
e alterazioni neuropsichiche
(Prof. A. Gatta, Università di
Padova)
I sessione
9.50-10.15 - Epidemiologia
del disturbo cognitivo (Prof.
G. Frisoni, Fatebenefratelli
Brescia)
10.15-10.40 - L’ipertensione
arteriosa come fattore di
rischio di decadimento
cognitivo (Prof. A. Semplicini, Università di Padova)
10.40-11.20 - Le demenze
sottocorticali espressione
della vasculopatia cerebrale
(Prof. D. Inzitari, Università
di Firenze)
II sessione
11.50-12.15 - La valutazione
neuropsicologica nella pratica clinica (Prof. P. Bisiacchi, Università di Padova)
12.15-12.40 - L’analisi quantitativa del segnale EEG
nella valutazione cognitiva
(Prof. G. Toffolo, Università
di Padova)
12.40-13.05 - Il diabete
come fattore di rischio di
decadimento
cognitivo
(Prof. A. Tiengo, Università
di Padova)
13.05-13.30 - Il trattamento
psicofarmacologico
nel
paziente con patologie
internistiche (Prof. G. Perini, Università di Padova)
III sessione
15-15.25 - Marcatori biochimici della demenza (Dr. C.
Gabelli, CRIC Arcugnano,
VI)
15.25-16.05 - Funzioni
attentive e loro alterazioni
(Prof. C. Umiltà, Università
di Padova)
16.05-16.30 - Alterazioni
neuropsichiche nella terapia
con Interferon (Dr. P. Amodio, Università di Padova)
16.30-16.55 - Disturbi cognitivi nel paziente con AIDS
(Prof. G. Sartori, Università
di Padova)
16.55-17.20 - Alterazioni
cognitive nelle cardiopatie
congenite (Prof. L. Daliento,
Università di Padova)
INFORMAZIONI
Segreteria Scientifica
Dr. P. Amodio,
Prof. P.
Bisiacchi, Prof. L. Daliento,
Dr. A. Maran, Prof. G. Perini, Prof. A. Semplicini.
Segreteria organizzativa
SABI WORK srl - via Cesarotti, 20 - 35123 Padova
Tel. 039 049 8753019 Fax 049 06997056
cardiologica
Programma
AZIENDA SANITARIA N° 3 - CALABRIA
ristrutMattino
PRESIDIO OSPEDALIERO “V. COSENTINO” - CARIATI nella
turazione del
9.20 - Apertura
UNITÀ OPERATIVA DI CARDIOLOGIA
servizio sanidel Convegno
tario regionaSaluto delle Aule della Calatorità
bria
I Sessione: I conModeratore:
cetti della prePresidenti Onorari: Prof. Francesco Perticone, Prof. Gennarino Borrello
Cosimo Bruvenzione cardioCARIATI MARINA, 9 MAGGIO
no - Pres. Cirvascolare negli
colo
della
ultimi 20 anni
Villaggio Vascellero
Stampa PolliModeratori: V.
no-Sibaritide
Abbasciano (Ferrara) - A. del rischio cardiovascolare? - Catanzaro
F. Perticone - Catanzaro
16 - Discussione
Partecipano: R. Polimeni (PoSchipani (Mesoraca)
II Sessione per infermieri/tec- listena), S. Salituri (Rossano),
9.40 - L’Obesità: una patolo- Pomeriggio
gia diffusa ad alto rischio car- 14.30 - Lettura: Antagonisti nici di cardiologia/ caposala: N. Venneri (Cosenza), A.
Schipani (Mesoraca), M. Iandiovascolare - A. Carloma- del Protease Activated Re- Nursing in cardiologia
ceptor-2: un approccio per lo Moderatori: C. Gatto (S. Gio- nopollo (Siderno), D. Monizgno - Cariati
10 - Nuovi e vecchi fattori di sviluppo di farmaci cardiova- vanni in Fiore) - F. Catapano zi (Crotone), G. Borrello (Catanzaro), A. Marvelli (Catanrischio - G. Borrello - Catan- scolari di nuova concezione - (Corigliano)
V. Santagada - Napoli
15 - Il ruolo dell’infermiere zaro)
zaro
professionale per il migliora- Interviene per le conclusioni:
10.20 - Il rischio cardiova- II Sessione per Medici:
scolare globale per imposta- La moderna terapia della fa- mento della qualità in car- E. Corcioni - Pres. Ordine dei
diologia - C. Formaro - Cariati Medici Cosenza
re l’intervento individuale se acuta
cardiovascolare - N. Cosenti- Moderatori: C. Palmieri (Pisa) 15.20 - L’educazione sanitaria
INFORMAZIONI:
- F. Docimo (Crotone)
nella gestione del cardiopano - Cariati
10.40 - La funzione endote- 15 - La trombolisi: attualità e tico - A. Giurlanda - Catan- Coordinatore: Nicola Cosentino - Tel. 0983 941276/5
liale: un nuovo target della prospettive - R. Polimeni - zaro
15.40 - Strumenti e tecniche Segreteria Scientifica: Angeprevenzione - G. Penno - Pi- Polistena
15.20 - Nuovi orientamenti di intervento in prevenzione lo Mingrone, Antonio Carlosa
11 - Competenze e modelli nell’approccio farmacologi- cardiovascolare - F. Piu - magno
U.O. Cardiologia, Osp. “V.
organizzativi in cardiologia co alle sindromi coronariche Arenzano (GE)
Cosentino” - Cariati (CS) preventiva - R. Griffo - Aren- acute - A. Mingrone - Caria- 16 - Discussione
ti
17 - Lettura: Percorsi razionali Tel. 0983 941274/5/6
zano (GE)
15.40 - L’angioplastica coro- nella gestione del post-infar- Segreteria Organizzativa:
11.20 - Discussione
New Image - Castrovillari
12.30 - Lettura: È possibile in- narica: tecniche ed indica- to - L. D’Andrea - Napoli
dividuare markers precoci zioni attuali - A. Ferraro - 17 - Dibattito: L’assistenza (CS) - Tel/Fax 0981 489518
CARDIOPATIA ISCHEMICA
ongressi
C
O N G R E S S I
12
ONGRESSI
D
all’incontro tra l’esperienza della
LEDHA (Lega per
i diritti degli handicappati) e l’Azienda Ospedaliera San Paolo, è nato
nel 2000 il ‘Progetto DAMA’ (Disabled Advanced
Medical
Assistance),
un’unità operativa indirizzata in maniera mirata
ai problemi medici e chirurgici dei disabili con
gravi deficit comunicativi. Questa collaborazione
ha permesso di far fronte
a situazioni cliniche d’allarme per il paziente disabile e per i suoi familiari, in modo rapido ed
efficace. E che questo
nuovo approccio culturale alle patologie medi-
I
l 15 febbraio è stata
celebrata, per la prima volta in Italia, la
Giornata della Psoriasi
per sensibilizzare l’opinione pubblica alle problematiche relative a
questa patologia. Una
terapia rotazionale combinata per la cura di
questa malattia è stata
messa a punto dai dermatologi del Policlinico
universitario Agostino
Gemelli di Roma. Si
tratta di una strategia
terapeutica che combina farmaci scelti per
renderne sinergica l’efficacia, evitando al contempo che si sommino
gli effetti tossici delle
singole molecole. “L’offerta terapeutica oggi
disponibile è piuttosto
T
enuta a battesimo
di recente a Barcellona l’Academy
for Infection Management (AIM), una task
force internazionale di
esperti nel campo delle
malattie infettive, con
l’obiettivo di combattere
le infezioni ospedaliere e
la mortalità ad esse correlata. Secondo dati dell’Organizzazione Mondiale della Sanità, l’8,7
per cento circa dei
pazienti ospedalizzati
presenta un’infezione
nosocomiale. I tassi di
infezione più elevati si
registrano nei paesi
medio-orientali (11,8 per
cento) e nel sud-est asiatico (10 per cento), mentre vanno un po’ meglio
gli ospedali europei (7,7
UNITÀ OPERATIVA PER I DISABILI CON GRAVI DEFICIT COMUNICATIVI
ASSISTITI DAL ‘PROGETTO DAMA’
OLTRE 1000 PAZIENTI IN 32 MESI
Quattro i partner: l’Ospedale San Paolo, la LEDHA, la Regione
e la Facoltà di Medicina dell’Università di Milano
co-chirurgiche dei disabili sia vincente lo dimostrano i numeri del progetto Dama: in 32 mesi
sono stati presi in carico
oltre 1.000 pazienti, realizzati più di 2600 accessi e registrati 6.000 contatti al Numero Verde
840027999 del call center
del progetto DAMA, sia
da parte delle famiglie
che delle strutture territoriali. La sperimentazione, promossa e finanziata dalla Regione Lombardia, rappresenta un
modello che potrebbe essere applicato anche ad
altre realtà sul territorio
nazionale. Quattro i partner del Dama: l’Azienda
Ospedaliera San Paolo,
la LEDHA, la Regione
Lombardia e la Facoltà di
Medicina e Chirurgia
dell’Università degli Studi di Milano, che promuove lo svolgimento del
tema della disabilità nei
percorsi formativi e coordina la ricerca clinico-
scientifica. Nella sola
città di Milano le persone
disabili sono circa 60.000,
ovvero il 5 per cento circa della popolazione. Di
questi, ben 12.000 presentano condizioni di disabilità psico-motorie
Progetto DAMA (Disabled Advanced Medical Assistance)
A.O. San Paolo di Milano Via A. di Rudinì, 8 - 20142 Milano
Numero Verde 840-02-7999 - Email: [email protected]
CELEBRATA PER LA PRIMA VOLTA IN ITALIA
‘GIORNATA NAZIONALE DELLA PSORIASI’
AL VIA LA TERAPIA ROTAZIONALE COMBINATA
Messa a punto dai medici del Day Hospital di dermatologia
del Policlinico universitario Agostino Gemelli di Roma
ampia - afferma Antonio Garcovich, professore associato di dermatologia presso la Clinica
Dermatologica dell’Università Cattolica di
Roma – la sfida da
cogliere è dunque quella di personalizzare le
terapie, sulla base dello
specifico clinico del singolo paziente”. Retinoi-
di aromatici, ciclosporina, anticorpi monoclonali, Puva-terapia e raggi ultravioletti a banda
stretta differiscono per
tempi di efficacia e
effetti collaterali. “Presso il day hospital di dermatologia del Gemelli,
che da sempre dedica
un’attenzione particolare a questa patologia –
prosegue il prof. Garcovich - abbiamo definito
una strategia di trattamento combinata di
questi presidi terapeutici basata su induzione e
mantenimento“. La psoriasi, una malattia cronica della pelle, colpisce
in Italia oltre 6 milioni di
persone, pari all’1-3 per
cento circa della popo-
lazione. Nelle forme più
gravi, caratterizzate da
lesioni generalizzate, le
complicanze indotte da
questa patologia possono essere gravemente
invalidanti. “Una forma
particolare di questa
patologia - spiega il
prof. Garcovich - è l’artrite psoriasica che colpisce circa il 5-20 per
SECONDO L’OMS COLPITI L’8,7 PER CENTO DEGLI OSPEDALIZZATI
NASCE A BARCELLONA LA TASK FORCE AIM
‘ACADEMY FOR INFECTION MANAGEMENT’
Obiettivo degli esperti quello di combattere le infezioni ospedaliere
e la mortalità – ancora alta - ad esse correlata
per cento) e quelli della
costa occidentale del
Pacifico (9 per cento). Le
infezioni nosocomiali
riguardano principalmente le vie urinarie, le
basse vie respiratorie, le
ferite chirurgiche, la cute
e il sangue (setticemie).
Particolarmente a rischio
per questo tipo di infezioni risultano essere i
pazienti ricoverati pres-
so le unità di terapia
intensiva neonatali, le
rianimazioni, i servizi di
dialisi, i reparti di oncologia e le unità di trapianto del midollo. “Il 30
per cento circa dei
pazienti colpiti da infezioni ospedaliere – spiega il presidente dell’AIM
Marin Kollef, Dipartimento di Medicina Interna della Washington
molto gravi, che spesso si
associano a importanti
difficoltà di comunicazione. Non sorprende
dunque che tutte le volte che si renda necessario un ricovero in ambito
ospedaliero, emergano
per questi pazienti una
serie di problemi assistenziali e gestionali. Il
progetto Dama, avviato
presso l’Ospedale San
Paolo di Milano, si propone appunto come un
servizio integrato di assistenza medica ospedaliera interamente dedicato a questi pazienti.
University School of
Medicine di St. Louis
(Usa) – ricevono una
terapia antibiotica inadeguata, fatto che determina, secondo i risultati
di alcuni studi, il decesso del 90 per cento di
loro, senza considerare
gli oneri economici a
carico dei servizi sanitari nazionali”. Ma cosa
contribuisce a rendere
inadeguata la gestione
delle infezioni nosocomiali in questa elevata
percentuale di casi? Un
insieme di fattori che
vanno dalla scelta dell’antibiotico sbagliato,
alla comparsa di ceppi
antibiotico-resistenti,
alle scarse conoscenze
relative ai trend di antibiotico-resistenza a livello locale. Ed è mirata
I PRINCIPI FONDAMENTALI DELL’AIM
PATOGENI NOSOCOMIALI EMERGENTI
• Scegliere l’antibiotico più appropriato a seconda del paziente, dei fattori di rischio,
del tipo di infezione presunta e del tipo di resistenza
• Utilizzare un’appropriata terapia antibiotica empirica nelle infezioni nosocomiali
• Instaurare appena possibile un’adeguata terapia empirica
• Somministrare la giusta posologia per un congruo periodo di tempo
• Modificare se necessario la posologia o il tipo di antibiotico, sulla base dei risultati
colturali (tipo di patogeno e pattern di resistenza)
• Ricordare che un precedente ciclo di terapia antibiotica rappresenta un fattore di
rischio per la presenza di batteri resistenti
• Conoscere il profilo di antibiotico-resistenza dell’unità presso la quale si opera e
selezionare di conseguenza la terapia antibiotica
• Ricordare sempre di lavarsi le mani in modo adeguato e di indossare i guanti, ove
necessario
• Rimuovere appena possibile cateteri urinari e venosi
• Staphylococcus aureus meticillino-resistente
(MRSA)
Batteri produttori di ampC beta-lattamasi (es. batteri
‘SPICE’: S = Serratia, P = Pseudomonas, I = Indolpositivo Proteus, C = Citrobacter, E= Enterobacter)
Enterococco vancomicino-resistente (VRE)
• Staphylococcus aureus con sensibilità intermedia
alla vancomicina (VISA)
• Extend Spectrum Beta-lactamases (ESBL) nei Gram
negativi
• Acinetobacter spp. MDR (multi-drug resistant)
• Tubercolosi MDR (multi-drug resistant)
cento dei pazienti, causando dolori articolari
invalidanti e deformazioni a seguito dell’infiammazione
delle
inserzioni tendinee e
muscolari, tipicamente
a livello della mano, del
ginocchio e della colonna vertebrale. In questi
casi – prosegue il prof.
Garcovich - una diagnosi tempestiva, permette di avviare subito
la terapia. Ciclosporina,
corticosteroidi a basse
dosi, FANS di nuova
generazione ed eventualmente
anticorpi
monoclonali, se somministrati precocemente,
riescono a rallentare in
modo significativo la
progressione
della
malattia”.
alla correzione di questi
gap culturali l’azione
dell’Aim, che si propone
di implementare le conoscenze relative alla presenza di ceppi antibiotico-resistenti nelle diverse regioni del mondo,
così da consentire il rapido avvio di una terapia
empirica, quanto più
efficace e razionale possibile, nei pazienti in
condizioni critiche. La
rapidità d’inizio di una
terapia empirica ‘mirata’
è secondo gli esperti la
vera chiave del successo
nella gestione delle infezioni nosocomiali nei
pazienti critici. Uno studio pubblicato nel 1999
su Chest ha dimostrato
che una terapia antibiotica empirica appropropriata è in grado di
abbattere in misura
significativa la mortalità;
la ricerca, condotta su
2.000 pazienti ricoverati
presso unità di terapia
intensiva, ha evidenziato che il tasso di mortalità era del 42 per cento
tra i pazienti che ricevevano l’antibiotico ‘sbagliato’ contro il 17,7 per
cento di quanti venivano
trattati in modo adeguato.
pagina a cura
di MARIA RITA MONTEBELLI
ongressi
C
O N G R E S S I
13
ONGRESSI
10TH POSTGRADUATE COURSE ON
CENTRO DI SERVIZI INTERDIPARTIMENTALE PER LO STUDIO, LA
PREVENZIONE E LA TERAPIA DEI DISTURBI DEL COMPORTAMENTO
ALIMENTARE - UNIVERSITÀ DELL’AQUILA
CONGRESSO NAZIONALE
RECENT ADVANCES
IN PERINATAL MEDICINE
OBESITÀ 2003:
ATTUALITÀ E PROSPETTIVE
MAY 15-20
“Ettore Majorana” Centre for Scientific Culture - Erice (Sicily), Italy
Director of the Course: Ermelando V. Cosmi
Director of the Centre: Antonino Zichichi
Co-ordinators of the Course: Romolo Di Iorio; Emanuela Marinoni
INFORMAZIONI
tal, and neonatal hemodynaThursday 15
6.30-7.30 pm - Opening Lec- mics (basic science)
ture
4-7 pm.: Ultrasound and DopScientific Secretariat
Friday 16
pler
Institute
of Gynecology, Peri9-12.30 am: Preterm delivery Monday 19
natology and Child Health
(basic science)
9.30-12.30 - Feto-neonatal
University “La Sapienza”
4-7 pm: Preterm delivery (clibrain damage (basic science)
nical applications)
Viale Regina Elena, 324
4.30-7.30 pm: Neonatal care
Saturday 17
I-00161 Rome, Italy
9-12 am: Fetal programming Tuesday 20
Tel. +39 06 44604849-12.30
am:
New
technoloof adult disease
4460507 - 49973129
gies in Perinatal Medicine
Sunday 18
9.30-12.30 am: Maternal, fe- 12.30 am: Closing remarks
Fax +39 06 4469128
L’AQUILA, 16 MAGGIO
Palazzetto dei Nobili - P.zza dei Gesuiti, L’Aquila
18 - S. Romano - Obesità e
II sessione
malattie cardiovascolari
Terapia dell’obesità
PROGRAMMA
Moderatori: S. Seri, G. To- 18.30 - S. Francavilla - Sovrappeso, obesità e funzione
8.30 - Registrazione dei par- nietti
sessuale maschile
14.30
M.
Casacchia,
P.
Giotecipanti
suè - Terapia cognitivo com- 19 - Discussione: L’esperto ri9 - Saluto delle Autorità
portamentale e approcci psi- sponde - A. D’Alessandro, L.
Fabiani, S. Romano, S. Francosociali nell’obesità
Iª Sessione
15 - M. Carruba - Terapia far- cavilla
19.30 - Chiusura dei lavori
Approccio e gestione del pa- macologica
ziente obeso
15.30 - M.A. Pistoia, L. LomINFORMAZIONI:
Moderatori: C. Cannella, M. bardi - Terapia chirurgica mininvasiva
Chiaramonte
Segreteria Scientifica
9.30 - L. Donini - Approccio 16 - A. Agnifili - Terapia chi- Dott.ssa Elvira Aquilio - Dott.
rurgica
dell’obesità
grave
multidimensionale
Antonio D’Alessandro
10 - A. Pinto - Dalla fisiologia 16.30 - Discussione: L’esperto Dipartimento di Medicina Inrisponde - M. Casacchia, P.
dell’obesità al razionale della
terna e Sanità Pubblica
Giosuè, M. Carruba, M.A. PiVia S. Sisto, 22 - 67100 L’Adietoterapia
stoia, L. Lombardi, A. Agnifiquila
10.30 - P. De Cristofaro - Ap- li
Tel. 0862.432872
proccio psiconutrizionale
Fax 0862.432858
11.30 - G. Mariani - Approccio III sessione
integrato nel servizio della Prevenzione dell’obesità e Segreteria Organizzativa
delle sue complicanze
ASL dell’Aquila
Cico Convention
12 - V. Albano - Il medico di Moderatori: I. Testa, E. Aqui- Via Pansa, 6 - L’Aquila
lio
Tel. e Fax 0862.62001 - Cell.
base e il paziente obeso
12.30 - G. Poccia - Gestione 17 - A. D’Alessandro - Edu- 330.312333
cazione alimentare nelle scuo- Ing. Roberta Spagnoli
del paziente obeso diabetico
le
13 - Discussione: L'esperto ri- 17.30 L. Fabiani - Attività mo- Dipartimento di Medicina Interna e Sanità Pubblica
sponde - L. Donini, A. Pinto, P. toria come prevenzione del- Via S. Sisto, 22 - 67100 L’ADe Cristofaro, G. Mariani, V. l’obesità e delle sue compli- quila - TeL. 0862.432872
Albano, G. Poccia
canze
Fax 0862.432858
ORGANIZZATO DALL’ISTITUTO ITALIANO
PER LA PREVENZIONE DELLE MALATTIE DI FEGATO “F. DE RITIS”
PREVENZIONE E TRATTAMENTO
DELLE MALATTIE DI FEGATO
UNIVERSITÀDI ROMA - TOR VERGATA
INSUFFICIENZA RENALE CRONICA
LA TERAPIA CONSERVATIVA
Direttore del corso: Prof. Giorgio Splendiani
ROMA 16-17 MAGGIO
PROGRAMMA
16 Maggio
19 - Apertura del corso - Registrazione e consegna questionario d’accesso
20 - Definizione insufficienza renale cronica classificazione e progressione - Prof.
Giorgio Splendiani
21 - Gruppi di studio clinico
Presentazione di casi clinici.
22 - Discussione plenaria casi clinici diagnosi - Indirizzi
terapeutici - Prof. Giorgio
Splendiani
17 Maggio
9 - Complicanze dell’insufficienza renale cronica
Prof. Giorgio Splendiani
10 - Gruppi di studio clinico
- Presentazione di casi clinici
11 - Discussione plenaria casi clinici - Diagnosi - Indirizzi terapeutici - Prof. Giorgio
Splendiani
12 - Conclusione dei lavori Chiusura del corso
INFORMAZIONI:
Segreteria scientifica ed organizzativa
Università degli Studi di Roma Tor Vergata
Scuola di Specializzazione
in Nefrologia
Servizio di Nefrologia e Dialisi - Azienda Ospedaliera
Universitaria
Policlinico di Tor Vergata
Viale Oxford, 81 - 00133 Roma - Tel. 06.20902184-5-6-7
Fax 06.20902194
ASSOCIAZIONE PROMOZIONE SOCIALE “VINCENZO SCALZULLO”
VII SEMINARIO INTERREGIONALE DI MEDICINA E CHIRURGIA
BASILICATA - CAMPANIA - PUGLIA
IL SABATO
DELLA
MEDICINA (DEL TERZO MILLENNIO)
MEDICINA DEL LAVORO E SSN
SABATO 31 MAGGIO
Sede Manifestazione:
Centro Polifunzionale ex Cinema - p.zza XXIII novembre, Caposele (AV)
Relatori:
D.ssa Carmela Cardellicchio, Prof. Maurizio Manno,Dr. Gaetano Lobefalo,
Dr. Michele Jesu, Dr. Carmine Sbordone, D.ssa Mariella Cestaro
Informazioni
Organizzazione Congressuale
S.C.I.S.M.O.
Società Cooperativa Internazionale di Servizi e Management - ONLUS
Sede legale C.so 23 Novembre Conza della C (AV)
tel. +39 1780 010371 - 082753511 fax 082758814
AssoPromoS “Vincenzo Scalzullo” 83053 Sant’Andrea di Conza (AV)
Info 1780010371 - 082753511 - 082739432 - Fax 082758814 - 082758821
PUBBLICITÀ CONTRACTA
Presidente del Congresso: Marcello Piazza
Co-Presidente del Congresso: Giuliano Da Villa
Presidente Onorario: Giuseppe Giusti
Co-Presidente Onorario: Michael Houghton
14-17 MAGGIO
Hotel La Residenza - Via F. Serena, 22 - 80073 Capri
INFORMAZIONI:
Segreteria Organizzativa
Comitato Organizzatore
Comitato Scientifico
CAPRI MED
Presidente: A. Ascione
Presidente: N. Caporaso
Componenti: G. Carloni, Componenti: L. Caserta, Via Licurti, 2 M. Colombo, G. Giusti, E. D. Ciullo, M. Colucci, I. 80073 Capri (NA)
Kurstak, M. Piazza, F. Pic- Nappo Pempinello, G. Tel. 081.8375841
Fax 081.8376046
Scotto, C. Scolastico
cinino, A. Zanetti
ongressi
C
O N G R E S S I
14
ONGRESSI
5° CONGRESSO
RADIOLOGIA D’URGENZA PER NON RADIOLOGI
INTERNAZIONALE
TEORICO PRATICO DI
NUTRIZIONE OLISTICA
A.S.L. 3 TORINO OSPEDALE MARIA VITTORIA
UNIVERSITÀ DI TORINO OSPEDALE SAN GIOVANNI BATTISTA
Presidenti: Prof. G. Gandini, Prof. V.M. Ranieri
Direttore del Corso: Dott. Emilpaolo Manno
6, 7, 8 MAGGIO - VILLA GUALINO, TORINO
PROGRAMMA
Montecatini Terme (PT)
Centro Congressi Hotel Vittoria
24-25 maggio 2003 / 23 maggio 2003
WORKSHOP
in Pediatria
PROGRAMMA
Relazioni del 24-25 mag- Nutrizione: autismo e
disturbi comportamentali
gio
Concettid di nutrizione nuovi protocolli terapeutici di studio internazioolistica
Differenze tra allergie e nale sull’autismo.
Cytotest® : esperienze
intolleranze alimentari
Diagnostica per allergie e cliniche in ambito ospedaliero
intolleranze alimentari
Gli effetti e le patologie Le dimostrazioni pratiche
correlate
- i metodi diagnostici Cytotest® (diagnosi per
intolleranze alimentari e
convenzionali
- i metodi diagnostici non chimiche)
Test degli odori di Watconvenzionali
- il Cytotest®: test di cito- son per metabolismo
intermedio.
tossicità
***
- i metodi nutrizionali:
diete a Rotazione/ad Eli- Workshop del 23 maggio
- Allergologia pratica
minazione
Terapia: EPD (nuovo vac- - Metodica Cytotest®
cino per Allergie Intolle- - Disbiosi - Idrocolonterapia
ranze Alimentari)
Sindrome del colon irrita- - Breath test
bile
INFORMAZIONI
Disbiosi - Candidosi
Sindromi dismetaboliche
Segreteria Natural srl - Obesità
Cefalea ed intolleranze Roma - Dott.ssa M. Grant
- Tel. 06 49380793
alimentari
Intolleranze Alimentari Fax 06 44700188
FEDERAZIONE MEDICO SPORTIVA ITALIANA
ASSOCIAZIONE PROVINCIALE MEDICO SPORTIVA
TRAPANI
2° CONGRESSO MEDITERRANEO
DI MEDICINA DELLO SPORT
ASPETTI
FISIOPATOLOGICI NEGLI
SPORT ACQUATICI
Favignana (TP)
Villaggio “L’approdo di Ulisse”
16-17-18 maggio
Informazioni
Dr. Sieli Francesco Paolo
Associazione Provinciale Medico Sportiva Trapani
Tel. cell. n° 360 870870
Fax n° 0923 531962
AZIENDA OSPEDALIERA “A. CARDARELLI”
SCUOLA MEDICA - OSPEDALIERA CAMPANA
E SOCIETÀ DI CULTURA
TRAINING
MICROCHIRURGICO
INTENSIVO
I Modulo 27-28 maggio - 3-4 giugno 10-11 giugno
II Modulo 17-18 giugno 24-25 giugno 3-4 luglio
Responsabili del Corso
A. Apollo - S. Cozzolino - P. DeMarinis
INFORMAZIONI
Segreteria Organizzativa
G. D’Angelo, R. Orsini, O. Gallinaro, S. Castaldo, I.
Balsamo, S. Castelluccio, V. Flaminio - Tel. 081
2549524-21-61 Fax 081/2549526-25
Sede
Direzione Operativa per la Biofarmacologia,
Ricerca Sperimentale e Documentazione Clinica
A.O.R.N. “A. Cardarelli”
via S. Giacomo dei Capri, 66 - 80131 Napoli
6 MAGGIO
9 - Saluto delle Autorità
(Dott. G. De Intinis)
9.15 - Presentazione del
Corso (Dott. E. Manno)
IL TORACE
9.30 - Importanza dell’imaging in Pronto Soccorso (Prof. V. Gai)
Ore 10 - L’esame radiologico del torace in urgenza:
Rx torace, TAC (Prof. C.
Fava, Dott. G. Cortese)
11.15 - Il torace in Rianimazione (Prof. V.M. Ranieri)
12 - I protocolli di valutazione del paziente politraumatizzato (Dott. R.
Vacca, Dott. M. Gianolio)
IL TORACE (II parte)
14 - Percorso scientifico a
stazioni, discussione con il
Radiologo
• Il trauma toracico (dott.
G. Radeschi)
• La dissecazione aortica
(Dott. R. Balagna, Dott. G.
Buono)
• L’ombra cardiaca (Dott.
R. Trinchero)
15.15 - Percorso scientifico
a stazioni, discussione con
il Radiologo
• La polmonite (Dott. U.
Stralla)
• Le neoplasie polmonari
(Dott. U. Marchisio)
• Il versamento pleurico
(Dott. C. Zamprogna)
16.45 - Il paziente HIV
(Prof. G. Di Perri)
17.15 - Embolia polmonare e COPD (Dott. E. Manno)
7 MAGGIO
L’ENCEFALO
9 - Lo schema di valutazione del paziente in coma
(Dott. M. Berardino)
9.30 - Semeiotica radiologica: RX, TAC, RMN (Prof.
G.B. Bradac)
10 - Il Trauma Cranico Minore (Dott. M. Berardino)
10.30 - Il trauma Cranico
Moderato Grave (Dott. D.
Daniele, Dott. G. Stura)
11.15 - Lo stroke ischemico ed emorragico (Prof.
G.B. Bradac)
11.45 - La valutazione del
trauma cranico nel bambino (Dott. C. Buffa)
12.15 - I tumori, i processi
infettivi (Dott. M. Bergui)
12.45 - Shift della linea
mediana: correlazione
morfologico-funzionale
(Prof. F. Della Corte)
LA COLONNA VERTEBRALE
14 - Anatomia radiologica
del rachide, l’importanza
dei tessuti molli, i corpi
estranei, le lesioni secondarie (Dott. C. Valentini)
14.30 - La traumatologia
del rachide (Dott. G. Carannante)
IL MASSICCIO FACCIALE
15.30 - Anatomia radiologica: RX , TAC, il trauma,
i processi Infettivi (Dott. B.
Mecozzi)
ARTI E BACINO
16.45 - Anatomia radiologica di arti e bacino; i traumi della pelvi (Dott. C.
Faletti)
17.15 - Percorso scientifico
a stazioni, discussione con
il radiologo
• Le lussazioni (Dott. G.
Berra)
• Fratture degli arti superiori e cingolo scapolare
(Dott. Roselli)
• Fratture degli arti inferiori (Dott. Molinar)
8 MAGGIO
L’ADDOME
9 - Indicazioni all’imaging
nella diagnostica d’urgenza dell’addome (Prof. M.
Morino)
9.30 - L’esame radiografico dell’addome acuto
(Dott. D. Garabello)
10.15 - Anatomia radiologica e ruolo dell’imaging
dell’addome (Dott. O. Davini)
11.15 - Percorso scientifico
a stazioni discussione con
il radiologo
• Lesione di: fegato, milza,
pancreas, tratto urinario,
tratto gastroenterico (Dott.
F. Enrichens)
• Traumi chiusi e penetranti, pneumoperitoneo,
emoperitoneo (Dott. P.
Mao)
• Insufficienza renale acuta, urolitiasi, infezioni, infarto renale (Dott. M. Moroni
12.15 - Percorso scientifico
a stazioni discussione con
il radiologo
• Pneumoperitoneo, ascite,
peritonite, ischemia ed infarto intestinale (Dott. L.
Bonatti)
• Aneurismi Aorta Addominale (Dott. F. Ferrero)
• Ileo paralitico e meccanico, ittero, pancreatite
(Dott. F. Massaglia, Dott. L.
Bertolaccini)
14.30 - Ruolo della radiologia interventistica in
DEA (Dott. F. Pancione)
15.30 - Aspetti medico-legali della radiologia d’urgenza (Dott. E. Manno,
Dott. R. Testi, Dott. B. Mecozzi)
16.15 - Test di valutazione
finale
16.30 - Consegna degli Attestati e Certificati ECM
INFORMAZIONI
Segreteria Scientifica:
Prof. V. Gai, Dott. Emilpaolo Manno, Dott. Roberto Vacca
Segreteria Organizzativa:
Symposium via Gozzano,
14 - 10073 Ciriè (TO)
Tel. 011 921 14 67
Fax 011 92249.92
CONVEGNO INTERREGIONALE A.S.P.A.M.
GESTIONE DEL PAZIENTE ALLERGICO
BEVAGNA (PG) - 16-17 MAGGIO
Presidente del Convegno: G.
Bologna-G. Catena
Segreteria Scientifica: Di Stanislao-G. Riommi-G. Martinelli
PROGRAMMA
VENERDÌ 16 MAGGIO
16 - Apertura Segreteria
18 - Saluti Inaugurali
18.30-20.30 - Riunione gruppi di studio con tutor per la discussione di casi clinici e percorsi diagnostici concordati.
SABATO 17 MAGGIO
MATTINO
I° Sessione
Allergopatie dalla diagnosi
alla terapia
Moderatori: G. Martinelli G. Ciliegi
9.30 - Ruolo dell’anamnesi
nell’individuazione del paz.
allergico (G. Bologna)
9.50 Criteri diagnostici della indagine allergologica (G. Flati)
10.10 - Aspetti terapeutici
generali e specifici nelle allergopatie (G. Bologna)
10.30 - Discussione
II Sessione
Il paz. Allergico nello studio
del MMG
Moderatori: P. Rossi, C. Spadoni
11.30 - Gestione del paz. con
orticaria cronica (D. Agostinelli)
11.50 - Gestione del paz. con
allergopatia respiratoria (C.
Di Stanislao)
12.10 - Vecchie e nuove linee
terapeutiche a confronto (C.
Di Stanislao)
12.30 - Discussione
POMERIGGIO
15.30-17.30 Riunione gruppi
di studio per discussione guidata di casi clinici e percorsi
diagnostici e terapeutici
17.30 - Test di valutazione finale
INFORMAZIONI
Segreteria Organizzativa:
Center Multi Service srl - Divisione Congressi - Dott.ssa
Luisa Capozucca
C.so Porta Romana, 46 64100 Teramo - Tel. 0861
252759 - Fax 0861 253442
A.O.R.N. “A. CARDARELLI” DI NAPOLI
RIPARAZIONE DELLE LESIONI VASCOLARI,
INTESTINALI E UROLOGICHE IN CHIRURGIA
GINECOLOGICA LAPAROTOMICA
CORSO PRATICO
SU MODELLO SPERIMENTALE ANIMALE
III Modulo 14-15-16 Maggio - IV Modulo 15-16-17 Ottobre
Direttori del Corso: Nicola V. Pagano, D. Di Napoli,
no - Tel. 02 878397 - Fax 02
Presidenti del Corso
Antonio Chiantera - Diretto- Gasbarro - Direttore U.O.A. S. Castaldo, G. D’Angelo, R. 866576
re U.O.A. di Ost. e Ginecolo- di Ost. e Ginecologia - Osp. Orsini, O. Gallinaro, I. Balsa- Sede: Direzione Operativa
Civico di Chivasso - Torino
mo, S. Castelluccio, V. Fla- per la Biofarmacologia,
gia Osp. Fatebenefratelli di Fabio Sirimarco - Direttore minio,
Ricerca Sperimentale e
Napoli
U.O.C. di Ost. e Gin. - Osp. Tel. 081 2549524-11-61 Fax
Documentazione
Clinica
081 2549526-25
Emilio Imparato - Direttore A. Cardarelli - Napoli
A.O.R.N. “A. Cardarelli” via
U.O.A. di Ost. e Ginecologia INFORMAZIONI
S. Giacomo dei Capri 66 Leadership Medica:
- Osp. Galliera - Genova
Segreteria Organizzativa
via Olmetto, 5 - 20123 Mila- 80131 Napoli
ongressi
C
O N G R E S S I
15
ONGRESSI
SOCIETÀ ITALIANA DI MEDICINA INTERNA
SEZ. ABRUZZO
ASL LANCIANO-VASTO
U.O. MEDICINA INTERNA P.O.VASTO
GIORNATE DI MEDICINA INTERNA
Presidente del Comitato Organizzatore: dott. Lucio Del Forno
VASTO, 22-25 MAGGIO
PALACE HOTEL
PROGRAMMA:
15,30-17 - Simposio
Medicina, Etica, Cultura
nel XXI Secolo
Moderatori: G. Martines E. Mannarino - P. Calvano
– La “Divina Commedia”
ed il Senso delle Scelte - F.
Nembrini
– Etica della ricerca scientifica - I. Carrasco (Roma)
– Clonazione dall’etica al
diritto - Marco Ventura
(Siena)
17-18 - Lettura
Presentazione: A. Pennetta
La responsabilità professionale del medico
Relatore: C. Romandini
(Pescara)
Moderatore: F. Galluppi
(Chieti)
18.15 - Inaugurazione del
congresso
Saluto Autorità
Saluto Presidente S.I.M.I.
- Abruzzo
Saluto Presidente S.I.S.A.
- Abruzzo
Saluto Presidente A.N.P.O.
- Abruzzo
21.30 - Declamazione Poesie di G. Martines
23 MAGGIO
Corso di Aggiornamento
Luci ed ombre nel trattamento delle malattie della
tiroide
9-10.30 - Tavola Rotonda
Epidemiologia e genetica
delle malattie della tiroide
Moderatori: Amoroso Salvatore, Monaco Fabrizio
– Inquadramento clinico
ed epidemiologico delle
tireopatie - Visco R. (Vasto)
– Il nodulo tiroideo: diagnosi e terapia - Massi F.
(Ancona)
– Fattori clinicopatologici e
biologici nei carcinomi
della tiroide - Pîzzicanella
G.
– Genetica delle neoplasie
della tiroide - Boscaro M.
(Ancona)
11.15-13 - Tavola Rotonda
Fisiopatologia: comunicazioni originali
Moderatori: Abate G., Boscaro Marco
– Effetti scheletrici dell’ipertiroidismo - Francucci
C.M. (Ancona)
– Tireopatie iatrogene Torlontano Massimo, San
Giovanni Rotondo (FG)
– Tiroide ed invecchiamento - Guarino Fernando
(Chieti)
– Gravidanza e malattie
autoimmuni della tiroide Santeusanio F., Puxeddu
Efisto (Perugia)
14.45-16.30 - Tavola Rotonda
Terapia: comunicazioni
originali (1)
Moderatori: Rappelli Alessandro, Santeusanio Fausto
– Terapia delle cardiopatie
in corso di patologia tiroidea - Del Forno L. (Vasto)
– Malattie subcliniche della tiroide: quando trattare
- F. Monaco (Chieti)
– Oftalmopatia endocrina:
terapia ottimale? - Francavilla Sandro (L’Aquila)
– Iodoprofilassi metodi,
monitoraggio e legislazio-
ne - Amoroso S. (Ancona)
17-19 - Tavola Rotonda
Terapia: concetti correnti
(2)
Moderatori: Di Felice A.,
Di Michele Dario, Francavilla Sandro
– Approccio chirurgico
nelle malattie della tiroidea - Marchese F. (Vasto)
– Ruolo dell’oncologo nei
carcinomi della tiroide - Di
Virgilio V. (Vasto), Marchetti P. (L’Aquila)
– La terapia genica nel
carcinoma anaplastico della tiroide - Taccaliti A.
(Ancona)
– Uso del TSH ricombinante nei carcinomi differenziati della tiroide Nonm M. (Ancona)
– Trattamento radioterapico delle malattie della tiroide - Monari F. (Bologna)
24 MAGGIO
“La strategia vincente nella battaglia contro l’infarto”
8.30-11 - Simposio
Si può vincere l’infarto con
un corretto stile di vita?
Moderatori: A. Mezzetti
(Chieti) - A. Mobilij (Pescara) - L. Vecchiet
– Il ruolo dell’attività fisica
- M. Penco (L’Aquila)
– Smettere di fumare - A.
Falco (Popoli)
– Introito di sale da cucina
e rischio cardiovascolare C. Ferri (L’Aquila)
– L’olio d’oliva e la dieta
mediterranea - L. Del Forno (Vasto)
– Obesità, insulinoresi-
stenza e diabete mellito F. Capani (Chieti)
– Disease Management
della sindrome metabolica
- N. Melchionda (Bologna)
Discussione
11-12.30 - Esercitazioni
pratiche in tema di obesità
– L’esperto risponde discussione interattiva di casi clinici
Moderatore: L. Russo (Vasto) - F. Salvati (Chieti)
Discussants: P. De Cristofaro (Giulianova) - E. Di
Flaviano (Chieti) - M. Pupillo (Lanciano)
– Preparazione di schemi
dietoterapici - A. Pietrocola
– Risorse internet per l’aggiornamento - S. Ferrara
(Vasto)
15.30 - Lettura
– Moderne tecniche chirurgiche nell’Obesità - L.
Gaspari
Introduzione: O. Pesa
Moderazione: P. Di Iorio
16-17 - Tavola Rotonda
– In memoria di don Gino
Borgogno
Moderatori: G. Molinari L. Del Forno
– Il “Sistema Preventivo” e
lo Sport
Relatore: P. Granata
– Osservazioni Originali
in medicina dello Sport G. Martines
– Quando lo Sport vince M. Fattore
INFORMAZIONI:
Dott. Lucio del Forno, Direttore Unità Operativa
Medicina Interna - Presidio Ospedaliero Vasto
(CH) - Tel. 3284134094
UNIVERSITÀ DI NAPOLI
“FEDERICO II”
CORSO TEORICO-PRATICO
ALLA DEFIBRILLAZIONE
CARDIACA PRECOCE
SEMIAUTOMATICA (BLS-D)
CORSO TEORICO-PRATICO
NELLE EMERGENZE
CARDIOLOGICHE
ADVANCED CARDIAC LIFE
SUPPORT (ACLS)
Sede: Policlinico Universitario Federico II
Via Pansini, 5 - 80131 Napoli
Responsabili dei Corsi
Direttore: Prof. M. Chiariello
(Direttore Cattedra di Cardiologia,
Policlinico Universitario “Federico II” - Napoli)
Coordinatore: Dott. M. Santomauro
(Cattedra di Cardiologia,
Policlinico Universitario “Federico II” - Napoli)
I corsi BLS-D si svolgeranno nel 2003:
13 Maggio,
10 Giugno,
15 Luglio,
9 e 10 Settembre,
21 Ottobre,
21 Novembre,
10 Dicembre
Crediti formativi assegnati ai Corsi BLS-D: 7
I Corsi ACLS si svolgeranno nel 2003:
22-23 maggio,
23-24 settembre
Crediti formativi assegnati ai Corsi ACLS: 17
INFORMAZIONI:
Segreteria Scientifica
Sig.ra Vitiello
Cattedra di Cardiologia Policlinico Universitario Federico II
Tel. 081 7462264 - Fax 081 7462229
Segreteria Organizzativa
NABI s.r.l. Comunicazione & Organizzazione Eventi
Tel. 081 668046 - Fax 081 4614704
DA ROMA A VENEZIA
ANALISI CRITICA DI UN ANNO DI NOVITÀ LEGISLATIVE E MEDICO-LEGALI
FROM ROME TO VENICE
ONE YEAR ON: MEDICAL AND LEGAL DEVELOPMENTS:
VENEZIA MESTRE, LAGUNA PALACE
23-24 MAY
PROGRAMMA:
FRIDAY 23TH MAY
9.30am - Welcome:
Prof. Paolo Costa - Prof.
Alessandro Chini - On.
Paolo Bartolozzi
General Introduction:
Dr. Giovanni Cannavò
Quali prospettive in campo assicurativo e professionale dopo l’approvazione della nuova normativa RCA, Legge n. 273,
12/12/02
An Overview of Future
Developments from a
Legal and Insurance Perspective following Law
273, of 12/12/02
Round Table - Debate
10am - Chairman
Prof. Aurelio Donato Candian - Dr. Vittorio Verdone - Dr. Paolo Landi - Prof.
Fulvio Gismondi - Avv.
Ugo Simonetti - Avv.
Rodolfo Berti - Dr. Graziana Campanato - Dr. Antonio Nannipieri
Criteri adottati per la stesura del barème ai sensi
della Legge 57/2001, articolo 5, comma 5, e possibili cambiamenti derivanti dalla sua applicazione,
anche in rapporto alle
tabelle del D.L. n. 38,
23/02/00
The Criteria Used in the
Medical Table under Law
57/2001, Art. 5, Para. 5,
and Future Changes in its
Application
14.30pm - Chairman
Prof. Alessandro Chini Dr. Francesca Fratello Dr. Giuseppe Cimaglia Dr. Luigi Mastroroberto Dr. Gianluca Bruno - Avv.
Paolo Maria Chersevani Dr. Marco Frola - Dr. Marco Rossetti
SATURDAY 24TH MAY
Le prospettive a livello
europeo fra IV e V Direttiva.
Stato di attuazione della
IV Direttiva a livello
nazionale.
Stato di avanzamento della V Direttiva.
Prospettive europee di
armonizzazione del danno alla persona.
European Perspectives on
the Fourth and Fifth
Motor Directives and
Future Harmonisation of
Damages for Personal
Injury
9am - Chairman
Prof. Flavio Peccenini Dr. Jean Luis Marsaud Prof. Pierre Lucas - Dr.
Bruno Bossart - Prof. Marco Bona - Mr. Philip Mead
- Dr. Andrè Tomadini - Dr.
Umberto Callegarin
La responsabilità professionale medica ad una
svolta.
Italia: Sentenza della Cassazione 11/09/2002 n.
30328
Francia: Legge n. 2002303 del 4 marzo 2002
Due punti di riferimento
per un ripensamento critico dell’attuale approccio
alla malpractice.
A Turning-point in Medical Malpractice: Recent
Developments in France
and Italy
15pm - Chairman
Prof. Vincenzo Carbone
Prof. Aurelio Donato Candian
Dr. Gianfranco Iadecola
Dr. Hélène Hugues
Prof. Pier
Giuseppe
Monateri
Avv. Michele Liguori
Avv. Carlo Petrone
Dr. Attilio Steffano
Prof. Domenico Vasapollo
Discussion
INFORMAZIONI:
Segreteria Organizzativa
ACOMEP srl
Via Livenza, 25
56122 Pisa
Tel. 050.2200200
Fax 050.8312083
ongressi
C
O N G R E S S I
16
ONGRESSI
S.I.A.ME.G - A.M.I.
ODONTOIATRIA QUOTIDIANA
Direttore Scientifico: Dott. Giovanni Ballarani
Coordinatori del Corso: Dott. Rocco Fulciniti - Sergio Raco
Sede del Corso:
AMI - Aula delle Conferenze - Via Merulana, 272 - Roma
Lunedì 5 maggio - 20.30- Lunedì 26 maggio - Odt. Angelo Confaloni
La Riabilitazione Neuro
20.30-22.30
22.30
Occlusale secondo la
Dott. Massimo Galli - Dott.ssa Paola Passariello
– La preparazione cana- Scuola del Prof. Pedro
Dott. Andrea Guida
Il restauro estetico nei lare con strumentazione Palnas, Applicata alla
confronti del parodonto meccanica in nichel-tita- Gnatologia e alla Ortodonzia
nio
marginale
– L’irrigazione canalare
Lunedì 23 giugno Lunedì 12 maggio Martedì 04 giugno - 20.30-22.30
20.30-22.30
Dott. Maurizio Reali Prof. Livio Gallottini - 20.30-22.30
Odt. Angelo Confaloni
Dott. Guido Migliau - Dott.ssa Paola Passariello
I ritrattamenti endodonti- La Riabilitazione Neuro
Dott. Sergio Turco
Occlusale secondo la
Moderni
orientamenti ci
Scuola del Prof. Pedro
nella ricostruzione del
dente trattato endodonti- Lunedì 9 giugno - 20.30- Planas, Applicata alla
Protesi totale ed alla Pro22.30
camente
tesi fissa
Prof. Massimo De Luca
Lunedì 19 maggio - Terapia parodontale oggi
20.30-22.30
INFORMAZIONI:
Lunedì 16 giugno Prof. Massimo De Luca
Segreteria AMI
La corretta diagnosi 20.30-22.30
Tel. 06.474.63.44
Dott. Maurizio Reali parodontale
(h. 10-14)
LE URGENZE REUMATOLOGICHE
IL DOLORE LOMBARE
Bologna - 29-31 Maggio
Aula Magna Convento San Domenico
Presidente: Luigi Frizziero
Direttore: Fabio Zizzi
Il dolore lombare: un comune problema medico e reumatologico
Conoscenze di base del dolore lombare
Cause degenerative e neoplasie nel dolore lombare
Cause infiammatorie e infettive del dolore lombare
Il dolore lombare riflesso
Il ruolo dei vari operatori sanitari
Il trattamento chirurgico del dolore lombare
Il trattamento conservativo del dolore lombare
INFORMAZIONI:
Comitato Esecutivo:
Tiziana Golinelli, Massimo Reta, Fedele Rizzuti
Segreteria Scientifica:
Marco Frati, Paolo Leandri, Mario Monti, Claudia Rizzi, Paola Rocchi
Centro di Reumatologia
Ospedale Maggiore
Largo Nigrisoli, 2 - 40133 Bologna
Tel. 051.6478293 - Fax 051.6478324
Segreteria Organizzativa:
I & C s.r.l.
Via Andrea Costa, 2 - 40134 Bologna
Tel. 051.6144004 - Fax 051.6142772
AZIENDA OSPEDALIERA
“OSPEDALE SAN CARLO BORROMEO” OSCB
VIA PIO II, 3 - 23153 MILANO
IPNOSI E MEDICINA PSICOSOMATICA
Venerdì e sabato ore 8.30/13 - 14/18
30-31 maggio - 13-14 giugno
PROGRAMMA:
Il simbolo come energia
trasformativa in psicoterapia - Ipnosi psicodinamica e simbolo
• Rapporto terapeuta paziente in ipnosi
• Tecniche di approfondimento della trance ipnotica
• Ipnosi e programmazione neurolinguistica
• Tecniche di rinforzo dell’io-autoipnosi
• Distensione immaginativa
• Uso delle metafore in
ipnosi
• Tecniche di visualizza-
zione nelle seguenti patologie considerate secondo l’unità mente/corpo: allergie, asma, ipertensione
arteriosa, disturbi della
sfera sessuale, dermatiti,
cefalee, obesità, tabagismo, disturbi gastrointestinali - Possibilità di intervento in oncologia
Direttore del corso e docente: Luisa Merati
Docenti interni: F. Barbagelata - B. Mantellini - M.
Porreca
Docenti esterni: C. Casula
- D. Frigoli - R. Weilbacher
ARIA, ACQUA, TERRA, FUOCO
E DERMATOLOGIA
Presidente del Congresso: Federico Ricciuti
Sede del Congresso: Hotel Torre del faro - Scanzano Jonico (MT)
29-31 MAGGIO
PROGRAMMA
Aria, Pollini e Pollution
– Atopia respiratoria e
cutanea
– Inquinamento indoor e
outdoor
– Dermatiti da contatto
acrotrasmesse
– Dermatiti causate da
insetti
– Elettrosmog e videoterminali
Acqua, idratazione e termalismo
– Idratazione e disidratazione cutanea
– Termalismo ed idrologia
– Orticaria e prurito
acquagenici
– Dermatiti da animali
marini e d’acqua dolce
– Umidità ambientale e
traspirazione cutanea
Terra, microcosmo e
macroambiente
– Microbiologia cutanea
– Fitodermatiti
– Patologia da importazione
– Patologia cutanea in
ambiente rurale
– Terrorismo, catastrofi e
malattie cutanee
Fax 0971613159
Fuoco, luce e calore
– Infiammazione cutanea
– Ustioni
– Laser e terapia fotodinamica
– Fotodermatiti
– Antinfiammatori in dermatologia
Segreteria Scientifica:
A. Bandiera, N. Cassano,
V. D’Argento, A. Piccirillo,
S. Spadafora,
G.
Valenti, L. Viola
Comitato Organizzatore
F. Anastasio, C. Agnusdei,
N. Balato, V. Battarra, M.
Bellini, S. Centofanti, G.
Cervadoro, S. Curia, F.
Cusano, S. Dattola, L. Del
Brocco, L. Donato, A. Ferrari, F. Fiordalisi, R.
Lopreiato, C. Postorino, A.
Puglisi, G. Ruggiero, F.M.
Russo, V. Schirripa, F. Verrina, E. Vozza, A. Zoccali
Informazioni:
Segreteria Generale:
U.O. di Dermatologia Az. Ospedaliera Osp. S.
Carlo Via P. Petrone
85100 Potenza - Tel. 0971
- 612340-612216
Segreteria Organizzativa
Euro Congress Via Orazio Flacco 11 - 85100
Potenza - Tel. 0971 37400
- 411198 - Fax 0971
523628 - 34467
UNIVERSITÀ DI SASSARI - UNIVERSITÀ DI CAGLIARI
TOPICS:
–
–
–
–
–
–
–
–
ASSOCIAZIONE DERMATOLOGI DELLA MAGNA GRECIA
3° CONGRESSO NAZIONALE
INFORMAZIONI:
Segreteria Scientifica:
dr.ssa Luisa Merati, Centro
Medicina Psicosomatica
A.O. Ospedale San Carlo
Borromeo - Via Pio II°, 3 20153 Milano - Tel.
0240222863-02473100
Segreteria
Organizzativa:
URP: Ufficio Relazioni con
il Pubblico - A.O. Ospedale San Carlo Borromeo via Pio II°, 3 - 20153 Milano Tel. 0240222708
Fax 0240222557
GIORNATE ALGHERESI
DI GINECOLOGIA E OSTETRICIA
22-24 MAGGIO
Sassari-Alghero - Hotel Catalunya
07041 Alghero - Via Catalogna, 24
TEMI
DEL CONGRESSO
– Terapie ormonali nella
donna in epoca postriproduttiva
– Nuovi scenari in oncologia ginecologica
– Uroginecologia
– Disfunzioni sessuali
femminili
– Nuove applicazioni
degli Ultrasuoni in Ginecologia e Ostetricia
– Le metodiche “High
tech” in riproduzione
assistita
– Obsolescenza ed attua-
lità nella Chirurgia tradizionale
– La condotta ostetrica
della gravidanza patologica al terzo trimestre
– Nuovi orizzonti nella
Professione di Ostetrico/a
Clinica Ostetrica e Ginecologica - Università degli
Studi di Sassari
Viale San Pietro, 12 07100 Sassari Tel. 079/228261
Fax 079/228265
INFORMAZIONI:
Segreteria Scientifica
Dott. Giampiero Capobianco, Dott. Erich Cosmi,
Dott. Pietro Demurtas Dott. Mario Farina - Dott.
Luciana Milia - Dott. Giovanni Rubattu, Dott. Nuccia Vargiu
SEGRETERIA
ORGANIZZATIVA
PR e Communication s.r.l.
Viale di Tor di Quinto,
19/B - 00191 Roma Tel. 06.3335453-33320073331931
Fax 06.33222093
4° INCONTRO
DI AGGIORNAMENTO
IN CHIRURGIA GENERALE
CHIRURGIA IN DIRETTA
31 MAGGIO
Sede congressuale:
Centro Congressi Hotel Selene
Via Pontina Km. 30 - Pomezia (Roma)
Informazioni:
Comitato Organizzatore:
Prof. M. Pochini - Dott. V. Zeno - Dott. U. Valente
Segreteria Scientifica:
Dott. M. Chillè - Dott. C. Paciucci - Dott. M. Chiarot
Dott. R. Rocco - Dott. A. Stazi
Segreteria Organizzativa:
Jaka Congressi srl - Via della Balduina, 88 - 00136 Roma
Ref. Alessandra Bianchi - tel. 06.35.49.71.14 - fax 06.35.34.15.35
Author
Document
Category
Uncategorized
Views
0
File Size
673 KB
Tags
1/--pages
Report inappropriate content