close

Enter

Log in using OpenID

ARQ 2014 - M.M. - Ministero della Difesa

embedDownload
M_D GMIL 1338964 31-12-2014
MINISTERO DELLA DIFESA
DIREZIONE GENERALE PER IL PERSONALE MILITARE
II REPARTO
Indirizzo postale: V.le dell’Esercito, 186 - 00143 Roma
Posta elettronica: [email protected]
Posta elettronica certificata:[email protected]
PDC: F.A. dr.ssa Agnese RECCHINI - tel.: 5.0274 (06517050274)
All.: 2; ann.: //.
OGGETTO : Aspettativa per riduzione di quadri al 31 dicembre 2014. Ufficiali della Marina
Militare.
A
(ELENCO INDIRIZZI IN ALLEGATO A)
^^^ ^^^ ^^^ ^^^
Seguito:
a. f. n. M_D GMIL 1028458 del 15 luglio 2014 e successive integrazioni;
b. f. n. M_D GMIL 1299413 del 5 dicembre 2014.
^^^ ^^^ ^^^ ^^^
1.
Si comunica che, con Decreto Dirigenziale in data odierna, i Capitani di Vascello compresi
nell’elenco in allegato B sono collocati, al 31 dicembre 2014, in aspettativa per riduzione
quadri, ai sensi di quanto previsto dagli articoli 906, 908 e 909 del Decreto Legislativo 15
marzo 2010, n. 66, recante Codice dell’Ordinamento Militare.
Il suddetto Decreto Dirigenziale sarà trasmesso all’Ufficio Centrale del Bilancio presso il
Ministero della Difesa per il successivo controllo di regolarità amministrativa e contabile
previsto dalla normativa vigente.
L’elenco dei destinatari del provvedimento sarà disponibile, per la consultazione, anche sul sito
web di PERSOMIL, accessibile tramite il link: www.persomil.sgd.difesa.it.
2.
Per quanto di interesse della competente Commissione di Avanzamento, si comunica che,
qualora gli Ufficiali di cui all’allegato elenco dovessero risultare compresi nelle aliquote di
avanzamento per il 2015, i medesimi, ove non già avvenuto, non dovranno essere sottoposti
alla prevista valutazione.
3.
Gli Ufficiali collocati in aspettativa per riduzione di quadri al 31 dicembre 2014 permangono in
tale posizione fino al raggiungimento del limite di età previsto per il grado e il ruolo di
appartenenza (articolo 909, comma 3 del Codice).
Detti Ufficiali potranno chiedere, tuttavia, di cessare dal servizio da tale posizione di stato e di
essere collocati in ausiliaria nel 2015, ai sensi dell’articolo 909, comma 4 del Codice, secondo
le modalità e termini stabiliti nella circolare a seguito b.. Al riguardo, si fa presente che:
− sarà applicata la disciplina pensionistica vigente al momento della risoluzione del rapporto,
comprensiva delle modifiche introdotte in materia di stato giuridico dalla “legge di stabilità
per il 2015”;
− l’Ufficiale permarrà in ausiliaria (articolo 992 del Codice):
 fino a 65 anni, se con limite di età per la cessazione dal servizio pari o superiore a 60
anni, ma inferiore a 62 anni;
 fino a 67 anni, se con limite di età per la cessazione dal servizio pari o superiore a 62
anni e, comunque, per un periodo non inferiore ai 5 anni.
Giova far presente che, in caso di cessazione, a domanda, dall’aspettativa per riduzione di
quadri, il periodo di permanenza in ausiliaria dei Capitani di Vascello, il cui limite di età è di
sessantuno anni, è comunque pari a quattro anni.
./.
Digitally signed by FANNINI
ANDREA
Date: 2014.12.31 10:56:40 CET
-24.
Si fa riserva di comunicare eventuali variazioni rese note alla 4^ Divisione di questa Direzione
Generale in data successiva a quella odierna che dovessero comportare modifiche al citato
elenco in allegato B.
5.
Si chiede di partecipare, con urgenza, il contenuto della presente comunicazione agli Ufficiali
compresi nel citato elenco in allegato B, tenendo presente che la notifica dovrà risultare certa e
documentata mediante la redazione di apposite relate individuali, che dovranno essere
trasmesse alla 4^ Divisione di questa Direzione Generale.
6.
Avverso il presente provvedimento è ammesso ricorso al Tribunale Amministrativo Regionale
competente, ai sensi degli articoli 29 e 41 del Decreto Legislativo 2 luglio 2010, n. 104 o, in
alternativa, ricorso straordinario al Presidente della Repubblica, ai sensi degli articoli 8 e
seguenti del Decreto del Presidente della Repubblica 24 novembre 1971, n. 1199, da presentarsi
entro il termine perentorio, rispettivamente, di 60 e 120 giorni dalla data di notifica. Ai fini
della presentazione del ricorso straordinario al Presidente della Repubblica, si rammenta che, ai
sensi dell’articolo 37, comma 6, lettera s) del Decreto Legge 6 luglio 2011, n. 98, convertito in
Legge 15 luglio 2011, n. 111 e successive modifiche e integrazioni, è dovuto il contributo
unificato di euro 650,00 (seicentocinquanta/00), fatte salve eventuali modificazioni decorrenti
da data successiva alla presente comunicazione.
IL CAPO REPARTO
(Dirig. dr. Andrea FANNINI)
Author
Document
Category
Uncategorized
Views
8
File Size
298 KB
Tags
1/--pages
Report inappropriate content